Sei sulla pagina 1di 34

Teoria

Tecnica
Applicazioni
Dr.ssa Silvia Adiutori
Psicologa Psicoterapeuta
www.silviadiutori.it
adiutorisilvia@gmail.com
3471116682

Problem solving =
capacit del soggetto di sfruttare al meglio
le sue risorse per ladattamento allelemento stressante

Stress positivo = eustress


Stress negativo = distress

Sintomi possibili dello stress


a) problemi digestivi: ulcere, nausee, vomito
b) irritabilit (ci s'innervosisce velocemente)
c) problemi cardiaci (accelerazione del ritmo cardiaco e/o aumento della
tensione (ipertensione)
d) diverse turbe del sonno (insonnie)
e) disturbi psichici: nervosismo, crisi d'angoscia, paure eccessive
(fobie),depressione
f) disturbi del ciclo (problemi di mestruazione per una donna)
g) apparizione di forfora (soprattutto per l'uomo)
h) caduta dei capelli
i) problemi di concentrazione
j) sviluppo o riapparizione di malattie infettive come l'herpes labiale,
l'herpes genitale, il mal di gola, i raffreddamenti,
k) problemi sessuali : disturbi erettili, perdita del desiderio
(problemi di libido)
l) alito cattivo (in seguito ad una disidratazione della bocca)
m) acne

Stressor
Il termine stressor si riferisce a stimoli di diversa natura che portano
l'organismo e la psiche allo stress:
fisici (uno shock elettrico, lesposizione al freddo o a caldo eccessivo, ecc),
metabolici (riduzione dei livelli glicemici),
psicologici (un colloquio di lavoro o una prova desame),
affettivi (un evento di perdita o lutto).
Oltre alla natura dello stressor sono molto importanti anche lintensit, la
frequenza e la durata dello stimolo.
stressor troppo potenti, frequenti e prolungati sono in grado di superare la
possibilit di resistenza dellorganismo, (ricordando comunque che il livello di
resistenza prettamente soggettivo) e di portare l'individuo allo stress cronico
e a malattie ad esso associate.

STRESSOR PSICOLOGICI: SCHEDULE OF REDJUSTMENT RATING SCALE DI

Holmes e Rahe (1967)

Nunemro dordine

Valore medio

Evento
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17

100

Morte del coniuge


73

Divorzio
65

Separazione
63

Periodo di carcere
63

Morte di un familiare
53

Infortunio o malattia
50

Matrimonio
47

Licenziamento
45

Riconciliazione con il coniuge


45

Pensionamento
44

Cambiamento nelle condizioni di salute di un familiare


40

Gravidanza
39

Difficolt sessuali
39

Arrivo di un nuovo membro in famiglia


39

Riassestamento nel lavoro


38

Cambiamenti nelle disponibilit economiche


37

Morte di un amico

UNO STESSO EVENTO PU


ESSERE STRESSANTE PER UNA
PERSONA

MA NON PER UNALTRA!

Lazarus (1977, 1978) Teoria psicologica dello stress


Sostiene che il giudicare la richiesta proveniente dallambiente come una minaccia,
una sfida o un danno, e quindi anche la scelta della reazione allo stimolo, dipendono
sia da fattori legati alla persona (come il suo sistema di valori, le sue credenze
relative sia a s stesso sia allambiente, e gli scopi che si prefigge), sia da fattori legati
alla specifica situazione stressante (come la sua potenziale controllabilit, la sua
imminenza, la sua durata prevista e la sua pericolosit).

In altre parole, se e in che misura persone diverse,


inserite in una stessa situazione, oppure una stessa
persona inserita in situazioni diverse, sperimenteranno
stress, dipender in larga misura dal processo
dinamico attraverso il quale si attua la valutazione
dellesperienza passata del soggetto, delle
informazioni che gli provengono dallambiente e dalla
valutazione delle sue potenzialit di coping, ovvero
delle strategie che il soggetto ha a disposizione per
affrontare in modo adattivo le diverse situazioni.

Sindrome da gettare la spugna


uno stato psicologico, che si verifica quando i soggetti, dopo
aver ripetutamente tentato di controllare la situazione senza
riuscirvi, imparano ad aspettarsi che il proprio
comportamento sia inefficace, anche qualora la situazione
dovesse essere diversa.
Esperimento di Seligman sui cani (1965)

Il Training Autogeno una tecnica di rilassamento che


combatte lo stress e riporta in equilibrio le nostre
funzioni fisiche e psichiche, poich luomo un
organismo che comprende corpo e mente:
Riequilibrando le funzioni fisiologiche si migliorano
anche quelle psicologiche

LO STRESS ALTERA I VALORI


PSICOFISIOLOGICI AGENDO
SUL SISTEMA NERVOSO
CENTRALE

IL TRAINING AUTOGENO
RIEQUILIBRA LE FUNZIONI
ALTERATE AGENDO
ANCHESSO SUL SISTEMA
NERVOSO CENTRALE.

Training
allenamento, esercizio sistematico per la
formazione di se stessi (processo che
appartiene
alle
funzioni
superiori
dellapprendimento)
Autogeno
che si genera da s dopo un periodo di
apprendimento con lallenamento.

La pratica del t.a. consiste in un


apprendimento graduale di una serie di
esercizi di concentrazione psichica passiva,
particolarmente studiati e concatenati, allo
scopo di portare progressivamente al
realizzarsi di spontanee modificazioni del tono
muscolare, della funzionalit vascolare,
dellattivit cardiaca e polmonare,
dellequilibrio neurovegetativo e dello stato di
coscienza (L.Peresson).

I principali risultati che si possono


ottenere con la pratica del t.a. sono tre:
1. equilibrio neurovegetativo
2. stato di calma
3. modifiche di personalit
1. Riposo -------- sfera della vita normale
2. Autodistensione --------------- sfera della vita normale.
3. Miglioramento delle prestazioni ----------- sfera della vita normale
4. Autoregolazione delle funzioni corporee normalmente involontarie -------matrice medica
5. Eliminazione del dolore --------------- matrice medica
6. Autodeterminazione (formulazione dei proponimenti) --------sviluppo
cosciente della personalit
7. Autocritica e autocontrollo (introspezione) ----------- sviluppo cosciente
della personalit

Questa COMMUTAZIONE ,
cio questo cambiamento radicale
delle strutture fisiologiche e
psicologiche ci serve per
fronteggiare in modo vincente gli
stimoli stressanti

IDEOPLASIA (Forel)
capacit di un elemento ideativo, cio immagine, pensiero o concetto di produrre
formazioni, cio modificazioni somatiche; gli elementi ideativi producono alterazioni
dellorganismo percepibili in modo obiettivo e sperimentalmente dimostrabile. Alla luce di
questi riscontri scientifici, si presentata la possibilit di produrre con la mente condizioni
psicofisiche di antisteria, antipsicomatosi, antistress.
L Effetto Carpenter (1873) fa parte dei processi neurofisiologici alla base del processo
di generalizzazione ed afferma che la percezione o la rappresentazione mentale di un
movimento provocano degli impulsi motori che sono riscontrabili a livello elettromiografico
(attivit dei muscoli).

CONCENTRAZIONE PSICHICA PASSIVA


un modo di essere della psiche che si esplica in assenza di
sforzo, di volont, di attenzione, di impegno, di azione; questa
una dimensione naturale delluomo che deve solo essere
riscoperta.
Rivolgersi in modo disteso e spontaneo verso un processo,
rimanere fluidi ed adattabili.

Induzione alla Calma


1.Pesantezza
2.Calore
3.Cuore
4.Respiro
5.Plesso Solare
6. Fronte fresca
Esercizi della Ripresa

Rilassamento Progressivo di tutti i muscoli I muscoli del corpo sono rilassati


Immagini mentali di calma e serenit onde calme, mare limpido, cielo azzurro
Mente vuota La mia mente un cielo limpido, i miei pensieri sono come nuvole
bianche sospinte dal vento

Sono calmo sereno rilassato, la mia mente tranquilla

Rilassamento dei muscoli volontari


I muscoli delle gambe sono pesanti. I muscoli della braccia sono pesanti.
I muscoli del corpo sono pesanti

Il corpo pesante 3 volte


+ Formula della calma 3 volte

Rilassamento del sistema circolatorio. Sensazione di calore epidermico.


Le gambe sono calde. Le braccia sono calde.
Il corpo caldo

Il corpo caldo 3 volte


+ Formula della calma 3 volte

Il cuore batte calmo e regolare


3 volte
+ Formula della calma

Il respiro calmo e regolare


3 volte
+ Formula della calma

Sensazione di calore interno

Il plesso solare irradia calore


5 volte
+ Formula della calma

Vasocostrizione dei vasi sanguigni della testa

La fronte fresca
3 volte
+ Formula della calma

1.PESANTEZZA

2.CALORE

I MUSCOLI SI SCIOLGONO COME CERA CALDA

SENSAZIONE DI PRENDERE IL SOLE IN SPIAGGIA

3.CUORE
BATTITO REGOLARE E PRIMORDIALE

4.RESPIRO
ONDE REGOLARI CHE VANNO E VENGONO

5.PLESSO SOLARE
CENTRO ENERGETICO DEL CORPO, LEGATO ALLE
EMOZIONI PI PROFONDE. SPRIGIONA CALORE.

6. FRONTE FRESCA
IMMAGINARE DI AVER APPOGGIATO UNA
MANO BAGNATA SULLA FRONTE

Nel t.a., essendo esso un allenamento vero e


proprio, fondamentale lelemento ripetizione
poich permette di cambiare profondamente le
strutture psicofisiologiche e di mantenere una
concentrazione psichica profonda .
Si ripete la serie di esercizi 3 volte al giorno,
Si ripetono 3 volte le formule di ogni esercizio.
Mantra indiani, canzoni tribali, rosario cristiano

DURANTE IL TRAINING AUTOGENO SI


PRESENTANO LE STESSE ONDE CHE SI
MANIFESTANO DURANTE IL SONNO R.E.M.
(onde alfa)
Ma non si incoscienti come quando dormiamo
n come quando si sotto ipnosi

Addormentarsi
Entrare in uno stato di veglia
con flussi di pensieri
1.

2.