Sei sulla pagina 1di 2

Meditazione Introduzione Livello 1

Cerca un momento tranquillo, un luogo tranquillo in cui tu possa meditare indisturbato.


Tutto il resto adesso pu e deve aspettare. Tu solo ti dedichi adesso il tempo per connetterti con lenergia
cosmica e onnicomprensiva.
Ci mettiamo in una determinata frequenza. In questa frequenza ha luogo un ben determinato tipo di
connessione e pu cambiare il nostro stato di consapevolezza.
Ci rivolgiamo alla forza onnicomprensiva. A colui il quale bussa sempre alla porta, sar prima o poi
aperto.

Togliersi gli occhiali

Sedersi comodamente e in posizione eretta

Mettere i piedi a terra leggermente divaricati

Appoggiare delicatamente i palmi delle mani sulle gambe

Il comando interiore:
Ora voglio meditare. Questa una dichiarazione di volont verso se stessi. Io sono qui per connettermi
con la consapevolezza e con questa forza onnicomprensiva.
Sorridere, sfuocare lo sguardo.
Lo sguardo sfuocato sincronizza gli emisferi cerebrali e apre lo sguardo allinfinit. Usciamo dal mondo
materiale.
Gli occhi sono leggermente aperti e non si chiudono. Quando gli occhi sono sfuocati, non c pi alcun
battito di ciglia. Cos i muscoli degli occhi e le palpebre possono rilassarsi. Non vediamo pi nessuno con
precisione ma al contempo tutto. Gli occhi restano leggermente aperti.
Ampliare il respiro fino al proprio massimo. Poi osservare che linspiro e lespiro siano della stessa
lunghezza. un respiro che fluisce senza pressione e sforzo. un respiro silezioso, silenzioso come il
respiro quotidiano. Cos nel ritmo del respiro, fino a che non arriva il rilassamento e la libert dai pensieri,
sorridiamo.
Percepiamo se qualcosa ci distrae, diciamo: S!
Emergono altri pensieri, allora nuovamente ci orientiamo verso la forza universale senza rimuovere
questi pensieri o volerli allontanare. Con ogni respiro ci connettiamo nuovamente con questo piano. Non
ci sforziamo a meditare, ma a respirare. La meditazione deve riuscire da s in accordo con il respiro.
Se avvertiamo qualcosa nel nostro corpo, per esempio un dolore, lo percepiamo e diciamo semplicemente
Grazie. Respiriamo con uno sguardo delicato.
Soltanto quando non percepiamo pi nulla intorno a noi, allora si chiudono gli occhi.
Adesso il respiro in sottofondo. Il corpo dorme e linteriorit desta e chiara.
Durata della meditazione:
Prima della meditazione regolare lorologio interiore. Tutto ci che dura pi di 30 minuti sonno, non
meditazione.
Se volete davvero cambiare qualcosa nella vostra vita, allora meditate giornalmente dalle 3 alle 4 volte al
giorno per 40 giorni. Disciplinarsi interiormente.
Se un giorno non si meditato, allora si ricomincia nuovamente dal giorno 1 e si prosegue. Esercitare
questo respiro fino a che non passa nella carne e nel sangue.

Questa forma di respiro pu essere messa in pratica prima o durante un colloquio importante, per
esempio in situazioni che ci sembrano pesanti o irrisolvibili. Allenate il respiro e sperimentate
personalmente.
Tutto questo non una promessa, ma una possibilit e unofferta per diventare il creatore
attivo della propria vita