Sei sulla pagina 1di 1

CAI Bergamo

via Ghislanzoni 15, 24122 Bergamo - tel. 035/244273 fax 035/236862 e_mail segreteria@caibergamo.it - web www.caibergamo.it

Sesto Itinerario
Rifugio Coca Passo del Corno
Lago di Valmorta Rifugio Cur
Segnavia: 303
Difficolt: E

Dislivello: 550 m.
Orario: 3 h.

Rifugio Cur (Tel. 0346/44076)


Localit: Alta valle Seriana
Accesso: Valbondione
Segnavia 305 (3 h.)

Timbro del rifugio

Il sentiero, dal rifugio Coca, si abbassa sino al sottostante ponte di cemento. Guadato il vigoroso torrente, si trascura a
destra il sentiero che proviene da Valbondione e si prende a sinistra la traccia che, con alcune svolte, porta alla bella
conca erbosa a monte del rifugio. Raggiunti i ripidi pendii che si innalzano sulla destra, il percorso inizia a guadagnare
quota con moderata pendenza restando alto sopra il fondovalle e regalando panorami via via sempre pi ampi. Dopo
aver superato lo sbocco della valle del Polledrino il sentiero si fa quasi pianeggiante e, procedendo a mezza quota,
scavalca alcune vallette secondarie fino a raggiungere laereo passo del Corno, pulpito meraviglioso su tutta la conca del
Barbellino.
Oltre la bocchetta, cos aerea da offrire lillusione di trovarsi sospesi in cielo, il sentiero scende leggermente e con un
traverso su pendii molto ripidi (ad un bivio tenere la sinistra) si porta alla base di un canale di sfasciumi che richiede
attenzione. Alcune catene metalliche permettono di superare il passaggio in sicurezza e di raggiunge il successivo piccolo pianoro (Sponda Arsena), dove la salita termina.
Da qui si prosegue a mezza costa entrando in val Morta e lasciando la caratteristica cuspide del pizzo Coca sulla sinistra: con una serie di strette serpentine si perde velocemente quota e si raggiunge il fondo della valle, presso il modesto
bacino idroelettrico di modulazione. Raggiunta la casa dei guardiani, una ripida mulattiera permette di salire alla ben pi
imponente diga del Barbellino e successivamente al non distante rifugio Cur.