Sei sulla pagina 1di 44
Tea VULCANO TERMOCAMINI DI NUOVA GENERAZIONE manuale di istruzioni uso e manutenzione Questo libretto diistruzione, uso e manutenzione é stato redatto secondo quanto previsto dalle norme, dalle leggi e dalla nostra esperienza di costruttori. Vi invitiamo a leagerlo e seguirne indicazioni e raccomandazioni al fine di potervi godere le particolari prestazioni del nostro termocamino, dipoterlo fare in sicurezza.e usufruendo ditutte le condizionidi garanzia. Per quanto non menzionato, attenersia quanto previsto dalle norme Uni 10683 e Uni 10412: Awertenze general Questo libretto @ parte integrante del termocamino, pertanto prima di procedere 2 qualunque operazione va consultato in ogni sua parte. Inoltre va conservato integro e a portata di mano perttutta la vita dell'apparecchio. Questo termocamino é costruito e certificato secondo quanto previsto dalla norma dirrferimento UNI EN 13229, serve per alimentare impianti termici (utilizzando acqua come fluido termovettore) e per fornire acqua calda sanitaria, utilizzando come combustibile legna di buona qualita e con umidita non superiore al 25%. La Vulcano declina ogni responsabilita per utlizzi diversio con combustibilidiversi da quello raccomandato, [EE aweertenzee raccomandazioni di sicurezza per sballaggioe movimentazione Ntermocamino é dotato di piedi alti circa cm 12, pertanto pud essere movimentato mediante carrelli, transpallet, ecc. L’ eventuale movimentazione mediante gru pud essere eseguita solo da personale esperto che sappia ancorare bene il termocamino e si muova con la dovuta accortezza. La Vulcan lita per dannia persone o cose. 02/a_IItermocaminoarriva imballato. Limballo consiste in una protezione in plastica termoretraibile che awolge tutta la struttura.IIfrontalino & protetto in modo particolare in quanto & l'unica parte che rimarra a vista anche dopo il rivestimento. Per togliere 'imballo, basta tagliare la protezione in plastica a mezzo di un taglierino avendo cura di non rigare la verniciatura del termocamino. Totta la protezione in plastica viene viaanche la protezione del frontalino in quanto & fissata ad incastro, (02/b_Una volta tolto Fimball, allinterno si notano una busta ¢ un attrezzo in acciaio tipo falce: Vattrezzo serve per la pulizia dei passaggi di furo interni al termocamino e la busta contiene i suai documenti, pertanto é importante prelevarli prima di ogni altra operazione onde evitare che si possano danneggiare. 02/c_La porta arriva bloccata nei movimenti per evitare la rottura del vetro durante il trasporto. Per liberarla allentare le due viti (una a destra e una a sinistra) che la tengono bloccata. Quando vi é la necessitd di alleggerire il termocamino, 0 per altri motivi, il blocco porta pud essere asportato per intero elo stesso si pud fare anche coni mattoni presenti nella camera di combustione. (02/d_Per togliere il blocco porta allentare le quattro vitia brucola (due a destra e due a sinistra) dalla parte interna della stessa che la tengono fissata alla struttura del termocamino e tagliare a mezzo di Un taglierino il silicone che la tiene sigillata. Nel rimontarla bisogna prima pulie la zona di contatto e poi risigillarla con silicone a 300°. Nella fase di smontaggio, movimentazione e rimontaggio, bisogna tener presente che il blocco porta ha un peso consistente e pertanto bisogna mettere in atto tutte le accortezze necessarie ad evitare incidenti. 02/e_Per asportare i mattoni, bisogna prima numerarli per poterti rimettere successivamente nella stessa posizione, quindi cominciare a toglierne uno qualsiasi partendo da quelli della base. II primo & sicuramente il pit difficile e pertanto pud essere utile aiutarsi con un cacciavite o simile. Una volta tolto il primo gli altri si tolgono facilmente. Tolti quelli della base, si possono asportare facilmente anche quelli delle paretilateralie posteriore [LEB wwertenze pertosmaltimento dei materialidelimballo Per I'imballo dei nostri termacamini vengono utilizzati materiali non inquinanti, compatibili con ambiente ¢ riciclabili. Pertanto vi preghiamo di collaborare effettuando un corretto smaltimento presso glispecifici centri diraccolta, riciclaggio e smaltimento del vostro comune. (EE) awwertenzee raccomandazioni per la realizzazione della cannafumaria 04/a_La canna fumaria deve essere realizzata da personale qualificato nel rispetto delle norme e delle leggi esistentia riguardo e delle indicazioni e raccomandazioni riportate nel presente manuale. (04/b_1I camino o canna fumaria deve essere a tenuta dei prodotti della combustione, impermeabile, adeguatamente isolata e coibentata alla stregua delle condizioni diimpiego (vedi Uni 9615). 04/c_Essere realizzata in materiale adatto a resistere alle normali sollecitazioni meccaniche, al calore, al'azione dei prodotti della combustione, alle condense ed essere adeguatamente distanziata da materiali combustibilio infiammabili mediante intercapedine daria o opportuno isolante. (04/d_Avere sezione interna preferibilmente circolare. Quelle quadrate o rettangolari devono avere angoli arrotondati con raggio non minore di 20 mm, avere sezione costante e non inferiore a quella deltronchetto del termocamino, tranne le condizioni previste come da tabellaa pagina 12. (04/e_Le sezioni rettangolari devono avere un rapporto massimo tra lati di 1,5. Sulle canne in metallo installare manicotto discorrimento odialtrotipo capace di compensare le sue dilatazionitermiche. (04/f_Eventuali curve, riduzionie tratt inclinati possono essere realizzati solo alle condizioni riportate nella apposita tabella a pagina 12. Curve e trattiinclinati non devono superare I'inclinazione di 45". (04/g_Eventuali curve 0 riduzioni devono essere dello stesso diametro del manicotto de! ‘termocamino e possono essere installate solo dopo un tratto verticale di almeno mezzo metro. (04/h_Le riduzioni possono essere installate solo dopo aver superato curve e trattiinclinati. La canna furnaria deve superare in altezza di almeno 80 centimetri la parte pid alta della abitazione o di altri ostacolinelle vicinanze nel raggio di 10 metri (04/i_lI comignolo deve eccedere l'altezza della canna fumaria e deve essere in grado di garantire la corretta fuoriuscita dei fumi anche con vento forte o impediment di altro genere (vedi capitolo “comignolo”). Quando si fa passare la canna fumaria in altre canne bisogna chiudere in modo ermeticolo spazio trale due, almeno nei puntidientratae uscita, (04/)_Non bisogna far passare nella canna fumaria e neppure a contatto con essa_altri component, specialmente tubazioni, compresi quelle di sicurezza o di carico che collegano il termocamino al vaso di espansione aperto. Per sezioni particolari o variazioni di percorso diversi da quelli indicati nel presente manuale calcolarli secondo le indicazioni della norma Uni 9615. [EE aweertenze e raccomandazioni di icurezza per''installazione Vinstallazione dovra essere eseguita da personale qualificato nel rispetto delle norme diriferimento: Uni 10683, Uni 10412:2, di ogni altra norma e legge vigente in materia e di quanto riportato nel presente libretto. Devono essere rispettati inoltre tutti i regolamenti locali, inclusi quell riferiti alle norme nazionali ed europee. 05/a_Uinstallazione deve awenire solo dopo aver verificato la sussistenza di tutte le condizioni di sicurezza, Sul termocamino non é consentito effettuare alcuna modifica, 05/b_Nelle installazioni in cui si utilizza il circuito chiuso di altre caldaie o bollitori, non bisogna installare sulle tubazioni di collegamento organi di intercettazione che possano impedire o limitare il naturale flusso scambiatore del termocamino -circuito chiuso dellaltro generatore. 05/c_Fare attenzione ai punti di uscita di: tubo di sicurezza, tubo di troppopieno, tubo proveniente dalla valvola di scarico termico, tubo proveniente dalla valvola di sicurezza, tubo proveniente dal Circuito diraffreddamento, ecc. in quanto soggetti ad espellere acqua bollente. 05/d_Quando si utilizza uno scambiatore del termocamino per produrre acqua calda sanitaria installare un vaso di espansione minimo da 1 litro e una valvola di sicurezza a 6 bar sulla linea dell'acqua calda che collega il termocamino alla rete del sanitario prima di qualsiasi meccanismo di intercettazione. 05/e_installare sulla linea delfacqua calda sanitaria un miscelatore termostatico tarato a 45°, Eventuali chiavi di arresto devono essere del tipo non apribili manualmente per fare in modo che possano essere chiuse solo per I'uso per cui sono state installate e mainel normale utilizzo. 05/f_Eventuali elettrovalvole per alternare la fornitura di acqua calda tra il termocamino e altri produttori, bisogna installarne una del tipo normalmente aperta sulla linea dell'acqua fredda prima dell’ingresso nel termocamino e una del tipo normalmente chiusa sulla linea dell’acqua calda dellaltro produttore, Entrambeacorrente 220V. (05/g_installare sulle linee dell’acqua calda e fredda prese filettate per poter effettuare un eventuale lavaggio chimico dello scambiatore sanitario. A fianco delle stesse, dalla parte dell'impianto, installare chiavi d’arresto per poter isolare il termocamino dall'impianto durante il lavaggio. Le chiavi devono essere del tipo non apribili manualmente in quanto non devono poter essere chiuse nel normale utilizzo. 05/h_Installare il circolatore sulla tubazione di ritorno, Ai due lati del circolatore installare bocchettoni e chiavi d'arresto per poterlo eventualmente sostituire senza dover svuotare intero impianto termico, 05/i_Installare un rubinetto di scarico per poter eventualmente scaricare l'acqua contenuta nel termocamino. 05/|_Non far passare tubazioni di nessun tipo nella canna furaria 0 a contatto con essa, specialmente quelle che colleganoiltermo caminoal vaso di espansione. 05/k_Non installare nessun tipo di apparecchiature nel blocco rivestimento. Tutte le tubazioni interne al blocco rivestimento devono essere in rame 0 in ferro e cosi la tubazione di sicurezzae di carico. 05/1_Caricare il termocamino solo ed esclusivamente con acqua avente le caratteristiche previste dalla norma diriferimento UNI 8065. 05/m_Non mettere in funzione il termocamino prima di averlo riempito del liquido termovettore (acqua) ¢ prima di aver effettuate tutte le verifiche di sicurezza (05/n_A fine installazione effettuare un accurato controll dituttii component dell'impianto al fine di verificare che non vi siano perdite e che tutto sia stato realizzato correttamente. (05/p_Alla messa in funzione, bisogna controllare che il tiraggio dei furi sia buono, che i corpi radianti riscaldino tutti e nel dovuto modo, che a tutti i punti di prelievo esca 'acqua calda sanitaria. Bisogna anche regolare lafflusso dell'aria comburente al termocamino, II avoro di installazione pud essere considerato finito solo quanto tutto funziona correttamente e non ci sono anomalie di nessun eenere. 05/p_Alla consegna del lavoro bisogna mettere il committente nella con joter verificare il corretto funzionamento di ogni componente dellimpianto e fornirglitutte le informazioninecessarie per poter utilizzareil trmocamino e lintero impianto nella pid assoluta sicurezza. [EGY swrertenzee raccomandazionidi sicurezza per!’uso I termocamino non @ un inceneritore ma un generatore di calore e un produttore di acqua calda sanitaria e pertanto deve essere adoperato con la dovuta accortezza. \'uso non & consentito a persone dalle ridotte capacita fisiche 0 mentali (incluso bambini) a meno che non siano supervisionati da parte di persone adulte, capaci e idonei a garantire la loro sicurezza. Uutilizzatore deve essere cosciente che se il termocamino & stato installato correttamente, le prestazione, la durata nel tempo ela sicurezza dipenderanno quasi esclusivamente da come lo adoperera e da come eseguir® la manutenzione. Pertanto, prima di accettare illavoro di installazione come ultimato& bene assicurarsi che tutto funzioni correttamente e che tutto sia rispondente alle proprie aspettative. 06/2_1|termocamino va alimentato con legna asciutta e di buona qualita. II suo grado di umidita non deve superare il 25%. Nessun altro combustibile @ consentito e sono espressamente vietati combustibili liquid (06/b_Nel termocamino la legna va posizionata in modo che non possa muoversi o cadere durante la combustione. II modo migliore é quello di sovrapporla in senso longitudinale: i ciocchi grandi sotto e quelli pitipiccoli sopra comela sivolesse accatastare. 06/c_Uinnesco della fiamma va fatto a mezzo di un mucchietto di legna sottile posizionata al di sopra della carica e innescata dalla fiammella di un fiammmifero o di un accendino, Ogni altro sistema pud essere pericoloso. In modo particolare devono essere evitati combustibili liquidi ¢ materiali altamente infiammabil 06/d_La porta del termocamino deve restare sempre chiusa, specialmente dinotte o quando non vie nessuno in casa. Pud essere aperta per caricare la legna e per la cottura di cibi, Quando la porta resta aperta in presenza di fuoco, bisogna usare particolare attenzione onde evitare scottature o fuoriuscite di braciincandescenti. 06/e_Durante I'utlizz0 del termocamino non bisogna toccare il vetro e le parti ferrose a vista in quanto soggette ad alte temperature. Nel caso di apertura della porta durante la combustione & buonanorma indossare un guanto protettivo per alte temperature. 06/f_In presenza di anziani, disabili, bambini e per qualsiasi altro motivo di incertezza, dotare il focolare di opportuna gabbietta di protezione. 06/g_Durante I'uso del termocamino non bisogna lasciare sedie, divani, tavoli, tappeti e altri oggetti infiammabili nella sua zona di irraggiamento, specialmente di notte o quando non vi & nessuno in casa, Elementi infiammabili quali arredo di legno, tendaggi, ecc., direttamente esposti allirraggiamento del focolaio, devono essere posizionati ad una distanza di sicurezza di almeno 3 metri. 06/h_Durante I’'uso del termocamino non bisogna mettere in funzione aspiratori, ventilatori, cappe aspiranti e qualsiasi altro meccanismo che possa sottrarre aria all'ambiente di installazione. 06/i_In caso di surriscaldamento dell’impianto termico, per mancanza di energia elettrica, per rottura di qualche componente o per qualsiasi altra causa, aprire uno o piu rubinetti dell'acqua calda sanitario e tenerli aperti fino a quanto la temperatura non si € normalizzata. In casi eccezionali, spegnereil Fuoco. 06/i_In caso di incendio della canna fumaria, chiudere immediatamente la porta del termocamino e tappare con uno straccio bagnato |'ingresso dellaria dalla parte superiore della porta e dai laterali. 06/k_Per chiudere l'erogazione dell'acqua calda proveniente dal termocamino servirsi solo della chiave installata sulla linea dell’acqua fredda. Non chiudere eventuali valvole installate sulla linea dell'acquacalda. 06/1_Se con il passare del tempo, lerogazione dell‘acqua calda dovesse diminuire come quantita, provvedere al lavaggio chimico dello scambiatore sanitario, Non aspettare che Verogazione diminuisca troppo o si fermi del tutto in quanto si rischia otturazione totale dello scambiatore senza poterlo pit utilizzare. (06/m_Per 'eventuale lavaggio dello scambiatore sanitario servirsi solo di personale idoneo, dotato della relativa attrezzatura e dell’apposito liquido disincrostante onde evitare che possa essere ess0 stessola causa di una eventuale otturazione. (06/n_Non eseguire manovre di cui non si é perfettamente a conoscenza delle conseguenze e non manomettere nemodificare componenti del termocamino o della sua installazione. 06/0_Prima di rimettere in funzione il termocamino dopo la pausa estiva 0 comunque dopo un periodo di inattivita: provvedere alla pulizia delle pareti interne e di tutto il condotto fumario; verificare che eventuali prese d’aria non siano ostruite; verificare il corretto funzionamento di tutto il sistema termoidraulico; verificare che tutti sistemi di sicurezza siano efficient 06/p_La manutenzione @ estremamente importante, la sua frequenza e la sua facilita sono in funzione della qualita dellinstallazione, della qualita della legna, dal suo grado di essiccazione ¢ dal modo in cui viene adoperato il termocamino. Con legna asciutta, di buona qualita e con la corretta regolazione delt'aria comburente, il vetro pud essere pulito un paio di volte a settimana, la cenere asportata una volta a settimana, la pulizia del condotto fumario una volta all’anno. Diversamente tutto dovra awenire con maggiore frequenza. Awertenteeraccomandazioniperla manutenzione La manutenzione consiste nella: pulizia del vetro, asportazione della cenere, pulizia della camera di combustione del termocamino, del condotto fumi e della verifica della funzionalita del!impianto prima di ogni stagione di utlizzo. Da tener presente che la manutenzione & importante non solo peril buon funzionamento del termocamino ma anche pera sua sicurezza. 07/a_Lacenere vattolta dopo diverse ore dallo spegnimento del fuoco, quando non ci sono pitibracie la temperatura del termocamino é scesa a livelli che non cisi pud pitt scottare. Il momento migliore & sicuramente al mattino, prima di rimetterloin funzione. 07/b_La cenere va tolta a mezzo di una paletta e una ciotola in metallo. Se la temperatura del termocamino é ancora elevata, servirsi diappositi guanti per alta temperatura per evitare discottarsi. 07/c_La pulizia del vetro va fatta anch’essa a termocamino freddo e pertanto anche questa operazione & consigliabile farla al mattino prima diaccendereilfuoco. 07/4_1 veto si pud pulire con una spugnetta di quelle con un lato ruvido imbevuta di acqua calda Con sporco ostinato, far toccare la spugnetta bagnata, sempre dal lato ruvido sulla cenere combustae strofinareil vetro. 07/e_Non adoperare nessun altro prodotto oltre ad acqua calda e cenere combusta, pena il bloccarsi delvetroelarelativarottura. 07/f_La pulizia delle pareti della camera di combustione e di tutto il condotto fumario, se il temocamino & stato installato e adoperato correttamente, basta farla una volta all'anno: prima di rimetterlo in funzione dopo la pausa estiva, Diversamente bisogna eseguirla con maggiore frequenza. 07/g_Prima di iniziare, asportare le due piastre in acciaio presenti nella parte interna posteriore del termocamino, spingendo la parte superiore e sollevandole. Dopo raschiare a mezzo di un raschietto tutte le pareti interne al termocamino. Quindi a mezzo di uno scovolo infilato dalla parte superiore della canna fumaria, scovolare tutto il condotto fumario, fin dentro iltermocamino. Una volta finito, a ‘mezzo dell'attrezzo di dotazione liberare tutti i passaggi di fumo del termocamino dalla scorie preesistentie da quelle cadute durante la fase di pulizia della canna fumaria. 07/h_A fine operazione bisogna accertasi che le pareti del termocamino, i passaggi fumi e tutto il condotto fumario siano veramente puliti. Questo & importante sia per il buon funzionamento det stesso che per la sua sicurezza. Infatti una cattiva manutenzione pud portare sia al prematuro deteriorarsi della struttura del termocamino ma anchea pericolitipo Vincendio della canna furnaria,il perforarsi delle lamiere, ildeteriorarsidella canna furnaria oaltro, 07/i_Allinizio della stagione invernale, dopo aver fatto la dovuta manutenzione e prima di mettere in funzione il termocamino, controllare le prese daria, effettuare anche un controllo di tutto impianto idrotermico e verificare che tutti suoi componentifunzionino correttamente, 07/j_La prima accensione di ogni nuova stagione, bisogna farla sempre con pochissima legna Passare all'utilizzo normale solo quando sicié accertati che tutto funziona correttamente, 07/k_In tutte le fasi di manutenzione prestare la massima attenzione alla sicurezza e al rispetto del'ambiente. [EEA veritica di compatibilita detrimpianto Laverifica di compatibilita dell’impianto precede ogni altra operazione di montaggio 0 posa in opera Il piano di appoggio a pavimento deve avere una capacit3 portante idonea a sopportare il peso del generatore sommato all'acqua contenuta e al peso del rivestimento. In mancanza bisogna prendere misure appropriate (es. piastra didistribuzione di carico). Le pareti adiacenti laterali, posteriori e il piano di appoggio a pavimento devono essere realizzate in materiale non combustibile e neppure sensibile al calore. In caso contrario frapporre tra il termocamino e le superfici soggette opportuno isolamento. Vinstallatore @ tenuto a mettere in sicurezza lapparecchio ed é responsabile della sua messa in opera. II sistema di evacuazione fumi deve ricevere lo scarico del solo apparecchio da installare. Linstallazione deve essere preceduta dalla verifica del posizionamento dei camini, canne fumarie 0 terminali di scarico degli apparecchi con riferimento a: divieti di installazione; distanze legali; limitazioni disposte da regolamenti amministrativi locali o prescrizioni particolari delle autorit limitazioni convenzionali derivanti da regolamentidi condominio, servitiso contratti. Vinstallatore deve verificare, a seguito di sopralluogo nel locale di installazione: il tipo di apparecchio occorrente e la sua compatibilita con il locale; Ia sezione interna del sistema di evacuazione fui che deve corrispondere al manicotto scarico furni del termocamino (tranne i casi previsti nella tabella di pagina 12), imateriali con cui& costruito, 'omogeneita della sezione, lassenza di ostruzioni; Valtezza € lo sviluppo verticale del camino; lesistenza e lidoneita del comignolo; la possibilita di realizzare prese daria esterne ele dimensioni diquelleesistenti. La verifica di compatibilita del locale di installazione con lapparecchio @ data dal confronto tra la somma dei volumi de! locale dl installazione e dei localiriscaldati direttamente eil volume riscaldato per convenzione dal vetro del termocamino. La possibilita di coesistenza del generatore da installare con altri apparecchi deve essere verificata sulla base dei punti seguenti: [EE isstattazioniammesse Nel locale in cui deve essere installato il termocamino possono preesistere o essere installati solo apparecchi funzionanti in modo stagno rispetto al locale (per esempio apparecchi a gas di tipo C, come definiti dalla UNI 7129) 0 che non mettano in depressione il locale rispetto all'ambiente esterno. Nei solo locali ad uso cucina sono ammessi apparecchi pertinenti alla cottura di cibi e relative cappe senza estrattore. In presenza di cappe con estrattore devono essere previste prese daria in grado di gerantire una quantita d’aria sufficiente sia al termocamino chealla cappa. Qualora si trovino in locali adiacenti comunicanti_ con il locale di installazione apparecchi a gas, elettroventilatori/aspiratori e condotti di ventilazione & vietato uso contemporaneo del termocamino, ove esistailrischio che uno dei due localisia messoin depressione rispettoall'altro. EGY tnstaltazioninon ammesse Itermocamino non pus essere installato in locale in cui sono installati e funzionanti apparecchi a gas di tipo Ae di tipo B ( apparecchi a tiraggio naturale e non stagni verso fambiente del locale di installazione vedi UNI 10642 e Uni 7129). E’ vietata Iinstallazione in locall a rischio incendio e in locali ad uso cucina se sono presenti: condotti di ventilazione di tipo collettivo; elettroventilatori/aspiratori collegati con l'esterno e/o apparecchiature che possano mettere in depressioneiil locale. Canale da fumo o raccordi Per il montaggio dei canali da fumo devono essere impiegati elementi di materiali non combustibili idonei a resistere ai prodotti della combustione ealle loro eventuali condensazioni. E’ vietato 'impiego di tubi metallici flessibilie in fibro-cemento per il collegamento degli apparecchi alla canna fumaria anche per canalidafumo preesistenti. Deve esserci soluzione di continuita tra il canale da fumo e la canna fumaria in modo che la canna furnaria non appoggi sul generatore. Icanali da furno non devono attraversare locali nei qualié vietata V'installazione di apparecchi a combustione. II montaggio di canali da fumo deve essere effettuato in modo da garantire la tenuta ai fui per le condizioni di funzionamento del termocamino ed evitarela formazione delle condense. Deve essere evitato il montaggio di tratti orizzontali o con pendenza inferiore aas* Deve essere previsto idoneo sistema atto @ compensare le eventualidilatazioni del canale da fumo in metallo. Per termocamini dove si debbano raggiungere scarichi a soffitto 0 a parete non coassiali rispetto all'uscita dei furni dell'apparecchio, i cambiamenti di direzione devono essere realizzati con impiego di gomiti apertinon maggiori dias”, Collegamento dell’apparecchio alla canna fumaria Icollegamento tra 'apparecchio di utlizzazione e la canna fumaria deve ricevere lo scarico da un solo generatore di calore. €’ vietato convogliare nello stesso canale da fumno Io scarico proveniente da cappe sovrastanti gliapparecchi di cottura. ’ vietatolo scarico diretto verso spazi chiusi anchea cielo libero. Lo scarico diretto dei prodotti della combustione deve essere previsto a tetto e deve superare di almeno 80 cm il punto pit alto dell'abitazione o di abitazioni o ostacoli vicini nel raggio di dieci metri. II comignolo deve eccedere tale altezza. Perl'eventuale inserimento di curve o riduzioni seguire |e indicazioni della tabella sottostante: ‘Modell Vleano 25 Vuleano 30 Lungherza canna furaria m3 [mm «@ [ms [me 5 | mm 6] m7 Diamete canns furans me. 025 | mi. 028 | mt 025 | mt 020 | mt 020 | mt O18 ‘curve aa5" no fn of no fn | no | no Lungherza watt 845° ret 00 | mt 00 | mt 00 | me 00 | mt 3,00 | mt 00 Modell Valeano 35 Tonghera canna fumaria m™ [ms [m6] m6] om 7] = 8 Dlametro anne fumara mt 025 | mi 028 | mt 025 | mt 020 | mt 020 | mt O18 ‘curve 245" no fn 2 | no [mn @ | oO [| no ungheza watt 3457 rm 00 | mi 200 [mi 300 | mt 300 [mt 200 | mt 200 Modell Wulcano 35 5 Tanghera cana fomara mm @ [ms [om 6] m 6] 7] 6 Diameto cane furaria rmt_030 | mt. 030 | mt 030 | mt 025 | mt O25 | mt 020 ‘curve 045" no [no fn om fn | no | ao Lungheza watt 3 457 mm 00 | mi 00 [mi 300 [me 300 [mt 00 [mt 100 Comignoto Il comignolo deve rispondere ai seguenti requisiti: avere sezione interna equivalente a quella del camino; avere sezione utile di uscita non minore del doppio di quella del camino; essere costruito in modo da impedire la penetrazione nel camino della pioggia, della neve, di corpi estranei ed in modo che anche in caso di venti di ogni direzione e inclinazioni sia comunque assicurato lo scarico dei prodotti della combustione; essere posizionato in modo da garantire un‘adeguata dispersione € diluizione dei prodotti della combustione e comunque al di fuori della zona direflusso in cui @ favorita la formazione di contropressioni. Tale zona ha dimensioni ¢ conformazioni diverse in funzione dell’angolo di inclinazione della copertura. Perle altezze minime consultare la norma UNI 10683. Il-comignolo deve essere privo dimezzi meccanici diaspirazione. [EZ cottegamentoaprese daria esterne Il termocamino deve poter disporre dell'aria necessaria a garantire il regolare funzionamento mediante prese d'aria esterna, Le prese d'aria devono rispondere ai seguenti requisiti: avere una sezione libera totale almenoil 50% della sezione della canna fumaria con un minimo di200 centimetri quadri; essere comunicanti direttamente con 'ambiente di installazione; devono essere protette con sriglia, rete metallica 0 idonea protezione purché non riduca la sezione minima espressa al punto precedente e posizionate in modo da evitare che possano essere ostruite. afflusso dell’aria pud essere ottenuto anche da un locale adiacente a quello di installazione purché tale flusso possa awenire liberamente attraverso aperture permanenti comunicanti con lesterno. II locale adiacente rispetto a quello di installazione non deve essere messo in depressione rispetto all'ambiente esterno per effetto del tiraggio contrario provocato dalla presenza in tale locale di altro apparecchio diutilizzazioneo di dispositive diaspirazione. Nel locale adiacente le aperture permanenti devono rispondere a quanto illustrato per il locale di installazione. locale adiacente quando svolge la funzione di areazione del locale diinstallazione non ud essere adibito ad autorimessa, magazzino di materiale combustibilené comunque ad attivita con pericolo diincendio. ‘NB: Eventuali ventilatori di aspirazione usati nella stessa stanza dove & installato il termocamino o in locali con essa comunicanti possono creare problemi. Pertanto se ne sconsiglia uso. Montaggioe posain opera {I montaggio awerr’ dopo aver predisposto i collegamenti alla presa d’aria esterna e al condotto furnario. La posa in opera del termocamino deve awenire seguendo quanto riportato nel presente libretto. Particolare riguardo deve essere posto alle regole di prevenzione incendi per quanto riguarda le pareti laterali ed adiacenti il focolaio, che, nel caso di materiali costituenti combustibil, devono essere protette da adeguato isolante termico o lama diaria. La controcappa deve essere realizzata asua voltain materiali non combustibil, ET Posizionamento | termocamino pud essere posizionato sia ad angolo che a parete libera e a qualsiasi altezza dal pavimento. Vapparecchio deve essere installato su pavimento di adeguata capacita di carico. Se la struttura esistente non soddisfa questo requisito, dovranno essere prese misure adeguate (es. piastra di distribuzione carico). Deve essere perfettamente livellato mediante gli appositi perni di regolazione. La soletta, la parete posteriore, le pareti laterali e tutti i punti @ contatto con il termocamino o nelle immediate vicinanze devono essere ignifughe e adatte a sopportare temperature superiori a 400° € cosi eventuali materiali usati per I'isolamento. Eventuali materiali fiammabili devono stare a oltre 1,5 metri da qualsiasi parete del termocamino e a 3 metri dalla facciata anteriore. A rivestimento effettuato permane solo la limitazione riguardante la facciata anteriore. Collegamentielettrici edidraulici { collegamenti elettrici ed idraulici devono rispondere alle regole di buona installazione e costruzione a regola darte, Devono inoltre essere rispettate le indicazioni riportate nel presente libretto e quelle prescritte dalle leggi e dalle norme in vigore. Lanorma nazionale dirriferimentoé la UNI 10412:2, FEY] impiantoaperto Gli impianti con vaso di espansione aperto, devono essere provvisti di: vaso di espansione aperto; tubo di sicurezza; tubo di carico; termostato di comando del circolatore (escluso per gli impianti a Circolazione naturale); sistema di circolazione (escluso per gli impianti a circolazione naturale); dispositivo di attivazione dell'impianto acustico; allarme acustico; indicatore di temperatura; indicatore di pressione; | sensori di sicurezza dela temperatura devono essere a bordo machina o a una distanza non maggiore di 30 cm dal collegamento di mandata. Qualora il generatore non sia provvisto di tutti i dispositivi, quelli mancanti, possono essere installati sulla tubazione di mandata del generatore, entro una distanza dalla macchina non maggiore diun metro. Utiizzando la centralina automatica Vulcano e collegando la sua sonda a uno delle apposite predisposizioni da mezzo pollice situate su entrambi lati del termocamino si pud far fronte a tutte le esigenze sopra descritte ad esclusione del circolatore e dellindicatore di pressione. Uindicatore di pressione potra essere collegato alla restante predisposizione da mezzo police dal ato opposto. Vasodiespansioneaperto lI vaso di espansione deve avere capacitd utile non inferiore al volume di espansione V/e. II contenuto dell'acqua dell'impianto deve risultare da progetto. II vaso di espansione deve essere costituito da un recipiente coperto, ubicato al di sopra del punto pil! alto raggiunto dall'acqua dell'impianto, ad un‘altezza sufficiente ad assicurare in tale punto, una pressione maggiore della pressione atmosferica, durante il normale funzionamento delimpianto. Il vaso di espansione deve essere dotato di galleggiante adatto a sopportare le temperature di ebollizione. Deve essere munito di un tubo di sfogo comunicante con I'atmosfera di sezione almeno doppia a quella del tubo di sicurezza. Il tubo di troppo pieno deve avere lo scarico visibile e andamento con pendenza verso il basso. Come tubo di sfogo pud essere usato anche il tubo di troppo pieno, purché abbia una sezione almeno doppia rispetto a quello di sicurezza. Per scarico visibile deve intendersi qualsiasi sistema che renda facilmente e chiaramente individuabile lo scarico stesso. Prestare particolare attenzione ai punti di Uscita del troppopieno e dello sfiato in quanto possono espellere acqua bollente. Il vaso di espansione, il tubo di sicurezza, il tubo di carico ed i tubi di troppo pieno devono essere protetti contro azione del gelo. Il vaso di espansione pud essere collocato all'aperto laddove non vi sia pericolo di gelo oppure ne sia convenientemente protetto. II progetto deve indicare la modalita di protezione dal gelo del vaso di espansione, tubi di sfogo e quelli di troppo pieno, ove necessario. Tubo disicurezza Itermocamino deve essere provvisto di un tubo di sicurezza che mette in collegamento la sua parte pit alta (manicotto 5) con la parte pitt alta del vaso di espansione e non presentare contropendenze, tranne il tratto destinato a sboccare nella parte superiore del vaso di espansione. II tubo di sicurezza deve essere realizzato in rame 22 peri modelli Vulcano 25 e Vulcano 30 e in rame da 28 per i modelli Vuleano 35 eVulcano 35s, ERY] tubo dicarico Itermocamino deve essere prowvisto di un tubo di carico che mette in collegamento la sua parte pit bassa (manicotti R1) con la parte pil bassa del vaso di espansione e non deve presentare contropendenze in grado di impedire la circolazione per gravita nel circuito costituito dal tubo di sicurezza edi carico, dal termocamino al vaso di espansione. I tubo di carico deve consentireilrapido riempimento del termocamino con 'acqua proveniente dal vaso. Il tubo di carico deve essere realizzato in rame 22 per i modelli Vulcano 25 e Vuleano 30 e in rame da 28 peri modelli Vulcano 35 € Vuleano 35s. EEJE] Tubazionediriempimento Deve essere prevista una tubazione di riempimento direttamente al vaso di espansione. Il vaso di espansione deve essere dotato di un galleggiante adatto a sopportare le temperature di ebollizione a cui deve essere collegato il tubo di riempimento. II sistema tubo di riempimento-galleggiante devono garantire il riempimento dellimpianto e il mantenimento del livello dell'acqua nel vaso durante Vutilizzo del termocarnino, EEJJ impiantochiuso Gli impianti con vaso di espansione chiuso, devono essere provvisti di: vaso di espansione chiuso; valvola di sicurezza; valvola di scarico termico scarico di sicurezza termica (a sicurezza positiva); termostato di comando del circolatore; termostato di attivazione dell'impianto acustico; allarme acustico; indicatore ditemperatura; indicatore di pressione; sistema di circolazione. | sensori di sicurezza della temperatura devono essere a bordo machina o a una distanza non maggiore di 30 cm dal collegamento di mandata. Tutti i dispositivi, devono essere installati sulla tubazione di mandata del generatore, entro una distanza dalla machina non maggiore di un metro. Gli apparecchi per riscaldamento di tipo domestico a caricamento manuale inseriti in impianti di iscaldamento a vaso chiuso devono essere dotati, al loro interno, i un circuito di raffreddamento predisposto da costruttore dell'apparecchio, (lo scambiatore secondario del termocamino Vulcano & adatto a tale scopo). II circuito di raffreddamento deve essere attivato da una valvola di sicurezza termica che non richieda energia ausiliariae tale da garantire che non venga superata la temperatura limite imposta dalla norma. Il collegamento tra il gruppo di alimentazione ¢ la valvola deve essere privo di intercettazioni; la pressione a monte del circuito di raffreddamento deve essere non inferiore a1Sbar. ELJE) Valvoladiscaricotermico I dimensionamento della valvola di scarico termico va eseguito come segue. Nel caso di reintegro totale della rete idrica, con esclusione dell’impiego dell'autoclave, la portata da scaricare in litri ora si ricava dividendo la potenza utile resa all'acqua del termocamino (espressa in kilowatt) per il numero fisso 0,093. Tale valore di portata non deve risultare superiore a quello ricavato dal diagramma della valvola di scarico termico fornito dal costruttore della valvola per la pressione effettiva di esercizio delvimpianto. Valvole Lavalvola di sicurezza deve essere del tipo omologato da % peri modelli Vulcano 25 ¢ Vuleano 30e da 1" peri modelli Vulcano 35 e Vulcano 35s ;si deve aprire alla pressione di 1, bar; deve essere ingrado di smaltire la quantita di acqua necessaria ad impedire che la pressione all'interno del termocamino salgaoltre tale! icurezza Vaso di espansione chiuso La pressione massima di esercizio del vaso deve essere non inferiore alla pressione di taratura della valvola di sicurezza, aumentata della sovrappressione caratteristica della _valvola stessa, tenuto conto dell’eventuale dislivello tra vaso e valvola e della pressione generata dal funzionamento della pompa. La capacita del vaso di espansione é valutata in base alla capacita complessiva dell’impianto quale risulta dal progetto. II vaso di espansione chiuso deve essere conforme alla legislazione vigente in materia di progettazione, fabbricazione, valutazione di conformita ed utilizzazione per gli apparecchiapressione EEJE] collegamento al vaso di espansione chiuso IItermocamino deve essere collegato direttamente al vaso di espansione delimpianto mediante una tubazione didiametro interno non minore di 18 mm. Sulla tubazione di ollegamento, che pud essere costituita da porzioni di impianto, non devono essere inseriti organi di intercettazione né praticate diminuzioni disezioni LEY Sistema con funzionamento del termocamino a circuito chiuso | sensori di sicurezza della temperatura devono essere a bordo machina o a una distanza non maggiore di 30 cm dal collegamento di mandata. Tutti i dispositivi, devono essere installati sulla tubazione di mandata del generatore, entro una distanza dalla macchina non maggiore di un metro. Gli impianti con vaso di espansione chiuso, devono essere prowvisti di: vaso di espansione chiuso; valvola di sicurezza; valvola di scarico termico 0 scarico di sicurezza termica (a sicurezza positiva); termostato di comando del circolatore; termostato di attivazione del’impianto acustico; allarme acustico; indicatore di temperatura; indicatore di pressione; sistema di circolazione. Protezionedal gelo 1 vasi di espansione, le tubazioni di collegamento, i tubi di sfiato e il carico devono essere protetti dal gelo ove tale fenomeno possaverificarsi. La soluzione atta fine deve essere descritta nel progetto.. EEF] Protezionein casodiarresto del circolatore Fermo restante che la circolazione dell’acqua nel generatore di calore deve essere mantenuta in qualsiasi impianto e in tutte le condizioni di funzionamento, negli impianti di riscaldamento a vaso chiuso, nei quali la circolazione dell'acqua é assicurata mediante elettropompa, arresto della pompa non deve determinare, in qualsiasi condizione di funzionamenta, il limite di temperatura prescritto dalla norma UNI 10412:2. Qualora le caratteristiche del sistema siano tali da determinare il superamento di tale limite, si devono prevedere dispositivi ausiliari per lo smaltimento di tale calore residuo. [EBD conclusione delta prima parte Nelle pagine precedenti abbiamo riportato quanto prevedono leggi e norme in vigore, le raccomandazioni di sicurezza e ogni altra indicazione per installare e adoperare il termocamino in piena sicurezza, usufruendo delle sue particolari prestazioni e di tutte le condizioni di garanzia. Pertanto, se non lo avete ancora fatto, viinvitiamo a consuitare tutte le pagine precedentia questa. [EI secondaparte Da quiin avanticercheremo di approfondire gli argomenti gid trattaticon Vinserimento didisegnie descrizioni al fine di rendere il tutto ancora pity chiaro. Questa seconda parte é a supporto della prima non in sostituzione. Pertanto vi invitiamo su ogni argomento a consultare anche la prima partee rispettare quanto riportato in entrambe. [EY strutturadeltermocamino Tutti i modelli vengono costruiti con materiali di primissima qualita e assemblati mediante saldatura seguendo un apposite protocollo. II collaudo finale é severissimo e permette I'uscita i fabbrica solo aitermocamini in linea con nostri standard di qualita, Le pareti di scambio termico sono realizzate con lamiere da 40 dec. Le pareti esterne con lamiere da 30 dec. L'involucro della porta con lamiere da 15 dec. Gli scambiatori secondari sono realizzati con rame da 18, purezza 99,9%. II vetro della porta @ del tipo ceramico resistente a 750°. La verniciatura viene realizzata in parte con polver epossidiche e in parte con vernice liquida, entrambe adatte alle temperature diesercizio. — A 8 y + c D > 1 E F 6 ly 4 Leggenda ‘A= Collare:perinnesto canna fumaria = Cappa: fa parte dela strutura deltermocamino, erranda: @unastruttura ase, colagata al termocaminomediantevitiabrucola, rontalino:éasportabilee permette accesso ai meccanism’ della port saliscendi. nice: fa da supportoal vtro.alla manigia ene permettelasosttuzione. = Vetro: del tipo ceramica esistentea 750" G=Manigla:bachelitenera, edn: regolabilinaltezza per un facil lvellamento. Piast di aceialoasportabll-servono aiberare i passaggto che permette alle fuligginididefiuire durantela fase pula EEG modetti La gamma sicompone di quattro modelli, ognuno dei quali é adatto a riscaldare una determinata superficie. Vedi tabella sottostante. TES VULCANO 30 TES WES Supercie sldbile Superie scabile Spree scalable Sipe scalable 1g. 50-150 / me 150-450 mq, 120-220 | me. 360-660 mq.170-270 / me S10-810 mq. 220-320 / me. 660-960 Di ogni modello ne esistono tre versioni, uguali in tutto tranne per la quantita di scambiatori contenuti al loro interno che pud variare da 1 a3. I numero di scambiatori é riportato affianco la sigla identificativa del modello. Fe tno ap ee i somber eer ee alieraeimpianttermie blo a Scat detoe produ acqua calla ioe is By Pe alien impant erie bot a canto inde in abbinamena a ale cdi, Pee alert mpant emis «blo a sabi indreto «rode acu alsin abinamento a alte lds, Per alert de distin impart in bbmoment a de ssinte cle EA) Predisposizi JT, | ‘1 i 01 sambiatore pina ok 21 EZYJ Sistemi di installazione | nostri modelli permettono qualunque tipologia di installazione. Riportiamo di seguito gli esempi delle quattro pit: utilizzate: circuito aperto, circuito chiuso, circuito misto, circuito misto in abbinamentoadaltrigeneratoridicalore. Instaltazione a circuito aperto Questo sistema prevede che siailtermocamino che impianto termicofunzionino a circuito aperto conilvaso posizionato ad un’altezza superiore a qualunque componente dello stesso. [resins] I simemssone varies ‘todicace ub wong pno Bib ete atccomen Td stomeractonone {Questo sistema prevede che sia il termocamino che Vimpianto termico funzionino a circuito chiuso. Sono adattia questo tipo di installazione i modell della serie 2e 3: lo scambiatore primario alimenta 'impianto termicoe un secondario fa da sistema diraffreddamento. reas] Installazione a circuito misto Questo sistema prevede che lo scambiatore primario del termocamino funzioni a circuito apertoe il secondario a circuito chiuso: il primario fa da volano termico, il secondario alimenta Fimpianto termico. La vaschetta pud essere posizionata poco pittin alto del termocamino. Ek ctecsantepervso Th eiae ears manute rit dca TE eos per ecttre TED bonito ogo re I rnometo pessone Td er000 ai empimerto Th sepertore ta se espatsione termes sant at sarena ars [Feesspni] I sinertasone aches tuto taro installazione a circuito misto in abbinamento ad altre caldaie o a bollitori Questo sistema ha le stesse caratteristiche della figura 3 con la differenza che si possono evitare le apparecchiature gia presenti nellaltra caldaia onel bollitore. vasodlepasine apes Td potergane paris TE eae cares manule BEd tine cserico FE crcsistore Th 22 par cicottowe TE osvets tetas [Prsopsnl] Id simaeaione set BB tio aearca Fewer, Ti naan caters orca py [EB] istaliazioniin abbinamento a bollitori In questo tipo di installazione: quando si utiliza il primario del termocamino bisogna collegarlo ad uno scambiatore del bollitore, quando si utilizza un secondario bisogna collegarlo all‘acqua tecnica delbollitore. Riportiamo di seguito le due situazioni Il termocamino installato a circuito aperto alimenta un bollitore a scambio diretto: il primario del termocamino é collegato ad uno scambiatore del bollitore. [resaponsn] IED stmertsioneashets Bd ttcacaria Bi te oppe pene Bh tot scuons (DD ronda rieicamento IE srororcsimento Il termocamino installato a circuito aperto alimenta un bollitore a scambio indiretto: uno scambiatore secondario del termocamino é collegato all'acqua tecnica del bollitore. Bd oct epanion aan Th caetganeperrie Ei cine cares mane Bl nares saree Ta crcatee [Presepoiin] EM strmertasioneaschets HB ticaconce tubo wap iene BB tcatscuena (TD rndst rscaicmento IE somo rcsiamento [EEGJ Produzione acqua caldasanitaria Quando uno scambiatore secondario viene utiizzato per la produzione di acqua calda sanitaria bisogna corredarlo di una serie di apparecchiature come mostrato nelle figure sottostanti. Acqua calda sanitaria Esempio diinstallazione del termocamino come unico produttore di acqua calda. x HE dion teretormanale Lresioszni] a scarce Td scares Di carne roduzione acqua calda in abbinamento ad altri generatori Oltre alle apparecchiature previste nella figura 5 bisogna prevedere anche delle chiusure sulla fredda del termocamino e sulla calda deltaltro generatore per poter altemnare la fornitura traidue: chiavi normalise si vuole 'alternanza manuale, chiavi elettriche se si vuole Falternanza automatica. reac] = boo 32 33 Termacamino instalato 2. ceato ‘pet: prima fa due secondari oJ t: [ 1}— oT Termacamine inlaw cet peta pir tne in ars, soo boo ive seconds J alimentano due ==" Il Termacamine lnetalito 3 ceato _apetconlgrimaio alimenta de bolt [Sere {ro daunlato eno Galfatyo) @ | due secondan almestano esti init Inabinarenta due cdsena cali co EE contratine Ogni serie di modelli & dotata di una specifica centralina elettronica che permette di gestire in automatico qualunque situazione impiantistica. Nella griglia sottostante sono riportatiiblocchi dicui ognicentralinaé dotata. Blocehi visiiti —_—_. locchi non visibili — poy | pores | _allrme [esateinverno| sequels | [ caldaa | _anteelo te x x x x sete 2 x x x x x x sie 3 x x x x x x x ay He [nee a f | maa saaTSeTaSES [EDI specitiche delle funzionidi ognisingolo blocco UI blocco display permette di visionare la temperatura presente nel termocamnino: fino a 29° si vedono due lineette, da 30” a 98° si vedono i gradi, a 99° diventano intermittenti. In fase discendente 97° ridiventano fissi,.29° ricompaionolelineette. I blocco pompa fa partire e fermare il circolatore in tre modi. In automatico: tra 55° e 59° a intermittenza, oltre 59° in continuo; in fase discendente: fino a 60° in continuo, al di sotto ad intermittenza, a 53° fermo. Nella funzione antigelo la centralina aziona il circolatore a 4° ¢ lo ferma a S*. Tra S* e 54” si pud azionare anche manualmente. Fuori da queste temperature vain automatico. I blocco allarme segnala ’ebollizione del termocamino mediante la suoneria acustica € mediante Fintermittenza dei gradi sul display. II blocco riscaldamento permette di alternare in automatico il termocamino con altre caldaie tra 55° e 53°. II blocco estate inverno, permette di selezionare tra la sola fornitura diacqua calda ela funzione simultanea acqua calda—riscaldamento. I blocco acqua calda permette di comandare eventuali elettrovaivole per alternare la fornitura di acqua calda trail termocamino ed altri produttori. Valternanza awiene tra43° e44°. [Eig riempimentodegtiimpianti Una volta ultimata installazione di tutti gli elementi si procede al riempimento del termocamino € dell'impianto, Questa fase & molto importante per la funzionalita e la durata nel tempo del termocamino. Gli aspetti fondamentali da tener presente sono due: la pressione massima di esercizio degli scambiatori primari esecondarie la qualita dell’'acqua diriempimento e dicircuito. Riguardo alle pressioni massime di esercizio, come si evince dalle schede tecniche: quella dello scambiatore primario non deve superare bar 1.5 € quella degli scambiatori secondari non deve superare bar 6. Per evitare ogni problema: nelle installazioni a circuito aperto é consigliabile riempire il termocamino a caduta tramite il vaso aperto, nelle installazioni a circuito chiuso & consigliabile riempireill termocamino solo dopo aver installato la valvola di sicurezza a 1.5 bar. Per quanto riguarda gli scambiatori secondari: quando vengono utilizzati per alimentare impianti termicie bollitori, bisogna riempirli solo dopo aver installato la valvola di sicurezza a 3 bar; quando vengono utilizzati per la produzione di acqua caida sanitaria, riempirli solo dopo aver installato la valvola disicurezza.a6 bar. EDI Acquadiriempimentoe dicircuito Riguardo alfacqua di riempimento e quella di circuito bisogna attenersi alla norma UNI 8065. Nella tabella sottostante riportiamo irelativi valori. ‘aratersiche delfacqua di lempimenta erabbocco ‘Grater de qus dal ereuo (norma ONT BOBS] (norma UNI 3065) [pet Possiiment impo — ‘umpise a Foans [wena totale: ose alot (cme CaCO) -