Sei sulla pagina 1di 3

N 969 Reg.

/ Ambiente

PC

PROVINCIA DI FOGGIA
DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL
SERVIZIO AMBIENTE

N. 3746 / 6.15 / Reg. Deter.

Foggia, 24/11/2010

OGGETTO: Autorizzazione alle emissioni in atmosfera rivenienti da attivit di recupero inerti, ex


art. 269 del D. Lgs. 152/2006. Societ Edil C s.r.l. Ordona.
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
Premesso che:
- la societ Edil C s.r.l., con sede legale in Ordona, C.da Cavallerizza snc, in data 12/07/2010,
con nota ns. prot. n. 36884 del 13/07/2010, ha presentato istanza di autorizzazione alle
emissioni in atmosfera rivenienti da attivit di recupero inerti da svolgersi presso limpianto da
situare in Ordona, foglio n. 9, p.lle 271, 272, 283 e 284;
- dallattivit in oggetto derivano emissioni in atmosfera, di tipo diffuso, di polveri provenienti
dalla movimentazione, dalla frantumazione e dallo stoccaggio del materiale inerte;
- la societ ha previsto le seguenti misure di mitigazione delle emissioni:
realizzazione di una siepe frangivento lungo tutto il confine dellarea. La barriera,
nellattesa che attecchisca quella naturale, sar sostituita da una artificiale;
le strade e i piazzali saranno impermeabilizzati mediante bitumazione ed, inoltre,
saranno costantemente umidificati;
le aree di stoccaggio saranno separate dalle restanti aree mediante pareti verticali e
saranno impermeabilizzate e cementate in modo da consentire lutilizzo di pale
gommate per la movimentazione. Le pareti saranno dotate di un sistema automatico di
irrorazione mentre la parte superiore dellarea sar attrezzata con una copertura leggera;
il sistema di trattamento e selezione sar interamente alloggiato allinterno di una
struttura leggera tenuta in leggera depressione dal sistema di aspirazione collegato con
filtro a maniche per il trattamento delleffluente aeriforme. Il macchinario utilizzato,
inoltre, sar dotato di abbattitori ad umido con ugelli nebulizzatori posti nel tratti in cui
si generano le emissioni di polveri;
- la Conferenza di Servizi, regolarmente convocata da questo Ufficio, ha concluso i lavori in data
10/11/2010 esprimendo parere favorevole alle emissioni in atmosfera;
Ritenuto poter autorizzare la societ Edil C s.r.l., con sede legale in Ordona, C.da Cavallerizza
snc, alle emissioni in atmosfera rivenienti da attivit di recupero inerti da svolgersi presso
limpianto da situare in Ordona, foglio n. 9, p.lle 271, 272, 283 e 284;
Considerato che il presente atto non comporta impegno di spesa n diminuzione di entrata.
Vista la documentazione acquisita agli atti di questo Ufficio;

Vista la deliberazione del Consiglio Provinciale n. 8 del 28/06/2010, immediatamente esecutiva


ai sensi di legge, con la quale stato approvato il Bilancio di previsione per lesercizio finanziario
2010;
Visto il Decreto Presidenziale n 19 del 15/06/2009, con il quale stato conferito al dott.
Giovanni DAttoli la Direzione del Settore dellAmbiente cos come previsto nellambito dellArea
3 (Sviluppo del Territorio e Tutela Ambientale) per la durata di due anni a decorrere dal 1 luglio
2009;
Vista la deliberazione di Giunta Provinciale n. 189 del 27/07/2010 con la quale sono stati
individuati i responsabili dei Servizi Provinciali, con attribuzione agli stessi del potere di assumere
atti di gestione per lesercizio finanziario 2010;
Vista la deliberazione di G.P. n. 190 del 27/07/2010 con la quale stato approvato il Piano
Esecutivo di gestione per lesercizio finanziario 2010;
Visto il Regolamento di contabilit;
Visto lo Statuto dellEnte.
DETERMINA
-

di autorizzare la societ Edil C s.r.l., con sede legale in Ordona, C.da Cavallerizza snc, alle
emissioni in atmosfera rivenienti da attivit di recupero inerti da svolgersi presso limpianto da
situare in Ordona, foglio n. 9, p.lle 271, 272, 283 e 284, ai sensi del D.Lgs. 152/2006;
di dare atto che la presente autorizzazione ha una durata pari a 15 anni e che la domanda di
rinnovo deve essere presentata almeno un anno prima della scadenza di suddetto termine, ai
sensi dellarticolo 269, comma 7 del D.Lgs. 152/2006;
di prendere atto che la societ ha previsto le seguenti misure di mitigazione delle emissioni:
realizzazione di una siepe frangivento lungo tutto il confine dellarea. La barriera,
nellattesa che attecchisca quella naturale, sar sostituita da una artificiale;
le strade e i piazzali saranno impermeabilizzati mediante bitumazione ed, inoltre,
saranno costantemente umidificati;
le aree di stoccaggio saranno separate dalle restanti aree mediante pareti verticali e
saranno impermeabilizzate e cementate in modo da consentire lutilizzo di pale
gommate per la movimentazione. Le pareti saranno dotate di un sistema automatico di
irrorazione mentre la parte superiore dellarea sar attrezzata con una copertura leggera;
il sistema di trattamento e selezione sar interamente alloggiato allinterno di una
struttura leggera tenuta in leggera depressione dal sistema di aspirazione collegato con
filtro a maniche per il trattamento delleffluente aeriforme. Il macchinario utilizzato,
inoltre, sar dotato di abbattitori ad umido con ugelli nebulizzatori posti nel tratti in cui
si generano le emissioni di polveri;
la societ tenuta al rispetto delle disposizioni legislative vigenti e delle seguenti condizioni e
prescrizioni:
contenere le emissioni stesse ai livelli pi bassi possibili a seguito dellutilizzo, cui
tenuta, della tecnologia man mano disponibile;
presentare istanza di aggiornamento a questo Ente in caso di modifica sostanziale degli
impianti che comporti variazioni qualitative e/o quantitative delle emissioni o che alteri
le condizioni di convogliabilit tecnica delle stesse e in caso di trasferimento degli
impianti, ai sensi dellart. 269, comma 8 del D. Lgs. 152/2006
di dare atto che, ai sensi dellart. 278 del D. Lgs. 152/2006, in caso di inosservanza delle
prescrizioni autorizzatorie si proceder, secondo la gravit dellinfrazione, alla diffida, diffida
con contestuale sospensione dellattivit per un tempo determinato o revoca dellautorizzazione
con contestuale chiusura dellimpianto;

di notificare il presente atto alla societ Edil C s.r.l., allARPA Puglia - Dipartimento
Provinciale di Foggia, allASL Foggia Dipartimento di Prevenzione, al Comune di Ordona.

IL RESPONSABILE DEL SETTORE


Dott. Giovanni DATTOLI