Sei sulla pagina 1di 2

VAItlENTI N O iDII C IEIR.

IEO
P e r G r a z i ad i D i o e d e l l a S e d e A p o s t o l i c a
V e s c o v od i A l i l e - C a i a z z o

'"k Q"l\
I
DECRETO
PER LA CELEBRAZIONE DEL SACRAMENTODEL MATRIMONIO

La celebrazione
del Sacramento
del Matrimoniocostituisce
rmatappaimpofantedellavita di fede
deglisposi e dell'interacomunitecclesiale.Purtroppo,
elementidi carattere
culturale,unavisione
privatisticadella vita cristianae spinteconsumistiche,
tendonoa oscurareil dono di Dio e ad
evidenziare
aspellisecondaried estraneialla dimensionereligiosadell'evento.Tali fattori,talora
conduconoad evidentiabusiche occorreevitarein ogni modo,per salvaguardare
la dignitdel
Sacranentoe favorimel'autenticadimensione( Cann.l055ss).pertantodopo averconsultatoil
Presbiterio
diocesano,
decretoche
1. La celebrazionedel sacramentodel Mal monio avvenganormalmente nella chiesa
parrocchialcdi uno dei nubendi,(C.J.C.cann.l1l5 - ll18), o, in via stmordinari4nei
SantuariDiocesani
di seguitospecificati:
SantuadoSantaMariaOcconevolein Piedimonte
Matese
Santuao SantaMariaa Castelloin Formicola
Santuao Madonnadel Bagnoin GioiaSannitica
Santuario
Madonnaal Castelloin Letin<r
Santuado
MadonnaAddoloratain Alvignano.
Santuario
MadonnadellaGraziain Alife.
proibita la celebrazione
2. E' espressamente
del Matrimonionegli orato , nelle cappelle
privatee gentilizie,nei locali degli alberghie dei ristoranti,nelle refto e e nei giardini
(C.E.1.,
d.p.f..cap.4,n 82).

3 . Si proibiscela celebrazione
del matrimonionellamattinatadelledomeniche
e dellefestedi
precettoper gli sposiprovnientida altre diocesi.
4. Colorochecelebrano
il matrimoniosonotenutia contribuire alle necessit
della comunit

parrocchiale( manutenzione
dell'edificiosacro,speseper il culto,aiuto ai poveri.-.)con

una congrua offerta. Per ragioni di giustizia e carit! si chiede che tale offerta sia
equivalentealmenoal costodi un copertodel banchettodi nozzeper i fedeli della Diocesi di
Alfe - Caiazzo e di dueper quelli provenientida altre diocesi.

Le prcsentinorme andranno in vgore dal l novembre 2015. Si disponeche venganoportate a


conoscenzadel Popolo di Dio nelle celebrazionifestive e nel corso di itinerario di fedepropostoai
fidanzati in preparazioneal Sacruiento del matrimonio e restino espostenell'albo della Curia e
dellepanocchie.

Dalla Curia Vescovile,in PiedimonteMatese,I settembrc2014.

91Scol,t/i

I S^