Sei sulla pagina 1di 4
DIO HA TANTO AMATO IL MONDO Musica di Marco Frisina dace Soprano Dio ha tan-ton-ms-toil mon - do da da-re il Figlio wni- nite, chi-un-que oredein tu ~ i non va = da per-hé hho tan-toa-me-toil |mon - do de tan-to.a-ma-toil fon Fi-glio ha ten-foa-ma-to il |imoa Fi-glio {an-tow-ma-to il moa da - re il Fi-glio wa -que cie-de in non | va - da per-du — chi - n= que ero-dein fon | va = da per-du hi - un = que ore-de in non} va - dh per-ca ché chi = un que ere-de in non va ~ da por-da 1.Di-o non ba man-de-toi | FL con-dan-na-te i 1. Di-o on ha man-da-toit lcon-dan-na-re i | Di-c non fia man-da-to it} Fi - ello L.Di-o non ha man-da-to il lio per ccon-dan-na-re il mon perdu ueni|ge - nite, per uni fge- at - 0, per ueni- ge = nieto, per to per condan4na-re il mon ~ hb ere-doin hai non Di pec-ch6il mondo’ sia sal -| va per-chéil mon-do sia sat -| va por-ohé il }mon-do Hl mon-do sin sal - va = 0 sma = to, per-lehé Chi]ere - dein fui non con-dan-na - to, per-foht ui non con-dan-na = to, per bf ha tan-to-a-nna-to i tan-to-a-ana-to il toa-ma-toil © ba fan-toa-ma-toil mon - do da da - Incz-z0 di tw lincz-z0 di fre2~20 di aim = ha ere-du - to nel chi hha ere-du ~ to nel we il Bi Frglio ual + ge Fi-alio wai -} ge jalio w= nk ge | ni Fi-gtio w= oi ~ ye del ~ Po-ni ai-to, per: per pore chi -tm-que cre-de che chi~ mn que ‘obi un que cht chi'sun-que ece-dein Iw lw = c9@ ve-m - te nel fy ¢08 vor - ta nal fon lu = ced veenu - te nl mon te - mo-breay-vol-go'-no Ia fe = nevbreav-vol-go-no Ik = ne-breay fe = nocbreav-vol-go-n0 fa dda persia da por-du da perdu {won va = da perdu =, 21a in [oi e-ra Ia vi T te nel ton = doy in Wei e-ra la vi ‘ma {non fhen-no via vol-ga-no fa fn ~ ¢2, ma fron Then-no vin rma non hanno vin ya asl mon = do por rel mon - do reo- gui va nel mon - do por il ~ reo- gn jena - 1 O-gn Tasua ler - zi, |do-n0 ai wo -mo con fa sua gra = aia, do-uo di sal-ven = a Di - 0 ha tan-toa-ma-to il = 9 be ten-toa-ma-to il dere il Pi-gtio uni | Di - @ ba fan-toa-ma-toil Jmon-do dada Jr Fl-glio w Di- 0 ha tan-foa-ma-toil_ mon - do da da - we i Wenis ge > nite, pore chi - un = que “erode in da per-du hi ~ an - que ere-doin 7 de per-du ei - un = que ere-dein de perdu cho chi — un = que ere=de in DIO HA TANTO AMATO IL MONDO Testo di Marco Frisina Dio ha tanto amato il mondo de dare il Figlio unigenito, erché chiunque erede in lui non vada perduto. 1, Dio non ha mandato il Figlio per condannare il mondo, ina perché il mondo sia salvato per mezzo di lu, Chi crede in lui non & condannato, porché ha creduto nel nome dell'unigenito Figlio di Dio. 2, La luce & venuta nel mondo, in lal era la vita, le tenebre awolgono la luce, ma non I'hanno vinta, La luce vera veniva nel mondo per illuminare ogni uomo con la sua grazia, dono di salvezza.