Sei sulla pagina 1di 14

STIGMA di E.

GOFFMAN
STIGMA E IDENTITA SOCIALE
Greci per primi hanno utilizzato il termine stigmasegni fisici associati ad insoliti e criticabili
aspetti della condizione morale di chi li ha. Oggi il termine utilizzato in senso letterale ma si
riferisce pi alle minorazioni che alle prove fisiche di esse, inoltre vi sono stati cambiamenti nel
tipo di minorazione che suscita ribrezzo e preoccupazione.
E' la societ a stabilire quali strumenti utilizzare per distinguere le persone in categorie.
Identit sociale attuale categoria a cui possiamo dimostrare che appartiene una persona e gli
attributi che legittimo assegnargli. Quando un estraneo di fronte a noi possono esserci
prove che egli possiede un attributo che lo rende diverso dagli altri. In base ad un attributo
meno desiderabile si arriva a giudicarlo come una persona cattiva o pericolosa o debole. Nella
nostra mente viene cos declassato da persona completa o a cui siamo abituati a persona
segnata, screditata. Tale attributo lo stigma e segna una profonda frattura tra identit
sociale virtuale e attuale.
Stigmatermine che contiene una doppia prospettivalo stigmatizzato presuppone che la
propria diversit sia gi conosciuta o a prima vista evidente oppure presuppone che non sia
conosciuta dai presenti, n immediatamente percepibile. Nel primo caso SCREDITATO, nel
secondo SCREDITABILE.
Tre tipi di stigma:
1. Deformazioni fisiche
2. Aspetti criticabili del carattere
3. Stigmi tribali della razza, nazione, religione che possono trasmettersi di generazione in
generazione e contaminare tutti i membri di una famiglia
Caratteristica principale della situazione in cui si viene a trovare la persona stigmatizzata
ACCETTAZIONE quelli che trattano con lui non gli accordano il rispetto e la considerazione.
Come risponde a ci lo stigmatizzato?
1. Tentativo per correggere la base soggettiva del suo fallimento (es. chirurgia plastica per
deformazioni fisiche)
2. Tendenza alla vittimizzazione
3. Sforzarsi di imparare attivit da cui di solito si ritiene debbano essere esclusi coloro che
hanno una minorazione

1
------------------------------------------------------

OPsonline.it la principale web community italiana per studenti e professionisti della Psicologia
Appunti desame, tesi di laurea, articoli, forum di discussione, eventi, annunci di lavoro, esame di stato, ecc
E-mail: info@opsonline.it Web: http://www.opsonline.it
Gestito da Obiettivo Psicologia srl, via Castel Colonna 34, 00179, Roma - p.iva: 07584501006

4. Servirsi dello stigma per ottenere vantaggi secondari, come scusa per linsuccesso che
ha subito per altre ragioni
5. Considerare la sofferenza un privilegio nascosto in quanto spesso si crede che le
sofferenze servano da aiuto a conoscere la vita e la gente
6. Riconsiderare i limiti delle persone normali
Oggetto del saggiocontatti mistimomenti in cui la persona stigmatizzata e quella normale
vengono a trovarsi nella stesa situazione socialesoprattutto qui frequente che i due
interlocutori si trovino costretti ad affrontare apertamente le cause e gli effetti dello stigma e
qui sinsinua nello stigmatizzato la sensazione di non sapere cosa gli altri pensino davvero di
lui. Inoltre, nel corso dei contatti misti, pu darsi che lo stigmatizzato senta di essere sotto i
riflettori, abbia imbarazzo di s. Crede che i suoi successi minori possano essere giudicati come
segni di notevole capacit
Es. un cieco gesti che una volta erano del tutto normali, non lo sono pi. Se fai questi gesti
con sicurezza e finezza puoi suscitare meraviglia!
Nello stesso tempo, egli ritiene che le manchevolezze o trascuratezze occasionali possano
essere interpretate come espressione diretta della diversit stigmatizzata. Quando il difetto di
uno stigmatizzato evidente al solo guardarlo diventa assai probabile che arrivi a considerare
la compagnia dei normali come una vera violazione della sua intimit. Prova pi dolorosamente
questa sensazione quando sono i bambini a guardarlo. Limbarazzo di trovarsi esposto pu
essere acuito dalle conversazioni che certi estranei fanno su di lui e che egli pu prendere
come espressione di curiosit morbosa riguardo al suo stato. Nel corso di queste conversazioni
pu darsi che gli estranei gli offrano un aiuto che lui non vuole o di cui non ha bisogno. E facile
che lo stigmatizzato reagisca anticipatamente chiudendosi in se stesso.
Ma si deve sospettare che anche le persone normali si trovino a disagio in tali situazionisi ha
allora una situazione di regressivit senza limiti nella considerazione reciproca.

2
------------------------------------------------------

OPsonline.it la principale web community italiana per studenti e professionisti della Psicologia
Appunti desame, tesi di laurea, articoli, forum di discussione, eventi, annunci di lavoro, esame di stato, ecc
E-mail: info@opsonline.it Web: http://www.opsonline.it
Gestito da Obiettivo Psicologia srl, via Castel Colonna 34, 00179, Roma - p.iva: 07584501006

Due categorie che appoggiano e dividono con lo stigmatizzato la convinzione che egli un
essere umano essenzialmente normale:
1. Coloro che hanno lo stesso stigma. Sanno per esperienza cosa vuol dire e quindi assai
probabile che alcuni di loro insegnino agli altri i trucchi del mestiere e diano loro la
possibilit di rifugiarsi al riparo delle lamentele. Una volta che chi ha uno stigma
raggiunge unalta posizione professionale, gli si apre quasi automaticamente una nuova
carriera, quella di rappresentante della sua categoria. Di solito vengono sottolineati due
aspetti specifici di questi rappresentanti. In primo luogo, nel fare il proprio stigma la
propria professione, i leader del gruppo sono costretti ad avere altri contatti con
rappresentanti di altri categorie e perci vengono a rompere il circolo chiuso del loro
sodalizio. In secondo luogo, pu darsi che coloro che presentano il punto di vista della
loro categoria. Lo facciano con alcuni pregiudizi perch sono troppo dentro il problema.
2. Il gruppo dei saggi, persone normali che per motivi particolari sono comprensivi e
partecipi della vita segreta dello stigmatizzato, persone che sono accettate dal gruppo e
ne diventano quasi membri. Questi saggi sono i marginali, davanti ai quali lo
stigmatizzato non sente vergogna, n esercita autocontrollo. Un tipo di saggio colui
che deriva la sua saggezza dal lavorare in un ambiente che si occupa dei bisogni di chi
ha uno stigma particolare (infermieri e terapisti ad es) un secondo tipo costituito da
chi in contatto con lo stigmatizzato attraverso la struttura sociale (parenti)

Carriera moralecambiamenti nella concezione di s o socializzazione. Fasi:

Lo stigmatizzato impara ad interiorizzare il punto di vista delle persone normali


acquisendo cos le credenze che la societ ha sullidentit e unidea generale di
quello che vuol dire avere un particolare stigma

La persona apprende di essere in possesso di un particolare stigma

Il ritmo e linfluenza reciproca di queste due fasi iniziali della carriera morale gettano le
fondamenta per il successivo sviluppo e offrono uno strumento per distinguere tra le carriere
morali che sono disponibili per lo stigmatizzato. Quattro modelli:

3
------------------------------------------------------

OPsonline.it la principale web community italiana per studenti e professionisti della Psicologia
Appunti desame, tesi di laurea, articoli, forum di discussione, eventi, annunci di lavoro, esame di stato, ecc
E-mail: info@opsonline.it Web: http://www.opsonline.it
Gestito da Obiettivo Psicologia srl, via Castel Colonna 34, 00179, Roma - p.iva: 07584501006

1. il primo comprende coloro che hanno uno stigma fin dalla nascita. Essi si socializzano
nella loro situazione svantaggiosa anche quando apprendono ed interiorizzano i criteri di
paragone comuni con i quali non possono misurarsi ex. Lorfano apprende che
naturale e normale che i bambini abbiano i genitori, mentre proprio sta imparando a
sue spese cosa vuol dire non averli.
2. un secondo modello deriva dalla capacit della famiglia di fare da campana protettiva
per i giovani, servendosi del controllo dellinformazione. Si fa in modo che tutte quelle
definizioni che possano umiliarlo non entrino nel cerchio magico
3. un terzo modello riguarda chi viene stigmatizzato in una fase gi avanzata della vita o
apprende piuttosto tardi di essere sempre stato screditabile. Probabilmente gli sar
difficile

ritrovare

una

propria

identit

sar

particolarmente

portato

allautodisapprovazione
4. un quarto modello rappresentato da coloro che in un primo tempo sono socializzati in
una comunit estranea e che poi devono imparare un secondo modo di essere che
queLli che li circondano accettano come lunico reale e valido.

CONTROLLO DELLINFORMAZIONE E IDENTITA SOCIALE


Condizione dello screditatofrattura tra identit sociale virtuale ed attuale visibile
Condizione dello screditabilela diversit non risulta immediatamente evidente e non
conosciuta in anticipo, o lo stigmatizzato non sa che gli altri lo sanno.
In questo seconda caso, il problema non di controllare la tensione che si genera nel corso dei
contatti sociali, ma piuttosto di controllare linformazione riguardante la minorazione. Mettere
in mostra o no; dire o non dire. Si tratta di un informazione che riguarda lindividuo e le sue
caratteristiche. Essa riflessibile e concretizzata dalla persona. Linformazione che possiede
tutte queste caratteristiche viene definita sociale. Alcuni segni che trasmettono linformazione
sociale sono spesso disponibili, tali segni sono detti simboli.

4
------------------------------------------------------

OPsonline.it la principale web community italiana per studenti e professionisti della Psicologia
Appunti desame, tesi di laurea, articoli, forum di discussione, eventi, annunci di lavoro, esame di stato, ecc
E-mail: info@opsonline.it Web: http://www.opsonline.it
Gestito da Obiettivo Psicologia srl, via Castel Colonna 34, 00179, Roma - p.iva: 07584501006

Simboli di stigmasegni che hanno particolare efficacia nellattrarre lattenzione verso qualche
discrepanza che svaluta lidentit. Es. cicatrici sul polso che rivelano tentativo di suicidio,
chiazze allavambraccio dei drogati, gli occhi pesti delle donne, i polsi ammanettati di un
detenuto in trasferta. Essi possono essere congeniti o no. I segni non permanenti usati
unicamente per trasmettere linformazione sociale vengono, o non vengono, impiegati contro
la volont dellinformatore. Quando ci accade sono segni di stigma.

Visibilit fattore fondamentale un concetto differente da:


1. Conoscenza: visibilit dello stigma diversa dalla conoscenza che si ha di esso
2. interferenza: quando uno stigma immediatamente percepibile, rimane il problema
della misura in cui esso interferisce con il flusso dellinterazione es. se uno dei
partecipanti ad una riunione daffari deve muoversi sulla carrozzella, certamente
visibile, ma una volta che tutti sono seduto attorno al tavolo della riunione, possibile
che quella minorazione venga percepita solo in modo marginale
3. punto focale percepito: i normali sviluppano alcune concezioni riguardo alla sfera di vita
in cui un particolare stigma squalifica subito una persona. Es. la bruttezza esercita un
effetto iniziale e decisivo nel corso di certi rapporti sociali. Dunque essa uno stigma se
viene messa a fuoco in determinate situazioni sociali, ma non in altre.

Identit personale intesa in senso criminologico mentre un marchio, come pu essere uno
sfregio sul viso, pu bastare ad escludere un estraneo, le persone che conoscono intimamente
lo sfregiato non vi daranno troppa importanza. Il settore in cui necessaria lamministrazione
dello stigma riguarda principalmente la vita pubblica, il contatto con estranei o semplici
conoscenti. Pu darsi che il minorato cerchi di passare su un piano pi personale, laddove
appunto la sua minorazione cesser di essere un fattore fondamentale, processo molto arduo
che Fred Davis chiama rottura del fronte, le persone con cui il minorato intrattiene frequenti

5
------------------------------------------------------

OPsonline.it la principale web community italiana per studenti e professionisti della Psicologia
Appunti desame, tesi di laurea, articoli, forum di discussione, eventi, annunci di lavoro, esame di stato, ecc
E-mail: info@opsonline.it Web: http://www.opsonline.it
Gestito da Obiettivo Psicologia srl, via Castel Colonna 34, 00179, Roma - p.iva: 07584501006

rapporti sirrigidiscono sempre meno cos che ci sono buone speranze che si sviluppi un
processo quotidiano di normalizzare il rapporto.

Concetto didentit personale legata alla supposizione che lindividuo possa differenziarsi da
tutti gli altri e che intorno a questo modo di differenziazione si possa collegare una storia
continua di fatti sociali a cui si collegano altri fatti biografici.
I segni concretizzati fisicamente riguardano lidentit sociale e devono essere distinti dalla
documentazione che le persone si portano dietro per provare la loro identit personale.

Il passaggio allessere normaleci sono due casi estremi, in cui nessuno conosce lo stigma ed
in cui tutti sanno di esso. Ci sono degli stigmi importanti che impongono allindividuo di
mantenere strettamente il segreto sulla sua manchevolezza rispetto ad una classe di persone
(ex polizia), mentre dallaltro si espone ad intere classi di persone (ex. Compagni di vizio,
clienti ecc), Ma anche quando si pu tenere segreto uno stigma non chiaramente visibile, si
trover che le intime relazioni con gli altri fanno s che lo stigmatizzato o sia costretto ad
ammettere la sua situazione alle persone intime oppure debba sentirsi colpevole se non lo fa.
Infine quando lo stigma si riferisce a parti del corpo che debbono essere normalmente
nascoste quando la persona si presenta in pubblico, in questo caso il passaggio inevitabile
(bisogna presentarsi sempre in modo falso).
Tipi di passaggio:
1. fase di non consapevolezza, in cui chi compie il passaggio non si rende conto di ci che
sta succedendo
2. passaggio non voluto, di cui la persona si accorge solo quando sta per compiersi

6
------------------------------------------------------

OPsonline.it la principale web community italiana per studenti e professionisti della Psicologia
Appunti desame, tesi di laurea, articoli, forum di discussione, eventi, annunci di lavoro, esame di stato, ecc
E-mail: info@opsonline.it Web: http://www.opsonline.it
Gestito da Obiettivo Psicologia srl, via Castel Colonna 34, 00179, Roma - p.iva: 07584501006

3. passaggio per divertimento che avviene durante manifestazioni non abituali, come gli
incontri nei locali pubblici
4. scomparsa, ovvero il passaggio completo in tutti gli aspetti della vita e il cui segreto
noto solo allinteressato
Modo in cui simpara a passare: laddove una diversit relativamente poco visibile. Lindividuo
deve imparare che in realt gli indispensabile affidarsi al segreto ex chi fuma marijuana
impara a poco a poco che pu funzionare in presenza di quelli che lo conoscono bene senza
che loro si accorgano del suo stato.
Si potrebbe suggerire che grazie allidentit sociale chi ha una diversit segreta venga a
trovarsi durante la sua vita quotidiana in tre possibili specie di luoghi:
1. ci saranno quelli vietati dove alle persone del tipo cui egli sembra appartenere proibito
andare e dove essere smascherati vuol dire essere espulsi
2. posti normali in cui le persone di un certo tipo, quando sono conosciute come tali
vengono trattate con la massima cura e talvolta con doloroso impegno, come se non
avessero impedimenti ad essere accettate, quando in realt ne hanno
3. posti equivoci in cui le persone di un certo tipo vengono subito individuate e quindi non
hanno bisogno di nascondere il proprio stigma n di preoccuparsi troppo di stabilire
delle complicit perch non sia rivelato.
Problemi e conseguenze del passaggio.
Colui che passa scopre che certi bisogni non previsti provocano la rivelazione dinformazioni
che lo screditano, come quando la moglie di un ricoverato in clinica psichiatrica va a riscuotere
il sussidio di disoccupazione (lo deve dichiarare per riscuoterlo). Inoltre chi compie il
passaggio, si espone ad imparare quello che gli altri veramente pensano di quelli della sua
specie. Infine, probabile che chi passa debba trovarsi costretto ad un confronto aperto con
quelli che conoscono il suo segreto e sono pronti a contestargli le sue menzogne (es. i trucchi
del mestiere per nascondere lo stigma vengono smascherati da chi li conosce e li attua)

7
------------------------------------------------------

OPsonline.it la principale web community italiana per studenti e professionisti della Psicologia
Appunti desame, tesi di laurea, articoli, forum di discussione, eventi, annunci di lavoro, esame di stato, ecc
E-mail: info@opsonline.it Web: http://www.opsonline.it
Gestito da Obiettivo Psicologia srl, via Castel Colonna 34, 00179, Roma - p.iva: 07584501006

Il fenomeno del passaggio ha sempre sollevato tutta una serie di problemi sullo stato psichico
di chi lo compie. In primo luogo si presuppone che egli deve necessariamente pagare un
grosso prezzo psicologico, un alto livello dansiet, per vivere una vita che pu essere distrutta
in ogni momento. In secondo luogo, si ritiene spesso, e con ragione, che chi compie il
passaggio so senta dilaniato tra lattaccamento a due principi. Prover un po dalienazione dal
suo nuovo gruppo poich improbabile che sia in grado di identificarsi in pieno con esso,
possibile che provi sentimenti di tradimento e di autodepressione quando non pu agire contro
osservazioni offensive fatte dai membri della categoria nella quale sta passando contro la
categoria che sta abbandonando. In terzo luogo, sembra scontato che chi compie il passaggio
debba accorgersi di tutti gli aspetti della situazione sociale che gli altri considerano come non
calcolati e inattesi. Quelle che per le persone normali sono abitudini affrontate senza pensare,
per le persone esposte a discredito diventano problemi da risolvere. La persona che ha una
segreta manchevolezza deve, dunque, sempre considerare la situazione sociale come un
selezionatore di possibilit.

Tecniche per il controllo dellinformazione


Una tipica strategia consiste nel cancellare o nascondere con ogni mezzo tutti quei segni che
sono diventati simbolo di stigma (ex. Cambiarsi nome). Talvolta loccultamento dei simboli di
stigma fa parte di un altro processo correlativo, cio luso dei mezzi di disidentificazione
(copertura). Unaltra strategia consiste nel presentare i segni del loro fallimento da stigma
come segni di un altro attributo, meno significativamente stigmatizzante (ex deboli di udito
plasmano il loro comportamento in modo di dare limpressione di essere dei sognatori o dei
distratti, che tra i due il minore dei mali). Una strategia largamente usata consiste nel dosare
i rischi dividendo il mondo in un grande gruppo a cui non si rileva niente ed un piccolo gruppo

8
------------------------------------------------------

OPsonline.it la principale web community italiana per studenti e professionisti della Psicologia
Appunti desame, tesi di laurea, articoli, forum di discussione, eventi, annunci di lavoro, esame di stato, ecc
E-mail: info@opsonline.it Web: http://www.opsonline.it
Gestito da Obiettivo Psicologia srl, via Castel Colonna 34, 00179, Roma - p.iva: 07584501006

a cui si dice tutto, affidandosi cos alla sua protezione (ex coniuge che aiuta a mascherare).
Uno dei pi frequenti espedienti di mantenere volutamente le distanze in un modo o in un
altro, rifiutando o evitando lapproccio intimo lindividuo pu riuscire ad evitare lobbligo
conseguente di divulgare linformazione. Poi vi una possibilit che consente di evitare tutte le
altre. Lo stigmatizzato pu volontariamente denunciarsi e cambiare cos in modo radicale la
sua situazione e invece di essere persona esposta al discredito sar uno screditato, ad esempio
portando un simbolo, un segno chiaramente visibile.
Esiste anche unetichetta del palesamento grazie alla quale lindividuo ammette la sua pecca
dandola per scontata, abbozzando lipotesi che i presenti siano al di sopra di tali pregiudizi
mentre impedisce loro di impantanarsi nel dimostrare che non lo sono

La coperturalo stigmatizzato si serve di una tecnica di adattamento che richiede di


considerare le due possibilit di screditabile e screditato. Quella che in gioco la differenza
tra visibilit e intrusione. Pu darsi che chi pronto a riconoscere di avere uno stigma, e in
molti casi perch la cosa risaputa o evidente a prima vista, faccia un grande sforzo per
impedire che lo stigma diventi di dominio pubblico. Lobiettivo sar di ridurre la tensione e cio
di rendere pi facile per se e per gli altri togliere lattenzione dallo stigma e stimolare
limpegno spontaneo sul contenuto dellinterazione sociale. I metodi per far ci sono simili a
quelli usati per passare e ci pu corrispondere alla copertura. Un analogo tipo di copertura
dato dallo sforzo di limitare lesposizione delle pecche fondamentali dello stigma. La pi
interessante forma di copertura forse connessa con lorganizzazione di situazioni sociali ex i
deboli di udito imparano a parlare con un tono di voce che gli ascoltatori ritengono appropriato
alla situazione e inoltre imparano ad affrontare nel corso dellinterazione circostanze che

9
------------------------------------------------------

OPsonline.it la principale web community italiana per studenti e professionisti della Psicologia
Appunti desame, tesi di laurea, articoli, forum di discussione, eventi, annunci di lavoro, esame di stato, ecc
E-mail: info@opsonline.it Web: http://www.opsonline.it
Gestito da Obiettivo Psicologia srl, via Castel Colonna 34, 00179, Roma - p.iva: 07584501006

richiedono un ottimo udito (mettersi vicino ad una persona dalla voce forte, chiedere di
raccontare una storia che gi si conosce)

ALLINEAMENTO DI GRUPPO E IDENTITA' DELLIO


Identit dellIosenso soggettivo della propria situazione e continuit e carattere che un ss
arriva ad avere come risultato delle varie esperienze sociali. Tale concetto permette di
considerare la stigmatizzazione, il ruolo del controllo dell informazione nellamministrare lo
stigma, ci che lindividuo sente riguardo allo stigma.
Dato che nella nostra societ lo stigmatizzato requisisce i requisiti dellidentit che applica a se
stesso senza poter poi metterli in pratica, inevitabile che venga a trovarsi in una condizione
di ambivalenza di fronte al proprio Io. E probabile che pi il ss legato a persone normali pi
si considerer in termini non stigmatizzanti. Sia che egli si associ con quelli delle sue stesse
condizioni oppure no, pu darsi che riveli unambivalenza di identit quando vede da vicino gli
altri stigmatizzati che si comportano in modo stereotipico o esibizionistico. Quindi egli non pu
identificarsi con il suo gruppo n distaccarsi da esso

Presentazioni professionali
Si osservato che lo stigmatizzato si presenta come una persona non diversa da qualsiasi altro
essere umano, mentre quelli che lo circondano, e lui stesso, lo definiscono un separato, un
diverso.alla luce di questa contraddizione, comprensibile che lo stigmatizzato faccia di tutto
per sottrarsi a questo suo dilemma, non foss altro cercando una teoria con cui razionalizzare la
sua condizione. Nella societ contemporanea ci non vuol dire soltanto che lo stigmatizzato
cercher di costruirsi un codice, ma che ricever aiuto da professionisti. I codici che vengono

10
------------------------------------------------------

OPsonline.it la principale web community italiana per studenti e professionisti della Psicologia
Appunti desame, tesi di laurea, articoli, forum di discussione, eventi, annunci di lavoro, esame di stato, ecc
E-mail: info@opsonline.it Web: http://www.opsonline.it
Gestito da Obiettivo Psicologia srl, via Castel Colonna 34, 00179, Roma - p.iva: 07584501006

presentati allo stigmatizzato mirano ad occultare certe questioni standard: viene suggerito un
modello accettabile per nascondere e per rivelare. Altre questioni standard sono: le formule
per affrontare situazioni scabrose, la solidariet che dovrebbe dare a chi si trova nelle sue
stesse condizioni, il genere di fraternizzazione che deve essere mantenuto con persone
normali, la misura in cui deve presentarsi come persona del tutto normale e quella in cui deve
incoraggiare gli altri a trattarlo in maniera leggermente diversa.
Lo stigmatizzato viene quasi sempre ammonito a non tentare di passare del tutto, a non
accettare del tutto come propri gli atteggiamenti negativi degli altri nei suoi confronti, dal non
fare il pagliaccio, cio quellatteggiamento per cui lo stigmatizzato, per ingraziarsi le persone
normali, sfodera tutta la gamma delle qualit negative attribuite a chi si trova nella sua
condizione. Allopposto lo stigmatizzato viene di solito ammonito contro la normificazione,
viene incoraggiato a disprezzare i suoi compagni di stigma che, senza fare un segreto della
loro condizione, fanno di tutto per nasconderla

Allineamenti con il gruppo interno ed esterno


Sebbene queste filosofie di vita siano proposte come punti di vista personali dello
stigmatizzato, se si analizzano bene si vede subito che traggono origine da qualcosaltrodai
gruppi di individui che si trovano in condizioni analoghe. Uno di questi gruppi laggregato
costituito dai compagni di sofferenza dello stigmatizzato: i suoi portavoce sostengono che
questo il suo vero gruppo, quello a cui appartiene naturalmente. Ma il suo vero gruppo la
categoria che pu servire a screditarlo.
Allo

stigmatizzato

poi

si

chiede

di

considerarsi

dal

punto

di

vista

di

un

secondo

raggruppamento: quello delle persone normali e della societ pi vasta. Chi aderisce alla linea

11
------------------------------------------------------

OPsonline.it la principale web community italiana per studenti e professionisti della Psicologia
Appunti desame, tesi di laurea, articoli, forum di discussione, eventi, annunci di lavoro, esame di stato, ecc
E-mail: info@opsonline.it Web: http://www.opsonline.it
Gestito da Obiettivo Psicologia srl, via Castel Colonna 34, 00179, Roma - p.iva: 07584501006

proposta viene definito maturo e di lui si dice che ha raggiunto un buon livello di adattamento.
Chi non segue questa linea giudicato un incapace, che manca di adeguate risorse
psicologiche. Si ritiene che quando lo stigmatizzato ritiene difficile che le persone normali
ignorino la sua pecca, egli dovrebbe cercare di aiutarle e di modificare la situazione sociale con
uno sforzo consapevole atto a ridurre la tensione, ad esempio rompendo il ghiaccio, riferendosi
esplicitamente alla sua pecca, e farlo con una certa spensieratezza (linvalido dovrebbe essere
disposto a soddisfare la curiosit degli altri ma anche ad iniziare lui stesso il discorso sulle
cause della sua invalidit). Si consiglia allo stigmatizzato anche di comportarsi come se gli
sforzi delle persone normali per facilitargli le cose fossero efficaci. MA si esige da lui ancora di
pi. Dallo stigmatizzato ci si aspetta che si comporti da gentiluomo e che non voglia troppo,
che non cerchi di forzare i limiti dellaccettazione che gli viene concessa, n di farne il punto di
partenza per ulteriori richieste.
Allora buon adattamento= esso richiede che lo stigmatizzato si accetti gioiosamente e senza
imbarazzo, come essenzialmente uguale alle persone normali mentre, allo stesso tempo, si
sottrae volontariamente a quelle situazioni in cui le persone normali troverebbero difficile
simulare verbalmente la loro accettazione. Poich la linea del buon adattamento presentata
da chi si pone dal pdv della societ pi vasta, vien fatto di domandarsi cosa significhi per le
persone normali quando lo stigmatizzato si adegua ad essasignifica che la difficolt ed il
dolore di doversi portare dietro uno stigma non saranno mai loro resi palesi, significa che le
persone normali non dovranno ammettere a se stesse quanto sono limitate la loro tolleranza e
il loro tatto.

LIO E IL SUO ALTRO

12
------------------------------------------------------

OPsonline.it la principale web community italiana per studenti e professionisti della Psicologia
Appunti desame, tesi di laurea, articoli, forum di discussione, eventi, annunci di lavoro, esame di stato, ecc
E-mail: info@opsonline.it Web: http://www.opsonline.it
Gestito da Obiettivo Psicologia srl, via Castel Colonna 34, 00179, Roma - p.iva: 07584501006

E probabile che la pi fortuna della persone normali abbia la sua pecca nascosta: per ogni
piccola manchevolezza esiste unoccasione sociale che la fa apparire enorme, creando una
frattura, che suscita vergogna. Di qui consegue che le persona che hanno solo una diversit
minore ritengono di comprendere la struttura della situazione in cui viene a trovarsi chi
completamente stigmatizzato e spesso attribuiscono tale comprensione alla profondit della
loro natura umana invece che allisomorfismo delle situazioni umane. Ci implica dunque che
non si debba guardare al diverso per capire la nostra diversit ma allordinario, probabile che
linteresse prevalente sia meno per le deviazioni non comuni dallordinario che per le deviazioni
ordinarie dal comune.
Una delle condizioni necessarie della vita sociale che tutti quelli che vi partecipano
condividano le stesse attese normative. Per esempio, in America, si pu dire che ci sia un solo
tipo di uomo che non deve mai arrossire: il giovane, sposato, bianco, abitante nei centri
urbani, eterosessuale, protestante, padre, con istruzione universitaria, un buon impiego, giusto
peso e altezza, dedito a vari sport.tutti gli uomini americani hanno la tendenza a guardare il
mondo da questa prospettiva e coloro che non si qualificano in nessuno di questi medi e
preferibile che si considerino indegni, incompleti, inferiorile norme dellidentit alimentano le
deviazioni cos come alimentano il conformismo.

Il deviante normalela gestione dello stigma una caratteristica generale della societ, un
processo che ha luogo ovunque vi siano norme di identit. Si pu dunque sospettare che il
ruolo della persona normale e quello dello stigmatizzato facciano parte dello stesso complesso.
Si pu presupporre che le persone con stigmi differenti si trovino in una situazione
particolarmente simile e rispondano in modo simile. In secondo luogo si pu presupporre che
lo stigmatizzato e la persona normale abbiano la stessa struttura mentale. Se dunque non

13
------------------------------------------------------

OPsonline.it la principale web community italiana per studenti e professionisti della Psicologia
Appunti desame, tesi di laurea, articoli, forum di discussione, eventi, annunci di lavoro, esame di stato, ecc
E-mail: info@opsonline.it Web: http://www.opsonline.it
Gestito da Obiettivo Psicologia srl, via Castel Colonna 34, 00179, Roma - p.iva: 07584501006

possiamo chiamare lo stigmatizzato un deviante, sar meglio chiamarlo un deviante normale.


Siamo in grado di ricoprire entrambi i ruoli di stigmatizzato e di normale: non sono ruoli
puramente complementari, ma hanno anche notevoli parallelismi e somiglianze. Pu darsi che
chi si cimenta in uno dei due ruoli sospenda il contatto con laltro e si serva di ci proprio come
mezzo di adattamento. Ciascuno dei due ritiene di non essere pienamente accettato dallaltro,
che il suo comportamento sia osservato con troppa insistenza.
Lo stigma non riguarda tanto un insieme di individui concreti che si possono dividere in due
gruppi, lo stigmatizzato ed il normale, quanto piuttosto un processo sociale a due, assai
complesso, in cui ciascun individuo partecipa in ambedue i ruoli, almeno per quello che
riguarda certe connessioni e durante certi periodo della vita. Il normale e lo stigmatizzato non
sono persone ma piuttosto prospettive che si producono in situazioni sociali durante i contatti
misti, in virt di norme di cui non si consapevoli.

Quattro tipi di deviantiultimo capitoletto

14
------------------------------------------------------

OPsonline.it la principale web community italiana per studenti e professionisti della Psicologia
Appunti desame, tesi di laurea, articoli, forum di discussione, eventi, annunci di lavoro, esame di stato, ecc
E-mail: info@opsonline.it Web: http://www.opsonline.it
Gestito da Obiettivo Psicologia srl, via Castel Colonna 34, 00179, Roma - p.iva: 07584501006