Sei sulla pagina 1di 1

QUINTA CONFERENZA PANEUROPEA AMBIENTE E SALUTE

“Protecting children’s health in a changing environment”,


PARMA 10-12 MARZO 2010

I Ministri dell’Ambiente e della Salute di 53 paesi dell’Europa e dell’Asia Centrale ( i 27 della UE,
Russia, Ucraina, Turchia, Kazakistan, i paesi Balcanici, i paesi Caucasici, i paesi dell’Asia
centrale), la Commissione Europea e l’Agenzia Europea dell’Ambiente, i vertici
dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, della Commissione delle Nazioni Unite per l’Europa
(UNECE), del Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP), dell’Organizzazione per la
Cooperazione Economica e Sociale (OCSE), si riuniranno dal 10 al 12 marzo a Parma in occasione
della Quinta Conferenza PanEuropea Ambiente e Salute.
Alla Conferenza parteciperanno anche, come osservatori, Canada, Giappone e USA.

Parma, che ospiterà la Conferenza, oltre che essere la città dell’Agenzia Europea per la Sicurezza
Alimentare (EFSA) è uno dei simboli di successo ed una vetrina della “via italiana” alla
sostenibilità urbana ed alla qualità della vita.

La Conferenza sarà presieduta dai Ministri Stefania Prestigiacomo e Ferruccio Fazio.

La Conferenza è stata organizzata dal Comitato PanEuropeo Ambiente e Salute presieduto


dall’italiano Corrado Clini e dal norvegese Jon Hilmar Iversen, e dall’Ufficio Europeo della
Organizzazione Mondiale della Sanità diretto dall’ungherese Zsuzsanna Jakab.

La Conferenza discuterà, sulla base delle conoscenze attuali, le politiche e le misure da adottare per

• la protezione della salute dei bambini e delle nuove generazioni a fronte dei rischi
ambientali globali e regionali;
• la prevenzione dei rischi e delle malattie causate da fattori ambientali, dai cambiamenti
climatici, e dalle diseguaglianze socioeconomiche e di genere;
• la promozione di programmi e di “buone pratiche” comuni attraverso la cooperazione
tra i paesi dell’Europa e dell’Asia centrale con il supporto della OMS, dell’Agenzia
Europea per l’Ambiente e del settore privato;
• la creazione di una rete paneuropea di comitati nazionali ambiente e salute in grado di
assicurare l’integrazione delle politiche e dei programmi per affrontare in modo efficace
le sfide ambientali regionali e globali che minacciano la salute ed il benessere

I temi della Conferenza erano già stati introdotti dal Ministro Stefania Prestigiacomo in occasione
del meeting G8 Ambiente di Siracusa dello scorso aprile, che aveva dedicato una sessione alla
protezione della salute dei bambini dai rischi ambientali.

In occasione della Conferenza i Ministeri italiani dell’Ambiente e della Salute, in collaborazione


con l’Agenzia Europea dell’Ambiente, hanno organizzato due workshop internazionali :
• “Food for health and sustainable growth” , che sarà introdotto da Umberto Veronesi,
dedicato alla valutazione degli effetti delle diverse diete sulla salute e sull’ambiente
(impronta ecologica delle produzioni agroalimentari);
• “Safe water and healthy water services in a changing environment” , che sarà introdotto
dal direttore dell’Agenzia Europea Jacqeline Mc Glade, dedicato alla valutazione
dell’impatto di alluvioni e siccità sulla qualità e la quantità delle acque nei paesi europei.

Interessi correlati