Sei sulla pagina 1di 25

Prefazione

Marina Liberati ci ha abituato ormai ad una


visione interiorizzante della sua poesia: tutta
proiettata

nella

sua

anima.

La

poetessa

di

Ariccia, si esteriorizza mettendo a nudo la sua


anima, strapazzata nella morsa dei ricordi, delle
speranze; dal forte contrasto tra le ombre e le
luci, come una guerra continua. Inesauribile
quanto estenuante. Ombre a volte troppo cupe e
luci, forse, troppo vivide. Il gioco esistenziale
che ne emerge appare come il difficile mestiere
di vivere comune a tutti noi.
Ma la sua una poesia che convince, perch
vera e questa la ragione per cui trova consnsi
tra i suoi lettori. Nel giugno 2015 ha ricevuto il
primo premio del concorso Lattimo nelle parole
indetto da una radio milanese: Milano15 Radio
Music.
Antonio Dal Muto

Poesie
Un Grido
Haiku
Sola, sola!
Lacrime
Il tempo che va
Ricordi Bui
Dove sei?
Persa
Ricordati di me
Carta
Tanka
Non cercarmi
Quando nasce l'amore
Dove sono?
Amore
Giorni
Silenzio
Luce del cuore
Identit
Tanka
Riflessioni
Abbracciarti
Signora in Rosso
Solitudine
Delirio

Un Grido

Non un messaggio
di un poeta,
ma il disperato grido
di una fragile donna.
Saprai ascoltarlo
senza ridere di me?

Haiku
Vivo silenzio
Non servono parole
Batte il cuore

Sola, sola!
Fredda immagine della vita!
Il silenzio mi fa pensare,
il dolore pi forte,
la solitudine mi soffoca.

Lacrime
Ahim!
Essere indifesi.
Come duro.
Lacrime.
Quante volte mi avete lavato il viso!
Nel silenzio urlavo...
Nessuno che mi ascoltasse.

Il tempo che va

E' passato il tempo...


oggi sono solo il ricordo
di un pensiero che mi percorre.
Nel profondo dell'anima.
Come un canto.
Triste.

Sussurrato...

Ricordi Bui
Ripercorro
i ricordi bui
del mio passato.
Vorrei non averne
mai avuti.
Tutta
la sofferenza che
porter sempre nel cuore
sono il loro tributo.
Tornare indietro nel tempo
cancellare tutti i ricordi
dimenticare tutte le lacrime.
Il dolore e il patire.
Oggi sono quella che sono:
una donna con le palle.
Lo devo a loro:
meno timida, pi forte,
pi strafottente.
Una donna che non si fa calpestare
da niente e da nessuno
Mi sono nutrita di sofferenze e dolore...

Dove sei?

Anima mia
Ho lasciato
interminabili sogni
Nella casa solitaria,
Tra i luoghi da me amati
Ora tu sosti
Sosti fra vecchi rosai,
Sosti con gli antichi miei ricordi
Sosti con le mie nuove spoeranze.
Anima mia, disperata come un viandante,
Io sono qua, arrivata,
Per avere un gesto muto
Dalle ombre del passato

Persa

Persa
nel buio della solitudine.
Persa
nel buio pesto della notte.
Persa
nel buio dell'angoscia.
Persa
nel buio del dolore
dove lacrime,
diluite dal dolore,
mi affogano.
Ancora...
Nel silenzio di te
nelle mie lunghe notti.
Eppure io ti amo, ma non vorrei.
Eppure io ti amo, ma non ci sei...

Ricordati di me
Profumo,
inebriante
di mille dolci colori.
Avvolgi tutto ci
che ho amato e amo.
Nascosto
nelle pagine
di un libro...
Ricordati di me.
Mentre
ogni cosa dentro
sembra lentamente morire.

Carta

Conosco
il profumo
del silenzio
che impera
lungo i corridoi
della mia anima,
...ne faccio carta
da riempire di vuoto.

Tanka
Onde floreali
di un prato trasparente
distesa l'anima mia
tra mille ricordi mossi.
Arrivano dal silenzio
e...ti accarezzo il cuore
con i profumi dell'amore.

Non cercarmi
Non cercarmi...
Non mi troverai.
I ricordi
giocheranno
con i tuoi pensieri,
come tu hai giocato con i miei

Quando nasce l'amore


Sei tu!
Sono certa.
Sei nato con l'alba
di una nuova speranza per
regalarmi il profumo di una
nuova primavera.
L'anima ha sentito un bruciante
desiderio di te,
un desiderio sbagliato,
forse,
completamente sconosciuto,
magico.
Mi sfida cone un brivido arrogante,
mentre sento uno spavaldo rossore
invadermi le guance
Il cuore ritma una canzone:
la canzone degli innamorati.

Dove sono?
Mi son vista
sorridere nell'alba di
un nuovo giorno....
al calar del sole.
Cerco nel mio cuore
un po' d'amore.
Aspetto nuovi colori.
Chiss chi mi risveglier
in questo meraviglioso
silenzio?

Amore
Nel sonno
pronuncio tre sillabe:
amore...
Un soffio mi
raggiunse senza
attraversare l'aria.
Penetr direttamente
nel cuore che rispose vibrando...
era il suono dell'anima.

Giorni
Rigiro tra le mani
giorni di silenzio.
Giorni con cui non si discute.
Giorni che si inseguono,
si ricorrono
uno uguale all'altro.
Il domani che
diventa oggi,
e...poi ieri.
Senza sussulti.
Senza palpiti.
Giorni vuoti
...fatti di niente.

Silenzio
Il silenzio
mi riempie
di silenzio
fino al punto
di non ascoltarlo pi...

Luce del cuore


Ogni volta che vorrai
cercare la mia mano,
la troverai sempre
racchiusa nella tua e...
nei momenti che mi vorrai
vicino a te, aprila!
Mi troverai sempre con
un sorriso colmo d'amore.
Cos far io, quando
mi sentir sola,
chiuder gli occhi
immaginandoti
vicino a me e...
sarai luce per il mio cuore.
Identit
Maffatico in questa
identit:
tra silenzi ascolto
il mio cuore che
cerca parole...
oltre il tempo...
oltre la distanza...
oltre il cielo...
tra sussurri soffiati.

Risveglio da un sogno
Sola.
Nella mia stanza
lentamente oltrepasso il magico cancello.
Passo accanto alle bordure robustamente variegate
Attraverso prati smeraldini
per penetrare nell'umida frescura
di un bosco di pini.
Come colomba ne esco accolta
dalla fiammante luce del sole;
dal canto degli uccelli;
dall 'intenso profumo dei fiori
della terra;
dell'erba chiassosa ...
Fino a far sussultare i sensi che fremono
per tanta bellezza
e...
mi piego
mi lascio prendere
dalla realt di un sogno.

Tanka
Prendimi.
Accarezzami.
Cantami
Una nenia ...
Di quelle trasognati di luci.
Prima che
i miei occhi si chiudano,
prima che il cielo non sia pi

... Ci sono volte che il pensiero non basta pi.


Servono gli abbracci...le carezze...i baci...le promesse...
lo stringersi le mani...il guardarsi negli occhi...

"Voglio respirarti attraverso un bacio"

Amare come se avessimo scelto persino il dolore. Lamore


un viaggio nel tempo Fina a qui.

Abbracciarti
Ho voglia
di abbracciarti.
In quei luoghi
in cui sono stata felice
Gli stessi luoghi della mia infelicit attuale.
E cancellare questa solitudine,
questa tristezza.

Signora in Rosso
Vago nella nebbia
ostentando un cappello retr.
Si srotolano e si sfaldano i pensieri.
Ho vissuto tutta la notte
annaspando fra le lenzuola...
Pensavo di librarmi, vestita rosso fuoco,
fra baci di cherubini.
Innondata da sillabe incomprensibili
che della mia stranezza ne fanno vapore;
che colorano di vissuto il mio sogno.
Ma non c' nessuno!
inesistenti le voci, i suoni.
Non ha voce la nebbia.

Solitudine

Languore
di solitudine
il silenzioso pianto che plasma
il mio volto...
le mie mani...
il tremore dllanima
il vento della sua voce
che mi scuote
le membra
e
il tremare
e come un dolce sentire.
Ora... svanisce e
mi affretto
a raccogliere
solo ci che rimasto:
briciole di un singulto solitario.

Delirio
Cos tu vivi:
altrove!
E' triste
l'ombra che
mi segue.
Quando nasce
la luna
che incanta
il mondo,
il mio silenzio
cerca
il tuo silenzio
fino al delirio.

LA MIA VITA SARA' UN'ESISTENZA DI POETA

FINE