Sei sulla pagina 1di 2

HARD TIMES and COKETOWN

Il romanzo viene pubblicato nel 1854. Fino a quel momento Dickens aveva osservato diverse
piccole citt industriali nella zona di Manchester ed era rimasto sconvolto dalle dure condizioni di
vita degli operai. Sceglie per come ambientazione una citt immaginaria. Lo fa per due ragioni:
- per non citare direttamente una realt specifica.
- per rendere la sua citt immaginaria un emblema della situazione generale, cio un esempio,
una raffigurazione rappresentativa del mondo reale.
I bersagli della critica di Dickens sono diversi:
1) La mentalit generale dellInghilterra del XIX secolo si basa, secondo Dickens, sui concetti
di materialismo e utilitarismo. Questi principi dicono che ci che conta nellorganizzazione
della societ e nelleducazione delle nuove generazioni sono i fatti: si lavora per produrre,
bisogna produrre sempre di pi, se la fabbrica produce saranno felici sia i proprietari che gli
operai. In base a questa visione del mondo i fatti valgono pi dei valori morali e spirituali, e
anche delle emozioni. Sono i fatti concreti, le statistiche, i piani industriali, e non i fatti del
pensiero, limmaginazione e la creativit, a reggere le strutture della societ e a promuovere
il benessere sociale.
2) Lallontanamento dai valori morali e spirituali, dalle emozioni e dallimmaginazione in
favore di una visione della realt basata sui crudi fatti d impulso al disprezzo tra le persone:
i proprietari di industrie disprezzano i lavoratori e i lavoratori disprezzano i proprietari delle
industrie.
3) Dickens ha unopinione negativa di un certo tipo di capitalisti industriali. Il proprietario
della fabbrica un industriale, un banchiere e un commerciante dal carattere presuntuoso,
che non esprime mai sentimenti profondi, nemmeno verso il suo unico amico e la sua
famiglia. Ripete spesso di essere un uomo sorto dai bassifondi, che diventato ricco con le
sue sole forze, ma questa versione verr contraddetta dalla madre ricca alla fine del libro, in
cui egli pubblicamente umiliato.
4) Dickens critica anche i sindacati, perch secondo le vicende che egli ha conosciuto pu
succedere che gli operai che non aderiscono al sindacato siano emarginati allinterno della
fabbrica.
Il fenomeno della produzione industriale, della diffusione delle fabbriche, della nascita di una
nuova classe sociale di lavoratori, gli operai, diventa noto attraverso la definizione
RIVOLUZIONE INDUSTRIALE. Rivoluzione, nella storia e nellevoluzione del pensiero, della
politica, della societ eccetera, un complesso di eventi che cambia talmente tanto la realt che
niente sar pi come prima.
Descrivendo la citt si rappresentano nel testo anche gli effetti del nuovo sistema di vita industriale
sull'uomo. Il testo ci suggerisce appunto che le nuove strutture urbane e sociali avviano un
cambiamento epocale.
Coketown, la citt del carbone, ha qualcosa di un luogo selvaggio, fatto di mattoni rossi anneriti
dal fumo di alti camini e dalla polvere, con canali sporchi e schiere di palazzi.
Ci sono alcuni passaggi che si rifanno al mondo della foresta. In uno di essi il fumo di un camino
simile a un lungo serpente. In un altro si paragona il movimento dei pistoni del motore a vapore
che fa funzionare la fabbrica alla testa di un elefante che picchia la fronte perch colpito da una
follia malinconica. Il monotono processo delle macchine ha infatti qualcosa di inquietante, che
sembra accelerare gli squilibri nervosi e la prospettiva di una vita soffocante e piena di noia. Il
paragone tra la citt industriale e la giungla, o la vita primitiva, ci fa capire quanto grande il
contrasto tra lindustria e la vita naturale. Inoltre la citt industriale un luogo pericoloso, come
la giungla. Alcune ripetizioni sottolineano la monotonia delle strade, dei suoni e degli uomini e
delle loro vite tutte uguali. Le indicazioni pubbliche sono tutte scritte in pesanti caratteri neri .
Anche i palazzi sono tutti uguali, al punto che la prigione potrebbe essere l' infermeria e viceversa,
il municipio potrebbe essere entrambi o qualunque altra cosa. La citt un luogo sporco e
monotono e gli operai che la abitano sono scontenti, malinconici, confusi.

It was a town of red brick, or of brick that would have been red if the smoke and ashes had allowed it; but as
matters stood, it was a town of unnatural red and black like the painted face of a savage. It was a town of
machinery and tall chimneys, out of which interminable serpents of smoke trailed themselves for ever and
ever, and never got uncoiled. It had a black canal in it, and a river that ran purple with ill-smelling dye, and
vast piles of building full of windows where there was a rattling and a trembling all day long, and where the
piston of the steam-engine worked monotonously up and down, like the head of an elephant in a state of
melancholy madness. It contained several large streets all very like one another, and many small streets still
more like one another, inhabited by people equally like one another, who all went in and out at the same
hours, with the same sound upon the same pavements, to do the same work, and to whom every day was the
same as yesterday and to-morrow, and every year the counterpart of the last and the next.
These attributes of Coketown were in the main inseparable from the work by which it was sustained; against
them were to be set off, comforts of life which found their way all over the world, and elegancies of life
which made, we will not ask how much of the fine lady, who could scarcely bear to hear the place
mentioned. The rest of its features were voluntary, and they were these.
You saw nothing in Coketown but what was severely workful. If the members of a religious persuasion built
a chapel there as the members of eighteen religious persuasions had done they made it a pious warehouse
of red brick, with sometimes (but this is only in highly ornamental examples) a bell in a birdcage on the top
of it. The solitary exception was the New Church; a stuccoed edifice with a square steeple over the door,
terminating in four short pinnacles like florid wooden legs. All the public inscriptions in the town were
painted alike, in severe characters of black and white. The jail might have been the infirmary, the infirmary
might have been the jail, the town-hall might have been either, or both, or anything else, for anything that
appeared to the contrary in the graces of their construction. Fact, fact, fact, everywhere in the material aspect
of the town; fact, fact, fact, everywhere in the immaterial. The MChoakumchild school was all fact, and the
school of design was all fact, and the relations between master and man were all fact, and everything was
fact between the lying-in hospital and the cemetery, and what you couldnt state in figures, or show to be
purchaseable in the cheapest market and saleable in the dearest, was not, and never should be, world without
end, Amen.
Era un paese di mattoni rossi, o di mattoni che sarebbero stati rossi se il fumo e le ceneri lo avessero
permesso; ma come stavano i fatti, era un paese di innaturale rosso e nero come la faccia dipinta di un
selvaggio. Era un paese di macchinari ed alte ciminiere, fuori dalle quali interminabili serpenti di fumo si
trascinavano per sempre e mai si disattorcigliavano. Aveva un canale nero in esso, e un fiume che era
porpora di malodorante tintura, e vasti mucchi di edifici pieni di finestre dove cera un tintinnio e tremolio
durante tutto il giorno, e dove il pistone di un motore a vapore funzionava in modo monotono su e gi, come
la testa di un elefante in uno stato di melanconica pazzia. Conteneva varie grandi vie tutte molto simili luna
allaltra, e molte piccole strade ancora molto simili luna allaltra, abitate da persone ugualmente simili luna
allaltra, che tutte andavano dentro e fuori alle stesse ore, con lo stesso suono sugli stessi marciapiedi, per
fare lo stesso lavoro, e per i quali ogni giorno era lo stesso, come ieri e domani, ed ogni anno lequivalente
dellultimo e del prossimo.
Questi attributi di Coketwon erano in complesso inseparabili dal lavoro dal quale era mantenuto; per mezzo
di loro dovevano essere inviati, comodit di vita che trovavano il loro cammino per tutto il mondo, e di vita
che facevano, noi non chiediamo quanto delle splendida dama, che poteva appena sopportare di udire il
luogo menzionato. Il resto delle sue caratteristiche erano volontarie, ed erano queste.
Tu non vedevi niente in Coketown eccetto che era rigorosamente operoso. Se i membri di una credenza
religiosa costruivano una cappella l -i membri di diciotto credenze religiose avavano fatto- loro la facevano
in (come) un pio magazzino di mattoni rossi, con qualche volta (ma questo solamente esempi altamente
ornamentali) una campana in una gabbia di uccello su di esso. La solitaria eccezione era la Nuova Chiesa; un
edificio di stucco con un campanile quadrato sulla porta, che terminava in quattro corte guglie come floride
gambe di legno. Tutte le iscrizioni pubbliche nel paese erano dipinte uguali, in austeri caratteri in bianco e
nero. La prigione poteva esere stata linfermeria, linfermeria poteva essere stata la prigione, il municipio
poteva essere stato luno o laltro, o entrambi, o qualsiasi altra cosa, per nessuna cosa che sembrava il
contrario negli adorni della loro costruzione. Fatti, fatti, fatti, ovunque nellaspetto materiale della citt; fatti,
fatti, fatti, ovunque nellimmateriale. La scuola di MChoakumchild era tutta fatti, e la scuola di disegno era
tutta fatti, e le relazioni fra maestro e uomo (alunno) erano tutte fatti, ed ogni cosa era fatti tra i giacenti
(ricoverati) in ospedale ed al cimitero, e ci che no si poteva calcolare in numeri (cifre), o mostrare di esssere
acquisibile nel pi economico mercato e vendibile pi caro, non era, e mai dovrebbe essere, un mondo senza
fine, Amen.