Sei sulla pagina 1di 20
Quando prego Dio respira in me Francerer ristampa gennoia 2015 1 estampa febbraio 2015 I ristampa marzo 2015 1Vristampa aprile 2015 PREGHIERA DEL SIGNORE Mess.13 ‘Ato dcepol Gest se, vol peg os Padre nos, che se nel ciel, sia sanincato I tuo nome, ‘Yeng it eg, sft [a vlont, ome in ceo cos in tera Dacei ogg nosto pane quoiian, fmt enol {noe debit ome nll iets al not deltod, fon endure ln tentalone, toa ibercl dl male Amen, PREGHTERE BiBLICHE Magnificat anima mia magnifies i Siguore mio spiro esta in Dio mi slvatore, Deche ha guardato Tumith del sua serve Dorin pot ete te genereciont ‘i chismersin beats rai cose ha fatto perme 'Onmipotente «Santo i so nome A generaion in geneacione la sua miseicortia ‘et gull che lo temono, Ha spiegto a potenza de uo bracco, ba lisp super nei penser del ler cuore; hn ovesit potent! dl won, bt Ianlzto gums dh veolmato a beni gt affemat ha inandat cehi a mani uct. Ns socaso lel sao servo, ‘icordandos dela sur miseteori ome aveva deo a sth pa, er Adamo e ala sua dscendenea, per sempre Dal Saimo 51 Piet dime, o Dio, nel tuo amore; nella ua grande misencodia cancels mis init Lavan tuto dalla ia copa, al mio peceat rent puro. Dal Salmo 130 Dal profondo ate gid, o Signore: ‘Signor, asota la mit voce Sian tuo! orc tens alls voce deli mia supple. ‘Se consider le clpe, Signore, Signore, chit pub eistere? Ma conte perdono: ‘os avremo it tnore, Dal Salmo 139) Signore, i mi sera emi conosei, ‘u conoscl quando mi sido e quando mi alo, ‘tend da lontano {miei pensien, seri mio cammin el mis ripe, ‘sono note tte le me vie Sei tu che hal formato tle re mi hal essuta ue gembo mia ma, ———— v To tlendo grate: ha fatto dt me una mera stupenda meravigtose son le tve ope, le iconosce penamente Vena mia, Non ti eran nascst le mie ossa uando venive formato nl segreto, ‘eamato nelle profondih del ee Ancora informe mi hanna vio tl occ: ono srit nel to I goa efron fist fuando ancora non ne essteve uno. Quanto proton per me tol pense, ‘quanto grande I lore numero, 0 Diol, -FORMULE EREVI Segal eroce Nel nome del Paee del Figo e dello Spiro Santo, amen, Gloria al Pate Gloria al Pade el Figo ecallo Sprit Seto Come ef nel principio, e rte sempre ne seco dt Seo men, ‘ve, Maria ‘Reo Maia lena gra, {Signore econ 2h se bene fae donne ened € fata dtu sen, Ges Seta Marinades Diy Dre per ol pteaon, {oe eo dl ota mot Ame. Angelo Dio ‘Angel lo, che set mio eustde ‘hain, castodset ea e govern ne chet fil east dal pit elee. Aen Leteno ripaso [eterno ipso dona loo, Signore, € splena af ess la luce perpetua. Riposino in pace. Amen, INVOCAZIONI A CRISTO GEStI rsh dungue, awocata nostra, 1 oderinne, 0 Cin ct bevddann, voll anol Boge ol miseicondos. aerché con la tua santa croce hai redenta fl mondo. E mostraci, dopo questo esilio, Gesi, neh atom pe eee O clement, 0 pa, o dole Vergine Maria, Gest Figo della Verge Mari, abbi pitt ct me, | Sotto a va protezione Ges, vie, vert vis abbi pet di me, Sut rein ata Gest, mice del pecestr, abi peta me. to ta cerchiamo rig Santa Madre di Dio Gest edn delle ane€ del comp ab pet me, a {na che siamo nels prov, INVOCAZIONE ALLO SPIRITO SANTO te iberac da oga price, Vien, Santo Spi, ee riempi eure de tuoi eels “tani Iauretane ‘accen in esi foc del ator, Signore, pet Signor, pet Gis pies soon a Signore, ie eee INVOCATION A MARIA Simore pe Signin et Salve, Regin Sanca Aadre dt Dio rege per no Salve, Regina, mace dl mistiorta, | Sena Verne delle vrgint rege per no ta, dolerea esperanza nostra, salve. Madre di Gist preg per no ‘Ate ricoriama, esl lh Bra; | Moe et in preg per no AW SE Si enet e agens ‘Made dla aivins grain rege per no In questa valle acine ‘Made parisina rege pee no Mote csima adres gine Mate inna ear degna fesore esr annie Mote det eon eosin Matra Cn Maire det Shite ‘ern rae’ {etn dee nore Yes dean a ode dessin pote terpne donee Yer tice Spee pereone Sti dea Since Fone els sn Gia Tete dt Spo Sano Takeacio ete Pc Bios conssnte B ow alee Tore dela arta cit Davide Force iesupabic Stat te vin prevnza Bw sages reg per no rede per ol Drege pe ai Drea per ot reg per a Bega per nl Drega pe nal regs per nt Dregs pe na Drege per at ress per ot reg per et Brees pr net Drege pe oa rege per ot reg pe na rege pe nl bres per nl reg pe nal preg per nt ress er not reg pe nl regs er nol ee Stella det mano reg per no Salute deg tater: ress per no) Rivgio dt poser, reg per Console dgi ait Bega per ol Alute det ristion rege na Regina deg ange regs per nt Regina del patnseh regs per nal Regina dei pote Drege Pe nl Regina deat apotoi Drea per nt Regina del mani regs per aa Regina dei confessor dela fede rege et BSL Regina dele vergin rege per not Regine dat (sant reg pe ao Regina concepta senza peceato fresher aah Regina assunta in cele regs per nol Regina det osario reg pe ol Regina dei amiga Bree per nt Regina dela pace regs er nol Apelo di Dio, ‘he tgif pce det mondo perdonac, Signore Aelo a Do, he tog peat det mondo aseotac Signore Aguello dl Dia, he tog peat del mondo abi lethal not Maria Nara donna detrascot, rendl ape nos ech Fe" che sapplamo ascltare 1a Parola del to Figo Gest tia le mille parse dt questo mondo; fiche salam escolare Tevet nut viiamo, ogni persona che inconriamo, Specialmente quella che povers, Disognose, in ict Marl, donna dlls decison, Alumina a nostra sete ei sto cuore, pete spplamo obbedire Sila Parola del tuo Fao esi, Seazatentennamene donacl i oragpo dela decision, Alm astanet trast perch ts orentin a ose vite Maria, donna del'ezione fche le nontre mari eT noe pled Snwovano “in feta" verso gl alt, ber portare la cata eVamore fel ho Fig Ges, pet porare, come te, nel mondo hice de Vangel Amen. am Faves AL MATTING ‘Dal Salm 63 Dio, tse mo Dio, dalreora io exo, th sete te anima mis, desder tel nla carne In tere aid, eseat, sensu, ‘adoro, 0 mio Dio Tadao, mio Dio, eth sto con ut cuore, ‘Tisingrasi dh averms erst, fatto cxetiano canservate ia questa notte ‘iofho le alon dela giomata: ‘ce sano tte secondo lata santa volonte pera megator tua lal, Preservam al peccatoe da ognl male Latun grala sla sempre con me ‘econ ut fel eat Ae Cortera dea giornata (Cuore vine Ges, toto, per mea del Cure Jmmacolto i Maria, madre della Chiesa, n union a. saci eucarsico, le reghere ele aon le ioe le sofferenze dt queso orn in spareone deh cea, priasalvezza di tg wom ela paca elo Spit Sana a gloria del vn Pade, to sone tuto wo quanta fo t apparten, Smile mo Ges, pee mezzo di Mara ua santa Make Signor, 2 grid, acon in mio suo pot orecenio alla mia voce quando finvoco, aia preghiera sia davans le mie man alate come srfico della sea, Tiadore, 0 mio Dio T adoro, mi Di, tame con ttt i cuore ‘Tungrasio di aver eesto, ito cistano _cconsevato in questo glo. Perdoname male oget commesio Se qualche bene ho compo, Custoistint nel ipso e iverami dal perio ‘La ua grazia sa sempre con me con tl imi earh Amen Richiesta di perdono Ricordat, Signore, del ¢uo amore, ela tus fede che ds sempre: Non ordre mie pecet lcodat me nella tus misercodi, per la tua bont, Signore. eta del paso I Signore cl conceéa una note serena un pose tang, Nella vesia svat, Signore, nel sonuo none abbandonste: I cure veg can Cristo fl corpo Hos ela pace, PRIMA DEL PASTO ened, Pate, no eaves eo, ‘he stiamo per cevere come segno dela ta Bont Pe Cito nostro Signore. Amen Signore nostro Dio, dona € sstel la nesta deboleza, Per Casto nota Signore. Amen, tus proteione OPO IL PASTO Bene ‘Tirendiamo graste er tutto! bene, Do onnporene Tu voi eegni nel seo del seal nen fama i Signore. ‘PREGHIERE SEMPLICE Davant al Crocifsso Altssimo, glories Di, ‘mina te tenebre de cuore mo, Dam fede rea, speraa crm cart peste, sho e dscermienta, Signore, ‘er fare atin santa vera volont ‘Amen Su Feocsco fterta dete giomata Mia Di, ‘ofo tute Ie seont che compl queseough one intenzlon e pra gloria fel Seero Cuore el Gest, ‘ogo saniicare bat dl mio cuore, {vet penser el mie opere, anche le it empl, ‘inendole a suo! merit infin, te iperare le mle mancanze (getandoe nels forace te suo amare misecarios, © iio Diol Vogtio damandat pet mee per quell che sono car, In gravis di adempiere pevetamente laa santa volar, al acetate per to amare Te gole cle pene ot quests vita paseggere Deh ot slamo un gore unt ne ie per tutta Tete Soa Tso Lise aro Gest Caro Gest, aataml a aitfondere Jatua fagranzs ovunque vada, ‘onda tema anima con tu Sprite lata Vit. Penere posi tata mio essere, ‘os completimente che la mi vita, non sa che us reso luinoso della ua Risplend atnaverso el me, esi cospresente in me. he ognt anima con cul veng a contatto speriment is ta presen nla mia ania Che alzino gi oceh evedsno non pit me, ma Ges stata! Rian can me, eallora eomncer® a eplendere ome tu ripen; Hsplendere in modo de esere ince pr gi alt, Talc, o esi, prover ita dates lente dese sth mi Sarl tu a riplendere sug ll attravero @ me. Fr che os fo lod nel modo che pi siplendenda dh iace Sulcalore che sono attomo & me. Fe’ che i annune! senza prediesre, ho a parce, ma con esenpio, on na fora che tascng, on inuerzabenevola i che feo, ‘on la pieneva tang dll acre che mio cuore ott pert ‘men Bow J. Now Dreger dellabbandono Padre mi, abbandano te: i'd me ci chet place! ‘uaungue cos facia me, ingraio Sono pronto tua, acct tai, purehé la ae volonta st compia In me inate le tue eeetre Non deseo ato, mio Dio, Rint a mia aia ele fue man, tele dono, mio Bio, om auto Famore del mo cuore, perch ti amo, perme un'esigenza d'smore il donara, i rinettenm nelle te mani seat nisi, con una confidenss fit, lhe Sl Pace mio. Base Cus oF Foca Vue mle mani? Signore vo! le mle man Der passee ques gomata Sutando i povei et mal che ne hanno bisogno? Signore, ogg ido le ie ma, Signore, ol {met ped De passae questa glomata ‘isitndo colors che hanno bisogno di ux amico? ‘Signore, ott do mie pie Signore, vot I mia voce et passae questa glomata nde con quel chehanna bisogno di parle mie? ‘Signore, og t do lama voce, Signore, yuo i mio cuore er pasar questa glomata ‘mando ogal wom solo perché & un wom? Signore, og doi ao cuce ‘Busca Ts Cuca DELLA TRADIZIONE CRISTIANA VAngets ‘ange del Signore port Ysnnnco a Mat, Butea concep per opers dello Siro Santa, ‘ve Marla, ecoml, Sono It seve del Signore Si compia in me atu parol. ‘ve, 0 Mari. Verb s fee came. ~B vane ad abla in mezzo 4 ai ‘Aveo Mai \, Prega per nol, santa Madre Dio A. Perch siamo res degni delle promesse dCi, Pregame. Tafondi el nostro spleto la tua gra, 0 Padre tx ‘he nelVennunziodellangel ct havo Tincat= nazione de tuo go, per a sua pasion ela sua ‘roceguldai ala gles dla risrresione, Pr Cristo ost Signare. Amen. Regina dl ee ‘Sires tel emp pose Regina dei cit allegra, allel Cristo che hal portato el grembo, alli, ison come sveva promess, slit Pregl Signore per nla, \V, Ralegrati, Vergine Mari, lle RM Signore ¢veramente sor, allel, Preghiamo. Dio, che nlegoslosarisurtetione del tu Flo. hai sat Te gloa al mondo intro, per interces- sione dt Maria Vergine concedi a not di godere la ola dela vie senza fine Pee Cristo nostra Signore Amen | | | | | Rosario “Branca! mister, aaa us Pade nso, de ve, Mister deta goia (ane e sabato) 1 -Vanmunei delvAngeo a Mare 2 Mania vista Bleabere 3 Gesi nasce a Beene 42 Gest presentat al tempi 5 Gent €ntovata ne empio Mister dela ce (ion) {= Ges baterata nel Giordano 2 Gest sine ale nosze di Cana 3 Gent annie i egno a Dio 4 Gest i tashigura sul monte 5 Gest isuice Buren Mister del doore (arte vere) 1 = Ges prega neva del'agonia. 2 Gent tfagelte 3 Geni coronato a spine 4 Gest porta a eroce 5 Gest miore in eroce Misteri dela gloria (nerclele dmenic) = Gesb rsorge da mort 2- Ges ascend al ceo. 3 Lo Spite dscende su Marae gi apostal 4 Mans €ssunta In celo 5 Maria ineoronata reine va cris 1. Ges condannata« morte api det sacerdo le autores el popol insist: oa gran voce chiedendo che Ges vensse cot. $0, lato allore dese che It loro richesta vise ‘Seguie fhe 2323-24) 1. Gest &careato dea cree 1 soldat, dopo aver dea Gest, Lo spsilrono det ‘mantle egicimiserolesue est, potlacondussero Wiper erctiggero (M27, IL. Ges eae a prim vot, ‘hi non prende la propia croce e non mi segue, non degno dl me, dice Signore Di 108 1. Gesiincontra sua Madre, Simeone disse 4 Maria, sua madre: «Bgl & qui pe la eatuta ela suresione ei malt in aee come seguo df convaddeione ~e anche tte une spade ‘raliggerd anima - Le 234-35) YI Creneoaiuta Gest a portare la eroce. Mentreusivan, incontarono un ume dt Creae ‘hamato Simone, elo cosinsero x poriace I rast, aL Gest ae 27,3) ‘VI. Una donna asciuga volo a esi, Non ha apparenza ae helezaa yer atrare | nose squad, non spendoce per poten piacere. ise toe reletto dali uomi uome de dolor che ber onosce il pate is 532-3, ‘VIL Gesi cade I sesonda volta. gl stato trafito pe le nose cope chiaceate pet Ie nose ilquit. I catigo che el dA stvezse 1 €abbattuto su al [ls er le sue plaghe nol Sime sta! gua 53.5) ‘VIL Ges esorta le donne di Gerusalemme. Lo Seguiva una grende maltudine dl popelo e dt donne, ches ativan i pte facevano lament si lu, Ma Gesi,votansi verso fora, disse sFigle i Gersalenme, non pangete see, ma lngete su voi sess es votre (he 2929-208 1K Gest cade a teraa volta Maltattato, st lascb ular enon ape la sua boc x era come agllo cndatt a mace, come pe. coma muta di fone a suo toatl, enon api ia a bocea I 53,7, X. Gesi &spoglato delle vest {soldat si divisero le vest Gest, tando a sorte ‘ese cio che ogrunoavrebbepreso Oe 1524, 2X1. Gest costo, Quando unser sul ogo chamatoCranio, vi ero= ifisero ful i mallater, uno # deste Talo a Sinsra. Ges diceva: Pade perdona loro perche on sanno quello eke Fano Le 27.3934) Dem. Ges muore in ere. Ges grdandoa ran vace dae Padre, nelle tue men ‘consegno il mig spirtn Det questo, spn (Le 23.46, XII Gest &depost das eoce, ‘enuts a sera grunse un woro oi Arimate, cia mato Gluseppeancheuleraaventata disceolodiGest, (Guests present alate bese corpo Ges Pi toallors odin che ose consepuao MU 27 57-50. XI, Ges post nel sepa, Siusepe pes i corpo dt Ges lo avo nu en ‘uo palit elo depose nel sue Sspoleromiovo, che fra ft scavare nella occ ftlata pol una grande letra alent de seolera, ene an Mt 27,560) Dopo it stbato alsa del primo gion dell seta ‘a Mara d Mga ePalva Mars andavon ave | fomba. Fa ect, vi fi un gran teem, Us ange del Signor, infat, sco da io avicng, ld 1 plete pose a sedere sa dea lsu eset era come flgore «I su vest bishto come neve Peso Spavento che ebbere dale gare fueno scose © ‘inasero come mote Lange dse ale donne: Vo ‘on abate pur! So che crete Gest crocs Non & ui Eis, inf, come avewe det; vei arate lug dave rasta depos, Pesta, ante re ai suo discepol tora da mor el eee, recede in Galles to eden Mt 264-7) Coroncina as divin miseriorda Sire seo ton del sorio. Alsi: Padre nostro; Ave, o Maris; Credo in Dio. ‘Sui gro el Padre nosto ei temo Fre, io tof Corpo, Sangue,YAnima la ivinih de! tuo detsimo Figo e Signore no stro Gesh Cristo in eslalone det nos peat e ‘uel de mondo intro. Sul arnt deve,» Matin ret: Perla sa doloross Passing, abl msericoriad not del mondo inter, Pere pet te vote Santo Dio, Santo Fee, Santo Immoral, abi pit Anal e del mondo ino, PER LA CONFESSIONE. Ato dl dolore Mie Dio, mi pento emi dalgo on tut il evre dele pce, Derché peceande ho mera tot casgh, Emoto pia perce ho otis te, Infitamente buon « ego dl essere amato sopra ogni cose. Propongo ea tuo santo ato dion offenders mat pid i fhe le ocasion!prossime dl pect, Signore, miserconi, perdonat Ricort, Slgnor, del tuo amore, dela tua fede che dn sempre ‘Non icordare | miei peceati ricordat al me nel fsa misecorla, perla tue boat, Signore Signore Gest, iio Dio, bb pet al me peceator, ‘DOPO LA COMUNIONE EUCARISTICA ACCLAMAZIONI IN RIPARAZIONE Anima al Crist, santfica DELLE BESTEMOTE Corpo ai Cast, salva Dio sa enedets, Sangue dCs, nea Benedeto i sue santo nome. ‘Acqua el costato dl Cristo, ava ‘Benedetto Gest Cristo, veto Dio e vero vomo. Passione l Caso, conform Benedetti nome dl Gest. buon Ges, esaudscn Benedetto suo sertissino Cuore Dentro ee ping acon Benedetto i sv prezlosisino Sangue. Non pecmettere chef i sepat date Benedetto Gest nel santo Sacramento dela Benedetto lo Spinto Santo Parl, Nelfor dla min morte chamami Bendets Is gran Madre Dio, Maria sats, ‘comands che fo venga 88, Benedets a soa santa elmmacolata concezione ‘fc od con #00 Benederts a sua gloiosa asunzione. el seat del scel. Amen Renederto i nome ti Mara, verginee mae. Benedetto san Giscppe so castssimo sposo Benedetto Do nel suo angel e nel su} Sot INTENZIONI PARTICOLARI 1M potiee ta 3 Costin guna 5 ol peg per E colo chee Se pi Sono persone sic pel aasei cat Eanaie bl 1 ft sues nie 3 frsepe sie & cana. Quest reo npr ast Frofssor, mei © Sedo. Hanna Seog soso sgn ear og set Ta glisa dinione ioral spe elem egcre © Nato sucesso media pia, SY BB Ciricora nase govemant, Pega perl 2 & psn, putamen gl iprenione f2 =F ligent Sno fe pesane he gesacno = sino dela not pata equldno Topiione (2) ©, publics. Hanno buogne dla ida fDi a) J 1 Mquar ao Yano. Laser mt sores rma qu aot dia pt debe come po (nfermare quis! negate pact El per ley regae perp deal chia sll atone, perm Hanks ego dete epee di |) lomo ee note Le peghiee Pe er oo non saan top Exe peristarsspregare anche jer I copie poate & Eperulina arial wos dio mig paca ce pic dobiano sexe no & hoot a Dio eal yresinn Comte ice Gest “alin senna fo mignalo teow prea pe stl ga cel egal pert le, otal carlo qual sno tue nest ‘Bulga fee esta pronpetiva Md Benedizione dei fig 1 Signore eustdie, 1 facia erescere nel so amare perch tu vive in manera degne fel tus voeszione. Padre santo, sorgenteinesubie dvi, {ate provien tatto ei che ¢ boone: noi beneticiamo e rename grat, perc hal voluto alietare con dono del fg 4a nasa comunione di amore; "che questi nuov germ dela nostra femighia ‘wovino neato demestico lima adsto pe apis! Iheramente al proget che te! in sero pe oro che ralizzeranno con ito aita, Per Cris nostro Signor, Amen, Pee I coniugs Benedeto sit, o Padre, ere tha Dealgnameste assist rele vcene lite esti delia vit; alta con la ua raat A rimanere sempre fel ne eiproco amore, Der este buon testinoni el patto i lleanea in Cristo Signore, er fidanaai ‘Ace innaiiamo la nostra lode o Signore, ‘he nel tuo prowidenaale disczno hist espe Ne me (el eham espe) 8 diver Mino per aloo seg de tuo amore ‘Conferma il proposite det nostro cwore, perch nella reiprocs felt te nela pera adesone al tuo voere _lunginmo felicemente a sacramento mune contro i potere dele tenebre Invocszloni a Cito Signore ‘Satan Ct eentore pera potenza dea ta croc ‘w che hal salvate Pietro in mare abbi peta me, Per santo segno della cxoee liver 0 Cesta, di noe mic ne voce ea tua santa croce savas, o isto redentore, {Wche nella tua morte hi aunlentto la nosta morte €sorgendo bai rinmovto la vit OMERA DL SNORE a Invocacione alla Vegine Marla Prune wae ‘ Vien in mio alto, smissina Vergine Mara, Mega ‘ In tutte le mle trbolazion, angustie«necesst Simo 5) 5 imploca perme i uo antisimo Figo, poe 4 perché miler a oge male epriolo Saimo 139 5 Aelnia e del comp. oma 61 6 Invocazione a san Michele Arcangelo rowan € San Michele Arcangelo, efendit nel lta, dvca Nase 2 sil nostro presi contol malvagite Ane atDis 7 eins del demon, ert won 7 po supremo deli mile cles, vocazon a cso ot 5 fs sprofondarenetneeo, co la fore i io, a ‘ Satan e i let spit malign ae ‘he vagano per il mondo Baoan nana ° pet lt prdzion delle eine, Amen. See : wr Dat Sao 14) Tar oo Bo eho pedo Prine dl i. Deven a Cots otra dl grants Coen } Prien de indooe ‘esti mie mir epee ci ena Vinge (Cora as die mod ‘tod tlre Sete cl Pape sale 3 i ea aca Desednone dhe Pertconigh eran (ont pote ie ea ocean als Vr Maria caine aan Me Arcos, 23 » a a a a % 8