Sei sulla pagina 1di 38

Paola Brasini

i a llo
sin iv e
ra att affa 4-0
B
a
a c R 57
ol ati ale -1
Pa m tori 472
am di 8Gr o E 8-8
p 7
up 9
Gr SBN
I

Questo volume, sprovvisto del talloncino a fronte (o opportunamente punzonato


o altrimenti contrassegnato), da considerarsi copia di SAGGIO-CAMPIONE,
GRATUITO, fuori commercio (vendita e altri atti di disposizione vietati: art. 17, c.
2 L. 633/1941). Esente da I.V.A. (D.P.R. 26-10-1972, n 633, art. 2 lett. d). Esente
da bolla di accompagnamento (D.P.R. 6-10-1978, n 627, art.4. n 6).

Corso di grammatica della lingua italiana per la scuola secondaria di primo grado
Grammatica attiva una guida completa, semplice e immediata alle regole della lingua italiana.
Grammatica attiva un libro misto, composto da un volume cartaceo (Fonologia, morfologia e sintassi) e un CD-Rom, utilizzabile
in classe alla LIM oppure a casa, contenente un Laboratorio interattivo ricco di esercizi che abbracciano tutti gli argomenti
trattati, il volume Comunicazione, lingua e testi in formato digitale e una vasta selezione di esercizi e attivit per valutare le
conoscenze in ingresso (Prerequisiti), per vericare quanto appreso (Veriche formative e Veriche conclusive) e per esercitarsi
in base al livello raggiunto (Laboratorio di recupero e Laboratorio di potenziamento); completano il CD-Rom alcune esercitazioni
per prepararsi alla Prova Nazionale dellEsame di Stato.

Per lo studente
Paola Brasini

Grammatica
attiva
FONOLOGIA
MORFOLOGIA
SINTASSI

Paola Brasini

Grammatica
attiva
GUIDA PER LINSEGNANTE

Gramma.Lim

- fonologia
- morfologia
- sintassi

La guida contenente:
- schede per la
programmazione
didattica
- test dingresso
- suggerimenti didattici
e schede operative
- soluzioni di tutti gli
esercizi

- Laboratorio interattivo
interattivo
Comunicazione,
nicazione, lingua e
nicazion
- il volume Comun
testi in formato digitale
- Prerequisiti
- Verifiche formative
- Verifiche conclusive
- recupero e potenziamento
- esercitazioni per prepararsi alla Prova
Nazionale
- tutti gli esercizi della guida e le
Verifiche conclusive in formato
elettronico

Per la classe
Il poster con la mappa attiva della grammatica

Grammatica attiva
Volume + CD-Rom
ISBN 978-88-472-1574-0
Guida per linsegnante + CD-Rom ISBN 978-88-472-1575-7

www.grupporaffaello.it

A 17,00
omaggio

Prezzo di vendita al pubblico A 17,00

I S B N 978-88-472-1574-0

788847 215740

FONOLOGIA, MORFOLOGIA
E SINTASSI

Per linsegnante

Il volume contenente:

Grammatica attiva

Grammatica
attiva

Paola Brasini

Grammatica
attiva
FONOLOGIA
MORFOLOGIA
SINTASSI

Paola Brasini

Grammatica
attiva
Fonologia
morfologia
siNtassi

Struttura
Il volume organizzato in cinque moduli, ai quali si aggiungono i contenuti digitali presenti nel
CD-Rom e online. Ciascun Modulo si apre con un racconto inedito di ambientazione scolastica,
appositamente realizzato dalla famosa scrittrice per ragazzi Loredana Frescura. Queste brevi e
piacevoli narrazioni introducono, sia nei temi sia nel linguaggio utilizzato, gli argomenti grammaticali
trattati nelle pagine successive.

Ogni Modulo suddiviso in Unit di Apprendimento:


la Mappa concettuale visualizza in modo
schematico gli argomenti che saranno affrontati.
Le conoscenze e le competenze sono elencate nel
riquadro Sapere Saper fare.

Le pagine dedicate ai Prerequisiti, contenute nel


CD-Rom, permettono di monitorare il livello di
partenza della classe, presentando allo studente il
lavoro che dovr svolgere in seguito.

II

Il testo articolato in paragrafi e sottoparagrafi ben strutturati,


caratterizzati da un linguaggio chiaro e immediato. Gli elementi
importanti e le regole grammaticali sono evidenziate in modo da
facilitarne lassimilazione. Inoltre ogni nozione immediatamente
seguita sulla pagina dal box Prima sosta, contenente uno o pi
esercizi di verifica immediata e puntuale.

Il corso presenta varie rubriche: Un passo in pi, con approfondimenti di tipo linguistico e storico-culturale; Stop,
che si sofferma su particolarit grammaticali importanti
da conoscere per un pi corretto uso della lingua;
Dizionario, che permette allo studente di familiarizzare con
questo strumento, spiegando come consultarlo; Analisi grammaticale, una scheda che aiuta,
passo dopo passo, a sviluppare le abilit necessarie per analizzare gli elementi della frase;
Analisi logica, per sviluppare le abilit necessarie ad analizzare gli elementi del periodo,
e Tabelle di riepilogo, per visualizzare in modo efficace le relazioni tra complementi e preposizioni
e le corrispondenze tra congiunzioni, modi verbali e proposizioni subordinate.

III

Intercalati nel testo, gli Esercizi graduati, distinti per argomento e in ordine crescente di difficolt,
sono uno strumento indispensabile per testare a fondo le conoscenze acquisite.
La rubrica Regole in gioco propone giochi linguistici da fare in classe, utili allinsegnante per
inframmezzare la lezione con momenti di verifica ludica delle nozioni.

Nel CD-Rom, per ogni Unit di Apprendimento, sono disponibili una Verifica formativa contenente
una serie di esercizi di riepilogo e approfondimento seguiti dal box Riflettere, che propone spunti di
interiorizzazione delle regole studiate nel corso dellUnit, e una Verifica conclusiva che presenta una
batteria di esercizi con punteggio. Lo svolgimento degli esercizi conduce a unAutovalutazione finale
che consente allinsegnante e allo studente di vagliare il livello di preparazione raggiunto.

IV

In base al risultato ottenuto nella Verifica conclusiva, lo studente viene invitato a completare il proprio
percorso di apprendimento attraverso la sezione Laboratorio, presente nel CD-Rom, suddivisa in
Recupero e Potenziamento.

Grammatica attiva un corso in versione mista, composto da un esauriente

volume cartaceo e da un ricco corredo di aggiornamenti, espansioni


e approfondimenti multimediali, presenti nel CD-Rom allegato e online.
Subito a disposizione dellinsegnante e degli studenti nel CD-Rom:
Laboratorio interattivo di grammatica
il volume Comunicazione, lingua e testi in formato digitale
schede per monitorare i Prerequisiti
Verifiche formative
Verifiche conclusive
Laboratori di recupero e di potenziamento
esercitazioni per la Prova Nazionale (Esame di Stato)

Ulteriori risorse saranno a disposizione


nel portale www.raffaellodigitale.it

Indice
MODULO 1
Fonologia

Mappa

UdA 1 I suoni e le lettere

Che cos la fonologia


5
1. Lalfabeto
5
Un passo in pi: Breve storia della scrittura 6
2. I fonemi e i grafemi
7
Esercizi
graduati
9

3. Le vocali
11
4. I dittonghi e i trittonghi
12
5. Lo iato
13
13
Esercizi graduati
6. Le consonanti
17
7. I digrammi e i trigrammi
19
8. Le semiconsonanti
20
9. Le lettere straniere
20
21
Esercizi graduati

UdA 2 Lortografia
1. Alcune regole fondamentali

per non sbagliare


2. Il raddoppiamento delle consonanti
3. La sillaba
3. 1 La divisione delle parole in sillabe
4. Laccento
4. 1 Laccento tonico
4. 2 Laccento grafico
4. 3 Quando si usa laccento
Laccento tonico nel dizionario
Esercizi graduati
5. Lelisione
6. Il troncamento
Esercizi graduati

VI

25
25
27
28
28
29
29
30
30
31
32
38
39
40

UdA 3 La punteggiatura

44

Che cos la punteggiatura


1. I segni di punteggiatura
1. 1 Il punto o punto fermo
1. 2 La virgola
1. 3 Il punto e virgola
1. 4 I due punti
1. 5 Il punto interrogativo
1. 6 Il punto esclamativo
1. 7 I puntini di sospensione
1. 8 Le virgolette
1. 9 Le parentesi
1. 10 Il trattino
1. 11 Le lineette
1. 12 Lasterisco
Esercizi graduati
2. Luso della lettera maiuscola
Un passo in pi:
Le sigle e le abbreviazioni
Esercizi graduati

44
44
45
45
46
46
47
47
47
48
48
48
48
49
49
52
52
54

MODULO 2
Morfologia Parti variabili

56

UdA 4 Il nome

58

appa
M
Che cos il nome
1. Il nome secondo il significato
1. 1 I nomi comuni e i nomi propri
Un passo in pi: Un mondo di nomi
1. 2 I nomi concreti e i nomi astratti
1. 3 I nomi individuali e i nomi collettivi
Esercizi graduati
2. Il nome secondo la forma:
il genere e il numero
2. 1 Il genere dei nomi: maschile e femminile

58
59
60
60
61
62
63
64
71
72

Un passo in pi:
Come cercare il genere del nome
72
2. 2  La formazione del femminile:
i nomi mobili
73
2. 3 I nomi indipendenti
73
2. 4 I nomi di genere comune
74
2. 5 I nomi di genere promiscuo
74
Un passo in pi: Il femminile dei
74
nomi che indicano cariche o professioni
2. 6 I falsi cambiamenti di genere
75
Il nome nel dizionario: Il genere
76
76
Esercizi graduati
2. 7 Il numero dei nomi
80
2. 8  La formazione del plurale nei
nomi variabili
80
2. 9 I nomi invariabili (o indeclinabili)
82
2. 10 I nomi difettivi
83
2. 11 I nomi sovrabbondanti
84
Il nome nel dizionario: Il numero
86
87
Esercizi graduati
3. Il nome secondo la struttura
93
3. 1 I nomi primitivi e i nomi derivati
93
3. 2 I nomi alterati
94
3. 3 I nomi composti
95
Un passo in pi: Capo + nome
97
Lanalisi grammaticale del nome
98
98
Esercizi graduati

UdA 5 Larticolo

104

Mappa
104
Che cos larticolo
105
1. Larticolo determinativo
106
1. 1 Qual la sua forma
106
1. 2 Quando si usa larticolo determinativo
107
108
Esercizi graduati
2. Larticolo indeterminativo
111
2. 1 Qual la sua forma
111
2. 2 Quando si usa larticolo indeterminativo 112
112
Esercizi graduati

3. Larticolo partitivo
3. 1 Qual la sua forma
3. 2 Quando si usa larticolo partitivo
4. Quando non si usa larticolo
Larticolo nel dizionario
Lanalisi grammaticale dellarticolo
Esercizi graduati

117
117
117
118
118
119
120

UdA 6 Laggettivo

122

appa
M
122
Che cos laggettivo
123
1. Gli aggettivi qualificativi
124
1. 1 Il genere e il numero degli aggettivi
qualificativi
125
1. 2 La concordanza dellaggettivo
127
1. 3 Gli aggettivi primitivi e gli aggettivi derivati 128
1. 4 Gli aggettivi alterati e gli aggettivi composti 129
1. 5 Laggettivo con funzione di sostantivo
130
1. 6 Laggettivo con funzione avverbiale
130
1. 7 La posizione dellaggettivo qualificativo
130
132
Esercizi graduati
2. I gradi dellaggettivo qualificativo
144
2. 1 Il comparativo
144
2. 2 Il superlativo
145
Un passo in pi: Il suffisso -issimo
146
Laggettivo qualificativo nel dizionario
148
Lanalisi grammaticale
149
dellaggettivo qualificativo
150
Esercizi graduati
3. Gli aggettivi determinativi
156
3. 1 Gli aggettivi possessivi
157
3. 2 Gli aggettivi dimostrativi
159
3. 3 Gli aggettivi identificativi
160
3. 4 Gli aggettivi numerali
161
Gli aggettivi numerali cardinali
161
Gli aggettivi numerali ordinali
163
Un passo in pi: I numeri romani
164
Gli aggettivi numerali moltiplicativi
166

VII

Gli aggettivi numerali distributivi


166
Gli aggettivi numerali frazionari
166
Gli aggettivi numerali collettivi
167
3. 5 Gli aggettivi indefiniti
168
Un passo in pi:
Derivazione di alcuni aggettivi indefiniti 168
Un passo in pi: Significato e usi
170
particolari di alcuni aggettivi indefiniti
3. 6 Gli aggettivi interrogativi
171
3. 7 Gli aggettivi esclamativi
172
Laggettivo determinativo nel dizionario
172
Lanalisi grammaticale
173
dellaggettivo determinativo
174
Esercizi graduati

UdA 7 Il pronome

184

appa
M
184
Che cos il pronome
185
1. La funzione di pronome
185
Un passo in pi:
La funzione di collegamento del pronome 186
2. I vari tipi di pronome
186
3. I pronomi personali
187
3. 1 I pronomi personali soggetto
189
Un passo in pi:
I pronomi di cortesia o allocutivi
191
3. 2 I pronomi personali complemento
192
3. 3 I pronomi personali riflessivi
195
Lanalisi grammaticale
196
del pronome personale
197
Esercizi graduati
4. I pronomi possessivi
204
205
Esercizi graduati
5. I pronomi dimostrativi e identificativi
208
209
Esercizi graduati
6. I pronomi indefiniti
212
Esercizi
graduati
214

7. I pronomi relativi
217
7. 1 I pronomi relativi doppi o misti
218

VIII

Esercizi graduati
8. I pronomi interrogativi ed esclamativi
9. I pronomi numerali
Lanalisi grammaticale
degli altri tipi di pronome
Il pronome nel dizionario
Esercizi graduati

224
225
225

UdA 8 Il verbo

228

appa
M
Che cos il verbo

228
229

PRIMA parte
Il verbo secondo la forma

231

1.
2.
3.
4.

La radice e la desinenza

219
222
223

231

La persona e il numero
231
I modi
233
I tempi
234
Un passo in pi: Come rintracciare un verbo 236
5. Laspetto dellazione
236
237
Esercizi graduati

Seconda parte
Luso e il modo dei tempi

243

1. Lindicativo e i suoi tempi

243

1. 1 Il presente

Un passo in pi: Presente come futuro


1. 2 Limperfetto
1. 3 Il passato prossimo
1. 4 Il passato remoto
1. 5 Il trapassato prossimo
1. 6 Il trapassato remoto
1. 7 Il futuro semplice
1. 8 Il futuro anteriore
2. Il congiuntivo e i suoi tempi

243
244
244
245
245
246
246
246
247
247

2. 1 Il presente

249

2. 2 Limperfetto
2. 3 Il passato
2. 4 Il trapassato
3. Il condizionale e i suoi tempi

249
249
250
250

2. I verbi servili
3. I verbi fraseologici

3. 1 Il presente
3. 2 Il passato
4. Limperativo

251
251
252

QUINTA parte
Il verbo secondo la flessione

306

5. Linfinito e i suoi tempi


6. Il participio e i suoi tempi
7. ll gerundio e i suoi tempi

253

1. La coniugazione del verbo

306

256

Un passo in pi: Le coniugazioni latine


2. La coniugazione dei verbi ausiliari

307
308

Un passo in pi:
Usi particolari del gerundio
Esercizi graduati

3. La coniugazione attiva

310

257
257

3. 1 La prima coniugazione attiva

La coniugazione passiva

310
312
314
316

La coniugazione riflessiva

317

I verbi difettivi

318

I verbi sovrabbondanti

319

I verbi irregolari

320

TERZA parte
Il verbo secondo il significato: il genere e la forma
1. Il genere del verbo:

254

272

transitivo e intransitivo

272

Il verbo nel dizionario:


Verbi transitivi e intransitivi
2. La forma del verbo: attiva e passiva

274
275

2. 1 La costruzione della forma passiva

Un passo in pi: Si passivante


2. 2 Trasformazione della frase dalla
forma attiva alla forma passiva
3. La forma riflessiva

276
276
277
278

278
3. 2 La forma riflessiva apparente
279
3. 3 La forma riflessiva reciproca
279
3. 4 La forma pronominale
279
Il verbo nel dizionario: La forma riflessiva 280
4. I verbi impersonali
281

296
297

Esercizi graduati

298

3. 2 La seconda coniugazione attiva


3. 3 La terza coniugazione attiva

4.
5.
6.
7.
8.

Il verbo nel dizionario: I verbi irregolari


8. 1 I verbi irregolari della prima coniugazione
8. 2 I verbi irregolari della seconda
coniugazione
8. 3 I verbi irregolari della terza coniugazione
Lanalisi grammaticale del verbo
Esercizi graduati

321
321
322
329
330
331

3. 1 La forma riflessiva propria

Esercizi graduati

282

Q UARTA parte
I verbi di servizio

294

1. I verbi ausiliari

294

Il verbo nel dizionario: Uso degli ausiliari 295

MODULO 3
Morfologia Parti invariabili

340

UdA 9 Lavverbio

342

appa
M
Che cos lavverbio
1. La posizione dellavverbio

342
343
344

2. La forma degli avverbi

344

IX

Un passo in pi:
Da nome a suffisso avverbiale
3. Lavverbio secondo il significato
3. 1 Gli avverbi qualificativi (o di modo)

345
346

Avverbi di luogo
Avverbi di tempo
Avverbi di quantit
Avverbi di valutazione
Avverbi interrogativi ed esclamativi
3. 3 Altri avverbi
4. I gradi e le alterazioni dellavverbio

346
347
347
348
349
349
350
350
351

Lavverbio nel dizionario


Lanalisi grammaticale dellavverbio
Esercizi graduati

353
354
355

3. 2 Gli avverbi determinativi

La congiunzione nel dizionario


385
Lanalisi grammaticale della congiunzione 385
386
Esercizi graduati

UdA 12 Linteriezione

390

appa
M
Che cos linteriezione
Un passo in pi:
In principio era linteriezione
1. Linteriezione secondo la forma e il
significato

390
391
391
392

2. Le onomatopee

392
Un passo in pi: Le onomatopee nei fumetti 393
393
Linteriezione nel dizionario
394
Lanalisi grammaticale dellinteriezione
394
Esercizi graduati

UdA 10 La preposizione

362

appa
M
Che cos la preposizione
1. Le preposizioni proprie

362
363
364

Un passo in pi:


Particolarit delle preposizioni
2. Le preposizioni improprie

MODULO 4
Sintassi della frase semplice

365
367

Mappa

400

Un passo in pi:


Uso delle preposizioni improprie
La preposizione nel dizionario
3. Le locuzioni prepositive

367
368
369

UdA 13 La frase

401

Che cos la frase


1. La frase semplice e la frase complessa
o periodo
2. La frase minima
3. Come si espande la frase minima
Esercizi graduati

401
401
402
403
405

UdA 14 Il soggetto

409

Lanalisi grammaticale della preposizione 370


371
Esercizi graduati

UdA 11 La congiunzione

380

appa
M
Che cos la congiunzione

380
381

1. La congiunzione secondo la forma


2. La congiunzione secondo la funzione

381

2. 1 Le congiunzioni coordinative
2. 2 Le congiunzioni subordinative

382
382
383

398

Che cos il soggetto


409
1. Le parole che possono svolgere la
funzione di soggetto
410
2. Il gruppo del soggetto
411
3. La posizione del soggetto
411

4. I tipi di soggetto
4. 1 Il soggetto sottinteso
4. 2 Il soggetto mancante
4. 3 Il soggetto partitivo
Esercizi graduati

412
412
412
413
414

UdA 15 Il predicato

418

Che cos il predicato


1. Il gruppo del predicato
2. I diversi tipi di predicato
2. 1 Il predicato verbale
2. 2 Il predicato nominale
2. 3 Il predicato con i verbi copulativi e il
complemento predicativo del soggetto
3. La frase nominale
Esercizi graduati

418
419
420
420
421

UdA 16 Lattributo e lapposizione

432

Quali elementi espandono la frase


1. Lattributo
2. Lapposizione
Esercizi graduati

432
432
434
435

UdA 17 I complementi

441

Che cosa sono i complementi


1. La classificazione dei complementi
Un passo in pi:
Complementi necessari e non necessari
Esercizi graduati

441
442
443
444

UdA 18 Il complemento oggetto

447

Che cos il complemento oggetto


1. Le parti del discorso come
complemento oggetto
2. Il complemento oggetto partitivo
3. La posizione del complemento oggetto
4. Il complemento predicativo delloggetto

447

422
423
424

448
449
449
450

Come fare lanalisi logica


Esercizi graduati

451
454

UdA 19 I complementi indiretti primo gruppo 460


1.
2.
3.
4.

Il complemento di specificazione
Il complemento di denominazione
Il complemento partitivo
Il complemento di paragone
Esercizi graduati

460
462
463
464
466

UdA 20 I complementi indiretti secondo gruppo 474


1.
2.
3.
4.

Il complemento di termine
474
I complementi dagente e di causa efficiente 475
Il complemento di mezzo o strumento
477
Il complemento di modo o maniera
478
480
Esercizi graduati

UdA 21 I complementi indiretti terzo gruppo 487


1. I complementi di luogo
1. 1 Il complemento di stato in luogo
1. 2 Il complemento di moto a luogo
1. 3 Il complemento di moto da luogo
1. 4 Il complemento di moto per luogo
Un passo in pi:
I complementi di luogo figurato
2. Il complemento di origine o provenienza
3. Il complemento di allontanamento
o separazione
4. I complementi di tempo
4. 1 Il complemento di tempo determinato
4. 2 Il complemento di tempo continuato
Esercizi graduati

487
487
488
489
490
491
491
492
493
494
495
497

UdA 22 I complementi indiretti quarto gruppo 508


1. Il complemento di causa
508
2. Il complemento di fine o scopo
509
3. Il complemento di compagnia e di unione 510

XI

Un passo in pi:
Locuzioni con la preposizione a
4. Il complemento di rapporto o relazione
5. Il complemento di argomento
Esercizi graduati

511
511
512
514

MODULO 5
Sintassi della frase complessa

560

Mappa

562

UdA 23 I complementi indiretti quinto gruppo 521

UdA 25 La frase complessa o periodo

563

1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.

Che cos il periodo


1. Le proposizioni principali, coordinate
e subordinate
Un passo in pi:
La posizione della proposizione principale
2. Il periodo semplice, composto e complesso
Esercizi graduati

563

565
566
567

UdA 26 La proposizione principale

570

Che cos la proposizione principale


1. I vari tipi di proposizione principale
2. Le proposizioni incidentali
Esercizi graduati

570
570
572
573

UdA 27 La coordinazione

577

Che cos la coordinazione


1. Le diverse modalit di coordinazione
2. I vari tipi di proposizioni coordinate
Esercizi graduati

577
578
578
579

UdA 28 La subordinazione

582

Il complemento di materia
521
Il complemento di qualit
522
Il complemento di limitazione
523
Il complemento di et
524
Il complemento di colpa
525
Il complemento di pena
526
I complementi di vantaggio e di svantaggio 527
I complementi di abbondanza
e di privazione
528
Esercizi
graduati
530

UdA 24 I complementi indiretti sesto gruppo 541


1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.

Il complemento di stima
Il complemento di prezzo
Il complemento di peso
Il complemento di estensione
Il complemento di distanza
Il complemento di sostituzione o scambio
Il complemento di esclusione
Il complemento concessivo
Il complemento distributivo
Il complemento di vocazione
Il complemento di esclamazione
Tabella di riepilogo:
le preposizioni e i complementi
Esercizi graduati

XII

541
542
543
543
544
545
545
546
547
548
548
550
553

he cos la subordinazione
C
Un passo in pi:
Lordine della subordinazione
1. I gradi della subordinazione
2. Le subordinate esplicite e implicite
2. 1 Quando e come usare le forme implicite
ed esplicite
3. La classificazione delle proposizioni
subordinate

564

582
582
582
585
586
587

Come fare lanalisi logica del periodo


Esercizi graduati

588
590

UdA 29 Le proposizioni subordinate sostantive 594


Che cosa sono le proposizioni
subordinate sostantive
1. La proposizione soggettiva
2. La proposizione oggettiva
3. La proposizione dichiarativa o esplicativa
4. La proposizione interrogativa indiretta
e dubitativa
Esercizi graduati

594
594
595
597
599
601

UdA 30 Le proposizioni subordinate relative 610


Che cosa sono le proposizioni subordinate relative 610
1. La proposizione relativa propria
o attributiva-aggettiva
611
2. La proposizione relativa impropria
612
612
Esercizi graduati

4.
5.
6.
7.
8.
9.

La proposizione eccettuativa
637
La proposizione avversativa
638
La proposizione esclusiva o privativa
639
La proposizione aggiuntiva
639
La proposizione locativa
640
La proposizione condizionale
641
9. 1 Il periodo ipotetico
641
Tabella di riepilogo:
le congiunzioni e le subordinate esplicite 644
Tabella di riepilogo:
i modi verbali e le subordinate implicite 645
645
Esercizi graduati

UdA 33 Il discorso diretto e indiretto

Che cosa sono il discorso diretto e indiretto


656
1. Il discorso diretto
656
2. Il discorso indiretto
657
3. Dal discorso diretto al discorso indiretto 657
Un passo in pi: Il discorso indiretto libero 660
661
Esercizi graduati

UdA 31 Le proposizioni subordinate


complementari indirette primo gruppo 616
Che cosa sono le proposizioni subordinate
complementari indirette
1. La proposizione temporale
2. La proposizione finale
3. La proposizione causale
4. La proposizione modale
5. La proposizione strumentale
6. La proposizione consecutiva
Esercizi graduati

616
616
617
618
620
621
622
623

UdA 32 Le proposizioni subordinate


complementari indirette secondo gruppo 634
1. La proposizione concessiva
2. La proposizione comparativa
3. La proposizione limitativa

656

634
635
636

XIII

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

19-11-2010

10:09

Modulo 1

Pagina 2

Fonologia

Vocali damore

Contenta Sara adesso?


Paolo ha lo sguardo furioso.
Sei la solita permalosa e rovini tutto.
Lo sguardo furioso diventa pi furioso ed io mi accartoccio come il foglio di carta che avvolge
il panino quando il panino viene mangiato e la carta buttata nel cesto.
Ho combinato un disastro.
Al solito. Combino disastri da quando mi ricordo.
Paolo, invece, lui perfetto. O quasi. Ma tanto su quel quasi nessuno ci mette locchio.

questo il messaggio che ho scritto per Paolo destinato a Giulia.


Ed ho combinato il disastro.
Paolo io lo conosco da quando sono nata e lui conosce me. Lui il mio grande amico. Un cavolo
io sono innamorata pazza di lui. Io per lui sono la sua grande amica. Quel tipo di amica a cui
puoi dire che puzza, che ha i capelli da far paura, che ha le gambe storte...
E io per rimanere almeno amica rido pure delle sue battute che mi trapassano il cuore e per
farmi ancora pi male gli scrivo i messaggi di appuntamenti che vuol dare alle sue belle.
Con Giulia poi voleva fare qualcosa di particolare una cosa originale tanto da lasciarla stupita.
Ho provato a suggerirgli di mandare un messaggio con il cellulare come fanno tutti, ma lui ha
tirato fuori la sua aria da conquistatore.
No, no stavolta sento che quella giusta.

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

19-11-2010

10:09

Pagina 3

Il cellulare scontato per una intelligente


come lei.
Ma dai, se la conosci da un mese! E poi abbiamo
solo tredici anni.
Allora diciamo che quella giusta per questo mese!
Mi ero rassegnata a scrivere questo maledetto messaggio.
A dire la verit quando non pensavo al contenuto e allo
scopo, mi divertivo pure a scriverlo e a pensare che bastava
combinare 21 lettere per inventare un mare di parole, per descrivere il mondo e i sogni.
Portai il biglietto a Paolo che non mi disse neppure grazie. Troppo
preso dallappuntamento.
Che non avvenne mai.
Che cavolo ne potevo sapere io che quella aveva problemi a riconoscere le
vocali dalle consonanti le vocali?? Sono solo cinque.
Giulia non aveva mica fatto la fatica di contare fino a due per cui non ci ha
capito niente. Non si era neppure degnata di andare a studiarsi le vocali e le consonanti. Mi prende la rabbia mista alla tristezza. La prof spiega luso dellaccento
fonico, una cosa invisibile che ti mette ko tipo acctta e acctta. Giovanni acctta
unacctta.
Io quasi piango e vorrei unacctta, quella con laccento acuto per tagliare un po di teste.
Paolo sembra agitato. Mi guarda. Forse ha visto una lacrima scivolare da qualche parte.
Sento il mio cellulare vibrare. Ero sicura di averlo spento. La curiosit tanta. Lo sfilo dalla
tasca dello zaino e guardo. 1 messaggio ricevuto. Leggi. Leggo.
Colto da improvviso istupidimento, chiedo perdono. Pizza stasera?
Deglutisco e impallidisco. Arrossisco e respiro forte.
Il mittente del messaggio si trova a dieci centimetri da me. Sul banco che odora di candeggina,
anzi di viole e di lavanda. Nascosta dal dizionario digito la risposta e sorrido. Molto.
La prima di Sara, la seconda di d, sinonimo di giorno. Per tre volte.
Per evitare ogni tipo di fraintendimento, aggiungo:
Cio s, s, s.

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

Mod.

19-11-2010

10:09

Pagina 4

1 Fonologia

Mappa

FONOLOGIA
La punteggiatura

I suoni e le lettere
Lortografia

segni di punteggiatura
uso delle maiuscole
fonemi
grafemi

lettere dellalfabeto

sillaba

vocali

accento

digrammi
trigrammi

dittongo
trittongo
iato

divisione

tonico
grafico

elisione

troncamento

consonanti

Sapere

Saper fare

Conoscere i suoni e le lettere dellalfabeto.


Conoscere le combinazioni di suoni:

Collocare le parole in ordine alfabetico

dittongo, trittongo, iato, digrammi, trigrammi.


Conoscere le parole omografe.
Conoscere le principali regole ortografiche.
Conoscere le regole per dividere le parole in sillabe.
Conoscere gli accenti della lingua italiana e la loro
funzione.
Conoscere le regole dellelisione e del troncamento.
Conoscere i segni di interpunzione e le loro funzioni.
Conoscere luso della lettera maiuscola.

e saper consultare dizionari, elenchi...


Distinguere, pronunciare e scrivere correttamente le
combinazioni dei suoni.
Distinguere le parole omografe.
Applicare le regole per pronunciare e scrivere correttamente le parole.
Dividere le parole in sillabe e andare a capo correttamente.
Utilizzare laccento in modo corretto e distinguere le
parole in base alla sua posizione.
Applicare le regole dellelisione e del troncamento.
Usare la punteggiatura in modo corretto ed espressivo.
Usare correttamente la lettera maiuscola.

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

19-11-2010

10:09

Pagina 5

1 I suoni e le lettere

UdA

Che cos la fonologia


La fonologia (dal greco phon = voce e lgos = studio) studia la giusta pronuncia delle
parole (ortoepa) e ne insegna lesatta scrittura (ortografia).
Parlando si producono dei suoni detti fonemi che, combinandosi, danno luogo a parole
che trasmettono messaggi. Per produrre fonemi luomo utilizza gli organi dellapparato
fonatorio.
Laria emessa dai polmoni attraversa la trachea, arriva alla laringe dove si trovano le corde
vocali, due pieghe di tessuto muscolare in grado di vibrare aprendosi e chiudendosi. I
suoni prodotti da questa vibrazione subiscono modificazioni, perch laria passa nella
faringe e nella bocca e incontra vari organi: palato, lingua, denti, labbra; i suoni si diffondono poi nellaria.
A seconda di come si comportano gli organi toccati quando laria passa, si formano suoni
diversi. Questo processo chiamato fonazione.

cavit nasale
lingua
corde vocali

faringe
laringe
o trachea

1. Lalfabeto
Lalfabeto linsieme dei segni o grafemi con i quali si rappresentano i suoni di una
lingua; consente la trascrizione di parole e di frasi.
Le lettere dellalfabeto sono 21, si distinguono in vocali e consonanti e possono
essere scritte con caratteri minuscoli o maiuscoli:

Alfabeto: deriva da
(alfa) e (beta)
che sono le prime
due lettere dellalfabeto greco.

ABCDEFGHILMNOPQRSTUVZ
abcdefghilmnopqrstuvz
A queste lettere sono stati aggiunti altri cinque grafemi che vengono usati per scrivere le
parole straniere:
JKWXY

jkwxy

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

Mod.

19-11-2010

10:09

Pagina 6

Fonologia
Lalfabeto italiano risulta cos formato da 26 lettere disposte secondo il seguente ordine
alfabetico:
ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ
abcdefghijklmnopqrstuvwxyz

Nel dizionario, nellelenco telefonico, nelle enciclopedie le parole sono disposte in ordine alfabetico.
Per fare la ricerca di una parola si deve considerare la prima lettera, quella iniziale: anno prima
di barba che prima di zampa. Se la prima lettera uguale si considera la seconda: campo prima
di cena che prima di cibo. Se le prime due lettere sono uguali si considera la terza e cos via: libero
prima di lieto che prima di lima.

altri esercizi a p. 9

Disponi in ordine alfabetico le seguenti parole.


Orco zolla kiwi carro lampada cerbiatto Londra miele tuono lampione molla
casetta lunare limpido Walter ustione uva teso tornare jazz quadro xilofono.
1.
2.
3.
4.
5.
6.

7.
8.
9.
10.
11.
12.

13.
14.
15.
16.
17.
18.

pi
Un passo in
Breve storia della scrittura
Luomo primitivo tent di esprimersi con incisioni,
graffiti e disegni, realizzati sulle pareti delle grotte e
oggi considerati come le prime espressioni dellarte
umana. Sono scene di caccia, di raccolta, di fenomeni naturali, di animali realisticamente raffigurati.
Si possono trovare vari esempi nelle grotte di
Altamira, di Lascaux e della Val Camonica, dove gli
antichi abitanti, i Camuni, nell8000 a.C. hanno inciso sulla pietra immagini molto stilizzate. Le figure di
persone, di animali e di cose sono servite per riti
magici legati alla caccia e per raccontare esperienze, fatti ed eventi: costituiscono una forma primitiva
di scrittura detta pittografica.

iPitture rupestri

19.
20.
21.
22.

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

19-11-2010

10:09

Pagina 7

I suoni e le lettere

UdA

merci nel Mediterraneo e lungo le coste dellAtlantico,


che per esigenze pratiche crearono una scrittura di 22
segni corrispondenti ognuno a un suono (alfabeto
fonetico). I Greci poi adattarono la scrittura fenicia alle
loro esigenze, aggiungendovi le vocali che i Fenici e gli
Egizi pronunciavano, ma non scrivevano. I suoni che
possono essere articolati per parlare sono una trentina,
e circa altrettanti i segni grafici corrispondenti, con i
quali possono essere scritte migliaia di parole. Le regole per combinare i segni sono abbastanza facili e gi nel
primo anno della scuola primaria un bambino impara a
scrivere e a raggiungere quel traguardo che nella storia
dellumanit costato il lavoro di millenni.

iGeroglifici
In essa le figure comunicano un pensiero, non le
parole: non perci facile comprendere il messaggio trasmesso. A partire dal 3000 a.C. gli Egizi utilizzarono i geroglifici: figure che potevano avere pi
significati, ognuna delle quali era simbolo di unidea
in qualche modo legata alloggetto rappresentato.
La scrittura geroglifica pu quindi essere definita
ideografica. I disegni furono poi usati non solo
come ideogrammi, ma anche per esprimere i suoni
emessi dalla voce nel pronunciare la parola rappresentata: vennero usati quindi come segni fonetici.
Furono poi i Fenici, popolo semita dedito ai com-

2.

i Scrittura fenicia

I fonemi e i grafemi

Il fonema un suono elementare; serve per formare le parole e distinguerle una


dallaltra. Il grafema ununit grafica minima; serve per scrivere le parole e distinguerle una dallaltra.
Di solito a ogni grafema (o lettera) dellalfabeto corrisponde un suono o fonema.
In alcuni casi, per, a un grafema corrispondono pi fonemi: ad esempio al grafema c corrisponde il suono /c/ duro della parola casa e il suono /c/ dolce della parola cedro.
LAssociazione Fonetica Internazionale (AFI) ha realizzato un sistema di trascrizione
fonetica che permette di rappresentare i fonemi di tutte le lingue in modo unitario, ponendole sempre fra due barrette oblique: /a/ /b/
Per utilizzare lalfabeto fonetico internazionale necessario tener conto delle seguenti regole:
i simboli indicanti i fonemi sono posti fra due linee oblique;
la vocale su cui cade laccento (tonica) indicata con il segno ` posto prima della sillaba.
Fai attenzione: ci sono suoni per i quali non esiste nel nostro alfabeto una lettera specifica corrispondente.
Per trascriverli necessario ricorrere a una doppia lettera: nelle parole figlio, sceriffo,
bign, le doppie lettere gl, sc e gn rappresentano un unico suono.

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

Mod.

19-11-2010

10:09

Pagina 8

Fonologia

Lettere o grafemi
a
b
c
d
e
f
g
h
i
j
k
l
m
n
o
p
q
r
s
t
u
v
w
x
y
z

Suoni o fonemi

Esempi

/ a/
/ b/
/ t/
/ k/
/ d/
/ e/
/ /
/ f/
/d/
//
/ i/
/ i/
/ k/
/ l/
/ m/
/n /
/ o/
/ /
/ p/
/ q/
/ r/
/ s/
//
/ t/
/ u/
/v/
/w/
/cs/
/ i/
/ ts/
/ ds/

ape
banco
cedro
casa
dito
rte
bne
fatto
gente
gabbia
hotel
indice
jolly
karaoke
luna
moto
nave
sle
btta
pino
quadro
remo
salone
sbarra
topo
uovo
vino
wafer
box
yogurt
amicizia
zebra

altri esercizi a p. 10

Usando i seguenti grafemi scrivi parole dal significato compiuto.


p-a-z-a-i-z .................................. r-t-o-u-r-a-t ..........................
ramo
m-o-a-r orma,
....................................
a-o-n-n .................................. a-i-n-a-m .................................... n-o-u-o-t ....................................

t-t-r-o-a
r-c-o-a

..................................
..................................

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

19-11-2010

10:09

Pagina 9

duati
Esercizi gra

I suoni e le lettere

UdA

LALFABETO
1 SISTEMA IN ORDINE ALFABETICO i seguenti gruppi di parole.
1.
2.
3.
4.
5.

Borsa arco pugnale carne suola finestra.


Dente dito digitale diurno domani dromedario.
Lampione lanterna lumaca limpido limone lontananza.
Martello jazz fusto koala sincerit sibilo.
Xilofono ardesia stanchezza wafer jolly cestino.

2 Le lettere che compongono le parole delle seguenti frasi sono state unite in modo errato.
RIORDINALE e RISCRIVI le frasi in modo che abbiano un senso compiuto.
1.
2.
3.
4.
5.

Iltram a rriva tosubito.


Ierilas tra daerainter rotta.
Hofa ttota rdiascu ola.
Nellapento la rima stodelriso.
Marce llohai ca pellico rti.

...............................................................................................................................................
...............................................................................................................................................
...............................................................................................................................................
...............................................................................................................................................
...............................................................................................................................................

3 In ognuna delle parole elencate RICONOSCI altre due parole e RISCRIVILE. Attento, le
possibilit sono anche pi di due!
orchi
dea
orchidea
..............................
..................................
amicizia
..............................
..................................
accorgimento .............................. ..................................
sentiero
..............................
..................................
interiezione
..............................
..................................

venditore
educazione
rigorosamente
scambieremo
accarezzare

..............................

..................................

..............................

..................................

..............................

..................................

..............................

..................................

..............................

..................................

Regole in
Il gioco delle colonne
Ciascun giocatore divida un foglio in un numero variabile di colonne, ognuna delle quali dedicata a una categoria (animali, citt, cantanti). Sorteggiate una lettera dellalfabeto. Entro un tempo fissato, tutti i partecipanti devono individuare per ogni tipologia un nome iniziante per la lettera estratta. Confrontate le scelte e
assegnate un punteggio per ogni risposta: 10 punti se il nome scelto non stato individuato dagli altri giocatori; 5 se anche altri giocatori lo hanno individuato. Sorteggiate unaltra lettera e riprendete il gioco.

4 SISTEMA IN ORDINE ALFABETICO le seguenti parole straniere.


Hotel staff boy killer broker jolly ring corner set wurstel week-end yogurt
thriller jumbo hobby caravan hamburger buffet kiwi pullman stand box
yo-yo jeep game boy.
..................................................................................................................................................................................................................................
..................................................................................................................................................................................................................................
..................................................................................................................................................................................................................................

5 ELENCA IN ORDINE ALFABETICO i nomi di venti animali.


..................................................................................................................................................................................................................................
..................................................................................................................................................................................................................................

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

Mod.

19-11-2010

10:09

Pagina 10

duati
a
r
g
i
z
i
c
r
Ese

Fonologia

I FONEMI E I GRAFEMI
6 LEGGI ad alta voce le seguenti coppie di parole e SOTTOLINEA in rosso i grafemi a cui

corrispondono fonemi diversi.


Camino, cestino gabbia, giraffa sasso, sgomento petali, avere zeta, lezione ciurma,
curva ventotto, amore giro, gallina rosa, sedia zero, delizia.

7 PREMETTI grafemi differenti ai seguenti gruppi di lettere per ottenere parole di significato
diverso.
......ane ......anno ......asto ......ente ......ena ......ento ......ane ......anno
......ena ......ento ......ane ......anno ......asto ......ente ......ena ......ento.

......asto

......ente

Regole in
Trova la rima
Dividetevi in gruppi di 4 o 5 persone e in un tempo stabilito trovate il maggior numero di parole possibili che
facciano rima con le seguenti.
Caff apparecchio agnello scena assenza cesto dolcezza aceto.

8 SOSTITUISCI la prima lettera di ognuna delle seguenti parole con unaltra per ottenere
parole di significato diverso.

zolla
zelo
vite
serra
porta

...........................
...........................
...........................
...........................
...........................

tarlo
castello
suono
moto
gamba

...........................
...........................
...........................
...........................
...........................

campione ...........................
lista
...........................
petto
...........................
lardo
...........................
rapace ...........................

valutare
bianco
fuori
dotto
denso

...........................
...........................
...........................
...........................
...........................

9 CAMBIA lordine dei grafemi per ottenere parole di significato diverso.


pipa
vena
cena

papi
...........................
...........................
...........................

roca
toro
castori

...........................
...........................
...........................

pali
doni
mare

...........................
...........................
...........................

sopra
tale
nano

...........................
...........................
...........................

10 AGGIUNGI una lettera a ciascuna delle seguenti parole per formare una parola di significato diverso.
pio
...........................
oste
...........................
banco
...........................
sono
...........................

casa
arte
mese
zio

...........................
...........................
...........................
...........................

camino
finge
odio
ero

...........................
...........................
...........................
...........................

mano
mole
dito
rido

...........................
...........................
...........................
...........................

11 ELIMINA una lettera da ciascuna parola per formare una parola di significato diverso.
destro
sposa
cammino

10

...........................
...........................
...........................

arido
sodio
stella

...........................
...........................
...........................

rossa
esterna
dieta

...........................
...........................
...........................

manto

...........................

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

19-11-2010

10:09

Pagina 11

I suoni e le lettere

3.

UdA

Le vocali

I suoni delle vocali sono prodotti dallaria emessa dai polmoni senza incontrare
ostacoli; le vocali possono essere pronunciate senza laiuto di altri suoni.
Lalfabeto italiano comprende cinque grafemi vocalici:
aeiou

a, e, o sono dure o forti perch hanno una sonorit ben distinta;


i, u sono dolci o deboli perch davanti ad altre vocali perdono sonorit.
I fonemi sono per sette perch e ed o si possono pronunciare chiuse o aperte; tale pronuncia segnalata dal dizionario con laccento fonico grave (, )
o acuto (, ) ma non viene indicato nella scrittura.
Molte sono le parole omografe (scritte in modo uguale) che hanno significato
diverso a seconda che la vocale si pronunci aperta o chiusa.

aperta

chiusa

venti

vnti

(plurale di vento)

vnti

(numero venti)

tema
mente

tma
mnte

(componimento)
(dal verbo mentire)

tma
mnte

esca
collega

sca
collga

(dal verbo uscire)


(nome)

sca
collga

(dal verbo temere)


(sede dei pensieri
e dei ragionamenti)
(nome)
(verbo collegare)

aperta
volgo
fossi
rosa
posta

vlgo
fssi
rsa
psta

(dal verbo volgere)


(plurale di fosso)
(nome)
(nome)

chiusa
vlgo
fssi
rsa
psta

(nome)
(dal verbo essere)
(dal verbo rodere)
(dal verbo porre)

altri esercizi a p. 13

Nelle frasi seguenti cancella la parola errata. Se non sei sicuro consulta il dizionario.
1. Marco un uomo molto clto/clto.
2. La domanda stata psta/psta con scarsa chiarezza.
3. sca/sca subito di qui!
4. Il boscaiolo taglia gli alberi con lacctta/acctta.
5. Ho incontrato in piazza il collga/collga del babbo.
6. Sono state accettate solo vnti/vnti domande.
7. La pallottola fece un fro/fro nel muro.
8. Sono stati discussi due nuovi disgni/disgni di legge.
9. Per andare a casa di Luca devi attraversare due fssi/fssi.

11

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

Mod.

19-11-2010

10:09

Pagina 12

Fonologia

4.

I dittonghi e i trittonghi

Il suono del campanello squillante.


La piuma bianca del gabbiano si pos sullacqua.
I gruppi di vocali evidenziati si pronunciano con ununica e breve emissione di voce: formano un dittongo.
I dittonghi sono formati dallunione delle vocali i o u con unaltra vocale per lo pi
accentata, oppure dallunione di i e u fra di loro.
I possibili dittonghi sono:
i, i, i, i: piano, piede, fioco, fiume;
u, u, u, u: guardia, guerra, guida, uomo;
i, i, i, i: mai, lei, poi, lui;
u, u: pausa, neutro.
Tre vocali che si pronunciano con ununica emissione di voce formano un trittongo.
I trittonghi sono costituiti dallunione delle vocali i ed u o dallunione di due i non
accentate con unaltra vocale per lo pi accentata.
I possibili trittonghi sono:
ii, ii: cambiai, miei;
ui, ui: attuai, suoi;
iu: aiuola.
Le vocali che formano un dittongo o un trittongo costituiscono una sola sillaba e non si
separano.
I dittonghi i e u nelle parole derivate e nella coniugazione dei verbi si trasformano nelle
vocali semplici e e o perdendo la i quando il dittongo non accentato. Sono per questo
detti dittonghi mobili:
fuoco D focoso, focolare

muore D morente, moriva

piede D pedone, pediluvio

Le vocali i ed u non formano dittongo nei gruppi:


cia (cie, cio, ciu), gia (gie, gio, giu), glia (glie, glio, gliu), scia (scie, scio, sciu), gua (gue, gui, guo), qua
(que, qui, quo) perch la i rende dolci la g e la c e la u rende dura la g e accompagna sempre la q:
in questi casi sono solo segni grafici.

12

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

19-11-2010

10:09

Pagina 13

I suoni e le lettere

5.

UdA

Lo iato

Teatro, poeta, baule.


Le due vocali evidenziate nelle parole si pronunciano separatamente con due emissioni
distinte di voce: formano uno iato.
Lo iato si ha:
quando si incontrano tra loro le vocali a, e, o: po-e-ta, cre-a-to, a-or-ta;
quando le vocali si incontrano con i, u accentate: ba-u-le, mi-o, bu-e;
nelle parole composte con i prefissi re-, ri-, bi-, tri-: re-a-zio-ne, ri-u-nio-ne, bi-en-na-le,
tri-an-go-lo.
Nella divisione in sillabe le vocali di uno iato devono essere separate.

altri esercizi a p. 15

Inserisci nella tabella le parole seguenti che contengono dittonghi (sono 9), trittonghi (sono 4), iati (sono 7).
Ieri scuola causa maestro due poema Paola variante aiuto invidia suoi riunire
Maria maest fioco guai orzaiolo maiale buoi miei.

Dittonghi

Trittonghi

Iati

...........................................................................

...........................................................................

...........................................................................

...........................................................................

...........................................................................

...........................................................................

...........................................................................

...........................................................................

...........................................................................

...........................................................................

...........................................................................

...........................................................................

...........................................................................

...........................................................................

...........................................................................

duati
a
r
g
i
z
i
c
r
e
s
E
LE VOCALI
1 CAMBIA la vocale in neretto per FORMARE una nuova parola.
cervo ....................................... arto .......................................... affetto ....................................
sala .......................................... palo ......................................... mento ....................................
pane ........................................ tetto......................................... tenda ......................................
muta ....................................... cera .......................................... ira .............................................

pasto ......................................
stanco ....................................
getto .......................................
foro ..........................................

2 SCRIVI sul quaderno cinque parole che contengano tre vocali diverse e cinque che ne con-

tengano quattro.
Es: maschile (tre vocali: a, i, e), fuori (tre vocali: u, o, i), mulinello (quat....................................................................................................................................................................................................................................
tro vocali: u, i, e, o).
....................................................................................................................................................................................................................................

13

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

Mod.

19-11-2010

Fonologia

10:09

Pagina 14

duati
Esercizi gra

3 SCRIVI dieci parole omovocaliche (che contengono solo la stessa vocale).

birilli, sogno.
Es: amara,
..........................................................................................................................................................................................................................
...................................................................................................................................................................................................................................
...................................................................................................................................................................................................................................

4 TROVA alcune parole panvocaliche (che contengono tutte le cinque vocali).


audizione, bruciatore.
Es: aiuole,
..........................................................................................................................................................................................................................
...................................................................................................................................................................................................................................

Regole in
Con tutte le vocali
Dividetevi in tre gruppi e gareggiate per trovare il maggior numero di parole panvocaliche. Si tratta di quelle
parole che contengono tutte e cinque le vocali.

5 INSERISCI nei gruppi di lettere le vocali in modo da ottenere parole di senso compiuto.
Le definizioni date accanto ti potranno aiutare.
sc.....
Servono per sciare.
c.....mpl..........nn..... Si festeggia il giorno in cui si
nati.
.....l.....f.....nt.....
Lanimale con la proboscide.
c.....p.....rch.......... Si appoggia sui tegami.
r.....m.....r.....
Si percepiscono con le orecchie.

pr.....s.....p.....
f.....rb.....c.....
.....sc.....ns.....r.....
s.....m.....f.....r.....
t.....l.....f.....n.....

Si allestisce per Natale.


Servono per tagliare.
Serve per salire.
Si trova spesso in un incrocio
stradale.
Serve per comunicare.

6 AGGIUNGI ai seguenti gruppi di consonanti le vocali per ottenere parole di senso compiuto.
BOSCO
BSC ......................................
FST ......................................
PGG ......................................
PRL ......................................

RM ......................................
CRS ......................................
CRRR ....................................
PRLR .....................................

SGNR .................................
SLTT ......................................
PRBLM .................................
TRN ......................................

RRST ...................................
TGR ......................................
MLL ......................................
PNN ......................................

7 SEGNA sulla vocale e, presente nelle parole, laccento grave () o acuto (). Puoi servirti del

dizionario.
Violento cena tetto zecca onorevole coperchio gelo cammello faccenda legno
zeta senza ricchezza stella becco peso perla verde pentola finestra interno presto crescita punteggio.

8 SEGNA sulla vocale o, presente nelle parole, laccento grave () o laccento acuto (). Puoi

servirti del dizionario.


Solito gloria occhio coro gioco enorme nozze cosa gettone donna bosco
colombo frode vergogna bomba ferocia moto rospo risorsa ombra coro
organo torsolo polipo logica gomito forte sposa.

9 LEGGI ad alta voce le seguenti parole: attenzione allaccento.


Cra sta zlo slva gnte ttto scco snza tsta naturalmnte bellzza
faccnda piacvole incantsimo.

14

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

19-11-2010

10:09

Pagina 15

duati
Esercizi gra

I suoni e le lettere

UdA

10 A seconda di come le vocali e e o vengono pronunciate (aperte o chiuse) il significato di una


stessa parola (omografa) cambia. COMPONI una frase con ciascuno dei diversi significati.
SERVITI del dizionario per controllare laccento.

Vocale aperta

Vocale chiusa

psca

Ho
gustato una pesca matura.
....................................................................................

psca

Il....................................................................................
nonno ieri andato a pesca.

btte

....................................................................................

btte

....................................................................................

vlto

....................................................................................

vlto

....................................................................................

collga

....................................................................................

collga

....................................................................................

lgge

....................................................................................

lgge

....................................................................................

sca

....................................................................................

sca

....................................................................................

fsse

....................................................................................

fsse

....................................................................................

11 LEGGI ad alta voce le seguenti parole: attenzione allaccento.


Csa csta zlla ppolo mbra cuio orolgio pescatre errre umo stazine bastne esfago gettne.

12 LEGGI il seguente brano applicando le regole di pronuncia.


Ulisse sbriciol un sasso e lo volle offrire al ciclope Polifemo dicendogli che si trattava di un biscotto cotto test dalla maga Circe. Ma il ciclope, dopo quel dispettuccio del palo conficcato nel suo
povero occhio, piuttosto legnoso disse: Manger solamente una sacher viennese o un dolce francese. Astieniti da questi scherzi, Ulisse, o Nessuno, come dicesti di chiamarti. Sono grande e grosso ma mica fesso, e se anche un po goloso riconosco ancora un biscotto da un sasso!

Regole in
Lipogrammi in gara
Inventate alcune frasi o brevi testi in cui non compaiano mai una o pi vocali (si chiamano lipogrammi). Vincer
chi ha formulato il testo pi lungo. Es: Mi cuoci un uovo sodo? (nella frase non sono state usate le vocali a ed e).

I DITTONGHI, I TRITTONGHI E GLI IATI


13 SOTTOLINEA in rosso le parole contenenti un dittongo (sono 17) e in blu quelle che pre-

sentano un trittongo (sono 5).


Suono figlio lattaio cuore scoiattolo giocattolo puoi tuono dieci fiamma miei guai
aumento uovo violetta ambiente flauto suoi assaggiai sassaiola pieve peggiore.

14 SOTTOLINEA le parole contenenti uno iato.


Poema zaino fauce zio paura leone ideale trionfare riammettere triennio raucedine poesia rielaborazione riascoltare reagire boato aereo calzolaio miagolio.

15

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

Mod.

19-11-2010

10:09

Pagina 16

duati
a
r
g
i
z
i
c
r
Ese

Fonologia

15 COMPLETA le frasi con i gruppi di vocali; poi indica se hai aggiunto un dittongo (D)
(sono 8), un trittongo (T) (sono 3) o uno iato (I) (sono 4).
1. Ho incontrato Mar () in pzza () Gseppe () Verdi. - 2. La chve ()
del ble () sulla mensola. - 3. Se v () un ato () rivolgiti a Lgi (). - 4.
Il lne () spalancava annoto () le fci () - 5. I m () nonni vivono in un
pse () del Trentino. - 6. Mi p () elencare le caratteristiche di un trngolo ()

equilatero?

16 SCRIVI le parole con un dittongo mobile dalle quali derivano quelle riportate di seguito.
sonoro
cottura
scolaro
novit

suono
................................................
...............................................
...............................................
...............................................

mossa ...............................................
presidente ..............................................
celeste ...............................................
nocivo ...............................................

scossa ...............................................
letizia
...............................................
bont
...............................................
commosso .............................................

17 SCRIVI accanto a ciascuna parola contenente un dittongo mobile la parola derivata che
presenta la riduzione del dittongo in vocale semplice.

percuotere .............................................
fuori
...............................................
Siena
...............................................
lieto
...............................................

cieco
ruota
piede
dieci

...............................................
...............................................
...............................................
...............................................

muovere
fuoco
scuotere
nuovo

...............................................
...............................................
...............................................
...............................................

18 SCRIVI delle parole che contengano questi dittonghi.


i
i
i

..........................................
..........................................
..........................................

i
u
u

..........................................
..........................................
..........................................

u .... u ..........................................
u .... i ............................................
u .... i ............................................

19 SCRIVI delle parole che contengano questi trittonghi.


iu
ui

.............................................................
.............................................................

ii
ui

.............................................................

ii

.............................................................

.............................................................

20 SOTTOLINEA nel seguente brano i dittonghi, i trittonghi e gli iati.


Lo sciopero delle vocali
Un giorno le vocali decisero di scioperare: si sentivano sfruttate, essendo le lettere pi usate
dellalfabeto. Naturalmente portarono lesempio della parola aiuole.
Vergogna, gridarono: ci lavoriamo tutte e cinque con laiuto di una sola consonante! Dora
in poi quelle sfaticate di consonanti lavorino da sole!
Cos scioperarono. Come fecero? semplice: sparirono dai discorsi e dagli scritti. E appena sparirono successe il finimondo.
Quel mattino uscendo di casa, i bambini invece del solito ciao mamma, ciao pap dissero un bel c mm e c pp da far accapponare la pelle. Non essendoci pi le vocali, pronunciavano infatti solo le consonanti.
Arrivati a scuola, salutarono il maestro col solito rispettoso Buon giorno, signor maestro, che
per divenne un bel Bn grn, sgnr mstr.
da M. Argilli, Storie del tic tac, Editori Riuniti

16

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

19-11-2010

10:09

Pagina 17

I suoni e le lettere

UdA

6. Le consonanti
Le consonanti sono suoni prodotti quando laria emessa dai polmoni subisce
unarticolazione da parte di uno degli organi dellapparato fonatorio: per essere pronunciate debbono suonare insieme con una vocale.
Possono formare una sillaba solo se sono unite a una vocale. Le consonanti della lingua
italiana sono le seguenti:
bcdfghjklmnpqrstvwxyz
I fonemi consonantici variano il loro suono in base alla vibrazione delle corde vocali e al
modo e al luogo in cui avviene larticolazione. In base al luogo dellarticolazione, si suddividono in: labiali, dentali, labiodentali, alveolari, palatali, velari o gutturali.

Denominazione

Consonanti

labiali
dentali
labiodentali
alveolari
palatali
velari o gutturali

p, b, m
d, t
f, v
l, n, r, s, z
c, g (dolci)
c, g (dure), q

Luogo di articolazione
labbra
la punta della lingua tocca linterno dei denti superiori
i denti superiori toccano il labbro inferiore
la punta della lingua tocca la base dei denti superiori
la lingua tocca il centro del palato
la lingua si ritira verso la gola

In base al modo di articolazione le consonanti si suddividono in occlusive, continue e


semiocclusive o affricate.

Denominazione

Consonanti

occlusive

b, d, p, t, k,
c, g (gutturali)
f, l, r, s, v, z,
m, n
c, g (palatali), q

continue
semiocclusive
o affricate

Modo di articolazione
chiusura totale della cavit orale per un attimo
restringimento della cavit orale per cui il suono pu
essere prolungato
la chiusura totale seguita da una leggera apertura

In base alla vibrazione delle corde vocali si suddividono in sorde e sonore.

Denominazione
sorde

sonore

Consonanti
p, t, f, q, m, n,
s (corsaro),
c (cibo, campo),
z (letizia)
b, d,
g (gelido, gomito),
s (esonero),
z (zaino)

Corde vocali
sono aperte

sono chiuse

17

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

Mod.

19-11-2010

10:09

Pagina 18

Fonologia
C, G

Le consonanti c e g possono avere suono dolce o palatale e duro o gutturale.


Hanno un suono dolce o palatale:
davanti alle vocali e, i: cibo, cinema, gelo, genziana;
davanti alle vocali a, o, u se si inserisce fra esse e le vocali una i: ciabatta, giacca, ciotola, giovane, ciurma, giustizia.
Hanno un suono duro o velare o gutturale:
davanti alle vocali a, o, u: capo, coro, cugino, gamba, gola, gusto;
davanti a unaltra consonante: cresta, grande;
alla fine della parola: tic, gong;
davanti alle vocali i ed e se si inserisce la consonante h fra esse e le vocali:
chiave, ghianda, cherubino, ghette.

S, Z

Le consonanti s e z producono due suoni diversi:dolce o sonoro e aspro o sordo.


La consonante s ha suono dolce o sonoro:
quando si trova fra due vocali: posa, caso, esito;
prima delle consonanti b, d, g, l, m, n, r, v: sbattere, sdegno, sgomento, slegare, smemorato, snocciolare, sradicare, sveglia;
nelle
parole che terminano in -asi, -esi, -isi, -osi: fasi, paesi, analisi, psicosi.

La consonante s ha suono aspro o sordo:


allinizio di parola, prima di una vocale: sambuco, sultano, sedia, silenzio, sosta;
prima delle consonanti c, p, t, f, q: scarpa, sparo, stampa, sfinito, squadra;
dopo una consonante: borsa, psicologia;
quando doppia: visse, osso, fosso.
La consonante z ha suono dolce o sonoro:
allinizio di parola: zenzero, zampa, zufolo;
tra due vocali: azalea, lazo;
nei suffissi -izzare, -izzazione: organizzare, organizzazione.
La consonante z ha suono aspro o sordo:
prima dei gruppi ia, ie, io: pigrizia, pazienza, ozio;
quando doppia: durezza, bozza;
nelle parole che terminano in -anza, -enza: tolleranza, presenza.

La consonante h non ha un suono, solo un segno grafico e per questo detta muta.
La consonante h si usa:
in alcune voci del verbo avere: ho, hai, ha, hanno per distinguerle da o, ai,
a, anno;
nelle interiezioni esclamative: ah!, ehi!, ahi!;
per formare, con le consonanti c e g seguite da e, i, un suono duro: ghianda,
gheriglio, chicco, cherubino.

altri esercizi a p. 21

1 Sottolinea le parole in rosso quando la c e la g hanno il suono palatale o dolce (sono 9), in blu

quando hanno il suono velare o duro (sono 9).


Ciondolo cibo corno chiamai gente gabbia agitato ghiro giovent grandezza
crivellare chiedere centro corpo cero ghianda viaggio bacio.

18

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

19-11-2010

10:09

Pagina 19

I suoni e le lettere

UdA

2 Inserisci la lettera h dove stata dimenticata.


1. .....O..... che sollievo! - 2. Luigi .....a..... gi telefonato due volte. - 3. Vorrei proprio sapere se .....o..... ragione
o torto. - 4. I nonni .....anno..... fatto un viaggio bellissimo in Venezuela. - 5. .....a..... dormito dieci ore come
un ghiro. - 6. .....ai..... fatto tu quel bel disegno? - 7. I vecchi spesso non .....anno..... fiducia nei giovani.
3 Sottolinea in rosso le parole che contengono la z aspra (sono 5) e in blu le parole che contengono
la z dolce (sono 3).
Disgrazia azalea pazienza zanzara bellezza ozio azoto stazione.

7. I digrammi e i trigrammi
Dal cappello delle streghe uscivano ciuffi di capelli blu.
Nelle parole streghe e ciuffi i gruppi di lettere gh, ci si pronunciano con
lemissione di un solo suono e vengono chiamati digrammi.
I digrammi sono coppie di lettere che rappresentano un unico suono.
I digrammi della nostra lingua sono sette:
gn seguito da vocale: agnellino, gnu, montagna;
ch seguito dalle vocali e, i: panche, orchi;
ci seguito dalle vocali a, o, u: camicia, ciondolo, ciuffo;
gi seguito dalle vocali a, o, u: giardino, raggio, giudice;
gh seguito dalle vocali e, i: streghe, laghi;
sc seguito dalle vocali e, i: scenario, scivolare;
gl seguito dalla vocale i: scogli, figli.

Digramma: deriva
dal greco e significa
doppia lettera.

Nelle parole: glicine, negligenza, glicerina, geroglifico, anglicanesimo il gruppo gl non costituisce
digramma, perch la g (dura) e la l si pronunciano con due suoni distinti.

Il picchio ghiotto di larve.


Nelle parole picchio e ghiotto i gruppi di lettere chi, ghi si pronunciano con lemissione di
un solo suono e vengono chiamati trigrammi.
I trigrammi sono gruppi di tre lettere che rappresentano un unico suono.
I trigrammi sono quattro:

gli seguito da vocale: famiglia, pagliuzza, fogliame;


ghi seguito da vocale: ringhiare, ghiotto, pre ghiera;
chi seguito da vocale: vec chio, chiamare, chiesa;
sci seguito da vocale: sciare, guscio, scienziato.

Trigramma: deriva
dal greco e significa
tripla lettera.

19

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

Mod.

19-11-2010

10:09

Pagina 20

Fonologia

altri esercizi a p. 23

Sottolinea in rosso i digrammi (sono 8) e in blu i trigrammi (sono 5).


1. Il figlio di Gigliola si lamentato. - 2. Il vento ha asciugato la camicia che era bagnata. - 3. Il compagno
di Carla ha acciuffato al volo il fratellino che, in giardino, stava per cadere. - 4. In molte fiabe ci sono storie di draghi e di streghe. - 5. Ho raccolto un giglio. - 6. Venerd ci sar lo sciopero dei metalmeccanici.

8. Le semiconsonanti
Piove, chiudere, anguilla, cuore.
Le lettere i e u evidenziate nelle parole vengono pronunciate con unemissione di voce
abbastanza lunga, perch non sono accentate e sono seguite da unaltra vocale di cui facilitano la pronuncia; sono per questo dette semiconsonanti.

Nelle seguenti parole sottolinea in rosso la i (8 volte) e la u (3 volte) quando sono vocali e in blu
la i (8 volte) e la u (5 volte) quando sono semiconsonanti.
Piazzale sedia giorno giro guardare tuono tubetto libert liana ieri sangue
uva lingua pianura pino chinarsi guardiano pila piangere.

9. Le lettere straniere
Ho gustato un gelato di yogurt servito con dei wafer.
Le parole evidenziate contengono lettere straniere entrate
a far parte del nostro alfabeto. Hanno valore di consonante o
vocale in base alla loro origine e alla pronuncia. Esse sono:

(i lunga)
Si pronuncia come la vocale i: Jugoslavia, Juventus.
Si pronuncia come la consonante g con suono dolce in parole generalmente di
lingua inglese: jeans (gins), jazz (gess), jukebox (gibox).

(cappa)
Si pronuncia come la consonante c con suono duro: bikini (bichini), kerosene
(cherosene).

(v doppia)
Si pronuncia come la consonante v nelle parole di origine tedesca: wafer
(vafer), wrstel (vurstel).
Si pronuncia come la vocale u nelle parole di origine inglese: western
(uestern), kiwi (chiui).

20

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

19-11-2010

10:09

Pagina 21

I suoni e le lettere
X

(ics)

(ipsilon)

UdA

Si pronuncia come linsieme delle consonanti cs (c dura e s sibilante):


claxon (clacson), mixer (micser), box (bocs).
Si pronuncia come la vocale i: yogurt (iogurt), yo-yo (io-io), yga (iga).
Si pronuncia ai nelle parole inglesi: Byron (Bairon), by-pass (bai-pass).

altri esercizi a p. 24

Inserisci la lettera straniera scegliendo tra j (sono 4), k (sono 3), w (sono 3), x (sono 2), y (sono 4).
.....ungla .....oll..... .....imono .....ibbutz .....ilofono .....eans .....iller .....ater .....est .....udo .....oga
.....enofobia .....agon-lit .....acht .....eti.

duati
Esercizi gra
LE CONSONANTI
1 CERCHIA le consonanti che compongono le seguenti parole.
ORIGINE
GRUPPO
AGHI
P A S TA
LINGUA

CERCHIO
PALLONE

TRENO
BUIO
MELA

CHERUBINO
SANTO

2 SOSTITUISCI la consonante sottolineata per ottenere una parola dal significato


diverso.
moglie ................................. cuccia
lago
................................. corto
tavola ................................. corpo

.................................
.................................
.................................

orto
orzo
sapore

..................................
..................................
..................................

rame
conte
fioco

................................
................................
................................

3 INSERISCI le consonanti mancanti per ottenere parole di senso compiuto.


A_O
O _ _ _ IO
_I_I__E__A
_ A _ _ IO

Vi si infila lesca.
Organo della vista.
Veicolo a due ruote.
Il quinto mese dellanno.

_ I _ U _ IO
__O__O
_ I _ _ _ IA _ E
_ _ A _ _ IO

Riparo, protezione.
Persona sciocca.
Mammifero simile al maiale.
Arto del corpo umano.

4 SOTTOLINEA la c e la g in rosso se hanno il suono dolce o palatale (14 volte), in blu se

lhanno duro o gutturale (22 volte).


Casco canguro ciglio riga gesto gelido cura carta cece cerimonia calligrafia gonna gommista generale gentilezza garbo legale noce guanto camino geranio vicolo vicenda legare governare caldo ceto agio ago gettare
guastare gara.

21

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

Mod.

19-11-2010

Fonologia

10:09

Pagina 22

duati
Esercizi gra

5 SOTTOLINEA la s e la z in rosso se hanno il suono sordo (21 volte), in blu se lhanno

sonoro (14 volte).


Segnale sibilo scontro zaino zeta garanzia losco risata disgrazia selezione sensazione cosa risultato testo zelo isolante zanzara zampa sano fossa disagio
bersaglio sfinge grazia rossa storia baldanza dieresi svogliato organizzare.

6 COMPLETA le parole seguenti inserendo le consonanti s o z.


.....fera

.....attera .....aluto .....o.....tenere .....ini.....tra ra.....trellare to.....cano to.....a.....iepe


tortuo.....o .....igomo .....afferano a..........erato ra...............iare ro..........a.....tro o.....iare
a..........annare a.....portare fo..........ato bi.....biglio bi..........arro bi..........o.....o di.....po.....i.....ione.

7 SOTTOLINEA gli errori presenti nelle frasi e CORREGGILI.


1. Marco a un fratello e due sorelle.
2. Non dar noia hai tuoi compagni.
3. Mi anno regalato un maglione nuovo.
4. Le college della mamma sono state invitate a cena.
5. La paura ce a provato la resa muta.
6. Giovanni a avuto in regalo una nuova bicicletta.
7. Lhanno scorso Lucia a traslocato.
8. O dato questo libro ha tuo fratello.
9. Ce belle rose ai raccolto in giardino!
10. Marisa a apparecchiato la tavola con cucchiai dargento.
11. Un altro hanno passato.
12. Ai visto che bel maglione a Luisa?

.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................

8 INSERISCI opportunamente nelle frasi i seguenti gruppi: ha, ah, ho, oh, hai, ahi.
1. Cosa ti

detto quando l.......... incontrato? - 2. .......... che dispiacere! - 3. Non mi ..........


ancora restituito il libro di storia. - 4. In pizzeria .......... ordinato una pizza al prosciutto
crudo. - 5. Ripeti, ti prego, non .......... capito che cosa mi .......... chiesto. - 6. Giacomo .......... dodici
anni e sua sorella Lisa ne .......... tre di meno. - 7. .......... ma che cosa .......... detto mai! - 8. Non
.......... nulla da rimproverarmi. - 9. .........., .......... male al piede destro!
..........

9 SOSTITUISCI alle seguenti espressioni le parole di significato equivalente che iniziano con h.
1. Umorismo.
2. Svantaggio, condizione sfavorevole.
3. Territorio circostante una grande citt.
4. Grande sala dingresso degli alberghi.
5. Panino imbottito.
6. Terreno contenente sostanze organiche.
7. Albergo.
8. Assistente di volo sugli aerei.
9. Film e racconti che descrivono scene raccapriccianti.
10. Passatempo, svago.
11. Formula di saluto inglese (salve).

22

.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................
.............................................................................

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

19-11-2010

10:09

Pagina 23

duati
Esercizi gra

I suoni e le lettere

UdA

I DIGRAMMI E I TRIGRAMMI
10 SOTTOLINEA in rosso i digrammi (sono 17) e in blu i trigrammi (sono 12) contenuti nelle

seguenti parole.
Prosciutto egli scoglio cinghiale ingegnere chiamare ghiottoneria chiave sciocco
riccio giudicare anche magnifico regno scimmia pidocchio ringhiare figlia figli
righe draghi scena socio ochetta arancia schiera cosciente scivolare ciambella.

11 COMPLETA le seguenti parole INSERENDO i digrammi (sono 13) e i trigrammi (sono 7)

opportuni.
.........accio .........avi .........ena .........elta bac.........etta .........ustizia .........ovane casta.........a
luo.........i .........oglilingua i.........oranza biri.........inata cre.........ita so.........ola .........occolato
ba.........ore fo.........e pro.........utto fi.........i .........iroppo.

12 RISPONDI alle seguenti domande tenendo presente che la risposta deve contenere un
digramma o un trigramma.
1. Chi ha una stella sul petto? ......................................................................................................................................................
2. Chi possiede le branchie invece dei polmoni? ..........................................................................................................
3. Come pu essere chiamato un sontuoso pranzo? ................................................................................................
4. Come si chiama un piccolissimo corso dacqua? ....................................................................................................
5. Su cosa si scrive con il gesso? ................................................................................................................................................
6. Cosa si trova al Polo Nord? ......................................................................................................................................................
7. Dove si versa una bibita? ............................................................................................................................................................
8. Qual il sinonimo di codardi? ..............................................................................................................................................

13 COMPLETA le parole delle seguenti frasi con i digrammi (sono 4) e i trigrammi (sono 13)
opportuni.
1. Ho bevuto due bic.........eri di aran.........ata.
2. Sulla so.........a di casa il vento aveva radunato tante fo.........e sec.........e.
3. Nata.........a si messa in .........in.........eri per la tua festa di compleanno!
4. Introdusse un cubetto di .........accio nel bic.........ere per raffreddare la limonata.
5. Gu.........elmo si laureato in .........enze naturali.
6. Un gran.........o se ne stava immobile sullo sco.........o.
7. Lina stir la tova.........a e la ripose nel cassetto.
8. Il cane, irritato, rin.........ava.
9. Dalla finestra entrava un ba.........ore di luce.

14 SCRIVI sul quaderno venti parole servendoti dei seguenti digrammi e trigrammi.
Gi chi sci sc gi gn gli gl ghi gh ci ch.
gheriglio.
Es: mangiamo,
..........................................................................................................................................................................................................................

15 COMPLETA le parole che seguono inserendo gli o li.


Cavi.........a petro.........era squadri.........a vermi.........o gioco.........ere sma.........atura lu.........o
o.........o vigi.........a umi.........azione a.........o abba.........ante ma.........one racco.........tore
ferma.........o mobi.........o ita.........ano baga.........o ta.........ere sve.........are.

23

002_024_vA_UDA1.qxd:Layout 1

Mod.

19-11-2010

10:09

Pagina 24

duati
a
r
g
i
z
i
c
r
Ese

Fonologia

16 Il gruppo gl non sempre produce un unico suono formando un digramma. SOTTOLINEA

in rosso le parole in elenco in cui le consonanti g e l si pronunciano con due suoni distinti
(sono 9).
Gloria artiglio negligenza glucosio famiglia conigliera glicerina paglia tovaglia glutine deglutire soglia sbagliare gluteo moglie gorgogliare fanghiglia glaciale gleba.

LE LETTERE STRANIERE
17 COMPLETA le frasi con la parola straniera di cui ti fornita liniziale.
1. A met mattina faccio sempre uno spuntino con uno y........ alla fragola.
2. La x........ lavversione per gli stranieri e per tutto ci che straniero.
3. Mio padre ha ricevuto in dono due bottiglie di w........ scozzese.
4. La mamma di Emma ha preparato degli ottimi k........ sia con il ripieno di crema che di

marmellata.
5. Si dice che lo y........, labominevole uomo delle nevi sia stato avvistato sullHimalaya.
6. K........ il nome sia di un uccello, sia di un frutto carnoso ricchissimo di vitamina C.
7. Chiara indossa un paio di j........ alla moda: a vita bassa, scoloriti e strappati.
8. Alcuni versano sulle patatine fritte k........ o maionese.
9. Sandro raggiunse la baita percorrendo una stradina scoscesa e sterrata con la sua j.........
10. A mio padre piacciono i film w........ che narrano le avventure di cow-boy, sceriffi e cercatori doro.

Regole in
Scopri la parola nascosta risolvendo il cruciverba.
1. Salve in inglese.
2. Li usavano gli antichi Egizi per simboleggiare unidea.
3. Gruppo di vocali che si pronuncia con una sola
emissione di voce.
4. Il numero dei grafemi vocalici.
5. Suonano insieme alle vocali.

3
4

5
6

7
8

9
10

24

6. Si usa per consultare il dizionario, gli elenchi


7. Due vocali continue di una stessa parola pro-

nunciate separatamente.
8. Parola che indica le lettere dellalfabeto.
9. Gruppi di tre lettere uniti a una vocale.
10. Parole uguali ma di significato diverso.