Sei sulla pagina 1di 2

Modelli di insegnamento

ATTIVIT 5.1.
Autovalutazione attivit 1: Cognitivismo e implicazioni didattiche

1. Un tuo collega vorrebbe capirne di pi sullinsegnamento di matrice

cognitivista. Spiegagli in maniera schematica quali sono i punti


fondamentali da conoscere.
Lapprendimento dato dai processi di elaborazione personale degli stimoli esterni. Non
contano solo i risultati dellapprendimento ma soprattutto le stategie adottate, cio i
processi.
Lapprendimento avviene attraverso lorganizzazione dei concetti da parte del soggetto.
Lapprendimento scolastico efficace quando consente il transfert cio quando
consente ad un alunno di riconoscere un concetto in contesti diversi.
Lalunno deve essere aiutato ad avere un atteggiamento strategico, cio ad affrontare i
problemi di apprendimento e a pianificare strategie

Pensi di riuscire ad essere esauriente? S No Se hai risposto No, quali


aspetti senti di avere meno chiari?

2. Il tuo collega ti chiede un parere: Perch un insegnante dovrebbe


ispirarsi al cognitivismo nella gestione della sua didattica? e in tal
caso, quali problemi pu aspettarsi di dover affrontare?. Usa la tabella per
individuare
i motiviDIaESSERE
favore
e le difficolt
che ti vengono
in mente e che
SCEGLIERE
INSEGNANTI
COGNITIVISTI

gli segnaleresti.
PRO
CONTRO

Linsegnante dovrebbe sostenere


nellalunno
unacquisizione
significativa dei saperi favorendo
collegamenti fra quello che gi sa
e quello che va acquisendo
Linsegnante dovrebbe favorire
lacquisizione
di
conoscenze
spendibili in pi situazioni.
Linsegnante dovrebbe favorire
nellalunno la riflessione sui suoi
processi mentali.
Stimolare
nellalunno
la
motivazione
ad
apprendere
ricercando la causa dei suoi
insuccessi in elementi interni e
controllabili.
Linsegnante dovrebbe proporre
conoscenze
dichiarative,

Spesso si tende a seguire un


approccio consequenziale degli
argomenti da trattare senza
tener conto della realt degli
alunni.
Il transfert non viene facilmente
rafforzato
puntando
spesso
maggiormente sulle esercitazioni
ripetitive e teoriche.
Spesso gli alunni sono pi
interessati ai risultati che ai
processi che li sottendono.
Risult difficile scardinare le
convinzioni e la facilit di
ragionamento nel ricercare cause
esterne.

Modelli di insegnamento
3. Il tuo collega vorrebbe capire se le scelte che fa nella gestione della
classe possono definirsi di matrice cognitivista o meno. Ti chiede un
consiglio, sottoponendoti la sua esperienza.
Durante la correzione alla lavagna dei problemi di matematica sono solito
chiedere agli studenti di giustificare ad alta voce le scelte ed i ragionamenti
che stanno compiendo. Per loro, spesso, ci che conta il risultato finale,
mentre io desidero che si fermino a pensare ai ragionamenti che hanno
messo in atto, che comprendano a fondo il senso delle procedure che
impiegano e che imparino progressivamente ad esercitare un controllo sul
loro apprendimento, riconoscendo gli errori ricorrenti e cercando strategie
per superarli .
Che cosa ne pensi?
Un insegnante dovrebbe sempre promuovere lacquisizione di nuovi concetti ed
aiutare gli allievi a creare collegamenti tra concetti nuovi e concetti preesistenti nella
loro mente, facendo collegamenti adeguati sia rispetto al tipo di concetti che vengono
collegati tra loro, sia rispetto alla forza del legame che si crea tra un concetto e laltro.

4. Il tuo collega ti chiede di fornirgli qualche esempio di buona pratica per


arricchire il suo proprio repertorio.

Quando si introduce in classe un argomento, occorre innanzitutto invitare gli studenti


ad esaminare i concetti che gi conoscono relativamente a quel tema utile stimolare
negli studenti la creazione di collegamenti, invitarli a valutare i collegamenti che sono
stati creati e chiedere quali inferenze e quindi quali nuove informazioni possono essere
tratte da un esame attento di tali collegamenti. . Un ulteriore passaggio consiste nel
confrontare le inferenze fatte con nuove conoscenze in modo da verificare la
correttezza delle conclusioni a cui si giunti Quando un nuovo concetto viene
presentato e si chiede agli studenti di riattivare le conoscenze che gi possiedono al
proposito, ci che si compie una preattivazione di quelle conoscenze in modo da
facilitare la codifica e la rappresentazione mentale delle conoscenze nuove. Un buon
metodo da impiegare consiste nelluso degli organizzatori anticipati, sorta di sommari
sintetici che introducono largomento che viene presentato.