Sei sulla pagina 1di 100

r{

Canon

aNt{o4-l{"1

Gs{r{lo 2013

lfuoi

discussione che il digitale abbia contribuito in maniera determinante al ilancio del mercato fotogratico' Questo 'atto sotto gli

lEsPolsAllll

olltlo*E

l.U

^mHbo

occhi di tutti, anche tLi chi, conte noi, ancora innantorato della fotogralia su pellicola. Inokrc l'introduzione della tecnologia digitale, con l'et oluzione e la nzoltiplicazione delle possibilitd |tografiche, ha vkto, oltre al

HAl{l{O COI|JAIOIAK}
A|elsono
E&o conlessotlo, ^r
f6oli, ool'
Glorco
Renolo De Gnnb, Alsono c'omonli'
&rbo lvlelocc(o- Mollo \anli

rinnovo dei cataloghi clelle nrcrche tradizionali, l'affennaTione d.i nomi

APAGIXAZIOT{E E GRAHCA:

ftuoi come protagonisti clel ntercato, proyenienti da seto un terupo lontani dalla fotografia, in particolare naturqlnente dall'elettronica (Casio,

Alessondro Monlecchi

DIREZIONE PUBELIC|IA E MARXEIING:

Pohiq Mell

mnhisho io n e @ a t a gro
tel.0188]8752

fore.

Sony, Samsung, Panasonic), clalla telelonia (Motorola, Nokia, Ericsson)

co n

oppure dall'infonnatica

( Herlett-Packard, Seiko-Epson, Apple). Ia


fotoprima
era ottica pi chinica, adesso ottica pi ekttronica, la vera
Erafia
rlifferenut sostanziale rappreseiata d.all'impressione sulln pellicola che
diviene acquisizione digitale dell'immagine fotografica sul sensore. ltt ca-

cen.3 540221

DIRETIONE

AMMINISTRAZIONE

Amgo

BUnl Edlloe
lqlriziq Meli

ratteristica

tologlooe 3.r.l.
Vlo Comeroto Piceno. 385

00l38 Romo
fo I o

m nist ozjone
i

f ologrof o.e. no

@ f o to

il d

ail. i I

c a m
go ore. c o m

9oore'

fo l o

nette di regolare principali paranzetri. lll possibilitd di vedere, subito


dopo lo scatto, il risulato della noslra |'oto soprrl' uno schenno a cistalli
liquidi pennette un controllo accurato delf inquadratura erl erita, se ben

DISTTIBUZIONE CSCTUSIVA
PER L'TALIA

PARRlNtS.p.A.
Vio diSonto Cornelio,9
0000 Fomgllo _ Romo

orsr ruzloNE EsEro

Johnson's lnlmolionol News ltolio s'p.A'


Mo Volporo'Eo 4 ' 20],4 Ml1ono

sArPA
Tib s.p.A.

Vio delb Volto, 179

Brescio

Uno coplo oehoto (do Gennoio 20I0):

in

quolsiosi peiodo dell'onno {l2 numerj) e

decore dol pimo numeo oggiungbile.


Abbonornento onnuole (]2 nume) per
L'obbonomenlo
su

si

vio oereo: euro 7.

ottivo con versornento

Conlo Conenle postole N- l75l731 inie

siolo o olog'oore sd - vto comqo|o Piceno, 385 00138 Romo, specificondo in

cousole obbonomerto

/ichteslo. I Eoi-

tore goronlisce lo riservotezo


sonoli1Legoe 7519].

chi'so

deidotiper

l 12/]2/20]2

wvl1r/'ol o gldl oa e. c

namento fotografico! Il poeta Arrigo Boito, in un Madrigale del f902,

per l'organismo umano: il dagherrotipo utilizzava addiittura vapori di


tttercurio! Si utilizzayano emulsioni sensibili e carte a base di sali d'ar-

?a lrotnodot{:
l o l o9l oloE.novl o@f ologe -com

l'llolio: euro rlo; estero

usato, di rlover tagliare una pane della fotografia. Per non parlare del motivo forse pi decisivo che ha |'avoito l'abbandono della pellicola: l'inquiaveva definito la ftografia come "nata da un raggio e da ut veleno". Ill
ltogra|itl tradizionale si sempre basata sull'impiego di prodotti nocivi

AlloNAr*El E AaREltAll

euo 8' L'obbonomento pu iniziore

del diBit7.le l'immediate17a: si inquadra' si scatta e

s vecle subito il isultato. L'avento e l0 diffusione del computer, la dinnuTione dei prezzi e il ntiglioranento delle prestazioni hanno poftato imnngine digitale a t|iventare il npdo di fare |tografia del terzo millennio.
Anche il controllo prinu dello scatto una innovazione assoluta che per-

lel' 0188]8752

ox 01880358
graf ore sl @ e g a m

pinnL

9ento e inoltre ulteriori prodotti chimici nocivi per i trattameni di sviluppo e stantpa. L'us<> di questi materiali e il loro trattanlento da parte del
fotogra| producevatto una grande quantitd' di iiuti specali, che avrebbertl dovuto essere sotoposti a particolari trattamenti di srualtimento, Per

oltre l50 anni, invece, lo smaltimento dei rifiuti |'otografici 5t4to tto
in nntera, c]icianrl cosi, "spensierata". Ill coscienza ecologica si fatta

lenanlente strada, e in questi ultimi arui si sanno cercando utte le p.rssibili altemative per salvaguarulare il piit possibile ut pianeta in pecolo.
Una caratteistca clel digitale la quasi totale ttncanza di residui chintici
nocivi e quindi un procedimento pi allineato con la coscienza ecologica
attuale. Ricordiamo quanto scivevano lpuis Pauwels e Jacqttes Bergier
Bid cinquant'anni fa. "per essere del presente, bisogna essere contemporanei del futuro".
Amerigo Bruni

At

bmilEnto

drgltale

euro

:t t:

ffiffi

;l fr

ati

Digita totografare" o nAlmonacco fotografare"


nella borra dl ricerca dell'edicolo on-line:

www.ezpress.it

- Desideo abbonarmi a (dal pimo numero raggiungibile):

oToGRAfARE llovlTA' - 12 nlmeri . ' . '


AtMA|^cco roToGRAtARE - 4 flumBri . '
f

f]

. . .

!
!

'

. . '

- Desidero icevere gli aetrati dei seguenti

40

20

(llalia)
(llalia)

67 (eelo)

i]

50 {esleto)

L-]

lascicoli (da Gennaio 2010):


costo di

8,00 cd.

. Elotfuo ll pagEtnento an$cipato in:

versamento sul ccp n. 1751731

otoga{are sn

uia camerala Picena 385 - oo138 Roma

INVIANDO FOTOCOPIA VERSAMENTO AL FAX 06/8803658


Nome e Cognome

CAP

Via
Tel.

citt
lndlrizzo mail

co Ns E Nso

Peso atlo dll'inormativ pevenliva dicuisopa acconsento a]lratlarnenlo delmle

tlsr

lNo

da1l personall

Siprega dicompilare tutti icampt.


-

Desidero icevere il libro:

!
!

ABc F0T0GRAF|A )lGlTAtE....'..'.'


F0T0GBAF|A DlGlTAtE

.'l6

Rtttx .... ' '

16

4'00

+
+

4,00

(cad') spese spedizione

(cad')slrse

spedizion

. E'lettuo il pagEnento anticlpato Gon (hdicanlla cau3alc llli libri lchl3ti|i


versamento sul ccp n. 1751731 a fotogale sa - uia camerata Picena 385 - oo138 Roma

INVIANDO FOTOCOPIA VERSAMENTO AL FAX 06/8803658


Nome e Cognome

CAP

Via -

citt

coNsENso

Tel.

Preso atto dell'inomaliva peventiva dicL' sopra acconsento al|ratlamenlo delmie dallpesonall

ll

sl

! N0

r!ma

siprege di copilae n]ftjicalnp!.

oEluNAto 2013
l

r PAGTNA rRE
........................3 r
r SoMMARTo
......................... 5
! NEws
...........6 l
r Fuoco slr... [ vostlette] .'....'...'........''...' 8
r lNDrcE DEGL| ARTrcoLr - fotogafm mi2...........10
t EsoRDlENTE
valentina De Meo, nafual ligttt di E. Contessotto
. 14
t
r HTTP:
'.....'.. 6
' '.

r
I

t
t

r
r
I
r
I
t
!
I

BACKSTAGE PROFESSIONALE
Alssando Antonini: passione volont . .'' . . .'' . . . 1 8
Vot AUToRt... Le vostre immagini .................22
ALTA FOTOGRAFTA
Le bsa della posQoduzione
di Alessandro Anglisani ...............

c,oNcoRsr

MosrRE E
LA FoTo svElTA

Pspehrrtino di Daniel

f
t

ln copotina: F.'c6ca

Fo dt Lss'd'o 'lorrrn,

TEST FoTocELLUlRE
iPhone 5 di Enrico Me|occaro ...............................62

AccEssoRr

ll cerrio magico di Matteo Vili .... '....... '...... '.......70


soFwARE
Adobe Ptptoop Elerrr*ts 11 di Glauco Dattini . . . . 86

TEoNICA

ll mio studio... con 2 eurot di Matteo Virili .............74


TEoNIoA
L'origine della lucodi Renato De Gennis ...............78
TUToRIAL
[ taglieina in Photolop cs6 di Glauco Dattini ' . 90

................... 26
............3()

Necula''..''..'''..'''...' 34

SCUOLA DI FOTOGRAFIA
Tra soggetto e oggettivit di Alessandra Diamarrti ' . . 36
LA Foro MANGATA.........
......97
ScATTo F|NA1E............
.......98

TEST REFLEX
Canon EOS 650D di Enrico Meloccaro ............... n
TEST MIRRoRLESS
Fujifilm X_E di Enico Meloccaro .... '.. ' '...' '...'... tl6
TEST OBIETTVo
Siigma &nm /35 (DG FEEp di E. Meloccaro ' ' . . ' 52
TEST CoMPATTA
Samsung EX2F di Enrico Meloccaro.......................54

AccEssoRr

Non conosce ostacoli di Enrico Meloccaro .............60

r
]
I
r

PoRTFoLIo
Piccolo mondo agst

di salvatore Sena '......... '


INTERVISTA
Alrimie di luce' Anedoo M. Tullo
di Elisa Contessotto ...................................
LIBRI
. Da un raggio eda un voleno......

GADGET
oggti del desideio''...''..'....''.....'...'........

56
66
82
94

o0nnaio 203 - ololraas-

.T HLTRI ULTRASOTTILI COKII{


[ ..in*'o i filtri circotari pi sottili e leggeri al

lL

-ondo. A presentarli Cokin, azienda leader

nella progettazione strumenti ottici per'la fotogafia.

Da notare le misrrre dello spessore questi filti:


solo 3,3mm per gli W Multi Coated, 4,5mm per i
polarizzatori circolari
Nzutro

a densit

e solo

9,5mm per i filtri grigio

variabile (da

a 7 stop). Grazie alla

O
(D

(D

CARICABATTERIE PER
STAHTPIIOI{E E TABLET
^.

nergize4 aenda nota per la pro-

duzione di batterie di qualit,


presenta un caricabatterie ultraveloce

per smartphone e tablet, si tratta del


modello HighTech. Ouesta la caratte-

ristica pi importante: vanta una potenza 2,l Ampere quarrdo la maggior

accurata progettazione ottica, la scelta terre rare per la produone delle lenti e

parte dei modelli sul mercato si ferma

al trattamento antiriflesso Everclear 5, questi filtri si prestano per applicazioni pro-

1. Risponde alle direttive EUP e


Energy SLar, a garanzia di un maggior

fessioni senza compromessi. Nonostante la grande evoluzione dei software di fo-

toritocco che offuono rrna vasta gamma effetti e filtri gitali da applicare le
proprie immagini, l'utilizzo di filtri ottici specifici raccomandato in a]cune
sih;aoni. Pensiamo alla riproduzione di dipinti, dor'e il polarizzatore svolge un

rispetto per l'ambiente. Offre lo spegnimento automatico a ricarica ulti-

ruolo fondamentale nell'abbattimento riflessi indesiderati, per non parlare del

riscaldamento che potrebbero danneggiare gli accumulatori in carica. E


poi universale, nel senso che nella
coezione sono presenti tutti i possibili adattatori per consentire il facile
collegamento con il dispositivo di un
determinato marchio. Gi disponibile
nei migliori negozi e nei centri commercii con prezzi a partire da 14,90

filt:o Neutro a densit lariabile, molto utile qrrando si fotogafa con elevata luce
ambiente e si ha intenzione sfruttare tempi ottunone piuttosto lunghi per
esaltare un soggetto in movimento.

.. cslo

www.cokin.co.uk

Exlllt zRq'o

erira dai modelli ZR200

zR310 da cui importa il sensore da

1,1

megapirel.

Grazie al processore dual core raggiunge elevate prestazioni del sistema


come, ad esempio; l'accensione in meno un secondo, il raggiungimento della
corretta messa a fuoco in circa 0,l5 secon

un intervallo tra uno scatto e Laltro

mata, per scongiurare pericoli di sur-

ap1rna mezzo secondo oltre ad una cadenza massima di ripresa circa 30 fu/sec.
Unatra novit rappresentata dal splay LCD orientabile fino a 180 gra che
consente perfino autoritratti. Interessanti e creative le frrnzioni "Macro tutto a
fuoco''

"sfondo sfocato". Con la prima la gitale si incarica seleonare

tra una serie di scatti quelli con piani messa a fuoco versi che
ricomposti daranno luogo ad una fotografia in cui l'intera scena dal primo
piano lo sfondo perfettamente nitida. Non poteva mancare la fr-rrrzione HDR,
oltre la pi creativa Scatto Notnrmo HS tramite la quale
possibile realizzare fotografie di buona qualit
anche con poca luce partendo da un particolare

algoritrno di ripresa che realizza una serie di


scatti con versi valori ISo (fino a 2500) ed
elimina eventui effetti micro mosso. Casio

ZRl000 costa 299 euro.

6 _ oto!.aag- gennaio 203

"aryrl.casia.it

wuto.energizencom

X-El . SCEGLI LATUA EMOZIONE.

,]{UOVE

ri=rnolnene

Nott abl unto ttc traltnutte,


la lattutstt palla li vr'tro...!

('arissima Rcdazione.
ho se'gnito strgli ultimi nunreli clella lir ista il dibattito

cO11

sull'anento clcl digitale, e


le lclatir e polcmiche. Ctrdo
clrc abbiatc lagione roi: Jn
pcllicola c lc apparecchia-

lioglalichc analogichc
rinrar-ranno. nral comc trn
[enomeno di nicchia, pcr'
anralori, prolessionisti ccl
arlisti. Ornai il nrercato i'
qucllo che r c-tl iit nt o... Mit
cosa mi clitc d,,-lla ptossima
t

ttr

rir olrrzione, ossia, lalnto pel_

cssclc cbiari. del rrlomenlo

in cui ad una compatta


conrr' la Samsttttg Galarr

Carnc|a sari applic.rta la


telclirrria? Il lotoccllularc
a\,.lnlat() di li cla r'cnile,
o ce Lr ckrbbiamo lspc'ttarc
dicu o l'angolo? E qttali saranno se'condo loi i cambiantnti che \'cl'|'.lnno in
dotti clall'inser'irlln1o di
quesk) lipo cli appatecchitr
sul nlc|calo?
GlAcoNlo ALBARELLo
P(trFtNZA

Per dobllianto an1llIeItere


clrc alt,:ltc l1oi otte1kl4|llo

la ttot:.ia di ut l,:i parltt

1l11 (,rccllio rl)l!()..' atteltl! It t'ase pt obabltttettte


aspelIdn(), l,o1 sd|)|i4]11o
q l

lal lto as P l l e 41 u1(

) 4

L'o l'(I,

utl ntrodttrre l sIlpFf()Io

cellularr: (lu cltia

tn iu

sunrtpluttte-ccuttera?

tno
sttl

]]]ercaIo P]' il belt gttsti|i-

dIo !tlo!i\\) tllc qI!e!,!l) Pt'o'


iotb potrbb provlcurt'' iu
rt!t

tlr

Tra le ullime nate in csa otympus, la PEN E_


PL5 una miorless compatta! ma non troppo: si imp{rgna bene ed e adatta alla maggior
parte delle situazioni di ripresa. Ha un sensore
CMOS 4:3 da 16 Megapixel, un buon conteni_
meodel rumoe eletbonico fino a 1600 lso, il
display ibaltabile e i contatt pe il mirino elet
tonico opzionale' Le ottich disponibilisono
molte e dibuona qualit. lldlsplay mobile pu
essere inclinato fino a 180'

tenrpo ittc'alcoLabiIt', nta


potrel>bL essere attclte

ul nstatt:.a ltrtye, utttt v'ru


c propra rit'tllu:iotte dtl

ercato

lL,I

)i:t'dlico. Le !:ruil

parte dei 1llL'tt:ali ttt't1t ti


rt,nti E delkt

itlkt

cotttstut tu

bero tutti
d c

snnrtplutr

L)

si ritolgerel>-

vcrll

[a snn rt plone

l'acc1ttisll
-cattte ra,

uttt risultati fatali yter i prt


.loi'.'sep(!r4li! SltLrett|o a
vcdere... (c't altro tla lare?).
PL,r 41lto a 1lugtn 2 di
tlrte st

o tttttttt'ro lrttterit

tttt'uttty;a tlisalttitttt sullc


''t1tulit" Iottryru|i<'lrc tlel
l'iPltorte 5.

L samsung Galaxy camera esiste in

te ve_

sionia seconda deltipo diconnttivit. una


con la sola connessione wi-fi, un'ahra con wi_fi
pi linea 3G,l'ullima conwi-fi,3G e4G. Nelle
ultim clue necessa una slM_cd. Non e
pe possibile usare la funzione teleonica'

OUALE
FOTOCAMERA?

I !

Cara |ttryru|are '


sono un \'()stro lcttotc da

piir cli dieci anni. Sono Pas


sato dall analogic,r al cligi'
tale senza glandi problerni,
ma aclcsso ho il "pat'co macchinr-r' r'ct artte'nte frtori tLso.

\rorrei

qtr

irtcli

acqLr

isllll-e

una fotocanlet-a nu()\'a, tl-al


lc pi r-ecenti' Cosa nri ctrn-

sigliatc: ur)ii compatla (li

lirscia alta, rtna ntit t otless,


trna bridgc o ttna r-eflcx? E

poi, scconclo voi, i plczzi


delle milt or-lcss non s()no
troppo alti?
Pt l:Rl-t ICI C,\tt<,\Ll

RAG\o A RtPol.l (FIRENlla

Da sentpre Iirtografarc rlit l


l]e I!ti i Pra'a.i sollo 1'!)PIx)
dIl i. e t1ol1 s]11llrel110 L't !l)
adcsso cl lutttcltarc. Pt:rt'l
bis()|l1(l lll n\rpo peEarsi
8 - otoqralare - !ennaio

20'l3

alkt (clua) [taitrt del ntcr


L'd tl )' '. La l()!:1' ia, co]]1L'
d( (\'t 1t tiatt k ) (t L l ( lell'ed i
ttiaLe rL pagitttt ]' lta i
potlti cotrtpart i ,ltc rantt,,
be1 lL' o111e \' li i ' c q t tl d i
t

le cust (le 1l()s!l' "4re"' 4P'


p!llllo, 4 nissil1lL'c,]se pRt
tlut t rt'i |'otoeruIit'llt') nott
se lo lrutrto tlirL' r!tt,' t olte u
l1l4tl!('llere alti i list tti,'stguutdo la classittt t ttrribilt'
lep,t' lelh tlonuttlu e tlel'
lb|L', lIL' L']1a 1lllit it'u c'lrc'

!o\''
reblt nnuEic>rrttt'tttc di cltnlclrc "tuglio" t clsrr i/ /rasso.
n td]tto In tlilttln c'lt
c!ttra da L1rLaratt!'ttlltt e ol'
tl!)s!]'() pa]'er. '\i

tre' L'tt()]] t'' tetttc da Iare.


Pe| qll(L]to riguu|1ld |( tlla

prinu dottnttcla, cttnt Pier


luigi, dit iuttttt cltr' i trttttt

questiot t 1i... leelit4! Ossitt


ques i()]] di sctt'sibilita
|'c'ltograIit'u Li\'4d\'rsO
qllesto !) qlll gettert' li ri-

presa delle nutlagini. Certantente pcr utr uso prolbssiotlale, e potrerrtnto dire
cotl brutta parola, attche
"alo-anrut ori4le"

' ci

sen-

tianrc .]i cottsgliarti una


rellet lill-lrane, che oggi
non vuol dire tlecessara-

nente rivolgersi itt naniera


esclusiva alle blasonate CLLnon e Nikott: yantlo betlssllto tlnche le altre... I}na
bridge pu costittlrc utt degno colll pro1e s so, <l|| re ndtl
ntohe pos sibilitit ope ru I ive

analoghe alle pi grandi,


nru a preiii pit acce5sbili.
Certt tlene, non bi5og1t4

aspettarsi risultati da gran

prentio, ma spesso itt pro-

posito si possono averc (belle) sotprese. Conte delle belle


sorprese' ossiir dei risultat

d ttttto rispetttl' ci si

,2r;s-

sono aspettare artche da alcLlt1e

contpatte, sentpte perit

parlando di conlpztte di utl


certo pre::o, cottte la Santsutrg EX2F che recensiarno
contputanlente in questo
ntntleftr. Con ulra ntacclrina
elel generc, in reahd, un yero
ltogra|, alnatore o pro|bssionista che sia, c pud
lare (quasi) di ttrtto senaa

pni

enl. Se poi parlianto


delle nrrorless' tl EVIL' o
contpalle a sistett:a clrc dir

s vlglia, allora

spesso ci

lro\,alll1o ilt p]'eselIza di ap-

parecch |tografic estrett.z nte t e pe

iu ptti

flnttant i, che,

tn

caso, danno

parecclt Ploi anclrc a qualche re|lex. Qu per ci troviamo di |ro l a preaz non
sentpre di |cilc... dgestio-

tte! Per la ntigliore scelta


ragiotlala, iton possianto
clte rinnndarh all'etli:ione

A u
l
o/ I tt'e nto
3 de1l'ALnanacco
fotogral'are', itt ctti potr

in etlictlla
20 I 2/20

t t t

t t

Collj'()nareprcaa e caratteristiclrc d tutta le diyerse


cateBorie di lotocaDlere, relaiobieti ed 4reazat

ura fot oBr|ic a c tn


miglioi augtrri !

ple t a.

llfltlP*.*=
A
8

pagina dr I'otogralire
dcl mese di novembre scorso. ho letto che si cercan()

corttrolli di qualitd. "Nel reticolo del gra|bne gli elenron


sotto itt grado di ntuoversi

con teIocitii estrenlan1ettte


elevate, e tli conseguenia il
ttruleriale risporule in ruodo

nrolto elliciente quando i


suoi ellroni sono investiti

gagli, scatole e inballaggi,

ttn sertia pericoli per la salute. Questi dispositii sono


in grado di eseguire imaging
vektcc su scakl marcrosco-

pica e u tetttperatLa ambete. kt ricerca sul grafene


contitlLta a tlare risultati

materiali non nocivi pcr la


dete'ction aeropoua]e. Vi
giro questa notizia, che mi

da

zione elettromagne-

sorprclldeli e 4 rtLccogliere

sc. Cordiali saluti

strtegco interuallo d |re-

itl,estittrcti tt tisorse uttlane e |'itltttt:iare in tutto il


nlondo. RecettIentettte sta-

sembra di estremo interes-

RuBr

t-t

RA

MARISA BARrsoN
(REGGro EMTLTA)

Ut gra:e alla nostr(l gentile


le,iLa, clrc ci seBnala qllesta
tt t utt, i s s ittn it tr,e n.- i one. cJrc
porta il narchio italiano.
S tratta tlella ttuola appltcaaiorrc .lel lrabne' reticolo
cli carbottio dello spessore
di un sitryob onlo' spesso

tttdicato conte'nnteriale
clelle nteraviglie'per le :rre
speciali pn4trieti. LIn lolto
gntppo d rcercatori del
Consiglio na:iottale tlelle
Ricerclte (C N R-natto), cort
il contribtttr> tli alttuti colleg1ti delle ttnyersitd di
Cantbrdge e Montpellier'
ha ntesso a ptntlo tut ttttoto
ipo cli sensor cIte s|rutttttul
il gru|ne per rwktre le onde
terahertz, rtott io iaattttt i. I

ra d ia

lica, itt partcolare nello

cluert:e dei teralterti", cont-

ll1euta vittoro Pellegrin,

autore iello stutlio ittsieme


ad Alessandro Tredictlcc'
]l1irau Vitiellcl' Marccl Polini e Irt>nardo Vicarelli del
laboratoro Nest di CNRNarto c della Scuola Nctrn14le .l Psa. Le onde teraherla' stltttl una radiazone
elet

rO

n a gn t tc a

fieq

uen-

za di poco superiore alle


rrticroortcle, icleale per applica1<ltti nei controlli di
sicurea.a.a

sti

passeggeri

Europea' Flagshp Grtbne',


ur progetto di ricerca di
scala luai visd pritlru in
Europa, di cui Ferrari e Pellegrini sono coordittatori
per Regtlo Unin e ltalia.
Tra l'akro, s<tno allo st udio
(ancora entbrotnle ) applicaziotli |togra|'che del
grafene, clte senlbran() rito prese|1!atO all'Ut'tone

voluaiot'terrie e, quindi, dagli

5l'il pp'.. intprevedibili!

rtei corttrolli tli qualitd itt


process ittdustri0li, d4to
cl'Le pe]rcr lo l,csit,ba-

ERRATA CORRIGE
Pe un refuso redazionalg,
a pagina 5 dol numeo di

otognfare di dicnbem12,

dispostvi,ctlttrc descro la modella iiratta in


copertina stata chiamala
sulla rivista Nature mateoneamenio Gloia anzch
Lucezia.
ials, possono giti essere int
Ce ne scusiamo con
piegati per applica:ott ttel '|'intessata.
cantpo della sicure::a e de
gennaio 20'l3 - olograare-

0i fonle

Preview
tanon Eos 10 x

6ennaio, pag 14-15

Samsunq Nx200

Gennaio, pa! 16-17

tanon tos 5D MAR( lll

Apale, pag 14-] 5

pile, pa9 ]'] 7


settembe, pdq 14
seltembe, pag ]5

Nikon DE00
(anon t0S M
|eica M Mono(hom

ottobe, pag ]5

Nikon 1J2

Novenbe, paq ]2

canon Eos 0

Rosso
Alex Comaschi
o'ottavi
^4aco
Paolo Manzini
Luciano Doia
Robela Beneduce
Max simotti
NiCCol Chimenti
Daniele Cuciani
oma Galliani
LUCa 0e Nado
Paolo Manrini

Gnnaio,

pag ]8_21

Febbdio, pag ]6-]9

Mano, pag ]6-19


Apa|e, paq 18_21
l\4aqgio, pao 1-]9

6iu9no, pag ]6-19


Luqlio, pag ]_19

Agoo, pag ]'19


settembe, pag 18_21
otlobe, pag ]8'2]
Novembe, paq ]8'2]
Dicembe, pag 18-2]

gode

DN6: ta i due litiqanli, ilt.o

llUmoe elettoni(o
l modelli e qIi spati di Coloe
Espos]rione a de5ta: mito o

Gennaio, pag 26-29


Febbaio, pag 24_27

Malo, pag 24'17

ealt?

Apile, paq 2_29

Photoshop ivaggio, pa9 24-27

peduta 6iu9no,

|Uci e ombe del|a gammba

dinami(a

ottiche
La i'olurione miglioe
La ampa ad allo |ivello
(amea Raw 7'2
senso v5 Film

pag 24-27

LUqlio, pag 24_27

Agoo, pag 24-27

Abea.ioni

settembe, pdq 26'29


oltobe, pa! 2_29
Novembe, pag 2-29
D cembe, pa9 2_29

t'esordiente
Tilany Ve(hielli
Andrea Romito

Ag00,pa9

10

Setlembre,paq

l0

otlobe, paq ]0

Mi(hele Batolomei

Novembe, paq ]0

Nima Benali

Dicembe, paq 10

Maia [a Toe

tiere

Photolhow 2012 dalla A alla I


Antepima Photokina 20]2

Fomato oto9aiicoe (ompo5iaione

||

Ungo Che brilla

6ennd'0. pdg

1l

rallo (on I'a5ta

Pbhalo Dao

(anero''.da maestoI

"",o,
pil,

t'amiciria, in ogni caso!

pu
paq

FUtta (lUori)a9ione

Malgio, pag

Uno sVilUppo.'' e5pe55oI

ciuEo,

10 - lolooaarB- oennaio

2013

34_]5

Maggio, pa! l8-41


oltobe, paq 71-75

AUea

Quanto poondo ilCampo


Punlo, linea e llgura geomeli(a
Una ltoia dilUCie diombe

l coloi della lU(e


ll (olore e i 5Uoi'e9eti
Chiao5cUo, tonaliti ed emorione

Tea, o(Chio

e tuoe

37

Maggio, pa! 14-37


Giuqno, paq 34'17
Luglio, paq 34-37

A9oo, pag ]4.]7


setlembe, pa9 ]-]9
0tlobe, pa9 3-]9
Novembe, pag ]-39
Ditembe, pag 3-39

Febbaio, pag ]8-4]

Samsung N)( 200 vt sony NEx 5N

Mano, paq lE-45

ujililm x.Po]

Apil, pag 40-45


Apil, pag 48-51

Panasoni( GXI

Giugno, pa! 52.55

Pentax K.0l
0lympus 0M-D
Panasoni( 6t5

A9o(0, paq 44-49


settembe, pa! 40.4]
ottobe, pag 40-45

Sony NEX.FI

Apile, pa! 4'47

sigma AF 12'24mm /4,5-5, llDG HsM


i'{a99io, pa! 5-57

sigma At ]8-200mm /],5-,3 ll D( 05


6iugno, Paq 50-51
sigma AF 70mm l/2,8 Ex 0G I\ACRo Lug|io, paq 44-45

Panasonit ]2-j5mm /2'8 GX vaio Aq00, paq 0'61


At 16'28mm /2'8 AT-X PRo s0
settembe, pag 50-51
sigma ]05mm

l/2,E

[4aco tX DG H5it4

(anon tF 400mm /4 D0 ls

Pana5onic lumix G5

Dlcembe, pa9 40-45

Nikon 112

0i(embe, pag 54-59

sigma 18-250mm /]'5-'] 0C MaCo 0s HsM

samsung Galaxy
Htc

Titan

Nole

Nokia

Nikon (oolpir P510

Genna o, pa9 48-51

FU]lilm X10

ftnon 595 vr Nrkon P300


(odak ta5y5hae louch

Gennaio, pag 52-55

iebblaio' pdg 50'53


febbaio, pag 50-5]
Febba o, paq 50'53

Maro, pdg 54-55


Maro, pag 5-57
Apil, paq 8-71
Giugno, pa! 56'59
Giugno, pag 56'59

Canon G1 X

(a5io Exilim EX'2R200


Nikon (oolpix AWl00

(anon EoS 5D MAR( lll

Giuqno, pag

Nikon 0E00

6iuqno, paq 44-49

l8'41

tuglio, pag i8'43

A9oo, pag 38'4]


Novembe, pa9 40-45

|a samsun! WB]5oF e il

Panasonic DM(-FT4 vs Penlar W6'2

Panasonic Lumix Tzl0

ciuqno

paq 68

u7

so,ry Rxtoo

Test video

HsM

Rollei Po Bullel HD

6ennaio, Pag 42'41


sigma AF 24-7omm /2,8 tx DG os MaCo

Hsl

Febbaio, pag 42

Panasonic Lumir

43

Stampanti
Kodak Heo 5']

Giu9no, pag 5'59


tuglio, paq 4_49

Wi_li

tunon D20
Panalonic Lumir 3Dl

intetnarionali71 illi"'illilii1l'...

sigma AF 150mm /2,8 tx D6 0s Ma(o

32-33

l'15]70

casio ExiIin EX-Zs]00


(anon SX150 15
(anon IXUS 1100HS

Apile, paq 52-57

12'33

settembe, pag 44'47

Iest (ompatta

Febbalo, pag 44-49

obiettivo

6ennaio, pdg 44-47


l,4aqgio, pag 44'47

Pana5oni( Lumix F2150

Sony SLT 477

Tesl

Aqo5to, Paq 54'55


settembe, pag 52 55

Panaioni( Lumix FZ48

sonv 5LT A5

2012

Apile' pa! 72'7]

710
EoE PUevieW

Pana5oni( Lumix tX90

Meill

5i

Malo, paq 48'49

Nokia Lumia

Gennaio, paq 36-41

(anon tos 1D X

Dr(emb e. Daq 50

Test otocellula re

Penlax K-5

5i9ma s0]

ottobe, pag 4_47


Novembe, pag 54_57

Sam5unq wB750

Test relex

Nikon D4

UsM

Test bridge

Test mirrorless

lz.ll

]4'35

]4

Apile, pag ]-39

14-15

l2.]]

Febbraio, pa9 34-17


Mazo, pag

l 5eqeti della serion

DG 05 Hsi,{

Tokina

ll soggelto oto9al(o

wPP (onlest

pag:z'l:

Luqho, pag

oall'allo: tutto un allo mondo

Dicembe, paq

tomati l;l panoami(o

(oncotsi

[a oto svelata
lJn

Babaga|lo Novembe, pag 34'35

colosseo

Panatonic Lumix 6J

Alta otograia

La riCeICa della nitidezra

l sommitali dai Crateri

A tulto

Scuola di otog raia

Backstage ptoessionale

llisabelta

La qestione del Colo in

all'immensit Ago5to, pag 32_33


Mazo, paq 4-47
seltembre, pag ]4_35
Gisadalu
ollobe, pag ]4']5 sigma APo ]20-300mn /2,8 EX DG 0s HsM
coloe''. aerostatito
5i9ma AP0 150-500mm F/5',] Ex

",,

6t5

Luglio, paq 50'51


Luglio, pa! 52-55
goo, pag 50_53

settembe, pa9 48'49


ollobe, pag 48-51
ollobe, pa! 8.9
Novembe, pag 4 53
0icembe, pa! 4_49

ottobre, pa9 6-67

Febbaio, paq 54-55

A!00, pa!

HP Photolmal 75]0

4-5

5(anner

Agosto, pag 62-3


ottobe, pag 76-77
Novembe, pag 68-9

llColoe della notte

9000F
Ps989

(anon Canos(an

Mdlo, pag 2'63


0icemb[e, pag 64-65

]ay Te(h Pad scanne

indi?ta il Qeiele o-

t1grdlico in cui e pi alliva).

(spot)

(esae cicadini (Pesonaqgi)

6ennaio, paq 5-59


tebbaio, pa9 58-61

(Pubblicil)
Umbelo Pi4i(Repola9e)
Albelo BUuanCa (Fashion)
stelano Pedetti

Albeto Li5] (Fashion e


Robelo Roto (Beauty,
Alberto Mulo Pll]coni
Maco (iala

68'7]

Ma, pag

pag 2_5
pag 72_75
pag 7_79

Luqlio, pa! 80-83

A9oo, paq

70_7]

(o lezione pimaVeIa-eate
Lapponia dl sole di mezzanotte

Ma99 o, pag 7 4-77


Giuqno, paq 76-61

Danza che passione - tanco

Aesi Gennaio,

(alon Febbdio,

LU(i olo-gaiche'Giogio

!1azo, pag 50 5]

blu'Paoio

Balbaini Apie, pag

3D)

Benedetti

ll mae d'Amalfi - Raffaele

Taliani
Amdto

Seltembe, pag 5-59


52_55

oltobe, pag 78_81


Novembe, pag 74_77

Hiqh

78_81

ACh]lettUe d'ati5ta - l\4ario ,lencat(i

Paesaggi tdmondo 5enatoe 0tlobe, pag


stiIl-Lile Maco Taantino Novembe, pa9

Notebook

Mamiya 645DF con LeaAptus ll

lnr h
ta iVincita dei oloce]lUla]

Maggio, paq 48_5]

Tecnica di ripresa
6ennaio, pa9 0-6]

Gennaio, pag 72-75


ll mosso e ]l
Febbaio, pdq 2_65
[a vhione e l'imnag ne otogaicaFebbaio, pag 66_69
RUmoe? si,!ar]e
Mauo, pag 64-7

panning

La lU(

alla Rembandt

Aprile, pag 74-77


Apile, pag 78-8]
Maggio, pa9 6_69

ta rcope(a del luoco


sliIl-|ieI la luce pe arlo

Maggio, pa! 70-71

Fla'h, difUsori 8 (ompany


Un'eate al mae

LUglio, pag 8-7]

Rile5s]oni intorno al f Uoco


Alla lUminosit

le lue olo nella

nUvo]a

La oC.le ideale

Da

q!iall'inlinito

ll rUmoe elettonlco
['ecceiion

/\4a99io, pag 78'81

rugr0, paq

Ago(0'

/l-l5

pag _69

settembe, pa9
ottobe, pa!
ottobre, pag
oltobe, pag
Novembe, paq
Novembl, pag

0 ]
5-59

60'61
64-5
58-1

alla egola
62-65
ll lfuano dallo sGtto alla loto tinale \ovenbe, pa! 70_7',
La 5en5ibilit oto9.fiCa
Dicembe, pag 66-69
Gelatine Con la5hI lUCe dai m lle r0loi
0icembre, pag 70-71

Scatti creativi

(Non)sempe lo stesso

lMarzo, pag 58-59

iesta

Febbla o, pa9 7-79


6iUqno, paq 64-7

La neCessit e il de!iderio

Tra d iz io n

e/evo

L'drdlogi(a e la d

lu

grldle

Adobe Photoshop tlements


Adobe Pemiee

10

6ennaio, pa! 86-89

Element''10

Gennaio, pag 8_89

Neat lma!e Po 7

Febbaio, paq 86'89

tlaming Pear
Topaz

[4ano, pag 86-89

AdjU 5

^4a9ix Photoshop Lightroom


Adobe

Apile, pag 86-89

Photo 8 Praphi( Designe

l\4aggio, pag 86-89

6iu9no, pag 86-89

AUtolX Deamsuile Ultimate

Magix Foto

5U

oVD Mx

Deluxe

Alien skin txposue 4


Snapseed

onone Photoame 4'

ion e

ta Fotogalia dopo la

totogaiaGenna]o,

massimo
tempo dello atto
F.mmenti de]l'anima
L'audacia e la pa.ienza
Mille atti, un'ltalia
sospesi sul filo d'a{(iaio
le pi belle dei eame
La ]tlaschea dell'apparenza
]00 co5e che so di le
2'8

Gennato, paq 76-79

pag 80_8]
Febbaio, pag 80_8]
Malo, pag 80_81

Vado al

l|

6iugno, pag 80-81


Luqlio, paq 88-89
9o5to, pag 80_81
settembe, paq 80_81

ottobe, pag 82_85


Novemble, pa! 82_85
Dicmbe, pag 82-85

otlobe, paq 86-89

PRo

Novembe, pag 8_89


Le mi9lioi appli(allonigaluile pe le immagini
0icembe, pag 86-89

Tuto ria

[e textue5

Gennaio, paq 90'91

te oto nella olo

Febbraio, pag 90-93

Photoshop [4ano, pag 90_93


(oss-Pocessing con Adobe Pholoshop Apile, pag 90_93
Eetto tilh Con Adobe
Efetto Holg

t{aggio, pag 90-93

Efetto Diorama

6iu!no, pag 90'93


Ag0o, pag 90-93

Pittoiali5mo in Photoshop

Al cuoe dell']mmagine
(anon Foreve

(Nikon)

Gennaio, pag 82_85


Febbraio, paq 82_85
Dalla luna alla tera (Hasselb]ad) Mdrzo, paq 82_85
ll plinc]pio del nuovo
Apile, paq 82_85

((anon)

stoy
oig lal Aqe
Rellel

(olynpu'

(futlm)
Poldlold)

LlTd del loto

Poldlo'd Wav

Pholo5hop (s E l'HDR
(eaeGalIelle web (on lignloom

lldgg o, pag 82.85

6rLqro, pdq 82-85


t.rq io, paq 84.87
Agoslo pdq 82_85

Settembre, pag 90-93


0ttobe, paq 90-93

4 \ovenbe. pag

La galleia socatUa

Esclu

90_93

Dicembe, pa9 90-93

iva

llcuoe dell'immagine ((ome nasce

Un 5en5oIe| Vi'ita
allo stabilimento Mi(on di AVeZzano)
seltembe, pa9 8_71

Grandi maestri
Gegoy cewdson: (o5a c' sono le

Agency

o5ei Lu9lio,

pag 60_3

Luqlio, pag 64-67


^4agnum
oavid
Ho(kney: llC!bismo fologaico Agosto, pag 76_79
Pino MUsi: Rlgoe e lUce
settembe, pa9 7-79
Photos

Time machine

Luqlio, paq 90-91

Agosto, pag 8-89

settembe, pag 8-89

ll ilalloVetloriale

tibri

F,JJI| La

leDDal0' paq /U_/]

Po
Ma.o, paq 0-6]
potatile Man, pag77-13
Phottix odin nt Flash igger Apile, pa! 66-67
l tubi di polunga
Maglio, pag 54-55
(intua potaotocamea
^4ejke
B-gip Agoo, pag 74'75
Queione di memoia (sanoisk) ottobre, pag 70-7]
L'esposimeto esteno
Novembe, pag 66-7
il Disp|ay
Phottix: lo udio

x-Rite

Dicembre, pag 60-3

Test medio ormato digita le

lJna bella po5pelliVa


l]na lUce pe tutti

56_59

AllUCina2ioni Florea]i - Fance5ca Donadini

HP Pavilion 0V7-6C70EI

Foo stenopeico digitale


A(qua e ghiaccio

Aqoo, pag

LUCe e

0i(embe, pa9 78_8]

58_6]

cime Tempeslose - Massimjliano Bassi /\4a9o]o, pa9 58_1


Venli e l\4atee'Luigi
Giugno, pag 0_3
L'oc(hio sul siam - lllaCo
Luglio, pag 56-59

6iovanni Goi (Fa'hion e pubblicit) Dicembe, pag 74.77

osvaldo sabene (Pittua

pag 68-71
pag 72_75

Bjan(oneo la | nUvo|e-Guido Bllista


[e mi]le bolle

Accessori

5otware

Pottolio dei lettoli

setlembe, pag 4 7
setlembe, paq 72-75

(spot)
(Pubblicil)

(Per5onaggi)

4-77

Ap le, pag 62-5

Fashion) GiUgno,
(Fotos!b) L!glio,

(PUbblicil)

Aledo Fa|cone
Eni(o Rkciadi

fulaIo, paq

pUbbl]cit) Mag!io,

(Folonalua)
Gian Paolo Babiei (Moda)

GUido Haai

Gennaio, pag 4-67


ivaZ0, paq 78-79

ll canale dei cigni

(A ian@ a] none del 0l0qra0

paolo RanIani

t0t0natUa
Natua 5ottozeo

lntervista

Ray Giubilo

LUci lmpeVedibili

A Caccia di ile5si

Guide
[UCi ed ombe dell'Usato

Usato digitale
canon Eos 400| An(ora

di9itale settembre,

qui?|

pag 82 8]

settembe, paq 84_85

gEnnaio 20'l3 - otograare _ 11

,a BRAUil SD( ZERO,


CATU OUTDOOR

tlllll-

Q .-U* proprio che le mini teleca\J mere da applicare su

Ectlrt35mmll7,4 DG l{sil
f I n nuouo obieniro dedicato da Sigma
^a

|LJ .h. ,r''a

con una locale


l'occhio al passato' caralleri zzaLo da una

lizzare in qual-

luminosit massima estremamente elevata, grazie alla quale


rea|izzare fotografie di qualit in luce ambiente sar pi
semplice, il nuovo Sigma 35mm f/1,4 ha uno schema ottico
costituito da ben 13 elementi organizzati in l l gruppi, il ametro
dei filtri di 7mm, la minima stanza di messa a fuoco pari a 30cm,
mentre il diaframma ha 9 lamelle. Le sue dimensioni sono di; 77x94mm per un
peso di 65 grammi. E'disponibile con innesti Sigma, Sony (D), Pentax e

siasi conzio-

Canon. Accessori inclusi; paraluce (LH730-03) e una custodia. Prezzo ancora

qt'alsiasi tipo supporto (caschetto, bici,


moto, gorrnG

skate,

ne,

ecc,), per rea-

ne foto e

non

filmati

sponibile'

www.signaplmto.com

in alta definio

ne, abbiano

un

grande successo

,. UN'I PELLICOLA KODAK PER LE COPIE DEI FILM

/n

Monta un obiettivo che copre un argolo

ni tr'u deno che la pellicola non esiste pi? Kak presenta una nuova
\-z emulsione dedicata a copie perfette di film, per la tutela, nel tempo, degli
originali, anche realizzati in 3 dimensioni. certo, non un suppor1o che trover aP
plicazioni comuni, ma ralela la pena

di 170' e un splay LCD da 1'5". Pu

rendeme nota l'esistenza per confermare

pubblico. Braun presenta un nuovo modello in grado rea-

lizzare filmati rrll HD 1 080i a 0 ftsec.

esserc immersa fino


a 30 metri. Regisb:a

su schede me-

moria MicroSD
fino a 4Gb.

a pellicola e ai
relativi trattamenti chimici ancora
vivo e vegelo, meno per qualto rigrlarda nicchie mercato e particolari
campi applicazione come' appunto, in questo caso, la cinematografia' Kodak
che l'interesse intomo

\4sion 3 offie urrelevatissimaqualitd'inunagine,

wwu.fowa.it
,a

per il cinerrn e rrla incredibile riproduzione dei

grana finissim4 unarisoh]zione perfetta

colon.

**,-.kodak.com

MAGlx FoTo slJ DvD 2o3 DELUXE

f,
l-)

cco rrrr software che far la gioia di tutti quei fotografi che amano

rea]izzare stideshow con le proprie totografie da rivedere in telesione.


E' protto da Magix, rrn'azienda tedesca molto prolifica nel rilascio di nuo
software decati a musica, foto, deo, grafica e web dall'ottimo rapporto

qualitprezzo. I-a nuova versione presenta grafiche migliorate, tracce


flessibi]i, urra vasta gamma di modelli dai menu intemtti. Inoltre stata
migliorata e semplificata l'interfaccia ed stata implemntata la possibilit

esportare i filnati in formato MPEG4. Costa 9,99 euro, anche online'

wv,,w.magix.cottt/it

12

oloqraare - gonnaio 203

stctA ool{ ttPucl{ntltRA


^a
T!GUOBATA
E'
l-l

PUilA

,a GANOI{

SilATPAilTI E SCAI{T{ER

-. un utile accessorio stuato per


le compatte Sigma DPt e DP2 e

nnunciate per ora solo negli USA,


ana di tre nuove starnpanti
wireless serie Pinra e uno scanner
piano. MG350 e MG5450 sono stam_

.{

realizzatopa'rnigliorarnel'impugnatr:ra.
La postura del fotografo e, ancor prima,

Isi

I'impugnatura della fotocamera sono


spesso alla base una buona fotografia. Soprattutto quando si fotog:afa con bassa illuminazione

panti multifunzione che combinano la

otturazione medioJunghi. I
supporti, realizzati da Richard Franiec, regalano al fotografo un
generoso e comdo grip sul que la mano pul fina]mente trovare un saldo
appiglio. si applica facilmente e digitali e specchia totalmente i] design
tanto da presentare stampig]iato adrittura il logo

pante wteless. MG5450 ha 5 inchiostri,

scansione con la stampa. Mentre il mo-

ambiente sfruttando tempi

Sigma. Limpugnatun opzionale CG_DPMerri]l


realizzata in alluminio anodiz-

dello iP7250 semplicemente r:rra stam-

mentre l modello MG350 a8gir.rnge a


questi anche un particolare inchiostro

grigio. Il CanoScan 9000F Mark II


adatto a support cartacei piani e tramit
adattato, pelli@le negative e diapositive.

ofte

una soluzione di 90ox900 dpi.

zato, pesa appena 35 grammi' gi disponibile (negli

USA), a circa 35 euro


(escluse eventuali spese

spedizione).
l"wu,.klepto

^a

FoTo

f f
\-,l

ool TELEscoPlo

.t*"o

cot{ LA l{lKot{

g aphy,c

otn/rf/

www.can ort.aorn

accessorio per collegare le fotocamere della gamma Nikon I a


un telescopio e cimentarsi, quin, nell'asuofotografia. Si atta dell'adattator
no

DSA_NI.

si

compone

un braccio che

sostiene la fotocamera dietro al

telescopio in asse con le lenti, di un aggiuntivo ottico, necessario per adattare


I utilizzo degli apparecchi fotografici con il telescopio, e di un sistema meccanico

per lo sctto delle fotogrie. Pu funzionare in combinazione con diversi


telescopi aventi fferenti oculari, prermette la ripresa delle fotografie con espo_
sizione manuale o semi automatic, compatto e leggero e quindi facilmente
trasportabile. Costa circa 220 sterline.

.a

tR

aDDto,

f)
l_/

BAYERT
enniro "il padre da fotografia

gitale",

venuto a mancare i'l 13

norembre scorso Bryce Bayer; I inventore


della omonima griglia a mosaico costi-

tuita dai toe colori fondamentali blu,


rosso e verde che sono alla base qrrasi

ogni sensore per la creazione delle immagini digitali (a coloi). Registrato nel
197, il brcvetlo applicato

ad ogni tipo

praticamente

fotocamera, dal dorso

gitale ai rnodemi smartphone.

I
l

wlty.nikon.com

wtvu,.imagng, r es our c e. c om

!.nnaio 203 _ ologalar.. 13

Yalentina De Meornatural light


l.irl.,!titu4 classe 1986, vive a
Bologu. Dopo il conseguiftEnto della matuitd scientifrca si dedicata a1b studio
della fotografilt, iniziqn{1o a

scattare con una reluc digitab


a vent'anni. Dal]a passione per

fotografia e per la moda


nato il pogetto online Fa-

In

shion-Pb corrcfusos i rcl 20 1 0.


Da tre anni Valentina ha apeno
uno stuio fotografico attrez4ato, da)e si sta sryializzando
nei gene fashion e beauty' cu-

rano, con

wsione

l}e regole per ottenere una


belLa fotograffa...
Prima regola: conoscere la
tecnica in modo da esserc padroni della marchirn fotogmfica. Seconda regola avere
qualcosa da esprimere, sia
essr) un concetto o un'emc

continua

rberca, editoriali e progetti Wr-

sonolL Tia b riviste che hanno

zione. Terza regola creare un


buon feeiing sui set.

pubblbato sue fotografie: Cnsmopolitan, Top, Vero.

Che corpo macdrina e quali ottiche prediligi?


Athralmente una Canon 5D
Mark II. E come ottica non

posso fare a meno del 7G


20omm. Penso che il mio occhio si sia abituato a guardare
attartso qr,rellbbiettiro. Un
corsiglio prezioeo che ho cer'uto quando ho inn:apreso
q:rrtoJ''vcx,c: "&gd la

Corrc nasce rma fotograffa?


Bisogrn stinguere

il laquello

n_a

voro commissionato
personale. Nelle mie ricerche
le idee possono nascere in
mille modi versi: rrn sogno,
e

una mosa' una situazione


che vo, un ricordo, una
nuor,a collezione di moda.
Una volta stuato a tavolino
lo spunto iniziale, mi piace

wiluppare il progetto assie-

me al team. Creo un moodboard per cercare far capire al mio staff il concetto che
ho in mente, atrnosfera che

14

lotooralae - 0nnaio

203

voglio creare. Il moodboard


pu essere composto da tutto: fotografie o immagini tror,ate online, frasi, canzoni,
colo... Se invece si tratta
un lavorc commissionato,
sempre uno strro in pre-

produzione dello shooting.


Se c' rrno staff creativo completo, solito l'idea ene
stuata e creata dall'agerrzia
comunicazione. con tanto
bozzetti, sopralluoghi, riunioni... Altre volte capita che
il cliente si affi direttamente a me e deciamo insieme

cosa creare: dal casting per


selezionare le modelle' a

scelta del look, della location


e alla post finale.

(bal

l'aspetto carattei-

stico della tua produzione


fotografica?

Da serie di scatti Nararc1

Zigt in poi, ho preferito

un'illuminazione semplice e

ben dosata. Ho scoperlo che


sfruttare al massimo la luce

naturale' anche in stuo,

permette ottenere delle ottime tona]it.

pssiote,

ttn

segui il tuo clrore, e

vedrai e nol1 ti femeni foche non umo.frnche non si

fa1?wd"
Potete vedere

il portfolio di

Va.lentina al linh:
ttttrl,v tl q t ! i r u dunu t.i t
r

Pass ione, enetgia, co'rttinta

ricerca: sono gl aspexi che


contra'istinguono il lavoro
diVabntina. Ha gih ragEiunto
mohi traguarcli e noi ne siamo
l
sicuri: h stoffc c'!
di Elisa Contessotto

In ntbrica hl cui selezioniamo Per oi

i siti intentel piti inlere:ssttttti dote


conditidere e appro|ldire la noslt^tt
cotttune ptLssione per la fotogrcfiu'

DltrEllsloil! A coNFRoNo

..

A
!f

,lanto gande la nuora reflex che vorrei acquisure

n.o.,,o u quella che voglio sostituire? E

o*-

quella

compatta cui mi piacciono tnto le caratteristche abbastanza piccola da entrare comodamente in tasca? Dubbi
come questi potete toglierveli andando su cqtvrasizacom,
un sito web che mette a con&onto le immagini centinaia

fotocamere rispettando le reciproche mensioni' Per

4Elt"**.-*-..... r,,. ''

O ;-.- -*

-,

!.,i

OE

ol
4a
*

=-3

I'

reflex, mirrorless e compatte lusso sono sponibili tutte

le Viste.

Per

le compattine

solito sponibile solo la

r.ista frontale' Come terzo metro


rappresentata una pila A,

pa.ragone "imparziale"

cui tutti noi sappiamo ap

prezzare le dimensioni reali essendo un oggetto comunissimo


nelle case tutti. In sintesi uno strumento che pu essere

molto utile per fursi un'idea prima andare in negozio a


vedere da cirro il prodotto che ci interessa'

^.

Oui Boprs,

am

t q s i ze. c om./c o nt P ar e

suo interesse per la fotografia e per il cielo fin da bambino'


Unisce ora le sue due grarr passioni per creare rrrra r'isione
con
rrnica del mondo a] sopra delle nubi e del suo mpporto
sottostante. E autodidatta in fotografia, a partire

da altri visualizzatori
"alternativi". Uno di
co

r. c

uc Busquin un fotografo e un pilota professionista


origine belga, ora stabilitosi in AIiZona. Ha perseguito il

o'r.r.t si possono
vedere sia dal sito ufhciale flickr.com che

kri er.

i\li

.. NEL PIU' ALTO DEI CIELI

e foto caricate su

l ic

dlmonsloni

ramoi 19 .B|gx Nlkon


D800 o la comPatta
sony Rx.
chi lo dlrebbo mel cho
monttno un sen3olo
della eaaa
dimenrlono?l

LEI'TI DA FLICKR

ques

19

. cononio di duc full

la terra

m,

che, avendo un'interfaccia spartana e senza fronzoli, rende comoda la visualizzazione a chi ha computer un po' datati Tra le sue funzioni pi utili c' il Lens Explorer,
un utile strumento con cui ci vengono proposte solo le foto scattate
con un determinato obiettivo da
noi scelto.

dall'et otto anni; da adolescente stampava in bianco e neIo


cantina dei suoi genito. ora si serve stampanti a

nella

getto d'inchiostro a pigmenti e fotocamere digitali

marchi disponibili sono

Canon, Nikon, Sonv, Pentax, OlYmpus, Tokina, Tamron, Zeiss, Sigma


e Leica.

ttl;nv.flickt er.c o t n/lens es

16 - lotooalare '

gennaio 2013

tt:llrv.luclncquitt cottt/gql1eiaAiIx"''lc

^.

OBIETTIVO OLYilPI'S

DXO OORREGGE LE DISTORslOilI

^.

?mm fl'8 M4:3


r."" vercione per il software professionale DxO Viewpoint per la
l\T
gamma
a
di
obietti
dedicati alle I l' correzione automatica delle distorsioni introdotte dagli obiettivi. Il
f
[o,o..-"..
con
imesto
M4;3 si software, gunto alla versione 1.1, offue strumenti pi potenti per la correzione
-l-

allarga. Oly.rnpus presenLa questo in-

teressante lTmm f/l,8 (equivalente a


un 34mm nel formato 135 ). E'perfetro

per la street photography tanto di


moda in quesri ukimi tempi. Grazie
la luminosit massima elevata pu

delle distorsioni verticali e orizzontali, e una velocit del sistema ulteriormente


migliorata. Una specie di... banco ottico digitale! Una tool indispensabile per i

professionisti dell'immagine, gli studi di architettura e gli amanti di questo tipo


di fotografia. Non tutti hanno a sposizione un budget sufficientemente largo
per acquistare un obiettivo

shift, specifico per questo

essere sapientemente sfTuttato anche


per la fotografia notturna. Lo schema

tipo di riprese, ed ecco che

questo software pu in
parte egregiamente sop-

ottico prevede lenti


e trattamenti di
qualita per mi-

perire a questa mancanza.


Senza aspettarsi, come al

nimizzare le
aberrazioni.
Ecco, quindi,

acquistato online a soli 49

una lente asferica Dual Supe4

www.dxo.com

il tmttamento anti riflesso Zero e l'elevato indice di rifoazione delle lenri per
abbattere l'aberrazione sfeca. Piccolo,

leggero, compano, va bene per la foto-

solito, miracoli. Pu essere


euro.

.a

srPxAPP

PER

'P[IO]{E
applicaop -""i^.

grafia di viaggi e non appesantisce la

J-J

borsa fotografica. Il particolare sistema

cata

messa

a firoco consente di effettuare

istantanee rpidissime. Costa circa 5O0


euro.

ne per I'iPhone dedi-

a gestione e la con_
sione orr]ine delle immagini. si tratta 500px
che vanta gi circa un mi-

lione di dounload per i


modell iPad e i dispcitvi
con sistema operativo Android.

a gmfica

e l inter-

hccia utente sono stati migliorate e ora le foto sono


sudvise in categorie tra le quali l'utente pu comodamene navigare. owiarnente si
pu esprimere facilmente r'rn giudizio sulle immagini poprie altri fotografi ed
effettuare hcilmente cerche per tema e soggetto. applic"zione gratuita.

l 'w'w.olynpus.it

\,w.soopx.com
o.nnaio 2013

tolo0]aar

17

Alessandrc Antonlnl: Passlonc Yolont

La passione per la foto-

ggi conoscianro du

grafia c' sempre stata,

ricino un altro brato fotogral'o: Ales-

com' in tutti noi. ognuno


poi la sluppa a modo suo'

sendro Anlonini. Graz.ie


per aver riqtosto in tnoclo
cosi entusitrstico al nostro
invito...
Sono io che debbo ringaziare fotografare '. '| Mi
chiamo Alessandro Antonini, ho 34 anni e sono un
fotografo di Roma, citt
dove vo e lavoro tutt'ora.

A tutti piace immortalare


ci che lo colpisce, che gli
piace. Io ho iniziato con i
paesaggi grazie anche ai
numerosi aggi che ho awto modo di fare in tutto il
mondo. Dall'India al Vietnam, alle Hawaii per mi
accorgevo che non riuscivo

a riportare sulla pellicola

Come nasco fotografo? Ma,

un po' come tutti Ji appassionati di fotografia: un

giorno decidi che vuoi fare


sul serio e ti metti sotto a
studiare sodo. Certo, detta

Nolb o ln rtto d ln qu.ll. Botto al lnt.vodo lo schom lucl utlllzzato


da Aa$rndro, un Bank otlagonale . 45' 9 drlo pannolll dl lchl.ta

lato.ll'

percorso lungo e faticoso...

DQ doe iene l4 tectticq

clu traspare dalle


inunagini?

opere dei grand fotografi

tue

ho imparato soPrattutto

una cosa, la differenza tra


guardare e osservare. Ora

Frequento da anni corsi

presso una conosciutissima

mi capita di fermarmi ad
osservare un paesaggio a
Iungo, aspettando il mo-

scuola di fotografia di
Roma che si chiama "Offi-

cine Fotografiche" dove grazie ai vari docenti e soprat-

mento giusto Per scattare.

Dal reportage col tempo

tutto a Massimo Ciampa


ho poiuto costruire piano
piano la mia formazione

sono passato allo sport, so-

prattutto

che anno, ne sono seguiti


altri, in ultimo "Fotografia

di Moda'' che il

devo tanto per quanto ri-

la tecnica soprattutto in studio.


>Conre nasce la tua Pas'
sione pLtr lu totogralia?

gr.rarda

18 - lololnl8r

- gcnnaio 2013

il

karate, ho se-

guito da vicino gli Europei


di Zurigo dove era imPegnata la nostra Nazionale.

ed arrivare dove sono ora.


Dal lontano corso di fotografia base passato qualgenere
che prediligo al momento.
Da un anno a questa Parte
collaboro con il PMPhotostudio di Paolo Manzini cui

che di bello avevo visto.

Mancava qualcosa a quei


paesaggi immortalati da
me. E' a quel punto che ho
deciso di seguire un corso

di fotografia, da quel giorno


la mia vita cambiata. In
questi anni passati a studiare la sezione aurea o le

cosi sembra facile, ma il

>

cii

da!i.' I
con

de_l ca1loo
dl abbigliamento emminile inv""t", ogg"tto o"ll'uttimo sevizio
::]]:1']"r^'^T^o":9':::tti
cesca, la nostr ragazza-copertina diquesto mse, resa unzionab q""ii'i'"ii"iiii,l"_ili_li"uj diAlssano- antonini' L" bffi
ilJii;!' ill#Ji:":il
"_"''.#':::

Dopo ancot a i1i conc!'ni.


che anl() fa|L'llltt ofa quan-

do ne ho la possibililar. E'

beliissimo poter. intnt()r.talale altirti cle'l calibr.o cli


Flancesco De Grc'gor.i nel
pieno clclla lor o perlirlnrance. Poi c'i'la nrusica, il pulr
blico alle rrrc spalle che c;rn1a,

ins()n]lnll soncj (]I] \n_

setzion

Fit-to acl

r e lamcntc bclle.
llr ilare alla nrocla,

che i lll Illiit ilttLlal ()caLl


pazione. f osa mj allil\(ina
clella rnocla? Turtol QLr.'llo

che rrrrlti consiclcr.rLno .'flimclr i inrr-'cc il lnrtto di


Ltn gI'lrn lal ol'cl da l)lll l di
r

cri plolcssiorristi r.lre lanno

clelle .,,sc rncrar igliosl. Da


gli stilisti, ai salli, ui rnakc'

up a|li\t\ a!.li hair rtrlists.


consicL ro ognuti() lln al|lis1a

alll ptrli cli un Pirror.'


Lttto s,l rrltor,,'. QrlitnclrI

redo

rtna slillrta con cltgli abiti


di I Iil(l1 cotl1ul'(' ilrllllssali

da una ntodella pr.olcssionisla trllccata c pcttinata

in nranicra intpcccabile,

beh r inttngo es1;isiuto come


sc lirssi di h-ont.'rcl un qua-

rli \lonet. Anro quindi


lotoglalire le slilarc, mi dl,
rcrlc nroltissinto, anche perclt' gr'azie ir]lc sc]ezioni
lltLsieal j che ac()nlpagna
nrr iclt1l'i], ballrl con-ie un
clr'o

nta t t().

nale, kr studio pel immagini

piir pulite, cl;r corer diciarlr(), come t\ stato pe'r la


l1)1o di cop11ina appun1()'

Sjillno sta1i lbrrunati perr.h


il tempo er-a idcale per que

lo che clovcvano fat.c, pr-rb

blicizzale clegli indunrcn i


irrvernali. lnlttti il cielo er.a
coperto nta non pioYer a.
QLlest.r ci ha consenlito cli
\cattar'!' in condizioni cli
ltlc pl'lettil per il rtlrlrlcl
r

ch!- a\'\'itlll() sccl1tl. ott itlcii

l-o sltootin! cltc abbianto

pl'csntato qtri si crlrlptltlc

cliclLrc parti, cltrclla in estcr.

ni c quclla in strrclio. Sin


hrl pt.ele
l1'lll pa]'1ie()lal'i, ne'l scnstt
clr( nti tro\'() l llti() a!i() ilt
. nlrlintb,.' l,. s iluazio D i.
Slt'lrtlrl l'cslr,r'rlrr i)!'f al\ l
Lllra con 1( s t u a ]irratri()n a
clr incli pel una canpagrlir
('l illllnt tlrrtr

prrbblicitar ia o un reclazio

Itrc.' nrollo cli[1usa, senza


onrbre ncl l.'. lJo riproposto
LIlr'ilhlnt ilta /ione sintil( anche in slLrclio utilizzrrrrrlo
clrrindi Lrn Llnico pllnlo

Lrn ill'h

500\\'irtt

ILIcL',

Boucrr:

r :rl qualc hrr

plicalo un bank

ot

clir

rrp-

tirgonalc

al-rbasllrrza glande irr rrtrxlcr


clli ar,. r'e rrra lucc il piir clillusa porsibile Sorro anclato

groi

con

a selriarire lr'
clir

onrbr.e

elsi pannelli rilletgennaio 2013 - totogratare

l9

lrucco co6titJisco un momnto ondamentale


pe la buona uscita di uno shooiing.

|l

rano. Mi confronto molto

con loto per cercare di Pren-

ll toam dove 6ssee oomposto da

proessionigti aiatati,co3i

tenti posti intorno alla modella. Per il trucco ho scelto


insieme alla modella delle
tonalit non troppo accese,
sul manone. A proposito di
make up artist vorrei aprire

una Parentesi imPortante

conoscenze enorme, ogni

20 - otogral8rs'oonnaio 203

troppo, gli sbocchi oggi non


sono molti. Uno dei Problemi
pncipali la sowabbon_
dan7 di offefta.I costi sempre pi accessibili per le attrezzatur hanno fatto si che
una grande fetta di consumatori si sia volta verso

apparecchiature Professionali. I] numero fotografi


e fotoamatori quindi au_
mentato a dismisua. Di con-

minima
da pate dell'editoa o di

del servizio. Di solito mi av-

chi comunque comPra foto.


Molte testate si vedono re-

professionisti, che conosco


bene e quindi so come lavo-

poi bisogna specializzarsi

Purtroppo, e non sapete


quanto soffro a dire Pur-

tro c' una richiesta

valgo della collaborazione


di una cerchia stretta di

chi si impror'visa dura Poco,

in un settore, evitare quindi


di essere fotogra[i tuttofare,
il cliente deve avere l'idea
che ha di fronte un Profes-

sullo staff che fondamen-

tale per la buona riuscita

occoTe essere preparati,

dere la decisione migliore.


Un trucco sbagliato ti manda
a monte un intero seruizio.
>('orr ritlit'r lsti qtrt'slrt la'
\'()o Q l!ll litlt-ltttt' lt1t1ttts(" i' Q llru t : lt t : itl
s i o, r.)
pcr t ri Itllttxttt|i itt t1ttt':;lo
!

" '. i"'t"'.u ai ori]gunpodotto di qualit' uattoga che si


vive nel backtage pi impoante di quanto sembri'

che pur di vedere una loro


foto pubblicata su un giornale regalano materiale in
quantit enormi. Detto questo ancora si pui lavorare
con la fotografia ma bisogna avere qualcosa in pi,
qualcosa di diverso, qualcosa da dire Per emergere
dalla massa. Prima di tutto

capitare gratis quotidianamente migliaia di foto da

fotoamatori, e non solo,

sionista specializzato nel

settore che gli interessa. An-

che perch fare tutto signi-

fica avere un bagaglio di


settore ha le sue peculiarit,
soprattutto richiederebbe un

parco obiettivi veramente


ampio. Soprattutto non
svendete!!! Se siete consapevoli di poter offrire un
prodotto di qualit questa
qualit ha un valore, fatelo
fruttare.

>Oru ltarlu< i tttr lxt del|'atlrc::ttltlrtt t ltt' ltl ttti'


!i:.:aut Ptl tItt'sll' '4 ctu|ir'
ittnrrtr::irti.

Il seNizio stato rcalizzato

con una Canon 5D Mark tr

ed obiettivi Canon 70-200


fl2.8l- IS USM e 24-105 fl4l
IS USM, flash Bowens da
500watVs e bank ottagonale.
Per la realizzazione del back-

.f

'14

'.

Ngli shoo_

iing di moda

qualch oto
disinib a,
come quolla
a sinistra,

non guasia,
sempna sen-

ze prdeedi
vista il buon
gusto e
|'6quilibio.
Como si
vedo anch6
dalla oto a
dsta, l'es.
senzjale
cho la modella isulti a
suo agio,
pemettendo

inquadrafurr

ben studiate,
un'illuminazione ad_
guata e una
scelta ottimal dolle

lonalit cromiche.

>> ATTREZZATUBA

}lttti

tlilt ttItttt tt tttlsIli

Continuate a leggere fotoErafare! Ci sono i contributi di tanti professionisti


del settore che non trovate

altrove.

} ()tlttlt

stage stata utilizzata una

reflex Canon 7D con un


obietti\o Canon 24-?O che
ci ha pernesso di muoverci
al meglio in spazi ristretti.

ltt l|!() l,).\(),!(l!|.


t'tlsls:litl ll L't itti: ittt t.
Per iniziare serve solo

tanta passione, tanta vo]on_

ta e soprattutto studiare
tanto e questo lo ripeter

all'infinito, studiar-e, studiare, e studiare. Or.r'io che ci

luole anche la pratica. Sperimentate, provate, la for_


tuna del digitale proprio
questa. scattare migiiaia di

foto a costi con tenutissimi,


che vi permettono di speri-

mentare e migliorare. poi


lo step successivo affian_

carsi acl un fotografo espeno

con

il

quale possiate fare

esperienza. Ci sono siti dove

possibile registrarsi come


assistenti e venire chiamati

da fotografi professionisti

che ne hanno bisogno. Uno

di questi e

poque. Ma se gli chiedi di

abbandonare il digitale ti
dicono di no. Il digitale ti

consente di fare tutto, anche

quello che non riusciresti

mai ad immaginare. euesto


forse per i puristi della fotografia un po'uno sna_
turarne l'identit, io conti_

nuo a sostenere che per

scrivere con la luce non ab-

bia troppa importanza il

mezzo, quanto il saper ge-

stirel'inquadratura. I

q\sisrenti.or!:

dell'associazione Tau \dsual.


} I)i9i l l !t' l ttt utkt,-t t l., .|ltqlio l't,tto o l altt rt.)
E'la domanda del secolo.
Anzi degli ultimi due. Io
t

--

sinceramente l'analogico

l'ho sfiorato, quando ho iniziato io la pellicola stava


gi lasciando iI posto al sensore quindi non posso par_

larvi molto dell'analoeico.


Chi ]'ha vissuto quand ne
racconta ha una particolare
Iuce negli occhi, come se
stesse parlando della belle

gennaio 203 _ otooraare -

21

ALESSIO

o'AURIA
Roma

Apprittando
dell'abbondante
manto nevoso
posatosi sulla
capitale nel
ebbraio 2012'
Alessio ha
composto questa
particolare
immagine con
molto equilibrio
(1 /160sec - f/1 4 -

&

ISO

2N-

APS-C).

22 - lotoqelas _ gonnaio

2013

12mm su

0toRGto
CARLON

Cittadetta {PDl
oUil'fftto
silhouette
sruttato

doppiamente: da
una parte per ar
risaltare il

soggetto sullo
sfondo, dall'altra
per incorniciare
idealmente lo
scatto

(1/125sec - t/10
100 tso
32mm su full
fmme).

ROBENTO OAUDEI.ZI
M ita nese MlI

Garbagnate

.-

Un soggetto classico, ma ripreso in un momento particolare' sruttando bene le


geomete esistenti per armonizzae la composizione
(4sec - /2o - 50 lso - 35mm su full rame)'

gnnaio

20t3

lolo!raa.e _ 23

ENZO
BIGGINI

Besozzo iVAl

Una bella v sta


del Lago d
Varese rn una
lirnprda giornata
autunnale.
Buono l'uso dei
ramidegli alberi
per incorniciare

iotogramma
0

/6Asec

ISO

200

10

1gmn

su PS-C)'

FRANCESCO SANTINI
Roma
Ancora un paesaggio innevato del a capitale, ma sv luppato in tutt altro
modo rlspetto alla oto d'apertura' QU il nostro ettore s] divertito ad
Usare Un ish eye per rjprendere dall'alto la citt (per una Vo]ta poco
tratficata) ricoperta di b anco
ati di scafta non dispanibili).

'w

t' JJ JJ,
9./}'

24 - otogalare'gennaio 2013

t-' ,rJ
-N" '

'

THOI{AS

STUFFER
Setva di

Valqardena (BZJ

Thomas ci
propone uno dei
suoi scatti fatti in
una bellissirna
terra: I'lslanda.
Oltre a scattare
con una bella
luce, ha saputo
giocare bene con
gli elementi a sua

disposizione.

l1/sllsec

Bravol

11-

ISO 400 ' 105mm


sU Ps-c)'

tIICHELE CUCINIELLO
Siracu sa
ll nostro Michele ha saputo riprendere in manrera non convenzjonale il
monumento al centro della ontana, puntando sul orte contrasto con il cielo
sullo sfondo. A giudicare dalia gamma dinamica estesa, potrebbe aver
usato lo strumento luci-ombre di Photoshop, comunque senza esagerare
(1/800sec - f/8 , /SO 70A - 35mm su APS-CJ.

gennaio 2013

otoqralate -

25

a
sfucr) Falagrarca A,!1g]B e Bandl

Le basi della postploduzione

la deve mettere in un composit con altri esempi simili

Nessuna libert aftistica


data al fotografo se non quella

compositira e del colPo d'occhio capace di utilizzare un

momento della giomata Piuttosto che un altro. Cosi Proceamo; apro il file Rarv in
Adobe Camera Raw (ACR) o
in Ughtroom (LR) e connollo
l'istogrzmma. Se l'immagine
ci sembra Poco contrastata,
sottoesposta, senza bianchi
puri e neri densi e se a maggior ragione l'istogramma ce
lo dimostra, menendo in lucc
un gafico monco delle estre-

mitd (verli imttngine I ) occorre porre rimedio aumentando il contrasto o rettifi-

Ikn'e awliamo, conrc ci


nutotiano, dav vryllfumto

brunagini? Il fotogtat'o

parare nella nostra mente il


concetto stesso di fotografia
in due aspetti ben distinti.
Consideriamo, cio, un'immagine da un duplice punto

tut 1xl' conte

di sta: in base al soggetto e

arrhu r e n ell'el al n r azjm te


aI contper delle nosh^e

pinru di nt

tu runigtore

buryo ag14io,
nffuchuue, ma piela di
htmgtte,

il

nt puse

nsleoso. Ca-cla mo

ilani

del

Ia

di

nupyt dell'lsola

l'esot o... fotogrttflcn!

pesso alcuni amici mi


volgono questa domanda: "Sono davanti

allo schenno del mio computeq guardo una fotografia


e non so che fare, da dove
cominciare. Come faccio a
saperc se

da sistemare, cosa

sistemare e quanto? Quali


sono gli strrrmenti utili e qu
no?". Cominciamo con il se-

26

oto0.aars - gennaio 2013

in base alla destinazione

d'uso. Nel primo caso troviamo la riproduzione del

reale per esigenze lavorative


o documentarie, nel secondo
troamo l'arte e |a Lrcllezza
del soggetto ritmtto cosi come

noi lo abbiamo vissuto dal


punto l'ista emotivo. Quindi nascono due esigenze: l)
correggere un'immagine per
riportarla alla reale riproduzione del soggetto, con colori
reali e luminositir compatibile
con I'ora e il luogo dello scatto

o in base a dei parametri

precisi decisi a priori; 2) correggere una immagine cer-

cando di tirarc fuori dallo


scatto ci che di emotivo ci

ha spinto a scattare. Un paesaggio ripreso duante la pro


pa luna miele ha sicuramente un impatto diverso ri-

spetto a un paesaggio irrt


moftalato dumnte un aggio
di lavoro. Ci ricordiamo, forse, dei colori che non erano

propriamente presenti e li

cando l'istogramma attm\rso le curve tonali o viraggio


(LR\(vederc imnngirc 2), oY

pure attrverso lo slider delI'esposizione. Possiamo operare anche con entrambi i


modi: usiamo I'esposizione

'- a:

'.b
*. iB

vorremo tirar fuori per dare

-JJJJlJl*jlgl

all'immagine quel tocco di


poetico che mancava nella
scena originale, affinch co-

munichi all'osservatore le
sensazioni che noi abbiamo

provato. Se siamo dinanzi


ad una scena che ci ha colpito

per i colori allora cerchiamo

di enfatizzarli, se la scena ci
ha colpito per I'architettura,
ricca di cule. di linee, ecc.,
lora poniamo l'attenzione
alle strutture attraverso la
composizione e il ritaglio.

Arnlizziamo una fotografi a


scattata per una azienda che

3Ao- !!5

cxl.!4t!.
wta fig(t.a mtate l'istognna
delh distibrzioe tomle di um immgine a basso conasto' owoo
ln

s6aEa prrrto lico e slza Bto


di n6o' Pe ottimilzaB il conasto
globab occotB'allungae'' |'istogramma, owelo nel caso dla re_

golazioto ''alo

tisocM b'scina lo
tii vrso

siisa

s|k'e d6i toni


6no a dovo iniia

il grafco e lo esso occore falo


p la parte ni'tra, trasciniamo lo
slil d6lb ombre ve.so desa fino
a potare l'indice in

dl'inizio

corisgondeza

dl srafco.

sopra I'immagine all'intemo


dello spazio lavoro ACR
e LR potete ledere come i

valori numeci dei colori


cambiano. Quindi per valu-

tare la bonta della correzione


basta posizionalsi sopra una
zona di colore bianca o grigia

Potete veder lo scr6n shoi della


cuva tonale di Lighboom' L'isto_
gamma rappnaltrtato non @mpleto: p quslo il punto di luce

o nem e vederc se i valori


RGB sono pressoch uguali'

all'apice destro stto sposto


divonlrc

veso l|inteno p

tianchi futli i valoi possimi


'ar al tancol e cosl' ycevease' pe l ombe.

f'er spostalr tutta la zona dei


toni medi verso destE o au-

mentiamo la leggibilit dei

uto Io strumento
"campionatore colore", short
(vi corre in

cut da tastiera S, in ACR,


che \i perrnettte di posizionare l0 punti di controllo

ya9 ry.i PpP-.lEto pannollo iomazioni con un punto di contollo


e l.olativi
valoi RGB rapprosentaii nell'apposita sezone aetlo sriss
a ianco del nume@ identiicativo #1.

nell'immagine cosi da avere


sempre sott'occhio lo stato
delle regolazioni). ELiminate
grossolane dominanti di colore c ottimizzata a grandi

toni medi attraveNo I'esposizione e poi con le curve


poiamo al bianco l'estrernita dell'istogramma. ta differenza tm usaIe le cun o

linee I'immagine, si pu pas_


sare in Photoshop. Tenendo
sempre a mente qual il soggetto della foto e quali possono essere gli elementi di
disturbo o di aiuto, nella leggibilit della fotogafia, possiamo matcmaticamentc corr eggere il colore e migliomre
il contrasto locale e globale

I'esposizione che, nel primo

caso ci ttoviamo a tagliare


con un'accetta il "tronco,'
delle luci (se stiamo lavomndo su di esse). Se andiamo

troppo Yerso sinistra con la


i I alori
tonali, che sono pr ossimi al

cuna, poniamo tutti

bianco, veruo il clipping, verso Ia perdita torale di dettaglio. Se inrece ci muoliamo


con lo slider dell'esposizione
pr,ossiamo fare dei grossi mo-

della fotografia nonch ap-

plicare un cerlo gado cli nitiLlez'za (yef,i fotografar.e di

giLgtto 201 2 ). Yedntno come,

r.imcnti senza conere il fischio di clippare Ie alte luci

(fino a un certo punto). Se il


g:afico molto cofto e concentmto maggiorrnente dalla
pane sinisna dell'istogramna
force iI caso di operare p-

ma con le cune, per non

schiarirc troppo dei toni che


non Io devono essere, e poi

terrninare il lar,oro con lo slider dcll'csposizione. possiamo c()muJtque ottenere un

risultato similc all'uso delI'esgrsizione, semplicementc


incrcmentando Ia gobba della

cuna tonale, cliccando sul


punto centralc del gafico e
trascinando verso l,alto. In
questo modo cominciamo a
renderci conto di dove I immagine pot ar.rivar.e. Poi

grazie al nostro infiltmto: il


"pannello infbrmazioni , di
Photoshop. Il pannello, richiamabile con il tasto F8

in maniera iterativa occorre- cando su una pane della


foto
sistemarc le luci c i bianchi che dere essere bianca (op_

senza lu1i a ndare t roppo r er.


so blano o il netn prir o di

dettagli tpremerc il rriangolino in alto a destra o a sini-

stra, della finestra "istogramma'', per r'edere in falsi

colo

grigia. nel sen.o che 5apete per ecno che in rlriginalc


eragrigia), con loslrumenro
"I" ("W,in LR). Data la iter:a_
tir,.ita clelle lavorazioni, quasi
pu re

obbligatoria

i" qu..t

'r,".-

le parti che sono senza det- sione di Adobe Camera


Rarv
taglio o tenere premuto Alt (ACR), il bilanciamento
del
per rvindorrs e opt per Mac bianco possiamo
farlo anche
per rcdere in tcmpo reale le come prima
cosa qppqna
7.one altualment lagliale fiJF aperro
iI [iJe lmmagine. ni
li dall istogramma ). A qucsto eondatc e he, immr.dlir.u_.nr.
punto mettiamo mano al bi- sotto I'istogmmma,
trovate
lanciamento de.l bianco clic_ le indicazi in pe..".''ui.

della tastiera, ci mostra (yell


irturtltBirc 3) le inforunazlord

relatiye al colore presente

nella nostn immagine. Infatti

con lo stnlmento contagocce

(I) possiamo cliccare sulla

stessa zona grigia o bianca

che presenti ancora dettaglio,


prccedentemente scelta, e ag-

giungere un punto di controllo che verr \'isualiz2?to


con il numero uno sul pannello inlbrmazioni. Lo stesso

ci dir quali sono i la]ori


RGB sottostanti

a quel

punto

quin, nel caso non f<xsero


tutti e tre ugui o quasi, pos-

siamo utilizzare il comando


gennaio 201J - lologralare -

27

La fineslra di
dialogo del livello
di Bgolaziono

Migclatolg

o,,loo."r,

I sr".

-----------l

canalo: nol menu

tendina, 'cnale

in output"'

tov

scino: blu, che


il canalo che vieng
sostituito dal
verdo ch inatti

r'ltt

-}_--*
ln qusto gafico

riporta il numoo
10o com6 valoe
nella fnesa di
lsto olativa.

Menl ngl campo


di t sto dello
3lidg del blu
toviamo lo zeo'
in sostifuzione del
l0O originalo.

quell di
rem.eu"r*aaorre notte un fotogrfia dMsa in due sozioni:
t'oriqimte' mtrequlla di desa stata modmcata oaa curva
.app*"ti.i'r pi"*rr. irui o"sio. t-a cu."a tPic di:9!19y]::i:a^9
it uianco e i ioni sclt'i v'so.il rr'o
;nlii iiiiari "ersogenralizzeto
del corrsto globale'
oilenodo t aurmto
r"

' snntb
",'""L

;ll";.;.-6

bovimo

una dlrva di contrasto at_


ta s|Jl canle dl tosso.
solzionando lo stumnto
di rBgolaziono miat 0ndi_
cato dalla reccia) ho fatto
un rardo gilo sopa il pun_
to di intrs! do|la mia
immagine pvedel6 dove
cadovano i purti pi ari

,:

iscuri mettondo dr
punti di corttollo (acro

click) cosi ho poto co_


astane il cololg solo dove
seve. Facendo cosl p
tuttl o tr i colori o ondndo il livello golazione
cuv9 in modalit "luminositi' otteniamo un aumento d6l contasto loclo.

regolaone livelli o valo


tonali (da CS) e andare a
regolare

il punto di bianco

canale per canale sPostando


della giusta quantit lo slider
dei tonl alti (vedere immagine
4). La stessa cosa deve essere

fatta con un Punto di nero

(ricordate mettere i] campionatore colore in modit


campionaflra 3x3 Pixel, attraverso il menu di scelta Posto nella barra delle oponi
dello strumento). L'ideale sa-

rebbe fare due distinti Iivelli


regolazione, il primo rela_
tivo al colore (uguagliare i
valori dei colori RGB) in metodo di firsione "colore" e il
secondo, relativo alla lumi
nosit, in modalit fi.sione
''luminosit'' (portare le luci
a R=B=G= 245 e le ombre a
15) cosi da Poter gestire me-

tirare fuo, dalle informa_

siamo scegliere in Cane in

questo confrontiamo i colori


prcsenti nel file attraverso la

blu e auzerare il camPro lalore


del blu, sostituendo il valore

Zioni in nosto possesso, altri


dati interessanti. Per ottenee

output il canale che vogliamo


sostituire, in questo caso il

palette dei cani (menu: finestra>canali. Short cut:


Red=ctrl+3. Green=ctrl+4,
Blue=ctrl+S, per tomare al
composito usiamo ctrl+2).
Normalmente il canale del
verde quello che contiene
piu informazioni e che pu
essere usato Per andare ad
aiutare un tro canale in de_

cento con zero e scvere invece 100 nel camPo di testo

bito di dettagli. Di solito il


canale debole il blu, ma
non sempre, quindi occorre

del blu con quello del verde.

Adesso per \i trovate con


un'immagine con i colori distorti, ma basta mettere il
livello di regolazione in modalit fusione ''Luminosit'',
per far rimanere visibili solo
le inforrnazioni relative al
dettaglio e scartare quelle del

valutare di volta in volta. Esiste in Photoshop un comando che ci permette di miscelare a piacimento una certa

colore. Il confiasto globale

una certa quantit di un altro:


il "Miscelatore canaJe" (Pedi

toni scuri verso il nero. Questa operazione si comPie facilmente utilizzzndo un lirello

quantit di rrn canale con

glio le due cose. Passiamo


ora ad anzzarc l'immagine

immagine 5), richiamabile


dal menu dei livelli di rego-

glio, per vedere se si Possono

Nella finestra dialogo pos-

dal punto di vista del detta-

del verde. In questo modo


abbiamo sostituito il canale

lazione della pette dei livelli.

di uimmagine si ottiene fu-

cendo andare i toni chiari


verso il bianco, senza eliminare del tutto i dettagli e i

di regolazione ctrve (vedi


immagine /. Ma il nostro
intento quello di operare
una cotrezione sui singoli

canali e quindi aPPlichiamo


la cuna cosiddetta ad "S"

negli stessi, fondendo semPre


il livello regolazione cune in

modalit'1uminosital'. L'unica accortezza quella di con-

centrare la forma ad "esse"


solo nelle zone che ci interssa

ffi
il

;niaslo

le tecni.e s., e.poste:


su.-con gradvol snsaziorE di
'eoior*.taoorat
acquBla una
local e slobb nolovolttti miglioato e l'immsgi|

28 - lolooralae - gcnnaio

2013

connstare, @corTc rra_

gare sopra la pafie interessata e con lo strumento di

regolazione mirata, vedere

dove si concentrano i Pixel e

mettere due prmti interesse

uno nei tre quarti di tono e

uno nei quarti di tono e spostarli in maniera opposta fino

a formare una specie di


"esse". E cosi per tutti e tre

colori. La stessa curva non

va bene per tutti i canali, ma

a ciascuno la sua (vedi immagine 7). Tutti i processi


fino ad ora considerati sono
manovre utili a migliorare il
contrasto locale dell'immagine owero ad aumentare la
stanza che separa due toni
afEnch l'immagine acquisi_
sca un cefto grado tridimensiont e di maggiore
matecita. A questo punto
occorre vutare se le infor_

mazioni luci e ombre sono


corrette. Allo scopo usiamo
rrn comando che non pre_

sente nella guida e che ci

perrnette di crer-re un nuovo

Iivello a partire dall'unione

tutti i livelli visibili'

Premiamo ctrl+alt+maiusc +e su
win e opt+cmd+maiusc+e su
mac, ed otterremo il nuovo
livello su cui applicare il filtro

Luci/ombre, localizzato sul


menu Immagine>regolazio
ni>lucVombre. Schiariamo

leggermente le ombre e scu-

riamo leggermente le luci.

Vediamo nella comparazione


dell' immagine 8 come sia dilferente la resa tra l,immagine
originale e quella elaborata
con Photmhop CS. La nostra
correone finisce qui (potre_
ste aggiungere anche un po'

videzza). Abbiamo ottenuto un'immagine corretta

:\,
Ecco l'immagha origiral6 aI m ithto b.su glabora2ion fnalg' ll iagto
o lintorpEta2khe Higtr-Key
sdvolto co.tldotnenb
oloilb. dando al v*ro ootu ragE'r'ffi'e''iioonatt are b rro hanno
visto rrei
.uol oc.t mrte b oba.t o. ocdr d; ho dt;-oss;
ll tifico e rqo ha
minato d.rrtJali Mo.r-.'douJr. al lo. e l ot
b b
||trportaEa aro sguado
.
o ai t.aui dolicli delb
t-'-i*'t""Yg gd *lto
o
oerro regob p'gcb6 e i
cao{i scomcglbti.b! dl'o6s.ratoG un motivo per pbrB
t.ttL qtJadfur;'-

il.ifu

4*

cronaticamente

da]la giusta

stribuzione tona]e, non ci

resta che enfatizzare il soggetto attraverso il sapiente

uso del ritaglio che in photG


shop CS e in Lightroom

facilitato grazie a sor.rap'


posizione alcrrne griglie aII'immagine (attivate lo strumento taglierina e sulla barra

delle opzioni dello strumento

scegliete la regola di composizione che preferite dal men


a tenna: sualizza). I-a se_

conda strada da prendere ci

si palesa chiaramente proprio

in questa fuse, owero dtrrante

la procedura di edenziazione del soggetto. L'osser-

vatore deve vedere e sentire


nella nostra immagine quello
che noi abbiamo provato o
quello che vogliamo che provi. A parte, quindi, il caso
della riproduzione fedele, il
nost'o estro pu gere degli

strumenti messi a sposizione dai modemi software

e plasmarli a piacere. In

LR

i6
cot'e "q;ffff5.r!".
J.';;&a;ao
dd_ff;df;;#ffiLro

e in ACR possiamo intervenre globmente attraverso


gli slider dei rari comandi e
dare all'immagine un carattere tutto particolare, possiamo trasformarla anche finemente agendo con gli stru-

tutti gli strumenti suddetti.


Con l'utilizzo dell'esposione
e del pannello HSL. abbirnto
ad ur connollo locale preciso,

ad opera dei pennelli e dei

filn'i, ai quali possiamo fomire


ogni tipo controllo prsente

menti regolazione locale


come i pennelli e i filtri -

nel programma, possiamo


cambiare localmente l,esposizione, il contrasto, il bilanciamento del bianco, la nitidezza, la sfocatura, ecc., per
elware il nostro soggetto a

gradanti. Possiamo trasformare i colori nella loro resa


tonale, nella loro sahrrazione
e nella loro luminosita (pannello hsb/colore/b&w). possiamo creare delle atmosfere
particolari dando e ombre

centrD attenzione oggettivo

della nosba immagine. euin-

di, anche senzr passare per


Photoshop, possiamo in Li-

e le luci diverse tonalita,


utilizzando il pannello Divisione Toni. Abbiamo a spo
sione un mondo nuovo e
affascinante ;rr creare le no
stre regolazioni, salvarle e
riutilizzqde 5u .gli inxnadne

ghtroom seguire un percorso


ordinato per capire come elaborare la nostra immagine e
dove arrivare. Per farlo possiamo ottimizzare I'istogram-

ma, bilanciare il bianco e


quindi la resa generale del-

che vogliamo, cosi da poter

mettere nella giusta luce il

nostro soggetto. Nell'esempio


delf immagine 9 ptelle vedere
come un'immagine semplice
possa cambiare graze ,uso

I'inrnagine controllando luci

e ombre, possiamo anche

sbilanciare I'istogramma per


creare unimmagine scura
(o chiara) con solo

il punto

di interesse chiaramente _

sibile. Grazie ai pennelli e


ai filt possiamo cambiare

la saturazione, la rtidez,za,
ecc. delle zone distr:azjone

o di quelle di interesse e ma-

gari aggiungere una sfocatura


dei bor e una gnettatura.

Il processo si conclude con


tag)io (vedi immagine l0)-

Irsomma il soggetto tutto,


e occolTe fare tutto per
metterlo nella luce migliore

possibile.

o'nnaio 2013. otoonhls

29

Mostrt fotografiche

sciuti della ex-Jugoslaa con

una seleone circa 180

AngebGarcglio

opere. L'obiettivo del grande


evento espositivo dimostra-

Disegni di lu.e

Dov: ca' Fesaro' santa cJoce


2076 -verr:j

Apertura al Pubblico:dal
otiotre ZOtZ al

Orari:

10.00

re oltre ogni barriera etnicopolitica e storica che la cultura in grado supemle e

3 Pennao 20 I 3

- 17.@ (chiuso

ricucire anche le pi dram-

il

ben note divisioni.


L'iniziativa sare condotta in

matiche

lunedi)

Biglitto ingesso: euro

8
(ndotlo 550)r ordno biSliettend

lom- l6m

lno:tel:04l-'2l l27
X 04 l -524 l o75

capesa@frnc\,rezia-it

edardo Rosso (1858-

t 928), lo straordinario
scultore. maestro dell'imPres-

sionismo, conosciuto Per il


carattere specifico delle sue

opere, originate da brazioni


spaz ictemPorali che ne con-

tradstinguono la

potente'

ffib

d i{ad.rno { .@''"
Rosso, nragir'llt! it'dara
"t"l6"8mnt dall'obigtlivo. Angolo Gaoglio' L figura

oi''".* lmu"aau"'

o,|6

"-fi.t;
3nb oolorEdal'obE' c'ne lm'appanzom'
Ecce puer e Ma.dame X (vedi
foto sopra), qtsesdtima con_

ma latente psenza, fotogra-

siderata "figlia prediletta"

loro installazione e posione


nello spazio, "sigillava" infine
con un'ulteriore fotografia
l'intera sequenza, fornendo
cosi testimonianza di come

donato insieme ad altri sette

fala le proprie scultrre, la

la fotografia fucesse Parte di


ritto della sua poetica. In
una mostra aperta fino al 13

gennaio 2013 al Museo di


C Pesalo Venezia le opere

Medardo Rosso (che gi


fanno parte della collezione

museale) saranno buibili ataverso l'interpret^Zione del

fotografo Angelo Garoglio

(n. l95l), artista nato a Milano. ma da tempo torinese


di adozione, che ha fatto tesoro della cerca e degli in_
tenti del maestro Rosso. Attraverso un itinerado di una
trentina tra foto a colori e in
bianco e nero - veri e ProPri

"disegni di luce" - Garoglio


indaga due delle pi famose
opere di Medardo Rosso:
30

totogatalB ' gennaio 203

e lal6ral,

;"--;J;;]t""u 'soJtorE Modado

dlo scultore e capolavoro

A ftermath Changing cul'

ll

urat landscape, tenle nze


delltr fot ograf ia p o s t -i ugo slau a
rrna grande rassegna foto_

grafica, negli oltre 700 metr

c Pesaro. If otto sculte


Medardo sono quin ancora una volta Protagoniste
a Ca' Pesaro, dove giunsero
tutte assieme per volonta del

quadri espositivi comunali

loro autore, doPo la sra gran-

della Geria d'Arte Modema


e Contemporanea Arrnando
Pizzinato di Pordenone, che
propone le pi interessanti

de mostra al]a Bienne del


1914. Medardo Rosso chia-

tendenze della fotografia con-

nel|' aft e, interes s a

a^| "A me'


soprattutto di far dimenticare
I
la mateia"-

Aftnath - changlry
Gulrnl landscape
Drye: PATCoZVa Be'tossi
Fordenone

Apertura al Pubblicor
ottobre 2012

9dal 27

al 20 genrnio 20 t 3

orari: rrprti/gbato 5.@


l

I9.@ dornenica I00GI3 00 e

15.@l9m

Bi8lietto in8sso:
l

no: tel' 043+3929 l 6

8rdh]ito

inf@rtemodelapordenone'it

di Via Bertossi, facenti Parte

temporanea della ex-Jugoslavia. Saranno Presentati


una ventina circa artisti
tra i pi affermati e ricono_

collaborazione con il CRAF


di Spilimbergo e sono in atto
di messa a Punto collaborazioni con I'Istituto Italiano
di cu]tura Lubjana e con
il Museo Etnografico di San
Pietroburgo. Si tratta di una
occasione unica Per ammirare il lavoro fotogfico di

autori molto stanti dai luoghi comuni di tanta fotografia


nostrana. I-a cura della mostra e del catalogo sararuro
affidati a Dejan sluga, noto
stuoso e critico fotografico,

direttore della Biennale di


Lubjana e del Festival Photonic Moments. Sa realiz_
zato un catalogo ed organiz-

zati vari eventi collaterali E'

presta una serie eventi


prograrnmati con le Principali realta culturali di Pordenone (Centro Iniziative

Culturali Pordenone, Cinemazero, Irse, Pordenoneleg-

ge.it, Teatro Comunale Giuseppe Verdi, Thesis). La mo-

stra, ad ingresso gratuito,

sar sitabi]e solo fino al 20

gennaio.

Ape.tura al pubblico:

4
20 3

dal

dicembre 2012 al 3 febbraio

mercoled'

giorcdir 10.00 - 20.00; venerdi,


sabato: O00 - 22.30: domenica
I

- 20.00.

Biglietto ingesso:
12,50

Carmelo Bene, da Crbto 63


a seconda edizione teahale

Abate. Bne
(1907-ax}a
stato un attoe,
dammatutgo,
gista, scittore

scena, crrne

scattate durante le prove per

Via Nazionale 194- Roma

ro00

camelo Bne in

1963el1973erclativea
rrnci tra i primi lavori di

Sono foto

fooi

Dove! Pala.zo delle Eposizion,

oai: mated'

molte inete, scattate tra i]

di Nostra Signora dei Ttcchi.

Claudio Abate
&nedette

fie in bianco e nero e a colori,

euro

(rdotto l0).

lno: wwwpalazoesposizion.it

A crrra Daniela l-arrcioni


flcon Fmncesca Rachele

oppedisano. Benedette bto !


le chiamava Carmelo Bene
nella sua autobiografia, ricordando essere stato scagionato d'accusa di oltraggio grazie proprio alle fotografie di Claudio Abate. Ora,
a dieci anrri dalla sua scomparsa, la mostra ne celebra
la figura e il teatro attraverso

le foto di Abate che ancon


una volta svolgono un molo
centrale di testimonianza.

Carrnelo Bene (1937-2002)


stato I artefice di una vera e
propria rivoluone della scena teatlale del Novecento.
Attore, regista teatrale e cinematografico, scrittore, fin
dagli inizi concepi la scena

come luogo della messa in


crisi degli elementi linguistici
che la compongono. Aftarrc
il teatro dla ripetizione a
favor.e dell'evento irripetibile,
adottando in variazione continua i testi di alcuni classici
e amplificando il vore dell'immagine e della voce. At-

fiaverso esercizi gorosissimi, progressivamente deco-

strui le figure dell'attore, autore e regista facendole confluire negli ingrarraggi quella che lui stesso defini "macchina attorie". La mostra
presenter cilca 120 fotogra-

verificare, su richiesta dello


stesso Bene, l'impatto sivo
di un tn.rcco, di un abito, di
una scenografia. Attraverso
lo sguardo di un maestro
della fotografia sar possibile

accostarsi alle opere nelle


quali Carmelo Bene pose le
fondamenta del suo teatro e
su molte delle quali non esiste

nessun'altra testimonianza

visiva. Claudio Abate (n.


1943) tra i principi esponenti d"lla fotografia d'autorc.
In parlelo ad una sua per_
sone ricerca, da sempre de-

il proprio

dica

lavoro alle

arti visive. Ha fissato il punto


vista ideale da cui guardare
le opere di pi di una genemzione aisti. Autori come

Jannis Kounellis o Gino De


Dominis hanno esclusivamente affidato e sue foto
la memoria delle loro irripetibili azioni. Ouesta mostra
propone un aspetto meno
noto del suo lavoro, quello
decato a] teaho e svolto so_
prattutto nei primi ann della
sua attivit fotogro. l

EurcDean Photo
Exhibition Award
Dovei fula.zo

5.

Banca del lYonte,

966 di claudio

po{a'

ed
consideato uno
degli arlisti pi

innovatori
poliedici nella
stoa del tatro
mondial_

ventata, infatti, anche capitale

della fotografia europea, in


occasione della prima edizione della mostra fotografica
itinerante dell'European Pho-

to Exhibition Award, che ha


aperto per la prima volta al
pubblico i locali del Palazzo

della Fondazione Banca del

Monte di Lucca, e rester

aperta appunto fino al gen-

no 2013 con le opere di

giovani tenti errropei coinvolti in un progetto interna-

zione promosso da Fon_


dazione Banca del Monte di
Lucca, dalla Fundago Ca-

louste Gulbenkian (Porto-

istanze di carattere individue quanto socie, politi_

co, culturale, nazionale e so-

r'ranazione. Sono 12 i pro_


tagonisti della manifestazione, 3 per ciascun Paese, tutti
giovani fotografi che vono
e lavorano ln Europa. -E L,n-

rico Stefanelli, fotografo,


ideatore, promotore e orga-

nizzatore del Lucca Photo


Festival fino al 2011, che
cura I'iniziativa per conto
della Fondaone BML e che

ha selezionato per lTtalia _


cuni giovani talenti. Si tatta,
per lTtalia, di Gabriele Croppi (Milano), che utiizzama-

gallo), da Institusjonen Fritt


ord (Nor_vegia) e KrberStiftung (Gerrnania). Il tema
di "EPEA 01" infatti "Identit Europe', e fa riferimen-

forma metafisica, e ha recentemente nto il primo


premio al prestigioso IPA

matiche coesione e di rrnit quanto agli aspetti di di.

rward); Dade Monteleone


(Roma) che, nell'ambito del
World Press Photo, ha nto
un premio nel 2007 e due

to tanto alle attuali proble-

versit culture che caratterizzano l'Europa, costituendo in parlicolar modo


per i fotografi l'oppoftunit

di concentrarsi tanto

su

gistralmente la fotografia in

(International Photography

nel 2011; Pietro Masturzo


(Napoli) che nel 2010

stato

il vincitore assoluto del


World Press Photo.
I

Martino 7 - Lucca

Aprtur al Pubblicol
novembrc 2012 al

orari:

dal 25

6 gennaio 201 3

luner/venerd

5'0Cl

l9'3Q sabato' domenica e estivi

1o00,r9.30

Biglietto ing.esso:

gratuito

lno: wwwondazionebmluccait
wwvrepeaphotoorE

uno scatto del

.,..o, .,o., solo capitale

IJde]

fumefto. I bella cin

toscana dal 25 novembre

A destra,

un'immagin
scattta a
Londa da
Daniele Croppi,
esposta a
Lucca ino
al 6 gnnaio'
coppi ha
dtto:

"M'intercssa Ia
pedisposizJone
al superamento

dee

apparcnze""

2012 al genrraio 2013 dig.nnaio 2013

ologralare - 31

l. corr*DARro

I Concorsi
l- in ttolio !

braio 2013 (stampe)

lscriziono: Oratuita
''contro ilene polcistico, vooliamo che tutte le
passioni possano divenlae gandi''. Pende
spunto da qui la pima edizion del concoso
otoorico "Le passioniin uno scatto''' Ilcon_
coso' oruito e apetoatutti, haancheUnai'
nalil mo|lo concreta: nccoqliee ondi da de_
slinar alla icerca, in modoche quella spean'
za diUturo possadiventae reaM. I lavoripre_
senhli' infatti' Verranno cduti tBmite donazio'
niliberaliche andnnno alnanziae la borsadi
studio assegnata da AlRP a una biolooa dll'0'
spedale san Raae]e d \/!ilano, condotta dalla
Dott.ssa Alessandra Boletta, impegnata su un
pogstto di ricelca dal lilolo "ldentiicazione di
disunzioni metaboliche nel rene policistico:
nuove opportunit tempeutlch"' E'dunque ne_
csssario iscivrsi al concorso' apeno a tutti, e
inviare itile delle otooie entro l'11 gennai0

me

CHE st SAPPIA r{ GIRO

21.00 alle 23.00. Spedizione CD a mezzo


Posta/corie ppssoi F'A'c' FoToAMAToBl
ooT|GNoLA VtA ZANZ|, 12 4m10 CoT|GNo,

] seoavecchia@lotoanatoicotigno_
la.it' ta quota dipartecipazione atitolo dipa'
ziale jmboso spese fissata in 15'00 (per i
soci F|AF e Def i nati entro il 3121984
12.00). Versamento con le seouenli modalitt:
- presso la sede delcircolo in via Garibaldi 12
aCotignolalutti i Lunedl dalle 21.00 aUe 23.00
_ BoNlFlco BANcBlo inteslato a F'A'c' F0-

Policistico (AIRP)
scadonza:11 gennaio 20]3 (fles video)- 8lts

3'

orlu Mosrne

mte e-mail

9xlpor-r

201

LA (RA) Bec' Tel' 3385916449' "on-line'' ta-

1'concotlo lologrric! A|BP "L0 la$lonl


ln uno scrllo"
Enle ollanizlto: Associazione |laliana Rene

r la data unima pe I'invio delle

io stampale

Conconsr

DEr

|'8

ToAMAToRI coT|GNoLA Banca di cedito


cooperativo Imolese e Ravennte_Filia|e di cotignola IBAN 1T48G08542675500030@192250
BIC ICRAITMMF2O
w' loloa n afur b 0t ig n0 l a. il

menta7ione e dei requ isiti omali richiei dal


presente regolamento' Leologafi seleziona_
t saranno pubblicate nei siti del cicuilo Her'
ms in ete (in particolae sulsito www'hsbi_

it e/o sUl sito VWVW'heritaoesicilia'il.)


sulla pa0ina Facebook "Heritao sicilra".

liainret'

ywlheihg sic a.il

{PIEMIO SBCAVEOCIIIA"

qGLoBAL sU wEBslE
coIrolao lo!lro "Louir Ghost & lo''
Ente

/1.

t{

con qualcosa di familiare e uno stile contempo_


raneo che comunque classico. Louis Ghost,
la sedia di Xartll nata dalla matita di Phi|ippe
stark come "un antasma di Luigi qualcosa"'
quest'anno compie ben 10 anni! E pe l'occa_
sione Karlell hadeciso diesteooiare insieme a

EI @lw'

n d i l. co n

l..arlell

Tutti la conosciamo: diverlente' laspaente'

o'

vu'ftnap,lic&ico.il

fffi*-l..

i#m

2' cocolso loto0lico inlanazionale "He'


lago Sicilia 2013"
Enh oruanizlto: Associazlone cullurale He_
ilage sicilia
sradenza: 30 api|e 2013

..(l-t'tl
n

lsclizionr: galuita

sicilia naturalisti_
Pimonio stoico_arlisti_
co di Sicilia. 1l concoBo d aperto a tutli. Le
opere possono essee candidate solo da pate
del loo autoe, il qual inviando Un'opera dichia'
n e oarantisce di possedefe tutti i diitti sulla
te lemi:

ca, Folk|ore di sicilia,

. 8i
ScorlcNolA

.r'

stessa' ch6 |'opea non lede alcun diitto di te_


zie non viola nssu na leqge Vioe nte' ln ognica_
so l'aulore manleva |'organizazion da lutte le
responsabihl, costi e oneri di qualsivoqlia na_

{RA)

9' Goncolo lotoltaico nazioale ''Prcmio


Seoavecohia"
Ente

orlanizatorr| club Fotoamatoi cotigno_

la (Ravenna) - FIAF

so d aDeto a luttil Fologr e Foloamalorie_


ilnntiln lllie' san l/lalno e cft delvalica_
no d aticodto in una sezione unica a Tema
Libeo per lMMAGlNl DlGlTALl, massimo n. 4
opee L lmmaoinl devono pervenire in oma'
to JPG delle dimensionr dr pixel 2500 lato lun_
oo 3o0 dpi' Le opre panecipanti, coedale

discheda d'Bcnzone e copia di un documen_


to d' identiH' dovanno essere inviata conse_
lna cD a mano pesso la s4de delcircolo in via
Gaibaldi 12 a coti0nola tUt|i lLUnedldalIe

32 - lolooraare - gnnaio

2013

tutli noi con il concorsootogrico Louis Gho_


sl & Me pe parteclpare basla inviare una o_
looIalla della nosa LoUis Ghostvia lacebook,
dnfiamenle sulsto dell'azienda' ln Dalio, pe
i te autorimigIiori' c' Unasedia ''LoUis Gho_
sl special Edfion 1oth Annivesary' auto_

ne.
pl

gl

i. 8 d u cazi o\e@l i a b' o nllrs. it

q,BoiiA
cocol6o oloqraliao "Pelalos _ 5'
Feslial lnlonezionalo del marc''
Ello oqalzalo: MAB _ Associazione

per le

Atlivit e le Ricerche liaine


ScaderEa: 18 gennaio 2013

lsotizlono: oatulta
concoso d apeto a luiti i oloordi, subacquei
non,la patecipazione c gratuita, iltema d li'
bo, ma diviso in ctegorie: anbiente' ma_
colotooaia'acqUa, epoage mediteraneo,
elaboazone dion'b' zLone amatonale 0gni
concoente pud presentae n'2 foloqaie per

graata da Phllippe starck Una slida che ri_

ll

chiama lo spllto con cui Kartel| sla esteqgian_


do l'annNesaio in lutlo il mondo: Louis Gho_
slaround theworld' infutti' l'evento ilineran_
le che con un lolf folooraico in qiro per il
mondo itrae lasedia pid amosa evenduta al
mondo in 10 citl internazona|i' con allettan_
to patv esclusivi. |Iconcoso aperto a tutlii_

ognj cateooia, ad esclusione della categoria

no al 28 ebbaio, meglio scaldae le nostre


macchin otooraiche e che Vinca ilmiqlior'''
clickl
t''hfudL WL/Kaio llhpp -5aMN61 1 5

Scadenra: 31 oennaio2013
l$cizione: 15 euro

llclcolo Fotooico F'A'c' Folo Amaloi cot_


onola. con ll patoclnlo della FlAF_Federazione
ltaliana ksociazonl Folooafrche e delcomu
nedicotonoh, orqaniza ils c0NC0Rs0 NAzl0NALE'PREltll0 SEGAVEccHlA'' ll conco_

stili di Vita con attivit di movinento qUoti


diano. Sceoliere la bici e usarla in modoconsa_
pevole pe recasia scuolo a||avoo' lIcon_
corso destinalo aoli studenti delle scuolese_
re

condarie dlsecondo orado e dell'univesia. si


pu palecipaecon dueo1o individualio di
cIasse' Le opere che gli al|ievi produanno so_
no comunicazioni visive, rivelazioni di conlenu_
ticreaiivi' di impfessioni capaci di onr Visio'
ni dlla eall nuove pospettive di lessio_

\,Gl-Oglt SU wgASte

llconcorso prVede

Per una citta ciclabile esoenibil' Rendere la


citt pi vivibile con l'Uso inte||ioenlo della bicicletla e di mezi non moloizati' Promuove_

sc.deza: 28 ebbra]o 2013


lsirion: 0atuih

Jebbraio'

ao n ,Jo. a i rp@g

ola zalorr:

stladale e nel 2004 dal Miniero deIl Ambien'


le come associa2ione di protezione anbienta'
le, auloizata a svoloer attivil diormazione
per la mobiliti ciclistica, dopo il successo del
concorso otoorico 'citt in bici' poposlo
lanno scoso da F|AB Roma _ Ruotal]bea,
PHo[,![]oVE pe l'anno scolastico 20l2-2013 il
c0Nc0Bs0 FoToGBAF|c0 "clTT' lN Blct'
2a

224

tura che dovessero essee sostenuti a causa del


inclusa la richiesh di dan_
contenutode|l'opn,

molali e meriali' Le oloooie e la documen_


ta2ione da alleoae' in omalo di0ltal dovran'
per via mail al
no essere inviate sclusivamente
ni

indiiP.o redubne@heitagesicilk.il enlto

non olte i|30/042013. Le oto pervenute do'


po illermine ultimo o con ahre modalMsaran'
no automaticamente scluse' lJna loto pud es'
see candidata un'unicaVoltae pe unsolole_

ma.ogni partcipanle

potr candidare Un nu'

mefo massimo di 6 oto'Tutte le otoglaie in'


Viate saanno sottoposte a veiica della docu'

q,GLOBAL sU wEBslE

concarso otoglalico "cni in bici''


tnte oruanizatoe: F|AB
scadenz: 30 gennaio 2013 (iscizione) 20
aprile 2013 (invio oto)

lscrioo: oratuila
La FIAB - Federazione ltaliana Amicidella Bici_
cletla, pesente nel teiloio naionale e ricono'
sciuh nel2001 dal lvlinistero de|le lnastuttu_
e come associa2jone di comprov'ata espeien_
za nelsetlore della prevenzione e dellasicurel-

Medilaneo'' nella qUale dovan_


n'3 otoqai pe ognlle_
nacon un massino di2lemiper concoen'
te' Le oto dovBnno essee numerate in seqlen'
za dal numeo 1 al numeo 3' ll giudizio si
"Rportage

no essere pesenla|e

pe sinoola oto, e pe tema nella ca_


leooria''Bepohoe Medileaneo" Le oloora_
lie pesentateal concoso dovannoesseefo_
nile anche in tormalo eletlonico con le se_
emtterd

jpg, 300dpi, di'


ouenti calattejstiche: ormalo

mnsioni orioinali 3 Mb almassimo da invrae


sU cD insieme alle shmpe' Fomal| imposti
p{rfu,tte le categojg cm 30x45, cn 3tx40'0gni
folografia dovii iporhre su| etro nom e co_
gnome dell'aulore, sezione di apparlenenza e
I'indicazione basso" presso il Lalo inleriore della o1o. al fine di idenlificae con chhren^ il sen'
so dell immagine. Per la partecipa2ione al Festi'
Val bisoonaobblioatoiamente utlizare a sche'
da d'iscizlone ch, compiiala in oonisua pa_
te' dovdessee debilamenleirmala' Le
|n
oiginale (nelormo preislo alpunto 3),'olo
ilcD
con ilonatoeletlon co e la scheda di isci'
zione dovanno ssee inv a1e o conseqnale a
mano entro ilgiomo 18 oennaio 2013all'Associaione MAB-PELAG0s, V]a Padre PerilIi' 46_
00125 Bona: tel/ax 065211794'
ta sl iw I @pc Ia g osa ft a. ou

q'GLOBAL SU WEBSITE
1' concoo'ologralico "EudiPholo conlast
- lsubacquoia ilmars"

o[anizaloru:

|'lruionee

cullura edella fodation lntema_


(FIAP), I'Associaione sammarinese Foto Amatoi (,ASFA)' in col
aboazione con l'Liclo di slalo pe i| Tur smo e
ilMusro diShlo, orOanizza il27'Concorso Foloonico lnlemazional della Repubblica di san
Marino' ll tema "URls[40 NEL M0ND0] gnt,
luoohi e manifesbioni'' suddiso in qualto sezioni' sez'"A" stampe acolori_ sz'"B'' Slampe
bianco-nero - Sez.'C' Foto diqitali a cotori
sez'''D" Foto diqdali BA' La parlecipa?ione
apeta a tutti' ooni autore pu presentare un

'

massimo dl 4 opere pe seione' La slessa imma_


gine non pU essere presenlah ln pr sezioni.

stampg omatocm: 30x4o compreso el,nlua_

coonone e indi
iao dell'autore, luogo e anno della ipre, nu_
meo proorcssivo ed evertuale litolo.lmngin di_
le

passpatout'

lego nom,

Oitali: su CD o DVD, dimensione lato magoiore


] 024 pixe|' onnaio Jpg (compressione malma
10)' idenliimte come da scheda d]sciione (c1_
c2dc' per il co]ore e D1_D2_etc' pr il bianc}ne_

EIJDI

lL'tti

otosub l'oppor

na

lo awicina agliocchi indiscretidi Bnssaie al


suo surreale e nottuno pere1rinare pariqino,
na, a dIferenza dell'o,genia realt poposla
da questi' in vto Del Plato le orne appajano
in una seduzione idealizzata cone succedeva

nella fotoincisione di Coburn prina del


vorticisno che, nzionando in otogniaIe

forne in naniera cubista' lo

rese celebe

Alteggiate in peicolose e amnalianti pose, le

che' simil a sie]' a\Nincono l'assefuatorc' cE


socconbe fe licenente all' incanto e aI' i nsid ia."

(Anlonella Nigro).

n, in pogramma dal 15 al 17 febbaio 2013,

ro deqli eventl' otlrendo

intimit rubata dall'altista alle sue donne'

popolati da giovani sa]an, le protagoniste di


"Wonen'' restano jgure evocatrici di nalie

EUDIsHoWsiapre aiolosub con un inizati_


V2sclusiva. ln occasion della sua21' ed]2]o'
s]teinattiil l'EUD|Pholocontesl"lsubac_
quei e il Mare'l Con questa inizialiva, EIJDI
sHow intende arrjcchie ulteriormenle il nUme'

pjeno di

donne divto DelPkto citano il ronanticismo


dell sti]e di Fntisek Ddikol i cui scatti enno

Show
scaeza: 15 oennaio 2013
lscrizione: Oraluita
Enle

fiosit e alsenso dimeraviglia per ilmondo che


da sempre contnddistinOuono questo Orande
artista del visivo. I suoi scatti sono diretti all'anima e catturano lo spiito, la gnndeza e la bel
leaa dei paesagOi, per liberarla in micro e ma'
cro Jrammenti di esistenza inormato pellico'
la' lntensi rlafti, paesaqoi monalialo e inlo lhe
W]ld, immortalati nei Iuoohi pi sugoestividel
pianeta. lJn percorso espositivo ricchissimo e

la

lionale de l'Arl Photogaphique

o) sguito

dal cognome dell'autoe iesem' pio:


|i cD o DVD dov re_
care impsso nome, cognome indiizo dllhu_
lorE' ll cD o DVD non sa resliluito' ouob di pa'
tecipazione Euro 15,m (o $ USA 22) per una sola sezjone' Pe oqnisezione m p aooiungere EU_
0 5,00 (o s UsA 7)' Pagamenlo per conlaniio

c1'Bossi, c2'Rossi, tc')'

con vaglia postale intestato

ssociazione sam_
maines fuo Amorl caslla Poslale 56, 47899

sen"aalle

Bepubblica di

a:

&n

[,tino' ll pganen_

to con asseono non accettato. Le ope, la


scheda di partecipazione e la otocopia del vBolia
postale, dovnnno pvenire eno il18'02'2013

27" concoso Fotoorafco Intemazionale' Ui_


cio di Stato perilTurismo, Palazo delTurismo
- 47890 Repubbllca
sn Marmo Gliinvi orn_
a:

9cslovl
da non perdere in scena alPa_

Ljn'esposizion
|azzo Ducale di Genova ino al 24 ebbraio'
un'inedibile mosla otogmf ica del talentuo_
so oloreponeT steve l\'ccurryche ha gi al_

to un impressionante boom di visitatori. Se


non conoscel il suo nome' di sicuro evete

posalo almeno unavolta lo sguardo sulle sue


suqgestive ed i]nicheolooraie d]guea, edi
vita' 0Uest'arlisla l'occhio che sice a dietro
ad uno degli scatti pi jconicidela storia uma'
na recente, ''la raoaza aoana" oiog aia del
'
1984 che ha fallo ilgo delmondo pi Volle do_
!o essere finita su lna covedlNationalGeo_
Oraph c (Oiugno 1985) ed essere entrata poi

atas.in i (e

a tlatti

aoohjacciantj) sfu'

mature dellumano. Come spiega l'addetto


stampa l\,lassimo SorcidelComune di 6eno\a: "Ci sono i ritntti che lo hanno reso cebbre
inluto i] nondo, cone ilritrano della ngazza
agana appa6o su\la copertina de] "National
Geognphh" nel giugno del 1985, na anche
tante oto dj guerra e di paesaggi in cui

I'uono

rinane prctagonisla.Volti di banbini e di don'


na anche pastori, gueniei e lavonton che

ne,

nc.ontano tuna ]a drannatbe delk guern


e k precarie del'esistenza, na senpre con
estrena dignt'"

SRoMA

Fino al 24 marzo 2013 poseouir


interessantissima

a
mostB "Visitors book. ospli

casa P.z' Bitratti olooraici di Mihon Gendel'


lettere' dedlche e recensioni" al \,lseo Mrio

Praz, via Zanardelli I (Palazzo Primoli). Nel


1968 Mario Praz (1896_1982), orse il pi

impohte ci|ico d'art e lellealua ilaliano dsl


Novecenlo, sfrattalo dai Marchesi Ricci,
trasferiva]n palazo Primoli la sua bibliotec e
colle2ione d'art' Nel 2011 [.rli11on Gendl.
sattalodai Principi Doria vi potava la sua'
coedala dal suo Vastissimo Archivio
Fotoorafico. come Praz aveva destinato la sua

preziosa Biblioteca alla Fondazione Primoli.

cosi Gendel ha donalo il suo Archivo ila

Fondazione' Gendel u Iultimo a firmare il

d consegna saanno rispedi al


millenle' Gli ooanizatoi, pu assicurando la
massima cura delle opele' declinano ogni e'
sponsabilt) per smarrimentio danni, duant la
permanenza a san |Vaino' ogni concornte ri
cevea oratuitamente un pesllorcso calalogo
ti oltre il temine

tunit di partecipare a questo nUoVo concoso


fotoorafico' come sipu intuire dal tema' que_
sta volla' insieme al mae' saanno i sub e |a
componenle umanaad essee protaoonislie i

olograi poanno cimentalsi nelle due temati_


che previste: sUBAc0UEA e APNEA (cateooie

compatte e relex)' La pr ma sezlon sa ser'


V?ba immagini del mondo sommeso in cuisia_
no presenti subacquei con amorespatori (dai
mono al lrimi\ ai rebreather o altro) menie la s-

ddicaln esdusivamente al mondo deltune le sue espessioni (dall'immersie

conda sari

|'a|nea in
ne alla pesc in apnea allo snol@ling)' Pe ogn]

tema sono previsle due ceooie che anno re_


mento all folocamere con le qualile immagini
sono realizate: compatte e Rlex' Le lmmagini
caicale dovmnno avea estensione jpg' il pso nolr
dovld superare 1 |\'|B e dovnno avere Una nso_
luzione massima di 1200x900px per quelle onzzonbli 900xl200px per quelle verticali' l ls in
altr risoltzione saBnno ichie9i dall'organizazione pr

le

$slt

sole immaoini selezionate'

2144 pagine) con tutle

le ope !em a_
un'hrEohe di @ni aulore ammes_
so nel| szioni A e B e Un cD con lL'lte le imma'
o ni prmiate o ammess nelia sezione c e D'
L'autore che partecipa al Concorso aliorjza I'or
1

a tratla e utilizae ipropidati La


patecipaione al concoBo implim |a toble accel'

oanizazjone

tazone del pesenle reoolamento' sFA - Asso_


cra2ione Sammarinese Folo Amaton Casella Poslale 56 - 47899 seavalle - RsM.

vw.asta naino.sn

I MqsLre d

vtsFore

bacRoPolt (sAl

Fino al6 Oennaio al Palazo Clvico delle Arti di

Agropoli (salrno) la mostra folograica


"Women" diVito DelPlato' in cLiilotogo,
,pnpone

mlnrro

27' concotso

inlemazloale d8lla

Ropubbliaa diSan
Marino "Tl| $mo nol
'olraico

mondo"

Enle oQanizatorcj Associajone sanmainese


Fotoanraloi (ASFA)
ScadBtEa: 18 febbraio 2013
I

(FIAP

te ed almono

lsctiaion:15 euo (a szione)


con il Procinio della &oEleia dj sho Der il TU_
rismo e lo spot' della segretena di stato ler le
Finanze e ilBilancio, della seoeteria distato pr

no ad Ebr|i nel1917
un suggeslivo
'
studb nel quale p1ssibile riscontnrc ]a lkica
passione M k belezza del cono fenminile che

fu di Edward Weston e dele sue spten(lide


nodelle simili a namoree stafue neoclasstche.
L'opea del]'afiista una danza, un rinando e
un eQuilibio sottile tn pose e cuatj edo-non

vedo oe riecheggiano i fanosi pannegli


dell'anericano Alhed Johnslon. anch eoli
interprcle del nudo oloIrahco' nd dnche'le
nagnifiche torsioni dei corpi innonakti da
Andr Keltsz nelle luci souse e nelte
penonbre vehte' vi poi una dinensjane di

presto nelnito' L'obiettivo divlccuryha in_


morlalato qulla che divenne unasorta di m_
naqine slmbolo dei conflitl] aoani deg] anni
otlanla' La loto pi amosa disteve l\,ccury'
esposh come punto di parlenza di lutt la mo_

stra di Pdazo Ducale' stata scattala in Un


cimpo profughi di Peshawar. Gliocchlverdidi
questa giovane donna' proondi d'immenso e
indinenticbili, sono quelli dl un'orfana dodi'
cenne, Sharbal cula.llsuo sguardo denso di
mondo eddo dipaua diventa pesto e tri_
slemnt
noto in tuttiqliangolidellalea' Ma
|'importante etospettiva esposta a Genova
''Vlaooio lntono aIl'uomo' disteve lvtccUrv
'
atonla anche molle altre tematich.o' in pir_

mis la nafutr nll sua belje2za piu selvaooia do_


ve per l'uomo sempr polagonista, rac_

Visitors book dr casa Praz , il 17 febbraio del


]982 , eaiizando nell'occasione l'uhimo ntntlo
otograJico di Mar]o Praz che sarebbe
scomparso ii 23 del mese seOuente. l/a Gendel
aveva oi otoorafalo Prazne|la sua casa illo
giuono 1973, nellaelice occasione del]a Visita
di Maoaret d Inohilterra alla coliezione.
ricordata nel Visitors Book con una intera
paqina dove campeggia la firma della
Pdncipessa. Scorrendo il Visitors Book di Casa
Praz mo|t sono le fme di psonaogi della

cull!rae della mondanit che sono statiospiti

di Pra2 e di molti di quesU Gendeiha scattalo,

nei pi diVersi luoohi e nelle pi diVerse


occasioni. j ritattl' Aiancare aoIi scatti di

Gendelgliscambi letterari che Paz ebbe con


questi personagoi della cultura e della
mondanit del sUo tempo, 1amite recensioni,
lRttle, dediche e documenti d archivio, lo

scopo di quesla mostra che si propone di


presentare quello che Pra2 stesso aveva definito
ilmondo che ho visto

ch]udendo oltre 200 fotooie in una esDosi_


zione emb]ematica, la clri alcune diesse ine_
d e lJna vastlssima anlologlca che accoohe

ipicelebiscattideoll ultiml30annidelolo_

grafo diPhiladelphia, ma anche gli unim issimi


lavori,lra cuii pogetlo "The lasl ro|l'',coni32

scatti ealizai con ]'Ultlmo ullino prodotlo


dalla Kodak.gh ultimrvraggia Cuba, rn Thailandia e rn Birman a, ed una llrica ed evocativa se,
ri dioto ded]cate al Buddismo. Le oloorafi
dl l\,4ccLlrry, si anno nolare qrazie all'innaia cu_

gennaio 2013

lologralare

33

.t
_t

$;

Presepe tiburtlno

M:*il':lffil;.:iir,i;

Neamt. Da 8 anni sono in Italia per


laroro. Sono molto appassionato a
questa bellissinla ar1e che la fotogtafia. Non sono un fotogralo cli pr<tlessione e mi <livq.to a scattar!'cou

una semplice contpatta Canon po

\reishot SX 130 lS. l\,1i sono a\.r,icinaro


alla fotoglalia cltre anni fa e cla allora
non posso piu llne a meno. lltl imPltralo ch atlIavcrro un immaginc c
possibile capirr: tanto di una pcnona
r-- del suo modo di pensarc, di vc.clere
'.'interpt'r''tate |c lore' Qu.sta foto

stata scalatta durante un,,iaggio a

Tivoli, nci Lazio. Mi sono recato li attratto dalla fama del luogo, risalente
'arrtichitir' Il parr:o '\4JbL Gregoriana,,
situato sul lato sinistrrl della grandc
cascata dell'Aniene, nei cosiddetti 'bantri tibuItini", immedialamcnte sotro
I'antica acncpoli di Tivoli, dominatzr
dai famosi templi di Vesta e della Sibilla. Quel giomo il cielo incombeva

minaccioso sulle case ed ho loluto

accentu.rrrre l'elfetto in post-produzionc clando un effetto "pseudo-HDR"

con gli strumenti di recupero dellc


luci

delle

ombre.

Tra soggetto e oggettivit


smetter 'ossen 'atore e decider quali dolranno essere
le reazioni di chi sioner

la

sua immagine. 1l foto$afo

dow decidere quali emozioni e sensazioni andr a


creare nella persorn che vedr

la sua opem. A seconda del


generc praticato scattera rior-

dinando nel mirino la realt


circostante, oppure disPonendo i soggetti a suo Piacimento in un orne non ca-

suale che fara parte del messaggio finale e che porter al


suo obiettivo inziale, creare
nell'osservatore l'esatto messaggio che intendela trasmettere a chi guarda.

SEcoNDo PAsso; STRUMLNTI


OCGETTIVI.

ome si ottiene una bella fotogzfia? Nei mesi

sconi abbiamo lungamente discusso sulla differenza tra una fotografia qualsiasi, una fotografia corretta
e una bella fotogria. Abbiamo analizzato le regole di
composizione, le abbiamo legate al forrnato di stamPa e
abbiamo provato ad infrangerle. Abbiamo parlato di colore e di luce. Abbiamo Parlato oggettit e di soggettit. ciascuno questi

"Trovare qualcosa ili


n to1,o, qualcosa cha
nessur'o avbe potuto
immaginarepma,
qualasa chc solo tu
puoi troare pechi,
oltre ad esserc un
fotosro, sei ufl essee
u bno un po' speciaL,
capace ili tuorilare in
ptoforulitd ilne atri
tirercbbeto litto,''
Matgatet hurke'Whie

elementi, legati la nostra

capacit di ossen'are e di leggere la ret che ci cir.conda,


porta al risultato finale. Alla
fine ci che awemo nella fo_

tografia, ci che vogliamo

averc sar rrn insieme di tutti


quesri elementi guidati da un
unico grande collante: la no-

stra volont. Siamo noi fotografi che PRIMA dello scatto

dowemo decidere quale do36

lotogralare

- 0snnalo 2013

w esserc il messaggio, e che


dovremo calibrare tutto quello che in modo oggettivo e

soggetti\'o parteciper alla


costrudone della nosba opera. Saremo noi, come disse
Margaret Bourke-White, a
"guardare in profondita laddove altri tirercbbero dritto"

Di qui fasi composto il

Gli strumenti oggetti sono

processo fotografi co? Come


si pu scomporre rrn'immagine non solo nella sua bidi-

merrsionalit, ma includendo
tutto il processo crcativo che

ha porlato a quel Preciso risu]tato? hoano a costruire la stoa di una fotografia


passo per passo.

Storia di una
otograia
PRIMO PAsso: ossERvARE E
DECIDERE. I PL,\NmcAz' oNE'
lo strunento pi importante
di un fotografo non la macchina fotografica, ma la sua
capacit di osservare. ouello
che accade in un fotografo
quando ossen'a e/o decide
come sar la sua immagine,
parte dagli occhi per passare
alla mente e al cuore (questo
vi ricorda forse Cartier-Bresson? Ve la "Scuola di foto-

grafia" sul numero scorso):

il fotografo decide cosa tra-

quei passaggi che si staccano


dal soggetto e che sono necessari al fotografo Per ottenere quello che si prefissato'

ll primo

mattone con cui si


costruisce una fotografia in
questo ambito or\'iamente
la luce e la sua gestione Non
si parla solo di esPosizione,
non solo della lettura della
luce circostante, ma di una
serie di scelte e decisioni che
il fotografo deve saper Pren-

prima scelta che il


fotografo deve fare riguarda

dere. I-a

eventuale uso di una luce


aftificie per compensare la
illuminazione Presente nella
scena; nel caso in cui Poi si
decida utilizzare qualche
strumento di illuminazione

necessario decidere que,

come usarlo, con che intensit e dove posizionarlo. La

luce l'inchiostro con cui


scriveremo la nostra fotografia: come un pittore sceglie

con grande cuJ.a il materie


che utilizzer per reizzare
la sua opera, anche il fotografo dovr avere una completa ma soprathrtto una consapevole gestione del suo inchiostro:la luce. Ecco perch
gli automatismi presenti sulle
reflex dol'rebbero essere abo
liti nel momento in cui si decide aftontare lo scatto
con creativit e cognione.
Una volta presa la decisione

relativa

>>

UISTOGRAMMA

il]uminazione

presente nell'imrnagine subentrer un'a importante


scelta che riguarda il conasto: il fotografo dorrr decidere

se utilizzare tutta la gamma


possibile mantenendo tutti i
passaggi tonali o se contrastare la sua fotografia

a!'\ricinando tutti

toni al nero e al bianco e lasciando luota


la parte centre del_

listogramma.

Un successivo passo

riguarda

il

colore.

Nei numeri ottoFondamontale rlsutla il rapporto tra soggotto o gondo. Gli ste3ai du6
aoggottl sono gtati mossi in rglazlon ad no ondo coloato , quindi
contestuelizzati' nolla oto in slto' mentl! isaltano da 3oll 3u di uno
ondo totalmantg bianco nollo scatto qui sopa.

bre e novembre 2012 della


rista abbiamo trattato impatto emotivo di ciascuta to_

nit,

il loro

peso e la gestione degli equilibri croma-

tici 'intemo una foto-

graffa. Il fotogro si trova a


dover scegliere se mantenere
urn certa fedelt nei con&onti

della scena rappresentata,

non solo in termini colore


ma anche saturazione. Co_
lori pi vi hanno trn mag_

giore impatto emotivo dei

colori desaturati o pastello


che, al contrario, risultano

pi dolci

e si adattano meglio
certi tipi soggetto rispetto
ad rrn altro. La gesone delle

cromie varia owiamente a


seconda del genere fotogra-

fico praticato. In una foto

cosuuita (ad esempio nel fine


art) vi una totale gestione

del colore, mentre, al contrario, in un reportage puro


La gestion

della luc6 e dello ombr6 in qusto sciltto di Emiliano Maiolo


ha pemosso di sottllineae, attravelso la doppia esposizione ed il
movimnto dei capelli, un'idea di movimento adl'soggetto.

ci si dovr accontentare

riprodurre pi o meno fedelmente i color presenti nella

scena. Anche il colore, in


modo pi o meno marcato,
parte integrante delle scelte
che il fotografo deve fare nel

cosuire la sua opera: tarnite


la gestione del colore si d
maggiore o minore enfasi ad
un soggetto o lo si contestrralizza in modo pi o meno

accentuato (ad esempio nelle


fotografie natalie il rosso il
blu e lbro sono quasi sempre
presenti). Un ultimo passo
nelle scelte inpendenti dal
soggetto fotograf ato riguarda

la profondit campo. Abbiamo g visto come essa


influisca sullo stacco o sulla
contestualizzazione del soggetto. Si pu anche decidere
lasciare il soggetto sfocato
creando una forma di collaborazione nell'osserr,atore che

dolr in parte ricostruire

quanto rappresentato. In fine,

un uitimo aspetto che ene


influenzato da profont
oennaio 203 - lotoln|are

37

leggibile e quindi contestualizzandolo in un deterrninato


luogo e momento. Altro fattore di cui deve tener conto
un fotografo il contesto in
cui VeIT presentata la foto-

di campo la bidimensionalit dell'immagine (ottenuta

con una profondit molto


estesa) o una sua maggiore

tridimensionalit (laddove la
zona a uoco ridotta). La
costmzione della fotografi a
legata soggetto. La storia

gafia.

fotografia alla societ che ne


segue gli sca ar'rd una fo-

della nostra fotografia fatta


di scelte, come abbiamo visto
fino ad ora. I-e de,cisioni prese

tografia documentaristica.

Insercndo la stessa immagine

sull'immagine che andremo


a produrre sono sia indipendenti d contenuto (come
quelle che abbiamo analizzato fino ad ora) sia strettamente legate soggetto. Innanzitutto la pianfi cazione:
decidere di cosa tratter la
nostra fotografia il primo

in un poftfolio che racconta


l'archeologia in gencre, la fo-

tografia acquista un valore

completamente differente

staccandosi dal suo obiettivo


documentazione oggetti\,a

e venendo caricata di una

passo, scegliere in che genere

velr co]locata e successivamente, in base alla scelta


fatta, prog]anmare una serie

di fattori legati al soggetto.

Una prima distinzione tra


la fotografia costtttita e la fo-

tografia reportage. Nel costruire lo scatto si ha totale


controllo dell'immagine fi-

nale, paftendo

da i]lumi-

nazionc e dai co]ori. a scenografia e per finire a posa


del soggetto. In una foto di
reportage in\,ece viene riportata una situazione gi presente per cui tutte le scelte
dor"ranno adattzusi al soggetto
e non il contrario. Owiamente ci sono anche r'ie di

38

- lotoOralare - gennaio

mezzo,

20t3

Se fotografo un reperto

archeologico e prcsento la

un ritratto ambientato ad
esempio sta a met strada

tm la foto costruita (per la

posa e per la luce) e la foto


di reportage (per il contesto
e lo sfondo).
A]tIo fattore impoftante i]
mppofio tra soggetto e contesto e f importanza del sog-

getto rispetto al contesto in


cui Viene presentata una fotografia: ol'\damente un soggetto completamente isolato

dlo sfondo attier totalmente l'attenzione su di s


mentre acquister una \'alenza completamente differente se legato ad uno sfondo

r'enza estetica. Ultimo futtore impofiantissimo vede


una pianificazione della complessit dell'immagine. ouanti elementi includere o escludere un fattore fondamentale che spesso viene sottovalutato da molti fotografi
che vedono troppo tardi un
elemento disturbo r.or'inarc
quella che awebbe potuto essere una bellissima fotognfia.
In fondo, pensandoci, il Piacere della fotogralia sta ar.rche
nel vedere che siamo riusciti
ad ottenere la stessa cosa che
avevamo pianificato. Certo,
bisogna, come diceva Ansel
Adams, saper ben pre-visualizzare quanto andiamo ad
inquadmre.

Compito a casa

suo legame con lo sfondo o

Come sempre, visto che siamo a scuola, dopo la lezione

fotografia. Le foto possono


essere postate nella apposita
sezione su www.diagazforum.com accompagnate da
un breve testo che ne spieghi
le motivazioni. I tre migliori
scatti verranno selezionati e
pubblicati sul numero di ltografare di marzo 2013. a

arivano i compiti! Vi lascio


un tema libero, fotografate
ci che preferite ma la fotografia dol'r essere accompagnata da un breve testo
che ne racconta le scelte
mostrandone la pianifica-

zione: dowete dirmi le scelte

che riguardano I'illuminazione (tipo di lettura della


luce e uso o meno di illumi-

nazione artificiale), la gestione dei colori (se stata fatta)


e la scelta del soggetto e del

con gli altri elementi della

Nella oto a destra: la scelta di


scatta.e tutta |a otogaia
socata contfibuisce a creare
uno sondo oniico e sunale
costring6 l'ossevatoe a
ricosiruie la scena ealistica,
creando un ote legamo ideale
ta il otograo e l'ossevaloe.

Maria Grazia Cantoni


una desatuaziono parziale, giocata sul bianco

no dllo ondo

con

un colpo d'occhio immedito sul cappotto losso dlla mod6lla,

igorosamenteposizionata sulterzo dell'inquadafura. complimenti pr


|'oiginalit' Maia Gazia!

Mohlo iferessatin questo scatto isulta l,uso del color: tra il liarc
dello ondo e il noro del fubo e di capelli spicca il osso, colole molto

ote e cratte.izzat, chg pedomina o attira immediatamente

|'attenzione. tiilvaro ci d Wra bve spiegazion del suo scatto: ,,l


otografia stata scatiata alla fino d'agosto di du anni fu in occasione
del Busk8 Feival di Ferara, un awenimento divntato oimai un
cla$rico appuntarnenio nella citt estense pr gli atii di stada. Lo
scatto stato fatto veso le 1&3o in una via del cenbo stoico, quando
onai la luce dietla del sol6 ea '6rzi]almenb oscrrrata dai muii d6lle
ca!'_ quiMi ho ceJcato un complomesso ta diaframma, tmpo e
sensibilit". Brevo silvanol ottimo colpo d'occ-hio...

Un'ottima inquadratura, che ha dato ilievo ai colo.i del pallone

dispoi in modo molto equilibralo. Pe speza. il dimo del


patt6m' Pieio ha giustamente inseito una lgula umana, anch'essa
vslita con il osso che richiama i qr'adrati del medsimo colo disposti
in allo a sinistra nll'immagine' Bravo Pie'o!
arostalico'

oennaio 20'l3 - otogralae -

39

GANON EOS 65OD


E' BUONA.. SUBITO!
Conosciamo da vicino la
nuova entry level di Canon,
una reflex pensa per il
principiante (e non solo).

la calotta nas(onde un
pi(colo lash NG'13, Utile
in Casi di emegenza e
che pu funzionate anche
in modalit Wieless (oi

ll sensoe cMos APS-C


da 18MP pae essee

flash dedi(ati sie tX.

lo stesso della

miolessEos M'

di Enrico Meloccaro

os

50D la nuova reflex

per il neofita di Canon che


si aggiunge alla gamma di

reflex, ma non sostituisce

l modello 00D che rimane dunque


in produzione. Molta acqua

passata

sotto i ponti da quando, nell'agosto


del 2003, Canon sorprese tutti pre-

sentando la prima reflex digitale sotto


i 1000 euro, la 300D, forte dello stesso
sensore APS-C da ,3 Mp della 10D,
che per intrrrducer,a un nuovo innesto
per Ie ottiche EF-S. Piccola e leggera,
era la prima reflex economica costruita

dichiaratamente per il principiante.


EoS 50D condide lo stesso sensore
APS-C da 18Mp utilizzato sulla 00D
e anche sulla prima minorless Canon,

la EOS M, ma presenta imporlanti

aggiornamenti rispetto al precedente


modello tanto che I'appellativo "entry
level" gli sta forse un po' stretto. Il
display LCD con oltre un milione di
pixel ora di tipo touch (una possibilir disattivabile), la 50D la prima
reflex a presentare un splay questo

tipo. L'autofocus importato direttamente dalla 0D ed pi rapido e


preciso che nei precedenti modelli
della stessa lascia, inoltre il primo
sistema che offre la messa a fuoco

continua anche durante


la registrazione dei filmati e poi ha
tutti i punti di messa a fuoco (9) a
automatica

croce. Un altro aggiomamento importante riguarda il processore d'im-

ll ropo macchina
nonostante la asda di
appatenenza
ealizzato bene. 0ttima
|'impUgnatUa.

sulla Canon tos 650D


possibile montae tutte le

ottide del sistema:

magine, il DIGIC 5, che introduce al-

cune migliorie, come la correzione


automatica nelle immagini degli
effetti di alcune aberrazioni ottiche,
e l'incremento della sensibilit Iso
fino a 12800 (e fino a 25600 tramite
menu). Canon EoS 50D, inoltre, integra due microfoni per la registra-

lolooalar8

- gennaio 2013

sensibile

PEB QUATE USO?

IIII---P%
IIII
REPORTAGE

vrA6Gt

re

A}%

TAMIGIIA
SPORT

II

sTU0t0

zione stereo della traccia auo durante

-I

40

EF,

Et's , comprese le nuove


sTM, nate pe il video'

llsistema AF di lipo ibido


deiva da quello della 00,
sU 9 Dunti tuttia Coce.
f' rapido, preciso e

aly%

8/.

Una delle
miglioie della
650D hpetto alla
600 la presenza

ll pulsante pe la
egolazione del
valore della
sensibilit lso a

di una coppia di
mifiooni pe la

Iegistazione
della laccia
audio steeo.

potata di dito.

ta (lassica slitta
pota a(Cessoi in

!a rotella per la
selezione del modo
di funzionamento
della digitale.
Divese |e
possibiliti ta le
quali 6 pogammi,
smat AUlo HDR.

metallo dove
montae Un lash
esteno oppue Un
illuminatoe video,
magari di quelli
nuovi a tD, pe le
ipesevideo.

ln qualsiasi momento
possibile passare alla
modalit live v pemendo
questo pulsante.

ll miino (otti(o),
nitido e luminoso.
llosta il 95% del
camp0
eettivamente

(on il tasto "Av" si


regola il diatamma
quando la digitale

geiste il

oppue si

(0ett0e

inqUadato. Un

dell'esposizione
quando il
unzionamento
semi automali(o o
p09ammat0.

sensoe leva la
pesenza del
otogafoe
spe9ne
automaticamente

ildisplay.

ll display

impoata in

modalit manUale,

ll puhante "q"
attiva una sorta di
menU iepilogativo
delle CaatteistiChe
di s(atto che si
p0ss0n0

tco

ha una
diagonale di

3", Costituito

modiicare.

da r.o4o.ooo
pixel. E' di tipo

ll (lassico (omando

touth ed
anche
orienlabile.

a 4 vie in

ile

joypad. Utile pe
navigare anche nel
menu delle
unzioni.

la ripresa di filmati video, e la presa


per un microfono estemo di migliore

qualit.

Da fuori
Che le entrv leveI non sono pi
quelle di una volta lo si percepisce
gi solo prendendo in mano questa
reflex' Non che la nuova 50D sia
una roccia, ma I'aspetto plasticoso e
la sensazione di fragilit della vecchia

300D sono ormai, fortunatamente,

solo un lontano ricordo. Il corpo mac-

Una bella relex progettata per

lt

pincipiante

ma'che ofrc una buona qualit d,immagine


u ta ac! un corpo realizato molto bene

china della 50D ben fatto. Ha praticamente le stesse dimensioni della


00D e si caratterizza per l'impugnalura pronunciata che regala

LE PRIIICIPAU

un'o ima

CABATIERISNCHE

Sm rrcum
cMos APs_c

JP

) Suluzrft su alcuni obiettivi


) siral lI a rivelazione di hse
sU 9 pun. ln mod. [i\
ilev. di bse (.on pi'l

allM

e del contrao

view ibtio

dediGti

) $,or q mr SO/SDHC/SDXC
) Eallr 60 roo.128oo, fino
25600

COn

espansione

) F.r$ portata cjrca u m


) klo lcll 3" con Lo4o.ooo
pixl 'Liv

) luto

vie/'. toul

video Full HD stereo

) hnElE3o

1j3,1x99,8x28,8mm 575g

lrnnaio 203 _ otognlas _ 41

da
destra: la scheda SD nel suo vano, ta batteria at titio che assicura un'autonomia di oltre 400 scatti, le connessioni, separate
ptacche in gomma, per il comando remoto, per il microono, olte alle classiche UsB-Av e HDMI.

Da sinistn a
l B f'!

successivamente
Quattro schermate del dipslay LcD' A sinistra durante lo scatto delle fotognfie mentre selezionato ilvalore di diaframma.
il play delle
il
durante
pssipitita1
hhne
]'ultimo.scatto..no?tra
(infuitivo
ricco
di
funzioni
e
dette
menu
9t,?P!!
tii" ,-i-a" aii
luminsit'
della
della
distibuzione
!'istogramma
""ripidt
gnfico
fondaentali
e
deitre coloi
si iconosce it
7igini
"pp"|n, "rattaie.

ergonomia anche ai fotogmfi con le


o Corpo nncrhna dl buom ftura

. q.Eftil deue imna8ini


. Buom etonomh
. Esposimetro peciso
.

.
.

AF pluttosto \'loce

la digitale. I comandi, poco meno di

sensibile

Filma fuu HD stero


Buona dotazione dl connesslonl

. Manca thlera secondada


o AF non molto

mani grandi. Parte del frontale anche


ricopea da uno strato di gomma antiscivolo che aiuta a tenere ben salda

del dlaframml

rapldo

in modalll video

o lllumlnatoe AF
solo con flash

una ventina, tra pulsanti, le\tte, ghie_


re, comandi tipo joypad e rotelle, sono
raggruppati come consuetudine qua-

si tutti sul dorso attorno al display.


Apprezzabile il fatto che la maggior
parte delle funzioni pi impoftanti

hanno un proprio comando sPecifico:


ISo, WB, cadenza di ripresa, modit
AF, modalit video, selezione del
punto di messa a fuoco sono, quindi,

gestibili rapidamente. Inoltre con il


tasto ''Q'' si attiva una soa di menu
riepilogativo che si pud navigare con
i 4 pulsanti del comando joYPad e
che per-rnette di regolare, oltre

alle funzioni appena descritte, an-

che la compensazione dell'esPo-

sizione (anche di quella flash), Ia

correzione automatica della luminosit

del contrasto, il modo

di funzionamento del flash incorporato, la qualit e il tipo


di file immagine e il tipo di let-

tura esposimetrica. Il disPIaY

orientabile, gi visto, comunque


anche sul precedente modello, st_
42

lotolraar8

- oennaio

20t3

curamente di buona qualitar. L'elevata


soluzione, ben 1.040.00O pixel, permette di avere una buona idea delI'immagine finale e, quando il displal utiliZzato in modalit live vieu', soprattutto durante la registrazione di
filmati, di grande aiuto anchc per
quanto riguarda la regolazione della
messa a fuoco in manuale. La P' 'sribilit di orientare il monitor anche
questa di grande utilit quando si ha
la necessit di realiZzare inquadlature
da punti di vista inconsueti. Il monitor
per si apre su un Iato e cid aumenta
l'ingombro della digitale. La 50D
memorizza le immagini su una scheda
di memoria tipo sD sistemata dietro
ad un vano nell'impugnaturz. Dall'altra
parte troviamo le connessioni: la classica USB 2.0, oltre a quella AV e alla
modema HDMI per il collegamento
della digitale ad un telesore a schermo piatto. Oltre a queste ci sono la

presa per un microfono esterno c


quella per il comando remoto. Sul
frontale troviamo il pulsante per il
controllo della profondit di campo c
quello per lo sblocco dell'obiettivo.
Quando I'autofocus si trova a lavorarc
in condizioni di scarsa illuminazione
o con soggetti caratterizzati da basso

contrasto si pui sfTuttare come illuminatore di suppofto il piccolo flash


incorporato con portata di circa 13
metri e controllo u.ireless. Di certo
non una soluzione ottimale ma... meglio che niente!

Su strada
Canon EoS 50D pronta o scatto
in meno un secondo. ll mirino, ortico,

abbastarrza luminoso e buorn qualit

anche se non mosEa il 1 00olo del campo

inquadrato, ma poco meno. Come gi


accennato la gitale si impugna bene,
grazie alla generosa protuberanza sul

frontale.

ta

presenza

parecchi

co-

mandi dedicati rende I'utilizzo della fotocamera piuttosto intuitir'o. I-a gitale
pla delle due classiche rotelle grinate
per regolaIe tempi e aframmi, in
ternativa si utilizza solo quella sulla calotta l'icino il pulsante di scatto. Ouando
si lar'ora in manue e si desidera modificare il aframma necessalio premele
col pollice il tasto "AV" sul dorso e con-

temporaneamente girare la piccola rotella. Basta farci I abitudine. Il tasto "Q"


consente avere sotto controllo la maggior pane dei parzmetri di ripresa che

possono essere facilmente modificati


con il comando jolpad. Per attivare la
modalit live ew sufficiente prcmere
il pulsante sul dorso per la registrazione

dei filmati. LAF in live vier.r funziona

llsensorc da 18MP garantisce un buon

con ul nuovo sistema ibrido che sfuutta,

rappotto segnale/ tu moe. Cettamente


non nggiunge livelli qualitativi incrcdibih
ma consente di scaftae agevolmente
anclE a 1600 ISO e, sacifrcando un
po' di quaJit' addiittun a 32oo' Un be]
passo in avanti.

ole a consueta tecnologia a rileva-

zione del contrasto, quella a velazione


di fase, hamite alcuni pixel dedicati sul
sensore d'immagine. LAF ibdo si rivela

molto utile soprattutto nelle riprese


deo. Il splay LCD orientabile di
tipo louch. La Eos b50D la prima
reflex Canon che monta un monitor di
questo po. Funziona mo]to bene'

sensibile a] tocco, tanto che sembra


ave tra Ie mani un tablet anche perch
perrnette frrnzioni simili come l'ingranmento delle immagini con due dita,
l'ararzamento delle foto laterale, oltre,
nanrralmente, a modiica dei vari pa_
rametri ripresa e anche effetfuare

A destra, la Canon EOS


65OD con il monitor LCD
aperto. ll display orientab
le utile non solo per
etfeftuarc otogratie
dall'alto o dal basso, ma
anche quando si anno
riprese video.

con un semplice
tocco. Comodo quando, ad esempio, si
tiene la gitale con le bmccia stese
sopra la testa. Purn'oppo il splay
1o scatto delle foto

tipo capacitivo invece che resistir''o, prer

cui impossibile usare la funzionit


touch quando si indossano i guanti.
Ti.rtte le frrnzioni sono attivabili amite

lsnnaio 203 . toto0.aa.s _ 43

>>:,'-,;lll;

tl

tl

t
{
R

,;

L'espas]zine canetta ed equilibrata nella maggior pafte de e situazioni' La gamma dinamica


molo estesa' ma i fotografi provetti non patrunna che essere soddisatti delle immagini
ea]izzate Con questa Canan'

no'

l'a1l1lrsitrr lllst() (l('(li(illl) (lllL'\ll) Ill)l]


l,l t( ' \'\\\'l \' L l', rrrrIn rr, s,'l.t.,ltrtt ,'i
alcLrrri rrrocLlli rli nrirrrtl.:r abbirtrrr,,
ln )t t( ) lil prr )gr a\\i\ l sel)trr|lrt sa rli pLrl
s nti (li c()nr n(l(). (iir si ttacltte. ntl
llrltrl lllr.' 1tt l)glli lg()lli,/i()llt' \i Ll\L'

irrrr.slirt rlt l lr'rtrprr ctrltlttt<Lr ttr'l tttctrtt


tlr'llc ltrttzi<ltli l)l' l'ill()\ill le lLttlzirrtle

thc ei inl,.rtssa rrrclilicate. l.a rrrlrlll


tlr'i rrltrcli cIi litIlzirrnarrlt'rrlrl I'ieca cli

prrssibiliti, cla clrrelle tLrssielrc I'. .\, S,

\l .ll\lll(l:'l'.lllllllj (Ir r

r r

'

'

'
' '
.,,l.Lre rrr,'.lultt.r ''(ti.irli\ir .rlII''rrrIrIi,

]colarj sano malto be:lj' L'lmmaglne sapra sijle ad un Quadra. Le sfurnature p delicate
sona riprodatte jn mado malto gradeo|e. Alcune valte le lmmaglni tendona un pa'alfreddo
ma sufficiente eettuare il WB in manua|e per nequlhbrare la suazone

'

'

r r '

;l

(e<ln la t1tralt' 1-xlssibilc cletetlllirluc il


graclrl cli sirelt1rtle cIi.'llll slllnc]ll c]ieltrl il

a]la lrrtrzirltle IlDIl' a c1Lrclla


Snrarl Aulo, alt[r|erso la qtralc la cligitale
s.ellli llltl l clll'lilt1'isl ichc (lj l'jpfesi!'
\()9q1t()),

ll sistema AF
I-u rtuora EOS 6-i0D si annle cli ttn
\islcnlir cli nrcssa lr [uoco atltolrlaltico di
tipo ibriclo che clcrira da qucllo dclla
pitr.o\losa EOS 60D. La scclta cl.'l
1lttnttl cli nl,''ssa a tltoco atti\() ptl(j cssL'l

ircliziona]ncl]te pfcmcnc]() jl flitlilrl pulsantc SLtl dorso l'tt(an(ll) la


: iLr., /i. irrJt...Lrll.' ..l,,tr.' .. r :'rrri .
t]lr s!'lllplicc locco' Lil '50D 5l]_Lllla Lln
-1.1,'11 .' i!1 i.l,' p , v\ ll. l 'l\'r Ilrr'l\l(: "
iattlt

Una lota realizzata con lozaam

1B 135mm f/3.5-5.6 STM.

N a n asta n te sia d i chiaratamente

classe econamlca ]a qalita


delle mmagi che sj attengana
buna'

44 - Ioto0ralare

oennaio 2013

tr

\ll'l.lll' li' lipl c..' ,l.'' r '.l.' '' \,'ll' r l'r.''

r..,

il sistenra si rir'elato molto piir rel<rce


che in passato (fispetto ai modelli della
stessa fascia di prezzo), anchc sc con
scana illuminazionc ambientc nr()sha
qua]chc incenZzir. Ctazie li m,ottlti
USM la ricerca dc]]a messa a ILlL,\'o
moltrl silenziosa. Cia) molto impoltnte
quando si fotograla in contesti parlicola.ri
comc a teatro o in chiesa. Dur-antc lc ri-

prcsc rideo con i nuo\i obiettivi STM


(Stcpping Motor') la fotocamcra rcgola
la me'ssa a luoco continuamcntc. Di
n<l i| sistenra ncln eccelle per' mpdit
e scnsibilita. C' da dire, pcr-, che a
prescindere dal latto chc tutte lc \ideo-

camel amatoali hanno la ntessa

zr

filoco automatica, nella pratica l'opera-

torc \,ideo regola la messa a luoco

rumoe elettrcnico a
6400 lso ben
controllato per una
ll

semprc e solo in manuale. Varr ebbe la

pena prendere csempio e impararc a


]avorare in qusto modo. lnolttc imicr-ofoni ilcorporati possono captare c
registrare i piccoli mmori introdotti dal
morimento del micro motr>rc USM dell'obiettivo.

La qualit delle immagini


Il serrsoIe della EoS 50D in combinazione eon il processuri. d immaginc

DIGIC 5, assicura quasi scmpn: immagini di buona qrralira. IJ . ircuiro esposimetrico con 3 zone riesce a riso]r'en:

quasi ogni situuzione

cl

illuminazion.

ll

circuito esposimetrico

ben

macchina fotognfica di
questo live o. La foto
motbida, e si notano
pixel colorati
rIl'mmagine, ma la
foto pu essele ancom

tarato'

L'immagine sopra stata eseguita puntando


la digitale dieftamente verso l sole' La scena
completamente leggibile in ognisua parte.

ullizata @r

il web.

al]_iVand() a gncraI risultati indiscut i-

bilmente buoni. La riproduzionc dei

colori

brrona' fina]nrente non so]o alla

Iuce del sole ma anche con luce artificire

che in passato pi di un grattacapo ha


dato ai fotogafi. Finalmcnte le fotclgaic

non sallnno pi ro\'inatc da forri do_


minanti rossicce... Alchc in controluce

I'esposimctro non si lascia influenz.are.


Ma cio non ruol dirc ehe si dcbbu rinunciarc a mgionarc prima dello sczto'
Un buon circuito esfnsimetrico l-alppt csenta sol r il punlo di parlenza pcr urrivarc all'obiettivo che ci eravamo prcfis-

ll blanciamento dei colori in automatico

con
luce aftiiciale ha permesso di ottenere un
risultato soddisfacente. Molto meglio che
rn passato.

sati. oltimo anchc il r:rppoo se'gnlrleru-

more. Finalmente' anche con queste


reler irmatoriali si puo lotoetallrtt in
m<xlo disinl'olto anche a l00 ISo e

oltr senza che le foto siano troppo ro_


r.inate. La lunzionc per la riduzione del
distur ho eestibilc in modo L hc rron
'ia
troppo aggressiYo. Certamente ai valori
ISo piir eler'ati lc foto sono un F tloppo
morbide. Una buona btocanreIir qucsta
EoS 50D nettamcnte diversa dal|c cnt4l

Un'altra situazione

di luce

(aftiiciale),

brllantemente tnterprctata datl elettronca


della fotocamera. l coloi sono molto vlcini

alla realt e non

si

notano particolar

dominant cromatiche di disturbo.

level del passato e capace cli regalare


bucrne immagini si:r al profssionista
che all'amatore. Costtuita bene e non
troppo costosa, con un AF pt eciso e affidabile. Molte le' lunzioni che possono

sollcticare le aspettati\e <lei btogafi


crrativi. Ottimi anche i t,ideo, che la
50 rcgistra in lull HD colr tanto di

Anche le clip video isultano di ottima quatit,


colori sono belh e ealistlci' le immagini in
movmento sono luide e nitide' come pure
molto ricche di dettaglio.
i

ltaceia auclirl \lleo. Unil ma\.china


tull., sommato da\r,/ero completa, ottima
il principiante, ma, pcrch ncl,
iuche per l'appassionato che, sopmttutlo

per

in questo periodo, deve fare i salti


mortali per r quadrare
gennaio 2013

i
_

conti... r

lologalar8 _ 45

IE@

FUJIFILM x-E

CLASSE DA IIENDERE
Fujfilm aggiusta il tiro: ora la
nuova X-El offre qualcosa in pi
della poessionale X-Pro1 a un
prezzo inferiore.

l'aspetto el della
x-E'] quello (he
Colpie di pi i

ll sensoe CMos APS-C da 16,3MP


adotta la lecno|ogia popietaia
tuji denominata x-Tans. Pivo del
iltro passa basso vanta Una
nitidena elevata e totale
assenza di moir.

veCchi otogafi'..

di Enrico Meloccaro
a

X-Prol, mirrorless punta

di Fujifilm, che abbiamo

aruto la possibilit prolare


sul numero di foro6rafare
aprile 20 I 2, ci aver,a sorpreso soprattutto
per l'ottima qualit delle immagini che,

per certi aspetti, come

--l'rcslV

il rumore agli

a]ti lSo, non aveva niente da inare


ad alcune reflex pi blasonate e costose.
L'aspetto decisamente retr, inoltre, regalala 'apparecchio r:n bscino intenso
e allo stesso tempo discreto capace
cathrrare l'atlnzione dei lotografi d'ogni
et. Diverse erano le caratteristiche che
ci avevano connti a promuovere con

pieni voti la belJa mirrorless Fuji,


come la dotazione fi'rnzioni, il corpo
marchina compatto e leggero e al tempo
stesso robusto, l'ottima qualit del cor-

redo

ottiche e l'innovativo mirino

ibrido onico/elettronico. Qualt a caro


prezzo, purtroppo' perch per ponarsi
a casa la X-Prol occolTono l00 euro
per il solo coIpo. Senza considerare le
ottiche, tutte di gral pregio, per le quali

bisogna sborsare parecchi soldini. E


poi la X-Pro 1 possiede un sistema AF
non 'altezza delle pretese professionali
(e del costo). Con la X-El i tecnici Fuji

hanno compiuto grossi sforzi per migliorare dove necessario snza intaccarc

la qualit e, adritttrra, riducendo il


prezzo. ln sostanza sembra trovarci
tra le mani una X-Prol senza il mirino
ibrido. In realt ci sono grosse differeniIe
che ve la pena scoprirc insieme a voi.

ll (opo ma(China
molto leggeo ma
obusto ealizato
tutto in metallo. Si

impugna
romodamente.

innesto seie x
popietaiofuji. Al
momento sono
disponibili 5 otli(he tutte
di gande qualit.

Da fuori
Fujifilm X-El si basa sullo stesso
sensore CMOS AP$C con tecnologia
X_Trans da 1,3MP della sorella mag-

giore X-Prol. I sensori questo tipo

(con tecnologia pr.oprietaria Fuji), adottano un fi]tro a colori primari in cui. a

differenza di quello

ll sistema Af sU 49 punti
stato ulteiomenle
miqliotato ed ota pi
rapido di quello della
pecedente x-Po1.

di tipo Baver in

PER QI',lrE USII?

IIII-O

ru
TAMIGLIA
SPORT

sTU0l0

-I

46 _ loto!aale- o8nnaio 203

a!

FUJIf ILM
..dn\

qr9

ll miin0
elettonic0 ha
anche la
t0IeZione
dlottrica di aiuto
ai oto!ldche
usano qli occhiali.

sU la slitta
p0ssibile nontae
a(te550i di Vario
genere come
Ianpeggiatoi
dedicali pi p0tenti'

pe itempi, Una per il

ll pulsante discatto
ha anche la ptesa
filettata per lo scatto

c0ett0le

llesibile.

Belle l 2 ghiee, Una

dell'esposizione, di
5tamp0 thiaamente

\-J
ll n'rlrino,
elettonico, ha

La ralotta

perettamente piatta
nasconde perb un
pi(Colo flash NG.7 a
200 ts0.

Con questo
pulsante si at

tiva un pafnello dr con-

ollo che pemette di mo'


dilicare diverse funzioni.

Una isolUZione

di ben 2,36 ['lP.


Fluido e

dettaglialo
Una delle novit

dela

x-E1

ll romando
tipo joypad
seVe a

navigare nel
menu delle
unzionl, nel
pannello di

conollo "q"

lidispiay LcD ha

e impostare
altle Unlion
come la

una diagonale di

2,8" e conta
40'000 pixel'

m0daLit
mac0'

I)i
:q

"tss.o )

,-

\o

tE PR['rCrPAu

forz.r a quasi tuttc ]e altrc digitali, la disposizione dei lbtodiodi color:rti somigCia

SE

vagamcntc alla distribuzior.rc castralc


dcllir grirna dcll:r pcllicolzr' Ci hir pc'r

CARATTERISTICHE
S0RE E BtsouiuottE

X-Trans C^40S APS-C 16,]'rP

STABuzaroBE ottico (soLo su


alcuni obiettivi)

srsraA Af TTL a rilevarnento del


contrasto su 49 punti

$or

oura SD,6D HC/sDXC

Gr'i lso

200'6400
(da 1oo a 25600 con espansione)

ftasi

N.G. 7

06PLAY LCD

a SO 2oo
2,8'con 46o.oooPx

MBno eLettronico con 2,36lq


copertura

Exsro

1@o/,
E

Pfso

conezione diottri(a

129x74,9x38,3rnm - 35og

nle'.r,,li .'ritlt.' l'in'c,t ct't,' r].']]i'lt'tttl

moit' pttt' lccndo a n-rcno dcl li]trtl


passa basso, che a]tro non chc ttn
sottile \,etro posto da\,anti al sc-nsorc

perrlc,.ur. J.:'vur nrL rrtt linrmugin, richr.enJ, '.. 'rr elirrrrc[rtti. Lr.iolrr,, i,'nc
Jl Fr rii e tin.'nimc, tli qr ruJ i tl imn rlgil rc
eler,ata c disturbo elL'ttronico moltcr
contenuto' Il design classico st.lto
man[enu1o, cosi come le lirnzioni. Il
mitiro dcllu X-El r r,'1,, clcttri,ni.,'
costituito cla ben 2,36 milioni di pixel,
piir clel doppio della X-Plo1. Nella digi

Bella e affascinante, la Fuji X-E1 si impugna


bene. E poi anche leggera'
gennai0 2013 - otogralare -

47

sinistra, le connessioni USB/AV e HDMI. Nell'aftra foto le due ghiere sulla calotta per l
controllo dei tempi di ofturazione e per la conezione tissa dell'esposizione' ll pulsante d
scatto ha la filettatura per lo scafto flessibile. Qui sopra, la bafteria al lito con un'autonoma
suficiente per circa 35o scatti e l'alloggiamento per la scheda di memoria sDxc'

o Compatta,

le8$r4 Dbusta

Buona eEonom'E
o QuallB delle lmma8ii' nltldea
. Mi]ino letlonko di grue quali

E9posimeto Pluttosb

andablL

senbile
o Rumore agli al lSo nolto conlenuto
. Blm full HD sterco
o AF abbastanza rapido e

o ottim dotazione di funzioni

tale troamo anche un piccolo flash


incorporato, la slitta porta accessori, la
possibilira discattare in RAW (proprietario), ampia dotazione di funzioni.
filtri gitali, oltre alla possibilita di registrare filmati in formato fiil HD. I1
corredo ottiche per i] momento conta
5 obiettivi ma sono attese altre lenti
che andranno a colmare le foci pi
lunghe. Nonosante questa digitale sia
ad ottiche intercambiabili, essa va a
inserirsi nella gamma di fotocamere

"X' di cui fanno pane

le compatte
e X-100 e, come
gi accennato, l'altra mirrorless X-Pro 1 .
A spetto delle apparenze e della sen_

serie

alta qualita X_10

sibile riduzione di prezzo,la X-El dispone di un corpo macchina robusto


realizzato in magnesio. Ouesta scelta

la rende anche leggera (circa 350 grammi con batteria e scheda di memoria),

una caratteristica che non potr che


essere accolta con sollievo da quanti
amano fotogralare duranle i viaggi.
Manca la prcsa per il micobno

. lende

sottoespoe

Per fare un piccolo paragone, la X-El


somiglia da vicino alla compatta X I 00.
Sono meno venti i comarr stribuiti

un po'olunque sul corpo macchina


con una evidente prevalenza per il
dorso. A sinistra del display troviamo
oltre al tasto per l'antepma delle im_
magini contenute in memoria, il tasto
"Drive", 1rr selezionare la cadenza di
ripresa: 3/o fig/sec, bracketing (esposizione, ISO, simulazione film, gamma
dinamica), auto panorama

deo. con

tasti AE e AF si gestisce il tipo di


lettura esposimetrica (media, spot e
multi), e il punto messa a fuoco tra i
49 sponibili. A destra del display troamo il pulsante per il blocco delI'esposizione e della messa a fuoco
(AE/AF-L). C' poi il tasto o con il
quale si accede ad una schermata di

controllo che pelTnette geste: quit


dell'immagine, ISO, WB, riduzione del
rumore, simulazione film, nitidezza, tonit dei colori, tono ombrc e a]te luci,
auto scatto, modalit AF, modo flash e
anche la luminosit del sp\ Srrlla
calotta due belle ghiere in meto, una
per la regolaone dei tempi di otturazione e l'altra per il correttore fisso del|'esposizione' esaltano ancora di pi
l'aspetto che potrenmo definire vintage
di questa X-El. Bello anche il pulsante
di scatto sul que pu essere fissato

adrittura uno scatto flessibile di


po classico. Sul lronta]e, infine,

boamo i] selettore per

la moda]it messa a fu<ro (singola,


continua e manuale). Le ottiche del sistema X Fuji han-

no una bella ghiem tradizione che far la gioia di tanti


nostalgici trazionalisti che
rimpiangono gli armi trascorsi a
fotografare con le reflex meccaniche.

48

olo0ralare - gennai0 2013

ll sensore CMos APS-C con tecnologia X-Trans offre indubbiamente un'ottima qualit del]'immagne. ll rumore dawero cantenuto,
e ino a 1600 lso quasi del futo assenfe. ll disturbo comincia a larsi notare pesantemente a 6400 lso quando le foto cominciano
ad essere morbide, i dettagli pi piccoli si perdono e le immagini soffrono di al1eatti e pXel multcolori.

pare plasmata sulla forrna della mano,


si impugna bene, grazie la protube-

ranza .ul trontale dole la mano pu

trovare un appiglio, e anche perch il


corpo macchina darvero leggero, appena 350 gammi. L'apparecchio mosfia

in da 'ubito una ritposta molto pi

rapida della sorella maggiore ed pronta


al]'uro in meno rrn seeontlcl. l] mirino,

elcttronico, con oltre duc milioni di


pirel dawero di ottima qua]it, piut_
tosto fluido e dettagliato mostra chiaramente le infonnazioni di scatto utili
fotogafo e non si oso-rra molto quando si fotografa alla luce del sole. ll
display LCD ha "solo" 40.000 pixel,
ma oflre comunque una buona qualitir.

Le indicazioni grafiche, le voci del

ln alto, un'immagine del miino durante lo


scatto delle foto. Sotto, il menu rapido che si

attia con

iI

tasto ''a" sul doso.

Come funziona
La Fujifilm X-El nonostante le dimensioni squadrate e poco anatomiche,
soprattutto quando si pensa ad alcune
reflex che hanno I'impugnatura che

menu, diagrammi e istogrammi sono


r,'isualizzati in modo molto dettagliato.
Un sensore di prossimit rileva |a presenza dell'occhio del fotografo e spegne
il display quando non sen'e. La gestione
della coppia tempo-diaframma , finalmente' semplice ed intu it ir a propo
comq una rolta. La ghiera dei tempi
sulla calotta e di stilc classico e non si
de\'e entrare in aicolati menu o premere chiss qualc pulsante per deter-

Sopra, il display durante la visualizzazione

delle oto memoizate' ln basso, le vaie


opzioni legate alla cadenza di ipresa.

minare il tempo di posa. Anche il dialramma (ri)trova la sua bella ghiera a


scatti sulle ottiche. Per il

fi

rnzionamento

semi automatico sufficiente ruotarc


una delle due ghiere sulla posizione
"A', di conseguenza il eircuitu esp<,rsiqennaio 20't3 - oto!ralare

49

A sinist'a, rnalgrado una cefta tendenza alla sottoesposizione

le foto sono sicuramente dottima quatit e icotoi motto naturati' ll paesaggio


tufto ben illuminato. A destra, la capacit di iprodurre le tonalit di colore pi delicate un'altra caratterisIica della X-El.

metrico si incariche
tomaticamente

regolare

au-

valore corrispondente.
Edentemente per fotografare in com_
pleto automatismo sufficiente ruotare
entrambe le ghiere su "A" ed ecco trai.l

sfornata la potente Fuji

X-El in una

compattina tutt'automatica. I-a messa


a fuoco decisamente pi rapida e
precisa del modello X-Prol, ma non
raggiunge i livelli alcune mirrorless
concorrenti e nemmeno quelli delle re-

flex di fascia meo-bassa. In ret per

la maggior pane delJe situazioni

va
bene cosi, se non si ha la necessit di

fotografure cavli galoppo... Pero


non sempre precisa e qualche volta

bircgna premere nuolamente il pulsante


di scatto per riattivare la procedura. Il
movimento del motorino che si incarica
muovere il gnrppo otl ico non privo
di rumori, anche se non troppo fofti,
inoltre la fotocamera ad ogni pressione
del pulsante esplora per intero il mnge
del]e stanze, da minima distanza
mqssa a fuoco 'infinito, per arrivare
alla corretta distanza di focheggiatura,
con un po' perdita di tempo. Lo am_
mettiamo, stiamo cercando il "pelo nel-

La gamma dinamica non tn te p estese del panorama otografico. Bisogna esporre bene
e fotografare in BAW per "spremele" il sensoe CMOS de a X-E1 e ottenee i risultati miglioi.
D'altronde le loto si scattano con calma e attenzione prendendosi tutto il tempo necessaio.

l'uovo", perch comunque la digite


consente di scattare con una certa disinvoltura senza panicolari problemi
anche con scarsa luce ambiente. Il sistema, irrfatti, si moshato parcchio
sensibile. In manuale il folografo aiutato elettronicamente dal sistema attlaverso una chiara sca del]e stanze

(sibile anche nel mirino), su cui si

muove un cursore proporzionalmente


al momento delJa ghiera sull'obieniro'

anche se questo a volte non basta.

Alremmo preferito un'indicazione cromatica come il "focus peacking" che


50

- lotog]aarc - gnnaio

2013

cio dovuto sia alle caratteristiche del sensore X-rans di Fuji,


sia alla cura nella realizzazione delle ottiche che compongono il corredo X di Fuji, per I
momento'ermo a sole 5lenti, tutte di gnn pregio. La casa giapponese ha confermato
l'inteuione di produne altri obiettivi anche con focali lunghe'
La nitidezza molto elevata.

Sop/a, le nostre solite matite colorate


fotografate in studio con luce artificiale e

bilancianEnto del bianco autonatico. La foto


sotoesposta, ma il bilanciamento non si

discosta poi molto da un risultato che

pot Ern m o d ein i re sod d i sface n te.

Una foto Ealizab in automismo a prioitA


dei Empi' celtanente sooesposta ma non
tanto quanto cisrnmo
awttati. Quasidel
futto assentj, ircItrc, i iflessi intem, segno di

una progettazione ottica molto accurata


dell'obiettivo utilizzato, il 18mm f/2 R,

equivabnte a un 27mm circa nel fomtato 135.

esalta la zona di messa a fuoco con


una colorazione diversa. Grazie a questo

anche possibile, variando l'apertura

del diaframma, verificare in tempo


ree l'estensione della profondit di
campo. Cosa ci voleva? Il menu delle
funzioni chiaro e intuitivo e poi
diverse funzioni sono gi a portata di

dito, come ad esempio: la regolazione

del valore ISO (tramite

il

tasto Fn

perch non aggiungeme un altro? - cino iJ puJsante scano), l'attivazione


della modalit macro (con il comando
joypad), il blocco dell'esposione, della
messa a fuoco, la moda]it scatto, ecc.

la qualit delle immagini

k foto realizzate con la X-E1 sono


molto belle, proprio come quelle della
sorella maggiore. I colori sono molto
naturali e l'assenza del filtro passabasso aiuta ad arrivare a livelli di nitidezza molto elevati. Il moir comunque totalmente assente per mezzo del
filtro a colori primad X-Tians, con trama pi casuale risptto a quello di
Bayer. Per molti fotografi le immagini

potranno essere un pochino morbide,


a noi stato sufficiente incrementale
la nitidezza namite il menu della digitale
portandola su "meo maggiore''. Il ru-

more molto contenuto a]meno fultr a


3200 e si pu scattare con disinvoltura
perfino a 400ISo e oltre. Per ottenere
risu]tati ancora rniglo meglio scattare in RAW anche se la Fuji genera un
file proprietario che al momento si pu
lavorare solo col software fornito in kit
che un po'lento. IJesposimefio tende
a sottoesporre rna basta furci I abitudine
o impostare il correttore fisso su + 0,5
EV Il bi]anciamento del bianco d ri-

dettaio di un icamo fotografato a mano

liben con ben 6400 lso. La qualit mofto


buona, il rumorc contenuto.

sultati altenanti, meglio spendere


qualche istante con la regolazione
manuale. I file video sono anch'essi
di elevata quit e la traccia audio
stereo un vore aggiunto. Peccato
che la macchina non abbia la presa
per un microfono esterno.

ln conclusione
Unbttima macchina fotografica che
richiede un'attenta gestione per ottenere i risultati migliori, un po' come
un complesso orologio meccanico. Il
sistema AF stato migliorato ed

ora pi preciso della X-Prol alla

prima versione del firmware. Il corpo macchina compatto e leggero,


le ottiche di qualit e la possibilit
di scattare ad elevati ISO la rende

molto appetibile.

Una foto in interni con illuminazione mista

anifrciale e diuma evidenzia il compoftamento


de a digitale' ll bilanciamento anche n qlesto

caso abbastanza conetto.


oennaio 20'l3

oto0ralae - 51

NNtt**,t,:i:ffi

non solamente per quanto guarda


l'industria ottica. Si tratta dell'Srnrrr
f'3,5 Ex DC' Attualmente l'unico
modello di fisheye circolare a focale
fissa per full frame prcsente sul mercato

che implementa un sistema di messa


a fuoco automatica. Certamente una
focale di questo tipo rientra tra quelle
prettamente creative che non si utilizzano spesso e che fanno parte del corredo di pochi (bra) fotografi. In realt
malgrado il tipo di immagini che pro-

duce, circolari quando l'obiettivo


montato su una reflex con sensore firll
frame, pu trovare un'ampia gamma
di utilizzazioni che r'anno a] di l della

'ola

e semplice ricerca

di ritratti cari-

IL MONDO
DA UN OBLO

SIGMA 8mm f/3,5 EX DG FISHEYE


di Enrico Meloccaro

modifica de]la gi compromessa ed esasperata prospettiva.


Considerata la mi-

nima stanza di
messa a fuoco,
appena 14cm, il

Sigma 8mm si

caturali. Attenzione alla caratteristica


zona nera attomo all immagine circolare (tipica del fisheve circolare): nolerele un leggero alone blu' propo

presta anche per


inter.essanti e pro-

conda dell estro del fotografo. Certa-

distorto. D'altronde

mente una focale di questo tipo bisogna

non

un anello attomo all'immagine. tottica


si presta a foto creative e d'effetto a se-

saperla usare' Prima di tutto indispensabile osservare la massima at-

tenzione quando si guarda nel mino.


Non di rado capita di includere nell'inquadratura anche le proprie dita
ehe soreggono Jc lotocamcra. E poi e
impofiante prestare la massima attenzione anche ai minimi mo.,imenti della
digitale perch possono provocare la

7 4mm
+--------------

52

loloqralare

- gennaio 2013

-->

vocatorie immagini a distanza rav-

r.icinata con il soggetto completamente

questo il n:olo del_

la btograia?E cio stravolgere la realt per rappresentarla come noi effettivamente


la vediamo? Il Sigma 8mm f/3,5mm

EX DG Fisheye uno strumento dal]e


grandi potenzialit che con il suo
angolo di campo di 180'e la sua vista
circolare estende ed amplifica le ambizioni dei fotografi creati'

centro

bordo

Sigma mantiene molto elevato


standad di realizza2ione delle sue ottiche.
Anche questo fisheye costluito moLto bene'
|o

costruito in metallo di ottima qualit' la

finitura opaca regala a questo obiettivo un


aspetto molto elegante. La ghiea di messa a
fuoco fluida, ma ofre aL tempo stesso una
discreta resistenza alla rotazione, quello che
(i Vuole quardo 5i e8ol,l la Te55d a iLoco in
manuale.

ouesto l'unlco fishey ci'

colare per full frame

focale flssa sul


di ]essa d

rneraato che inteea un sisterra

fuoco automatica. Sfr!tta un rnicromotore e


non i5uper Veloci rnotori ad L]ltasuoni HslM
che fanno dei l!nghi tele Sigma valide alter
native molto apprezzate dai pofe55ioni5ti'

Co"nqLe a res\d d '-oao a_tonalica

apida, precisa e anche silenziosa.


5empre difficiLe emettere un

g,udi?io

5- un obieltivo odlld tocale.os:

inusuale pe Via delle sue intrinseche carat.


teristiche ottiche che ci obbligano ad avere
un approccio molto difeente da q!ello che
si ha con gli obiettiVi "nomali''' n generale
il .omportamento di qLresto l5heye molto
bUono' A| centro gi chiudendo iI diafamma
a f/4 la nitide22a elevata. cenamente 5po
51andoci dall'area centale |e cose cambiano.
ma la nitidezza si assesta comunque su
|ivelli molto buoni' I contrasto notevole,
e ci aiuta a migliorare la genellle impressione
di nitidezza delle rnrnagini'
nonoStante le carat,
teristiche del|'obiettivo rnolto ben controllata'

segno di una pogettazione ottica accuata,


L]n veo salto di qualit i5petto,rl rnodello
precedente che, di fatto, sostituisce.
un'ottica di gande pregio, ealizzata

molto bene, che non pu rnancae nella

bo5a del professionista 5maliZiato e che


completa ottimamente ilsuo corredo di ottiche' Perretto per ealizzare immagini suggesl ve. p,rnorani, p dr c_e pe sluo' di d'!ai
tettura intepretatiVa'

>> SCHEDA TECNICA

gennaio 2013 - otogralare -

53

SAMSUNG EX'IF
IL TERZO INCOMODO
amsung Ex2F una compatta che fin dal primo con-

tatto smentisce le usuali


aspettative quanti, e sono
la maggior parte, vedono nelle compatte

lulo strumento fotogrico mediamente


bassa qualit, esclusilamente destinato
e fioto ricordo compleanni e vacanze.
Sono sufficienti invece poche caratteristiche per chiarire che non ci tr,oamo
ionte a] solito apparecchio economico, ma ad una vera macchina foto-

grafica che, nelle mani di fotografi


espeni, pu regalare ottimi su]tati.

Dafuori
samsung Ex2F

realizzata comple-

tamente in metallo

regala ffn da subito

un'ottima sensazione solidit. Nonostante sia pi piccola della precedente


EXl e quin offra la possibilit una

pi comoda trasportabilit, grazie a


sporgenan sul frontale si impugna co
modamente, Sul ftonta.le ecco lo zoom
realizzato dalla storica casa SchneiderKreuznach e che ranta I'utile focale minima di 24mm e la luminositA massima
pi ampia tra le compatte attua]mente
presenti sul mercato, fl1,4, variabile,
che a focale massima di 80mm si riduce a f/2,7, comunque un ottimo ralore.
sulla calotta troamo 2 rotelle con-

trollo: una per la cadenza ripresa,

il

Una compta di
qualit' ealizz#
molto bne' che
si popone cone
compagna di
viaggio ideale

perifogr e

hanno gi una
buona esperienza
sul campo.
di Enrico Meloccaro
bracketing e l'autoscatto, l'tra per selezionare la moda]it rpresa che oltre
ai trazionali P, A, S e M, prevede la
modalit automatica SMART, la ripresa
video fr:]l HD, versi programmi e la
possibilit trasferire i file Wi-Fi ad un
computer o di condere foto e deo
con i socia] network pi ffi:si. Non
poteva mancar un piccolo flash ad attivazione manuale con portata di poco
pi 7 metri, ma interessante notare
che la EX2F integra anche una pi utile
e traone slitta porta accesso. Accanto a questa si riconoscono i due piccoli microfoni per la registrazione della
traccia auo stereo durante la ripresa
dei fflmati. Sul dorso il display con diagonale da 3'' offue un lalido supporto

fotografo grazie anche la Possibilit


esse orientato a piacimento e alla
buona qualit in luogo dei 14 mila
pixel cui costituito. I

coman, non molti, sono

quasi tutti raggruppati

sul dorso accarrto al -

splay. Purtr:oppo la variazione dello zoom si effet-

w melza di un

co'
a bilanciere e non
manuale, per cui la cerca

della focale non immedata e precisa

54 - ololnlal! - oannaio

2013

>> SGHEDA

TlCl{lCA

coPo tohrsb'

drBa tllBl8nafu

ra

o Anpla tamma delle furdotl

.
.

comode &tbd|

@ntolb

QraUA delk lmmastnl

o illdza

tl&orabfle

. AFun plllb
orvlo,|trlefib dlb

zoom mobdzzato

d ottenee fecilnerie buone otogafre' Attqziorc alh gamma dinamica non mo estesa.

come qualsiasi buon fotografo vorrebbe.

I] menu delle furrzioni generalmente

ben orgarrizzato e razionale. Peccato

Crazie al sistema di stabilizzazione integnto


sl pu scattae a mano liben anche con

solo che per la regolazione della sens!


bilit ISo, quin non una firnzione accessoa, si debba investire qualche secondo in pi.

tempi di otturazione piuttosto lunghi. Nella


foto un esempio a 1/1ssec.

Su strada
Samsurg EX2F Fonta o scatto
in circa due secon. La messa a fuoco
piuttosto rapida e precisa anche se, a
voler essere sinceri, altri modelli corr
correnti Vantano una rapidit operatir'a
superiore. Ce ne accorgiamo dalla lentezza del]a zoomata: per passare da
posione grandangolo a quella tele oc_
corrono oltre 4 secondi: ma perche non
I_a

preferire al controllo motorizzato una


ben pi comoda (ed economica) ghiera
manuale? Fortunatamente la Samsung

Ex2F anche sostanza e non

solr-r ap_

parenza. I-a riproduzione dei colori


molto buona, le varie tonita non s<lno
mai troppo sature. Il bilanciamento del
bianco svolge bene il suo dovere regalando immagini quasi sempre corrette
e piacevolmente tendenti ai toni cal.
Anche con luce artificie la digitale
riesce a equilibrare i colori e ci un risultato dawero buono per rlna fotocamera gtale questo ]ivello. I] circuito
esposimetrico molto preciso e non si

lascia influenzare da situazioni di luce

critiche come il classico controluce. Abbiamo notato una leggera tendenza alla
sottoeqrosizione, forse l)er compensare
urn gamma dinamica non molto elelata
che potrebbe essere causa di immagini
con le aree pi chare della scena com-

pletamente bruciate. In modalita SMARI


la gitale indidua, o almeno tenta di
furlo, la scena e il tipo di situazione fo-

tografica e sceglie rra

17 programmi

ripresa quello pi adatto a realizzare


le migliori immagini possibili. EX2F

vanta una gamma ISO molto estesa che

L'intelligena ehftmnica della D<2F riesce a


equiliba]e i colori anche quando si otognfa

con luce altifrciale. LJn oftimo isultato


digitale di questa ascia di prezo'

Fr

una

parte da 80 ISO e ariva fino a 12800


(con espansione tramire menu). Fino a
800 le foto sono molto buone e il nrrnore
elettronico quasi non si awerte, a 1o0
la qualit dell'immagine comincia a degradarsi pur rimanendo entro livelli accettabili. Pure la nitidezza notevole,
anche se forse i fotografi preferiranno
incrementare la sensazione di nitidezza
con un software fototocco, o tramite
il menu delle funzioni. I filmati, che la
Samsung EX2F gira in fomato fi. 1 HD
(H.24), sono ottima qualit e l'audio
sterco rappresenta cerlarnente un valore

aggiunto. Il sistema di srabilizzazione


Dual Is, in combinazione a comoda
impugnatu, consente di scattale con
tempi ottumzione piuttosto lunghi,
anche l/l5sec, senza che le immagini

siano afflitte dal mosso, un ottimo componamento dell'elettronica di bordo. Il

tempo

otturazione pi lungo di l

secondi prmetter

a tutti i fotografi di
realizzare ottime immagini nottume
sfouttando i vori ISo pi bassi e la

grande luminosita dell'ottica. Tnte le


fi'rnzioni accessoe, come I'HDR, la p<-ls_
sibilit rcalizzare parrorami, e la gamma di filtri digiti che simu]a effetti
come: miniatua, vignettatua, la pittura
a olio, i cartoni animati, il filtro cross, il
fish eye, e via andare...
I

ll

piccolo sensore

da1/1,7"e12me-

gapixel mostra il
fianco solo a prtie
da 1ffi lSO. Per il
F-sto E oto sono
pulite e di buona
qualit.

gennaio 203 _ lotognars

55

s];i";[l;li/k
.-:.j:,l.,.'.-'.'.=;.'r,

rrlt
-t l,/,._
.!!...". ,,,.. j. '. '--'
'

ia

il

ts
l.-.a,

h"''-

a ?--l\
'ta

_-\.t
a.
'^t\
'la
. (t\
Ii

qfk*

1r:

'lli,'Vogliilto!
oui

Anich una sintola foto'


i''t"ro Pordolio di imrugini' accomunate
te'nica di riPresa
da una

si fa appello Pi bavi'

*""".e

un

'1"
"".n
*tt" tt-.*""

Panicolare

"
Un rcnra
P"i ""
o,"ae aon"ina"nt, un Porolio a concePito 'on
all'oPer

JJi"-

oii-"'"

n"tt"

."*"

di mefterJ
Pma anco
il Porolio ritenuto

imeritlY-ole'

j._*""
"'lirnr'""'o
"
*" vmgno restioite ma artnno nell'aril',,uJ;,
oto ven8ano
Ji"io iii" ,"aazi*" .on h posribiliti che sin8ole

l"iuiot"

--*

n"t

aunqu"

a"

.hiri. fuassumiarro:

cosa:

com fle

un Podolio di

lPG ad alts

J--o io*" -'"'


Dov
-'- !

cD

per illusoare anicoli delh rista'


siano
non e h ciui di Provenienza

'voi"uo'o

ifiu8ini ( di<i

risol@i'

rr'ani)'

(minir'o 3 MP) o sEmP


20x30 on)'

on massimo

'3xl8
Va
o sbnPe \anno irrviri a'oogrfaE Podb

or'e

fle $l
-_ ioir
'* 'n*"
guil
on'line e 6rn'd
a
'""il "Etti'a"*9''"-' (n link Pe' s(arirL
t'g,"lt--i"ott
un '/e Blo
llob: il t rrB libeo' Rkoltevi di allegar
e
h toka rffi@lra
ln oi racconoe riaea aa Podolio'

lg

R"'"

ln

alt'rair p<ret' ogie

ologr<a

utilbta.

Le borse Pelican
rappresentano da
anni il non plus
ultra per il
otograo(e non
solo), che deve
trasportae le sue
costose e gravose
attrezzature ai
quattro angoli del
globo senza avere
il minimo pensiero
per eventuali

pericolose
conseguenze di
viaggi molto Iunghi
atti con i mezzi di
traspoo pi
dispaati.

NON GONOSCE OSTAGOLI


di Enrlco Meloccao

elican rrn'azienda ameri-

cana fondata nel 197 che


si subito specializzata nella

produzione di borse e cu-

ferma dell'ottima realizzazione e delI'attenta scelta dei materiali. I modelli


che abbiamo altrto la possibilit pro\'are e toccae con nano, sono il modello

stodie rigide per attrezzature fotografiche, ma anche militari, e per la realizzazione flash da stuo professionali.
Le borse Pelican sono reZzate su]la
base strutture plasche di elevata

105 HardBack Case dedicato l'iPad


con scherno da 10", uno per i laptop
da 14" e pi in particolare i] MacBook

inaffondabili e di fatto resistenti praticamente a tutto. Sono I'ideale quando


si ha la necessit di trasportale costose
e delicate attrezzature, proprio come

Pelican 1065 HardBack Case

qualit che le rendono praticamente

quelle fotografiche, ad esempio durante

lunghi aggi in aereo o in barca e in


tutte quelle situazioni in cui si corre il
rischio di procurare danni molto seri
alle attrezzatul stesse, e, soprattutto,
di non poter pi essere in grado di effettuare il lavoro presto. Le borce Pelican, anche se il terrnine "borsa" ridunilo, sono disponibili in centinaia
modelli per notebook, Kine, laptop,
stampanti, monito!, attrezzatl.rra foto-

grafica, elettronica, medicale e miLitare,


con dimensioni che vanno da 3 a I24

centimetri di lato! I prodotti Pelican


sono prodotti garantiti a vita, una

60

otograae- gennaio 203

colr

Pro da l3'' e poi uno zaino rigido da 1

litri con un vano per un notebook da


15" o un portatile Apple da 17".

E' una custodia rigida per trasportare

I'iPad o un tablet altemativo che abbia

dimensioni massime pari

25,31 19,7x2,1cm. e pesa 570 grammi.

La sua particolare struttura impedisce


alla polvere di arrivare sul tablet. Pud
A destra,

la custodia

Pelican 1065
per il tablet iPad,
reslsente
all'acqua, alle
cadte e alla
polvere.

l
.

rigida con carattestiche simili alle custodie di cui abbiamo appena trattato.
Anche in questo caso grae la particolare valvola per il controllo della pres-

Lo zaino Procear Urban Elite U100 ha una capacit di


1 6 liIri, ma la cantteistica pi importante il vano fatto
apposta pr contenere un poftatile (e non solo), al iparo

da cadute accidentali, acqua (pu anche essere


imnl.-o!)e pofuere' Pesante e costoso, per

e afidabile, e... non conosce ostacoli!

adrittura essere immerso fino ad

r'rn

metro sotto l'acqua. Resiste a cadute e

a pesi che inawertitamente possono

odere

gralare sulla custodia Protegge


le athzzatue sia da temperature molto
basse (10'C), sia da quelle molto elerate
(+ l20'C). E' dotato una valvola per il
controllo e la compensazione della pre-ssione. Lo veamo in mano a mi]itari,
professionisti e fotografi che lavorano
nel deseno, o in una cala, e in sihrazioni
in cui lo sporco, la polvere, le elevate
o

temperature possono compromettere


il buon funzionamento del tablet. Con-

siderato il peso non eccessivo pu essere

utilizzato saggiamente anche dagli stu-

denti che desiderano proteggere la

r.ita del loro tablet ed etare spiacevoli

ed indesiderati danrri causati da urti


accidentali, cadute, ecc. Pensiamo anche ai ragazzi che studiano all'universit e magari si spostano con il classico
Zainetto in spa o sfruttando mezzi

pubblici dove pi facile ricevere


colpi nella calca... magari durante una
carica!

pbusto

ura cinghia per agganciare la custodia


a s ed

evitarc perder,la magari menne

si attraversa un fiume o si sta percorrendo una strada impervia su unajeep.


k custodie rigide Pelican sono dotate
delle famose guarnizioni O-fung utilizzate su tutti gli scafandri dove sistemale appa.recchiature presa per la
foto_video presa subacquea. Nonostante questo la custodia si apre molto
facilmente anche quando si hanno i

guanti!

sione EQ, alla struttura rigida e alle


guamizioni o-Ring, il computer riparo da acqua, $affi, uni, colpi accidentali. Intelligentemente i tecnici Pelican hanno sistemato il vano tra due

aree morbide che possono ad esempio

essere riempite da vestiario ed tri

generi personali o da lavoro. In questo

modo le due sezioni morbide saranno

loro stesse una protezione in pi per


I'apparecchio elettronico. I-a stmttwa
gida, poi, eta che lo zaino possa de
formarsi , magari sotto il peso del ca-ico

o a causa del]'umit assorbita. La


maniglia rigida e i due spacci con_
sentono trasportale lo zaino comodamente sia sulle spe, sia, per brevi
tragitti, anche con tura mano. I-a zona

a contatto con la schiena ca.ratterizzata

da un sistema filtrato traspirante che


aiuta a mantenere il corpo pi foesco

anche dopo lunghe camminate. Lo


zaino

Peli ProGear Urban


Elite U1fi)
E' il pezzo forte di quelli che abbiamo

aluto la possibilit di provare. Si tratta


di uno zaino da capacit l litri.
Dispone di un vano rigido che pu contenere e proteggere da acqua, polvere
ed umidit un notebook con diagonale
massima di 15" oppure un Apple ffno a
l7''' In pratica si lratta uno zaino
che per include anche rrna custia

gararrtito per rimanere immerso

in acqua fino a circa 30 minuti a un


meo profondita senza che il com_

puter al suo intemo ne risenta in qualche

modo.

dimensioni dello zaino sono

pari a: 49,5x34,5x30,5cm per un peso

3, chilogrammi. Dawero ottimi prodotti le custodie, gli zaini e i trolley Pelican. I prezzi sono proporzionali a
buona quit, per cui: la custodia per
I'iPad costa circa 90 euro, quella per il
notebook arriva a 185, mentre lo zaino
supera

350

euro.

Peli ProGear 1085cc


E' rrna custodia rigda per laptop con
agonale massima di l4''' Il vano irr

terno ha dimensioni pari

3,3x2,3x5cm. Pu contenere perfet_


tamente un MacBook Pro da 13". L'imbottiflra evita che il computer possa
muoversi all'interno. La custodia tiene
al riparo da acqua, polvere ed umidit
le apparecchiature grazie ad una particolare valvola che permette bi]anciare
la pressione intema con quella esterna.

a particolare struttura della custodia


gli permette resistere efficacemente
a u-rti, sobbalzi, grafh, non si piega e
non si spezza. 1085 Case dispone

o8nnaio 203 _ otograae _ 61

IPHONE 5

COME TE NON C'E' NESSUNO?

Sesta versione per il amoso "melafonino'':


pi grande, pi potente e pi leggero.
di Enrico Meloccaro
a semplici accessori di

tutti

i giorni nati solo per telefonare, a veri microcomputer


da portare sempre con s

ili supporto lavoro. 'Utili per inare


email, leggere e scrivere testi, fare cal-

coli, navigare su intemet, scaricare e


archiare file, scattare foto e girare
deo addittura in qualit Full HD,
contatta amici e colleghi su Facebook,

Twitter, Sklpe, WhatsaPP e molto,


molto pi. Tutto questo ci ha

obbli

gato a prendere in considerazione


anche questi apparecchi e a ritenerli
qualcosa in pi che semplici telefoni

portatili dandogli I'importanza che me-

toppo
ne
un
la
tecnologia
e
velocemente
possiamo
rimaNon
chiaro esempio.
nere fossilizzati solo sui sistemi per la
fotografia tradizionali che abbiamo
imparato a conoscere e ad usare Per
ritano. Il mondo cammina anche

anni. Sarebbe come se, a dispetto della

possibilit godere della sone di un bel film su uno


dei modemi telesori a schermo piatto con quiD fiJl HD'
ci ostinassimo a vedere i vecchi fflmini Super 8 con I'arsilio

di un proiettore del nonno.


Non raro vedere i moderni
smanphone nelle mani
fotografi anche professionisti come stm-

mento altemativo
documentazione

an-

l'uso, fucile, veloce e poi molto piccolo, per realizzare mmagini colte al volo dal quale

ricavare, in cuni casi, fotografie di buona qualit. Sulle pagine

di fotografare ci siamo pi volte addentrati nella conoscenza e nell'approfondimento di alcuni modemi modelli

di

smartphone, e abbiamo scoperto

un mondo a noi sconosciuto. Moltissimi


sono gli appassionati, che sfruttano il
famoso melafonino, e i suoi "fratelli",
per scattre non solo foto-cordo, grazie anche ai numerosi accesso, alcuni,
effettivamente, stravaganti e di dubbia
utilit, che in ogni caso accrescono le
potenzialit del telefono anche sotto il
profilo foografico. Esistono converti tori
focale, mini microscopi, lenti macro,
supporti per effettuar deo, impu_
gnature, piccol telescopi, filtri, flash,
ecc. Diversi sono i professionisti dell'immagine che hanno sfruttato le sue

62

lotoenta

- 0nnaio

203

del rapporto segnale/r-umore e una


pi estesa gamma dinamca, il tutto
supportato da un incremento della

LE PRIIICIPAIJ

GARATIERENGHE

rorocrrrnr
isight 8 Mp G264x2448

pixeD

) Gfi lsll 8o-32oo


) Frr$ Led
> 0 EItvo 5 elementi in vetro zaffo'
)
)

A[ equiv ad un 33mm 2,4


UDEo 192ox1o8o pixel a 3ofps
DBfirY LCD Retroilluminato
Multi Touch Retina da '' !6:0(HDJ, 1116x64o

>

pixel

ll

Er$oa E pEso
12],8X58,6x7,mm'

112g

caratteristiche per ricavarne libri e


portfoli. Greg Schmiegel e il suo interessante progetto "Just what I see"

solo uno dei tanti esempi

(rnr,ru.7a-

st./')hatbee.com).

Visto da vicino
Il

nuovo iPhone 5 offie caratteristiche

fotografiche molto simili al modello


precedente, a partire dalla fotocamera
da 8 megapirel supporrata da un micro
obiettivo a 5 elementi in vetro zaffiro,
che ha goduto di un pi efficace i-

neamento delle lenti, con apeftura

massima f/2,4, che offre un angolo di


campo pari a quello che si awebbe
con un 33mm (nel forrnato 35mm).
Sia il sensore che la piccola ottica sono

stati ridotti del 25olo rispetto al 45,


anche se Apple dichiara che la nuova
gitale offre una qualil maggiore rispetto al modello precedente, a cominciare da un sersibile miglioramento

generale velocit opemtir'a del sistema.


Il display LCD, realizzato con la tecnologia in-cell che consente ottenel

display piu sot t ili e sopratturro di migliore qualit, ha una diagone di 4


pollici (formato 1:9), con una riso_
luzione di 113x40 pixel per una
densit effettiva 32 pixel dpi (pixel

per pollice). Ora il nuovo iPhone 5


mostra una fila di icone in pi e soprattutto consente di visualizzare le
pagine web leggermente pi gran
e, per gli appassionati del genere, filmati in formato full HD senza le

de 'iPhone 5' E' pi piccola del


ispetto a.l mode o gecedente, snJtta un
sensore da gMp e un micrc obettvo f/2,4.

La fotocamea
25o/o

brutte bande nere (sopra e sotto I'immagine), tipiche dei film sualizzati
sullo schermo del modello 4. La fo-

tocamera digitale del nuovo iPhone

appare moltopi realtiva del vecchio,


si attiva molto pi rapidamente e anche lo scatto pi veloce, tanto che
si riescono ad effelluare senza atica
bre raffiche ben riuscite.

Uno scafto rcalizato con luce aftilciale. ll

bifuciarr]a1to
ti@ Wfuto' plocF.sj/Fd'immagine sb.to miqliorato e si vede.

Su strada

Come gi accennato, l'iPhone 5

pi veloce del modello precedente,


anche se la velocit della messa a
fuoco sembra essere grosso modo

identica. Qui la fotocamen dell'iPhone


5 mostra il suo tallone d'Achille anche
se a ben guardare pud essere paragonata a quella di alcune compatte di-

gitali pi economiche. Il display del


nuovo modello ancora migliore, in

sopra, la schermatina mostn le funoni base


delk otocamen digitale' Non mofte: contpllo
del flash, visua]izazjone de a gnga, HDR'

]t

ternini qualita d'immagine, rispetto

a quello gi buono del modello precedente raggiungendo livelli di eccel-

L'Phone 5,

a sinstra,
a conronto
con il
prccedente
mode o 45.
Si apprcza

minor
spesso/e e
cita,a un
centimetro
di
in

il

lungheza

pi'

Uno scatto realizato

con il soggetto a pochi


centintrdal telefono'
La nitidea discrcta.

Non sono queste le

situazioni in cui iPhone


da il meglio di se.

gennaio 2013

otog.aare-

63

C ep cane Ligfinnebr Pp, iPtpr]e diventa


un esposimetro esteno, per rcgolare lso,
tempi e diatrammi su altre fot@amere.

lenza. Vanta circa 11 18a/o di pixel in


pi, inoltre la riproduzione dei colori
dawero gradevole, pi satua del
44o/o nspetto all'iPhone 45 e anche
tendenzimente pi calda. La sua lu_
minosit tale da permetlre un utilizzo
anche con [or1e luce ambiente: in
questo tipo di situazioni sul vetro tendono a crearsi riflessi che possono di
stulbale e r]entare l'impiego del tele_
fono come fotocamera. L'analisi delle

It cilcuito sposinetico fur,ziona a dovete. Non si tF'cia hane in inganno nenrneno da ampie
pozjoni delia scer]a tloppo scl-rc o chiarc (cornelk foto)' ln Msso, un itratto s@ltato al volo'

pi aggressivo che, per contro, ammorbidisce i contomi del soggetto. Apple


dichiara che ha "istruito" il processore
d'immagine in modo che riesca a interpretare la scena e ad applicare il filtro
per la riduzione del rumore elettronico
solo dove serve effeltivamente. Le im-

magini comunque sono buone e Poi


con un leggero tocco di maschera di
contrasto al compute! si pu rafforzare
la sensaone nitidezza e rendere le
foto pi gradevoli. Irr realt le fferenze

immagini mostra una discreta fferenza


tra le foto scattate con il nuovo modello
e il45. Il nuovo iPhone produce immagin-i leggermente pi soft' un effeno
chiaramente awertibile ingrandendo le
immagini sullo schermo del computer.
Questo causato da un filtro anti noise

col modello precedente sembrano dav-

vero poche. I colori sono belli e sem-

Lffihoslt automa*

iPhone 5 (a destn) a
confronto col modello
precedente. La maggior
sen sibil it generale della
lotocamera evidente.
L'immagine sul display
pi chian e contrastata,

64

lologralare

- gcnnaio

203

brano pi satur di quelli che si possono


ottenere fotografando col vecchio modello. Punroppo in controluce la [olocamera stenta un Po' e le fotografie
sono aflline da kru /a re e puryle finging.
E' pero in scarsa luce ambiente che
iPhone 5 mosua avere una marcia
in pi rspetto al precedente modello.
Pensate che fotogafando con bassa illuminazione ambiente il 5 ha bisogno
circa % della luce di cui aver.a bisogno
i] suo Tatello pi vecchio e cid visibi]e
gi solo guardando il splay dove le
immagini riprese appaiono subito molto
pi luminose e con un contrasto decisamente pi accentuato. t iPhone 5 si
giova un incremento della sensibilit
massima lSo eqvalente che om alri!a
a 3200, circa due stop in pi rispetto al
modello 4, che si fermava "solo" a I 000.
Tn

realt il telefono non consente di

]h

It.

sempre di un telefono. Speriamo di


non dar luogo anche in questo caso a

iPhone 5 consente di realizzare acilmente


immagini panonmiche. E' sutficbnte attivare ta

unzone, pemere il pulsante e muovere il


telefono latenlnEnte in modo dolce e costante.
pPJnsa l'elettronca di botdo.

Al rcsto

modificare la sensibi]it, il processore


dell'iPhone interprcta I'illuminazione e
attiva automaticamente I'incremento
della sensibilit. Solo con pal1icola
applicazioni' come la nota 45 Pro' e
possibile aggiungere questa ed altre
funzioni al telefono e usarlo come urraL
lera fotocamcra regolando tempi di
scatto, bilanciamento del bianco e sensibilit lso. Possiamo renderci conto
questo semplicemente guardando a!
trar'eno il displar'dor.e, come gi acccnnato, le immagini appaiono moltcr
pi chiare che in precedenza. cel1amente come tutti i fotografi samo bene,
]'incrcmento della sensibilit ISo compona una gcnerosa perdita di dettaglio,
sopnttutto nei particolari pi nlinuti.

ln conclusione
Cr eJiamo sia super{uo ri,..ordarc ai
nostri lettori che stiamo parlando pur-

inutili dia1be tra giorani appassionati


e meno gior,ani sempre pronti a polemiz'z.are. La tecnologia ra ar'anti ed
obhligarorio prendere in considerazjone
ogni nuovo strumento per la realizzazionc delle immagini. LiPhone, a prescinderc dle sue innegabili doti, rimane
un telefono e non lo si pu cenamente

comparare con una vera lbtocamera.


E' innegabile, per, che avere sempre
con s una mini foto-l'ideocirme m pronta allo scatto e cosi facilc da usare
possa rappresentare uno stnlmento in
pi per scattare immagini da ricordare
o per la documenkzione di erenti e si-

tuazioni. Il piccolo obietrivo svolge

bcne ilsuo lavoro, regalando fotografie


caratterizzate da una disqcta nitidezza
che, se realizzate con buonr illumina-

zione. possono sopporlare anche generosi ingrandimenti nella stampa su

carta' I rdeo sono sicur.amente di


buona qualit' e l'incr emento de]la risoluzione rora Frrll HD 1080p). ha giovato. Simpatica la lunzione per realizzare immagini panor amiche. Lenorrrre
disponibilita di applicazioni (molte gratuite) per la forogralia e il monraggio
r,'ideo espandono a disntisura le poten-

Nonostante quanto dichianto dal kbbcante i


problemi alle sensibilit lso pi etevate non
sorp niglkTate di nolto. k@ unaoto
a 8u lso ( stato sr!tciente analizae i dati
EXJF con Photoshop)' disfurbo evidente, le
oto appajono decisamente molbide'

laliah

zialit de] telcfono consentendo di

sfr-uttame complctamente tutte le caranest iche' A cartl prezzo: la r etione


con l Gb costa bcn 729 euro... t

La

quallB delle tmmagini al soh

o ll slstema AF abbastanza npido


. L'espometo pciso

tr ;.j*;
|:p!!::z:::P'

p91e delte prove che abbiamo atto col teleono' A dest,


una
ro:tP laynaegstrazione
drPrte
dei vldeo che ].iPhone ipvnde in omato HD (72op)'
uona a qGlta complessiva deivideofrlmat!.

:::1Y:=?

. La buona ipoduzione deicoloi


. La vlociB delsistema
. La qualtH del picolo ob|efi/o
. La funzione panordna
.

Ptzo ele\nto

ll rumoe

vilente 8ie

8m

lso

Poche le funzioni per la futocamera

gennai0 2013 - olo0ralare _ 65

a iiultt lt! tttt! l)tt\'


\i(,,1L' lrt lr! li)!!)t] aIitl''

di ar'ere delle immagini e da li nato

r,enuto il lavoro. Da quandcr

i t ilr't irttttrltt itr rltrt'ttt 1t,'ttrtt'tt)


Ne\on era a capcl del team con iI

lli!(l(r

Prima della passionc

mi stata regalata la prima macchina


fotografica, negli anni dell'adolesccnTa, sono sempre stato aflascinato

ma non nc ho mai
considerato I'utilizzo a fini creativi. E'

tutto.

>ll.'lrttrtt \.'r|trrri r'

\lt1!(t !trt(t li!t,,11

quale ho collaborato in quel periodo.


Le mie pme immagini a\e\ano ine\i_

delt uppalccchio.

pma di tutto uno stnrmento che offre


deteninate possibilit espressir'e. Con
il tenrpo la fotoglafia dir'entata un la_
loro che esula dalla passionc per puro

di\'eimento' Ho iniziato la profes_


sione di fotografo quando, Per una
serie di circostanze, sono diventato

il

titolare di una ri\'ista. C era la necessit

66

lotogalare - gennai0 2013

"lJUEAl'lD SUBlllVE
"Ill FAsHIoll
PH0T0GRAPI{'

tabilmentc la sua impronta' N'ta jn cla


subito la nria visione della donna et'a
mo|to diIIentedalla sua, e so]o in un

secondo momento ho arttto I'tlcca-

sionc di ptopore le mie idee e quincli


mettcre a punto il mio stile. Ne\\'ton e
i fotogtafi classici sono stati per mc dci
\ ti nla5lli ' olI l'c che una lontc d ispirazionc. Ho sempre aruto una gr:rndc'
ammirazione anche per Richard Art
don, Horst P Horst e In'ing Pcnn

>(osln

utrr: i, trt,'

itrllt*'t,:ttrt: tli ltit,

tltl tttt \,il.'

l,"l'!'

l .o stile fTutto del bacino cu]tura]e


e clella ormazione di ognrlno di noi'
Nel mio caso ci sono gli studi di Archi-

tcttura al Politecnico di Torino, che

sono stati decisi pe costruire la tec-

Una Canon Fl, una macchina al

nica compositiva. Lo spazio fotografico attorno soggetto ha un ruolo

cento per cento manue e poco dopo

l'ele_

ria. Raramente utilizzo un limbo

avere cinque automatismi. In seguito


sono arrivate le Hasselblad.
>{)ra bwece quale utilizzi?

sign di Pasadena, in Californa. Non da


meno stata l'esperienza con I'azienda

zando una Hasselblad modello 2000 (a


pellicola). Poi con il passaggio al gi_
tale sono rimasto deluso dla quit
delle ottche Hasselb]ad. Da circa due
anni lavoro solo con Leica con la que

importante nelle mie immagini:

mento che mi aiuta a raccontare la sto-

bianco, se non per contestualizzarlo


con specifici significati. Il resto della
mia formazione doluto al corso di
Fine Art l' Art College Center of De mobili famiglia.
>E pe quQnto rig.utrda i li.bi di |iltogretliu?

Essere un fotografo r,uol dire prima


tutto vere a contatto con le imma_
gini. In casa sono pieno di scaffali
colmj riviste e libri (e suJJa) foto-

una Canon A1, una delle prime ad

Come fotografo sono nato utiliz-

collaboro in partnership sia a livello


creativo che per mostre ed eventi.
Spesso mi forniscono le nuove macchine per dei test, Il corpo macchina

grafia' oltre le tre riste fotografia

che rxo principalmente una Leica s2,


uno strumento con delle qualit increbili, in cui ritrovo, migliorate, le caratteristiche delle vecchie Hasselblad.

Lindbergh, Penn, Steichen, Stieglitz.


}Ricordi quctl sata la rritnt t 4c.
cltina fitografica clrc ht utilizzctto?

zione nel pnlcesso |togra|j.co?


Non certamente la marca del]a
penna che fa lo scrittore! I] scorso
analogo in fotografia, soprattutto per
chi lavora in manue. Il corpo mac-

di moda per eccellenza, Vogue ltalia,


Vogue Francia e Numro, ci sono libri
immancabili, come quelli di Avedon,

}()tunkl

imporl4rlte

I4

stlumenta-

ln apeftura,

uno scatto di
backstage:
tutto

dipende
dal.., punto
di vista!

A sinistra,

un ritntto da

manuale di
Dita Von
Ieese.
destra, Mia
Rosing a
figura intera,
fotografata a

New Yok nel


2009.

0ennaio 20'l3 - otoga8e-

67

ellitla che 'celgrr c]e\( l'j\p()ll(la]'.l lll]ll

\el j di sLalidor (l (li qrlalltil e 1l,lssrtlet .'

el1e cafl1ttl'i\tiahe. tlllt lillll stltlt,


nlilIlalj iPl1)9alli ill crtj hr' larrrtatr,
crrrl le Ftr]i L15e getlat''' Le r.'llt.LiIle
l'Illa ])L]i) .ss!'fc (1llt.l

al|Ll l

()bi(1 l i\ (''

\lorIi (rrlllPb.ll
l{ .,,r.1,, 1., r. r'..' 'r . .r. Ll.' -. ..
,-Lelkr slrrrrtinl. la trotlr' itlsonrrt . linl-lr p|inra a \tat.t

L,,l L .. \,,1 \.r,,rr'i ltl. . i tt .. r

'

glirlslr c .le]la !!l'.lll(1 ]]l()l'5\i( )]liLlili

che sep1le nl.ll]'nli :rtbitrl sttllitrl:l


nrio ugio.

\'. ' l".r.

.-.lr

r'

.l

rlcl set c Llcl tltppotto ira

1.,. ,
,..rr.
P.

rL,,.r.

. r t

i'r"

. ..

rr.r:,

lltorlrrtlo.
.

. l

rr..

lirr: l '.""

clcr.' csser'e n]()](o l'isl)a1l() ( ()lllI)] ll

slone irr tttr ,.litla lttrliill,.rol.. rlllr


sa'tlzlt Ittllj sl()l'lll'(']ll pt'iral,l' La 1ll'rl
l
l .' s s i l tl lt ] i l ir \Ll] 5cr p('l'nl11L' il llil ll1l
r

rlella cli scntilsi a suo aei()


r c

S()rt()

68

lotogralare

- gennaio 2013

arll(

ll.

5L'll/.t

li...

sliil()

LLll() al.'i

llochi l,rtrrl]t.rlia

ritrane Dita Von Teese vestita, aiutandola a scoprire il mondo della moda

nel quale ora inserita a tutto tondo.


A breve uscir il suo nuovo ]ibro dove
ci sono molti miei scatti.
>(.'tt tt/aa, nt,ttt t,! t,

<::

ti :;r,i

1;:tt

it

r;*r.

ttzttt tli t :.io ra t<;.;


Ce ne sono almeno due. La mostra
itinerante Celebrating Women , da cui
lraLto il volume l0 Years Celebratin6
Women , una sene di fotografie che detr

scrirono al meglio I'universo lemminile che ha ispirato i miei scatri. Sono

molto legato anche all esposizione


Mirors ofthe Magic Muse.. un viaggio

nel mondo della bellezza femminile


vista dagli obiertivi dei grandi [otografi. E' nrtto della co]lezione che ho
acquistato nel corso degli anni, che
conta ora circa 1500 immagini.
>1.:r cor:ri.1lir-, tti ,iot.a:ti dzt,utit

i r ;zt

t:

sit>ttt t'

i t r t't a

f rt

t ;

titrt

r;

t r

t,s

Q y:.*l

t: s

Nella visione comune fare il foto-

gra[o oggi ''cool''. Per questo sconsi-

g]io questa carr-iera a chi attratto


solo dall'alone mondano. E' un mestiere dificile, che richiede prolessioe una solida base culturale. l

nita

gennaio 20'l3 - otog,aa -

69

IL CERCHIO MAGIGO

Non un lash anulare, anzi non proprio un flash'


le oto quanto per.ivideo.
_ un
E'
_ illuminatore LED a luce continua, buono tantodi per
usato con criterio, aiuta ad ottenere oto grande impatto visuale.

Tr:stc e {oto di Maeo Virilj

accessorio di cui vogliamo


parlan i questavolta ha un

chc di bizzano.

Sen.rbre-

r.ebbc a prima vista un flash

anulat-e ma non rrn flash' bensi un


illuminatore LED, dunque a lucc continua, che si presta a vari nsi sia in fo-

tografia che con

il video Grilzie

al

diflusore bianco incotporato producc


nna luce molto molbida Come in un
lla.L anrrlirre I'r,biertito 'i in'eritcc
ne| loto l.'e ntt alc l,'l'nr u lile in qtlei
.asi in cui rctr e un illumitt.tzione uniformc del soggetto in pr-in.to piarlo.
Tulla\ ia' l'isPllo a ttn flltsh. chc im70 - oiogtaare'qennaio 2013

por-re

un approccio pi "scientifico"

il Rosco LitePad LooP si Presta di


piir ad usi creatir,i. Cid deriva soprattutto dal fatto che essendo
un illuminatore a luce continua
il suo uso molto intuiti\'o, per'
mettendo di farsi un'idca direttamcnte in fase di inquadratura
del risultato finale.

Insomma, una volta caPito


come si montano i vari Pezzi
vienc subito r,oglia di giocarci
per vedere che cosa si pu t!
rare foiori da questa inusuale

ciambella luminosa.

Gli effetti
Vi sar sicuramente capitato almeno
una volta di notare, su una rista o
su un rideo r isro su inremel, dei primi
piani che avevano qualcosa di strano
senza riuscire a capire inizialmente
cosa vi fbsse di tanto diverso. poi
guardando meglio vi sarete accorti

che il soggetto inquadrato ar.eva negli


occhi un riflesso circolare che gli dava
un'aria un po' "aliena". Foto e video

di quel genere sono evidentemente


stati fatti usando un illuminatore

simile al Rosco che vedete in queste


pagine. Quali sono gli effetti che si
pos\ono ottenere con un accessorio
simile? Se rappresenta l,unica fonte
di illuminazione in una stanza buia
l'effetto dawero particolare perch

dona al soggetto fotografato una luce


diffusa ,e uniforme, ma limitara alla
pane fronrale. Anche I illuminazione
che si pud avere con un flash riflesso
da un ombrello diffusa ed uniforme,
ma tende ad avvolgere il soggetto an-

che latemlmente, seppur

il

modo par-

ziale, mentre con un illuminatore

come quello della nostra prova Ia differenza di illuminazione tra la lona


frontale e quella Iaterale pi netta.
Questo, oltre che a causa della forma
dell'illuminarore, accade anche perch
i LED sono fonti di luce unidirezionali.
e il diffusore incorporato smorza solo
un por questa caratteristica. Dato che
non molto frequente vedere foto
fatte con questa illuminazione' faci]e
farsi prendere Ia mano dal Litepad
Loop e divenirsi a giocare con questo
nuovo e inaspettato tipo di luce. La
sensazione quasi onirica: gli oggetti
emergono dal buio come se [ossero
e\'ocati in un sogno. si pu sruttare

creativamente questa caratteristica


aiutandosi anche con il contenuto
della foto. Una luce strana dar infatti
risu]tati ancor pi conncenti se usata

per illuminare oggetti strani. Ci si


pu divenire anche a fotografare con

questo tipo di luce cose che nella nor_


ma si abituati a vedere in tutt'altro
modo. Avete mai visto qualche foto di

pomodori? Gira che ti rigira le scene


tipo sono due: o c' il pomodoro da
solo su fondo bianco illuminato con
luce bianca e diffusa (oto richiestissima per i cataloghi dei supernercati)

Dietro le quinte

della foto di
apetlura con
Lucrezia: la sole
fonte

di

illuminazione
nella sala pose
buia il LjtePad
Loop di Rosco. ll
ondale bianco a
una certa
distanza dalla

modella isulta

gigo a causa
de a poftata

limitata

dell'illuminatoE.

oppure ci sono pi pomodori dentro


il cesto, poggiato su un d:rvanzale da

cui si scorge una bellissima campagna


lambita dalla calda luce del tramonto.
Poi va a finire che fotografi lo stesso
cesto di pomodori con questa strana
luce, come abbiamo fatto noi, e dici:
"oddio, cos' questa roba?!". Forse

non

gradevole come la foto del cesto

immerso nella campagna, ma tutte le


foto devono essere "belle"? Facciamo
un esempio pratico: un'assocjazione
culturale promuove un conve-

gno in cui si parla dei potenziali rischi derivanti


dai cibi transgenici e

cerca una foto da mettere sulla locandina.

Uno scatto dall'at-

mosfera vagamente

inquietante che ri-

tragga degli ortaggi


su un asettico tavolo
metallico e con fondale nero, illuminati
da una luce tipo quella del Litepad si addice

di pi ad essere usata
per Ia locandina del suddetto evento, piuttosto che
quella del cestino al tramonto

davanti ai campi, che invece evoca


sensazioni di sicurezza e tranquil_

lit.

A cosa si presta
Se vero che potenzialmente,

usando un po' di fantasia. con un


illuminatore circolare si pu olografare di tutto (ma questo rale anche

per Ie altre forme di illuminazione),

D'ingombro e peso non indercnte,il


Rosco LitePad Loop si compone

esser1zjalrnte di due

pezi: l,anelto

e iI

supporto da collegare alla fotocamera.


sono tenuti insieme da un ofte magnete'
che n teoia dovrebbe assicurate ch fufto
imanga al suo posto. Ma una mano sotto
per sicueaa no ce l'abbiamo messa!

Qog

d'altra parte bisogna

.
l

ammettere che il genere


principe del LitePad, o
meno quello per cui
]o si vede utilizzare pi

spesso,

il

ritratto. Il

tipo di luce riproducibile,

con il caratteristico riflesso


a ciambella negli occhi della Persona ritratta' molto ricercato' I ritratti alla modella Lucrezia che vedete

in queste pagine sono stalieseguiti in

Qui sop.a la scatola che contiene il kit base


A diterenza del modello Pro ha meno
accessoi inclusie costa 587 euro invece di
923 euro.

una stanza completamente buia. Per


lo sfondo abbiamo usato un fondale
bianco, appositamente distante (circa
1 metro) affinch fosse raggiunto solo

marginalmente dalla luce, risultando


cosi grigio e vignettato. Sempre par-

lando di ritratti, possiamo sfiuttare


quesla illuminazione inusuale per ritratti d'impatto che comunichino sensazioni forti: esplosioni di gioia, paura,
ansia, ecc.

Tecnica
Per I'uso in studio di questo illuminatore ccolare della Rosco bisogna fare
attenzione ad alcune cose. Innanzitutto
la distanza dal soggetto non deve

essere eccessiva perch la potenza


dell'illuminatore limitata. Basta al-

lontanarsi di una ventina di centimetri


per raddoppiare il tempo di posa richiesto, quindi state vicini al vostro

soggetto! Per awicinare di pi il Li-

tePad Loop al soggelto senza awicinare anche la fotocamera (cosa che


comporterebbe l'uso di focali grandangolari anche per le foto di ritratto)
lo si pu montare su delle staffe pi

lunghe di quelle standard (fornite


nella confezione della versione Pro).
Se volete ottenere

effetto delle "ciam-

belline luminose" negli occhi, fate


guardare il soggetto nella vostra direzione.

Non solo Pazzie


Finora abbiamo fatto il Punto

E'
72

.-!

,,*.

bastata Ia luce det LitePad Loop per dare


-

otograae- oennaio 2013

a questi pomodori un aspetto innaturale

sui

vari modi in cui si pu "giocare" con


rrn illuminatore come il Rosco Lite
Pad Loop per ottenere risultati hiz'zarri, ma uno strumento del genere

&x,
3ro

All'interno della borsa


1-Alimentatore per la presa a muro. lt ito lungo soto 1
'5 metri' dunque s rende spesso necessanb t'uso della prolunga (vedi punto
Adatlatori per varie prese di corrente divee da quetta
itatiani lqtenrietr, serve a ,egotare t.intenii iuiiosa aet titepaa
Loop 4 Al posto dell'alimentatore per la presa a muro'si pu usare questo pacchetto poda
arii,'iii'iii|"'a'|iine, e pitl raciti
da repeire 5 Un oaio di stae di tunohezz maggiore ai qutte cne poietei|
a prnt z. ule per t'utitizzo |oniiiEiivi tele 6 Prolunga
di circa 3 meti e adattatore per ollegare ijotenzoi"etro l sjpi,o|-e-ritZottegamento
alla fotocamera tnmite la tileftatura del
treppied 8 Palti di ncambio e un'utite brugol s Attro accessorio
ai-i"tii t" ai"tanr. to LitePad e fotocamera 10 Anetli cotorati
per variale la temperatura cromatica dett tuce del LitePad Looi, in"i,tiiioxrrit
6) 2

si

pu tornare uti]e anche per la riso_


luzione di alcuni problemi molto comuni. Pu essere usato ad esempio
come luce di schiarita all'aperto (ricordiamo che tramite un adattatore
incluso lo si pud alimentare con g
pile A) specialmenle in ambito \ ideo, essendo a luce continua. Dal
momento che il Litepad non ha la
stessa temperatura di colore della
luce diuma, sono inclusi nella confezione alcuni filtri colorati per la conversione deila temperatura cromat ica.

Vi sono anche dei filtri rosa in rarie


gradazione che invece sono pan icG
larmente utili per le foto di ritrarro.

--i".potrZni"' ,o6o "tt".

aa

Gioie e dolori
E' un prodotto interessante, ma ha

o\,viamente anch'esso i suoi lati nega-

ti, primo ra tutti il peso, che pu


costringere, dopo qualche decina di
foto, a fare una pausa. A chiedere un

break potrebbe essere anche la persona


che state fotografundo, che pu provare

fastidio agli occhi data la ridotta distanza operativa dell'anello luminoso.

E' un prodotto di qualit costruttiva

molto elevata, qualit che si ripercuote

direttamente sul prezzo: il Litepad


Loop costa 923 euro nella versione

Pro, e 587 euro in quella

base.

AJuta ad

ieneE fft

nel ritatto e nelb stil

molb particotad

llE

. Buono anche per b dprese vdeo


. ll melb Eo hafutb incluso
o Con le gelatine

colo

satomate si

pu Cambiare la tempeatura di colore

si allmenta anche con 8 pil AA

o [a po.tata limitata obbliga a stan vicinl


al soggetto da fotognfare

Qui sopra: l'illuminatore anulare a luce continua pu essere Usato con soddis.azione
anche nello still-life e nella macro. tn atto a destra: ii tn it|raIla
Lucrczie

Fesante

Ben costruito... ma cosiosol

gennaio 2013 - lotogralare -

73

po' di sano ai-da-te'


V, n]o"trialno come' con la modica somma di due soli euro e un
,,gabia d'illuminazione'' per iniziare a sperimentare lo still-life.

o pos"-iii"-"struirsi una

?st.' oi. li M.tltg yirili

'

o still life viene spesso con-

siderato un gencre fotografico costoso. Lo n:ahncnte?


Beh, se ci si vuole dotare di
attrezzatura dan'ero profcssionale chc
pcrn'retta di ['ar fronte lc sitllazioni di
fipresa piir disparate,la sposta sj- E
altr'cttanto \'elo per che pcr iniziare a
far_e loto di still-lit non sen'ono sin da
subito potcnti flash da studio, ingombranti soflbor, ombrelli e ampi lavoli
con base in plexiglass bianco opaco.
oue]la la dotazione base per r.rn [btografo professionista, ma il ti)toamatorc
che voglia solo Pare qualche eslrrimcnto
non hr Lla .tl.nden rttollo perarr i.

inlti

a qucsto genere btografico' anzi, ar-

rnanclosi di un po di pazienza pu farlo


('on lqrli\Jlnre Jel coslo di un llJnio

d p|zza!

La gabbia d'illuminazione
Per' gabba d'illrrminzrz jone (o tenda

luce chc dir si roglia) si intende

di

ur.ra

struttura semirigida rivestita di ttn tes-

suto bianco. Quest ultimo diffonde la


74

otooraare - !ennaio 2013

luce estema illuminanclo cosi

il

manieta

morbida gli oggctti .tll'intemo. E' uno


degli strumcnti pi utilizzati anche clai
professionisti pcr riprodun e piccoli oggetti e,'l anche il pi sempliec L.la [ar-i

da soli. La struttura poltante pud essere

realizzata ritagliando opporlunamcnte


una comune scatola di carlone c comc

se tra i tanti scatoloni purnti ad cssen:


impictosztnente gettati ce n' uno che
fa al cas<l nostro (questo ci costcr 0
uro), lal un 5all' ' Lla una cJl1aiiJ o ln
cartoleria per prcnder .- Lrn melr o quadl o
di carta velir.ra (0,30 euro), e aJmeno un

carloncino 50x70cm bianco da usarc


come fondalc (0,60 euro). Finora ab-

diffusore baster della sen-tplicc cana


r,elina. Carte di spessore maggiorr: non
fanno al caso nostro pcrch rischiantl
di non far fi]trare abbastanza lucc al-

I'intemo. Con]e fonclali potremo usarc


dei !arton.ini 50r70rm rbianchi neri
o colorati a nostra scelta), mentrc per

le luci potranno bastare due piccoli


ahlt-'oul (he Jorr'emmo gi arere in
, a.a. E meglio che lc lampadinc 'iano
clel tipo a incandescenza, oppure di

quelle a basso consumo progettate per


clare lo stesso tipo di luce de'lle lampade
a incandescenza, cosi sar t'acj]e bilanciare il bianco dalla fotocamera sem
plicementc selezionando l'apposito prcset. A conti fatti dobbiamo solo passare
al superrlercitto piir vicino per vedcre

Lit|qdulto

ryto,-

. 1 grosso scotolone" " " 'o


. -1 nq corlo velinc 30 ceni
. 3 cortcrPtni

5ox1&m

Torn r

1,E0

Lert

2,4O

Trovate uno s(atolone di dimensioni generose:


l nostro misua circa o Cm in altez7a.40 in

|aghezza e 40 in profondit.

Disegnate sulle pareti dello scatolone ibordi


delle "finestle'' Che bisogna aprie'

Con un robusto taglierino cominciate ad aorire


le finestre da (ui entrer Ia luce-

La prima finestra stata aperta' ora bisugnd


npetele l passaggi per glj ltri lati' se avete
uno scatolone di quelli con le alette non bu-

cate il retro.

Noi abbiamo trovato uno scatolone con il

fondo costituito da un unico pezzo, dunque


abbldmo aperto una finestrd anche sul etro'
utile se si vuole invertire la struttura.

Ritagliamo deifogli di carta velina della dimen-

sione delle varie fucce e attacchiamoli all'interno con Io scotch, cosi da avere I'interno
completamente bianco.

\\

Nel frattempo itaglialo icanoncini 5ox,7o in

modo che si adattino ad essere usti (ome


fondale della nostra gabbia di luce.

Cosi dovrebbe presentarsi la gabbia a copertura ultjmata. ola manca 5olo jl fondel

Applichamo ilfondale con dello scotch. Per rimuo_


verlosenza rompere la velina. applicate pdma un
po dr nastro sulla velina stessa. Su quella zr..rna
attaccheremo lo scotch che tiene il fondale
gennaio 2013

otogafare

75

biamo speso solo 90 centesimi e abbiamo gi tutto l|occorrente per realizzare


una basilare gabbia di luce latta in
casa! Se non ci spaventa l'idea investire

1,2o euro in pi, potremo acquistare


altri due cartoncini 50x70cm, uno nero
e uno colomto, per variare di tanto in
tanto il fonde. Abbiamo poi bisogno

di una taglierina, un paio di forbici,


una riga e una matita. SuPPonendo
che queste ultime cose le abbiate, la
spesa totale per l'intero progetto 2

euro e 10 centesimi. Onestamente crediamo sia un investimento che possa


per.rnetlel\i chiunque, dunque non si

ca pi che per fare still-life bisogna


investire cifre mostruose!

Ma i risultati?

;;;;:;;;i; l;;"

pubblicit'
d te qualti die'tro il soggetto' Sembra quas pronta per una

Ok, direte voi, in queste pagine vediamo


come bastino pochi spiccioli per dotarsi
di rrna rudimentale gabbia luce, ma

i risultati sono accostabili, senza fare

figuracce, a quelli ottenibili con attrezZatura di pi allo [vello? Noi crediamo


si, anche se con evidenti limitazioni'
I'a prima che non possiamo abbassare
la potenza della nostra lamPada (a
meno di non collegarla a un potenziometro, andando per cosi a modificare

non solo l'intensit della luce, ma


anche la temperatura colore) e questo
si traduce nella necessit di ontanare

la lampada dalla parete della gabbia

per abbassare I'intensita luminosa, otienendo per al tempo stesso un'illuminazione ancor pi morbida, che ma-

gari non era quella che cercavamo.


Una soluzione, di certo non comodissima, pu essere quella dotarsi

due o tre lampadine diversa potenza,

per far fronte a varie situazioni. Altra


limitazione la difficolt di ottenere
un colore di sfondo dawero uniforme,
per a della grana caratteristica dei
cafioncini che usiamo come fondale'
Per etare l'effetto grana facciamo attenzione innanzitutto ad acquistare
fogli lisci e sorraesponiamo leggermente
quando possibile. Na eta comunque

di sfruttare la grana dello sfondo a fini


destra: at di l della diversa direzione
luci usate nelto studio professionale
isoetto a auello casalingo, possibile no-

dette

taie come anche con mezzi rudimentali sia


Dossibile ottenere una buona luce diffusa
'Der
lare riproduzioni di piccoli oggetti
'come
ousto compatto olympus zuiko
SOmm f / ,8 Per rellex OM
1

76

lotograa

gennaio 2013

@ngono

etfetti coinvolgenti'

>>

creati' D momento ch, risaputo,


un'immagine ve pi mille parole,
forniamo in queste pagine un confronto retto tra una foto fatta lo

l8-55mm... PER0H ilo?!

stesso oggetto usando prima un tavolo


da sti]l-life e due flash da stuo fh:si
rispettivamente da rrn ombrello ( tre

quarti) e da un softbox (dl alto), poi


la nostra gabbia fai-da-te con due abat-

jour posizionati lateralmente. Il raggiungimento un buon risultato co-

munque dipende molto dalla conffdenza


che si ha con i mezzi a sposizione e
dal saperli sfruttare al massimo irrtemo dei loro limiti. Facciamo un paragone con fotocamere e obietti: con
una entry-level APS-C e uno zoom tuttoare tipo l8-200mm, non puoi pretendere avere un'ottima qualit immagine se scatti notte a mano libera
a 100 ISo e per giunta a tutta apertura
(per quello esistono le fr.rll-foame e gli
obiettivi fissi " classe'') ma si possono

fare paesaggi diurni che hanno ben


poco da inare a quelli scattati con
l'u]tima reflex 24x3mm da migliaia
i

l.

eum, purch il fotografo usi la sensibilit

ISo pi bassa e chiuda il afuamrna a


un vore intermeo. Cosi, con urra

gabbia di luce autocostruita faremo sicu.ramente fuonte a un numero situazioni fotogafiche inferiore, ma qualitatir,amenrc i risultati saranno comunque
buoni se sappiamo usa_re con sapienza
quel poco che abbiamo.

Non solo still-life


Leconomica gabbiadiffirsore che ab_
biamo irrsegnato a costruire pu far co
modo anche al fotografo non direttamente interessato allo still-lfe ma che
magari deve rivendere parte della sua
attr'ezafuIa su eBay o a]tri siti arurunci
e ha bisogno di menere on-line foto che

mostrino nel miglior modo possibile


l'oggetto o gli oggetti che intende mettere

in venta. Gli acquirenti sono solito


maggiormente ben sposti 'acquisto

di prodotti che siano presentati con

delle buone fotogafie.

Conclusioni
Con rrrr po' dl pazi,enza e pochi sol
possiamo cominciare a fare i nostri
primi esperimenti stillJife. ouando

vediamo che

il gioco ci appassiona

vogliamo di pi, siamo sempre in tempo

per acquistare un'attrezzatura vera e


propna.
I

La tazzina bianca su fondo nero che spesso fotograliamo nette nostrc prove. Contrastando
un po lo stondo sulta suficientemente buio da far risaltare il sogseio.

Se di fui-da-te proprio non volete


sentlrne parlare, ma votete lo stesso
awicinarvi allo still-life rsparmiando,
potete orientarvi sui molti kit
economici che comprendono una
borsa con gabbia di luce rchiudibile,
due piccole lampade alogene e un
supporto (non molto robusto, ma c)
per la fotocamera. Per chi fosse
interessato ne abbiamo testato uno
prodotto dalta Phottix su fotognfare
di ma]o zotz.ll prezzo di soli 7o
euro, e considerando il futto che
una soluzione tutto compreso e che
fucile da trasportae pud dawero
rappesentare ualternativa pe chi
allo stesso tempo sia pigro che...
squattrinato!

gennaio 2013 -

fologralare,77

a percezione di quanto abbiamo intomo a noi pos-

sibile grae alla presenza

della luce, naturale o afiificiale che sia; altrettanto si pud affermare

a proposito del processo fotografico,


che si awe della luce per impressionare I'immagine sul supporto sensibile.

La quantit, la quit e la direzione

della luce rariano in rnaniera consistente


durante la giomata, non influendo pi

di tanto sulla percezione siva umana,


ma molto dal prrnto sta fotografico:

non basta avere a disposizione tanta


luce per realizzare una buona fotografia,
quanto piuttosto saper sfuuttare in maniera adeguata 4le1 determinato tipo

luce. Dal punto di vista fotografico

occorre dunque analizzare i tre fattori

sostani che condizionano il livello


di riuscita una fotografia: la quantit

di luce che influisce direttamente sui


parametri che determirnno l'esposilone

78

lotolralae

- gnnaio

2013

(tempi, diafiammi e sensibilit); la quaIit della luce, legata a posizione del


sole (ci limitiamo in questa sede a considerare la sola luce naturale, quindi il

"colore" della

luce

proveniente dal

sole); la rezione della fonte luminosa


(l'incidenza dei raggi luminosi rispetto
al soggetto fotografi co).

Fattori variabili
In condizioni in cui iJ cielo privo
della schennatura costituita dalle nu-

vole, gli ultimi fattori si relazionano

reciprocamente, in quanto ad una de


terminata incidenza dei raggi del sole
corrisponde urla camtterisca cromatica
ben definita (esprcssa attraverso la tem-

l'intensit

le caratteristiche cromatiche

originarie, ulteriormente alterabfi dalla


presenza futtori climatico-ambientali
come nebbia e smog. Iniziamo dunque
a valutare le condizioni di ripresa in
presenza luce solare ed in assenza
di nubi, per passare successivamente a
valutare l'incidenza quei fattori che

finiscono per interferire sul percorso


diretto, terandone gli effetti sia dal
prrnto di sta del]'interrsit luminosa
che della resa cromatica.

La temperatura di colore
Lawento della tecnologia digitale ha
segnato l'inizio di un'em improntata
sulla semplificazione, dove I'adegua-

e lariaoni

della tempemtum

peratura di colore)' che pu rutlavia


variare in maniera pi o meno consi_

mento

sottolineare inoltre che la luce solare


che ariva su] nostro pianeta ene filtrata d'atmosfera, la quale ne varia

sizione di un filtro di conversione davanti 'ottica, ma semplicemente attraveno spositi insiti all'intemo del-

stente a seconda della stagione. Occorre

colore non awiene pi come in pre-

senza della pellicola attraverso l'appo-

l'apparecchio digitale stesso, controllabi]i direttamente ataverso urla ghiera


od un menu e le relative imposuzioni.
Ouesto significa poter effettuare riprese

nelle condizioni pi sparate durante

]'arco una giomata senza doversi


portare appresso un intero set filtri
dal diametro variabile a seconda della
filettatura delle ottiche in uso; con il
gitale, sufficiente vutarc le conzioni operative per impostare, tramite

icone o valori numerici, la coretta


temperatura colore. Per semplficare

il

concetto, potremmo afferrnare che

la temperatura colore non esprime

tro che la consistenza cromatica della


luce: non a caso nell'esperienza ree

siamo portati a considerare calda la


luce del amonto, cosi come pi fredda

quella sorgere del sole, attribuendo

di fatto a]la tonalit cromatica una


qut assimilabile

al concetto

tem_

peratura. Nella realt fotografica, tuttavia, la temperatua di colore attribuibile alla luce in presenza un tramonto si esprime attraverso un vore
numerico pi basso rispetto a quello
riscontrabile in altri momenti della

giornata. A fTonte una temperrtura


pari a circa 3200K (K sta per keln) ci

troviamo

in presenza di quella

che
ene definita comunemente luce dalla
tonita calda, ment in presenza della
luce fredda proveniente da una uniforme copertura nuvolosa ci troamo ad

La nebba,.la foschia,

il pulviscolo e lo smog agiscono come ve e propi iltri, altenndo n


maniera pi o meno marcata la quantit e ta quatit, ossia la tementura di colore, detta
luce che liattnversa (85mm 1/640sec t/7,1 tSO t1O).

avere a che fare con una temperattra


pari a circa 11.000K. Come abbiuno
visto, nel corso di una giomata di

riprese fotografiche ci troveremo quindi


non solo a dover adeguare l'impostaone della temperatura colore (dbra
in poi TC) 'emissione luce solare,

variabile in frmzione della posizione


della fonte luminosa, ma anche alle

condizioni meteorologiche del momento, ed in particolare alla consistenza


ed alla collocazione delle nubi: appare

edente, di conseguenza, come unimpostazione della TC fissa su un de


terminato valore (ad esempio luce so-

lare) durante lo svolgimento delle riprese, non apparc sempre opporttma


fini una adeguata riproduzione
dei cromatismi presenti sulla scena inquadrata,

ll test
opportrrnita un test verifica,
utile a coermare quanto detto, appare
quin tamente racmmandabi]e, ste
le variabili in ballo in grado di conzionare pi o meno pesantemente il risultato fotografico fina]e; se iatti, da
una parte, il funzionamento del nostro
apparato sivo nel suo insieme (com_
prendente anche il processo adattamento a] variare delle conzioni am-

bientali operato dal cervello) tende a


rendere meno apprezzabili le variazioni

cromatiche riguardanti Ie fonti lumi-

nose, il nostro apparecchio fotografico


registra impietosamente quunque al-

lerazione si verifichi rispeho e im_


postazioni in essere. Dall'ba al tramonto, l'entit de]la variazione di
quella che potremmo per semplicit
definire quita cromatica risu]ta essere
certamente non hascurabile: la verifica

19 Orcs.elza di una velatura nuvolosa del cielo funge anch,essa da filtro, diminuendo
l'intensta della luce solare ed attenuando conseguent;;nie a;iZ t.-o.i]
rr"ai rordo
della tone proiettata sulla parte delta acciata cn i nen| 8i- l Iaoo"eihb
so t oo1.
1l

di detta consistenza e quanto questa


possa influire suJJa resa dell'immagine
pud alvenire reizzando a]cuni scatti
nel corso di una giornata in cui il sole
srrlti privo della schermatura operata
dalle nuvole, effettuando le riprese tematfuamente con l'impostazione della
TC su "luce solare" e sulla lettura diretta
della luce in tempo reale: questa opone, offerta dalla maggior parte degli
oennaio 20'l3

lotogae-

79

dei raggi solari e la conseguente TC,


ci troveremo in presenza di variazioni
indotte dalla schermatura costituita
da corpi nuvolosi, i quali fungono a
Lutti gli effeni da pannelli ffusori in
grado di alterare le caratteristiche tipiche un illuminazione diretta come

quella dei raggi solari, spostando la


TC su valori pi elevati di quelli corrispondenti alla luce solare priva di
interferenze.

ll mix: diretta e riflessa

ln ouesta immaqine iorcsa con l'impostazione delh tempentura di colore su sole dirctto

pi
i|';) appare viaenie come ta tonlit della neve presente nelle zone in ombra lisulti
iredd i'quelta esposta direttamente at sole, introducendo nell'immagine una dominante
bluastra (100mm 1l250sec 10 ISO 125).

apparecchi evoluti, ci mette in grado


di valutare esattamente la TC della luce
presente al momento della riletazione,
permettendoci

adeguare il settaggio

campione, effettueremo quin la rile_

lazione dopo aver impostato Lapposita


modalit, generalmente definita premisurazione manue: futto ci passeriprendere un soggetto investito

dell'apparecchio in maniera tale da ot-

remo

possibile le condizioni in essere

per poi procedere a conlrontare l'immagine ottenuta con quella reizzata


poco prima con la TC settata sulla

tenere rrna riproduzione

il pi fedele

momento in cui effettuiamo le riprese,


libera da dominanti cromatiche estranee. La rilevazione di c sopra ene
effettuala servendosi un canoncino
od tra superficie bianca, in grado di
riflettere la luce originale senza appor-

dalla luce proveniente dalla stessa fonte,

modalit luce solare. D conronto


delle due immagini emerger come

L'illuminazione nell'ambiente naturale, cosi come la percepiamo, non


frutto solo del]a luce rettamente
proveniente dal sole, ma in linea di
massima frutto di un mix tra la luce
diretta e la luce riflessa, presente o!'unque in misura variabile a seconda del

contesto in cui operiamo: generalmente, in assenza di nubi, la luce diretta quantitativamente percepibile
come superiore a quella rillessa, in
quanto quest'ultima ri$r]ter attenuata

in funzione dell'indice di riflettanza

dei corpi da essa investiti: in linea generale, le tonalit del contesto in cui
presente i] soggetto possono influire
in maniera pi o meno marcata, svolgendo tramite la riflessione della luce
l'importante funzione di attenuare le

ombre che la luce diretta genera sul


soggetto.

tare variazioni cromatiche; qurrnque

l'approssimazione indotta dal setlggio


generico risulti meno credibile rispetto
alla maggiore fedelt colori offena

risultato della misurazione stessa. Inquadrando pienamente la supeicie-

altretlanto efficace in tutli quei casi


in cui, oltre a variare l'angolazione

riflessa, induce generalmente a trascurare un parametro essenzie dal punto

altro colore indunebbe infatti una


propria dominante che tererebbe il

Sopra, a sinistn: con il sole al tnmonto,

dal setlaggio "su misura". La medesima


misurazione si riveler edentemente

al!'intensit detta luce; in presenza di cblo sercno le ombre genente


gamma tumnosa (52mn1llooosec fl4,5 lso 8o).

80 - lotognlare

- gennalo 2013

Da dove?
La presenza della luce ambiente,
frutto un mix tra luce detta e luce

vista della resa formale dell'immagine:


I'angolo d'incidenza che si derermina
tra la sorgente luminosa ed il soggetto.
Come abbiamo sto, la luce diretta a
prevalere nella maggioranza dei casi,
determinando sostanzialmente la resa
fotografica quanto oggetto delle
nosbe attenoni. Riferendoci a sorgente rappresenraLa dal sole, possiamo
osservare come nell'arco della giomata,
oltre al variare della TC, awemo modo
assistere a variazione dell'angolo

incidenza dei raggi solari rispetto


alla superficie terrestre: 'a]ba ed

tramonto aumo un'angolazione ridotta


dei raggi, che comporter ad esempio

un'illuminazione tenue, pi uniorme


morbida nel ritratto, menEe al con-

nrario, durante le ore centrali della giornata, l'angolo incidenza elevato comporter una provenienza dei raggi d_

l'alto, con una conseguente presenza


di ombre nette, ad esempio molto pi
edenti srr] viso di un soggetto. Da notare che la flerente intensit dei raggi
solari doluta allo "spessore" dell'atmosfera terrestre che gli stessi devono

dante lbmbra; pur fotografaado in pre-

senza luce solare, la suddetta imp<>


stazione si rende necessaria infatti

quando il soggetto si pone a ridosso


un edificio od un tro elemento che si

foappone tra la fonte luminosa e lo

slesso. Assimi]abile in linea massima


a condizione in cui i] sole schermato
dalle nubi, la ripresa in ombra comporta
la sola presenza luce indiretta riflessa

questa condizione comporta conse-

guentemente urta ridrrzone della densit

delle ombre, a tutto vantaggio della

migliore leggibilita del soggetto. A questo punto ci pare opportuno sottolineare

come, da sempre, sia nella fotografia

su pellicola che in quella gitale, la

cosa pi difcile da rendere, e quello


che rcnde una foto dawero professionale, sono i particolari nelle ombre. t
>>

Un'immagine

cantteizata da un giusto

equlbno crcnat]co e d $posiziorle' e Driva


co'as eccess/v1 data da Una sorente

lumnosa sunqentgnq1te intensa cli- Dero


non cf,pis['- diatbllr'1,/ soeEl': /h qfusb
manlera le ombr risultano notevolmente
atten.uate e al lempo stesso tutti i dettagli
nggUngono un alevato livello di laooibiti-t

F2nw 1/10Mf/2,7

tSO 1O0).

TEST: DlBEZl0l{E E TEMPEBAIURA DELLA IUCE

attrar'ersare, che sulta pi consistente


quando l'angolo di incidenza ridotto,
come 'alba ed al tmmonlo, e assai

meno consistente quando I angolo di


incidenza maggiore, come durante le
ore centrali della giornata. La prcsenza
alu'i httori pu incidere ulteriormente
sbttenr.razione dell'intensita luminosa
solare. Basti pensare a come, utilizzando

un teleobiettivo per fotografare soggetti


posti a stanze e|evate. |'immagine ri-

sulti penalizzata da compressione

ottica del pulscolo atmosfeco, della

foschia o della ssene trasportata

dal vento, che si interpongono tla l'apparecchio fotografico ed il soggetto;

questi stessi elementi sospesi nell,aria


possono determinare urn sorta di fil-

traggio della luce, caFace determinare


una riduone imporlante dell'intensita
dei raggi che li attraversano.

ln ombra
Parlando di luce, ene inevitabile
parlare anche di ombra e di quanto

essa influisca in ambito fotografico sul

variare della temperarura di colore ri-

spetto alle riprese in pieno sole. Chiunque abbia un minimo di dimestichezza

relativa ai settaggi delle fotocamerc sa

che tra le varie impostazioni rclative


ne esiste una specifica riguar_

a TC

gcnnalo 2013

ologratalo

bbiamo messo in apertura


una famosa foto del 1926
Man Ray a Kiki de Mon-

tpamasse (Alice Prin), Pro-

prio per rendere omaggio alla fotografia tradizionale, alla pellicola, all'arte che, come scrisse Arrigo Boito,
era nata "da un raggio e da un veleno". Questo libro presenta il lavoro
di venti grandi fotografi con storie
ed esperienze professionali diverse.
Tutti i nomi selezionati hanno segnato
la storia della fotografia inaugurando

nuovi modi di vedere, svolte epocali


da cui non pi stato possibile tornare indietro. Da Henri Cartier-Bresson a sebastio salgado, da Gabriele

Basilico a William Klein, da Man


Ray a Walker Evans, da Robert Doisneau a Martin Parr, da August Sander a Peter Lindbergh, da Robert
Mapplethorpe a Herb Ritts, da Margaret Bourke-White a Steve Mccurry,
da Robert Capa a James NachtweY,
da Elliott Erwitt a Helmut Newton,
da Mario Giacomelli a NobuYoshi
Araki: I'esperienza di ognuno di loro
82

ot00aae- lsnnaio 2013

Un volume dawero
nuovo nell'ideazione
e nella realizzazaone:
Roberto Koch ha
raccolto una vea e
propria antologia
della otograia'
presentando le
immagini dei pi
grandi maestri come
delle autentiche
ope1e d'ae.

fa ormai parte del nostro bagaglio sivo. Il volume, curato

da Roberto Koch, contiene


testi critici inediti, riproduzioni perfette, note biografiche accurate e citazioni d'autore. Le venti

monografie rappresentano un omaggio ad allrettanti "maesrri della visione" e un contributo Per comPrendere il valore di un'esperienza, come
quella fotografica, diventata linguaggio comune, a volte alto, lirico e pro-

fondo, della vita contemporanea.

>> SGHEIIA LIBRO

BOBERT MAPPLETHORPE
ll diavolo in corpo
Nasce o New York nel Queens lunedi 4 novenbre del
194. Lo foniglia cattolica osservante di origini
londesi, Robert ilteEo di sei flotelti. cresce o Floral
Pafu, o Long lslond. Nelld ptimavero del 1962 conosce
Potti Snith, all'epoco uno giovone rogazzo spiontoto
oppena orrivota o New Yolk, con lo ereo intenzione
di diventore una poetesso, e se ne innamoro. Vo o vi-

i.

verc con Patti primo in un appaftomento in Hall

Street,

successivomente ol Chelsea Hotel.

due con-

dividerunno lo ston2o de!!'olbergo per olcuni anni,


prina come omanti, poi come semplici anici, rappofto intimo con Potti uno dei pi inpoftanti per
Ro.beft, che lo fotogroe spesso negli onni
fto it 1970 e il ry7j' oat 97o,
inzio 0d utilizzore imnogini fofte con uno Poloroid' l lovor n -Po!oroi'so'ronno
negli onni del gronde successo pet essere poi riscopetti
.dinenticoti
dopo lo suo.nofte. Esiste, foBe, un punto nodale nello vito di itloppletiorpe
che segno definitivamente il suo interesse per lo
fotogrofio, lo ripona pxi
snith nel suo libro 1ust Kids" : "john (McKendry) ave;o ,rr"rro ,orrrc
blindote che custodivono l'intero co ezion.? ?ogrofr:a d:t nuseo " n4ow, in grun pale
0I
ma espo'ta ol pubbtico.
Avere iI pernes,o d sollevare lo velino dolle otogrofre, di toccarle, e
Jorsi ui:iaei delt ca,t,
artto ,oro
fece un'enorne impressione su Robeft; studi fut7o con lo nossima ai"rriori ]7o ,o,to, to srituppo,
"
to corpoiiiire
e-l'intensiti dei neri,' tufto questione di!uce,'disse." uelry7j-la pio i'iro p"oorot", ,,Poloroids,,,
presso la Light
Gollery di New'York. sempre nel .p73 Robet ocquista uno Gii1ex'4x5 po i;i
c;; o'o Poloroid. sor'iloi'trtr;g1;;
o Robefl la'pino.Hosselblod, ne! t975' Lo nuova mocchino conseri1'
uopptetiirpe ilcontrcllo dello sceio ri" rori
cercando E con I'Hosselbold che produce le centinoio di copolovoti cne b iidiraino
Jonoso, prino ilcontroverso -The
X poltolio'', una seie di rotogrofre sddonoso, poi gli innunerevoli ritrani
di pi;oDoggi 1onosi, di tiso tyo, ;;;flr; k
notule norte. Non contento delle quolitd ornol ottenute con il medio
fotato e i!-sipiert"' uso a"itrir,
stamp.a le sue fo,to in grandi formoti e con tecniche ruffrnote e costose,
stonpi ol plotino e te inserisce in iiseii-iii
conpletono l'effetto di grunde lusso. Mapplethorpe niuore ai ltos il9' non619a9.
Gti occonto Pofti snhh.

irit;iiiti

iiiiii

ll nudo
maschile

diventa...

leonardesco!

Thomas,
1987.

@ The

Robed

Mapplethorpe

Foundation,
New York

PETEB Lll'IDBERGH
ll nuovo ashion-look
Peter Lindbeeh, pseudonimo di peter Brodbeck fte.
szno' 23 novenbre ry4d, un fotogrofo di modo te-

desco. Noto a Leszno (Slesio) si trosferisce a Duisburg


per ,tudiorc ofte, nel ry78 s tra\ferisce o earigi
e i

concentro sullo fotografa d noda, in quel priodo


fotogrofo nolle top model cone (hristy Turtington,
Kote Mos, Noomi canpbell Lindo Evongetia: Eva
Rkcobono, Cindy Cruwford, Stephanie Seynour, tso,
bella Rossellni, Nastossja Kinski e roano PotixMolti suoi lavoli sono opporsi nel ogozine yogue e
tn tviste come i4anb Clore, /ntetui?w e Harpel,s Bozaar Ho pubblicoto due libri: rc Women by peter In,
dj:,,:!| (:99 e Peter lhdbergh: lmages of Women tzooq) h
toiigrifo
clell'eclE@ne 2oo9 del celebre colendalio Dlbul du
Peer Lindbe;gh'
pi
i
grandi
fa
fotogrqfi di modo de! nostro seroto.'lade.
te sue innogniiinri
plasmato non solo lo otograio di modo cone genere,
na la nda stessa,
tanto che'qulndo s po o di nodo gli editor pe, iaentifrcor"
un c",to

i-ii-ii

cono 'ollo Peter Lindbergh,,. Guordondo indietro net ienpo tina\ergiio


ri.
voluzionot.o.completonente il !inguaggio de a
fotojrofia coilielrc-ia,e

gettando Ie basi per tult quell che sono venuti dopo di


Iui.'Tedei1o' abbondona Io ,cuolo prcso, il suo prino interesse ta pittura, net ;7iiiiii-rorrr"
,one assistente del fotograo Hons
Lux
Dusse'ldoi e due anni dopo apre un,o studo tutto suo'di
,o
fotografii liinerriote nello citta fudesca. Quondo
LindbeQh si owi.ino allo otogrdfro di modo siono ollo
Jine aeigliiir-ii iira*ro artepoco l'eccesso in tutte
le sue forme, il nodello che 5i propone solo uno: estoatisn'ieii,
iir|r'"'riro gtorororr. A questo eccesso Peter
ri'ponde,con un^'estetico cineoogldica pulita, mininolista,
*trr"--o|
senpre efoftlessly chic che di.
uenter la suo ftrmo, suoi rierimenti sono colti e le nodete
sotn, ,ttti i' iirggirrenti spontonei. Lo sua uno
fotografro prevolehtemente ih bionco e nero anche se non disigio ii ,ii"ii.i"t",
e it sotogroo delle top node! do
Lind: E.van?elist? yooni carhpbell, christy Turlington, stephane
sey-iri" ,oro porrate dol suo obiettivo, no
!
-Moreou,
onche tonte ottrici, rd cui ld ;uo preferito \eonn"
iitroxo in rtiiio''ii bellezzo onche 5e ottontenne.

iirpo

Fashion &

Metropolis.
Lynne Koesters.
Comme des
GarQons, Pargi'

19U.

Peter
Lindbergh
@

gonnalo 2013 - oto!aare_ 83

ELLIOT ERWITT
Parigi val bene una toto
Elliott Evitt, ol secolo Elo Romano
Elwitz (Parigi, 26 luglio ,928), un
fotoqrofo roncese speciolizzoto in
fotografro pubblicitario e documen'

taria, noto per i suoi scotti in bionco


e nero che rtroggono situozion io'

niche ed ossurde di tutt igiorniSegui lo stile di Heni Cartier'Bres'


son, noestro nel cogliere l'attino
decisivo. Noto a Potigi do genitori

ebtei di origine russo, visse in ltolio

ino ol 1B8. Lo foniglio enigr

neqli Stoti lJniti d'Anericd nel 1939 o couso del foscismo'


otogroia ol Los Angeles city college dal
Q E*itt
'trdi
fo sociol Reseorch
{,42 al ry44 e cinemo a!!a New
'chool sevi !'Esecito anercono in Fran.cio
it rgl,a'ot' igso. nn'inizio degli anni'5o

e1i:6:yonia c:!:::,i:::y:.!::|:,:*

stryke. Quest'ultimo,
iii'"iii|r1"-iiiiriiittii ai otografr fanosi come Edward s.teiche.n, Ro.beft capa e Roy
per ldvoare su un
i,tiir'iinion del diportimento di fotorofi dello Form security Adninistration; assunse Erwitt
Iovorondo per
di
inizi
la
carrierc
periodo
reelonce'
questo
|otogroo
opo
oi!'
)i*io'ro,torron- ier lo stondor
palte
dello pre'.
o
ent
Nel
ar
ry
i;;';;;;ri;l;rii";:','iroi,-t,k ttotiary o p"iaziende cone Air Fronce.e.KLM. gli permi,e
progetti
di
intrapren'dee
e
che
visibilit
gli
molto
don
che
;;;;;;';a;";;;; M;;;; bitor, orroro'.ire
quali
sono
i
i
cani,
sono
carriera
sua
nelld
ho spesso fotografato
i]iri'n ,rno irondo. lJno dei temi che Ewit
Dogs (2oo8).
(2oo5)
Erullt's
Etllott
(1998),
e
Wo'of
(lgzr|),'
oog
ogs
ifaich
Jiti ig"tto qrottro dei suoi libri: Son
lungonetroggi, spot televisvi,
ii'r'zZ-i'i ira|irrto gon palte delle sue'energie !'ono ae1 cinema, reali'zzondo
dello ,torio de|nostro
gli
sei
decenni
giornolistico
ultimi
pigtio
con
roccontito
ho
aoriirtiri trtr' Eitt ion solo
pil trogici e quelli pi! divertent.i de'llo.vito
gti
ospexi
"
ho
iaputo'cgliee
no
contenporaneo,
cjvika
e
della
mondo
Richad Nixon,.
ol suo obieftivo. Do Jacqueline reinedy a uorilyn Monroe fino a che Guevora e
a
Ie celebritd che compaiono nel,
ftnnrafoto durante un concitoto dioloqo con iikito Krusciov ne! 95g,iono numerose
posa uno sguordo ol''tr'', tempo tagliente e pieno di enpotia, dol
tit
" del ivere quotidiono, m0 onche lo suo complessit'
!'konia

ii

ii, iiirito

ta i temi
ricorrenti di
Ewitt, squarci

indimenticabili
della sua citt
natale.

Parigi, 1989.
@ Ahot Erwitt/
Magnum
Photos

fr-*

':;::;|;;;;;;;; iri,.

iiu

;;,;i";;otrri;; "o, '"Itonto

GABRIELE BASILICO
Architettura che Yive
BosIico, noto a Milono nel 944,
uno de pi noti fotograi itoliani.

Dopo qli studi in architetturo inizio lo


professione di fotogrofo dedicandosi
allo fotoglo\o di poe,aggio e pi in
polticolarc ollo fotogroia di or1hitet'
turo e urbonistica Ho lovoroto, nel
corso de! tenpo, su divese ctti: da
Milono o Beiut, do Bolzono a Ber'
lino;

pino

e unico itoliono, fro I'oltro,

o paftecipore, nel 1984, olla Presti'


oioso missione fotogrcfico froncese
'Dator.
Le nostre e i libri di Gabriele Bosilico costiluiscono

semore un importonte momento di riflessione sullo fotografro


pesoggio' to sua iceca che spo?ia ben ol di li dei Confrni

ii

dillo n Jotografio documentaria, , infatti, un punto di

L'effetto

"miniatun",

detto anche "tilt


& shift"'

diventato
l'ultima

passione di
Basilico. Rio de
Janeiro, 201 1 .

Gabriele
Basilico.

84

i'

ferimenb ;bbliolo per quonti oggi si oc1upano di fotogrofia


'e
(L'
di urbonistic. tn una intevista Bosilico ho dichioloto:
ceto che io foccio fotogrofle in relozione dl principio e al'
.vilione". ln questo ilenso io sono pienanente otografo. Ma onche veo che lo fotogrofio'
l,espeienzo estetico della
'"-ir
pe
io iiirnj tirpo, o tro, aiitto, 'iel nndo del!'are. sono Convinto
roti ron" tingroggio' e
usore'lo

coso
uno
"noto
un'idea trcppo riduttivo:
che un'unitd dello [otogrofro ret gronae io7iio dello rterca oltistico
un'instollozione), un'oltro
ror" tnb*gi pe, crrnicoi"_in,if"ii ,orr"pit, i, .odo'diveRo.lper esenpio
recuperc una 'lentez2o
edute,
sue
nelle
Bosilico,
;eak,'
h
int"rpreto'rioto,
i"r;rr" ootoofrcor"nte,,
che, ottraverso lo suo
''contemplazione"
propon.e-no
porticolari,
i"ioiiorar': ,i" g prnett" ai cogti"i5 i-iinini
de! reole' Allo suo ricerca dei no'
pe'rcettio
copocit
detl
s,ulpeiore
i
imiiii
ai
,ottoroici
iirira'rri-, ,i pi"ne
del concefto di non luogo' in un momenlo
i"|iii i ainrotta' aa territoro, nelb pspettivo,'in vio di offerrnozione,
precisore
iI senso di tante sue esplorazioni del'
,
ii"uo
a,'itiro
gtouat
;iri'o,i'r'
equiliri
iipiao_t}-ririor" oa
dell'identita urbana"'
ritm
i!
svolge
si
quondo affero che 'la cit i! teatro dove

foirio
;ii i
ii

t':oL|i"i,t,

olooralare - gennaio 2013

,rtono,

SEBASTIAO SALGADO
Gracias a la vida,,,

Uno sguardo dall'intensit che non

pardona. Paran, Bnsile 1996'

SebostiAo Salgodo (Ainors, 8 febbraio 944)

o sebaso sa/gado lAmazonas


lmages, Paigi

un otograo brosiliano'

che ottualnente vive a


Paigi. Dopo uno foma-

zione universitoria di

e accompognato da una mostrc pre,

econonista e statistico

decide, in seguito ad uno


missione in Aftica, di di'
ventore fotogrofo. Nel
19Zj reolizza un repor-

toge sullo siccit del


sohel, seguto do uno
condizioni di vita dei
Iovorotori immigroti in'ulle
Europo. Nel 1974 entro
nell'ogenzio Sygma e documento lo ivoluzione
in Poftogallo e Io guerro coloniole in Angola e in
Mozombico. Nelry7S entro a far pofte dell'ogenzia Gonma ed in seguito, nel ry79, dello celebre
cooperotiva di foto?roi Magnun Photos' Nel
1994 loscio lo Mognun per crcore, insiene a Lelia

Wdnick Solgado, Amozonos lmoges, uno strufturo


outonoma conpletomente dedicato ol suo lovoro.
Solgodo si occupo soprottutto di repoftage di inpionto umonitorio e sociole, consocrondo mesi, se non addiitturc anni, a
sviluppore e approfondhe temotiche di anpio respiro. A titolo di esempio,
possiano citare i lunghi vioggi che, per sei anni, lo podono in Anerico
Latina per documentdrsi sullo vta delle conpogne. Questo lavoro ho doto
vita ol libro other Ameicds. Durunte ilei anni successvi solgado concepisce e rcoliz2o un prcgetto sul lavoro nei seftoi di bose di dimensioni
monumentoli, che consta di 4oo pogine (r9B), trodottoin sette lingue

sentoto frnoro in oltre sessonto musei


e luoghi espositivi di tutto l mondo'
Dal 993 ol lgglg Salgodo lovoro sul

temo delle migrozioni umone. lsuoi


reportaqes sono pubblicot' con regolort' do nolte iviste intemazinolL
o?gi, questo lovoro pre,entoto nei
volumi /n Cammino e Ritrdfti di bonbh/ in comm/no, due opere che occompognono lo nostra omonimd
edite in ltolia da Contrasto, Salgodo
approda tordi nel mondo della fotografra, occupondovi subto una posi.
zione d primo pidno. Le sue opere, di
gronde bellezza formale, s ispirano o
quelle dei moestri europei, iltrate
per dall'eredita cukurole sudoneli.
cano. Esse ottirano l'attenzione su temotiche scottanti, come i dilitti de lovorotoli, la poveft e gli effefti distruftivi del!,econonio
di nercato opplicato senzo cofteftivi nei poesi in via di sviluppo.
Uno delle sue roccolte di fotogrufre pi fonose ombientotd nella
minierc d'oro dello Sero Pelado, in Brdsile, e docunenta in no,
nen eccezionole un obuso dei diritti unoni senza precedenti dai
tenpi delle grandi piromidi egizione.

HEBB RITTS
Tra cinema e totogratia
Noto nel 1952 o Los Angeles do una focoltoso faniglio. Co-

minci a prendere lezioni d fotograio, \eguendo alcuni


cosi'eoli, decidendo di dedicorsi oll'orte, La suo prino oc.
co,one si pre,ent nel 978 quondo scott delle foto at.
l'omico attore Rchard Gele durante una gitI ne! desero di
son Benardino, Heb e Richard si fermorono in uno stozione
di 5eryizio per conbiore uno ruoto oroto e mentre Richord
sostituiva ld ruota Herb ,catt delle foto ol!'oftole in jeons

e conottiero con le nani sullo nuco e lo sigaretto che pen,


deva dolle lobbro, Le foto vennero usate per pronuovere il
frln Aneicon Gigol e riscontrorono successo o livello na'
zionale grazie olle copeftine d molte liviste come New
sweek, Vogue, Esquire e Mddemoiselle tonto da prccurorgli ben presto delle
comnissioni,la pimo [u quella di franco zeffirclli per ritrofte gli otori diThe Chomp,
successivdmene lovor per Andy Warhol e L'lJofio Vogue. Nel 979 lo livista Modenoiselle si affid o Herb Ritts per otogroorc lo giovane attrice Brooke shields,
le foto furono talnente belle che una di quelle opporye sulla copertino di Elle !,anno
successivo. lI modello Mott collins Io present o Bruce Weber i due diventarono 5ubito omici, Nel 98r, Ritts reolizza le foto per !,atbum physicol di Olivia Newton.lohn.
Nel 984 otoglofo iI cantante degli Eagtes Don Henley pel il suo secondo olbum
soli'ta Buldng the Peted Beost e inconincio lo sud lungo collobolozione con Ma'
donno scottondo le fotogrofre per il frln Cercasi Suson disperatomente. Nel ,988
otogruosteve Winwood per l'albun Roll With It. Nel :98g otografo Belindo col.lisle
pel.l'album Runoway Horses. Nel luglio 1988 e nel!,ottobre
998 fotoglof cindy clowford per Playboy,
u lui insem.e o Gionni Vesoce a trosfornore le nodelle di que! tempo Noon conpbetl, Linda Lvonq:lkt9,' roan!' Potitz, cloudia schiffer, stephanie seynouL chri,ty Turlington, Helena christensen,
Kate Moss e Gisele Bndchen in dive e icone di bellezza. Fu il
fotogafo de! prestiqioso Colendorio
Pirelli nel ryD4 e nel 999, Dopo lo lungo asceso, al culmine dello ariera, nuore nel I')1LA Medicol
Center o Los Angeles, per complicozioni deivote da una polnonite, probobilmente tegoto oll,AtDS.

Vestito di Gianni Versace


visto da dietro, El Miage,
@

caliornia' 1990.
Herb Ritts Foundation,
Los Angeles

gonnalo 2013 - lotognta3 -

85

ADoBE PHoTosHoP ELEMENTS

La versione 11 di Photoshop Elements mantiene le sue consolidate caratteristiche' ma


rinnova l'interfaccia e introduce piccole novit
di Glauco Dattini
Baa dei Men (ontine i men
(he ipotano i Comandi di tutte l
opearioni eettuabili. l men sono
oganiuati pe agomenti.
La

[a finesta di anteprima Compende l'aea pi gande,


centale, dstinata alla visuaiizazion dll'immagine Che

si sta modili(ando e pemetle diopae sull'immagine


rn lo tL!menlo (oenlemente selezionato.

t:

'+

Pq
v
a
a

'9

a'

tl

T
q[

[a Baa deoli stUmenti Contiene


qli Umenii p la modiica
delle immaqini. E'oganizlata in
qUppi Che iUnisCono 5tUmenli
simili, pe aCilitae la
(ompen5ione e la epeibilil
degli stumenti stessi.

ln questa bara sono (onlenuti a sinisla l Comandi pe


vlsUali2ae le opzioni dello strUmnto selelionato
(oentemenle, pe annUllae Un'opealione. per uolae
|'immaqine, D s(eqllee il layout di visualillazlone
per paslare Il'orgarzer. A desta sono pesenti dei
tombndi pet accedere raprdamente a pannelli di
lequente Utilizro nel RaC(oglitoe Pannelli.

hotoshop Elemens ln software per elaborazione delle

immagini, prodotto da Adobe, rivolto pncipalmente

all'utenza amtoriale, perci detiene un


ottimo rapporto quit-prezzo. Infatti,
il costo notevo]rnente ieore a quello

del suo fratello maggiore Photoshop


CS. Nonostante ci, un programma

completo per

il fototocco, che ha in

pi delle procedrrre guidate per assistere


chi non un utente esperto. Ha inoltre

86 - ololnlae - g8nnalo

2013

molte altre funzionalitA per piccole


creazioni, come colles, fotomontaggi '
cartoline e altro, superflue in un programma professionale, ma utili 'utenza

di Elements, che pu divertirsi con


lavori creativi. La nuova release del

programma non inroduce cambiamenti


radicali, anche perch non molto lontana nel tempo dal lancio della precedenr edione. Laspeno dell'inter{accia
stato aggiornato e reso pi essenzia]e,

ir

linea con quello di Photoshop CS6.

L'aea a desla della linesa di


antepima ocCUpata dal Ra(co9litoe
Pannelli Ch Consent di oqanizlae i
Dannelll nell'aea di lavoo. t'possibile
spostae, nas(ondee, mostaee
idimennonae i pannlli se(ondo le
popie e5iqn.e.

noa aggiunte, alcune procedure


guidate come tilt & shift, per rendere le
foto simili a scene b miniarura, Ia vignettatura intenzionale, per dar maggior
peso al soggetto al cenno delle fotografie,
1a le

ed effetti high-key e low-key, per


creare composioni con preralenza
toni alti o toni bassi. Sono stati introdotti

anche nuo ffltri cread che ora includono anche Fumetti, Penna e Inchiosto, Romanzo a Fumetti, tre strumenti per trasformare le foto in illustrazioni. Tra le firnzionalit migliorate,
la tecnologia Photomerge, che corsente
di unire pi scatti, lo scopo ottenere

fotografie panoramiche, oppure combinare scarti miglio una serie

Q)ando si

accede a

Photosltop

E/eanents,

APE,

FT

si

impostazione
prcdefrnib,
questa
scl]p.m]'ta

intpduttiva,
che pe'nl-t'ie
dl sceg/ep
AWETE

se

I'Opaniar
o L'Editor.

per realizzare una luce ottimale. I punti


forti innodotti con la precedente edizione

sono tutti coermati, come la ricom_


posione delle immagini senza alterare
i soggetti chiave. Con questa

firnzionalA

possibile adattare le fotografie a qualsiasi dimensione, trrer esempio renderle


proponionate a una cornice, preserwando i soggetti principali de 'immagine
dal subire storsioni, in completo automatismo, o indicando con un pennello
le aree da mantenere inalterate. Cosi

come la fi.mzione di riconoscimento

delle persone, che identifica velocemente

i soggetti presenti nelle foto e consente


assegnargli un tag.

organizer
Photoshop Elements ripartisce le sue

firnzionalit in due applicati che sono


entrambi sponibi]i con l'inst'lla zione.
Allhwio, Photoshop Elements apre una
finesn'a di benvenuto, che permette di

La finestn dell'Oryanizer comprende a sinista il browser per navigare tn le cafte e de a


nccolta, al centrc la linestra dell'antepma' a destn il pannello per assegnare i tag alle
otognfie o per ittrare le immagini n base ai tag assegnti'

scegliere a quale delle due aree ]avoro

accedre: Lorganizer; un raccoglitore


e cenh'o gestione per otografie e deoclip, e LEdito4 destinato alla modifica delle foto e a un'ampia gamma
attivit creative. Lorganizer consente

di trolare, visualizzare e condidere i


files mu]timediali. Seleonando urra
foto, possibile modificarla in Photoshop Elemens, selezionando un video,
si pu aprire Premiere Elements, se

anche questo programma installato.


A desn'a dell'interfaccia si trova il pannello per la gestione dei tag, dove si
tovano i t9ge gi assegnati durante

I'importazione delle foto e procedure


automatizzate per assnarc de parole
chiave ai files -qfuilns.tiali. Oltre alle

La modalit a schemo inrc dell'organizer mostn I'immagine a pieno schermo


di effettuarc la corrcone npida e l'organizzazione delle oto.

e consente

g8nnaio 2013 - ologlahre

87

A sinistm, la

unzionalit di
iconoscimento
pemette di

intncciarc

autmaticamente

conente e di
assegnargli un

nella venione 1 l rimangono tr modita


di lar''oro, ma ora la selezione al centro

tag.

pemefte di
crc nmerosi
progetti, tra cui
gli album

otografici.
ra:r

Ll!4l .-

!ai!!!:!!i:ry ei=ra l

UEditor
LEditor l'applicazione per la conezione e la modifica delle foto. Anche

sotto, la modalt
Crea dell'Editor

*!P

lizzare online.

le pesone tn le
foto della

selqione

fbto su Facebook, inviare le fotografie


per email, condidere a]bum da r'isua-

dello scherrno: la Modifica Guidata.

che suggerisce dei percorsi da seguire e

ci guida con dellc istruzioni passo pcr


passo, per effettuare modifiche fotografiche di base, atti\.it guidate ed
effetti fotografici; la Modifica Rapida,
per accedcre istantaneamente alle corr ezioni piu comun i. come le corezioni
di colore e illuminazione, e la Modifica
Esperli che perrnette di accedere a tutti
gli str-Lrmenti disponibili, agli effetti,
a storia, per tomare ad uno stato
precedente dell'elaborazione, ai livelli.
Gli utenti gi preparati possono utilizzale
direttamente la Modifica Esperti, dove
trovano potenti stmmenti per il ritocco
delle foto. Si hanno a dirposizione, infatti, comandi di regolazione della lu-

minosit e del colore, strumenti

pe):

i' effettuare selezioni'


aggrungerc tesro e colorcre le immlginl.
Larea lal'oto Eqleni personizirabile

colTeglere dil'et

&!Ma

alfuo

rn'o'

consuete categorie

"*t*

secondo le pr oprie esigenze. possibile


spostare, nascondere o mostrare i pannelli a proprio piacimento. Larea sinisfia
dc'l]'i nter-faccia nella modalit Espeni,

ilhredlxl*

di tag troviamo

cosiddetti tag avanzati, che rappresentano attributi in\'iduati d'anisi de]


contenuto, come la qualit predefinita
(ta, bassa o media), la messa a fuoco
o la sfocatura, il livello di contrasto, il

momento (inclinazione, panning

e
scuro,
o
troppo
zoom), il troppo chiaro

il

numero di
Analisi Automatica verifica e assegna
automacamente dei rags e immagini
secondo il volto, la sfocatura, il livello
di luminosit e contrasto, il mosso.
Dopo l'analisi automatica possibile
aggiungere manualmente tri tags. La
persone. La funzione

firnzione Riconoscimento Persone con-

sente di rilevare automaticamente le


persone ralfigurate nelle foto e di assegnare loro un nome per ritrovare al-

l'istante un parente o un amico. La


funzionalit Aggiungi penione consente
di identificare le persone mediante
l'elenco di amici di Facebook e di con88

lotogralare

- gennaio 2013

trassegnarle nelle foto. La finestra di


anteprima si trova centro, e occupa
l'area pi grande dell'organizer. sotto
le miniature de]le foto possibile visualizzare i dettagli, in altre parole la
classificazione, le date e i tag parole
chiar e. Per amibuirr urn classificazione
in base al numero di stelle sufficiente
cliccare su] numero stel]e desiderate.
Sotto la firrestra anteprima presente

il cursore per regolare la dimensione


delle miniature. La sualzzazionedei
files multimediali pu essere impostata

in quattro nuove ste (oggetti multimediali, Persone, Luoghi ed Eventi).


Con il comando Fl

possibile passare

in modalit a schetmo intero' da cui


si accede rapidamente alle corezioni
fotografiche pi comuni. oltre alla
stampa delle foto, l'Organizer com-

prende numerose possibilit di esportazione, come la conl'isione su Adobe


Revel, SmugMug e Flickl caricare le

conliene il pannello degli slrumenti.

Sono presenti numerosi strumenti che

ricalcano quelli di Photoshop CS,


anche se oyr.iamente non ci sono tutti

quelli che ha quest'ultimo. Gli strumenti


sono raggruppati in modo logico, ad
esempio stnrmenti di seleone, come

la Selezione Rettangolare o il Lazo,

fanno parte del gruppo Seleziona, il


Pennello c la Gomma sono nel gruPPo

Disegna. Nell'Editor possibile una


completa gestione dei livelli e della
scelta del metodo di u'ione. Come jn
cs, possibile creare nuol4 livelli e
duplicarli, e sono disponibili liielli di
regolazione e di riempimento. Molti

dei hlrri presenti in CS6 sono anche in


Photoshop Elements. La Galleria Filtri
prrnene di a\ ere una rapida anteprimn

degli effetti prima di procedere all'applicazione' Il pr'rlsante Crea, in to a


destra dell intcr-faccia, fa accedere rti
comandi per rea\zzare creazioni personizzate quali album fotografici, bi-

>> REQUISITI DI SISTEMA

--;E_-

=-.------
-:::

*ii..:]

G-j Ea!-l

Photoshop Elements 11 supporta i


di convesione camera BAw 7.

frtes

RAW Quando si apre un

frte

RAW si awh

il

';-r

ptug-in

ry ry
j ru

auguri, stam1re fotografiche,


collages, presentazioni e custodie CD.
Per le creazioni sono sp,onibili numerosi layout, ulteriormente personaglietti

lnzablli.

Gonsiderazioni fnali
Photoshop Elemens 1 1 un softr.lare
completo, ricco fi.-rnzioni, ma semplice
da usare. Ir sue funzionit spaziano

dall'importazione delle foto e

ge-

t * lT.-.

SSffi EE

stione dell'archivio, passando per lbttimizzazione e la modifica, fino 'espor_

ln Photoshop Elements 11 sono stati ntrodotli nuovi fitti, tn cui

l,azione e

nell'olganizet sono iconosciutl

a consione. Le creazioni

realizzabfi sono accaftivanti, gli strumenti per elaborare, potenti. E' in


grado supp,ortare i files RW Nonostante l'ampio insieme di funzionalit
e la sua considerevole capacit

ela_

borazione, Photoshop Elements 1l


un prognunma per l'utenza consumet
quin non richiede elevate competenze
professionali. la versione complela pu
essere acquistata su wlt nt.adobe,com
al prezzo circa 10O euro. Laggiomamento delle versioni precedenti costa
invece circa 80 euro. E'possibile acquistare il programma con Adobe Pre-

miere Elements, al prezzo totale di


euro l5l, risparmiando circa 40 euro
sull acquisto dei due prodotti separati.

E'disponibile anche una versione di

ren-de

iI Fittro

Fumetto' che

la otografia simile a un'illustrazione' Quando s'importano nuove otografie


l tag g/a

assegnatiatle otognie,ed possibite imprlarli'

prova, completa di

pu sembrare so-

funona]it, che
possibile usare per
giomi. Se si hanno sigenze pretta_

wabbondante. Se in-

vece

mente professionali, si ha bisogno di

tutta la completezza del fratello maggiore EIements, Photoshop CS' e si


costretti a spendere una cifra eci

volte sulrriore. Un professionista del


fotoritocco sicuramente ha bisogno di

alcune funzionalit di CS' come la


gestione delle maschere ljvello o lo

strumento Penna per creare tracciati e


selezioni. Se si espefii, la presenza
procedure guidate e creazioni facilitate

si ha bisogno

di un

30

programma

completo e la portala di tutti, pur se con alcune irnzionalit in meno spetto a Photoshop
CS, Elements un potente software

con strumenti avanzati e ausilio per


chi alle prime ami. Photoshop Elements il software ideale per l'uso

amatoriale per le sue camtteristiche e


il suo prezzo contenuto. Elements offue

la maggior parte delle funzionit di


Photoshop CS a un prezzo decisamente

abbordabile.

lennaio

203. otolntarc _ 89

LATAGLIERIM IN PHOTOSHOP CS6


La nuova versione di Photoshop ha comptetamente rinnovato to strumento.
di Glauco Dattini
loto di Benalty Raissa

a Taglierina
degli stru-

r.rno

menti pi utilizzati in Photoshop. Sewe per ritagliare e ricomporre le immagini. Lo stnrmento ritaglio di Photoshop ha
subito, nella versione CS,
un decisivo potenziamento. Innanzitutto, grae

al

nuovo motore grafico

Mercury Graphic Engine,


le modiffche sono istantanee e l'anteprima inte-

rattiva del comando sralizza mdio il risultato.


Ora, come in Lightroom,

possibile visualizzare

una griglia che ci aiuta a

comporreechebasata,
a scelta, sa regola dei
terzi, sulla diagone, srrl triangolo,
sa seone aurea, sulla spirale aurea,
oppure sa classica griglia a reticolo,
adatta a correggere le linee cadenti.

Nella barra dello strumento ora presente l utile funzionalit per raddrizzare
le foto. Disegnando una retta sull'immagine, si correge istantaneamente
la linea, eventualmente obliqua, dellbrizzonte. Per correggere la prospettira,

nvece, ora lo strumento Ritaglio


Prospenico, nificato sono la Taglierirra
nella barra deg]i strumenti' ta not
pi importante, comunque, che ora
la Taglierina non pi struttiva. Mentre in CS5, una volta tagliab Ia [oto,
non si potevano pi recuperare i pixel

elminati, in CS c' l'opportunit


nascondere nel livello i pixel esclusi
dal ritaglio, e di poterli recuperare,

modificando in seguito il crop, di nuovo


con lo strumento, o di far scorrere,
con Io strumento Sposta, I'immagine
all'nterno del 'glio impostato. Anche
chiudendo e sahando I'immagine, posso
ritrolare questa possibilit. Sicuramente
un grosso passo avanti rispetto passato. Se invece si ruole che il ritaglio

90 - lotou'alo

- 0onnalo

20t3

elimini definitivamente i pixl, basta


spunta.re, nella barra delle opzioni dello

strrrmento, la casella Elimina Pixel Ritagliati, scelta pe sconsieliabile, perch

il ritaglio

diventa distruttivo. Altra


novit rilevante che ora' ruotando
limmagine, posso osservare contem-

poraneamente tutta la fotografia che


ruota e il comando della taglierina all'intemo de 'immagine. In questo modo,
mi facile effettuare rrn ritaglio della
fotografia ruotata, mantenendo il raP

porto di ritaglio che ho impostato,


senza sbordare fuo dall'immagine.
Ancora, a]tra novit, la ffnestra mensioni e soluzione dell'immagi ne
ritaata, che ci permette di impostare

pi agwolmente i parametri delle grandezze del ritaglio, per valutare se una


volta tagliata l'immagine adeguata

il comando per' ruotare istantaneanente

campionamento necessario per avere

anche la possibilit di tomare alla modalit classica, come in CS5, ma sicu_


rament, se si sceglie questa opzione,

le mensioni stampa cui necessitiamo o quanto l'entit del ri-

la grandezza desiderata. La nuola finestra comoda, perch ci renamo


subito conto se il nostro ritaglio sar
molto ricampionato. Molto utile anche

il riquadro di ritaglio, che lo ruota da


ozzontale

verticale o ceversa, senza

doverlo ruotare manualmente. Nella


barra delle opzioni della taglierina, c

si perdono, ahim, i vantaggi della


nuova ver$one.

Selezionando la Toglierina, i limiti di ritaglio dello strumento circondano subito l'intera immagine e non occorre pi, come in cs5,
cliccare e trascinare il riquadro di ritaglio per applicare icontolli
della taglierina sulla fotografia.

Se desideriamo ruotare il riquadro di ritaglio da orizzontale a verticale, o vi-

ceversa, nella bana delle opzioni dello strumento espandiamo il secondo


men a discesa, lo stesso che serve per impostare una proponione, e scegliamo Ruoto Riquadrc di Ritoglio. Oppwe clicchiamo sulcomando apposito nella bara delle opzioni, che a destra di campi per impostae dlle
proporzioni personalizzate.

se, nello stesso mn a discesa del passaggio precedente, scegliamo


il comando Dinensioni e Risoluzione, si apre la finestra di dialogo
che, appunto, ci permette di impostare rapidamente la dimensione
e la isoluzione del ritaglio. se nel campo sorgente 'cegliamo cropbox, vediamo subito le attuali dimensioni del ritaglio.

se invece vogliamo impostae una dimensione e risoluzione dell'imma_


gine ritagliata, inseriamo i valori nei campi Larghezza, Altezza e Riso/uzione. Photoshop, in questo caso, applicher un ricampionamento,
per adeguare l'imnagine all dimen5ioni impostate.

Pel addlizzae l'orizzonte deLle fotografie, la taglierina ha un co_


mando dedicato nella barra delle opzioni dello strumento, subito a
destra di quello pe ruotare il riquadro di ritaglio. clicchiamo sul comando e trasciniamo per disegnare una linea parallela all'orizzonte
obliquo.

5ubito dopo aver rilasciato il mouse, l'inmagine ruotata automaticamente. ll riquadro di ritaglio compreso all'interno dell'immagine e
comprendere la porzione pio grande possibile della fotografia senza
uscire fuori dai liniti dell'imma8ine, evitando di comprendere aree prive
di pixel nell'immagine itagliata.
g8nnaio 2013

lotogaae -

91

Prmendo il tasto /nyio' il ritagtio applicato e l'immagine ha ora


I'orizzonte perfettamente orizzontale, con un solo passaggio. lt ritaglio pu essere applicato anche cliccando con il tasto destro all'i'
terno del riquadro di ritaglio e scegliendo I'opzione Ritaglia.

Nella barra delle opzioni dello strumento, aprendo il men a discesa del
campo Visualizza,5i pu scegliere una visualizzazione della griglia, che si
sovrappone all'immaglne per aiutarci nella composizione, secondo note
regole compositive. ln questo esempio, secondo la sezione aurea.

lJn'altra opzione per la visualizzazione dtla griglia il triangolo, il pi


semplice ditutti ipoligoni, da senpre utilizzato dagliartisti. Se vogliamo
l'esempio pi illustre, guardiamo la Gioconda di Leonardo da Vinci' il
soggetto compreso in un triangolo.

Ancora una visualizazion della griglia, secondo la spirale aurea, costUita


con il pincipio matematico chiamato anche propolzione divina o sezione
aurea, perch tufta La natura rispetta questo rapporto. lJna composizion
in cui parti del soggetto coincidono con questa forma' naturale ed ele_
gante,

Altra opzione per la sovraPPosizione della griglia la diagonale. lntrodurre una diagonale
nella composizion crea sem'
pre dinamlsmo. Se collo'
chiamo un elmento lungo la
diagonale, l'occhio ponato
5pontaneamente
verso di esso.

92

otooraa.8 - gonnaio 2013

Vediamo ora come correggere le linee cadenti di un edificio utilizzando lo strumento Rlldqllo Prospettiva, nidificato sotto la Taglieina. Per 5elezionare lo 5tlumento, clicchiamo con il tasto

Clicchiamo con il tasto sinistro sull'immagine e trasciniamo per aggiungere


un rettangolo di sele2ione intorno al soggetto distorto. Non preoccupiamoci per ora della precisione delle dimensioni del rettangolo, che saranno
modifi cate nel passaggio successivo.

Trasciniamo le maniglie del rettangolo di selezione in modo che ilimiti del ritaglio siano paralleli alle linee cadenti dell'edificio al quale
vogliamo correggere la prospettiva. Per tagliare il meno possibile
I'immagine, dove possibile portiamo ilimiti fino al margine esterno
della fotografia.

Premiamo il tasto /rylo oppure clicchiamo con il tasto destro del mousc
all'inteno del rettangolo di 5elezione e scegliamo il comando Ritaglia pe
completare il ritaglio pospettico. Le linee cadenti sono automatjcamente

de5tro nella barra degli 5trumenti sulIa taglieina e, nel men


che 5 apre, cIicchiamo sulla Voce collispondente.

corrette.

Se clicchiamo ali'esterno del ri'


quado di ritaglio e trasciniamo,
possiamo ruotare a piacere il riquadlo. Automaticamente il iquadro si adatta all'immagine in
modo da rimanere all'interno
della fotografia e non comprendere aree esterne all'immagine,
prive di pixel.

oennaio 2013 - lotograare _ 93

OGGETTI DEL DESIDERIO


Uno sguardo sui gadget e gli accessori di supporto al fotografo.
ln qualche caso si tatta semplicemente di stravaganti curiosit.

Tenda per doccia... social network!

una penna che a le oto

Per i pi fissati con la rete, una tenda per la


doccia che imita una schermata di Facebook,

Per gli emuli dell'agente oo7, ancora


un item indispensabile: la penna-fotocamera che gira anche video.
Comoda per la spia in erba, o
per il guardone inveterato,
viene recLamizzata come

un gadget sicuramente attuale, ma che getta


inquietanti intenogativi sulla salute mentale
di una parte dell'utenza dei siti di condivisione
online. Allo spazio per la foto corrisponde un

ettangolo trasparente, cosi chi si sottopone


al lavacro pu dawero sentirsi online anche
nei momenti
pi.'. intimi!
certo, chi fos'
se invitato ad
entrare dl col
po nella stan-

za da bagno

potrebbe su-

bire un piccolo shock. Me-

no mal

che

hanno chiuso
imanicomi! ln

ogni caso la

madre degli

imbcilli
sempre lnctnta!Comunque

da dire che sempre meglio della media delle altre tende similari. The social Shower Cur.
tain venduta a prezzi variabili, tutti aggirantisi

intorno ai $21.99.

Www.thnkgeek.con

tantasmini cotoati
vipiace un'atmosfera un tantino... sepolcrale, ma allo stesso tempo simpatica' potet rivo lge rvi all'acq uisto di una o pi diqueste lampad da tavolo, dalle luci multicolori. sitraftadi
Se

lumetti che si accendono automaticamente quando l'ora '\/olge aldisio'' e l'illuminazion dell'amsono realizzati in
biente cede all tnebr...
quattro diverse colorazioni: rosso, blu, bianco e
giallo e ciascuno dissipu esserevostro per la

modica spesa di 10 dollari americani. L'annuncio dice disbigalsi' perch presto ipezliaumenteanno a Causa delle spese di registazione del brevetto che li riguarda...! La nostra impressione che, sese ne compra uno5olo' laco5a del tutto indiffernte' se invece 5e ne accattano almeno tre, allora l'effetto assicurato.
www. ge

e k y. g

ad g

ts. co n1

[a tastie]a di qomma morbida


modelloTA1o9 Flexible Keyboard. La
tastiela leggera' ultra-sottile e molto compat.
ta. una compagna ideal da lmpiegare al lavo.
ro, a scuola e in moltiambienti industrialio me-

TastiraADJ

dici. si pu trasportare facilmente nlla

vendita al dettaglio, dove la polvere potrebbe


essere parecchio presente. E'compatibile con
Windows 98,2ooo, XP, Vista, Win 7, Win 8, Mac
OS 8.6 o successivi. un accessorio, questo, non
stravagante, ma molto utile dawero.9,99 euro.
www.trovoprezzi.it

Tutti

- gcnnaio 2013

con I'iPhone

llflash dell' iPhone risulta sempre un po'scarso: servirebbe


qualcosa che possa offrire un illuminazione migliore, per
esempio qualcosa tipo Paparazzi' sitatta di un flash semi-professionale che sii5pha a qulli usatj nelpassato daifotoreporterd'assalto, un accessorio ingombrante ma che nelle sue forme ha quel
fascino vintage che farA da valore aggiunto anche al design dell'iPhone. Ha una luce a led da joo lumen che oltre ad esservi di grande aiuto per le fotograne vitorner utile anche come faretto mentre girate i
video. 0ifatti avendo a disposizion anche unavideocamera perch non

5i che funzionialla perfezione anche con il nuovo modello. Pezzo ancoa


www. p o po rczz o li g h t. c o m

sconosciuto.

[a svegtia sitenriosa
ll proposito della ditta Lark, una casa americana fondata
da Un insieme dimarchiminori' dichiaratamente
quelto di facilitare lavita delle pesone proprio in quanto c'
dipi quotidianoed usuale. Dall'espeienza direna con la sua
fidanzata fatta da uno dei titolari, proviene questo apparecchietto, una sveglia da polso con connessione Bluetooth
che invece di suonare al momento dell'attivazione vibra soltanto sul polso di chi l'indossa svegliandolo, e non disturbando eventuali momentaneio duraturi compagni di letto.
Viene infatti chiamata in rete: La sveglia che Non sveglia La Vosta consorte. ldeale per compagni
distanza, coppiecon diver5i orari lavorativi, non male neanche perchidovesse epentinamente al_
lontanarsi anzitempo da... strani compagni di stanza. costa dollari lJsA 99. ldeale pe durid'orecchio.
www.lok.com

dueannib

94 - totognlae

borsa, nel-

lo zaino o nella custodia per notebook, senza


dovrsi preoccupare della presenza di spigolivivi. Resistnte all'acqua e allo sporco: con ilsuo
matrial
impemeabile in 5ilicone' non cisideve preoccupare di dannegglare la tastiera prch
non possibile! Ne l caso sivesiuna bevanda sul'
la tastiera' tutto quello Che dovrete fare semplicemente pulirla e continuar ad usarla, come
nuova! Antipolvere: la tastiera pu essere uti'
lizzata in ambienti molto polverosi. Perfetta pe
I'impiego in fabbriche, magazzini e strutture di

dotata diefficienza e
qualit superlative,
sulle qualinon cisentiamo dimettere proprio la mano sulfuoco. Avrebbe la possibilit
di riprendere foto video in alta definizione' e
sarebbe adattissima per iseguenti impieghi
d'elezione: interviste e fotoreportag, istantanee, registrazione di incidenti, momenti divita
da immortalare, rgistrazione deltempo lib'
ro, sport, assistenza all'insegnamento, sorveglianza familiare di sicureza, investiga2ione
criminale e registazione di prove per cau5e legali, ripresa di paesaggi di viaggio. esplorazio.
niall'apedo e chi pi ne ha pi ne metta. La
pen spy dotata diuna micro camera nascosta e DVR integrato con memoria di 2GB, che
vi permettr diegistrare sino a 10 ore tra audio e video. llvideo verr salvato in formato
AVlcon risoluzion 352X258 pixel. Euro 32.
www.obrustore.it

"Mano-del-diavolo"per iPhone

Gli occhiali-videocamera

lmpronte diqitali senza inchiostro

lJn gran numero di custodie per iPhone passa,

Quando la neces5it di ripresa.'. segreta ve_

AirPrint un'apparecchiatura pe la raccolta delle im_


pronte digitalisenza contatto diretlo con le punte delle dita, in grado diraccoglierle rapidamente a distanze
frsse frno a 2 metri in una varieta dicondizionidi il-

no tranquillamente inosservate. Ogni fabbriante cerca difare a gara con glialtri per realiz_

lar]e qualcuna pi originale. in ge1ere 5en7a riu_


scirti. ln questo caso bisogna dire che non

cosi. Probabilmente farete un balzo quando vedlete questa mano-custodia, che vi ricorde
senz'alto "La cosa'', ossia "La mano stregata''
della lortunata serie ditelefilm USA 'La Famiglia Addam5". 0 ancor pi, "La mano del

diavolo" una pellicola cinematografrca realizzata nel1943 da Mau-

ramente delle pi diffrcili, e volete che le persone

da riprendere non abbiano il mnimo sentore


delle vostre intenzioni di immortalarle, non basta basarsi sui solitigadget, perch potrebbe_
ro destare j5ospettidi pi diun soggetto. Quan_
do la "candid camera" deve essere dawero
qualcosa di ulta-recondito, alLoa ne-

cessario pensare

rjce Tourner e che terrorizz non


poco i ragazzini degli anni '5o dello
scorso secolo (se vicapita, cercate di
vedervelo: vale veramente la pena...!). Attualmente in dubbio come di5ponibllit, come
sempre succede quando un gadget partico'
larmente appetibile, nel caso lo toviate costa 5ui
58 dollari statunitensi. Tra I'altro sitratta di una
custodia per iPhone molto pi economica di al_
te (5enbra''.). Ma quanto bisogna essere biz_
zarri per comprarsene una? se riuscite a falo,
per, l'efetto sulla faccia deiVo5tri amici lar_
gamente assicurato...
vir'/w. ce llph on e be at.co n /ha n d. ip h o ne. case'takes
weirdness its nex evel.html

all'utilizzazione di

apparecchiature come

questa. La videocamera
spyTech la pi elegante
e Soprattutto la meno ap-

pariscente che si trovi sul

mercato. Sicela benissimo nascosta in un paio di occhiali, il posto pio insospettabile che abbiamo mai presentato. Questo
paio di occhiali pratio per la 50veglianza di_
5ceta, perch sono molto meno ingombranti ri_
spetto ai loro predecessori. Nessuno potrebbe
mai pensare che nentre voi li guardate, li 5ta ri_
prendendo anche I'occhio indiscreto di una telecameral E'necessario collegare la videoca,
mera a uno dei DVR compatibili (elencati nel
sito interessato) per creare un completo e perfetto sistema d i registrazio ne video ed audio. Basta collegare infatti questo contatto con ilcorpo della fotocamera a uno dei DVR compatibili
e si pro1ti per iniliare la .egjstla7ione. Le im.
postazioni della fotocamera Vengono contollate
attraverso il DVR. ivtodello: SCI-C116/. Risolu,
zione: 48o linee TV. sen5oe c[4os Video. For_
mato video: NTSC e PAL (impostabile). Alimen-

da unit DVR. DimensioniI


5./5x41.5mm. Peso: 2o g'amm;. Connessione:

ta7io4eI

5ingle Pin da 2'5mm (Video. audio. pover)' P!el_


zo: $ 295.
ww.sp ytec h s.co n /s py ca n e ras /g !osses. ca'

mero.htn

Betai x -12' ta pima x9 automatica

ll berreilo-videocamera

Non c' alcun dubbio: all'epoca dei nostri nonni le fotocamere a sofietto ea_

no l'equivalente delle nostre fotocamee compatte. Pur impressionando la


generosa superficie dei rullini da 12o, con fotogrammianche di 6x12cm, le fotocamere a soffietto potevano essere richiuse riducendone lo spessore quasi
a quello delsolo rullino. Alcune di queste sono

luminazione. AirPrint raccoglie le impronte digitali in


una potente e innovativa modalit: un jndividuo si
arresta brevemente prima di un punto diaccesso e
alza una mano-mettendo un dito in vista di AirPrint. ln 1-2 secondi I'immagine dell'impronta digitale raccolta e passa alsoftWare compatibile con
Windows lDai di' Dopo l'elaborazione di un appli'
cazione corrispondente estrae idati e crea un A 1
"template " i produce cosi il risultato diconcedere o
negare l'accesso. Se hai un database di impronte digitati-registrate con aItri di5positivi' ne5sun probl_
ma. I ancora possibile eseguire I'dutenticalione
con AirPrint nei punti diaccesso. AirPrint si integra
facilmente nelle reti disicurezza esistenti. Le "impronte digitali a distanza'' offrono funzionalit uni'
che e benef]ci per i progettisti disistemi biometrici
e controllo utenti. Vantaggi: velocetempo diraccolta
dati, bassa manutenzione e lunga durata del prodotto.
www.idaircocam

tutt'oa ricercate e applezzate, come Ia famo_


sa zeiss lkonta o la Voigtlnder Bessa. chivo'
lesse provare un appa'

recchio di questo tipo

senza andare a cercare


nel mercato dell'usato,
potre divertirsi con la
nuova Lomography Belajr X -12, una fotoca_

mera a soffletto uscita...


nel 2012! Funziona per
l'appunto con rulUnida
120, potendo scegliere

tra tre formati diversi:

1o4x52mm

(6x12),
78x52mm (6x9) e 52x52mm (x6). si

tratta di una Lomo abbastanza evoluta, in quanto ha incorporato un esposimetro


che consente di lavorae in automati5mo a priorit deidiaflammi, purch cis
trovi in condizioni di luminosit; comprese tra i 4 ed i 15 EV. lltempo massimo
di otturazione solo di 1/125sec. Abbiamo due ottiche intercambiabili tra cui
scegliee, un 58mm f/8 (equivalente ad un 21mm rispetto allo standard J5mm
usando il formato 6x12cm) ed un gomm f/8 (equivalente ad un 32mm). La Lomography Belair X 6-12 di5ponibjle in tre finiture, Globe_trotter, ]etsetter,
Cityslicker, ve n d ute rispettivamente a euro 349,299 e 249. Serie limitate, quin,
di: affrettatevi! shop./o mog raphy.co m

Non sitratta di un giocattolo, anche se sembra avernetutta l'aia:

viene ealmente impiegato dalle


"barbe finte" di mezzo mondo.
se la telecamea nascosta negli
occhialiche presentiamo in questa
stessa pagina, in alto alcentro, costituisce senz'altro un sistema di ri-

presa insospettabile, questo ber'

retto delle spie, a nostro parere,


ancora meglio! Chi infatti potrebbe
mai pensae che dietro la sbaraz_
zina visiera sormontata dalle solite
letteIe icamate sj celi I'occhio indi_
screto? L'HT-10 I\,1en s Cap Camera, ossia la telecamera netberrettino da baseball,
costituisce un'apparecchiatura di ripresa CCD video di sicuro impiego e funzionamento' Ripendidj nascosto nella totale inconsapevolezza degli al_
tri, sopattutto se si tratta dj agire nella po5pettiva da vicino' Alta risolu_
zione colsensore CCD, ottimo per risolvere anche la ripresa pill critica. Completi gli accessori di alimentazione e il cavo di collegamento per offrire I'uscita 5u di5positiv di Variet pi usate' Gamma completa del nostro kit Btue_
tooth e dei dispositividi egistrazione. Acce55ori di serie: Item Number. Vi
deo System: Picture Element Risoluzione (H) Sensore diimmagine CCD 5
/ N Ratio l\4lN Shutter llluminazione Electonic AGC l.lscita video Uscita audio Angle Lens MIC di Alimentazione Tensione Corrente NTSC e PAL. TCS:
(H) Z68x M 492, PAL: (H) 752x582 45o linee TV 1/4 "CCD lnterline 48db
(lvllN) 1.5Lux / F2.o NTSC tf6o - tltzo, ooo, PAL: 1/50 - 1/120, ooo.

www.spyshopeurcpe.com

gennaio 2013 - lologralare -

95

NOVECENTO
EMPORIOFOTOGRAFICO

roblurru

lu l" phobgrophn

AtuliTot o*irt

?1,nvi Usail "nh u l"

&lLrir*

l"lpa+"Q"ul^- UV)

II

Per un acquisto importante...


Per un regalo di prestigio...
Fal una scelta di classe,
visita il nostro Showroom...
meglio, per chi desidera il meglio...

is

*$.1il

via Pavia,7l9 Garlasco (PV) - ltaly


Tel: 0382 810266
wrnnru.9cento. it - info@9cento. it

ImerachAppa,
6 arbagavfu Ia tl,aava? 6a)
Gentile lmerio,
se nel numero scorso abbiamo
pubblicato una sua bella foto nella
rub.ica VoiAutori, questa volta ci
vgdiamo costretti ad inserire uno dei suoi
ultimi scatti tra quolli cho, per un motivo
o por I'altro, avrebbero potuto essere
migliori. lronia della sorle vuole che
s6mpr sul Voi Autori dello scorso
numro pubblicavamo una oto che
itraeva proprio la galleria Vittorio
Emanuele ll di Milano. ln quell'occasione
abbiamo detto che ricviamo spesso
oto che la ritraggono, ma che la maggior
parte non sono ben eseguite. L sua, pu
non presentando erro grossolani
(mosso, sottoesposizione, ecc.) lascia
|'amaro in bocca pr una composizione
forse un po' rettolosa' Per accentuare la
prospetliva le sarebbe convnuto
avanzare un po' per non includere il dehors in primo piano sulla sinistra che disturba un po'troppo. sarebbe stato preeribile
anche dare un po' piir di spazio in alto. Notiamo infine una lieve inclinazione verticale. Si aiuli con il live view della sua
fotocamera, facendo comparire in sovraimpressione l'apposita griglia di aiuto alla composizione oppure raddrizzi la oto in
postproduziono, se non stato possibile evitare inclinazioni della fotocamera in fase di ripresa.

Rofu Medi^'

An.oa|^'

Che peccato,
questo poteva essere proprio un bello
scatto. Dove ha sbagliato? Riguardando
con occhio un po' pi critico la sua
fotograja pu accorgersi acilmente
dell'errore: l'inquadratura troppo
stretta. sapr bene che atfinch un
soggetto venga pecepito come "il''
soggetto della oto, bisogna che esso si
trovi in un punto strategico
dell'inquadatura. Ta questi punti non
certo annoverato il bordo dell'immagine!
ll ragazzo di spalle, che dovrebbe
svolgere un ruolo chiave posto in un
punto dell'immagine troppo perierico'
consideri anche il atto che in fase di
stampa, il otonegoziante potrebbe
tagliare ulteriormente I'immagine per
adattarla al formato di stampa da lei
scelto. La prossima volta faccia un
passetto indietro prima di are click!
Aspettiamo iduciosi altri suoi scatti'

oennaio 2013 - oto!alae-

97

ANDREA ZANOVELLO

fr

oEr.rova

You@,

coNI/NU sEGUlRc/ sU FAcEBooK. TWTIER, FL].KR EYOUTUBE

IAM