Sei sulla pagina 1di 1

Da sempre, il problema fondamentale dell'uomo è quello di dare un senso alla propria

vita, alle proprie azioni e alla realtà circostante. E' proprio di questo che si occupa la
pedagogia, di accompagnare le persone a rispondere ai perchè dell'uomo che l'istruzione e i
libri possono dare solo in parte. La parola pedagogia deriva infatti da pedagogo: costui era
lo schiavo che nell'antichità accompagnava i figli della famiglia a scuola.
La pedagogia, in quanto scienza, ha un suo oggetto specifico che è la persona: perciò il suo
oggetto è in realtà il Soggetto per eccellenza...l'uomo!
Per questi motivi la pedagogia è anche detta scienza dell'educabilità dell'uomo. Ma che
cos'è l'educabilità? E' una spinta che l'uomo ha in sè di crescere e d formarsi, quindi di
educarsi. L'uomo formandosi diventa sempre più uomo, così come ci insegna Maritain nè
"L'umanesimo integrale".
Maritain, insiema a Mounier e Guardini costituiscono i più importanti autori fondatori del
personalismo. Il personalismo è un'antropologia pedagogica, ovvero la base, la teoresi
che dà i fondamenti per le teorie e i modelli educativi. Questi ultimi permettono di
guidare, orientare l'azione concreta ovvero l'agire educativo. Perciò, se non assumiamo
un'antropologia pedagogica non possiamo educare: sarebbe come voler scrivere senza
sapere l'alfabeto!