Sei sulla pagina 1di 53

LE PATOLOGIE DEL

GINOCCHIO
dott. Luciano Limonciello
Responsabile Ortopedia
Nuova Clinica San Francesco

SUDDIVISIONE
INFANZIA E ADOLESCENZA
ETA' GIOVANE E MEDIA
> 60 ANNI

INFANZIA E ADOLESCENZA
GINOCCHIO VARO-VALGO
M. DI OSGOOD-SCHLATTER
OSTEOCONDROSI DISSECANTE
SINDROMI FEMORO-ROTULEE

GINOCCHIO VALGO
ETA DI INSORGENZA: 2-3 anni
SINTOMATOLOGIA: deambulazione alterata
TRATTAMENTO: osservazione, riduzione del
sovrappeso, plantari se concomita un piede
piatto

CASI GRAVI: Intervento chirurgico di


epifisiodesi a 10 anni

GINOCCHIO VALGO - VARO

INCIDENZA SECONDO LETA

M. DI OSGOOD-SCHLATTER
ETA DI INSORGENZA: 12-14 anni.
SINTOMATOLOGIA: dolore alla regione anteriore del
ginocchio dopo l'attivit fisica.

DURATA DELLA MALATTIA:


ESAMI STRUMENTALI:
TRATTAMENTO:

12-24 mesi

RX convenzionali.

riposo, crioterapia, FANS al bisogno.

M. DI OSGOOD-SCHLATTER

OSTEOCONDROSI DISSECANTE
SINTOMATOLOGIA:
1a FASE: dolori intermittenti.
2a FASE: blocchi articolari.

ESAMI STRUMENTALI: RX convenzionali


TAC.

TRATTAMENTO:

RMN.

ARTROSCOPIA:

OSTEOCONDROSI DISSECANTE
(M. DI KONIG)

SINDROMI FEMORO-ROTULEE
ETA DI INSORGENZA: 14-18 anni
PREVALENZA NEL SESSO FEMMINILE
SINTOMATOLOGIA: dolore poco definito, che si accentua
nell'accovacciamento o nel salire scale.

ESAMI STRUMENTALI: RX convenzionali + assiali di rotula.


TAC femoro-rotulea.

TRATTAMENTO: sospensione di attivit quali step, squat ...,


ginocchiere o interventi chirurgici nei casi pi gravi

SINDROMI FEMORO-ROTULEE

SINDROMI FEMORO-ROTULEE

NORMALE

SUBLUSS. E TILT

SINDROMI FEMORO-ROTULEE

IMMAGINE TAC DI SUBLUSSAZIONE E TILT

ETA' GIOVANILE
LESIONI LEGAMENTOSE
LESIONI MENISCALI
LESIONI CARTILAGINEE

LESIONI LEGAMENTOSE

LESIONI LEGAMENTOSE ACUTE


ETA': 16<>40 anni
M:F 3:1
TRAUMATISMI SPORTIVI O STRADALI
SEMPRE PER EVENTI TRAUMATICI
RILEVANTI

LESIONI LEGAMENTOSE ACUTE


SINTOMATOLOGIA PRECOCE

VERSAMENTO EMATICO PRECOCE (60%)


SENSAZIONE DI "CRACK" (40%)
IMPOTENZA FUNZIONALE
INSTABILITA'

LESIONI LEGAMENTOSE ACUTE


SINTOMATOLOGIA TARDIVA

CEDIMENTI
POSSIBILE E NON DOLENTE LA
DEAMBULAZIONE

DOLORE SOLO SE ASSOCIATE A LESIONI


MENISCALI O CARTILAGINEE

IMPOSSIBILITA' ALLA PRATICA SPORTIVA

LESIONI LEGAMENTOSE
INDAGINI STRUMENTALI
RADIOGRAFIA (per escludere lesioni ossee)
ECOGRAFIA

(solo per la valutazione dei


legamenti collaterali)

RMN

(attendibilit del 50-80%)

TAC

(meno attendibile)

LESIONI LEGAMENTOSE ACUTE


ESAME OBIETTIVO

CASSETTO ANTERIORE

LESIONI LEGAMENTOSE ACUTE


ESAME OBIETTIVO

CASSETTO POSTERIORE

LESIONI LEGAMENTOSE ACUTE


ESAME OBIETTIVO

VALGO-VARO STRESS

LESIONI LEGAMENTOSE ACUTE


TRATTAMENTO: SOLO CHIRURGICO

ETA' 15<>30: CONSIGLIATO


ETA' 30<>50: A RICHIESTA
ETA' >50: NON NECESSARIO

LESIONI MENISCALI
ACUTE

CRONICHE

15<>40anni

>30anni

TRAUMA

MOVIMENTI RIPETUTI

SPORTIVI

LAVORO, CASALINGHE

torsioni sul ginocchio

accovacciamento

con piede fisso al


suolo

prolungato o ripetuto

LESIONI MENISCALI

SINTOMATOLOGIA

DOLORE NOTTURNO
DIFFICOLTA' A SCENDERE LE SCALE (pi che a salire)
DOLORE A ENTRARE O USCIRE DALL'AUTO
DOLORE ALL'ACCOVACCIAMENTO
DOLORE ALLA TORSIONE
DOLORE ALL'IPERESTENSIONE
DEAMBULAZIONE IN PIANO, A PASSO LENTO, SPESSO
SENZA DOLORE
con il tempo (2-3 mesi), il dolore tende a regredire, per
un adattamento alla nuova condizione.

ANATOMIA NORMALE

LESIONI MENISCALI

obliqua

longitudinale

radiale degenerativa

LESIONI MENISCALI
INDAGINI STRUMENTALI
RADIOGRAFIA (SEMPRE IN ORTOSTASI)
per escludere lesioni ossee e valutare lo stato artrosico o
le deviazioni assiali (ginocchio varo o valgo)

ECOGRAFIA

(di scarsa utilit)

RMN

(attendibilit dell'80%)

TAC

(attendibilit minore)

TEST DI MC MURRAY

TEST DI APLEY

LESIONI MENISCALI ACUTE


TRATTAMENTO
SOLO CHIRURGICO (ARTROSCOPIA)
VANTAGGI

RICOVERO BREVE
RECUPERO RAPIDO
MINIMA INVASITA'
RISULTATI BUONI

COMPLICANZE

POCO FREQUENTI
VERSAMENTI
ALGODISTROFIA
TVP
INFEZIONI (1/2500)
RECUPERO LENTO

LESIONI MENISCALI CRONICHE


TRATTAMENTO
ARTROSCOPIA
RISULTATI BUONI NEI PAZIENTI PIU'
GIOVANI E IN ASSENZA DI ALTRE
PATOLOGIE

RISULTATI PROGRESSIVAMENTE PIU'

SCADENTI NEI PAZIENTI MENO GIOVANI


E IN PRESENZA DI ALTRE PATOLOGIE

LESIONI MENISCALI CRONICHE


TRATTAMENTO
<50, NO ARTROSI: ARTROSCOPIA
<5O, SI ARTROSI: CONSERVATIVO
NEI PAZIENTI > 50 ANNI E' PIU' UTILE
UN TRATTAMENTO CONSERVATIVO
(RIPOSO, GHIACCIO E FANS)

NEI PAZIENTI > 50 ANNI, IN ASSENZA DI


ALTRE PATOLOGIE, L'ARTROSCOPIA DA'
SPESSO BUONI RISULTATI

COMPLICANZE DELLE
MENISCECTOMIE ARTROSCOPICHE
NEGLI OVER 50

VERSAMENTI RECIDIVANTI
DOLORE PERSISTENTE
ALGODISTROFIA
RECUPERO LENTO
OSTEONECROSI DEI CONDILI FEMORALI
RAPIDA EVOLUZIONE DELL'ARTROSI

TRAPIANTI DI CARTILAGINE

TRAPIANTI DI CARTILAGINE
INDICAZIONI
ETA' 15<>55
ASSENZA DI LESIONI LEGAMENTOSE
ASSENZA DI DEVIAZIONI ASSIALI
ASSENZA DI ARTROSI
ASSENZA DI OBESITA'

TRAPIANTI DI CARTILAGINE

PRELIEVO

MEMBRANA CON CONDROCITI

TRAPIANTI DI CARTILAGINE

LESIONE DEL CONDILO FEMORALE INTERNO

TRAPIANTI DI CARTILAGINE

APPLICAZIONE DI COLLA FIBRINA

TRAPIANTI DI CARTILAGINE

INSERIMENTO DELLA MEMBRANA DI CONDROCITI

LA GONARTROSI

QUANDO OPERARE?
DOLORE
LIMITAZIONE FUNZIONALE
LIMITAZIONE ARTICOLARE
FALLIMENTO DLLE TERAPIE MEDICHE E
FISICHE
QUADRO RADIOGRAFICO
ETA' BIOLOGICA
CONDIZIONI GENERALI E LOCALI

PROTESI DEL GINOCCHIO

PROTESI DEL GINOCCHIO

PROTESI DEL GINOCCHIO

PROTESI DEL GINOCCHIO

GINOCCHIO VARO ARTROSICO

COMPLICANZE
INTRAOPERATORIE

1,1%

(fratture, arresto cardiaco....)

POST-OPERATORIE LOCALI

2,3%
(ematoma, tvp, paralisi dello spe,
infezione precoce)

POST-OPERATORIE GENERALI 2,2%


(anemia, embolia, gastrite, ulcera,
infezioni tardive)