Sei sulla pagina 1di 1

Una luce illusoria?

2. Eppure, parlando di questa luce della fede, possiamo sentire lobiezione di tanti nostri
contemporanei. Nellepoca moderna si pensato che una tale luce potesse bastare per le
societ antiche, ma non servisse per i nuovi tempi, per luomo diventato adulto, fiero della
sua ragione, desideroso di esplorare in modo nuovo il futuro. In questo senso, la fede
appariva come una luce illusoria, che impediva alluomo di coltivare laudacia del sapere. Il
giovane Nietzsche invitava la sorella Elisabeth a rischiare, percorrendo nuove vie,
nellincertezza del procedere autonomo . E aggiungeva: A questo punto si separano le vie
dellumanit: se vuoi raggiungere la pace dellanima e la felicit, abbi pur fede, ma se vuoi
essere un discepolo della verit, allora indaga .[3] Il credere si opporrebbe al cercare. A
partire da qui, Nietzsche svilupper la sua critica al cristianesimo per aver sminuito la portata
dellesistenza umana, togliendo alla vita novit e avventura. La fede sarebbe allora come
unillusione di luce che impedisce il nostro cammino di uomini liberi verso il domani.