Sei sulla pagina 1di 1

CAI Bergamo

via Ghislanzoni 15, 24122 Bergamo - tel. 035/244273 fax 035/236862 e_mail segreteria@caibergamo.it - web www.caibergamo.it

Secondo Itinerario
Rifugio Cur Passo di Belviso
Passo del Venano Rifugio Tagliaferri
Segnavia: 321
Difficolt: E

Dislivello: 900 m.
Orario: 4,30 h.

Rifugio Tagliaferri (Tel. 0346/55355)


Localit: Valle di Scalve
Accesso: Schilpario
Segnavia 413 (4 h.)

Timbro del rifugio

Dal rifugio Cur si riprende il cammino lungo il sentiero n. 308, sino ad incontrare quello contrassegnato dal n. 321 che
sale lungo la Val Cerviera, sino alla piana del Cornello, dove si lascia
sulla sinistra il tracciato che sale verso la via normale di salita al Pizzo Recastello (m. 2886). Da questo momento in poi,
seguendo le segnalazioni con bolli e ometti di pietra si punta verso la cresta che divide la Val Cerviera dallalta valle del
Torrente Bondione e la si attraversa senza perdere quota, raggiungendo il passo di Bondione.
Abbiamo lasciato la conca del Barbellino con vista sui gruppi del Diavolo di Tenda, Redorta e Coca, Recastello e Tre
Confini, oltre che su quello del Disgrazia-Bernina. Gi lungo questa parte dellitinerario si possono incontrare piccoli
gruppi di camosci, avvistare laquila reale e riconoscere alcuni esemplari della tipica flora alpina di alta quota in ambiente
siliceo.
Dal passo di Bondione si scende, seguendo la bollatura ed una lieve traccia, prima verso destra, per poi piegare decisamente a sinistra, sotto il versante est del Monte Gleno (m. 2882) e, senza perdere di molto quota, ci si avvia ad incontrare il sentiero m. 410 che sale dalla Valle di Gleno, giungendo cos al passo di Belviso (m. 2518). Da questo belvedere
si possono osservare, oltre al sottostante lago artificiale, il gruppo del Bernina con i suoi ghiacciai, quello dellOrtlesCevedale, la Valtellina e i monti che fanno da cornice al lago naturale del Barbellino e alle sorgenti del Serio. Inoltre, gi
dal Passo di Bondione, sono ben visibili i vari gruppi calcareo-dolomitici che racchiudono la valle scalvina: Ferrante Presolana, Corna di S. Fermo - Pizzo Camino - Catena dei Campelli, sino al gruppo dellAdamello - Presanella che
chiude la testata della vicina Valcamonica.
Dal Passo di Belviso, sempre seguendo i bolli, questa volta sul versante vaItellinese, si perviene, in circa 45 minuti, al
Rifugio Tagliaferri della sottosezione CAI di Val di Scalve, posto a met del percorso, al passo di Venano (m. 2328).

Rifugio Tagliaferri