Sei sulla pagina 1di 1
del 20 Aprile 2010 METROPOLIS estratto da pag. 11 Isindaco promette la squadra di govemo per il fine settimana. Intanto, chiede al centrodestra di poter fare scelte libere Giunta, Bobbio pronto alla prova dellenomine Linvito:“Giudicatemi tra un anno”. Ma Nello Cuomo (Mipa) e parte del Pl git polemizzano GIOVANNI SANTANIELLO Un primo dato certo ¢®. La giunta Bobbio sara formata da Otto assessori, come da auspicio del sindaco. Lo ha confermato lo stesso direttore generale di Palazzo Farnese Nicola Laudi- sio. La legge indica in un quarto dei componenti del consiglio ‘comunale il massimo di nomine da poter fare nell’esecutivo di ‘Comuni e Province. A Castellam- mare, il calcolo deve farsi su 31 (30 consiglieri oltre il sindaco), e siarrotonda ad 8, La stessa Anci, Yassociazione dei Comuni che in un primo momento aveva dato unVinterpretazione restrttiva alla norma (calcolando su un numero di consiglieri comunali paria 24), 2 dovuta tomnare sui suoi passi. Il secondo dato & un po meno certo. II sindaco lo fa dipendere da un “forse” grande quanto una casa. Ma indica il fatto che per la presentazione degli assessor, or ‘ai, cisiamo, “Forse entro questo settimana’, dichiara Bobbio, col tono di voce di chi @ cosciente di aver sciolto i nodi pits complicati della vicenda. Il totonomine, in ogni caso, continua, Su otto as- sessori tré saranno donne. Due tecnici voluti direttamente da Bobbio. Per la carica di vicesin- daco, Antonio Bonifacio @ sempre id in pole position. Altri nomi Siconfermano essere quelli di Antonella Capasso (nonostante la contrarieta che sembra essere sta- ta espressa dal suo compagno di lista, Peppe Mercateli), Rosanna Angid, Giovanni Ingenito, Gio- wanni de Angelis e Nello Cuomo. Quest’ultimo, in seguito ad una tiunione svottasi sabato con il sindaco, non passa bei momenti In pratica, la nomina a numero due di Palazzo Farnese lasentiva praticamente in tasca,riferiscono i suoi, Ma lo scorso week end ¢® stata ia doccia gelata. Bobbio, in Prati, li prferisce Bonifacio @ a chiesto a tutti i rappresentanti della sua coalizione carta bianca “Fidatevi delle mie scelte. Ne ri parleremo tra un anno”: questo il succo della sua richiesta al centro- destra stabiese. Evidentemente, ‘quando lo stesso Nello Cuomo, iT giorno deltinsediamento del nuovo sindaco a Palazzo Farnese, parlava di un primo step della giunta da farsi tra sei mesi, gia avvertiva che la trattativa si sta- va mettendo male. In ogni caso: il leader dell’Mpa & tanto pit scontento perch: mai come nella prossima amministrazione, il ruolo di vieesindaco avra un peso specifico rilevante. Bobbio, infatti, pernon perdere il posto da Capo i Gabinetto del ministro Meloni, ha comunicato a Palazzo Famese che stara a Castellammare sola- mente due giomi a settimana: il mercoledi e giovedi. Per forza di cose, il primo cittadino si trovera, quindi, nella posizione di dele- gare molto. E, politicamente, chi avra le chiavi della partita, sara proprio colui il quale nominera suo vice. Sta di fatto che Nello Cuomo non @ I'unico scontento in questi giori. Allintemo dello stesso Pal, infati, si odono le pri- me lamentele. ler, Franco Masco- Jo, uno dei candidati del partito di Berlusconi alle scorse comunali, Iehamesse nero su bianco: “Tutti noi che abbiamo partecipato in prima persona alla sfida eletto- rale, pensavamo che, realizzata Ja tanto auspicata vittoria, il Pal, con il commissario cittadino Gio- acchino Alfano, ciconvocasse per procederead une accurata ana del voto e, soprattutto, alla costi- tuzione reale del partito stabiese. Il primo atto che bisognava fare era proprio questo relativo alla riorganizzazione del Pdl. Invece = riflette Mascolo -mentre le altre forze politiche del centrodestra si sono fregiate dei rsultatiottenuti, ilPdl non ha affisso nemmeno un manifesto di ringraziamento per la vittoria conseguita..” ritaglio stampa ad uso esclusivo del cliente, non riproducibile