Sei sulla pagina 1di 14

Le cadute negli anziani.

Le
contenzioni come problema o
soluzione.

Dr. Francesco Terrasi


R.S.A. Villa Belfonte
SPES Trento

Le dimensioni del problema


Circa il 40% delle persone ricoverate in RSA cade
almeno una volta allanno e molti cadono pi di una
volta.
Molti dei soggetti ricoverati in RSA hanno gi una
storia di caduta e/o danni relativi alle cadute prima
dellammissione che risulta dallanamnesi di
ingresso.
I soggetti che cadono sono a rischio di future cadute.
NursClinNAm442 (009)187-195

Le conseguenze
Le conseguenze delle cadute sono spesso
significative anche se apparentemente non ci
sono lesioni.
Molti soggetti sviluppano paura di cadere,
diminuita volont a svolgere attivit della vita
quotidiana (come fare il bagno,vestirsi e
camminare). Questi soggetti spesso diventano
socialmente isolati.
NursClinNAm44(2009)187-195

La nostra situazione
In letteratura viene riportato che circa il 10%-20% delle cadute in
RSA causa lesioni serie e tra il 2% e il 6% causa fratture.
NursClinNAm44(2009)187-195

Nel corso del 2012 a V. Belfonte si sono avute complessivamente,


considerati anche i semplici scivolamenti senza conseguenze, 145
cadute (42 in meno rispetto al 2011) di cui 4 seguite da invio in PS
delle quali 1 seguita da ricovero in Ortopedia per frattura di
femore, 1 da rientro in struttura dopo esecuzione esami necessari
e 2 seguite da osservazione breve per trauma cranico di grado 0.
A parte le differenze nel numero totale di cadute la percentuale di
traumi gravi sempre stato grosso modo questa.

Le cause
Cause stabili: deficit visivi, comorbilit, deficit
muscolari, difficolt nellequilibrio, vertigini,
perdita del senso del pericolo
Cause transitorie: febbre, disidratazione,
cambiamento di stanza, cambiamenti nella
terapia, scarpe inadeguate, pavimento bagnato
ecc
Solo il 10% pu essere attribuito a problemi
ambientali

I fattori di rischio
Deficit cognitivo
2 o pi malattie croniche
Deficit nellequilibrio e nellandatura
Basso BMI
Sesso femminile
In uno studio del 2012 effettuato in RSA italiane
risultata pi soggetta a cadute la popolazione di
persone con buona mobilit e bassa cognitivit (G
Gerontol 2012;60:88-98)

Cosa fare
Intervento sullambiente (solo il 10% delle cadute
sono imputabili allambiente)
Valutazione multidisciplinare del rischio e messa
in atto di tutte le misure possibili per minimizzarlo
Limitazione del danno (letti bassi, tappetini,
caschetti, protettori danca ecc)
Contenzioni?

Le contenzioni: definizione
Edefinitocontenzione fisicaogni metodo
manuale o fisico, ogni dispositivo meccanico
applicato o adiacente al corpo di un soggetto
che non pu facilmente essere rimosso e che
limita la libert di movimento o il volontario
accesso a parti del proprio corpo.
Spondine, cinture, tavolino, tutone, lenzuolo
avvolgente

Le contenzioni: i numeri
Difficile avere dati certi, in letteratura si trovano
percentuali di prevalenza (in RSA) dal 26% al 39% per la
Germania, del 31% per il Canada, del 28% della
Finlandia, del 20% ad Hong Kong, dell8% negli USA. In
Italia le percentuali variano dal 15 al 22%. A Villa
Belfonte nel 2012 il 18% degli ospiti presenti ha avuto
almeno una contenzione.
I dati cos riferiti non hanno per un senso compiuto
perch occorrerebbe conoscere quali contenzioni sono
applicate e perch

Le contenzioni: le motivazioni
In tutti gli studi e rilevazioni effettuate la
motivazione pi diffusa la prevenzione delle
cadute (con percentuali che vanno dal 50%
all80%) seguita dal supporto posturale.
Purtroppo, si trovano ancora contenzioni motivate
dal contenimento dellagitazione,
dallimpedimento delle fughe o del wandering.

Le contenzioni prevengono?
La prevenzione delle cadute, che la principale
causa di contenzione, non trova alcun riscontro
negli studi condotti: al contrario gli studi che
hanno valutato lincidenza di cadute nei
programmi di riduzione della contenzione hanno
riportato che la significativa riduzione dellutilizzo
dei mezzi di contenzione non si associa ad un
aumento delle cadute. (Powell C,1989; Shadlen F. 1991; Kramer
J. 1994; Werner P,1994; Dunbar JM, 1997; Neufeld RR, 1999.)

Le contenzioni: danni?
Gli studi effettuati hanno valutato limpatto della
contenzione sulle lesioni traumatiche e hanno
osservato o nessun cambiamento significativo in
relazione alluso o al non uso della contenzione o
una riduzione delle lesioni pi gravi e laumento
di quelle lievi in relazione ad una significativa
riduzione della contenzione. (Powell C,1989; Shadlen F. 1991;
Kramer J. 1994; Werner P,1994; Dunbar JM, 1997; Neufeld RR, 1999.)

Le contenzioni sono pericolose?


La risposta si. L FDA ha stimato negli USA 100
casi di morte allanno da uso improprio della
contenzione. La causa di morte nella
stragrande maggioranza dei casi lasfissia, ma vi
sono molti casi anche di infarto da stress. Sono
molto frequenti anche le lesioni soprattutto legate
alla compressione delle cinture sui vasi o i tronchi
nervosi.

Conclusioni
Le contenzioni troppo spesso risolvono lansia degli
operatori e dei familiari e non il problema cadute
Gli studi suggeriscono che gli anziani continuano a
cadere, con o senza l'uso di contenzione fisica a causa
di cambiamenti associati al processo di invecchiamento
e alla presenza di fattori di rischio.
Rimuovere la contenzione pu diminuire la gravit degli
effetti conseguenti una caduta.