Sei sulla pagina 1di 1

DOMANDA

Con riferimento alla dichiarazione sostitutiva attestante l'insussistenza delle cause di


esclusione di cui all'art.38, comma 1, lett.b), c) e mter) del D.Lgs n.163/2006, sulla base di
orientamento giurisprudenziale del CdS (ex multis: sent 3069/2011) e dalla lettura di quanto
statuito dal DPR 445/2000 (art. 47, comma 2), si chiede conferma che tale dichiarazione
possa essere rilasciata e sottoscritta dal legale rappresentante della societ concorrente in
nome e per conto di tutti i soggetti richiamati dallarticolo 38 del D. Lgs. n. 163/2006 e
nominativamente elencati, assumendosi la piena responsabilit della loro situazione giuridica.

RISPOSTA
Con riferimento al quesito posto si evidenzia che le dichiarazioni sostitutive relative
allinsussistenza delle cause di esclusione previste dal comma 1, lett. b), c) ed mter del D.Lgs.
163/2006 sono rese non nellinteresse del solo soggetto che sottoscrive lofferta, bens
nellinteresse dellimpresa concorrente.
Pertanto, si conferma che lAmministratore che sottoscrive gli atti di gara legittimato a
rendere unitariamente le dichiarazioni anche per gli altri soggetti interessati (osservando le
prescrizioni di cui allart. 47 del D.P.R. n. 445/2000 e purch questi ultimi vengano
nominativamente indicati ed identificati), dovendosi al riguardo specificare che in tal
modo egli assume personalmente la responsabilit penale in ordine alla veridicit delle
medesime dichiarazioni, atteso che la citata norma di legge contempla la possibilit di
sottoscrivere dichiarazioni sostitutive di atto notorio solo in proprio e non anche in nome di
terzi.
In tal senso, si richiama il Parere n. 200 del 20/11/2013 dellAVCP (oggi ANAC), consultabile
allindirizzo web
http://www.avcp.it/portal/public/classic/AttivitaAutorita/AttiDellAutorita/_Atto?ca=5652 .