Sei sulla pagina 1di 8

OSSERVAZIONE DIRETTA

DEL COMPORTAMENTO
NON VERBALE

Gli elementi di base


dellimpostazione di
unOSSERVAZIONE DIRETTA
durante un colloquio uguale a
quella della video analisi
1. Definizione degli obiettivi dellosservazione (cosa si
vuole capire, es. i bisogni / i valori di una persona).
2.Gli stimoli (parole stimolo)
3.Baseline del comportamento

Definizione degli obiettivi


Cosa si vuole analizzare durante
uninterazione?
Qual lelemento di interesse?
QUINDI
Aggiunta di quali informazioni?
Verifica delle informazioni ipotetiche
Scelta degli elementi di osservazione

Stimoli
Parole stimolo:
- Parole chiave nelle domande e nelle risposte
- Impostazione delle domande: aperte e chiuse
Altre tipologie di stimoli:
immagini, video, ecc.
Controllo degli stimoli:
- Considerare/isolare il contesto
Verifica degli stimoli:
-Pi reazioni allo stessa
tipologia di stimolo

Baseline del comportamanto non verbale


La baseline pi difficile stilare nellosservazione diretta.

Gli elementi non verbale da non considerare


Comparare gli elementi non verbali a diversi stimoli
Elementi del comportamento non verbale:
Illustratori
Manipolatori
Espressione pronta alluso
Contrazioni, movimenti che si ripetono
Tipologia di espressioni
Ritmo del gesti, movimenti
Ritmo del parlato (velocit, pause, lunghezza tirate oratorie)
Voce (grave o acuta, volume)
Altre reazioni fisiologiche (rossore, pallore ecc.)

Procedura dellosservazione diretta del comportamento non


verbale di un colloquio:

PRIMO METODO DA IMPARARE: OSSERVAZIONE


DIRETTA PRENDENDO APPUNTI

1. fase

2. fase
Conclusioni: unire gli elementi della stessa tipologia di informazioni

- Durante il colloquio si pu
utilizzare il proprio comportamento
per rendere la mimica
dellinterlocutore pi trasparente,
pi predisposto a comunicare con
le espressioni
- Domande aperte e chiuse

Esercizio: osservazione diretta

Potrebbero piacerti anche