Sei sulla pagina 1di 10

Andairia la citt dei maghi

di
Emanuele Nicolosi

nelle terre a occidente, in un territorio circondato da immense paludi e lagune, al centro di essa, si trova una
citt, che stata costuita in larga parte, verso l'alto, e scarsamente, verso le zone limitrofe, questa citt e
Andairia, la citt dei maghi, Andairia e una citt pittoresca e molto antica, per secoli, questa citt, era abitata
solo e unicamente da Maghi e da Magici, esseri umani dotati di poteri magici, ma ben presto, dal esterno,
emigrarono nella citt, anche i non-magici, gli umani senza magia, quando, le frontiere della citt-stato di
Andairia, venner aperte, al immigrazione dei popoli esterni, anche quelli non-magici.
Andairia e una citt molto grande e molto popolosa,per secoli, prima del avvento del Magisterio dei
Maghi, un centro di vivaci scambi commerciali, culturali e di idee, tra continenti e terre lontane e distanti.
Andairia e circondata da un insieme di vaste e immense paludi e lagune, popolate da una ricca fauna e flora
acquatica di pesci, uccelli, anfibi, rettili, ma sopratutto, di Draghi delle Paludi e dai Varani Neri,
animali addomesticati sia dalle trib delle paludi, i popoli indigeni delle paludi, sia degli stessi abitanti di
Andairia, sia per difendere e vigilare su Andairia, come animali da guardia e da combattimento, per
combattere contro i soldati nemici, nei secoli passati, i Draghi delle Paludi, venivano usati per tenere
lontani i senza-Magia da Andairia, proprio ad Andairia, i draghi delle paludi, vengono allevati e sfruttati, sia
per la produzione di carne, mangiata dagli Andairiani e di Ossa, usate per farci medicinali e cure mediche,
oppure per farci statue o prodotti artistici, con l'osso del drago di Palude, che sembra Avorio, mentre il
Sangue, viene usato come farmaco o medicinale, o come ingrediente nella cucina Andairiana...
la citt di Andairia e una citt magica, tutta l'intera citt e intrisa di magia, i muri, le strade, le vie, le stesse
case, cambiano e mutano in continuazione, mutano sempre, l'intera citt e una citt mutaforma..
la Citt di Andairia e una citt, che cambia continuamente e costantemente forma e sembianza, una citt
intrisa di magia, fin nelle mura e fondamenta pi profonde, una citt che non ha mai lo stesso aspetto e lo
stesso volto, una citt mutaforma, dove le strade e le vie, cambiano in continuazione, dove anche la forma
stessa della citt, cambia in continuazione, Andairia e una citt molto antica, longeva e millenaria, una citt
storica, dalle strade di pietra, strette, ma anche pittoresche ed evocative, le stesse fondamenta di Andaria, si
basano e si poggiano sulla Magia...
da fuori, Andairia, non e mai, la stessa citt nel aspetto, ma dentro, rimane in parte, la stessa citt...
Andairia e una citt senziente, una citt, dotata di vita e di anima propria, una citt che cambia e si trasforma
nel tempo...
l'intera citt, pu rigenerarsi, quando viene distrutta e danneggiata, quasi come se fosse un organismo
vivente...
Andairia e una citt-stato, ha un proprio governo e istituzione indipendente, ma l'economia e
l'approvigionamento alimentare, vengono dai territori limitrofi...
ad Andairia, il potere e retto dal Magisterio dei Maghi, una potente organizzazione di Maghi d'elite e
d'alto rango, il Magisterio dei maghi, controlla ogni cosa ad Andairia: l'Economia, la Politica, le Forze
armate, la Finanza, il giro d'affari sul allevamento dei Draghi di Palude, i Magis Magisterii, i Maghi
adepti e membri del Magisterio dei Maghi, sono presenti e piazzati in ogni carica e livello alto del governo
e del potere di Andairia.
Ma con il passare dei secoli e dei millenni, la Magia inizi pian piano a sparire e a scomparire dal mondo, il
numero dei maghi, diminu costantemente, le creature magiche o si ritrovarono sul orlo del estinzione, o si
rifugiarono altrove, in terre lontane, remote o inaccessibili agli umani senza magia, il mondo andava avanti,
il mondo stava cambiando, per secoli e millenni immemori, per ere ed eoni, la magia aveva dominato in
maniera egemonica e incontrastata, su tutto il mondo conosciuto, ma ora, l'egemonia e il dominio della

magia, stava giungendo al termine, i Maghi, da figure temune, venerate e rispettate da tutti, ora venivano
presi in giro da tutti, avevano perso la loro carica e atmosfera di mistero e autorevolezza, la scienza e la
tecnologia, stavano mandando in soffitta la Magia e le arti magiche, che stavano diventando pittoreschi
ricordi del passato, fossili da Museo, Antichit da negozio d'antiquariato, fu allora,che il Magisterio dei
Maghi, si sentiva sempre pi minacciato da questo diradarsi della magia dal mondo, fu allora, che con lo
scopo di proteggere e preservare Andairia, l'ultima roccaforte della Magia nel mondo, l'ultima isola di Magia,
in un oceano fatto dei Senza Magia, il Magisterio dei Maghi, prese il potere sulla citt di Andairia,
detronizzandone il Magisterio locale, un governo misto di Umani senza magia e di maghi, imponendo un
regime autoritario e oppressivo su tutta Andairia...
il Magisterio dei Maghi, degener ben presto, in un regime autoritario e oppressivo, con il pretesto di
combattere l'Ideologia Materialista, che vuole annientare e distruggere la magia e portare il mondo nel
caos...
nel Magisterio, vige un clima di paura e di paranoia, un clima da stato d'assedio, si teme l'avanzata delle
orde materialiste, delle orde Sub-Umane senza magia, le orde dei Senza Magia, degli umani non
magici, accusati di voler distruggere e annientare, le societ dove la magia esiste ancora...
La societ di Andairia e una societ diseguale, dove regnano le divisioni sociali, tra i Magici, la maggioranza
dominante di Andairia, i Maghi e le maghe, o gli umani dotati di poteri magici, mentre i Senza Magia, gli
umani senza magia, sono una minoranza oppressa, segregata ed emarginata nei livello e quartieri bassi di
Andairia.
i Senza Magia, vennero rinchiusi e confinati in dei Ghetti, in dei quartieri marginali e di periferia, sporchi e
degradati, dove regnano la povert e la miseria, dove per via della mancanza di opportunit, causata dalla
mancata integrazione dei Senza Magia, iniziarono a diffondersi, criminalit, violenza e degrado...
il Magisterio dei Maghi, reputa i Senza Magia, come dei Parassiti, come dei rifiuti della societ, come dei
Degenerati, dei SubUmani, dove degli Abomini viventi, i Magici, si rivolgono ai Senza Magia,
chiamandoli i Decaduti, secondo le leggende e il Folklore dei maghi, tutti gli esseri umani avevano la
Magia, questo, in un era chiamata l'Era della Rugiada, un epoca remota, primitiva e ancestrale, dove la
Magia dominava incontrastata, dove ogni cosa, era intrisa di magia, dove ogni Pianta, Albero, Animale, sasso
ed essere umano, aveva i propri poteri magici, un epoca in cui le creature magiche, vivevano in pace e
armonia, con la razza umana, un epoca che giunse al termine, quando con il susseguirsi dei cicli temporali,
del ciclo delle Ere e delle et, secondo la Cosmogonia dei maghi di Andairia, il mondo and in degrado e in
decadimento, da un mondo dominato dalla magia, da un mondo senza magia, dove la magia, pian piano, si
indeboliva e si diradava, dove gli umani, perdevano il loro ancestrale legame con le forze magiche
primordiali, per i Maghi di Andairia, il tempo odierno in cui vivono e l'Era della Cenere, l'era pi bassa e
oscura del umanit e del mondo, un era dove la magia e vicina dallo sparire e dallo scomparire del mondo,
dove la magia, per, resiste ancora, in ultime roccaforti e baluardi, sparsi per il mondo, combattendo e
resistendo il pi possibile, contro l'avanzare innarestabile della materia, della mancanza di magia, dove se
prima, c'era masse demografiche di maghi, ora rimanevano solamente poche centinaia di maghi, sparsi in
tutto il mondo, ma per gli Astromanti, i maghi della Magica scuola di Ectaban, coloro che traggono la
loro magia e i loro poteri magici, dagli Astri e dai Sigilli astrologici, esperti in previsioni del futuro,
profezie e preveggenze, sarebbe giunto il tempo, in cui la magia, sarebbe ritornata nel mondo, sarebbe giunto
il tempo, in cui i Magici e i Senza Magia, avrebbero iniziato a vivere in pace e armonia tra di loro,
senza pi conflitti e rivalit...
ma per adesso, quella nuova epoca aurea, stentava a farsi vedere, oppure, si trovava ancora in un orizzonte
molto lontano e distante...
nel Ma
i Senza Magia; iniziarono a rivendicare i loro diritti, alcuni maghi e Magicanti, iniziarono a sostenere i
diritti dei Senza magia, reputandoli, comuni esseri umani, alla pari dei Magici, i Senza Magia,
accusavano i Maghi e i Magici, di aver tenuto rinchiuso, segretato e confinato il mondo e la razza umana,
nel arretratezza e nel oscurit, di aver impedito e intralciato, ogni forma di progresso e di sviluppo nel mondo
e nel umanit, di aver intrappolato il mondo in un limbo eterno, dove nulla deve mai cambiare, dove tutto
deve restare, cos come e stato fatto, dove solo chi ha la magia, pu decidere, scegliere e cambiare le cose a

suo piacimento e gli umani senza magia no, ritrovandosi esclusi ed emarginati da tutti...
nel Magisterio dei maghi, inizi a diffondersi, la paura e la paranoia, si temeva l'arrivo delle Orde
materialiste, alle porte di Andairia, ma il Magisterio dei Maghi, avevano il loro incubo notturno, ovvero la
Ideologia materialista, un ideologia sociale, secondo cui, non esistono distinzioni tra Magici e senza
Magia, che tali distinzioni, non sono fattori innati o naturali o irripetibili, come hanno fatto credere il
Magisterio, per secoli e millenni, alla popolazione di Andairia, ma che siano creazioni sociali, delle societ
dei maghi, che per secoli e millenni, avevano dominato su tutto il mondo conosciuto...
il Magisterio dei maghi, inizi a contrastare con ogni mezzo, la diffusione della temuta Teoria
materialista, ottenendo il controllo delle scuole e del istruzione di Andairia, mandando l'esercito nelle
strade, con scopi di polizia, ad arrestare e incarcerare, chiunque fosse solamente sospettato di Materialismo o
di attivit anti-magiche...
per il Magisterio dei maghi, la magia e tutto, la magia e l'essenza ancestrale e primordiale del Universo, la
magia stessa, risale a prima del universo stesso, per i Magi Magisterii, la magia nasce dal anima degli
esseri umani e degli umani, la Magia nasce dalla Perla, che per i Magi Magisterii e la goccia
primordiale di purezza edenica e ancestrale, racchiusa negli esseri umani, perla che si trova nel anima degli
esseri umani, fin da quando nascono, per i maghi, la mancanza di magia e una degenerazione, oppure,
peggio, un abominio, un aberrazione, per i maghi di Andairia, vivere senza la magia e una cosa impensabile,
sarebbe come un uccello senza le ali oppure a un pesce senza le pinne, i maghi, reputano la magia, una parte
intrisesca e vitale degli esseri umani, un essere umano senza la magia e un umano a met, un umano monco,
per questo i maghi, trattavano i Senza magia, come dei Disabili, come dei Monchi, come degli
Handicappati, come della gente Storta o a met o incompleti...
uno dei termini dispregiativi, con cui i Magici; si rivolgono ai senza magia e il termine Senza Anima,
questo, dalla credenza dei magici, secondo cui gli umani senza magia, siano umani senza l'anima, mentre gli
umani con la magia, sono umani con l'Anima, per i maghi di Andairia, la magia nasce dal anima, se un
umano non riesce a lanciare magia, allora e un umano vuoto, senza anima, per i maghi di Andairia, l'umano
che non ha la magia e solo spazzatura biologica, un ammasso di carne e di ossa, una poltiglia bio-organica,
un sacco di carne, nella cosmologia Andairita, i maghi possono rinascere dopo la morte, i senza magia
invece, sono sono destinati a restare morti per sempre, confinati in un eterno oblio oscuro, senza poter mai
rinascere...
per i maghi, la scomparsa della magia del mondo, equivale al crollo della civilt e della societ e al avvento
delle barbarie, significa togliere ogni freno inibitore agli esseri umani,
ma questi discorsi, erano sempre meno condivisi da pochi, come se la magia rendesse tutti pi buoni, gentili
e onesti, non si poteva vedere la magia come la soluzione ai mali del mondo o come a un bene supremo, la
magia, come ogni cosa del mondo, stava nel mezzo, tra il bene e il male, tra la luce e la tenebra...
ma il Magisterio dei maghi, reputa la netta distinzione e differenziazione sociale tra i Magici e i Senza
magia, come la colonna portante della Societ, come la base della stessa civilt, per il Magisterio, abolire
ogni distinzione e differenza tra i Magici e i senza magia, avrebbe portato solamente al caos e al disordine,
avrebbe portato al imbarbarimento della societ e al crollo della civilt...
queste rivendicazioni sociali, vennero viste come una minaccia e un pericolo, da parte del Magisterio, per per
contrastare le forze anti-magiche e la Propaganda materialista, decise di creare, un corpo per la difesa e
la salvaguardia della magia ad Andairia, le Tuniche nere...
il Magistero dei Maghi, ha il controllo delle Tuniche nere, la polizia segreta di Andairia, un corpo
segreto di Maghi-soldati, usati come organizzazione per la vigilanza e la repressione delle forze materialiste
e anti-magiche, una polizia segreta dedita a rapimento, sequestri e torture nelle prigioni segrete dei Maghi
Magisterii, le Tuniche nere, sono fatte o di comuni Maghi, fedeli al potere del Magisterio, oppure, di ex
maghi-soldato del esercito di Andairia, nelle Tuniche nere, vengono arruolati e inquadrati i maghi pi devoti
e zeloti al potere del Magisterio e alla supremazia dei Magici, sui Senza magia...

le Tuniche nere, sono usati anche forze Speciali e come soldati d'Elite del esercito Andairiano...
il Magisterio, diede il via, a una grande persecuzione di massa, degli umani senza Magia e di quei Maghi,
che sostenevano e promuovevano le rivendicazioni sociali dei Senza Magia, reputati dei maghi traditori e
dei falsi maghi...
il Magisterio, per tenere sotto controllo l'intera Andairia, cre, il Dipartimento per la vigilanza e il
contrasto del Anti-Magia, composto da Maghi Visiomanti, maghi dotati di una vista magica, la capacit
di vedere ogni cosa, i Visiomanti, facenti parte di questo dipartimento, sono usati come Spie e come
organismo di sorveglianza, per spiare i cittadini e segnalare chiunque, sia solamente accusato o sospettato di
essere un Anti-Magico o un Nemico della magia...
ad Andairia, iniziarono a diffondersi, il Movimento della grande semina, i cui membri sono detti, i Maghi
Seminatori, un gruppo di Maghi, secondo cui, ognuno deve avere i propri poteri magici, la magia deve essere
libera e accessibile a tutti, tramite un potere magico, detto il Seme, che permette di inseminare, dentro
ogni persona, un proprio potere magico personalizzato, lo scopo della grande semina e creare una vasta, ricca
e immensa diversit di magie e di poteri magici, di ogni specie e tipo, si battono per la diversit nel mondo
magico, reputandolo un valore fondamentale, per rafforzare il mondo magico e renderlo moderno e
dinamico...
sono dei maghi Anarchici, si battono per una magia Anarchica, una magia libera, indomita e senza
confini e barriere, i Maghi seminatori, si reputano i veri e unici maghi, sono in guerra e ribellione aperta,
contro il Magisterio, che vedono come il principale, vero e unico, nemico e avversario della magia e delle
forze magiche, poich, per i maghi seminatori, il Magisterio, ha violato, la prima legge della Magia,
facente parte del sistema Giuridico Magicante, la legge e giurisdizione della magia, la legge dei maghi
ovvero...
non usare mai la Magia per il potere o il dominio sugli altri , n usare mai la magia a scopi malvagi o
negativi, la magia sia sempre usata solo e unicamente, per aiutare gli altri o per il bene comune...
i Maghi seminatori, reputano che lo scopo base della magia, sia la libert pi indomita e selvaggia, la Magia
deve abbattere e distruggere i muri e creare ponti e legami, non creare mura e barriere, la magia deve essere
il nemico e avversario di ogni specie e tipo di potere, la Magia e il caos, il disordine, ma anche un oceano
eterno e infinito, la magia e la libert selvaggia e indomina, la magia e saper essere se stessi, per i maghi
seminatori, divenuti la resistenza armata rivoluzionaria, contro il potere del Magisterio, al interno di
Andairia.
ma questo, venne perseguitato e osteggiato dal Magisterio, secondo cui e la Magia che deve scegliere il
mago ospite e non il mago ospite, scegliersi la sua magia a piacimento, deve essere la magia a dominare
l'ospite, non l'ospite dominare la sua magia, per il Magisterio... e l'umanit che deve sottomettersi alla magia
e non la magia sottomettersi agli umani, per i capricci e voleri personali ed egoistici degli umani...
questo movimento, che si batteva, per il fatto, che tutti, potessero essere o diventare maghi dominatori di
magie e non pi dei Prescelti decisi dai Maghi, venne perseguitato e braccato dalle autorit Andairite,
molti, furono costretti a scappare e fuggire da Andairia, altri invece, decisero di restare e di rimanere ad
Andairia, per combattere il potere dei Magi Magisterii...
se prima, gli eserciti dei Maghi-soldato del Magisterio, dovevano affrontare le numerose e ripetute, rivolte
e ribellioni dei Senza magia, nelle basse periferie di Andairia, ora, l'esercito Andairita, doveva affrontare
un altra ribellione, ovvero, la rivolta dei Maghi Ribelli, i maghi dissidenti, che si opponevano al regime
tirannico dei Magi Magisterii del Magisterio di Andairia, durante queste ribellioni, i Maghi Seminatori
siglarono un alleanza con i Maghi ribelli, contro le Tuniche nere e i Maghi-Soldato di Andairia.
i Maghi Seminatori, che erano fuggiti al estero, aiutavano e sostenevano dal esterno, la ribellione e
l'imminente rivoluzione dei Maghi ribelli, contro il potere egemonico e dominatore del Magisterio,
se la magia, voleva salvarsi, se la magia, voleva evitare la sua definitiva caduta, doveva rinunciare al potere,
doveva diventare non promotore del oppressione, ma promotore della libert...

in quelle terre, non c'era mai stato nessuno progresso scientifico-tecnologico, come avrebbe mai potuto
esserci il progresso, in una terra dominata dalla magia, in una terra, dove per volare, basta un Amuleto
apposito o una apposita formula magica, dove per respirare sott'acqua, trasformarsi in animali, diventare
invisibili o attraversare i muri o la stessa materia solida, bastano magie di ogni specie e tipo? Che serviva
creare Navi o veicoli in grado di volare, navigare o andare pi velocemente nella terra, se tanto, la magia
permetteva tutto e rendeva tutto a facile portata di mano?
nella citt di Andairia, si pratica l'allevamento dei Draghi di Palude, una razza di Draghi acquatici, che
vive e popola le paludi, lagune e acquitrini, attorno alla citt di Andairia, a differenza dei draghi
comunemente noti, i Draghi di Palude, non hanno le ali e non sputano fuoco, ma sono abili nuotatori, hanno
le zampe palmate e sanno respirare sott'acqua, invece di sputare vampate di fuoco dalla bocca, sputano nubi
di veleno, generate e prodotte da ghiandole velenifere, che si trovano nella bocca del Drago di fiume, che
secerne il veleno, che viene sparso dalla bocca, come uno spruzzo o come una nube umida.
I Draghi di palude, vivono solamente in ambienti Lacustri, salmastri e umidi, respirano solamente l'acqua
dolce di fiumi e di laghi, trascorrono largo tempo, sia sott'acqua, che nella terra ferma, nel alimentazione, i
Draghi di Palude sono Onnivori, mangiano sia Carne e altri animali, che Piante e vegetali...
allo stato brado, i Draghi di Palude sono Ovovipari, creando dei nidi, fatti di fango e di giunchi...
il Drago di palude e un animale facilmente addomesticabile, l'allevamento dei Draghi di Palude, viene
largamente praticato dagli abitanti di Andairia, che allevano i draghi di Palude, in apposite Fattorie e
allevamenti, situati nelle paludi e lagune limitrofi, per l'allevamento del Drago di Palude, in tempi antichi, i
primi abitanti di Andairia, impararono le tecniche di allevamento del Drago di Palude, dai Popoli delle
paludi, i popoli ed etnie locali, che vivono nelle paludi e nelle lagune attorno ad Andairia.
L'allevamente dei draghi di Palude, viene praticato da secoli e millenni, da tempi immemori, dai contadini e
dai pescatori, che vivono in villaggi, nelle zone delle paludi e delle lagune, l'allevamento del Drago di
Palude e una tradizione antica e di lunga data, nelle popolazioni locali e native delle Paludi e delle lagune,
le paludi e le lagune, attorno ad Andairia, sono la base del economia e alimentazione della popolazione di
andairia, come la pesca dei numerosi pesci delle acque lacustri, la caccia agli uccelli e alla fauna lacustre, la
produzione agricola nei fertili territori limitrofi, altro grande pilastro del economia di Andairia, sono
l'allevanto dei Draghi di Palude, usati per la produzione di alimenti, come la Carne del drago di Palude,
largamente mangiata e consumata ad Andairia, ma anche la concia della pelle squamosa del Drago di Palude,
una pelle dura, coriacea e resistenze, le Ossa del Drago di Palude, usate o come medicinale, oppure come
materiale per produrre lame, coltelli, ma anche come Avorio, per farci statue e opere artistiche, le scaglie dei
Draghi di palude pi grossi, sono usati per farci armature, corazze e armi bianche...
i Draghi di Palude, vengono allevati dagli Andairiani, anche come animali da difesa e da combattimento,
queste creature acquatiche rettiliformi, vengono usati in interi branchi, per respingere gli attacchi nemici o
esterni, delle forze ostili che vogliono attaccare e assediare Andairia, queste creature, sono velocissime a
nuotare e possono affondare un intera nave o un intera flotta di barche, con un colpo solo, essendo creature
rapide, robuste e agili...
nei teatri di Andairia, il settore dello spettacolo nella citt di Andairia e retto dagli Oniromanti, i maghi
della Magica scuola di Oniryon, in grado di controllare i sogni e le immaginazioni e le emozioni degli
esseri umani, per esempio ottenendo poteri magici dallo stupore e dalla meraviglia e dal incanto, questi
maghi, abili anche come attori, scenografi e sceneggiatori di libretti musicali e teatrali, conducono spettacoli
teatrali o circensi, dove ad esibirsi, sono creature magiche o esseri magici antropomorfi, generati e
materializzati, dalla magia degli Oniromanti, questi spettacoli, sono seguiti largamente dalla borghesia e
dal elit dei Magici di Andairia, l'accesso e permesso anche ai Senza magia, con lo scopo di mostrare ai
senza magia, la forza e la potenza della magia...
alle porte di Andairia, premevano anche, la diffusione delle fedi e delle religioni dei Senza Magia, religioni
che affermavano che gli umani, non avessero bisogno di Magie o di poteri sovrannaturali, che agli umani,
bastasse venerare alle divinit supreme, che vivono nella vetta del cielo o nelle profondit della terra o nelle
forze ancestrali e primordiali della natura, religioni che ebbero grande diffusione e proseliti nei quartieri

bassi degli umani senza magia, emarginati nella societ dei Magici, furono queste religioni, che spinsero i
senza Magia a unirsi in blocchi compatti e a dare il via a ribellioni, rivolte e rivoluzioni, contro il potere dei
Maghi e contro le forze magiche, in quelle zone e angoli del mondo, dove la magia regnava ancora, quelle
religioni, avevano resi forti gli umani senza magia, gli avevano resi pi impavidi e coraggiosi, quegli umani
ora, non temevano pi la magia, n il Magisterio dei Maghi, che ora, sfidavano apertamente, poich,
c'erano i loro nuovi Dei e divinit, in cui credevano, che gli davano la forza, per ribellarsi, per dare dignit
agli umani senza magia, ma quelle religioni, anche se non erano magia, erano per forze sovrannaturali,
provenienti da oltre i confini conosciuti del mondo e del umanit, forze ancestrali e primordiali, che vanno
oltre le conoscenze e le concezioni umane, che erano divenute alternative e concorrenze alla magia classica e
tradizionale...
queste religioni, vennero perseguitate e braccate dai Magisterii dei Maghi e dai Maghi-Soldato...
Trama
Ad Andairia, un organizzazione clandestina di maghi dissidenti, messa al bando al Magisterio dei maghi, si
oppone al regime autoritario e oppressivo, da parte del Magisterio dei Maghi, che punta a ottenere, il
controllo e il monopolio della Magia e delle Arti magiche, di tutta Andairia, controllando le Scuole di
magia di Andairia...
per reprimere le rivolte dei maghi ribelli, il Magisterio dei Maghi, manda in giro, le Tuniche nere, la
polizia segreta del regime del Magisterio, che scatena campagne di repressioni, con rapimenti, sequestri,
minacce, torture o esecuzioni sommarie, nel tentativo di sradicare la ribellione, da parte dei maghi ribelli,
Andairia, si ritrovata isolata dal resto del mondo, per via dei governi degli altri stati e nazioni del mondo,
che hanno imposto un embargo su tutta Andairia, per via del suo regime autoritario e oppressivo, che non
permette la convivenza pacifica tra umani senza magia e magici, peggio, opprime e sfrutta gli umani senza
magia, tramite una elit di Magici, elevata a casta...
per via del isolamento internazionale, Andairia ha iniziato a far leva sul Autarchia, ovvero,a far leva su un
iper-sfruttamento delle risorse naturali, racchiuse nei fondali delle grandi paludi e lagune, che circondano
Andairia, causando per una catastrofe ambientale, danneggiando l'ambiente locale, rischiando di portare
alla rovina il Popolo delle Paludi, gli indigeni nativi delle lagune attorno ad Andairia, che minacciano non
solo la ribellione contro il Magisterio, ma anche di aizzare i Draghi delle Paludi, contro la stessa Andairia
e contro il Magisterio e il suo esercito di maghi-Guerrieri...
da giorni e giorni, gruppi di maghi Ribelli della Confraternita delle onde primordiali, sta dando numeroso
filo da torcere, ai maghi-soldati Andairiti, dando il via una vera e propria guerriglia, contro il Magisterio,
spingendo la popolazione locale, sia dei Magici, che dei Non-Magici, tramite volantini, opuscoli e
Pahmplet, a ribellarsi al potere del Magisterio...
Cairas, un mago della Confraternita delle onde primordiali, una confraternita di maghi ribelli al potere
del Magisterio, ha una storia d'amore con Bodirea, una maga Oniriomante, che lavora nel settore dello
spettacolo di Andairia, Bodirea e una attrice teatrale, in grado di dare vita a ogni elemento del palcoscenico,
di poter trascinare le persone, dentro lo spettacolo teatrale, come se prendesse vita attorno agli spettatori...
ma dopo lo spettacolo teatrale, Bodirea, viene arrestata e catturata dai Maghi-Gendarme di Andairia, con
l'accusa di essere una maga-ribelle e di aver aiutaro dei Senza magia...
Cairas: Fermi! Che state facendo? Fermatevi! E innocente! Non ha fatto nulla di male
gendarme: badi a come parli! Secondo il servizio di monitoraggio dei Visiomanti e del dipartimento per
la vigilanza e il contrasto al Anti-Magia, questa giovane ragazza, fa parte dei Maghi ribelli, che vogliono
attentate alle istituzioni sovrane e legittime e diffondere il caos e il disordine sociale, attentando al ordine
sociale, questa ha pure protetto e aiutato dei Senza-Magia, le leggi sono chiare, aiutare i senza-Magia e un
atto di tradimento verso la propria appartenenza magica!
mentre Cairas, viene scoperto e rischia la condanna a morte, per via di un misterioso mago traditore, al

interno stesso della Confraternita delle onde primordiali...


ma Cairas, viene arrestato dai gendarmi di Andairia, rinchiuso nelle prigioni di Andairia, viene liberato da un
gruppo di Tanatomanti, un mago in grado di controllare la vita e la morte, la creazione e distruzione di
ogni elemento del esistenza e di ogni essere vivente, che riesce a tirare fuori Cairas, dalla sua prigionia e a
portarlo al sicuro, in un villaggio, nascosto in una fitta vegetazione di giunchi e piante acquatiche nelle
paludi limitrofi ad Andairia, il villaggio e un covo di maghi ribelli, che vivono assieme alla trib dei
Luctanii, un popolo indigeno delle paludi, che ha secoli, un legame ancestrale e primordiale, con i Draghi
delle paludi, quasi come se fossero dei fratelli o dei simili, gli stessi Luctanii, sono umani che si sono
evoluti e generati dai Draghi di Palude, a differenza degli altri esseri umani comuni...
qui, Cairas si riprende, dalla fuga dalle prigioni di Andairia e incontra Saguntu, il capo della trib dei
Luctanii, che prima fa incontrare Cairas a sua figlia, Sairinta, una strana e misteriosa ragazza, per met
umana e per met drago di palude, ma esteriormente simile a una comune umana, che incarica Cairas e
Sairinta, di una importante missione: ovvero, portare l'Artiglio del grande Drago delle paludi, nel cuore di
Andairia, nella Stanza primigenia, una misteriosa stanza nei profondi sotteranei di Andairia, dove nessun
mago n maga, ha mai osato avventurarcisi dentro, poich si dice che in quella stanza, sia stata rinchiusa e
intrappolata, l'anima del grande Drago delle paludi; il padre fondatore e signore primigenio di tutte le razze
e le stirpi dei Draghi delle Paludi, un anima rinchiusa e sfruttata dal Magisterio dei maghi, per sfruttarne
il vasto e immenso bacino energetico che genera quel anima catturata, rinchiusa e sfruttata...
ma, ammonisce Saguntu: se l'anima del Grande Drago delle Paludi, venise liberata dalla sua prigionia,
allora, tutti i draghi delle Paludi, potranno sprigionare tutti i loro poteri magici, che vennero rinchiusi e
intrappolati da dei Sigilli magici, che i Maghi di Andairia, imposero a forza ai Draghi delle paludi, per
intrappolarne i poteri magici e per addomesticare e sfruttare i Draghi delle paludi, per i loro scopi e
interessi, i Draghi delle paludi, sono animali magici, dispongono di poteri magici di ogni specie e sorta, per
inibiti e bloccati da dei Sigilli magici, usati dai Maghi di Andairia, che neutralizzano il potere magico dei
draghi delle paludi...
il Grande drago delle Paludi, venne catturato e rinchiuso dai Maghi di Andairia, per sfruttarne la sua
anima, come vasta e immensa fonte di energia rinnovabile, illimitata e a basso costo, vampirizzandone
l'anima, usata per accedendere e alimentare, tutte le luci e la corrente di Andairia, rinchiudendo la sua
anima con Catene di Metallo magico, l'anima del Grande Drago delle Paludi, viene usata anche, per tenere
controllata e soggiogata la Grande essenza, ovvero l'Anima magica che la vita e la magia della citt di
Andairia, tenendo oppressa e soggiogata, la stessa citt di Andairia...
Cairas e Sairinta, entrano di nascosto ad Andaira, a nuoto, aiutati da dei Draghi di Palude, raggiungendo la
Marina di Andairia, un quartiere semi-sommerso di Andairia, reputata la zona malfamata e degradata di
Andairia, la zona dove per si pu entrare di nascosto, facilmente, ad Andairia, senza farsi scoprire dalle
autorit Andairite,
ma Cairas, vuole salvare Bodirea, dalla sua prigionia, assaltando le prigioni di Andairia, ma Sairinta si
oppone, affermando che per ora, la sua principale missione e liberare l'anima del Grande Drago delle
Paludi, dalla sua prigionia e mettere fine alla tirranide del Magisterio, su tutta Andairia...
ma la Marina di Andairia,viene attaccata da un esercito di Maghi ribelli, proveniente dal esterno, che tentano
di assaltare la citt, in modo da venire aiutati dal interno, tramite una ribellione di massa dei Senza magia e
dei Maghi dissidenti, ma l'esercito Andairita risponde, l'intero quartiere, diventa un campo di battaglia,
Cairas e Sairinta, riescono a nascondersi in tempo, rifugiandosi in un accesso alle fogne di Andairia...
ma nelle fogne di Andairia, hanno trovato riparo e rifugio, sbandati e relitti della societ andairita, come
spacciatori di Calamari verdi, delle creature simili a Polipi e calamari, dalla pelle verde chiara, con
macchie nere, che vivono nelle paludi e lagune attorno ad Andairia, che sono venduti ad Andairia, come
Droga e sostanza stupefacente, che per causa danni gravi e irreparabili a chi ne abusa troppo...
Nauco, uno spacciatore di Calamari verdi, si offre di portare Cairas e Sairinta, nelle vicinanze della stanza
dove e racchiusa l'anima del grande Drago delle Paludi, facendogli da guida, nelle labirintiche fogne di
Andairia, un luogo ostile e pericoloso, poich il Magisterio decise di confinare e rinchiudere qui, tutti i
Mostri e le creature mostruose e le creature magiche degenerate, che si aggiravano in precedenza, nei

bassifondi di Andairia, rendendo le fogne di Andairia, un luogo ostile e pericoloso, dove solo i Cacciatori
di mostri, possono entrarci senza rischiare la pelle...
intanto, ad Andairia, il Magister Magii, Claudianus Rexalonga, un Mago-ministro, si incontrato
segretamente, con un gruppo di Maghi corrotti, con lo scopo di mettere fine definitivamente, alle ribellioni
dei Senza magia e dei Maghi ribelli, tramite un incantesimo di massa, ovvero, usare i Maghi corrotti, per
lanciare un incantesimo su vasta scala, su tutti i quartieri bassi di Andairia, con lo scopo di trasformare tutti i
Senza magia e i maghi Ribelli in Pesci e confinarli per sempre, nelle paludi di Andairia, dove non potranno
arrecare alcun danno e fastidio a nessuno...
per, tale incantesimo, si tratta di un Pogrom di massa, un piano eugenetico, con lo scopo di spazzare via i
dissidenti e i non-Magici, lasciando solo e unicamente, gli umani dotati di Magia ad Andairia, rendendo
completamente egemonico il Magisterio, su tutta Andairia...
intanto, Cairas e Sairinta, raggiungono la stanza del Anima del grande drago, ma Nauco, viene divorato da un
mostro acquatico, che si aggira per le fogne di Andairia e muore, lacerato e dilaniato, ma appena Cairas e
Sairinta, sono scampati al attacco del mostro acquatico, si nascondono, notando che i maghi rinnegati, al
servizio di Claudianus Rexalonga, vogliono lanciare il loro incantesimo di massa, proprio dalla Stanza del
Grande Drago delle paludi, sfruttandone l'energia sovrannaturale, ricavata dalla grande anima del Grande
drago delle Paludi, che si espande e diffonde in tutta andairia, come se fosse una rete elettrica, che alimenta
d'energia l'intera citt, ma i maghi rinnegati, vogliono versare nel anima del grande Drago delle Paludi, della
Essenza incantata, che espandendosi in tutta Andairia, tramite i tubi e passaggi di diffusione del Essenza
del drago delle paludi, lancerebbe l'incantesimo su chiunque ne entri in contatto o si avvicini, trasformando
grossa parte della popolazione di Andairia in Pesci e relegandoli nelle Paludi di Andairia, visto che solo il
Magisterio, conosce la controformula per annullare l'Incantesimo...
nascosti e origliando i discorsi dei maghi rinnegati, Cairas e Sairinta, scoprono, tutti i malefici piani del
Mago-ministro e dei maghi rinnegati...
mentre Cairas, tiene impegnati i maghi rinnegati, Sairinta, si impegna a rompere e spezzare le catene di
metallo magico, che tengono rinchiusa e prigioniera, l'anima del Drago delle Paludi.
cos, per impedire l'applicarsi del malefico piano, Cairas e Sairinta, si lanciano su maghi rinnegati,
scontrandosi contro questi ultimi, combattendo con magie e con poteri magici, ha inizio una furiosa e
poderosa battaglia a suon di magie, nella stanza del grande Drago delle Paludi, Cairas e Sairinta, riescono
a tener testa ai maghi rinnegati, che per sono maghi veterani e professionisti, con anni e anni di esperienze
alle spalle, Sairinta, viene ferita dal colpo di una Lama magica, di una spada di un mago rinnegato, che
Cairas, riesce a sconfiggere, facendolo sommergere da una massa d'acqua a forma di pugno, generata dalla
magia di Cairas...
Sairinta, per e riuscita in tempo a liberare, l'anima del Grande drago delle paludi, dalla sua prigionia,
l'anima si sprigiona e si libera, uscendo di forza e soppianto da ogni tombino, tubo e passaggio di Andairia,
che viene inondata del anima del grande Drago delle Paludi, che si risveglia, per facendosi largo nei
sotteranei di Andaria, per raggiungere l'esterno, facendo crollare e collassare mezza citt, causando una
ferita nella citt, che per e rigenerata dai poteri magici, infiniti e sconfinati del Grande Drago delle
Paludi, il Re e custode di tutte le magie e i poteri magici delle Grandi Lagune,attorno ad Andairia, che il
Magisterio ha rubato e sfruttato e usato dal Grande Drago delle Paludi, per il proprio potere e per
attirgerne i loro poteri magici sconfinati e illimitati, che oramai, hanno perso dopo il risveglio del Grande
drago acquatico...
la lama magica e per nociva e letale e sta pian piano uccidendo Sairinta, ma Sairinta, viene salvata dal
grande Drago delle Paludi, che leccandogli la ferita, ferma l'incantesimo assassino della Lama magica e gli
rigenera e cicatrizza la ferita, Sairinta si risveglia e abbraccia fortemente Cairas...
Cairas: cosa fai? Io sono gi innamorato con una ragazza umana, non posso innamorarmi di te!
Sairinta: ma perch? ma noi, dei Draghi delle paludi, amiamo tutti, nei draghi delle paludi, convidiviamo
l'amore, non c'e lo teniamo per pochi, in maniera egoistica, come se fosse una cosa riservata a pochi
privilegiati...
Cairas: no, davvero, noi umani non possiamo fare queste cose, non siamo come voi, siamo troppo

diversi...
ma intanto, l'esercito Andairita, viene messo in stato di allerta, dopo che i Draghi delle paludi, dopo il
risveglio del Grande drago delle Paludi, si sono radunati e ammassati in forze, dopo che l'ondata
energetica, ha rotto e distrutto i sigilli che imprigionavano la magia dei Draghi delle Paludi, i Draghi
delle paludi, sono fuggiti dalle fattorie e dagli allevamenti, distruggendoli e devastandoli e attaccando di
massa la citt di Andairia e le sue mura, aiutati da eserciti di indigeni delle Paludi, l'esercito Andairita,
risponde schierando i cannoni e usando potenti magie, nel tentativo di respingere l'attacco dei draghi delle
paludi,
i cannoni, vengono puntati sul orda di Draghi delle Paludi, che radunati e organizzati, come se fossero un
esercito o un orda, si riversano sulla citt di Andairia, i soldati fanno fuoco a volont con i cannoni,
bombardando l'intera laguna limitrofe, nel tentativo di respingere l'assalto dei Draghi delle Paludi, alcuni
draghi delle Paludi, vengono uccisi o feriti dalle cannonate, sparate dalle mura di Andairia, che vogliono
ricongiungersi, con il Grande Drago delle Paludi, i maghi-soldati Andairiti, caricano i fucili ad avancarica,
a polvere da sparo, facendo fuoco a volont, contro i Draghi delle paludi, uccidendo e ferendone alcuni...
ma nei bassifondi, si scatena la ribellione di massa dei Senza-magia, che assaltano le zone alte,aiutati dalla
Magia dei Draghi delle paludi e del Grande drago delle Paludi; il cui scopo e spazzare via il Magisterio
dei maghi e riprendersi il dominio assoluto delle grandi Paludi, che gli venne portato via dal Magisterio dei
Maghi...
il Grande Drago delle Paludi, passa la sua magia, ai senza-magia, che si ribellano e usano i nuovi poteri
magici da poco ottenuti, contro le tuniche Nere e contro il Magisterio, l'intera citt di Andairia, diventa
un campo di battaglia, ma le mura e la citt in s, sono rimasti innoriditi e disgustati, dal male e dalla
malvagit, causate e provocate dalla sete di potere e di dominio del Magisterio, che ha causato e arrecato
dolore e sofferenza, alla stess citt, che era tenuta prigioniera dal anima del Grande drago delle paludi,
rinchiusa nei suoi sotteranei, che il Magisterio, aveva sfruttato come Sigillo, per inibire i poteri magici
pi violenti e devastatori della citt magica senziente, decide di ribellarsi, contro i maghi del Magisterio, che
finiscono schiacciati e maciullati, dalle mura e dagli stessi palazzi, che prendono vita, sommergendo i maghi
con i loro muri, come se fossero fatti di una sostanza densa e vischiosa, ma allo stesso tempo, dura e pesante
come i mattoni o il cemento armato...
quando la citt prende vita, il carcere crolla, permettendo a tutti i dissidenti che erano stato rinchiusi,
incarcerati e torturati, di scappare e di fuggire via a gambe levate, questo permette a Boadirea, di fuggire
dalle carceri e di dileguarsi nelle strade di Andairia...
cos, avviene la caduta del Magisterio, i senza-magia e i neo-Magici, gli umani che hanno ottenuto la
magia dal Grande drago delle Paludi, per le strade si festeggia, Cairas, vedendo Bodirea, in mezzo alla
folla, gli corre incontro, Bodirea a sua volta, si accorge, della presenza di Cairas in mezzo alla folla, i due si
reincontrano e si abbracciano fortemente....
Sairinta, lascia Andairia e si immerge nelle acque della Palude, nuotando sott'acqua e incontrando il Grande
Drago delle Paludi, che sott'acqua e accompagnato da una moltitudine di Draghi delle Paludi, Sairinta,
abbraccia fortemente il Grande drago delle Paludi al collo e si allontanano, nuotando, verso le profondit e
gli abissi della Palude...
ad Andairia, prende il potere, la Repubblica di Andairia, o Repubblica Andairita, il cui parlamento e un
misto di umani senza-magia, Magici e Neo-magici...
dopo anni e anni, di chiusura e di isolamento dal resto del mondo, Andairia, si apr nuovamente al resto del
mondo, ritornando ad essere nuovamente, un crocevia di scambi e di commerci, una citt cosmopolita, dove
tutto il mondo si incontra e si scambia, Andairia, da roccaforte e baluardo dei maghi e della magia, divenne il
luogo di dialogo e di scambio, tra i Magici e i Non-Magici, una citt-simbolo della pace tra le terre dei
Maghi e le terre degli Umani.
La magia, a dispetto delle previsioni cupe e pessimistiche del oramai decaduto, Magisterio dei Maghi, ritorn
nuovamente in vita, torn a vivere, per il fatto che non era la magia in s, ad essere in declino e decadenza,

era una vecchia magia, che moriva, rimpiazzata da una nuova magia, la magia doveva cambiare pelle, come
un serpente che rimpiazza la vecchia pelle, con una nuova pelle, la magia, doveva cambiare ed evolversi,
senn, sarebbe morta, sarebbe stata spazzata via.
Poi, l'umanit poteva benissimo progredire e andare avanti, senza dover rinunciare alla Magia, senza dover
perdere quel lato Magico, che racchiuso in ogni essere umano, l'umanit poteva benissimo progredire e
andare avanti, mantenendo la sua Magia, racchiusa dentro di s...

FINE