Sei sulla pagina 1di 60

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

'POEBUPSF&VHFOJP4DBMGBSJ

%JSFUUPSF&[JP.BVSP

XXXSFQVCCMJDBJU

"//0   / 

DPO "--" 4$01&35" %&* .64&* 7"5*$"/*  

*/ *5"-*"   DPO i%w

3$-6#-"$01&35*/"

$0/3&16##-*$"
"--"4$01&35"
%&*.64&*7"5*$"/*o%7%
i-"$"11&--"4*45*/"w

+BOF#JSLJONJQJBDFGVHHJSFMPOUBOP
TPMUBOUPOFJWJBHHJNJOOBNPSP

4"#"50  /07&.#3& 

3-041035

-*UBMJBTDPOGJUUBBEBM#FMHJP
$POUFQVOJUJPMUSFJMEPWVUP
$304&55* $633&*/503$*"/&--041035

(6*%0"/%36&550&(6*"40/$*/*

"UUBDDP*TBMDVPSFE&VSPQB
 "1BSJHJQJEJNPSUJ
iJMWPTUSPTFUUFNCSF
PSB3PNB 6TBF-POESBw

 .BUUBO[BOFMUFBUSP#BUBDMBO
i0TUBHHJUSVDJEBUJVOPBVOP
BMHSJEPEJ"MMBIHSBOEFw

 4FUUFBUUFOUBUJTJNVMUBOFJ
,BNJLB[FBMMPTUBEJP
)PMMBOEFDIJVEFMFGSPOUJFSF

"MDVOFWJUUJNFEFHMJBUUBDDIJB1BSJHJEJJFSJTFSB EPQPVOBTQBSBUPSJBEJGSPOUFBVOSJTUPSBOUFEFMDFOUSP

*-7&/&3%
-&3&$-65&
%&--03303& %&--0%*0
#&3/"3%07"--*

3&/;0(60-0
PARIGI

attacchi simultanei,
da parte di uomini armati
di mitra e di bombe rudimentali, hanno fatto almeno
160 morti e decine di feriti sulle
rive della Senna a tarda sera.
Ma il bilancio provvisorio.
ETTE

"1"(*/"

A Francia ancora sotto tiro

del jihad. Questa volta


non pi la redazione di un
giornale o un ristorante ebraico. quella che, dopo lattacco
a un deposito di gas di un lupo
solitario, avevamo chiamato
la jihad della vita quotidiana.
"1"(*/"

%"-/04530$033*410/%&/5&

*-#-*5;

"/"*4(*/03*

PARIGI

attacco clamoroso al
cuore dellEuropa. Kamikaze in centro a Parigi,
esplosioni allo Stade de France,
un centinaio di ostaggi in un
teatro. Una strage: decine di
morti e feriti. Le prime testimonianze: Sparavano e urlavano
Allah grande.
N

%"1"(*/""1"(*/"
$0/"35*$0-*%*$"'&33* %";;*
'04$)*/*&50/"$$*

6OESPOF6TB
QFS+JIBEJ+PIO
i6DDJTPJMCPJBw

*-3&5304$&/"

-*/5&37*45"

-BQBVSBEFHMJ
i4FO[BEJGFTFw

.BSFL)BMUFS
iHVFSSBHMPCBMFw

$"3-0#0/*/*

(*".1"0-0$"%"-"/6

ELLA NOTTE in cui la peg-

giore delle profezie si autoavvera, gli apparati antiterrorismo osservano attoniti


lorrore appesi a uno stillicidio
di notizie.

'3"/$&4$)*/*&;6$$0/*"1"(

-*/$)*&45"

nuova guerra. Cambia la forma. Nel 39 si


mandavano aerei e carri
armati, oggi ci sono persone
pronte a morire pur di uccidere
in nome di Dio.
UNA

"1"(*/"

*-$"40

"1"(*/"

-"4&/5&/;"

i5VUUPGBUUPw
-FUFMFGPOBUF
TV%F-VDB
EBMUSJCVOBMF

&TDPSU BOOJ
B5BSBOUJOJ
"JQNMFDBSUF
TV#FSMVTDPOJ

%"3*0%&-10350
-*"/".*-&--"
$0/$)*5"4"//*/0

("#3*&--"%&."55&*4

O finito di parlare con

Anna, puoi tranquillizzare tutti: cos lavvocato Manna, marito del giudice Anna Scognamiglio, sullesito del ricorso del presidente
della Campania Vincenzo De
Luca contro la sospensione.

"--&1"(*/& &
$0/"35*$0-*%*#&*;"/$"

i*PBHHSFEJUP
QFSDIFCSFPw
.BUUBSFMMBDIJFEF
QJWJHJMBO[B
#&3*;;*&1*4""1"(

BARI
ETTE anni e dieci mesi a

Gianpaolo Tarantini. E
il primo punto messo
nero su bianco dal tribunale
di Bari: quelle 26 ragazze
che limprenditore barese
port al Cavaliere non erano
semplici amiche. Ma prostitute pronte a soddisfare i desiderata di chi le pagava.
"1"(*/"

4&%&  30." 7*" $3*450'030 $0-0.#0   5&-  '"9  41&% "## 1045 "35  -&((&  %&-  '&##3"*0   30." $0/$&44*0/"3*" %* 16##-*$*5 " ."/;0/*  $ .*-"/0  7*" /&37&4"   5&-  13&;;* %* 7&/%*5" "6453*" #&-(*0 '3"/$*"
(&3."/*" *3-"/%" -644&.#63(0 .0/"$0 1 0-"/%" 10350("--0 4-07&/*" 41"(/"   ."-5"   (3&$*"   $30";*" ,/  3&(/0 6/*50 -45   3&16##-*$" $&$" $;,  4-07"$$)*" 4,,    47*;;&3" '3   6/()&3*" '5  64"   

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

-"453"(&%*1"3*(*

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

-BTTBMUP
(MJBUUFOUBUJ4FUUFBUUBDDIJOFJCBS 
BMMBQBSUJUB'SBODJB(FSNBOJB EVSBOUFJM
DPODFSUPBM#BUBDMBOPMUSFNPSUJ
-BSJWFOEJDB[JPOFEFM$BMJGGBUPiM
TFUUFNCSFEFMM&VSPQBw)PMMBOEFi-BHVFSSBOPO
GJOJUBw-B'SBODJBDIJVEFMFGSPOUJFSF

AA

#"3"$,0#"."

(MJBUUFOUBUJB1BSJHJ
OPOTPOPTPMP
DPOUSPiJMQPQPMP
EFMMB'SBODJBw
4POPiVOBUUBDDP
DPOUSPMVNBOJUw

-*TBTTFEJB1BSJHJ
LBNJLB[FBMMPTUBEJP
MBTUSBHFEFHMJPTUBHHJ
QPJJMCMJU[OFMUFBUSP
#&3/"3%07"--*

PARIGI.

%"7*%$".&30/

4POPTDJPDDBUP
*OPTUSJQFOTJFSJFMF
QSFHIJFSFWBOOP
BMMBQPQPMB[JPOF
GSBODFTF'BSFNPJM
QPTTJCJMFQFSBJVUBSWJ

'3"/0*4)0--"/%&

VOPSSPSF
%BPHHJEJDIJBSP
MPTUBUPEJFNFSHFO[B
OFM1BFTF
FMFGSPOUJFSF
SJNBSSBOOPDIJVTF

Sette attacchi in quattro zone diverse, da parte di uomini armati di mitra e di bombe rudimentali, hanno fatto almeno centocinquanta morti e
decine di feriti sulle rive della
Senna a tarda sera. Ma il bilancio provvisorio e le sparatorie
continuano. Il carattere coordinato delle operazioni terroristiche faceva pensare a uniniziativa dello Stato islamico, che
nella notte a rivendicato le
azioni Per ore nella citt si sono udite raffiche ed esplosioni,
e le sirene della polizia e dellesercito che accorreva sui luoghi presi dassalto. Il primo attacco avvenuto allo Stadio di
Francia dove era in corso una
partita di calcio tra Francia e
Germania. Era presente il presidente della Repubblica, Fra-

Gli attentati

Parigi

Andresy
Poissy

FRANCIA

Gonesse

na

Sen

Mitry-Mory
Claye-Souilly

Parigi

Torre
Eifel

Torcy

to ledificio in cui si trova il locale, cercava di trattare con gli


uomini armati e mascherati.
Lattacco ha sorpreso una Parigi in festa. Era venerd sera e i
cinema, i teatri, i ristoranti erano pieni. Il tempo mite. La gente cenava, beveva allaperto.
Fiumi di gente delle periferie
usciva dalle bocche della metropolitana. La luci sulla Senna
erano ancora accese, puntate
su Notre Dame e il Louvre e i
ponti. Allinizio si pensato a
fuochi dartificio. Le esplosioni

Lognes
Roissy-en-Brie
Morangis
Grigny

P A R I G I

Evry
Mennecy

Arc de Triomphe

Eliseo

"MHSJEPEJi"MMBI
HSBOEFwBMNFOPVOP
EFJUFSSPSJTUJTJGBUUP
FTQMPEFSF
nois Hollande, il quale stato
evacuato da una schiera di poliziotti, mentre esplodevano ordigni rudimentali. Bombe a
gas riempite di bulloni sono
esplose allesterno della struttura, vicino a una brasserie. Uomini con cariche di esplosivi si
sono fatti saltare per forzare le
porte di ingresso nello stadio.
Il pubblico stato tenuto allinterno mentre unit militari
cercavano di neutralizzare i
terroristi. Nella sparatoria sono rimaste uccise tre persone.
Ma il bilancio ancora incerto,
perch la polizia, verso la mezzanotte, stentava ad assumere il controllo della situazione.
Il secondo attacco avvenuto

Esplosioni
presso lo Stade
de France, una
provocata
da un kamikaze

Sparatoria al bar Carillon


e al ristorante Le Petit Cambodge
all'angolo tra rue Alibert
e rue Bichat nel X arrondissement
Place de la
Concorde

Ru
eB
ich
at

ert
Alib
Rue

Boule

vard

Senn

a
Sparatoria al centro
commerciale Les Halles

Volta
ire

onn
har

Rue

C
de

Torre Eiffel

Sparatoria all'angolo
tra Boulevard Voltaire
e rue de Charonne.
Presa d'ostaggi al Bataclan
nei pressi di Boulevard Voltaire
Sparatoria anche presso Boulevard
Beaumarchais e a Faidherbe,
non lontano da Place de la Bastille
nellundicesimo arrondissement. Non lontano da dove ci
fu lattacco a Charlie Hebdo i
terroristi hanno fatto irruzione, armi spianate, nel Bata-

*MQSFTJEFOUFGSBODFTFJO
UWEJDIJBSBMP4UBUP
EFNFSHFO[BFSJDIJBNB
DFOUJOBJBEJTPMEBUJ

Place de la Bastille
Notre-Dame

500 m

clan, un locale dove era in corso un concerto. La sala, che si


trova in boulevard Voltaire,
era molto affollata. Uomini e
donne sono state messi spalle

al muro. E almeno quindici sono state uccisi con raffiche di


mitra. A tarda notte molte decine erano ancora tenute in
ostaggio e la polizia, circonda-

erano sorde, lontane, inoffensive per chi era nel centro della
capitale. Poi si sono riavvicinate. E si sono udite le sirene della polizia. Dei pompieri. L atmosfera si fatta drammatica.
La gente correva senza una direzione. Si interrogava. Sui televisori dei locali spalancati, offerti agli sguardi dei passanti,
apparso il volto del presidente fuggito dallo Stadio. Franois Hollande era pallido: Teso. Ha parlato di un assalto
senza precedenti. Ha annunciato la chiusura delle frontiere. Ha invitato i parigini a rientrare nelle loro abitazioni. Era
come decretasse il coprifuoco.
Ma senza impartire ordini. Il to-

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXCGNUWDPN
XXXMJCFSBUJPOGS

no della sua voce era calma.


Rassicurante.
Lintelligence non ha funzionato. Come per Charlie Hebdo.
Ha colto i servizi segreti di sorpresa. Ma la gente non protestava, chiedeva con insistenza
dove fosse il Bataclan, voleva
assistere alla liberazione degli
ostaggi. Gli arabi delle periferie, algerini, tunisini, marocchini, che nelle sere precedenti ai giorni di festa riempiono
le strade di Pigalle, di Montmartre e i Lungosenna erano

sempre pi rari. Hollande, con


il primo ministro, Manuel
Valls, al suo fianco continuava
a parlare alla televisione. Domani non funzioneranno i treni veloci, i TGV. E le scuole.
Quelle che si aprono anche il sabato, resteranno chiuse. Obama aveva telefonato. Anche
Cameron. Ma la gente non
ascoltava voleva sapere quel
che era accaduto al Bataclan.
Se erano stati liberati gli ostaggi. Alluna si saputo che era
stato dato lassalto e che si era

concluso. Tre, forse quattro


arabi, che parlavano francese,
lo avevano parlato mentre tenevano sotto tiro gli ostaggi,
erano stati uccisi. Adesso sui televisori accesi nei caff, sui
boulevards, non si vedeva pi

5VUUFMFMVDJEFMMB5PSSF
&JGGFMTPOPTUBUFTQFOUFJO
TFHOPEJMVUUP%FTFSUFMF
TUSBEFEFMMBDJUU

la faccia di Hollande. Si vedevano i clienti del Bataclan che


uscivano dal teatro in cui avevano vissuto ore di incubo. Un
centinaio di loro erano stati uccisi con raffiche di mitra. Con
colpi di pistola alla nuca, diceva la gente per le strade di Parigi sempre pi deserte. La Torre Eiffel stata spenta in segno di lutto Era quello che si
raccontava stando a vaghe testimonianze. La Torre Eiffel
stata spenta in segno di lutto.
Il numero dei morti aumenta-

va nella notte. Era ancora impreciso. Quando si sono spenti


i riflettori puntati sul Louvre,
su Notre Dame,sulla Sainte
Chapelle. non si sapevaa ancora a quanti erano i luoghi attaccati dai terroristi. Non si sapeva se cinque, sei. Forse pi.
Non si sapeva molto di quel
che era accaduto nei quartieri
periferici. Come quando i tedeschi hanno occupato Parigi,
nel 40, ha commentato un anziano signore.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*40$$034*
*QPNQJFSJQPSUBOP
BMTJDVSPVOBEPOOB
GFSJUBWJDJOPBMMBTBMB
DPODFSUJ#BUBDMBO 
BMMJOUFSOPEFMMB
RVBMFJUFSSPSJTUJTJ
TPOPBTTFSSBHMJBUJ
DPOHMJPTUBHHJ%PQP
BWFSJTPMBUPMBSFBMB
QPMJ[JBIBGBUUP
JSSV[JPOFOFMMPDBMF

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

-"453"(&%*1"3*(*

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

-FWJUUJNF
*16/5*

-045"50%&.&3(&/;"
5FSSPSFTFO[BQSFDFEFOUJ
B1BSJHJ VOBDJUUBTTFEJBUB
EBUFSSPSJTUJFUFTUFEJDVPJP
*MQSFTJEFOUF'SBODPJT)PMMBOEF
IBEJDIJBSBUP
MPTUBUPEJFNFSHFO[B
FMBGGMVTTP
EJNJMJUBSJOFMMBDBQJUBMF
iQFSFWJUBSFOVPWJBUUBDDIJw
0HHJNVTFJFTDVPMFDIJVTF

*-1*"/0i"-'"30440w
*MHPWFSOPIBEFDSFUBUP
JMQJBOP"MQIB3PVHF "MGB
3PTTP
VOMJWFMMPEJBMMFSUB
NBJUPDDBUPQSJNB
FDIFDPSSJTQPOEFBMMJWFMMP
iBUUFOUBUJNVMUJQMJw
-FTUSBEFEFMMBDBQJUBMF
TPOPEFTFSUFPCMJOEBUF
EBMMBQPMJ[JB-FBVUPSJUIBOOP
JOWJUBUPUVUUJBSFTUBSFJODBTB

*MUFBUSP*KJIBEJTUJTPOPFOUSBUJOFMMBTBMBF
IBOOPJOJ[JBUPBTQBSBSFDPOBSNJBVUPNBUJDIF6O
UFTUJNPOFi4POPFOUSBUJVSMBOEP IBOOPBNNB[[BUP
EFDJOFEJQFSTPOFVOBBEVOBw*MCMJU[EFMMFGPS[F
TQFDJBMJ VDDJTJEVFUFSSPSJTUJ GPSTFVOBMUSPTDBQQBUP
$BDDJBBMMVPNPQFSMFTUSBEFEJ1BSJHJ

*MNBTTBDSPBM#BUBDMBO
i"MMBIHSBOEFw
HMJTQBSJTVMMBGPMMB
DIFDBOUBWBBMDPODFSUP
%"-/04530$033*410/%&/5&

"/"*4(*/03*

-"41"3"503**"

(MJBTTBMJUPSJIBOOP
DBSJDBUPQJWPMUF
JMPSPGVDJMJEBTTBMUP
4JTPOPGFSNBUJ
BMNFOPUSFWPMUF
EJTFHVJUP
(-*"44"-*503*

/POBWFWBOP
QBTTBNPOUBHOB 
TFNCSBWBOPHJPWBOJ
FNPMUPTJDVSJEJMPSP
)BOOPTQBSBUPQFS
BMNFOPNJOVUJ

PARIGI
A polizia ripete ai passanti: Ce ne-

st pas sr! Partez!, non sicuro,


partite. Niente sembra pi sicuro a
Parigi in questo venerd sera da incubo:
non un caf, un ristorante, uno stadio e
neppure una sala concerto. Era cominciata, dieci mesi fa, con degli attentati
contro obiettivi pi o meno mirati, ora diventa un attacco indiscriminato contro
civili. La capitale francese diventa un
campo di battaglia, con attacchi simultanei in diversi luoghi. Ma il Bataclan,
una delle sale concerto pi famose di Parigi, che si trasformato nella trappola
pi micidiale: secondo un bilancio ancra
provvisorio un centinaio di spettatori sono morti durante lattacco.
Era in programma il gruppo Eagles
of Death Metal, una band di metallica.
Tutto successo in pochi secondi. Diversi uomini sono arrivati verso le nove e
mezza, cominciando a sparare con fucili
dassalto fuori. Poi sono entrati continuando il loro massacro. La sparatoria
durata almeno quindici minuti racconta Julien Pearce, giornalista di Europe 1 che si trovava allinterno del Bataclan. C stato un movimento di panico
verso la scena, con momenti di calca, anche io sono finito travolto. Gli assalitori
hanno avuto il tempo di caricare pi volte i loro fucili dassalto. Ho visto che si
sono fermati e ricominciato almeno tre
volte di seguito continua Pearce. Non
avevano passamontagna, sembravano
giovani e molto sicuri di loro. Il giornalista di Europe 1 riuscito a scappare da
un ingresso laterale e ha visto almeno
dieci corpi a terra, nel sangue. Il cronista
della radio francese sostiene che non c

i3&45"5&*/$"4"w
6OJOTFHOB
B1BSJHJJOGPSNB
JQBTTBOUJFJDJUUBEJOJ
EFHMJBUUFOUBUJ
JODPSTPi3FTUBUF
JODBTBFOPO
NVPWFUFWJ
GJOPBOVPWB
DPNVOJDB[JPOFw

stata rivendicazione al momento dellattacco, mentre secondo altre testimonianze gli attentatori hanno urlato Allah Akbar! e poi hanno detto qualcosa a
proposito della Siria.
Le notizie sono state a lungo confuso
ma una cosa sembrata subito certa: E
molto pi grave dellattacco a Charlie
Hebdo commenta un poliziotto. Lattentato alla redazione del settimanale,
con dodici vittime, dieci volte meno
grave di quello del Bataclan. I terroristi

-&5&45*.0/*"/;&

i)PEPWVUPDPSSFSFUSBJDBEBWFSJ
TUBUBVOBDBSOFGJDJOB DPNFJOHVFSSBw
%"-/04530$033*410/%&/5&

&SBWBNP
JOUSBQQPMB
1FSNPMUJOPO
DFSBTDBNQP
.JEJDFWP
i0SBUPDDIFS
BNF TPOP
NPSUPw

PARIGI. .Jerome Boucher era dentro al Bataclan. Ha


ancora la maglietta sporca di sangue.
Quando avete sentito i primi spari?
Il concerto era cominciato da poco. Abbiamo
sentito degli scoppi, come dei fuochi dartificio.
Allinizio non ho pensato a niente di grave, un
gruppo metal che suona a volume alto. Poi ho visto
i terroristi sparare in mezzo alla folla. Le luci in sala
si sono accese, la band scappata dal palco. I terroristi hanno continuato a sparare. Uccidevano una
persona per volta. Mi sono messo in un angolo.
Cosaltro ha visto?
Sangue ovunque, corpi a terra. Tutti scappavano, urlando, ma per molti non cera scampo. Eravamo in trappola. Siamo rimasti fermi cos per molto

tempo, a me sembrata uninfinit. Mi dicevo:


Ora toccher a me, sono morto. Pensavo che gli
spari sarebbero arrivati a me.
Quanti erano i terroristi?
Io ne ho visti due ma non so se ce nerano altri.
Erano a volto scoperto. Mentre ero nascosto non vedevo pi nulla, ho sentito solo gli spari a ripetizione.
Quando finita?
Ho sentito una mano sulla testa, era un agente
delle forze speciali che mi ha detto di rimanere calmo. Poi ho cominciato a correre. Prima di uscire, abbiamo dovuto camminare tra i cadaveri, stato orribile. Non pensavo che a Parigi potesse succedere
la guerra. Nessuno, credo, poteva immaginarlo.

BH

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
IUUQFEJUJPODOODPN
IUUQXXXMFNPOEFGS

-&'30/5*&3&$)*64&
$POUFTUVBMNFOUF
BMMBEJDIJBSB[JPOF
EFMMP4UBUPEJFNFSHFO[B 
JMQSFTJEFOUFGSBODFTF
)PMMBOEFIBBODIFEJDIJBSBUP
MJNNFEJBUBDIJVTVSB
EFMMFGSPOUJFSFEFM1BFTF
-PTUFTTP
IBGBUUPJM#FMHJP
QFSBMDVOFPSF

*3&1"35*41&$*"-*
%BMMFDBTFSNFFEBEJWFSTF
SFHJPOJTPOPBGGMVJUJSJOGPS[J
EJSFQBSUJTQFDJBMJFUFTUF
EJDVPJP*M$POTJHMJPEJ%JGFTB
IBBOOVODJBUPDIFTPOP
TUBUJNPCJMJUBUJNJMMFF
DJORVFDFOUPTPMEBUJJOQJ
/FHMJPTQFEBMJTJQSPDFEVUP
BMJCFSBSFQFSRVBOUPQPTTJCJMF
JQPTUJMFUUP

sono rimasti almeno per unora e mezza


dentro la sala. Hanno sparato prima nel
mucchio, sulla folla, poi avrebbero anche fatto delle esecuzioni di spettatori.
Sui social network sono circolate immagini orribili della carneficina allinterno
della sala, le autorit hanno chiesto rispetto per le vittime.
La sala era piena dice Michel, uno
spettatore che per sua fortuna era sugli
spalti. Ha potuto fuggire dalla sala, poco
dopo i primi spari. Abbiamo sentito co-

sto entrare nel locale dove siamo noi anche un ragazzo ferito da un colpo di arma da fuoco, lhanno colpito qui vicino Rue de Bichat. Labbiamo
medicato, stiamo aspettando lambulanza.
E adesso?
Siamo qui rifugiati, stiamo aspettando che ci
dicano se si pu uscire, ma abbiamo paura. Poco
fa arrivato anche un altro ragazzo che ci ha raccontato che era dentro a uno dei locali dove sparavano. Dice che gli attentatori sono entrati allimprovviso e che erano bianchi. Dice che avevano i
kalashinkov e che sparavano senza nemmeno
guardare chi avevano davanti.
Che altre notizie avete dallesterno?
Dobbiamo stare qui e speriamo che questo incubo finisca in fretta.

ri. Ma per altre decine di spettatori lorrore continua, rimangono a lungo prigionieri insieme agli attentatori. Benjamin
Cazenoves ha lanciato un grido daiuto
su Facebook. Sono ancora al Bataclan,
al primo piano. C un ferito grave. Sbrigatevi a intervenire, ci sono dei sopravvissuti. Stanno uccidendo tutti. Venite
al primo piano, presto!.
In strada, le forze speciali preparano
lassalto. La sala concerto sul boulevard
Voltaire, a poche centinaia di metri dagli altri due attacchi avvenuti tra lundicesimo e il decimo arrondissement. Un
attacco coordinato da pi uomini. Secondo alcune testimonianze erano tre individui, ma per altre erano almeno cinque. Armati di kalashnikov, a viso scoperto, vestiti normalmente ha detto un
vicino del locale. Sul boulevard Voltaire
e nel quartiere Rpublique si era svolta
la manifestazione contro il terrore
dell11 gennaio scorsa. Ora una zona di
guerra.
Quando il blitz finalmente concluso,
verso mezzanotte, si misura subito la
gravit dellattacco, senza precedenti
nella storia recente francese. Due terroristi sono stati uccisi nellassalto delle
forze speciali ma non chiaro se altri sono riusciti a fuggire. La caccia alluomo
non ancora finita. E lorrore ha detto
ieri sera Franois Hollande in tv, visibilmente sconvolto. Intorno alluna di notte, il presidente francese lascia lEliseo
per andare personalmente davanti al Bataclan con il ministro Valls, in una Parigi
sotto assedio. Il 7 gennaio aveva fatto
quasi la stessa strada per venire alla redazione di Charlie Hebdo.

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

me dei petardi, abbiamo pensato a qualcosa di pirotecnico, come accade spesso


negli spettacoli. Dopo i primi spari, i
musicisti hanno lasciato il palco correndo e le luci in sala si sono improvvisamente accese. Sempre dagli spalti, Michel ha visto gli spettatori in basso. Erano tutti sdraiati a terra per proteggersi
dagli spari.
Molti spettatori sono riusciti a uscire
dagli ingressi laterali. Escono a piccoli
gruppi, subito presi in carico dai pompie-

*40$$034*"-#"5"$-"/
"MDVOJWJHJMJEFMGVPDP
TPDDPSSPOPBMDVOJSBHB[[J
TDBNQBUJBMMBDBSOFGJDJOBEFM
UFBUSP#BUBDMBO EPWFTPOP
NPSUFQJEJDFOUPQFSTPOF

i-FFTQMPTJPOJ MFVSMBEFMMBHFOUFFQPJMBGVHB
$JTJBNPTBMWBUJHSB[JFBEBMDVOJJSBOJBOJw
;*5"%";;*

6OSBHB[[PDJ
IBEFUUPDIFHMJ
BUUFOUBUPSJ
BWFWBOPJ
LBMBTIJOLPW 
TQBSBWBOP
TFO[B
HVBSEBSF

Siamo terrorizzati. Nessuno esce in strada. Camilla Invernizzi, 49 anni, agente fotografica, ieri
sera alle 21.30 stava camminando per strada in
Canal St. Martin quando ha sentito gli spari e ha
visto gente correre urlando.
Che avete fatto?
Abbiamo impiegato un po a capire che cosa
stava succedendo. Abbiamo cominciato a correre anche noi, seguendo la folla. Siamo arrivati davanti a un locale iraniano e i gestori ci hanno invitato ad entrare perch continuavano gli spari e le
urla della gente.
venuta la polizia a dirvi qualcosa?
Fuori cerano le sirene e truppe di agenti che
corrono con i caschi e le armi. Poco fa abbiamo vi-

$0.&1&5"3%*

"CCJBNPTFOUJUP
DPNFEFJQFUBSEJ 
BCCJBNPQFOTBUP
BGVPDIJQJSPUFDOJDJ 
DPNFBDDBEF
OFHMJTQFUUBDPMJ
*-1"/*$0

$TUBUPVO
NPWJNFOUPEJ
QBOJDPWFSTPMB
TDFOB DPONPNFOUJ
EJDBMDB"ODIJP
TPOPGJOJUPUSBWPMUP

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

-"453"(&%*1"3*(*

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

-PTUBEJP
-BQBSUJUB5SFFTQMPTJPOJ
EVSBOUF'SBODJB(FSNBOJBi%FDJOF
EJ  WJUUJNFw  4VMMF  USJCVOF  BODIF 
)PMMBOEFDIFTUBUPGBUUPFWBDVBSF
1PSUFDIJVTF JUJGPTJTJTPOPSJWFSTBUJTVMQSBUP
*-1"/*$0
(MJTQFUUBUPSJ
GVHHPOP
EBMMP4UBEFEF
'SBODFEJ1BSJHJBM
UFSNJOFEFMMB
QBSUJUB
.PMUJEJMPSP
TPOPBODIF
TDFTJJODBNQP
EPQPMBNJDIFWPMF
EFMMB'SBODJB
*MCJMBODJP
TBSFCCF
EJEFDJOF
EJNPSUJBDBVTB
EJVOLBNJLB[F

*-$"40

-"40-*%"3*&5
/FMMB1BSJHJCMJOEBUBF
TPUUPBTTFEJP TJ
TFHOBMBOPBODIFHFTUJ
EJTPMJEBSJFU%PQPDIF
MB1SFGFUUVSBIBDIJFTUP
BJDJUUBEJOJEJOPOVTDJSF
EJDBTB JUBTTJTUJ
USBEJ[JPOBMJFHMJBVUJTUJ
EFMMBSFUF6CFSIBOOP
EFDJTPEJGFSNBSFJ
UBTTBNFUSJFTJTPOP
PGGFSUJEJQPSUBSFBDBTB
HSBUJTJQBSJHJOJ
-PTQJSJUPEFMMB
TPMJEBSJFUTVCJUP
TCBSDBUPBODIFTV
JOUFSOFUOFMTJUPEJ
NJDSPCMPHHJOH5XJUUFS 
PMUSFBMMIBTIUBHEJ
UFTUJNPOJBO[B
KFTVJTQBSJT 
JNNFEJBUBNFOUF
EFDPMMBUPBODIF
MIBTIUBH
QPSUFTPVWFSUFT DIF
TFHOBMBDIJEJTQPTUPB
PTQJUBSFQFSTPOF
SJNBTUFCMPDDBUFJ
TUSBEB7JSBMFBODIFJM
MPHPQPTUBUPEBMMBSUJTUB
#BOLTZ DIFTJDIJBNB
1FBDFGPS1BSJTF
SJQSFOEFMBUPSSF&JGGFM
BMMJOUFSOPEFMTJNCPMP
EFMMBQBDF
'BDFCPPLIBBQFSUP
QBHJOFEJ
iSBTTJDVSB[JPOFw 
QFSDIJTJUSPWBWBB
1BSJHJJORVFTUFPSFF
WVPMSBTTJDVSBSF
GBNJMJBSJFBNJDJTVMMF
TVFDPOEJ[JPOJ

,BNJLB[FBMMP4UBEFEF'SBODF
*MQSJNPBUUBDDPBSSJWBUPOFMMBCSBTTFSJF
EFMMBTUSVUUVSB2VJJMNBHHJPSOVNFSP
EJNPSUJi-BGPMMBIBJOJ[JBUPBNVPWFSTJ
NBOFTTVOPTBQFWBEPWFBOEBSFw
'3"/$&4$"$"'&33*
ER anni Francia Germania stata una classica europea. Per questo ieri sera
allo Stade de France, al nord di
Parigi, cerano 50mila persone
a godersi la partita fra le due nazionali, nonostante fosse unamichevole. Fra gli spettatori, il
presidente della Repubblica
Franois Hollande. Nessuno si
aspettava quello che sarebbe
accaduto, nonostante gli allarmi bomba che nel pomeriggio
erano arrivati: da mesi, da
quando ci sono stati ci attacchi
alla redazione di Charlie Hebdo, a Parigi si respira tensione e
gli allarmi si susseguono. Con la
differenza che questa volta erano veri.
Le squadre di Francia e Germania, i campioni del mondo,
erano in campo gi da parecchi
minuti quando nello stadio si sono sentite tre esplosioni, talmente forti da superare le urla
dei tifosi. C stato il silenzio,
poi tutto parso tornare norma-

le: ma non per tutti. Chi doveva


ha immediatamente capito cosa stava accadendo: Hollande
stato circondato dalle guardie
del corpo e portato via mentre
un elicottero cominciava a girare sopra allo stadio. Ma i giocatori hanno continuato a giocare
e la gente non ha capito quello
che stava accadendo e la parti-

4PMPEPQPBMDVOFPSF
JDBODFMMJTPOPTUBUJ
SJBQFSUJMBHFOUFVTDJUB
DBOUBOEPMB.BSTJHMJFTF
ta continuata, fino alla fine: 2
a 0 il risultato finale. Una vergogna, si leggeva ieri sera su
Twitter: il fatto che il gioco non
sia stato interrotto gi nei minuti immediatamente successivi al primo allarme ha scatenato una pioggia di polemiche.
stato quando i movimenti
della polizia hanno cominciato
a diventare evidenti e i social

network a trasmettere le notizie di quello che stava accadendo in citt che il quadro diventato finalmente chiaro alle migliaia di persone del pubblico:
cera stato un attacco anche allo stadio, in tre diversi punti.
Uno di essi la brasserie, affollata di tifosi in cerca di una pausa:
sarebbe questo il luogo dove ci
sarebbero state pi vittime.
La folla ha iniziato a muoversi,
tutti volevano scappare, ma
nessuno poteva muoversi, ha
raccontato a 'SBODF un giovane tifoso, i colori della bandiera
ancora dipinti sul volto.
I morti accertati allinizio erano tre. Poi con il passare delle
ore il numero salito: un bilancio certo ancora non c, ma si
parla di decine di vittime. Di certo ci sono molti feriti.
Verso lo stadio hanno iniziato a convergere poliziotti e uomini della sicurezza. Sono stati
loro a ipotizzare per primi che
le esplosioni sarebbero state
provocate da tre terroristi suicidi che si sarebbero fatti esplode-

)0--"/%&i4"3&.041*&5"5*w
"UBSEBOPUUF JMQSFTJEFOUFGSBODFTF)PMMBOEFIBSJWPMUP
VONFTTBHHJPUWBMMBOB[JPOFi4BSVOB'SBODJB
EFUFSNJOBUB VOJUBDIFOPOTJMBTDFSJNQSFTTJPOBSF
DPOEVSSFNPVOBCBUUBHMJB TBSFNPTQJFUBUJDPOJUFSSPSJTUJw

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXMFNPOEFGS
XXXGGGGS

4QFUUBUPSJJOUSBQQPMBi6OJOGFSOPw
re: il corpo di uno di loro, in pezzi, sarebbe stato individuato
dalla polizia, ma la notizia, come molte di quelle che arrivano
da Parigi in queste ore, non
confermata.
Quello che certo che le inferriate attorno allimpianto sono state bloccate: mentre la
gente era in preda al panico, gli
altoparlanti hanno parlato, invocando calma e informando
che le uscite erano bloccate. Migliaia di persone in preda al terrore sono rimaste bloccate dentro allo stadio per pi di unora.
La polizia, in una corsa drammatica a individuare possibili
nuovi terroristi, non ha poteva
gestire il deflusso. C una situazione di isteria di massa allo
stadio. La polizia sul campo.
Ci sono elicotteri twittava
@shinobi, uno spettatore.
Nel frattempo la partita era
conclusa: Siamo sconvolti: lo
sport stasera non conta nulla,
ha detto per tutti lallenatore tedesco Joachim Loew. Le immagini diffuse su Twitter ieri sera
apparivano surreali: sul prato
verde dello Stade de France,
uno degli orgogli della Francia
sportiva, migliaia di persone si
aggiravano smarrite, tutte le luci accese, come se fosse giorno
e non notte fonda. Gli spalti erano semivuoti, tutti gli spettatori erano diretti dagli uomini della sicurezza verso il prato. Una
folla stretta, con estranei che si
abbracciavano in lacrime, quasi tutti con un cellulare in ma-

no: dalle foto di questo luogo isolato da tutto e tutti pareva che
la gente avesse bisogno di stare
attaccata luna allaltra.
Quando gli altoparlanti hanno parlato di nuovo, hanno chiesto alle persone di iniziare il deflusso: molti non si sono mossi,
terrorizzati. Una scena drammatica, anche questa vissuta in
diretta sui social media. Lacrime, sguardi terrorizzati, ma anche il timore che nel vicino si nascondesse un altro attentatore,
pronto a farsi saltare in aria approfittando del panico. Poi qualcuno ha iniziato a cantare la
Marsigliese e la folla si mossa:
compatta, decisa, devastata.
Qualche ora prima in una situazione surreale la partita

-FFTQMPTJPOJ
TBSFCCFSPTUBUF
QSPWPDBUFEBUSF
UFSSPSJTUJTVJDJEJ
Francia-Germania comunque
finita. Anche i commentatori
sportivi avevano fatto il loro lavoro: La Francia si aggiudica
lamichevole di lusso contro la
Germania, battendo i campioni
del Mondo per 2-0. I Bleu si impongono in un clima di estrema
tensione, titolava -F  'JHBSP
sotto le notizie sulle stragi. Come se a qualcuno potesse importare.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

/&-%&$*.0"330/%*44&.&/5

.F[[PNJOVUPEJSBGGJDIFBMCBS$BSJMMPO
i4FNCSBWBOPGVPDIJEBSUJGJDJPw
PARIGI. La redazione di $IBSMJF)FCEPnon
lontana: ma i clienti del bar Le
Carillon, allangolo fra rue Bichat e rue
Alibert, vicino al canale Saint-Martin,
non si aspettavano certo un altro attacco
nel loro quartiere, nel decimo
arrondissement. Quando sono cominciati
gli spari, allinizio nessuno ha voluto
credere a un attacco. Sembravano
fuochi dartificio, ha raccontato alle
agenzie stampa il ravennate Emilio
Macchio. Era sul marciapiede vicino
allingresso, a bere una birra, e quando si
reso conto di quello che succedeva, si
nascosto dietro langolo e poi si
allontanato pi in fretta che poteva.
Altri testimoni, intervistati da
-JCSBUJPO, hanno raccontato di aver
visto una o due macchine arrivare e
scaricare alcune persone. Erano da poco
passate le nove. Uno dei nuovi arrivati, a
viso scoperto, ha gridato Allahu Akbar,
prima di aprire il fuoco allinterno del bar
con un mitragliatore Kalashnikov. I
clienti del ristorante si sono buttati sotto i
tavoli, ma non bastato. Le raffixche
hanno straziato clienti e personale. Uno
studente ha raccontato di aver visto un
collega morire sotto i suoi occhi, e altri

due feriti alla schiena e ai piedi. La


sparatoria durata almeno trenta
secondi, ha raccontato a -F+PVSOBMEF
%JNBODIF il testimone Pierre Montfort,
che vive nei pressi della stessa rue Bichat:
stata una serie di raffiche che durata
almeno mezzo minuto: era interminabile.
Sembrava uno spettacolo di fuochi
dartificio.

i)PWJTUPEBMMBGJOFTUSBMF
GJBNNBUF.BOPOIPBWVUP
JMDPSBHHJPEJBQSJSFUFNFWPDIF
NJBWSFCCFSPTQBSBUPBEEPTTPw
Un altro testimone ha raccontato di non
aver nemmeno sentito il rumore degli
spari, da dietro la sua finestra: Ho visto
le fiammate uscire dallarma. Ma non ho
aperto. Avevo paura, come potevamo
essere sicuri che non avrebbe sparato
contro le nostre finestre. Poi il momento
dincubo finito, quando gli attentatori si
sono allontanati, pronti a ripetere la
strage al ristorante Petit Cambodge.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

-"453"(&%*1"3*(*

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

-BMMBSNF
*4FSWJ[J
$PNVOJDB[JPOJ
JOUJMUUSBHMJBQQBSBUJ
EFMMBOUJUFSSPSJTNP
"MGBOPJOOBM[BJMJWFMMJEJTJDVSF[[B
4DBUUBMBMMFSUBQFSJM(JVCJMFPDIFTJBQSJS
GSBUSFTFUUJNBOF"OOVODJBUJBUUBDDIJ
BODIFB-POESBF8BTIJOHUPO

-JOUFMMJHFODFFVSPQFB
TPSQSFTBEBHMJBTTBMUJ
FJM$BMJGGBUPNJOBDDJB
i"EFTTPUPDDBB3PNBw
$"3-0#0/*/*

-&3&";*0/*

ROMA. Nella notte in cui la peg-

-"--&35"
-FGPS[FBSNBUFTPOP
NPCJMJUBUFQFSMBTJDVSF[[B
EVSBOUFJM(JVCJMFP*OBMUP
VONJMJUBSFEFJ#FSTBHMJFSJ
WJHJMBVOTJUPSFMJHJPTP

giore delle profezie si autoavvera, gli apparati antiterrorismo,


il Viminale, Palazzo Chigi, osservano attoniti lorrore appesi
a uno stillicidio di notizie che
rende improvvisamente tutti
uguali.
Su Twitter rimbalza la minaccia dellIs: Il prossimo attacco sar a Londra, Washington e Roma. Proviene da un hashtag arabo che suona come
Parigi brucia. Si aggiunge a
quella che sembra la pi attendibile delle rivendicazioni:
Questo l11 settembre di Parigi, mentre Dabiq France,
lorgano ufficiale dello Stato
Islamico recita: La Francia
manda i suoi aerei in Siria, bombarda uccidendo i bambini, oggi beve dalla stessa coppa.
Una qualificata fonte della
nostra Intelligence spiega nella
notte: Parigi non in grado di
comunicare o condividere alcuna notizia. Almeno in questo
momento. Perch gli attacchi sono in corso e il numero
dei morti una variabile.
Il direttore del Dipartimento
per le Informazioni e la sicurezza, Giampiero Massolo, riunisce la sua unit di crisi. Il ministro dellInterno Angelino Alfa-

i/POTJBNPQJBMTJDVSP
DJDIFBDDBEVUP
EJNPTUSBBDIFMJWFMMP
BSSJWBUPJMSJTDIJPw
no, consultato il capo della Polizia Alessandro Pansa, attiva il
protocollo che alza al massimo
livello lallerta antiterrorismo
sullintero territorio nazionale,
con immediato rafforzamento
della vigilanza su tutti gli obiettivi sensibili e pieno impiego

."55"3&--"

-PSSPSFDIFTUB
TDPOWPMHFOEPMB
DBQJUBMFGSBODFTFMBTDJB
FTUFSSFGBUUJFTHPNFOUJ
1SFTJEFOUFEFMMB3FQVCCMJDB*UBMJBOB

3&/;*

$JVOJBNPBMEPMPSFEFJ
GSBUFMMJGSBODFTJ-&VSPQB
DPMQJUBBMDVPSFTBQS
SFBHJSFBMMBCBSCBSJF
1SFTJEFOUFEFM$POTJHMJP

+6/$,&3

1SPGPOEBNFOUFTDJPDDBUP
EBHMJFWFOUJEJ1BSJHJ TPOP
TPMJEBMFFBMGJBODPEFJ
GSBODFTJ
1SFTJEFOUFEFMMB$PNNJTTJPOF&VSPQFB

Be Think, Solve, Execute S.p.A.


Sede in Roma, Viale dellEsperanto, n. 71
Capitale Sociale: Euro 27.109.164,85 versato
Registro Imprese di Roma, C.F. e P. IVA 01483450209
www.be-tse.it

Pubblicazione del Resoconto Intermedio di Gestione


al 30 settembre 2015
Si rende noto che il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre
2015, approvato dal Consiglio di Amministrazione del 12 novembre 2015,
a disposizione del pubblico presso la sede sociale, sul sito internet
www.be-tse.it, sezione investor relations, nonch tramite meccanismo di
stoccaggio autorizzato Nis/Storage allindirizzo www.emarketstorage.com.
Milano, 14 novembre 2015
BE Think, Solve, Execute S.p.A.

dellesercito. Roma si protegge


secondo un protocollo standard, mentre osserva sgomenta Parigi colpita al cuore senza
che nulla e nessuno, nelle ultime settimane, avesse suggerito limminenza e la concretezza
della minaccia. Non i Servizi
francesi, n quelli alleati. Perch se le analisi delle intelligence europee avevano speculato,
era stato piuttosto sui possibili
rischi del prossimo viaggio del
Papa in Africa (28-29 novembre), sullimminente apertura
del Giubileo della Misericordia.
E, invece, appunto, ancora
Parigi, il teatro dellorrore islamista. E la simultaneit degli attacchi, i loro obiettivi, la scelta
di colpire nel mucchio uno
stadio, un teatro per massimizzare morte e terrore fanno
dire che non difficile vedere in
questa notte le stimmate
dellIs. E poco importa come
spiega una fonte qualificata della nostra Intelligence che lattentato sia stato pianificato nel
deserto della Siria o in qualche
banlieu. Da chi sia partito lordine. Che i macellai di questa not-

te si siano autoinnescati e si
muovano sotto la bandiera nera del Califfato come un marchio in franchising o viceversa.
Quel che importa, anche simbolicamente, che sia ancora Parigi. E che il massacro arrivi, anche solo simbolicamente, in coda alle quarantotto ore in cui le
polizie europee, il Pentagono e
il governo britannico avevano
potuto annunciare la caduta
della Rete del mullah Krekar. E
con lei la probabile morte dal
cielo di Jihad John, il macellaio

i%BEPNBOJTBSUVUUP
QJEJGGJDJMFEPCCJBNP
JNQBSBSFBDPOWJWFSF
DPORVFTUJQFSJDPMJw
delle decapitazioni rituali. Attacchi cos non si decidono in
un giorno osserva ancora
una qualificata fonte dei nostri
Servizi Ma non c alcun dubbio che quanto sta accadendo
dimostra a quale punto di profondit arrivata la minaccia.

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXSFQVCCMJDBJUDSPOBDB
XXXJOUFSOPHPWJUJUWJNJOBMF

-&*/5&3$&55";*0/*(-*"33&45**/*5"-*"

-BNBESBTBTVMXFC
QFSBEEFTUSBSFJiRVBESJw
EFMMB(VFSSB4BOUB
(*6-*"/0'04$)*/*
'"#*050/"$$*
ROMA. I terroristi di Rawti Shax dovevano frequentare luniversit

della Jihad, per fare carriera nellorganizzazione. Dovevano superare esami orali e sottoporsi anche a test scritti con risposta multipla,
dopo aver studiato su libri che il capo indicava. Non bastava che fossero pronti a farsi saltare in aria o a partire per la Siria: era obbligatorio iscriversi alla piattaforma informatica Ibnu Taymiyyah, luniversit online della sharia fondata e gestita dal mullah Krekar,
come la definiscono gli investigatori del Ros che gioved hanno scoperto la cellula terroristica in Italia e in Europa.
Si tratta scrive il gip di Roma Valerio Savio nellordinanza di
custodia cautelare che ha portato allarresto gioved di 17 presunti
terroristi di una scuola online. Krekar ordina che tutti gli aderenti al sodalizio frequentino, studino e diano gli esami religiosi previsti per luniversit e attribuisce a Kawa la figura del mamosta. La scuola coranica strutturata proprio come una normale universit telematica e si compone di una serie di corsi distribuiti in diversi anni. Gli esami sono propedeutici per passare al secondo livello, promuovendo
cos gli studenti i prescelti, coloro i quali dovranno formare i nuovi quadri dirigenti dellorganizzazione, in grado di governare il costituendo califfato. Diceva Krekar, intercettato:
I prescelti sono il ponte tra la guida e la popolazion. Agli atti ci sono corsi, orari e voti: Le colonne del credo, Recitazione, Morale della
societ, Pratica del diritto islamico, Purezza alcune delle materie.
Il mamosta, il maestro, litaliano Abdula
Salih Ali, alias Kawa, residente a Renon, in provincia di Bolzano. Che, intercettato dai Carabinieri, spiega ai suoi che i dettami della Sharia
non sono opinabili. E che bisogna parlare dagli argomenti, dei consigli, di noi, come dobbiamo fare in quanto musulmani, come ci dobbiamo comportare, come Mohammad ed i suoi seguaci hanno divulgato lIslam.
Obiettivo del gruppo , dunque, far avvicinare al gruppo pi persone possibili. E la maniera pi facile coinvolgere i profughi. Non
un caso che alcuni componenti della cellula gestiscano direttamente limmigrazione clandestina. Uno dei vertici dellorganizzazione,
Abdul Rahman Nauroz, si organizzava per far entrare migranti senza permesso di soggiorno nel nostro Paese. Sono andato in Bulgaria dice al telefono, in una conversazione intercettata dai carabinieri del Ros avevo conosciuto un bulgaro in carcere, mi ha detto:
Senti, ti porto i passeggeri da Atene in Italia col camion. Avrei
guadagnato 4.000, 5.000 euro a passeggero. In qualche modo dovevano finanziarsi, i sei curdi iracheni che vivevano senza impieghi
fissi qualcuno beneficiario dello status di protezione sussidiaria
tra Merano e Bolzano, tutti arrestati nella retata di gioved con
laccusa di terrorismo internazionale. Ho portato sullaltra sponda, dalla Grecia allItalia, pi di 500 persone, ed erano tutti amici e
conoscenti per i quali ho pregato, spiega a Nauroz uno dei sodali
del gruppo terroristico, Kadir Sharif, residente ad Atene. E quello
dei rifugiati era il business perfetto, perch osserva una fonte investigativa ha consegnato loro una doppia utilit: raccogliere soldi per lorganizzazione segreta del mullah Krekar ed entrare in contatto con centinaia di potenziali adepti.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Che non esiste un angolo di Europa che possa dirsi al sicuro.


Solo le prossime ore potranno cominciare a spiegare cosa
realmente stia accadendo in
questa notte. E come sia stato
possibile. Mentre vero sin da
ora, che Roma e ogni altra capitale europea non possono da oggi dirsi pi al sicuro per il semplice fatto di contare su numeri
diversi da quelli francesi. I circa
800 foreign fighters partiti dalla Francia, una comunit musulmana di oltre 5 milioni di cittadini, da soli non rendono pi
sicuri lItalia, piuttosto che la
Germania o il Regno Unito, lOlanda o i Paesi scandinavi.
Perch la verit come
confessa un uomo della nostra
antiterrorismo che da domani mattina sar tutto terribilmente pi difficile. Perch
da domani sar ancora una volta pi chiaro quello che sappiamo da sempre, ma che odiamo
dire e ripeterci. Che con questa
minaccia dovremo convivere. E
che il prezzo di sangue da pagare sar ancora alto.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*$0/530--*
"MMFTUFSOPEFM#BUBDMBO
MBQPMJ[JBIBGFSNBUPF
JEFOUJGJDBUPDPMGVDJMF
TQJBOBUPUVUUJJQBTTBOUJ

*--&"%&3
"CEVM3BINBO
/BVSP[ BOOJ 
JMDVSEPJSBDIFOP
BDBQPEFMMB
DFMMVMBKJIBEJTUB
EJ.FSBOPF
#PM[BOP

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

-"(6&33""-5&3303*4.0



la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

*MCMJU[
Il blitz
Obiettivo: colpire Mohammed Emwazi,
cittadino britannico nato in Kuwait,
soprannominato Jihadi John

il bersaglio, identificato da giorni,


era seguito giorno e notte dai servizi Usa
e del Regno unito

Gioved, ore 22.50 locali


Jihadi John viene visto uscire
da un edificio e salire
su un auto con altre
tre persone

Alla missione
partecipano
due droni MQ9
Reaper decollati
da una base in Iraq
e un drone
britannico

La moschea Skarksa

Punto in cui
ha colpito
il drone

Zone sotto il controllo dellIS


50 miles

TURC

Kobane

50 km

Hasaka
La Corte islamica
(il tribunale)

Aleppo
Deir ez-Zor

Latakia

SIRIA
Homs

Palmira

La torre
dellorologio

IRAQ

dove vengono
eseguite le condanne
a morte dellIs

Albu Kamal

LIBANO
Il quartier generale
dello Stato Islamico

Damasco

In tutto
vengono
lanciati
14 missili su 3
automobili

RAQQA
la citt dove stato
condotto il blitz

ISRAELE
GIORDANIA

RAQQA

-PQFSB[JPOFi-VPNPJOOFSPwFSBB3BRRB DBQJUBMF
TJSJBOBEFMMP4UBUPJTMBNJDP"MMBUUBDDPIBOOPQBSUFDJQBUPBODIFJ
CSJUBOOJDJ*M1FOUBHPOPi3BHJPOFWPMFDFSUF[[BDIFTJBNPSUPw

-&3&";*0/*
#"3"$,0#"."

"CCJBNPDPOUFOVUP
M*TOPOGBQSPHSFTTJ
&TFOPOBCCJBNP
FMJNJOBUPJWFSUJDJD
NFOPSFDMVUBNFOUP
OFHMJBMUSJ1BFTJ
-"."%3&%*'0-&:

*OWFDFEJJNQJFHBSF
MFSJTPSTFQFSVOB
TQFDJFEJWFOEFUUB 
JMHPWFSOPQPUFWB
VTBSMFQFSTBMWBSFHMJ
PTUBHHJBODPSBWJWJ
+&3&.:$03#:/

4BSFCCFTUBUPEJ
HSBOMVOHBNFHMJPTF
+JIBEJ+PIOGPTTF
TUBUPQSPDFTTBUPJO
VOUSJCVOBMFJOWFDF
DIFWFOJSFVDDJTP

.JTTJMJTV+JIBEJ+PIO
i6DDJTPJMCPJBw
*ESPOJ6TBDPMQJTDPOP
MBGPSUF[[BEFMM*T
7*5503*0;6$$0/*
WASHINGTON

di tenebra dello Stato islamico, proprio in quella citt cadavere di Raqqa in Siria oggi sotto i colpi della coalizione, cade
il personaggio pi sinistro e
simbolico dellhorror islamista: luomo mascherato che
sgozzava innocenti. stato
pi fortunato delle sue vittime, torturate con il sadico rituale della decollazione in video per la gioia dei militanti, Jihadi John, il beccaio dellIs divorato da un missile hellfire,
il fuoco supersonico dellinferno, lanciato da un drone americano che neppure ha visto o
sentito. Ma se davvero Mohammed Emwazi, il figlio neppure trentenne di un tassista
del Kuwait divenuto il protagonista della produzione cinematografica horror globale, stato ucciso, come crede il Pentagono (Siamo ragionevolmente certi della sua morte),
quel Dio che lui bestemmiava
con la propria disumanit si
dimostrato pi misericordioso
con lui, di quanto lui fosse stato con le sue vittime.
Emwazi, il ragazzo che amava il football come tutti i coetanei nelle scuole di Londra dove

EL cuore

era stato mandato a studiare,


che soffriva di enormi complessi di inferiorit verso le
femmine e i bulli della classe,
che portava la mano davanti
alla bocca quando parlava alle
donne dopo che una ragazzina
gli aveva detto con una smorfia che gli puzzava orrendamente lalito, entra nellalbo
dei capi e dei simboli del terrorismo uccisi. Dopo lesecuzione di Osama Bin Laden nel
maggio del 2011 e lOrdine
Esecutivo firmato dal presidente Obama con lautorizza-

3*$0/26*45"5"

*QBSFOUJEFHMJPTUBHHJ
EFDBQJUBUJEBMMBTVB
CBOEBBWWJTBUJQSJNB
EFMSBJE
zione a colpire militanti del terrorismo jihadista ovunque si
trovino, lelenco si allungato.
Sono stati giustiziati, con
queste tele-esecuzioni via droni guidati da satelliti e controllati da piloti alla base con i joystick da videogame, soltanto
in questo 2015 Sanafi Al Nasr
e Mushin Al Fahdli del gruppo
Kohrasan legato ad Al Quaeda

4*/+"313&4"%"*$63%*
3JDPORVJTUBUBEBJQFTINFSHB
DVSEJMBDJUUEJ4JOKBS EBEPWF
HMJZB[JEJFSBOPTUBUJDPTUSFUUJ
BGVHHJSFEBWBOUJBMMBWBO[BUB
KJIBEJTUB*OBMUPMBCBOEJFSB
DVSEBBMQPTUPEJRVFMMBEFMM*T
OFMMBDJUUTVMMBTUSBEBDIF
DPMMFHB3BRRBB.PTVMJO*SBR

in Siria. Nasir al-Wuhayshi, in


Yemen, considerato il numero
due della organizzazione creata da Bin Laden, che sembra
avere unaltissima mortalit
fra i vice, e fra gli ispiratori del
massacro di Charlie Hebdo a
Parigi. Mokhtar Belmokhtar
in Libia, cervello dellattacco a
una raffineria che provoc la
morte di 40 persone. Bersagli
umani che si aggiungono al famigerato Abu Musab Al Zarqawi, controllore di incalcolabili
missioni suicide in Iraq, e Anwar Awlaki, uno dei capi di
Aqap, Al Qaeda nella Penisola
Araba.
Sono ormai tanti, ma nessuno di questi e di altri capi o sottocapi del verminaio terroristico aveva mai raggiunto loscena notoritet internazionale
del boia in nero con il volto coperto dalla balaclava, il passamontagna, che illustrava
per il pubblico con la clinica
freddezza professionale del telecronista la macellazione delle proprie vittime innocenti.
Dopo quei sette viaggiatori, fotografi, giornalisti, cooperanti
che non avevano altra colpa
che quella di essere infedeli;
di essere finiti nelle mani del
Califfo di Bagdad e di essere as-

segnati alle cure del complessato ragazzo kuwaitiano che finalmente aveva superato la
propria timidezza adolescenziale sgozzando i simili a quelli
che lo avevano irriso da ragazzo, Emwazi era stato messo in
disparte e un po in ombra.
La sua fine, che ancora le
fonti dellIs negano dicendolo soltanto ferito perch non
possono ammettere che i crociati siano penetrati nel cuo-

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 



1&34"1&3/&%*1*
XXXCCDDPN
FEJUJPODOODPN

LE ALTRE VITTIME
DEI DRONI NEL 2015
8,22 metri

14,8 metri
2,1 metri
uomo
in scala

Sanafi Al Nasr
e Mushin Al Fahdli
del gruppo
Kohrasani legato
ad Al Qaeda in Siria

Predator Reaper
motore Rotax 914 4 cilindri 101 hp

Altitudine
Ore 23.51 (22.51 in Italia)
Scatta loperazione
di uno dei due droni che da 5 ore
stava sorvolando la zona
in attesa delle coordinate
per colpire.
Al drone teleguidato
viene ordinato di colpire
lautomobile sparando
un missile Hellfire del costo
di circa 60mila dollari
Loperazione
stata messa a punto
dalle forze speciali della base
di Fort Bragg, in North Carolina:
le stesse che hanno gestito
il blitz in cui venne ucciso Bin Laden

Velocit
Autonomia
Carburante

7.600 metri
135 chilometri orari
pi di 24 ore
378 litri

Sistema di puntamento:
Multispectral Targeting System,
(designatore elettro-ottico, infrarosso,
designatore lasere illuminatore laser
integrati in un unico pacchetto di sensori)

Armamento: missili AGM-114 Hellfire


anche del tipo LG anti-tank

Nasir al-Wuhayshi
in Yemen, numero
due di Al Qaeda
e fra gli ispiratori
del massacro
di Charlie Hebdo
a Parigi

tano. Possono, come dovrebbere aver fatto quelli che hanno


incrociato sul cielo di Raqqa
(due americani, almeno uno
britannico) per cinque ore prima di ricevere dai comandi le
coordinate dellauto sulla quale il boia con lalito cattivo viaggiava con tre compagni e lanciare il missile Hellfire, centrare a velocit ultrasoniche anche una persona, che dunque
neppure lo sente arrivare.
Muore nel silenzio di unesplosione che non percepisce.
Possono segnare vittorie
simboliche, come questa, ma
non vincere la guerra, non per
inferiorit tecninca, ma per
lincoparabile sproporzione
fra mezzi e volont. Un missile
Hellfire costa quasi 60 mila
dollari. Il coltello dentato per
la caccia ai cervi che Jihadi
John usava per decapitare le
vittime sacrificali, magari dopo averle costrette a ballare
con lui il tango come rivel il fotografo danese Ray Ottosen
sfuggito alle sue grinfie, costa
appena cento dollari. E dunque ci saranno sempre pi coltelli che missili.

LONDRA. Era un ragazzo che come noi amava il calcio, i jeans


e le compagne di classe. Perch e in quale maniera Mohammed Emwazi, ribattezzato dai media Jihadi John, sia rapidamente diventato uno sgozzatore di ostaggi nei video girati dal network del terrore, rimane un mistero. I suoi difensori accusano i servizi britannici, che lo avrebbero interrogato, perseguitato, disegnandogli intorno un cerchio sempre
pi stretto al fine di isolarlo. Le testimonianze di coetanei, insegnanti e colleghi fanno credere che si fosse isolato da s:
preso in giro a scuola, respinto da un amore giovanile, infine
influenzato dalle cattive compagnie, dapprima gang, quindi estremisti islamici alla ricerca di candidati da avviare alla jihad. Forse la verit sta nel mezzo. Come
che sia, un ragazzo frustrato e animato
da un cieco desiderio di rivincita nei confronti di una societ che non sembrava disposta ad accettarlo, aveva apparentemente trovato riscatto e una fama fuggevole per quanto sinistra nel Califfato Islamico: fino allincontro di ieri con un missile lanciato da un drone vicino a Raqqa.
Nato in Kuwait 27 anni fa, Mohammed emigra con la famiglia in Inghilterra nel 1994 e si iscrive alla St. Mary Magdalene, scuola anglicana. Un annuario lo
mostra in posa con la squadra di football
dellistituto. Un ex compagno racconta
che il futuro jihadista cresceva sognando Beckham: voleva fare il calciatore.
Un altro ricorda che era lunico musulmano in classe e una volta scrisse sulla lavagna lalfabeto arabo. Non aveva buoni voti, ma era abbastanza popolare. Per le medie e superiori si trasferisce alla scuola
statale Quintin Kynaston Academy: la
maggior parte degli allievi appartengono a minoranze etniche e sono musulmani, fra loro non mancano le gang. Soprannominato Litte Mo (Piccolo Mo) per la
statura, a 13 anni Emwazi diventa membro di una queste. Ha le insicurezze tipiche di ogni adolescente, ma reagisce frequentando brutte compagnie: droga, alcol e violenze. Vuole vestire da cool kid,
come si dice in gergo, ragazzo alla moda,
jeans a vita bassa, cappellini da baseball,
felpe col cappuccio: leffetto pi che altro ridicolo. Timido, insicuro, esce con
giovani asiatici pi grandi. A scuola gli
amici si fanno beffe di lui; perde la testa
per una ragazza, ma lei nemmeno se ne
accorge. Gli insegnanti ricordano che lo
mandano a lezione di BOHFSNBOBHF
NFOU, per controllare la rabbia. Come Mohammed, due compagni della Kynaston
finiranno per arruolarsi nella jihad in Siria e Somalia: qualche giornale la definisce la scuola dei terroristi.
La radicalizzazione prosegue alla Uni-"7*5"-0/%*/&4&
versity of Westminster, dove ottiene una
*OBMUP.PIBNNFE
laurea in informatica. Frequenta le mo&NXB[JRVBOEP
schee della capitale, segue un fanatico
TUVEJBWBCVTJOFTT
predicatore, Hani al-Sibai, partecipa a diNBOBHFNFOU
mostrazioni di estremisti. Il servizio seBMM6OJWFSTJUZPG
greto inizia a seguirlo. Nel 2009 vola in
8FTUNJOTUFS GSB
Tanzania con due giovani, pi tardi enF4PUUP MBDBTB
trambi militanti del terrore ed entrambi
EPWFIBWJTTVUPDPO
uccisi da droni Usa in Somalia. Al ritorno
MBTVBGBNJHMJB
in patria viene interrogato dallMi5, lantiterrorismo britannico. Secondo Cage,
una ong (non esente da accuse di estremismo), lo spionaggio avrebbe tentato di reclutarlo come informatore e lo
avrebbe minacciato al suo rifiuta. Torna a vivere per un po
in Kuwait, trovando lavoro e una promessa sposa; ma le autorit britanniche, dopo un suo breve ritorno a Londra, gli
impediscono di ripartire, cos perde lavoro e fidanzata. A
questo punto, nellagosto 2013, scompare. Per riapparire in
Siria, 12 mesi pi tardi, nel video in cui tiene un coltello alla
gola di un ostaggio, il giornalista americano James Foley,
primo delle sue vittime. Non c pi il ragazzo che amava il
calcio e i blue jeans. Al suo posto, sotto il cappuccio nero di
boia del Califfato, c Jihadi John.

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Mokhtar
Belmokhtar
in Libia, guid
l'attacco
a una raffineria
che provoc
40 morti

&SBTFHVJUPEBUFNQP J
NJTTJMJMPIBOOPDPMQJUP
NFOUSFTUBWBFOUSBOEP
JOVOBNBDDIJOB

+0)/*-#0*"
6OBEFMMFQSJNF
JNNBHJOJEJ
.PIBNNFE&NXB[J
OFJWJEFPEFMM*TDPO
JMDPMUFMMPJONBOP
BDDBOUPBHMJPTUBHHJ
DIFQPJWFOJWBOP
VDDJTJ'VTVCJUP
DIJBNBUP+PIOJM
CPJB

quasi certezza che siano risparmiati i non combattenti,


offre certamente lacre sapore
della vendetta e della giustizia, soprattutto alle famiglie
delle sette vittime sacrificali
del boia, avvisate dalla Casa
Bianca prima del blitz, ma
niente di pi, come luccisione
di Bin Laden non segn affatto
la fine della marea terroristica.
Questo stato soltanto un

.PIBNNFE QSFTPJOHJSPBTDVPMB
FSBBOJNBUPEBMEFTJEFSJPEJSJTDBUUP
/045304&37*;*0
&/3*$0'3"/$&4$)*/*

episodio. Con il targeted killing, con la caccia e lesecuzione di target, di obbiettivi individuali, le armi ultramoderne delle forze armate europee
e americane, ora anche russe,
cercano lago nel pagliaio e
spesso, come sembra essere
accaduto gioved sera, lo trovano. Con i loro piani di massacri
in massa, come le bombe nello
shopping center degli odiati
sciiti di Beirut o sullAirbus
russo, i terroristi della sedicente Guerra Santa bruciano i pagliai, senza curarsi di che cosa
ci sia dentro.
I droni come il tipo Reaper, il grande falciatore, lanciato da una base in Iraq sono
strumenti di guerra insieme
micidiali e pi chirurgici dei
bombardieri e dei missili Cruise che rischiano, come accaduto di recente in Afghanistan,
di colpire sabbia e cammelli o
di distruggere ospedali, di polverizzare feste, funerali e matrimoni, producendo a volte
pi nemici di quanti ne abbat-

re del loro mondo e che qualcuno abbia indirizzato quel drone con tanta precisione, non
cambier naturalmente nulla
nella strana, e insieme crudelissima guerra in atto fra gli
spettri nella polvere e i robot
nel cielo. La decisione di colpire chiunque e ovunque attraverso i droni, purch esista
dice la direttiva presidenziale,
la quasi certezza della loro
identit e, testualmente, la

%B-POESB
BMMBUSJODFB
JMLJMMFSDPOJMNJUP
EJ#FDLIBN

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



-"453"(&%*1"3*(*

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXMFGJHBSPGS
XXXMJCFSBUJPOGS

-JOUFSWJTUB

.BSFL)BMUFS-PTIPDLEFMGJMPTPGPGSBODFTFi
TVDDFTTPUVUUPBQPDIJNFUSJEBDBTBNJB4JBNPEJ
GSPOUFBVOOVPWPDPOGMJUUP EJWFSTPEBMQBTTBUP"EFTTP
MB'SBODJBSJTDIJBEJDBEFSFOFMMFNBOJEJ.BSJOF-F1FOw

-"453"(&
*DPSQJEJBMDVOF
WJUUJNF
BMMFTUFSOP
EJVOSJTUPSBOUF
B1BSJHJ

i2VFTUBVOBHVFSSBHMPCBMF
0SBMBEFNPDSB[JBJOQFSJDPMPw
(*".1"0-0$"%"-"/6

1SJNBTJNBOEBWBOP
BFSFJFDBSSJBSNBUJ
PHHJDJTPOPQFSTPOF
QSPOUFBNPSJSFQVS
EJVDDJEFSFJOOPNF
EJ%JP&PQQPSWJTJ
EJGGJDJMJTTJNP
"MMFQSPTTJNF
FMF[JPOJMBEFTUSB
QSFOEFSNJMJPOJ
EJWPUJJOQJ*MSJTDIJP
DIFDJTJBVOB
TQJSBMFJNQB[[JUB
EJFTUSFNJTNJ

AREK Halter ha vissuto


gli orrori del nazismo,
fuggito dal ghetto di
Varsavia, scampato alla repressione sovietica. Ma al telefono dalla sua casa di Parigi, a
pochi passi dal Bataclan, sembra far fatica ad afferrare quello che sta succedendo nella
sua stessa citt.
Riesce a capire che cosa sta
succedendo?
una nuova guerra, lho
scritto appena due settimane
fa sul +PVSOBMEF%JNBODIF. Il
mondo sta cambiando. E cambia la forma della guerra. Nel
39 si mandavano aerei e carri
armati, oggi ci sono persone
pronte a morire pur di uccidere in nome di Dio. E opporvisi
difficilissimo.
Che succeder adesso?
Ho una paura, che quasi
una certezza: quello che sta
succedendo aiuter la destra
estrema, alle prossime elezioni guadagner milioni di voti.
La chiamano gi la guerra con
lislam. E stanno lanciando la
guerra contro i rifugiati, perch i figli di quelli che scappano da Iraq e Siria vengono in
Francia per uccidere. la democrazia a essere in pericolo.
La gente ha paura, e apre agli
estremismi. Non impossibile
che domani ci siano attacchi
contro i musulmani in Francia, o attentati alle moschee.
Come si pu evitare che questa profezia di sventura si
realizzi?
Per la gente semplice siamo gi in una guerra di religione. Ed difficile trovare una
via duscita. Gi tempo fa ho
chiesto ai musulmani di Francia di mobilitarsi per dire che
sono solidali con le vittime degli attentati e prendere le distanze dai jihadisti, altrimenti

la popolazione francese penser che sono complici o conniventi. Il pericolo una guerra
di religione. Non possiamo
spiegare alla maggioranza della gente che reagire sbagliato. I nostri vicini sono musulmani, in Francia sono sette milioni, io mi raccomando con loro, perch si muovano a protestare contro questi assassini.

E la gran parte della comunit


daccordo
Secondo lei ci sono collegamenti con la politica estera
del governo di Franois Hollande, che ha proseguito sulla linea interventista di Nicolas Sarkozy?
Sicuramente ci sono collegamenti con la politica estera
di Hollande e lintervento in

Iraq. I jihadisti stanno colpendo le nazioni che stanno opponendosi allo Stato Islamico.
Hanno colpito in Russia, hanno colpito in Egitto, hanno colpito i libanesi di Hezbollah perch stanno aiutando il regime
di Damasco, oggi hanno colpito la Francia e domani potrebbe toccare a tutti i Paesi coinvolti nelle operazioni.

Come si pu reagire?
difficile fare qualsiasi cosa. Se ci fosse stato da affrontare un esercito regolare, in una
guerra tradizionale, un paese
da sessanta milioni di abitanti
avrebbe reagito adeguatamente. Ma cos? Non possiamo certo schierare cento poliziotti per ogni stazione della
metropolitana. E una risposta
politica non c.
Si fatto unidea di chi possano essere questi attentatori?
Di sicuro c che erano ben
organizzati. Sono certo che
molti di loro abbiano la cittadinanza francese. Non vengono
dallIraq, ma sono nati in Francia e uccidono invocando Allah. Ed molto difficile proteggersi contro il vicino che parla
la tua lingua e conosce la tua
citt.
E adesso, le possibili conseguenze politiche sono inquietanti.
Vincer Martine Le Pen. E
in realt bisogna darle ragione, quando dice che gli islamici non sono buoni francesi:
non sono pronti a morire per
la democrazia, ma per Allah
s.
Crede che questi avvenimenti possano spingere
lOccidente a far pressione
su Israele per raggiungere
finalmente una soluzione al
problema palestinese?
No, per i jihadisti il problema non c, non parlano nemmeno pi dei palestinesi. Alla
soluzione dei due Stati pensano le persone per bene. Ma
sempre di pi in Occidente si
sentiranno vicini a Netanyahu, perch adesso comprendono i sentimenti degli israeliani
davanti al terrorismo.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

-"453"(&%*1"3*(*

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 



1&34"1&3/&%*1*
XXXMFQBSJTJFOGS
XXXEFGFOTFHPVWGS

-FJEFF
-PTDFOBSJP-B'SBODJBTFNQSF

QJBSJTDIJPDPTJMSFDMVUBNFOUPQSPTQFSB
USBNBODBUBJOUFHSB[JPOFFJMGJVNFEJHJPWBOJ
DIFWBOOPBEBEEFTUSBSTJDPOM*TJO4JSJB

2VFHMJBTTBTTJOJ
EFMMBi4DIFEB4w
DIFDSFTDPOP
OFMMFCBOMJFVF

50-04"

3&/;0(60-0

A FRANCIA ancora sotto ti-

ro del jihad. Questa volta


non pi la redazione di
un giornale o un ristorante
ebraico, comunque simboli direttamente collegabili allostilit palese degli islamisti radicali ma bar e locali notturni,
considerati dai fanatici luoghi
di perdizione e del vizio occidentali. quella che, dopo lattacco a un deposito di gas di
un lupo solitario, avevamo
chiamato la jihad della vita
quotidiana. La pi subdola e
pericolosa, perch, nellintento di generare terrore, colpisce luoghi nei quali non ci si
aspetta di essere colpiti dal furore ideologico e la sorveglianza difficile.
Accade non casualmente,
nel giorno in cui in Siria viene
colpito Jihadi John, nellEsagono ormai terra della jihad.
Lo dicono i numeri dei GPSFJHO
GJHIUFST transalpini e dei simpatizzanti radicali che non
hanno voluto o potuto espatriare. Sono circa millecinquecento i giovani francesi riconducibili alla filiera islamista radicale coinvolti nel conflitto siro-iracheno. Let media tra
i 15 e i 30 anni. Nel totale sono
aumentati,
nel
2015,
dell84% rispetto allanno precedente. I convertiti autoctoni sono circa un quarto del totale: il 22% degli uomini, il
27% delle donne. I francesi
che si trovavano nelle zone di
combattimento allinizio del
2015 erano 413 fra cui 119
donne. In 261 hanno lasciato
la regione: 200 dei quali per
tornare in Francia. Alla met
del 2015 erano 126 i caduti in
combattimento. Cifre che facevano presupporre quello
che accaduto
Le partenze sarebbero verso Siria e Iraq state molte di
pi se senza lazione di prevenzione delle forze di sicurezza,
che hanno fermato centinaia
di persone prima che partissero, e i colloqui dissuasivi avviati dalla Dcri, i servizi dinformazione interni, mirati a
fare sentire al potenziali jihadisti il fiato sul collo dello Stato. Un panorama ancora pi
problematico, se lo sguardo si
allarga ai titolari di una scheda S, sigla che indica quanti
sono ritenuti potenzialmente
pericolosi per la sicurezza dello Stato: sono oltre cinquemila gli islamisti radicali che ricadono in questa classificazione. Cifra che impedisce una

sorveglianza necessariamente indirizzata verso individui


il cui grado di pericolosit viene ritenuto elevato. Non casuale che alcuni degli autori
degli attentati che, a partire
dal 2012, hanno periodicamente colpito il paese, fossero
titolari di una fiche S.
Questa terribile istantanea, che fissa numeri da brivido, fa comprendere come il livello di rischio sia enorme in
Francia. Da tempo lIs rivolge
particolare attenzione allEsagono, come ricorda la rivista
%BS"M*TMBN, edita da "M)B
ZBU e specificamente rivolta al
mondo francofono. Il fatto che
lIsis pubblichi una rivista in
francese, testimonia limportanza assegnata nella sua strategia alla penetrazione tra i
musulmani francesi e francofoni. Dopo gli attentati a $IBS
MJF)FCEP la copertina di un numero della rivista, che ritraeva la Torre Eiffel, era titolata
Allah maledica la Francia.
Allinterno, oltre un articolo
sul dovere di attaccare chi insulta il Profeta, un omaggio al
Soldato del califfato Koulibaly, con la giustificazione religiosa del suo operato e un pezzo sullinimicizia storica tra la
Francia e lislam. Alla Francia
crociata gli jihadisti imputano il ruolo avuto nei conflitti
in Afghanistan, Iraq, Siria e
Mali. Ma la colpa si estende anche al passato, dal momento
che, per gli islamisti radicali,

la pesante eredit coloniale di


Parigi ha prodotto deculturazione e secolarizzazione, anche nei paesi della Mezzaluna
decolonizzati.
Odio e reclutamento prosperano per il diffondersi a livello globale dellideologia radicale. Ma nel caso francese si
nutre anche di un malessere
tutto transalpino. La situazione esplosiva nelle CBOMJFVF; la
mancata integrazione, in assenza di politiche pubbliche
falcidiate dalla crisi del welfare, dei giovani che le popolano. Il difficile rapporto tra i
CBOMJFVTBSEFT e le forze di polizia nei quartieri difficili, in
un contesto nel quale la vita di
strada ne fa presto clienti fissi
di commissariati e tribunali.
Naturalmente, tutto ci non
giustifica in alcun modo lo
stragismo sanguinario che colpisce un paese che si vuole
brutalmente terrorizzare con
la violenza. Con le conseguenze sul piano della deriva xenofoba e delle torsioni della democrazia che si possono immaginare. Sparando sulla folla, gli jihadisti cercano una
drammatica semplificazione
del campo secondo la logica
amico/nemico. Nellintento di
chiamare alle armi sempre
pi sostenitori in uno scontro
che, nonostante reazione che
si profila allorizzonte, non pare volgere al termine in tempi
brevi.

5SBMFJMNBS[P
 JOUSFEJWFSTJ
BUUBDDIJ JMUFSSPSJTUB
GSBODPBMHFSJOP
.PIBNNFE.FSBI
VDDJEFUSFNJMJUBSJF
RVBUUSPDJWJMJEJ
SFMJHJPOFFCSBJDB USB
DVJUSFCBNCJOJ OFMMF
DJUUEJ5PMPTBF
.POUBVCBO 
TQBSBOEPEBMTVP
NPUPSJOP
$JSDPOEBUPOFMTVP
BQQBSUBNFOUP 
NVPSFOFMMBTTBMUP
EFMMFGPS[FTQFDJBMJ

$)"3-*&)&#%0
*MHFOOBJPEFMJ
GSBUFMMJ$ISJGF4BJE
,PVBDIJJSSPNQPOP
DPOEFJGVDJMJ
NJUSBHMJBUPSJOFMMB
TFEFEFMHJPSOBMF
TBUJSJDP$IBSMJF)FCEP 
DIFBWFWBQVCCMJDBUP
VOBTFSJFEJWJHOFUUF
TBUJSJDIFTV
.BPNFUUP.VPJPOP
VOEJDJQFSTPOF USBDVJ
PUUPNFNCSJEFMMB
SFEB[JPOF FVOBMUSB
EVSBOUFMBGVHB%PQP
EVFHJPSOJEJSJDFSDIF
WFOHPOPTDPWBUJF
VDDJTJ

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*-5)"-:4
*MBHPTUP TVMUSFOP
BMUBWFMPDJU5IBMZTEB
1BSJHJB"NTUFSEBN 
DPOQBTTFHHFSJB
CPSEP "ZPVC
FM2BI[[BOJVO 
FOOFNBSPDDIJOP
OPUPBJTFSWJ[JTFHSFUJ
EJUSF1BFTJ BSNBUPEJ
LBMBTIOJLPW BQSFJM
GVPDPJOVOBEFMMF
DBSSP[[F5SFHJPWBOJ
NJMJUBSJBNFSJDBOJ DPO
MBJVUPEJVO
TFTTBOUFOOFJOHMFTF 
SJFTDPOPBEJTBSNBSF
MVPNPDIFWJFOFQPJ
BSSFTUBUPEBMMBQPMJ[JB

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

-"((3&44*0/&%*.*-"/0



la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

-JODIJFTUB

.JMBOP CMJOEBUJJSJUSPWJEFHMJFCSFJ
$BDDJBBMMBHHSFTTPSFOPOFTDMVTBMB
QJTUBEFMMVQPTPMJUBSJPKJIBEJTUBORVFMMB
OFPOB[JTUBi&SBNBHSPFCJPOEP EPQP
MBHHVBUPIBUPMUPJMQBTTBNPOUBHOBw
."44*.01*4"
MILANO. Ma non ha pronunciato nulla, un

-&5"11&

-"44"-50
1PDPEPQPMFEJ
HJPWFE /BUIBO
(SBGG BOOJ 
JTSBFMJBOP 
DFSUJGJDBUPSFEJDJCP
LPTIFSFDPHOBUPEJ
VOSBCCJOP WJFOF
BDDPMUFMMBUPQFS
TUSBEB OFMRVBSUJFSF
FCSBJDPEJ.JMBOP 
EBVOBTTBMJUPSF
JODBQQVDDJBUP
-"'6("
-BUUFOUBUPSF NBHSP
FCJPOEP GVHHF
WFSTPMBNFUSPEJ
#BOEF/FSF DIF
QFSOPOQSFOEF
(SBGG GFSJUPB
TDIJFOB CSBDDJBF
WPMUP WJFOF
USBTQPSUBUP
BMM0TQFEBMF
/JHVBSEB/POJO
QFSJDPMPEJWJUB

grido, una frase?. Per quindici volte, nella


notte tra gioved e venerd, la domanda
echeggia tra i corridoi della Digos milanese.
E dai quindici testimoni raccolti in via San
Gimignano e portati in questura, gli investigatori si sentono rispondere la stessa frase:
nulla, rimasto zitto e calmo tutto il tempo.
Ruotano attorno a questa anomalia le prime
24 ore dellindagine sullaccoltellamento di
Nathan Graff, il 40enne israeliano supervisore della kasherut (la purezza e conformit

degli alimenti ai precetti ebraici) accoltellato sul controviale di casa. Indagine delicatissima, allerta massima, controlli agli obiettivi sensibili rafforzati dalla Procura, intelligence e antiterrorismo al lavoro. Ma il fascicolo aperto dal procuratore aggiunto Maurizio Romanelli per tentato omicidio. Senza,
al momento, laggravante dellodio razziale.
Perch non ci sono al momento elementi
per certificarla. N, ovviamente, per escluderla.
anomalo il profilo dellassalitore solitario, incappucciato, magro e muto. Biondo,
confermer una inquilina che dal balcone

-JOUFSWJTUB1BSMB/BUIBO(SBGG MBWJUUJNB
EFMMBDDPMUFMMBNFOUPiTUBUPVOBUUBDDPBOUJTFNJUB MPCJFUUJWP
FSBDPMQJSFMBOPTUSBDPNVOJUFTQBWFOUBSDJ4FBWFTTFWPMVUP
EFSVCBSNJMPBWSFCCFGBUUPTFO[BBMDVOQSPCMFNBw

i/POFSBVOBSBQJOB
NJWPMFWBVDDJEFSF
TPMPQFSDITPOPFCSFPw
1"0-0#&3*;;*

-&3*$&3$)&
4FDPOEPJUFTUJNPOJ
MBHHSFTTPSFOPO
BWSFCCF
QSPOVODJBUPBMDVOB
GSBTFBTGPOEP
SFMJHJPTP-B1SPDVSB
IBBQFSUPVO
GBTDJDPMPQFSUFOUBUP
PNJDJEJPWPMPOUBSJP 
TFO[BQFSPSB
BHHJVOHFSF
MBHHSBWBOUFSB[[JBMF
-&.*463&
%BJFSJNBUUJOB DPO
VOBDJSDPMBSFEFM
7JNJOBMFJOWJBUBB
RVFTUPSJFQSFGFUUJ 
JOUVUUB*UBMJBTPOP
TUBUFJOUFOTJGJDBUFMF
BUUJWJUEJWJHJMBO[BF
DPOUSPMMPBUUPSOPB
MVPHIJEJDVMUP
FPCJFUUJWJTFOTJCJMJ
MFHBUJBSFMJHJPOFF
DPNVOJUFCSBJDIF

no Levi e cognato di Nathan Graff, sicuro


che quella jihadista fosse la pista privilegiata dalla Digos. Ma non escluso al momento
nemmeno il filone neonazista, con gli stessi
dubbi del primo.
Operato ieri al Niguarda per ricucire i tagli su guancia, avambraccio e schiena, Graff
ne avr per un mese. Alla polizia ha ribadito
di non poter riconoscere il suo carnefice a
volto coperto. Di certo era un obiettivo riconoscibilissimo per un atto di violenza antise-

del terzo piano gli urla bastardo! mollalo!


e lo vede allontanarsi a passo spedito verso
piazza Bande Nere, dove c una fermata della metropolitana che al momento le telecamere lo escluderebbero, n in zona sono
state trovate immagini nitide dellassalitore non prende. Biondo e poco pi alto di
un metro e 70, conferma il passante che prova a seguire lassalitore fuggiasco, coltello
ancora in mano, e lo vede sfilarsi il passamontagna dalla testa, prima di fermarsi per
la paura. Poco pi in l, Graff rantolava su
una panchina in attesa dellambulanza.
Un lone wolf, un lupo solitario, una
cellula individuale che si attiva nellOccidente e decide di colpire il primo bersaglio disponibile? Possibile, ragionano gli investigatori. Ma quale terrorista non rivendica un fatto di questa portata ragionano in questura senza un solo gesto che lo rivendichi?
Quanto meno per attribuirlo alla propria
parte, e non lasciare il dubbio che lo abbiano
fatto altri. E quale matrice avrebbe questo
attentato? Non esclusa quella islamica,
delleuropeo dellEst convertito, nonostante la smentita ufficiale arrivata in serata a
una frase di Shmuel Hezkia, figlio del rabbi-

Sto bene, grazie a


Dio. Le labbra si incurvano in
un accenno di sorriso sotto la
barba folta adagiata sul collo del
pigiama che piccoli ghirigori neri fanno somigliare a quello di
un bambino. Davvero sta bene?,
con quelle ferite l. Si, adesso va
meglio, dice a 3FQVCCMJDB Nathan Graff. Eccoli i due tagli che
oltraggiano il volto tumefatto:
quello sulla guancia destra, il
pi profondo, una linea obliqua
che scende dallo zigomo verso le
narici, coperto da una garza.
Laltro a forma di uncino, sul lato opposto della faccia. I punti di
sutura si perdono tra i peli del viso, la moglie, maglia nera e gilet
colorato, capelli raccolti nella coda, li indica col dito. Dice che il
medico ha detto non ci sar bisogno di nessuna ricostruzione
plastica. Cinque e mezza. Graff
disteso sul letto vicino alla finestra: stanza 26, terzo piano, reparto di chirurgia plastica dellospedale Niguarda. Ha la kippah
nera posata sulla testa, e la testa
ha lasciato sul cuscino ampie
chiazze di sangue: il lenzuolo,
uguale. Buonasera, prego. Nathan non parla italiano, se vuole
posso tradurre io... Ma non scriva il mio nome. Solo che sono
sua moglie, di questuomo buono come il pane. E lui mio cugino (anche lui sulla quarantina,
anche lui con la kippah, molto
cortese e visibilmente scosso).
Graff tiene il braccio destro sollevato allaltezza del capo, porta

MILANO.

.JIBBTTBMJUPFIB
DPNJODJBUPBGFSJSNJ
DPMDPMUFMMP)PDFSDBUP
EJTDIJWBSFJDPMQJNB
MVJOPOMBTNFUUFWB
*OUJGBEB 1BSMBSFEJ
NVTVMNBOJSJTDIJPTP 
WVPMEJSFHFOFSBSF
TPTQFUUJ FNBHBSJ
JOOFTDBSFBMUSBWJPMFO[B
1SFHPQFSDIRVFTUB
DJUUOPOEJWFOUJ
VOB[POBEJHVFSSB
/PJWPHMJBNPTPMUBOUP
WJWFSFJOQBDF

lorologio e beve acqua naturale. Sullaltro braccio, lungo il


fianco, appoggiata la mano
protettiva della moglie, madre
della bambina che hanno avuto
cinque anni fa. Parla un italiano
perfetto. Sostiene il marito
quando la voce arranca. Integra
le risposte.
Che cosa ricorda, Graff,

dellaggressione?
Erano le otto. Stavo tornando dal lavoro. Camminavo e
quelluomo mi ha assalito alle
spalle, e ha iniziato a ferirmi col
coltello. Mi sono girato, ho cercato di difendermi (ha graffi e tagli anche sulle braccia, OES). Per
un po ci sono riuscito, poi sono
caduto a terra. Prima sul marcia-

AA

/"5)"/(3"''

piede, poi sulla strada (le gambe sono piene di lividi).


Il suo aggressore era incappucciato, non lo ha visto in
faccia, giusto?
Non ho visto niente di lui.
Era coperto. Ho cercato solo di
schivare le coltellate e di salvarmi da quel pazzo che non smetteva di colpirmi. Ringrazio Dio

perch mi ha protetto.
Pare che alcuni testimoni abbiano visto che aveva i capelli
biondi.
Non so. La gente mi ha sentito gridare ed intervenuta, ma
lui era gi scappato. Laggressione durata pochi secondi, mi ha
colpito con nove coltellate ed
fuggito di corsa.
Che cosa ha pensato quando
se lo trovato addosso? E anche dopo lo shock...
Che voleva uccidermi. Non
era una rapina, non voleva portarmi via niente. Senn lo avrebbe fatto. Ho pensato che non era
un ladro ma solo un fanatico che
mi voleva ammazzare perch sono ebreo.
Unaggressione antisemita,
quindi.
Penso proprio di s. Non voglio e non posso accusare nessuno, ma credo che quelluomo
aveva un solo obiettivo: ammazzare un ebreo ortodosso. Colpire
la nostra comunit qui a Milano.
Spaventarci.
Qualcuno vede lo spettro
dellIntifada dei coltelli. E dietro lIntifada ci sono i musulmani.
Non so. Penso sia sbagliato
gettare la croce contro qualcuno. Parlare di musulmani cos
rischioso, vuol dire generare sospetti, e magari innescare altra
violenza. Anche se le coltellate,
il tipo di aggressione, la stessa
cosa che sta accadendo in Israele. Una cosa certa: quelluomo
ha riconosciuto un ebreo, e lha
accoltellato. Adesso prego

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 



1&34"1&3/&%*1*
XXXNPTBJDPDFNJU
XXXVDFJOFU

.BUUBSFMMBSBEEPQQJBSFMBWJHJMBO[B
mita: abito nero con le frange, barba, cappello a larghe tese. Per, se lassalitore solitario voleva colpirne uno a caso ragiona ancora un investigatore avrebbe potuto
aspettare chi usciva dal ristorante kosher, il
Carmen, l vicino. Invece il bersaglio stato
il 40enne supervisore, uomo molto conosciuto nella comunit ma senza orari, che ieri
era stato in Piemonte con un rabbino e una
terza persona a controllare vini, era rientrato in treno e poi in taxi ed era appena sceso a

cinquanta metri dal suo condominio, la stessa che fu abitata da mamma Rosa Berlusconi. Anche per questo, gli investigatori non
escludono che il movente delle sette coltellate sia da cercare anche nella vita personale e
personale del genero del rabbino Hezkia.
Cellulari, contatti e celle telefoniche sono al
setaccio.
Nel giorno di shabbath, dentro e fuori il
quartiere la comunit ebraica di Milano vive lassalto a uno dei suoi figli con un impa-

*$0/530--*
1SFTFO[BNJMJUBSF
SBGGPS[BUBEBJFSJ
BMMFTUFSOPEFMMB
TJOBHPHBEJWJB%FMMB
(VBTUBMMBB.JMBOP*O
CBTTP/BUIBO(SBGG 
MJTSBFMJBOPEJBOOJ
BDDPMUFMMBUPHJPWFE

sto di terrore, voglia di reagire e serenit. La


solidariet politica e istituzionale trasversale. C allarme, limpegno a raddoppiare vigilanza e prevenzione, assicura il presidente della Repubblica Mattarella. Dal premier Renzi arrivano tutto il nostro affetto e
la nostra amicizia a questa comunit e la profonda vicinanza alla personacolpita a Milano. Il sindaco Pisapia condanna un fatto
gravissimo che non deve restare impunito.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

:&%*05)")30/05)

6/)"3&%*"$$0-5&--"50
$PT:OFU WFSTJPOFPOMJOFEFM
RVPUJEJBOP:FEJPUI"ISPOPUI

)""3&5;

$"$$*""--60.0
*MRVPUJEJBOPJTSBFMJBOPTJ
DPODFOUSBTVMMFJOEBHJOJ

+&364"-&.1045

Dio....
Per che cosa?
Perch Milano non diventi
una zona di guerra. Perch non
ci siano altre aggressioni di questo tipo. Noi ebrei vogliamo vivere in pace. Io e la mia famiglia
non avevamo mai avuto nessun
problema.
Dove vivete?
In zona Bande Nere, Lorenteggio. un quartiere tranquillo. Io lavoro in una vineria kosher che serve molti locali milanesi. Mi sono trasferito a Milano

da Israele, la famiglia di mia moglie in Italia da cinquantanni.


Quanta paura avete, adesso?
La paura c, e c il rischio
che qualche pazzo fanatico ripeta la stessa cosa.
Il presidente delle comunit
ebraiche italiane ha detto
che gli ebrei italiani non si faranno intimidire. Cambierete le vostre abitudini?
Ci guarderemo alle spalle.
Ha ricevuto molta solidariet?

Si, tantissimi messaggi di affetto e di vicinanza. Non soltanto dalla comunit ebraica. Anche qui in ospedale, medici, infermieri, la gente che viene: mi
hanno fatto tutti coraggio. E poi
gli amici. Siamo una comunit
unit che vuole vivere in una democrazia fatta di pace. Lodio
razziale e religioso non ci appartiene.
Intanto a Milano stata rafforzata la sicurezza nei luoghi a rischio: sinagoghe, scuole, centri culturali, abitazioni

di esponenti della comunit


ebraica.
I militari ce li abbiamo da
maggio, da quando iniziato
lExpo. Ma se ti colpiscono per
strada, alle otto di sera, improvvisamente, mentre torni dal lavoro, i militari cosa possono fare?.
Alle sei della sera in reparto ci
si prepara per la cena. Graff, nonostante le ferite sul viso i tagli operati durgenza gioved
notte gli provocano uninevitabile contrazione dei muscoli rie-

sce a consumare normalmente i


pasti. Per fortuna un uomo
forte, sorride la moglie. Graff si
appena appisolato. Chiediamo
se possiamo scattargli una foto,
per rendere pubbliche le condizioni fisiche in cui stato ridotto. Meglio di no risponde la
donna . I suoi genitori non
lhanno ancora visto, cos ridotto. E nemmeno nostra figlia.
Aspettiamo che si riprenda e
che le ferite si rimarginino un
po.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

"550*40-"50
i4QFSJBNPTJBVOBUUPJTPMBUPw 
EJDFVONJMBOFTFBMHJPSOBMF

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



10-*5*$"&(*645*;*"

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

*MDBTP%F-VDB
-FJOUFSDFUUB[JPOJ
&DDP  MF  UFMFGPOBUF  JO  USJCVOBMF  USB 
MBWWPDBUP.BOOBFMBNPHMJFNBHJTUSBUP
QFSFWJUBSFMBTPTQFOTJPOFEJ%F-VDB

i0QFSB[JPOFGBUUB
IPQBSMBUPDPO"OOB
TUBUFUSBORVJMMJTTJNJ
QVPJBWWFSUJSFHMJBNJDJw
%"3*0%&-10350-*"/".*-&--"$0/$)*5"4"//*/0

$0.1-*$"50

$QSFPDDVQB[JPOF
QFSDIMJOUFSWFOUP
DPNQMJDBUP$PO
MBOFTUFTJBTCBHMJBUB 
MPTBJNFHMJPEJNF 
MJOUFSWFOUPTJTCBHMJB
GBDJMNFOUF

6-5*.*44*."03"

$PNFDPODPSEBUPMB
OPUJGJDBTUBUB
EJTQPTUBPHHJ
6MUJNJTTJNBPSB
%PNBOJWFSS
FTFHVJUB"SJTFOUJSDJ
QFSHMJFTJUJ

NAPOLI. Ho finito di parlare con


Anna, puoi tranquillizzare tutti:
cos lavvocato Guglielmo Manna rassicura lamico e collega
Gianfranco Brancaccio alle 21 e
56 del 16 luglio. Siamo alla vigilia
delludienza fissata davanti al tribunale civile di Napoli sul ricorso
degli avvocati del presidente della Regione Campania Vincenzo
De Luca contro la sospensione imposta dalla legge Severino. Il giudice relatore del fascicolo Anna
Scognamiglio, la moglie di Manna che proprio in quei giorni si
sta muovendo per ottenere una
nomina di prestigio nella sanit
campana. Secondo la Procura di
Roma, lambizioso avvocato utilizzer per questo obiettivo proprio la funzione della moglie.
Non a caso un paio di settimane prima, parlando con un amico, Manna aveva detto: Ma tu
hai capito la barzelletta qual ?
Indovina chi il giudice relatore
sulla causa di De Luca? Anna,
mia moglie. Manna e Scognamiglio sono ora indagati dalla Procura di Roma con lipotesi di corruzione per induzione, insieme a
De Luca, allex braccio destro del
governatore, Nello Mastursi,
allex coordinatore delle liste di
De Luca Giuseppe Vetrano e ad
altre due persone: Brancaccio
(solo omonimo dellamministrativista che assiste il governatore) e Giorgio Poziello. Dallultima informativa, spunta anche
un sms che sembra chiudere il
cerchio: lo invia Vetrano a Mastursi, anticipandogli il deposito
della decisione su De Luca.

j-"/&45&4*"%&'*/*5*7"x
Il 4 luglio, Manna e Poziello
parlano in maniera criptica di un
intervento chirurgico complicato. Secondo gli investigatori della squadra mobile di Napoli, si
tratterebbe di una metafora per
alludere alla manovra legata
alludienza del 17 luglio.
Manna: Tu glielo hai spiegato bene?
Poziello: Gli ho detto: Peppino, ma tu...ha detto lui...si s ho capito questo fatto...tutto rimandato al 17 con la sentenza del giudice.
Manna: Quindi Peppe ha ca-

-*/'03."5*7"%&--"130$63"

i*/%07*/"$)**-(*6%*$& w
*MMVHMJP(VHMJFMNP.BOOB BMUFMFGPOPDPO
VOBNJDPOPOJOEBHBUP QBSMBEFMMBTFOUFO[B
DIFQVNFUUFSFBSJTDIJP%F-VDB GJOJUPOFJ
NFDDBOJTNJEFMMBMFHHF4FWFSJOP.BOOB
DIJFEFSFUPSJDBNFOUFi*OEPWJOBDIJJMHJVEJDF
SFMBUPSF &"OOBNJBNPHMJFw

i$*40/0$*/26"/5""770$"5*w
1BSMBBODPSB.BOOB EJSJHFOUFBNNJOJTUSBUJWP
EFM4BOUPCPOPDIFBNCJTDFBEJWFOUBSF
EJSFUUPSFHFOFSBMFEJVOB"TM-JOUFSMPDVUPSF
TVBNPHMJF MBHJVEJDF"OOB4DPHOBNJHMJP 
DIFHMJSJGFSJTDFDIFOFMHJVEJ[JPTV%F-VDB
iDJTPOPDJORVBOUBBWWPDBUJw

pito bene che deve fare lanestesia definitiva?. Pi avanti, Poziello commenta che sono tutti
quanti preoccupati. E Manna rileva: Fanno bene perch lintervento complicato, con lanestesia sbagliata tu lo sai meglio di
me... lintervento si sbaglia facilmente.

j-"/03."-&"41&55"5*7"x
Mancano dieci minuti alle tre
del pomeriggio del 17 luglio, il
giorno delludienza. Il giudice Anna Scognamiglio in tribunale.
Al telefono parla con il marito.
Manna: Ma tutto a posto?.
Scognamiglio: Devono parla-

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 



1&34"1&3/&%*1*
XXXSFQVCCMJDBJU
XXXQBSUJUPEFNPDSBUJDPJU

*-1&340/"((*0-&94*/%"$0&(07&3/"503&&-"4'*%"%&-$0.6/&
%"."((*0
7JODFO[P%F-VDB
TUBUPFMFUUP
BGJOFNBHHJP
1SJNBEJBSSJWBSF
BMMB3FHJPOF
$BNQBOJBTUBUP
TJOEBDPEJ4BMFSOP

#BTTPMJOPVOBWJDFOEBUSJTUF
/BQPMJQFSJM1EJOTBMJUB
PSBQPUSFJGBSFVOBMJTUBDJWJDB

A cosa si riferivano i coniugi


quando parlavano di nulla osta
e dicevano tutto a posto? A
questioni familiari oppure ad altro? Lo dovranno accertare gli investigatori coordinati dalla Procura di Roma.

-4.4"."45634*
Lordinanza sar depositata
in cancelleria il 22 luglio.
La sera del giorno precedente,
Manna chiama Brancaccio.
Manna: Fai subito una telef...un avviso...una telefonata...insomma...chiama lavvocato, laltro avvocato...che stato
depositato stasera...diciamo la
delibera e che quindi domani
mattina ufficiale.
Brancaccio: Ah...perfetto, ok,
ora mi spiego tutto...va benissimo.
Manna: Fallo subito perch
la delibera in data di oggi...e verr numerata domani mattina...
di oggi pomeriggio...proprio di
adesso.
Brancaccio avvisa via sms Vetrano: Ciao collega, buonasera scrive - come concordato la notifica stata disposta oggi ultimissima ora per cui domani sar formalmente eseguita. A risentirci
per gli esiti. Grazie. Alle undici
di sera, Vetrano invia a sua volta
un sms a Nello Mastursi, capo della segreteria politica di De Luca fino alle dimissioni rassegnate luned scorso, dopo il suo coinvolgimento nellindagine della Procura di Roma. Caro Nello, ho consegnato in serata i documenti, per
cui domattina sar data formale
notizia. Il 22 luglio, rilevano gli
agenti della squadra mobile di
Napoli, viene depositata lordinanza collegiale con cui viene sospesa la sospensiva applicata nei
confronti di De Luca in base alla
legge Severino. Manna e Brancaccio commentano la notizia
quando gi on line, e il marito
del giudice commenta: Mo dobbiamo aspettare lo step successivo.

j6/130$&440.&%*"5*$0x

re ancora met degli avvocati.


Tu che hai fatto col preside?
Manna: Tutto a posto, ho il
nulla osta in tasca.
Scognamiglio: Ah.
Manna: Lei sar giudice ma
io non sono fesso, tengo il nulla
osta in tasca.
Scognamiglio: No il nulla
osta, devi tenere la disponibilit.
Manna: La disponibilit e il
nulla osta in entrata e tutto, Anna.
Scognamiglio: Poi devo andare a scuola a chiedere il nulla osta
e poi glielo devo portare.
Manna: Senti, eh.

Scognamiglio: Funziona cos.


Manna: S, s, devi portarla tu
mo luned ai Salesiani e ti pigli il
nulla osta da loro in uscita, poi
vai dalla preside, dalla signora
tutto a posto. Tutto fila secondo
la normale aspettativa.
Scognamiglio: Ci sono 50 avvocati e praticamente.
Manna: Cinquanta avvocati,
ma hanno fatto pure costituzione in giudizio adesso.
Scognamiglio: S, s s.
I due si salutano con affetto:
Scognamiglio: Devo rientrare, un baio ciao.
Manna: Un bacino, amore.

Assistita dallavvocato Giovambattista Vignola, il giudice


Anna Scognamiglio ha replicato
ieri nuovamente alle accuse dicendosi preoccupata ed enormemente amareggiata dal fatto
che, mentre io sono totalmente
ignara degli atti di causa e posta,
quindi, nella impossibilit di difendermi, si celebri un processo
mediatico ai miei danni con relativa condanna definitiva. Il magistrato esclude in maniera assoluta di aver potuto comunicare a terzi, e quindi anche a mio
marito, che era stata gi presa
una decisione favorevole a De Luca e ribadisce di non aver mai
pronunciato lespressione fatta che, rileva, non appartiene
al mio modo di esprimermi. Il
17 luglio, sottolinea, al termine
delludienza mi trattenni ancora
un po di tempo con i miei colleghi ma certamente, in tale occasione, non scrivemmo n il dispositivo, n la motivazione dellordinanza anche perch vi erano
ancora da esaminare le questioni
illustrate. Il deposito avvenne il
22 luglio e fino a tale data era
ben possibile rivalutare in tutto o
in parte le questioni da decidere.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

$*55&3&(*0/&
"OUPOJP#BTTPMJOP 
FY1DJFPSB1E HJ
TUBUPTJOEBDPEJ
/BQPMJFQSFTJEFOUF
EFMMB3FHJPOF
$BNQBOJB

-&3303&

7JDFOEBDIF
SBUUSJTUB
*PHJEJTTJ
MFSSPSF
TUBUPTGJEBSF
MB4FWFSJOP

NAPOLI. Ora la scalata per il Comune ancora pi difficile, altro che trarre soddisfazioni da una vicenda del
genere. Solo chi scorretto e ha unidea bassa della politica pu pensare
questo. Ma non il mio caso, io vengo
da una storia di politica diversa, che
costruiva.
Antonio Bassolino si dice triste e
amareggiato per la tempesta giudiziaria che si abbatte sulla Regione di
De Luca, suo eterno avversario. Bisogna solo essere stupidi per non capire
che la prima conseguenza di tutto
quello che sta succedendo che, per
il Pd, la battaglia per Palazzo San Giacomo si fa ancora pi ardua, si sfoga
con un vecchio amico militante, nella
platea di un evento culturale.
Lex sindaco di Napoli diserta i numerosi inviti ai talk televisivi, non
concede interviste, sceglie di non
commentare ufficialmente il caso
che vede indagati il governatore e il
suo ex braccio destro. Ma con i suoi
pochi, fidatissimi interlocutori, Bassolino ragiona con un filo di malinconia sulla vicenda politica e giudiziaria che dal cuore della Campania, di
nuovo, mette in crisi i piani alti del
Nazareno. Ai quali sembrano arrivare ormai due messaggi molto chiari.
Primo: Bassolino sarebbe prontissimo a scendere in campo ma sempre
nellambito di primarie di coalizione
aperte e autentiche, che dovrebbero essere formalmente previste
nellassemblea provinciale del prossimo 20 novembre a Napoli. Leggi: solo
se saranno primarie senza restrizioni.Nel caso contrario, ed il secondo
messaggio, lex sindaco non esclude
teoricamente la possibilit di essere
sostenuto da unampia e autorevole
lista civica, strada lungo la quale sembra spinto da fan di vecchio o nuovo
corso. Troppo presto per pensare a
questo, lascia cadere. Sembra che
una persona a lui vicinissima gli abbia scritto in un sms: Ma sei sicuro
che ti vuoi mettere a salvare un Pd ridotto in queste condizioni, in Campa-

nia?. Tradotto dai suoi ristretti confidenti: Ma siamo sicuri che oggi, in
Campania, il Pd ancora una risorsa?.
Bassolino non conferma, non parla. Sorride: Diciamo che ho pressioni
familiari nel senso di rimanere a fare
il nonno. E per stile non mi permetto
di dire una parola mentre sono in corso vicende giudiziarie. Almeno io, sono fatto cos. Sottinteso: non ripaga
De Luca con la stessa moneta della
pubblica invettiva. Anzi, risale allo
scorso maggio lultima frase pronunciata direttamente sul presidente della Campania: Io, al posto suo, non mi
sarei candidato. Non mi sarei posto
contro la legge Severino. Ma, si sa, siamo due caratteri diversi.
Ma - al di l dei rapporti storicamente aspri tra due - resta un interrogativo che questa vicenda trascina
anche sul suo capo. Nellindebolimento del Pd campano, nellinadeguatezza di cui hanno dato prova gruppi regionali e provinciali, non c il rischio
che da Roma cali una bocciatura fragorosa anche per Bassolino? Un modo di fare piazza pulita del passato?
Lui non contempla la possibilit. Il
suo ragionamento sarebbe pi o meno questo: Sono stato sempre solo in
questi anni. E la principale attivit
stata quella di essere contro di me. Se
io vado avanti vado, avanti perch sono io con la mia storia, la mia auotnomia. Uno che sostiene Renzi, ma sono
io. Uno che stato avversato in tutti i
modi, in questi anni. E questo essere
solo, in cammino e riflessione, ora
pu diventare passo dopo passo una
possibile forza. Mettersi a disposizione come risorsa prima per Napoli, poi
per il Pd, sogna lui. Il partito, il suo
cruccio. Cosa ne di questo Pd. Ieri
trova un modo abile per parlarne sui
social. Scrive su Fb. Che cos un partito, mi chiede il nipotino. Lasciamo
stare, oggi difficile spiegarlo e capirlo, gli rispondo.

DPTB

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



10-*5*$"&(*645*;*"

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXSFHJPOFDBNQBOJBJU
XXXHPWFSOPJU

*M1BSUJUPEFNPDSBUJDP

3FO[Ji%F-VDBIBEJSJUUPBHPWFSOBSFw
$PNFB.BSJOPEJDF
i-BWPSJTFDBQBDFw
#FSTBOJFSSPSFJOJ[JBMF
.4PSBMBTGJEVDJB

4*-7*0#6;;"/$"
ROMA.

Fiducia nella magistratura, fiducia in Vincenzo De Luca. Ma con linvito, gi rivolto a


Ignazio Marino a governare
se ne capace. Matteo Renzi
decide di rompere il silenzio sul
governatore campano e lintricato caso giudiziario che lo vede protagonista.
Se ci saranno atti giudiziari
ne prenderemo atto, dice il
premier ma fino a quel momento piena, totale incondizionata fiducia alla magistratura
e volont di fare le cose. Allo
stesso tempo il governatore ha
il diritto e dovere di governare
quella terra.
Parole che vengono subito interpretate come una lancia

spezzata a favore di De Luca.


Renzi, quindi non scarica il
governatore campano. Ma non
pu neanche spendersi in toto
in sua difesa. La vicenda troppo complicata. Allora ritira fuori quello che aveva detto di Marino. E lo dice subito, creando
lu stesso un link tra le due vicende: In altre circostanze,
spiega ho detto governi se
ne capace, rispetto ad altre
persone: lo confermo qui, ora.
Il premier per ci tiene a far
sapere che lui convinto che
De Luca sia veramente capace
di governare la tumultuosa
realt campana. E lo dice chiaramente quando parla dei 150
milioni di euro destinata alla
Campania per la bonifica della
Terra dei Fuochi. De Luca di-

ce ha delle grandi sfide davanti a s. Se c una persona che


pu fare della Terra dei Fuochi
una grande sfida e sbloccare
Bagnoli, quello proprio De Luca.
Il governatore, naturalmente gongola. Renzi mi ha comu-

nicato il via libera ai finanziamenti. fa sapere Lo ringrazio e ora la sfida nelle nostre
mani: dobbiamo saper dimostrare che siamo in grado di risolvere un problema storico
che ha sporcato limmagine
dellItalia intera.

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

1BSUJUPEFNPDSBUJDP

1"-";;0$)*(*
*MQSFTJEFOUFEFM$POTJHMJP
.BUUFP3FO[JJFSJNBUUJOBJO
DPOGFSFO[BTUBNQBB1BMB[[P
$IJHJJMMVTUSBJEFDSFUJ
BQQFOBWBSBUJ

"ODIFMBNJOPSBO[BEFNOPOTUB
BGGPOEBOEPJDPMQJTVMDBTP$BNQBOJB

*MQSFNJFSOPOTDBSJDB
JMHPWFSOBUPSF
i*NQPTTJCJMFBQSJSF
VOBMUSPGSPOUFw
'3"/$&4$0#&*
ROMA. Per Matteo Renzi il caso

1&340/"((*

$".1"/*"/&-$"04
*OBMUP"TTVOUB
5BSUBHMJPOF 
TFHSFUBSJPEFJEFN
JO$BNQBOJB*O
CBTTPJMQPSUBWPDFEJ
i"MBw7JODFO[P
%"OOB TPTUFOJUPSF
EJ7JODFO[P%F-VDB

chiuso. Un atteggiamento
che potrebbe sembrare sbrigativo, o eccessivamente confidente, ma la rotta scelta dal premier sullinchiesta De Luca-Mastursi ormai tracciata. E si sostanzia in una blindatura di fatto del governatore della Campania, a cui con grande munificenza ieri il Consiglio dei ministri
ha staccato un assegno da 200
milioni di euro per il risanamento di Bagnoli e della Terra dei
fuochi. Preceduto da un amichevole sms del premier allo stesso
De Luca per avvertirlo della decisione.
Il Pd, a parte qualche voce critica della minoranza come Bersani, mugugna ma non affonda
il colpo. Tanto che Renzi ieri in
consiglio dei ministri, consapevole della debolezza del fronte
interno al partito, ha potuto maramaldeggiare con il Guardasigilli Andrea Orlando, che il giorno prima si era permesso di
prendere le distanze da De Luca. Andrea - gli ha detto il premier ad alta voce - tu sei quello
del non cero, non lo conosco. Come San Pietro con Ges. Di fatto, per Renzi, non cerano alternative rispetto al sostegno politico al governatore.
Non possiamo permetterci di
aprire un altro fronte. Dopo
aver aspettato tre giorni in silenzio, per capire leffettiva portata dellinchiesta e il livello del

coinvolgimento di De Luca, il
premier ha deciso di agire. Tra
poco - ha confidato ai suoi - tutto
questo polverone finir. Una
convinzione diffusa nel gruppo
dirigente dem. Tanto che ieri in
un corridoio della Camera il vicesegretario Lorenzo Guerini,
certo non un estimatore del presidente campano, con un collega di partito si lasciava andare
a unammissione: De Luca si
salva.
Un membro della minoranza
azzarda un paragone con un
lontano passato: Questo Mastursi pi tosto di Primo Greganti. Non parler mai. De Luca
lo sa benissimo. Insomma, il
sentire diffuso nel partito questo: linchiesta non coinvolger
direttamente il governatore. Il
problema quindi torna a essere

Dunque De Luca lontanissimo da qualsiasi pensiero sul


passo indietro. Lui si sente sereno come un monaco buddista. Fermo sulla linea che alla fine avremo solo una montagna di chiacchiere o qualcosa
di preoccupante: un tentativo
di pressione o ricatto nei confronti della Regione.
A turbare la serenit del governatore ci pensano i grillini
che raccolgono firme per la mozione di sfiducia contro De Luca. E dal Pd, dopo la voce critica
di Orlando, ieri arrivata anche quella di Pier Luigi Bersani: Su De Luca c stato un errore iniziale molto grande: o
cambi la Severino o cambi il codice etico del Pd.

$0.&4"/1*&530

"OESFB0SMBOEP 
UVTFJRVFMMPEFM
iOPODFSPw iOPOMP
DPOPTDPw
$PNF4BO1JFUSP
DPO(FT

politico prima che giudiziario.


Non un caso allora se proprio
Bersani ci tenga a separare il
quadro giudiziario in mano alla magistratura, da quello politico che ce lha in mano o meglio spero lo abbia il Nazareno e
Palazzo Chigi. Perch per lopposizione interna al premier il
caso De Luca non limitato alla
Campania, ma rappresenta un
anello di quella catena che porta su su fino al partito della Nazione. C un rapporto - sostie-

ne Miguel Gotor - tra la costruzione del partito della Nazione


dal basso, in Campania, attorno a De Luca, e il gioco a Roma
con Ala di Verdini e degli amici di Cosentino. Ma un grande
partito come il Pd non pu farsi
condizionare in questo modo.
Anello dopo anello la teoria dei
bersaniani porta a palazzo Madama, dove si anniderebbero diversi amici di Cosentino nel
gruppo Ala, convinti sostenitori e alleati di Vincenzo De Luca.

3"(64"

.BSJUPBTTVOUPEBVOBDPPQ TJEJNFUUFBTTFTTPSF.4
ROMA. Nuovi guai per la giunta del Movimento

5 Stelle a Ragusa. Dopo le accuse al sindaco


Federico Piccitto, colpevole secondo alcuni
ortodossidi non aver fermato le trivellazioni a
largo della costa, Stefania Campo - assessore
alla Cultura - stata costretta alle dimissioni. Le
opposizioni lavevano accusata di aver favorito
il marito, assunto da una cooperativa
appaltatrice che si aggiudicata un servizio in
convenzione con lamministrazione. Dopo un
consiglio comunale molto acceso, c stata
unaltrettanto infuocata riunione tra i 5 stelle, e

subito dopo arrivata la decisione. Una scelta


da apprezzare e rispettare e che per
lennesima volta dimostra la diversit del
nostro modo di intendere il servizio alla citt,
dice Piccitto lodando lassessore uscente. Lei si
difende in una lettera aperta ai cittadini: Le
mie dimissioni sono frutto di una valutazione di
opportunit politica seppur nella assoluta
certezza di non aver mai fatto pressioni su
alcuno e di aver svolto il mio mandato nella
massima trasparenza.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Davvero Renzi si schierato a


difesa del governatore per paura di una ritorsione dei senatori
verdiniani? La teoria suggestiva, ma non regge alla prova dei
fatti. Anche perch i cosentiniani sono troppo pochi - al massimo tre o quattro - per costituire
un problema al Senato. E poi osserva Ignazio Abrignani, uno
dei fondatori di Ala - diciamoci
la verit: se dovessimo scegliere tra De Luca e Renzi, noi sceglieremmo Renzi. Vincenzo
DAnna, il primo dei sospettati
al Senato, anche il primo ad
ammettere che De Luca non
ha alcun peso parlamentare,
non si mai creato una sua corrente.
Scartata lipotesi del ricatto
parlamentare, per capire la
blindatura di Renzi su De Luca
non resta che la politica. Perch
il premier, gi ammaccato dal
caso Marino, davvero non poteva permettersi lapertura di un
altro fronte. Per di pi in una regione con milioni di elettori che
vedr Napoli andare al voto tra
pochi mesi. Il Pd in Campania
sprofondato in un buco nero e
lunico punto fermo proprio il
governatore. A Montecitorio,
parlando ad alta voce al telefono, la segretaria regionale dem
Assunta Tartaglione ieri dava
una fotografia realistica della situazione: Dobbiamo dare subito una risposta politica, senn
alle prossime amministrative
quaDBDDBQQPUUJBNP.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

10-*5*$"&(*645*;*"

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXUSJCVOBMFCBSJJU
XXXGPS[BJUBMJBJU

*MEJCBUUJNFOUP

0UUPBOOJB5BSBOUJOJ
#FSMVTDPOJSJTDIJB
JODIJFTUBQFSJOUSBMDJP

-&5"11&

-*/$)*&45"
*OEBHBOEPTV
BMDVOFUSVGGFOFMMB
TBOJU JQNEJ#BSJ
JOUFSDFUUBOP
5BSBOUJOJFTDPQSPOP
JTVPJSBQQPSUJDPO
#FSMVTDPOJBHMJBUUJ
MFUFMFGPOBUFDPO
MFSBHB[[F

$POEBOOBUBBODIF#FHBO EFOVODJBUFSBHB[[F
*HJVEJDJMJNQSFOEJUPSFQPSUFTDPSUBMMFYQSFNJFS
BARI. Sette anni e dieci mesi a Gianpaolo

Tarantini. E il primo punto messo nero su bianco


dal tribunale di Bari: quelle 26 ragazze che
limprenditore barese port al Cavaliere non
erano semplici amiche. Ma prostitute pronte a
soddisfare i desiderata di chi le pagava. Dopo
cinque ore di camera di
e cinque anni di
-" consiglio
indagini, i giudici della seconda
(*03 sezione penale (presieduta da
/" Luigi Forleo) hanno letto la loro
5" sentenza sul caso escort:
quattro condanne, tre
assoluzioni e linvio degli atti alla Procura perch
si valuti se iscrivere nel registro degli indagati
Silvio Berlusconi per intralcio alla giustizia. E
cinque delle ragazze che hanno partecipato ai
party (Vanessa Di Meglio, Sonia Carpentone,
Roberta Nigro, Ioana Visan, Barbara
Montereale, oltre allautista di Tarantini, Dino
Mastromarco) per falsa testimonianza.
Il tribunale ha condannato Tarantini quasi al
massimo della pena (la Procura aveva chiesto
otto anni) per il reclutamento di prostitute,
assolvendolo dallassociazione e dallo
sfruttamento. Condanna anche a un anno e 4

mesi per Sabina Began. E per gli amici di


Tarantini Massimiliano Verdoscia (3 anni e 6
mesi) e il pr milanese Peter Faraone ( 2 anni e 6
mesi). Assolti invece Francesca Lana, Letizia
Filippi e Claudio Tarantini, fratello di Gianpaolo.
Limpostazione dellaccusa ha sostanzialmente
retto, quindi, anche se il Tribunale non ha
riconosciuto lesistenza di unassociazione a
delinquere che era stata invece inizialmente
ipotizzata: ciascuno degli imputati ha dunque
agito nel proprio interesse e per obiettivi diversi.
Che - secondo i pm Ciro Angelillis ed Eugenia
Pontassuglia - per Tarantini consisteva nell
entrare nel cerchio magico del Cavaliere e
ottenere appalti in dirette emanazioni della
Presidenza del Consiglio, come la Protezione
civile, o in aziende di Stato, vedi Finmeccanica.
I giudici non hanno riconosciuto inoltre alcun
risarcimento alle parti civili, a partire da Patrizia
DAddario che aveva chiesto un milione di euro
di indennizzo. Alla lettura del dispositivo la
donna ha ingerito una confezione di medicinali,
tentando il suicidio ha spiegato il suo
avvocato. Portata in codice rosso al Pronto
soccorso, fuori pericolo.

HENFHG



$0/%"//"50
-JNQSFOEJUPSF
(JBNQBPMP
5BSBOUJOJ
DPOEBOOBUPBM
QSPDFTTPFTDPSU

-04$"/%"-0
1BUSJ[JB%"EEBSJP 
#BSCBSB.POUFSFBMF
F5FSSZ%F/JDPM
SBDDPOUBOPMFMPSP
TFSBUFOFMMF
SFTJEFO[FEFM
$BWBMJFSF QBHBUFEB
5BSBOUJOJ$IFWFSS
BSSFTUBUPFSJMBTDJBUP
-"4&/5&/;"
*FSJMBDPOEBOOBJO
QSJNPHSBEPQFS
5BSBOUJOJDIFQFS
TUBUPBTTPMUP
EBMMBTTPDJB[JPOFB
EFMJORVFSF$JORVF
SBHB[[FSJTDIJBOPJM
QSPDFTTPPSBQFS
GBMTBUFTUJNPOJBO[B

&DDPUVUUFMFCVHJFEFM$BWBMJFSF
DIFQPSUBOPBVOBMUSPQSPDFTTP
*MMFBEFSEJ'PS[B*UBMJBBWSFCCF
QBHBUPBMNFOPEVFSBHB[[FQFS
OPOQSFTFOUBSTJJOUSJCVOBMF
*-3&5304$&/"
("#3*&--"%&."55&*4
(*6-*"/0'04$)*/*
BARI. E dunque non erano cene eleganti.

%"%%"3*0 (&45046*$*%"
%PQPMBTFOUFO[B EBWBOUJBMMFUW 
MFTDPSU1BUSJ[JB%"EEBSJPJOHPJB
QBTUJDDIF&VUJSPY VOGBSNBDP
QFSMBUJSPJEF FTWJFOFj/PONJ
SFTUBDIFJMTVJDJEJPx IBEFUUPJO
MBDSJNFEPQPDIFJMUSJCVOBMFOPO
IBSJDPOPTDJVUPBMDVO
SJTBSDJNFOUPBMMFQBSUJDJWJMJ
3JDPWFSBUB TUBUB
EJDIJBSBUBGVPSJQFSJDPMP

Ma, piuttosto, serate nelle quali le donne erano usate come merce. Ragazze
da combattimento, sempre per usare le
parole del pm Eugenia Pontassuglia, che
il lenone usava per comprare, addolcire,
conquistare il Papi, Silvio Berlusconi. La
sentenza letta ieri dalla seconda sezione
penale racconta di quattro condanne e
tre assoluzioni. Ma dice soprattutto due
cose ulteriori: che in questi anni c chi
ha raccontato molte bugie. E chi lo ha fatto, Silvio Berlusconi, per questo motivo
ora rischia nuovi guai con la giustizia.
Il Cavaliere, i suoi legali, lo stesso Tarantini e le ragazze che pagava (ora sotto indagine della Procura per falsa testimonianza) avevano sempre raccontato,
infatti, che quelle 23 cene nelle quali girarono 26 ragazze diverse non rappresentavano niente di sconcio, ma al contrario erano normali incontri tra amici. Si chiacchierava, si ballava, cera
George Clooney e i vertici di aziende televisioni, Apicella che cantava. Altro che il
mercimonio del corpo femminile e la
considerazione delle donne come semplici oggetti suscettibili di commercio a scopo sessuale del quale avevano parlato
sempre i giudici baresi nel giudizio abbreviato, condannando uno dei partecipanti a quelle cene. Ora, per, c anche
il tribunale di Bari a bollare, ufficialmente, come bugie quelle di Berlusconi. E a
definire quelle ragazze, o comunque molte di esse, prostitute. Ed di questo che
ora chiedono conto allex Cavaliere. Indi-

rettamente, con la condanna di Tarantini. Ma - questa la novit inaspettata di


ieri - anche direttamente con la trasmissione alla Procura degli atti che lo riguardano. I giudici chiedono, infatti, di valutare se non ci siano le condizioni per iscrivere Berlusconi nel registro degli indagati con laccusa di intralcio alla giustizia. Berlusconi avrebbe pagato, infatti,
come risulterebbe da alcune intercettazioni trasmesse dala procura di Milano,
Iona Visan e Barbara Guerra, due delle
ragazze della scuderia Tarantini, per
non presentarsi o comunque per mentire davanti ai magistrati di Bari. E se la
Guerra effettivamente sparita nel nulla (irrintracciabile ai Carabinieri che la
cercavano per la testimonianza ma presentissima sui social network), la Visan
ha invece raccontato che con Berlusconi
erano soltanto amici.
Nelle prossime settimane si aprir
dunque un nuovo fascicolo sul presidente del Consiglio che gi a processo con
laccusa di aver indotto a mentire Gian-

"6(6450.*/;0-*/*

i4FEFDBEPEBTFOBUPSF
UPSOPBGBSFJMHJPSOBMJTUBw
ROMA. Non sar una sentenza politica, ma

di certo ha conseguenze politiche. A


causa della condanna a due anni e mezzo
per peculato continuato, (per fatti
risalenti al suo incarico da direttore del
Tg1) il senatore di FI Augusto Minzolini
rischia la decadenza da Palazzo Madama.
Un esito scontato? Non so, ci sar
probabilmente un voto parlamentare.
Comunque tutto questo ti d il senso del
Paese. Minzolini amareggiato, e non ha
ancora deciso cosa far, in caso di
esclusione dal Parlamento: Ma che ne so
Torner a fare il giornalista. Spero.

UDJ

paolo Tarantini nellambito dello stesso


processo: anche limprenditore sarebbe
stato pagato, o aiutato, per non raccontare agli inquirenti che Berlusconi sapeva
che le ragazze partecipavano alle cene e
al dopo cena dietro pagamento. Che,
prendendo per buone le stesse ragazze,
veniva fatto in alcuni casi direttamente
da Berlusconi. Tant che Tarantini viene oggi condannato per favoreggiamento e non per sfruttamento: come a dire
che le ragazze che portava alle cene, o almeno molte di loro (per esempio per le
accuse che riguardavano Graziana Capone e Lucia Rossini stato assolto) lavoravano gi come prostitute. Cerano buste da duemila o cinquemila euro per chi
partecipava alla cene ha detto la stesa
Visan in aula. E ancora pi esplicitamente ha confermato Barbara Montereale:
Tarantini mi disse, se succede ti d cinquemila euro. Ti pu comprare anche
una casa.
Ed evidentemente non diceva una bugia se vero che il Cavaliere, come risulta agli atti del processo di Bari, ha comprate case alle sue ragazze: una a Roma
per Sabina Began, proprio alla vigilia del
rinvio a giudizio. E pi recentemente
una villa nel milanese per Barbara Guerra. E a Tarantini? OItre ai soldi arrivati
tramite Lavitola, e oggetto dellaltro procedimento penale, Berlusconi ha assicurato un futuro? Ora lavoro nellambito
della moda spiega Gianpaolo, un passato recente accanto a uno sceicco arabo come consulente e una frequentazione
assidua, nelle feste romane, con lamico
Stefano Ricucci. Berlusconi - spiega -
una persona buona e generosa, quando
sei in difficolt ti d una mano, come
successo a me, ma non mi ha mai chiesto
di mentire giura, dicendosi sconvolto
e dispiaciuto per come andata. Quelle
ragazze mi chiedevano di partecipare alle cene di Berluscni non per soldi. Ma per
conoscerlo: lui un mito.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



*-(07&3/0%&--&$*55

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

*MDBTP$BNQJEPHMJP

1&34"1&3/&%*1*
XXXSFQVCCMJDBJU
XXXHPWFSOPJU

(JVCJMFP NJMJPOJB3PNB*SB.BSJOP
3FO[JTPMEJQFS5FSSBEFJGVPDIJ VOEFDSFUP)BQQZEBZT-FYTJOEBDPQSPUFTUBNBBNFGVSPOPOFHBUJ
(*07"//"7*5"-&
#0/4"*

ROMA. Aveva promesso che su Ro-

ma ci avrebbe messo la faccia. E


cos stato. Arrivano i sospirati
soldi per il Giubileo indetto da papa Francesco notizia che fa andare su tutte le furie lex sindaco
Marino ma non il Dream
team, al momento accantonato,
anche se una mezza idea per mettere in piedi quella squadra bella e tosta annunciata dal premier un mese fa ancora resiste.
Questo il decreto IBQQZ 
EBZT, ironizza Matteo Renzi illustrando a mezzo slide i 900 milioni di interventi nei territori appena licenziati dal governo. Addirittura ci sarebbe da fare un hashtag, insiste, tornando a richiamare la celebre sit-com evocata
da Fassina. Un provvedimento
nel quale ci sono dodici buone
notizie, la pi importante delle
quali insieme ai 150 milioni
per larea Expo, altrettanti per la
Terra dei fuochi, 100 per i campi
di calcio e basket nelle periferie
il finanziamento per lAnno
Santo a 26 giorni al via.
Duecento milioni che saranno
gestiti senza modificare lassetto
istituzionale della Capitale, lasciando cio intatti i poteri sia
del commissario Tronca sia del
prefetto Gabrielli. Che da questa
partita esce piuttosto ridimensionato. Protagonista, in mattinata,

4&#"45*"/0.&44*/"

*MQSFTUJHJBUPSF

*-13&-"50 *-13&.*&3&*%6&13&'&55*%&--"$"1*5"-&
.POTJHOPS3JOP'JTJDIFMMB JMQSFMBUPDIFTFHVFJM(JVCJMFPQFSJM
7BUJDBOP DPOJMDBQPEFMHPWFSOP.BUUFP3FO[J JMQSFGFUUPEJ3PNB
'SBODP(BCSJFMMJFJMDPNNJTTBSJPEFM$PNVOF'SBODFTDP5SPODB
di un piccato botta e risposta sui
tempi con monsignor Fisichella.
I fondi stanziati dal consiglio
dei ministri soldi, sottolineano fonti del governo, che ad agosto non cerano e solo grazie alla
ripresa e al miglioramento dei
conti stato possibile reperire
serviranno quindi per migliorare
i trasporti romani, vero buco nero, ma anche laccoglienza, il de-

coro, la sanit. E saranno spesi


per la gran parte dal Comune
nella veste del commissario che
espressione del governo, spiega il sottosegretario De Vincenti;
il resto dalla Regione per potenziare i treni Roma-Fiumicino.
E siccome per limpresa titanica e il tempo poco, il cantiere
Giubileo verr affrontato come
un XPSLJOQSPHSFTT, cos da la-

tefano Fassina ha garantito che il suo nuovo partito


sar alternativo al liberismo da Happy Days del segretario del Pd. Dopo averci pensato su, Matteo
Renzi ha deciso di rispondere a quella voleva essere unaccusa bruciante. E cos non solo ha deciso di battezzare decreto Happy Days il suo ultimo provvedimento, ma ha anche lanciato un hashtag, #happydays. Replic con la stessa tecnica quando lEconomist lo raffigur con il gelato in
mano, e lui fece venire un gelataio a Palazzo Chigi, convocando i fotografi. Se vieni offeso, il miglior partito la dissimulazione consigliava il cardinal Mazzarino nel Breviario dei politici. E Renzi sembra un prestigiatore: gli scagliano una freccia e lui la trasforma in una bandiera. E bravo,
certo. Ma agli italiani forse piacerebbe sapere che a Palazzo Chigi c un uomo di Stato. Non un prestigiatore.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

sciare aperta la porta ad altre iniziative. Tant che rispetto alla


discussione Dream team s
Dream team no precisa Renzi
noi metteremo a disposizione
del commissario Tronca, del prefetto Gabrielli e delle altre autorit competenti, tutte le persone e
le risorse necessarie affinch levento funzioni e funzioni bene.
Pronti se necessario, a interveni-

-"$*5";*0/&
1&340/"((*057
'PO[JFJMQSPUBHP
OJTUBEJi)BQQZ
EBZTw MBTFSJFUW
DJUBUBJFSJEB3FO[J
JMMVTUSBOEP
JEFDSFUJBQQFOB
WBSBUJ

re con ogni misura normativa.


deciso ad accelerare, il premier. A indossare la fascia del sindaco dItalia per giocarsi su Roma il tutto per tutto. Perci non
solo il 20 novembre inaugureremo con Zingaretti il primo pronto soccorso, ma subito parteciper alla Commissione bilaterale
Italia-Vaticano per rassicurare la
Santa Sede: Ora il governo in
campo. Mentre il commissario
Tronca garantiva: Finiremo tutto entro gennaio, lavorando h24
e pure di notte.
Ma lex sindaco Marino non la
prende bene. Dopo avermi eliminato per poter gestire direttamente 200 milioni, il presidente
del consiglio continua a mentire
agli italiani, attacca il chirurgo
su Facebook. Accusando Renzi di
voler far passare lantidemocratica operazione di potere che ha
portato al commissariamento
del Comune di Roma come la conseguenza di una presunta incapacit di governare. Una ricostruzione rispedita con sdegno al
mittente: Ha umiliato il voto di
600mila romani e interrotto la
mia azione di pulizia. Mezzora
pi tardi, la risposta (indiretta)
del premier: C unItalia che
non si piange addosso, ma prova
a sbloccare i problemi fermi da
decenni. Senza paura e con lorgoglio nel cuore.#lavoltabuona.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

-&4$&-5&%&*1"35*5*

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXSFQVCCMJDBJU
XXXUPETDPN

*MQFSTPOBHHJP

%FMMB7BMMFQSPOUP
QFSMBQPMJUJDB
i"NF#FSMVTDPOJ
OPOEPSEJOJw

-&5"11&

-*%&"%&--"
'0/%";*0/&
-PTDPSTPBQSJMF
%JFHP%FMMB7BMMF
BWFWBBOOVODJBUP
MJNNJOFOUFWBSP
EFMMBTVB
'POEB[JPOF i/PJ
JUBMJBOJw1PJTUBUB
iDPOHFMBUBw

i%FDJEPJPTFTDFOEFSFJODBNQPw
.FSDPMFEJMWBSPEFMMBGPOEB[JPOF
DBMBNJUBQFSJGVPSJVTDJUJEB'*

-*.1&(/0%*3&550
%PQPMP
TNPUUBNFOUPEFM
DFOUSPEFTUSBFMB
NBOJGFTUB[JPOFEJ
#PMPHOB 
MJNQSFOEJUPSFIB
EFDJTPEJSPNQFSF
HMJJOEVHJFMBODJBSF
JMTVPUIJOLUBOL

50.."40$*3*"$0
ROMA. Tutto in movimento e

non c tempo da perdere. Lancio la Fondazione, il resto verr.... Ai pochi che ieri sono riusciti a raggiungerlo telefonicamente, Diego Della Valle sembrato insolitamente enigmatico. Diverso dal solito. Davvero a
un passo dalla discesa in campo, insomma. Che decido e annuncio io - ha confidato - Solo io
e nessun altro. Lappuntamento con la stampa, salvo ripensamenti, fissato per mercoled
prossimo. Metter finalmente
in gioco Noi italiani, anche se
il nome definitivo ancora in bilico. Sar un contenitore pensato per la societ civile. Un think
tank aperto al nuovo, con radici nellimprenditoria, nella

-FQBSPMFEFMMFYQSFNJFS
IBOOPJSSJUBUP.S5PET
$POUBUUJDPO.BSDIJOJ 
'JUUPFJEJTTJEFOUJ/DE
cultura e nella politica. Una calamita gettata nel campo moderato, per vedere leffetto che fa.
Il progetto in cantiere da
mesi, ma la nave non mai salpata. Fino alla manifestazione
del centrodestra a Bologna. La
svolta leghista di Berlusconi ha
stravolto il punto di vista di Mr
Tods. E le parole dellex Cavaliere a Porta a Porta - Della Valle rester fuori dalla politica hanno fatto il resto. E cos limprenditore ha rotto gli indugi:
Esporr con chiarezza - ha promesso ieri - la mia posizione in
merito alle molte voci e supposizioni su un mio futuro coinvolgimento nella vita politica del
Paese. E per la stessa ragione
in privato si mostrato ancora
pi netto: Non sono il delfino
di nessuno - ha confidato agli
amici - e non mi faccio comandare da nessuno. E poi non certo
Berlusconi a poter annunciare
in tv le mie intenzioni.
Lobiettivo di Della Valle occupare lo spazio. Quello lasciato libero da un governo che considera in caduta libera. E quello
di un centrodestra schiacciato
sul Carroccio. Le colombe di Forza Italia lo reclamano, ma il target dellimprenditore sono soprattutto gli elettori berlusconiani. A loro diretto il messaggio di impegno civile, che un
amico di vecchia data come Clemente Mastella condensa cos:
Il centrodestra certamente
spaesato. Diego ha una sua sensibilit sociale, che in fondo
anche curiosit politica. Basta
pensare al Colosseo, a Napoli,
alla scuola che sta facendo ricostruire a Benevento dopo lalluvione. Ha girato il mondo e ha
voglia di dare un contributo al
suo Paese. Che questo si traduca in una scelta politica resta
una scelta solo sua.

*.13&/%*503&
%JFHP%FMMB7BMMF QBUSPOEFMMB
5PET UFOUBUPEBMMBEJTDFTB
JODBNQPJOQPMJUJDB1SFTUPJM
MBODJPEFMMBTVBGPOEB[JPOF

Met filantropo, met politico: cos si immagina in questa


fase Mr Tods. A lui guardano
molti delusi del Nuovo centrodestra, capitanati da Gaetano
Quagliariello. N un mistero il
feeling con Raffaele Fitto: Abbiamo un ottimo rapporto, s,
assicura il ras pugliese. Pi complicata la situazione dentro Forza Italia. Il partito dellex Cavaliere allo sbando. Un disorientamento complessivo fotografato tre giorni fa da Renato Bru-



netta durante la riunione con


Berlusconi e i coordinatori regionali: Presidente, nel partito e nei gruppi la situazione ci
sta sfuggendo di mano. Gelida
la replica dellanziano leader:
Sto pensando alle nuove leve,
deputati e senatori facciano
quel che vogliono. In effetti
lex premier insegue un disperato rilancio. Di recente, per dire, ha bussato alla porta di alcuni amici imprenditori. Lultimo
stato Giorgio Squinzi, patron

di Mapei: Sai, le casse del partito sono vuote.... C qualcosa


di vero in quel che dice, visto
che Gregorio Fontana ha pagato di tasca sua 500 euro per le
bandiere azzurre sventolate a
Bologna.
proprio immaginando un
tetto per gli orfani dellultimo
ventennio che Della Valle tesse
la sua tela. Continua a incontrare ex azzurri vicini a Luca Cordero di Montezemolo. E in vista
delle amministrative sonda i

candidati civici pi interessanti. In agenda, ad esempio, ha un


incontro con Alfio Marchini. Come Berlusconi nel 1993, deciso a dosare stop and go, per
restare sul palcoscenico senza
bruciarsi. E come Berlusconi
frenato soprattutto da un cruccio: il futuro delle aziende, finora gestite in prima persona. Servirebbe un altro Fedele Confalonieri. E pare che lo stia cercando.

-"5&-"%*.*45&350%4
%FMMB7BMMFMBWPSBB
VOBTUSVUUVSBQFS
DPJOWPMHFSF
FTQPOFOUJEFMMB
TPDJFUDJWJMFFEFMMB
DVMUVSB-FNCSJPOF
EJVOOVPWP
TPHHFUUPQPMJUJDP

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-*/5&37*45"("&5"/026"(-*"3*&--0

i4BSVOBWWFOUVSBCFMMB
TFSWFVOBMUFSOBUJWBWFSB
BJEFNPDSBUJDJEJ3FO[Jw
(*64&11&"-#&350'"-$*
ROMA. Se lo spirito quello di un contributo

credo che questa potrebbe essere una bella avventura. Per Gaetano Quagliariello, gi ministro del governo Letta e saggio di Giorgio Napolitano, il nome dellimprenditore Diego Della Valle pu essere lenzima per facilitare la nascita di unalternativa a Matteo Renzi.
La storia si ripete. A distanza di ventanni
dalla discesa di in campo di Silvio Berlusconi, un altro imprenditore si candida a (BFUBOP
guidare i moderati italiani. Ha le carte in re- 2VBHMJBSJFMMP
gola Mr Tods?
Ho un pregiudizio positivo nei confronti
degli imprenditori, soggetti che rischiano in
proprio per dare un contributo al Paese. arri- .BOPO
vato il momento di accogliere tutte le forze. QPTTJBNP
Chiunque abbia buona volont deve essere il QFOTBSFBMMB
benvenuto. Purch lo si faccia senza ambigui- SJDPTUSV[JPOF
EFMDBNQPEFM
t.
Dunque, promuove a pieni voti Diego Della DFOUSPEFTUSB
Valle?
QBSUFOEPEBVO
Innanzitutto mi sembra opportuno che OPNF
parli lui. Lo far nei prossimi giorni, e lo ascolteremo con attenzione. Allo stesso tempo le dico anche che non possiamo pensare alla ricostruzione del campo del centrodestra partendo da un nome.
Qual laltro ingrediente che consentir ai moderati italiani di tornare a essere competitivi?
Oggi siamo in una fase di ricostruzione. Quello che serve un neocomunitarismo. Il vero problema di tutti i partiti quello di riuscire a
tenere insieme una leadership e una comunit nella quale le persone
possano sentirsi arricchite. Un tempo i partiti servivano per selezionare la classe dirigente, per fare i programmi e per svolgere un ruolo pedagogico. Oggi, invece, la classe dirigente viene selezionata dalle primarie, i programmi sono scritti dai think tank e la pedagogia la fa la televisione.
Ecco, in prima battuta il patron della Fiorentina intende lanciare
lanciare proprio un think tank, una fondazione. Va nella giusta direzione?
Credo i think tank abbiano un grande ruolo. Per non possono sostituire il ruolo dei partiti. Noi abbiamo bisogno di un neocomunitarismo.
In queste ore ha sentito Della Valle?
No, non ho avuto contatti.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



$30/"$"

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

-FNBOJGFTUB[JPOJ

4DVPMB TGJMBMBSBCCJBEFJQSPG
TDPOUSJFGFSJUJB.JMBOPF/BQPMJ
CSVDJBUBMBCBOEJFSBEFM1E
*ONJHMJBJBBJDPSUFJEFJ$PCBT USBMPSPHMJiJSSJEVDJCJMJwEFMVTJEBMMB$HJM
$POUSPMBSJGPSNBNPCJMJUBUJBODIFTUVEFOUJ-F[JPOJTBMUBUFJOWBSJJTUJUVUJ
*5"''&36(-*
(MJTDPOUSJUSBTUVEFOUJ
FJOTFHOBOUJFMFGPS[F
EFMMPSEJOF JFSJ
B.JMBOP-FDBSJDIF
TPOPTDBUUBUFRVBOEP
JMDPSUFPIBEFWJBUP
EBMQFSDPSTP
BVUPSJ[[BUPQFSQVOUBSF
TVHMJVGGJDJEFM.JVS

$033"%0;6/*/0
ROMA. Cariche e manganelli del-

la celere a Milano, bandiere del


Pd bruciate a Torino. La scuola
scalda ancora un autunno. Gli irriducibili prof contro la Buona
scuola, nonostante la legge 107
sia in Gazzetta ufficiale da quattro mesi, ieri mattina hanno affollato i cortei Cobas. Erano tan-

ti, sopra le attese. A Roma diecimila almeno. Cerano iscritti ai


sindacati di base, allAnief, allUsi, ma anche docenti della Cgil
delusi dal fatto che il loro sindacato, dopo le lotte di primavera,
non abbia voluto confondersi.
Hanno alzato le braccia al premier, commentava un insegnante di lettere della Foscolo di
Trastevere. Venticinque per cen-

to di adesione allo sciopero, era


la stima generosa dei Cobas. In
strada, dietro lo striscione No
allapplicazione della legge 107,
al preside-padrone che valuta,
assume e licenzia, hanno sfilato
precari di seconda e terza fascia,
tieffini non ancora entrati nella macchina delle assunzioni, docenti di sostegno e delle scuole
materne rimasti al palo e tanti

cinquantenni timorosi di chiudere la loro carriera sballottati


ogni tre anni in una scuola diversa, diceva Piero Bernocchi, leader dei Cobas scuola.
Il corteo di Roma ha assediato
prima il ministero dellIstruzione e poi Montecitorio, senza tensioni. Una prof a un dirigente di
polizia: Le leggi se sono sbagliate non si rispettano. A Milano,

-JUFEPDFOUFQPMJ[JPUUP
TVMCMPDDPBM1BOUIFPO
i4FVOBMFHHFTCBHMJBUB
HJVTUPOPOSJTQFUUBSMBw
tremila in marcia, la polizia ha respinto a manganellate un tentativo di insegnanti e ragazzi di bucare in via Pola il cordone che impediva laccesso allUfficio scolastico regionale. Un professore
del professionale Vespucci con
un taglio sul viso, cinque ragazzi
contusi e medicati sul posto. Dopo lo scontro, lancio di oggetti
sulla polizia. Nel pomeriggio
trenta studenti hanno atteso il
ministro Stefania Giannini
allAccademia di Brera: volevano contestarla, lei era a Shanghai in missione. A Torino alcune centinaia di studenti: vernice
sui muri di una banca e uova sul
provveditorato mentre in piazza
Castello due ragazzi hanno bruciato una bandiera del Pd. Ancora, a Napoli contatto tra manifestanti e forze dellordine: due giovani e quattro poliziotti feriti.
Due ragazzi, 18 e 22 anni, sono
stati fermati e poi denunciati
per resistenza e violenza. A Firenze solo duecento in piazza,
ma l si registra la prima scuola
occupata nel paese: il liceo artisitco di Porta Romana. Altre tre occupazioni sono in corso a Palermo.
Il sindacato appare ancora in
difficolt sulla vertenza scuola, e
ancora diviso. I Cobas hanno dato ampia scelta di date e modalit alla Cgil, che per non ha voluto sfilare preferendo un appuntamento unico e confederale sul
pubblico impiego: sar sabato
28 novembre. Unicobas ha voluto manifestare da solo, ieri pomeriggio. I comitati di base vogliono far saltare i tavoli che, istituto
per istituto, i presidi stanno organizzando per formare i comitati
di valutazione, vogliono provare
a fermare il bacino territoriale
da cui i dirigenti scolastici, dal
prossimo anno, preleveranno i
nuovi insegnanti e soprattutto a
incidere su un rinnovo del contratto che ad oggi prevede un aumento di cinque euro nette al
mese per tutti i lavoratori della
pubblica amministrazione. Il sindaco di Bari, Michele Emiliano,
tornato sulle proteste per dire:
Non ci siamo fatti capire e adesso la scuola ha in odio il Pd, che
sente ostile.
Marted di nuovo piazza, solo
per gli studenti. Aderiscono a
una mobilitazione internazionale: Vogliamo tutto per tutti, privilegi per nessuno.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-&5"11&

-&$0/46-5";*0/*
"TFUUFNCSFEFM
JMHPWFSOP
QSFTFOUBMFMJOFF
HVJEBEFMMBSJGPSNB
EFMMBTDVPMB
"MMBTVDDFTTJWB
DPOTVMUB[JPOF
QVCCMJDBPOMJOF
QBSUFDJQBOPPMUSF
NJMBQFSTPOF

*105&3*
-BMFHHFTVMMB
i#VPOB4DVPMBw
WJFOFBQQSPWBUB
JO1BSMBNFOUP
MPTDPSTPMVHMJP
1SFWFEFNBHHJPSJ
QPUFSJQFSJQSFTJEJ
FVOQJBOP
BTTVO[JPOJ
QFSNJMBEPDFOUJ

-&."/*'&45";*0/*
%BMMJOJ[JPEFMMBOOP
TDPMBTUJDPHJ
EVFNBOJGFTUB[JPOJ
EJQSPUFTUBJOUVUUB
*UBMJB"PUUPCSF
TPOPTDFTJJOQJB[[B
HMJTUVEFOUJ JFSJ
J$PCBTTFO[B
DPOGFEFSBMJ.BSUFE
BODPSBHMJTUVEFOUJ

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 



1&34"1&3/&%*1*
IUUQWJEFPSFQVCCMJDBJUTDVPMB
IUUQNJMBOPSFQVCCMJDBJU

-*/5&37*45"*-405504&(3&5"3*0"--*4536;*0/&%"7*%&'"3"0/&
"503*/0
"MDVOJHJPWBOJNFOUSFCSVDJBOP
MBCBOEJFSBEFM1EJO1JB[[B$BTUFMMP
B5PSJOP JFSJ EVSBOUF
MBNBOJGFTUB[JPOFDPOUSP
MBSJGPSNBEFMMBTDVPMB

i*OQJB[[BHMJVMUJNJHJBQQPOFTJ
BQSPUFTUBSFPSNBJTPOPQPDIJw
ROMA. Sottosegretario Davide Faraone, le manifestazioni contro la Buona scuola sono state affollate. C un
nocciolo anti che non demorde.
Un nocciolo, dice bene. Di fronte a
oltre 90mila assunzioni gi effettuate e
altre 90mila da fare nel 2016 c veramente poco materiale per protestare.
Con le ultime 48mila proposte di nomine per il potenziamento abbiamo ricevuto solo attestati di ringraziamento.
Lultima manifestazione di piazza figlia di un blocco ideologico che si scontra con levidenza dei fatti. I Cobas e i
docenti disobbedienti della Cgil sono
come gli ultimi giapponesi nella Seconda guerra mondiale, per capirci.
Una bandiera del Pd bruciata. I docenti, storicamente bacino della sinistra italiana, vi abbandonano?
Sono certo che quello che brucia
una bandiera in piazza non un docente. Nessun timore per il voto. Gli insegnanti sanno che stiamo lavorando nella stessa direzione: fornire risorse economiche e professionali che la scuola
non aveva mai avuto per offrire alle
nuove generazioni un futuro allaltezza
delle loro aspettative.
Marted prossimo studenti in piazza
da soli. Teme un autunno di opposizione e occupazioni?
Non sono contro le occupazioni studentesche, sono stato criticato per questo. Attenzione, per, a non strumentalizzarle contro la Buona scuola. Le proteste hanno senso e dignit quando servo-

no a ribellarsi a una stortura, a un sopruso. E non tutte le piazze sono uguali:


c chi si messo in gioco e chi protesta
in modo ideologico e improduttivo. Gli
studenti sono al centro di un percorso
che li vede protagonisti, la delega sul diritto allo studio labbiamo costruita insieme e sar la prima ad essere attuata
nel 2016.
Negli istituti la Buona scuola boicottata?
Il contrario. Dopo una demonizzazione dei test Invalsi, oggi la quasi totalit degli istituti ha pubblicato il Rapporto di autovalutazione e i risultati Invalsi. Le scuole vanno avanti spedite anche grazie a risorse arrivate per la prima volta a inizio anno: i 233 milioni del
fondo di funzionamento, raddoppiato, i
500 euro della card del docente, i soldi
per la scuola digitale. Ora il piano dinclusione, poi i nuovi asili 0-6 anni.
Le scelte sul Pof sono state spostate
a gennaio.
Abbiamo dato la possibilit alle
scuole di lavorare con pi tranquillit.
un anno ponte.
La data del concorsone?
Sar bandito a inizio dicembre.
Ci sono ancora 80mila precari che insegnano, dice la Cgil. Quanto tempo
serve per guarire dalla supplentite?
In tre anni assumeremo 180mila
docenti, 20mila in pi rispetto alle stime. La Cgil non lo dice, il Paese lo sa.

D[

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*MTPUUPTFHSFUBSJP
%BWJEF'BSBPOF

"446/;*0/*

*OUBOUJ
DJEJDPOP
HSB[JFFPSB
GBDDJBNP
MBMFHHF
TVHMJBTJMJ

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

$30/"$"

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 



1&34"1&3/&%*1*
NJMBOPSFQVCCMJDBJU

*MHJBMMP

#SFTDJB VMUJNPNJTUFSP
i-PQFSBJPBWWFMFOBUP
EBVOBEPTFEJDJBOVSPw
USBHMJVMUJNJBEBWFSFWJTUPMJNQSFOEJUPSFTQBSJUP
1PJMBGVHBTJJOEBHBQFSJTUJHB[JPOFBMTVJDJEJP
%"-/04530*/7*"50
1*&30$0-"13*$0
BRESCIA. Unarma antica e sub-

-&5"11&

dola, il veleno. Era racchiuso in


una capsula, probabilmente
unarma impropria usata da
cacciatori-criminali per abbattere selvaggina o i cani dei concorrenti. E serve in questo momento agli investigatori di Brescia per confermare quella che
era solo unipotesi: e cio che
esiste un legame, ancora oscuro, ma tenace e credibile dentro il cuore del doppio mistero
della Valtrompia, costato (sinora) un uomo morto e un uomo
scomparso. dunque il cianuro, il veleno usato dai gerarchi
nazisti come Himmler, o dal
banchiere mafioso Michele Sindona nel carcere di Voghera, a
togliere ogni residuo di dubbio
e a collegare saldamente le due
tragedie di Marcheno.
Quella sulla fine ancora misteriosa dellimprenditore Mario Bozzoli, scomparso l8 otto-

*-3*5307".&/50
*MEJPUUPCSFJM
DPSQPTFO[BWJUBEJ
(IJSBSEJOJWJFOF
SJUSPWBUPMVOHPVO
UPSSFOUFJOVOB[POB
CPTDPTBEFMMBMUP
#SFTDJBOP

bre, dentro lazienda familiare, poco dopo le 19, quando


una fumata anomala mand
un alert al sistema dei forni, accesi giorno e notte, 365 giorni
allanno, per fabbricare lingotti di ottone. E quella del suo operaio Beppe Ghirardini, cominciata con la sua fuga improvvi-

sa, in una mattina piovosissima. E finita nel peggiore dei


modi, domenica 18 ottobre, in
alta quota, nella zona di Ponte
di Legno, quando a ora di pranzo il suo corpo, avvolto in un impermeabilino leggero, venne ritrovato dalla protezione civile
di Milano accanto a un torrente. Ghirardini, cinquantenne,
addetto ai forni, era lultimo ad
aver dichiarato di aver visto vivo il suo coetaneo e coscritto al
servizio di leva Bozzoli. Disse
che andava verso lo spogliatoio, per cambiarsi e poi andare a
cena con la moglie.
Che non fosse, e non potesse
essere una morte naturale, la
sua, era stata sin da subito lipotesi principale della Procura e
del comando provinciale dei carabinieri di Brescia. Solo da ieri, per, diventa reale ed entra
negli atti processuali una verit immaginata: non solo nello
stomaco di Ghirardini cera
questa capsula di cianuro, di
origine industriale, ma siccome secondo i medici non ci sono segni di violenza, sul viso, in

$SJTUJBOBF6NCFSUPDPO4PGJBBOOVODJB
OPMJNQSPWWJTBTDPNQBSTBEFMGSBUFMMPF
QBESF

1BSUFDJQPBMHSBOEFEPMPSFDIFIBDPMQJ
UPUFFMBUVBGBNJHMJBQFSMBTDPNQBSTB
EFMMBUVBDBSBNBESF TJHOPSB

6MUJNPSBEVOP EFTUJOB[JPOFQBSBEJTP
TQFSJBNPDIFTJNBOHJB
$JBPCBCCP

-"4$0.1"34"
-PUUPCSF EPQP
VOBHJPSOBUBOFMMB
GPOEFSJBEJGBNJHMJB 
MJNQSFOEJUPSF.BSJP
#P[[PMJ GPUPTPQSB

BOOJ OPOSJUPSOB
BDBTB
*-5&45*.0/&
4FJHJPSOJEPQP
(JVTFQQF(IJSBSEJOJ 
BEEFUUPBJGPSOJF
VMUJNPBEBWFSWJTUP
#P[[PMJ FTDFQFS
BOEBSFBDBDDJBF
TWBOJTDFOFMOVMMB

.BUUFP/JDPMFUUJ"MUJNBSJ
*GVOFSBMJTJTWPMHFSBOOPMVOFEBMMF
PSFOFMMBQBSSPDDIJBEJ4BOUB$IJB
SBQJB[[BEFJ(JVPDIJ%FMGJDJB3PNB
3PNB OPWFNCSF
/JDPMFUUBF/JDPMJODSFEVMJQFSMJNQSPW
WJTBTDPNQBSTBEFMMBNBUPDVHJOP

.BUUFP/JDPMFUUJ"MUJNBSJ
TJVOJTDPOPBMEPMPSFEFJGSBUFMMJ$SJTUJBOB
F6NCFSUPFEBCCSBDDJBOPGPSUF4PGJB
3PNB OPWFNCSF
.BSUB "OESFB 'SBODFTDBF'BCJPQJBO
HPOPMBQSFNBUVSBTDPNQBSTBEFMMBNB
UPDVHJOPFBNJDPDBSP

.BUUFP/JDPMFUUJ"MUJNBSJ
3PNB OPWFNCSF
'JMJQQPF'SBODFTDBDPOJGJHMJ-VDBF
#JBODBTJTUSJOHPOPGPSUFWJDJOPB4PGJB
QFSMBTDPNQBSTBEFMTVPBNBUPFNFSB
WJHMJPTPQBESF

.BUUFP/JDPMFUUJ"MUJNBSJ
3PNB OPWFNCSF
#FSUPDPO.BSJFFJGJHMJ-JWJBF'BMDPTJ
TUSJOHPOPBMEPMPSFEJ6NCFSUPF$SJTUJB
OBQFSMBQSFNBUVSBTDPNQBSTBEFMMBNB
UP

.BUUFP
3PNB OPWFNCSF
$POUPSOBUBEFMMBGGFUUPEFJTVPJDBSJ JM
OPWFNCSFTJTFSFOBNFOUFTQFO
UBOFMMBTVBDBTB

3PTB$SPTFUUJ
WFE-V[[BUJ
%POOBCVPOBFDPSBHHJPTB
/FEBOOPJMUSJTUFBOOVODJPMBTVBBNBUB
GBNJHMJBFMFBNJDIFDBSJTTJNF
-B.FTTBGVOFCSFWFSSDFMFCSBUBTBCB
UPOPWFNCSFBMMFPSFOFMMBDIJF
TBEJ4BO4BUVSOJOP
3PNB OPWFNCSF
4PD;FHB"SNBOEP
UFM3PNB

-IBOOPUSPWBUPNPSUP
DPOJMDPSQPJOQPTJ[JPOF
GFUBMF/POIBMBTDJBUP
BMDVONFTTBHHJP

3PTB$SPTFUUJ-V[[BUJ
1JFUSP7BWBTTPSJ
.JMBOP OPWFNCSF
*M$POTJHMJP%JSFUUJWPEJ"MTFBQBSUFDJQB
DPOQSPGPOEPDPSEPHMJPBMMVUUPEFM%JSFU
UPSF(FOFSBMFEJ$0/'&53"%PUU1JFSP
-V[[BUJQFSMBTDPNQBSTBEFMMBNBESF TJ
HOPSB

3PTB$SPTFUUJ-V[[BUJ

.BSJP'FSSJ
1BPMB .BTTJNP 'BCJP .PJSB $ISJTUJBO
3PNB OPWFNCSF
*M1SFTJEFOUFF"NNJOJTUSBUPSF%FMFHBUP
$SJTUJBOP$BOOBSTBFUVUUJJDPMMFHIJEFMMB
4PHFJQBSUFDJQBOPBMHSBWFMVUUPDIFIB
DPMQJUPMBGBNJHMJB4UBDDIJPMBQFSMBQFSEJ
UBEFMMBDBSB

-BVSB

.JMBOP OPWFNCSF
&TQSJNP JOTJFNFBMMB4FHSFUFSJB"MTFB 
MFNJFQJWJWFDPOEPHMJBO[F BGGFUUPF
DPNNP[JPOFQFSMBQFSEJUBEFMMBUVBDB
SBNBESF TJHOPSB

3PTB$SPTFUUJ-V[[BUJ
"OESFB$BQQB
.JMBOP OPWFNCSF
*M1SFTJEFOUF MB(JVOUB JDPMMFHIJEFMMB
$POGFEFSB[JPOF  (FOFSBMF  *UBMJBOB  EFJ 
5SBTQPSUJFEFMMB-PHJTUJDB$0/'&53"
TPOPWJDJOJBM%JSFUUPSF(FOFSBMF1JFSP
-V[[BUJQFSMBTDPNQBSTBEFMMBTVBDBSB
NBNNB

3PTB$SPTFUUJ-V[[BUJ
3PNB OPWFNCSF
*M1SFTJEFOUF1JFSP-B[[FSJFJM$POTJHMJP
%JSFUUJWP  EJ  '&%&41&%*  JM  1SFTJEFOUF 
.BSJOB.BS[BOJFJM$POTJHMJP%JSFUUJWPEJ
"/"."QBSUFDJQBOPBMMVUUPEFMDPMMFHB
1JFSP-V[[BUJQFSMBQFSEJUBEFMMBDBSBNB
ESF

-";*&/%"
-FTUFSOPEFMMBGPOEFSJB#P[[PMJ
EJ.BSDIFOP #SFTDJB
-BEJUUB
TPUUPTFRVFTUSPEBMPUUPCSF 
DJORVFHJPSOJEPQPMBTDPNQBSTB
EFMQSPQSJFUBSJP.BSJP#P[[PMJ

5307"50.0350
(JVTFQQF(IJSBSEJOJ 
MPQFSBJPEFMMB
#P[[PMJSJUSPWBUP
DBEBWFSFMPTDPSTP
PUUPCSF

3PNB OPWFNCSF
53*(&4*.0
EJ

(JPSHJP%J.BSDP
(MJBNJDJ WJDJOJOFMEPMPSFBMMBNPHMJF&MF
OBFBMMBGJHMJB5BOJB MPSJDPSEBOPDPOBG
GFUUP
3PNB OPWFNCSF




7JFSJ.BS[J
1TJDIJBUSB
4FJTFNQSFWJDJOPBOPJ
.BSHIFSJUB -VDBFJUVPJBNJDJ
"SF[[P OPWFNCSF
0MJWJBF"OUPOJP4FMMFSJP QSPGPOEBNFOUF
BEEPMPSBUJ TJTUSJOHPOPDPONPMUJTTJNP
BGGFUUPBMMBGBNJHMJBUVUUBOFMSJNQJBOUP
EFMDBSJTTJNP

3PTB$SPTFUUJ-V[[BUJ

(JHJ4BWJ

1JFSB..BSJOJ "OESFB$BQQBFMB4F
HSFUFSJBUVUUBTJVOJTDPOPBMDPSEPHMJPEFM
MBGBNJHMJB-V[[BUJ
.JMBOP OPWFNCSF

FOFSJDPSEBOPDPNNPTTJMJOGJOJUPBNP
SFQFSMBDVHJOB/BEJB MBGPS[BFTFNQMB
SFFMBHSBOEFVNBOJU
1BMFSNP OPWFNCSF

gola, ne consegue una deduzione. La pastiglia non stata cacciata in bocca del fuggiasco a
forza.
Non solo. Dov andato a morire loperaio e cacciatore Ghirardini, uscito da casa senza i
cani amatissimi e i fucili? In
una zona silenziosa e romantica dove andava in gita con la
moglie brasiliana, che aveva
chiamato la sera prima di squagliarsela otto volte, senza mai

.BJSFDVQFSBUPJM
UFMFGPOJOPMBWSFCCF
HFUUBUPUFNFOEP
EJFTTFSFSBHHJVOUP
avere risposta. Era andata a
una festa, ha fatto sapere, la
donna che Beppe aveva amato,
che se nera tornata oltre Oceano, con il loro unico figlio.
Di pi. Com stato trovato
loperaio fuggiasco? Sotto il corpo accartocciato su se stesso,
in quella posizione fetale, che
*MOPWFNCSFWFOVUPBNBODBSF

3FOBUP1JDDJPOF
1TJDIJBUSB#BTBHMJBOP
OFEBOOPBOOVODJPMBNPHMJF$MBVEJBFJM
GJHMJP%BOJFMF
6OTFOUJUPSJOHSB[JBNFOUPBJNFEJDJF
BHMJPQFSBUPSJEJ.POUFDBUPOF3FIBCJMJUB
UJPO*OTUJUVUFF JOQBSUJDPMBSF BJEPUUPSJ
1FEFS[JOJF#FMMPOJQFSMBDPTUBOUFQSF
NVSBFMBQSPGPOEBVNBOJU
-BDFSJNPOJBEJDPNNJBUPBWSMVPHPB
3PNBNFSDPMFEOPWFNCSFBMMFPSF
QSFTTPM"VMB.BHOBEFMMB'BDPMU7BM
EFTFEJ5FPMPHJB JO7JB1$PTTB 
.POUFDBUPOF OPWFNCSF
*M%JSFUUJWPFHMJJTDSJUUJEJ1TJDIJBUSJB%F
NPDSBUJDBSJDPSEBOPDPOBGGFUUP

3FOBUP1JDDJPOF
DPNQBHOPEJUBOUFCBUUBHMJFQFSMBEJGF
TBEFHMJVMUJNJ QFSJMDPTUBOUFJNQFHOP
DVMUVSBMF QFSMBDIJVTVSBEFJNBOJDPNJF
QFSMBDSFB[JPOFEFJ4FSWJ[J5FSSJUPSJBMJEJ
4BMVUF.FOUBMF
"CCSBDDJBOPGPSUFJGBNJHMJBSJ
3PNB/BQPMJ OPWFNCSF

rimanda alla dolorosa anche se


rapida agonia da avvelenamento, cera una bottiglia di plastica, con una bibita energetica lasciata a met. Come se lavesse
usata per buttare gi la bacca micidiale.
Accanto a lui, quattro fazzolettini. Messi uno accanto allaltro, come a formare un preciso
rettangolo. Senza alcuna scritta, senza alcun messaggio interpretabile. Il telefonino
delloperaio non mai stato trovato: Forse lavr gettato, temendo di poter essere rintracciato attraverso le celle del satellite delle telecomunicazioni, dicono i detective.
Suicidio, questa dunque oggi lipotesi pi probabile. E come non ricordare che sulla morte di Ghirardini i magistrati
avevano aperto il fascicolo proprio per istigazione al suicidio?
Preveggenti o prudenti o bene
informati? Al momento non
sappiamo, invece sappiamo
che lipotesi di reato che riguarda come vittima Mario Bozzoli,
sequestro di persona, non ha

.*-"/0

mai trovato il minimo credito.


Bozzoli, in lite con il fratello, e
con i figli del fratello, aveva detto alla moglie, che ha fatto denuncia, di avere paura. E
non risulta uscito dal perimetro dellazienda, dicono i carabinieri. Ieri, finalmente, dopo
aver abbassato gradualmente
la temperatura del crogiolo (superava gli 800 gradi), stato
possibile recuperare i materiali sul fondo del forno. un mo-

*FSJTPOPTUBUJSBDDPMUJ
JNBUFSJBMJTVMGPOEPEFM
GPSOPTBSBOOPBOBMJ[[BUJ
BMMBSJDFSDBEJSFTUJVNBOJ
mento delicato. I corpi umani,
nei forni crematori, hanno bisogno di essere bruciati a oltre
mille e 100 gradi, per dissolversi. Quindi, non escluso
che se ci sono resti umani, vengano trovati. E analizzati. E
non il caso di avere fretta.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

30."

$PQQJBEFMMBDJEP 3BJ CSVDJBUBMBVUP


.BSUJOBi-JDPMQJWP EFMEJSFUUPSF
QFSQVSJGJDBSNJw
"OUJDPSSV[JPOF
MILANO. Volevo eliminare il

mio passato negativo ha


spiegato ieri in aula a Milano
Martina Levato. La donna, da
poco diventata madre, gi
stata condannata a 14 anni con
il compagno Alexander
Boettcher per aver sfigurato con
lacido lex fidanzato Pietro
Barbini. A processo per altri
blitz nei confronti di ex amanti
con il complice Andrea
Magnani, lex bocconiana ha
spiegato: Volevo colpire chi mi
ha fatto male e purificarmi. Sia
Barbini che Giuliano Carparelli,
scampato allaggressione, con il
quale la Levato aveva avuto una
relazione in discoteca,
sarebbero stati colpevoli di
avermi trattato come un
oggetto sessuale ha spiegato la
Levato. Il ruolo di Magnani era
quello di un servo muto. La
donna ha pianto e quando per la
prima volta le sono state
mostrate le foto del volto
sfigurato di Barbini ha distolto
lo sguardo e trattenuto il
respiro.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

ROMA. Lauto di Gianfranco

Cariola, direttore Internal Audit


e Responsabile
dellAnticorruzione della Rai,
stata incendiata nella notte tra
mercoled e gioved. Anche se le
indagini sono in corso, pochi
dubitano che lobiettivo fosse
quello di minacciare il dirigente.
Lazienda ha scritto la Rai
nel comunicato che ha reso noto
il fatto tenuto conto del ruolo
ricoperto da Cariola ritiene
lepisodio di chiaro intento
intimidatorio e ribadisce la
ferma decisione di proseguire
nelle azioni avviate nel sostegno
della cultura della legalit. Due
settimane fa lazienda era stata
scossa da uninchiesta su
sospetti appalti truccati, fondi
neri ed eventuali tangenti ai
dirigenti. La vicenda delle
indagini sugli appalti Rai
spiega Michele Anzaldi,
deputato Pd e segretario della
Commissione vigilanza Rai
rappresenta una pagina oscura
sulla quale la magistratura sta
facendo chiarezza.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



$30/"$"

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXRVJSJOBMFJU
XXXSFQVCCMJDBJU

*MDBTP

4QBSFVDDJTF
VOMBESPJOGVHB
JM2VJSJOBMFMPHSB[JB

-"10-&.*$"

*M$BQPEFMMP4UBUPGJSNBJMEFDSFUP BGGJEBUPBJTFSWJ[JTPDJBMJ
.BTDPOUSPBMMB$BNFSBTVMMBMFHHFTVMMBMFHJUUJNBEJGFTB
"-#&350$6450%&30
Spar e uccise un ladro: il
presidente della Repubblica lo grazia. Ma scontro, alla Camera, tra
maggioranza e opposizione sulla
proposta di legge della Lega sulla
legittima difesa. Il Carroccio per
presumerla sempre e comunque. La maggioranza frena: Pd e
Ncd sono per valutare, caso per caso, la proporzionalit nellimmediatezza dellazione. Se uno spara per difendersi da unaggressione armata spiega Donatella Fer-

&3.&4."55*&--*
/FMGFSJTDFEVF
MBESJDPODPMQJEJ
QJTUPMB$POEBOOBUP
BBOOJMPTDPSTP
PUUPCSF NVPSFEJ
JOGBSUPQPDIJHJPSOJ
EPQPMBTFOUFO[B

-&5"11&

ROMA.

*MQSFTJEFOUFEFMMB3FQVCCMJDB 
4FSHJP.BUUBSFMMB

-0.*$*%*0
*MTFUUFNCSFEFM.POFMMB
TQBSBFVDDJEF&SWJT)PYB 
FOOFDIFTUBWBSVCBOEPJM4VW
QBSDIFHHJBUPEJGSPOUFBMMBDBTB
-"$0/%"//"
-JNQSFOEJUPSFCFSHBNBTDP
DPOEBOOBUPBBOOJFNFTJEJ
DBSDFSFQFSPNJDJEJPWPMPOUBSJPF
BSJTBSDJSFMBGBNJHMJBEFMMBWJUUJNB

*M$BSSPDDJPIBVOJOJ[JBUJWB
MFHJTMBUJWBQFSQSFTVNFSMB
TFNQSF 1EF/DETPOP
QFSWBMVUBSFEJWPMUBJOWPMUB

-"(3";*"
*OQSJHJPOFEBTFUUFNCSF 
DPOMBHSB[JBQBS[JBMFDPODFTTB
JFSJB.POFMMBSFTUBOPNFOPEJUSF
BOOJEJEFUFO[JPOFEBTDPOUBSF

renti, presidente della commissione Giustizia beneficia di una esimenti e viene assolto. Se insegue il
ladro e lo colpisce alle spalle, il discorso cambia. Il codice penale
non contempla la presunzione assoluta. Scelta civica contraria
perch, spiega Andrea Mazziotti,
presidente della commissione Affari Costituzionali, temiamo leffetto-Usa, dove i ladri, per timore
di essere uccisi quando entrano
nelle case, sparano allimpazzata.
E il numero delle vittime altissimo.
Liniziativa legislativa leghista
stata inaspettatamente amplificata dalla grazia concessa ieri ad
Antonio Monella da Sergio Mattarella. Limprenditore, il 6 settembre 2006, dalla sua villa ad Arzago
DAdda (Bergamo) spar e uccise

Ervis Hoxa, un albanese di 19 anni


che gli stava rubando il Suv parcheggiato davanti alla sua casa.
Condannato a sei anni e due mesi
per omicidio volontario (sentenza
confermata in Cassazione) e al risarcimento di 150mila euro ai familiari della vittima, Monella si costitu in carcere l8 settembre dello scorso anno dopo aver atteso invano che la Presidenza della Repubblica si esprimesse sulla richiesta di grazia nei suoi riguardi. La
decisione del Capo dello Stato, si
legge nel testo, tiene conto del parere favorevole formulato dal ministro della Giustizia a conclusione
della prevista istruttoria. Per effetto della grazia, allimprenditore rimarr da espiare una pena residua inferiore a tre anni che, per, rientra nellambito di applicabi-

(3";*"/045"$$)*0
#FO[JOBJPWJDFOUJOP 
BOOJ BGFCCSBJP
VDDJEFDPOVOGVDJMF
JMSBQJOBUPSFEJVOB
HJPJFMMFSJB4JJOEBHB
QFSFDDFTTP
EJMFHJUUJNBEJGFTB

1&3%0/"50
"OUPOJP.POFMMB JNQSFOEJUPSF
FEJMFEJBOOJ-BOPUUFUSBJMF
JMTFUUFNCSFVDDJTFVO
MBESPBE"S[BHPE"EEB

lit dellistituto dellaffidamento


in prova al servizio sociale. Monella dunque non dovrebbe pi scontare la pena in carcere.
Latto di grazia del Quirinale arriva nel pieno di una polemica politica sulla legittima difesa.
Il gruppo leghista compreso il
fondatore del Carroccio Umberto
Bossi ha firmato, nel febbraio scorso, una proposta di legge per concedere la presunzione di legittima
difesa (quindi limpunibilit),
sempre a chi spara ogni volta ci sia

unintrusione violenta in casa, in


un negozio, in uno studio professionale. La discussione della modifica del codice penale era stata
fissata per gioved scorso in commissione Giustizia. Poi, dopo che
era stata posta la fiducia, rinviata
al 19 novembre.
Esulta Salvini: Tutto merito di
Bologna ha detto una vittoria dei cittadini per bene, della Lega e del diritto di difendersi! Se lItalia sancir che la difesa sempre legittima, sar un passo in
avanti. La maggioranza reagisce
con una propria proposta presentata da Nino Marotta, Ncd-Udc,
dal contenuto meno drastico. Salvini fa propaganda spiega Marotta Bologna non centra nulla,
la proposta era gi stata fissata.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

'3"/$&4$04*$*(/"/0
-PTDPSTPPUUPCSF
JMQFOTJPOBUP
NJMBOFTFTQBSBF
VDDJEFVOMBESP
FOOFTPSQSFTPJO
DBTB JOEBHBUPQFS
PNJDJEJPWPMPOUBSJP

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

$30/"$"



la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXBJSCOCJU
XXXGFEFSBMCFSHIJJU

-BQPMFNJDB
Laitto delle case private
IL CONFRONTO

176.870
Le strutture
presenti
sul portale
di Airbnb
nel 2015

CITT CON PI CASE PRIVATE IN AFFITTO numero di unit

117.749
Le strutture
extralberghiere
censite
dallIstat
nel 2015

SOMMERSO ED EVASIONE FISCALE

nel

nel

dei casi

dei casi

57%

72,5%

ROMA

MILANO

FIRENZE

18.546 11.397 5.736

VENEZIA

3.908

4WPMUBOFMMBHVFSSB
TVMMFDBTFWBDBO[B
i1BUUPDPOMFDJUU
QFSQBHBSFMFUBTTFw

PALERMO

2.502

si tratta di inserzionisti
che gestiscono
pi di un alloggio

su Airbnb laffitto
si riferisce
allintera propriet

LA CRESCITA

118.521

176.870
IL TOTALE
DEGLI
ALLOGGI

234
2009

2.141
2010

67.448
43.115

12.179

2011

2012

2014

ottobre
2015

Distribuzione
degli alloggi Airbnb in Italia

Piemonte

7.005
Valle DAosta

&3/&450'&33"3"

"

2013

COS NELLE REGIONI

%PQPMFDSJUJDIFEFHMJBMCFSHBUPSJ
"JSCOCWVPMFBJVUBSFBSJTDVPUFSF
MJNQPTUBEJTPHHJPSOP
scocca lora del
patto fiscale coi Comuni. Mentre Barcellona ha
messo al bando le camere sulla
piattaforma e a San Francisco
un referendum ha diviso gli abitanti sulla possibilit di mettere
un limite temporale agli affitti
turistici, in Italia sono gli albergatori ad attaccare: Il sommerso nel turismo giunto a livelli
di guardia, c un dilagare indiscriminato dellevasione fiscale
e del lavoro nero e Airbnb ne
lesempio eclatante, sbotta il
presidente italiano di Federalberghi, Bernab Bocca, invocando una legge nazionale per ingabbiare il fenomeno e controlli
severi: Molti Paesi europei si
stanno muovendo per combattere le degenerazioni della TIB
SJOHFDPOPNZ, ora tocca allItalia dare un segnale forte, tuona
il patron della catena Sina Hotels.
Ma nel giorno della crociata
contro la piattaforma per affittare case, Airbnb esce allo scoperto con un messaggio che va nella direzione opposta. Annunciando la volont di dare una mano ai Comuni per la riscossione
della tassa di soggiorno. Come a
Parigi, dove un mese fa scattata loperazione collect and remit per le circa 60 mila case in
affitto sul sito. Come funziona?
Il viaggiatore paga lobolo direttamente con la carta di credito
on line, poi sar Airbnb a versare la somma raccolta alle casse
dei Comuni. Basta quindi anche
da noi con i proprietari furbetti, che non riscuotono la tassa
dai loro ospiti e non la versano ai
Comuni, quantomeno quelli che
hanno deciso di far valere il balzello anche per le locazioni non
professionali. Ne stiamo ragionando con Milano e con Firenze,
ci vorranno un po di mesi, c la
burocrazia da modificare, soprattutto i regolamenti comunali: ma nel 2016 credo che il modello Parigi si possa esportare in
Italia, annuncia il country manager di Airbnb Italia Matteo
Stifanelli proprio nei giorni del
grande summit di Parigi con
5mila host da 110 Paesi. E siccome per i municipi italiani, secondo stime di Federalberghi del
2014, la tassa di soggiorno vale
300 milioni di euro esclusa evasione ad esempio Firenze la
stima in 10-12 milioni lanno
la svolta servita. Con somma
gioia dellAnci.

176.870

Gli alloggi italiani in offerta su Airbnb

1.091

IRBNB,

Liguria

7.548
*OWFDFEFMNVSPDPOUSP
NVSP JMDBNCJP
EJTUSBUFHJBTFSWJSB
SFDVQFSBSFNJMJPOJ

Lombardia

21.990
Trentino
Alto Adige

2.604
Non un caso che Airbnb vari
unoperazione di questo tipo. Sa
che dal muro contro muro non
ha nulla da guadagnare. E sa
che se le Regioni, che hanno le
competenze in materia di turismo, si mettessero in testa di
bloccarli, potrebbero avere delle chance. Norme sanitarie, contrattuali e edilizie potrebbero essere la tomba della startup fondata nel 2008. E siccome il colosso delle locazioni, ormai presente con circa 190 mila offerte in
Italia, non vuole ritrovarsi come
Uberpop, ha deciso di voltare pa-

gina. Con una politica improntata a grande collaborazione con


le amministrazioni, alle prese
con le proteste degli albergatori
e rivolte di carattere sociale. Ci
sono del resto condomini nei
centri storici delle citt da Firenze a Venezia a Roma che
ormai sono quasi del tutto destinati ai turisti. Un fenomeno che,
denunciano dal Sunia, il sindacato inquilini Cgil, sta allontanando la residenza classica dai
centri storici a favore di affitti
per brevi periodi. Secondo Federalberghi perdipi quella delle

locazioni private sarebbe una


favoletta e nel far west di
Airbnb sguazzerebbero affittacamere pi che professionali:
Ci sono host che possiedono
centinaia di alloggi: proprio su
Airbnb c Daniel che gestisce
527 alloggi e Bettina con 420 alloggi, denuncia Bocca. E non
solo: in barba alle leggi che obbligano il gestore di risiedere allinterno dei bed and breakfast, la
stragrande maggioranza degli
annunci riferita allaffitto
dellintera propriet, il 72,5%
dei casi.

Airbnb ribatte: Siamo un fenomeno ormai inarrestabile,


ma chiaro che il dialogo con le
istituzioni necessario, verso la
creazione di nuove regole, dice
Stifanelli che ieri ha firmato un
accordo di partnership con Milano sulla promozione dei grandi
eventi e i temi dellalfabetizzazione digitale. Il patto fiscale
pronto: Siamo il massimo della
trasparenza: tutto tracciato.
Eppure i controlli sono complicati: spesso non coincidono proprietari e soggetti che affittano.

Veneto

9.990
Friuli
Venezia Giulia

1.376
Emilia
Romagna

4.834
Toscana

26.681

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Umbria

4.190
Marche

3.179
Lazio

24.355
Abruzzo

2.368
Molise

287
Campania

9.255
Puglia

12.669
Basilicata

811
Calabria

2.909
Sicilia

21.816
Sardegna

11.912
FONTE: elaborazioni Incipit /
Federalberghi su dati Inside Airbnb

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

La Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

$0/5"55*
4&(3&5&3*"@&$0/0.*"!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



'54&.*#  %08+0/&4  &630%0--"30  1&530-*0#3&/5 "-#"3*-& 5"44**5"-*"/*""//* 

*-16/50
1"0-0(3*4&3*

7PMLTXBHFO
WFOEJUFJODBMP
&PSBDFSDB
VONBYJQSFTUJUP
EBNJMJBSEJ
$BMPEJPMUSFJMBMJWFMMP
HMPCBMF4FSWPOPMJRVJEJ
QFSGSPOUFHHJBSFMBDSJTJ
TORINO. Volkswagen si rivolge
al credito. Lo fa per finanziare
le conseguenze del dieselgate,
sostiene lagenzia#MPPNCFSH.
Il prestito ponte sarebbe di 20
miliardi. Una cifra molto alta
anche tenendo conto del fatto
che Wolfsburg ha debiti in
scadenza per 13 miliardi nel
2016. La casa tedesca ha
risposto allagenzia: Abbiamo
sempre ritenuto che un
portafoglio diversificato di
strumenti di finanziamento
offra la flessibilit necessaria
per fornire opportunit
competitive ai nostri clienti.
Dunque il prestito ponte
servirebbe solo ad avere una
riserva di liquidit, come
accade normalmente per i
grandi gruppi industriali. Ma
luned, nella riunione che i
vertici della casa tedesca

"-7&35*$&
.BUUIJBT.VFMMFS 
DFPEJ7PMLTXBHFO 
TUBNFUUFOEPBQVOUP
JMQJBOPQFS
GSPOUFHHJBSFMBDSJTJ
dovrebbero avere con i
rappresentanti delle banche, il
clima sar diverso da quello di
pochi mesi fa. Perch
Volkswagen, proprio a causa
dello scandalo, si vista ridurre
il rating dalle principali
agenzie mondiali e ora il
prestito coster di pi. I vertici
del gruppo stanno facendo
molti sforzi per uscire dal cono
dombra della vicenda
emissioni ma per il momento
non sembrano ancora esserci
riusciti. Il perch lo spiegavano
gli analisti di Fitch nei giorni
scorsi: il gruppo dirigente,
nonostante alcune importanti
sostituzioni, sembra ancora
troppo coinvolto nella vicenda.
Non ci sarebbe stata insomma
quella rottura radicale con il
passato recente che il mondo
finanziario giudica
indispensabile per tornare a
fidarsi di Wolfsburg. Il secondo
motivo legato allincertezza
sulle conseguenze dello
scandalo. Nel mese di ottobre,
sono dati di ieri, la casa tedesca
ha visto scendere del 5,3 per
cento le sue vendite nel mondo.
Ma i paesi con il maggior calo
sono stati Russia e Brasile dove
le auto si vendono meno di un
anno fa a prescindere dal
dieselgate. Dunque il vero
effetto sulle vendite si
misurer solo nei prossimi
mesi. E senza quel dato sar
difficile ipotizzare anche
leffetto sulle casse. Effetto che
dovr tener conto delle multe e
dei risarcimenti. Solo dopo
questi dati si potr sapere se i
20 miliardi del prestito
saranno sufficienti

3BMMFOUBMBDSFTDJUBEFM1JM
QJ OFMUFS[PUSJNFTUSF
41SBUJOHTUBCJMFBMM*UBMJB
3FO[Ji4QFSBWPNFHMJPNBWBCFOFMPTUFTTPw*M5FTPSP
i1SPCBCJMFSFWJTJPOFBMSJBM[Pw'SFOBMFVSP[POB
&-&/"10-*%03*
ROMA. I numeri sono numeri?

Di certo quelli sul Pil diffusi


dallIstat - un terzo trimestre a
+0,2%, inferiore alle attese, in
rallenty per la terza volta di fila
ma pur sempre di segno pi fanno discutere. Agitano. Sicuramente deludono.
Speravo in uno 0,3% ma va
bene lo stesso, confessa il premier Renzi mentre il Tesoro assicura che lobiettivo 2015 resta lo 0,9% e da Standard &
Poors arriva la conferma di un
vecchio rating a quota BBB-, solo un gradino pi alto del livello
KVOL, spazzatura, con un outlook stabile. La ripresa in
corso ma modesta, dicono
questi analisti. Il Pil non torner ai livelli pre-crisi fino allinizio del 2024 e il prossimo biennio crescer ad un ritmo medio
dell1,3%. Poi aggiungono che
il premier Renzi determinato ad andare avanti col suo programma di riforme, nonostante una stretta maggioranza ed
una dura opposizione.
Renzi sceglie di guardare laltra met del bicchiere e ricorda: Il terzo trimestre comunque positivo . Il dato di fatto
che nellultimo anno il Pil cresciuto dello 0,9%, una striscia
molto positiva, come ricorda lo
stesso Istat. Detto questo: per

4UBOEBSE1PPSTMPEBMB
iEFUFSNJOB[JPOFEJ
3FO[JTVMMFSJGPSNFw iNB
MBSJQSFTBNPEFTUBw
me bisogna fare molto di pi.
Saremo felici quando il Pil sar
vicino al 2%. Poi aggiunge:
Abbiamo rimesso in moto la
macchina, bene cos.
Il Tesoro precisa che il dato
non pregiudica il risultato di
una crescita allo 0,9% a fine anno e si augura che venga rivisto
al rialzo perch non tiene conto
dellindagine sul fatturato del
settore dei servizi che viene diffusa a fine mese. In questo comparto il Tesoro pensa ci siano gli
andamenti pi dinamici (turismo, trasporti, Expo). LIstat
nota che la ripresa tutta trainata dalla domanda interna e
non estera.
Standard and Poors, nella
sua conferma del rating nazionale ci tiene a rimarcare che la
determinazione di Renzi ad andare avanti lungo la strada delle riforme, dimostrata proprio da quel che il governo ha
fatto per riformare il Senato e
la legge elettorale, ma anche
per cambiare il mercato del la-

voro e per le banche popolari.


Loutlook stabile riflette proprio la nostra attesa sul fatto
che il governo continuer ad attuare riforme strutturali e di bilancio ampie che stabilizzeranno il debito. Lobiettivo di una
riduzione del cuneo fiscale potrebbe aiutare la competitivit.
Lagenzia fa anche notare che
il consolidamento fiscale rallenta e la spending review
stata pi volte ridotta.

Avverte che se persisteranno le rigidit del mercato del lavoro e dei servizi , potrebbe anche ripensarci e dare una sforbiciata al rating.
Fa discutere, questo Pil ,nonostante quota 0,9, se centrata, sarebbe il livello pi alto da
oltre quattro anni, ovvero dal
secondo trimestre 2011. Sempre poco per riagguantare i livelli pre-crisi che S&P colloca
tra 9 anni, ma Confesercenti

tra cinque.
La verit che la ripresa di
tutta Eurolandia in bilico: la
Bce vede segni dindebolimento ovunque, nuovi stimoli alleconomia sono gi in cantiere.
La stessa Germania cresciuta
dello 0,3% come la Francia. Solo che per i tedeschi, rispetto
allanno prima, la crescita
dell1,7% e per i francesi
dell1,2%.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Quattro anni di Pil (Trimestre per trimestre, variazioni % congiunturali)

Fonte: Istat

+0,4
+0,3
+0,2
+0,1

-0,1

-0,1
-0,2

-0,2

-0,5

-0,5

-0,5

-0,7
-0,8
-1,0

-1,0

3
4
trim
trim
2011

1
trim

2
3
trim
trim
2012

4
trim

1
trim

2
3
trim
trim
2013

4
trim

1
trim

2
3
trim
trim
2014

4
trim

1
trim

2
3
trim
trim
2015

1SJNPBTTVOUPDPM+PCT"DUF

$0/53"55045"#*-&

.BSJP BOOJ 
PQFSBJP DPO
DPOUSBUUPBUFNQP
JOEFUFSNJOBUPBMMB
DBSUJFSB1JHOB
45"5&53"/26*--*

-B[JFOEBDJIB
TFNQSFEFUUPDIF
QPUFWBNPTUBSF
USBORVJMMJ BMNFOP
QFSJQSJNJUSFBOOJ

."55&016$$*"3&--*
Preferivo finire sul
giornale per una storia migliore
eh, scherza Mario B., operaio
trentunenne, due figli di 12 e 3
anni. il primo licenziato con il
contratto a tempo indeterminato versione Jobs Act questa
la denuncia dal sindacalista della Cisl Massimo Albanesi raccolta dal .FTTBHHFSP7FOFUP. Dopo
soli otto mesi dalla firma della
lettera di assunzione. Per paura
di ritorsioni (non che poi non
mi assume pi nessuno?) aveva preferito non esporsi. Ma alla
fine questo lavoratore della Pigna Envelopes (quella dei
bloc-notes) di Tolmezzo, in provincia di Udine, decide di raccontarsi, dopotutto di cosa dovrei vergognarmi?.
Partiamo dallinizio: quando
e come viene assunto?
Allora, io facevo il camionista e stavo molto tempo allestero. Vedevo poco la mia famiglia.
Dopo quattro anni di questa vita, decido di provare ad avvicinarmi a casa.
E com entrato in contatto
con lazienda?
Sapevo che cercavano operai e io avevo gi fatto esperien-

MILANO.

za anni fa in una cartiera. Presentai domanda nellestate del


2014. A inizio 2015 mi chiamano per dirmi ci siamo, venga luned. Ma poi rimandano di
qualche settimana, perch

aspettavano il varo della nuova


riforma del lavoro. Cos il 16
marzo ho firmato il contratto.
Era felice?
Di pi, felicissimo. Fabbrica
a 200 metri da casa, ci andavo a

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

La Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 


*1&((*03*


*&3*

'54&.*#   


'54&*5"--  
'54&*545"3   
'54&*5.*% 
$0.*5  
5*50-*%*45"50

 

 

 

 

 

'54&

7"3

(&09 
'&33"(".0  
#$"130'*-0  
%*(*5"-#304  
'*/$"/5*&3*  

3&/%*.&/50

#51 "//*
 
413&"%46-#6/% 
*.*(-*03*


'54&

7"3

'*%*" 
$"-&''*  
#$0%&4*0#3*"/;"3/$  
1"/"3*"(3061  
#$0%&4*0#3*"/;"  

13*/$*1"-*5*50-*%&-.&3$"50";*0/"3*0
5*50-0
133*'
""  
"/*.")0-%*/(  
"/4"-%0454  
"5-"/5*"  
"650(3*--  
";*.65  
#"/$"(&/&3"-*  
#"/$01010-"3&  
#$"101.*-"/0  
#6;;*6/*$&.  
$".1"3*  
$/)*/%6453*"-  
&/&-  
&/&-(3&&/18  
&/*  
&903  
'$"'*"5$)3:4-&3"65  
'&33"(".0  
'*/.&$$"/*$"  
(&/&3"-* 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

#034&&6301&&
5*50-0

133*'

*/5&4"4"/1"0-0  


-69055*$"  
.&%*"4&5 
.&%*0#"/$"  
.&%*0-"/6.  
.0/$-&3  
.0/5&1"4$)*4*  
101&.*-*"30."(/" 
13:4.*"/  
3$4.&%*"(3061 
4"*1&.  
4/".  
45.*$30&-&$53  
5&-&$0.*5 
5&/"3*4 
5&3/"  
50%4  
6#*#"/$"  
6/*$3&%*5  
6/*10-4"*  
:009  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

7"-65&

1"&4&*/%*$&

".45&3%". "&9
 
#369&--&4#&-  
'3"/$0'035& 9&5%"9
 
'54&&63053"$,  
-0/%3" '54&
 
."%3*%*#&9 
04-0501  
1"3*(* $"$
 
7*&//" "59
 
;63*(0 4.*
 

7"3
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

#034&*/5&3/";*0/"-*
1"&4&*/%*$&

%+45099&630  
)0/(,0/()4  
+0)"//&4#63(  
/&8:03, 41
 
/&8:03, %+*/%
 
/"4%"2$0.1  
4*/("103&45  
4:%/&: "--03%4
 
50,*0 /*,,&*
 

7"3
 
 
 
 
 
 
 
 
 

$030/"%, 
$030/"/  
$030/"4  
%0--"30"64  
%0--"30$%/ 
%0--"3064"  
'3"/$0$) 
45&3-*/"6, 
:&/+  

 
 
 
 
 
 
 
 
 

030&.0/&5&"63&&&
/07&.#3&
."55*/0
4&3"
030.*-"/0 &630(3
 
 
030-0/%3" 64%0/$*"
   
"3(&/50.*-"/0 &630,(

 
1-"5*/0.*-"/0 &630(3

 
1"--"%*0.*-"/0 &630(3

 
/07&.#3&
%&/"30 -&55&3"
45&3-*/" 7$
 
 
45&3-*/" /$
 
 
45&3-*/" 1045
 
 
,36(&33"/%    
."3&/(0*5"-*"/0  
 

1BTUJDDJP5BTJ
PSBBSJTDIJP
VODPOHVBHMJP
BODIFOFM
%PQPMBQSPSPHBEFMMFEFMJCFSFJO
SJUBSEP3JMJFWJEBMM6GGJDJPCJMBODJP
30#&3501&53*/*
ROMA.

La legge di stabilit entra in un week end di votazioni,


a partire dalla maratona notturna cominciata ieri sera, allinsegna del pasticcio-Tasi. Al centro
dellattenzione la deroga che
rende legittime le delibere Tasi-Imu varate dai Comuni dopo
il limite del 30 luglio, cio tra
agosto e settembre, e che rischia di costituire una stangata
e un caos interpretativo.
I Comuni si aspettano di incassare gli aumenti varati con
le delibere in deroga, tra agosto
e settembre, con il conguaglio
del 16 dicembre. Il pagamento
dei rincari scontato: e in questa direzione va la sanatoria approvata in Commissione con il
via libera del governo. Si tratta
si sapere solo quando si pagher: una prima ipotesi potrebbe
essere in sede di conguaglio il
16 dicembre, il versamento non
sarebbe pienamente legittimo
perch la sanatoria diventerebbe legge solo con il 1 gennaio al
momento dellentrata in vigore
della legge di stabilit, ma di
fronte a delibere comunali pubblicate, e sanate nel giro di due
settimane, saranno in molti a
pagare per evitare problemi. In-

4"-7"5"((*0#"/$)&
$MBVEJP%F7JDFOUJF.BVSJ[JP
.BSUJOBJFSJEPQPJM$ENDIF
IBEBUPMPLBMEFDSFUPCBJMJO

fatti se non sar il 16 dicembre,


e se non interverr un decreto,
si corre il rischio di pagare un
conguaglio, cio una sorta di mini-Tasi, in gennaio in 844 comuni secondo i calcoli Uil e in oltre
1.800 per la Cgia di Mestre se si
contano anche addzionali Irpef
e altro. Il viceministro dellEconomia Morando ha assicurato
un intervento e la relatrice Chiavaroli (Pd) ha fatto capire la materia potrebbe essere spostata
in un provvedimento pi veloce: non escluso un decreto.
Sulloperazione-Tasi arriva
anche un focus dellUfficio
parlamentare di bilancio (Upb)
diffuso ieri. Labolizione porterebbe un incremento dei consumi pari al 44 per cento della riduzione complessiva di imposta, cio 1,5 miliardi. Tuttavia,
rileva il rapporto dellUpb, la
portata espansiva dellabolizione della Tasi risulter in parte
limitata perch il reddito aggiuntivo dovuto al mancato pagamento dellimposta il prossi-

mo anno non sar distribuito in


egual misura tra i contribuenti.
Il 68 per cento delle risorse aggiuntive affluir infatti ai cinque decili delle famiglie che
hanno i redditi pi alti e che hanno una propensione a spendere
pi bassa, in quanto non hanno
necessit immediate di consumo. Solo il restante 32 per cento
del reddito andr invece ai cinque decili della popolazione che
hanno un reddito pi basso e
quindi sono inclini a consumare
subito ogni risorsa aggiuntiva.
Battuta darresto sullemedamento sul prestito pensionistico: eliminato perch senza copertura. Resta anche aperto il
nodo degli ammortizzatori sociali per i co.co.co. che scadono il
31 dicembre.
Infine diventa legge, con il
via libera della Camera, il decreto che proroga le norme sul rientro dei capitali: il gettito si stima in 3,5 miliardi e scongiura
laumento della benzina
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

MJDFO[JBUPi"MUSPDIFUVUFMFDSFTDFOUJw
piedi. Due mesi di prova e poi
lindeterminato. Lo stipendio, facendo anche i turni di notte e
con gli assegni familiari, era di
1.400 euro.
Ma non sapeva che il contratto a tutele crescenti prevede
la possibilit di un pi facile licenziamento?
No, lazienda ci aveva sempre detto di stare tranquilli, e
che per tre anni stavamo sicuri.
Poi non sono un tipo politicizzato, mai fatto uno sciopero in vita
mia, non sono di sinistra. Vedevo Renzi in tv, parlavano tutti di
tutele crescenti... Ecco sulla
mie pelle ho visto che quella dizione una barzelletta.
Come le hanno detto che restava a casa?
Mercoled, erano le 17,30.
Stavo facendo il turno pomeridiano, dalle 14 alle 22. Mi hanno
chiamato i superiori: Mario, c
un calo di lavoro, non possiamo
pi tenerti, quindi da venerd il
contratto risolto.
E lei?
Non ci credevo. Se sei precario, te lo puoi aspettare. Se sai di
essere a tempo indeterminato,
no. E invece ho scoperto cos che
ero precario lo stesso. Da un momento allaltro a casa, lho trova-

to ingiusto, una mancanza di rispetto dal punto di vista umano.


E ho ripensato allarticolo 18....
Cio?
Aveva ragione chi lo difendeva. Qui finito tutto, la riforma

una falsa promessa di miglioramento.


Non aveva avuto neanche
delle avvisaglie che qualcosa
non stesse andando bene?
Sapevamo che cerano diffi-

6/$"-0%*-"7030

&SPGFMJDJTTJNP QPJ
JMGVMNJOFBDJFM
TFSFOPDVODBMP
EJMBWPSP OPO
QPTTJBNPQJUFOFSUJ
FUVUUPGJOJTDF

-"-&55&3"

-"35*$0-0


"%%*03&*/5&(30
5SBMFSJGPSNFEFM
MBWPSPBODIFMBGJOF
EFMMPCCMJHPEFM
SFJOUFHSP
JODBTPEJ
MJDFO[JBNFOUJQFS
NPUJWB[JPOJ
FDPOPNJDIF

565&-&$3&4$&/5*
*M+PCT"DUQSFWFEF
VOJOEFOOJ[[P
FDPOPNJDPDFSUPF
DSFTDFOUFDPO
MBO[JBOJUEJ
TFSWJ[JPJODBTPEJ
MJDFO[JBNFOUJQFS
NPUJWJFDPOPNJDJ

%&$0/53*#6;*0/&
-BTDPSTBMFHHFEJ
TUBCJMJUIBQSFWJTUP
QFSJMVOB
GPSUF
EFDPOUSJCV[JPOF
QFSJEBUPSJEJ
MBWPSPDIF
BTTVNPOP

"WFWBSBHJPOFDIJ
EJGFOEFWBMBSUJDPMP
 MBSJGPSNBEFM
MBWPSPVOBGBMTB
QSPNFTTBEJ
NJHMJPSBNFOUP

colt, s, ci eravamo consumati


le ferie apposta. Ma da qui a vederti lasciato cos....
Non che per caso lhanno licenziata per altre ragioni legate al suo operato?
No, oggi (ieri, OES) hanno
fatto lo stesso con altri due tempi indeterminati a tutele crescenti, forse non finita qui.
Senta, quando tornato a casa con la lettera di licenziamento cosa le ha detto la sua
compagna?
rimasta senza parole anche lei. Un fulmine a ciel sereno.
Se ti parlano di tutele crescenti e firmi un indeterminato, vivi con una certa tranquillit. Ti
fidi no? Invece scopri che era
tutto frutto della tua immaginazione, o della propaganda.
E adesso?
Avr la disoccupazione per
qualche mese e intanto cerco
un nuovo impiego; ma se lo avessi saputo prima che andava a finire cos non avrei mai lasciato
il lavoro di camionista. Mi ero
anche fatto licenziare dal vecchio datore di lavoro, cos risultando disoccupato lazienda ha
potuto usufruire degli sgravi fiscali assumendomi....
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-&.*463&

5"4*$"04"6.&/5*
4BOBUPSJBEJEVF
NFTJQFSJ$PNVOJ
DIFIBOOPWBSBUP
HMJBVNFOUJ5BTJ*NV
QFSJM&
QPUSFCCFFTTFSDJVO
DPOHVBHMJPEJ
QBHBNFOUPBODIF
OFM
1&/4*0/*
#PDDJBUP
MFNFOEBNFOUP
QFSJMQSFTUJUP
QFOTJPOJTUJDP*M
QBDDIFUUPEFMMF
NJTVSFQSFWJEFO[JBMJ
TMJUUBBMMFTBNFEFMMB
MFHHFEJ4UBCJMJUB
.POUFDJUPSJP
3*&/530$"1*5"-*
&MFHHFMBQSPSPHB
EFJUFSNJOJQFSMB
WPMVOUBSZEJTDMPTVSF
EPQPMPLEFMMB
$BNFSB$POTFOUJS
EJSBDDPHMJFSFVO
HFUUJUPEJ NJMJBSEJ
FEFWJUBMBVNFOUP
EFMMBCFO[JOB
4644*%*$0$0$0
/0/13030("5*
#PDDJBUPVO
FNFOEBNFOUPEFM
1EDIFQSPSPHBWBJM
TVTTJEJPQFSJ
DPMMBCPSBUPSJDIF
QFSEPOPJMMBWPSP
%JTDPMM
BODIF
QFSJM

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



&$0/0.*"

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

1&34"1&3/&%*1*
XXXFOFMJU
XXXSDTJU

-FB[JFOEF

4EJ7PEBGPOFF8JOEB&OFM
QFSMBOFXDPTVMMBGJCSBPUUJDB
1PNQFJ FY8JOE BDBQPEFMMB
SFUF5FMFDPNOPOQBSUFDJQFS
BQSPHFUUJJOiDPOEPNJOJPw
*MHSVQQPFMFUUSJDPIBBQQSPWBUP
JDPOUJEFJOPWFNFTJVUJMFJO
DSFTDJUBBNJMJBSEJ
-6$"1"(/*
MILANO. La banda larga targata
Enel spacca gli operatori telefonici.
Da una parte Vodafone e Wind, i cui
responsabili per lItalia Aldo Bisio e
Maximo Ibarra, hanno fatto sapere
di essere pronti a collaborare fin
da subito. Sul fronte opposto Telecom Italia che non disponibile a
operazioni in condominio e che si
liumiter a comportersi da operatore, pagando per i servizi della nuova
infrastruttura.
Come era prevedibile, lincarico
conferito dal consiglio di amministrazione di Enel allad Francesco
Starace per la costituzione di una
newco che partecipi alla realizzazione della nuoiva rete abanda larga
non ha mancato di provocare reazioni tra gli operatori. Anche perch
Enel ci arriva dopo aver sperimentato la fattibilit economica del progetto che prevede la possibilit di
portare la fibra dagli armadietti
che si trovano lungo i marciapiedi

di tutti i centri urbani, grandi e piccoli, fino alle abitazioni. Approfittando del fatto che nei prossimi anni verranno sostituiti oltre 30mila
contatori, installandone di nuovi di
tipo elettronico.
Il fatto che Enel non ci arrivi per
caso lo rivela lincarico assegnato a
Tommaso Pompei: sar lex ad di
Wind, nonch ex dirigente dello
stesso gruppo elettrico, il responsabile della nuova societ della rete.
Un nome che ha fatto venire qualche dubbio, tra gli addetti ai lavori,
sulle reali intenzioni di Enel, visto
che fino a ora lad del gruppo Francesco Starace ha sempre ribadito di
non voler trasformarsi in operatore

*/6.&3*

NME
*130'*55*
/FJQSJNJOPWFNFTJ
EFMMBOOPVUJMJ
JODSFTDJUBBNJMJBSEJ

NME
*'0/%*
*MHPWFSOPGJOBO[JFS
MBOVPWBSFUFDPO
NJMJBSEJDPNQMFTTJWJ

telefonico. Anche se c un precedente: quando Pompei era alla guida di Wind, controllata dallex monopolista.
Nel progetto, Enel non ha solo
lappoggio dei concorrenti di Telecom, ma anche del Governo che potrebbe muovere la Cassa Depositi
Prestiti come socio finanziario della nuova societ. Palazzo Chigi,
nellagosto scorso, ha sbloccato i
primi 2,2 miliardi sui 5 totali destinati al piano della banda larga.
Obiettivo: arrivare entre il 2020 il
100 per cento delle famiglie con
una velocit di rete pari a 30 megabyte per secondo, e l80 per cento
con una velocit di 100 mbps.
Il via libera alla newco della rete
arrivato nel giorno dellapprovazione dei conti trimestrali di Enel. I
ricavi nei primi nove mesi sfiorano
i 66 miliardi, con un lieve incremento (pi 3 per cento), mentre lutile
arriva a 2 miliardi. Le rinnovabili
sono considerate sempre pi strategiche, come rivela la scelta di ricomprarsi la quota di minoranza di
Enel Green Power. Ma il passaggio
dai comustibili fossili a quelli verdi sar ancora lungo: al momento,
lenergia prodotta dal gruppo a livello globale per il 30 per cento coperta dal carbone, contro il 31,8%
di origine rinnovabile (in calo dal
34% rilevata nello stesso periodo
dellanno scorso).
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*-$"40*-5*50-01&3%&*-  4-*55"-"6.&/50

3DTWFOEVUBJO#PSTB
SPTTPEBNJMJPOJ
FQSPTQFUUJWFEJGGJDJMJ
MILANO. Il titolo Rcs non arresta la sua corsa al ribasso r scende fino a 0,62 euro (meno
5,9%). I numeri del terzo trimestre e la prospettiva di uno slittamento dellaumento di capitale almeno fino ad aprile 2016,
non hanno fermato le vendite
degli investitori irritati per le
promesse regolarmente disattese. La nuova ad Laura Cioli, in
realt, ha potuto far poco sui
conti dei nove mesi pubblicati
ieri mattina, essendo frutto della gestione del suo predecessore Pietro Scott Jovane. Le perdite sono salite a 126,4 milioni, rispetto ai 93,1 milioni un anno
fa, con ricavi di 743 milioni e in
calo del 3,7%. Migliora il margine operativo lordo esclusi gli
oneri non ricorrenti (da 9,2 a
17,4 milioni) ma peggiorano le
prospettive di redditivit, con il
Mol a fine anno previsto al 7%
dei ricavi (anchessi previsti in
calo del 3%) rispetto al precedente 9%. Dunque i calcoli degli analisti sono presto fatti: su
un Mol previsto a fine anno di
circa 70 milioni, applicando un
multiplo di 8 si arriva a una valore dellazienda di 560 milioni, a
cui bisogna sottrarre il debito
di 350 milioni dopo la vendita
della Libri. Dunque seguendo
questo ragionamento il titolo
appare ancora sopravvalutato,
anche se la capitalizzazione di
Rcs gi scesa sotto quella di
Cairo Editore.

Cioli ora ha un mese di tempo per mettere a punto il nuovo


piano, la cui presentazione
prevista entro il 22 dicembre.
Pochi giorni prima si svolger
lassemblea straordinaria per
prorogare fino a giugno la delega su un nuovo aumento di capitale da 200 milioni. E presumibilmente sar approvata in
quanto quasi tutti gli attuali
grandi azionisti non hanno alcuna intenzione di metter mano
al portafogli. Neanche la Fiat,
primo socio con il 16,7% del capitale, si sta interessando del futuro della casa editrice e sembra ormai lontano il tempo delle schermaglie con Diego Della
Valle per il controllo della societ.
Le banche creditrici, dal canto loro, per la prima volta si
stanno mostrando rigide nel
far rispettare il contratto di finanziamento che prevedeva
laumento di capitale in mancanza del rispetto dei covenant. Ma il cda non ha intenzione di chiamare un aumento senza un piano industriale che andrebbe interamente in riduzione del debito con le banche.
Dunque Cioli, con il supporto
del presidente Maurizio Costa,
ha intenzione di fare pulizia e
presentare un piano credibile
al mercato rimandando qualsiasi decisione strategica alla primavera prossima.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*-#*-"/$*0

-01&3";*0/&

7FOFUP#BODB
QFSEFNJMJPOJ

0GGFSUBEJ"OJNB
QFSJMEJ"SDB

MILANO. Veneto Banca nei

MILANO. Anima holding


ha presentato una proposta
non vincolante ai principali
azionisti di Arca per
lacquisto del 100% della
societ. Lo h adetto la.d.
Marco Carreri. Anima - ha
detto il manager - ha
registrato nei primi nove
mesi del 2015 un utile netto
superiore a quanto realizzato
nellintero 2014.
Nei 9 mesi la societ ha
realizzato ricavi in crescita
del 33% a 218,8 milioni con
un utile netto consolidato in
crescita del 67% a 95,9
milioni e un risultato netto
normalizzato in progresso del
48% a 113 milioni. La
posizione finanziaria netta
positiva per 178,5 milioni
(42,9 milioni a fine 2014).

primi nove mesi segna una


maxi-perdita di 770 milioni.
Pesano rettifiche su crediti
pi che raddoppiate, a 530
milioni, e lazzeramento
degli avviamenti (con un
impatto complessivo di 452
milioni). Sono emersi anche
i finanziamenti ai clienti concessi negli anni - per
acquistare e sottoscrivere
azioni proprie o opzioni di
riacquisto di azioni.
Si tratta di 286 milioni che la
banca ha deciso di non
calcolare nel patrimonio di
vigilanza dopo la
conclusione dellispezione
della Bce. Il risultato stata
la discesa dellindice Cet1 al
7,12% a fine settembre
(dall8,37% di fine giugno).

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

*.13&4&.&3$"5*
5*50-0

"
"430."
""
"$&"
"$05&-(3061
"$4."(".
"&%&4
"&''&
"&3010350%*#0-0(/"
"-#"13*7"5&&2
"-&3*0/
".#*&/5)&4*4
".1-*'0/
"/*.")0-%*/(
"/4"-%0454
"3&/"
"4$01*"7&
"45"-%*
"45.
"5-"/5*"
"650(3*-"650453"%&.&3
";*.65
#
#$41&",&34
#"/$"(&/&3"-*
#"/$"*'*4
#"/$"4*45&."
#"/;"*
#"4*$/&5
#"450(*
###*05&$)
#$"$"3*(&
#$"$"3*(&3
#$"'*//"5
#$"*/5&3.0#*-*"3&
#$"1&5363*"&-";*0
#$"1.*-"/0
#$"1410-&50
#$"130'*-0
#$0%&4*0#3*"/;"
#$0%&4*0#3*"/;"3/$
#$01010-"3&
#$04"/5"/%&3
#$04"3%&(/"3/$
#&
#&()&--*
#&/*45"#*-*
#&456/*0/$0
#*"-&55**/%6453*&
#*"/$"."/0
#*&44&
#*0&3"
#0&30#"35
#0-;0/*
#0/'&33"3&4*
#03(04&4*"
#03(04&4*"3/$
#3&.#0
#3*04$)*
#36/&--0$6$*/&--*
#6;;*6/*$&.
#6;;*6/*$&.3/$
$
$"%*5
$"*30$0..
$"-&''*
$"-5"(*30/&
$"-5"(*30/&&%
$".1"3*
$"33"30
$"550-*$""4
$&.#3&
$&.&/5*3)0-%
$&/5-"55&503*/0
$&3".3*$$)&55*
$&37&%
$)$*"
$*$$0-&--"
$*3
$-"44&%*503*
$/)*/%6453*"-

7"3
*OJ[JP
*FSJ
BOOP

$IJV
*FSJ


NJO

NBY

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

DBQ
JONJM
EJ

XXXGJOBO[BSFQVCCMJDBJU

5*50-0


$IJV
*FSJ

7"3
*OJ[JP
*FSJ
BOOP

NJO


NBY

DBQ
JONJM
EJ

 *-16/50
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


 

 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

  
  
 

 

 

 

 

 

 

 

  
  
  
 

 

 

  
  
  
 

  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 


 
 
 
 
 

 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 









































 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 





















4PGGSPOP'FSSBHBNPF(FPY CSJMMBOP6CJF#QFS
MILANO. Borse Ue in calo con Piazza Affari che li-

mita i danni allo 0,08%. La peggiore stata Ferragamo (-8,1%) dopo i conti diffusi alla vigilia,
deboli anche altri titoli del lusso come Moncler
(-2,5%), Tods (-2,1%) e Luxottica (-1,1%). Bril-

5*50-0

$0'*%&
$0/"'*13&45*50
$3&%"35*(*"/0
$3&%&.*-*"/0
$3&%7"-5&--*/&4&
$41
$5*#*01)"3."
%
%".*$0
%"%"
%".*"/*
%"/*&-*
%"/*&-*3/$
%"5"-0(*$
%&-0/()*
%&"$"1*5"%&-$-*."
%*"403*/
%*(*5"-#304
%."*-(3061
&
&%*40/3
&&.4
&*508&34
&-&/
&-*$"
&.",
&/&&/&-(3&&/18
&/&37*5
&/(*/&&3*/(
&/*
&3(
&3(:$"1*5"&413*/&5
&6,&%04
&6305&$)
&903
&913*7*"
'
'"-$,3&/&8"#-&4
'$"'*"5$)3:4-&3"65
'&33"(".0
'*%*"
'*&3".*-"/0
'*-"
'*/$"/5*&3*
'*/&$0#"/,
'*/.&$$"/*$"
'/.
'6--4*9
(
("#&55*13040-
("41-64
(&'3"/
(&/&3"-*
(&09
(38"45&*5"-*"
(36110&%-&413&440
)
)&3"
*

$IJV
*FSJ

*FSJ

7"3
*OJ[JP
BOOP

NJO

NBY

DBQ
JONJM
EJ

 
 

 
 
 
 

 
 

 
 
 
 

 
 

 
 
 
 

 
 

 
 
 
 

 
 

 
 
 
 









 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 














 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

  
 

 

 

  
  
 

 

  
  
 

 

 

 

  
 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

  
  
 

 

 

 

  
  
 

 


 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

  
  
 

 


 

 

 



 

 



la invece lenergia di A2a (+2,3%), Enel gp


(+2,04%) ed Enel (+1,29%) e alcune banche come Bper (+1,6%) e Ubi (+1%). Fuori dal listino
principale, crolla Geox (-10%) e non si ferma il
calo di Astaldi (-4,4%) e Fincantieri (-5,9%).

5*50-0

*(3"/%*7*"((*
*(%
*-40-&03&
*."
*..4*
*/%6453*"&*//
*/5&,(3061
*/5&,(30613/$
*/5&316.1
*/5&4"4"/1"0-0
*/5&4"4"/1"0-03/$
*/7&45&47*-6110
*/8*5
*3$&
*3&/
*4"(30
*4"(30";*0/*47*-6110
*58":
*5"-$&.&/5*
*5"-.0#*-*"3&
*5"-.0#*-*"3&3/$
*74(3061
+
+67&/564'$
,
,3&/&3(:
-"%03*"
-"/%*3&/;0
-";*0
-69055*$"
-7&/563&(3061
.
.$
."*3&5&$/*.0/5
."33
."44*.0;"/&55*#&7&3"(&
.&%*"$0/5&$)
.&%*"4&5
.&%*0#"/$"
.&%*0-"/6.
.&3*%*&
.*%*/%6453:$"1
.*55&.0-&4,*/&
.0-.&%
.0/$-&3
.0/%"%03*
.0/%057
.0/3*'
.0/5&1"4$)*4*
.07*&."9
.656*0/-*/&
/
/*$&
/0&."-*'&
/07"3&
0
0-*%"5"
074
1

$IJV
*FSJ

*FSJ

7"3
*OJ[JP
BOOP

NJO



 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

 



 

 

 

 

 



 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 

 

 

  
 


 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 


 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 






















 
 
 

 
 


 
 
 

 
 
 

 
 
 





 
 

 
 

 
 

 
 

 
 




NBY

DBQ
JONJM
EJ

 

 

 

  
 

 

 

 

  
  
  
 

  
 

  
 

 

 

  
 

 

 


1"/"3*"(3061
1"3."-"5
1*"((*0
1*&33&1*/*/'"3*/"
1*26"%30
1*3&--*$3/$
10-*(34'"645*/0
10-*(3"'*$*&%*503*"-&
101&.*-*"30."(/"
10140/%3*0
1045&*5"-*"/&
13&-*04
13&.6%"
13*."*/%6453*&
13:4.*"/
3
3%&.&%*$*
3"*8":
3"55*
3$4.&%*"(3061
3&$03%"5*
3&1-:
3&5&-*5
3*4"/".&/50
30444
4
4"#"'41"
4"&4
4"&43/$
4"'*-0(3061
4"*1&.
4"*1&.3*41
4"-*/**.13&(*-0
4"-*/**.13&(*-03/$
4"3"4
4"7&
4&"51(
4&"51(3
4&37*;**5"-*"
4&4"
4*"4
4*/5&4*
4/"*
4/".
40(&'*
4041"$&
45&'"/&45&'"/&-3*41
45.*$30&-&$53
5
5".#63*
5"4
5&-&$0.*5
5&-&$0.*53/$
5&/"3*4
5&3/"
5&3/*&/&3(*"
5&4.&$
5*4$"-*
50%4
504$"/""&301035*
53&7*'*/*/%
595&40-65*0/
6
6#*#"/$"
6/*$3&%*5
6/*$3&%*53*41
6/*106/*10-4"*
7
7"-40*"
7*"/*/**/%6453*"
7*"/*/*-"703*
7*5503*""44
:
:009
;
;*(/"(07&530
;6$$)*
;6$$)*3/$

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


















 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 











 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 


 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

  
 

  
 

  
 

 

 

 

 

  
 

 

  
 

 

 

 

 

 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

  
  
 

  
 

 

 

  
 

 

 


 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

  
  
 

  
  

 
 
 
 

 

 
 

 
 
 
 

 
 
 
 

 
 
 
 






 

 

 

 

 



 
 
 

 
 


 
 
 

 
 
 

 
 
 





'0/%*$0.6/*"1&35*4*$"7*5"-*"/*&-644&.#63()&4*%&-/07&.#3&
5*50-*

7"- 7"- %JGG


PHHJ *FSJ NFTJ

5&-
"$0.&"".&3*$""  
"$0.&"".&3*$""  
"$0.&"".&3*$"2 
"$0.&""4*"1"$"  
"$0.&""4*"1"$2  
"$0.&""4*"1"$*'*$0"  
"$0.&"#3&7&5&3."  
"$0.&"#3&7&5&3."  
"$0.&"#3&7&5&3.2  
"$0.&"&5'"55*70"  
"$0.&"&5'"55*70"  
"$0.&"&5'"55*702 
"$0.&"&630##"  
"$0.&"&630##"  
"$0.&"&630##2  
"$0.&"&6301""  
"$0.&"&6301""  
"$0.&"&6301"2  
"$0.&"(-0#"-&" 
"$0.&"(-0#"-&" 
"$0.&"(-0#"-&2  
"$0.&"*5"-*""  
"$0.&"*5"-*""  
"$0.&"*5"-*"2  
"$0.&"-*26*%*5""  
"$0.&"-*26*%*5""  
"$0.&"-*26*%*5"2  
"$0.&"1"&4*&." 
"$0.&"1"&4*&." 
"$0.&"1"&4*&.2  
"$0.&"1"53"((3"  
"$0.&"1"53"((3"  
"$0.&"1"53%*/"."  
"$0.&"1"53%*/"."  
"$0.&"1"53136%"  
"$0.&"1"53136%"  
"$0.&"1"53"((32  
"$0.&"1"53%*/".2  
"$0.&"1"53136%2  
"$0.&"1&3'03."  
"$0.&"1&3'03."  
"$0.&"1&3'03.2  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 

 

 
 
 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 

 
 
 
 
 
 



 
 


5&-
"44&5"--0$"5*0/#   
'*/"/$*"-$3&%*5*   
'*/"/$*"-$3&%*53   
'*/"/$*"-&26*5:#   
'*/"/$*"-*/$0.&*   
'*/"/$*"-*/$0.&3   


 
 

 
 


7"-03*"-
5&-
"$5*7&%*4$07&3:'-&9  
"$5*7&(-0#"-'-&9  
"$5*7&*/$0.&'-&9  
"$5*7&011035'-&9  
"/*."$&%"1  
"/*."$&%"1**  
"/*."$&%"1***  
"/*."$&%"1* 
"/*."&70-6;*0/&*  
"/*."&70-6;*0/&**
 
"/*."&70-6;*0/&**  
"/*."&70-6;*0/&***  
"/*."&70-6;*0/&*7 
"/*."&70-6;*0/&*  
"/*."&70-6;*0/&**  
"/*."&70-6;*0/&***  
"/*."&70-6;*0/&*7 
"/*."'*9&.&3(&/5*"  
"/*."'*9&.&3(&/5*:  
"/*."'*9&630"  
"/*."'*9&630:  
"/*."'*9)*():&-%:  
"/*."'*9)*():*&-%" 
"/*."'*9*.13&4&"  
"/*."'*9*.13&4&: 
"/*."'*9.0/&5"3*0*  
"/*."'*90##-#5  
"/*."'*90##-#5:  
"/*."'*90##-(-0#  
"/*."'*90##-(-0#:  
"/*."'*90##-.-5  
"/*."'*90##-.-5:  
"/*."'03;""  
"/*."'03;"#  
"/*."'03;"#0/%:  
"/*."'03;""  
"/*."'03;"#  
"/*."'03;":  
"/*."'03;"#  
"/*."'03;"$-"  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 




 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

5*50-*

7"- 7"- %JGG


PHHJ *FSJ NFTJ

"/*."'03;"$-:  


"/*."'03;"#  
"/*."'03;"$-"  
"/*."'03;"$-:  
"/*."'03;"#  
"/*."'03;"$-"  
"/*."'03;"$-:  
"/*."(&0".&3*$""  
"/*."(&0".&3*$":  
"/*."(&0"4*""  
"/*."(&0"4*":  
"/*."(&0&6301.*"  
"/*."(&0&6301.*:  
"/*."(&0&6301""  
"/*."(&0&6301":  
"/*."(&0(-0#"-&"  
"/*."(&0(-0#"-&:  
"/*."(&0*5"-*""  
"/*."(&0*5"-*":  
"/*."(&01"&4*&."  
"/*."(&01"&4*&.: 
"/*."(-."$30%*7&34:%  
"/*."*/*;*"5*7"*5"1.*  
"/*."0##-$03103"5&"%  
"/*."0##-&.&3(&/5&"%  
"/*."0#*&55*70$&%  
"/*."13%*/".*$0  
"/*."13%*/".*$0**  
"/*."13%*/".*$0***  
"/*."13%*/".*$0.6"4  
"/*."130(&63$&%  
"/*."130((-0#$&%  
"/*."3&/%"44.0%&3"50"  
"/*."3&/%"44.0%&3"50:  
"/*."3*4&37"%0--"30"  
"/*."3*4&37"%0--"30'  
"/*."3*4&37"%0--"30*  
"/*."3*41"3.*0"  
"/*."3644&--.6-5*"44&5 
"/*."4&-%*/".**  
"/*."4&-%*/".***  
"/*."4&-%*/".*7  
"/*."4&-%*/".*$"  
"/*."4&-&$5*0/  
"/*."4'03;&4$0"%  
"/*."45"3*5"-50105:%  
"/*."453"5&63"-50105"  
"/*."453"5&63"-50105:  
"/*."453"5*5""-50105"  
"/*."453"5*5""-50105:  
"/*."5"3(&5$&%0-"  
"/*."53*5"-105**  
"/*."53&6"-105**  
"/*."53&6"-105***  
"/*."53*5"-105***  
"/*."53$3&4045**  
"/*."53$3&44045  
"/*."53"("-50105  
"/*."53"(&6"-105  
"/*."53"(*5""-105  
"/*."53"(1-64**  
"/*."53"('-&9  
"/*."53"('-&9**  
"/*."53"((-0#"-&  
"/*."53"((-0#"-&**  
"/*."53"(.6-5*"44 
"/*."53"((-0#"-&  
"/*."53"($&%".&3*$"  
"/*."53"($&%&6301" 
"/*."53"($3&*5"-*"  
"/*."53"(%*/".*$0  
"/*."53"(&70-6;* 
"/*."53"(1-64  
"/*."7*4$0/5&0"% 
"/."$5*7&$633&/$:'-&9  
"/."/*.""-50105(-0#'  
"/."/*.""-50105&/;*"-&(-0#"-&$-"  
"/."/*."".&3*$"$-"  
"/."/*."".&3*$"'  
"/."/*."$"11*'  
"/."/*."$"11*/  
"/."/*."$"11*'  
"/."/*."$"11*/  
"/."/*."$"1*51*/  
"/."/*."$"1*51*'  
"/."/*."$"1*5"-&1*$-"  
"/."/*."$"1*5"-&1*$-"  
"/."/*."$"1*5"-&1*$-"  
"/."/*."$"1*5"-&1*0##$-" 
"/."/*."&.&3(&/5*$-"  
"/."/*."&.&3(&/5*'  
"/."/*."&6301"$-"  
"/."/*."&6301"'  
"/."/*."'0/%053"%*/($-"  
"/."/*."'0/%053"%*/('  
"/."/*."*/*;*"5*7"&6'  
"/."/*."*/*;*"5*7"&6301"$-"  
"/."/*."*5"-*"$-"  
"/."/*."*5"-*"'  
"/."/*."-*2&630$-"  
"/."/*."-*2&630'  
"/."/*."-*26*%*5&630$-*  
"/."/*."0#)*():*&-%"%  
"/."/*."0#)*():*&-%' 
"/."/*."0##$03103'  
"/."/*."0##&.&3('  
"/."/*."0##-&630$-" 
"/."/*."0##-&630'  
"/."/*."0##-*(";):$-"  
"/."/*."0##-*(";*0/"3*0$03103"5&$-"  
"/."/*."0##-*(";*0/"3*0&.&3(&/5&$-"  
"/."/*."1"$*'*$0$-"  
"/."/*."1"$*'*$0'  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 







 
 
 
 
 
 
 




 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

5*50-*

7"- 7"- %JGG


PHHJ *FSJ NFTJ

"/."/*."1*"/&5"$-"  


"/."/*."1*"/&5"' 
"/."/*."3*4&37"&.&3$-"  
"/."/*."3*4&37"&.&3'  
"/."/*."3*4&37"(-0#$-"  
"/."/*."3*4&37"(-0#' 
"/."/*."3*41"3.*0$-"  
"/."/*."3*41"3.*0'  
"/."/*."4"-7"%"/"*0$-"  
"/."/*."4"-7"%"/"*0'  
"/."/*."4'03;&4$0$-" 
"/."/*."4'03;&4$0'  
"/."/*."53.$&%**  
"/."/*."53"($&%  
"/."/*."53"($&%  
"/."/*."53"($&%  
"/."/*."53"($&%**  
"/."/*."53"(.$&%  
"/."/*."53"($&%  
"/."/*."53"(5$&%  
"/."/*."53"(**  
"/."/*."53"(6"3%0  
"/."/*."53"(6"3%0  
"/."/*."53*$0-03&$-"  
"/."/*."53*$0-03&'  
"/."/*."7"-03&(-0#'  
"/."/*."7"-03&(-0#"-&$-"  
"/."/*."7*4$0/5&0$-"  
"/."/*."7*4$0/5&0'  
"/.$"1*5"-&1*0##-'  
"/.$"1*5"-&1*0##-/  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

5&-
";*.65%*/".*$0  
";*.653&%%*5064" 
";*.654$6%0  
";*.6540-*%*5: 
";*.6545353&/%  
";*.6553&/%  
";*.6553&/%".&3*$"  
";*.6553&/%&6301" 
";*.6553&/%*5"-*"  
";*.6553&/%1"$*'*$0  
";*.6553&/%5"44*  
'03.6-""#40-65&  
'03.6-"5"3(&5  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

5&-
1*0/&63(07#5 &9.0/
$-"  
1*0/&63(07#5#  
1*0/&&3";$3&4$*5"$-" 
1*0/&&3";"3&"1"$*'*$0$-"  
1*0/&&3";7"-03&&63%*4$-" 
1*0/&&3";".#  
1*0/&&3";".$-"  
1*0/&&3";"3&"1"$*'#  
1*0/&&3";$3&4$*5"#  
1*0/&&3";&6301"#  
1*0/&&3";&6301"$-"  
1*0/&&3";1"&4*&.#  
1*0/&&3";1"&4*&.$-" 
1*0/&&3";7"-&6301"%*4#  
1*0/&&3$*.&630'*9*/$0.&  
1*0/&&3$*.(-0#"-&26*5:  
1*0/&&3&6(07.5%*4"  
1*0/&&3&6(07.5%*4#  
1*0/&&3*//07";"55#  
1*0/&&3-*26*%*5"&630  
1*0/&&30&630$&5%*4#  
1*0/&&30&630$&5%*4$-"  
1*0/&&30#$0".%*4"  
1*0/&&30#$0".%*4#  
1*0/&&30#1*6"%*453*## 
1*0/&&30#4*45*5"-*"$-"  
1*0/&&30#4*45*5"%*4#  
1*0/&&30##(-0):%*4"  
1*0/&&30##(-0):%*4# 
1*0/&&30##&630%*4$-"  
1*0/&&30##1"&4*&%*4# 
1*0/&&30##1"&4*&%*4$-"  
1*0/&&30##1*%*4$-"  
1*0/&&30##&630%*453#  
1*0/&&35"3(&5$0/530--0#  
1*0/&&35"3(&5$0/530--0$-"  
6/*$3&%*5&$03&"-&"  
6/*$3&%*5&$03&"-&#  
6/*$3&%*53&%%*50" 
6/*$3&%*53&%%*50#  
6/*$3&%*540-1"&."  
6/*$3&%*540-1"&.#  
6/*$3&%*540-6;*0/&"  
6/*$3&%*540-6;*0/&# 
6/*$3&%*540-6;*0/&"  
6/*$3&%*540-6;*0/&# 
6/*$3&%*540-6;*0/&"  
6/*$3&%*540-6;*0/&# 
6/*$3&%*540-6;*0/&#5"  
6/*$3&%*540-6;*0/&#5# 
6/*$3&%*553&/%"  
6/*$3&%*553&/%#  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

SEZIONE DIFESA SUOLO


AVVISO DI GARA DAPPALTO N. 02/2015
1) Amministrazione aggiudicatrice: Regione del Veneto - Giunta Regionale - Dipartimento
difesa del suolo e foreste - Sezione Difesa del Suolo - Calle Priuli, Cannaregio 99 - 30121
Venezia - ITALIA - Telefono: +39 0412792357 - 041 2792272 - Fax: +39 0412792234 - e-mail:
difesasuolo@regione.veneto.it.
2) Procedura di aggiudicazione: lappalto sar aggiudicato, ai sensi dellart. 83 del D.Lgs.
n.163/2006 e s.m.i., secondo il criterio dellofferta economicamente pi vantaggiosa, valutata da apposita Commissione giudicatrice nominata ai sensi dellart. 84 del richiamato
D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. 3) Oggetto appalto: procedura aperta per laffidamento della progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori, previa acquisizione del progetto definitivo in
sede di gara, per la realizzazione degli interventi di Ampliamento e regimazione della
cassa di espansione di Pra dei Gai per la laminazione delle piene del fiume Livenza alla
confluenza con il fiume Meduna (id piano 506) con cessione di bene immobile di propriet della Regione a parziale compensazione del prezzo - art. 53, comma 2, lett. c), comma
3 e comma 4, del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i CUP: H57B12000330001 - CIG: 6454716824 4)
Durata dellappalto: giorni 1095. 5) Valore massimo dellappalto: 17.300.000,00, di cui
16.300.000,00 corrispettivo lavori soggetto a ribasso dasta, 400.000,00 corrispettivo
progettazione definitiva, progettazione esecutiva e coordinamento per la sicurezza soggette
a ribasso dasta ed 600.000,00 per oneri per lattuazione dei piani della sicurezza non
soggetti a ribasso dasta. 6) Le offerte, a pena di esclusione, devono pervenire a: Regione del Veneto - Giunta Regionale - Sezione Difesa del Suolo - Calle Priuli, Cannaregio 99
- 30121 Venezia, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 17/03/2016. Il bando di gara in
parola sar pubblicato nella G.U.C.E. (data di invio alla G.U.C.E: 30/10/2015).
PER IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO dott. ing. Tiziano Pinato

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

-FUUFSF
$PNNFOUJ
*EFF

*-3*56"-&
%&-3";;*4.0

*MWFOUFOOJPEJVO1BFTFJOiSVJOBw

ATHAN Graff, accoltellato a Milano in una via abitata per

lo pi da membri della comunit ebraica, non corre pericolo di vita: e questa lunica buona notizia. Chi lha aggredito voleva ucciderlo, su questo non ci sono dubbi.
Varie coltellate e la presenza di un complice in macchina depongono sul carattere proditorio e premeditato dellaggressione. E il
ricorso al coltello come arma ci mette davanti a una scelta dallevidente ascendenza culturale e rituale. Pochi dubbi restano sul
movente razzistico. Ozioso chiederci se si trattato di un razzismo antico, europeo e nazifascista, o se un razzismo nuovo, di
derivazione pseudoislamica. Ma niente vieta che le due strade si
intreccino. La modalit dellaggressione fa pensare che siamo davanti a uneco europea della Intifada dei coltelli. O altro ancora.
Ma intanto una cosa certa: la paura strisciante di un ritorno in
forme nuove dello spettro antico dellodio per lebreo ha da oggi
un motivo di pi. E c da meditare sulle contraddizioni della vita
e della storia quando si vede che quella paura un fiume fatto di
tanti rivoli, una corrente sotterranea che si affaccia allo scoperto.
Ha trovato alimento perfino in Israele, nella propaganda del premier Benjamin Netanyahu e nel suo progetto di superfortezza
israeliana: suo stato linvito agli ebrei dEuropa a lasciarsi alle
spalle il continente della Shoah e a ritirarsi in Israele. E intanto la
sua politica alimenta lodio dellIntifada, con un corto circuito infernale.
Ma parliamo dEuropa visto che il caso nasce a Milano, la nostra citt pi europea. Devono andarse gli ebrei dallEuropa? Josef Schuster, presidente della comunit ebraica tedesca (una delle pi numerose al mondo, circa 200.000 sopravvissuti e rimpatriati), ha ribattuto a Netanyahu garantendo sulla sicurezza di
cui godono i suoi rappresentati. Ma gli scappata una frase che
ha meravigliato lui stesso: Meglio portare un altro copricapo,
non la kippah. Non lavrei immaginato cinque anni fa ha detto poi ed gi un poco spaventoso. Di fatto c, preesiste uninquietudine, che di tanti episodi diversi finisce col formare ununica nuvola nera, di paura e di insicurezza. Sfuma nel passato lontano la memoria della Shoah. Si scopre adesso con stupore e delusione che la storia della liberazione di Auschwitz fu tuttaltro che
quellavvio liberatorio di un mondo diverso che abbiamo spesso
immaginato. Se cera qualche illusione in proposito, stata dispersa dallinchiesta del giornalista americano Eric Lichtblau (*
OB[JTUJEFMMBQPSUBBDDBOUP, Bollati Boringhieri). Quella che
avrebbe dovuto essere una svolta netta e definitiva fu in realt
tuttaltro: fu un paesaggio di nazisti riciclati e ricercati dallapparato militar-scientifico americano della guerra fredda e di ebrei
spregiati e trascurati, lasciati a lungo a marcire negli stessi lager.
E intanto rimaneva vivo un pregiudizio antisemita anche tra i
vincitori, come un virus non debellato, pronto a riprendere forza.
Oggi si combatte la paura con rimedi solo apparenti, come le leggi contro il reato di negazionismo fatte per rassicurare le comunit ebraiche. accaduto anche in Italia con unoperazione della
cui sensatezza ed efficacia si molto dubitato. Un placebo contro
la paura, appunto.
Alla paura si risponde solo con la buona politica della ragione.
Ci si vuole spaventare ma, come ha detto Renzo Gattegna presidente dellunione delle comnit ebraiche italiane, si deve andare
avanti: si rafforzino le misure di sicurezza ma senza cedere alla
volont di seminare il terrore che ha partorito questa aggressione, forse connessa alla prossima visita in Italia del presidente iraniano Hassan Rohani. E intanto ci si aspetta chiarezza sugli autori: che sembrano davvero corpi estranei in una citt come Milano, ombre materializzatesi in un contesto di serena vita civile.
Naturalmente il desiderio di allontanare da noi il male non deve farci ombra. Il mare dellingiustizia e della violenza del mondo
cresce di continuo. Davanti alle porte di ferro dellEuropa si
schiacciano moltitudini di migranti, uomini donne e bambini:
quanti anni ci vorranno per lasciarli entrare? La non-politica degli Stati nazionali nei loro confronti ha fatto sbottare perfino il
presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker. In
queste condizioni si pu riaffacciare lo spettro del solito capro
espiatorio, lebreo. Bisogna dunque che allaggressione che isola
e colpisce un uomo solo per terrorizzarne mille si risponda con
una di quelle reazioni collettive che dissipano le ombre e spazzano il cielo dalle nuvole nere vecchie e nuove. LEuropa ne ha trovato la strada quando ha riscoperto nella sua eredit storica i valori
di libert e di solidariet che le appartengono, veri fondamenti di
una costruzione unitaria continuamente a rischio di crollo per il
nazionalismo dei governi e per la cieca violenza sociale dei poteri
finanziari. accaduto davanti allattentato a $IBSMJF&CEP, quando laggressione del terrorismo islamico ha ricevuto la risposta di
una Parigi risorta a vera capitale dEuropa, e ora messa di nuovo
davanti a una prova durissima. Ed accaduto quando la cancelliera Merkel ha dato un grande e imprevedibile colpo di timone alla
societ tedesca stimolandone la virt dellaccoglienza. Queste sono le risposte giuste ai mostri della paura, sempre in agguato nella societ impoverita e frammentata, carica di rancore e di violenza, che il neoliberismo ci ha cucito addosso in questi nostri anni.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

$033"%0"6(*"4
DBVHJBT!SFQVCCMJDBJU

5PNBTP%FM#PTDP .JMBOP
REDO di capire in che senso il signor Del Bosco
usi laggettivo pietoso pescandolo dal vecchio
detto secondo il quale il medico pietoso fa la
piaga puzzolente. Avremmo bisogno invece di chirurghi disposti a scavare le piaghe fino al fondo; a chi
sostiene che troppo ci che in questi mesi si sta facendo, credo si possa rispondere che invece troppo
poco, tale la gravit del male: Umiliante scoperta
quotidiana, secondo il procuratore di Roma Giuseppe Pignatone. Negli ultimi decenni le cose sono ruinate, e nella ruina hanno avuto peso vari fattori
non esclusi quelli messi in moto dal comportamento
duna Chiesa attenta al mantenimento di potere e privilegi mentre al suo interno sestendeva una corruzione di cui solo oggi si comincia a vedere lestensione. Il
verbo ruinare e ruina mi ha richiamato per assonanza onomastica questo elemento ma non voglio
certo dire che sia stato qui il fattore pi grave. Resta
che ai notisti e agli opinionisti che denunciavano anni
fa come la Chiesa si stesse perdendo, come la sua fa-

-FUUFSF
7JB$SJTUPGPSP
$PMPNCP 
3PNB
'BY

*OUFSOFU
SVCSJDBMFUUFSF
!SFQVCCMJDBJU

*P NFEJDP
EJGFOEPJWBDDJOJ
'SBODFTDP'BMBTDIJ
1BWJB
Ho seguito il dibattito su questa pagina circa lopportunit o
meno di rafforzare lobbligo
vaccinale, impedendo laccesso
a scuola ai non vaccinati. Chi
pretende di non vaccinare i figli
lo fa solo perch, grazie a coperture vaccinali altissime, la probabilit di ammalarsi e morire
di alcune malattie era diventata molto bassa (anche per i non
vaccinati) e quindi paragonabile al rischio di reazioni vaccinali
gravi (approssimativamente
un caso su un milione di dosi):
ma ora, poich troppi ne hanno
approfittato, le coperture vaccinali calano e le malattie stanno
tornando, a danno di tutti. Da
medico e da cittadino ritengo
che non dovrebbe essere reso
possibile un tale opportunismo
a scapito di tutta la societ. Al
contrario di altri lettori, penso
che chi rifiutasse questo obbligo dovrebbe essere disposto a
sopportare gravi sanzioni, simili a quelle che affronterebbe un
genitore che si rifiutasse di
mandare il figlio a scuola per
farlo lavorare.

macchinista 33 anni ed ha
iniziato a lavorare nel 2003
mi raccontava tra il sarcastico e
il disperato, di aver ricevuto
una mail dellInps che gli comunicava le possibili date di pensionamento: nel 2049 con una
penalizzazione o il 2053 a 71 anni di et e 50 di contribuzione.
Immagino con quale attenzione e quali riflessi potr lavorare, salire su un locomotore, accompagnare i viaggiatori a destinazione in sicurezza se sar
ancora vivente, ovviamente.

-BNBDB

2VFMNBDDIJOJTUB
BMMBWPSPBBOOJ
7BOOJ%FTUSP
WBOOJEFTUSP!HNBJMDPN
Faccio il capotreno e il mio compagno di lavoro il macchinista. Con lui condividiamo molto: si dorme quando si pu e si
mangia uguale. Notte, mattina
prestissimo, festivi si lavora.
Un logorarsi lento dentro labitudine a non avere abitudini.
Qualche giorno fa un giovane

me di privilegi terreni la stesse corrodendo, sono state assestate robuste dosi di nerbate, per fortuna solo
verbali. Ma negli ultimi decenni accaduto soprattutto altro. La dissoluzione dei partiti politici che dalla
prima Tangentopoli (1992-94) non si sono pi ripresi
anche perch nel frattempo era finita la Guerra Fredda e questo per noi, Paese di frontiera, ha chiuso una
fase cruciale cominciata nel 1945. La devastazione
morale causata dai governi Berlusconi con indecenze
dogni tipo, legislative e sessuali, che molti hanno
pensato di imitare. Esempi che avrebbero schiantato
anche Paesi di fibra pi robusta del nostro e che qui
hanno trovato terreno fertile, come mi disse un giorno Paolo Sylos Labini, tra ira e depressione. DellItalia
evocata dal signor Del Bosco non c pi traccia; di
quella nuova che prima o poi dovr arrivare ancora
non sintravede la fisionomia. La sola speranza che
questa fase ormai ventennale di passaggio finisca prima possibile.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

4FMBQSJWBDZ
-FNBOJJOUBTDB
TJSJEVDFBVONPEVMP BDPSSPUUJFDPSSVUUPSJ
&SNBOOP1JSPMB
FSNBOOPQJSPMB!MJCFSPJU

.BSJPEF"OHFMJT
&YEJSJHFOUF.FG

Giusto sacrificare un po la privacy alla sicurezza, ma allora


opportuno eliminare il rigore di
certe norme sulla privacy. Se la
privacy deve sopravvivere solo
nei modelli da compilare e nelle
complicazioni
burocratiche,
meglio rivedere tutto.

Corrotti e corruttori continuano imperterriti a delinquere.


Evidentemente le sanzioni, per
quanto aumentate, non risultano sufficienti. Non basta che al
corrotto sia comminata la condanna alla restituzione dellimporto che quasi sempre notevolmente inferiore ai proventi
reali. Dovrebbe invece restituire il triplo ed essere licenziato
senza pensione. Il corruttore dovrebbe essere condannato al
versamento del triplo del contratto concluso illegalmente e
al divieto di avere rapporti con
lo Stato. E poi niente prescrizione n domiciliari.

.*$)&-&4&33"

A DISCUSSIONE in corso in una scuola media di Fi-

renze (se visitare una mostra sullarte sacra possa


costituire ragione di disagio per gli studenti non cristiani) veramente paradossale. Una scuola pubblica che
ancora appalta linsegnamento della religione (cattolica)
alle autorit ecclesiastiche, che nominano migliaia di docenti poi stipendiati dallo Stato, e si concede il lusso di discettare sulleventuale danno che un crocifisso dipinto
pu indurre nei non cristiani, una scuola che confonde la
pagliuzza e la trave: entrambe nel proprio occhio.
La cultura del nostro Paese specie le arti figurative
largamente influenzata dalla religione di Cristo. Ammesso
che esistano minoranze cos insicure da spaventarsi o indignarsi perch i loro figli vivono e studiano in un paese nel
quale suonano le campane e i muri di chiese, palazzi e musei grondano iconografia cristiana, quello un problema
loro. Crescano, leggano, studino, si confrontino, si organizzino per accettare limpatto con la cultura del paese che li
ha accolti, e del quale ormai sono parte integrante e spesso
perfino integrata. Al contrario, che la didattica sia a tuttoggi concordata con la Chiesa di Roma un problema (gigantesco) della scuola pubblica. Di quel problema ci si occupi nelle scuole; senza perdere tempo a discutere se il crocifisso sognante dellebreo Chagall possa costituire motivo di disagio. Larte non lo mai, se non per chi ne teme la
potenza.

2VBOEPMBVMB
VOPSBUPSJP
#MJDFPTDJFO[FVNBOF
1BOUFMMFSJB
Ledificio del nostro liceo di
Scienze Umane non potrebbe
accogliere la nostra compagna
su sedia a rotelle. Per questo siamo obbligati a fare lezione
nelloratorio parrocchiale: grande stanza con porte in vetro che
si affacciano sulla strada. Lungo il perimetro interno, la stanza circondata da un camminamento dove si deposita il guano
fonte di cattivi odori. Il preside
ci chiede di aver pazienza. Abbiamo concluso lo scorso anno
sperando che entro lestate si
trovasse una soluzione. Finora
niente. Anche la soluzione di
far seguire alla nostra compagna le lezioni via web penalizza
lei che la prima vittima delle
inefficienze scolastiche.

3*130%6;*0/&3*4&37"5"
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

(SFHPSJP#PUUB %BSJP$SFTUP%JOB
"OHFMP3JOBMEJ "35%*3&$503

%JSFUUPSJDFOUSBMJ
1JFSBOHFMP$BMFHBSJ 130%6;*0/&&4*45&.**/'03."5*$*

4UFGBOP.JHOBOFHP 3&-";*0/*&45&3/&

3PCFSUP.PSP 3*4034&6."/&

$FSUJGJDBUP"%4O
EFM

7*$&%*3&5503*"OHFMP"RVBSP 'BCJP#PHP 

$0/4*(-*0%*"..*/*453";*0/&
13&4*%&/5&$BSMP%F#FOFEFUUJ
"..*/*453"503&%&-&("50.POJDB.POEBSEJOJ
$0/4*(-*&3*.BTTJNP#FMDSFEJ "HBS#SVHJBWJOJ 

%JWJTJPOF4UBNQB/B[JPOBMF

3&410/4"#*-&%&-53"55".&/50%"5* %-(4/

&;*0."6303&(*453";*0/&53*#6/"-&%*30."/%&-

-BUJSBUVSBEFiMB3FQVCCMJDBwEJWFOFSE
OPWFNCSFTUBUBEJDPQJF

%JSF[JPOF
&[JP.BVSP%*3&5503&3&410/4"#*-&
'0/%"503&&6(&/*04$"-'"3*

ARO AUGIAS, avere 68 anni non fa impressione oggi, ma la fa pensando che in 5 elementare ancora usavo
inchiostro e pennino, la Tv arriv in casa a 9 anni e il Pc quando ne avevo 50, e fu un figlio poi dottore in
Informatica a introdurlo. Il mio parentado era unito negli affetti e diviso in politica. Una parte stava
tranquilla, perch cera stato De Gasperi e quindi poteva ben sperare, laltra brontolava, ma qualcosa otteneva
grazie alle lotte di Togliatti, quindi anche quella sperava. La Chiesa era frequentata da una parte, ma non
lasciata deserta dallaltra. Lonest era fuori discussione, come limpegno nel lavoro e nella sollecitudine verso la
famiglia. Poi qualcosa nel Paese cominci a sgretolarsi: sassolini, pietre, massi interi ma ci si scansava in
tempo, perch rari. Prima del millennio ci fu un momento magico durante il quale sia la parte De Gasperi sia
quella Togliatti furono daccordo. Poi le cose sono ruinate e oggi danno limpressione di riprendersi, ma la svolta
pare tardare mentre la corruzione dilaga. E non si vedono medici, anzi, quelli che girano o sembrano pietosi
o addirittura untori.

"%3*"/013041&3*

$"103&%"5503&$&/53"-&.BTTJNP7JODFO[J
$"103&%"5503&7*$"3*07BMFOUJOB%FTBMWP
$"103&%"5503&*/5&3/&5(JVTFQQF4NPSUP

(SVQQP&EJUPSJBMF-&TQSFTTP4QB

"MCFSUP$M 3PEPMGP%F#FOFEFUUJ
'SBODFTDP%JOJ 4JMWJB.FSMP &MJTBCFUUB0MJWFSJ 
-VDB1BSBWJDJOJ$SFTQJ .JDIBFM;BPVJ

7*"$3*450'030$0-0.#0 30."
%*3&5503&(&/&3"-&$PSSBEP$PSSBEJ
7*$&%*3&5503&(JPSHJP.BSUFMMJ

3&%";*0/&$&/53"-&30." 7*"$3*450'030$0-0.#0 5&- 3&%";*0/&.*-"/07*"/&37&4" 5&-3&%";*0/&503*/07*"#36/0#60;;* 5&-3&%";*0/&#0-0(/"7*"-&4*-7"/* 5&-3&%";*0/&'*3&/;&7*""-'0/40-"."3.03" UFM3&%";*0/&/"10-*3*7*&3"%*$)*"*" 


5&-3&%";*0/&(&/07"7*"30$$"5"(-*"5"$&$$"3%* */55&-3&%";*0/&1"-&3.07*"13*/$*1&%*#&-.0/5& $5&-3&%";*0/&#"3*$03407*5503*0&."/6&-&** 5&-16##-*$*5"."/;0/*$7*"/&37&4" .*-"/05*10(3"'*"3050$0-0341"30." 7*"$3*450'030$0-0.#0 
45".1"&%*;*0/*5&-&53"4.&44&#"3*%&%"-0-*5045".1"43-7*"4"7&3*0.*-&--"  $"5"/*"&5*441";0/"*/%6453*"-&7***453"%"-*703/0'*/=&(*-&%*503*"-&7*"%&--"35*(*"/"50."/507"'*/&(*-&%*503*"-&13&440$*5&.40$$001"3-7*"('-6$$)*/*1"%&3/0%6(/"/0 .*
3050$0-0341"7*"/";"3*04"630 1"%07"'*/&(*-&%*503*"-&7*"-&%&--"
/"7*(";*0/&*/5&3/" 30."3050$0-0341"7*"%&-$"4"-$"7"--"3* 4"44"3*i-"/607"4"3%&(/"w41";0/"*/%6453*"-&13&%%"/*&%%"/03%453"%"/4/$(044&-*&4 #&-(*0
&63013*/5&34""7&/6&+&"/.&3.0;/03800% /&8+&34&:
64"i(36110&%*503*"-&0((**/$w 8"-/65453&&5."-5".*--&3/&8413*/5-*.*5&%.*--&3
)064& "*310358":5"39*&/30"%-62"-2"(3&$*".*-,30%*(*5"-)&--"4-5%)&1)"&4506453&&5,0301*(3&&$&"##0/".&/5**5"-*" $$1/30."
"//0 $0/4%&$&/1045"
&630  4&55&/6.&3*
&630  4&*/6.&3*
&630  $*/26&/6.&3*
5&- %"5&-&'0/*16##-*$*0$&--6-"3*
&."*-
"##0/".&/5*!3&16##-*$"*5"33&53"5*&4&37*;*0$-*&/5*8884&37*;*0$-*&/5*3&16##-*$"*5 &."*-4&37*;*0$-*&/5*!3&16##-*$"*5 5&- %"5&-&'0/*16##-*$*0$&--6-"3*
(-*03"3*40/0%"--6/&%"-7&/&3% *-$0450."44*.0%&--"5&-&'0/"5"%"3&5&'*44"%* $&/5"-.*/650  $&/5%*&630"--"3*41045" *7"*/$-64"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

-FUUFSF
$PNNFOUJ
*EFF



1&34"1&3/&%*1*
XXXUJNPUIZHBSUPOBTIDPN
XXXFVSPQBFV

*-3&'&3&/%6.%*$".&30/&*-#*7*0%&--&6301"
5*.05):("350/"4)

chiedete cosa pu
fare la Gran Bretagna
per lEuropa, chiedete
cosa pu fare lEuropa
per la Gran Bretagna. Cos si
espresso David Cameron parafrasando il discorso di insediamento di John F. Kennedy.
Unuscita infelice proprio quando lUnione Europea si trova ad
affrontare una delle maggiori
sfide della sua storia, ora che le
societ europee barcollano sotto un carico di migranti disperati provenienti dal Medio Oriente e dallAfrica.
Del papocchio di istanze negoziali, in realt piuttosto moderate, avanzate da Cameron
nella lettera inviata marted al
Presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk, alcune potrebbero avere anche valenza
migliorativa. Il problema il
contesto, la lettera d limpressione che il Regno Unito guardi
solo il suo orticello, lasciando
che tutta la sua politica sia dettata dalle pressioni degli euroscettici in patria, mentre il resto dEuropa affronta una grave crisi esistenziale. Per guadagnarsi il massimo sostegno da
parte dei partner europei, Cameron deve dimostrare di avere a cuore il destino dEuropa,
non solo quello della Gran Bretagna, ma proprio questo che
la sua base euroscettica e la
stampa euroscettica vogliono
impedire con toni intimidatori.
Una situazione paradossale.
Partiamo dalla lettera al Caro Donald Tusk, e analizziamo
i quattro punti principali attorno a cui si sviluppa. Le due istanze relative alla governance
economica e alla competitivit sono del tutto ragionevoli,
la terza, che riguarda la sovranit, ha senso a met, mentre
quella sullimmigrazione svilisce una tesi seria collegandola
alla richiesta campanilistica di
ridurre le prestazioni integrative al salario dei lavoratori migranti in Gran Bretagna, per lo
pi provenienti dallEuropa
dellEst.
giusto che i rapporti tra gli
attuali 19 stati dellEurozona e
i nove senza valuta comune siano regolati da accordi ben precisi, soprattutto se lEurozona intraprender gli ulteriori passi
necessari verso lintegrazione
bancaria e fiscale. anche giusto che lUe possa migliorare
sotto il profilo della competitivit, che dovrebbe comportare occupazione, limitando la burocrazia e creando un unico
mercato digitale e finanziario.
Lesimio economista italiano e
europeo Mario Monti lo va dicendo da anni.
La parte della lettera relativa alla sovranit un misto di
concetti triti e ritriti. Parecchi
altri stati membri sono favorevoli a una maggiore sussidiariet e ad ampliare il ruolo dei parlamenti nazionali, ma non si
pu fare una cosa del genere solo per la Gran Bretagna e per
giunta in pochi mesi. Quanto alla garanzia formale, giuridicamente vincolante e irreversibile che il Regno Unito non sia
vincolato a ununione pi coesa, si tratta di una richiesta cos assurdamente non britannica, non pragmatica e puramente simbolica.
Infine, le affermazioni di Cameron sullimmigrazione sollevano un problema importante,
ossia limpatto della libera circolazione dei cittadini Ue sui
paesi pi poveri dellest e del
sud dEuropa, che hanno subto

ON

lemorragia di milioni di giovani che sono espatriati. Ma quelle stesse affermazioni si riducono a una proposta meschina e
discriminatoria sul salario per
gli immigrati in Gran Bretagna.
Che strana accozzaglia di
proposte. come se una moglie
ponesse al marito questi ultimatum, pena il divorzio: dobbiamo rendere abitabile il sottotetto, io non devo pi essere vincolata alla promessa finch morte non ci separi e tu devi mettere fuori i bidoni della spazzatura il gioved. Tutto qui?, ha
esclamato indignato Bernard
Jenkin, uno dei massimi conservatori euroscettici allannuncio
delle richieste avanzate da Cameron e capisco cosa intende.
La verit, ovviamente, che
non si tratta solo di questo, ma

#6$$)*

dellinteresse nazionale pi ampio a restare nellUe, che Cameron ha esplicitato al termine


del suo discorso nella sede
dellagenzia di stampa Bloomberg tre anni fa, annunciando il
referendum.
Ovviamente il negoziato serve per vendere il s al grande
pubblico britannico. Finora la
reazione del continente stata
relativamente pacata, a parte
la bizzarra esternazione del politico tedesco che ha escluso
che la Gran Bretagna riceva altre salsicce, ed stato espresso un parere quasi unanimemente concorde: non si pu inficiare il principio europeo della
non discriminazione piegandolo alle esigenze di un singolo
paese e al suo sistema di prestazioni integrative al salario.
Nei prossimi mesi i negoziati

annoieranno a morte chiunque


non sia un esperto di questioni
europee. Alla fine, si spera prima che poi, i colloqui produrranno un piccolo risultato che
Cameron, con la sua esperienza
nel campo della comunicazione, presenter ai britannici in
una scatola con un bel fiocco sopra. Ma il reale oggetto del voto
sar linteresse nazionale a lungo termine, e la posizione della
Gran Bretagna nel mondo.
Lopinione pubblica britannica realmente divisa e i referendum sono sempre rischiosi,
ma sono fiducioso che i britannici voteranno per restare
nellUe. Molti miei amici europeisti sostengono che il referendum non risolver nulla, io invece non sono daccordo. Certo,
gli euroscettici continueranno
a essere euroscettici, come io
continuer a essere filoeuropeo, anche se il referendum
avr esito contrario ai rispettivi auspici, ma questo voto popolare risolver la questione per
almeno un decennio e probabilmente per una generazione.
Se la Gran Bretagna rester
nellUe a quel punto sar suo interesse nazionale vitale far s
che lUnione europea funzioni
il meglio possibile. Non facciamoci illusioni: lEuropa messa
male. Una personalit influente dellUe mi ha detto qualche
giorno fa di aver avuto timore
che se tempo fa la Germania si
fosse sentita costretta a chiudere le frontiere ai profughi ci sarebbe stata una guerra nei Balcani. La Slovenia avrebbe chiuso la frontiera (ed gi stata posata una barriera di filo spinato, del resto), la Croazia avrebbe respinto i profughi in Serbia, la Serbia avrebbe potuto
mandare quei musulmani scomodi in Bosnia e potete immaginare il resto. Questo solo un
aspetto della crisi europea: c
sempre lEurozona e lascesa
del nazionalismo euroscettico
persino nei paesi cardine
dellEuropa dellOvest.
Mi chiedo quanti si siano soffermati a riflettere sulla data
che riporta la lettera di Cameron a Tusk: 10 novembre. tra
il 9 novembre, anniversario della caduta del muro di Berlino, e
l11 novembre, giorno in cui in
Gran Bretagna si ricordano i caduti di varie guerre in cui i miei
connazionali fecero la loro parte per restituire allEuropa pace e libert. Siamo davvero cos
infognati nelle nostre polemiche interne sulla nostra idea di
Europa da non accorgerci di
quello che accade nella vera Europa, appena fuori dalluscio?
perfettamente legittimo chiedersi cosa pu fare lEuropa
per noi?. Tutti gli stati membri si pongono questo interrogativo. Ma in gran parte loro si
chiedono anche cosa possiamo fare noi per lEuropa? o
quanto meno ammettono che
sarebbe opportuno chiederselo, perch siamo tutti sulla stessa barca, ora in balia delle onde.
il momento di focalizzarsi
di pi su quello che la Gran Bretagna pu fare per lEuropa.
Sentendo i leader britannici
esprimersi in questi termini, i
nostri partner europei potrebbero essere portati a mostrarsi
generosi sui dettagli pi banali
del negoziato. Dopo tutto la Battaglia dInghilterra fu anche
una battaglia per lEuropa.
5SBEV[JPOF
EJ&NJMJB#FOHIJ
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

1JBDFSJ
/POTPMP
OPTUBMHJB
BODIFJSBHB[[J
TDPQSPOPJMWJOJMF
-"3&16##-*$"
4"#"50  /07&.#3&  /6.&30 

)JUFDI-BNCJ[JPOFNPMUP
5FOEFO[F*MSJUPSOPEFMMB

TNBSUEFMSPCPUNBHHJPSEPNP
TPUUPWFTUF HMBNPVSFTFO[BSFHPMF

*-$0350
4PQSB VOBTDFOBEJi-BGFNNFFUMF5HWu 
DPSUPNFUSBHHJPJOVTDJUBQSPTTJNBNFOUF

+BOF#JSLJO
i-POUBOP
EBDBTB
SJUSPWP
MBDVSJPTJU
QFSMBWJUBu
(6*%0"/%36&550

/*$0-"4(6&3*/$0/5063#:(&55:*."(&4

"

SEYSSEL nella regione Rhne-Alpes,


piccolo borgo francese immerso nel
verde, Jane Birkin
nelle rare pause
dal set del suo ultimo film da protagonista un cortometraggio a basso
budget intitolato -BGFNNFFUMF5gv
si concede finalmente un giro in bicicletta.
Tutti i giovani che lavorano con lei nella produzione la salutano come unamica, anche se potrebbero essere tranquillamente i miei nipoti dice lei scherzando.
Ovunque vada, lattrice e cantante
che fu la musa ed amante scandalosa di
Serge Gainsbourg negli anni 60 e 70, ha
sempre saputo trovare nel viaggio unoccasione preziosa per intessere rapporti
e arricchirsi interiormente.
lo spazio ed il tempo in cui pu sbocciare un amore, in cui si intrecciano relazioni e desideri racconta la Birkin con
lentusiasmo di una ragazza il viaggio
la possibilit di conoscere meglio gli altri e se stessi, ed il mondo che ci circonda. la curiosit per la vita.
Sono i sentimenti, dunque, che accompagnano e scandiscono le tappe dei suoi
viaggi, da sempre. Il piccolo film diretto da Teo von Gunten in cui sono coinvolta affronta proprio il tema della solitudine e la fascinazione per il viaggio.

i.JOOBNPSP
JOPHOJWJBHHJPu
4&(6&"1"(*/"

-BUUSJDFFDBOUBOUFMPOEJOFTFDPOPTDFSFJMNPOEPQFSDPOPTDFSFTFTUFTTJ

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica

3$-6#

4"#"50  /07&.#3& 



-BDPQFSUJOB
-BDMBTTJGJDB
La (quasi) banalit dei sentimenti, verrebbe da
dire. Secondo una classifica stilata da un noto sito
di viaggi, incrociando i dati di oltre ottomila
prenotazioni in tutto il mondo fatte da coppie, al
primo posto c sempre Parigi, seguita da Venezia
Al terzo posto troviamo per Goa, poi Killarney
in Irlanda, Kuala Lumpur, Istanbul, Singapore,
Montral, Melbourne, Montezuma in Costa Rica

0MUSFB1BSJHJF7FOF[JB
BJQSJNJQPTUJ
QFSMFNFUFSPNBOUJDIF
D(PB

+BOF
#JSLJO
i-BDPNQMJDJU
QJJOUFOTB
OBTDF
JOWJBHHJPu

4&(6&%"1"(*/"

(6*%0"/%36&550

-*/
5&3
7*
45"

L film

ispirato a una storia vera, piena di tenerezza, che mi


ha colpito molto e ha toccato il
mio cuore. Il regista laveva scovata leggendone su un giornale
svizzero. Si raccontava di questa donna, Sonja Schmid, che
per sedici anni dalla finestra della sua casa nei pressi della stazione ferroviaria
di Ferenbalm-Gurbr, vicino a Berna, ha salutato il passaggio del Tgv diretto a Parigi o in arrivo a Berna sventolando la bandiera svizzera.
Laspetto pi curioso che i macchinisti francesi hanno iniziato a risponderle attivando il richiamo acustico o accendendo i fari del treno, e
tra loro nata unamicizia, qualcuno andato
a trovarla a casa, ci sono stati scambi di doni,
dei biscotti, dei formaggi. Poi un giorno, non
molto tempo fa, quando la linea del treno stata modificata, tutto finito.
C tanta poesia anche nelle fotografie che la
Birkin conserva dei viaggi pi belli vissuti nella
sua movimentata giovinezza al fianco dellautore dellorgasmica canzone +FUBJNFNPJ
OPOQMVT, che fece scalpore per i gemiti della
Birkin e provoc la condanna del Vaticano e la
censura in tv per lalto contenuto sessuale.

Era il 1969. Un anno prima, la conturbante


Jane aveva conosciuto il rude Serge, pi grande di lei di quasi ventanni, sul set di 4MPHBO, il
film di Pierre Grimblat, girato tra lItalia e la
Francia, che d lavvio alla loro straordinaria relazione artistica. E a un amore travolgente che
durer oltre undici anni.
Con Serge a Venezia fu un viaggio meraviglioso ricorda adesso, sempre affascinante e
bellissima, sta per compiere 69 anni ma i suoi
occhi di un azzurro delle profondit marine e il
sorriso quasi infantile la rendono eternamente
giovane era cos emozionante camminare
per la citt e sentire le voci degli italiani che si
perdevano nelle calli. stata una settimana da
sogno. Rivederla oggi in quel film, splendida
nella suo vestito corto mentre vaga a braccetto
con Serge per le Zattere e Dorsoduro, fa capire
perch tutti a quellepoca impazzivano per lei.
Devo confessarle che ero un po incredula e
spaventata del fatto che tutti si innamorassero
di me. Ed erano persone brillanti, intelligenti.
Il problema era la paura per lamore, per anni
sono stata tormentata da dubbi, su me stessa
intendo, ho avuto scarsa autostima, ma alla fine lamore ha vinto su tutto. Complici i viaggi,
in cui ha amato e si sentita amata pi che in al-

tri momenti. A ventanni, nel 67, dalla sua


unione con il primo marito John Barry, era nata Kate, la sua prima figlia (scomparsa nel
2013,OES), mentre dalla successiva relazione
con Gainsbourg nel 71 nacque Charlotte. Ricordo un viaggio di famiglia tutti insieme, che
fu molto bello e dolce. Partimmo da Parigi per
Londra in treno. Serge aveva una paura tremenda di volare e cos decidemmo di prendere
il Night Ferry, che partiva la sera dalla Gare du
Nord e arrivava a Victoria Station il giorno seguente. Fu pura magia. Alle sette del mattino
ci svegliarono per servirci la tipica colazione inglese con uova e bacon. Kate e Charlotte erano
emozionatissime, il treno era agganciato ai binari sul traghetto e si sentiva il rumore delle catene, ci fecero anche salire sul ponte. Ma il momento pi gioioso del viaggio fu arrivare con i
regali di Natale per i miei genitori nella nostra
piccola casa su Cheyne Row, a Chelsea. Cerano mia madre e mio padre ad aspettarci sulla
porta, latmosfera era davvero intima e rilassante. Poi girammo tutto il tempo per Londra.
Serge diceva che era il posto pi esotico che
avesse mai visto i cori natalizi, i pub, le cassette delle lettere e gli autobus rossi su due piani!.

*/64$*5"
0MUSFBi-BGFNNFFUMF5HWu
OFMMBGPUP
DPSUPNFUSBHHJP
EJSFUUPEB5JNPWPO(VOUFO 
MB#JSLJOJMEJDFNCSF
UPSOFSJOTDFOB
BM5IUSFEV3POE1PJOU
EJ1BSJHJQFSVOSFBEJOH
EJQPFTJFEJ4FSHF(BJOTCPVSH
JOTJFNFB.JDIFM1JDDPMJ
FE)FSW1JFSSF

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica
4"#"50  /07&.#3& 

*MJCSJ

"MDJOFNB

Si intitola proprio Un viaggio chiamato


amore il libro sotto forma di raccolta
epistolare di Sibilla Aleramo e Dino
Campana, che ripercorre i loro spostamenti
tra Pisa, Livorno, Firenze e Sorrento. C poi
Incontro damore in un paese di guerra,
di Luis Seplveda, e Luna di miele intorno
al mondo di Dominique Lapierre

Tra le pellicole che raccontano di viaggi e


sentimenti c Lost in translation di Sofia
Coppola. In Mangia, prega, ama, con Julia
Roberts, la ricerca dellamore passa per un
viaggio fra Roma, Napoli, Delhi e Bali. Infine
in Prima dellalba, con Ethan Hawke e Julie
Delpy, due ventenni si conoscono su un treno
e trascorrono una notte in giro per Vienna

-6*-&*

-"
$"3
3*
&3"

+6-*&/8&#&31"3*4."5$)$0/5063#:(&55:*."(&4

3JDPSEPMBOPTUSB
WBDBO[BB-POESB
DPO4FSHF ,BUF
F$IBSMPUUF
1BSUJNNPEBMMB
'SBODJBDPOJMUSFOP
EJOPUUFQVSBNBHJB

Sul finire degli anni 70, Gainsbourg e la Birkin continuano a viaggiare molto anche se per
lavoro. Eppure ogni momento era buono per
amarsi. Durante le riprese di 7JBNP di Claude
Berri, in un hotel di lusso di Saint-Tropez, di sera Serge suonava il pianoforte per Jane. Quellamore scandaloso, la Birkin lo ha cantato nel suo
primo album. Ripensandoci, credo che +FUBJ
NFNPJOPOQMVT abbia davvero scioccato molte persone allepoca. Serge ne era felice, ma
non deve essere stato facile per i miei genitori,
che si sono comportati egregiamente. Limportante alla fine lamore. Serge mi rimasto
amico nonostante quello che ho fatto, dopo
averlo lasciato ha continuato ad essermi vicino, a scrivere per me, ha fatto il padrino di Lou
(la sua terza figlia, OES). Nei viaggi in compagnia dei tanti amori, ma anche ora da sola, si
sempre portata dietro gli amati libri. Non posso farne a meno dice soprattutto dei romanzi di Graham Greene, di Dickens, se viaggio ho sempre con me un libro di storia, quelli
di Alison Weir o di Lady Antonia Fraser. Adesso sto leggendo un libro su Virginia Woolf e sua
sorella Vanessa Bell e quello di Jean Rolin,4B
WBOOBI, dedicato alla mia Kate.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



2VBOEP
FSBWBNPUVUUF
UVSJTUF
UFEFTDIF

-&03*(*/*
/BTDFOFM
B-POESB 
TFDPOEPHFOJUB
EFMMBDBOUBOUF
FBUUSJDF+VEZ
$BNQCFMMFEFM
DPNBOEBOUFEFMMB
3PZBM/BWZ
%BWJE#JSLJO

*-46$$&440
"SSJWBOFM
DPOi#MPXVQu
EJ.JDIFMBOHFMP
"OUPOJPOJ EPWF
BQQBSFBTFOPOVEP
/FMTVMTFU
EJi4MPHBOuDPOPTDF
JMDPNQBHOP 
4FSHF(BJOTCPVSH

(-*&403%*
/FHMJBOOJ
EFCVUUBDPNF
BUUSJDFEJUFBUSP
BBOOJ NFOUSF
DPNFDBOUBOUF
WBJOTDFOBQFSMB
QSJNBWPMUBOFM
DPOJMNVTJDBMi5IF
1BTTJPO'MPXFSu

-04$"/%"-0
$PO(BJOTCPVSHOFM
JODJEFi+F
UBJNFNPJOPO
QMVTu*HFNJUJEFMMB
#JSLJOFJMUFTUP
GBOOPTDBOEBMP
#CDF3BJ
MBDFOTVSBOP MB
$IJFTBMBDPOEBOOB

*'*-.
5SBJUJUPMJQJ
SBQQSFTFOUBUJWJ
EFMMBTVBDBSSJFSB 
i-BQJTDJOBu
DPO"MBJO%FMPO 
i"TTBTTJOJPTVM
/JMPu i%VTUu 
i,VOH'V.BTUFSu 
i-BCFMMBTDPOUSPTBu
-&3&-";*0/*
)BBWVUPUSFTUPSJF
JNQPSUBOUJEBMMF
RVBMJTPOPOBUFUSF
GJHMJF$POJM
DPNQPTJUPSF+PIO
#BSSZ DPO
(BJOTCPVSHFDPOJM
SFHJTUB+BDRVFT
%PJMMPO

*%*4$)*
$PO(BJOTCPVSH
GJSNBi)JTUPJSFEF
.FMPEZ/FMTPOu 
EBTPMJTUBGSBJ
UBOUJi%JEPPEBIu 
i-PMJUBHPIPNFu 
i#BCZBMPOFJO
#BCZMPOFu 
i"SBCFTRVFu

(6*"40/$*/*

A giovani si crudeli

e inconsapevoli, e si
riducono le tedesche
a clich. Passammo gli anni Ottanta a ridere del loro venire in
vacanza sulla riviera romagnola a farsi sedurre dal bagnino,
allepoca una figura mitologica:
met Don Giovanni e met visconte di Valmont.
Ridevamo delle tedesche col
cuore spezzato, che lultimo
giorno di vacanza speravano
nel colpo di scena: lui si sarebbe
reso conto che con loro era stato diverso e invece no, lui stava gi distribuendo attenzioni
a qualche turista tardiva, arrivata fuori stagione ma non per
questo discriminata. Il bagnino romagnolo forse neppure esisteva se non
nella leggenda, eppure era la principale attrazione turistica italiana. E noialtre, scellerate, ci
permettevamo di riderne.
Poi le tedesche siamo diventate noi. uno dei due passaggi
di formazione pi dolorosi nella
vita duna donna, diventare la
tedesca. Quella che scambia il
flirt estivo per una cosa seria.
Quella che crede che lamore
delle vacanze durer, una volta
finite le vacanze. Quella destinata a piangere quando scopre
che lui per lautunno-inverno
ha una fidanzata che lo aspetta
a casa, e insomma credevi fosse
amore e invece era un riempitivo stagionale. Quella l: Marina
Suma in 4BQPSFEJNBSF.
Laltro passaggio, definitivo,
quello del portarsi lintrattenimento da casa. Una versione itinerante dei buoi dei paesi tuoi:
in viaggio, s, ma con il legittimo compagno. Tentando di dare un tocco desotismo alla relazione, un qualche scenario poetico a una relazione abitualmente fondata sui turni per portare
gi lumido.
Lontano, tutto sembra di
nuovo romantico. Ci si fa prendere da impeti dentusiasmo tipo concepire un figlio a Parigi:
pensa quando lo racconteremo.
Si finisce in una farmacia notturna, a spiegare a gesti pillola del giorno dopo.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica

3$-6#

4"#"50  /07&.#3& 



-IJUFDI
*-.0/%0
%&--&"11

53"/4'&3
8*4&
QFS"OESPJEF
J1IPOF HSBUVJUB

4FSWFBUSBTGFSJSF
TPMEJEBVOBQBSUF
BMMBMUSBEFM1BFTF
FEFMNPOEP
*NNFEJBUBNFOUF
FDPODPTUJCBTTJ
#FOGBUUB

JAIME
DALESSANDRO

.*/*/*(."
QFSJ1BEFJ1IPOF 
 FVSP

3JDPSEBUF&OJHNB 
MBNBDDIJOBQFS
NFTTBHHJDSJQUBUJ
VTBUBEBJUFEFTDIJ
EVSBOUFMBHVFSSB 
&DDP RVFTUBQQ
MBSJQSPEVDF
GFEFMNFOUF

%:40/&:&
%PUBUPEJWJEFPDBNFSB
QBOPSBNJDBBHSBEJ
FEJTFOTPSJJOGSBSPTTJ 
JOHSBEP
EJJOUFSQSFUBSF
MBNCJFOUFDIFMP
DJSDPOEB EJTBQFSF
FTBUUBNFOUFEPWFTJ
USPWBOFMMBTUBO[BF
RVBMJTPOPMFBSFFHJ
QVMJUFFRVFMMFBODPSBEB
QVMJSF1VBODIFFTTFSF
BUUJWBUPEBSFNPUP
BUUSBWFSTP
VOPTNBSUQIPOF
4VMNFSDBUPFVSPQFP
EBM

-"
/0
7*
5

#-0440.
#-"454"("
QFS"OESPJE 
J1BEFJ1IPOF 
HSBUVJUB

7BSJB[JPOF
BUFNBGMPSFBMF
EJi$BOEZ$SVTIu 
TFNQSFEBMMB
QSFNJBUBEJUUB
,JOHDPN

1*$)*5
QFS"OESPJE 
J1IPOF J1BEF
8JOEPXT1IPOF 
HSBUVJUB

1FSGPUPHSBGJF
BQQBTTJPOBUJ
EPWFUSPWBSF
PQVCCMJDBSF
JNNBHJOJ4V
BCCPOBNFOUP

/&"50#057"$$0//&$5&%
DBQBDFEJFGGFUUVBSFMBNBQQBUVSBMBTFSEFMMF
TVQFSGJDJ%PUBUPEJXJGJ TJQVDPNBOEBSFB
EJTUBO[BDPOMBQQQFSTNBSUQIPOFFVSP

*MGPOEBUPSFEFMMBJ3PCPUSBDDPOUBMVMUJNBFWPMV[JPOF
EFHMJBTQJSBQPMWFSFTNBSU0SBJNQBSBOPBDPOPTDFSFMBDBTB

-FBNCJ[JPOJ
EFMSPCPU
NBHHJPSEPNP
1"0-"'0/5"/"

-()0.#05
426"3&
%PQQJB
UFMFDBNFSB 
TFOTPSJB
VMUSBTVPOJF
JOGSBSPTTJ4J
BEBUUBJOUFNQP
SFBMFBMMB
DPOEJ[JPOJSJMFWBUF
$PTUBFVSP

-"/5&
13*
."

OLIN ANGLE non uno qualunque. Classe 1967, un guru


della robotica e dellintelligenza artificiale. E appartiene a quella categoria di imprenditori visionari legati al mondo dellhi
tech. Fondatore della iRobot, lo abbiamo incontrato in occasione della presentazione
del Roomba 980, ultimo esemplare di aspirapolvere intelligente, che si aggiunge ai
modelli gi lanciati fra gli altri da Lg, Samsung, Dyson, Neato. Il 980 si connette via wi-fi, pu essere comandato, programmato e personalizzato da remoto tramite smarphone e apposita app. Ma quello che
davvero lo distingue dalla schiera dei predecessori la capacit di
realizzare una mappa accurata dei vari ambienti della casa. Per far
questo dotato di una videocamera integrata che cattura le immagini degli oggetti
presenti nelle stanze e le riporta sulla mappa che via via va a costruire, e di un sensore
ottico, simile a quello dei mouse, destinato

*MDPOUPBMMBSPWFTDJB
QFSJMOVPWP
(VFSSF4UFMMBSJ
DPNJODJBTVDPOTPMF
'3"/$&4$0'044&55*

OMINCIA ufficialmente il

mese di 4UBS8BST. E
comincia su console.
Mentre si attende il film di J.J.
Abrams, il 16 dicembre, Electronic

a misurare le distanze.
proprio questo che rende possibile la
comprensione degli ambienti, spiega Colin Angle. Ed nella comprensione degli
ambienti non solo a livello di planimetria
ma, in futuro, anche nel riconoscimento della destinazione duso delle diverse stanze
che si gettano le basi per una rivoluzione
nel mondo della smart-home e dellInternet
delle Cose.
Il Roomba 980, dunque, non lennesimo elettrodomestico controllabile a distanza, ma un punto di partenza di un progetto
pi ampio, il cui fine ultimo essere il tassello centrale per il controllo di tutti gli oggetti
connessi presenti in casa.
La smart-home, oggi, ha una serie di limiti, continua Angle. Google con il suo sistema operativo per case smart chiamato
Brillo, Apple con HomeKit e molte altre
aziende, stanno lavorando a sistemi in grado di far comunicare tra loro gli oggetti intelligenti. Questi sistemi, tuttavia, sono assoggettati al controllo dello smartphone, e
lidea che il telefono possa rappresentare
un telecomando universale per la smart home sbagliata. O meglio, impossibile che
riesca ad avere unidea precisa degli am-

Arts gioved pubblicher


#BUUMFGSPOU, sviluppato dal team
svedese Dice. Grafica in alta
definizione, effetti speciali...
Peccato manchi la storia. Di (VFSSF
4UFMMBSJci sono solo battaglie su
larga scala. #BUUMFGSPOU insomma
fatto di scontri fra pi giocatori,
replica online sequenze viste nella
trilogia originale, ai tempi di Luke
Skywalker e Darth Fener. Non
aspettatevi quindi nessuna
anticipazione sugli eventi del film.
Il punto di forza la sua capacit di
riprodurre le atmosfere della
trilogia: lavorando sul materiale di

*30#05300.#"
$POXJGJFDPOUSPMMBCJMFBEJTUBO[B)B
VOTFOTPSFPUUJDPFVOBWJEFPDBNFSBQFS
DPTUSVJSFVOBNBQQBEFMMBDBTBFVSP
bienti di un appartamento e che quindi sappia gestire al meglio i dispositivi che controllano lilluminazione o il riscaldamento. Se
Apple scegliesse di essere nostro partner, il
Roomba potrebbe fornire quelle informazioni per una vera automatizzazione della
casa. Ma una strada tutta in salita per la
iRobot, che si trova a dover fare i conti con
la concorrenza di aziende ben pi grandi,
malgrado abbia comunque il 68 per cento
di questo settore che di fatto ha inventato.
Ad oggi, al di l delle sfide future, il Roomba 980 comunque laspirapolvere pi efficiente di tutti i robot per pulizie domestiche
realizzati finora dallazienda americana,
che ha allattivo oltre quattordici milioni di
robot presenti nelle case di tutto il mondo.
La capacit di elaborare una mappa dellambiente man mano che questo viene pulito,

gli consente di calcolare con precisione i


suoi movimenti e quindi di sapere con esattezza tutta la strada che ha fatto e le aree
che ha gi visitato. Dispone inoltre di una serie di sensori che gli consentono di distinguere le superfici su cui si trova a passare
aumentando cos la potenza di aspirazione
sui tappeti e sulla moquette e di individuare i punti in cui presente una maggiore concentrazione di sporco, determinando
un trattamento pi approfondito proprio in
quelle zone. Infine pu lavorare senza interruzioni per due ore, ricaricarsi autonomamente e riprendere, se necessario, il ciclo di
lavoro da dove si interrotto. Insomma:
un aspirapolvere, ma comincia ad avere ambizioni ben pi alte che potrebbero presto
trasformarlo in qualcosaltro.

*-7*%&0(".&
4PQSB EVFJNNBHJOJEJ4UBS8BST
#BUUMFGSPOUEFMMB&MFDUSPOJD"SUT
&TDFHJPWFEQSPTTJNP
QFS1T 9CPY0OFFQD

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

scena originale, il team di sviluppo


riuscito a ricreare fedelmente
scorci e paesaggi entrati di diritto
nellimmaginario collettivo. Con
laggiunta di personaggi come
Yoda o Boba Fett che il giocatore
pu impersonare per qualche
minuto. 4UBS8BST#BUUMFGSPOU si
lascia giocare piacevolmente,
meno impegnativo di $BMMPG%VUZ,
arrivato sul mercato una
settimana fa, e meno violento.
Ma esaurita la meraviglia per le
scenografie, a lungo andare
diventa monotono.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica
4"#"50  /07&.#3& 

"306/%
5)&803-%
QFS"OESPJE 
J1BEFJ1IPOF 
HSBUVJUB

7FMPSJDPSEBUF
'MBQQZ#JSE 
"SPVOEHMJ
TPNJHMJB TPMP
IBVOBHSBGJDB
QJSBGGJOBUB

'66%-:
QFS"OESPJE 
J1BEFJ1IPOF 
HSBUVJUB

"QQEJSJDFUUF VOB
EFMMFUBOUF EPWFTJ
BMUFSOBOPJEFFQFS
QJBUUJEJPHOJUJQP
$JTPOPBODIF
MF[JPOJEJDVDJOB 
BQBHBNFOUP

1&37*"((*"3&

0UUBOUBNJMB
DIJMPNFUSJ
JOVOBQQ

I CHIAMA .Z8BZ,

ed lapp ufficiale
di Autostrade
per lItalia e Infoblu. stata
pensata per chi viaggia
in auto e vuole ricevere
aggiornamenti costanti sulla

4".46/(
108&3#05
73
1PUFO[BEJ
BTQJSB[JPOF
WPMUFNBHHJPSFEJ
VOBTQJSBQPMWFSF
DPOWFO[JPOBMF
4DBOTJPOBMF
TVQFSGJDJOFM
EFUUBHMJP 
JOEJWJEVBOEPPHOJ
PTUBDPMPFVSP

5&.1*.0%&3/*

-BUFDOPMPHJB
JUBMJBOB
TJSBDDPOUB
B/FX:PSL
3*$$"3%0-6/"

"

NEW YORK ha appena

inaugurato una
mostra che vale una
sosta. Fino alla met di aprile
sar possibile viaggiare nel
tempo per scoprire il
contributo di New
York alla rivoluzione
digitale: 4JMJDPO$JUZ
il titolo ed in un
certo senso una sfida
aperta alla Silicon
Valley, un modo per
dire al mondo che il futuro
iniziato qui, molto prima che
Steve Jobs e Bill Gates
iniziassero a duellare nella
celebre valle di San Francisco.
Naturalmente c del vero,
come dimostra limponente

documentazione a supporto di
questa tesi. In particolare
colpiscono le foto della celebre
World Fair del 1964/5,
una colossale Expo
sul futuro che anticip molte
delle innovazioni che
sarebbero venute dopo.
Per una coincidenza
assolutamente casuale,
sempre a New York
allIstituto di cultura italiana,
ha inaugurato il giorno prima
la versione mini di una
mostra che racconta
cinquanta anni di innovazioni
italiane.
A partire dal primo personal
computer: la Olivetti
Programma 101. Che stata
inventata a Ivrea da quattro
ragazzi della Olivetti
e presentata al mondo proprio
a New York, alla World Fair,
nel 1965. Gli americani
se lo erano scordati.
A che serve ricordarlo?
A definire lidentit di una
comunit e a trovare una
missione. New York lo ricorda
a San Francisco, noi agli
americani, ma anche a noi
stessi. Per dirci che possiamo
giocare la partita del futuro.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

'"--065
1*1#0:
QFS"OESPJE J1BE
FJ1IPOF HSBUVJUB

*MDPNQVUFS
EBQPMTPEFM
WJEFPHBNF'BMMPVU
JOWFSTJPOFBQQ%B
VTBSFJOBCCJOBUB
DPOJMHJPDP
QFSDPOTPMF

viabilit del traffico urbano e


autostradale. Parliamo di un
totale di 80 mila chilometri di
strade nel complesso. Gratuita
e scaricabile da App Store e
Google Play, in soli due mesi
ha gi raggiunto quasi 300
mila download. Per offrire
ai propri utenti un servizio
sempre pi aggiornato e
personalizzato, ora lapp
stata migliorata con due
nuove sezioni: 4FJJOVO1BFTF
.FSBWJHMJPTP un progetto
che punta a valorizzare le
bellezze nascoste del nostro
Paese. Poi c .Z8BZ5SVDL
concepita per il mondo



."(*$1*"/0
QFS"OESPJE 
J1IPOFFJ1BE 
HSBUVJUP

"NFUGSBVOP
TUSVNFOUPFVO
HJPDP4JiTVPOBu
MPTDIFSNPUBUUJMF
TVMMFOPUFEJ.P[BSU
F1IBSSFMM8JMMJBNT
"QQFOBBHHJPSOBUB

dellautotrasporto. Un avviso
automatico informer gli
autotrasportatori sulla
viabilit del traffico,
sugli eventi neve e su dove
trovare aree relax, docce
e connessione wi-fi.
.Z8BZsi distingue
dalle altre applicazioni di
navigazione stradale per le
segnalazioni meteo specifiche
per ogni territorio dItalia e
per la possibilit di visionare
i filmati provenienti
dalle telecamere,
salvando tra i preferiti
quelli dinteresse
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

"650453"%"
*/5"4$"
4PQSB MBQQ.Z8BZ
BQQFOBBHHJPSOBUBF
DPOOVPWFGVO[JPOJ

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica

3$-6#

4"#"50  /07&.#3& 



-FUFOEFO[F
*-$0--&;*0/*45"

-FHSBOEJPTF
DPTUSV[JPOJ
EJ$IBOFM
26*3*/0$0/5*

:".".":

"

LLINFUORI di Alessandro Magno,

altri precedenti non si ricordano


nella storia del grandioso e del
magnifico. Allinfuori di qualcuno cio che,
come lattuale Chanel, raggiungendo gli
ultimi lidi del mondo, ovunque arrivi impone
le proprie basiliche e i propri pantheon:
seppure caduchi e solo per la durata di uno
show. Ma con unattenzione al verosimile da
ricordare quegli iperbolici apparati e quelle
effimere facciate architettoniche costruiti in

ogni dettaglio quando cera da glorificarsi


agli occhi di qualche ospite regale. Nel nostro
caso, la gloria quella di una collezione
invernale: un tempo detta Precollezione (e
con caratteri di assoluta commercialit), ora
ribattezzata Mtiers dArt e, come gallina
dalle uova doro, semestralmente spostata
da Lagerfeld da un capo allaltro del globo.
A dicembre la volta di Roma. E nel pi santo
dei santuari del cinema universale: i 3000
mq del felliniano Teatro 5. Anche l

edificando linimmaginabile purch lo


stupore sia perfetto. Tanto che ormai
dallatelier parigino non ci si sposta se non
con i suoi Apollodoro al seguito. I quali,
dopo aver portato il verbo del Kaiser anche
nellattuale caos della pi antica capitale del
mondo, si apprestano a raggiungere perfino
lultimo luogo del Creato dove il lusso
ancora un difetto. Presumibilmente
ancora per poco.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-BTPUUPWFTUF
HMBNPVS
TFO[BSFHPMF
1)*-0401):
4*.0/&."3$)&55*

&

*/5*.*44*.*

RA UN CAPO desueto, un filo rt-

ro. Ma ora la sottoveste tornata di moda. Emblema della


liberazione dai corsetti e di
sex appeal, abito preferito dalle dive cinematografiche degli anni 50 e 80,
oggi viene rispolverata dagli stilisti con una
modalit lontana dallerotismo di Sophia Loren o dalla spregiudicata Kim Basinger in 
TFUUJNBOFF. Il suo come back non va nemmeno scambiato con la spavalderia della sfilata di Victorias Secret, il marchio di intimo
femminile che ha riunito, qualche giorno fa,
le donne pi belle del pianeta.
No, il ritorno della lingerie di seta con spalline e scollo a cuore il contrario di quello che
sembra. La sua ricomparsa, specie nelle collezioni autunnali, simile a quella di un fantasma vittoriano: eterea, languida stata avvistata negli show di tanti stilisti da N.21 a Ermanno Scervino e da Gucci a Valentino, come fosse leffigie di un romanticismo perduto, un intrico di sete, pizzi e chiffon che riportano a un passato indefinito, nostalgico e nebbioso. Questo, per, solo lincipit. Da Prada
e Cline, infatti, questo ectoplasma della moda diventa un corpo in carne e ossa: la sua materia fluida viene sostituita dalla superficie
dura e irregolare della pelle di struzzo; e le
sue linee curve e sexy si fanno dure e affilate

%BSUSP
BBUUVBMF
JMDBQP
UPSOB
JORVFTUB
FOFMMB
QSPTTJNB
TUBHJPOF
DPNFJOOP
BDJDIF
JSSB[JPOBMF
-"
/0
7*
5

come coltelli.
uninversione di rotta che trover nelle
collezioni dellestate 2016 la sua apoteosi.
Ma a cosa si deve questa durezza, questo stravolgimento del suo significato originario?
Parlerei di romanticismo e di protesta, spiega Miuccia Prada prima della sfilata estiva di
Miu Miu, che proprio alla sottoveste ha dedicato un interessante spazio. Largomento
che ho pi a cuore lirrazionalit come reazione a un mondo sempre pi conservatore
sul fronte della politica e confuso su quello
della tecnologia. Lirrazionalit diventa cos
latteggiamento migliore da cui scaturiscono
due correnti opposte: il romanticismo e la protesta. come se la fantasia si ritagliasse un
posto duro e dolce contro le regole. Ed come
se io avessi vestito questa contraddizione.
Il pensiero della designer milanese non
molto lontano da quello di Hedi Slimane.
Che, infatti, nello spettacolo controverso di
Saint Laurent ha usato le sottovesti senza
reggiseno e spesso con capezzoli a vista come
fosse labito della campagna free the nipple (letteralmente libera i capezzoli) contro la censura di Instagram. Niente Sophia o
Kim, quindi. E nessuna Kardashian o Victorias Secret. La sottoveste incarna la rivolta
femminile. Almeno secondo gli stilisti.

'3"/$&4$0
4$0(/".*(-*0
$&-*/&

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

53*6.1)

(-*"35*(*"/*

&MBTUPSJB
SJDPNJODJ
EB.BTUSPJBOOJ

una storia,
unemozione e una artigianalit di alto livello. C tutto questo nel progetto, durato un anno, lanciato da Sutor Mantellassi, il marchio fiorentino di scarpe che vanta nella sua storia centenaria una
galleria di personaggi famosi che hanno portato queste calzature: Giorgio Strehler, Ezra
Pound, Gabriele dAnnunzio, Henry Fonda
solo per citarne qualcuno. E Marcello Mastroianni che cinquanta anni fa ha impresso le
sue impronte su Hollywood Boulevard con
un paio di Sutor Mantellassi ai piedi. Proprio
LTRE LA SCARPA,

per reinterpretare quelle stringate passate


alla storia, stato chiesto a cinque personaggi, uno per ogni decade, di darne una moderna interpretazione. Lidea che segna una
svolta nella storia dellazienda, oggi di propriet del gruppo coreano Eland di Anton Magnani, amministratore delegato e manager dalla formazione non tradizionale.
Grazie allo studio con Achille Castiglioni e a
un suo consiglio, si laureato in architettura
con una tesi sullarchitettura della scarpa.
Da allora le calzature sono al centro della sua
storia professionale. Oggi il suo motto valorizzare lheritage per dare sostanza al prodot-

-&4$"31&
-FTUSJOHBUF4VUPS.BOUFMMBTTJ

to. Cos Magnani ha festeggiato a Parigi la


quinta e ultima fase della celebrazione della
scarpa di Marcello Mastroianni, interpretata
da Thomas Erber, trend setter, che ha elaborato un modello contraddistinto da
una fascia elastica, lasciandone inalterato lo stile elegante. Prima di lui si cono cimentati Justin Deakin, designer di calzature londinese, Scott Fellows con Craig Bassam, creatori di arredi e accessori per la casa,
Scott Schumann di The sartorialist e Toshinosuke Takegahara, designer di scarpe giap MB)
ponese. 
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica
4"#"50  /07&.#3& 

64*$0456.*

$PNGPSUF
JMDPMPSF
EFMESBNNB
("#3*&--"1&4$6$$*

RSON WELLES, negli anni 40 e,

decenni dopo, Roman Polanski e


Akira Kurosawa, hanno realizzato
un film ispirato a .BDCFUI, dramma
Shakespeariano archetipo della brama di
potere. Fin dal cinema muto ne sono state
girate in America varie versioni con famosi
attori teatrali, vestiti di velluto ricamato
doro e lady Macbeth con soggolo (la tela di
stoffa che circonda il viso) medioevale che
sostiene la corona piena di perle. Nessuno di

questi orpelli presente nel nuovo film


diretto da Justin Kurzel, giovane regista
australiano. La dura battaglia dinizio si
svolge in una landa grigia e paludosa: soldati
con sguardi cupi si fanno segni neri sulla
faccia. I loro rozzi stivali affondano nel fango,
le corazze sono di cuoio nero tenuto insieme
da ruvida stoffa. Le streghe sono delle
contadine, vestite di scuro con il naso
arrossato dal freddo. Lambiziosa lady
Macbeth, interpretata da Marion Cotillard,



incita con sussurri il marito, leccezionale


Michael Fassbender, alla conquista del
potere. Vestita di bianco, i capelli pieni
di treccioline (non riuscita ispirazione ai
disegni di Viollet-Le-Duc), ha negli occhi
una forte determinazione. Nel lungo grido
di dolore e violenza, il colore usato per
esprimere e rafforzare la perdizione del
protagonista. Il finale tutto virato al rosso
intenso che incorpora il colore del sangue.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

1"53*;*"1&1&

4BMTBFSPDL
QFSVOPTUJMF
BOUJCBNCPMB
-"63""4/"()*

$)-0&

(*03(*0
"3."/*

7"-&/5*/0

&3."//0
4$&37*/0

58*/4&5
4*.0/"
#"3#*&3*

(6$$*

13"%"

-"."*40/

"/BQPMJ
VOBUSBEJ[JPOF
DIFDPOUJOVB
."3$&--"("##*"/0

A STORICA MAISON sartoriale napoletana Cilento 1780 cambia sede: da Palazzo dAquino in
via Medina a Palazzo Ludolf a Riviera di
Chiaia.
Una scelta fatta nel segno dellinnovazione e del rispetto della tradizione
del nostro marchio, da sempre punto di
riferimento delleleganza e dello stile a
Napoli, dice Ugo Cilento, rappresentante dellottava generazione. Non a caso la Soprintendenza della Campania
ha riconosciuto la Cilento 1780 come
azienda culturale. E cos infatti si ricor-

ALLA PARTE delle donne. Quelle autonome,


indipendenti, che vogliono essere belle e consapevoli, senza rinunciare alla famiglia
e ai figli. a questo universo femminile che si rivolge la stilista Patrizia Bambi, pi famosa come
Patrizia Pepe, il nome che, 20 anni fa, ha scelto per il suo marchio, proprio per sottolineare
quel mood pepato che hanno
le donne quando vogliono essere
speciali, con abiti lontani dallo
stereotipo femminile della bambola sexy.
Patrizia Bambi un donna
ipercreativa ma con i piedi per
terra. E per celebrare il suo modello di donna romantica ma
mai sdolcinata ha creato una capsule collection che sintetizza la
sua filosofia. Il titolo recita: I am
(not so) Cinderella. Come dire
spiega non sono proprio come la Cenerentola di Disney a
caccia del principe azzurro. La
mia donna ama stivaletti e decolt glitterati dai colori brillanti,
affascinata dal glamour ma resta una Cinderella dallaria sfrontata. E per sottolineare questo
concetto, la campagna pubblicitaria per questa capsule, ha come sfondo Milano e il fotografo
uno street styler come Adriano Cisani. Gli abiti, come gli accessori, sono illuminati da una
pioggia di glitter.
La moda deve valorizzare e
dare dignit alle donne ricorda Patrizia Bambi amo creare
abiti seducenti che spesso sovvertono le regole tradizionali ma
prima di metterli in produzione
li indosso e li valuto con il mio
staff. Se un vestito troppo stretto o scomodo, allora si interviene
e si fanno le modifiche. La bellezza e il comfort di un abito devono
andare di pari passo, ma sempre
con un twist speciale che nel mio
caso ha a che fare con il rock.
Fin da ragazza Patrizia Bambi,
che ha dato vita al suo marchio
con il marito Claudio Orrea, mente economica dellazienda, coltiva una vera passione per i gran-

da nella targa di ottone allingresso della nuova sede, dove tutte le creazioni firmate Cilento hanno unimpronta sartoriale.
Abiti, camicie, cravatte, scarpe sono
realizzati a mano con la maestria dei
grandi artigiani italiani che utilizzano
i materiali migliori al mondo. Sia che si
tratti di tessuti o di pellami. Lo stesso
vale per gli accessori (declinati anche
per il mondo femminile) che vanno dai
gemelli ai guanti, dai foulard agli ombrelli. Cinquecento tagli di tessuto per i
capospalla, trecento tagli per le cami-

di del rock. Li ascolta anche quando disegna le sue collezioni e almeno due volta alla settimana
va a scuola di ballo dove impara
a muoversi al ritmo della salsa.
La prima regola per essere belle essere in forma spiega
cos poi tutto ti sta bene addosso. In azienda, all80 per cento
composta da donne, ha creato
una palestra frequentata anche
dalle dipendenti e dove si allena
per partecipare alle maratone di
New York e Parigi. Ma siccome
importante coltivare anche la
mente, il suo atelier funziona anche come galleria darte dove,
durante lanno, si organizzano
mostre con sculture e opere contemporanee.
Da tutto quello che fa e ama,
Patrizia Bambi trae ispirazione
per i suoi abiti. La collezione che
ha disegnato per questo inverno
un omaggio a Jimi Hendrix,
con abiti dal sapore vintage che
si rifanno agli anni 70. La mia vita ha un ritmo sostenuto ammette la stilista che, a dispetto
del suo dinamismo, ha unaria
pacata ma le donne doggi sono come me. Lavorano, hanno famiglia, vogliono stare bene con
se stesse e vogliono abiti originali. Tra i miei capisaldi ci sono i
pantaloni skinny e la giacca. codice 501, elasticizzata, che aderisce bene al corpo, lasciando la
massima libert di movimento.
Assemblando tutte queste
passioni, Patrizia Bambi con il
marito Claudio, ha dato vita a
una impresa che fattura 125 milioni di euro, con oltre cento negozi, di cui 42 gestiti direttamente. Pi una presenza in oltre
1.700 multimarca in Italia e allestero. Intorno a lei, nella sede fiorentina, lavorano 160 persone,
pi altri 300 che operano nel
mondo.
Il mio un business di famiglia ricorda ma in casa, la sera, abbiamo una regola. Si stacca la spina e non si parla di lavoro. La moda affascinante ma
non deve rubare spazi alla vita.

*-3*53"550
2VJTPQSB 
1BUSJ[JB#BNCJ
BMJBT1BUSJ[JB1FQF
(MJBCJUJTPOP
EJRVFTUJOWFSOP 
HMJBDDFTTPSJTPOP
EFMMBDBQTVMF
DPMMFDUJPO

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-"5&-*&3
*MOVPWPi$JMFOUPu

cie, quattromila cravatte, mille paia di


scarpe, oltre a una collezione di 500 gemelli. Un patrimonio importante che
nella nuova boutique-salotto convive
con la collezione di casa Cilento, frutto
non solo dellattivit di famiglia, ma anche della ricerca che Ugo Cilento fa in giro per il mondo per recuperare e valorizzare la memoria storica del settore.
Anche negli arredi della boutique ci
sono pezzi rari e preziosi: dai lampadari
in vetro di Murano alle specchiere liberty.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica

3$-6#

4"#"50  /07&.#3& 



-FUFOEFO[F
#"$,45"(&

(JMFNBOJ
EBJGBMTJ
NBEFJO$JOB
4&3&/"5*#"-%*

I RISIAMO. I

contrasti tra Kering e


Alibaba, mastodontico portale
delle-commerce cinese, non accennano a scemare. Anzi, dire che siano ai
ferri corti un eufemismo. Le ostilit sono
iniziate un anno fa quando il gruppo francese, stanco di vedere le imitazioni dei propri
brand Saint Laurent, Gucci, Balenciaga
smerciate attraverso il sito, ha fatto causa al suo fondatore Jack Ma. Il magnate cinese aveva negato ogni addebito, ribadendo

quanto anche per lui la lotta ai falsi fosse importante, e sullonda dellentusiasmo era
stato raggiunto un accordo che prevedeva
limpegno da parte di Alibaba a combattere
certe illegalit. A quanto pare per le cose
non sono andate per il verso giusto: lo scorso maggio Kering lo ha di nuovo denunciato, sostenendo che il giro di falsi continuato come se nulla fosse, ma stavolta limprenditore ha risposto a muso duro. Preferisce
andare in aula, ha dichiarato, magari perde-

re e rimetterci del denaro (che, detto per inciso, non gli manca), piuttosto che essere di
nuovo mortificato cos. Ma non accetta di essere trattato da ladro dai marchi occidentali, e per di pi, conclude, qui in ballo ci sono milioni di lavoratori che sopravvivono solo grazie allindustria dei fake. Combattere
un fenomeno cos vasto richiede attenzione
e gradualit: la Kering deve perci stare calma. No, non finir bene.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-BWWFOUVSPTBCJPHSBGJBEJ%JBOFWPO'STUFOCFSH
EBM$MVCBMNPOEPEPSBUPEFMMBSJTUPDSB[JB

%"/*&-"%"/50/*0

storia quando lei sposa il principe


siamo a pagina uno della favola e la principessa balla allo studio 54
di New York con Bianca Jagger
ed Andy Warhol indossando stivali da cow boy. In questa storia
la principessa pi intraprendente del principe, la mattina si
sveglia presto e macina milioni
di dollari vendendo alle donne di
mezzo mondo un abito che non si
stira, una versione glamour della vestaglietta e che sta bene
(quasi) a tutte.
N QUESTA

il mondo patinato, laristocrazia.


Ero goffa e non avevo una vera
passione per la moda ma ero veloce e per una serie di incontri fortunati cominciai a produrre il
wrap dress che mi ha resa famosa. Con Egon von Frstenberg il
principe bello e disinibito, figlio
di Clara Agnelli, fin pochi anni
dopo il matrimonio (Mi chiese
di conservare il cognome, siamo
stati amici tutta la vita, il giorno
che morto, qui a Roma, io e i nostri figli eravamo con lui). Diane ha avuto tanti uomini, nel libro ne parla molto, buttando l

-*/
$0/
530

-BNJBWJUB
TFO[B
NPMMBSFNBJ
Siamo negli anni 80 e quello
che accaduto prima e dopo, Diane von Frstenberg lo racconta
in un libro -BEPOOBDIFWPMFWP
FTTFSF (Marsilio, pp. 283, euro
22). Sono stata fortunata dice
ma il titolo del libro contiene
una verit: non mi sono mai accontentata.
Dietro tanta sicurezza, per,
c un dolore grande: Mia madre da ragazza fu deportata in un
campo di concentramento: quando torn a casa, dopo la prigionia, pesava 29 chili e i medici le
dissero che non avrebbe potuto
avere figli. Nacqui quindici mesi
dopo, ero la prova della sua voglia di vivere e del suo carattere.
Ma mentre mio padre mi ha amata in modo assoluto, regalandomi sicurezza nelle relazioni sentimentali, mia madre con me era
severa, come non lo mai stata
con mio fratello: ero femmina e
per questo dovevo essere pi forte. Era il suo modo per insegnarmi che avrei potuto superare
qualsiasi dolore. Vive a Bruxelles la giovane Diane, figlia della
solida borghesia. Ma stato grazie a Egon, il padre dei miei due figli che ho cominciato a conoscere

frasi del tipo in quel periodo avevo un flirt con Richard Gere e dispensando autoironia (quando
ero fidanzata con Alain Elkann,
per assecondare i suoi desideri
misi da parte i miei abiti provocanti per indossare quelli da intellettuale francese, mi vestivo da
suora e lui intanto mi tradiva con
una donna sexy). Piccoli e grandi amori con una presenza costante: Barry Diller, che lha
aspettata per trentanni e che oggi suo marito. Insieme sostengono una Fondazione che promuove limprenditoria femminile nei Paesi in via di sviluppo e scalano montagne nei fine settimana. Lei continua a occuparsi
dellazienda e del comitato di
quartiere del West Village a New
York (merito anche suo, per capirsi, il recupero della High Line,
lex ferrovia trasformata in passeggiata).
5JNF questanno lha inserita
tra le 100 persone pi influenti
del mondo, questa la donna che
voleva essere? Non ho rimpianti e non mento sulla mia et. Perch la vecchiaia bella e perch
con Internet sarebbe inutile.

*-/&(0;*0

"3PNB
VOBOHPMP
E"NFSJDB
4*-7*"-61&3*/*

-"45*-*45"
%JBOFWPO
'STUFOCFSH
HSB[JFBMMJODPOUSP
DPOJMQSJNPNBSJUP
&HPO TJMBODJBUB
OFMDBNQP
EFMMBNPEB
JOWFOUBOEP
JMXSBQESFTT
MBCJUPDIFOPOTJTUJSB
FTUBCFOFBUVUUF
MFEPOOF
4VMMBTVBWJUB
BWWFOUVSPTB
FGPSUVOBUB
IBTDSJUUPVOMJCSP

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

ALPH LAUREN come in Italia non si

era mai visto. A Roma, in via del


Corso (angolo via Frattina) ha
aperto ieri il primo negozio monomarca nel
nostro paese e in Europa di Polo Ralph Lauren. Una scelta non casuale visto che il brand
qui amatissimo e perch la capitale una
delle mete turistiche pi ambite dagli stranieri. Grande utilizzo del legno su pavimenti,
pareti e soffitto creano unatmosfera calda
nello spazio su due piani di 465 metri quadrati con tappeti navajo, poltrone e bauli vintage, surf e selle di cavallo che evocano le tipiche dimore da vacanza americana.

Foto in bianco e
nero (anche nei camerini-salotto) raccontano i mondi di riferimento del marchio: gli Hamptons,
lEast e la West Coast, gli sport dalla canoa alla vela. Ogni
stanza di questo store dedicato solo
alluomo ha unispirazione precisa. C quella
dedicata ai capi iconici (polo, maglioni in cachemire a trecce, pantaloni chino); la novit

Polo sport con i suoi capi tecnici anche per il


tempo libero; langolo ispirato alla caccia e lo
spazio club con capi pi eleganti senza logo, e
questa una svolta, come i completi in principe di Galles, i gessati e persino lo smoking da
sdrammatizzare con un paio di jeans. La storia di Ralph Lauren la classica happy end
americana. Nato nel Bronx, grazie a una collezione di cravatte uscita nel 67, e ancora di
pi allidea di lanciare la polo nel 68 con il
mondo esclusivo che evocava, lo stilista americano ha costruito un impero con un fatturato globale di 7 miliardi di euro (dati 2015).
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica

3$-6#

4"#"50  /07&.#3& 



*MCFOFTTFSF
4&4504&/40

4FJMQBOF
VOBMMFBUP
QFSMBEJFUB
-6$"#*"/$)*/*

Di questi tempi gluten free, il pane


diventato un protagonista un po bizzarro
sulle nostre tavole. Psicologicamente
ancora associato al nemico della dieta e
viene spesso sostituito da crackers e taralli,
con lillusione che facciano ingrassare meno.
Il pane ancora venduto, invece, stato
nobilitato a oggetto di culto per cui
le panetterie sono diventate simili a
pasticcerie, offrendo varianti incredibili a
prezzi a volte inaccessibili. Lultima il pane

al carbone vegetale, che sembra parente


della pasta al nero di seppia, con quel colore
che conquista e incuriosisce. Lanciato dagli
chef, sta diventando protagonista di molti
banchi vendita per il suo total black. A
questo vanno aggiunti i benefici del carbone
vegetale, che insapore e viene usato per
meteorismo, gonfiore addominale e
aerofagia nervosa. Anche se ora alcuni eserti
avanzano dubbi sulla presenza di coloranti.
Il pane nero risulta molto pi leggero e

$BNCJBOP
MFQSBUJDIF
TQPSUJWF
"DRVBHZN
FDPSTJ
DPMMFUUJWJ
JOQBMFTUSB
TDFOEPOP
FBSSJWBOP
OVPWJ
BUUSF[[J
DPOUSPHMJ
BDDJBDDIJ
-"
5&/
%&/
;"

.FOP;VNCB
FQJBQQ
WJODFJMGJUOFTT
UFDOPMPHJDP
"(/&4&'&33"3"

"

L POSTO dei corsi di Pilates,


spinning, zumba e acqua-gym proposti dalle palestre di tutto il mondo ameremo invece allenarci da soli,
misurando i chilometri, il consumo delle calorie e il battito cardiaco. Le mode passano e alle sudate collettive fatte ballando in palestra
preferiremo quelle individuali, pi mirate e
introspettive, sicuramente hi-tech e meno costose. Lo sostiene lAmerican College of
Sports Medicine (Acsm) che ha stilato la Top
20 sui trend del fitness mondiale per i prossimi due anni in un nuovo corposo report, giunto alla decima edizione. Per la prima volta la
tecnologia da indossare balza al primo posto,
facendo retrocedere le attivit pi rinomate
e social che vanno per la maggiore. Sopravviver solo lo yoga, grazie al continuo reinventarsi in forme moderne.
Introdotta pochi anni fa, dunque, la tecnologia che si indossa 6 miliardi di dollari il
fatturato previsto per il prossimo anno va
dai fitness trackers agli smarth watch da
polso, dalle fasce per monitorare il cuore ai dispositivi GPS. I pi noti al mondo citano gli
autori del report sono MisFit, Garmin, Jawbone FitBit. Per lultimo arrivato, lApple
Watch, si prevedono 485 milioni di pezzi venduti nel 2018. Poi ci sono gli smart glasses,
cio gli occhiali con display, previsti 1.5 miliardi di dollari di fatturato entro due anni, e i
tessuti intelligenti che controllano salute,
temperatura corporea e sudore. Per averli
spenderemo 2.6 miliardi di dollari nel 2017.
Nella classifica fanno capolino anche le App
per esercitarsi con lo smartphone, in versione iPhone, iPad e Android, spesso gratuite.
Spiega Walter Thompson, ricercatore della
Georgia State University e vice presidente
dellAcsm, che ha diretto il report: I dispositivi hi-tech stanno diventando centrali nella no-

stra vita e stanno rivoluzionando le abitudini


sportive a tutti i livelli. Si discute ancora sulla
accuratezza delle App per smartphone, ma
saranno il futuro per la gestione degli allenamenti individuali.
Nelle palestre avranno successo corsi come Body weight training, un vero e proprio
ritorno alle basi della ginnastica e i circuiti di
Interval training ad alta intensit, che durano solo 30 minuti a lezione. Resister il sollevamento pesi come parte integrante degli
altri programmi di allenamento. Salgono anche i corsi dedicati ai meno giovani come il
functional fitness, metodo che migliora lequilibrio e che piace agli over 60 e i programmi specifici per gli anziani. I baby boomers
sono in procinto di pensionarsi e rappresentano il mercato potenziale pi grande per i circoli sportivi, spiega Thompson.
Sul fronte dei nuovi attrezzi irrinunciabili
in palestra, palle, palloni ed elastici hanno fatto il loro corso. Arrivano i rollers, cilindri in
schiuma o gomma rigida di ogni stazza e formato. Fatti scorrere sotto la schiena, le spalle, le anche e le cosce massaggiano, levano acciacchi e tensioni e, seppure le prove non siano abbondanti, pare che migliorino perfino
la circolazione, snellendo le gambe.
Escono invece dalla classifica i programmi
di ginnastica per bambini e adolescenti in sovrappeso. Sviluppati e offerti dalle palestre a
partire dal 2007 si sono rivelati un vero fiasco, dopo un timido successo dei primi anni.
Pare che ai gestori delle palestre non interessino i pi piccoli, nonostante lenorme potenziale.
Decisamente out gli allenamenti intensivi
in stile militare, i Boot-camp, rinomati negli
anni 90 e praticati da molte celebrities. Strisciare sotto il filo spinato, fare mille flessioni
e correre a perdifiato nel fango non piace pi.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

digeribile rispetto a quello tradizionale. Se vi


sentite un po Carlo Cracco, aggiungetelo
alle vostre ricette acquistando quello in
polvere o sbriciolando le compresse in
vendita. Occhio solo a non esagerare! Un
eccesso di quantit potrebbe interagire con
alcuni farmaci avere un certo effetto
lassativo. Ma se oltre che per gratificare gli
occhi, scegliete il pane nero per la linea, ne
apprezzerete tutte le propriet .
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica
4"#"50  /07&.#3& 

*.1&3'&;*0/*

.BJMTFTTP
BDDPSDJB
MBWJUB
-"63"-"63&/;*

HE TIPINO QUESTO Zhavoronkov:

visto in foto sembra la caricatura


dello scienziato pazzo, ma anche
del compagno di banco secchione che non ti
passa il compito neanche a morire. Oggi a
soli 36 anni il russo Alex Zhavoronkov, che
si divide fra Mosca e Londra, gi onusto di
titoli, incarichi, presidenze, direzioni
scientifiche, senza contare le tre lauree
(fisica, matematica, medicina).
Rapidamente diventato uno dei massimi

esperti dellanti-invecchiamento, il
bio-gerontologo balzato allonore delle
cronache grazie alla sua teoria secondo cui
chi fa spesso lamore muore prima di chi
pratica la castit. Insomma, scordatevi il
sesso se ci tenete a campare a lungo. E
quando dice a lungo il professore non
scherza. Potreste vivere fino a 150 anni
rinunciando al sesso, predica. Lui stesso lo
pratica assai di rado e si guarda bene
dallavere una partner fissa: Mettere su

0#*&55*70/"563"

"DRVBEJ7JDIZ
OFMMFUFSNF
JMTFHSFUP
EFMMBCFMMF[[B
"/(&-"$30$&

del marchio
Vichy un patrimonio liquido, intimamente legato allacqua termale, impossibile da riprodurre
in laboratorio. Le sue propriet benefiche (lenitiva, fortificante, rigenerante) continuano a stupire gli studiosi.
Da pi di 2000 anni lacqua
termale sgorga dalle profondit della regione vulcanica
dellAuvergne, caricandosi di
minerali che hanno un ruolo
chiave nella fisiologia cutanea. La sorgente fu venerata
dai Celti, usata dai Romani
per fini termali e apprezzata
da madame de Svign che,
A STORIA

nel XVII secolo, la utilizz per


curare i reumatismi. Ma allinizio del 1900 che il termalismo divent un fenomeno democratico. Nel 1931, grazie al
dottor Haller nacque la Socit dHygine Dermatologique de Vichy con la sua nuova
concezione di bellezza e i prodotti per il trattamento e ligiene della persona a base di
acqua termale. proprio in quesgli anni nasce la dermocosmesi con i Secrets de Vichy,
creme formulate per soddisfare le esigenze di ogni tipologia
cutanea. Da allora, il marchio
Vichy ha una missione: Far s
che la pelle ideale non sia pi
un sogno. I nostri trattamenti
favoriscono la naturale capacit della pelle di ripararsi, rigenerarsi, proteggersi, per ottenere la miglior qualit cutanea a cui le donne aspirano,
spiega Marco Vasario, Direttore Generale Vichy. Il cuore di
tutte le nostre formule, sempre lacqua termale di Vichy,
zampillante di energia e di minerali, oltre a una serie di attivi e molecole che, nella cosmetica, hanno fatto la differenza. NellInstitut Vichy, allin-



famiglia mi distrarrebbe dal mio lavoro di


ricerca. Al sesso e a una relazione fissa ci si
potrebbe pensare dopo i 75 anni, meglio
dopo i cento. Ma dice sul serio, professore?
E nessuno ride mai quando lei enuncia il suo
decalogo per limmortalit? Alla base
della sua teoria c una regola:
autoconvincersi di non poter morire, in
questo modo si inganna il cervello. E magari
non solo quello. E se avesse ragione?
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

terno del complesso Vichy


Spa Les Clestins, vengono
applicati una serie di protocolli esclusivi di cura per le diverse problematiche cutanee: la pelle secca e molto secca, impura e sensibile, per la
cellulite ecc. E siccome una
corretta routine di automassaggio pu realmente trasformare laspetto cutaneo,
nellInstitut queste specifiche gestualit vengono eseguite dai professionisti e suggerite nelle informazioni
allinterno delle confezioni Vichy per ottimizzare il lavoro a casa.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-"41"
%VFJNNBHJOJEFMDPNQMFTTP
7JDIZ4QB-FT$MFTUJOTJO
"VWFSHOFDIFIBBMTVP
JOUFSOPM*OTUJUVU7JDIZ

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica

3$-6#

4"#"50  /07&.#3& 



*QJBDFSJ
".*$*.*&*

-BMFHHFOEB
EFMMBNJUF
TBMBNBOESB
&-&/"45"/$"/&--*

A salamandra un anfibio urodelo,

come la lucertola. Invertebrati


famosi per la capacit di
rigenerare gli arti nel caso li perdano, si
stacchino, vengano loro asportati da
ragazzini dispettosi. Pessima nuotatrice, la
salamandra ha una lingua lunghissima con
la quale cattura gli insetti. Secondo la
leggenda sarebbe capace di resistere al
fuoco. Se poi per fuoco intendiamo le
tentazioni del mondo, un attimo che la

*5&
."

&JSBHB[[J
TDPQSPOP
JMGBTDJOP
EFMWJOJMF
&3/&450"44"/5&

/POTPMP
OPTUBMHJB
PSBJMEJTDP
DPORVJTUB
BODIF
JHJPWBOJ
DIFOPO
MPBWFWBOP
NBJ
DPOPTDJVUP
QSJNB

APETE QUAL lultima novit in fatto di


musica riprodotta? Il vinile. Si, il vecchio, caro, desueto padellone nero, costretto alla pensione dallavvento del
cd, oggi, nel pieno dellera digitale e
dei file mp3, sta tornando di moda.
E viene scoperto come una novit assoluta da
una generazione di giovanissimi che con i 33 e i 45
giri non ha mai avuto un rapporto, generazione che
nata con il digitale, con Napster e i file condivisi,
con la musica smaterializzata che si sente attraverso gli smartphone e i servizi in streaming.
Che per non prevedono possesso di alcun oggetto ed eliminano ogni forma di rapporto fisico e
romantico tra chi ama la musica e i supporti che la
possono contenere.
Si, il vinile torna di moda, perch di moda si tratta, non di unondata travolgente di mercato, piuttosto di una nicchia che diventa sempre pi ampia e
che dalle cifre al di sotto dello zero di qualche anno
fa arrivata oggi, nei primi nove mesi del 2015, a
conquistare in Italia il 4 per cento del mercato.
In nove mesi il mercato del vinile in Italia cresciuto del 74 per cento, un trend molto interessante, dice Enzo Mazza, direttore generale della Fimi,
lassociazione che rappresenta i discografici italiani, sicuramente alla rinascita del vinile ha contribuito molto anche le-commerce, con siti come
Amazon che dispongono di unenorme quantit di
titoli per consumatori esigenti.
Ma a gioire non sono solo i discografici, ma soprattutto gli artisti, quelli nati e cresciuti con il vinile, come Gianna Nannini (I dischi in vinile li ho
amati profondamente, e mi piace lidea che oggi
tornino nel cuore di chi ama la musica) ma anche
giovanissimi come i The Kolors (Sono cresciuto
ascoltando %BSL4JEFPGUIF.PPO di mio padre in vinile. Sarebbe interessante avere oggi un formato simile per poter proporre musica che duri pi dei tre
minuti di un singolo, dice Stash).
I numeri planetari parlano chiaro: i quattro mercati pi grandi per il vinile sono Stati Uniti, Germania, Inghilterra e Giappone, e in tutti (tranne la
Germania dove le vendite erano gi piuttosto alte)
il mercato nel 2014 letteralmente raddoppiato,
con una crescita dell80 per cento in Giappone. E in
Inghilterra come negli Stati Uniti, per il 2015 gi si
parla di milioni e milioni di dischi in vinile gi venduti.
Il motivo del ritorno in auge degli album e dei 45
giri in vinile semplice: labbondanza di musica,
ascoltabile dovunque, con la velocit di un click sullo smartphone, non riesce a dare soddisfazione a
un esercito di fan che con i loro beniamini musicali

salamandra diventi il simbolo della virt


incarnata, inamovibile e incorruttibile.
Purtroppo per lei, invece, nel fuoco si
brucia, come tutti. Anzi di pi, che la sua
pelle umida ha bisogno addirittura dacqua,
per non sciuparsi. Sulla schiena
ha ghiandole che producono un muco dal
gusto sgradevole, ma di scarsa pericolosit.
Urticante, pi che velenoso. Il salamandro,
se desidera avere dei figli, deve fare in
modo che la salamandra assorba dentro la

propria cloaca il suo spermatoforo.


Sacchettino gelatinoso contenente lo
sperma, che ha precedentemente poggiato
sotto di lei, a terra. Qualora fallisca il suo
breve ma fantasioso corteggiamento, il
salamandro acchiappa la salamandra per le
zampe e la posiziona sul suo spermatoforo.
Un anno dopo circa la salamandra d alla
luce una quarantina di gioiose larve che
depone in ruscelli e corsi dacqua.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica
4"#"50  /07&.#3& 

5&33";;*'*03*5*

-B3FJOFDLJB
DIFWJWF
OFMMPNCSB
1"0-01&+30/&

EL GIARDINO DI UN vecchio palazzo

di Torino, allombra di alcuni


faggi, ho ritrovato una folta aiuola
di Reineckia carnea, perenne da ombra
oggi assai poco conosciuta e proposta.
Ingiustamente: proprio come la pi famosa
liriope, ha foglie nastriformi e sempreverdi,
anche se di un verde pi chiaro e luminoso
e dal portamento meno rigido, ideale per
i sottoboschi dei nostri giardini. Da noi
si diffonde con grande vigore, e pu

tappezzare con i suoi stoloni color porpora


anche le zone pi ombrose, quelle zone
sempre un po difficili da coltivare e con
le quali, prima o poi, ogni giardiniere si
trova a dover fare i conti. In un terreno
normalmente fertile e umido, di preferenza
acido e ben drenato, pu svilupparsi cos
fitta e compatta da risolvere radicalmente
lodioso problema delle infestanti. Nella
tarda estate fiorisce con piccole spighe rosa
chiaro, che non superano in altezza

il fogliame, e dautunno produce scintillanti


bacche rosse (ma la fioritura non sempre
scontata). In ogni caso il fogliame
sempreverde ne rappresenta il pregio
maggiore e di quello possiamo fidarci: se
lasciato fare si diffonde e si rinnova senza
bisogno di interventi. raro trovarla nei
nostri vivai: che io sappia soltanto il Vivaio
Degli Innocenti ( Impruneta) da anni la
conosce e la coltiva.

-"116/5".&/50

-"650

*ODBOUJOB
QFOTBOEP
BM/BUBMF

%T MFMFHBO[B
SBDDIJVTB
JOEVFMFUUFSF

.*$)&-"%*$"3-0

7"-&3*0#&3365*

vuole avere un rapporto meno


volatile.
Ecco quindi le edizioni speciali non solo dei grandi capolavori del passato, ma anche
delle ultime novit, e soprattutto le riedizioni con cofanetti
lussuosissimi e bellissimi, come
sta facendo sistematicamente
Bob Dylan, o le collezioni con i 45 giri depoca, come hanno fatto di recente gli Who e i Rolling Stones. Oggetti con i quali si pu istaurare un rapporto che, in alcuni casi e non solo per i
collezionisti, pu durare tutta la vita e
pu anche essere tramandato di padre in
figlio.
Oggetti che, oltretutto, richiedono attenzione per essere conservati al meglio, e pazienza per essere ascoltati, tutti interi, davanti a un
giradischi.
Il rapporto con i dischi in vinile soprattutto
sentimentale, dice Dave Matthews, uno dei grandi del rock di oggi, ma anche un modo per ascoltare la musica in maniera diversa, concedendo attenzione al disco, non facendo altro con le cuffiette in
giro per la citt.
Matthews ha ragione, il vinile porta il pubblico
ad ascoltare la musica in maniera diversa, a dare
maggior importanza al momento dellascolto e, in
fondo, maggior valore alla musica: c un rituale da
seguire, non un operazione usa e getta, richiede un minimo di attenzione e di affetto, e un minimo di tempo da dedicare ad un unica attivit, quella dellascolto.
Ascoltare la musica con maggiore attenzione,
sottolinea Graham Nash, storico componente dei
Crosby, Stills e Nash, fa bene al corpo e allanima,
ci fa ricordare che nella vita ci sono altre cose importanti, che ogni tanto ci si deve fermare e consentire
allarte di provare cambiarci la vita. Pu un disco
in vinile fare questo?
Provate a rimetterne uno sul piatto del vostro
vecchio giradischi. Potrebbe valerne la pena.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

N brindisi natalizio in
cantina, tra degustazioni, musica dal vivo,
mercatini, mostre e laboratori
di cucina. Il Movimento Turismo Vino Toscana gioca danticipo e festeggia, dal 5 all8 dicembre, in tutto il territorio regionale, con le proprie eccellenze. Dal Chianti Classico alla Val
dOrcia, da Montepulciano a
Montalcino, dalla provincia di
Firenze a quelle di Pistoia e Pisa, oltre 20 cantine aprono le
porte per farsi conoscere. Ledizione 2015 di Cantine Aperte
a Natale loccasione per riscoprire tradizioni e bellezze paesaggistiche della Toscana in
compagnia dei bambini. Tanti
gli eventi in programma. Sabato 5 e Domenica 6 dicembre, le
Cantine Camperchi di Civitella
in Val di Chiana (Ar), oltre a degustazioni guidate, propongono laboratori pensati su misura
per i pi piccoli; dalla creazione
di etichette personalizzate da
applicare alle bottiglie, alle decorazioni natalizie con oggetti
ricavati dal mondo del vino, come tappi di sughero e cartone.
Nello stesso weekend, lAzienda Agricola Donatella Cinelli
Colombini a Trequanda (Si),
propone una degustazione itinerante di quattro vini accompagnati da brani musicali scelti
appositamente dal sommelier
musicista Igor Vazzaz, pi
una piccola lezione di cucina
per bambini e adulti. Da sabato
5 a marted 8 dicembre, la Cantina Rocca delle Macie di Castellina in Chianti (Si), offre una degustazione di tre vini e assaggio di olio nuovo, e per i bambini un breve corso di avvicinamento allolio Extravergine di
oliva con descrizione della filiera e degustazione del nuovo raccolto. Ma Cantine Aperte a Natale anche unoccasione di solidariet. Levento sar infatti
inaugurato, venerd 4 dicembre, con unasta a scopo benefico presso il ristorante Il Castello a Certaldo (Fi). Unoccasione per fare regali di Natale alternativi e di pregio: tra i lotti,
oltre a bottiglie rare, anche cristallerie di Colle Val DElsa, pezzi dantiquariato e oggettistica
legata al mondo dellenogastronomia. I proventi saranno devoluti in favore di Motorhome
per lacquisto di un camper e
aiutare cos i bambini malati ad
evadere dal mondo dellospedale per un giorno.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



S, due lettere per raccontare il lusso francese. Due lettere per sintetizzare leleganza e lo charme
di ieri e di oggi. Due lettere che ci
riportano a unicona delle automobili, la Ds19, anno di nascita
1955, meglio conosciuta come la
Dea, frutto del lavoro di un ingegnere francese, Andr Lefebvre
e di un italiano, Flaminio Bertoni, pittore e scultore prestato al
mondo dellautomobile. Due lettere, infine, che sono vive pi che
mai visto che Ds da pi di un anno un marchio autonomo, ispirato alleccellenza francese, allinterno del gruppo Psa (di cui fanno parte Peugeot e Citroen).
Sessantanni di storia, da quel
lontano 1955, fatta di modelli
unici, successi stilistici e tecnologici (il pi grande numero di innovazioni in una sola auto). Una
storia che va ben oltre i motori
per straripare nella cultura, nel
cinema e perfino nei fumetti
(era lauto dellispettore Ginko
sempre sulle orme di Diabolik).
Il nuovo Nautilus tanto per citare Roland Barthes ma anche linsostituibile auto di De Gaulle. Sublimata dallobiettivo di Henry
Cartier-Bresson, Robert Doisneau e Helmut Newton. Insomma, un simbolo, unopera darte

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

industriale per la Francia e soprattutto per la Citron.


Sessantanni intensi, dunque,
che il gruppo francese ha deciso
di festeggiare con la scatola del
tempo, un prezioso cofanetto,
in edizione limitata per collezionisti. Allinterno, un testo di Michele Serra che racconta il suo
rapporto con la Ds Citron, le impressioni di Roland Barthes sul
lancio della Nuova Citron (raccolte, poi, nel volume intitolato
.JUJE0HHJ, edito in Italia da Einaudi) e un frammento grafico
proveniente da %JBCPMJL. Il contenitore in rovere e rivestito con
la stessa pelle che foderava le poltrone delle Ds Pallas mentre la
maniglia laterale riproduce quella interna della vettura. Inoltre,
cinque immagini ritraggono vari
modelli della Ds, scattate su pellicola e poi riprodotte su carta fotografica e ciascun contenitore
comprende almeno una fotografia esclusiva, scelta tra oltre trenta soggetti insieme alla riproduzione della brochure di vendita
del tempo, con gli scatti di Helmut Newton. Proprio come si fa
con una Dea.

*-$0'"/&550
"JBOOJEFMMB
%T BVUPJDPOB
EFMMB$JUSPFO 
EFEJDBUPVO
QSF[JPTPDPGBOFUUP
QFSDPMMF[JPOJTUJJO
FEJ[JPOFMJNJUBUB
JOSPWFSFSJWFTUJUP
DPOMBTUFTTBQFMMF
DIFGPEFSBWBMF%T
1BMMBTNFOUSFMB
NBOJHMJBMBUFSBMF
SJQSPEVDFRVFMMB
JOUFSOBEFMMB
WFUUVSB

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

7*450"1"3*(*

3FO[P1JBOP
NPTUSB
JMTVPNFUPEP
"/"*4(*/03*

ELLATELIER di Renzo
Piano. una bellissima mostra quella
presentata qualche giorno fa
dalla Cit de lArchitecture di
Parigi e dedicata al grande architetto genovese che festeggia mezzo secolo di attivit.
The Piano Method, il metodo Piano racconta larte di costruire e di assemblare, ma
anche il processo collettivo
che ne ispirazione, origine e
strumento.
Si parla di metodo ma in
realt ciascuno arriva a modo
suo a fare le cose ha spiegato
Piano, cresciuto in una casa
in cui tutti erano piccoli costruttori e che nel suo lavoro
mischia scienza, arte, umanesimo. Sui tavoli sono esposti
schizzi preparatori, realizzati
o ritoccati con il pennarello
verde da cui Piano non si separa mai, studi di volumi, foto
dei cantieri e degli edifici
completati, oltre ai dettagliati modellini in legno che sono
uno dei marchi di fabbrica
dello studio.
La mostra non una retrospettiva, ma una presentazione dei progetti pi recenti su

cui Renzo Piano ha lavorato,


o sta ancora lavorando: da
nuovi quartieri come le Albere a Trento, ai lavori sullaltezza, come lo Shard, il grattacielo-scheggia che dal 2012
si slancia sulla riva destra del
Tamigi, dal confronto con altri architetti come quello con
Le Corbusier intorno alla chiesa di Notre Dame du Haut a
Ronchamp?,fino ai patrimoni
urbani da reinventare, come
la nuova sede del Whitney
Museum a New York.
Non manca un riferimento alla fondazione
Jrome Seyoux-Path,
inaugurata lanno scorso a Parigi, al posto del
Thtre des Gobelins
di fine Ottocento e con
la facciata scolpita da
Auguste Rodin, di cui
si ritrovano due statue
allingresso.
Uno spazio speciale dedicato a un progetto ancora
non realizzato ma caro a Piano e al suo team: lospedale
per bambini di Entebbe, in
Uganda, progettato per
Emergency.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

"3$)*45"3
6OSJUSBUUP
EFMMBSDIJUFUUP
HFOPWFTF3FO[P
1JBOP"MMFTVF
PQFSFFBJTVPJ
QSPHFUUJEFEJDBUB
VOBNPTUSBBMMB
$JUEF
M"SDIJUFDUVSF
EJ1BSJHJ

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

$0/5"55*
4&(3&5&3*"@$6-563"!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



4FMFTPDJFUTJGPOEBOP
TVMMJOUFSQSFUB[JPOFEFMMBOBUVSB
PHOJDJUUBEJOPTFNQSFVOMFUUPSF

1FSDIMFHHFSF
MVOJDPNPEP
QFSEFDJGSBSF
RVFTUBSFBMU
"-#&350."/(6&-

er molti di noi il verbo leggere ha un significato molto diverso e


potrebbe sembrare impertinente supporre che ci che io intendo per leggere e ci che ciascuno di voi intende per leggere sia o
debba essere la stessa cosa.
Molti di noi si ricorderanno di quei caldi pomeriggi destate
quando per ore stavamo seduti con una copia della Tigre della Malesia, trasportati in un mondo di avventure che, quando lo riportiamo alla memoria, ci
fa ancora divertire. Altri potrebbero associare la lettura a quei momenti noiosi trascorsi con un libro che eravamo obbligati a leggere per un certo corso e

che ci annoiava a morte. Ho anche conosciuto uno scrittore argentino che, durante la dittatura
militare degli anni Settanta, aveva trascorso parecchi anni in prigione, dove era stato torturato, e
la cui sopravvivenza in quanto essere umano dipendeva da quei
due o tre libri che una guardia accondiscendente riusciva a portargli di nascosto in cella.
Per me la lettura si delineata
molto presto, gi da bambino.
Per via del lavoro di mio padre,
viaggiavamo spesso da un paese
allaltro e mi toccava dormire
ogni volta in una nuova camera,
circondato da oggetti a me estranei, per cui lunica cosa che mi
desse un senso di appartenenza,
di casa, erano proprio i miei libri,

ovviamente libri stampati (sto


parlando infatti di pi di mezzo
secolo fa). Mi ricordo la sera
quando mi infilavo a letto e, prendendo in mano uno dei miei vecchi libri, scoprivo con gran sollievo che nelle stesse pagine cerano sempre le stesse storie e le
stesse illustrazioni, che rappresentavano la mia prima conoscenza del mondo e il mio primo
senso di amicizia.
E comunque, anche se il nostro rapporto con la lettura pu
variare, la nostra capacit di leggere sempre la stessa, in tutto il
mondo. Intendo la capacit di cercare di dare un senso al mondo
che ci circonda.
Ognuno di noi, indipendentemente da dove nasca, porta nel

proprio Dna un impulso non solo


a conoscere il mondo con i propri
sensi, ma anche a decifrarlo e codificarlo. Un neonato, gi a sei-otto mesi, comincia a differenziare
tra il volto che vede allo specchio
e tutto il resto che lo circonda, inizia cio a capire di essere un io,
di essere la prima persona singolare e che questo io ha unidentit unica. E proprio poich cominciamo a capire di essere un
certo individuo, allo stesso tempo cominciamo a cercare di leggere il mondo che ci circonda: le
altre persone, con i loro gesti e voci, ma anche il paesaggio, il cielo
notturno, il movimento del mare. Ovviamente, luniverso non
un pezzo di un testo scritto con
una storia che possiamo seguire,

ma il nostro impulso a leggere


cos forte, che ci inventiamo delle storie in tutto ci che poi cerchiamo di decifrare. Diciamo che
il mare sembra arrabbiato o che
un paesaggio desolato o che le
stelle formano delle costellazioni
nelle quali leggiamo la forma di

mo e le nostre responsabilit di
cittadini. Siamo tutti cittadini e
siamo tutti lettori, anche se non
tutti leggiamo dei libri.
Questa lettura delluniverso,
ovviamente, varia moltissimo da
un individuo allaltro e da una cultura allaltra. In una lettura, lo ve-

0HOVOPJOEJQFOEFOUFNFOUFEBEPWFOBTDBIB
OFM%OBVOJNQVMTPBDPOPTDFSFFDPEJGJDBSF
un orso o di un cacciatore o di un
cavallo. Le nostre societ vengono definite dal modo in cui leggiamo il mondo e dalle conclusioni
che traiamo da tali letture e da come queste letture, a loro volta,
definiscono noi stessi nella societ in cui viviamo, ci che faccia-

diamo in maniera scientifica come lincredibile, continuo risultato della fusione di atomi avvenuta miliardi di anni fa. In unaltra
lettura, pensiamo di essere una
specie di libro misterioso scritto
da un Dio con talento creativo.
Non importa se leggiamo dei fat-

ti o immaginiamo delle storie, le


nostre letture delluniverso non
sono comunque mai definitive.
Nel sesto capitolo del libro "U
USBWFSTPMPTQFDDIJP, allaffermazione di Humpty Dumpty che dice che quando usa una parola essa significa esattamente quello
che voglio n pi n meno, Alice obietta dicendo: La domanda
se si pu fare in modo che le parole abbiano tanti significati diversi.
La domanda replica Humpty Dumpty, chi che comanda
tutto qui.
E quindi aggiunge il seguente
commento che tutti i lettori, secondo me, dovrebbero imparare
a memoria, perch rappresenta
una verit essenziale circa larte

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



*M#PTDP7FSUJDBMF
iNJHMJPSFEFMNPOEPw
"MHSBUUBDJFMPNJMBOFTFQSPHFUUBUPEB4UFGBOP#PFSJ
TUBUPBTTFHOBUPJMUJUPMPEBVOBHJVSJBEJ$IJDBHP

-"//6/$*0

i4EFMM6OFTDP
BJ$BTDIJCMV
QFSMBDVMUVSBw

03*"/"-*40

delluso delle parole: Alcune di


esse sono intrattabili... specialmente i verbi sono orgogliosissimi... con gli aggettivi si pu fare
ci che si vuole, ma non con i verbi... Per io so farle filare tutte
quante.
Impenetrabilit! Questo dico
io!.
Alice, che sempre una bambina ragionevole, domanda allora
ad Humpty Dumpty di chiarirle
il significato di impenetrabilit.
Intendevo con impenetrabilit daverne avuto abbastanza
di questo argomento e che sarebbe stato opportuno che mi avessi
detto che pensavi di far dopo, perch suppongo che tu non intenda
fermarti qui per il resto della tua
vita. Alice a questo punto osserva in tono pensoso: un voler
far significare troppe cose a una
parola sola. Al che Humpty
Dumpty risponde: Quando a
una parola faccio fare tanto lavoro, la pago di pi.
La posizione linguistica di
Humpty Dumpty ambigua. La
sua totale fiducia nelle capacit
ermeneutiche, praticamente infinite, del linguaggio comporta,
da un lato, una difesa implicita
della creativit poetica e, dallaltro, unaffermazione altrettanto
implicita della natura tirannica e
dogmatica della lingua.
Come ben si reso conto
Humpty Dumpty, dire qualcosa
significa farlo esistere, costruendo quel qualcosa da vocali e consonanti. Diamo un nome al mondo e alle cose che vi appartengono per riuscire ad afferrarle al volo e ad acchiapparle nelle ragnatele fatte di parole. Per sapere di
essere, dobbiamo pronunciare i
suoni io sono, che ci rimandano
alla mostruosa definizione del

*-'&45*7"-

"OUJDJQJBNPQBSUF
EFMUFTUPDIF
"MCFSUP.BOHVFM
MFHHFSPHHJB
(FOPWBBMMFBM
1BMB[[P%VDBMF
OFMMBNCJUPEFMMB
RVBSUBFEJ[JPOF
EF-BMUSBNFU
EFMMJCSPDIFTJ
UJFOFPHHJ EPNBOJ
FJMOPWFNCSF
.BOHVFM
EJBMPHIFSDPO
3PTFMMJOB"SDIJOUP
5SBHMJPTQJUJEFM
GFTUJWBM#FO
1BTUPS :BTNJOB
,IBESB 1BPMP
.BVSFOTJH 
"ESJBOP4PGSJ 
4UFGBOP
#BSUF[[BHIJ $BSMP
-VDBSFMMJ .BVSJ[JP
.BHHJBOJ .JHVFM
4ZKVDP
*OBMUP VOEJQJOUP
EJ.BSZ$BTTBUU

Dio, che dal roveto ardente, di


fronte al quale si trov Mos, pronunci le parole Io sono colui
che sono, perch persino Dio deve definirsi per mezzo delle parole. Nelle societ del libro, lo facciamo per mezzo dei libri. La
letteratura rappresenta
un modo lungo e laborioso
di coniugare il verbo essere. Osservando una microfotografia della struttura
dellosso compatto del femore delluomo si vede
qualcosa che agli occhi innocenti appare come una
pila di vecchi libri, con le pagine ingiallite e consumate: da un punto di vista simbolico, questimmagine implica che
portiamo, proprio allinterno del
nostro midollo, la biblioteca universale e che siamo letteralmente fatti di parole.
Tutto ci suggerisce che da un
lato abitiamo il linguaggio ma
che ne siamo anche abitati, impegnati come siamo in un dialogo
nel quale, in un processo infinito
di spiegazione e ricostruzione reciproca, quasi impossibile distinguere tra chi pronuncia le parole e chi le decifra, facendo dei
gesti che denotano lannegare
ma che vengono capiti come fare
ciao, e gesti che denotano fare
ciao ma che vengono capiti come
annegare. E, a volte, se stiamo attenti e siamo fortunati, ci che intendiamo dire e ci che per gli altri stiamo dicendo coincide. Per
Tommaso DAquino, questa ricerca, questo continuo tentativo
di capire corrisponde a quella
qualit che, al di fuori delle leggi
della societ, stimola, a partire
dalla nostra esperienza del mondo, ci che egli chiamava leducazione della virt.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

MILANO

lanno doro di Milano, si potrebbe dire. Le luci di Expo si sono appena


spente, ma da Chigago arriva una nuova conferma dellattrattivit
della citt. Arriva con un premio: il Bosco verticale il grattacielo pi
bello e innovativo del pianeta. Pi del superfavorito One world trade
center di New York, del CapitaGreen di Singapore e del Burj Mohammed Bin Rashid tower di Abu Dhabi, ovvero gli altri tre edifici in concorso. la prima volta
che un grattacielo riceve cos tanto consenso in tutto il mondo: raggiante Stefano Boeri, larchistar che ha progettato con il suo studio ledificio che fa parte
del quartiere Porta Nuova e che aveva gi vinto nel 2014 il premio internazionale di Francoforte, prima del riconoscimento europeo che lha portato a Chicago.
Un premio che, per Boeri, arrivato soprattutto per il valore aggiunto del Bosco verticale, la sperimentazione di un nuovo modo di concepire il rapporto tra
citt e natura. Ed quello che si legge nella motivazione del Council on tall buildings and urban habitat, che assegna ogni anno il premio: un esempio unico
nellutilizzo del verde in altezza e in proporzione, la facciata vivente delledificio, che incorpora numerosi alberi e tantissime specie di piante, svolge il ruolo
di interfaccia attiva per lambiente circostante. Ci che rende lidea eccezionale
lazione delle piante, che agiscono come estensione della copertura esterna
delledificio.
Anche adesso, nel mite autunno milanese, il Bosco uno dei punti focali del
nuovo skyline milanese: fotografato, ammirato e, presto, anche replicato, visto
che a Losanna lo stesso Boeri realizzer un edificio con lo stesso concept, la Torre dei cedri. Il Bosco milanese, realizzato dalla Coima Sgr di Manfredi Catella,
formato da due torri alte 110 e 76 metri, con 900 alberi e migliaia di piante diverse che assorbono lo smog e producono ossigeno. un premio al coraggio e al
lavoro collettivo spiega Boeri, che dopo Chicago voler a Shanghai, dove andr a dirigere il dipartimento sulla citt del futuro alla Tonji University , ed
un bene che questa sfida sia ripresa e rilanciata da altri architetti e da altri imprenditori.
A pesare, nella scelta di Milano, anche i report sui vantaggi ambientali del Bosco verticale: che resta un grattacielo di lusso il prezzo medio dei 110 appartamenti di circa 8mila euro al metro quadro ma, per il suo ideatore, anche
un edificio pubblico, nel senso che esposto al giudizio di tutti ed un invito alle
citt a pensare allarchitettura come a qualcosa che possa innovare davvero. Il
paragone che fa, Boeri, con New York: L stata la High line a rappresentare
uno shock per la citt, perch
era un concetto completamente
nuovo, che per ha rilanciato
lintero quartiere. A Milano sono diversi i progetti che vanno
in questa direzione. Non c solo Porta Nuova, ma anche la Fondazione Prada e in modo diverso la nuova Darsena. Sono tasselli che vanno visti tutti
assieme, anche con Expo: Milano sta diventando chiaramente
una citt internazionale, che
compete, e vince, con le grandi
metropoli. Un successo anche
personale, per Boeri, che allepoca aveva ricevuto molte critiche
per il suo progetto. Ieri notte, invece, ha ricevuto un messaggio
di complimenti da Matteo Ren-"3$)*5&5563"
zi.
*M#PTDP7FSUJDBMFB.JMBOP
QSPHFUUBUPEB#PFSJ
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

LUnesco approva i Caschi blu della cultura. Nella conferenza generale di ieri stata
approvata infatti la proposta
italiana di impiegare esperti nazionali nella tutela del patrimonio culturale in aree di crisi e di
proseguire limpegno in sede
Onu per includere la componente culturale nelle missioni di pace. La comunit internazionale ha commentato il ministro
dei Beni culturali Dario Franceschini si sta riconoscendo nella proposta italiana di intervenire concretamente per la tutela
del patrimonio culturale dellumanit minacciato dalla violenza distruttrice dellIs.

ROMA.

/&8:03,

"M8IJUOFZ
MBNBSBUPOB
QFSi.PCZ%JDLw
NEW YORK. Una maratona lette-

raria .PCZ%JDL in corso, da ieri mattina e fino a questa sera,


al Whitney Museum. E tra i circa cento tra scrittori e artisti
che leggono il capolavoro di
Herman Melville c Salman
Rushdie. Liniziativa nasce a
margine della retrospettiva dedicata a Frank Stella, ispirata
proprio al libro che racconta la
lotta tra Achab e la balena bianca: si chiama infatti5IF8IJUF
OFTTPGUIF8IBMFed composta da 135 pezzi, ciascuno dei
quali chiamato come uno dei
135 capitoli del volume.

#&/*$6-563"-*

1POUFEJ#BTTBOP
BSSJWBMPTUPQ
BMMBDFOUSBMJOB
BASSANO.Il progetto di una cen-

tralina elettrica a poco pi di


cento metri dal Ponte degli Alpini disegnato da Andrea Palladio sospeso. La Soprintendenza archeologica del Veneto avvier ulteriori accertamenti e
dunque il parere favorevole
espresso in settembre dalla
Conferenza dei servizi annullato. Contemporaneamente
giunto lo stop al progetto da
parte del presidente della Regione, Luca Zaia. Contro la centrale si erano schierate Italia
Nostra e altre associazioni.

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

$0/5"55*
4&(3&5&3*"@41&55"$0-*!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



"EJDFNCSFQSJNPDJBLEFMGJMN3BJTVM
NJUJDPWBSJFUEFHMJBOOJ4FTTBOUBEJDVJ
GVSPOPQSPUBHPOJTUJ.JOB MF,FTTMFSFMF
TUBSEFMMFQPDB*SJDPSEJEFMSFHJTUB
ROMA. il variet che ha cambiato la storia della tv, un mix
spettacolare di eleganza e talento: Mina, Walter Chiari, Paolo Panelli,
le Kessler. Dici Studio Uno e pensi allItalia del boom, a una Rai che
univa il paese. Allo show di Antonello Falqui dedicata la fiction di
RaiUno Cera una volta Studio Uno che Riccardo Donna comincer a
girare a dicembre a Torino. Le sceneggiatrici Lucia Zei e Lea Tafuri
partono da tre ragazze con aspirazioni artistiche (Alessandra
Mastronardi, Giusy Buscemi e Giuliana Del Bufalo) per ripercorre
quegli anni, Edoardo Pesce interpreta Falqui. Mina sar molto
evocata, ci saranno le sue canzoni, spiega Luca Bernabei produttore
con la sorella Matilde, si vedr nel repertorio, toccare i miti sempre
difficile e controproducente. Quando mio padre era direttore
generale della Rai ebbe il mandato di portare serenit al paese, ma
non sar unoperazione nostalgia, raccontiamo un gruppo di
visionari: la parola chiave speranza. Proporre il dietro le quinte di
Studio Uno, dice il direttore di RaiFiction Tinny Andreatta non
solo un modo per celebrare il ruolo del servizio pubblico nel costruire il
senso di appartenenza del Paese. Attraverso le canzoni di Mina, i
balletti, gli ospiti, quel variet interpretava con ironia e intelligenza lo
spirito del tempo: Studio Uno ci ricorda la forza che pu avere la
televisione. Per capire meglio cosa ha rappresentato e come si
lavorava, abbiamo incontrato il regista dello show Antonello Falqui.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

4UVEJP
VOPMBGJDUJPO
'BMRVJi/PJQSPEVDFWBNPJEFF PHHJJOUWDSPCBDDJBw
Perch, secondo lei, Studio
Uno diventato un programma mitico?
Perch aveva stile, i protagonisti erano unici. Nella Rai di quegli anni cera un rispetto del pubblico che oggi non esiste. Io, Guido Sacerdote, lo scenografo Cesarini da Senigallia, il costumista
Colabucci ci riunivamo col maestro Canfora intorno a un lungo
tavolo e lavoravamo insieme. Cera un confronto. Le teste si scambiavano idee.
Allepoca era direttore generale della Rai Bernabei: mai

4*-7*"'6."30-"

"

13*.&%0//&

%FWPOPBWFSF
QFSTPOBMJUFMB
DMBTTFDIFOPO
TJOTFHOB0HHJOPO
OFWFEP$VSBWBNP
JQFSTPOBHHJ
"6503*

(MJBVUPSJTPOP
TQBSJUJ MFMFHBO[B
TDPNQBSTB-VOJDP
DIFTJBWWJDJOBBM
NJPJEFBMFEJTIPX
'JPSFMMP

ROMA

al baretto nel cuore dei


Parioli a due passi
da dove abita. Antonello Falqui, novantanni appena compiuti, dita
gialle per la nicotina, si accende
la prima di una serie di sigarette.
stato il regista di 4UVEJP6OP,
.JMMFMVDJ, $BO[POJTTJNB,"M1BSB
EJTF, $JOFNB DIFGPMMJB un maestro del variet. schietto e ironico: Che vuole sapere?.
Tutto. Per prima cosa se contento che si faccia una fiction
su Studio Uno.
Sono venuti a parlarmi del
progetto... che le devo dire, a me
sembra impossibile girare una
fiction su un variet, mi hanno
spiegato che sintreccer la storia della tv col privato. Ho sempre forti dubbi sugli intrecci: interessano a qualcuno?.
Pare di s.
A me sembra strano, aspetto
di vedere che combinano.
Ha incontrato Edoardo Pesce,
che la interpreter?
No e non ci penso proprio, lui
lui , io sono io. (La moglie lo
rimprovera sorridendo: Antonello, dai non dire cos)
PPUNTAMENTO

avuto problemi?
E il migliore che abbiamo
avuto. Molto democristiano, per
carit. Ma liberal. Non ha mai rotto le scatole. Lo sa che la Rai ci pagava per andare in giro per il
mondo a cercare talenti e soubrette? Da Parigi a Las Vegas oggi anche laggi non c pi niente. Solo concerti.
Negli anni 60 in Italia la star
era Mina.
Mina era un diamante, una
potenza, ma dietro cera una
macchina al lavoro. Tutta lItalia
era seduta davanti alla tv, pi di

venti milioni di spettatori. Oggi


nessuno pensa e nessuno scrive.
In due giorni fanno certa robaccia, daltronde anche il pubblico
diverso, ci sono venti canali solo della Rai.
Cosa fa di una donna una primadonna?
La personalit. Il talento e la
classe, che non sinsegna.
Non vede qualcuna in giro?
(Lunga pausa). Gi il fatto
che ci debba pensare vuol dire
che non ci sono.
Antonella Clerici?
Per carit.

-041&$*"-&

*BOOJEJi3FQVCCMJDBwTV3BJ4UPSJB
ROMA. L&DPEFMMB4UPSJB, il programma di

*1305"(0/*45*
&EPBSEP1FTDFOFMMB
GJDUJPOEJ3JDDBSEP
%POOBIBJMSVPMPEJ
"OUPOFMMP'BMRVJ
4PQSB "MFTTBOESB
.BTUSPOBSEJ

intrattenimento culturale, sociale, economico


e politico di Rai Storia, condotto in studio da
Gianni Riotta, va in onda questa sera alle 21.30
con una puntata interamente dedicata al
nostro giornale dal titolo -B3FQVCCMJDB4UPSJB
EJVORVPUJEJBOP, in occasione del
quarantennale del giornale fondato da Eugenio
Scalfari: il primo numero and in edicola il 14

gennaio del 1976.


Insieme allattuale direttore Ezio Mauro, la
puntata ripercorre quattro decenni di
giornalismo in prima linea: un viaggio dentro le
dinamiche dellinformazione, tra direttori,
opinionisti e grandi firme, con il ricordo dei
fatti epocali che hanno segnato la storia del
nostro Paese e lanalisi della deontologia del
giornalista.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

-&7&/50
4"/5"$&$*-*" .64*$"%"-7*701&3i'"/5"4*"w
1FSMBQSJNBWPMUBJO*UBMJB'BOUBTJBEJ8BMU%JTOFZWJFOFQSPQPTUPDPO
MFTFDV[JPOFEFMMBNVTJDBEBMWJWPEBQBSUFEFMMPSDIFTUSB
EFMM"DDBEFNJBOB[JPOBMFEJ4BOUB$FDJMJB DIFTBSEJSFUUBEB,FJUI
-PDLIBSU%JTOFZ'BOUBTJBMUJUPMPEFMMFWFOUPQFSJBOOJEFMGJMNTJ
UFSSBMM"VEJUPSJVN1BSDPEFMMB.VTJDBEJ3PNBJM FHFOOBJP

-04"/(&-&4
3&%$"31&51&3i/0/&44&3&$"55*70w
/POFTTFSFDBUUJWPIBQBSUFDJQBUPB)PMMZXPPEBMMBSBTTFHOB$JOFNB
*UBMJBO4UZMF*MGJMNEJ$MBVEJP$BMJHBSJ DBOEJEBUPEFMM*UBMJBQFSMF
OPNJOBUJPOBMM0TDBSDPNFNJHMJPSGJMNTUSBOJFSP TUBUPiTDPSUBUPwTVMSFE
DBSQFUEB1BPMP4PSSFOUJOP JOTJFNFB7BMFSJP.BTUBOESFBFBJQSPUBHPOJTUJ
-VDB.BSJOFMMJF"MFTTBOESP#PSHIJ GPUP
FBMQSPEVUUPSF/JDPMB(JVMJBOP



-"11&--0

i7JB*NVF5BTJEBDJOFNBFUFBUSJw
'3"/$0.0/5*/*
-"$-"44*'*$"

i*PF"OOJFw
MBTDFOFHHJBUVSB
QJEJWFSUFOUF
quella di *PF"OOJF la
sceneggiatura pi divertente
di tutti i tempi. il giudizio
del sindacato degli
sceneggiatori
statunitensi che ha
stilato una classifica
degli script pi
comici. Quello
JOQJMMPMF firmato da Woody
Allen e Marshall
Brickman ha battuto
capolavori della comicit
come "RVBMDVOPQJBDF
DBMEP e 3JDPNJODJPEBDBQP,
rispettivamente votati come
seconda e terza tra le
sceneggiature pi divertenti.

/FXT

8"-,0''".&

&PSBBODIF
)BSSZ1PUUFS
IBMBTVBTUFMMB
4)084503*$0
*MSFHJTUB"OUPOFMMP
'BMRVJFBMDVOJEFJ
QSPUBHPOJTUJEJ
i4UVEJP6OPw.JOB
DPO5PU MFHFNFMMF
,FTTMFSF8BMUFS$IJBSJ
*MWBSJFUBOEJOPOEB
QFSRVBUUSPBOOJ

Simona Ventura?
Quella che muove sempre le
braccia e gesticola?.
Maria De Filippi?
Fa tutto ma non mi piace
quello che fa.
Lorella Cuccarini?
Ecco, balla bene. Non sforziamoci: primedonne, per come le
intendo io, non ci sono pi.
A Milleluci ha messo insieme Mina e la Carr.
Mina era Mina, ma lo sa che
Raffaella aveva lo stesso indice di
gradimento? Aveva una tenacia
che ho sempre ammirato.
Perch il variet difficile da
costruire?
Perch un mix di tante cose: musica, ballo, comicit, stile.
Deve rappresentare lo spirito dei
tempi, infatti sparito da tutte le
televisioni del mondo. 5BMFFRVB
MF curato, ma intrattenimento. Lunico in Italia che fa un tipo
di spettacolo che si avvicina al
mio ideale Fiorello. Si dosa e fa
bene: la gente si stanca presto. Invece devi mancare al pubblico.
Cosa manca alla tv di oggi?
La cura. Anni fa prendevi un
personaggio e lo curavi nei dettagli, oggi leleganza ignorata. Si
parla tanto di cultura, ma la cultura un modo di fare le cose.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Anche Harry Potter ha la


sua stella. Daniel Radcliffe,
26 anni, ha la sua targa
sulla Walk of Fame di
Hollywood. Il protagonista
della serie tratta dai libri di
J.K.Rowling ha postato su
Instagram una foto che lo
ritrae mentre riceve la
stella numero 2565 sulla
famosissima passeggiata a
Los Angeles.

.64*$"

5J[JBOP'FSSP
UPVSiJOUJNPw
OFJQBMB[[FUUJ
partito ieri da Torino
lEuropean Tour 2015 di
Tiziano Ferro, 17 date in
Italia e 3 fra Svizzera e
Germania. Due ore di show,
linizio su un ring avvolto
dal fumo. Da tanto non
suonavo nei palazzetti,
unatmosfera pi intima.
Gli stadi? Fantastici ma
dispersivi. Ora vedo il
pubblico da vicino ha detto
lartista, che ha annunciato
un nuovo disco per il 2016.

ROMA. Centinaia di cinema, teatri, sa-

le concerto sono in grande sofferenza,


rischiano di sparire. il momento di
realizzare qualcosa di concreto per evitare la cancellazione delle strutture e la
desertificazione delle citt. Urge una
misura demergenza: chiediamo labolizione di Imu e Tasi. A lanciare lappello il vicepresidente dellAgis e presidente degli esercenti Luigi Cuciniello,
il quale si augura che la legge di stabilit in discussione in questi giorni possa
diventare loccasione per approvare il
provvedimento. Intanto ieri il ministro
dei Beni culturali Dario Franceschini
ha annunciato che il Cdm ha approva-

to un importante decreto che, tra laltro, destina ulteriori 25 milioni di euro


nel 2015 al tax credit cinema. Il fondo
viene cos portato alla quota di 140 milioni di euro gi
prevista per il
'SBODFTDIJOJ
2016.
La tassazione
EFTUJOBUJBMUBYDSFEJU
locale - spiega lADJOFNBBMUSJNJMJPOJ gis - con un increEJFVSPOFM
mento che negli
ultimi anni ha
toccato punte del
300%, ha colpito al cuore la redditivit
di queste imprese. Le nostre strutture,
ubicate spesso in zone centrali delle citt e con grandi volumetrie, scontano
rendite catastali spropositate. Lo Stato

dovrebbe intervenire in considerazione della loro funzione pubblica: in molte citt rappresentano lunico presidio
culturale e di aggregazione. Del resto
in altri paesi, ad esempio lArgentina,
cinema e teatri sono esentati dal pagamento di imposte e alcuni comuni italiani da Roma a Bari, da Lecce a Bologna
hanno gi parzialmente limitato le aliquote Imu. Ci auguriamo - conclude
lAgis - che la recente inversione di tendenza nei confronti della cultura convinca il governo a recepire la proposta.
Sarebbe assurdo che mentre si promettono aiuti per la riapertura dei cinema
chiusi, si lasciassero morire i cinema attivi.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

$0/5"55*
4&(3&5&3*"@41035!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



$BMDJP
6/"426"%3"
4#"/%"5"
&26"-$04"
%"4"-7"3&
."63*;*0$304&55*
I perso, okay, ma
proviamo a non farci
soltanto deprimere dal
totem del risultato. Proviamo a
ricordare, di questa notte,
anche le cose belle. La
tendenza quasi ossessiva al
gioco, a costo di pagarla
carissima (Bonucci). Le
aperture delle ali, un classico
che pareva perduto. La
personalit. La voglia di
battersi alla pari contro una
delle pi forti nazionali al
mondo, e averlo saputo fare per
un po.
Questo non vuol dire che la
prima partita dellEuropeo
(ieri sera, mica fra sette mesi in
Francia: auguri) non abbia
mostrato vistose nudit, cali di
tensione, smarrimenti da met
gara in avanti e nel finale
soprattutto, qualche vuoto al
centro della difesa che ha
ricordato identici imbarazzi di
Chiellini e Bonucci nella Juve.
Il problema della nazionale
non essersi mantenuta integra,
nella testa e negli schemi, fino
alla fine. Ci siamo fatti
abbattere dalle pi forti
raffiche di vento, peccato
perch non era stata una sfida
passiva, anzi. Davvero non
sembrato che questi azzurri,
come qualcuno pensa, siano i
meno talentuosi del
dopoguerra, non avremo
fenomeni ma la squadra c
(magari, la prossima volta,
chiamare Insigne), la mano di
Conte si vede, anche se una
squadra di Conte non pu
sbracare di concentrazione
cos. Si dovr lavorare molto
sulla tenuta psicologica, sulla
capacit di soffrire nei
momenti di marasma per non
esserne divorati.
Quando si costruisce, un po
di ottimismo non va comunque
soffocato. E allora bisogna
riconoscere che gli azzurri,
finch sono stati in partita con
la testa, non hanno mai
improvvisato. Magnifica
lazione del vantaggio, quasi
altrettanto bella quellaltra che
ha portato alla traversa di Eder,
senza dimenticare la parata
spaziale di Mignolet su Pell.
Bellezza e sbandamenti si sono
alternati in modo clamoroso,
tanto da imporre la scelta: pi
indicative le cose buone o pi
preoccupanti quelle cattive?
Il vuoto inconsolabile
lasciato da Pirlo (e ieri sera da
Verratti, indisponibile), gi
elaborato con un modulo
diverso, quello che fa volare le
ali (Florenzi, Candreva) e che
pu sfruttare il contropiede
senza vergogna, nel rispetto
della tradizione antica.
Certo, hanno fatto
impressione i primissimi piani
sui volti da bambini dei
giocatori belgi, un tesoro
enorme creato nel tempo. Loro
hanno costruito un modello,
hanno i centri di formazione
anche per i piccoli, noi siamo
fermi alle gaffe di Tavecchio.
Tra Belgio e Italia occorre
dunque allargare lo sguardo,
per vedere che le differenze
cominciano e finiscono ben
oltre i giocatori. Anche se i
nostri, di, non sono da
buttare.

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-*UBMJBTJJMMVEF
VOUFNQPBMMBQBSJ
QPJGFTUB#FMHJP
"#SVYFMMFTWBOUBHHJPEJ$BOESFWB
JMDSPMMPOFMMBSJQSFTBGJOJTDF
#&-(*0

157&350/()&/ 45%&#36:/&

45#"546)":*

*5"-*"

15$"/%3&7"

%"-/04530*/7*"50
&/3*$0$633
BRUXELLES

il primo vero tonfo


dellItalia di Conte, ma soprattutto un certificato di
inferiorit: tra gli azzurri e le favorite per lEuropeo oggi c un
solco tecnico, difficile da colmare in 7 mesi. Il 3-1 incassato dal
Belgio, che non li batteva da 16
anni, con un po di fortuna
avrebbe potuto trasformarsi in
pareggio. Sull1-1, che ha retto
per oltre unora, Eder ha colpito
la traversa. E sul 2-1 soltanto un
balzo del portiere Mignolet ha
stoppato il colpo di testa di Pell
su corner. Resta, per, la crudele scansione dei fatti. La Nazionale era passata subito in vantaggio ed stata subito raggiunta. Ha combattuto, ma ha perso
il confronto del palleggio. Ed
stata tradita dal suo vecchio caposaldo: la difesa. Distrazioni in
serie e marcature approssimative sono alla base dei tre gol della capofila del ranking Fifa, che
si concessa nel finale divagazioni di stile, con i celebrati gioielli De Bruyne e Hazard a eccitare la folla. Se il Belgio non ha
mai battuto nel ventunesimo secolo le prime 9 della famigerata
classifica Fifa, dovr zittire i detrattori marted con la Spagna.
Ma intanto ha confermato il rovesciamento dei ruoli storici
con lItalia. Lassenza della maglia n.10 azzurra da un lato attestava lattesa del proprietario,
verosimilmente linfortunato
Verratti e dallaltro ribadiva il
concetto, caro a Conte, della
squadra senza primedonne. Invece Wilmots ne ha fin troppe, il
che lo ha indotto al dosaggio per
la Spagna. Ieri ha rinunciato inizialmente a Courtois, Kompany, Fellaini, Dembl, Mertens,
Benteke e Vermaelen, eppure
gli restava unottima miscela
della Premier League, con una
spruzzata di Zenit e col guerriero Nainggolan a rappresentare
la serie A.
Per reggere lurto annunciato, conservando tuttavia la propensione al contrattacco manovrato, la Nazionale si affidata
a due tornanti di professione come Florenzi e Candreva, in costante appoggio a Darmian, tenuto in apprensione da Hazard,
e a De Sciglio, che sorvegliava
gli scatti di Carrasco. La scelta

&

stato

*-3*$03%0
-BNJDIFWPMFEJ
#SVYFMMFTTJGFSNBUB
BMEFMQSJNP
UFNQPJONFNPSJB
EFMMFWJUUJNF
EFMM)FZTFM-FEVF
GPSNB[JPOJIBOOP
TNFTTPEJHJPDBSFQFS
TFDPOEJ NFOUSF
TVMNBYJTDIFSNP
TDPSSFWBOPJOPNJEFJ
UJGPTJNPSUJOFMMB
TUSBHFEJBOOJGB

ha dato frutti immediati: il gol


pi rapido (145) della sua gestione nato appunto da un
duetto tra gli esterni, con sventagliata di Candreva, controllo e
cross rasoterra di Florenzi dalla
parte opposta, girata di Pell
non trattenuta da Mignolet e
tocco a porta vuota di Candreva
stesso grazie alla latitanza di Cavanda, punto debole dei belgi.
Candreva, che conosce bene
lex compagno della Lazio, si
avvicinato al bis irridendolo in
dribbling aereo, prima del destro respinto da Mignolet.Ma
era gi emersa nel frattempo la
differenza di talento. Gli azzurri
facevano leva su pressing e catapulta improvvisa dei palloni recuperati, mentre gli avversari
tendevano a egemonizzarne il
controllo. Il primo scricchiolio
stato il corner regalato da Chiellini, il secondo lannesso pareggio di testa di Vertonghen. Non
era unamichevole: 4 ammoniti
in 30 . Lerrore di mira di Eder
ha introdotto alla fase degli sbagli in difesa. Una sciagurata rimessa di De Sciglio ha lanciato
la fuga di Lukaku, chiuso da

-&
1"
(&-&
'3"/$&4$0
4"7&3*0
*/503$*"

'MPSFO[J
JMNJHMJPSF
.BSDIJTJP
GJOJTDF
JOBGGBOOP

Chiellini. Dopo lintervallo lItalia si lasciata schiacciare e alla


traversa di piatto di Eder seguito il graduale crollo. Bonucci ha
offerto palla a Hazard: Batsuhayi ha obbligato Buffon alla respinta distinto, che De Bruyne
ha messo in porta in assenza di
De Sciglio. Poi Mignolet ha salvato su Pell, le sostituzioni di Conte hanno cambiato volto alla
squadra e i superstiti hanno permesso a Carrasco di danzare al limite e di imbeccare Batsuhayi
per la girata sul primo palo di
Buffon, non irreprensibile. Come la Nazionale tutta.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

#&-(*0 

.JHOPMFUo$BWBOEB TU%FOBZFS

-PNCBFSUT 7FSUPOHIFO "MEFSXFJSFMEo
/BJOHHPMBO 8JUTFMo$BSSBTDP TU
.JSBMMBTTW
%F#SVZOF )B[BSEo-VLBLV
TU#BUTIVBZJ

*5"-*" 

#VGGPOo%BSNJBO #POVDDJ TU


#BS[BHMJTW
$IJFMMJOJ %F4DJHMJP TU
"OUPOFMMJTW
o'MPSFO[J TU&M4IBBBSXZ
TW
.BSDIJTJP 1BSPMP TU4PSJBOP

$BOESFWBo1FMM TU0LBLBTW
&EFS
TU;B[BTW

"3#*530.BSDJOJBL 1PMPOJB

/05&BNNPOJUP7FSUPOHIFO &EFS 
-PNCBFSUT $IJFMMJOJ "OUPOFMMJ

*-(0-*5"-*"/0
"OUPOJP$BOESFWB
SJCBEJTDFJOSFUFVOB
SFTQJOUBEJ.JHOPMFUTV
UJSPEJ1FMM4PQSBJMHPMEJ
%F#SVZOFEFM

.BMF#POVDDJ $IJFMMJOJCBMCFUUB
*5"-*"
#6''0/

4PMJUBNBMFEJ[JPOF BMQSJNPUJSP
QSFOEFHPM1PJUBOUJCSJWJEJ 
VOJODFSUF[[BOFMSJOWJP VOCFMSJGMFTTP
TV#BUTIVBZJQSJNBEFMHPMMPO[PEJ%F
#SVZOF FJMTVMQSPQSJPQBMP
%"3.*"/

5JSBJMGSFOPBNBOPFWJHJMBTV)B[BSE
/POTQJOHFNBJ TPGGSFUBOUP
#0/6$$*

*MQJMVDJEPQFSVOPSB NJOJNJ[[BJ
SJTDIJ4DJVQBUVUUPDPOMBQBMMBCVUUBUB
WJBQFSJMTPSQBTTPCFMHB QPJOPO
DIJVEFTV#BUTIVBZJ%BMTU
#BS[BHMJTW
$)*&--*/*

4DSJDDIJPMBJOQBSUFO[B SFHBMBJMDPSOFS
EFMQBSJ CBMCFUUBUBOUP4JSJTDBUUB

QBS[JBMNFOUFDPOVOBDIJVTVSBTV
-VLBLV3BHHJVOHFBRVPUBHFUUPOJ
#FSHPNJ #BSFTJF5BSEFMMJ
%&4$*(-*0

'JOJTDFTQFTTPBGBSFJMGPSNBHHJPOFM
UPBTUGSB$BSSBTDPF%F#SVZOF%BM
TU"OUPOFMMJTW
'-03&/;*

4HPNNBOFMUSBGGJDPDPNFVO
NPUPSJOPUSVDDBUP TFNJOBJMDSPTTEFM
WBOUBHHJP GBBNNBUUJSFFBNNPOJSF
7FSUPOHIFO%BTBMWBSF%BMTU&M
4IBBSBXZTW
."3$)*4*0

3JBQQBSFJOB[[VSSPEPQPNFTJ F
SBHHJVOHF.FB[[B
1SJNPUFNQPEJ
QFSTPOBMJU SJQSFTBEJBUSPDF
TPGGFSFO[B
1"30-0

.PMUBDPSTB GBJMMBWPSPTQPSDP OPOTJ

THBODJBNBJ.BFTDFTVMM MVJ%BM
TU4PSJBOPEVFMBNQJTVCJUP QPJ
QPDBSPCB
$"/%3&7"

"WWJPEBVSMP BQSFFDIJVEFMB[JPOF
EFMQBSJ WJTJPOBSJPOFMMBODJP 
PQQPSUVOJTUBOFMUJSP6OTPNCSFSP
BMMFYDPNQBHOP$BWBOEBFJMUJSPDIF
FTBMUB.JHOPMFU2VJOEJTQBSJTDF
1&--

-P[BNQJOPOFMHPM RVJOEJMJO[VDDBUB
TWFOUBUBEB.JHOPMFU.BOPOCBTUB
%BMTU0LBLBTW
&%&3

-FHHFSJOP BUSBUUJJNQFSDFUUJCJMFBODIF
RVBOEPTFSWJSFCCFSJQBSUJSFFSJGJBUBSF
+FMMBUPTVMMBUSBWFSTB SJNQJBOHFMB
TUBUVSBNJOVUBRVBOEPGBMMJTDFJMUBQJO
EJUFTUB(JBMMPQFSVOFOUSBUBTV
/BJOHHPMBO%BMTU;B[BTW

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

1-":0''&630
*3-"/%"1"3**/#04/*" 0((*47&;*"%"/*."3$"
'JOJTDFQBSJOFMMBOFCCJBEJ;FOJDBMBOEBUBEFMMPTQBSFHHJPQFS
M&VSPQFPEJ'SBODJBUSB#PTOJB&S[FHPWJOBF*SMBOEBMGJSNBUPEB
#SBEZ 
FEBMSPNBOJTUB%[FLP  GPUP
.BUDIEJSJUPSOPMVOFEB
%VCMJOP0HHJ6DSBJOB4MPWFOJB PSF 4LZ$BMDJP
F
4WF[JB%BOJNBSDB  4LZ$BMDJP


$"407"-#6&/"
#&/;&.""..&55&i)0'"550%"*/5&3.&%*"3*0w
,BSJN#FO[FNBIBSJDPOPTDJVUPJMTVPSVPMPEJJOUFSNFEJBSJPOFMUFOUBUJWPEJ
FTUPSTJPOFBMDPNQBHOPEJOB[JPOBMF7BMCVFOBBUUSBWFSTPMBQVCCMJDB[JPOF
EJVOWJEFPBMVDJSPTTF/FMMJOUFSSPHBUPSJP#FO[FNBIBBNNFTTPjEJBWFS
EPWVUPGBDJMJUBSFJDPOUBUUJUSB.BUIJFVF,BSJN;FOBUJx VONBMBWJUPTPDPO
DVJMBUUBDDBOUFIBDPOGFSNBUPEJBWFSFMFHBNJNPMUPTUSFUUJ



$POUFTJBDDPOUFOUBi1VOJUJPMUSFJMEPWVUPw
*MDUBMMBTFDPOEBTDPOGJUUBi"GGSPOUBWBNPBWWFSTBSJEJUBMFOUPNBBCCJBNPTVCJUPHPMTPMPQFSOPTUSJFSSPSJw
%"-/04530*/7*"50

BRUXELLES
AL Belgio arrivata unaltra

bocciatura per lItalia, la seconda sconfitta della gestione di Antonio Conte, la pi larga
nel punteggio, la pi amara nei valori in campo, perch la resistenza
azzurra, lodevole per 75 minuti, alla fine stata piegata dalla superiorit tecnica dei talenti del Belgio.
Eppure il ct azzurro convinto che
il suo piano di governo sia valido, e
che questo no giunto dallEuropa
non sia definitivo: Io penso che siamo stati puniti oltre il dovuto. Abbiamo preso il pareggio su angolo

che si poteva evitare, il secondo da


un nostro errore in disimpegno. Dispiace molto, perch latteggiamento era quello giusto.
Hanno vinto i pi forti, semplicemente, e lItalia dovr studiare e ripartire dalle cose da salvare, avendo adesso coscienza e conoscenza
diretta di quanta strada la separi
dalla vetta del ranking mondiale.
Dai progressi dipender anche il
destino lontano di Conte, che ha
sottinteso legare la sua improbabile permanenza azzurra a un difficile exploit in Francia. La squadra
che affrontavamo stasera ha talento a volont e lo ha dimostrato, ma
io sono soddisfatto della prestazio-

."3$)*4*0

.JHOPMFU
IBQBSBUP
UVUUP BMUSF
PDDBTJPOJOPO
MFBCCJBNP
TGSVUUBUFOPJ

*MDU"OUPOJP$POUF

ne dei ragazzi. Abbiamo anche preso una traversa e sbagliato sulla ribattuta. Poi abbiamo commesso
una distrazione ed cambiata la
partita. Ma di fronte, ripeto, avevamo una delle squadre migliori. Comunque a livello di personalit
qualcosa si visto. Stiamo lavorando, continueremo. Di episodi parler anche Marchisio ripetendo
che abbiamo avuto molte occasioni, alcune non sfruttate da noi, altre parate da Mignolet, i gol li abbiamo presi solo su errori nostri.
Sinsinuer forse il tarlo, di qui a
giugno, se per sfidare llite dEuropa sia giusto rinunciare ai talenti
individuali in nome del gruppo, e

singrosser, come al solito, il partito dei geni ribelli fin qui lasciati fuori, come Insigne e Berardi. E in fondo solo la prima tappa di un percorso che porter gli azzurri marted a
Bologna con la Romania (imbattuta nelle qualificazioni) e poi a marzo contro Germania e Spagna. Resta intanto il rimpianto per il 2-1
mancato da Eder, che poteva dare
altro senso alla serata. Non sarebbe cambiato nulla neanche se avessimo vinto garantisce Conte - le
ambizioni dellItalia sono quelle di
non avere rimpianti. Adesso pensiamo solo a lavorare.

GTJ

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

6/%&3

-*UBMJBTPGGSF
WBTPUUPJO4FSCJB
QPJUSPWBM
4&3#*"6

45.*-*/,07*$4"7*$

*5"-*"6

45$"5"-%*

unto doro e di nervi per lUnder 21, che a Novi Sad va sotto, trova il pari, rischia ma si
salva in un caldissimo finale e mantiene assieme ai serbi la testa del girone 2 di qualificazione alla fase finale dellEuropeo 2017 (passa la
prima, migliori seconde ai playoff).
Laziali i goleador della serata: Milinkovic-Savic sblocca il risultato in
apertura di ripresa con un cross accompagnato in porta dal portiere
Cragno, zero presenze in campionato col Cagliari, preferito comunque
a Scuffet, in panchina, e Donnarumma, finito in tribuna. Nove minuti
di panico, con i serbi, squadra costruita sullossatura dellUnder 20
campione del mondo nel giugno
scorso, a minacciare ancora gli azzurri. Poi arriva il pari di Cataldi con
un tiraccio di controbalzo dal limite
dellarea. Di Biagio cambia lattacco, fuori i deludenti Boateng e Cerri, dentro Garritano e Piu, sostenuti
alle spalle dalla scarsa vena di Berardi. Serve per un salvataggio sulla linea di Romagnoli, nel finale, a tenere il risultato fermo sull1-1. Punto
che soddisfa il ct Di Biagio: Abbiamo costruito molto, ci sono mancati
gli ultimi 20 metri. Non possiamo
rimproverarci nulla. Under di nuovo in campo marted a Castel di Sangro contro la Lituania, capace ieri di
battere 3-1 lIrlanda.
Gruppo 2: ieri Serbia-Italia 1-1, Lituania-Irlanda 3-1. Classifica: Italia
(4 partite giocate) e Serbia (4) 10,
Slovenia (5) e Irlanda (5) 9, Andorra (6) e Lituania (6) 3.
Marted Slovenia-Serbia, Italia-Lituania.

*#-6$&3$)*"5*"$$03%03"((*6/5053"'&33&30&-"'*03&/5*/""$6*7"//0 .*-*0/*"-5&$/*$06/$0/53"550'*/0"-

.POUFMMB UFMFOPWFMBGJOJUBWBBMMB4BNQ
45&'"/0;"*/0
GENOVA. Il braccio di ferro ha
avuto un lieto fine. Montella si
liberato dal contratto che aveva
con la Fiorentina ed il nuovo allenatore della Samp. Lufficialit ci sar solo stamattina, ma la
fumata bianca si consumata
ieri a Roma, dopo un lungo vertice a cui ha partecipato lo stesso
Montella, con Massimo Ferrero, il presidente della Sampdoria, il suo braccio destro Romei,
Lucci, lagente dellallenatore,
e in videoconferenza da Firenze
il presidente della societ viola
Cognigni. Da giorni il club blu-

cerchiato aveva raggiunto lintesa economica con il tecnico,


un contratto sino al 30 giugno
del 2018 a 1 milione e 400 mila
euro netti a stagione, per larrivo a Genova di Montella per
mancava il placet della Fiorentina, che pretendeva il pagamento di una clausola rescissoria pari a 5 milioni di euro. Per giorni
la famiglia Della Valle, a seguito del burrascoso divorzio dello
scorso giugno con lallenatore,
non aveva sentito ragioni: nessuno sconto ad una Samp che al
massimo era disposta a pagare
un milione di euro. La svolta ieri, nel giorno in cui i blucerchia-

7JODFO[P.POUFMMB BOOJ

ti avevano posto una sorta di ultimamtum. La Fiorentina, usando il buon senso, come ha affermato Andrea Della Valle, si accontentata di 2 milioni e 200 mila euro, in parte (1 milione e
mezzo) pagati dalla Samp (che
a sua volta ha inserito la stessa
cifra come clausola rescissoria
nel nuovo contratto del tecnico) e in parte derivanti dalla rinuncia di Montella (circa 700
mila euro) agli ultimi stipendi.
LAeroplanino, indiscussa prima scelta per la Samp dopo lesonero di Zenga e molto amato
dai tifosi blucerchiati, smaniava dalla voglia di rimettersi in

gioco, avendo individuato nella


conosciuta piazza doriana (ci
ha giocato quattro stagioni segnando 58 reti) loccasione giusta per il rilancio. Arriver a Genova domani sera, luned mattina si sottoporr alle visite mediche (anche i tecnici devono dimostrare la propria idoneit) e
nel pomeriggio diriger il primo allenamento. Ritrover Cassano, Viviano e un gruppo di giocatori che conosce bene. Lidea
di adottare un 4-3-3, ma potrebbe ripiegare anche su un
3-5-2. Con lobiettivo di divertire la gente e regalarle lEuropa.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

4&3#*"6 

3BEVOPWJD(BKJD +PWBOPWJD 7FMKLPWJD 


"OUPOPW(SVKJD ;EKFMBS .BLTJNPWJD
TU-VLPWJD
.JMJOLPWJD4BWJD$BWSJD TU
4BQPOKJDTW
0[FHPWJD TU+PWJD

*5"-*"6 

$SBHOP#BSSFDB 3VHBOJ 3PNBHOPMJ 


$POUJ#FOBTTJ .BOESBHPSB $BUBMEJ
#FSBSEJ $FSSJ TU1JV
#PBUFOH TU
(BSSJUBOP

"3#*530"WSBN 3PNBOJB

/05&BNNPOJUJ+PWBOPWJD $BUBMEJ 
.JMJOLPWJD4BWJD (BSSJUBOP 3PNBHOPMJ

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



3 41035

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

055"7"1"35&$*1";*0/&";;633"
*UBMJBBM.BTUFSTEVFWPMUFOFMTJOHP
MBSFVPNJOJFUSBMFEPOOF

5FOOJTF'PSNVMB
.BTUFST
%PNBOJDPO#PMFMMJMFTPSEJPTUPSJDPEJVOB
DPQQJBJUBMJBOBi1PJQFOTFSFNPBJ(JPDIJw

6OFTBNFUSBJHSBOEJ
QFSJMOVPWP'PHOJOJ
i'MBWJB NJPFTFNQJPw
1"0-03044*

UOI mettere anche la sod-

disfazione di aprire il Masters? Bolelli e Fognini


non potevano chiudere meglio
il 2015, e il sorteggio ha voluto
che giocassero il match inaugurale, domani alle 13, contro il
fratello di Murray e laustraliano Peers.
Fognini, loccasione giusta
per la prima vittoria italiana
in un Masters.
S, e anche un bel modo di
chiudere la stagione, per me e
Simone.
Sa che c gente preoccupata per lei?
E, di grazia, per che cosa stavolta?.
Proprio per il fatto che un
po di tempo che non scassa
racchette o fa siparietti...
Ah, ah, ah. Che posso farci,
met degli appassionati mi adora e met mi odia.
Per vero: s dato una calmata.
Era arrivato il tempo. Certo
che....
Le costa, eh?
Devo controllarmi, ogni tanto qualcosa mi scappa.
Qualcosa centra anche Flavia Pennetta, dica la verit.
Un po.
La verit...
Ma lei lo faceva anche prima. Ricordo una volta che mha
tenuto quaranta minuti negli
spogliatoi dopo uno Slam....
Meno male che c lei.
Capisce le situazioni, sa come e quando intervenire.
Daltronde, ha visto com:
Murray e Djokovic dopo essere diventati genitori?
Ah, quindi devo diventare
pap per vincere qualcosa dimportante? No, con calma....
Per stato a Brindisi la scorsa settimana...
Abbiamo fatto dei sopralluoghi. La verit che ho fatto
shopping a Brindisi, pensa
te....
Daltronde dopo essere stato
a Valencia a vedere le moto...
Sempre forza Valentino!.
Ma vero che ha dormito in
macchina?
Non si dice....
Cosa chiedete a questo Masters?
Io e Simone abbiamo parlato: tranquilli, un passo alla volta.
Daltronde, oggi il Masters e
domani le Olimpiadi.
Eh, siamo rimasti noi a rappresentare le speranze. A meno che Errani e Vinci non si riaccordino.
Flavia niente, eh? Non ci ripensa?
Tocca a lei decidere, ma
non so e non dico nulla.
Potevate giocare il doppio
misto.
Ma che cosa? A giocare insieme si rischia il divorzio prima del matrimonio... scherzi a

-6*&1&//&55"

4BDPNFFRVBOEP
JOUFSWFOJSF*PQBQ 
$PODBMNB"3JP
OPOBWSFNNP
DPNVORVFHJPDBUP
JMNJTUPJOTJFNFTJ
SJTDIJBWBJMEJWPS[JP
QSJNBEFMMFOP[[F

parte, lavrebbe giocato con Bolelli, eventualmente.


Senta, s accorto che ha giocato alla grande dopo gli US
Open?
Ho chiuso bene i tornei, vero.
Si chiama effetto Pennetta.
Quella coppa, il suo esempio, sono stati un bel messaggio. Anche se....
Cosa vuole dire?
Che non se laspettava neanche lei!.
Lattende un 2016 impegnativo...
Come sempre.
C il matrimonio. Dura organizzare?
Io punto alla festa. Non sono le donne quelle che pensano
a tutto il resto?.

-FXJT)BNJMUPO BOOJ WPMUFDBNQJPOFEFMNPOEPEJ'


'03.6-"6/010-&.*$)&1&3-*/$*%&/5&453"%"-&

)BNJMUPOEJWJEFMB'
i.BJQJBNCBTDJBUPSFw
i6OQJMPUBEBMUSJUFNQJw
%"-/04530*/7*"50
."3$0.&/463"5*
SAN PAOLO

incidente anche abbastanza comico - il campione del mondo di F1 cui scivola il piede dal pedale del freno
del suo bolide da un milione e
mezzo di euro, e prende in pieno
tre macchine onestamente parcheggiate nella quiete notturna
di Montecarlo - spacca in due la
F1. Da una parte i moralisti-pu-

6
"--&464,:41035
'PHOJOJ#PMFMMJEPNBOJDPOUSP
+BNJF.VSSBZ1FFSTB-POESB

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*Importo massimo, iva inclusa, erogato allimpresa che realizzer i lavori.


Montepremi clienti 125.000 iva inclusa. Regolamento completo su
www.ilcalorechetipremia.it. Conserva lo scontrino o la fattura.

ritani, ferocemente rappresentati dalla stampa britannica che


sta di fatto costringendo la Fia a
ritirare a Hamilton la nomina di
ambasciatore per la sicurezza
sulle strade, dallaltra i libertari, i nostalgici di un tempo indimenticato in cui la F1 era popolata di eroi strampalati e pazzi, tutti adrenalina e gesti sconsiderati.
A provocare la spaccatura
stato proprio Hamilton, che in
un eccesso di sincerit della dinamica dellincidente, ha avuto
la non brillante idea di mettere
nella stessa frase la parola alcol e il verbo guidare. Nella
settimana dopo la vittoria del
mondiale ho bevuto molto, ha
detto, e ho festeggiato davvero
tanto, quindi ero un po provato.
Al momento dellincidente il
pilota inglese non era ubriaco (il
test fatto dalla polizia risultato
negativo). Ma quelle parole sono state sufficienti a scatenare
la furia dei giornali inglesi, perch un ambasciatore della road
safety si messo alla guida pur
essendo in quelle condizioni psicofisiche?, si chiesto il Daily
Mail; e delle associazioni di categoria, poteva permettersi il costo di un taxi, no?, ha commentato sarcastico il portavoce di
Road Peace.
Ma i libertari non ci stanno
e assolvono in pieno il campione
del mondo. Non tanto perch
convinti dalla linea difensiva della Mercedes, Lewis ha bevuto
sabato, lincidente avvenuto
marted, ma di cosa stiamo parlando? Qui lunico disastro sono
i danni riportati dalle macchine. Quanto perch un comportamento un po sopra le righe
il minimo sindacale richiesto a
un campione del mondo di F1. E
in unepoca di robottini telecomandati dagli sponsor, finalmente il Circus ha trovato un
personaggio che riesce a comunicare qualcosa. Ma basta! sbotta Pino Allievi, giornalista
della Gazzetta dello Sport, una
sorta di evangelista della F1 -
una storia divertente ma non
condanniamo nessuno, per carit. Clay Regazzoni di una cosa
del genere si sarebbe vantato
per mesi e ne avremmo fatto un
eroe. Ho ancora negli occhi Enzo
Ferrari sgomento perch Villeneuve gli aveva accartocciato
una sua macchina mentre parcheggiava in fabbrica. Rindt si
era comprato una pelliccia in vero lupo, cos da poter guidare
con la cappotta abbassata anche dinverno. Oggi gli animalisti lo farebbero squalificare!.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c

AE0C3A2F1C44E67EB89794F0DFD2370C

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



3 130(3"..*

la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

"/50/*0%*10--*/"

 $"/"-(3"/%&

i9'BDUPSw JMNBTTJNPEFMUBMFOU

%"/0/
1&3%&3&

-&'"-4&
$0/'*%&/;&
-BNPSFPTUBDPMBUP
EBMMJOUFSFTTFF
TPGGPDBUPEBMEFOBSPJM
UFNBEFMMBDPNNFEJB
EJSFUUBFJOUFSQSFUBUBEB
5POJ4FSWJMMP$PO"OOB
#POBJVUP "OESFB3FO[J
3BJ

10.30
11.05
12.00
13.30
14.00
15.00
15.45

17.15
17.45
18.45
20.00
20.35
21.10
0.35
0.50
1.40
1.45
2.50

DIGITALE TERRESTRE

4.30
5.15

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

CANALE 5

9.15 Rai Parlamento Punto


Europa
Meteo 2
Frigo
Il nostro amico Charly - Tf
Mezzogiorno in famiglia
- conducono Amadeus,
Alessia Ventura, Sergio
Friscia
13.00 Tg 2 Giorno
13.25 Dribbling
14.00 Il pi grande pasticcere 2
16.30 Gran Premio del Brasile di
Formula 1: Pit Lane - Qualifiche
18.10 Viaggi da record
18.35 Rai Player
18.38 Meteo 2
18.40 Tg 2 Flash L.I.S.
18.45 Squadra Speciale Cobra
11 - Tf
20.30 Tg 2 20.30
21.05 Castle - Tf
21.50 Blue Bloods - Tf
23.25 Tg 2
23.40 TG2 Dossier
0.25 Tg 2 Storie. I racconti della
settimana
1.05 Tg 2 Mizar
1.30 Tg 2 - Cinematine
1.35 Tg 2 Achab Libri
1.40 Tg 2 S, Viaggiare
1.50 TG2 Eat Parade
2.00 Meteo 2
2.05 Appuntamento al cinema
2.10 Evolution - conduce Luca
Rosini
3.05 Film: Il segreto del Sahara - di Alberto Negrin,
con Michael York, Ben
Kingsley, David Soul
5.10 Videocomic
5.45 Lena - Tf
9.45
9.50
10.15
11.00

8.05 Film: Due lettere anonime - di Mario Camerini


9.30 Film: Il delitto di Giovanni Episcopo - di
Alberto Lattuada
11.00 TGR Bellitalia
11.30 TGR Expo Un Mondo di
regioni
12.00 Tg 3
12.25 TGR Il Settimanale
12.55 TGR Ambiente Italia
13.25 TGR Regioni e Regioni del
Giubileo
14.00 TG Regione
14.05 Tg Regione Meteo
14.20 Tg 3
14.45 Tg 3 Pixel
14.47 Meteo 3
14.50 TG3 L.I.S.
14.55 Tv Talk
16.30 Report
17.55 Rai Player
18.05 I misteri di Murdoch - Serie
Tv
18.55 Meteo 3
19.00 Tg 3
19.30 Tg Regione
19.35 Tg Regione Meteo
20.00 Blob
20.10 Che fuori tempo che fa conducono Fabio Fazio,
Massimo Gramellini
21.45 Ulisse: il piacere della
scoperta
0.05 Tg 3
0.20 TG Regione
0.25 Un giorno in pretura
0.30 Meteo 3
1.35 Tg 3
1.45 TG3 Agenda del mondo
2.00 Tg3 Chi di scena
2.15 Appuntamento
al cinema

041*5&
(JPSHJP
.PSPEFS
PTQJUFB
i9'BDUPSw

ITALIA 1

6.00 Tg 5 Prima pagina. Allinterno: 7.55 Traffico; Meteo.it


8.00 Tg 5 Mattina
8.45 In forma con Starbene
10.20 Superpartes
10.50 Supercinema
11.00 Forum
13.00 Tg 5. Allinterno: Meteo.it
13.40 Film: Weather Girl - di
Blayne Weaver. Adams,
Ryan Devlin, Mark Harmon. Allinterno: 14.35
Tgcom; Meteo.it
15.45 Il segreto
16.10 Verissimo
18.45 Avanti un altro! - conduce
Paolo Bonolis
19.55 Tg 5 Prima pagina
20.00 Tg 5. Allinterno: Meteo.it
20.40 Striscia la notizia - La voce
dellinvadenza
21.10 Tu si que vales - conducono
Belen Rodriguez, Francesco Sole
0.30 Grande Fratello
1.00 Tg 5 Notte. Allinterno:
Meteo.it
1.30 Striscia la notizia - La voce
dellinvadenza
1.50 Film: Enid - di James Hawes, con Helena
Bonham Carter, Matthew Macfadyen, Denis
Lawson. Allinterno: 2.40
Tgcom; Meteo.it
4.00 Padri e figli - Tf, con Silvio
Orlando, Vittoria Belvedere, Marina Massironi
5.00 Mediashopping
5.15 Tg 5 Notte. Allinterno:
Meteo.it
5.45 Mediashopping

11.50
12.25
13.00
13.05
13.45
14.05

16.00

18.05
18.30
19.00
19.15

21.10

23.15

1.20
1.45
2.00
2.40
2.55
5.55

RETE 4

Live a casa tua


Studio Aperto
Meteo.it
Sport Mediaset
Grande fratello
Film: Sherlock - Scandalo a Belgravia - di Paul
McGuigan. Allinterno:
15.00 Tgcom; Meteo.it
Film: Agente Smart Casino totale - di Peter
Segal The Rock Johnson,
Alan Arkin. Allinterno:
16.55 Tgcom; Meteo.it
Camera Caf
Studio Aperto. Allinterno:
Meteo.it
Tom & Jerry
Film: Il Professore
matto - di Tom Shadyac.
Allinterno: 20.10 Tgcom;
Meteo.it
Film: Mamma, ho perso
laereo - di Chris Columbus. Allinterno: 22.05
Tgcom; Meteo.it
Film: Tremors 4 - Agli
Inizi della Leggenda di S.S. Wilson. Allinterno:
0.10 Tgcom; Meteo.it
Premium Sport
Studio Aperto - La giornata
Community - Tf, con Joel
Mchale, Gillian Jacobs,
Danny Pudi
Mediashopping
Community - Tf, con Joel
Mchale, Gillian Jacobs,
Danny Pudi
Mediashopping

6.40
7.00
7.50
8.20

10.45
11.30
12.00
13.00
14.00
15.30
16.40

18.55
19.35
21.30

23.25
23.30

2.15
3.50
4.05

5.30

LA SETTE

Tg 4 Night News
Mediashopping
Due per tre - Tf
Film: Va nuda per
il mondo - di Ranald
MacDougall, Charles Walters. Allinterno: 9.00
Tgcom; Meteo.it
Ricette allitaliana
Tg 4 - Telegiornale. Allinterno: Meteo.it
Detective in corsia - Tf
La signora in giallo - Tf
Lo sportello di Forum
Monk - Tf-Stanford
Film: Poirot a Styles
Court - di Ross Devenish.
Allinterno: 17.35 Tgcom;
Meteo.it
Tg 4 - Telegiornale. Allinterno: Meteo.it
The Mentalist - Tf
Film: Born to Raise Hell
- di Lauro Chartrand. Neil
Mark. Allinterno: 22.10
Tgcom; Meteo.it
I bellissimi di Rete 4
Film: The Score - di
Franz Oz. Allinterno: 0.40
Tgcom; Meteo.it; 1.55 Tg
4 Night News
Domenica con Five
1981/82 - Best 1
Mediashopping
Film: La dottoressa
preferisce i marinai - di
Michele Massimo Tarantini, con Alvaro Vitali, Gianni
Ciardo, Paola Senatore,
Renzo Montagnani
Punto sette una vita 1987:
Ambrogio Fogar

6.00
6.10
6.30
7.30
7.50
7.55
9.45
11.00
11.35
12.00
12.45
13.30
14.00
14.20
16.20
17.00
18.00
20.00
20.35
21.10

0.45
1.20
2.35
3.45
4.15

Meteo - Traffico
Oroscopo
Omnibus News
Tg La7
Meteo
Omnibus dibattito - con
Alessandra Sardoni
Coffee Break - conduce
Andrea Pancani
Otto e mezzo (r)
Laria che tira - sabato conduce Myrta Merlino
Il Pollice verde sono io conduce Luca Sardella
Magazine Sette
Tg La7
Tg La7 Cronache
Tagad - conduce Tiziana
Panella
Jack Frost - Tf, con David
Jason, Bruce Alexander,
John Lyons
Ironside - Tf
Lispettore Barnaby - Tf,
con John Nettles, Jane
Wymark, Barry Jackson
Tg La7
Otto e mezzo sabato - conduce Lilli Gruber
Josphine, Ange Gardien
- Tf, con Mimie Mathy,
Karin Swenson, Jean Dell.
Allinterno: 0.15 Tg La7
Otto e mezzo sabato (r)
Coffee Break (r)
Laria che tira - sabato (r)
Africa
Omnibus (r)

DEEJAY TV
14.05
15.45
17.30
18.25
20.20
21.15

23.05
0.35
1.15
1.55
2.35
3.15

Cucine da incubo USA


Undercover Boss
Airport Security
Te lavevo detto
Il peggio show
Film: The Legionary
- Fuga allinferno - di
Peter McDonald, con JeanClaude Van Damme, Adewale Akinnuoye Agbaje
La Grande Notte della Boxe
Nudi e crudi
Chi diavolo ho sposato?
Appuntamenti da incubo
Lisola di Adamo ed Eva 3
(Uncensored)
Marchio di fabbrica

LA EFFE
16.05 Film: Bernard & Doris Complici Amici - di Bob
Balaban
18.05 RED - Il re dello Street Food
19.05 RED - Bourdain: Cucine
segrete
20.00 Nuovi esploratori - Regni
perduti
22.15 Maison Close La casa del
piacere - Tf
0.15 Film: Requiem - di HansChristian Schmid, con
Sandra Hller, Burghart
Klauner, Imogen Kogge,
Anna Blomeier
2.10 Film: Snatch - Lo strappo - di Guy Ritchie
4.10 RED - Bourdain: Cucine
segrete
5.10 Effetto notte

RAI
QRAI 4
6.30
7.15
8.55
9.40
10.25
11.05
11.55
12.00
13.40
13.50

15.50
17.00
17.05
18.05
18.50
19.30
19.40
20.25
21.10
22.40
22.50
0.40
1.00
1.05
1.10
2.30
4.15
5.15

QPREMIUM

Common Law
Crossing Lines - Animali
Heroes
Heroes
Continuum
The Collector
Rai Player
Film: Game of Death - di Giorgio Serafini
Roma Fiction Fest
Film: Double Impact - La vendetta
finale - di Sheldon Lettich-Claude Van
Damme, Geoffrey Lewis, Alan Scarfe, Philip
Chan Yan Chin
Delitti in paradiso
Rai News - Giorno
Delitti in paradiso
Charlis Angels
Charlis Angels
Rai Player
Marvel Agents of Shield
Marvel Agents of Shield
Film: ShootEm Up - Spara o muori! - di
Michael Davis
Roma Fiction Fest 4
Film: Switch - di Frdric Schoendoerffer
Wonderland
Rai News - Notte
Anica appuntamento al cinema
Film: Honeymoon - di Leigh Janiak
Film: Robocop 2 - di Irvin Kershner
Delitti in paradiso
Delitti in paradiso

14.20
14.45
14.50
16.45
18.55
19.00
19.20
19.30
21.20
23.20
1.10
1.15
2.05
2.50
3.35
4.20

Cultfiction
Anica Appuntamento Al Cinema
Arrivata La Felicit
Il Pi Grande Pasticcere
Rai News - Giorno
Il Pi Grande Pasticcere
Rai Player
Sposami
Film: Il bambino cattivo - di Pupi Avati
Questo il mio paese
Rai News - Notte
Mister Premium
La Signora In Rosa
La Signora In Rosa
La Signora In Rosa
La Signora In Rosa

QMOVIE
14.00 Rai player
14.10 Film: Fargo - di Joel Coen, con Frances
McDormand, Steve Buscemi, Peter
Stormare, William H. Macy
15.50 Film: Il diavolo e Max - di Steven Hilliard
Stern, con Elliott Gould, Bill Cosby
17.30 Rai news - Giorno
17.35 Rai player
17.45 Film: Un amore allimprovviso - di
Robert Schwentke, con Rachel McAdams,
Eric Bana, Ron Livingston, Stephen
Tobolowsky

MEDIASET PREMIUM

15.10
16.00
16.25
16.50
17.45
18.40
19.30
20.25
21.15
22.05
23.00
23.50
0.40
1.30

Mega aerei
Inside Mercedes
Marchio di fabbrica
Come fatto
Come fatto
Alieni: nuove rivelazioni
Alieni: incontri ravvicinati
Alieni: nuove rivelazioni
Tesori nascosti
A caccia di miti
Medioevo da brivido
Codici e segreti
A caccia di miti
Origins: invenzioni nella
storia

16.10
18.05
18.35
18.40
19.10
19.40
20.35
20.45
21.15
22.55
23.45
23.50
0.45
0.50

Lu Curaggiu De Nu Pumpiero Napulitano


Come Si Guarda UnOpera DArte
Rai News - Giorno
Ubiq
Ubiq
Memo LAgenda Culturale
Rai Player
Ogni Quadro Racconta Una Storia
Le False Confidenze
CE Musica E Musica
Ghiaccio Bollente Sommario
Ghiaccio Bollente Magazine
Intro Shine A Light Rolling Stones
Film: Rolling Stones - Shine a Light - di
Martin Scorsese

GIALLO

9.02 The Baytown Outlaws - I fuorilegge - di


Barry Battles Premium Cinema
10.02 Paura e delirio a Las Vegas - di Terry
Gilliam Premium Cinema Energy
11.57 Lamore allimprovviso - Larry Crowne
- di Tom Hanks Premium Cinema
Emotion
12.00 I due volti della vendetta - di Marlon
Brando Studio Universal
13.40 Last Night - di Massy Tadjedin Premium
Cinema Emotion
14.33 Lultima eclissi - di Taylor Hackford
Premium Cinema
15.16 The Express - di Gary Fleder Premium
Cinema Emotion
16.45 A proposito di Schmidt - di Alexander
Payne Premium Cinema
17.27 Billy Elliot - di Stephen Daldry Premium
Cinema Emotion
18.19 The Lost Dinosaurs - di Sid Bennett
Premium Cinema Energy
18.55 I soliti ignoti made in USA - di Louis Malle
Studio Universal

QRAI 5

QCINEMA

FOCUS

19.30 Film: Operazione Desert Storm - di


Donald Petrie jr., con Pauly Shore, Andy Dick,
Lori Petti, David Alan Grier
21.15 Film: Rommel - di Niki Stein, con Ulrich
Tukur, Tim Bergmann, Rolf Kanies
23.25 Film: Seminole - di Budd Boetticher, con
Rock Hudson, Barbara Hale, Anthony Quinn
0.55 Rai news - Notte
1.00 Film: ...E ora parliamo di Kevin - di
Lynne Ramsay, con John C. Reilly, Tilda
Swinton, Ezra Miller
2.55 Film: Aquadro - di Stefano Lodovichi
4.25 Film: Sangue caldo - di Richard Wilson

19.47 22 Minuti - di Vasily Serikov Premium


Cinema Energy
21.15 Io Sono Tu - di Seth Gordon Premium
Cinema
21.15 Un marito di troppo - di Griffin Dunne
Premium Cinema Emotion
21.15 The Bourne Supremacy - di Paul
Greengrass Premium Cinema Energy
21.15 Le Spie - di Betty Thomas Studio
Universal
23.04 Safe - di Boaz Yakin Premium Cinema
Energy
23.15 Anarchia - La Notte Del Giudizio - di James
Demonaco Premium Cinema
23.15 Lama tagliente - di Billy Bob Thornton
Studio Universal
0.25 Lanima gemella - di Sergio Rubini
Premium Cinema Emotion
0.38 Fire with Fire - di David Barrett
Premium Cinema Energy
1.06 Disastro a Hollywood - di Barry Levinson
Premium Cinema
1.35 A. I. - Intelligenza artificiale - di Steven

CIELO
MasterChef Italia 4
Masterpasticciere di Francia
Cucine da incubo 2
Cucine da incubo
Affari in grande
Affari di famiglia
Malizia 2000
9 to 5: Days in Porn
Sesso a quattro zampe
Immodesty Blaise Professione burlesque
2.45 Love Jessica
3.45 Sex Therapy
4.30 Most Dangerous - Pericolo
reale

15.05
16.15
17.30
18.30
19.15
20.15
21.10
23.00
0.30
1.15

TV2000

9.45
10.35
11.30
12.20
13.10
14.05
14.45
15.35
16.40
17.35
18.25
19.20
20.10
21.05
22.00
22.50
23.40
0.30
1.25
2.20
3.15
4.10
5.05

Matlock
Matlock
Torbidi delitti
Torbidi delitti
Womens Murder Club
Womens Murder Club
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
Bones
Bones
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
The Finder
The Finder
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
Torbidi delitti
Torbidi delitti
New Tricks
New Tricks
Matlock
Matlock

15.00 Salmi
15.05 La Coroncina Della Divina
Misericordia
15.20 Il Mondo Insieme
18.00 Rosario Da Lourdes
18.30 Tg 2000
19.00 Sport 2000
19.35 Sulla Strada Il Vangelo Della
Domenica
20.00 Rosario Da Lourdes
20.30 Soul
21.05 Don Milani - Il priore di
Barbiana
0.45 Rosario Dal Santuario Di
Pompei

REAL TIME
10.30
11.25
13.20
15.15
18.10
19.10
20.10
21.10
22.10
23.05
0.05
1.05
2.00
2.50

Vendo Casa... Disperatamente


Bake Off Italia: dolci in forno
Bake Off Italia: dolci in forno
Bake Off Italia: dolci in forno
Il boss delle cerimonie
Beauty Queen Murders: belle
da morire
Chi diavolo ho sposato?
Appuntamenti da incubo
Appuntamenti da incubo
Ucciderei per te
Appuntamenti da incubo
Body Bizarre
My Shocking Body
My Shocking Body

SATELLITE

8.25

Cinematografo
Rai Player
Tg 1
Rai Parlamento
Tg 1. Allinterno: 8.20 Tg1
Dialogo
Unomattina in famiglia conducono Tiberio Tiberi,
Ingrid Muccitelli. Allinterno: 9.00 Tg 1; 9.30 Tg 1
L.I.S.
Buongiorno benessere .
Allinterno: Che tempo fa
Linea Verde Orizzonti
- conducono Chiara Giallonardo, Ivan Bacchi
La prova del cuoco. Sabato
in festa
Telegiornale
Linea Blu
Legami
Sabato in - conducono
Tiberio Timperi, Ingrid
Muccitelli. Allinterno:
17.00 Tg 1; Che tempo fa
A Sua immagine
Passaggio a Nord-Ovest
LEredit
Telegiornale
Laura Pausini - La meraviglia di essere simili
Ti lascio una canzone .
Allinterno: Tg 1 60 secondi
TG1 Notte
La tredicesima ora
Che tempo fa
Milleeunlibro - Scrittori in
Tv
Film: Ladies in Lavender - di Charles Dance
Da Da Da
RAInews24

to andata la puntata sulla dance: cera il


gigantesco Giorgio Moroder, che meritava cinque puntate e ha avuto cinque minuti. Ma tutto era fatto da dio etc etc. Notazioni a margine, mai sentito in natura
un suono simile alla voce di Skin che tenta di parlare in italiano. Va detto che, su
poli opposti, Elio e Fedez un qualche cerchio lo chiudono. I concorrenti, le canzoni, le scelte? Che dire, magari non il massimo, ma come fatto bene tutto quanto.

RAI 3

RAI 2

RAI 1
6.00
6.55
7.00
7.05
8.00

ROBLEMA9'BDUPS. Vige da anni una


convenzione, probabilmente firmata in luoghi segreti e nottetempo: bisogna dire che magari non la cosa musicale del secolo ma realizzata dallOnnipotente in persona e alla fine bellissimo
tutto. Poi, per capire cosa sta succedendo
davvero nei live (il gioved su SkyUno)
tocca fidarsi del flusso social di commentatori. Che non sembrano felici ma siamo
anche a: chi ne dice bene e chi ne dice male. Chi rimpiange Morgan e chi no. Intan-

SKY

[servizio a pagamento]

QCINEMA MATTINA
7.10 Bodyguards - Guardie del corpo - di Neri
Parenti Sky Cinema Comedy HD
8.30 Limpero colpisce ancora - di Irvin
Kershner Sky Cinema Star Wars HD
9.25 Una parola per un sogno - di Doug
Atchison Sky Cinema Family
10.45 Star Wars episodio I - La minaccia
fantasma - di George Lucas Sky
Cinema Star Wars HD
12.00 La musica del cuore - di Wes Craven Sky
Cinema Passion HD
12.55 Kiss me - di Robert Iscove Sky C. Family
13.35 Captain Webb - di Justin Hardy Sky
Cinema 1 HD
13.35 Star Wars episodio II - Lattacco dei Cloni
- di George Lucas Sky Cinema Star
Wars HD

QCINEMA POMERIGGIO

QCINEMA SERA

QCINEMA NOTTE

15.10 Il paradiso per davvero - di R. Wallace


Sky Cinema 1 HD
15.30 Ex - di Fausto Brizzi Sky Cinema
Comedy HD
15.35 Il giardino dei Finzi Contini - di Vittorio
De Sica Sky Cinema Classics
16.55 Il nemico alle porte - di Jean-Jacques
Annaud Sky Cinema 1 HD
17.15 La vendetta della pantera rosa - di Blake
Edwards Sky Cinema Classics
18.25 Star Wars: Una nuova speranza - di
George Lucas Sky Cinema Star Wars
HD
18.55 Diritto di cronaca - di Sydney Pollack
Sky Cinema Classics
19.00 Confessioni di una mente pericolosa - di
George Clooney Sky Cinema Max HD

21.00 La febbre del sabato sera - di John


Badham Sky Cinema Classics
21.00 Notte prima degli esami - Oggi - di
Fausto Brizzi Sky Cinema Comedy
HD
21.00 Shaggy Dog - Pap che abbaia... non
morde - di Brian Robbins Sky C. Family
21.00 Ipotesi di reato - di Roger Michell Sky
Cinema Max HD
21.00 Vita da strega - Bewitched - di Nora
Ephron Sky Cinema Passion HD
21.10 Il Signore degli Anelli - Le due Torri - di
Peter Jackson Sky Cinema 1 HD
21.10 Limpero colpisce ancora - di Irvin
Kershner Sky Cinema Star Wars HD
22.45 Un matrimonio da favola - di Matia
Karrell Sky Cinema Comedy HD

22.50 Quella sera dorata - di James Ivory Sky


Cinema Passion HD
0.10 Sin City - Una donna per cui uccidere - di
Frank Miller, Robert Rodriguez Sky
Cinema 1 HD
0.25 Asterix contro Cesare - di Paul Brizzi,
Gatan Brizzi Sky Cinema Family
0.30 Uno sbirro tuttofare - di Thomas Carter
Sky Cinema Comedy HD
0.55 Daddys Little Girls - di Tyler Perry Sky
Cinema Passion HD
1.40 Star Wars episodio I - La minaccia
fantasma - di George Lucas Sky
Cinema Star Wars HD
1.45 Coach Carter - di T. Carter Sky Cinema
Family

13.30 Pattinaggio di figura: Trofeo Eric


Bompard: Donne Programma Libero
ISU Grand Prix Series Eurosport 2
14.30 Calcio: Francia - Germania Incontro
Amichevole Sky Sport 1 HD
15.00 Calcio: FIFA Football Eurosport
16.10 Rugby: Racing Metro - Glasgow
Warriors European Champions Cup Sky
Sport 2 HD
16.55 Calcio: Bosnia - Irlanda Qualificazioni
Europei 2016 Sky Sport 1 HD
17.30 Calcio: Futbol Latino Eurosport 2
18.00 Calcio: FIFA Football Eurosport 2
18.00 Basket: Toronto - New Orleans NBA Sky
Sport 3 HD

19.30 Sci alpino: Slalom Speciale Coppa del


Mondo F Eurosport
20.25 Calcio: Modena - Pro Vercelli Serie B
Sky Supercalcio HD
20.30 Tennis: History Remix ATP Finals Sky
Sport 2 HD
20.35 Calcio: Svezia - Danimarca
Qualificazioni Europei 2016 Sky Sport
1 HD
20.35 Calcio: Roma - Lazio Serie A Sky Sport
3 HD
21.05 Golf: PGA European Tour BMW Masters
Sky Sport 2 HD
22.15 Pattinaggio di figura: Trofeo Eric
Bompard: Danza Programma Libero

ISU Grand Prix Series Eurosport 2


22.50 Basket: Toronto - New Orleans NBA Sky
Sport 2 HD
23.00 Ciclismo su pista: Revolution Series
Eurosport
23.00 Calcio: Livorno - Vicenza Serie B Sky
Supercalcio HD
23.10 Calcio: Ucraina - Slovenia Qualificazioni
Europei 2016 Sky Sport 3 HD
23.15 Pattinaggio di figura: Trofeo Eric
Bompard: Uomini Programma Libero
ISU Grand Prix Series Eurosport 2
0.45 Pattinaggio di figura: Trofeo Eric
Bompard: Coppie Programma Libero
ISU Grand Prix Series Eurosport 2

16.30 Castle Fox HD


17.25 Autostrada per linferno. Missione
Europa National Geographic
18.40 La vita secondo Jim Fox HD
18.55 Man v viral National Geographic
19.05 Nashville Fox Life
19.10 Bones Fox Crime HD
19.10 La vita secondo Jim Fox HD
19.40 I Simpson Fox HD
19.50 Come vincere facile National
Geographic
20.05 Bones Fox Crime HD
20.05 I Simpson Fox HD
20.20 Come vincere facile National
Geographic
20.35 I Simpson Fox HD

20.55 Gli indistruttibili National


Geographic
21.00 Bones Fox Crime HD
21.00 2 Broke Girls Fox HD
21.30 2 Broke Girls Fox HD
21.50 Crash Science National Geographic
21.55 The Following Fox Crime HD
21.55 2 Broke Girls Fox HD
21.55 Greys Anatomy Fox Life
22.25 2 Broke Girls Fox HD
22.45 Body of Proof Fox Life
22.50 Graceland Fox Crime HD
22.55 Castle Fox HD
22.55 Megafabbriche - Lamborghini
National Geographic
23.40 Body of Proof Fox Life

23.45 Graceland Fox Crime HD


23.50 Castle Fox HD
23.55 Survive the Tribe National
Geographic
0.35 Body of Proof Fox Life
0.40 NCIS Fox Crime HD
0.45 The Walking Dead Fox HD
0.50 Megafabbriche - La Camaro SS
National Geographic
1.35 NCIS Fox Crime HD
1.40 Da Vincis Demons Fox HD
1.50 Antichi misteri National Geographic
2.30 NCIS Fox Crime HD
2.45 Tyrant Fox HD
2.45 I maghi del garage National
Geographic

QSPORT
7.00 Football americano: NCAA: Georgia
Tech - Virginia Tech Sky Sport 2 HD
9.00 Basket: Hapoel Gerusalemme - Krasny
Oktyabr Eurocup Eurosport 2
10.15 Wrestling: WWE Domestic
Smackdown! Sky Sport 3 HD
11.00 Tennis: History Remix ATP Finals Sky
Sport 2 HD
12.00 Basket: Toronto - New Orleans NBA Sky
Sport 2 HD
12.30 Calcio: Napoli - Midtjylland UEFA
Europa League Sky Supercalcio HD
13.00 Calcio: Bosnia - Irlanda Qualificazioni
Europei 2016 Sky Supercalcio HD

FOX
9.50
10.45
11.05
11.05
12.50
12.55
13.15
13.25
14.45
15.10
15.25
15.25
15.30
15.35

Criminal Minds Fox Crime HD


Criminal Minds Fox Crime HD
I Simpson Fox HD
Car Strippers: le spoglio e ci guadagno
National Geographic
2 Broke Girls Fox HD
Wild America National Geographic
2 Broke Girls Fox HD
Criminal Minds Fox Crime HD
I Simpson Fox HD
I Simpson Fox HD
Candice Renoir Fox Crime HD
Greys Anatomy Fox Life
Minatori dazzardo National
Geographic
I Simpson Fox HD

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c



la Repubblica 4"#"50  /07&.#3& 

.&5&0

METEO.REPUBBLICA.IT

Oggi in Italia

LEGENDA

Sole

MARE E VENTI

Bolzano
Trento

Ancona
Anzio
Bari
Cagliari
Civitavecchia
Genova
La Spezia
Livorno
Messina
Napoli
Olbia
Pescara
Taranto
Trieste
Venezia

Nuvoloso
Variabile

Aosta

tempo discreto ma con


nebbie e nubi basse, anche
persistenti, in Pianura Padana
e sulla Liguria. Temperature
in lieve diminuzione, specie
su Alpi; massime tra 13 e 17.

NORD

Coperto
Pioggia

Milano

Trieste

Torino

Venezia
Bologna

Rovesci

Genova

Grandine

Ancona

Firenze
Temporali

Perugia

Nebbia
Neve

CENTRO

MARE

Calmo
Mosso
Agitato

variabilit, con nubi pi


compatte al mattino su
Toscana, Umbria e litorale
adriatico. Pi sole lungo la
dorsale appenninica.
Temperature stabili, con
massime tra 15 e 18.

LAquila

Roma
Campobasso

NO

16

NNO

ONO

VAR

VAR

ONO

11

ONO

ONO

NO

VAR

NO

OSO

Bari

Potenza

SUD

tempo discreto, ma con


nebbie o nubi basse
mattutine attese lungo i
litorali e sulla Puglia.
Temperature in lieve
diminuzione, massime
comprese tra 17 e 20.

INDICE UV

Basso

3-5

Moderato

6-7

Alto

Cagliari
Catanzaro
Palermo
Reggio Calabria
Catania

aggiornamenti h24 su
www.3bmeteo.com

8 - 10 Molto alto
>11

NNO

Napoli

Debole
Moderato
Forte
Molto
forte

Estremo

IL SOLE
SORGE
TRAMONTA

Bari

Napoli

06:39
16:34

06:49
16:45

Palermo
06:46
16:55

Roma
06:58
16:50

Bologna
07:09
16:48

Firenze

Milano

07:08
16:50

07:20
16:54

Genova

Torino

07:19
16:58

07:25
17:01

LA LUNA
1 QUARTO
19 NOV

PIENA
25 NOV

ULT. QUARTO
3 DIC

NUOVA
11 DIC

IERI

Olbia

VENTO

0-2

LE TEMPERATURE MASSIME E MINIME UV

Vento: km/h e provenienza


MARE VENTO

Alghero
Ancona
Aosta
Bari
Bologna
Bolzano
Brindisi
Cagliari
Campobasso
Catania
Catanzaro
Firenze
Genova
Imperia
LAquila
Messina
Milano
Napoli
Olbia
Palermo
Perugia
Pescara
Pisa
Potenza
R. Calabria
Rimini
Roma Fium.
Roma Urbe
Torino
Trento
Trieste
Venezia
Verona

UV

DOMANI

19

13

OGGI
18

14

17

13

14

10

16

10

15

12

17

17

17

17

13

17

14

17

13

17

13

14

17

16

15

17

15

17

15

18

15

19

14

19

15

18

14

17

11

15

16

21

14

22

14

19

14

19

14

19

13

17

11

17

17

10

16

18

14

18

15

18

13

18

13

19

14

18

13

20

16

18

20

16

19

16

19

15

16

14

11

15

10

18

15

18

15

18

13

19

11

20

15

19

14

21

17

18

16

18

16

14

13

10

14

15

16

10

15

16

17

11

16

10

21

10

18

10

16

20

18

19

17

19

17

16

14

15

10

18

12

18

11

18

18

17

11

18

18

15

15

18

16

15

13

12

14

11

14

10

10

13

12

14

13

DOMANI MATTINA

DOMANI POMERIGGIO

LUNED

MARTED

Cieli grigi per foschie,


nebbie e nubi basse
sulla Pianura Padana e
lungo le regioni
adriatiche. Qualche
addensamento sparso
sulle tirreniche e sulle
Isole ma in un contesto
pi soleggiato. Poche
velature altrove.
Temperature stabili.
Venti intorno N/NO.

Ancora a tratti fosco in


Pianura al Nord.
Addensamenti sparsi su
basso Adriatico e
meridione con isolati
fenomeni su nord
Sicilia. Per lo pi
soleggiato altrove.
Temperature stabili o in
lieve calo al Sud. Venti
settentrionali, moderati
su Puglia e Ionio.

Una giornata nel


complesso soleggiata
seppur con l'eccezione
di qualche foschia
anche densa in Pianura
al Nord e di qualche
addensamento basso
lungo la costa tirrenica,
specie in Liguria.
Temperature senza
grandi variazioni. Venti
deboli settentrionali.

Alta pressione e tempo


in prevalenza
soleggiato sull'Italia
seppur con nubi basse
associate a locali
pioviggini in Liguria e
foschie anche dense in
Pianura al Nord.
Temperature
stazionarie o in leggero
aumento al Sud. Venti
deboli di direzione
variabile.

TEMPERATURE
NEL RESTO DEL MONDO
MASSIME E MINIME

Nel mondo
EUROPA

Auckland
Beirut
Bombay
Buenos Aires
Caracas
Chicago
Citt del Capo
Messico DF
Dubai
Helsinki
Filadela
8/5
Stoccolma
Oslo
Gerusalemme
5/3
7/4
Tallin
Hong Kong
Il Cairo
Riga
Johannesburg
8/5
Copenaghen
Vilnius
LAvana
7/5
11 / 8
Los Angeles
Minsk
Amsterdam
Melbourne
Berlino
6/4
12 / 9
Miami
9/6
Kiev Montreal
Varsavia
Praga
9/3
8/6
Bruxelles
Mosca
11 / 5
11 / 6
New Delhi
Bratislava
Vienna
New York
11 / 7
Budapest
Pechino
Berna
11 / 8
Lubiana
Rio de Janeiro
12 / 4
Bucarest San Paolo
10 / 6
Belgrado
18 / 10
Santiago (Chile)
Sarajevo 16 / 10
Istanbul
Seoul
15 / 7
Soa 23 / 8
Shanghai
Roma
Singapore
Tirana
Sydney
22 / 16
Tokyo
Atene
Toronto
23 / 13
Washington

Il flusso perturbato Atlantico continua a mantenersi


piuttosto settentrionale interessando in prevalenza
il Nord Europa. Una nuova intensa perturbazione
raggiunge in queste ore il Regno Unito mentre la
precedente, accompagnata da correnti fredde
interessa ancora Scandinavia, Baltico, Polonia,
Bielorussia e Ucraina con piogge e clima
nettamente autunnale. Freddo anche sulla Russia
con fenomeni nevosi fino a bassa quota sul
comparto settentrionale. Situazione opposta alle
medie e basse latitudini grazie ad un robusto
campo di alta pressione di matrice sub tropicale
che rinnova stabilit e bel tempo con temperature
al di sopra delle medie stagionali su Spagna, Paesi
mediterranei e Balcani.

Dublino
15 / 5

Londra
13 / 7

Parigi
13 / 7

Madrid
Lisbona
22 / 13

19 / 9

19
30
33
25
25
13

11
15
26
15
16
-1

22 12
20 11
30 24
10 1
19 11
28 20
31 15
27 14
33 22
26 13
16 11
29 22
5 2
2 -1
29 19
10 3
9 1
37 22
31 21
27 10
16 9
19 11
29 28
21 17
15 10
10 2
12 5

UV

Copia di ae0c3a2f1c44e67eb89794f0dfd2370c