Sei sulla pagina 1di 1

La teoria Kleiniana: un confronto con Freud

Pur non abbandonando l’impianto teorico di base che poneva l’accento sul
primato della pulsione, Melanie Klein (1928) introdusse, forte anche della propria
esperienza diretta con i bambini, alcuni concetti che si distanziano dalla teoria
psicanalitica classica in materia di sviluppo psichico.
Il nucleo centrale di questa teoria è la relazione: i contenuti sui quali viene
investita (oggetti parziali e totali), il conflitto energetico che ne regola il
dinamismo (pulsione di morte e pulsione di vita, invidia e gratitudine), le tappe
evolutive lungo le quali si forma (la posizione schizoparanoide e la posizione
depressiva. Nel pensiero della Klein la relazione con la madre riveste un ruolo
centrale e determinante per lo sviluppo psichico del bambino e di conseguenza
dell’adulto.
Una prima distinzione con Freud riguarda la metapsicologia: mentre per Freud le
istanze psichiche esposte nella seconda topica (Es, Io, Super Io) hanno un valore
metaforico, nella teoria Kleiniana assumono un valore concreto. La formazione
stessa delle istanze psichiche è differente: mentre per Freud l’Io si forma in un
secondo momento, nella Klein l’Io esiste già dalla nascita, anche se in modo poco
integrato. Proprio la presenza di questo Io primitivo rende possibile la relazione
oggettuale. Vi sono differenze anche per quanto riguarda il complesso edipico e la
conseguente formazione del super Io come istanza morale e giudicante: per Freud
L’Edipo avviene intorno ai 4-5 anni e permette l’interiorizzazione del Super Io
paterno (istanza morale), mentre la Klein pone la nascita dell’Edipo tra i 6 e i 12
mesi, come frutto della posizione depressiva.
È proprio in questi primi momenti che si gettano le basi del successivo senso di
colpa e della tendenza alla riparazione. Quindi attraverso l’introiezione della
madre come oggetto buono avviene il passaggio da un Super io tiranno ad un
Super Io equilibrato, che è alla base della coscienza morale. Anche il positivo
sviluppo delle pulsioni sessuali è importante per la trasformazione del Super io
tirranico in un’istanza più moderata che andrà a costituire la vera coscienza
morale suscitando meno angoscia e più sensi di colpa.