Sei sulla pagina 1di 1

L’indipendenza del Brasile e del Messico

• Brasile:
Nel 1807, dopo l’invasione francese del
Portogallo, il brasile fu elevato alla
condizione di regno autonomo in unione
dinastica del Portogallo. Il governo del
Brasile venne lasciato a Pietro I: i
mercanti e i piantatori, temendo che
questo potesse ricondurre il paese a
condizione di colonia, organizzarono
manifestazioni di protesta
indipendentiste. Queste non
degenerarono in una guerra civile poiché
le manifestazioni erano guidate da Pietro
I, che nel 1822 affermò la totale
indipendenza del brasile;

• Messico:
L’indipendenza in Messico non
avvenne in modo pacifico come in
Brasile. L’indebolimento del potere
spagnolo fece esplodere due
sollevamenti di indios, mentre il
ceto dei latifondisti bianchi affidò
la difesa al generale Agustìn de
Itùrbide, che represse
sanguinosamente i moti. Nel 1821,
a causa del proseguire dei
disordini, itùrbide orientò la classe
dominante a richiedere
l’autonomia del Messico sotto la
sovranità di Ferdinando di
Borbone.

Selis Giulia IV F a.s. 2009/2010