Sei sulla pagina 1di 7

Tesina di arte

Renato
Guttuso
Artista verista e naturalista
Renato Guttuso era un pittore verista e naturalista.

Nacque il 26 dicembre 1911 a Bagheria, in Sicilia. Dal inizio

della sua infanzia, la sua strada fu quella della pittura, poiché era

sempre circondato dagli “acquarelli di mio padre” ed altre botteghe.

Partecipò alla sua prima mostra collettiva nel 1928 a Palermo.

Era dai tredici anni che firmava i suoi quadri che erano fatti su

tavolette di legno delle quali usava anche le vene come elemento

decorativo.

Dai suoi primi quadri Renato Guttuso usa una esecuzione

figurativa ed i temi sono specificatamente temi del mondo

contadino, rurale, popolare; quindi temi sociali o soggetti

dichiaratamente politici.

Frequentò il liceo a Palermo, e passò il tempo libero nella

bottega del futurista Pippo Rizzo per allargare la sua visione della

pittura. Cosi si avvicinò al movimento futurista ed al plasticismo del

Novecento.

Guttuso non segue lo stile pittorico del padre, ma già alla fine

degli anni venti crea uno stile brillante e luminoso, con tonalità

aspre e contrasti.

2
Nel 1930 si iscrive alla facoltà di legge che abbandona dopo

aver ottenuto successo.

Nel 1933, scrisse per il quotidiano “L’Ora”, un articolo su Pablo

Picasso, che diventò il suo principale modello stilistico e morale per

tutta la sua vita.

Nel 1937 si trasferì a Roma dove conobbe la futura moglie,

Mimise, e strinse legami di amicizia con artisti della “scuola

romana”.

Renato Guttuso uno dei portavoce più importanti della

generazione di artisti che hanno un particolare disprezzo per la

politica ed il regime fascista anche prima della guerra. Tutti questi

artisti trasmettevano le loro opinioni sulla

libertà creativa e sul imperativo morale

del relativismo attraverso le loro opere e i

giornali.

Anche lui illustra i suoi ideali

attraverso dipinti tipo “Esecuzione in

campagna”, “Fuga dall’Etna”, “Crocifissione”.

3
Nel 1943 si allontanò da Roma per motivi politici, e si rifugiò a

Quarto, nella città di Genova, e ritornò solo l’anno dopo per far

parte della Resistenza.

Espose dei disegni sulle atrocità della

guerra, pubblicati nel album “Got mit Uns –

Dio è con noi”, che era il moto inciso sulle

fibbie dei soldati tedeschi nel 1945.

Nei anni del dopoguerra partecipò a

discussioni ideologiche fra pittori figurativi e

astratti.

In vari articoli, Renato Guttuso si batte a favore di un realismo

descrittivo popolare e accessibile alle masse che segue

stilisticamente il primo periodo del suo idolo, Pablo Picasso,

durante il periodo chiamato “Blu”.

Durante gli anni cinquanta diventa l’esponente principale di una

corrente realista, politicamente impegnata, e spesso in lotta con le

tendenze formaliste di molta arte astratta. Guttuso continua a

creare opere che propongono realisticamente la situazione

Europea.

4
Nel 1968 si reca a Parigi dove ritrae giovani nelle prime marce

di protesta durante il tempo chiamato “maggio francese”.

Dal 1969 vive stabilmente a Roma nella strada dei pittori, via

Margotta, con la sua compagna Marta Marzotto. È in questo

periodo che comincia a dipingere quadri strettamente autobiografici.

Spesso lo spirito antifascista di

Guttuso si manifestò, specialmente

quando creò la grande tela “I funerali di

Togliatti” del 1972.

Nonostante Guttuso è un pittore che appartiene ad un epoca

piena di mutamenti, che lui vive da protagonista, lui non cambia mai

il suo stile figurativo, e rimane il pittore illuminato della sua terra.

Tra gli artisti italiani più noti al estero, Guttuso ha ottenuto

numerose mostre prestigiose.

Guttuso insegnò pittura all’Accademia di Belle Arti di Roma ed

è stato Visiting Professor ad Amburgo.

Fu nominato senatore della Repubblica nel 1976, e morì a

Roma il 18 Gennaio 1987, lasciando alla sua città natale, Bagheria,

molte opere ora raccolte nel museo di Villa Cattolica a Bagheria.


5
Bibliografia
http://www.windoweb.it/guida/arte/biografia_renato_guttuso.htm

http://www.windoweb.it/guida/arte/biografia_renato_guttuso_2.h

tm

http://images.google.it/imgres?

imgurl=http://www.literary.it/dati/autori/busca_gernetti/02/13_atelier.j

pg&imgrefurl=http://www.literary.it/dati/literary/busca_gernetti/tramo

nto_a_velate.html&usg=__X-QuYquZgkcl9KedV4-

qSqxTc9Q=&h=369&w=300&sz=24&hl=it&start=20&itbs=1&tbnid=s

NtVwz1E15YOyM:&tbnh=122&tbnw=99&prev=/images%3Fq

%3Drenato%2Bguttuso%2Besecuzione%2Bin%2Bcampagna

%26start%3D18%26hl%3Dit%26sa%3DN%26gbv%3D2%26ndsp

%3D18%26tbs%3Disch:1

6
Indice
Renato Guttuso pagina 2

Bibliografia pagina 6

Indice pagina 7