Sei sulla pagina 1di 5

Versione Pubblica

Studio Legale Libertini Scognamiglio


Trevisan & Cuonzo Avvocati

FORMULARIO PER LA PRESENTAZIONE DEGLI IMPEGNI


AI SENSI DELLART. 14 TER DELLA LEGGE N. 287/90
(Versione definitiva)
1. Numero del Procedimento
Procedimento A473 Fornitura Acido Colico
2. Parti del procedimento
ICE Industria Chimica Emiliana S.p.A. e Prodotti Chimici e Alimentari S.p.A. (infra
cumulativamente ICE)
3. Fattispecie contestata
La denuncia di Erregierre S.p.A. (RGR) ed il successivo intervento di DiPharma
Francis s.r.l. (DiPharma) assumono limpossibilit di acquistare bile bovina sul
mercato. Tale allegazione la premessa di tutte le ipotesi accusatorie formulate dalle
predette societ, per la cui verifica lAutorit, con provvedimento adottato in data 10
dicembre 2013 ed integrato in data 28 ottobre 2014, ha aperto il presente
procedimento.
4. Mercati interessati
I mercati interessati dal presente procedimento sono primariamente: i) il mercato a
valle dellacido ursodesossicolico (UDCA), principio attivo farmaceutico ricavato
dalla trasformazione della bile o di intermedi a loro volta ricavati dalla bile, ii) il
mercato di tali intermedi di derivazione biliare (in primis lacido colico), utilizzati da
alcuni operatori per la produzione di UDCA, e iii) il mercato a monte della materia
prima (la bile), utilizzata per la produzione di UDCA o di intermedi destinati alla
produzione di UDCA.
5. Descrizione degli impegni proposti
Ferme restando le radicali critiche rivolte dalla scrivente Societ, nei precedenti scritti
difensivi, allimpianto accusatorio proposto da RGR e DiPharma, si ritiene possibile,
in unottica collaborativa, formulare il seguente impegno comportamentale, al fine di
agevolare, per un periodo limitato, la possibilit per gli operatori meno efficienti di
porre in essere ogni necessario investimento per riallineare le proprie attivit alla
nuova situazione di mercato. Tale impegno frutto di un considerevole sforzo da
parte di ICE nellattuale situazione di cronica scarsit di materia prima ed idoneo a
superare ogni eventuale preoccupazione concorrenziale.

Versione Pubblica

Studio Legale Libertini Scognamiglio


Trevisan & Cuonzo Avvocati

In particolare, il gruppo ICE si impegna a mettere sul mercato un quantitativo


complessivo di bile concentrata pari a 500.000 Kg. Lofferta di tale quantitativo sar
cos suddivisa.
A partire da ottobre 2015 e per due anni, BBA Industria Opoterapica Ltda metter sul
mercato un quantitativo annuo di 200.000 Kg di bile concentrata, che sar venduto in
26 lotti da 7.500 Kg, con un ultimo lotto da 5.000 Kg, ad un prezzo pari al prezzo
medio cui il gruppo ICE ha acquistato bile concentrata da fornitori terzi, esterni al
gruppo, nel corso del trimestre precedente, incrementato dei costi di importazione e
trasporto in Brasile, delle commissioni bancarie connesse alla vendita con clausola
CAD (Cash against Documents) e di un margine equo e ragionevole.
A partire da ottobre 2017 e per un anno, BBA Industria Opoterapica Ltda metter sul
mercato, un quantitativo pari a 100.000 Kg di bile concentrata, che sar venduto in
venti lotti da 5.000 Kg, ad un prezzo pari al prezzo medio cui il gruppo ICE ha
acquistato bile concentrata da fornitori terzi, esterni al gruppo, nel corso del trimestre
precedente, incrementato dei costi di importazione e trasporto in Brasile, delle
commissioni bancarie connesse alla vendita con clausola CAD (Cash against
Documents) e di un margine equo e ragionevole.
Pi in dettaglio, BBA Industria Opoterapica Ltda metter sul mercato:
6 lotti da 7.500 Kg ad ottobre 2015;
7 lotti da 7.500 Kg a gennaio 2016;
7 lotti da 7.500 Kg ad aprile 2016;
6 lotti da 7.500 Kg e 1 lotto da 5.000 Kg a luglio 2016;
6 lotti da 7.500 Kg ad ottobre 2016;
7 lotti da 7.500 Kg a gennaio 2017;
7 lotti da 7.500 Kg ad aprile 2017;
6 lotti da 7.500 Kg e 1 lotto da 5.000 Kg a luglio 2017;
5 lotti da 5.000 Kg ad ottobre 2017;
5 lotti da 5.000 Kg a gennaio 2018;
5 lotti da 5.000 Kg ad aprile 2018;
5 lotti da 5.000 Kg a luglio 2018;
con consegna dei lotti di ciascun trimestre entro la fine del trimestre stesso.
2

Versione Pubblica

Studio Legale Libertini Scognamiglio


Trevisan & Cuonzo Avvocati

Della vendita dei lotti e del prezzo base sar data indicazione sul sito internet di ICE
per almeno 7 giorni lavorativi, con indicazione del prezzo e della data entro cui far
pervenire lofferta di acquisto ad uno specifico indirizzo email.
Solo una societ per ciascun gruppo di imprese potr partecipare alla procedura.
Inoltre, qualora il numero di offerte ecceda o equivalga il numero di lotti, ciascun
offerente non potr acquistare pi di un lotto.
Nel caso in cui, nel termine indicato, pervenga un numero di offerte superiore al
numero dei lotti, sar avviata una gara con aumenti di prezzo del 5% verificandone
laccettabilit per ciascun offerente, fino a che il numero di offerenti rispecchier il
numero di lotti offerti.
Viceversa, nel caso in cui, nel termine indicato, pervenga un numero di offerte
inferiore al numero dei lotti, i lotti residui saranno aggiudicati a chi abbia
previamente dichiarato la disponibilit allacquisto degli stessi. Nel caso in cui, sui
lotti residui, vi siano richieste di acquisto superiori al numero dei lotti disponibili,
sar svolta una gara informale, con possibilit di rilanci di prezzo, tra le imprese
interessate.
Per le offerte di luglio 2016 e luglio 2017, nel caso il numero di offerte rispecchi il
numero di lotti, il lotto da 5.000 Kg sar assegnato allofferente la cui offerta sia
pervenuta per ultima secondo un criterio cronologico.
Societ controllate o collegate a ICE e PCA e societ in cui componenti di organi
sociali di ICE o PCA rivestano cariche sociali non potranno presentare offerte.
Per quanto riguarda il prezzo base, occorre considerare che, nellattuale situazione di
scarsit, ogni Kg di bile di cui il gruppo di ICE si priva comporta una perdita di utili
equivalente alla marginalit che si sarebbe realizzata trasformando quella bile in
prodotto finito.
Visto il margine operativo lordo di ICE, il prezzo medio oggi raggiunto dallUDCA,
i costi di produzione di ICE, il quantitativo di bile acquistato annualmente da ICE,
nonch il quantitativo di bile utilizzato per produrre un Kg di UDCA, il costo
opportunit per il gruppo ICE nel privarsi di un Kg di bile pari in valori
assolutamente sottostimati ad oltre [.. OMISSIS ..
OMISSIS ..
. OMISSIS ]. Deve altres considerarsi che la mancata disponibilit di 500.000
Kg di bile si rifletter sulle produzioni di ICE, ponendola in ulteriore difficolt
rispetto ai clienti, con conseguente ulteriore danno al proprio avviamento sul mercato
(gi oggi ICE si trova in una situazione di grave difficolt, non essendo in grado di
soddisfare il fabbisogno di clienti anche consolidati, ed essendo continuamente
costretta a rinviare consegne gi programmate).
3

Versione Pubblica

Studio Legale Libertini Scognamiglio


Trevisan & Cuonzo Avvocati

Ciononostante, ICE si impegna ad applicare un margine, per ogni Kg di bile


concentrata, di soli 2,5 EUR/Kg. Alla luce di quanto sopra esposto, nonch di tutto
quanto ampiamente esposto nelle memorie difensive gi agli atti del procedimento e
nelle note di commento che accompagnano il presente documento, si tratta
indubbiamente di un margine equo e ragionevole.
Il prezzo medio dacquisto dai fornitori terzi sar calcolato in dollari, convertendo gli
acquisti in valuta diversa al cambio in dollari del giorno del ricevimento della fattura.
La conversione in euro avverr al cambio del giorno della pubblicazione dellofferta.
La vendita avverr con clausola CAD (Cash against Documents) e FOB (Free on Board)
Brasile.
La vendita da parte di B.B.A. sar accompagnata da un divieto di rivendita della bile
ad operatori terzi. Unica eccezione sar rappresentata dalla possibilit di appoggiarsi
ad operatori terzi per la trasformazione in acido colico, con obbligo di riacquisto di
tutto lacido colico prodotto da tali operatori terzi (con una resa che non dovr essere
inferiore a 4,3 Kg di bile concentrata per 1 Kg di ACP) utilizzando la bile fornita da
ICE.
In linea con le consuetudini di settore, la bile concentrata di cui allimpegno dovr
avere un contenuto del 75% di solidi ed un 45% di acido colico calcolato sulla sostanza
secca, con un conseguente tenore in acido colico pari al 33,75% sul tal quale (superiore
al 33% richiesto da una delle parti che hanno presentato osservazioni).
Sempre in linea con le consuetudini di settore, la determinazione del tenore in acido
colico sar effettuata con metodo Pettenkoffer. In caso di variazioni nel contenuto di
acido colico rispetto alle specifiche qualitative sopra indicate, si operer una
proporzionale variazione del prezzo, applicando la seguente formula: P : 33,75 = X :
V (dove P il prezzo di vendita della bile concentrata determinato come previsto
sopra e V la diversa percentuale di contenuto in acido colico).
In termini di monitoraggio, si prevede linvio allAutorit di un rapporto annuale che
indichi il prezzo medio cui ICE ha acquistato bile concentrata da fornitori terzi,
esterni al gruppo, nel corso di ciascun trimestre precedente a ciascuna offerta in
vendita, nonch i costi di importazione e trasporto in Brasile e delle commissioni
bancarie connesse alla vendita con clausola CAD (Cash against Documents). Tale
rapporto sar preparato da un revisore indipendente, individuato in accordo con
lAutorit.
6. Eventuale periodo di validit
Come gi anticipato, limpegno avr durata triennale e riguarder i quantitativi sopra
evidenziati.
4

Versione Pubblica

Studio Legale Libertini Scognamiglio


Trevisan & Cuonzo Avvocati

7. Considerazioni circa lidoneit degli impegni a far venire meno i profili


anticoncorrenziali oggetto dellistruttoria
Limpegno proposto certamente idoneo a superare ogni eventuale preoccupazione
concorrenziale. In una fase di elevata concorrenza dinamica sul mercato dellUDCA,
ICE offre volontariamente un accesso a prezzo agevolato alla materia prima da lei
acquistata per il tempo necessario affinch anche gli operatori oggi in asserita
difficolt e, allo stato, meno efficienti, possano porre in essere ogni necessario
investimento per riallineare le proprie attivit alla nuova situazione di mercato.
Roma, 28 maggio 2015
Prof. Avv. Mario Libertini

Avv. Luca Trevisan

Avv. Vittorio Cerulli Irelli

(anche per i colleghi)