Sei sulla pagina 1di 4
Addendum al Protocollo d’Intesa del 29.7.2014 per Pattraversamento del territorio vicentino con Ia linea AV/AC Verona-Padova tra Ministero delle Infrastrutture ¢ dei Trasporti, per il aoa interviene ed agisce nel presente atto il Sig. .nella sua qualita di. Regione del Veneto, per Ia quale interviene ed agisce nel presente atto il Sig. . nella sua qualita di..... Societa RFI S.p.A., per la quale interviene ed agisce nel presente atto il Sig. nella sua qualita di a Comune di Vicenza, per il quale interviene ed agisce nel presente atto il Sig. ......+-. nella sua qualita di Camera di Commercio di Vicenza, per la quale interviene ed agisce nel presente atto il Sig. nnella sua qualita di Premesso che: il progetto del collegamento ferroviario AV/AC Verona — Padova ha pet obiettivo il quadruplicamento, con caratteristiche di alta velociti/alta capaciti, della tratta Verona-Padova; Ia realizzazione della trata AV/AC Verona-Vicenza-Padova costituisce parte della trasversale est- ovest Torino-Milano-Venezia, insetita nel Cortidoio Europeo Mediterraneo; la “tratta veneta dell’asse AV/AC Milano-Venezia“Trieste (Corridoio TEN 5)" & compresa nelPintesa Generale Quadro tra Governo e Regione Veneto, sottoscritta il 24 ottobre 2003, nellambito delle “infrastrutture di preminente interesse nazionale”, confermata nella successiva Intesa Generale Quadro sottoscritta il 16 giugno 2011. Liintervento “Asse Ferroviario Cortidoio 5 LYON-KIBV ~ Tratta AV/AC Verona Padova” & altresi, inserito nel “X Allegato Infrastratture al Documento di economia e finanza 2012” approvato con delibera CIPE.n, 136 del 21.12.2012; con nota in data 4 giugno 2003 Italferr S.p.A., in qualita di soggetto tecnico incaricato da RFT Sip.A., ha teasmesso alla Regione del Veneto il progetto preliminare e lo studio dit impatto ambientale dell’opera ai fini delle preliminari valutazioni ai sensi del D.Lvo 190/02; in data 9 giugno 2003 il progetto preliminare dell’opera & stato quindi trasmesso da RFI S.p.A. al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasportis in esito a specifiche osservazioni del Ministero delle Infrastrutture ¢ dei Trasporti ¢ della Regione ‘Veneto, RFI S.p.A. ha redatto uno studio integeativo che ha recepito le tichieste avanzate dal MIT € dalla Regione, trasmettendo infine le relative integrazioni progettuali in data 25.1.2006; lo studio integrativo di cui alla precedente premessa 6. prevedeva, altresi, di articolare il progetto in una 1* fase, fanzionalmente indipendente, costituita dalla realizzazione del tracciato della nuova linea AV/AC ta Verona e Montebello e tra Grisignano di Zocco © Padova, rinviando pet il completamento dellopera all’approfondimento di due alternative di tracciato per la tratta centrale; con delibera n. 94 del 29 marzo 2006 il CIPE ha approvato, con prescrizioni e raccomandazioni, il progetto preliminare “del collegamento ferrosiario AV/AC Verona-Padova, limitatamente alle tratte di 1* fase tra Verona ¢ Montebello Vicentino « ira Grisignano di Zovco ¢ Padova”, Per la tratta intermedia Montebello Vicentino — Grisignano di Zocco, il CIPE ha altresi individuato il solo corridoio nelPambito del quale si colloca il tracciato, prescrivendo che “Ya senda jase finsionale sara eostititea dalla realizzazione di um nuovo traccato che sotto attraerser, in galleria, ta staxjone dé Vicensa fino a Sette, in prossimita del!attuae formata di Lerino, quindi proeguird in afiancartnto alla frrovia esstente tra Lerino e Grisiguano di Zowco"s con la medesima delibera il CIPE ha stabilito in 3.333 miliardi di curo il limite di ‘spesa dellintervento di ptima fase, indicando in 4.483 miliardi di euro costo complessivo della prima e della seconda fase funzionale; Considerato che: nel corso del 2012 & stato predisposto - su incatico conferito dalla Camera di Commercio di Vicenza, quale capofila per Pattuazione di una convenzione stipulata ta Regione del Veneto, Provincia di Vicenza, Comune di Vicenza e Ia stessa Camera di Commercio ~ uno studio di prefatibilita avente ad oggetto lattraversamento del tersitorio della Citta di Vicenza da parte della linea ferroviaria AC/AY, in affiancamento a quella storica e con localizzazione della relativa stazione AC/AV in zona Vicenza Ovest-Fiera; in data 28.2012 il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha attivato un tavolo tecnico per approfondire le esigenze di localizzazione del tracciato espresse per Vattraversamento del tertitorio vicentino, nonchéi costi compatativi delle diverse alternative di localizzazione; Ja Legge 147/2013 del 27.12.2013 (c.d. lepge di-stabilita) annovera, allart. 1 comma 76, anche la Tratta Verona-Padova tra quelle da realizzare per lotti costeuttivi secondo quanto previsto dalla Legge 191/2009, art. 2 commi 232, 233 ¢ 234; . nel corso del 2014, sempre su iniziativa della Camera di Commercio di Vicenza ¢ con Padesione della Regione del Veneto, del Comune di Vicenza ¢ delle categorie economiche provincial, é stato aggiomato lo studio di prefattibilitt richiamato alla precedente lettera A., sostituendo Vattraversamento in galleria delle atee maggiormente urbanizzate della Citti di Vicenza con un passaggio in superficie e, ove necessatio per motivi urbanistico-ambiental, in trincea coperta, al fine di ridurte i costi di realizzazione sia rispetto alla soluzione CIPE 2006, sia rispetto allo studio di prefattibilith del 2012; in data 29.7.2014 é stato sottoscritto un Protocollo di Intesa tra il Ministero delle Infrastrutture ¢ dei Trasporti, la Regione del Vencto, RFI S.p.A., il Comune di Vicenza e la Camera di Commercio di Vicenza (nel seguito il “Protocolo di Intesa”), con il quale RFI si & impegnata a procedere alla redazione di uno Studio di Fattbiliti sulla nuova soluzione progertuale proposta dagli enti Locali (nel seguito lo “SdF*), in variante tispetto al Progetto Preliminare approvato dal CIPE, con delibera 94/2006 per la tratta tra Montebello Vicentino e Vicenza; il suddetto Studio di Fattibilita & stato approvato dal Comune di Vicenza in data 13.1.2015 e dalla Regione Veneto in data 21.1.2015; In data 13.9.2014 é entrato in vigore il D.L. n. 133/2014 (‘Decreto Sblocea Italia”), convertito nella Legge 164/2014, che, alfact. 3 comma 2, prevede di finanziare “ton xno o pit desrti del Ministr dell Infrastruttare e dei Trasporti, di concerto com il Ministro delleconomia e delle rnanse, da adottare entro 30 giorni dala data di entrata in vgore del presente deceto i seguentiinteroenth appaltabilientr il 34 dicembre 2014 « cantierabilt entro il 30 gixgno 2015: niterore lotto costruttivo Aue AV/AC Verona Padova”. IL Decteto Sblocca Italia stabilisce inoltre, al comma 5 delPart. 3, che il mancato rispetto dei tetmini fissati al comma 2 per Vappaltabilita ¢ la cantierabilita delle opere determina ln revoca del finanziamento assegnato; . In data 13.11.2014 é stato sottosctitto il Decreto MIT/MEF di cui alla precedente lettera F., che allarticolo 3 comma 4 lettera g. esplicita le seguenti condizioni di revoca del finanziamento tecato dal Decreto Sblocca Italia: (() invio al MIT da patte di RFT entro il 31.12.2014 dell'Accordo “ai seasi della convensione vigente per ta redasione def Progetto Defiitivo per entrambi i sublotti Verona - Montebello di Vitenga ¢ Montebello di Vicenza ~ Viens", (ii) invio al MIT da parte di RET entto il 30.6.2015 del “progetto definition della tratta Verona icraza per la coneocarjone della conferenze di servixg”, veemine quest'ultimo prorogato dapprima al 31.8.2015 dalla Legge 11/2015 e successivamente al 31.10.2015 dalla Legge 125/2015; H, In data 31.12.2014, coerentemente con la scadenza fissata dalla Legge 164/2014, RFT ha trasmesso al MIT PAccordo sottosctitto con il Genetal Contractor Iticav Due, a seguito del quale sono state avviate le attiviti di progettazione definitiva; 1. Con lettera det 21.8.2015 il Comune di Vicenza ¢ Ia Camera di Commercio di Vicenza hanno rappresentato ‘Y punti fondamentali del progetto”, di seguito sintetizzati: a) affiancamento della linea AV/AC alla linea esistente, assicurando a Vicenza la fermata dei treni AV/AC ed il contestale sviluppo del sistema metropolitano tegionale, nonché la realizzazione di una linea filoviaria efficiente; 6) sostenibilita economica delle opere ferroviatie € delle opere connesse; ¢ compatibilizzazione dell’organizzazione e della tempistica dei cantieri con le esigenze della citta € della stessa rete ferroviatia; con Ia medesima nota hanno inoltre rappresentato la necessiti di effettuare una analisi comparativa tia possibili soluzioni alternative al fine di giustificare con clementi misutabili la validita della scelta. J. 11 General Contractor Iricav Due ha consegnato il progetto definitive - sul quale & in corso di ultimazione Tistruttotia tecnico/economica a cura della Societ& Italfert — evidenziando ctiticiti peril sublotto “Montebello Vicentino ~ Vicenza”; TUTTOCIO” PREMESSO E CONSIDERATO Le Pasti, come in epigeafe individuate, convengono quanto di seguito riportato. Art Le ptemesse ed i considerata formano parte integrante ¢ sostanziale del presente Protocolo di intesa ed hanno valore di patto, , * ¥e Art.2 Le Patti convengono, in considerazione di quanto sopta considerato, sulla necessita di a) effettuate, come richiesto dal Sindaco del Comune di Vicenza ¢ dal Presidente della CCIIA di Vicenza, una analisi compatativa tra possibili soluzioni alternative per lattraversamento del Commune di Vicenza confermando i punti fondamentali del progetto ¢ tra questi in particolare Paffiancamento della linea AC/AV alla linea storica esistente, Vicenza sede di fermata non solo per i treni regionali ma anche per itreni di lunga percorrenza AC/AV al servizio della Citi e delFintera area metropolitana vicentina, la possibilita di sviluppare il sistema metropolitano regionale, la realizzazione di una linea filoviaria efficiente,la sostenibiliti economica delle opere ferroviatie e delle opere connesse,la compatibilizzazione dell’organizzazione ¢ della tempistica dei cantieri con le esigenze della citta e della stessa rete fettoviatia; Panalisi comparativa tra possibili soluzioni alternative prenderi in considerazione in patticolare: ~ peril waffico AV/AC; confronto tra la stazione Fiera ¢ Pattuale stazione di Viale Roma; ~ per il sistema SFMR: confronto tra le stazioni Fiera e Tribunale e Pesistente stazione di Viale Roma, b) riarticolate, nell’aggiomamento in corso del vigeate Conteatto di Programm, i lotti funzionali della ‘Verona - Padova come segue: © 1% lotto funzionale: da Verona a Bivio Vicenza © 2" lotto funzionale: attraversamento di Vicenza © 3° lotto funzionale: da Vicenza a Padova ©) adempiere allavvio delliter autorizzativo nei termini indicati dal D.L. n. 133/2014 e s.m.i. per il 1” lotto funzionaleVerona - Bivio Vicenza”. 4) pet quanto sopra, le parti convengono che RFI provvedera a - limitare Pestensione del primo lotto funzionale della Verona-Padova immediatamente a monte delVattraversamento di Vicenza, prevedendo Pinnesto della nuova linea AV/AC sulla linea storica con Pinsetimento di un apposito bivio a rasoa circa 4,4 Km ad ovest del fabbricato viaggiatori della stazione di Vicenza; ~ inoltrare al MIT entzo il 31.10.2015 per Favvio della conferenza di servizi il progetto definitivo del nuovo 1” lotto funzionale Verona a Altavilla Bivio Vicenza ©) definireentro 4 mesi dalla firtna del presente Addendum, tenuto conto dell’analisi comparativa di cui al precedente punto a), gli elementi fondamentali per la soluzione progettuale per Pattraversamento di Vicenza, costituente il 2° Lotto Funzionale della Tratta Verona-Vicenza-Padova, da adottare per i successivi sviluppi progettuali previa sottoscrizione di un ulteriore Addendum e da correlare al programma di realizzazione del 2° lotto funzionale. A tal fine RFI ed il MIT concordano di allocate sul 2* lotto funzionale un’opportuna quota dei finanziamenti git stanziati con le leggi vigenti. Art. 4 I presente atto, redatto in numero [__] otiginali dallidentico contenuto, viene sottoscritto dalle Parti e reso valido e impegnativo essendo stato approvato ¢ reso esccutivo: - per la Regione, in-virtd della delibetazione di Giunta tegionale del Veneto m. {_} det |} ~ pet il Comune, in virtd della cetétminazione ai Gikinta comunale n. _}-del (_} pet RFI, int wirtd'dei poteti confétiti con [_]a. {J del] Roma, li Per il Ministero delle Infrastrutture ¢ dei Trasporti Pet la Regione del Veneto _ Per Ia Societa RFI S.p.A. BM ten cece ee se Pet la Cameta di Commercio di Vicenza