Sei sulla pagina 1di 24
anticoneezionall dalla parte delle donne A cura del Gruppo Femminista “Per una medivina delle donne” c/o Luciana Percovich, via Fusetti 1; Milano. Ristampa a cura di Stampa Alternativa, c.p. 741 Roma INDICE/ Perché questo libretto? / La visita ginecologica/ L’apparato genitale femminile/ Il ciclo mestruale/ L’apparato genitale maschile/ La contraccezione/ 1 metodo Ogino-Knaus/ Il metodo della temperatura basale/ I mezzi chimici e lavande/ Il Diaframma/ Le Spirali/ I metodi ormonali/ La pillola/ La minipillola/ 1 metodi di uso meno comune; Iniezione a deposito/ La pillola del giorno dopo/ I contraccettivi maschili/ Il preservativo/ Coito interrotto/ La sterilizzazione/ 1 metodi sperimentali/ 1 problemi psicologici/ Vocabolarietto ‘ PERCHE’ ABBIAMO DECISO DI SCRIVERE QUESTO LIBRETTO? Inizialmente era salo un desicerio nostro, volevamo chiarirci le idee su un argomente che ci riguarda in prima persona. Cosi ci siamo messe a cercare notizie, ma il materiale che abbiamo trovato era del tutto insoddistacente: o'si trattava di opuscoletti troppo semplici che non spiegavano nulla e in aleun) casi contenevano inesattezze o dati superati, oppure si entrava gar nel campo del materiale scientilice, inaccessibile achi rion fosse un’acltletta ai lavori”’. Allora ci siamo decise a scrivere noi un libpretto che rispondesse alle nostre esigenze: qualcosa cioé che fosse serio ed attendibile, facile da teggere, con chuare illustrazioni e-che, soprattirtto, affrontasse tl problema dal punto di vista della donna, Percid, prima di passare alla clescrizione dei_vari metoui anjiconcezionali, vogliamo dire due parole sul significato che ha per noi donne Ja possibilita di usare gli anticoncenzionali. Avere gli anticoncezionali significa poter controllare ta nostra fecondita. Queste significa che possiame: non esseye pitt soltanto mogli 6 madri, anche contro Ja Nostra volonta, e che potrame invece-cominciare a rompere la divisione dei ruoli (I'uomo: fuori casa / 1a donner clentro casa), che ci @ stata imposta’e rilorta contra. Assegnare a noi danne l'esclusivo comipito, a, megtio “vocazione", ¢li essere madri ha significato toglierci la nostra autonomia e ia possibilita di avere gli stessi-viritir di pensare, decicere e agire che inyece Grano permessi e lasciati anzi in esclusiva all’uomo, Sappiame bene come siamo state condizionate dal fatto edi-essere donne neHé decisioni prese riquarco alle scelte cli lavoro e cli studio, a questioni familiar e coniugali ©, seiplicemente, riguarcdo al nostro tempo Iiiyero. Come se non hastasse, il terrore ci figll indesiderati ci ha poutato'a udiare jl sesso e ad avere percid uma sessuslit’ negata e represso, in quanto vissu ta esclusivamente per la riproduzione, L'ignoranza forzata del nostro corpo e ta mancanza astoluta di metodi siouri ci hanno costrette per secoli asubire gravidanze non volute e ad abortire nella clandestinita e nelle condizioni pid disperate: migliaia di donne per qtiesto sono morte e continuano’a morire anche ogi. Moariche se l'aborto fosse leuple © avyenisse nelle migliori condizioni ui assistenza e di sicurezza, esso resta Un grave trauma sia psicologico che fisico, Percid imparare a conoscere il nostro corpo ¢ a controllare la nostra fecondi su di noi e diventare padrone ci noi stesse ‘ Ma facciamo attenzione: oggi si fa un gran parlare di contralio delle nascite, si parla liberamente @ aperte: mente di anticoncezionali, il sesso 2 ovuncue. Questo perché gli anticoncezionali sono un’arma a doppio ‘taglio: possono essere usati dalla donna per ta propria liberazione, ma anche dalla societa contro la donne. Programmare te pascite secondo necessita non nostre non ci renee padrone di noi stesse: ricarcliamo la « propaganda fascista che incoraggiava acl avere molti figlt perché quella era la “politica” del momento e confrontiamola con la “politica” attuale, quando trappe bocche da sfamare costano troppo allora ci dicono basta coi-figh 5 : Non & a nostro favore Ia {alsa liherazione sessuale dia cui siamo sommerse nei cinema, sulle riviste, con la pubbiicité, che usano il corpo della donna, liberato dq pericolo dei figli, come un nuovo oggetto di consumo. La donne oggi deve essere una bella e placevole compagna, liberata si per mezzo degli elettrodomestici & degli anticoncezionali dalle funzioni gravose dian tempo, ma solo per essere sempre-meglio un oggetto di piacere e di consumo per I'uorno che ¢ il protagonista in questa societa patriarcale. Peretd nol con questo libretto non vogliame clre a tutte le donne: "‘prencl Is pillolae ogni problema sara risolto”’, Re Vogliamo invece fornire uno strumento che ci consenta di conoscere il nastro corpo; sia un primo aiuto verso una scelta consapevole della matemits. Dobbiomo imparare a scegliere, anche se la liberta ck scolta & imitate. dajle condizion’ sociali ¢ culturali in cui viviamo. Infatti se decidiamo di avere un fighio, ci Fitroviamo prigioniere con tui in caso, perché non esistono servizi sociali adequati (nici, asili, ecc.), Se to desideriamo, molto sesso lobbiamo rinuncianvi o per le gravose conciizioni di favoro che ce lo impediscone (abort bianchi) o per I'assoluta necessit8 di lavorares e gid sappiamo come la nostra assunzione & stata condlizionata dal fatto di essere donne, Se infine decidiame di non avere figli, finiamo per essere considerate delle povere donne mancate, Tutto questo fa parte dello realta cli tutti giorni, contro gui dobbiamo lottare collettivamente per impdrre tuna présa di coscienza sulla necessita cil risolvere questi problemi, che non sono incividuali, ma riquardano lutta Ia societa, Per riacquistare la nostra autonomia come persone e come snugett! sessual!, vogtiamo. scegliere see quando diventare madi, gestencoei !a contraccezione. Vogliama riaffermare la nostra sessualita, non solo finalizzata alla riproduzione, e rifiutare.ta divisione sociale dei ruoli sesstiati che sono alla base della nostra oppressione. Ecco perché questo libretto pue aivitarci nella nostra liberazione, “i primo passo per tiflettore LA VISITA GINECOLOGICA Capita molto spesso che, magari dopo aver superato una sevie ti paure, une certa vergouna, 9 l'imbarazzo, ed esserci sottoposte ad una visita ginecologica, ci troviamo al termine di questa ancora pitt ynbarazzate, = dubbiose e, in ogni caso, insoddisfatte. ee Te A Os em ¥ Pud darsi che nor abbiome avuto risposta alle domande che ci preaccupavano e cio’: “Ho qualche malattia? Ese ce Iho, quale?” E pai: “Per cuale ragione posso essermi ammalata e cosa debbo fare perché non mi succeda pid?" Inoltre, non abbiamo capito nulla delle manovre che il medico ha fatto su di noi, anzi alcune di esse possono averel scancertata, ma non siamo riuscite né ad esprimere i dubbi, né ad esporre i problemi che avevamo. Spesso inaltre accadle che i modi hruschi de! ginecologo ci facciano addirittura sentire in colpa e vergognare delle nostie difficalta. Che fare? Per prima cosa & importante capire che il medico 6, anzi deve essere, disponibile per aiutarci. Ed @ anche suo dovere rispondere alle nastre domande, spiegare cosa si sta facendo, 0 perché ci dé una determinata ‘terapia. Soprattutto, poi, vogliamo essere trattate con cortesia, senza eccessiva familiarita ¥, nello stesso tempo, con una disponibilita umana che spesso manca nel rapporto tra medico e pariente (pid spesso se il paziente @ una donna e non riesce a farsi valere). : Per capire cosa ci viene fatto durante una visita ginecologica, elenchiamo qui le varie fasi di cui essa generalmente si compone. Dapprima il medio , dopo averci fatto spiegare il motivo della visita e oli eventuali disturbi, ci. prega di spogliarci calla vita in gid e ci fa distendere su un lettino con le gambe appoggiate su due speciali supporti ¢ le cosve alzate, Poi ispeziona i genitali esterni per notame la forma, eventuali lesioni superficiali, e cosi via. A questo punto, con la mano rivestita da un quanto di plastica asettico, introduce una o due dita nella vagina, ne esplora le pareti e il fonda ed arriva a toccare la cervice iterina, Aititandosi con Malira mano , che preme dall’esterno sull/sddome, puo quindi rendersi onto della posizione della grandezza dell’utero, cli eventuali ingrossamenti o infiammazioni di aalie'e tube (per la spiegazione i tutti questi termini rimandiamo al capitol semiente! ' inito questo primo esame. il ginecologo usa uno strumento, simile al becco di un'oce (lo “speculuny’), con cui divarica le pareti vaginali, in modo da poter vedere direttamente la cervice uterina e notarne un‘eventuale infiammazione, lesione (cervicite) 0 altre alterazioni In.caso alle ragazze che non hanno avuto tapporti o per particolari esigenze pud venirne praticata la visita per via rettale. La visita pud essere completata dla uno striscio per cleterminare quale sia il microbo, 9 il {ungo responsabile di una infiarnmazione, oppure per vedere se le cellule provenienti dalle pareti dell’urero presentano | alterazioni di tipo tumorale. Questo ultimo esame, detto Pap-test, @ utilissimo per scoprire i tumori del collo deil’utero in fase precoce quando, can un‘operazione, si pud impedire la diftusione del male, che il pili frequente rischio mortale per la donna, Tutte le donne sopra 1 25 anni clovrebbero farsi praticare il Pap-test almeno una volta all’anno, tanto pid che ® anche indolore e nan cia alcun fastidio, E* possibile che la visita ginecolagica comprenda un ulteriore esame, indispensabile jarima di prescrivere la pillola 0 altri anticoncezionali ormonali, @ cioé "esame del seno, Esso consiste in una palpazione accurata della mammella e del cavo ascellare, per scoprire eventuali noduli Unvultima cosa: @ giusto pretendere che il quanto, ¢ [o “speculum” non solo siano stati disinfettati prima. dell'uso, ma anche che non vengano a contatto con altri oqgetti non sterili (ad esempio: il medico risponide al telefono, scrivella ricetta o pre la porta con Jo stesso guanto con cui poi visiterd la paziente). Se la visita non @ pidi una protica misteriosa di cui solo il mediivo ha la chiave, se:non ci sentiamo piti come delle cretine a cui non si pud spiegare nulla, 88 Non ci sentiamo pit! come delle depravate per aver chiesto anticoncezionali ad un medico che non condivide la nostra scalta di fare i figli sola quando li vogliamo ¢ ci impone una predica sulla morale, $@ siamo coscienti che I'assistenza non deve essere una carita, ma € un diritto che ci paghiamo, allora possiamo anche gestire, come é nostro interesse, la visita di un ginecologo. E se proprio pensiamo che, per: Vimbarazzo 0 la tensione, non avremo la capacita o la lucidit’ necessarie a portare avanti le nostre richieste, sara meglio andarci con un'amiea che, non essendo direttamente coinvolta, potra aiutarci Un‘ultima cosa: nel caso che richiediamo un anticoncezionale di qualsiasi tipo, # bene {arci spiegare il suo uso, anche pidi di una volta se 8 necessario, ¢ farci chiarire gli eventuali dubbi, per non ritrovarci, una volta sole, con in mano uno strumento che non sappiamo bene se e come utilizzare. L’APPARATO GENITALE FEMMINILE Anche se in alcuni casi la visita ginecologica & una necessita cli cui non possiame fare a meno, é tuttavia molto importante che anche noi sappiamo come siamo fatte, come funziona il nostro. apparato genitale & quello dell'uomo, L’apparato genitale femminile ¢ formato da organi esterni e da organi interni, Quetli esterni sono le grandi labbra, pieghe della pelle ricoperte da peli. Alllinterno di esse sta, in alto, la clito che @ la parte piu sensibile alle stimolazioni. Dalla clitaride partono altre due pieghe pid piccole non ricoperte da peli, chiamate piccole labbra. Al loro interno ci sono due aperture, in alto lo sbocco dell'uretra, da cui esce I'urina, in basso I'entrata della vagina. Le variazioni individvali possono essere notevali, non dimentichiama che gli organi genitali, come qualsiasi altra parte del corpo, pur conservando certe caratteristiche generali, hanno un‘impronta del tu tia individuale. ‘Ad esempio le mani di una clonna sono diverse ca quelle di Un‘altra: c'é ch) ha le dita pil lunghe, chi pid corte, il palmo largo 6 stretto, ece. ‘ Gli organi interni sono: la vagina, I'utero, le tube e le ovaie. L'ingresso della vagina & chiuso solo in parte dalf'imene, in genere in donne che non hanno avuto rapporti sessuali. L’imene é una piccola membrana di forma e di spessore molto vario. E’ percorsa da piccoli vasi sanguigni, per cui la sua rottura porta ad una perdita di sangue, a volte appena visibile, a volte pid evidente, accompagnata da possibili sensaziont di dolore, a seconda dello spessore dell'imene stesso L’imene, mentre in alcune donne pud lacerarsi al solo contatto disun dito, in altre pud essere cosi elastico da rimanere intatto persino dopo ripetuti rapporti sessuali, Percio la cosidetta "prova d'amore’, che ha causato tante tragedie e per la quale tante dorine sono state ingiustamente perseguitate, dipende essenzialmente dalla elasticita e calla spessore dh questa insignificante membrana, ¢ nan pud fornire nessuna prove sulla “purezza’' o verginita’” della clonna, Solo una societa primitiva e patriarcale come la nostra ha potuto attribuirgli tanta importanza, come cruento distintivo di possesso. E’ possibile anche un “intervento. riparatore”, col quale la “verginita” viene ricostruita chirurgicamente. Lavagina @ un canale dalle pareti elastiche, capaci di allargarsi ed allungarsi notevolmente, ma che hormalmente stanno unite, Nella parte alta cli questo canale sporge il collo uterino o cervic L'utero ha la forma di una pera: 1a parte pitt sottile-cervice uterina-sporge in vagina, mentre il come delt'utero si appoggia in avanti alla vescica. ° In molte donne ess0 @ invece sppoggiato all'indietro: si parla allora di utero retroverso, che non comporta necessariamente effetti negativi né sui rapporti sessuali né sulla maternita ‘utero presenta all'interno una cavita che comunica ad una estremita con la vagina tramite una piccola apertura di pochi millimetri, sul cui orlo si deposita una secrezione vischiosa — il muco cervicale —. Dall’altra estremita della cavita uterina partono due sottili tubicini — le tube o salpingi — che si dirigono verso le + ovaie, a cui si appoggiano. Le ovaie, grandi come due mandorle, sono poste nella parte bassa della cavita addominale pie ea Ss aN zi Appardte genitale femminile. Sboece deli'uretes Ee i imene apertura vaginal grandi labpra Organi esterni Orificio uretrale OFificio anale Esse contengono le uova che, cuando giungono a maturazione, hanno la grandezza diuna capocchia di pillo, Cirea a meti di ogni ciclo mestruale — ovulazione -. viene esputso un solo uavo, che normalmente mbocea la tuba, dove viene fecondato dall'arrivo degli spermatozol ' seme maschile, contenente ali spermatozoi, viene emesso normalmente durante il rapporto sessuale nella = arte alta della vagina, Da qui gli spermmatozoi, tramite movimenti della coda, penetrano nell'utero ¢ ‘salgono fino alla parte terminale delle tube, dove generalmente avviene la fecondazione. L'uovo fecondato ‘iene spinto da movimenti li contrazione delle tube verso I'utero, dove va ad annidarsi nella superficie interna che ¢ stata reparata ad accoglierlo da stimoli ormonali LCICLO MESTRUALE