Sei sulla pagina 1di 24

PRESENTAZIONE

Questa pubblicazione una nuova iniziativa che

l'AITEC ha intrapreso nell'ambito della sua ormai


pi che venrennale attivit nel campo della
informazione e promozione tecnica degli impieghi
del cemento.

/ fascicoli di questa serie traggono origine dal


volume "LA GRAMMATICA DELL'OPERAIO
EDILE.., la nota pubblicazione edita a suo tempo

dalla associata "Ira/cementi S.p.A., che tanto


successo ha incontrato negli ambienti della
formazione professionale.
Tenuto conio del continuo interesse che questa
pubblicazione suscita e defla necessit di una sua
revisione, /'"fta/cementi S.p.A. ha gentilmente

messo l'opera a disposizione della Associazione,


perch potesse essere inserita nella sua attivita
promozionale.
..La grammatica dell'operaio edite appare dunque
in questa nuova veste, rivista ed aggiornata ad
opera dello stesso autore che ne aveva curato la
prima stesura.

L'opera
stata suddivisa in fascicoli, ciascuno
dei quali contiene un capitolo monografico, e quindi
autonomo; a conclusione della serie, i fascicoli
potranno essere raccolti in volume.
Nonostante la revisione, questa pubblicazione
conserva in gran parte le caratteristiche originali.
/! suo scopo quello di fornire una illustrazione
sintetica e semplice per quanto possibile, dei principali
problemi
legati
alla
attivit
costruttiva,
indirizzandosi come ausilio didattico a coloro che si
preparano a svolgere nel campo edile un lavoro
qualificato.

La trattazione circoscritta ai vari aspetti pratici


connessi alfa costruzione di un edificio in cemento
armato, e suddivisa nelle diverse fasi in cui questa
si articola, dal tracciamento sul terreno fino al suo
completamento.

Si cercato di dare alfa esposizione una forma


piana, comprensibile anche a coloro che affronteranno
gli argomenti con una preparazione elementare. Il
festa corredato di numerosi disegni esplicativi,
nell'intento di fornire un immediato riscontro visivo
alla descrizione.
L'AlTEe si augura che questa sua nuova iniziativa,
affiancandosi alle molte altre che hanno visto la
luce in questi anni, possa ampliare e rafforzare il
contributo che essa intende dare alla diffusione
delle conoscenze teoriche e pratiche degli impieghi
del cemento.

DISEGNO ETRACCIATO
DELL'OPERA
Disegno dell'opera

Premessa

La '""'....... di
op.a (edillcIlI, . . . .
ponM,tClC.lli ~ .Ill
~ 1lllII,.
'
btn diIllnIa. In pl..dplo.l*le'dO o.a. ~.
diii
_1'lIIOI neIIdM dii ",ogtllN..
~ n-.1.n.wa le _
Idee MI ~ di
progellO; quIrd gli necutori ~ ~ P'0QIIl0,
c:Icl6 ~
~ lndIc81. claI

<Xii,.'''''M.

-.do"

1elti lO.

ogni ClJ*lI- /IIpol


...
C>.Ii _
liet" , In
,
I
'Wl _ d.- ..... _
.... lGId&, bIIlI.
NII _
; . I P"'ll'iO' .. un'~ -, , .e
~.

.......,. pii'
I

""'_d~~""";."''''
dii
P
1Id.-c;.
dio ~
~
tIIl c:arM lId
fO"."
lidI.:' '
h ' - I I l I - . .... . . . ,
clI:M* _ _ '
a.w
~
~ lIIazII
qur6 un

diii c:ao*II. dilli

0._0.

. . . ., . . . . -

....

--~

u.. .....

.,....."""'la
l'CIfl _ _

1lIooKe.~

Il

di ... C*W;I

__

QIIiIlIIIO di _ _
CCIIl ...

'ponM-..."
....... et..._III'
'lillllclll_.
.$W

-..

__

-~

Il _

a>ra'lUiI/Il;

quoUI

o....ndo 1 . . . .10 ..... _

1Mogi.a.
tIIIIllu_,

cs.
~

~"1lIl diMgri. In lLlCd IlUGl f*I/OllIIlI.

DIIllllMgnllll.--' pol" Il: 'doM.

_.-

I disegni dell'opera

'*'"
... s

Mi .0dMoet.ldlqidiltltu.".,
.."...... In . . . . _
v r

I
quIII

o
.,io
_-.ci . 1 10_et.l"'1lllo
aiO
1 _ .......
....._.""aaiclDaJn" _e:le:~
_~""Se
_

....... _

~.n

.-',

_'~_""c1

"

a'" Ll"'..-.o et. po. ca.... .. et..


OD ."o,cpocl,..

_,

HlF......
"

"

.,.

et. . . ~ cl
Wl tdIcio _
~ I ~dMgnl""'" cl
dllao o ,...... r--e ~ I lI7aegni cl
iIiCICI . . . -

-'-"""}

Parca'I' ....~
_ . polla.", ....,;:>;q

P,

a . Cfcf ci

"

d.'."ln

tKICiaIIi

_ ..,u
..

Se ~ II' g lO aa'.... de 8Ildw .. lOna


~clc:hiamei~~ll'1' 0 .

Mci ........... to _ t alChe ft$ptllg


1nI_ deIIi coslrUZiclnt.
lo. ~ KOPO. pos.'.no aprila. COIklo. dot
\IQIIoICl
del .... ad aspotIat ,..
.
':lb G tIeulwow del1-allO CllI'l l'"
\'8lIicalt

aJn

cI~_(...-."':lbel7o.pegiI-.$).

.-,

Se taglio .... latIU CllI'l "" plenCI ofIuorilala.


gl'iO _ plano ....,.. ..... pr...-'!IOIM
cl . . . . , , * * , " ' : f a"" ptprIIi SI,
lI*e. llIt "'"'le I ... l li
t .. cl
"OIIt ...... odeldiiMgripo) I Gr 'cI~perIo

... -.mona. a........... 1*. '

"'O

M:s

AzlcInt .......1U
~

dieiegnI cl ~

,--.t

"
, ,"

.....
,

"

,,

'-.""'.

,,
,

..- ...

,/'

.'

"

1,,-

"

_.......
/

"

,,

,
, ,
~

....... ,

"

EliO

La scala dei disegni

OGG",o

Un OlXl.llo pu6 _ e df!lllgn'10 con ID


dImensiori l.IlI'Jd .. - . .. lo 'lBSIO QllOD1IQ pu6
. . . . . conMnullI lIllI togllo d I - . .....nl"..
le

"tl.

cio'nomIioni debbotoo _ D rIclclM.


In ogni caso. MiWri .., rIIlPCJI'O Ira Il dinWlIiclnI
del cliug 00 qo.tt!l4I .... ~CWllU'>; questo
rappono di flclullonD. o ~ o.i d$8(1llQ,
'4'P' III lIlIlO dll due ...,...." cf cull_lClo >-dea
di quanlll volle &la1O rIdCll\Q roggeno cIM apparD
nelchU oo

,,---- ----_ .... _._,

Se III dirnlIreionI dDI disegno lOIIQ lICI')alI a qUDUD


del'oggeno. Il dInII cIM ~ tappQ(1o di rlduzIonD. o
scala ol dIMgno,' 1:1 (UI'ICI

PIANO DEL DISEGNO

UI'ICI).

Se III dinwoaiooi c\III 6- g 00 sono IIl1l1lf1 di qUDlIII


del'oggeno. Il di'. cIM la scala 1:2 (uno, due);
cosl vii.
Un dlHgno ~ . 1* llS'''IIliO, llDII lClIIa
1:100, ..... cfl".. ISloi~ 100 'o'OIIe

pliIl*OOI& cl quellll
m. -.. rIdCln, ,

..ai, Ut\;I b'lghtlU v... di 10


10:loo.0,10m. IOm.

In geflIflli poulamQ lh c1M. per tfponare la


CWfI"" llII&t sctIJa , : X, blsapna
~
per X.
VIorietH. In un dilig 00 1MgUIIO, 1* _,"p....
...... lClIla 1:200, sapplamo cIM I cm llqIIJlvali I
200 cm full.
QI.indI: .. IM!~" ~neIIa scaI.t I: X.
per ~,. ~ rNI/ /:Ii$ogIY jj~'
ptIf X Ql/III\I diii dissgno.
~ d 1M!

di""",

"'"-__

SCAlA DEl DISEGNO 1.1

Disegni di progetto per una


casa di abitazione
NoeI9 p;lginD cIM MOUCl"Q ""'lIO'OO prBSDnlilti f
llI\I casa di lIbituicloe di
tr'IOIdo'e dInIer1sIonj. CIllapili con l1ruttUfI portllnl'
In ternIIn\O IlITTIlIlO dllIpO ~II.

disegni di progeno 1*

I dMgnl pr8SDlll&ll COIIituisoono 11 p<ogDt\Q di


massima dll'edifido; I progeno co<nplDto dlM
CQI'1pt1O ".,. allrI tliIegti. lifIISIO In acala mIgQb'.
di QIIIIa qui _ : dISfIgI'i d&nagtl.lll del... Piln.
strunll'.... p;I!Ilcolarl COW\IUM di vlrkt IW1l
cleII'ediIiclo, dilllgnl degIIlmpianII .cc.

,.

"'----:--,I
SCAlA DEL OIStOGNO 1:2

SCAlA 1 '2ODO

ESTRAno PART1CElLARE

""""',.

--

PAOVINCIAOI

fOGLIO lUll. n' 603

" ".

M'

>

......nEOm

~,

~_~l_~1_-

".
SCAlA , '500

PLANIMETRIA

'(lGHA CX'l.l'IAUC

J: ___

, 1.00

Il.00

,-.

1 13 .00

'r

'lOI.OCIo~

~~

".50

'5.50

.,~

n"

.~

,.

~~

PIANTA DELLE FONDAZIONI

~.~t

...

SCAlA 1 100

"~

".

j-oeot- l,fIO i

o,lIClt

f"j.

J,~I)

, . 0.110

,rn

SCAl.o\ l ' 100

~.9l)~,

. -

,..,
I

...

...

r,

.~

SEZIONE LONGITUDINALE

SCAlA 1 100

r-

,.~

l.

,~

,,~

l!.

l.

,I

I
:I

l."

.~

l~'O

PROSPETIO NORD

SCo'lLA 1 100

[]
[]

[]
~I

I~

~I

I~~

rn rn

[]

[] []
I

PROSPETTO SUD

SCAlA'

[]

[TI

[]

[TI

'100

[]

[]

[TI

II

Il

Il]QsL

[TI

PROSPETTO OVEST

f)

.>

SCAlA I : 100

PROSPETTO EST

f)

tt
I

<

"

PROSPEnIVA

,
.....:;.

.--

! .

--'<l"

,
!

=-

,,

I~~===:::
-=
=--:"t2 -"...
~

Tracciato dell'opera
Tracciamento delle
fondazioni
ON . .r 'io _
........... _
_ d t I 5'

Il PMU diii 6ug,,0


Ci

.l1ooo_ ...

cIIlIgr'Od .. g.
~. :
tuI~ diMt..",...
.. _
QIiO
,
L........
__
,' _olD
OI\ao...
~ lIiIno di P gg . , .
a l I _.
,..,.., cf
Iotld&zlanl, o ~ di ....

._

dQII'"

"l,..

'IO...

L..,

.....

- ............. gli_ pro lNdwIaroowo_

primo laYoto dii COi

. -!
n

quella del
_Il1O .... _ _
~ doIhdIIioo,'
I dtIIII pIa'Q . , . loncIal:ionI, "-10
c:oI'tilUiscollo I 1 l I l _ deIIlI

en. _

~. SI "lilla. quindi. di rIp


dtl .111"0 ~ 5. rlporIW

1l'8llCInz ......
~,

._d_
._.-

figuri

*'_ ,.,..."

I ...,d=,_,

""'"' IIMIO al l.Wl1l'lflO oriIzorIf.


~
plIoo di 1jlIca1O. J*d>6 dii
_
li Wvett la ICIVO di ~. Nel _
cs.rdlcio pr_ in _ . I P*'O di .......10
pOI _011 ,...nodi..' ......... _
dIII-.....o
llOd'o' Il
~

-- w:a........

_d_,,"

1 __

"

origli".
di

ili.''''

,.-....prIma Mll
-..oo"..-cI. uc
dopo _
17.... ID

A Icn'

-.o _ _

di"
",.-.
PMO

jlIMtlI . . . b

'

Si

COli.

'acaMO tU

al ~

--.o."

, I , ... ,...,..

..
B

"

... c

Tracciamento sul piano di


campagna

,
,, ,

PALINA

Ora vediamo come si procede al tracciamento

,
,,,
,
,,

sul piano di campagna.


la pianta delle fondazioni quella che si vista

nei disegni di progetto: di essa tracceremo, dapprima,


il perimetro esterno, che un rettangolo.
Per questa prima operazione sutticiente fissa-

,,

re Quattro vertici. Cominciamo dal primo. e cio da


PALlN;-..........

quello in alto a sinistra, come indicato nella


planimetria di pago 4.

--- _,-

................:'?UADAO AGRIMEN\SORI~I

Per trovare la sua posizione sullerreno procediamo in questo modo. A partire dal contine misuriamo
13 m lungo l'allineamento stradale (per l'esattezza
da questa misura si deve detrarre la sporgenza

.....

"

.'

della fondazione); da questo punto dobbiamo ora

tracciare un allineamento a 90" con il primo, poich


la costruzione ha una direzione parallela alla strada
ed una direzione perpendicolare ad essa.
Onde eseguire tale allineamento, dobbiamo
costruire un angolo rello. A questo scopo possiamo
usare una squadra oppure:
- uno squadro a prisma;
- uno squadro agrimensorio.
Quesfultimo uno strumento che serve per
riportare angoli multipli di 45. Esso metallico e
pu avere una forma:
- cilindrica;
- prismatica;
- sferica.
Sulle facce di questi solidi sono incise delle
fessure sonili, che si corrispondono due a due e
permettono di mirare attraverso di esse. le coppie
di fessure sono disposte in modo da formare
angoli a 45, o multipli di 45. le fessure a 90 si
distinguono facilmente, perch sono pi grandi
delle altre.
Per tracciare con lo squadro l'angolo retto che ci
interessa, bisogna, prima di tutto, mettere
"in stazione" lo strumento: cio, bisogna fissarlo in
modo che il suo asse sia verticale e cada
esattamente sul punto in questione.

u
SQUADRO AGRIMENSORIO
CILINDRICO

SQUADRO AGRIMENSORIO
PRISMATICO

12

SQUADRO AGRIMENSQRIO
SFERICO

Per ottenere la verticalit dell'asse dello squadro


agrimensorio si pone un filo a piombo ad una certa
distanza dallo strumento; poi si traguarda attraverso
una coppia di fessure. Se la linea della fessura
coincide con la linea verticale del filo a piombo,
l'asse dello strumento in posizione verticale.
La coincidenza con Il punto di stazione si ottiene
facendo coincidere con il punto stesso un filo a
piombo posto solto lo strumento.
Dopo aver messo in stazione lo squadro
agrimensorio, si traguarda attraverso una coppia di
fessure l'allineamento stradale, poi, con la coppia di
fessure a 90", si traguarda l'allineamento ortogonale,
che viene segnato con pallne.
Con lo sguardo a prisma rallineamento ortogonale
si ottiene con una sola mira, facendo coincidere
l'immagine riflessa della palina corrispondente con
quella dell'allineamento di base.
Sull'allineamento cos tracciato si misurano 1t
melri.
All'estremit della misura si trover il primo vertice.
Sul punto, cosI trovato, si pianta un picchetto di
legno, sulla cui testa si fissa un chiodo. Questo
materializza il punto di vertice.

VERTlCAUT.l. OEllASSE OEllO SClUAOIlO

---.

PALINA A

90
IMMAGINE
RIFLESSA
I '=~i?=J,
DELLA PALINA B ~

(se l'angolo09O"
deve coincidere
con Al

A
FILO A PIOMBO

//

A
IMMAGiNE
DELLA PAUNA B

SQUADRO A PRISMA SEMPLICE

--

FILO A PIOMBO

PUNTO DI STAZIONE_

13

~"""""cllt

diIwIra ...... 1lU"Ii'

........ ~d-.I~.~.1I'OMn
di _
.. UI'l'4" rana .. di .... plItlo OOluOOOlM.

s. ................

_~

pW _ _ , . . .. d I _

mIII'lc:a.

P'

....,:t

,ijOO

.......

._. ---------------------, .,

.
,
'--~~l..--..,
l .
" .

ilei _odo
dilIonna cl ClU"IlI di 50 cm.
ptl<nO

d
_ _ dIIlIrII.IdI IO
..... clill.-.rwo di 101 13 IMI In po llIpeIID ... glusIa
......,.. dilli _ or\uoIIIM.

....

s..~._

m"".....-...bw~lItriua

..... ~ dtYII _ _ talla


~ cIw III
~ diIpon. MCOIIdo UtII
oriuonlaII.
TllIIOI'IO Il ..... ...-ktII. _ dlllV'D o Il..-.
1ung/113m'l* ~dIIlI enc:hI ~~,iWIIt_
pcuoroo _ _ dIposli ~ . **'do
...,di .... _.llI*lfaoiL ............... _ _

~_llOIWO

..... CIMI _ _

- _.-

LI
_
d'ariI ....... _ _ ........
eli .... lIlIIo.
qyIII ~
ero .... tubo di _
........ ',
pieno. mi
w,..... di
lIQI,Odo (.aot. _ . IOIIookN. 10:.). !.lo I*M IIQI'I
om..... dIIlqUdo _ _ ....... ...,... cllt lorn>I

......._......
o.-

notl_'..

.i

bob li S4ll*& ".n,W'1O <III tubo Il


~ ..... 1*11 pi(I _; q..ando lIlIIo clIIo
_ . ooIuonlaIIllbob Il _ 1 1 _ .....
~ 'ldN!u """ <III Ltlo. In ~ p<Mlztoo ..
lo _
OIIUOIUII.

"~
l

LI ...... _dIIlIrII.Ill* _" ..... tOm) .....


!alli, lIora. _
In fiOurL

Il f!::

,,

_.

Jjil

MISURA ql DISTANZA SU TERRENO A FORTE PENOENZA


3lolETRI

----,,,,

l'ILO'" PIOMBO
CANN'" METRle'"

3 MEllll

3lolEfRI

,,
,,,
,,,
,

l IolETIlp

"

E"f ......... w,............. U1gIIeua


...... III _ 6 _ III
_odO
l" P

a.., ..... un d1oodg.' quIIt


-'ZOl

un"

_ ..

,..~

~.tri_dslD'"

SU ~

,,
,,,
,,,
,

~CQn

'

-~--------~

lA

" a _ . _do PIl'*' .......


,..

:r'IEHtQ

_"*' ..

.. " rlporta ..

.............. dhlflO, . . . . _ _ si

. . . . . liarlo(

U. _ _ ...... I * I ~ _
'Il Il lSnI'line dIII'~ I 11 f .
ctowt cIluisrIl. ~ ~ rWlglllD ali ~

l VERT'tCE

__ '*'"" _ d 90"
SI

potr.

SMgUirs

un uIwiots

_III ....

h_"""""'"

dlll'angdIuioI'ls
&r'ClCQ lo ~
Url *o w
pu6 sa
le
~ S. I ..a.rp ben ClOm*, le _

rmn

~~~.

..........10 .....
I.lIfo,o 'a..
,,",1fIChe'pso~,... o
.1smo dillo --..o d ~ da MegUII.
pef t8QQiu...... pleno eli aplocalO, In rHlli lo

---

~m'nlO SVYf'"

HCOf'odO Iln pef!mtllfO


maggiore cIsI pececllto ... VI' u.:df,1O. a _
(ltIlf, pendsnu clllIf
dillo --..o. yarlsbllf
seconde del tipo elIlffTSnO.
h' dow'''''''1n llellopso...... op(lgr.....
I ~ eli --a ... flIbsoo ~

1*"

l'VERf,

l'lrnoMl cu_ 1"-0,

Per w_
di rlc:oswuft., ogni fI

cM ~t1 '1I&J1O
pioo.1O

.1O . . . . ."..od_dell;lh IIL ....


1flOdD . . . I . .

"'deI"
, ali'ootIi
=~d'"
_olluS
di - - .
lO llIIl i
d lisroXI ed 0lIfVl0 d _

""*'~

..

o.ot.

...... ~ llIIillMl
1

..

IlluSI

Ollfl 'un CIS I

Sia-

un ,. . .
IO

1 jM'IIl CISi

' t

T ' " 1CIS' I

...... dIIs
t ......

rgoolO"""""""_.

'* lIlrl
"'*
.,un .......ow....,..dI.....

-we -... PIl'*' et ,

ori

cM

. . . . . ~ ... 1jlG

...

?.... d _ ~ ........ 10

1 ",.' ._

,. . .

-=or.: assi

FIO"

"

~~

. . . . . . . . un liiio"--'''_''''''''
.......
o:IIi~""'_clIIsloo

CIS'

4VERT.

I cr.r..... dItitIonG _eliJM In mocIO che ~


Iavala $bi par...... ti lati (lei ptflmeIro.

l'HU' lo IOllA O'AA'A

P.- ....."t.......... lIMlIe di 'Il cavallenc t


0tIu0nl*. ti la lISO deIe iv.... boia d'aria. SI
poIlll, dIMI, la ....... topra la lIMlIe ti cootrolla la
posiziona deIa boia. sa la Iavala t CIl'IzzotuIa. la
bolla ..... al centro deIl. g.lldI.zlone.
~.. biIognI moofdleaf. la posllionlo
oMIlI ~ fina ad _ _
VOluto.

p., ............ dla ...... ~*'oNb_


plano griZZOflt.la, si ~'ilno un Iilte/Io
la ad una slIda.

CAVAllETTO

_.r;O;>;J .

pftrlCIt uno IlfUmanIO che. _


dica nome.
...... ......... _ rlClf' plad orIuonlall.

1oimaIo. ~. eli

un

CIIiloccN*. di
a.-'uIlU1Iil t

DM , .-0, Ila ..... b ... ,

lallO In mocIO da c:ostiluIfa un lOIdo


Un Il1o

JIiOmbo. 10

Ifl~og,,"

allo

10lIO b ... , ....,

""".lIait dlllCIfN 1 0 . - con IINl1llZU sul


punlO fId

SCopra .,.- .. risaIUo


DH ".'10. ,qurdll CII."""""'

_,.

..............10

'CIi.""""'" ...

Il pone poli
lnal modlIfnl
Iofmano 'Il unoco

"PP"ca"""*',
al OM -..1tO cl sono tre "'" con ..
.. potizJoI.

qo,IIII al ~

dello~.

LIVEllO" CANNOCCtitAU.

... ...
3~.--_. -----j~~~~~~~~=:-_., ",

'Alltl

"

-'-

onlO

STAUMENTO

Per mettere in stazione lo strumento, si dispone


l'asse del cannocchiale in direzione di due delle viti
suddelle; queste si girano contemporaneamente,
lino a che la bolla della livella annessa al
cannocchiale sia centrata.

I ASSE DEL CANNOCCHIALE


11'POSIZIONE

I
I

Successivamente, il cannocchiale viene girato di


90 0 e, a mezzo della terza vite, si centra di nuovo la
bolla della livella, che nel cambiamento di posizione
si sar spostata.
Si ripete quindi l'operazione descritta lino a quan~
do la bolla della livella sar centrala per qualunque
posizione del cannocchiale.
Soddisfatta questa condizione, l'asse del cannocchiale
sar sempre sullo stesso piano orizzontale.
In questa condizione lo strumento pu essere
utilizzato per molte operazioni tipiche nell'ambito
del cantiere; in particolare pu servire a riportare
piani o quote assegnate della costruzione sui punti
richiesti,

ASSE DEL CANNOCCHIALE


2'PQS1ZIONE

+I
I

-u

I
I

I
I
VITI DI REGQlAZlONE

STADIA

Nel nostro caso il livello a cannocchiale verr


usato per controllare che le tavole dei cavalletti
siano tutte sullo stesso piano orizzontale. A tale
scopo si pone il livello al centro del tracciato e. dopo
averlo messo in stazione, si punta il cannocchiale
verso uno dei cavalletti.

____ u

__

--

---------f---01

MIRA ORIZZONTALi,;

1>

Su questo verr appoggiata una stadia, che


un'asta di legno graduata, alta 3 o 4 metri; la stadia
posata con le gradazioni al contrario, cio con lo
zero sul cavalletto.
Questa posizione facilita la lettura, poich il
cannocchiale inverte le immagini.
Inquadrando dunque la stadia con il livello, la
linea centrale del reticolo, inciso su una lente del
cannocchiale, indicher una certa posizione nella
gradazione,

LIVELLO CANNOCCHIALE

CAVALLETTO

Perch le tavole dei cavalletti siano tutte sullo


stesso piano orizzontale, necessario che la lettura
alla stadia sia sempre la stessa su tutti i cavalletti.

LIVELLO

11l,50CM

17

Una 'iOb _ ~ 1UlII1~, " coml/IC:ert.


col
~. III dI_ I ~ dii \Ili <kIl
_ _o

l'OJ*azJDnI" rMIn. &tl'r'lCID, lUI cavallini,


dii ctliDdI ... cui pobll ........ ~ "'iIIlClO
un lllD chi jliIIIi lOllf' l .-licl COIIMCUlM dii

--

Ala Me, potr_ r\c:oIr4>ol" .. l\guf. lIIdII


quIIIClo I
~ dI-*-.....-.o lItad lI;llII P'" lo
$ClIV'Q, 81"...11 _ . dii lIlI r... l d'IIodI

"*'""...

IiIwllUleavdelll.
Ciln~~ " .fIQlIIunIcI.lllIIcI_
tempo. Il rIIuIt8ICI di clIInlilao. r...
~llIoscrtOd~.

OrlI ....,,......,... l'lIpII-. . . . ~ Il


lnwno cIIb 10nIladcIN _ _
SI traIUl di COIIrUire dlllla~ . .alleli qu.- gi
lJaDC:iIll. chlanlI di " " ~ "'lIrghIua ....

.... ~' .... D

""""""Cbfl*lCilnlD dal pMIb 1IIlD,

,Isj;:G_iIl,.
lIuIImo <l.oI chiodi "" dIIimibo\L Un 11Io IMO h
'IIJeIli _ chiodi 'l4'P< ........ a IlIIlD lnIemo lMlla
plWCfIlI ...... laYOII dii c:II ni

es_.

1ondaziDnlt; elIO SIri paraIIlD quIID


SI
I c:II'4llIIlIlOI'lb lUIlj - . i "... poIlzlDoli gIuN.
Con lI\IQlllDtI

l$ll.MZU Ili polI'l/lbI

ftIlIIl'r.

r~, ~

.. _.
dii

-.a coslluilD _ _ lClO un '*'

,.;:ondo quarID

sllUl; Il Ialo lntemD

Il IIrghIUJI 1n<Ical& lUI fiIl


11Io .........-- lUI tiII

lOllf' IlIIllI'i tani ll'1IDediIo .... '... ce. prob:lgardDIo


........ \lodi dii c:IIOIIIItI, ~ ... ' ...... piInl&1i

CA.ALLHlO

-~

'!~I"ETIIO

INUIINO

"

..u.

~_.-." Ull*<jjllllrt ....


h, I.
_Irtl .............. _ . cHod NlI' '''''' plaoIw
ompIN 0IIII ~ (In lnllt con Ul
o.atrlcw. Iaa. lIbbiM10 n :t' lOlD iii l*V

....,. . . . . . . lDi'IdIuIaM:
'

""lPIc: "

Hl _
C101111l*V ......)
[lupo_ ..... ';1 I .-~l.pcnn.
!'IO _ _
rlrNIIi _ _ Il
lCIro 1I'll"CI ............ ,
do.

'*' '* __

Proiezione del tracciato sul


piano di spiccato

,....II_,~

5.1

a c
....,,11
u....

po
-.

..

. . . . . OOPOIl_

diii punii..

-._

4putl_
C " h ' .dIIi
iii lIIOFbo lI$lPeC .... Ieli 0Il , , _ , In
Clll'-eool_W111lpunlic:ht~ .... Il '"G.
fii. 1. ilO, ed

.....,. .0 _ .

I.;. I
..

';~

dii

'* ll4UO Il ...,

~_.In ..... l', _ .... 11

~:.:~:.~.
.

poodIO cf4 " proUlgN" Il pia'lCIli li

se.. _.

poorbo ~_."'...,
!egro . . . . _
di _
un dI/odo,
_
In eu C8dI _ jjllIIT'Go.

di

......

o.- e:tllOdo,

PM
i ......

. . . . . ~ 0Il
u. ...Il opa-."
.,.,.. __

dII.--..

(Wdere ~......-I.

"

'-1

.......... IUI .... dI . . . . . _ d _


Il
" , di t
Il _ _
Ior'dazion,

~_a

_ .. -.

,-.. .....

$uIII li-. di ~..


........ QII -w di 100'

.:poo_

_t

\IO,,"

Il .. ili 1I(lID. Il

100...... 01
~ pr-. dopo_
lUI
di...
, .....
b
01 con ,....-.
_
a_
lUI _ _ - . c.lI:wlI o ga.D. in . . . - -.odo,
E

_ ... ,.....1..... , ,.........


_"'_dlIp .. __

_"'100'
SDpa Il b h

li.

01 . .'.... poc ........ Il


in
_odlll
.. - .
. . . _IUI
dI
"NH
..
:r-e wctlI la
cl . - _ .

~ l DIII "1IITIC'
SUL "-':NO IlIIJl'Jel:ATO

l___..-awcon._...
___
torma d'" __ ...... _ .... dii
lJl
1IPCl ...................

..

'.
\

\ ,,
\

,.~.:._- ~~.
fOHDAlJ(lfIt

eT

..,AHO ili
U1CCATO