Sei sulla pagina 1di 1
3 2 g 5 g 5 Ilromanzo Gli abissi del male e del bene Alicia Plante Senza macchia apparente La Nuova Frontiera, 262 pagine, 17 euro eeee0e Come un giallo con echi di Rodolfo Walsh. Cosi si pre- senta il nuovo romanzo di Ali- cia Plante. La vicenda ruota intorno al furto di neonati nell’Argentina ai tempi di Vi- dela. Neonati che i militari consegnavano impunemente a famiglie “decenti” (come quella del franchista emigrato Garcia Mejuto) dopo aver eli- minato le loro madri naturali “sovversive”. Perd Senza mac- chia apparente non é solo un esempio riuscito di romanzo poliziesco, e neppure una me- ra denuncia di quegli abusi. I] modo in cuil’autrice ricrea quei tempi oscuri e i tempi at- tuali offre l’occasione per uno splendido esercizio di scrittu- ra capace di gelare il sangue con parole che, come quelle del suo maestro Walsh, colpi- scono e lasciano il segno. Lanalisi della paura é uno dei grandi temi del libro: il terrore del piccolo Daniel davanti al padre violento, il timore dello stesso “gallego” durante la vecchiaia, o quello instillato dai militari che, innome di Alicia Plante una presunta “emergenza na- zionale”, sicomportavano ogni giorno con il senso di im- punita di chi crede che non dovra mai rendere conto a nessuno. Alicia Plante si serve del personaggio del giovane Raul, sceneggiatore fallito, custode di un terribile segre- to, per allestire una trama di ricatti che colpira alcuni mo- stri, ormai anziani, che si cre- devano intoccabili. Il modo in cui é costruito e risolto il rom- picapo di questa storia pud de- finirsi magistrale. Lo stesso vale per la psicologia dei per- sonaggie delle loro intenzio- ni. Lautrice non analizza solo gli abissi del male ma anche i “motivi del bene”, che non sempre sono eroici o nobili. Solo personaggi come Julia, Leo e Gerardo incarnano il desiderio di illuminare la veri- tae di ottenere una giustizia che non sia estranea alla com- passione. L’odio, la paurae la colpa appaiono come un’ere- dita di macchie indelebili. Sul- lo sfondo, oltre a ferimenti e torture, trentamila desapareci- dos e il riciclaggio civile di quei sadici nella transizione verso la democrazia, rimasto senza punizione. Ernesto Calabuig, El Mundo

Potrebbero piacerti anche