Sei sulla pagina 1di 8
Alla cortese attenzione del Sindaco del Presidente del Consiglio comunale dellAssessore al Bilancio del Presidente della Commissione consiliare “Statuto e regolamenti” del Presidente della Commissione consiliare “Bilancio” Oggetto: Istituzione “Bilancio Partecipativo” presso Comune di Scafati ILbilancio partecipativo (BP) é una forma di partecipazione diretta dei cittadini alla politica e amministrativa della propria citta, consistente nell'assegnare una quota di bilancio del'Ente locale alla gestione diretta dei cittadini, che possono dunque interagire dialogare con le scelte delle Amministrazioni per modifcarle a proprio beneficio. Lesperienza pit celebre di bilancio partecipativo si é avuta a Porto Alagre (Brasile). Ubiratan de Souza, uno dei primi responsabili del Bilancio Partecipativo di Porto Alegre (Brasile) propone una definizione pil! precisa e teorica che pud valere per la maggior parte dei processi brasiliani: “! Bilancio Partecipativo é un processo di democrazia airetta, volontaria e universale, nel quale la popolazione pud discutere e decidere sul bilancio pubblico e sulle politiche pubbliche. I! cittadino non limita la sua partecipazione all'atto del voto, quando si scelgono I'Esecutivo o il Parlamento, ma va ben oltre, fino alla decisione e al controllo della gestione pubbiica. II cittadino cessa di essere un semplice coadiuvante della politica tradizionale, bens! diventa un protagonista permanente della gestione publica. Il BP coniuga la democrazia diretta e la democrazia rappresentativa, che é una delle maggiori conquiste del'umanita e deve essere preservata con cura e qualificata’. In Europa il BP @ stato adottato in vaste aree localizzate soprattutto in Spagna, Italia, Portogallo e Germania: sono attualmente almeno 1000 le citta nel mondo che hanno adottato questa modalita di gestione publica delle risorse. E anche in Italia il BP ha visto larga diffusione soprattutto nei comuni dell'ltalia centrale, a partire dalla fine degli anni ‘90: i comuni i che lo adottano sono attualmente 28. I1 BP deve essere uno strumento utile al raggiungimento di un empowerment economico, politico, sociale e culturale dei cittadini e delle cittadine, in particolare dei settori sociali pil esclusi ed emarginati, cosi da stimolare ed incentivare la loro partecipazione e capacita di decisione rispetto alle principali questioni che investono la vita amministrativa dei municipi. in molti casi, infatt, il BP rappresenta un vero @ proprio strumento in grado di dare priorita alle necessita sociali e di promuovere, in questo modo, la giustizia sociale, | cittadini e le cittadine non sono pit! dei sempli osservatori, ma si trasformano in veri e propri protagonisti della gestione publica, owero diventano cittadini a pieno titolo, attivi, critic ed esigenti. In questo modo la cittadinanza vede garantirsi maggiori e migliori opportunita di accesso ad opere e servizi quali la pavimentazione delle strade, il miglioramento dei trasporti delle vie di accesso o dei servizi sanitari e di istruzione. Per mezzo della partecipazione i cittadini e le cittadine stabiliscono le priorita, riuscendo cosi a migliorare in modo significativo le proprie condizioni di vita in un lasso di tempo relativamente breve. Inoltre, essi hanno la possibilita di controllare e monitorare lffettiva esecuzione delle voci di spesa previste dal bilancio. Attraverso il BP @ possibile costruire un rapporto diretto tra cittadini e governance locale, riawvicinare le persone e l'elettorato alla politica e al governo del territorio. Esso rappresenta “uno strumento privilegiato per favorire una reale apertura della macchina istituzionale alla partecipazione diretta ed effettiva della popolazione nell’'assunzione di decisioni sugli obiettivi e la distribuzione degli investimenti pubblici, superando le tradizionali forme solo ‘consultive’ e creando un ponte tra democrazia diretta e quella rappresentata’. In sintesi i principali obiettivi che il BP persegue sono: = facilitare il confronto con la cittadinanza e promuovere scelte e decisioni condivise, riducendo anche i conflitti - rispondere in modo pill efficace, alle necessita dei cittadini, e assicura una maggiore corrispondenza tra bisogni da soddisfare e risorse disponibili - coinvolgere i cittadini nel processo nella gestione pubblica attraverso forme di democrazia diretta - ricostruire un rapporto di fiducia tra Istituzioni e cittadini Un Bilancio Partecipativo, per essere concepito secondo tali modalita, deve includere almeno i seguenti crteri: a. Autoregolamentazione; b. Corrispondenza vincolante fra processo partecipativo e delibere istituzionali; . Principio di Partecipazione Universale: una donna, un uomo, un voto; d. Sistema di monitoraggio, controllo sociale del proceso e rendicontazione; e. Essere deliberativo. Generalmente sono gli enti comunali a promuovere il bilancio partecipativo. Tutte le zone, i quartieri o i settori che partecipano al processo di discussione, traggono dei benefici, poiché generalmente le risorse sono inferior alle richieste avanzate, i quartieri pid favoriti sono quelli che si mobilitano maggiormente e partecipano di pid. Aumentando l'attenzione alla partecipazione e ai processi decisionall inclusivi da parte dell'amministrazioni pubbliche, il bilancio partecipativo é ogi sempre pi diffuso e viene utilizzato da un numero crescente di ent. Per questo 10 che anche il Comune di Scafati debba is! diun proprio regolamento [Allegato A]. che aumenti il tasso di partecif democrazia e trasparenza nella nostra Citta. Cordiali saluti Consigliere comunale di Scafati [Allegato A] Comune di Scafati Regolamento del Bilancio Partecipativo INDICE Capo | - Disposizioni generali Art. 1: Definizione e finalita Art. 2: Ambiti tematici della partecipazione Art. 3: Aventi diritto alla partecipazione Capo Il - Procedura partecipata Art. 4: Fasi e modalita della partecipazione Art. 5: Istituti e forme della partecipazione Art. 6: Suddivisione in aree territoriali Art. 7: Azioni di promozione della partecipazione Capo Ill - Norme finali Art. 8: Risorse Art. 9: Entrata in vigore Art. 10: Informativa sul trattamento dei dati personali Art. 11: Pubblicita del regolamento Art. 12: Revisione del regolamento