Sei sulla pagina 1di 2

Le civiltà precolombiane sin dalla loro scoperta sono state viste con un velo di mistero,

per il fatto che esse celebravano riti religiosi agghiaccianti, per la conoscenza molto
avanzata nello studio e osservazione degli astri, ma soprattutto perché si pensava che
esse possedevano grandi quantità di tesori d’oro. Per questo furono scritti diversi
romanzi riguardanti questo argomento che affascina molte persone. Un esempio è il
romanzo “L’oro dell’Inca” di Clive Cussler in cui nel 1532 un re
Inca, Huascar, decide di nascondere il suo tesoro su un’isola
che rimarrà segreta sino alla fine dell’invasione degli spietati
conquistadores spagnoli. Questa popolazione Inca non riuscì a
respingere i conquistadores perciò non ebbero mai l’opportunità
di recuperare il grande tesoro.
Nel 1578 un navigatore di inglese Sir Francis Drake scopre un
misterioso manufatto fatto di cordicelle legate tra loro, un
quipu, il quale racchiude il segreto per poter trovare il
misterioso tesoro di Huascar. Prima di salpare per il ritorno
verso casa la nave del corsaro inglese rimane sommersa da un
maremoto e così il reperto venne perso. Durante
un’operazione di salvataggio nell’immensa foresta amazzonica ,
Dirk Pitt rinviene per caso il quipu. Allora egli si cimenta nella
ricerca del tesoro però durante il suo cammino incappa in una
organizzazione criminale e in un inquietante demone di pietra.

Quipu: era un oggetto di


supporto della memoria
utilizzato dagli Inca.

In questo romanzo Von Hagen esegue uno studio sulle


civiltà precolombiane dell’america. La trama inizia
con la descrizione di quella più interessante:i Maya.
Questo popolo prima dell’avvento dei conquistadores
aveva una grandissima spiritualità e una conoscenza
astronomica strabiliante che li permise di creare un
perfetto calendario solare e grandissime opere
architettoniche. Tutto questo riappare in queste
pagine che contengono frammenti della vita
quotidiana di questa civiltà. Successivamente si viene
a parlare di un’altra grande civiltà: quella degli
Atzechi. Nel corso del romanzo viene così a
delinearsi la storia di questa affascinante civiltà e
delle sue strutture politiche e sociali, dei suoi
immensi palazzi. Infine l’autore ci descrive la civiltà Inca attraverso cronache belliche
ma anche spaccati più spontanei della vita quotidiana.
FONTI : http://dentroalreplay.blogspot.com/2009/01/loro-dellinca-di-clive-cussler.html

http://www.macrolibrarsi.it/libri/__grandi_civilta_precolombiane.php