Sei sulla pagina 1di 51

PREFAZIONE

Credo che cosa migliore per presentare questa raccolta di


poesie, la quarta in ordine di pubblicazione, sia riportare le
parole che Marina Liberati ha letto il 25 luglio 2015 in occasione
della consegna del 1 Premio del concorso indetto da Radio15
Milano e diretto da Luca Masetti: affido alla lettura di

queste poche righe per esprimere il mio ringraziamento a chi ha


voluto che io fossi premiata per la mia poesia. Mi rendo
perfettamente conto come la poesia, nei nostri tempi attuali,
possa sembrare obsoleta, superata salvandosi da sola,
mostrando come essa sola sia in grado di svelare le emozioni pi
profonde che albergano nellanimo umano. Io ho da sempre
affidato ai miei versi questo compito: svelare i moti profondi
della mia anima inquieta, trasognante e disperata al contempo e
ho fatto di questo mezzo espressivo il mio laboratorio di
oreficeria dellanimo, dal quale traggo piccoli lavori, cesellati
dalla speranza, dal dolore e dalla passione; tutti strumenti,
questi, che si agitano e lavorano ininterrottamente in me. Le mie
poesie sono espressioni dellimmediatezza, frutto del tocco
fugace di un verso che riesce a sfuggire, a salvarsi dal bollore e
dalla macina di un cuore che tende a sgretolare, sgranocchiare,

polverizzare i sentimenti, i ricordi e le prove tortuose della mia


esistenza con velocit inaspettata. La mia poesia la mia
persona; essa sono io ma anche vero quello che Italo Calvino
scrisse: metto sulla carta questi versi, me nel cuore tutto
resta uguale, poich la la mia poesia sono io. come ricorda
Marina Liberati.
La poesia non si esaurir mai; essa come una partoriente che
continuamente mostra al mondo la sua fertilit.
Antonio Dal Muto

Marina
Liberati
riceve il
1Premio da
Luca Masetti

POESIE

Lontano
Non cercarmi
Haiku
Mi ritrovo cos
Giornate strane
Senza rumore
I miei occhi
Il buio
All'amore
Dove sei?
Come mi innamorai?
Lora del tramonto
Nel buio del silenzio
Noi
Le stagioni
Vacillo
Coloro parole
Silenzio
Per te
Come soffio nel vento
Sogno
Io vivo
Tanka
Chi sono io?
Tanka
Chi sono io?
Randagia
Ogni giorno
Carta
Chiamami per nome

notte
Pensieri al vento
Ti aspetto qui
Nel silenzio
L'incanto
Quando nasce l'amore
Domani
Tutto il mondo
La mia anima
A volte

Quelle come me.


Se
Nuda
Sogni
Ho bisogno
Ricordi

Lontano
Guardano,
gli occhi miei,
lontano ormai.
vagano oltre cieli stellati e bui
da quando non
si specchiano pi nei tuoi...
nascosti dietro
veli infiniti dell'azzurro cielo.
Sei lontano ora,
lontano da me e dal cuore
che solitario ti cerca...
non ti trova pi...
E...aspetto...
aspetto il tempo di riaverti accanto a me.

Non cercarmi
Non cercarmi.
Non mi troverai.
I ricordi giocheranno
con i tuoi pensieri,
come tu hai giocato con me.

Haiku
I miei mormorii
che il cuore racconta
sono segreti.

Mi ritrovo cos
Vago tra un
cielo di nubi che
il vento rischiara.
Lascio scorrere
fluttui irreali
mentre il giorno
mi scorre tra le mani.
Senza sosta.
Passi lenti,
cercano di raggiungere
tra sensazioni antiche
nate nel crepuscolo
dell'anima,
nella tristezza di un amore
perduto nella nebbia
del cuore
densa di dolore.

Giornate strane
Sono solo
giornate strane.
Nel muro leggo la tristezza.
I miei confini sono la nebbia,
il vuoto.
Di tanto in tanto,
come un appuntamento,
saffaccia un grido
dal mio battito.
Ascolto il dolore.
Le mani piene di ricordi.
Chiusi nel pugno i miei pensieri
per non dimenticare parole.
Sola,
attraverso questa enorme dimora
la mia vita.

Senza rumore
In silenzio,
mettendomi da parte,
in un angolo
senza far rumore,
guarder al mio amarti
con gli occhi dell'anima.
Ti amer senza scorgerti,
navigher al tuo fianco
da questo oscuro che
mi circonda.

I miei occhi

I miei occhi hanno


il colore del nulla,
trasmettono tutta la disperazione della mia anima stanca.
Gridano solo dolore,
ma nessuno
si ferma mai
a guardarli,
a leggerli,
a sfogliarli.
Sono pagine
della mia vita.
Sopravvissuti
continuano
a guardare
la vita che scorre
dentro e fuori.
Avrei voluto
vicino a me
qualcuno che li scaldasse...

Il buio
Il buio
pieno di storie,
di nomi...
storie delle quali
non si parla pi...
Vorrei chiudere
gli occhi
come se,
per anni,
non avessi atteso altro.
Liberarmi
della memoria in
una storia pi
penosa dell'amore.

All'amore
Spezzata
la mia fragilit
mi ritrovo a respirare
la mia libert.
Dono la mia vita
con tutto il cuore
come risposta
all'amore.
Solo allora l'amore
mi risponder.
Con tutto il corpo.

DOVE SEI?
ANIMA MIA
HO LASCIATO
LUNGHI SOGNI
NELLA CASA,
SOLITARIA,
TRA I LUOGHI DA ME AMATI
SOSTI FRA VECCHI ROSAI;
SOSTI CON GLI ANTICHI MIEI RICORDI;
SOSTI CON LE MIE NUOVE SPERANZE.
VIANDANTE DISPERATA, SEI, ANIMA MIA.
IO SONO QUA,
ARRIVATA,
PER AVERE UN GESTO,
ANCHE MUTO,
DALLE OMBRE DEL PASSATO

Come mi innamorai?
Caddi?
Inciampai?
Persi l'equilibrio e caddi?
Mi sbucciai il cuore?
E certo come rimanere sospesi
oltre l'orlo di un precipizio.
Per sempre?
Forse, chiss
Ma ora l'amore, che respira gioia,
mi tormenta come se fosse dolore.

Lora del tramonto

Il tramonto nasconde
Il suo ultimo oro
Dietro i monti
E tutto si fa nero e buio.
Indugio sotto la luce delle stelle
E guardo il buio davanti a me
Che abbraccia
Il mondo che dorme.
Non c pi vita:
dormono le emozioni,
le commozioni,
le parole,
riposano gli animi.
Io osservo e cerco
Cerco colori
Pr dipingere la mia vita
In bianco e nero.

Nel buio del silenzio


E' nel buio del silenzio
che voglio navigare.
Nel campo fecondo
della tua indifferenza
arer la tua anima
e seminer sospiri.
Forse a fine stagione
raccoglier sorrisi.

Noi
Camminavamo insieme
sotto petali profumati,
ma questo era ieri.
Passeggiavamo insieme
lungo il fiume,
ma quando guardo l'acqua,
il tuo volto non
vi riflesso
mai pi...
n qui, n altrove.
Ora ti chiamo
La mia voce
non ha pi suono,
nel viaggio,
nel tempo,
nel flusso dei ricordi

Le stagioni
Mentre il giorno scorre,
lentamente,
con il mio sguardo
rivisito le stagioni della mia vita
e
mi accorgo
che non mi appartengono pi:
sono altrove...
in un vuoto dove tutto silenzio.

Vacillo

Corro
e
percorro
le vie dei miei sogni,
animosa
e
stanca,
col pensiero dell'addio.
Vacillo
nei,
miei versi
dettati dal cuore affranto,
che
piange e
si
dispera silente,
tra il ricordo di un nulla,
perduto nel buio di una notte.

Coloro parole
Coloro i
miei pensieri di te,
che non ci sei.
Disegno
le mie parole col verde,
e
mi affido alla speranza
di soffiare semi
da piantare.
Nel tuo cuore.

Silenzio
Ho navigato
nell'ondeggiare
della mia sofferenza
nascosta nell'ombra
di un sorriso morente.

Per te
Per te
non voglio essere
come la notte,
ma
come il giorno,
come il sole,
che ogni mattina
rinasce.
Con noi.
O...
forse si,
come la notte,
una notte
calda e
misteriosa.

Come soffio nel vento


Come un'adolescente
ti incontro
ogni notte
nei miei sogni.
Dolce e impetuoso
mi penetri
sin dentro i pensieri
regalandomi
sussulti d'anima.

Sogno
Il mantello della notte
avvolge i miei desideri,
imprigiono un sogno e...
lo riempio di parole sgorgate dal cuore

Io vivo
Oltre l'infinito
nell'immensit del
suo silenzio,
denudo
la mia anima di donna,
violentata dal dolore
di una vita
triste e inconcludente.
Eppure vivo...
anche se gi oggi
incarno in me il ricordo
di un domani mai vissuto

Tanka
Ho indossato il mio vestito Rosso.
Ho profumato il mio collo.
Ho dipinto le mie labbra di rosso.
Ho indossato il sorriso pi bello e luminoso.
Ho sparso tutte le impronte pi belle della mia anima
la mia porta aperta,
la mia finestra aperta,
respiro forte...e aspetto!

Chi sono io?


Chi sono io?
Sono magia
d'istanti di tempo
senza vissuto;
fiume in piena
che scorre
e trascina ricordi;
mare d'erba
scossa dal vento
fra sinfonie di suoni;
un capitolo di libro
ancora da leggere.
Chi sono io?
Sono un battito
di cuore stanco
di aspettare.
Tanka
Mi soffio in una bolla
e mi lascio trasportare
dal vento, fluttuando nel
tempo dei ricordi non vissuti
ma presenti.

Chi sono io?


Chi sono io?
Sono magia
istanti di
tempo
senza vissuto;
fiume in piena
che scorre
e trascina
ricordi;
mare d'erba
scossa dal vento
fra sinfonie di
suoni;
un capitolo di libro
ancora da leggere.
Chi sono io?
Sono un battito
di cuore
stanco di aspettare.

Randagia
Sono randagia
nel tuo silenzio,
polvere vagante
dispersa
nel vento.
Non vedermi
cosa oscura
e
non giudicare
l'apparenza
che
spesso non verit.
Guarda
la mia anima.
E' pura
e
si effonde
e
si diffonde nella tua
senza bisogno di parole.

Ogni giorno
Ogni giorno
raccolgo il pianto dell'ultimo sole
e il suo tepore.
Mabbandono ai ricordi
di giorni antichi,
colmi di desideri e speranze.
Respiro della sua pace laffetto.
Mi lascio alle spalle
l'ombra morente di questa vita,
che pure sfiorisce.
La breve aurora del nuovo giorno

Carta
Conosco
del silenzio
il Profumo.
Impera
lungo i corridoi
della mia anima,
... ne faccio carta
da riempire di vuoto.

Chiamami per nome


Sopra il mio volto
sempre pi stanco,
splendono gli occhi
pi vaghi e soli...
Sconoscita a me stessa perfino.
Lascio fare
alla luce mentre
continua a
palpitare il giorno.
Tu chiamami

notte
notte...
sulla soglia dellanima,
si affollano pensieri,
dubbi.
Ansie,
incertezze
che spavalde iniziano
a bussare.
Sintrufolano
nella mente fragile.
Lanima sarrende.
Si lascia
catturare,
trasportare
in quel magico
mondo che si chiama...
Sogno.

"Se mi vestissi delle tue parole


sarei completamente nuda..."
Mi sembra di aver perso qualcuno...
In realt ho perso solo me stessa...
"Il silenzio
invade le mie
attese del cuore.
Mentre le pieghe
del volto
gridano rabbiose."
Voglio immergermi
nel tuo sguardo...
Nella notte
silenziosa
altero silenzi,
rumorosi.
Ma tu Non Ci Sei.
"Forse
sarei pi
sola
senza la
mia Solitudine..."

Ti aspetto qui
Ti aspetto qui...
sola,
appoggiata
al muro delle
cose passate.
Ti aspetto qui...
sola,
stretta dalla morsa
di false certezze.
Ti aspetto qui...
sola,
legata a pensieri lontani.
Ti aspetto qui...

Nel silenzio
Nel silenzio della mia solitudine,
l'anima
ha raccolto tutti i fogli bianchi
colmi di te.
Tutti i pensieri,
i baci,
le carezze,
che ti ho dedicato,
tutte le parole d'amore
sussurrate,
gridate,
implorate...
Un rotolo di fantasmi
che ho acceso in un gran fal
per vederlo bruciare.
E brucia,
brucia...
Le parole perdono di significato
i baci si disperdono
nel vento,
e le carezze...
Dio come mi mancano quelle carezze!
Mi arrivano
un'ultima volta
col calore di quel fal.

L'incanto
E' finito il mio incanto.
E' caduto dal cielo
dei miei sogni
e
ora giace a terra.
Smarrito tra il soffice verde
del giardino della mia vita.
Lo ammiro,
lo accarezzo,
e
mi accorgo di amarlo ancora.
Sorrido e piango.
Da ogni lacrima
nasce un fiore di prato,
che avvolge e infiora il mio incanto.

Quando nasce l'amore


Sei tu... sono certa,
sei nato con l'alba di
una nuova speranza
per regalarmi il profumo
di una nuova primavera.
L'anima ha sentito bruciante
il desiderio di te,
un desiderio forse sbagliato,
completamente sconosciuto,
magico,
che mi fa provare un brivido,
mentre sento il rossore
invadermi le guance e
il cuore ritmare una canzone:
la canzone degli innamorati.

Domani

Domani...
domani...
questo domani
non arriva
questo domani
non ci sar mai
questo domani...
Disillusione di
un sogno
che continua
sempre
a risplendere
regalandomi
intense
emozioni,
palpiti e
carezze
di questo
amore
irreale.
In un domani che
non ci sar mai

Tutto il mondo
Oh, dolce sogno
nella mia ardente
fantasia.
Ritempra la
mia anima:
cullami nei
tuoi pensieri.
Ferma il tuo tempo
e regalami un istante...
tu qui con me.
Una parola
un bacio,
una carezza
e tutto il mondo
sar con me.

La mia anima
La mia anima
non riposa
mai. Ricordi
nascosti tra le intime pieghe sono un continuo tornare.
Con gli occhi velati dal pianto
li lascio riaffiorare.
E fanno male.

A volte
A volte,
non riesco a sapere chi sono...
ma conosco ogni parte del mio dolore.

Quelle come me.


Quelle come me sanno amare in silenzio.
Per tutte due.
Non importa chi ama di pi.
Chi di meno,
chi per niente,
non importa...
Amano!
Senza chiedere.
In cambio amano solo.
Amano da sole...
Anche se dentro piove.

Se
Se rimarrai sveglio fino a tardi,
nella notte ,
pensando a me,
ti canter dalle stelle una canzone,
ti guarder,
attraverso i raggi della luna,
diventer un sogno
fino ad entrare nelle profondit del tuo sonno
e,
se ti sveglierai,
voler nel buio,
come una piccola lucciola,
fra le tue braccia

Nuda
Nuda l'anima mia.
Sussurro di voci
e incubo
irreale di un sogno.
Occhi erranti,
dispersi nell'ombra.

Sogni
Ho sognato di averti con me e
ho spalancato le braccia per accoglierti,
in un'esplosione di baci,
di carezze,
di abbracci.
Mi hai regalato sensazioni meravigliose
che cullarono lanima mia,
nell'infinito,
tra le stelle
e
ancora oltre,
a un passo dall'amore puro.
Poi la realt...
e
la mia solita solitudine.
Sono,
cos,
ricaduta sulla terra,
attonita e senza respiro.

Ho bisogno
Ho bisogno di parole non dette
che
scivolano copiose
sul mio corpo tremante.
Ho bisogno di una mano
che
asciughi i miei occhi bagnati.
Ho bisogno di un abbraccio
perch
stringa il mio cuore solitario.
Ho bisogno di una mano
che
mi accarezzi piano.
Ho bisogno di una voce,
di scricchiolii
per nascondere il mio lamento
in questo angolo di terra.
Ho bisogno di addormentarmi
nella profondit della mia anima dondolata dal vento,
senza pi sospiri.

Ricordi

Mi sfoglio
lentamente
fino ad arrivare in fondo all'anima,
dove volano le emozioni,
i sentimenti,
i ricordi,
le sofferenze e gli amori.
Tutto riprende vita...
tutto si anima,
ed io mi perdo
in una danza di ricordi passati e vissuti.

FINE