Sei sulla pagina 1di 1
"ATTORE CONTESTA LE QUATTRO CORSIE FINO A Scamarcio: «Stop alla 275» «Non serve avere un’autostrada fino a Santa Maria di Leuca, biso- gna realizzare opere compatibili con il territorio». La crociata, ina- spettata, contro il progetto di allar- gamento della strada 275 é arriva- ta anche da Riccardo Scamarcio, l’attore pugliese presente ieri a Lecce per |’anteprima del film di Ferzan Ozpetek. In conferenza stampa il protagonistia di “Mine vaganti” si @ soffermato sulla ne- cessita di una compatibilita piena tra ambiente e opere pur necessa- rie, posizione che ha avuto alcune critiche da parti politiche, presenti in sala, favorevoli al progetto del- Anas finanziato dal Cipe. E della Maglie-Leuca ha voluto parlare ieri anche Fabrizio Camil- li, candidato al consiglio regionale con la lista “la Puglia prima di tut- to”, intervenuto per sottolineare l'esigenza di sicurezza a cui la rea- lizzazione di quella infrastruttura deve rispondere prioritariamente. «La Maglie-Leuca sarebbe gia bell'e fatta da anni - afferma Ca- milli - se gli ambientalisti amici di Vendola e il centrosinistra non avessero posto veti di ogni sorta. Si continua a parlare di tutela del territorio, ma forse si sta perdendo di vista che il fine principe @ la tu-- tela della vita. La gente ci muore su quella maledetta strada perché non é sicura, mentre con il proget- to che prevede le quattro corsie fi- no a Leuca lo diventerebbe. Quin- di, non si pud perdere ulteriore tempo a discutere di muretti a sec- co e alberi d'ulivo quando i sinda- ci e i cittadini del Basso Salento - ha concluso - aspettano da tempo immemorabile la risoluzione del problema».