Sei sulla pagina 1di 9
Elena Boseti «Di generazione in generazione» arte ai raccontare le meraviglie del Signore Quale apporto puo offre la Bibbis al tema del rapporto a E> generazion!? Che cosa ®chiamata a tasmettere wna generazione lala? U salmistavede il rapporto tea generaron is chiave di [ comunicazione; non soo dela ia ma ache della memoria ¢ del | canto. Non dice: una generazione si lamentera con Tatra. ra Pintosto difonders wl nleordo/memoria (eeker/zakar) della tm {tensa tan bonths. E il canto della tenerezza del Signore che si | espande su tutte Te creature, come legginmo nel Sal 185.39: Grande il Signore edegno al ogni lade, lnsengrndezsa nos i pud misuse ‘Una generzione nrc flr le ue oper, smmnunas le te merge Procamanolosplendore dela tas glia eraccontano se! prod Diconolastopends wn poenss « paano dela un grander, Diflondne scorn dla to bows tmmens, scclamano lf gatas, Pazienteemisrconios i Signore, lent alla ecco grain Buona ei ignore vero eat, lg sustenerezra si epande ute le cea ‘Anche le generazioni cosmiche sono coinvalte nel canto: it loro nara al giomo, ls note alla note, un concerto che wnisce helo e tera 1 ciel naan la gloria di Di, c Toperadelle sue man anaes rmamento 97 ‘pein eneaa coer 38 fi Cantico dei Canticl ~ ai ect cot bac della sua bocca...» — quando era ancora glovane, i Proverb nella meazt ete Qohe Jet evania delle vanitals —da ancian «ll Dio che ¢ stato mio pastore...: Glacobbe e1suol nipott Mila sempre colpito ultima pagina della sara di Giacobbe, ‘Quando il vecchio patiaca sence con i soi fig in Eto, ha ¢entotrenta anni, Una bella e, remo not. Ma Ini vede diverse ‘mente ¢al faraone che gl chiede quant ann ha, risponde: «Cen towrenia di vita erbonda, pochietrist sono stat li anni della tia vita enon hanno raggiunto il namero degl ann del mei pa 4x, al tempo della loro vita nomades (Gn 47,8) Elletiramente tutto relativo! Giacobbe vss str diiasette anni in terra dE gto, e quando senn di essere prossime alla morte, chiese di ab bracciate i due figh i Giuseppe, Efaim e Manasse. I acconto ¢ denso di allusion: Giuseppe Ii awicind af ehe bac eH abbrseesd Isr dies Giuseppe: alo aon pens pi cl vedere La ua facia ed exto, Dio mi ha conceso d vedere anche ata ples Alone Giuseppe iro dalle sue ginacehis et posed coal facia tte ra. Pott preseruttle due, faim on non dss, alla snack Tstaee, Manasse con I sua sinistral esa de rael, aie find To, Ma stele see la mano desta « la pose sul capo dl Elam, che pure ea pla glovane sunset sul capo dt Mo nase, nerosiando le bracts, benche Manse fossil progeate, oa benediee Giuseppe ‘31 Dio, davant al qiale hanno caainato {mel pad Abram lene, 'UDio che estat mio patore a quando ess Fino aoa [nglo che ni ha iberato da ogni male, benedea ques giowinet| Sa icordato ines mo nome ell nome dei miet pad Aba esto {slmolplickino in gran natere neo alls tera» (Gn 4810-16), 99 atin te ple dela benesione, Ginecol non st tina humare Teperiensa des pad vrebbe otto bus vane sl hanno eaonato tit pad Abr eT Reza, benudiza quest giovnet Ma ci non gi bast. Nossltnistrandaresempeement co che a ict, Ag ge asia personal esprenza, Con stato io pe ha? Git eaehtact qo de: «Die sat mi pastor da quando es Sto finu ad ogi (15) Cana stad estamento spine inquest parla ra dish personal espenzlconcesione Dio Nels ar Shonda dla tes Conan ala Mesopotamia “eghtnpinenin cote uno che hacannta tsi ste press cr, appnta, io =pastores Nu creo oun cp lo opessore di quest soo sotto on Taal insta, Non basta sonar. Non basta om render sign determine evaco rn i signet Pose nel ule limitofe. Fondamentle €ptos Teper nun i Gacobe, coma concretente ei veng adie com gte- Soto. ntl senso hsognerebbenilege ston Finer = thet pair Essendo ala ne, et po abbraccir con wx Spud i pecose dla sua esitensaeTirmapine che pu ae {Ph iso go cosa esto Dio perl, quel del pastor 1 Suot pci lt stesso hanno condono vt nomade, eguendot pease Anche Dio pet ie sta co, hon pastor Eggo quot testo nels prosper dl appt tage reason in hue di tad, posse notre che la conse ufesamento sinned padre ttt recep da al po eet date dl generasion! cs pssono de some ar padre edits) a igor ino pastor, non mane lie (S Bn iio dea Biba per non ¢ sol Dio dep, ma ache date nad Non asa che Giacobbe, prima bene ig Ai Gineppe, oni la mae ut, le bls pastors Quan + tne conta ecko pce ~ mente sngev da Pade, a “helene madre, mim el pes ol Canaan rate ag, 100 ‘quando mancava un tratto di cammino per arsvare a Efata, Tho sepolta la lungo la stada di Efrat, cioe Beilemmmes (Gu 48,7), Giacobbe fa memoria... In effet il lettre conosce gi questa sto- tia maraia in Gn 35,16-20, E dunque pud notate che i veechio padre, parlando al figlio dlls sus Rachele, casi la regione pet ful essa more Il letore lo sala bella pastor’ é morta donando Tavita. Quel racconto & indimentiabile Mancara ancora un tte d camino pr aria ata, qua do fachele parte ebbe un puro dificil Menite pen pa. ‘ocr Inlevaric le ise: Aon mere: anche questo un igo Meniteeslava Tulumo respir, perce stave movendo, ess [0 him Ber-Ont (ego dl inio dolore), ma a0 pate lo chia Bevin = igo dell esti benedinions: Gx 33.16-8) Rachele, la bella pastora che muore donando la vita figure. {el Cristo, sl pastore bello dala vie» (Ge 10,11). Cos significa continuare araccontae questa storia? Qual tsonanze comporta nelfambito della vita consacrata? Ci limitiamo a wamandare cio che i padii ele made (fondator/fondatric) ct hanno eonsegnato, ‘cawertiamo anche importana di un apporto personale, come & stato per Gizcobbe? Come raccontamo Pesperiena di essere a che noi fg de dolore di Dio (Ben-Oni) e«benedet con ogni be nedizione spiituale neice, in Cristov (EC 1.3)? 1a palma di Debora e i mantello di Elia [Non ¢® dubbio che occorre sempre ravvivare l imams dela profer ua i var gruppl generaional della vita consaeata, Ma come? Proviamo a rivstare due figure braciant: Debora, lx pro- fetessa gldice il profeia del Dio vivente Ei. Soto la palma dt Debora Nella Bibb egiudeis sono figure carismatiche che Dio su- sta per rstabilire Ie sort Isaele. St att di capi politica lari piuttosto improwvisatl, che fanno fronte alla dificle situa- 101 ions del popolo, come liberator! dlloppressone. ssi non pra- ticano artviteforense, come la designazione a prima vista lasce- ebb invendere. Ma cb un caso in cul cid st vesfica, quella di De- bora. Una donna alla guida del popolo eleto, una donna che certo nom rill per rifleso di Iuce maschile.Semmal¢ei che get- ta lice il generale elampor, Bata’. Debora significa «ape» Tibeo det Giudle la ineroduce come moglie di Lappidot (Gace 44). Ma del marto non seppiame altro che il nome. Egli non ha tun particolaeruolo da gore, mentre lei ¢ donna famose prima ancora di prendre in mano le redini del governo e diventare smadte di Israels (5,7), salvatrice della patria E famosa anzirur- to come profetessee donna Saga, isprata,eapace d glcare & disimere le controversie deg laralit. Debors precede Selomone pela sapienza, ‘Vanna numerost a consultala sulle montagne di Ehaim, tt ‘Rama e Betel. Debora I accogliealspeto, sotto la palma, la sua" 1 palma un albero carico di simbolismo. La rizoviamo come clemento decorative indicante la gloria di Dio anche nel tempio 4 Salomnone: le pared del Sant dei Sand erano orate da palme (Re 629-35). Nel nostro racconto per la gloria di Dio non ap. pare nel santuaro ma sotto ls palma, dave le profetessa-gindice scota problemt che afliggono il popolo, Sot la palma di De- bora la parla di Dio si rvela come sapienca e tenerezza, come ‘hustiiae misericoria, Debora non teme il eonfronto col potent. Le stesa convoca Al generle Barak e gli espone lorscolo divino: dovra arruclare