Sei sulla pagina 1di 6

RICHIESTA TESI

La richiesta tesi deve essere effettuata almeno 6 mesi prima della prevista sessione di laurea. Lo
studente deve presentarsi a ricevimento; non sono ammesse richieste tesi via email.
Una volta concordata lattribuzione tesi ed ai fini del completamento della fase di prenotazione, il
tesista deve inviare al docente unemail con la quale comunica: nome, cognome, corso di laurea, n.
matr., recapito telefonico, prevista sessione di laurea, materia nella quale si chiesta la tesi ed
eventuale titolo gi concordato con il docente.
Lindirizzo mail cui inviare tale comunicazione : marco.mancarella@unisalento.it
Una volta concordato largomento tesi, il lavoro successivo viene svolto interamente online
tramite email (ad es. invio indice e bibliografia di massima, invio singoli capitoli, ecc.).
RICERCA TESI
La ricerca bibliografica per la tesi pu essere effettuata su scala locale e nazionale.
Su scala locale il tesista pu individuare i testi utili per la ricerca e la loro collocazione allinterno
delle biblioteche di Ateneo tramite il seguente sito: http://siba-millennium.unile.it/search*ita
La ricerca si pu effettuare per parole chiave del titolo, autore, ecc. Una volta individuato il libro e
cliccato il titolo, uscir la collocazione nelle varie biblioteche; cliccando ulteriormente sul nome
delle biblioteche comparir lindirizzo e gli orari di apertura.
Su scala nazionale, nel caso in cui un testo non sia disponibile presso le biblioteche di Ateneo, si
pu effettuare una ricerca tramite il Sistema Bibliotecario Nazionale, al seguente sito: www.sbn.it.
La ricerca si pu effettuare per parole chiave del titolo, autore, ecc. Una volta individuato il libro e
cliccato il titolo, uscir la collocazione nelle varie biblioteche; con la stampa della videata nella
quale compaiono i nomi di tutte le biblioteche in Italia dove disponibile il testo, il tesista pu
recarsi presso qualsiasi biblioteca di Ateneo e chiedere di effettuare il cd. prestito
interbibliotecario: in tal modo il testo arriver in prestito via posta e si dovr pagare
semplicemente il costo di spedizione.
Per la ricerca bibliografica, infine, si consiglia di consultare la pagina google libri, ove, tramite
semplice richiesta per parole chiave, possibile visualizzare interi testi, senza per possibilit di
stampa: http://books.google.it/bkshp?hl=it&tab=wp
Per la ricerca su siti web, sono ammesse esclusivamente le citazioni di documenti o testi
scaricati da siti di Istituzioni nazionali (ad es. Ministero Ambiente, ISPRA, ecc.) ed
internazionali (UE, ONU, ecc.) o Organizzazioni riconosciute (WWF, Amnesty, ecc.).
Per i tesisti che approfondiscono materie attinenti lambiente, si consiglia di effettuare la ricerca sui
seguenti
siti
web:
www.giuristiambientali.it;
www.minambiente.it;
http://www.isprambiente.it/site/it-IT/.
Per i tesisti che approfondiscono materie pubblicistiche, si consiglia di effettuare la ricerca sui
seguenti siti web: www.federalismi.it; http://www.associazionedeicostituzionalisti.it/.
Per i tesisti che approfondiscono argomenti connessi allamministrazione digitale e
allinformatica giuridica, si consiglia di effettuare la ricerca sui seguenti siti web:
http://leg.unisalento.it/;
www.cnipa.it;
www.funzionepubblica.it;
www.giurdanella.it;
www.cesda.it,
www.politicheinnovazione.eu;
www.interlex.it,
http://spol.unica.it/teleamm/default.htm, www.federalismi.it.
NOTIZIE UTILI PER TESI
La domanda di laurea, corredata dalla relativa documentazione, dovr essere presentata presso
lUfficio Carriere Studenti due mesi prima della relativa sessione di laurea.

Le tesi di laurea dovranno essere presentate, presso lUfficio Carriere studenti, 30 gg. prima
dellinizio della medesima sessione.
Si comunica che i laureandi devono aver sostenuto lultimo esame non meno di 15 gg. prima
della relativa seduta di laurea.
PRESENTAZIONE DELLA TESI
La tesi triennale sar composta da 60 (minimo) a 120 (massimo) pagine, quella specialistica da 100
(minimo) a 250 (massimo), scritte su pagina A4, con interlinea 2, in carattere Times New Roman
corpo 12, con margini: cm. 2,5 margine sinistro cm. 4.
Il testo deve essere giustificato. Il linguaggio dovr essere semplice e chiaro.
Non indicare in copertina il nome del correlatore nelle tesi triennali, solo per le tesi di laurea
specialistica, poich viene scelto dalla Presidenza poche settimane prima della discussione
(circa 2).
In fase di discussione il tesista pu predisporre una presentazione con power point (slides):
massimo 7-8 slides.
STRUTTURA
Schema classico: introduzione, sviluppo dellargomento, conclusione. Il numero dei capitoli non
limitato, purch le divisioni siano coerenti con la problematica trattata. Ogni titolo di capitolo, , o
suddivisione va menzionato nell'indice collocato all'inizio del lavoro.
L'introduzione contiene una breve descrizione dell'oggetto del lavoro. Fissa l'importanza
dell'argomento (gli aspetti nuovi, i limiti), il metodo usato, il piano seguito. Sviluppo
dell'argomento: la tesi presenta un'analisi approfondita che poggia in gran parte e prima di tutto su
fonti primarie, e in un secondo tempo su letteratura secondaria, che sar oggetto, oltre che della
presentazione delle posizioni e degli argomenti relativi, di una critica personale in funzione
dell'analisi sviluppata nella tesi. La conclusione deve essere breve e ricordare i punti essenziali della
tesi. Non deve essere n una ripetizione, n una valutazione dettagliata, bens una sintesi personale
del lavoro.
Consiglio: scrivere introduzione e conclusione dopo aver concluso i vari capitoli; solo in tal modo,
infatti, si avr il quadro completo della ricerca e delle sue finalit e risultati.
SCHEMA CITAZIONI PER TESI
LIBRI

1) CITAZIONE DI UNA O PIU PAGINE SPECIFICHE DI UN LIBRO MAI CITATO PRIMA


ALLINTERNO DELLO SCRITTO
E. MORIN, Il metodo 5. Lidentit umana, trad. it., Milano, Raffaello Cortina Editore, 2002, pp. 253254.
Se non un libro straniero tradotto ma stato scritto direttamente in italiano, allora eliminare trad.
it

Se non si citano direttamente delle pagine riportandone il testo tra ma si fa generico riferimento
al contenuto di un testo allora anteporre Cfr. (confronta): ad es.
Cfr. E. MORIN, Il metodo 5. Lidentit umana, trad. it., Milano, Raffaello Cortina Editore, 2002.
Se oltre al confronta si vuole sottolineare che un certo concetto lo si ritrova in varie parti del
medesimo testo e non in alcune pagine specifiche:
Cfr. E. MORIN, Il metodo 5. Lidentit umana, trad. it., Milano, Raffaello Cortina Editore, 2002,
passim.

2) SE LIBRO GIA CITATO MA NON NELLA NOTA IMMEDIATAMENTE ANTECEDENTE


S. COTTA, Luomo tolemaico, cit., p. 126.
3) SE STESSO IDENTICO LIBRO CITATO NELLA NOTA IMMEDIATAMENTE
PRECEDENTE MA ORA LO SI VUOLE CITARE PER UNA PAGINA DIVERSA
Ivi, p. 128.
4) SE STESSO IDENTICO LIBRO CITATO NELLA NOTA IMMEDIATAMENTE
PRECEDENTE ED ORA LO SI VUOLE NUOVAMENTE CITARE PER LA MEDESIMA
PAGINA
Ibidem.
5) SE SI VUOLE CITARE UN LIBRO DELLO STESSO AUTORE MA DIVERSO RISPETTO A
QUELLO CITATO NELLA NOTA IMMEDIATAMENTE PRECEDENTE
ID., Luomo tolemaico, cit., p. 126
6) SE SI VUOLE CITARE UN SAGGIO CONTENUTO IN UNA RACCOLTA DI SAGGI
P. DONATI, Etica, ambiente e vita umana nel contesto sociale postmoderno , in P. DONATI, H. SEIDL, S.
BELARDINELLI, S. ZAMAGNI, I. MUSU, Etica, ambiente e vita umana, Roma, Konrad Adenauer Stiftung,
1991, pp. 5-48.
7) SE E UN LIBRO NON SCRITTO INTERAMENTE DA UN UNICO AUTORE MA E
INDICATO IN COPERTINA UN UNICO SOGGETTO CHE NE HA CURATO LEDIZIONE
S. PRIVITERA (a cura di), Per unetica dellambiente, Roma, Armando Editore, 1995, p. 99

ARTICOLI IN RIVISTA
1) ARTICOLO CHE SI CITA PER LA PRIMA VOLTA
G. SCID, Oltre i limitilo sviluppo sostenibile in Quaderni di Sociologia, n. 5, 1993, p. 150.
2) ARTICOLO GIA CITATO MA CAMBIA LA PAGINA O LA SI SPECIFICA
A. FODELLA, Il vertice di Johannesburg sullo sviluppo sostenibile, cit., p. 400.
3) SI APPLICANO LE MEDESIME REGOLE VISTE PER I LIBRI IN CASO DI ID., IVI,
IBIDEM E CFR.
4) SE ARTICOLO CONTENUTO IN UNA RIVISTA TELEMATICA
S. NESPOR, Lambiente nella riforma costituzionale: virtualit e contraddizioni, in Federalismi.it, n. 17, 2004, rivista
telematica in http://www.federalismi.it.

5) SE ARTICOLO CONTENUTO IN UNA RIVISTA TELEMATICA ED E STATO GIA CITATO


S. NESPOR, Lambiente nella riforma costituzionale: virtualit e contraddizioni, cit.

5) SE ARTICOLO CONTENUTO IN UNA RIVISTA TELEMATICA ED E STATA GIA CITATA


SOLO LA RIVISTA TELEMATICA MA NON LARTICOLO
P. L. PORTALURI, Nomina et rosae: i livelli essenziali nel governo del territorio, in Federalismi.it, n. 15, 2003, rivista
telematica cit.

6) SE SI TRATTA DI UN ARTICOLO PUBBLICATO SU INTERNET MA NON IN UNA


RIVISTA INFORMATICA E QUINDI SEMPLICEMENTE SU DI UN SITO
A. BURATTI, La tutela dellambiente come valore costituzionalmente protetto in due recenti
Sentenze della Corte Costituzionale, in http://www.associazionedeicostituzionalisti.it.
7) SE SI VUOLE SEMPLICEMENTE RIMANDARE AD UN SITO INTERNET
Per ulteriori informazioni sul progetto I.C.E.F., si veda http://www.icefcourt.org.
DOCUMENTI
1) DOCUMENTO CONSULTABILE SU INTERNET
U.N./E.C.E., Convenzione di Aarhus, in http://www.minambiente.it.

2) SE IL DOCUMENTO SI TROVA IN UNO SCRITTO ALLORA

U.N./E.C.E., Convenzione di Aarhus, in _____________ (SI AGGIUNGE LO SCRITTO)

BIBLIOGRAFIA
Gli scritti si mettono in ordine alfabetico. Si applicano le regole inerenti lId. ma non cfr., ivi,
ibidem, questo perch i testi si citano una volta sola in bibliografia e indipendentemente da un
confronta
Si pu decidere di distinguere tra testi consultati, articoli in rivista, siti internet, documenti
Consiglio: preparare la bibliografia citazione dopo citazione; farla solo alla fine complica molto il
lavoro.

UNIVERSIT DEL SALENTO


FACOLT DI LETTERE E FILOSOFIA
CORSO DI LAUREA IN ______________

(nome e cognome)
Matricola n. __________

(TITOLO)
_________
TESI DI LAUREA IN
SOCIOLOGIA DELLAMBIENTE E DEL TERRITORIO
_________

Laureando:
______________
Relatore:
Chiar.mo Prof. re MARCO MANCARELLA
Correlatore (SOLO PER LAUREA MAGISTRALE):
Chiar.mo prof. __________________

ANNO ACCADEMICO ____________