Sei sulla pagina 1di 11

Traigolzu l'Ombra di Nagus

di
Emanuele Nicolosi
Personaggi:
Paguno: il protagonista, un ragazzo figlio di una famiglia di pescatori, proveniente da un villaggio
di pescatori della costa dei territori continentali, un ragazzo sensibile e semplice, pronto facilmente
a dare la vita per gli altri...
Miriam: una ragazza mezza umana e mezza Janas, che vive nel isola dei corallai, figlia di una
donna Janas e di un padre umano, ha trascorso l'infanzia, venendo allevata e cresciuta dal padre, un
artigiano di prodotti ricavati dal corallo, Miriam si guadagna da vivere, pescando il corallo, Miriam
ha ereditato dalla madre, i poteri magici delle Janas, Miriam e una ragazza sicura di se stessa,
spavalda, decisa, non teme il rischio o il pericolo.
Seiria: la principessa del regno delle Nereidi, una ragazza fragile e insicura, che fa fatica a reggere
lo stress e l'impegno di dover guidare un intero regno, impegno a cui non si sente preparata o al
altezza, sentendosi ancora troppo giovane per guidare un regno, sentendosi che guidare un regno,
non fa per lei, non la sua vita, ha altri progetti e ambizioni, che vuole seguire, anche a costo di
mandare in crisi le tradizioni del regno delle fate del corallo...
Principessa Marin: una principessa viziata, capricciosa ed egoista, iperprotetta dal padre e dalla
madre, rispettivamente il re e la regina del regno di Lionia, abitutata a vedersi esaudita ogni volere
e desiderio, da parte dei suoi genitori.
Julian Aragones: comandante della marina militare del regno di Lionia, al servizio del re di Lionia,
a capo della spedizione navale di Lionia, contro l'isola dei corallai.
Avirio Saragon: il Mago di corte del regno di Lionia, un mago che ha aderito per interesse e
tornaconto personale, alla magia nera, che cercher di usare a proprio favore o contro il Traigolzu,
Gherenzio e un mago senza scrupoli, pronto a tutto pur di ottenere i propri scopi...
prologo:
Al alba del tempo, prima dello spazio e del tempo, come noi lo conoscevamo, narrando le leggende
del isola dei corallai, narrate da secoli, attorno al focolare, che l'oceano primordiale, ricopriva il
mondo, prima che le terre emergessero dal mare, creando il mondo come noi lo conosciamo, prima
che esistesse l'odierna razza umana, la razza delle Janas dominava i mari e gli oceani del mondo,
queste magiche creature, erano sorvegliate e vigilate, da una misteriosa razza, la razza dei
Minotauri, una razza magica di tori antropomorfi, che nacque nelle profondit marine, questa
razza, venne temuta e rispettata per secoli dagli esseri umani, che ne temevano i loro sconfinati e
illimitati poteri, quando gli umani si diffusero nel mondo e popolarono le rive del mare, iniziarono
a venerare sia le Janas, che i minotauri, come creature sacre,vivendo in pace e armonia con queste
razze,
ma la razza dei Minotauri, giunse al estinzione, combatutta e contrastata dagli eroi e guerrieri
mitologici delle terre degli umani, che iniziarono a vedere i Minotauri, non come alleati, ma come
dei nemici, come delle creature mostruose, fu allora che i Minotauri, sparirono dalla vista degli
esseri umani e si nascosero nelle profondit del mare, sparendo per sempre dalla vista degli esseri
umani, anche le Janas, si nascosero dagli occhi degli esseri umani...
ma questo non accadde in tutto il mondo, in alcune zone remote o sperdute, oppure in isole remote
nel mare, rimase ancora vivo e forte, l'antico legame tra gli esseri umani e queste antiche razze

magiche marine.
si narra che nel isola dei Corallai, vivano ancora gli ultimi discendenti dei Minotauri, in
quest'isola, esiste un antico ordine di guerrieri, i "Figli del Tauro delle onde", che ha come
usanza, quella di coprirsi il volto, con una maschera di metallo, simile alla testa di un toro, si
narra, che questi esseri umani, sia uomini che donne, a differenza dei comuni umani, del isola dei
corallini, siano dotati di poteri magici e sovrannaturali, che avrebbero ereditato e ottenuto dagli
antichi Minotauri, i "Figli del Tauro delle onde", si reputano i primi e pi antichi abitanti del "isola
dei corallini".
Il capostipite della razza dei Minotauri e il Traigolzu, una creatura marina, che vive nelle
profondit del mare, restando assopito in un lungo e perenne sonno, risvegliandosi solo quando
l'isola e minacciata o si trova in pericolo, il Traigolzu, secondo le leggende di quel isola, sarebbe
l'ultimo minotauro rimasto al mondo, dopo l'estinzione dei Minotauri, il Traigolzu e il pi antico
minotauro al mondo e ne l'unico rimasto.
in quel tempo, il mezzo al mare, si trovava un isola, l'Isola dei corallai, un isola popolata da umani,
che da secoli, vivevano in pace e armonia, con le creature magiche, che popolavano la barriera
corallina, attorno al isola, ovvero, le "Janas", o "le fate del corallo", proprio nelle profondit
marine vicino al isola, si trovava il Traigolzu, il leggendario guardiano e custode del isola dei
Corallini, finch il Traigolzu sarebbe esistito, l'isola dei corallini, sarebbe sempre restata protetta e
al sicuro...
Ma c'era sempre il rischio che il corallo magico, potesse cadere nelle mani sbagliate, nelle mani di
chi voleva usare la magia del corallo, per fare del male agli altri o per il proprio potere e
arrichimento personale...
ma il corallo magico, faceva gola a molti, da molti esseri umani senza scrupoli, che volevano
sfruttare il corallo magico, per i loro scopi e interessi personali, o arricchendosi con il corallo,
essendo in quei tempi, una sostanza molto preziosa o ricercata, o dominandone i poteri magici, per
soggiogare chiunque al proprio volere...
una nuova e oscura minaccia, si mostrava al orizzonte e minacciava l'isola dei Corallini, anche
questa volta, il Traigolzu si sarebbe risvegliato, pronto a tutto, per difendere quel isola e la
Barriera corallina...
dicono che i mostri, siano crudeli e malvagi, che uccidano le creature pi innocenti, che si
mangiano gli umani come cibo, ma tutto questo non vero, beh, dipende, la realt e molto pi
complicata, ci sono i mostri buoni e i mostri cattivi, questa e la storia di un mostro buono, il
guardiano di un antico regno magico, che si trovava nelle profondit del mare...
dopo il dialogo introduttivo, l'azione di sposta in un grande castello, in un regno simile a un paese
europeo del XVIIIsecolo...
la principessa Sarim, una principessa viziata ed egocentrica, si lamenta con il padre, perch
vorrebbe avere un intera collezione di accessori interamente ricavati dal corallo, ma il padre sta
spendendo molto delle casse del regno, per poter procurare prodotti preziosi ricavati dal corallo per
la figlia, come gioielli, monili, orecchini e un intera Tiara di corallo rosso, da usare per la prossima
incoronazione di Marin a regina del regno di Lionia, cosa che per sta causando il malcontento
popolare e il malumore della gente nel regno, visto che il regno, sta sperperando i soldi delle casse
del regno, o in grandi feste o balli costosissimi, oppure, in prodotti di lusso costosissimi, per
soddisfare i capricci della principessa...

dopo che il re, si congedato dalla figlia, che chiedeva un intera collezione di abiti da ballo e da
sfilata, fatti interamente di corallo, richiesta molto difficile, vista la mancanza e scarsit di
finanziamenti, da parte delle casse del regno, tiene un incontro con dei funzionari del regno e con il
consigliere di corte, per decidere cosa fare per evitare che il popolo possa ribellarsi o scendere in
strada contro la monarchia di Lionia e i suoi sprechi economici...
durante, l'incontro, viene proposta un idea, ovvero, usare l'esercito e la flotta da guerra del regno,
per conquistare e controllare le rotte e i commerci del corallo marino, ma sopratutto, di ottenere il
controllo di un isola, che si trova in mezzo al mare, nota per la pesca del Corallo, ovvero l'Isola dei
corallai
funzionario, indicano un isola, su una grande mappa, messa su un tavolo: vosta maest, da tanti
secoli, i pescatori di corallo del isola dei corallai, praticano la pesca e la lavorazione del corallo,
come una tradizione millenaria e ancestrale, ma sopratutto, da secoli, commerciano il corallo
pescato, con alcune citt portuali e costiere del continente, come Miragga, importante centro
portuale della zona e porto di accesso che collega l'isola dei corallai, al resto del continente,
conquistare Miragga non possibile, ma possiamo conquistare direttamente l'isola dei corallai,
visto che non rivendicata da nessun regno, per questo, non avremmo rappresaglie da parte dei
regni rivali o limitrofi.
consigliere di corte: ci pensi, vostra maest, potreste detenere il monopolio dei commerci, di una
delle sostanze pi preziose al mondo, la cui preziosit e pari a quella del Oro o dei gioielli...
fuzionario: ma ci sarebbe un problema...
Re di lionia: ovvero, scusi?
funzionario: secondo i popoli locali, l'isola dei corallai e un isola magica, protetta e sorvegliata da
un grande mostro marino, una creatura detta Traigolzu, che secondo le leggende, esiste da
epoche millenarie ed ancestrali, da prima che esistesse la razza umana, una creatura che da
sempre, protegge e sorveglia, a detta dei racconti dei nativi locali, le creature magiche che vivono
nella barriera corallina, quella creatura e descritta come un gigante titanico e protrebbe dare filo
da torcere alla nostra spedizione...
consigliere di corte: per favore, sono soltanto credenze di popoli ignoranti e creduloni, il Traigolzu
e solamente una leggenda, che l'isola sia magica e una cosa certa, da sempre il corallo e usato
come sostanza magica dai maghi e dagli incantatori, per ricavarci bacchette magiche, Monili
magici, Elisir o pozioni magiche, ma quella magia non sar sufficiente per fermare la nostra
spedizione, poi ci baster l'assistenza del nostro mago di corte, per superare la magia che permea
l'isola.
La principessa Marin, del regno di Lionia, vuole imposessarsi a ogni costo dei coralli magici del
"isola dei Corallai", per farlo, riesce a convincere il padre a organizzare una vera e propria guerra su
vasta scala, per conquistare l'isola dei Corallai e soggiogarla sotto l'autorit dispotica del regno di
Leonia...
cos, il Re ordina di preparare la flotta da guerra, armandola fino ai denti e convocando il mago di
corte,perch partecipi alla spedizione, per aiutarla con i suoi poteri magici...
al porto di Miragga, una grande citt portuale, i cui collegamenti navali portano direttamente al
"isola dei corallai", giunge la flotta da guerra del regno di Leonia, con l'intera spedizione, pronta a
sfruttare selvaggiamente le barriere coralline attorno al isola, minacciando di sterminare o
annientare le "Fate del corallo"; che vivono nella Barriera corallina...
la flotta da guerra del regno di Lionia, al largo del porto di Miragga, tiene nascosto, intrappolato in
delle grandi reti di catene metalliche, un grosso e misterioso mostro marino, custodito da un mago
nero del regno di Leonia, di nome Gherenzio, che controlla il mostro marino con i suoi poteri e

facolt...
la flotta, salpa dal porto di Miragga e si dirige verso l'isola dei Corallai, la flotta libera il Nagus in
pieno mare aperto,lasciando che il Nagus si dirigga verso l'isola dei Corallai, per devastarla e
prepararne l'arrivo di massa del esercito di Lionia.
la flotta da guerra del Regno di Lionia, viene mandata contro l'isola dei corallai, con lo scopo di
conquistare l'isola, soggiogarne la popolazione locale e ottenere il controllo dei giacimenti di
corallo, a scopo di monopolio economico e commerciale, per far ottenere al regno di Lionia, il
totale monopolio del commercio del Corallo...
ma la flotta da guerra del Regno di Lionia, sta viaggiando verso l'isola dei Corallai, tenendo
intrappolato, dentro delle grandi reti, un misterioso mostro marino, chiamato Nagus, simile a un
immensa Manta marina carnivora...
il capitano della spedizione, Julian Aragones, progetta di usare il Nagus, per combattere il
Traigolzu, il guardiano del isola dei Corallai e permettere alla flotta di Lionia, di bombardare e
conquistare l'isola dei corallai...
intanto, in mezzo al mare, in una flotta di barche da pesca, si trova un giovane pescatore, un ragazzo
di nome Paguno, che si trova nella spedizione delle barche da pesca, assieme al padre e alla madre,
anche loro pescatori, che provengono da un villaggio della costa delle terre continentali, giunti in
mare aperto per una battuta di pesca per il loro villaggio di pescatori ...
ma la flotta delle barche da pesca, viene attaccata da un misterioso mostro marino, che si rivela
essere il Nagus, da poco, liberato dalla flotta del regno di Lionia, che attacca e devasta la flotta di
barche da pesca...
Paguno, cade in mare, perdendo i sensi, nelle profondit marine, Paguno viene salvato da una
misteriosa ragazza, abile a nuotare e a respirare sott'acqua, che porta in salvo Paguno in un isola di
pescatori...
ma la madre e il padre di Paguno, perdono di vista Paguno e iniziano a preoccuparsi e ad andare in
ansia:
madre di Paguno: "Paguno? Paguno! PAGUNOOO!!! Dove sei???"
i genitori di Paguno, aggrapandosi alle barche ribaltate e ai resti gallegianti delle barche, iniziano a
pensare che il loro figlio sia morto o ci abbia lasciato la vita nel attacco del mostro marino...
Paguno, riprende i sensi, risvegliandosi in una citt di pescatori, nel isola dei Corallai, ritrovandosi
davanti la ragazza che ho la salvato e curato delle ferite, la Ragazza rivela a Paguno la sua identit:
lei si chiama Miriam, ed figlia di una famiglia di artigiani Corallai, abili a realizzare prodotti
artistici realizzati dal Corallo marino, Miriam e per met un umana e per met una fata del corallo,
figlia di un rapporto d'amore tra un umano e una fata del corallo, cosa che ha permesso a Miriam, di
dotarsi di numerosi poteri sovrumani, come respirare sott'acqua o nuotare velocemente o controllare
l'acqua del mare, plasmandola a suo piacimento...
nel isola dei Corallai, questi "Mezzosangue", sono largamente presenti e diffusi, vivendo assieme ai
comuni esseri umani locali e nativi del isola...
La flotta da guerra del regno di Lionia, si armata con palle di cannone alchemiche, intrise di poteri
magici, in grado di scalfire l'armatura di corallo magico, che ricopre interamente il corpo del
Traigolzu, palle di cannone create sotto la guida e la vigilanza del Mago di corte del regno di
Lionia, le palle di cannone sono riempite e intrise di una polvere ricavata da cristalli e sostanze

magiche macerate tramite mortaio e pestelli, con cui vengono riempite le palle di cannone, poi
intrise di magia tramite incantesimi da parte del Mago di Corte di Lionia, la flotta di Lionia, ha
riempito gli arsenali da guerra,di questa flotta,con queste palle di cannone magiche, che il capitano
della Flotta, vuole usare per sconfiggere e sbaragliare il Traigolzu...
intanto, nel regno sottomarino delle Janas del corallo, il palazzo reale sta preparando il matrimonio
tra la principessa del regno delle Nereidi, Assaira e il principe del regno del corallo, Namain...
ma alla corte del regno del corallo, giungono notizie allarmanti, tramite un messaggero, del arrivo
verso l'Isola dei Corallai, di una vasta e immensa flotta da guerra,armata fino ai denti, che sta
trasportando, completamente incatenato, un mostro marino temuto da tutti, il Nagus...
ma la Regina del regno dei Coralli, decide di non dire niente al popolo del arrivo del Nagus, per non
far piombare le Janas nel panico e nel terrore, cos, fa mobilitare i Guerrieri del corallo, per le
strade della citt, facendo credere che serva per rendere sicura la citt del corallo durante il
Matrimonio regale, ma in realt, serve per respingere il Nagus.
Intanto, sempre nelle profondit marine, una carrozza, fatta di corallo e trainata da dei delfini, sta
trasportando, la principessa del regno delle Nereidi, dal suo palazzo, nel regno delle Nereidi, verso
il regno del Corallo, per incontrarsi con il principe del regno del corallo, con cui si sposer...
ma la principessa Nereide, non si sente n preparata n al altezza della grande responsabilit, di
dover guidare o dirigere un intero regno e un intero popolo, la principessa Nereide non ha mai
voluto n essere principessa, n vuole realmente sposare il principe del regno del Corallo, che non
ama realmente, la principessa Nereide vive l'imminente matrimonio, non con gioia o emozione, ma
con tristezza e rassegnazione...
il Nagus e somigliante a una Manta marina gigante antropomorfa, il Nagus proviene dalle
profondit pi oscure e profonde degli abissi marini, una creatura marina oscura, che incarna le
essenze oscure degli abissi marini...
dopo che il Regno di Lionia punt gli occhi verso il Grande mare, ambendo alla dominazione
egemonica, delle isole che si trovano in quel mare,sopratutto a controllare e dominare l'Isola dei
Corallai, per sfruttarne selvaggiamente le sue barriere coralline, estraendone tutto il corallo e
facendo affari d'oro con la compravendita del corallo magico, per soggiogare l'isola e dominare il
mare, la flotta di Lionia, part alla caccia e ricerca del Nagus, setacciando il lungo e il largo le
profondit marine, quando il Nagus venne trovato, fu catturato con l'ausilio dei poteri magici del
Mago di Corte, che impose un controllo mentale sul Nagus, dopo che la creatura venne catturata,
il re di Lionia, un re ambizioso e megalomane, vuole usare il Nagus per controllare e dominare le
rotte navali commerciali, usando il Nagus per distruggere e spazzare via in un colpo solo le flotte
navali dei paesi nemici e per distruggere e devastare le citt e i regni rivali e concorrenti del regno
di Lionia, rendendo cos il regno di Lionia un regno potente ed egemonico...
ma il re di Lionia, venne a sapere del esistenza del Traigolzu, di un isola abitata da pescatori di
Corallo e artigiani abili da secoli e millenni, nella lavorazione artigianale del corallo magico, che
venerano il Traigolzu come un Dio o una divinit, come il guardiano e protettore del Isola e della
pace e armonia tra gli umani del isola e le Fate del corallo, che vivono nelle profondit marine
attorno al isola...
il re di Lionia, sapeva benissimo che la sola flotta da sola, non avrebbe potuto fare niente contro il
Traigolzu, cos decise di usare il Nagus per combattere e contrastare il Traigolzu e per distruggere il
Regno sottomarino delle fate del Corallo,per permettere ai suoi uomini, di estrarre e prelevare il
corallo magico della barriera corallina, senza alcun problema...

Miriam fa visitare la piccola citt dei pescatori di Corallo a Paguno, facendo conoscere quasi tutti
gli abitanti del villaggio...
tra Miriam e Paguno, nasce una forte e profonda amicizia, i due protagonisti, iniziano quasi ad
affezzionarsi l'uno con l'altro...
Paguno inizia a parlare a Miriam, di come viene considerato il popolo dei Corallai, gli abitanti del
isola dei corallini, nel resto del continente e nei villaggi di pescatori esterni al isola: regnano forti i
pregiudizi e la diffidenza, molti pescatori, reputano l'isola come dominata dalla stregoneria o da
strane diavolerie, credono che i Corallai, siano dotati di poteri magici o sovrannaturali, o che siano
un popolo maledetto o dannato, per questo, rinchiuso e confinato nel isola, per via di presunte
Maledizioni...
ma Miriam, contesta le frasi di Paguno, reputandole forme di razzismo o di pregiudizio e di
ignoranza dei pescatori dei territori continentali, contro i Corallai, negando che tutto quello che
dicono i pescatori sui Corallai sia tutto vero, anzi, reputandole solo menzogne e falsit, dettate
dalla paura e dalla diffidenza verso i Corallai, ritenuti dai popoli continentali come Estranei o
alieni o incomprensibili...
Miriam, cerca di far superare a Paguno, le incomprensioni e i pregiudizi che ha inizialmente
Paguno, verso i Corallai...
nel villaggio dei Corallai, la ragazza mezza umana e mezza Janas, viene incaricata dai saggi anziani
del villaggio, di portare un dono degli umani del Isola dei corallini, al regno sottomarino delle
Janas, in occasione del matrimonio regale tra il Principe Janas e la Principessa Nereide.
Miriam,vede questo, come un occasione speciale per Paguno e decide di far conoscere il regno
sottomarino a Paguno...
Paguno, decide di seguire Miriam, ma i saggi del villaggio si oppongono, affermando che sia contro
le tradizioni portare un umano senza magia nella citt del Corallo magico, Miriam contesta la cosa,
ma i saggi del villaggio si oppongono lo stesso...
ma questo non basta ad Impedire a Miriam, di portare Paguno con s, nella citt del corallo
magico...
Paguno e Miriam, giungono entrambe in una spiaggia isolata, qui il ragazzo, ingoia la bolla
luminosa, generata dalla magia di Miriam e ottiene la capacit di respirare sott'acqua...
cos, i due protagonisti si immergono in mare e nuotano verso le profondit marine...
i due protagonisti, giungono nel regno sottomarino delle Fate del corallo, ritrovandosi di fronte, una
citt fatta di corallo marino e abitato interamente da creature magiche del mare...
Paguno, rimane sbalordito e meravigliato a vedere dal vivo,la Citt del corallo, con tutti i suoi
abitanti...
il Traigolzu, dorme assopito, nel fondale marino, in un punto molto profondo del mare, ma vicino al
Isola dei Corallini, il Traigolzu, anche nel sonno, sembra una montagna sottomarina molto grande e
poderosa, spesso,viene visitato dalle fate del corallo, che mostrano spesso segni di affetto verso il
Traigolzu...
appena, la flotta di Lionia, giunge in vista del isola, il capitano, assieme al mago di corte, ordinano
che il Nagus, venga liberato, cos, l'ordine viene eseguito e i soldati, liberano il Nagus dalle sue
catene magiche, che lo tenevano prigioniero e rinchiuso e si libera, dirigendosi verso la citt del
corallo magico...
appena la flotta di Lionia, viene avvistata in lontananza dal Isola, i corallini si armano e si

preparano a un eventuale combattimento, temendo un attacco imminente del esercito di Lionia,


contro l'isola dei corallini, quindi i corallini caricano i cannoni e gli archibugi e prendono posizione
nei Torioni, le grandi torri-fortezza difensive che proteggono l'isola...
nella citt del corallo, nelle profondit marine, avviene la cerimonia di incoronazione del principe
del regno del corallo, che sta venendo incoronato come nuovo re del regno delle Fate del corallo,
oh, no! PRESTO! AL RIPARO! METTETEVI AL SICURO!
ma l'incoronazione, viene interotta dal Nagus, che ha attaccato il palazzo reale e lo st distruggendo
e devastando, al interno del palazzo reale, tra tutti i presenti e gli invitati, si diffonde e si scatena il
panico e il caos, il Nagus dopo aver devastato il palazzo reale, inizia ad attaccare l'intera citt, dove
si diffonde ben presto il panico e il caos...
il Traigolzu, appena sente e percepisce la minaccia, si risveglia e si alza dal fondale marino,
nuotando verso la citt del corallo magico, nuotando in maniera talmente poderosa, che la superficie
del oceano, inizia ad agitarsi...
nella citt del corallo magico, che sta venendo distrutta, vengono mandati Guerrieri corallini, i
guerrieri del regno delle fate del corallo, che fungono da Forze armate di quel regno sottomarino,
armati con armature di Corallo e spade,Archi, Frecce, Lance e armi da taglio fatte di corallo affilato,
gli Arcieri Janas, si schierano e scatenano una pioggia di frecce e giavelotti di corallo, contro il
Nagus, ma questo sortisce pochissimi effetti, allora i guerrieri Janas, schierano delle Catapulte e
Baliste rudimentali fatte, di corallo, scagliando grossi massi e scogliere marine, contro il Nagus, ma
anche questi colpi, sortiscono pochi effetti, rallentando il Nagus ma senza ferirlo, visto che il Nagus
e una creatura robusta e resistente, le cui carni sono molto dure e coriacee e difficili da penetrare
con qualunque arma e una pelle molto ruvida e coriacea...
generale Janas: Maledizione! Quella creatura resiste a ogni freccia, Giavelotto e scogliera marina
di grossa stazza che gli lanciano contro! Sembra che nulla riesca a fermarlo!
i due protagonisti, riescono a portare in salvo la Principessa Nereide, portandola fuori dal palazzo
reale, oramai distrutto dal Nagus e nuotando lungo la strada principale, Paguno, vedendo una
ragazzina Janas assieme a sua madre, che rischiano di essere schiacciati da una zampa del Nagus,
cerca di corrergli incontro, in un gesto estremo e disperato per salvarli
No! Paguno! Fermati! Non fare pazzie!
proprio quando sembra che Paguno e la famiglia di Janas, stiano per essere schiacciati, il Traigolzu,
con un poderoso pugno, colpisce il Nagus, direttamente nel muso, scaraventandolo a breve distanza,
buttandolo contro dei palazzi di corallo, che finiscono distrutti,
il Traigolzu, si scontra furiosamente contro il Nagus, il Traigolzu afferra il Nagus con le sue mani e
le sue braccia e riesce ad allontanarlo dalla citt del corallo e lo trasporta in superficie, dove i due
mostri emergono e dove continua la lotta, di cui la flotta di lionia, funge da spettatore
Capitano: Maledizione! Sia subito ordinato agli equipaggi, di fare fuoco a volont contro quella
specie di Minotauro marino! Non perdano tempo!
Mago di Corte: cosa?? Neanche per sogno! Le mie palle di cannone magiche, potrebbero colpire o
ferire il Nagus! La sua azione rischia solo di essere avventata,bisogna prima attendere chi vincer
lo scontro!!!
Capitano: Cosa? Te lo puoi scordare! Maghetto da strapazzo! Solo perch il Re ti protegge, non ti

autorizza a dare ordini alle mie navi! Dobbiamo aiutare il Nagus a sconfiggere il Traigolzu, solo
cos potremmo aiutare la creatura marina e facilitargli cos la vittoria! O interveniamo subito o per
noi, sar la fine!
Mago di Corte: povero stolto! Non ti fidi della mia incredibile e potente magia? Mai sfidare un
mago! Ho intriso quella creatura dei pi potenti e temuti poteri magici e alchemici che ho trovato
in circolazione! Quella creatura e un arma vivente! Il Traigolzu non potr MAI,ripeto...MAI tener
testa ai miei poteri magici! Lasciamo che il Nagus faccia tutto da solo e avremmo la vittoria in
pugno!
Dal isola dei corallai, gli abitanti, si sono radunati sulla spiaggia, il sacerdote anziano della citt,
dice, ad alta voce, rivolgendosi allo scontro tra il Traigolzu e il Nagus, in mare...
il Dio delle profondit marine si risvegliato! Gli stranieri hanno osato disturbare la pace e la
quiete della barriera corallina! Ora dovranno pagarne care le conseguenze!!! non la passeranno
liscia! Il dio del mare e infuriato! TRAIGOZUUU!!!
tutti gli abitanti del isola, gridano in coro, la parola TRAIGOZUUUU!!!
il Traigolzu, si scontra furiosamente contro il Nagus, la battaglia e violenta e furiosa, il Nagus riesce
a tenere testa al Traigolzu,
il Traigolzu, riesce a sconfiggere e sbaragliare il Nagus...
la Flotta di Lionia, si schiera e si allinea in una posizione di combattimento navale, simile a una
muraglia di navi e di cannoni, tutti pronti a fare fuoco contro il Traigolzu, scatenando sulla creatura
marina, una pioggia di fuoco, tutte le navi, iniziano a fare fuoco a volonta, scatenando sulla
creatura, una tempesta di palle di cannone, che causano numerose esplosioni, ma senza causare
danni o ferite al Traigolzu, la cui armatura di Corallo magico e resistente alle palle di cannone, cos,
visto che le palle di cannone non hanno sortito alcun effetto, il Capitano e il mago di corte, ordinano
subito di caricare i cannoni, con le palle di cannone alchemiche...
Marinaio: le palle di cannone non hanno fatto alcun danno a quella maledetta creatura gigante,
come faremmo a fermarlo?
mago di Corte: Possiamo ancora fermarlo! Ci rimane ancora un asso nella manica! Capitano, sa
benissimo quali ordini deve dare!
Capitano: certo... sar fatto ben volentieri... a tutti gli equipaggi! Sia fatto ordine di caricare tutti i
cannoni, con le palle di cannone alchemiche, siate veloci a caricare!
Cos, su tutte le navi della flotta, i soldati e i marinai del regno di Lionia, tirano fuori dalle stive
delle navi, delle grosse casse di legno, piene di palle di cannone verde smeraldo, che emettono una
specie di nebbia o gas o vapore verde smeraldo,la cui superficie e ricoperta di strani segni e simboli
simili a onde, turbini o spirali, queste palle di cannone, vengono caricate dei cannoni, le navi fanno
fuoco a volont, le palle di cannone alchemiche,lasciano dietro il loro passo, un insieme fitto di scie
di luce e gas verde smeraldo, che crea nel cielo, un spettacolo inquietante, che preoccupa gli abitanti
del isola dei Corallai e le Janas,che attoniti, assistono a tutta la scena, le palle di cannone,colpiscono
il traigolzu, stavolta le palle di cannone, riescono a scalfire e penetrare l'armatura di corallo, ferendo
e indebolendo il Traigolzu...
comandante Janas: Forza! Non restiamo qui fermi impalati! Dobbiamo aiutare il Traigolzu! o lo
aiutamo o morir! Presto! Attacchiamo le navi degli umani!!!
i guerrieri Janas, decidono di aiutare il Traigolzu, assaltando e attaccando di massa, le navi da

guerra di Lionia, emergendo dal mare e salendo lungo le pareti della nave, riescono a cogliere di
sorpresa, i soldati di Lionia, che si ritrovano prima a combattere facendo uso di fucili e pistole a
polvere da sparo, poi scontrandosi nel corpo a corpo, il generale e il Mago di Corte, finiti in mezzo
al assalto di massa dei guerrieri Janas corallini, il capitano e il mago di Corte, si riparano dietro a un
mucchio di botti di legno ben duro, dove il capitano riesce a tenere lontani i guerrieri janas, usando
la sua pistola ad avancarica, mentre il Mago di Corte combatte facendo uso di poteri magici...
l'attacco da parte dei guerrieri Janas, fa cessare il fuoco serrato delle navi di Lionia, cosa che
permette al Traigolzu, di rigenerarsi e di riprendersi dai danni e ferite causate dalle palle di cannone
alchemiche e di tornare al contrattacco...
dopo, furiosi scontri armati, i guerrieri Janas si ritirano tutti, lasciando le navi di Lionia, per alcuni
minuti, sembra che sia scesa la calma e la quiete...
marinaio: Signor capitano! Guardi lassu!
ma tutti gli equipaggi delle navi, volgono di colpo, lo sguardo verso il cielo, dove vedono e
assistono a un intero vascello da guerra che stato scaraventato in aria da qualcosa,roteando su se
stessa, con tutti i soldati, marinai, cannoni e botti, che volano e finiscono fuori dalla nave, cadendo
in mare da una grande altezza...
Capitano oh... maledizione...
Mago di Corte: ahia.... (detto, preoccupato, a bassa voce)
di colpo, si sente il ruggito fragoroso del Traigolzu, simile a un boato, che scuote tutta la flotta...
il Traigolzu, attacca la Flotta di Lionia, distruggendola e devastandola con i pugni, affondando e
demolendo, numerose navi, molti marinai e soldati, colti da panico, scappano via, buttandosi in
mare dalle navi...
la principessa del regno delle Nereidi, che era emersa in superficie, viene catturata con una rete, da
un gruppo di soldati, che si trovava a bordo di una scialuppa, una rete dotata di poteri magici,
tramite i poteri del mago di corte, la principessa viene rapita e caricata a bordo di una nave, che
salpa, allontanandosi dal isola dei corallai...
ma il traigolzu e gravemente ferito, per via delle numerose palle di cannone alchemiche, che lo
hanno colpito, il Traigolzu torna nelle profondit marine, dove viene curato dalla regina del regno
delle Janas marine.
il Traigolzu, decide di salvare la principessa Nereide, tenuta prigioniera nella citt di Miragga, dai
soldati del regno di Lionia, che l'hanno rinchiusa nel castello del re di Miragga...
il re di Lionia e giunto in visita al re di Miragga, con lo scopo di siglare un trattato, le cui clausole
comprendono un alleanza tra il Regno di Lionia e il regno di Miragga, ma in realt, il reale scopo
del trattato e concedere completamente lo sfruttamento selvaggio e indiscriminato del corallo e
delle barriere coralline al regno di Lionia e al migliore offerente, se il regno di Miragga,ceder la
sovranit del isola dei corallini al regno di Lionia, avr in cambio milliardi di denari, ricavati in
cambio del commercio del corallo, ma il re di Miragga, si mostra restio e molto diffidente, nel
firmare i trattati...
ma la citt, viene messa in allarme e subbuglio, quando le guardie sulle mura di Miragga, avvistano

il Traigolzu in lontananza, emergere dal mare, in direzione di Miragga, l'esercito locale viene
schierato e mobilitato, afferando gli archibugi e i cannoni e puntandoli tutti, contro il Traigolzu,
la popolazione locale, piomba nel caos e nel panico, la gente corre a rifugiarsi tutta verso le colline,
lasciando e abbandonando la citt costiera,
nelle strade di miragga, appaiono dei misteriosi uomini mascherati, che indossano maschere
metalliche che riproducono la faccia di un Toro, che sembrano seguire i passi del Traigolzu, il
misterioso gruppo di uomini, si incontra con Miriam che Paguno, che hanno inseguito il Traigolzu,
con lo scopo di liberare la principessa Nereide dalla sua prigionia.
il Traigolzu, avanza al interno della citt, distruggendo e devastando molti palazzi, l'esercito di
Miragga, si ritira dalla citt e si ripara nel castello di Miragga, che svetta da una collina rocciosa, al
centro della citt, qui i soldati di Miragga, affiancati dai soldati di Lionia, riprendono la pioggia di
fuoco, contro il Traigolzu.
Intanto, gli uomini mascherati, fanno irruzione nelle segrete del castello e si scontrano contro le
guardie, riuscendo a liberare la principessa Nereide dalla sua prigionia,
principessa nereide: no! Non ci voglio tornare nel regno del corallo!!!
Miriam: cosa?
Paguno EEEHH???
principessa nereide: io non voglio essere regina! Non ne voglio sapere di guidare un regno! Solo
perch sono nata da un re e una regina, devo per forza essere regina? Perch non posso scegliere o
decidere della mia vita? Io voglio solamente essere me stessa! Io non amo il principe del regno del
corallo, non lo mai amato, non mi interessa! Non lo posso amare per forza per volere dei miei
genitori! A loro non gli importa nulla di me! Gli importa solamente di ingraziarsi il regno del
corallo! Mi reputano un loro strumento!
Miriam: sei impazzita? Al palazzo reale ti aspettano!!! sai quanta strada e fatica, abbiamo dovuto
fare per salvarti e tirarti fuori dai guai??
Principessa Nereide:non mi importa! Mi rifiuto di sposare quel principe! Non mi piace! Non mi
dice nulla! Riportatemi in mare, ma non riportatemi nel regno del corallo!mi rifiuto assolutamente!
Non mi importa di cosa dicano i miei genitori su di me!
gli uomini mascherati, si rivelano essere una setta di maghi-guerrieri del isola dei corallini, ovvero,
i figli del Tauro delle Onde, nati in epoche ancestrali e remote, generati dalla magia, come una
fusione tra l'antica razza dei Minotauri e gli esseri umani, generati in epoche ancestrali, da una
stirpe di maghi, che viveva nel isola dei Corallini, che praticava la magia, ricavandola sia dal
corallo magico, che ottenendola dagli stessi Minotauri, che erano dotati di poteri magici.
La setta, nacque come ordine sacerdotale, per venerare il Traigolzu, che reputano il Dio guardiano e
protettore del isola e l'ultimo faro e baluardo della magia nel mondo, lo scopo della Setta e
difendere e preservare l'isola e custodire la magia del corallo, dalle minacce esterne...
i Genitori di Paguno, che si trovavano proprio a Miragga, ritrovano e si riuniscono con il loro figlio,
che credevano morto nel attacco da parte del Nagus, riabbraciandosi fortemente, la madre si mette a
piangere dal emozione e dalla felicit...
il Traigolzu, lascia la citt quasi devastata e ritorna nel mare, immergendosi nelle profondit
marine...
la minaccia del regno di Lionia e stata sconfitta e sbaragliata...
Epilogo:

Paguno inizialmente, ritorn a vivere dalla sua famiglia di pescatori, anni dopo, divenuto pi
grande, and a vivere nel isola dei Corallai, assieme a Miriam.
Il regno di Lionia, fu travolto da una ribellione popolare, che mise fine alla monarchia del regno di
Lionia, che croll, venendo spazzata via, tramite i ricchi e cospicui ricavati del commercio del
corallo, Miragga venne ricostruita e riparata dai danni lasciati dal Traigolzu, il regno di Miragga
mise fine a ogni alleanza e trattato con il regno di Lionia e assieme ad altri regni, cre un alleanza
di regni, sia per proteggere e sorvegliare sul isola dei corallini, sia per impedire controlli
egemonici o monopolistici sul traffico e il mercato del corallo.
Nel isola dei Corallini, stavolta con la protezione militare di un intera alleanza di Regni, giunse la
pace, il Traigolzu avrebbe continuato lo stesso a difendere e a proteggere l'isola dei Corallini da
ogni minaccia o pericolo dal esterno...
anche questa minaccia al isola dei corallini, venne respinta, il Traigolzu ritorn nuovamente
nelle profondit marine, dove ritorn assopito, nel suo lungo sonno, la creatura, si sarebbe
risvegliata, solo se l'isola sarebbe stata nuovamente minacciata da forze o minacce esterne...
FINE

Potrebbero piacerti anche