Sei sulla pagina 1di 38

Abelardo ed

Eloisa

Abelardo
38 anni

Eloisa
16 anni

Se nell'aspetto non era tra le ultime, per


la profonda conoscenza delle lettere era la
prima

Fulberto

I nemici di
Abelardo

Gli studenti di
Abelardo

Superbia

mi ritenevo il solo filosofo


rimasto al mondo

Lussuria

io che fino ad allora avevo


condotto una vita
castissima, iniziai a
rilasciare le briglie dei miei
desideri

Ma la grazia divina mi diede il


rimedio per entrambe le
malattie, contro la mia stessa
volont: mi guar dalla
lussuria privandomi di ci con
cui l'esercitavo; dalla
superbia, umiliandomi con il
rogo del libro di cui andavo
pi fiero

Lamore

Col pretesto delle lezioni ci abbandonammo


completamente all'amore, lo studio delle
lettere ci offriva quegli angoli segreti che la
passione predilige. Aperti i libri, le parole si
affannavano di pi intorno ad argomenti
d'amore che di studio, erano pi numerosi i
baci che le frasi; la mano correva pi spesso
sul seno che ai libri. E ci che si rifletteva nei
nostri occhi era molto pi spesso l'amore che
non la pagina scritta oggetto della lezione.
Per non suscitare sospetti la percuotevo
spinto per dall'amore, non dal furore,
dall'affetto

non dall'ira, e queste percosse erano pi


soavi di qualsiasi balsamo. Il nostro
desiderio non trascur nessun aspetto
dell'amore, ogni volta che la nostra
passione pot inventare qualcosa di
insolito, subito lo provammo, e quanto pi
eravamo inesperti in questi piaceri tanto
pi ardentemente ci dedicavamo ad essi e
non ci stancavamo mai. Quanto pi
eravamo inesperti di quei giochi d'amore,
tanto pi insistevamo nel procurarci il
piacere e non arrivavamo mai a
stancarcene.

La scoperta

Ti ho amato di un amore sconfinato!


Mi sempre stato pi dolce il nome di
amica, e se non ti scandalizzi, quello
di amante o prostituta, (questo termine
nel senso di amore spassionato concesso
senza pretesa alcuna, nda.), il mio cuore

non era con me ma con te.

Viluppo di vergogne, che nessun rispetto


per la nostra dignit, n la riverenza verso
Dio ci tratteneva dal pantano di questo
fango neppure nei giorni della domenica di
Passione o di qualsiasi altra solennit. Ma
anche se tu non volevi e, per quanto potevi,
ti rifiutavi e cercavi di dissuadermi, poich
eri pi fragile per natura, troppo spesso ti
trascinavo a consentirmi con minacce e
percosse. Mi univo a te con tale desiderio
dei sensi che quelle miserabili e indegne
volutt che ci vergogniamo perfino di
nominare, io le anteponevo a tutto, a Dio e
perfino a me stesso

1118
Gravidanza
Fuga in Bretagna
nasce Astrolabio

Matrimonio
riparatore
(segreto)

Cos'hanno in comune le assemblee degli


scolari con le ancelle, gli scrittoi con le
culle, i libri e le tavolette con i mestoli, gli
stili e le penne con i fusi?. Come pu chi
intento alla meditazione di testi sacri e
filosofici sopportare il pianto dei bambini,
le nenie delle nutrici che cercano di
calmarli, la folla rumorosa dei servi?

Ricordati che Socrate era sposato e che egli


per primo pag in modo ripugnante
quest'offesa fatta alla filosofia; forse ci
avvenne perch in seguito tutti gli altri
filosofi fossero resi pi cauti dal suo esempio

Ma egli meditava la vendetta che ora


avrebbe potuto compiere pi facilmente

Nel tentativo di lenire la sua vergogna, e


venendo meno al giuramento, cominci a
diffondere la notizia del matrimonio, e
mentre Eloisa si vedeva costretta a negare,
giurando, che la notizia era falsa, lo zio
infuriato per il suo comportamento la
ricopriva di insulti

Eloisa nel
monastero
di Argenteuil

La vendetta

Soffrivo pi per la loro compassione che per


il dolore della ferita. Avvertivo di pi la mia
vergogna che la piaga che mi affliggeva,
continuavo a pensare quanto la gloria mi
avesse reso potente e con quale facilit fosse
stata abbattuta, anzi completamente
annientata, a causa di una colpa vergognosa,
dal giusto giudizio di Dio che mi aveva punito
proprio in quella parte del corpo con la quale
avevo peccato

In monastero,
a Saint Denis

Non fu una conversione


ispiratami dalla devozione,
bens, lo ammetto, dalla
confusione e dalla vergogna

Anche Eloisa per mio ordine,


preso prima il velo, entr in
monastero

Al mio signore o piuttosto padre, al suo


sposo o meglio fratello, la sua serva o
piuttosto figlia, la sua sposa o meglio
sorella

A colui che suo secondo la specie,


colei che sua individualmente
Mi costringesti a legarmi a Dio e a
prender l'abito religioso e farmi monaca
prima di te!)

De unitate et
trinitate divina

Il Paracleto

Nuovi
nemici

Si dice che non siete


voi ad essere il papa,
perch da ogni parte
coloro che hanno
questioni da risolvere si
rivolgono a me

In riva
allAtlantico

Ero certo che se avessi cercato di imporre


l'ubbidienza alla regola di vita a cui si
erano votati, non sarei vissuto a lungo,
ma se non avessi fatto tutto ci che
potevo, la mia anima sarebbe stata
dannata

Eloisa al
Paracleto
dal 1136 badessa

Le visite di
Abelardo

Come possono i miei nemici trovare in me un


minimo appiglio per le loro calunnie, dal
momento che sono stato privato di qualsiasi
motivo di sospetto; come possono sospettare
di me cui stata tolta la possibilit fisica di
compiere azioni vergognose?. Come possono
sospettare se questa mutilazione allontana
qualsiasi sospetto tanto vero che chiunque
voglia custodire con sicurezza delle donne le
affida agli eunuchi?

Tentativi di
avvelenamento
In un eremo
Sens, 3 giugno
1140: un processo
Abelardo va via, verso Roma

1140-1142: a Cluny

1164: muore Eloisa

La Chiesa
Il sapere
Le donne
Lamore

Potrebbero piacerti anche