Sei sulla pagina 1di 2515

Linterfaccia rinnovata di Microsoft Office System

La maggior parte dei menu e delle barre degli strumenti stata rimossa e al nuovo aspetto
corrispondono modalit di utilizzo della tastiera innovative e semplificate.

Introduzione alla barra multifunzione

Nella versione Office 2007 possibile utilizzare la tastiera in modo ancora pi efficiente.
La versione Office 2007 progettata per consentire all'utente di lavorare in modo ancora pi semplice e
rapido. Un'importante funzionalit della nuova versione delle applicazioni di Office System 2007 (Word 2007,
Excel 2007, PowerPoint 2007, Access 2007 e in alcune parti di Outlook 2007) costituita dalla barra
multifunzione, che presente nella parte superiore delle finestre di programma e sostituisce i menu e le
barre degli strumenti. Al posto di menu e barre degli strumenti sono stati introdotti metodi innovativi e pi
semplici per svolgere le attivit comuni, inclusi nuovi tasti di scelta rapida.
Alla base di questa modifica vi sono numerose ricerche su come gli utenti utilizzano Microsoft Office e come
vorrebbero che funzionasse. La nuova interfaccia ne il risultato. I comandi e le funzionalit sono ora
raggruppati per riflettere il modo in cui vengono utilizzati e per evitare all'utente inutili perdite di tempo per la
ricerca degli elementi necessari per svolgere determinate operazioni.
Nota Per tutte le applicazioni della versione Office 2007 che non prevedono l'utilizzo della barra
multifunzione, i tasti di scelta rapida continueranno a funzionare esattamente come in precedenza.

Elementi della barra multifunzione

La barra multifunzione di Word. Ogni applicazione dispone di una diversa barra multifunzione, tuttavia gli
elementi presenti sulla barra sono gli stessi per tutte le applicazioni: schede, gruppi e comandi.
La barra multifunzione include tre parti principali:
Le schede sono posizionate nella parte superiore della barra multifunzione. Ogni scheda rappresenta
un'area di attivit.
I gruppi sono set di comandi correlati, visualizzati insieme nelle schede. Nei gruppi sono riuniti tutti i
comandi che possono essere utili all'utente per un determinato tipo di attivit.
I comandi sono suddivisi in gruppi e possono essere rappresentati da pulsanti, menu o caselle in cui
possibile inserire informazioni.
La barra multifunzione si adatta al lavoro che si sta svolgendo, in modo da mostrare i comandi che possono
essere necessari per un determinato tipo di attivit. Se, ad esempio, si utilizza un grafico in Excel, sulla
barra multifunzione saranno visualizzati i comandi correlati ai grafici. In caso contrario, quei comandi non
saranno visibili.

Ulteriori novit delle applicazioni dotate di barra


multifunzione

Due ulteriori funzionalit che rendono pi semplice l'utilizzo delle applicazioni dotate di barra multifunzione
sono il pulsante Microsoft Office e la barra di accesso rapido.
I nuovi programmi dotati di barra multifunzione includono due funzionalit aggiuntive che consentono
all'utente di svolgere il lavoro in modo semplice e rapido.
Il pulsante Microsoft Office sostituisce il menu File e contiene gli stessi comandi di base per aprire,
salvare e stampare i documenti , oltre che per impostare le opzioni dell'applicazione, modificare le
propriet dei file e altro ancora.
La barra di accesso rapido posizionata sopra la barra multifunzione e contiene i comandi che si
desidera tenere a portata di mano. Per impostazione predefinita, sulla barra di accesso rapido sono presenti
i comandi Salva, Annulla e Ripeti (o Ripristina), tuttavia possibile personalizzarla con i comandi
desiderati.

Tipi di tasti di scelta rapida

Sono disponibili due diversi modi di utilizzare la tastiera. Ad esempio, per applicare il formato grassetto al
testo possibile utilizzare:
I tasti per accedere alle schede e ai comandi sullo schermo.
Una combinazione di tasti diretta non correlata alla barra multifunzione.
Molte persone considerano come tasti di scelta rapida qualsiasi sequenza o combinazione di tasti che
esegue un'azione e in genere questa definizione corretta. In questo corso, tuttavia, verr fornita una
definizione pi precisa di tasto di scelta rapida. infatti importante stabilire le differenze, essendo diverso il
funzionamento dei singoli tipi di combinazioni di tasti.
Sono disponibili due tipi di base di tasti di scelta rapida e in questo corso verranno trattati entrambi.
Tasti di scelta
I tasti di scelta consentono l'accesso alla barra multifunzione e sono direttamente correlati alle schede, ai
comandi e ad altri elementi visualizzati sullo schermo. Per utilizzare i tasti di scelta possibile premere ALT,
seguito da un altro tasto o da una sequenza di tasti.
Per ogni singolo comando della barra multifunzione, del menu del pulsante Microsoft Office e della barra
di accesso rapido disponibile un tasto di accesso, a ognuno dei quali assegnato un suggerimento
tasto di scelta. Se si ha familiarit con il precedente sistema di lettere sottolineate delle voci di menu,
possibile considerare il suggerimento tasto di scelta come a una nuova versione di quel sistema. In seguito
verranno fornite ulteriori informazioni su questo argomento.
Combinazioni di tasti
Le combinazioni di tasti consentono di eseguire comandi specifici, senza correlazione alla barra
multifunzione o ad altri elementi visualizzati sullo schermo. Per avviare l'azione necessario premere i tasti
contemporaneamente e in genere, ma non sempre, prevista la pressione del tasto CTRL insieme ad altri
tasti (ad esempio, CTRL+C per copiare).
Le combinazioni di tasti sono rimaste essenzialmente inalterate nella versione Office 2007 e funzionano
come in precedenza.

Spostarsi nella barra multifunzione con i tasti di scelta

Quando si utilizzano i tasti di scelta invece di una periferica di puntamento come un mouse per il controllo
della barra multifunzione e di altri elementi dello schermo, innanzitutto necessario attivare il controllo da
tastiera della barra multifunzione. In altre parole, necessario uscire dalla modalit di immissione testo per
passare alla modalit comando. A questo scopo, premere ALT. Questo render disponibili molte scelte per
lo spostamento all'interno della barra multifunzione.

Suggerimenti dei tasti di scelta e quadratini

Subito dopo aver premuto ALT, verranno visualizzate delle piccole etichette o quadratini popup con i
suggerimenti dei tasti di scelta per tutte le schede. Dopo aver premuto un tasto per attivare una determinata
scheda, verranno visualizzati i quadratini che indicano i suggerimenti dei tasti di scelta per i comandi della
scheda. In altre parole, viene visualizzato solo un livello di quadratini dei suggerimenti dei tasti di scelta alla
volta ed necessario selezionare un'opzione prima di poterne visualizzare altri.
I suggerimenti dei tasti di scelta sono un modo ideale per utilizzare i tasti di scelta rapida, poich consentono
di disporre di un promemoria su schermo dei tasti da premere, senza la necessit di memorizzarli.
In caso di utilizzo di software screen reader I suggerimenti dei tasti di scelta sono accessibili per il
software screen reader tramite una tecnologia denominata Microsoft Active Accessibility (MSAA).

Ulteriori informazioni sui suggerimenti dei tasti di scelta

Figura 1 Nella scheda Inserisci il suggerimento del tasto di scelta M assegnato a SmartArt.
Figura 2 Nella scheda Layout di pagina il suggerimento del tasto di scelta M assegnato a Margini.
L'approccio per livelli ai suggerimenti dei tasti di scelta significa che ogni comando di un programma
dispone di una sequenza univoca di questi suggerimenti, ma anche che sono presenti numerosi duplicati se
si confrontano i suggerimenti dei tasti di scelta delle diverse schede. Una lettera consente di eseguire una
determinata azione in una scheda e un'altra azione in una scheda diversa. In Word, ad esempio, M il
suggerimento del tasto di scelta per Margini nella scheda Layout di pagina, ma anche per SmartArt nella
scheda Inserisci.
importante ricordare che verranno visualizzati solo i quadratini dei suggerimenti dei tasti di scelta della
scheda attiva, ovvero la scheda nella quale ci si trova. Per visualizzare i suggerimenti dei tasti di scelta di
una scheda diversa necessario spostarsi in quella scheda. Se si visualizzano i suggerimenti dei tasti di
scelta per una scheda errata, sufficiente premere ESC per visualizzare di nuovo i quadratini dei
suggerimenti dei tasti di scelta.
Nota Se si apre una finestra di dialogo che utilizza come tasti di scelta rapida la stessa lettera utilizzata
come suggerimento del tasto di scelta della barra multifunzione, la finestra di dialogo ha la precedenza.
possibile effettuare operazioni nella barra multifunzione utilizzando i tasti per spostarsi, come verr
illustrato nelle sezioni seguenti, tuttavia i suggerimenti dei tasti di scelta rappresentano un modo molto pi
rapido per accedere ai comandi ed eseguirli.

Spostarsi con i tasti di direzione

Dopo aver spostato lo stato attivo nella barra multifunzione, possibile spostarsi al suo interno utilizzando i
tasti di direzione.
Oltre ai suggerimenti dei tasti di scelta, disponibile un altro modo per utilizzare sequenze di tasti per
spostarsi all'interno della barra multifunzione. necessario innanzitutto premere ALT, esattamente come
per i suggerimenti dei tasti di scelta, per spostare lo stato attivo dal documento alla barra multifunzione,
quindi possibile spostarsi mediante i tasti di direzione.
I tasti freccia SINISTRA e DESTRA consentono di spostarsi nelle schede adiacenti.
La freccia SU sposta lo stato attivo nella barra di accesso rapido. Da questa barra necessario
utilizzare la freccia SINISTRA per spostarsi sul pulsante Microsoft Office.
La freccia GI consente di spostarsi nella scheda attiva, all'interno della quale possibile spostarsi
ulteriormente tramite gli altri tasti di direzione.
Il principale miglioramento rispetto alle versioni precedenti di Microsoft Office per quanto riguarda lo
spostamento nella schermata tramite i tasti di direzione la possibilit di utilizzare questi tasti per spostarsi
sia alto e in basso che lateralmente.
Suggerimento Dopo aver iniziato a spostarsi nella barra multifunzione in questo modo, i quadratini dei
suggerimenti dei tasti di scelta verranno nascosti. Per visualizzarli di nuovo premere ALT due volte.

Tasto TAB e barra multifunzione

Il tasto TAB consente di spostarsi attraverso tutti i comandi di un gruppo della scheda prima di passare al
gruppo successivo.
inoltre possibile spostarsi nella barra multifunzione utilizzando il tasto TAB. Dopo aver premuto ALT per
spostare lo stato attivo nella barra multifunzione, premendo TAB possibile spostarsi attraverso tutti i
comandi della scheda attiva, gruppo per gruppo.
dopo aver completato il passaggio attraverso l'ultimo gruppo di comandi della scheda, il tasto TAB consente
di spostarsi al pulsante ?, al pulsante Microsoft Office e alla barra di accesso rapido, quindi di tornare al
primo gruppo della scheda.
Premere MAIUSC+TAB per spostarsi tra i comandi nella direzione inversa.
Dopo aver spostato lo stato attivo sul comando desiderato, premere INVIO per selezionarlo.

Spostarsi con F6

Figura 1 Premendo F6 in Outlook possibile spostarsi tra l'elenco delle cartelle, la cartella attiva, il
riquadro di anteprima e la barra Da fare.
Figura 2 Premendo F6 in Word possibile spostarsi tra il documento aperto, eventuali riquadri attivit
aperti, la barra di stato nella parte inferiore della finestra e la barra multifunzione.
Premendo F6 possibile spostarsi nelle diverse aree della finestra di programma. In Outlook, ad esempio,
nella visualizzazione Posta elettronica lo stato attivo si sposta tra l'elenco delle cartelle, la cartella aperta, il
riquadro di anteprima e la barra Da fare. L'immagine precedente illustra questo spostamento all'interno
della finestra di Outlook
Nelle applicazioni dotate di barra multifunzione, F6 consente di spostarsi tra le aree della finestra, inclusi
eventuali riquadri attivit aperti, la barra di stato nella parte inferiore della finestra, dove si trovano i controlli
di visualizzazione, e la barra multifunzione. Se ad esempio si desidera ingrandire il documento
necessario:
1. Premere F6 fino a spostare lo stato attivo nella barra di stato.
2. Premere TAB o la freccia DESTRA per spostarsi fino al comando + (segno di addizione).
3. Premere INVIO.
Nota Se si utilizza F6 per accedere alla barra multifunzione, i suggerimenti dei tasti di scelta verranno
visualizzati proprio come quando si preme ALT. Il vantaggio di ALT rappresentato dalla sua maggiore
velocit, infatti non necessario passare attraverso diverse altre aree prima di raggiungere la barra
multifunzione.

Spostarsi oltre la barra multifunzione

possibile scegliere un file dall'elenco degli ultimi file usati premendo il numero a sinistra del nome del file.

Pulsante Microsoft Office


. Questo nuovo pulsante si trova nella parte superiore sinistra della
finestra, dove si trovava il menu File, e pu essere raggiunto tramite i suggerimenti dei tasti di scelta, il tasto
TAB o i tasti di direzione. Nel menu sono presenti i quadratini dei suggerimenti dei tasti di scelta (nonch
lettere sottolineate), per indicare quali lettere necessario premere per utilizzare un comando, esattamente
come per i menu delle versioni precedenti di Office.
Di seguito riportato un breve elenco delle altre sequenze di tasti utili per spostarsi nel menu. Non
necessario ricordarle tutte, alcune verranno utilizzare nell'esercitazione e tutte sono presenti nella Scheda di
riferimento rapido:
Utilizzare TAB e i tasti di direzione per spostarsi all'interno di una finestra di dialogo.
Per attivare un comando premere INVIO. In alcuni casi, si aprir una raccolta o un menu da cui
possibile effettuare una scelta e quindi attivarla premendo di nuovo INVIO. Per alcuni comandi, come
ad esempio la casella Tipo di carattere, se si preme INVIO si sposta lo stato attivo nella casella, dove
possibile digitare il testo, oppure possibile utilizzare i tasti di direzione per scorrere eventuali
elenchi. Dopo aver individuato la voce desiderata, premere di nuovo INVIO.
CTRL+TAB consente di spostarsi tra le schede all'interno di una finestra di dialogo.
La BARRA SPAZIATRICE consente di selezionare e deselezionare le caselle di controllo.
MAIUSC+F10 consente di aprire il menu di scelta rapida, che viene visualizzato quando si fa clic con il
pulsante destro del mouse su una voce.
ESC consente di chiudere una finestra di dialogo o un menu di scelta rapida aperto. Se non sono
elementi aperti, questo tasto sposta lo stato attivo dalla barra multifunzione al documento principale.
Per chiudere un riquadro attivit, premere innanzitutto CTRL+MAIUSC+BARRA SPAZIATRICE per
aprire il menu del riquadro attivit, quindi premere C per scegliere Chiudi dal menu.
ALT+F4 consente di chiudere la finestra attiva.
F1 consente di aprire la finestra della Guida.

Tasti di scelta rapida precedenti

Quando si premono i tasti di scelta rapida di Office 2003, viene visualizzata una finestra di messaggio.
Gli utenti esperti nell'uso dei tasti di scelta rapida che conoscono perfettamente e utilizzano da anni le
combinazioni di tasti di Microsoft Office, ovvero quelle introdotte da ALT, potrebbero non apprezzare il fatto
che i menu e i tasti di scelta rapida precedenti non siano pi disponibili. importante sottolineare che,
bench imparare a utilizzare la nuova barra multifunzione e i nuovi tasti di scelta rapida possa richiedere
tempo, una volta appreso il funzionamento si comprenderanno appieno i vantaggi di queste nuove
funzionalit.
Se ciononostante si preferisce continuare a utilizzare i tasti di scelta rapida precedenti, si tenga presente
che molti di essi continuano a funzionare, anche se necessario conoscere la combinazione a memoria,
poich non sono pi disponibili promemoria su schermo relativi ai tasti da premere.
Nella versione precedente di Office, ad esempio, si preme ALT+M per aprire il menu Modifica e quindi la
lettera sottolineata di un comando del menu. Nei programmi di Office System 2007 dotati di barra
multifunzione se si preme ALT e uno dei tasti di menu precedenti non verr aperto alcun menu. Verr
invece visualizzato un messaggio in cui indicato che si sta utilizzando un tasto di scelta di Office 2003 e
verr chiesto di premere ESC per annullare. Se si conosce la sequenza di tasti possibile continuare e
avviare il comando. In caso contrario, seguire le indicazioni del messaggio e premere ESC per visualizzare i
quadratini dei suggerimenti dei tasti di scelta. Per ulteriori informazioni su questo argomento, utilizzare il
collegamento presente nella Scheda di riferimento rapido.

Eseguire comandi tramite combinazioni di tasti

CTRL+I consente di modificare lo stile del carattere in corsivo e funziona in Word, Excel, PowerPoint e
Outlook.
Una combinazione di tasti di scelta rapida una sequenza di tasti che, se premuti contemporaneamente,
avviano un'azione. Rappresenta il modo pi rapido per utilizzare la tastiera. una soluzione leggermente pi
veloce rispetto all'uso dei suggerimenti dei tasti di scelta ma comporta la necessit di memorizzare i tasti da
utilizzare.
Un importante vantaggio delle combinazioni di tasti di scelta rapida il fatto che quelle pi comuni sono le
stesse in tutte le applicazioni di Office, indipendentemente dalla presenza o meno della barra multifunzione,
e sono invariate rispetto alle versioni precedenti di Office.

Utilit del tasto CTRL

Le combinazioni di tasti di scelta rapida sono veloci e non richiedono l'utilizzo della barra multifunzione per
eseguire attivit.
Nella maggior parte delle combinazioni di tasti di scelta rapida viene utilizzato il tasto CTRL. Ad esempio,
CTRL+C corrisponde al comando Copia e CTRL+V a Incolla. Si tratta di un buon esempio di tasti di scelta
rapida che eseguono la stessa azione nella maggior parte delle applicazioni di Microsoft Office.
Vi sono alcune eccezioni all'uso di CTRL. Una delle pi significative l'utilizzo di ALT+S per l'invio di un
messaggio di posta elettronica in Outlook.
possibile visualizzare i tasti di scelta rapida quando si utilizza il mouse. Infatti se disponibile un tasto di
scelta rapida per un comando, questo verr visualizzato in una descrizione comando quando si posiziona il
puntatore del mouse sul comando. L'utilizzo frequente dei tasti di scelta rapida ne facilita la memorizzazione
e ben presto non sar pi necessario cercare la descrizione per quelli di uso quotidiano.
Anche se si utilizza abitualmente il mouse, dopo aver imparato a utilizzare alcuni tasti di scelta rapida, si
scoprir quanto siano pi veloci ed efficienti rispetto al mouse. Anzich spostare continuamente la mano
dalla tastiera per utilizzare il mouse, con alcune semplici combinazioni di tasti si potr completare
velocemente l'attivit. Per un elenco completo delle combinazioni di tasti di scelta rapida, consultare la
Scheda di riferimento rapido.
Nota In Word possibile assegnare un tasto di scelta rapida per completare comandi e macro, ad
esempio per modificare il tipo di carattere del testo. Per ulteriori informazioni su questa funzionalit,
consultare la Guida.

Tasti di scelta rapida non pi attivi


Tasto di scelta rapida

Azione nella versione 2003

Azione nelle applicazioni con barra


multifunzione

CTRL+O in Word

Sposta lo stato attivo nella


casella di riepilogo a discesa
Tipo di carattere

Consente di aprire la finestra di dialogo


Carattere (se si desidera visualizzare la
casella di riepilogo a discesa Tipo di
carattere utilizzare invece i suggerimenti dei
tasti di scelta ALT+F+R)

ALT+MAIUSC+N in Word

Consente di spostare lo stato Consente di spostare lo stato attivo nel


attivo nella casella di
riquadro attivit Applica stili
riepilogo a discesa Stili

Alcuni tasti di scelta rapida di uso meno frequente presentano un funzionamento diverso nei programmi
dotati di barra multifunzione di Office System 2007 rispetto alle versioni precedenti, tuttavia la maggior parte
di essi funziona esattamente come in Office 2003. Nella tabella sono riportati i tasti che funzionano
diversamente o che non funzionano pi.

Formazione

Scheda di riferimento rapido - Tasti di scelta rapida in


Office System 2007
Tasti di scelta rapida e barra multifunzione
In Microsoft Office System 2007 alcune applicazioni, ad esempio Word, Excel, PowerPoint, Access e
parti di Outlook, sono state riprogettate per una maggiore efficienza e semplicit di utilizzo. Insieme alla
nuova interfaccia sono disponibili nuovi tasti di scelta rapida per l'accesso ai comandi e la loro esecuzione.
I tasti di scelta rapida, o tasti di scelta, sono direttamente correlati a schede, comandi e ad altri elementi
visualizzati sullo schermo. possibile utilizzare i tasti di scelta premendo ALT seguito da un altro tasto o da
una sequenza di tasti.
Per ogni singolo comando della barra multifunzione, del pulsante Microsoft Office e della barra di accesso
rapido disponibile un tasto di scelta e a ogni tasto di scelta assegnato un suggerimento dei tasti di
scelta.

Utilizzo dei suggerimenti dei tasti di scelta


1. Premere il tasto ALT.
Verranno visualizzati i quadratini con i suggerimenti dei tasti di scelta.
2. Premere il tasto relativo alla scheda o al comando della barra di accesso rapido desiderato.
Quando si preme il suggerimento del tasto di scelta di una scheda, verr visualizzato il
suggerimento del tasto di scelta corrispondente a ogni comando di quella scheda. Se si preme
un suggerimento del tasto di scelta per un comando della barra di accesso rapido, il comando
verr eseguito.
3. Premere il tasto o i tasti corrispondenti al comando della scheda desiderato.
In base al comando selezionato, possibile eseguire un comando o aprire una raccolta o un
menu. In quest'ultimo caso sar possibile selezionare un altro suggerimento del tasto di scelta.
Suggerimento Se il quadratino del suggerimento del tasto di scelta indica due lettere, premerle entrambe
in successione.

Altre modalit di spostamento nella barra multifunzione


inoltre possibile spostarsi nella barra multifunzione utilizzando i tasti di direzione o il tasto TAB.
1. Premere ALT per spostare lo stato attivo nella barra multifunzione.
2. Spostarsi nella barra multifunzione:

Spostarsi a sinistra, a destra, in alto o in basso premendo il tasto di direzione


corrispondente.

Spostarsi da un comando all'altro all'interno di un gruppo, quindi passare al gruppo


successivo premendo TAB. Premere MAIUSC+TAB per spostarsi attraverso comandi e
gruppi nella direzione inversa.

Utilizzare i tasti di scelta di Microsoft Office 2003


La maggior parte dei tasti di scelta dei menu di Office 2003 continuer a funzionare. tuttavia necessario
conoscere l'intera combinazione di tasti di scelta rapida a memoria, in quanto non sono pi disponibili
promemoria su schermo relativi ai tasti da premere.
Nella versione precedente di Office, ad esempio, si preme ALT+M per aprire il menu Modifica e quindi la
lettera sottolineata per eseguire un comando. Nelle applicazioni di Office System 2007 dotate di barra
multifunzione se si preme ALT e uno dei tasti di menu precedenti non verr aperto alcun menu. Verr invece
visualizzato un messaggio in cui indicato che si sta utilizzando un tasto di scelta di Office 2003 e verr
chiesto di premere ESC per annullare. Se si conosce la sequenza di tasti possibile continuare e avviare il
comando. In caso contrario, seguire le indicazioni del messaggio e premere ESC per visualizzare i
quadratini dei suggerimenti dei tasti di scelta.
Nota anche possibile spostare il puntatore nella schermata senza utilizzare il mouse tramite il Controllo
puntatore, che consente di utilizzare le frecce del tastierino numerico per spostare il puntatore. Per ulteriori
informazioni sul Controllo puntatore, vedere la Guida di Microsoft Windows.

Combinazioni di tasti di scelta rapida


Una combinazione di tasti di scelta rapida una sequenza di tasti che, se premuti contemporaneamente,
avviano un'azione. Per trovare la combinazione di tasti che corrisponde a un determinato comando,
sufficiente posizionare il puntatore del mouse sul comando. Se non si utilizza il mouse, non sono disponibili
promemoria su schermo della combinazione di tasti ed quindi necessario memorizzarla. Tutti questi tasti di
scelta rapida funzionano in pratica esattamente come nelle precedenti versioni di Microsoft Office.

Altri utili suggerimenti e informazioni sull'utilizzo della tastiera


Utilizzare TAB e i tasti di direzione per spostarsi all'interno di una finestra di dialogo.
Per attivare un comando premere INVIO. In alcuni casi, si aprir una raccolta o un menu da cui
possibile effettuare una scelta e quindi attivarla premendo di nuovo INVIO. Per alcuni comandi, come
ad esempio la casella Tipo di carattere, se si preme INVIO si sposta lo stato attivo nella casella,
dove possibile digitare il testo, oppure possibile utilizzare i tasti di direzione per scorrere eventuali
elenchi. Dopo aver individuato la voce desiderata, premere di nuovo INVIO.
CTRL+TAB consente di spostarsi tra le schede all'interno di una finestra di dialogo.
La BARRA SPAZIATRICE consente di selezionare e deselezionare le caselle di controllo.
MAIUSC+F10 consente di aprire il menu di scelta rapida, che viene visualizzato quando si fa clic con
il pulsante destro del mouse su una voce.
ESC consente di chiudere una finestra di dialogo o un menu di scelta rapida aperto. Se non sono
elementi aperti, questo tasto sposta lo stato attivo dalla barra multifunzione al documento principale.
Per chiudere un riquadro attivit, premere innanzitutto CTRL+MAIUSC+BARRA SPAZIATRICE per
aprire il menu del riquadro attivit, quindi premere C per scegliere Chiudi dal menu.
ALT+F4 consente di chiudere la finestra attiva.
F1 consente di aprire la finestra della Guida.

2007 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Microsoft Office Excel 2007 e

Introduzione pratica al nuovo aspetto di


procedure per eseguire le attivit pi comuni in Excel.

Aprendo questa nuova versione di Excel, si vedranno i normali fogli di lavoro ma anche alcuni elementi nuovi
nella parte superiore della finestra.
I menu e i pulsanti delle versioni precedenti sono stati sostituiti dalla nuova barra multifunzione, che contiene
diverse schede sulle quali possibile fare clic per accedere ai comandi. La barra multifunzione stata
messa a punto per semplificare l'utilizzo di Excel e per consentire l'individuazione e l'utilizzo dei comandi in
modo pi rapido.
Per scoprire le modalit di utilizzo della barra multifunzione, sufficiente eseguire questo corso. Di seguito
verranno illustrate le novit principali e come utilizzarle per realizzare pi velocemente fogli di lavoro di Excel
pi complessi.

Novit principali

La barra multifunzione la nuova centralina di controllo


Le novit sono numerose, specialmente nella parte superiore della finestra.
Tutti gli elementi utili sono maggiormente visibili e pi semplici da raggiungere. Anzich avere decine di
barre degli strumenti e comandi di menu non sempre visualizzati e difficilmente accessibili, ora esiste una
centralina di controllo, la barra multifunzione, che racchiude tutti i comandi essenziali e ne migliora la
visibilit.
Utilizzando la nuova struttura si scoprir che i comandi gi noti sono raggruppati in modo intuitivo.
Di seguito verranno fornite ulteriori informazioni sulla nuova struttura e sar possibile iniziare a lavorare con
la nuova versione di Excel.

Elementi della barra multifunzione

La barra multifunzione costituita da tre elementi, ovvero schede, gruppi e comandi.


La barra multifunzione costituita da tre componenti di base:
Schede Sono disponibili sette schede, ognuna delle quali relativa alle attivit principali eseguite in Excel.
Gruppi Ogni scheda include gruppi di elementi correlati.
Comandi Un comando rappresentato da un pulsante, una casella per l'inserimento di informazioni o un
menu.
Per iniziare, partire dalla prima scheda.
Nella prima scheda, la scheda Home, sono raggruppati i comandi principali di Excel, ovvero i comandi
utilizzati pi di frequente per eseguire le attivit di base nei fogli di lavoro.
Ad esempio, i comandi Copia, Taglia e Incolla sono disposti per primi nella scheda Home, nel gruppo
Appunti. Nel gruppo successivo, ovvero Carattere, sono presenti i comandi di formattazione. I comandi per
centrare o allineare il testo a sinistra o a destra si trovano nel gruppo Allineamento mentre i comandi per
inserire ed eliminare celle, righe, colonne e fogli di lavoro si trovano nel gruppo Celle.
Ciascun gruppo riunisce tutti i comandi che potrebbero essere utili per un tipo di attivit specifico. Questi
comandi rimangono visibili e facilmente accessibili per l'intera durata dell'attivit, anzich essere nascosti
all'interno dei menu. I comandi principali sono quindi sempre accessibili sopra l'area di lavoro.
Si supponga, ad esempio, di voler visualizzare il testo su pi righe all'interno di una cella. Anzich dover
scegliere un comando da un menu, scegliere una scheda in una finestra di dialogo, quindi fare clic su
un'opzione, sufficiente fare clic sul pulsante Testo a capo
Home..

nel gruppo Allineamento della scheda

Pi comandi, solo se necessari

Per creare un grafico, fare clic su un pulsante nel gruppo Grafici della scheda Inserisci. Verranno cos
visualizzate le schede in Strumenti grafico, ovvero Progettazione, Layout e Formato.
I comandi presenti sulla barra multifunzione sono quelli utilizzati pi di frequente. In Excel 2007, alcuni
comandi vengono visualizzati solo quando se ne ha bisogno, in risposta a un'azione specifica, anzich
essere sempre disponibili.
Ad esempio, se nel foglio di lavoro corrente non presente alcun grafico, i comandi per i grafici non sono
necessari.
Se invece si crea un grafico, verr visualizzata la scheda Strumenti grafico contenente a sua volta tre
schede: Progettazione, Layout e Formato. In queste schede sono presenti i comandi necessari per
lavorare con il grafico. In questo caso, la barra multifunzione viene adeguata all'azione eseguita dall'utente.
Utilizzare la scheda Progettazione per cambiare il tipo di grafico o per spostarlo, la scheda Layout per
modificare i titoli o altri elementi del grafico e la scheda Formato per aggiungere colori di riempimento o per
modificare gli stili linea. Dopo avere completato il grafico, fare clic all'esterno dell'area del grafico. La scheda
Strumenti grafico non sar pi visualizzata. Per visualizzarla di nuovo, fare clic all'interno del grafico e le
schede saranno nuovamente disponibili.
Anche se non sono sempre visibili tutti i comandi, sufficiente eseguire alcune azioni preliminari e i comandi
necessari saranno a portata di mano.

Pi opzioni, solo se necessarie

Fare clic sulla freccia


necessario.

nella parte inferiore di un gruppo per visualizzare le altre opzioni disponibili, se

Fare clic sulla freccia

nel gruppo Carattere.

Verr aperta la finestra di dialogo Formato celle.


Nell'angolo inferiore destro di un gruppo, la visualizzazione della freccia , denominata pulsante di
visualizzazione della finestra di dialogo, indica la presenza di opzioni aggiuntive. Fare clic sulla freccia
per visualizzare una finestra di dialogo o un riquadro attivit.
Ad esempio, nel gruppo Carattere della scheda Home sono disponibili tutti i comandi pi utilizzati per la
modifica dei caratteri, come i comandi per modificare il tipo o le dimensioni del carattere e per applicare al
carattere il formato grassetto, corsivo o sottolineato.
Per visualizzare le opzioni aggiuntive, ad esempio quella per il formato apice, fare clic sulla freccia a
destra di Carattere e verr aperta la finestra di dialogo Formato celle nella quale sono disponibili le opzioni
per il formato apice e altre opzioni relative ai caratteri.

Aggiunta di comandi alla barra di accesso rapido


Se si utilizzano di frequente comandi non facilmente accessibili, questi possono essere aggiunti alla barra di
accesso rapido, visualizzata sopra la barra multifunzione al primo avvio di Excel 2007. I comandi nella
barra sono sempre visibili e a portata di mano.
Ad esempio, se si utilizza spesso il filtro automatico e si vuole evitare di dover fare clic ogni volta sulla
scheda Dati per accedere al comando Filtro, possibile aggiungere il comando Filtro alla barra di accesso
rapido.
A tale scopo, fare clic con il pulsante destro del mouse su Filtro nella scheda Dati e quindi scegliere
Aggiungi alla barra di accesso rapido.
Per rimuovere un pulsante dalla barra, fare clic con il pulsante destro del mouse sul pulsante e quindi
scegliere Rimuovi dalla barra di accesso rapido.

Informazioni sui tasti di scelta rapida

possibile utilizzare i suggerimenti tasti di scelta, ad esempio, per centrare il testo in Excel.
Premere ALT per visualizzare i suggerimenti tasti di scelta.
Premere quindi H per selezionare la scheda Home.
Premere A e quindi C nel gruppo Allineamento per centrare il testo selezionato.
Se si preferisce utilizzare pi la tastiera che il mouse, i tasti di scelta rapida di Excel 2007 saranno
estremamente utili.
La barra multifunzione presenta nuovi tasti di scelta rapida. La nuova struttura comporta due vantaggi
principali rispetto alle versioni precedenti:
I tasti di scelta rapida sono disponibili per ogni pulsante della barra multifunzione.
I tasti di scelta rapida spesso richiedono un numero di tasti inferiore.
Utilizzo dei nuovi tasti di scelta rapida
I nuovi tasti di scelta rapida sono ora denominati suggerimenti tasti di scelta. Per visualizzarli, premere ALT.
I suggerimenti tasti di scelta sono disponibili per tutte le schede della barra multifunzione, tutti i comandi
delle schede, la barra di accesso rapido e il pulsante Microsoft Office.
Premere il tasto con la lettera corrispondente alla scheda da visualizzare. Verranno visualizzati tutti i
suggerimenti tasti di scelta per i pulsanti della scheda. Premere quindi il tasto corrispondente al pulsante
desiderato.
Utilizzo dei tasti di scelta rapida precedenti I precedenti tasti di scelta rapida che iniziano con CTRL
sono tuttora validi ed possibile utilizzarli nel modo consueto. Ad esempio, premendo CTRL+C e CTRL+V
ancora possibile copiare elementi negli Appunti e incollarli dagli Appunti.

Nuova visualizzazione

Nuova visualizzazione Layout di pagina di Excel.


Intestazioni di colonna.
Intestazioni di riga.
Righelli dei margini.
La barra multifunzione non l'unica novit di Excel 2007. Un'altra novit rappresentata dalla nuova
visualizzazione Layout di pagina, che offre vantaggi simili a quelli della visualizzazione Layout di stampa di
Microsoft Office Word.
Per accedere alla nuova visualizzazione, fare clic su Layout di pagina nella barra degli strumenti delle
visualizzazioni
nella parte inferiore destra della finestra. In alternativa, nella scheda Visualizza
della barra multifunzione fare clic su Layout di pagina nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro.
Nella visualizzazione Layout di pagina, i margini di pagina vengono visualizzati nella parte superiore e
inferiore e su entrambi i lati del foglio di lavoro, mentre un piccolo spazio azzurro separa un foglio di lavoro
dall'altro. I righelli visibili in alto e ai lati consentono di adattare i margini e possono essere attivati e
disattivati, a seconda delle esigenze, facendo clic su Righello nel gruppo Mostra/Nascondi della scheda
Visualizza.
In questa nuova visualizzazione, non necessario passare all'anteprima di stampa per apportare modifiche
al foglio di lavoro prima della stampa. Ulteriori informazioni verranno fornite nella lezione successiva
L'aggiunta di intestazioni e pi di pagina nella visualizzazione Layout di pagina un'operazione molto
semplice. Se si digita del testo nella nuova area dell'intestazione e del pi di pagina, nella parte superiore o
inferiore di una pagina, verr aperta la scheda Progettazione che contiene tutti i comandi necessari per
creare intestazioni e pi di pagina. Ulteriori informazioni verranno fornite nella lezione successiva.
Ciascun foglio di una cartella di lavoro pu essere visualizzato nella modalit pi adatta. Per ogni foglio di
lavoro, sar sufficiente selezionare una visualizzazione nella barra degli strumenti delle visualizzazioni
oppure nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della scheda Visualizza. Le visualizzazioni Normale e
Anteprima interruzioni di pagina sono entrambe disponibili.
Suggerimento Se si utilizza spesso la visualizzazione Layout di pagina, ma si preferisce ridurre la quantit
di spazio vuoto nei margini, nasconderne una parte. Nell'esercitazione alla fine della lezione verr illustrato
come eseguire questa operazione.

Effetti delle diverse risoluzioni dello schermo

Gruppo Mostra/Nascondi nella scheda Visualizza. Tutti i comandi del gruppo sono visualizzati ad alta
risoluzione. Nella risoluzione bassa, per visualizzare i comandi sar necessario fare clic sulla freccia nel
pulsante del gruppo.
Le osservazioni precedenti sono valide se per lo schermo impostata una risoluzione alta e se la finestra di
Excel ingrandita. In caso contrario, tenere presente quanto segue:
Risoluzione bassa Se per lo schermo impostata una risoluzione bassa, ad esempio 800 per 600 pixel,
per alcuni gruppi della barra multifunzione verr visualizzato solo il nome del gruppo e non i relativi comandi.
Per visualizzare i comandi, sar necessario fare clic sulla freccia nel pulsante del gruppo.
Ad esempio, il gruppo Mostra/Nascondi della scheda Visualizza contiene numerosi comandi per mostrare
o nascondere diversi elementi. Con una risoluzione pi alta sar possibile visualizzare tutti i comandi di
questo gruppo. Con la risoluzione 800 per 600 pixel, sar visibile il pulsante Mostra/Nascondi ma non i
comandi del gruppo.
In questo caso, possibile fare clic sulla freccia nel pulsante del gruppo Mostra/Nascondi per visualizzare
tutti i relativi comandi.
I gruppi per i quali, con una risoluzione pi bassa, viene visualizzato solo il nome, sono quelli che includono i
comandi utilizzati meno di frequente.
Riduzione a icona Indipendentemente dalla risoluzione, se si riducono le dimensioni della finestra di
Excel, a un certo punto per alcuni gruppi verr visualizzato solo il nome. Per visualizzare i comandi, sar
necessario fare clic sulla freccia nel pulsante del gruppo.
Tablet PC Se si utilizza un Tablet PC con uno schermo pi piccolo, si noter come la barra multifunzione
si adatta, in modo da visualizzare versioni pi piccole delle schede e dei gruppi. Se si dispone di un monitor
pi grande, la barra multifunzione si adatter in modo da visualizzare schede e gruppi pi grandi.

Lavorare con Excel

A questo punto possibile iniziare a lavorare con Excel 2007.

Aprire un file

Fare clic sul pulsante Microsoft Office per aprire il menu corrispondente.
Scegliere Apri dal menu per aprire un foglio di lavoro esistente.
Fare clic su Opzioni di Excel in fondo al menu per impostare le opzioni del programma.
Si desidera aprire una cartella di lavoro esistente creata con una versione precedente di Excel. Fare clic sul
pulsante Microsoft Office
nell'angolo superiore sinistro della finestra. I comandi disponibili nel menu
sono gli stessi utilizzati nelle versioni precedenti per aprire e salvare le cartelle di lavoro.
Prima di procedere, si noti che nel menu sono presenti moltissimi elementi utili, ad esempio le impostazioni
del programma che controllano l'applicazione dello stile di riferimento R1C1 o la visualizzazione della barra
della formula nella finestra del programma. Per accedere a queste opzioni, fare clic su Opzioni di Excel in
fondo al menu.
Nelle versioni precedenti di Excel queste opzioni erano disponibili nella finestra di dialogo Opzioni
accessibile dal menu Strumenti. Ora molte si trovano qui, dove sono pi visibili e pi facilmente raggiungibili
mentre si lavora con file vecchi o nuovi.
A questo punto possibile scegliere Apri, selezionare la cartella di lavoro desiderata, quindi fare clic su
Apri.
Questa l'unica operazione necessaria per aprire un file di una versione precedente. Ora possibile iniziare
a lavorare.

Inserire una colonna


Il foglio di lavoro contiene righe di prodotti ordinati da diversi fornitori.
necessario aggiungere una colonna per le categorie che consenta di distinguere i prodotti tra latticini,
cereali, frutta/verdura e cos via. La colonna dovr essere inserita tra due colonne di dati gi esistenti nel
foglio di lavoro.
Per inserire la colonna a destra della colonna Quantit, fare clic sulla colonna Fornitore. Nella scheda
Home, nel gruppo Celle fare clic sulla freccia accanto a Inserisci, quindi scegliere Inserisci colonne foglio
dal menu visualizzato. Verr inserita una nuova colonna vuota, nella quale possibile immettere i nuovi
dati..
Dopo avere aggiunto la colonna e i dati, potrebbe essere necessario modificare la larghezza della colonna in
modo da adattarla ai dati. Nel gruppo Celle fare clic sulla freccia accanto a Formato, quindi su Adatta
larghezza colonne nell'elenco visualizzato.
Nell'elenco Formato sono disponibili tutti i comandi necessari per adattare l'altezza delle righe e la larghezza
delle colonne, nonch per nascondere o mostrare le righe, le colonne e i fogli.

Formattare e modificare i dati

Per formattare e modificare i dati, utilizzare i comandi presenti nei gruppi della scheda Home.
I titoli delle colonne risalteranno meglio se formattati in grassetto. Selezionare la riga con i titoli e, nel gruppo
Carattere della scheda Home, fare clic su Grassetto.
possibile modificare il colore e le dimensioni dei titoli selezionati per farli risaltare ancora di pi.
Nel gruppo Carattere fare clic sulla freccia accanto a Colore carattere. Verranno visualizzati numerosissimi
colori, molti di pi rispetto alle versioni precedenti di Excel. Per visualizzare l'anteprima di un titolo nei diversi
colori, posizionare il puntatore del mouse su un colore e attendere qualche istante. Questo tipo di anteprima
evita di dover effettuare una selezione e di annullarla se il colore non quello desiderato. Dopo aver
individuato un colore, sufficiente fare clic su di esso.
Per modificare la dimensione del carattere, possibile fare clic sul pulsante Aumenta dimensione
carattere
oppure fare clic sulla freccia accanto alla casella Dimensione carattere per visualizzare un
elenco delle dimensioni. Anche in questo caso disponibile la stessa anteprima in tempo reale utilizzata per
i colori del carattere.
possibile centrare i titoli selezionati nelle celle. Nel gruppo Allineamento fare clic sul pulsante Centra
.
Infine, necessario aggiungere un altro ordine di Louisiana Fiery Hot Pepper Sauce. Selezionare il nome del
prodotto quindi, nel gruppo Appunti, fare clic sul pulsanteCopia
gruppo Appunti, fare clic sul pulsante Incolla

. Fare clic sulla riga inferiore quindi, nel

Immettere una formula

Per immettere una formula semplice, nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic sul pulsante Somma.
Pulsante Somma nella scheda Home.
Risultato della formula.
Prima di consegnare il rapporto, possibile sommare le cifre della colonna Quantit semplicemente
utilizzando il pulsante Somma

Il pulsante si trova nel gruppo Modifica della scheda Home. Posizionare il cursore nell'ultima cella della
colonna Quantit , fare clic sul pulsante Somma, quindi premere INVIO. La somma verr calcolata
mediante la funzione SOMMA.
Per eseguire operazioni aggiuntive oltre alla somma, fare clic sulla freccia del pulsante Somma
, quindi
su una delle funzioni nell'elenco, ovvero Media, Conteggio, Max o Min. Se si fa clic su Altre funzioni, verr
aperta la finestra di dialogo Inserisci funzione in cui possibile scegliere una funzione dall'elenco di tutte le
funzioni di Excel. In alternativa, scegliere la scheda Formule e utilizzare i gruppi Libreria di funzioni e
Calcolo.

Aggiungere intestazioni e pi di pagina

Per aggiungere un'intestazione, nella visualizzazione Layout di pagina fare clic nell'area "Fare clic per
aggiungere un'intestazione". Nella parte superiore della barra multifunzione verranno visualizzate la scheda
Strumenti intestazione e pi di pagina e Progettazione.
possibile aggiungere un tocco finale a un foglio di lavoro inserendovi intestazioni e pi di pagina che
consentano di individuarne in modo rapido il contenuto.
Passare innanzitutto alla visualizzazione Layout di pagina. Scegliere la scheda Visualizza, quindi fare clic su
Layout di pagina nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro. In alternativa, fare clic sul pulsante
centrale nella barra degli strumenti delle visualizzazioni

nella parte inferiore della finestra.

L'aggiunta di intestazioni e pi di pagina nella visualizzazione Layout di pagina un'operazione molto


semplice. Anzich dover aprire una finestra di dialogo, sufficiente fare clic nell'area con la dicitura Fare clic
per aggiungere un'intestazione nella parte superiore della pagina.
Dopo avere eseguito questa operazione, nella barra multifunzione verranno visualizzate la scheda
Strumenti intestazione e pi di pagina e Progettazione, dove sono disponibili tutti i comandi per lavorare
con le intestazioni e i pi di pagina. anche presente un nuovo comando di Excel 2007 che consente di
applicare intestazioni e pi di pagina diversi nelle pagine pari e dispari.
Per l'intestazione del rapporto digitare Rapporto sulle vendite di giugno e l'operazione completata. Se si
fa clic sul foglio di lavoro, le schede Strumenti intestazione e pi di pagina e Progettazione verranno
nascoste fino a quando non saranno nuovamente necessarie. Per tornare a visualizzarle, nella
visualizzazione Layout di pagina fare clic sull'area dell'intestazione o del pi di pagina.

Stampare

Modificare il foglio di lavoro nella scheda Layout di pagina prima di eseguirne la stampa.
A questo punto possibile stampare il rapporto in modo da portarne alcune copie alla riunione.
Nelle versioni precedenti di Excel, a volte erano necessari diversi tentativi oppure occorreva passare pi
volte dall'anteprima di stampa alla visualizzazione Normale per apportare le modifiche necessarie a ottenere
gli effetti desiderati nella fase di stampa.
Nella visualizzazione Layout di pagina possibile modificare le impostazioni del foglio di lavoro e vedere le
modifiche direttamente sullo schermo prima della stampa. Scegliere la scheda Layout di pagina per
personalizzare le opzioni di stampa nel modo desiderato.
Nel gruppo Imposta pagina della scheda possibile fare clic su Orientamento, quindi selezionare
Verticale o Orizzontale. L'orientamento dei dati nella visualizzazione Layout di pagina verr modificato in
base alla scelta effettuata.
Nel gruppo Imposta pagina fare clic su Dimensioni per scegliere le dimensioni del foglio desiderate. Anche
in questo caso, gli effetti della scelta saranno immediatamente visibili. I dati stampati saranno esattamente
uguali a quelli visualizzati sullo schermo.

Finestra Nuova cartella di lavoro

La finestra Nuova cartella di lavoro offre innumerevoli strumenti, da una cartella di lavoro vuota ai modelli
di Office Online.

Se si fa clic sul pulsante Microsoft Office


quindi su Nuovo, verr aperta la finestra Nuova cartella di
lavoro. Nella parte superiore della finestra possibile selezionare una cartella di lavoro vuota o un modello.

Nuovo formato di file

Sebbene in Excel sia disponibile un nuovo formato di file, comunque possibile aprire e modificare le
cartelle di lavoro delle versioni precedenti, nonch condividere i propri file con utenti che non utilizzano
ancora Excel 2007.
In Excel 2007 disponibile un nuovo formato di file, creato allo scopo di aumentare il livello di protezione dei
file, ridurne i rischi di danneggiamento e le dimensioni nonch introdurre nuove funzionalit aggiuntive.
L'apertura e la modifica delle vecchie cartelle di lavoro in Excel 2007 non comporta tuttavia alcun tipo di
problema.
Di seguito verranno fornite informazioni sulla condivisione dei fogli di lavoro di Excel 2007 con utenti che non
utilizzano ancora la nuova versione del programma e sui motivi della modifica del formato di file.

Vantaggi del nuovo formato di file

Il nuovo formato di file consente di migliorare Excel.


Il nuovo formato di file consente di migliorare notevolmente Excel. I vantaggi principali sono riportati di
seguito:
Nuove funzionalit Oltre alle funzionalit illustrate nelle lezioni precedenti, il numero delle righe di un
foglio di lavoro aumentato da 65.536 a 1.048.576 mentre il numero delle colonne passato da 256 a
16.384. La nuova barra della formula ridimensionabile consente di scrivere formule pi lunghe. Inoltre, se si
fa clic su grandi blocchi di testo in una cella, la barra della formula non si estender pi sulla griglia del foglio
di lavoro.
File pi protetti
indesiderati.

pi semplice individuare e bloccare le cartelle di lavoro che contengono codice o macro

Minori rischi di file danneggiati In Excel pi facile aprire i file danneggiati e recuperare una parte del
lavoro che altrimenti andrebbe persa.
Dimensioni ridotte dei file Le cartelle di lavoro sono compresse e le loro dimensioni sono ridotte del 50 75% rispetto alle versioni precedenti di Excel. Per aprire e salvare i file compressi si utilizzano le stesse
procedure utilizzate per i file di Excel.
Dati pi utili Poich i dati sono basati sul linguaggio XML, possibile utilizzarli per un numero maggiore di
operazioni ed molto pi semplice integrarli con altri insiemi di dati provenienti da altri computer programmi.
Ad esempio, possibile archiviare i dati di bilancio in un programma specializzato, selezionare i dati
desiderati e importarli in un documento di Word, in un foglio di lavoro di Excel e in un database di Access.

Nuovi formati di file e nuove opzioni di salvataggio

Tipi di file disponibili quando si salva un file in Excel 2007.


Quando si salva un file in Excel 2007, possibile scegliere tra numerosi tipi di file.
Cartella di lavoro di Excel (*.xlsx) Salvare la cartella di lavoro in questo tipo di file se la cartella non
contiene macro o codice Microsoft Visual Basic, Applications Edition (VBA). Se si prova a salvare come
cartella di lavoro di Excel un file contenente comandi macro o progetti VBA, verr visualizzato un messaggio
di avviso in cui si avverte che la macro o il codice VBA verr eliminato dal file.
Cartella di lavoro con attivazione macro di Excel (*.xlsm) Salvare la cartella di lavoro in questo tipo di
file se la cartella di lavoro contiene macro o codice VBA. Se si prova a salvare come tipo di file Cartella di
Excel una cartella di lavoro contenente macro o codice VBA, verr visualizzato un messaggio di avviso.
Modello di Excel (*.xltx)
modello.

Salvare la cartella di lavoro in questo tipo di file se necessario creare un

Modello con attivazione macro di Excel (*.xltm) Salvare la cartella di lavoro in questo tipo di file se
necessario creare un modello e la cartella di lavoro contiene macro o codice VBA.
Cartella di lavoro binaria di Excel (*.xlsb) Salvare la cartella di lavoro in questo tipo di file se la cartella
particolarmente grande. Questo tipo di file verr aperto pi rapidamente di qualsiasi file di grandi dimensioni
salvato come Cartella di lavoro di Excel. Nel file saranno disponibili le nuove funzionalit di Excel, ma non il
codice XML.
Cartella di lavoro di Excel 97 - 2003 (*.xls) Salvare la cartella di lavoro in questo tipo di file se
necessario condividerla con altri utenti che utilizzano una versione precedente di Excel e che non
dispongono del Compatibility Pack per formati di file Microsoft Office 2007.
Cartella di lavoro di Microsoft Excel 5.0/95 (*.xls) Salvare la cartella di lavoro in questo tipo di file se
necessario condividerla con utenti che utilizzano Microsoft Excel 5.0. La maggior parte delle funzionalit di
Excel 2007 non saranno disponibili.

Formazione

Scheda di riferimento rapido - Tutte le novit di Excel 2007


Novit principali di Microsoft Office Excel 2007
Anzich avere decine di barre degli strumenti e comandi di menu non sempre facilmente accessibili,
ora disponibile un'unica centralina di controllo che contiene tutti i comandi essenziali.
Gli utenti di Excel tendono a utilizzare pi di frequente alcuni comandi specifici che, in questa
versione, sono pi visibili e pi facilmente accessibili.
Dimensioni ridotte della barra multifunzione
Fare clic due volte sulla scheda attiva, indipendentemente dalla scheda. La barra multifunzione e i relativi
comandi verranno temporaneamente nascosti. Per visualizzarli di nuovo, fare clic su una scheda. In
alternativa, fare clic con il pulsante destro del mouse su qualsiasi pulsante nella barra multifunzione e
scegliere Riduci a icona barra multifunzione. Per visualizzare nuovamente la barra multifunzione, fare clic
con il pulsante destro del mouse su una scheda e scegliere ancora Riduci a icona barra multifunzione.

Modifiche apportate al menu File


In Excel 2007, il menu File stato sostituito dal pulsante Microsoft Office
, che si trova nell'angolo
superiore sinistro della finestra del programma. Se si fa clic su questo pulsante, vengono visualizzati gli
stessi comandi di base utilizzati nelle versioni precedenti per aprire, salvare e stampare le cartelle di lavoro.
Nel menu visualizzato sono presenti anche le impostazioni del programma che controllano lo stile di
riferimento R1C1, il numero dei fogli di lavoro vuoti in una nuova cartella di lavoro e la direzione in cui si
sposta il cursore dopo avere premuto INVIO.
Fare clic su Opzioni di Excel in fondo al menu, quindi su una delle categorie nell'elenco a sinistra.
Nelle versioni precedenti di Excel queste opzioni erano disponibili nella finestra di dialogo Opzioni
accessibile dal menu Strumenti. Ora molte sono accessibili tramite il pulsante Microsoft Office, dove sono
pi visibili e pi facilmente raggiungibili mentre si lavora con file vecchi o nuovi.

Visualizzazione Layout di pagina


La visualizzazione Layout di pagina una nuova visualizzazione di Excel 2007, che offre vantaggi simili alla
visualizzazione Layout di stampa di Microsoft Office Word.
Nella visualizzazione Layout di pagina sono presenti margini di pagina nella parte superiore e inferiore e su
entrambi lati del foglio di lavoro, mentre un piccolo spazio azzurro separa un foglio di lavoro dall'altro. I
righelli visibili in alto e ai lati consentono di adattare i margini e possono essere attivati e disattivati a
seconda delle esigenze.
molto semplice aggiungere intestazioni e pi di pagina nella visualizzazione Layout di pagina. Nella parte
superiore e inferiore della pagina presente un'area per l'intestazione e per il pi di pagina. Non appena si
inizia a digitare testo in quest'area, verr visualizzata la scheda Strumenti intestazione e pi di pagina.
Suggerimento Per inserire le intestazioni e i pi di pagina, anche possibile scegliere la scheda Inserisci
quindi, nel gruppo Testo, fare clic su Intestazione e pi di pagina. Verranno visualizzati automaticamente
tutti i comandi necessari. In alternativa, nella scheda Layout di pagina, nel gruppo Imposta pagina, fare

clic su Stampa titoli. Verr aperta la finestra di dialogo Imposta pagina. Scegliere la scheda
Intestazioni/Pi di pagina e inserire le intestazioni e i pi di pagina in modo analogo alle versioni precedenti
di Excel.
Per cambiare visualizzazione, scegliere la scheda Visualizza e selezionare una visualizzazione nel gruppo
Visualizzazioni cartella di lavoro. In alternativa, selezionare una visualizzazione facendo clic su un
pulsante nella barra degli strumenti delle visualizzazioni

nell'angolo inferiore destro della finestra.

Per modificare la visualizzazione di pagina all'apertura di Excel, fare clic sul pulsante Microsoft Office
, quindi su Opzioni di Excel in fondo al menu e selezionare Impostazioni generali. In Alla creazione di
nuove cartelle di lavoro selezionare un'opzione in Visualizzazione predefinita per i nuovi fogli.

Effetti delle diverse risoluzioni dello schermo


Se la risoluzione dello schermo in uso bassa, ad esempio 800 per 600 pixel, per alcuni gruppi della barra
multifunzione verr visualizzato solo il nome del gruppo anzich i comandi. Per visualizzarli, sar necessario
fare clic sulla freccia nel gruppo.
Indipendentemente dalla risoluzione impostata, se si riducono le dimensioni della finestra di Excel, a un
certo punto per alcuni gruppi verr visualizzato solo il nome. Per visualizzare i comandi, sar necessario fare
clic sulla freccia nel pulsante del gruppo.
Se si utilizza un Tablet PC con uno schermo pi piccolo, si noter come la barra multifunzione si adatta, in
modo da visualizzare versioni pi piccole delle schede e dei gruppi. Se si dispone di un monitor pi grande,
la barra multifunzione si adatter in modo da visualizzare schede e gruppi pi grandi.

Aggiunta di comandi alla barra di accesso rapido


Se si utilizzano spesso comandi non immediatamente disponibili, possibile aggiungerli facilmente alla
barra di accesso rapido che si trova sopra la barra multifunzione.
Ad esempio, se si utilizza spesso il filtro automatico e si vuole evitare di dover scegliere la scheda Dati per
accedere al comando Filtro, possibile aggiungere il comando Filtro alla barra di accesso rapido.
Personalizzazione veloce
La barra pu essere personalizzata in molti modi diversi:
possibile aggiungere pulsanti alla barra facendo clic con il pulsante destro del mouse sul pulsante
desiderato, quindi scegliendo Aggiungi alla barra di accesso rapido.
possibile scegliere il comando Personalizza barra di accesso rapido, visualizzato quando si fa
clic con il pulsante destro del mouse su qualsiasi pulsante. Nella finestra di dialogo visualizzata
scegliere le opzioni desiderate.
Per spostare la barra di accesso rapido sotto la barra multifunzione, fare clic sulla freccia alla fine
della barra, quindi fare clic su Mostra sotto la barra multifunzione. Per spostare la barra di accesso
rapido sopra la barra multifunzione, seguire la stessa procedura, ma fare clic su Mostra sopra la
barra multifunzione.
Eliminazione di un pulsante dalla barra di accesso rapido
1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su un pulsante della barra.
2. Scegliere Rimuovi dalla barra di accesso rapido.

Utilizzo dei nuovi tasti di scelta rapida


I nuovi tasti di scelta rapida sono denominati suggerimenti tasti di scelta e sono disponibili per tutte le
schede della barra multifunzione, per la barra di accesso rapido e per il pulsante Microsoft Office. Per
visualizzarli, premere ALT.
Premere il tasto con la lettera corrispondente alla scheda da visualizzare. Verranno visualizzati tutti i
suggerimenti tasti di scelta per i pulsanti della scheda. Premere quindi il tasto corrispondente al pulsante
desiderato.
I vecchi tasti di scelta rapida che iniziano con CTRL sono ancora tutti validi. Ad esempio, premendo CTRL+C
e CTRL+V ancora possibile copiare elementi negli Appunti e incollarli dagli Appunti.
Nota La maggior parte dei tasti di scelta rapida ALT+ lettera corrispondente del menu funziona ancora, ma
necessario conoscerle a memoria perch sullo schermo le lettere da premere non saranno pi
visualizzate.
Nelle versioni precedenti di Office, era necessario premere ALT+M per aprire il menu Modifica, quindi
premere la lettera sottolineata corrispondente al comando desiderato. Nella nuova versione, ancora
possibile premere ALT seguito da uno dei vecchi tasti di scelta rapida per i menu, ad esempio M (Modifica),
V (Visualizza), I (Inserisci) e cos via. Non verr tuttavia aperto un menu, ma verr visualizzata una finestra
che informa che si sta utilizzando un tasto di scelta rapida di Office 2003. Se si conosce l'intera sequenza di
tasti, possibile utilizzarla per eseguire il comando. Se invece non la si conosce, premere ESC e utilizzare i
suggerimenti tasti di scelta.

Collaborazione con utenti che non dispongono ancora di Excel 2007


In Excel 2007 possibile aprire file creati nelle versioni precedenti di Excel, da Excel 95 a Excel 2003.
Se si salva un file creato originariamente in una versione precedente, nella finestra di dialogo Salva
con nome verr salvato automaticamente nella vecchia versione.
Se si salva un file nel formato di una versione precedente che non compatibile con alcune
caratteristiche di Excel 2007, grazie alla funzione Verifica compatibilit verr visualizzato un
messaggio di avviso.
Si noti che quando si apre un file di Excel creato in una versione precedente o quando si salva un file
creato in Excel 2007 nel formato di una versione precedente, la funzione Verifica compatibilit verr
attivata automaticamente.
Ad esempio, se un foglio di lavoro di Excel 2007 contiene 100.000 righe di dati, si verr informati che
le righe eccedenti le 65.636 andranno perse, perch le nuove funzionalit prevedono un numero
maggiore di righe. In questo modo, possibile trasferire i dati in eccedenza su un altro foglio di
lavoro prima del salvataggio. Se si certi di dover salvare un file in una versione precedente,
sempre consigliabile evitare di inserirvi pi di 65.636 righe o 256 colonne: un'altra nuova funzionalit
riguarda infatti il numero maggiore di colonne.
La funzione Verifica compatibilit viene eseguita automaticamente. possibile eseguirla anche
manualmente se si ritiene che alcune caratteristiche di una cartella di lavoro possano essere
incompatibili con le versioni precedenti. Fare clic sul pulsante Microsoft Office
, scegliere
Prepara, quindi fare clic su Verifica compatibilit.
Se si desidera salvare un file nel formato di una versione precedente e mantenere al tempo stesso
tutte le funzionalit di Excel 2007, salvare anche una copia del file nella versione 2007, come una
cartella di lavoro di Excel.
I colleghi che utilizzano le versioni da 2000 a 2003 di Excel nonch gli aggiornamenti e i service pack
pi recenti potranno utilizzare i file della versione 2007. Facendo clic sul documento, verr chiesto
loro se desiderano scaricare un convertitore per l'apertura del documento.

Motivi della modifica del formato di file


Il nuovo formato di file della versione 2007 consente di migliorare Excel. basato sul linguaggio XML
(Extensible Markup Language) e include i formati XML Office aperti. Si tratta del nuovo formato di file
predefinito utilizzato da Microsoft Office Word 2007, Excel 2007 e PowerPoint 2007. Non necessario
conoscere il linguaggio XML. Non infatti richiesto alcun intervento da parte dell'utente ma importante
tenere presente che il nuovo formato basato su XML:
Offre una maggiore protezione dei documenti in quanto separa i file che contengono script o macro e
semplifica l'identificazione e il blocco del codice o delle macro indesiderate.
Consente di ridurre le dimensioni dei file dei documenti.
Aiuta a proteggere i documenti da eventuali danneggiamenti.

2007 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Creare una cartella di lavoro


in Microsoft Office Excel 2007 immettere e modificare testo e numeri, nonch ad
aggiungere ed eliminare righe e colonne.

Introduzione alla cartella di lavoro

All'apertura del programma nella finestra di Excel sono visualizzate colonne, righe e celle.
All'avvio di Excel viene visualizzata una griglia vuota. Lungo la parte superiore della finestra sono
visualizzate lettere, lungo il bordo sinistro sono visualizzati numeri, mentre nella parte inferiore sono
disponibili schede denominate Foglio1, Foglio2 e cos via.
Per cominciare a utilizzare Excel, pu essere utile familiarizzare con l'ambiente di lavoro.
innanzitutto necessario approfondire alcune nozioni fondamentali relative all'immissione di dati in Excel.

Barra multifunzione

La barra multifunzione occupa la parte superiore della finestra di Excel.


I comandi correlati disponibili sulla barra multifunzione sono organizzati in gruppi.
Nella parte superiore della finestra di Excel 2007 disponibile la barra multifunzione. La barra
multifunzione suddivisa in schede, ognuna delle quali fa riferimento a gruppi di attivit specifiche che
possibile eseguire in Excel. Fare clic su una delle schede nella barra multifunzione per visualizzare i
comandi in essa disponibili. Nella scheda Home, ovvero la prima scheda a sinistra, sono inclusi i comandi
pi comunemente utilizzati.
I comandi sono organizzati in gruppi correlati. Ad esempio, i comandi che consentono di modificare le celle
sono disponibili nel gruppo Modifiche, mentre i comandi che consentono di utilizzare le celle sono disponibili
nel gruppo Celle. Nell'esercitazione alla fine della lezione sar possibile imparare a utilizzare i comandi
disponibili nei gruppi Celle e Modifiche. Per lo svolgimento dell'esercitazione necessario Excel 2007.

Cartelle di lavoro e fogli di lavoro

Foglio di lavoro vuoto in una nuova cartella di lavoro.


La prima cartella di lavoro aperta denominata Cartella1. Questo titolo viene visualizzato nella barra del
titolo nella parte superiore della finestra finch la cartella di lavoro non verr salvata utilizzando un titolo
personalizzato.
Schede nella parte inferiore della finestra della cartella di lavoro.
All'avvio di Excel viene aperto un file definito anche cartella di lavoro. Ogni nuova cartella di lavoro include
tre fogli di lavoro, che possono essere paragonati alle pagine di un documento. I dati vengono immessi nei
fogli di lavoro, a volte definiti anche fogli di calcolo.
Il nome di ogni foglio di lavoro, ovvero Foglio1, Foglio2 e Foglio3, visualizzato nella relativa scheda nella
parte inferiore sinistra della finestra della cartella di lavoro. Fare clic su una scheda per visualizzare il foglio
di lavoro corrispondente.
consigliabile rinominare le schede in modo da semplificare l'identificazione di ogni foglio. Ad esempio,
possibile specificare Gennaio, Febbraio e Marzo per i fogli di lavoro relativi ai preventivi o alle spese
effettuate in tali mesi, oppure Area settentrionale e Area occidentale per i fogli di lavoro relativi alle aree di
vendita e cos via.
possibile aggiungere il numero di fogli di lavoro desiderato oppure, se necessario un solo foglio,
possibile eliminare gli altri due, anche se non obbligatorio. Per spostarsi tra i fogli di lavoro, possibile
utilizzare i tasti di scelta rapida.
Per creare una nuova cartella di lavoro, sufficiente fare clic sul pulsante Microsoft Office
nell'angolo
superiore sinistro, scegliere Nuovo, quindi nella finestra Nuova cartella di lavoro fare clic su Documento
vuoto.

I fogli di lavoro sono composti da colonne, righe e celle

Dopo le prime 26 intestazioni di colonna (A-Z), le successive 26 sono contrassegnate con AA-AZ. Le
intestazioni di colonna continuano fino alla colonna XFD, per un totale di 16.384 colonne.
Le intestazioni di colonna sono contrassegnate da lettere.
Le intestazioni di riga sono contrassegnate da numeri.
I fogli di lavoro sono suddivisi in colonne, righe e celle che formano la griglia visualizzata quando si apre una
cartella di lavoro.
Le colonne si sviluppano in senso verticale, dall'alto in basso, e le righe in senso orizzontale, da sinistra a
destra, del foglio di lavoro. Una cella costituita dallo spazio definito dall'intersezione di una riga e una
colonna.
Nella parte superiore di ogni colonna presente un'intestazione alfabetica. Le prime 26 colonne sono
contrassegnate con lettere dalla A alla Z. Ogni foglio di lavoro include complessivamente 16.384 colonne.
Per tale motivo, dopo la prima serie di colonne, per identificare le colonne vengono utilizzate coppie di lettere
da AA a AZ. Vedere la figura 2.
Dopo la colonna AZ la serie successiva di colonne contrassegnata con coppie di lettere da BA a BZ e cos
via, fino all'ultima colonna, che contrassegnata con XFD.
Anche ogni riga identificata da un'intestazione, ma di tipo numerico, da 1 a 1.048.576.
Le intestazioni alfabetiche delle colonne e quelle numeriche delle righe indicano la posizione della cella su
cui si fatto clic. La combinazione delle intestazioni forma l'indirizzo di cella, definito anche riferimento di
cella.

I dati vengono immessi nelle celle

Quando si apre una nuova cartella di lavoro, la prima cella corrisponde alla cella attiva ed delineata da un
bordo nero. Nella seconda immagine selezionata la cella C5 e quindi la cella attiva. Per tale motivo
delineata da un bordo nero.
La colonna C evidenziata.
La riga 5 evidenziata.
La cella C5, ovvero la cella attiva, visualizzata nella Casella Nome nell'angolo superiore sinistro del
foglio di lavoro.
Nelle celle di un foglio di lavoro possibile immettere dati.
Quando viene aperta una nuova cartella di lavoro, la prima cella visualizzata nell'angolo superiore sinistro
del foglio di lavoro delineata da un bordo nero per indicare che possibile immettervi dati.
I dati possono essere immessi in qualsiasi punto facendo clic sulla cella desiderata per selezionarla.
tuttavia consigliabile immettere i dati in base a un ordine logico e sequenziale, partendo dalla prima cella.
Quando si seleziona una cella, questa diventa la cella attiva ed pertanto delineata da un bordo nero,
mentre le corrispondenti intestazioni di riga e di colonna sono evidenziate.
Se, ad esempio, si seleziona una cella nella colonna C e nella riga 5, l'intestazione della colonna C e quella
della riga 5 risultano evidenziate e la cella delineata da un bordo nero. Questa cella corrisponde alla cella
C5 che costituisce il riferimento di cella.
Il bordo che delinea la cella e le intestazioni di riga e di colonna evidenziate semplificano l'individuazione
della cella attiva. Il riferimento di cella relativo alla cella attiva viene inoltre visualizzato nella Casella Nome
nell'angolo superiore sinistro del foglio di lavoro. In questa casella infatti possibile verificare il riferimento di
cella della cella attiva.
Questi indicatori di posizione risultano particolarmente utili quando necessario immettere grossi quantitativi
di dati, in quanto grazie ai riferimenti di cella possibile conoscere in qualsiasi momento la posizione della
cella attiva all'interno di fogli di lavoro particolarmente complessi. infatti opportuno ricordare che ogni foglio
di lavoro contiene 17.179.869.184 celle, quindi i riferimenti di cella semplificano l'individuazione della
posizione all'interno del foglio.
Ad esempio, importante conoscere il riferimento di cella se necessario comunicare a un collega la
posizione esatta di dati specifici oppure la cella di un foglio di lavoro in cui devono essere immessi.

Immettere i dati

possibile utilizzare Excel per immettere qualsiasi tipo di dati, ad esempio dati professionali o personali.
possibile immettere due tipi di dati principali nelle celle di un foglio di lavoro, ovvero numeri e testo.
Excel pu infatti essere utilizzato per creare preventivi, registrare le imposte oppure le spese familiari.
inoltre possibile utilizzare Excel per creare elenchi di prodotti in vendita o per registrare le presenze degli
studenti a un corso.
Excel consente inoltre di tenere traccia della frequenza di corsi in palestra o di registrare i costi di
ristrutturazione della casa. L'ambiente di lavoro di Excel infatti molto versatile.

Iniziare con i titoli di colonna

Foglio di lavoro con titoli di colonna e di riga.


I titoli di colonna corrispondono ai mesi dell'anno.
I titoli di riga corrispondono ai nomi di societ.
Quando si immettono dati, consigliabile iniziare a immettere i titoli nella parte superiore di ogni colonna in
modo da semplificare l'identificazione e la comprensione dei dati agli utenti che condividono lo stesso foglio
di lavoro.
Nella figura i titoli di colonna corrispondono ai mesi dell'anno e vengono visualizzati nella parte superiore del
foglio di lavoro.
inoltre possibile immettere i titoli di riga. Nella figura i titoli di riga lungo il lato sinistro corrispondono a nomi
di societ.
In questo foglio di lavoro registrata la presenza a una colazione di lavoro mensile dei singoli rappresentanti
di ogni societ.

Iniziare a immettere i dati

Premere TAB per spostare la selezione di una cella verso destra. Premere INVIO per spostare la selezione
di una cella verso il basso.
Se, ad esempio, si sta creando un elenco di nomi di venditori, possibile includere anche le date di vendita
e l'importo di ogni vendita. Immettere quindi i titoli di colonna seguenti: Nome, Data e Importo.
In questo caso non necessario specificare i titoli di riga sul lato sinistro del foglio di lavoro. I nomi dei
venditori occuperanno infatti la prima colonna a sinistra.
Digitare "Data" nella cella B1, premere TAB, quindi digitare "Importo" nella cella C1.
Dopo aver immesso i titoli di colonna, fare clic nella cella A2 e iniziare a immettere i nomi dei venditori.
Digitare il nome, premere INVIO per spostare la selezione in basso di una cella lungo la colonna, ovvero
nella cella A3, quindi digitare il nome successivo e cos via.

Immettere date e ore

In Excel il testo viene allineato al lato sinistro delle celle, mentre le date vengono allineate a destra.
Per immettere una data nella colonna B, ovvero nella colonna Data, necessario utilizzare una barra o un
trattino per separarne le parti. Specificare 16/07/2009 oppure 16-luglio-2009 affinch in Excel i valori
immessi vengano riconosciuti come date.
Se necessario immettere un'ora, digitare i numeri desiderati, uno spazio ed eventualmente "a" o "p", ad
esempio 9.00 p. Se si specifica solo il numero, il valore immesso verr automaticamente interpretato come
ora antimeridiana.
Suggerimento Per immettere la data odierna, premere CTRL+MAIUSC e contemporaneamente digitare
un punto e virgola (;). Per immettere l'ora corrente, premere CTRL+MAIUSC e contemporaneamente digitare
due punti (:).

Immettere numeri

In Excel i numeri vengono allineati al lato destro delle celle.


Per immettere gli importi delle vendite nella colonna C, ovvero nella colonna Importo, digitare il simbolo di
euro (), seguito dall'importo desiderato.
Altri numeri e modalit di immissione
Per immettere frazioni, lasciare uno spazio tra la parte intera e la parte frazionaria del numero, ad
esempio 1 1/8.
Per immettere solo una frazione, immettere uno zero prima della frazione vera e propria, ad esempio 0
1/4. Se si immette 1/4 senza specificare lo zero, il numero immesso verr interpretato come data,
ovvero 1 aprile.
Se si immette (100) per indicare un numero negativo tra parentesi, il numero verr visualizzato come 100.

Immissione rapida di dati


Di seguito sono descritti due metodi rapidi per l'immissione di dati in Excel:
Riempimento automatico Consente di immettere i mesi dell'anno, i giorni della settimana, multipli di 2 o 3
oppure altre serie di dati. Immettere una o pi voci, quindi estendere la serie.
Completamento automatico Se le prime lettere digitate in una cella corrispondono a una voce
precedentemente immessa nella stessa colonna, i caratteri rimanenti verranno inseriti automaticamente. Per
confermare la voce suggerita, sufficiente premere INVIO. Questa funzionalit applicabile per il testo e
per il testo contenente numeri, ma non per numeri, date o ore.

Modificare i dati e rivedere i fogli di lavoro

Durante una normale sessione di lavoro e possibile modificare dati, inserire colonne e righe nei fogli di
lavoro.
possibile che i dati immessi contengano errori oppure che sia necessario aggiornarli in una fase
successiva.
Pu talvolta essere necessario modificare l'intero foglio di lavoro. Si supponga, ad esempio, di dover
aggiungere una colonna di dati nella parte centrale del foglio di lavoro oppure che in un elenco di dipendenti
ordinati alfabeticamente in senso verticale, ovvero uno per riga, sia necessario inserire il nominativo di un
nuovo assunto.

Modificare i dati

Fare doppio clic su una cella per modificare i dati in essa contenuti.
In alternativa, fare clic nella cella, quindi modificare i dati nella barra della formula.
Nella barra di stato del foglio di lavoro viene visualizzato Modifica.
Si supponga, ad esempio, di dover immettere il cognome Scotti nella cella A2, ma che per errore venga
immesso Barbariol. Per correggere questo errore, possibile:
Fare doppio clic nella cella, quindi modificarne i dati.
Fare clic nella cella, quindi fare clic nella barra della formula.
possibile scegliere il metodo pi idoneo alle proprie esigenze. In caso di modifica dei dati in un numero
elevato di celle, potrebbe risultare pi pratico mantenere il puntatore del mouse nella barra della formula e
spostarsi tra le varie celle utilizzando la tastiera.
Dopo aver selezionato la cella, nell'angolo inferiore sinistro della barra di stato del foglio di lavoro viene
visualizzata la dicitura Modifica.
Quando la modalit del foglio di lavoro Modifica, numerosi comandi non sono temporaneamente
disponibili, ovvero sono visualizzati in grigio all'interno dei menu. Nell'esercitazione alla fine della lezione
sar possibile fare alcune prove pratiche.
Per correggere gli errori, possibile eliminare le lettere o i numeri errati premendo BACKSPACE oppure
selezionandoli e quindi premendo CANC.
Per modificare lettere e numeri, selezionare le lettere o i numeri desiderati, quindi digitare dati diversi.
Per inserire nuove lettere o nuovi numeri nei dati della cella, posizionare il punto di inserimento all'interno
della cella, quindi digitare i dati desiderati.
Al termine, premere INVIO o TAB per confermare i dati immessi nella cella.

Rimuovere la formattazione dei dati

Al numero originale sono stati applicati il formato grassetto e il colore rosso.


Eliminare il numero.
Immettere un numero diverso. Il nuovo numero in grassetto e rosso.
La formattazione viene applicata alla cella, quindi non viene eliminata se si eliminano o si modificano i dati
contenuti nella cella. Per eliminare la formattazione della cella, nel gruppo Modifiche della scheda Home
fare clic sulla freccia accanto a Cancella, quindi scegliere Cancella formati. In alternativa, fare clic su
Cancella tutto per eliminare contemporaneamente dati e formattazione.
Nel foglio di lavoro condiviso con altri utenti sono stati inseriti nuovi dati e al numero incluso nella cella C6
sono stati applicati il formato grassetto e il colore rosso per evidenziare il fatto che Scotti ha effettuato il
volume pi alto di vendite.
Tuttavia, il cliente ha improvvisamente modificato l'entit dell'ordine e pertanto la vendita finale risulta
inferiore. La cifra originale deve pertanto essere eliminata e al suo posto necessario inserire il nuovo
numero.
Anche il nuovo numero sar caratterizzato dal formato grassetto e dal colore rosso.
necessario sottolineare che la formattazione viene applicata alla cella e non ai dati in essa contenuti.
Pertanto se si eliminano i dati associati a una formattazione speciale, sar necessario eliminare anche la
formattazione applicata alla cella. In caso contrario, a tutti i dati immessi in tale cella verr applicata la
formattazione speciale.
Per rimuovere la formattazione, fare clic nella cella e nel gruppo Modifiche nella scheda Home fare clic sulla
freccia accanto a Cancella
, quindi scegliere Cancella formati. In questo modo la formattazione viene
rimossa dalla cella. In alternativa fare clic su Cancella tutto per rimuovere contemporaneamente dati e
formattazione.

Inserire una riga o una colonna


Dopo aver immesso i dati, potrebbe essere necessario aggiungere un'altra colonna per inserire informazioni
aggiuntive. Ad esempio, nel foglio di lavoro potrebbe essere necessario aggiungere un'altra colonna per gli
ID degli ordini dopo la colonna Data.
Potrebbe inoltre essere necessario aggiungere una o pi righe supplementari, ad esempio nel caso in cui i
rappresentanti Barbariol, Pica e Scotti abbiano effettuato un numero maggiore di vendite. In questo caso,
non sar necessario ricreare un foglio di lavoro ex-novo.
Per inserire una colonna, fare clic in una cella qualsiasi nella colonna a destra del punto in cui si desidera
inserire la nuova colonna. Per inserire una colonna per gli ID degli ordini tra le colonne B e C, fare clic in una
cella della colonna C a destra della nuova posizione. A questo punto nel gruppo Celle della scheda Home
fare clic sulla freccia accanto a Inserisci e scegliere Inserisci colonne foglio dal menu a discesa. Verr
inserita una nuova colonna vuota.
Per inserire una riga, fare clic in una cella qualsiasi nella riga sottostante la posizione in cui si desidera
inserire la nuova riga. Ad esempio, per inserire una nuova riga tra le righe 4 e 5, fare clic in una cella nella
riga 5. Nel gruppo Celle fare clic sulla freccia accanto a Inserisci, quindi scegliere Inserisci righe foglio dal
menu a discesa. Verr inserita una nuova riga vuota.
Alla nuova colonna o riga viene automaticamente assegnata l'intestazione corrispondente e le intestazioni
degli elementi successivi vengono modificate di conseguenza.

Formazione

Scheda di riferimento rapido - Imparare a conoscere


Excel 2007: Creare la prima cartella di lavoro
Rinominare, inserire ed eliminare fogli di lavoro
Per rinominare le schede:
1. Avviare Microsoft Office Excel 2007. Fare clic con il pulsante destro del mouse su una scheda
del foglio di lavoro nella parte inferiore sinistra della finestra, quindi scegliere Rinomina. In
alternativa, nel gruppo Celle della scheda Home nella barra multifunzione fare clic sulla freccia
accanto a Formato, quindi scegliere Rinomina foglio.
2. Digitare il nuovo nome, quindi premere INVIO.
Per applicare un colore alle schede:
Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla scheda del foglio di lavoro nella parte inferiore sinistra
della finestra, scegliere Colore scheda, quindi selezionare il colore desiderato. In alternativa, nel
gruppo Celle della scheda Home nella barra multifunzione fare clic sulla freccia accanto a Formato,
scegliere Colore scheda, quindi selezionare il colore desiderato.
Per inserire un foglio di lavoro:
Fare clic con il pulsante destro su una scheda del foglio di lavoro. Fare clic sul pulsante Inserisci
foglio di lavoro
a destra delle schede. In alternativa, nel gruppo Celle della Home
nella barra multifunzione nella parte superiore della schermata fare clic sulla freccia accanto a
Inserisci e quindi scegliere Inserisci foglio.
Per eliminare un foglio di lavoro:
Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla scheda del foglio che si desidera eliminare, quindi
scegliere Elimina. In alternativa, nel gruppo Celle della scheda Home nella barra multifunzione nella
parte superiore della schermata fare clic sulla freccia accanto a Elimina, quindi scegliere Elimina
foglio.
Suggerimento Affinch ogni nuova cartella di lavoro contenga un numero maggiore o minore di tre fogli di
lavoro, possibile modificare il numero di fogli di lavoro predefiniti. Fare clic sul pulsante Microsoft Office
nell'angolo superiore sinistro, quindi fare clic su Opzioni di Excel
nell'angolo inferiore
destro. Fare clic su Impostazioni generali. Nella casella Numero di fogli da includere in Alla creazione di
nuove cartelle di lavoro digitare o selezionare il numero di fogli di lavoro che si desidera includere nelle
nuove cartelle di lavoro.

Per creare una nuova cartella di lavoro dopo aver avviato Excel, fare clic sul pulsante Microsoft Office
, quindi scegliere Nuovo. Nella finestra Nuova cartella di lavoro fare clic su Cartella di lavoro vuota.

Immettere dati
Premere TAB per spostare il punto di inserimento di una cella a destra nella stessa riga. Premere INVIO per
spostare il punto di inserimento di una cella verso il basso lungo la stessa colonna.
Per immettere date:
Utilizzare una barra o un trattino per separare le parti della data, ad esempio 15/7/2009 oppure 16luglio-2009. Per immettere la data corrente, premere CTRL+MAIUSC+; (punto e virgola).
Per immettere l'ora:
Immettere uno spazio, quindi digitare "a" o "p" dopo l'ora, ad esempio 9.00 p. Se si specifica solo il
numero, il valore immesso verr considerato come un'ora antimeridiana. Per immettere l'ora corrente,
premere CTRL+MAIUSC+: (due punti).

Per immettere numeri:


I numeri negativi immessi tra parentesi, ad esempio (100), saranno preceduti da un segno meno, ovvero 100.
Per immettere frazioni, lasciare uno spazio tra la parte intera e la parte frazionaria del numero, ad
esempio 1 1/8.
Per immettere solo una frazione, digitare uno zero prima della frazione vera e propria, ad esempio 0
1/4.
Nota possibile formattare le celle prima di immettere le frazioni in modo da evitare di dover digitare
uno zero. Ci risulta utile se necessario immettere un numero elevato di frazioni per evitare di inserire
uno zero ogni volta. Nel gruppo Numero della scheda Home nella barra multifunzione fare clic sul
simbolo a destra per visualizzare la finestra di dialogo Formato celle. Nella scheda Numero
selezionare Frazione, quindi in Tipo selezionare il formato desiderato in base al tipo di frazione.
Anzich immettere manualmente tutti i dati, possibile utilizzare modelli precompilati scaricabili da utilizzare
come punto di partenza per la creazione di fogli di lavoro personalizzati. Fare clic sul pulsante Microsoft
Office
nell'angolo superiore sinistro della barra multifunzione, quindi scegliere Nuovo. A sinistra della
finestra Nuova cartella di lavoro visualizzata sono disponibili i modelli che possibile scaricare da Office
Online.

Inserimento rapido di dati


Riempimento automatico Utilizzare il quadratino di riempimento per immettere i mesi dell'anno, i giorni
della settimana, date consecutive oppure una serie di numeri. Digitare una o pi voci, quindi utilizzare il
quadratino di riempimento per inserire l'intera serie di dati.
Completamento automatico Se i primi caratteri digitati in una cella corrispondono a una voce
precedentemente immessa nella colonna, i caratteri rimanenti verranno inseriti automaticamente. Per
confermare la voce, sufficiente premere INVIO. Questa funzionalit valida per il testo e le voci contenenti
numeri e testo, ma non per numeri, date o ore.

Modificare i dati
Effettuare una delle seguenti operazioni:
Fare doppio clic nella cella contenente i dati che si desidera modificare.
Fare clic nella cella contenente i dati che si desidera modificare, quindi fare clic in un punto qualsiasi
all'interno della barra della formula.
Per eliminare i caratteri, premere BACKSPACE oppure evidenziare i caratteri desiderati, quindi
premere CANC.
Per inserire caratteri, fare clic nel punto in cui si desidera inserirli, quindi iniziare a digitare.
Per sovrascrivere i caratteri, evidenziare quelli desiderati, quindi digitarne di nuovi.
Per confermare le modifiche, premere INVIO o TAB.
Suggerimento Per creare una nuova riga in un punto specifico all'interno di una cella, fare clic nel punto in
cui si desidera inserire la nuova riga, quindi premere ALT+INVIO.

Inserire ed eliminare colonne e righe


Per inserire o eliminare colonne:
Per inserire una colonna, fare clic in una cella a destra della posizione in cui si desidera inserire una
nuova colonna. Nel gruppo Celle della scheda Home nella barra multifunzione fare clic sulla freccia
accanto a Inserisci e quindi scegliere Inserisci colonne foglio.
Per eliminare una colonna, fare clic in una cella della colonna. Nel gruppo Celle della scheda Home
nella barra multifunzione fare clic sulla freccia accanto a Elimina, quindi scegliere Elimina colonne
foglio.
Per ripetere l'inserimento o l'eliminazione di una colonna, premere F4.
Per inserire o eliminare righe:
Per inserire una riga, fare clic in una cella sotto la posizione in cui si desidera inserire la nuova riga. Nel
gruppo Celle della scheda Home nella barra multifunzione fare clic sulla freccia accanto a Inserisci,
quindi scegliere Inserisci righe foglio.
Per eliminare una riga, fare clic in una cella nella riga. Nel gruppo Celle della scheda Home nella barra
multifunzione fare clic sulla freccia accanto a Elimina, quindi scegliere Elimina righe foglio.
Per ripetere l'inserimento o l'eliminazione di una riga, premere F4.

2007 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Introduzione a Microsoft Excel 2007


per imparare a immettere le formule nei fogli di lavoro e a eseguire semplici calcoli.

Guida introduttiva

Per un budget in un foglio di lavoro necessario immettere un importo nella cella C6.
Si supponga che Excel sia aperto e che si stia esaminando la sezione "Tempo libero" di un budget relativo
alle spese domestiche. La cella C6 del foglio di lavoro vuota, perch l'importo speso per i CD a febbraio
non ancora stato immesso.

Iniziare con un segno di uguale

Digitare la formula nella cella C6.


Premere INVIO per visualizzare il risultato della formula.
Ogni volta che si fa clic sulla cella C6, la formula verr visualizzata nella barra della formula.
I due CD acquistati a febbraio costano 12,99 ed 16,99. La somma di questi due valori corrisponde alla
spesa mensile per i CD.
possibile sommare questi valori in Excel digitando una semplice formula nella cella C6.
Le formule di Excel iniziano sempre con un segno di uguale (=). Di seguito riportata la formula digitata
nella cella C6 per sommare 12,99 e 16,99:
=12,99+16,99
Il segno pi (+) un operatore matematico che indica a Excel di sommare i valori.
Per sapere come si arrivati a questo risultato, possibile visualizzare la formula nella barra della formula
nella parte superiore del foglio di lavoro facendo nuovamente clic sulla cella C6.

Utilizzare altri operatori matematici


Operatori matematici
Addizione (+)

=10+5

Sottrazione (-)

=10-5

Moltiplicazione (*)

=10*5

Divisione (/)

=10/5

In Excel vengono utilizzati segni comuni per la creazione di formule.


Per eseguire operazioni diverse dall'addizione, utilizzare altri operatori matematici mentre si digitano le
formule nelle celle del foglio di lavoro.
Utilizzare il segno meno (-) per la sottrazione, l'asterisco (*) per la moltiplicazione e la barra (/) per la
divisione. Ricordare di inserire sempre un segno di uguale all'inizio di ogni formula.
Nota possibile utilizzare pi operatori matematici in una sola formula. Sebbene in questo corso vengano
illustrate unicamente le formule con un solo operatore, necessario sapere che, se presente pi di un
operatore, le formule non verranno calcolate da sinistra a destra. Nella Scheda di riferimento rapido alla fine
di questo corso sono disponibili le regole di precedenza degli operatori e due formule di esempio.

Sommare tutti i valori di una colonna

Per ottenere il totale di gennaio, fare clic sulla cella B7, quindi:
Nella scheda Home fare clic sul pulsante Somma nel gruppo Modifica.
Una cornice colorata circonda le celle nella formula visualizzata nella cella B7.
Premere INVIO per visualizzare il risultato nella cella B7.
Fare clic sulla cella B7 per visualizzare la formula sulla barra della formula.
Per calcolare il totale delle spese di gennaio, non necessario digitare nuovamente tutti i valori. invece
possibile utilizzare una formula predefinita, detta funzione.
possibile ottenere il totale di gennaio nella cella B7 facendo clic su Somma
nel gruppo Modifica della
scheda Home. In questo modo viene immessa la funzione SOMMA, che consente di sommare tutti i valori
compresi in un intervallo di celle. Per risparmiare tempo, utilizzare questa funzione quando necessario
sommare un certo numero di valori, in modo da non dover digitare la formula.
Premendo INVIO, per visualizzare 95,94, ovvero il risultato della funzione SOMMA, nella cella B7. La
formula =SOMMA(B3:B6) viene visualizzata nella barra della formula ogniqualvolta si fa clic sulla cella B7.
B3:B6 sono le informazioni, dette argomento, che indicano alla funzione SOMMA quali valori sommare.
Utilizzando un riferimento di cella (B3:B6) anzich i relativi valori, i risultati verranno automaticamente
aggiornati in Excel in caso di modifica successiva dei valori. I due punti (:) in B3:B6 indicano un intervallo di
celle nella colonna B e nelle righe da 3 a 6. Le parentesi sono necessarie per separare l'argomento dalla
funzione..
Suggerimento Il pulsante Somma disponibile anche nella scheda Formule. possibile utilizzare le
formule indipendentemente dalla scheda attualmente attiva. possibile passare alla scheda Formule per
utilizzare formule pi complesse, illustrate in altri corsi di formazione.

Copiare una formula invece di crearne una nuova

Trascinare la crocetta nera dalla cella contenente la formula alla cella in cui la formula verr copiata,
quindi rilasciare il quadratino di riempimento.
Viene visualizzato il pulsante Opzioni riempimento automatico, ma non necessaria alcuna azione.
Talvolta pi facile copiare le formule che crearne di nuove. In questo esempio, verr illustrato come
copiare la formula utilizzata per ottenere il totale di gennaio e come utilizzarla per sommare le spese di
febbraio.
Selezionare innanzitutto la cella B7, che contiene la formula relativa a gennaio. Posizionare quindi il
puntatore del mouse sull'angolo in basso a destra della cella finch non viene visualizzata la crocetta nera
(+). Trascinare quindi il quadratino di riempimento
sulla cella C7. Quando il quadratino di
riempimento viene rilasciato, nella cella C7 verr visualizzato il totale relativo a febbraio, pari a 126,93. La
formula =SOMMA(C3:C6) visibile sulla barra della formula nella parte superiore del foglio di lavoro quando
si fa clic sulla cella C7.
Una volta copiata la formula, viene visualizzato il pulsante Opzioni riempimento automatico
che mette
a disposizione alcune opzioni di formattazione. In questo caso non necessario utilizzare le opzioni
disponibili in questo pulsante. Il pulsante scompare quando si effettua l'immissione successiva in una cella
qualsiasi.
Nota possibile trascinare il quadratino di riempimento per copiare le formule solo in celle adiacenti, in
orizzontale o in verticale.

Utilizzare i riferimenti di cella


Riferimenti di cella

Riferimento ai valori in

A10

cella nella colonna A alla riga 10

A10;A20

cella A10 e cella A20

A10:A20

nella colonna A, intervallo di celle che va dalla riga 10 alla 20

B15:E15

nella riga 15, intervallo di celle che va dalla colonna B alla E

A10:E20

intervallo di celle che va dalla colonna A alla E e dalla riga 10 alla 20

I riferimenti di cella possono indicare celle o intervalli di celle specifici in colonne e righe.
I riferimenti di cella identificano singole celle in un foglio di lavoro e indicano a Excel dove cercare i valori da
utilizzare in una formula.
In Excel viene utilizzato uno stile di riferimento denominato A1, che fa riferimento a colonne con lettere e a
righe con numeri. Le lettere e i numeri sono detti intestazioni di colonna e di riga. Nella tabella indicato
come fare riferimento alle celle utilizzando la lettera della colonna seguita dal numero della riga.

Aggiornare i risultati della formula

In Excel possibile aggiornare automaticamente i totali in modo da includere i valori modificati.


Si supponga che il valore 11,97 nella cella C4 relativo al videonoleggio nel mese di febbraio sia risultato non
corretto. Non stato infatti conteggiato un noleggio da 3,99. Per aggiungere 3,99 a 11,97, necessario fare
clic sulla cella C4, digitare questa formula nella cella, quindi premere INVIO:
=11,97+3,99
Come mostra la figura, quando il valore nella cella C4 cambia, in Excel il totale di febbraio nella cella C7
viene automaticamente aggiornato da 126,93 a 130,92. Questa operazione pu essere eseguita perch la
formula originale =SOMMA(C3:C6) nella cella C7 contiene i riferimenti di cella.
Se fossero stati immessi 11,97 e altri valori specifici in una formula nella cella C7, non sarebbe stato
possibile aggiornare il totale in Excel. Sarebbe stato necessario, infatti, modificare 11,97 in 15,96 non solo
nella cella C4, ma anche nella formula nella cella C7.
Nota

possibile aggiornare una formula in una cella selezionata digitando il valore o nella cella o nella

barra della formula

Altri modi per immettere riferimenti di cella

Nella cella C9 digitare il segno di uguale seguito da SOMMA, quindi immettere una parentesi aperta.
Fare clic sulla cella C4, quindi digitare il punto e virgola nella cella C9.
Fare clic sulla cella C6, quindi digitare una parentesi chiusa nella cella C9.
Premere INVIO per visualizzare il risultato della formula.
possibile digitare i riferimenti di cella direttamente nelle celle o immettere i riferimenti di cella facendo clic
sulle celle, per evitare errori di digitazione.
Nella prima lezione stato illustrato come utilizzare la funzione SOMMA per sommare tutti i valori di una
colonna. inoltre possibile utilizzare la funzione SOMMA per sommare solo alcuni valori di una colonna,
selezionando i riferimenti di cella da includere.
Si supponga di voler conoscere il costo combinato per i videonoleggi e i CD nel mese di febbraio. Poich
non necessario memorizzare il totale, possibile immettere la formula in una cella vuota ed eliminarla in
seguito. Nell'esempio viene utilizzata la cella C9.
Nell'esempio viene illustrato come immettere la formula. possibile fare clic sulle celle che si desidera
includere nella formula anzich digitare i riferimenti di cella. La cella selezionata viene circondata da una
cornice colorata che viene rimossa quando si preme INVIO per visualizzare il risultato pari a 45,94. La
formula =SOMMA(C4;C6) verr visualizzata sulla barra della formula nella parte superiore del foglio di lavoro
ogni volta che viene selezionata la cella C9.
Gli argomenti C4 e C6 indicano alla funzione SOMMA i valori con cui eseguire il calcolo. Le parentesi sono
necessarie per separare gli argomenti dalla funzione. Il punto e virgola, anch'esso necessario, separa gli
argomenti.

Tipi di riferimento

I riferimenti relativi cambiano quando vengono copiati.


I riferimenti assoluti non subiscono modifiche quando vengono copiati.
Dopo avere appreso ulteriori informazioni sull'utilizzo dei riferimenti di cella, si parler dei diversi tipi di
riferimenti:
Relativo In una formula ogni riferimento di cella relativo cambia automaticamente quando la formula viene
copiata lungo una colonna o da una riga all'altra. Per questo motivo nella prima lezione stato possibile
copiare la formula di gennaio per calcolare le spese di febbraio. Come mostra l'esempio qui illustrato,
quando la formula =C4*$D$9 viene copiata da una riga all'altra, i riferimenti di cella relativi passano da C4 a
C5 a C6.
Assoluto Un riferimento di cella assoluto fisso. I riferimenti assoluti non cambiano se si copia una
formula da una cella a un'altra. Nei riferimenti assoluti sono presenti i simboli di dollaro ($), come in $D$9.
Come illustrato nella figura, quando la formula =C4*$D$9 viene copiata da una riga all'altra, il riferimento di
cella assoluto rimane $D$9.
Misto Un riferimento di cella misto presenta una colonna assoluta e una riga relativa oppure una riga
assoluta e una colonna relativa. $A1, ad esempio, un riferimento assoluto alla colonna A e un riferimento
relativo alla riga 1. Quando un riferimento misto viene copiato da una cella a un'altra, il riferimento assoluto
non subisce modifiche, mentre il riferimento relativo cambia.

Utilizzo di un riferimento di cella assoluto

I riferimenti di cella relativi cambiano da una riga all'altra.


Il riferimento di cella assoluto fa sempre riferimento alla cella D9.
La cella D9 contiene il valore relativo allo sconto del 7%.
Utilizzare i riferimenti assoluti per fare riferimento alle celle che non si desidera modificare quando la formula
viene copiata. Poich i riferimenti sono relativi per impostazione predefinita, sar necessario digitare i segni
di dollaro, come mostrato nell'esempio al numero 2, per cambiare il tipo di riferimento in assoluto.
Si supponga di ricevere un blocchetto di buoni sconto che offrono uno sconto del 7% su videonoleggi, film e
CD. Si desidera conoscere quanto si risparmierebbe in un mese utilizzando gli sconti. possibile utilizzare
una formula per moltiplicare le spese di febbraio per il 7%.
possibile digitare il tasso di sconto 0,07 nella cella vuota D9, quindi digitare una formula nella cella D4, che
inizi con =C4*. quindi necessario immettere un segno di dollaro ($) e D per creare un riferimento assoluto
alla colonna D e $9 per creare un riferimento assoluto alla riga 9. La formula moltiplicher il valore nella cella
C4 per il valore nella cella D9.
quindi necessario copiare la formula dalla cella D4 a D5 utilizzando il quadratino di riempimento
Quando la formula viene copiata, il riferimento di cella relativo passa da C4 a C5, sebbene il riferimento
assoluto alla sconto in D9 non cambi, ma rimanga $D$9 in ogni riga in cui viene copiato.

Semplificare le formule utilizzando le funzioni


Nome funzione

Elemento calcolato

MEDIA

una media

MAX

il numero pi elevato

MIN

il numero pi basso

I nomi delle funzioni riassumono rapidamente lunghe formule.


La SOMMA solo una delle numerose funzioni disponibili in Excel. Le formule predefinite semplificano il
processo di immissione dei calcoli. Le funzioni consentono di creare facilmente e rapidamente formule che
altrimenti sarebbe difficile creare autonomamente.

Trovare una media

Per trovare la media di un intervallo, fare clic sulla cella D7, ed eseguire le seguenti operazioni:
Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic sulla freccia del pulsante Somma, quindi fare clic su
Media nell'elenco.
Premere INVIO per visualizzare il risultato nella cella D7.
possibile utilizzare la funzione MEDIA per trovare il costo medio di tutte le attivit di svago per gennaio e
febbraio.
La formula verr automaticamente immessa in Excel. Fare clic sulla cella D7. Nel gruppo Modifica della
scheda Home fare clic sulla freccia del pulsante Somma e fare clic su Media nell'elenco. La formula
=MEDIA(B7:C7) viene visualizzata sulla barra della formula
foglio di lavoro.

nella parte superiore del

inoltre possibile digitare la formula direttamente nella cella.


Nota

Il pulsante Somma disponibile anche nel gruppo Libreria di funzioni della scheda Formule.

Trovare il valore pi elevato o pi basso

Per trovare il valore pi elevato di un intervallo, fare clic sulla cella F7 ed eseguire le seguenti operazioni:
Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic sulla freccia del pulsante Somma, quindi fare clic su
Max nell'elenco.
Premere INVIO per visualizzare il risultato nella cella F7.
La funzione MAX consente di trovare il numero pi elevato in un intervallo di numeri, mentre la funzione MIN
consente di trovare il numero pi basso in un intervallo.
Nell'esempio viene utilizzato un insieme di nuovi valori.
Nella figura illustrato come trovare il valore pi elevato dell'insieme. necessario fare clic sulla cella F7,
quindi sulla freccia del pulsante Somma nel gruppo Modifica della scheda Home, scegliere Max nell'elenco,
quindi premere INVIO. La formula =MAX(F3:F6) verr visualizzata sulla barra della formula nella parte
superiore del foglio di lavoro.
Il valore pi elevato 131,95.
Per trovare il valore pi basso dell'intervallo, necessario fare clic su Min nell'elenco e premere INVIO. La
formula =MIN(F3:F6) verr visualizzata sulla barra della formula.
Il valore pi basso della serie 131,75.
inoltre possibile digitare ogni formula direttamente in una cella.

Stampare formule

Formule visualizzate nel foglio di lavoro.


possibile stampare le formule e appenderle nella bacheca per ricordare la procedura adottata per crearle.
Per stampare le formule, necessario visualizzarle nel foglio di lavoro. A questo scopo, fare clic sulla
scheda Formule e su Mostra formule
nel gruppo Verifica formule. Nell'esercitazione alla fine della
lezione verr illustrato come effettuare questa operazione. Per eseguire la procedura dell'esercitazione, sar
necessario Excel 2007.

Fare quindi clic sul pulsante Microsoft Office

in alto a sinistra e fare clic su Stampa.

Suggerimenti
Nascondere le formule nel foglio di lavoro ripetendo la procedura illustrata per visualizzarle.
inoltre possibile premere CTRL+( per visualizzare e nascondere le formule.
Se si visualizzano le formule inoltre possibile individuare eventuali errori.

Visualizzazione di elementi insoliti nel foglio di lavoro

Il valore di errore ##### indica che la colonna troppo stretta per visualizzare il contenuto di questa cella.
Talvolta in Excel non possibile ottenere il risultato di una formula perch la formula contiene un errore. In
tal caso, verr visualizzato un valore di errore anzich un risultato in una cella. Di seguito sono elencati i tre
lavori di errore comuni:
##### La colonna non abbastanza larga da visualizzare il contenuto di questa cella. Aumentare la
larghezza della colonna, ridurre e adattare il contenuto alla colonna o applicare un formato di numero
diverso.
#RIF! Un riferimento di cella non valido. possibile che le celle siano state eliminate o che vi sia stato
incollato altro contenuto.
#NOME? possibile che un nome di funzione contenga errori ortografici o che sia stato utilizzato un nome
non riconosciuto da Excel. importante sapere che nelle celle con valori di errore come #NOME?
possibile che venga visualizzato un triangolo colorato. Se si fa clic sulla cella, verr visualizzato un pulsante
di errore

con alcune opzioni per la correzione dell'errore.

Trovare altre funzioni

Fare clic sul pulsante Somma nel gruppo Modifica della scheda Home, quindi fare clic su Altre funzioni
per aprire la finestra di dialogo Inserisci funzione.
In Excel sono disponibili molte altre utili funzioni, ad esempio le funzioni per data e ora e le funzioni
utilizzabili per modificare il testo.
Per visualizzare tutte le altre funzioni, fare clic sulla freccia del pulsante Somma nel gruppo Modifica della
scheda Home, quindi fare clic su Altre funzioni nell'elenco. Nella successiva finestra di dialogo Inserisci
funzione, possibile cercare una funzione. Questa finestra di dialogo costituisce un ulteriore metodo per
immettere formule in Excel. anche possibile visualizzare altre funzioni facendo clic sulla scheda Formule.
Con la finestra di dialogo aperta, possibile selezionare una categoria, quindi scorrere l'elenco di funzioni
nella categoria selezionata..

Formazione

Scheda di riferimento rapido - Introduzione a Excel


2007: immettere le formule
Digitare un segno di uguale (=), utilizzare un operatore matematico (+,-,*,/), quindi
premere INVIO.

Sommare,
dividere,
moltiplicare e
sottrarre

=10+5 per sommare


=10-5 per sottrarre
=10*5 per moltiplicare
=10/5 per dividere
Le formule sono visibili nella barra della formula
quando si fa
clic su una cella contenente un risultato. Se la barra della formula non visibile, nel
gruppo Mostra/Nascondi della scheda Visualizza sulla barra multifunzione,
selezionare la casella di controllo Barra della formula.

Utilizzare
riferiment
i di cella
nelle
formule

L'immissione di riferimenti di cella consente a Microsoft Excel di aggiornare


automaticamente i risultati delle formule se i valori delle celle cambiano. Ad esempio:
Digitare =C4+C7 in una cella.
Oppure digitare il segno di uguale (=), fare clic sulla cella C4, digitare il segno pi (+),
quindi fare clic sulla cella C7.
Riferimenti di cella

Riferimento ai valori in

A10

cella nella colonna A alla riga 10

A10;A20

cella A10 e cella A20

A10:A20

nella colonna A, intervallo di celle che va dalla riga 10 alla 20

B15:E15

nella riga 15, intervallo di celle che va dalla colonna B alla E

A10:E20

intervallo di celle che va dalla colonna A alla E e dalla riga 10 alla 20

Nota Se i risultati non vengono aggiornati, nel gruppo Calcolo della scheda Formule fare
clic su Opzioni di calcolo. Fare quindi clic su Automatico.

Sommare i valori
in una riga o in
una colonna

Utilizzare la funzione SOMMA, ovvero una formula predefinita, per sommare tutti i
valori in una riga o in una colonna:
1. Fare clic in una cella sotto la colonna di valori o a destra della riga di
valori.
2. Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic sul pulsante Somma
, quindi premere INVIO.
Suggerimento Il pulsante Somma disponibile anche nel gruppo Libreria di
funzioni della scheda Formule.
Per sommare alcuni dei valori in una colonna o riga:
1. Digitare un segno di uguale seguito da SOMMA, quindi digitare una
parentesi aperta.
2. Digitare o selezionare i riferimenti di cella che si desidera sommare. Un
punto e virgola (;) separa i singoli argomenti che indicano alla funzione
gli elementi da calcolare.
3. Digitare una parentesi chiusa, quindi premere INVIO.
Ad esempio: =SOMMA(B2:B4;B6) e =SOMMA(B2;B5;B7)

Trovare la media,
il valore minimo o
quello massimo

Utilizzare le funzioni MEDIA, MAX o MIN.


1. Fare clic su una cella sotto o a destra dei valori per cui si desidera
trovare la media (media aritmetica), il valore massimo o minimo.
2. Fare clic sulla freccia accanto a Somma
nel gruppo Modifica della
scheda Home. Fare clic su Media, Max o Min, quindi premere INVIO.
Per visualizzare altre funzioni, fare clic su Altre funzioni nell'elenco Somma
automatica per aprire la finestra di dialogo Inserisci funzione oppure fare clic sulla
scheda Formule.
Suggerimento

inoltre possibile immettere formule e riferimenti di cella

digitandoli nella barra della formula


cella.

Copiare una
formula

dopo aver selezionato una

In una cella adiacente tramite il quadratino di riempimento:


1. Fare clic sulla cella contenente la formula, quindi posizionare il puntatore
del mouse sull'angolo in basso a destra della cella finch non verr
visualizzata la crocetta nera (+).
2. Trascinare il quadratino di riempimento

su una o pi celle in cui si

desidera copiare la formula, quindi rilasciare il pulsante del mouse.


Copiare una
formula

Senza utilizzare il quadratino di riempimento:


1. Selezionare la cella contenente la formula e nel gruppo Appunti della
scheda Home fare clic su Copia

2. Selezionare una o pi celle in cui copiare la formula.

Stampare formule

Per copiare la formula e l'eventuale formattazione, nel gruppo


Appunti della scheda Home fare clic sulla freccia del pulsante
Incolla e nell'elenco fare nuovamente clic su Incolla.

Per copiare solo la formula, nella scheda Home fare clic sulla
freccia del pulsante Incolla e nell'elenco fare clic su Formule.

1. Visualizzare le formule nel foglio di lavoro. Nel gruppo Verifica formule


della scheda Formule fare clic su Mostra formule.

2. Fare clic sul pulsante Microsoft Office


fare clic su Stampa.

in alto a sinistra, quindi

3. Nascondere le formule nel foglio di lavoro ripetendo il passaggio 1.


Suggerimento
le formule.

Informazioni sui
valori di errore

inoltre possibile premere CTRL+( per visualizzare o nascondere

##### La colonna non abbastanza larga da visualizzarne il contenuto.


Aumentare la larghezza della colonna, ridurre e adattare il contenuto alla
colonna o applicare un formato di numero diverso.
#RIF! Un riferimento di cella non valido. possibile che le celle siano state
eliminate o che vi sia stato incollato altro contenuto.
#NOME? possibile che sia stato inserito un errore di ortografia in un nome
di funzione.
possibile che nelle celle con errori come #NOME? venga visualizzato un triangolo
colorato. Se si fa clic sulla cella, verr visualizzato un pulsante di errore
con
alcune opzioni per la correzione dell'errore. L'utilizzo di questo pulsante esula da
questo corso.

Utilizzare pi di un
operatore
matematico in una
formula

Se una formula contiene pi di un operatore, in Excel il calcolo non viene eseguito


da sinistra a destra, ma vengono seguite le regole della precedenza tra gli
operatori. La moltiplicazione viene eseguita prima dell'addizione: ad esempio
=11,97+3,99*2 uguale a 19,95. In Excel 3,99 viene moltiplicato per 2, quindi il
risultato viene sommato a 11,97.
Le operazioni all'interno delle parentesi vengono eseguite per prime:
=(11,97+3,99)*2 uguale 31,92. In Excel viene prima eseguita la somma, quindi il
risultato viene moltiplicato per 2.
In Excel gli operatori vengono utilizzati da sinistra a destra se presentano lo stesso
livello di precedenza. La moltiplicazione e la divisione sono sullo stesso livello.
L'addizione e la sottrazione, inferiori alla moltiplicazione e alla divisione, sono
anch'essi sullo stesso livello.

Selezionare il
formato per i
valori da utilizzare
nei calcoli

I fogli di lavoro nelle esercitazioni sono stati formattati per visualizzare i numeri con
due posizioni decimali facendo clic su Aumenta decimali
nel gruppo Numeri
della scheda Home, finch non sono state visualizzate due posizioni decimali.

2007 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Panoramica su Microsoft Office Excel 2007


Microsoft Office Excel 2007 un potente strumento che consente di creare e formattare fogli di calcolo, nonch di
analizzare e condividere le informazioni per prendere decisioni pi consapevoli. La nuova interfaccia utente dedicata alla
valorizzazione dei risultati, gli strumenti ottimizzati per la visualizzazione dei dati e le visualizzazioni Tabella pivot
consentono di creare e utilizzare pi facilmente grafici dall'aspetto professionale. Office Excel 2007 insieme a Excel
Services, una nuova tecnologia server che verr inclusa in Microsoft Office SharePoint Server 2007, offre miglioramenti
significativi per consentirti di condividere i dati in modo pi sicuro. Puoi condividere, ad esempio, informazioni su vasta
scala con collaboratori, clienti e partner commerciali applicando un livello di protezione avanzata. Se condividi un foglio
di lavoro utilizzando Office Excel 2007 ed Excel Services, potrai esplorare, ordinare, filtrare, immettere parametri e
interagire con le visualizzazioni Tabella pivot direttamente nel browser.

Creazione di fogli di calcolo migliori


In Office Excel 2007 disponibile una nuova interfaccia utente dedicata alla valorizzazione dei risultati che, oltre a
rendere maggiormente accessibili i potenti strumenti di produttivit disponibili nell'applicazione, offre pi spazio di lavoro
e prestazioni migliori.

Nuova interfaccia utente dedicata alla valorizzazione dei risultati. La nuova interfaccia di Office Excel 2007
dedicata alla valorizzazione dei risultati ti consente di trovare gli strumenti desiderati non appena si rendono
necessari. In base all'attivit che devi svolgere, sia che si tratti della creazione di una tabella o della scrittura di una
formula, in Office Excel 2007 vengono presentati automaticamente i comandi appropriati.
Maggiore capacit di righe e colonne del foglio di lavoro con un milione di righe per 16000 colonne che ti
consentono di importare e utilizzare ingenti quantit di dati e ottenere prestazioni di calcolo migliori con il supporto
per i processori dual core o multicore.
Formattazione rapida di celle e tabelle. Le raccolte di stili di celle e di tabelle ti consentono di formattare
velocemente i fogli di lavoro nel modo che desideri. Le tabelle includono filtri automatici, mentre le intestazioni di
colonna rimangono visibili mentre scorri i dati. Con i filtri automatici puoi inoltre compilare ed espandere qualsiasi
tabella automaticamente.
Creazione intuitiva di formule, grazie alla barra della formula ridimensionabile e alla funzionalit Completamento
automatico formule contestuale che consente di creare sempre la sintassi della formula corretta fin dal primo
tentativo. Puoi inoltre fare riferimento a intervalli denominati e tabelle all'interno di formule e funzioni.
Creazione di grafici dall'aspetto professionale con effetti grafici accattivanti in pochi clic. Puoi utilizzare i layout
e gli stili del grafico predefiniti o formattare manualmente ogni componente, ad esempio, assi, titoli e altre etichette
del grafico, e inoltre utilizzare effetti sorprendenti, quali effetti 3-D, ombreggiature sfumate e anti-aliasing per
facilitare l'identificazione delle tendenze principali nei dati e creare riepiloghi grafici pi interessanti.

Puoi creare i grafici e interagirvi allo stesso modo, indipendentemente dall'applicazione utilizzata, in quanto il
motore di creazione dei grafici di Excel corrisponde a quello di Microsoft Office Word 2007 e Microsoft Office
PowerPoint 2007.
Utilizzo della visualizzazione Layout di pagina per verificare come verr stampato il foglio di calcolo e
aggiungere o modificare le intestazioni e i pi di pagina. Puoi modificare i margini di pagina con riscontri visivi
diretti del punto in cui la pagina verr troncata, evitando cos pi tentativi di stampa.

In Office Excel 2007 sono inclusi strumenti per la formattazione rapida delle pagine e un motore di creazione dei grafici completamente
riprogettato che consente di comunicare in modo pi efficiente le tue analisi in grafici assolutamente sorprendenti.

Analisi dei fogli di calcolo migliorata


I nuovi strumenti di analisi e visualizzazione dei dati facilitano l'analisi delle informazioni, l'individuazione delle tendenze
e l'accesso alle informazioni aziendali.
Utilizzo della formattazione condizionale con schemi di visualizzazione di dati formattati per individuare e
illustrare le tendenze importanti ed evidenziare le eccezioni nei dati con sfumature a colori (dette anche mappe di
calore), barre dei dati e icone.
Ordinamento e filtro costituiscono due delle pi importanti analisi di base che puoi eseguire sui dati. Le nuove
opzioni di ordinamento e filtro, ad esempio la selezione multipla nei filtri automatici, l'ordinamento o l'applicazione
di un filtro per colore e i "filtri rapidi per tipi di dati specifici fanno di Office Excel 2007 lo strumento ideale per la
manipolazione di grandi quantit di dati complessi.
Creazione di una visualizzazione Tabella pivot o Grafico pivot in modo pi semplice utilizzando campi dati per
riorganizzare velocemente i dati in modo da riepilogare le informazioni e trovare le risposte necessarie.
sufficiente trascinare i campi nel punto in cui desideri visualizzarli.
Supporto completo per Microsoft SQL Server 2005 Analysis Services per consentirti di eseguire query sui dati
aziendali pi aggiornati utilizzando la flessibilit di Office Excel 2007. Le nuove funzioni cubo consentono di creare
un report personalizzato da un database OLAP.

Office Excel 2007 consente di analizzare le informazioni mediante il miglioramento della creazione di visualizzazioni Tabella pivot e della
formattazione condizionale, offrendo il supporto completo per SQL Server 2005 Analysis Services.

Condivisione di fogli di calcolo e informazioni aziendali con


altri utenti
Office Excel 2007 semplifica la condivisione di fogli di calcolo e informazioni aziendali. L'integrazione con Excel Services
e il nuovo formato XML Microsoft Office Excel offre modalit di scambio delle informazioni pi efficaci.
Maggiore protezione nella condivisione di fogli di calcolo con altri utenti tramite Office Excel 2007 ed Excel
Services.1 Tramite Excel Services viene eseguito il rendering dinamico di un foglio di calcolo di Excel in formato HTML,
per consentire ad altri utenti di accedere alle informazioni utilizzando un browser. Grazie all'elevato livello di compatibilit
con il client Office Excel 2007, gli altri utenti potranno utilizzare Excel Services per esplorare, ordinare e filtrare le
informazioni, nonch immettervi parametri e interagire con esse all'interno del browser.
Creazione di dashboard aziendali da fogli di calcolo e relativa condivisione in un portale. Puoi tenere traccia degli
indicatori di prestazioni chiave di un'azienda utilizzando dashboard basati su browser creati da fogli di calcolo di Excel,
da Excel Web Access e da Office SharePoint Server 2007.
Salvataggio in formato XPS o PDF per una maggiore semplicit di condivisione.2 Puoi convertire un foglio di
calcolo in formato XPS (XML Paper Specification) o PDF (Portable Document Format) per creare una versione non
modificabile del file da condividere pi agevolmente.
Nuovo formato XML Excel per uno scambio pi efficace delle informazioni. Puoi ridurre le dimensioni dei file dei
fogli di calcolo e migliorarne l'interoperabilit con altre origini dati utilizzando il nuovo formato XML di Excel.
1

Richiede Microsoft Office SharePoint 2007 e una licenza CAL (Client Access License) aziendale.

Puoi salvare un file in formato PDF o XPS da un programma di Microsoft Office System 2007 solo dopo l'installazione

di un componente aggiuntivo. Per ulteriori informazioni, vedi Installare e utilizzare un componente aggiuntivo PDF o
XPS.

Office Excel 2007 ed Excel Services consentono di condividere e utilizzare fogli di calcolo in un browser.

Gestione pi efficace delle informazioni aziendali


Office Excel 2007 ed Excel Services consentono di gestire e controllare i fogli di calcolo su un server per proteggere
importanti informazioni aziendali e garantire che i dati utilizzati siano sempre i pi aggiornati.

Gestione centralizzata delle informazioni riservate tramite la pubblicazione dei fogli di calcolo in Office
SharePoint Server 2007 per fare in modo che i membri dell'organizzazione utilizzino sempre le informazioni
aziendali pi aggiornate e impedire la distribuzione di pi versioni dello stesso file.
Protezione delle informazioni riservate, assicurando che gli utenti possano visualizzare i dati necessari con
funzionalit di gestione dei report.
Connessione a origini di dati esterne tramite la raccolta connessioni dati. Puoi connetterti in modo rapido a
dati inclusi in origini esterne, quali database e sistemi line-of-business (LOB) e quindi importarli tramite la raccolta
connessioni dati. Utilizzando Office SharePoint Server 2007, il personale IT della tua organizzazione potr
configurare e gestire raccolte connessioni dati "affidabili" che consentono agli utenti di connettersi in modo pi
protetto a origini dati esterne senza bisogno di assistenza.
Utilizzo del motore di calcolo di Excel in altre applicazioni. Puoi utilizzare l'API (Application Programming
Interface) dei servizi Web di Excel Services per integrare i calcoli server dei file di Excel in altre applicazioni.

Utilizza la raccolta connessioni dati per importare dati esterni e quindi accedervi con Office Excel 2007.

I 10 vantaggi principali di Microsoft Office Excel


2007
Office Excel 2007 uno strumento potente e ampiamente utilizzato che facilita l'analisi delle informazioni per prendere
decisioni pi consapevoli. Utilizzando Office Excel 2007 ed Excel Services potrai approfondire le informazioni necessarie
per condividere e gestire le informazioni aziendali con maggiore affidabilit. Di seguito sono elencate le 10 modalit di
utilizzo principali disponibili in Office Excel 2007 per analizzare, condividere e gestire le informazioni in modo pi
efficiente.
La nuova interfaccia utente di Office Excel 2007 facilita l'individuazione di potenti strumenti quando sono
necessari.
La nuova interfaccia di Office Excel 2007 dedicata alla valorizzazione dei risultati ti consente di trovare gli strumenti desiderati
non appena si rendono necessari. In base all'attivit che devi svolgere, sia che si tratti della creazione di una tabella o della
scrittura di una formula, Office Excel 2007 ti offre immediatamente, nella nuova interfaccia utente, i comandi appropriati.

Importazione, organizzazione ed esplorazione di ingenti insiemi di dati in fogli di calcolo significativamente


ampliati.
Office Excel 2007 supporta fogli di calcolo contenenti fino a un milione di righe e 16.000 colonne, consentendoti di utilizzare
ingenti quantit di dati. Ora non pi necessario utilizzare pi fogli di calcolo o altre applicazioni per analizzare grandi quantit di
informazioni.

Utilizzo del motore di creazione dei grafici completamente riprogettato di Office Excel 2007 per condividere
analisi mediante grafici dall'aspetto professionale.
Gli strumenti relativi ai grafici disponibili nella nuova interfaccia utente consentono di creare grafici dall'aspetto professionale con
maggiore rapidit e tramite un numero minore di clic, applicando ricchi miglioramenti visivi, quali effetti 3-D, ombreggiature
sfumate e trasparenze. Puoi creare i grafici e interagirvi allo stesso modo, indipendentemente dall'applicazione utilizzata, in
quanto il motore di creazione dei grafici di Office Excel 2007 corrisponde a quello di Microsoft Office Word 2007 e Microsoft
Office PowerPoint 2007.

Supporto efficace e migliorato per l'utilizzo di tabelle.


In Office Excel 2007 stato notevolmente migliorato il supporto per le tabelle, che consente di creare, formattare, espandere e
fare riferimento a tabelle all'interno di formule. Durante l'analisi dei dati contenuti in una tabella di grandi dimensioni, le
intestazioni di tabella vengono mantenute visibili in Office Excel 2007 mentre scorri il file.

Creazione e utilizzo facilitati delle visualizzazioni Tabella pivot.


Con le visualizzazioni Tabella pivot puoi riorganizzare velocemente i dati per rispondere a una serie di domande. Le
visualizzazioni Tabella pivot, estremamente pi semplici da creare e utilizzare in Office Excel 2007, ti consentiranno di trovare pi
velocemente le risposte necessarie.

Individuazione di tendenze importanti e ricerca di eccezioni nei dati.


L'applicazione della formattazione condizionale ai dati, resa molto pi semplice, consente di definire l'andamento dei dati ed
evidenziarne le tendenze utilizzando efficaci schemi di visualizzazione quali sfumature, soglie e icone di indicatori di prestazioni.

Maggiore protezione nella condivisione di fogli di calcolo con altri utenti tramite Office Excel 2007 ed Excel
Services.
Tramite Excel Services viene eseguito il rendering dinamico di un foglio di calcolo in formato HTML, per consentire agli altri utenti
di accedere a fogli di calcolo archiviati in Microsoft Office SharePoint Server 2007 utilizzando qualsiasi browser. Grazie all'elevato
livello di compatibilit con il client Office Excel 2007, gli altri utenti potranno utilizzare Excel Services per esplorare, ordinare e
filtrare le visualizzazioni Tabella pivot, nonch immettervi parametri e interagirvi, il tutto all'interno del browser.

Utilizzo delle informazioni aziendali pi aggiornate in tutta l'organizzazione.


Utilizzando Office Excel 2007 e pubblicando i fogli di calcolo cruciali tramite Office SharePoint Server 2007, puoi impedire la
diffusione di pi copie o copie obsolete di un foglio di calcolo nell'organizzazione. Puoi inoltre controllare quali utenti sono
autorizzati a visualizzare e modificare i fogli di calcolo sul server impostando l'accesso basato su autorizzazioni.

Riduzione delle dimensioni di fogli di calcolo e contemporaneo miglioramento della funzionalit di ripristino dei
file danneggiati.
Il nuovo formato XML compresso di Microsoft Office Excel consente di ottenere una drastica riduzione delle dimensioni dei file,
mentre la relativa architettura offre un miglioramento a livello di recupero dei dati nei file danneggiati. Questo nuovo formato
consente di ridurre notevolmente i requisiti in materia di memorizzazione della posta elettronica e utilizzo della larghezza di
banda, limitando inoltre il carico di lavoro per il personale IT.

Ottimizzazione degli investimenti di business intelligence grazie al supporto completo di Office Excel 2007 per
Microsoft SQL Server 2005 Analysis Services.
Puoi ottimizzare la flessibilit e le nuove funzioni cubo di Office Excel 2007 per creare un report personalizzato da un database
OLAP (Online Analytical Processing) e connetterti pi agevolmente a origini dati esterne utilizzando la raccolta connessioni dati di
Office Excel 2007.

Domande frequenti su Microsoft Office Excel 2007


Panoramica
Quali sono le novit di Office Excel 2007?

Office Excel 2007 consente di analizzare e approfondire le informazioni necessarie per prendere decisioni pi
consapevoli. La nuova interfaccia di Office Excel 2007 dedicata alla valorizzazione dei risultati, con tutti gli strumenti
veramente necessari disponibili sempre al momento giusto. Grazie alle visualizzazioni Tabella pivot, molto pi semplici
da creare, Office Excel 2007 offre tutti i potenti strumenti necessari per organizzare e comprendere i dati. possibile
identificare immediatamente le tendenze principali applicando la formattazione condizionale, che consente di
visualizzare graficamente l'andamento dei dati. inoltre possibile comunicare le analisi in grafici dall'aspetto
professionale contenenti elementi sorprendenti quali trasparenze, effetti 3D e anti-aliasing.

Quali sono i destinatari di Office Excel 2007?

Office Excel 2007 destinato agli utenti che desiderano organizzare grandi quantit di informazioni e quindi analizzare i
dati per prendere decisioni pi consapevoli. Tramite Office Excel 2007 possibile organizzare ingenti insiemi di dati e
applicare formati condizionali per individuare pi facilmente tendenze ed eccezioni all'interno dei dati. Ad altri strumenti
avanzati, come le visualizzazioni Tabella pivot, ora possibile accedere in modo pi semplice. possibile creare una
tabella pivot per organizzare rapidamente le informazioni e comprenderle meglio. La creazione di grafici in Office Excel
2007 stata completamente riprogettata ed ora possibile creare grafici estremamente interessanti utilizzando
strumenti migliorati.

Quali sono i vantaggi dell'utilizzo di Office Excel 2007 per team e organizzazioni?

L'utilizzo di Office Excel 2007 offre a team e organizzazioni numerosi vantaggi, come la maggiore semplicit di
condivisione di fogli di calcolo con altri utenti tramite la conversione in formato PDF (Portable Document Format) o XPS
(XML Paper Specification).

Se necessario condividere un'analisi in formato report, Office Excel 2007 consente di creare tale report in modo pi
rapido e semplice rispetto al passato. In Office Excel 2007 sono inclusi stili cella che consentono di visualizzare in
anteprima diversi formati e di modificare rapidamente l'aspetto di un report, per condividere il proprio lavoro in modo
ottimale.

Office Excel 2007 pu inoltre essere utilizzato insieme a Excel Services, una nuova tecnologia server che verr inclusa
nella versione 2007 di Microsoft Office System. Excel Services offre funzionalit di calcolo nei fogli di calcolo di Excel sul
lato server, rendering nel browser e interfacce dei servizi Web. Excel Services supporta numerosi scenari, che
consentono a team e organizzazioni di effettuare le seguenti operazioni:

Condividere fogli di calcolo su vasta scala tramite il browser in portali e dashboard di business intelligence.
Controllare, proteggere e gestire i fogli di calcolo.
Creare applicazioni personalizzate nella cui regola business siano incorporati modelli di Office Excel 2007.
Automatizzare i calcoli nei fogli calcolo nel server.

Dove possibile trovare le informazioni su Microsoft Office per Macintosh?

Le informazioni sui prodotti e il supporto Macintosh sono disponibili nel sito Web Microsoft Mactopia.

Quali sono le differenze tra Microsoft Works e Microsoft Office?

Microsoft Works destinato a un uso domestico semplice per attivit di tutti i giorni. In Works Suite sono inclusi modelli
progettati per l'utilizzo personale, quali biglietti d'auguri, inviti, volantini e bilanci domestici. Al contrario, Microsoft Office
offre strumenti di produttivit e collaborazione per l'utilizzo in aziende e uffici.

Prezzi e ordinazioni
Dove possibile acquistare Office Excel 2007?

Le opzioni di acquisto verranno annunciate nella seconda met del 2006.

Office Excel 2007 sar incluso in Microsoft Office 2007?

S.

Requisiti di sistema, integrazione e compatibilit


Quali sono i requisiti di sistema per Office Excel 2007?
Le informazioni su Office Excel 2007 sono disponibili nella pagina http://office.microsoft.com/it

it/help/HA101668651040.aspx.
I file di Office Excel 2007 sono compatibili con le versioni precedenti?

In Office Excel 2007 stato introdotto il formato XML Microsoft Office Excel, un formato di file compatto e affidabile che
consente una migliore integrazione con origini dati e sistemi esterni. Il formato XML Excel compatibile con Microsoft
Office 2003, Microsoft Office XP e Microsoft Office 2000 tramite l'utilizzo di una patch di conversione dei formati di file,
disponibile in Microsoft Office Online e Microsoft Update. Gli utenti di Office 2003, Office XP e Office 2000 possono
aprire, modificare e salvare i file utilizzando il nuovo formato XML Excel.

In Office Excel 2007 inoltre disponibile un nuovo formato di file binario, completamente compatibile e basato sulle
stesse tecnologie dei formati XML Microsoft Office aperti. Mentre i formati XML Office includono parti con contenuto
XML, una cartella di lavoro binaria include parti con contenuto binario. Tramite gli strumenti di conversione dei formati
XML Office, possibile aprire e salvare cartelle di lavoro binarie in Excel 2003, Excel 2002 ed Excel 2000.

Perch in Office Excel 2007 stato introdotto un nuovo formato di file?

In Office Excel 2007 stato introdotto un nuovo formato di file che consente di risolvere alcuni importanti problemi. Le
dimensioni dei file dei documenti archiviati in questo nuovo formato sono significativamente inferiori rispetto ai formati di
Microsoft Office 2003, Office XP, Office 2000 e Office 97 (con estensioni doc e dot). Grazie alle modalit di archiviazione
dei dati nei documenti, il ripristino dei file danneggiati stato ampiamente migliorato. Poich, inoltre, il formato dei file
basato su XML, una licenza gratuita aperta consente agli sviluppatori di creare pi agevolmente soluzioni in cui vengono
utilizzati contenuti e metadati di documenti di Office Excel 2007.

possibile aprire i nuovi formati di file di Office Excel 2007 in Excel 2000, XP or 2003?

S. Microsoft Office Compatibility Pack per formati di file Word, Excel e PowerPoint 2007 (in lingua inglese) consente di
aprire in Excel 2000, XP o 2003 i nuovi formati di file di Office Excel 2007.

possibile salvare i file utilizzando i nuovi formati di Office Excel 2007 se si dispone di Excel 2000, XP o 2003?

S. Microsoft Office Compatibility Pack per formati di file Word, Excel e PowerPoint 2007 (in lingua inglese) consente agli
utenti che dispongono almeno di Windows 2000 Service Pack 4 di salvare i nuovi formati di file di Office Excel 2007
direttamente in Windows.

Integrazione tra Office Excel 2007, tecnologia Microsoft


Windows SharePoint Services e Microsoft Office SharePoint
Server 2007
In che modo Office Excel 2007 si integra con Windows SharePoint Services e Office SharePoint Server 2007?

Excel Services una nuova tecnologia server che verr inclusa nella versione 2007 di Microsoft Office System. Excel
Services offre funzionalit di calcolo nei fogli di calcolo di Excel sul lato server, rendering nel browser e interfacce dei
servizi Web.

Excel Services una tecnologia basata su SharePoint il cui funzionamento richiede l'utilizzo di Windows SharePoint
Services e Office SharePoint Server 2007.

Se utilizzato in combinazione con Excel Services, Office Excel 2007 consente di effettuare le seguenti operazioni:

Visualizzare e interagire con fogli di calcolo nel portale e in dashboard utilizzando informazioni aggiuntive.
Condividere fogli di calcolo su vasta scala proteggendo le informazioni proprietarie e gestendo il controllo delle
versioni.
Migliorare le prestazioni e l'efficienza durante i calcoli nei fogli di calcolo utilizzati da pi utenti.
Gestire la regola business per applicazioni di livello server senza la necessit di codice personalizzato.

Quale versione di Excel necessaria per pubblicare un foglio di calcolo in Excel Services?

Per creare e pubblicare fogli di calcolo in Excel Services, necessario Office Excel 2007.

Quali sono i vantaggi offerti da Microsoft Windows Server 2003 in Microsoft Office 2007?

Windows Server 2003 rappresenta l'elemento di base per un'infrastruttura integrata. Grazie all'efficacia delle soluzioni
smart client e dei server di collaborazione, possibile accedere in modo pi semplice e protetto alle informazioni
personali e condivise, inclusi i documenti del team.

L'utilizzo combinato di Windows Server 2003 e Windows SharePoint Services consente ad esempio di sfruttare le
potenzialit dei siti di collaborazione. Analogamente, Microsoft Windows Rights Management Services (RMS) per
Windows Server 2003 permette di implementare le tecnologie Information Rights Management (IRM) introdotte nella
versione 2007 di Microsoft Office System. IRM consente di impedire l'inoltro, la modifica o la copia di documenti e
messaggi di posta elettronica riservati da parte di utenti non autorizzati.

Panoramica sulla nuova interfaccia utente di


Microsoft Office
Durante la pianificazione di Microsoft Office System 2007 l'impegno principale consistito nel rendere le applicazioni di
base di Microsoft Office pi semplici da utilizzare. Considerando i dati sull'usabilit estesa e i recenti progressi nei settori
hardware e software, il team Microsoft ha sviluppato l'aggiornamento dell'interfaccia utente di Microsoft Office pi
significativo in oltre un decennio. Il risultato di questo impegno un'interfaccia che consente agli utenti di utilizzare in
modo ottimale le applicazioni di Microsoft Office per ottenere risultati migliori pi rapidamente.

In Microsoft Office Word 2007, Office Excel 2007, Office PowerPoint 2007, Office Outlook 2007 e Office Access 2007 disponibile un'area di
lavoro organizzata e di semplice utilizzo che riduce i motivi di distrazione e consente agli utenti di ottenere i risultati desiderati in modo pi
rapido e semplice.

Approccio e obiettivi di progettazione


Per effettuare le operazioni desiderate nelle versioni precedenti delle applicazioni di Microsoft Office, l'utente utilizza un
sistema di menu, barre degli strumenti, riquadri attivit e finestre di dialogo. Questo sistema efficace in applicazioni che
includono un numero limitato di comandi. Quando le applicazioni dispongono di molte pi funzionalit, il sistema di menu
e barre degli strumenti non altrettanto efficace, in quanto troppe funzionalit possono risultare difficili da individuare.
Per questo motivo, il principale obiettivo di progettazione per la nuova interfaccia utente consiste nel semplificare la
ricerca e l'utilizzo da parte degli utenti della gamma completa di funzionalit disponibili nelle applicazioni. Un altro
obiettivo quello di preservare un'area di lavoro organizzata che riduca i motivi di distrazione affinch gli utenti possano
concentrarsi sul proprio lavoro spendendo una minore quantit di tempo e di energie. Considerando queste finalit, si
voluto definire un approccio dedicato alla valorizzazione dei risultati che semplificasse la produzione di risultati ottimali
tramite le applicazioni di Microsoft Office 2007.

Funzionalit principali
Sebbene l'aspetto complessivo delle applicazioni riprogettate sia nuovo, la verifica nelle fasi iniziali ha indicato una
reazione positiva da parte degli utenti alla nuova interfaccia utente e una rapida acquisizione di familiarit con le nuove
modalit di funzionamento delle applicazioni. La facilit con cui gli utenti utilizzano la nuova interfaccia dovuta alla
semplicit delle funzionalit della nuova interfaccia stessa:

Barra multifunzione
Le barre degli strumenti e i menu tradizionali sono stati sostituiti dalla barra multifunzione, una nuova funzionalit in cui i
comandi sono organizzati e visualizzati in un insieme di schede. Le schede sulla barra multifunzione contengono i
comandi pi pertinenti per ogni area di attivit delle applicazioni. In Office Word 2007, ad esempio, nelle schede sono
raggruppati i comandi per svolgere attivit quali l'inserimento di oggetti, come immagini e tabelle, la creazione di layout di
pagina, l'utilizzo dei riferimenti, la corrispondenza e la revisione. Nella scheda Home sono disponibili i comandi utilizzati
pi di frequente. In Office Excel 2007 disponibile un analogo insieme di schede appropriate all'utilizzo di fogli di calcolo,
che comprendono schede per l'utilizzo di formule, la gestione dei dati e l'analisi. Tramite queste schede viene
semplificato l'accesso alle funzionalit delle applicazioni, in quanto i comandi sono organizzati in modo esattamente
corrispondente alle attivit effettuate dagli utenti nelle applicazioni.

Barra multifunzione in Office Word 2007.

Pulsante Microsoft Office


Molte delle pi utili funzionalit disponibili nelle versioni precedenti di Microsoft Office non riguardano l'attivit di
creazione dei documenti, bens le operazioni che si possono effettuare in relazione ai documenti, ovvero, condivisione,
protezione, stampa, pubblicazione e invio. Ciononostante, nelle precedenti versioni di Microsoft Office manca una
posizione centrale in cui l'utente possa visualizzare tutte le funzionalit contemporaneamente, mentre le funzionalit a
livello di file sono miste alle funzionalit di creazione.

Nella nuova interfaccia utente le funzionalit di Microsoft Office System sono riunite in un unico punto di ingresso: il
pulsante Microsoft Office che offre due importanti vantaggi, ovvero aiutare gli utenti a individuare queste utili funzionalit
e semplificare gli scenari di creazione di base, consentendo di orientare la barra multifunzione alla creazione di
documenti dall'aspetto professionale.

Il pulsante Microsoft Office in Office Word 2007.

Schede contestuali
Alcuni insiemi di comandi sono pertinenti solo durante la modifica di oggetti di un tipo specifico. I comandi per la modifica
di un grafico, ad esempio, non sono pertinenti fino a quando non viene visualizzato un grafico in un foglio di calcolo e
l'utente non inizia a modificarlo. Nelle versioni precedenti delle applicazioni di Microsoft Office questi comandi possono
risultare difficili da individuare. Se in Office Excel 2007 si fa clic su un grafico, viene visualizzata una scheda contestuale
contenente i comandi utilizzati per la modifica dei grafici. Le schede contestuali vengono visualizzate solo quando
diventano necessarie e semplificano l'individuazione e l'utilizzo dei comandi necessari per l'operazione corrente.

Le schede contestuali rendono disponibili le funzionalit necessarie all'utente nel momento pi appropriato.

Raccolte
Le raccolte costituiscono il punto centrale delle applicazioni riprogettate e forniscono all'utente un insieme di risultati
precisi tra cui scegliere durante l'utilizzo di un documento, un foglio di calcolo, una presentazione o un database di
Access. Presentando un semplice insieme di risultati possibili, anzich una finestra di dialogo complessa contenente
numerose opzioni, le raccolte semplificano il processo di creazione di un documento dall'aspetto professionale. Le
interfacce delle finestre di dialogo tradizionali sono ancora disponibili per chi desidera un maggiore livello di controllo sul
risultato dell'operazione.

Le raccolte semplificano molte operazioni presentando un insieme di risultati che gli utenti possono scegliere e selezionare con un semplice clic
per ottenere i risultati desiderati. Visualizza immagine ingrandita (in lingua inglese).

Anteprima in tempo reale


L'anteprima in tempo reale una nuova tecnologia che consente di visualizzare l'effetto dell'applicazione di una modifica
o di un elemento di formattazione mentre l'utente sposta il puntatore sui risultati presentati in una raccolta. Questa nuova
dinamica funzionalit semplifica il processo di impostazione del layout, modifica e formattazione per consentire agli utenti
di creare risultati eccellenti pi rapidamente e con meno difficolt. Questi elementi rappresentano solo alcune delle
nuove tecnologie che costituiscono la nuova interfaccia utente di Microsoft Office.

Per ulteriori informazioni, visualizza il video dimostrativo dell'interfaccia utente.

http://office.microsoft.com/itit/products/HA101679481040.aspx

Vantaggi
L'obiettivo della nuova interfaccia utente di Microsoft Office consiste nel semplificare l'utilizzo delle applicazioni di
Microsoft Office da parte degli utenti per ottenere risultati migliori pi rapidamente. L'individuazione delle potenti
funzionalit disponibili stata semplificata sostituendo menu e barre degli strumenti con una barra multifunzione in cui le
funzionalit sono organizzate e visualizzate in modo esattamente corrispondente alle attivit effettuate dagli utenti. Il
layout pi intuitivo dello schermo e le raccolte dinamiche dedicate alla valorizzazione dei risultati consentono agli utenti
di concentrarsi sul proprio lavoro evitando inutili sprechi di tempo. Di conseguenza, grazie alla nuova interfaccia utente di
Microsoft Office la creazione di documenti di alto livello, presentazioni di impatto elevato, fogli di calcolo efficaci e potenti
applicazioni di database desktop risulter agli utenti molto pi semplice e rapida.

Accesso facilitato
Utilizzo della tastiera nelle applicazioni che includono la barra multifunzione
Tasti di scelta rapida per l'accesso alla barra multifunzione, alla Guida e ad altre funzionalit di Microsoft Office
Tasti di scelta rapida e tasti funzione di Excel
Utilizzo delle impostazioni di Accesso facilitato di Windows per facilitare l'accesso agli utenti di Office
Tasti di scelta rapida per elementi grafici SmartArt

Utilizzo della tastiera nelle applicazioni che


includono la barra multifunzione
Se si preferisce utilizzare la tastiera anzich il mouse, nelle applicazioni di Microsoft Office System 2007 che includono la
barra multifunzione sono disponibili tasti di scelta rapida che consentono di eseguire rapidamente operazioni senza
ricorrere al mouse.

Utilizzo di tasti di scelta rapida per l'accesso a qualsiasi


comando
I tasti di scelta consentono di utilizzare rapidamente un comando mediante la pressione di alcuni tasti,
indipendentemente dalla finestra dell'applicazione visualizzata. Ogni comando di un'applicazione che include la barra
multifunzione accessibile tramite un tasto di scelta. possibile accedere alla maggior parte dei comandi utilizzando da
due a quattro pressioni di tasti.

1.

Premere e rilasciare ALT.

Su ogni caratteristica disponibile nella visualizzazione corrente vengono visualizzati suggerimenti dei tasti di
scelta. L'esempio seguente tratto da Microsoft Office Word.

L'immagine precedente tratta da Formazione su Microsoft Office Online.

2.

Premere la lettera visualizzata nel suggerimento del tasto di scelta sopra la caratteristica che si desidera utilizzare.

3.

A seconda della lettera premuta, possibile che vengano visualizzati altri suggerimenti di tasti di scelta. Se ad
esempio attiva la scheda Home e viene premuto N, verr visualizzata la scheda Inserisci, unitamente ai
suggerimenti del tasto di scelta per i gruppi inclusi in tale scheda.

4.

Continuare a premere lettere fino a quella relativa al comando o all'opzione che si desidera utilizzare. In alcuni casi
necessario premere dapprima la lettera del gruppo contenente il comando:

SUGGERIMENTO

rilasciare ALT.

Per annullare l'operazione in corso e nascondere i suggerimenti del tasto di scelta, premere e

Spostamentodellostatoattivodellatastierasenzautilizzareilmouse
Unaltromodoperutilizzarelatastieranelleapplicazionicheincludonolabarramultifunzioneconsiste
nellospostarelostatoattivotraleschedeeicomandifinoaindividuarelacaratteristicachesidesidera
utilizzare.Nellatabellaseguentesonoelencatialcunitastidisceltarapidaperspostarelostatoattivodella
tastierasenzautilizzareilmouse.
Operazione da eseguire

Tasto di scelta rapida da premere

Selezionare la scheda attiva della barra multifunzione e attivare i tasti di scelta.

ALT o F10. Premere nuovamente uno di questi


tasti per tornare al documento e annullare i
tasti di scelta.

Passare a un'altra scheda della barra multifunzione.

ALT o F10 per selezionare la scheda attiva e


poi FRECCIA SINISTRA o FRECCIA DESTRA

Riduzione a icona o ripristino della barra multifunzione.

CTRL+F1

Visualizzare il menu di scelta rapida per il comando selezionato.

MAIUSC+F10

Spostare lo stato attivo in modo da selezionare singolarmente le aree seguenti della finestra:
Scheda attiva della barra multifunzione
Visualizzare la barra di stato nella parte inferiore della finestra
Documento aperto

F6

Spostare lo stato attivo in avanti o all'indietro su ogni comando della barra multifunzione.

ALT o F10 e quindi TAB o MAIUSC+TAB

Spostarsi verso il basso, l'alto, sinistra o destra tra gli elementi della barra multifunzione.

FRECCIA GI, FRECCIA SU, FRECCIA


SINISTRA o FRECCIA DESTRA

Attivare il comando o il controllo selezionato della barra multifunzione.

BARRA SPAZIATRICE o INVIO

Aprire il menu o la raccolta selezionata della barra multifunzione.

BARRA SPAZIATRICE o INVIO

Attivare un comando o un controllo della barra multifunzione per modificare un valore.

INVIO

Terminare la modifica di un valore di un controllo della barra multifunzione e spostare


nuovamente lo stato attivo nel documento.

INVIO

Visualizzare le informazioni della Guida per il comando o il controllo selezionato della barra
multifunzione. Se al comando selezionato non associato nessun argomento della Guida,
verr visualizzato il Sommario della Guida del programma.

F1

Tasti di scelta rapida per l'accesso alla barra


multifunzione, alla Guida e ad altre funzionalit di
Microsoft Office
possibile utilizzare la tastiera per accedere ai comandi della barra multifunzione e per spostarsi all'interno della finestra
della Guida ed esplorarne il contenuto. In questo argomento verranno indicati anche i tasti di scelta rapida che
consentono di accedere alle funzionalit di base di Microsoft Office.

Accesso tramite tastiera alla barra multifunzione


1.

Premere ALT.

I suggerimenti tasto di scelta sono visualizzati al di sopra di ogni caratteristica disponibile nella visualizzazione
corrente. L'esempio seguente tratto da Microsoft Office Word.

L'immagine precedente tratta da Formazione su Microsoft Office Online.

2.

Premere la lettera visualizzata nel suggerimento tasto di scelta sulla caratteristica che si desidera utilizzare.

3.

A seconda della lettera premuta possibile che vengano visualizzati suggerimenti aggiuntivi. Se la scheda Home
attiva e si preme I, verr visualizzata la scheda Inserisci, unitamente ai suggerimenti tasto di scelta relativi ai
gruppi di quella scheda.

4.

Continuare a premere le lettere fino a quando non si preme la lettera del comando o del controllo che si desidera
utilizzare. In alcuni casi necessario premere per prima la lettera del gruppo contenente il comando.

NOTA

Per annullare l'azione in corso e nascondere i suggerimenti tasto di scelta, premere ALT.

SUGGERIMENTO

Se la finestra di controllo non riceve lo stato attivo quando viene selezionata tramite suggerimenti

tasti di scelta, premere ALT e quindi premere CTRL+TAB.

Tasti di scelta rapida per l'utilizzo della finestra della Guida


La finestra della Guida consente di accedere a tutto il contenuto della Guida di Office e include gli argomenti e altri
contenuti utili.
Per eseguire questa operazione

Premere

Aprire la finestra della Guida.

F1

Chiudere la finestra della Guida.

ALT+F4

Passare dalla finestra della Guida al programma attivo e viceversa.

ALT+TAB

Tornare alla scheda Home di Nome programma.

ALT+HOME

Selezionare l'elemento successivo nella finestra della Guida.

TAB

Selezionare l'elemento precedente nella finestra della Guida.

MAIUSC+TAB

Eseguire l'azione relativa all'elemento selezionato.

INVIO

Nella sezione Browse Program Name Help della finestra della Guida, selezionare l'elemento precedente o
successivo.

TAB o MAIUSC+TAB

Nella sezione Browse Program Name Help della finestra della Guida, espandere o comprimere l'elemento
selezionato.

INVIO

Selezionare il testo nascosto o il collegamento ipertestuale successivo, includendo Mostra tutto o Nascondi
tutto nella parte superiore di un argomento.

TAB

Selezionare il testo nascosto o il collegamento ipertestuale precedente.

MAIUSC+TAB

Eseguire l'azione relativa al comando Mostra tutto, Nascondi tutto, il testo nascosto o il collegamento
ipertestuale selezionato.

INVIO

Passare all'argomento della Guida precedente (pulsante Indietro).

ALT+freccia SINISTRA o
BACKSPACE

Passare all'argomento della Guida successivo (pulsante Avanti).

ALT+freccia DESTRA

Scorrere sezioni di lunghezza limitata verso l'alto o verso il basso dell'argomento della Guida corrente.

FRECCIA SU, FRECCIA GI

Scorrere sezioni di lunghezza maggiore verso l'alto o verso il basso dell'argomento della Guida corrente.

PGSU, PGGI

Visualizzare la finestra della Guida come connessa (affiancata) all'applicazione attiva oppure da essa separata
(non affiancata).

ALT+G

Visualizzare un menu di comandi per la finestra della Guida. Questa operazione prevede che la finestra della
Guida sia attiva. A tale scopo, fare clic su un elemento contenuto nella finestra.

MAIUSC+F10

Interrompere l'ultima azione (pulsante Interrompi).

ESC

Aggiornare la finestra (pulsante Aggiorna).

F5

Stampare l'argomento della Guida corrente.

CTRL+P

NOTA

Se il cursore non si trova nell'argomento della Guida corrente, premere F6 e quindi CTRL+P.

Modificare lo stato della connessione.

F6 e quindi fare clic su

FRECCIA GI
Digitare testo nella casella Digitare le parole da cercare.

F6 e quindi fare clic su


FRECCIA GI

Passare da un'area all'altra nella finestra della Guida, ad esempio dalla barra degli strumenti, alla casella
Digitare le parole da cercare e all'elenco Cerca e viceversa.

F6

In un Sommario di una visualizzazione struttura, selezionare l'elemento successivo o precedente.

FRECCIA SU, FRECCIA GI

In un Sommario di una visualizzazione struttura, espandere o comprimere l'elemento selezionato.

FRECCIA SINISTRA,
FRECCIA DESTRA

Tasti di scelta rapida per l'accesso alle funzionalit di base di


Microsoft Office
Visualizzare e utilizzare le finestre
Per eseguire questa operazione

Premere

Passare alla finestra successiva.

ALT+TAB

Passare alla finestra precedente.

ALT+MAIUSC+TAB

Chiudere la finestra attiva.

CTRL+W o
CTRL+F4

Ripristinare le dimensioni della finestra attiva dopo l'ingrandimento.

CTRL+F5

Spostarsi da un riquadro attivit a un altro nella finestra del programma in senso orario. Potrebbe essere necessario
premere F6 pi volte.

F6

NOTA Se si preme F6 ma non viene visualizzato il riquadro attivit desiderato, provare a premere ALT per impostare
lo stato attivo sulla barra dei menu o sulla barra multifunzione, quindi premere CTRL+TAB per spostarsi sul riquadro
attivit.

Spostarsi da un riquadro a un altro nella finestra del programma, in senso antiorario.

MAIUSC+F6

Passare alla finestra successiva quando ne aperta pi di una.

CTRL+F6

Passare alla finestra precedente.

CTRL+MAIUSC+F6

Quando una finestra di documento non ingrandita, eseguire il comando Sposta (nel menu di controllo della
finestra). Utilizzare i tasti di direzione per spostare la finestra e al termine di questa operazione premere ESC.

CTRL+F7

Quando una finestra di documento non ingrandita, eseguire il comando Ridimensiona (nel menu di controllo
della finestra). Utilizzare i tasti di direzione per ridimensionare la finestra e al termine di questa operazione premere
ESC.

CTRL+F8

Ridurre a icona una finestra (operazione possibile solo per alcuni programmi di Microsoft Office).

CTRL+F9

Ingrandire o ripristinare le dimensioni originali di una finestra selezionata.

CTRL+F10

Copiare un'immagine dello schermo negli Appunti.

STAMP

Copiare un'immagine della finestra selezionata negli Appunti.

ALT+STAMP

Modificare o ridimensionare il carattere


Per eseguire questa operazione

Premere

Modificare il carattere.

CTRL+O

Modificare la dimensione del carattere.

CTRL+U

Aumentare la dimensione del carattere del testo selezionato.

CTRL+>

Ridurre la dimensione del carattere del testo selezionato.

CTRL+<

Spostarsi all'interno di testo o celle

Per eseguire questa operazione

Premere

Spostarsi di un carattere verso sinistra.

FRECCIA
SINISTRA

Spostarsi di un carattere verso destra.

FRECCIA DESTRA

Spostarsi di una riga in alto.

FRECCIA SU

Spostarsi di una riga in basso.

FRECCIA GI

Spostarsi di una parola a sinistra.

CTRL+freccia
SINISTRA

Spostarsi di una parola a destra.

CTRL+freccia
DESTRA

Spostarsi alla fine di una riga.

FINE

Spostarsi all'inizio di una riga.

HOME

Spostarsi di un paragrafo in alto.

CTRL+freccia SU

Spostarsi di una schermata in basso.

CTRL+freccia GI

Spostarsi alla fine di una casella di testo.

CTRL+FINE

Spostarsi all'inizio di una casella di testo.

CTRL+HOME

In Microsoft Office PowerPoint, spostarsi sul titolo o sul segnaposto del corpo del testo successivo. Se si tratta
dell'ultimo segnaposto su una diapositiva, verr inserita una nuova diapositiva con lo stesso layout della diapositiva
originale.

CTRL+INVIO

Ripetere l'ultima azione Trova.

MAIUSC+F4

Spostarsi all'interno delle tabelle


Per eseguire questa operazione

Premere

Spostarsi sulla cella successiva.

TAB

Spostarsi sulla cella precedente.

MAIUSC+TAB

Spostarsi sulla riga successiva.

FRECCIA GI

Spostarsi sulla riga precedente.

FRECCIA SU

Inserire una tabulazione in una cella.

CTRL+TAB

Iniziare un nuovo paragrafo.

INVIO

Aggiungere una nuova riga nella parte inferiore della tabella.

TAB alla fine dell'ultima riga

Accedere e utilizzare i riquadri attivit


Per eseguire questa operazione

Premere

Spostarsi da un riquadro attivit a un altro nella finestra del programma. (Potrebbe essere necessario premere F6
pi volte).

F6

NOTA Se si preme F6 ma non viene visualizzato il riquadro attivit desiderato, provare a premere ALT per
impostare lo stato attivo sulla barra dei menu, quindi premere CTRL+TAB per passare al riquadro attivit.

Quando un menu o una barra degli strumenti attiva, spostarsi su un riquadro attivit. (Potrebbe essere necessario
premere F6 pi volte).

CTRL+TAB

Quando un riquadro attivit attivo, selezionare l'opzione precedente o successiva nel riquadro attivit.

TAB o MAIUSC+TAB

Visualizzare l'intera serie di comandi del menu del riquadro attivit.

CTRL+freccia GI

Spostarsi tra le opzioni di un sottomenu selezionato; spostarsi tra alcune opzioni in un gruppo di opzioni in una
finestra di dialogo.

FRECCIA GI o
FRECCIA SU

Aprire il menu selezionato o eseguire l'azione assegnata al pulsante selezionato.

BARRA SPAZIATRICE
o INVIO

Aprire un menu di scelta rapida; aprire un menu a discesa per l'elemento selezionato della raccolta.

MAIUSC+F10

Quando un menu o un sottomenu visibile, selezionare il primo o l'ultimo comando dello stesso.

HOME o FINE

Scorrere verso l'alto o verso il basso l'elenco selezionato della raccolta.

PGSU o PGGI

Spostarsi all'inizio o alla fine dell'elenco selezionato della raccolta.

CTRL+HOME o
CTRL+FINE

Aprire il riquadro attivit Ricerche.

ALT+clic

NOTA Questo tasto di scelta rapida non funziona in Microsoft Office PowerPoint o Microsoft Office SharePoint
Designer.

Accedere e utilizzare gli smart tag


Per eseguire questa operazione

Premere

Visualizzare il menu o il messaggio di una smart tag. Se sono presenti pi smart tag, passare alla successiva e
visualizzarne il relativo menu o messaggio.

ALT+MAIUSC+F10

Selezionare l'elemento successivo in un menu smart tag.

FRECCIA GI

Selezionare l'elemento precedente in un menu smart tag.

FRECCIA SU

Eseguire l'azione per l'elemento selezionato in un menu smart tag.

INVIO

Chiudere il menu o il messaggio smart tag.

ESC

Suggerimenti

possibile richiedere di essere informati da un suono della comparsa di una smart tag. Per sentire gli avvisi
acustici, occorre disporre di scheda audio. Occorre anche avere installato sul computer Effetti audio di Microsoft
Office.
Se si dispone dell'accesso a Internet, possibile scaricare Effetti audio di Microsoft Office dal sito Web Microsoft
Office. Dopo aver installato i file audio, eseguire le operazioni seguenti in Microsoft Office Access 2007, Microsoft
Office Excel 2007, Microsoft Office PowerPoint 2007 e Microsoft Office Word 2007:

1.

Fare clic sul pulsante Office

2.

Fare clic su Avanzate.

3.

In Generale selezionare la casella di controllo Associa suoni agli eventi e quindi fare clic su OK.

NOTA

e quindi su Opzioni di programma.

Quando si seleziona o si deseleziona questa casella di controllo, l'impostazione ha effetto su tutte le

applicazioni di Office che supportano i suoni.

Ridimensionare e spostare barre degli strumenti, menu e riquadri attivit

1.

Premere ALT per selezionare la barra dei menu.

2.

Premere CTRL+TAB ripetutamente per selezionare la barra degli strumenti o il riquadro attivit desiderato.

3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Ridimensionare una barra degli strumenti

1.

Per visualizzare il menu Opzioni barra degli strumenti, premere CTRL+BARRA SPAZIATRICE sulla barra
degli strumenti.

2.

Fare clic sul comando Ridimensiona e quindi premere INVIO.

3.

Utilizzare i tasti di direzione per ridimensionare la barra degli strumenti. Utilizzare CTRL+ i tasti di direzione
per eseguire il ridimensionamento di un pixel alla volta.

Spostare una barra degli strumenti

4.

Per visualizzare il menu Opzioni barra degli strumenti, premere CTRL+BARRA SPAZIATRICE sulla barra
degli strumenti.

5.

Fare clic sul comando Sposta e quindi premere INVIO.

6.

Utilizzare i tasti di direzione per posizionare la barra degli strumenti. Premere CTRL+ i tasti di direzione per
eseguire lo spostamento di un pixel alla volta. Per rilasciare la barra degli strumenti, premere FRECCIA GI
ripetutamente. Per ancorare verticalmente la barra degli strumenti sul lato sinistro o destro, premere
rispettivamente FRECCIA SINISTRA o FRECCIA DESTRA a seconda che la barra degli strumenti si trovi
sul lato sinistro o destro.

Ridimensionare un riquadro attivit

7.

Per visualizzare un menu di comandi aggiuntivi, premere CTRL+BARRA SPAZIATRICE nel riquadro attivit.

8.

Utilizzare il tasto FRECCIA GI per selezionare il comando Ridimensiona e quindi premere INVIO.

9.

Utilizzare i tasti di direzione per ridimensionare il riquadro attivit. Utilizzare CTRL+ i tasti di direzione per
eseguire il ridimensionamento di un pixel alla volta.

Spostare un riquadro attivit

10. Per visualizzare un menu di comandi aggiuntivi, premere CTRL+BARRA SPAZIATRICE nel riquadro attivit.
11. Utilizzare il tasto FRECCIA GI per selezionare il comando Sposta e quindi premere INVIO.
12. Utilizzare i tasti di direzione per posizionare il riquadro attivit. Utilizzare CTRL+ i tasti di direzione per
eseguire lo spostamento di un pixel alla volta.
4.

Al termine dell'operazione di spostamento o di ridimensionamento, premere ESC.

Utilizzare le finestre di dialogo


Per eseguire questa operazione

Premere

Spostarsi sull'opzione o sul gruppo di opzioni successivo.

TAB

Spostarsi sull'opzione o sul gruppo di opzioni precedente.

MAIUSC+TAB

Passare alla scheda successiva in una finestra di dialogo.

CTRL+TAB

Passare alla scheda precedente in una finestra di dialogo.

CTRL+MAIUSC+TAB

Spostarsi tra le opzioni di un elenco a discesa aperto o tra le opzioni presenti in un gruppo di
opzioni.

Tasti di direzione

Eseguire l'azione associata al pulsante selezionato; selezionare o deselezionare la casella di


controllo selezionata.

BARRA SPAZIATRICE

Aprire l'elenco, se chiuso, e spostarsi sull'opzione inclusa nell'elenco.

Prima lettera di un'opzione in un elenco a


discesa

Selezionare un'opzione; selezionare o deselezionare una casella di controllo.

ALT+ la lettera sottolineata di un'opzione

Aprire un elenco a discesa selezionato.

ALT+FRECCIA GI

Chiudere un elenco a discesa selezionato, annullare un comando e chiudere una finestra di


dialogo.

ESC

Eseguire l'azione assegnata a un pulsante predefinito in una finestra di dialogo.

INVIO

Utilizzare le caselle di modifica nelle finestre di dialogo

Una casella di modifica un campo vuoto nel quale si digita o si incolla una voce, come il nome utente o il percorso di
una cartella.

Per eseguire questa operazione

Premere

Spostarsi all'inizio della voce.

HOME

Spostarsi alla fine della voce.

FINE

Spostarsi di un carattere a sinistra o a destra.

FRECCIA SINISTRA o FRECCIA DESTRA

Spostarsi di una parola a sinistra.

CTRL+freccia SINISTRA

Spostarsi di una parola a destra.

CTRL+freccia DESTRA

Selezionare o annullare la selezione di un carattere a sinistra.

MAIUSC+freccia SINISTRA

Selezionare o annullare la selezione di un carattere a destra.

MAIUSC+freccia DESTRA

Selezionare o annullare la selezione di una parola a sinistra

CTRL+MAIUSC+freccia SINISTRA

Selezionare o annullare la selezione di una parola a destra

CTRL+MAIUSC+freccia DESTRA

Selezionare dal punto di inserimento all'inizio della voce.

MAIUSC+HOME

Selezionare dal punto di inserimento alla fine della voce.

MAIUSC+FINE

Utilizzare le finestre di dialogo Apri e Salva con nome


Per eseguire questa operazione

Premere
ALT+1

Andare alla cartella precedente.

Pulsante Su di un livello

Pulsante Ricerca sul Web

Pulsante Elimina

Pulsante Visualizzazioni

: chiudere la finestra di dialogo e aprire la pagina Web di ricerca.

: eliminare la cartella o il file selezionato.

Pulsante Crea nuova cartella

: aprire la cartella di livello superiore rispetto a quella corrente.

: creare una nuova cartella.

: passare dalla visualizzazione di una cartella disponibile all'altra.

ALT+2

ALT+3

ALT+3

ALT+4

ALT+5

Pulsante Strumenti: visualizzare il menu Strumenti.

ALT+L

Visualizzare un menu di scelta rapida per un elemento selezionato, ad esempio una cartella o un file.

MAIUSC+F10

Spostarsi tra le opzioni o le aree della finestra di dialogo.

TAB

Aprire l'elenco Cerca in.

F4 o ALT+R

Aggiornare l'elenco dei file.

F5

Tasti di scelta rapida e tasti funzione di Excel


Nell'elenco seguente sono indicati i tasti di scelta rapida in combinazione con CTRL, i tasti funzione e altri tasti di scelta
rapida di uso frequente, corredati dalle descrizioni delle rispettive funzionalit.

SUGGERIMENTO

Per stampare questo argomento per una rapida consultazione durante lo svolgimento del proprio

lavoro, premere CTRL+P.

NOTA

Se a un'azione frequente non associato alcun tasto di scelta rapida, possibile registrare una macro per

crearne uno.

Tasti di scelta rapida in combinazione con CTRL


Tasto

Descrizione

CTRL+MAIUSC+(

Scopre le righe nascoste nella selezione.

CTRL+MAIUSC+)

Scopre le colonne nascoste nella selezione.

CTRL+MAIUSC+&

Applica i bordi alle celle selezionate.

CTRL+MAIUSC+_

Rimuove il bordo dalle celle selezionate.

CTRL+MAIUSC+~

Applica il formato numero Generale.

CTRL+MAIUSC+$

Applica il formato Valuta con due posizioni decimali (i numeri negativi sono indicati tra parentesi).

CTRL+MAIUSC+%

Applica il formato Percentuale senza posizioni decimali.

CTRL+MAIUSC+^

Applica il formato numero Esponenziale con due posizioni decimali.

CTRL+MAIUSC+#

Applica il formato Data con giorno, mese e anno.

CTRL+MAIUSC+@

Applica il formato Ora con ore e minuti e il codice AM o PM.

CTRL+MAIUSC+!

Applica il formato Numero con due posizioni decimali, separatore delle migliaia e segno meno (-) per i valori
negativi.

CTRL+MAIUSC+*

Seleziona l'area corrente intorno alla cella attiva (l'area dati delimitata da righe e colonne vuote).
In una tabella pivot seleziona l'intero rapporto di tabella pivot.

CTRL+MAIUSC+:

Immette l'ora corrente.

CTRL+MAIUSC+"

Copia il valore dalla cella che si trova sopra la cella attiva nella cella o nella barra della formula.

CTRL+SEGNO PI

Visualizza la finestra di dialogo Inserisci per inserire celle vuote.

CTRL+SEGNO MENO

Visualizza la finestra di dialogo Elimina per eliminare le celle selezionate.

CTRL+;

Immette la data corrente.

CTRL+(

Alterna la visualizzazione dei valori delle celle e la visualizzazione delle formule nel foglio di lavoro.

CTRL+'

Copia una formula dalla cella che si trova sopra la cella attiva nella cella o nella barra della formula.

CTRL+1

Visualizza la finestra di dialogo Formato celle.

CTRL+g

Applica o rimuove il formato grassetto.

CTRL+i

Applica o rimuove il formato corsivo.

CTRL+s

Applica o rimuove la sottolineatura.

CTRL+b

Applica o rimuove il formato barrato.

CTRL+6

Alternativamente nasconde gli oggetti, visualizza gli oggetti e visualizza i segnaposto degli oggetti.

CTRL+8

Visualizza o nasconde i simboli di struttura.

CTRL+q

Nasconde le righe selezionate.

CTRL+w

Nasconde le colonne selezionate.

CTRL+5 (Tn)

Seleziona l'intero foglio di lavoro.


Se il foglio di lavoro contiene dati, premere CTRL+A una volta per selezionare l'area corrente, una seconda
volta per selezionare l'area corrente e le rispettive righe di riepilogo, una terza volta per selezionare l'intero
foglio di lavoro.
Visualizza la finestra di dialogo Argomenti funzione, quando in una formula il punto di inserimento si trova a
destra di un nome di funzione.
CTRL+MAIUSC+A inserisce i nomi degli argomenti e le parentesi quando in una formula il punto di inserimento
si trova alla destra di un nome di funzione.

CTRL+G

Applica o rimuove il formato grassetto.

CTRL+C

Copia le celle selezionate.


Premere CTRL+C seguito da CTRL+C per visualizzare gli Appunti.

CTRL+< (SEGNO DI
MINORE)

Utilizza il comando Ricopia in basso per copiare il contenuto e il formato della cella in cima alla colonna di un
intervallo selezionato nelle celle sottostanti.

CTRL+MAIUSC+T

Visualizza la finestra di dialogo Trova e sostituisci con la schedaTrova selezionata.


La scheda viene visualizzata anche se si preme MAIUSC+F5, mentre MAIUSC+F4 ripete l'ultima azione Trova.
CTRL+MAIUSC+F apre la finestra di dialogo Formato celle con la scheda Carattere selezionata.

CTRL+D

Visualizza la finestra di dialogo Vai a.


La finestra di dialogo viene visualizzata anche premendo F5.

CTRL+MAIUSC+S

Visualizza la finestra di dialogo Trova e sostituisci con la scheda Sostituisci selezionata.

CTRL+I

Applica o rimuove il formato corsivo.

Alt+CTRL+K

Visualizza la finestra di dialogo Inserisci collegamento ipertestuale per i nuovi collegamenti ipertestuali o
la finestra di dialogo Modifica collegamento ipertestuale per i collegamenti ipertestuali esistenti
selezionati.

CTRL+N

Crea una nuova cartella di lavoro vuota.

CTRL+F12

Visualizza la finestra di dialogo Apri per aprire o trovare un file.


CTRL+MAIUSC+O seleziona tutte le celle che contengono commenti.

CTRL+MAIUSC+F12

Visualizza la finestra di dialogo Stampa.


CTRL+MAIUSC+P apre la finestra di dialogo Formato celle con la scheda Carattere selezionata.

CTRL+> (SEGNO DI
MAGGIORE)

Utilizza il comando Ricopia a destra per copiare il contenuto e il formato della cella all'estrema sinistra di un
intervallo selezionato nelle celle a destra.

MAIUSC+F12

Salva il file attivo con il nome, il percorso e il formato correnti.

CTRL+T

Visualizza la finestra di dialogo Crea tabella.

CTRL+S

Applica o rimuove la sottolineatura.


CTRL+MAIUSC+U alterna l'espansione e la compressione della barra della formula.

CTRL+V

Inserisce il contenuto degli Appunti nel punto di inserimento e sostituisce qualsiasi selezione. Disponibile solo
dopo aver tagliato o copiato il contenuto di un oggetto, il testo o il contenuto di una cella.

CTRL+W

Chiude la finestra della cartella di lavoro selezionata.

CTRL+X

Taglia le celle selezionate.

CTRL+Y

Ripete l'ultimo comando o azione, se possibile.

CTRL+Z

Utilizza il comando Annulla per annullare l'ultimo comando o per eliminare l'ultima voce digitata.
CTRL+MAIUSC+Z utilizza il comando Annulla o Ripeti per annullare o ripristinare l'ultima correzione
automatica quando sono visualizzati gli smart tag Correzione automatica.

Tasti funzione
Tasto

Descrizione

F1

Visualizza il riquadro attivit Guida Microsoft Office Excel.


CTRL+F1 visualizza o nasconde la barra multifunzione.
ALT+F1 crea un grafico dei dati nell'intervallo corrente.
ALT+MAIUSC+F1 inserisce un nuovo foglio di lavoro.

F2

Modifica la cella attiva e posiziona il punto di inserimento alla fine del contenuto della cella. Sposta inoltre il punto di inserimento
nella barra della formula quando la modifica in una cella disattivata.
MAIUSC+F2 aggiunge o modifica un commento di cella.
CTRL+F2 visualizza la finestra Anteprima di stampa.

F3

Visualizza la finestra di dialogo Incolla nome.


MAIUSC+F3 visualizza la finestra di dialogo Inserisci funzione.

F4

Ripete l'ultimo comando o azione, se possibile.


CTRL+F4 chiude la finestra della cartella di lavoro selezionata.

F5

Visualizza la finestra di dialogo Vai a.


CTRL+F5 ripristina le dimensioni della finestra della cartella di lavoro selezionata.

F6

Passa dal foglio di lavoro, alla barra multifunzione, al riquadro attivit e ai controlli Zoom. In un foglio di lavoro diviso (menu
Visualizza, Gestisci finestra, Blocca riquadri, Dividi finestra), F6 include i riquadri divisi durante l'alternanza tra i riquadri e
l'area della barra multifunzione.
MAIUSC+F6 alterna tra il foglio di lavoro, i controlli Zoom, il riquadro attivit e la barra multifunzione.
CTRL+F6 passa alla finestra della cartella di lavoro successiva quando sono aperte pi finestre della cartella di lavoro.

F7

Visualizza la finestra di dialogo Controllo ortografia per controllare l'ortografia nel foglio di lavoro attivo o nell'intervallo
selezionato.
CTRL+F7 esegue il comando Sposta nella finestra della cartella di lavoro quando non ingrandita. Utilizzare i tasti di direzione per
spostare la finestra e al termine premere INVIO o ESC per annullare l'operazione.

F8

Attiva o disattiva la modalit di estensione. In modalit di estensione, Selezione estesa viene visualizzato nella linea di stato e i
tasti di direzione estendono la selezione.
MAIUSC+F8 consente di aggiungere un intervallo o una cella non adiacente utilizzando i tasti di direzione.
Quando una finestra della cartella di lavoro non ingrandita, CTRL+F8 esegue il comando Ridimensiona (nel menu di controllo
della finestra della cartella di lavoro).
ALT+F8 visualizza la finestra di dialogo Macro per creare, eseguire, modificare o eliminare una macro.

F9

Calcola tutti i fogli di lavoro di tutte le cartelle di lavoro aperte.


MAIUSC+F9 calcola il foglio di lavoro attivo.
CTRL+ALT+F9 calcola tutti i fogli di lavoro di tutte le cartelle di lavoro aperte, indipendentemente dal fatto che siano state
modificate o meno da quando stato effettuato l'ultimo calcolo.
CTRL+ALT+MAIUSC+F9 verifica nuovamente le formule dipendenti e calcola quindi tutte le celle in tutte le cartelle di lavoro
aperte, incluse le celle su cui non necessario effettuare il calcolo.
CTRL+F9 riduce a icona una finestra della cartella di lavoro.

F10

Attiva o disattiva la visualizzazione dei suggerimenti sui tasti.


MAIUSC+F10 visualizza il menu di scelta rapida relativo a un elemento selezionato.
ALT+MAIUSC+F10 visualizza il menu o il messaggio di uno smart tag. Se sono presenti pi smart tag, passa al successivo e
visualizza il relativo menu o messaggio.
CTRL+F10 ingrandisce o ripristina la finestra della cartella di lavoro selezionata.

F11

Crea un grafico dei dati nell'intervallo corrente.


MAIUSC+F11 inserisce un nuovo foglio di lavoro.
ALT+F11 apre Microsoft Visual Basic Editor, in cui possibile creare una macro utilizzando Visual Basic, Applications Edition (VBA).

F12

Visualizza la finestra di dialogo Salva con nome.

Altri tasti di scelta rapida utili


Tasto

Descrizione

TASTI DI
DIREZIONE

Spostano di una cella in alto, in basso, a destra o a sinistra in un foglio di lavoro.


CTRL+TASTO DI DIREZIONE sposta al bordo dell'area dati (area dati: Intervallo di celle contenente dati e limitato da
celle vuote o dai bordi del foglio dati.) corrente in un foglio di lavoro.
MAIUSC+TASTO DI DIREZIONE estende di una cella la selezione delle celle.
CTRL+MAIUSC+TASTI DI DIREZIONE estende la selezione delle celle all'ultima cella non vuota nella stessa colonna o
riga della cella attiva oppure, se la cella successiva vuota, estende la selezione alla cella non vuota successiva.
FRECCIA SINISTRA o FRECCIA DESTRA seleziona la scheda a sinistra o a destra quando viene selezionata la barra
multifunzione. Se aperto o selezionato un sottomenu, i tasti di direzione passano dal menu principale al sottomenu e
viceversa. Se selezionata una scheda della barra multifunzione, i tasti consentono di passare da un pulsante all'altro
della scheda.
FRECCIA GI o FRECCIA SU seleziona il comando precedente o successivo quando aperto un menu o un sottomenu. Se
selezionata una scheda della barra multifunzione, i tasti consentono di passare alla parte superiore o inferiore del
gruppo di schede.
In una finestra di dialogo i tasti di direzione spostano tra le opzioni dell'elenco a discesa aperta o tra le opzioni presenti in
un gruppo di opzioni.
FRECCIA GI o ALT+FRECCIA GI apre un elenco a discesa selezionato.

BACKSPACE

Elimina un carattere a sinistra della barra della formula.


Cancella inoltre il contenuto della cella attiva.
In modalit di modifica delle celle, elimina il carattere a sinistra del punto di inserimento.

CANC

Rimuove il contenuto della cella (dati e formule) dalle celle selezionate senza modificare i formati o i commenti delle
celle.
In modalit di modifica delle celle, elimina il carattere a destra del punto di inserimento.

FINE

Sposta la cella nell'angolo inferiore destro della finestra quando BLOC SCORR attivato.
Seleziona inoltre l'ultimo comando del menu quando visibile un menu o un sottomenu.
CTRL+FINE sposta all'ultima cella su un foglio di lavoro nella riga pi bassa utilizzata della colonna all'estrema destra. Se
il cursore si trova nella barra della formula, CTRL+FINE sposta il cursore alla fine del testo.
CTRL+MAIUSC+FINE estende la selezione di celle fino all'ultima cella utilizzata sul foglio di lavoro (angolo inferiore
destro). Se il cursore si trova nella barra della formula, CTRL+MAIUSC+FINE seleziona tutto il testo nella barra della
formula dalla posizione del cursore alla fine, senza modificare l'altezza della barra della formula.

INVIO

Completa una immissione di cella dalla cella o dalla barra della formula e seleziona la cella sottostante (per impostazione
predefinita).
In un modulo dati sposta al primo campo nel record successivo.
Apre un menu selezionato (premere F10 per attivare la barra dei menu) o esegua l'azione per un comando selezionato.
Esegue l'azione assegnata al pulsante di comando predefinito nella finestra di dialogo (il pulsante con il contorno
evidenziato, in genere il pulsante OK).
ALT+INVIO inizia una nuova riga nella stessa cella.
CTRL+INVIO riempie l'intervallo selezionato di celle con l'immissione corrente.
MAIUSC+INVIO completa un'immissione di cella e seleziona la cella precedente.

ESC

Annulla un'immissione nella cella o nella barra della formula.


Chiude inoltre un menu o un sottomenu, una finestra di dialogo o una finestra di messaggio aperta.
Chiude inoltre la modalit schermo intero se stata attivata e torna alla modalit schermo normale nella quale vengono
nuovamente visualizzate la barra multifunzione e la barra di stato.

HOME

Sposta all'inizio di una riga in un foglio di lavoro.


Sposta alla cella nell'angolo superiore sinistro della finestra quando BLOC SCORR attivato.
Seleziona il primo comando del menu quando visibile un menu o un sottomenu.
CTRL+HOME sposta all'inizio di un foglio di lavoro.
CTRL+MAIUSC+ HOME estende la selezione all'inizio del foglio di lavoro.

PGGI

Sposta di una schermata in basso in un foglio di lavoro.


ALT+PGGI sposta di una schermata a destra in un foglio di lavoro.
CTRL+PGGI sposta al foglio successivo in un foglio di lavoro.
CTRL+MAIUSC+PGGI seleziona il foglio corrente e quello successivo in una cartella di lavoro.

PGSU

Sposta di una schermata in alto in un foglio di lavoro.


ALT+PAGSU sposta di una schermata a sinistra in un foglio di lavoro.
CTRL+PAGSU sposta al foglio precedente in una cartella di lavoro.
CTRL+MAIUSC+PAGSU seleziona il foglio corrente e precedente in una cartella di lavoro.

BARRA
SPAZIATRICE

In una finestra di dialogo esegue l'azione associata al pulsante selezionato oppure seleziona o deseleziona una casella di
controllo.
CTRL+BARRA SPAZIATRICE seleziona un'intera colonna in un foglio di lavoro.
MAIUSC+BARRA SPAZIATRICE seleziona un'intera riga in un foglio di lavoro.
CTRL+MAIUSC+BARRA SPAZIATRICE seleziona l'intero foglio di lavoro.
Se il foglio di lavoro contiene dati, CTRL+MAIUSC+BARRA SPAZIATRICE seleziona l'area corrente. Premendo
CTRL+MAIUSC+BARRA SPAZIATRICE una seconda volta viene selezionata l'area corrente e le relative righe di
riepilogo. Premendo CTRL+MAIUSC+BARRA SPAZIATRICE una terza volta, si seleziona l'intero foglio di lavoro.
Se si seleziona un oggetto, CTRL+MAIUSC+BARRA SPAZIATRICE seleziona tutti gli oggetti in un foglio di lavoro.
ALT+BARRA SPAZIATRICE visualizza il menu di controllo per la finestra di Microsoft Office Excel.

TAB

Sposta una cella a destra in un foglio di lavoro.


Sposta da una cella non bloccata all'altra in un foglio di lavoro protetto.
Sposta all'opzione o al gruppo di opzioni successivo in una finestra di dialogo.
MAIUSC+TAB sposta alla cella precedente in un foglio di lavoro o all'opzione precedente in una finestra di dialogo.
CTRL+TAB passa alla scheda successiva in una finestra di dialogo.
CTRL+MAIUSC+TAB passa alla scheda precedente in una finestra di dialogo.

Utilizzo delle impostazioni di Accesso facilitato di


Windows per facilitare l'accesso agli utenti di Office
possibile facilitare in vari modi l'utilizzo di Microsoft Office da parte di utenti con esigenze particolari. Nella maggior
parte dei casi, consigliabile personalizzare il sistema tramite le impostazioni di Accesso facilitato disponibili in Microsoft
Windows. Per ulteriori informazioni, eseguire una delle operazioni seguenti:

Vedere la pagina Accesso facilitato nel sito Web Microsoft.


Vedere gli argomenti di Guida in linea e supporto tecnico in Windows:

1.

Fare clic sul pulsante Start e quindi scegliere Guida in linea e supporto tecnico.

2.

Digitare Accesso facilitato nel campo Cerca

Tasti di scelta rapida per elementi grafici SmartArt


I tasti di scelta rapida illustrati in questo argomento della Guida fanno riferimento al layout di tastiera inglese. I tasti di altri
layout potrebbero non corrispondere esattamente a quelli della tastiera inglese.

NOTA

Per stampare questo argomento, premere TAB per selezionare Mostra tutto, premere INVIO e quindi premere

CTRL+P.

Inserire un elemento grafico SmartArt in un documento di Microsoft Office System 2007

1.

Nel programma di Microsoft Office in cui si desidera inserire l'elemento grafico, premere ALT, quindi N e quindi M
per aprire la finestra di dialogo Elemento grafico SmartArt.

2.

Premere Freccia SU o Freccia GI per selezionare il tipo di elemento grafico desiderato.

3.

Premere TAB per spostarsi al riquadro attivit Layout.

4.

Premere i tasti di direzione per selezionare il layout desiderato.

5.

Premere INVIO per inserire il layout selezionato.

Utilizzare le forme in un elemento grafico SmartArt


Per

Premere

Selezionare l'elemento successivo in un elemento grafico SmartArt.

TAB

Selezionare l'elemento precedente in un elemento grafico SmartArt.

MAIUSC+TAB

Selezionare tutte le forme.

CTRL+A

Spostare lo stato attivo dalla forma selezionata.

ESC

Spingere la forma selezionata verso l'alto.

Freccia SU

Spingere la forma selezionata verso il basso.

Freccia GI

Spingere la forma selezionata verso sinistra.

Freccia SINISTRA

Spingere la forma selezionata verso destra.

Freccia DESTRA

Modificare il testo nella forma selezionata.

INVIO o F2

Eliminare la forma selezionata.

CANC o BACKSPACE

Tagliare la forma selezionata.

CTRL+X o MAIUSC+CANC

Copiare la forma selezionata.

CTRL+C

Incollare il contenuto degli Appunti.

CTRL+V

Annullare l'ultima azione.

CTRL+Z

Spostare e ridimensionare le forme in un elemento grafico SmartArt


Per

Premere

Allargare la la forma selezionata in orizzontale.

MAIUSC+Freccia SU

Ridurre la la forma selezionata in orizzontale.

MAIUSC+Freccia SINISTRA

Allargare la la forma selezionata in verticale.

MAIUSC+Freccia SU

Ridurre la la forma selezionata in verticale.

MAIUSC+Freccia GI

Ruotare la forma selezionata verso destra.

ALT+Freccia DESTRA

Ruotare la forma selezionata verso sinistra.

ALT+Freccia SINISTRA

NOTE

Per applicare adattamenti pi precisi alle forme, premere CTRL insieme ai tasti di scelta rapida indicati in
precedenza.
Questi tasti di scelta rapida si applicano a selezioni multiple come se ogni elemento fosse stato selezionato
singolarmente.

Utilizzare il testo in un elemento grafico SmartArt


Per

Premere

Spostarsi di un carattere a sinistra.

Freccia SINISTRA

Spostarsi di un carattere a destra.

Freccia DESTRA

Spostarsi di una riga verso l'alto.

Freccia SU

Spostarsi di una riga verso il basso.

Freccia GI

Spostarsi di una parola a sinistra.

CTRL+Freccia SINISTRA

Spostarsi di una parola a destra.

CTRL+Freccia DESTRA

Spostarsi di un paragrafo verso l'alto.

CTRL+Freccia SU

Spostarsi di un paragrafo verso il basso.

CTRL+Freccia GI

Spostarsi alla fine di una riga.

END

Spostarsi all'inizio di una riga.

HOME

Spostarsi alla fine di una casella di testo.

CTRL+END

Spostarsi all'inizio di una casella di testo.

CTRL+HOME

Tagliare il testo selezionato.

CTRL+X

Copiare il testo selezionato.

CTRL+C

Incollare il testo selezionato.

CTRL+V

Annullare l'ultima azione.

CTRL+Z

Eliminare un carattere a sinistra.

BACKSPACE

Eliminare una parola a sinistra.

CTRL+BACKSPACE

Eliminare un carattere a destra.

CANC

Eliminare una parola a destra.

CTRL+CANC

Alzare di livello il testo selezionato.

ALT+MAIUSC+Freccia DESTRA

Abbassare di livello il testo selezionato.

ALT+MAIUSC+Freccia SINISTRA

Eseguire il controllo ortografico (non disponibile in


Microsoft Office Word 2007).

F7

Applicare la formattazione di carattere


Per

Premere

Aprire la finestra di dialogo Tipo di carattere.

CTRL+MAIUSC+F o CTRL+MAIUSC+P

Aumentare la dimensione del carattere del testo


selezionato.

CTRL+MAIUSC+>

Ridurre la dimensione del carattere del testo


selezionato.

CTRL+MAIUSC+<

Modificare la combinazione di maiuscole/minuscole del


testo selezionato (minuscole, Lettera Iniziale
Maiuscola, MAIUSCOLE).

MAIUSC+F3

Applicare la formattazione grassetto al testo


selezionato.

CTRL+B

Applicare una sottolineatura al testo selezionato (non


disponibile in Office Word 2007).

CTRL+U

Applicare la formattazione corsivo al testo selezionato.

CTRL+I

Applicare la formattazione pedice al testo selezionato.

CTRL+SEGNO DI UGUALE

Applicare la formattazione apice al testo selezionato.

CTRL+MAIUSC+SEGNO PI

Regolare verso l'alto la distanza dell'apice/pedice.

CTRL+ALT+MAIUSC+>

Regolare verso il basso la distanza dell'apice/pedice.

CTRL+ALT+MAIUSC+<

Rimuovere tutta la formattazione di carattere dal testo


selezionato.

CTRL+BARRA SPAZIATRICE

Copiare la formattazione del testo


Per

Premere

Copiare la formattazione dal testo selezionato.

CTRL+MAIUSC+C

Incollare la formattazione nel testo selezionato.

CTRL+MAIUSC+V

NOTA

Questa funzionalit non disponibile in Office Word 2007.

Applicare la formattazione di paragrafo


Per

Premere

Centrare un paragrafo.

CTRL+E

Giustificare un paragrafo.

CTRL+J

Allineare a sinistra un paragrafo.

CTRL+L

Allineare a destra un paragrafo.

CTRL+R

Abbassare di livello una voce all'interno di un elenco


puntato.

TAB o ALT+MAIUSC+Freccia DESTRA

Alzare di livello una voce all'interno di un elenco


puntato.

MAIUSC+TAB o ALT+MAIUSC+Freccia
SINISTRA

Utilizzare il riquadro di testo

Per

Premere

Unire due righe di testo.

CANC alla fine della prima riga di testo

Visualizzare il menu di scelta rapida.

MAIUSC+F10

Passare dal riquadro di testo alle aree di disegno e viceversa.

CTRL+MAIUSC+F2

Chiudere il riquadro di testo.

ALT+F4

Spostare lo stato attivo dal riquadro di testo al bordo dell'elemento grafico SmartArt e viceversa.

ESC

Aprire l'argomento della Guida relativo agli elementi grafici SmartArt.

CTRL+MAIUSC+F1

Analisi di simulazione
Restituire pi risultati con una tabella dati
Cancellare una tabella dati
Creare scenari per analisi di simulazione
Proiettare valori in una serie
Definizione e risoluzione di un problema utilizzando il Risolutore
Eseguire l'analisi statistica e ingegneristica con il componente aggiuntivo Strumenti di analisi
Ottenere il risultato desiderato modificando un valore mediante Ricerca obiettivo

Restituire pi risultati con una tabella dati


Le tabelle dati costituiscono una parte di un insieme di comandi detti anche strumenti di analisi di simulazione (analisi di
simulazione: Modifica dei valori contenuti nelle celle per verificare in che modo tale operazione influisce sul risultato delle
formule nel foglio di lavoro. Un esempio di analisi di simulazione la variazione del tasso di interesse utilizzato in una
tabella di ammortamento per determinare l'importo totale dei pagamenti.). Una tabella dati un intervallo che mostra
come la modifica di alcuni valori nelle formule (formula: Sequenza di valori, riferimenti di cella, nomi, funzioni oppure
operatori contenuti in una cella che, insieme, generano un nuovo valore. Una formula inizia sempre con un segno di
uguale (=).) ne influenzi i risultati. Le tabelle dati offrono un modo rapido per calcolare pi versioni con una sola
operazione, nonch per visualizzare e confrontare nello stesso foglio di lavoro i risultati di tutte le variazioni.

Cenni preliminari
possibile creare tabelle dati a una o due variabili, a seconda del numero di variabili che si desidera verificare.

Tabelle dati a una variabile possibile utilizzare una tabella dati a una variabile se si desidera calcolare l'influsso dei
diversi tassi di interesse sull'importo di un mutuo mensile. Nell'esempio seguente la cella D2 contiene la formula di
pagamento =PMT(B3/12;B4;-B5) che si riferisce alla cella di input B3.

Tabelle di dati a due variabili

Con una tabella di dati a due variabili possibile calcolare l'influsso dei diversi tassi di

interesse e delle diverse condizioni di prestito sull'importo del mutuo. Nell'esempio seguente la cella C2 contiene la
formula di pagamento =PMT(B3/12,B4,-B5) che utilizza due celle di input, B3 e B4.

Calcoli delle tabelle dati Le tabelle dati vengono ricalcolate ogni volta che viene calcolato il foglio di lavoro, anche se
non sono state apportate modifiche. Per velocizzare il calcolo di un foglio di lavoro contenente una tabella dati,
possibile modificare le opzioni Calcolo in modo da ricalcolare automaticamente il foglio di lavoro ma non le tabelle dati.
Vedere la sezione Velocizzare i calcoli in un foglio di lavoro con le tabelle dati.

Creazione di una tabella di dati a una variabile


necessario progettare tabelle dati (tabella dati: Intervallo di celle che visualizza il risultato della sostituzione di valori
diversi in una o pi formule. Esistono due tipi di tabelle dati: tabelle a input singolo e tabelle a input doppio.) a una
variabile, in modo che i valori di input siano elencati in una colonna (orientati per colonna) o in una riga (orientati per
riga). Le formule (formula: Sequenza di valori, riferimenti di cella, nomi, funzioni oppure operatori contenuti in una cella
che, insieme, generano un nuovo valore. Una formula inizia sempre con un segno di uguale (=).) utilizzate in una tabella
dati a una variabile devono fare riferimento a una cella di input (cella di input: Cella in cui viene sostituito ogni valore di
input di una tabella dati. possibile utilizzare come cella di input qualsiasi cella del foglio di lavoro. Sebbene non sia
necessario che la cella di input faccia parte della tabella dati, necessario che le formule della tabella dati facciano
riferimento alla cella di input.).

1.

Digitare in una riga o in una colonna l'elenco di valori che si desidera sostituire nella cella di input.

2.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Se la tabella dati orientata per colonna, digitare la formula nella riga sopra il primo valore e una cella a
destra della colonna dei valori. Digitare eventuali altre formule a destra della prima.

Se la tabella dati orientata per riga, digitare la formula nella colonna alla sinistra del primo valore e una
cella al di sotto della riga di valori. Digitare eventuali altre formule al di sotto della prima.

3.

Selezionare l'intervallo di celle contenente le formule e i valori che si desidera sostituire.

4.

Nel gruppo Strumenti dati della scheda Dati fare clic su Analisi di simulazione, quindi su Tabella dati.

5.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Se la tabella dati orientata per colonna, digitare il riferimento di cella (riferimento di cella: Coppia di
coordinate che identifica la posizione di una cella nel foglio di lavoro. Ad esempio, il riferimento alla cella
situata all'intersezione della colonna B con la riga 3 B3.) per la cella di input nella casella Cella di input
per colonna.

Se la tabella dati orientata per riga, digitare il riferimento alla cella di input nella casella Cella di input per
riga.

Aggiungere una formula a una tabella dati a una variabile


necessario che le formule (formula: Sequenza di valori, riferimenti di cella, nomi, funzioni oppure operatori contenuti in
una cella che, insieme, generano un nuovo valore. Una formula inizia sempre con un segno di uguale (=).) utilizzate in
una tabella dati (tabella dati: Intervallo di celle che visualizza il risultato della sostituzione di valori diversi in una o pi
formule. Esistono due tipi di tabelle dati: tabelle a input singolo e tabelle a input doppio.) a una variabile facciano
riferimento alla stessa cella di input (cella di input: Cella in cui viene sostituito ogni valore di input di una tabella dati.
possibile utilizzare come cella di input qualsiasi cella del foglio di lavoro. Sebbene non sia necessario che la cella di input
faccia parte della tabella dati, necessario che le formule della tabella dati facciano riferimento alla cella di input.).

1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Se la tabella dati orientata per colonna, digitare la nuova formula in una cella vuota a destra della formula
gi presente nella prima riga della tabella.

Se la tabella dati orientata per riga, digitare la nuova formula in una cella vuota sotto la formula gi
presente nella prima colonna della tabella.

2.

Selezionare la tabella dati includendo la colonna o la riga contenente la nuova formula.

3.

Nel gruppo Strumenti dati della scheda Dati fare clic su Analisi di simulazione, quindi su Tabella dati.

4.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Se la tabella dati orientata per colonna, digitare il riferimento di cella (riferimento di cella: Coppia di
coordinate che identifica la posizione di una cella nel foglio di lavoro. Ad esempio, il riferimento alla cella
situata all'intersezione della colonna B con la riga 3 B3.) per la cella di input nella casella Cella di input
per colonna.

Se la tabella dati orientata per riga, digitare il riferimento alla cella di input nella casella Cella di input per
riga.

Creazione di una tabella di dati a due variabili


Le tabelle dati (tabella dati: Intervallo di celle che visualizza il risultato della sostituzione di valori diversi in una o pi
formule. Esistono due tipi di tabelle dati: tabelle a input singolo e tabelle a input doppio.) a due variabili utilizzano solo
una formula (formula: Sequenza di valori, riferimenti di cella, nomi, funzioni oppure operatori contenuti in una cella che,
insieme, generano un nuovo valore. Una formula inizia sempre con un segno di uguale (=).) con due elenchi di valori di
input. necessario che la formula faccia riferimento a due celle di input (cella di input: Cella in cui viene sostituito ogni
valore di input di una tabella dati. possibile utilizzare come cella di input qualsiasi cella del foglio di lavoro. Sebbene
non sia necessario che la cella di input faccia parte della tabella dati, necessario che le formule della tabella dati
facciano riferimento alla cella di input.) diverse.

1.

Immettere la formula che si riferisce alle due celle di input in una cella del foglio di lavoro.

Nell'esempio seguente dove i valori iniziali della formula sono immessi nelle celle B3, B4 e B5, digitare la formula
=PMT(B3/12;B4;-B5) nella cella C2.

2.

Digitare un elenco di valori di input nella stessa colonna, al di sotto della formula.

Nell'esempio seguente digitare i vari tassi di interesse nelle celle C3, C4 e C5.

3.

Digitare il secondo elenco nella stessa riga, a destra della formula.

Nell'esempio seguente digitare le condizioni di prestito (in mesi) nelle celle D2 e E2.

4.

Selezionare l'intervallo di celle contenente la formula e la riga e la colonna di valori.

Nell'esempio seguente selezionare l'intervallo C2:E5.

5.

Nel gruppo Strumenti dati della scheda Dati fare clic su Analisi di simulazione, quindi su Tabella dati.

6.

Nella casella Cella di input per riga immettere il riferimento alla cella di input per i valori di input della riga.

Nell'esempio seguente digitare la cella B4 nella casella Cella di input per riga.

7.

Nella casella Cella di input per colonna immettere il riferimento alla cella di input per i valori di input della
colonna.

Nell'esempio seguente digitare B3 nella casella Cella di input per colonna

8.

Fare clic su OK.

Esempio Con una tabella di dati a due variabili possibile calcolare l'influsso dei diversi tassi di interesse e delle
diverse condizioni di prestito sull'importo del mutuo. Nell'esempio seguente la cella C2 contiene la formula di pagamento
=PMT(B3/12;B4;-B5) che utilizza due celle di input, B3 e B4.

Velocizzare i calcoli in un foglio di lavoro con le tabelle dati


1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Opzioni di Excel e infine sulla categoria

Formule.
2.

Nella sezione Opzioni di calcolo in Calcola fare clic su Automatico escluse tabelle dati.

SUGGERIMENTO

In alternativa, nel gruppo Calcolo della scheda Formule fare clic sulla freccia in Opzioni di

calcolo e quindi su Automatico tranne che per le tabelle di dati.

NOTA

Se si seleziona questa opzione di calcolo, le tabelle dati vengono saltate quando si ricalcola il resto della cartella

di lavoro. Per ricalcolare manualmente le tabelle dati, selezionare la formula (formula: Sequenza di valori, riferimenti di
cella, nomi, funzioni oppure operatori contenuti in una cella che, insieme, generano un nuovo valore. Una formula inizia
sempre con un segno di uguale (=).) e premere F9.

Cancellare una tabella dati


Cancellare l'intera tabella
1.

Selezionare l'intera tabella dati (tabella dati: Intervallo di celle che visualizza il risultato della sostituzione di valori
diversi in una o pi formule. Esistono due tipi di tabelle dati: tabelle a input singolo e tabelle a input doppio.)
includendo tutte le formule (formula: Sequenza di valori, riferimenti di cella, nomi, funzioni oppure operatori
contenuti in una cella che, insieme, generano un nuovo valore. Una formula inizia sempre con un segno di uguale
(=).), i valori di input, i valori risultanti, i formati e i commenti.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Cancella, quindi su Cancella tutto.

Cancellare i valori risultanti da una tabella dati


NOTA

Poich i valori risultanti vengono posti in una matrice (matrice: Utilizzata per definire singole formule che

producono pi risultati o che operano su un gruppo di argomenti disposti in righe e colonne. Un intervallo di matrice
condivide una formula comune, una costante di matrice invece un gruppo di costanti utilizzato come argomento.), sar
necessario cancellarli tutti. Se non si desidera cancellare l'intera tabella dati (tabella dati: Intervallo di celle che visualizza
il risultato della sostituzione di valori diversi in una o pi formule. Esistono due tipi di tabelle dati: tabelle a input singolo e
tabelle a input doppio.), accertarsi di non aver selezionato le formule (formula: Sequenza di valori, riferimenti di cella,
nomi, funzioni oppure operatori contenuti in una cella che, insieme, generano un nuovo valore. Una formula inizia
sempre con un segno di uguale (=).) e i valori di input.

1.

Selezionare tutti i valori risultanti dalla tabella dati.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Cancella, quindi su Cancella contenuto.

Creare scenari per analisi di simulazione


Gli scenari fanno una parte di un insieme di comandi talvolta definiti anche strumenti di analisi di simulazione (analisi di
simulazione: Modifica dei valori contenuti nelle celle per verificare in che modo tale operazione influisce sul risultato delle
formule nel foglio di lavoro. Un esempio di analisi di simulazione la variazione del tasso di interesse utilizzato in una
tabella di ammortamento per determinare l'importo totale dei pagamenti.). Uno scenario un insieme di valori che
possono essere salvati e sostituiti automaticamente all'interno del foglio di lavoro. Gli scenari sono utili per prevedere il
risultato di un modello di foglio di lavoro. possibile creare e salvare diversi gruppi di valori di un foglio di lavoro e quindi
passare a tali scenari nuovi per visualizzare diversi risultati.

Cenni preliminari
Creazione di scenari Se ad esempio si desidera creare un bilancio, ma le entrate non sono certe, possibile definire
diversi valori delle entrate e passare da uno scenario all'altro per effettuare analisi di simulazione.

possibile denominare lo scenario dell'esempio precedente Caso peggiore, impostare il valore nella cella B1 a 50.000
e il valore nella cella B2 a 13.200.

Il nome del secondo scenario potrebbe essere Caso migliore, il valore in B1 150.000 e il valore in B2 26.000.

Riepilogo scenari Per confrontare diversi scenari possibile creare un riepilogo che li riassuma nella stessa pagina. Il
riepilogo pu elencare gli scenari affiancati o riportarli in un rapporto di tabella pivot (rapporto di tabella pivot: Rapporto
interattivo a tabelle incrociate che riepiloga e analizza dati, quali record di database, provenienti da varie origini, incluse
quelle esterne a Excel.). Per ulteriori informazioni, vedere la sezione Creazione di un riepilogo di scenari.

Creazione di uno scenario


1.

Nel gruppo Strumenti dati della scheda Dati fare clic su Analisi di simulazione, quindi su Gestione scenari.

2.

Fare clic su Aggiungi.

3.

Nella casella Nome scenario digitare un nome per lo scenario (scenario: Set denominato di valori di input che
possibile sostituire in un modello di foglio di lavoro.).

4.

Nella casella Celle variabili immettere i riferimenti alle celle che si desidera modificare.

NOTA

Per conservare i valori originali delle celle che verranno modificate, creare uno scenario che utilizzi i valori

di cella originali prima di creare scenari finalizzati alla modifica di tali valori.

5.

Selezionare le opzioni desiderate nella casella Protezione.

6.

Fare clic su OK.

7.

Nella finestra di dialogo Valori scenario digitare i valori desiderati per le celle variabili.

8.

Per creare lo scenario, fare clic su OK.

9.

Per creare ulteriori scenari, ripetere i passaggi dal 2 all'8. Dopo avere creato gli scenari, fare clic su OK e quindi su
Chiudi nella finestra di dialogo Gestione scenari.

Visualizzazione di uno scenario


La visualizzazione di uno scenario (scenario: Set denominato di valori di input che possibile sostituire in un modello di
foglio di lavoro.) implica la modifica dei valori delle celle salvate come parte dello scenario stesso.

1.

Nel gruppo Strumenti dati della scheda Dati fare clic su Analisi di simulazione, quindi su Gestione scenari.

2.

Fare clic sul nome dello scenario da visualizzare.

3.

Fare clic su Mostra.

Creazione di un riepilogo di scenari


1.

Nel gruppo Strumenti dati della scheda Dati fare clic su Analisi di simulazione, quindi su Gestione scenari.

2.

Fare clic su Riepilogo.

3.

Fare clic su Riepilogo scenari oppure Scenario rapporto di tabella pivot.

4.

Nella casella Celle risultato immettere i riferimenti alle celle contenenti i valori che vengono modificati dagli
scenari (scenario: Set denominato di valori di input che possibile sostituire in un modello di foglio di lavoro.).
Separare i riferimenti multipli con dei punti e virgola.

NOTA

Le definizione di celle risultato non necessaria per la creazione di un riepilogo scenari, mentre lo per la

creazione di uno scenario di un rapporto di tabella pivot (rapporto di tabella pivot: Rapporto interattivo a tabelle incrociate
che riepiloga e analizza dati, quali record di database, provenienti da varie origini, incluse quelle esterne a Excel.).

Proiettare valori in una serie


Sia nel caso in cui sia necessario prevedere le spese per l'anno successivo sia che si debbano calcolare i risultati
previsti per una serie in un esperimento scientifico, possibile utilizzare Microsoft Office Excel per generare
automaticamente i valori futuri che si basano su dati esistenti o per generare automaticamente valori estrapolati che si
basano su calcoli relativi alla tendenza lineare o alla tendenza esponenziale.

possibile riempire una serie di valori appropriati per una semplice tendenza lineare o per una tendenza esponenziale
utilizzando il quadratino di riempimento (quadratino di riempimento: Quadratino nero nell'angolo inferiore destro della
selezione. Quando si posiziona il puntatore del mouse sul quadratino di riempimento, il puntatore assume la forma di una
croce nera.) o il comando Serie. Per estendere dati complessi e non lineari, possibile utilizzare le funzioni del foglio di
lavoro o lo strumento analisi della regressione (analisi della regressione: Tipo di analisi statistica utilizzata per le
previsioni. L'analisi della regressione stima i rapporti tra le variabili in modo che sia possibile valutare l'andamento di una
determinata variabile in funzione delle altre.) nel componente aggiuntivo (componente aggiuntivo: Programma
supplementare che consente di aggiungere caratteristiche o comandi personalizzati a Microsoft Office.) Strumenti di
analisi.

Riempire automaticamente una serie per una tendenza


lineare ottimale
In una serie lineare, il valore di incremento, o la differenza tra il primo valore della serie e quello successivo, viene
aggiunto al valore iniziale e quindi ad ogni successivo valore.
Selezione iniziale

Serie lineare estesa

12

345

13

579

100 95

90 85

Per riempire una serie per una tendenza lineare ottimale, eseguire le operazioni seguenti:

1.

Selezionare almeno due celle che contengono i valori iniziali per la tendenza.

Per aumentare la precisione della serie di tendenza, selezionare ulteriori valori iniziali.

2.

Trascinare il quadratino di riempimento nella direzione desiderata per inserire valori crescenti o decrescenti.

Per esempio se i valori iniziali selezionati delle celle C1:E1 sono 3, 5 e 8, trascinare il quadratino di riempimento
verso destra per ricopiare nelle celle valori di tendenza crescenti oppure trascinarlo verso sinistra per ricopiare
nelle celle valori di tendenza decrescenti.

SUGGERIMENTO

Per controllare manualmente la creazione della serie o per riempire una serie mediante la tastiera, fare

clic sul comando Serie (scheda Home, gruppo Modifica, pulsante Riempimento).

Riempire automaticamente una serie per una tendenza


esponenziale
In una serie esponenziale il valore iniziale viene moltiplicato per il valore di incremento per ottenere il valore successivo
nella serie. Il prodotto risultante e ciascun prodotto successivo viene moltiplicato quindi per il valore di incremento.
Selezione iniziale

Serie esponenziale estesa

12

4 8 16

13

9 27 81

23

4,5 6,75 10,125

Per riempire una serie per una tendenza esponenziale, eseguire le operazioni seguenti:

1.

Selezionare almeno due celle che contengono i valori iniziali per la tendenza.

Per aumentare la precisione della serie di tendenza, selezionare ulteriori valori iniziali.

2.

Tenere premuto il pulsante destro del mouse, trascinare il quadratino di riempimento nella direzione desiderata per
inserire valori crescenti o decrescenti, rilasciare il pulsante del mouse e quindi scegliere Tendenza esponenziale
dal menu di scelta rapida (menu di scelta rapida: Menu che contiene un elenco di comandi relativi a un elemento
particolare. Per visualizzare un menu di scelta rapida, necessario fare clic con il pulsante destro del mouse su un
elemento o premere MAIUSC+F10.).

Per esempio se i valori iniziali selezionati delle celle C1:E1 sono 3, 5 e 8, trascinare il quadratino di riempimento verso
destra per ricopiare nelle celle valori di tendenza crescenti oppure trascinarlo verso sinistra per ricopiare nelle celle valori
di tendenza decrescenti.

SUGGERIMENTO

Per controllare manualmente la creazione della serie o per impostare una serie mediante la tastiera,

utilizzare il comando Serie (scheda Home, gruppo Modifica, pulsante Riempimento).

Inserire manualmente i valori relativi alla tendenza lineare o


esponenziale
Quando si fa clic sul comando Serie, possibile controllare manualmente la creazione di una tendenza lineare o
esponenziale e quindi inserire i valori mediante la tastiera .

In una serie lineare per generare le serie, i valori iniziali vengono applicati all'algoritmo dei minimi quadrati
(y=mx+b).
In una serie esponenziale per generare le serie, i valori iniziali vengono applicati all'algoritmo della curva
(y=b*m^x).

In entrambi i casi, il valore di incremento viene ignorato. La serie creata equivalente ai valori restituiti dalla funzione
TENDENZA o CRESCITA.

Per inserire manualmente i valori, eseguire le operazioni seguenti:

1.

Selezionare la cella in cui si desidera iniziare la serie. La cella deve contenere il primo valore della serie.
Quando si fa clic sul comando Serie, la serie risultante sostituisce i valori selezionati originali. Se si desidera
salvare i valori originali, copiarli in una riga o una colonna diversa e quindi creare la serie selezionando i valori
copiati.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Riempimento, quindi su Serie.

3.

Effettuare una delle seguenti operazioni:

4.

Per riempire la serie in senso verticale all'interno del foglio di lavoro, fare clic su Colonne.

Per riempire la serie in senso orizzontale all'interno della pagina, fare clic su Righe.

Nella casella Valore di incremento immettere il valore in base al quale si desidera incrementare la serie.
Tipo di
serie

Risultato del valore di incremento

Lineare

Il valore di incremento viene aggiunto al primo valore iniziale e quindi a ciascun valore successivo.

Esponenziale

Il primo valore iniziale viene moltiplicato per il valore di incremento. Il prodotto risultante e ciascun prodotto successivo
viene moltiplicato quindi per il valore di incremento.

5.

In Tipo scegliere Lineare o Esponenziale.

6.

Nella casella Valore limite immettere il valore raggiunto il quale si desidera interrompere la serie.

NOTA

Se nella serie presente pi di un valore iniziale e si desidera che Excel generi la tendenza, selezionare la

casella di controllo Tendenza.

Calcolare le tendenze mediante l'aggiunta di una linea di


tendenza a un grafico
Se si desidera prevedere una tendenza per i dati esistenti, possibile creare una linea di tendenza (linea di tendenza:
Rappresentazione grafica delle tendenze nelle serie di dati, ad esempio una linea inclinata verso l'altro per
rappresentare un incremento delle vendite in un determinato periodo. Le linee di tendenza vengono utilizzate per lo
studio dei problemi di previsione, noti anche con il nome di analisi della regressione.) in un grafico. Se, ad esempio, si
dispone di un grafico in Excel in cui sono riportati i dati relativi alle vendite effettuate in diversi mesi iniziali dell'anno,
possibile aggiungere al grafico una linea di tendenza che mostri la tendenza generale delle vendite (in crescita, in
diminuzione o piatte) o la tendenza prevista per i mesi successivi.

In questa procedura si suppone che sia stato gi creato un grafico basato sui dati esistenti. In caso contrario, leggere
l'argomento Creare un grafico.

1.

Fare clic sul grafico.

2.

Fare clic sulla serie di dati (serie di dati: Dati correlati tracciati in un grafico. Ogni serie di dati in un grafico
visualizzata con un colore o un motivo univoco ed rappresentata nella legenda del grafico. In un grafico,
possibile tracciare una o pi serie di dati. Nei grafici a torta possibile rappresentare una sola serie di dati.) alla
quale si desidera aggiungere una linea di tendenza (linea di tendenza: Rappresentazione grafica delle tendenze
nelle serie di dati, ad esempio una linea inclinata verso l'altro per rappresentare un incremento delle vendite in un
determinato periodo. Le linee di tendenza vengono utilizzate per lo studio dei problemi di previsione, noti anche
con il nome di analisi della regressione.) o una media mobile (media mobile: Sequenza di medie calcolate su parti
di una serie di dati. In un grafico, una media mobile utile per limitare le oscillazioni dei dati in modo che il modello
o la tendenza siano individuabili pi chiaramente.).

3.

Nel gruppo Analisi della scheda Layout fare clic su Linea di tendenza e quindi selezionare il tipo di linea di
tendenza di regressione o media mobile desiderata.

4.

Per impostare opzioni e formattare la linea di tendenza di regressione o la media mobile, fare clic con il pulsante
destro del mouse sulla linea di tendenza e quindi scegliere Formato linea di tendenza dal menu di scelta rapida.

5.

Selezionare le opzioni, le linee e gli effetti della linea di tendenza desiderati.

Se si seleziona Polinomiale, immettere il valore pi alto per la potenza della variabile indipendente nella
casella Ordine.

Se si seleziona Media mobile, immettere il numero di periodi da utilizzare per il calcolo della media mobile
nella casella Periodo.

NOTE

Nella casella In base alla serie sono elencate tutte le serie di dati del grafico che supportano le linee di tendenza. Per
aggiungere una linea di tendenza a un'altra serie, fare clic sul nome nella casella e quindi selezionare le opzioni
desiderate.

Se si aggiunge una media mobile a un grafico a dispersione (xy), tale media sar basata sull'ordine dei valori x
tracciati nel grafico. Per ottenere il risultato desiderato, potrebbe essere necessario ordinare i valori x prima di
aggiungere una media mobile.

Prevedere i valori mediante una funzione del foglio di lavoro


Utilizzo della funzione PREVISIONE La funzione PREVISIONE consente di calcolare o prevedere un valore futuro
utilizzando i valori esistenti. Il valore previsto un valore y corrispondente a un dato valore x. I valori noti sono valori x e
y esistenti e il nuovo valore viene previsto utilizzando la regressione lineare. possibile utilizzare questa funzione per
prevedere le vendite future, l'approvvigionamento delle scorte e le tendenze dei consumatori.

Utilizzo della funzione TENDENZA o CRESCITA Le funzioni TENDENZA e CRESCITA possono estrapolare i valori y
futuri che estendono una linea retta o una curva esponenziale che meglio descrive i i dati esistenti. Possono inoltre
restituire solo i valori y per la retta o la curva ottimale in base ai valori x noti. Per tracciare una retta o una curva che
descriva i dati esistenti, utilizzare i valori x e y esistenti restituiti dalla funzione TENDENZA o CRESCITA.

Utilizzo della funzione REGR.LIN o REGR.LOG possibile utilizzare la funzione REGR.LIN o REGR.LOG per
calcolare una linea retta o esponenziale dai dati esistenti. Le funzioni REGR.LIN e REGR.LOG restituiscono diversi dati
statistici di regressione, incluse la pendenza e l'intercetta della retta ottimale.

Nella tabella seguente sono contenuti i collegamenti a ulteriori informazioni sulle funzioni dei fogli di lavoro.

Funzione

Descrizione

PREVISIONE

Progettare valori

TENDENZA

Consente di progettare valori appropriati per una linea di tendenza retta

CRESCITA

Consente di progettare valori appropriati per una curva esponenziale

REGR.LIN

Consente di calcolare una linea retta in base ai dati esistenti

REGR.LOG

Consente di calcolare una curva esponenziale in base ai dati esistenti

Eseguire l'analisi della regressione con il componente


aggiuntivo Strumenti di analisi
Se necessario eseguire analisi della regressione pi complesse, incluso il calcolo e il tracciato dei valori residui,
possibile utilizzare lo strumento di analisi della regressione disponibile nel componente aggiunto Strumenti di analisi.

1.

Nel gruppo Comandi di menu della scheda Componenti aggiuntivi fare clic su Analisi dati.

Se la scheda Componenti aggiuntivi o il comando Analisi dati non disponibile, caricare il componente
aggiuntivo Strumenti di analisi.

Come caricare il componente aggiuntivo Strumenti di analisi

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Opzioni di Excel e infine sulla

categoria Componenti aggiuntivi.


2.

Nell'elenco Gestisci selezionare Componenti aggiuntivi di Excel e quindi su Vai.

3.

Nell'elenco Componenti aggiuntivi disponibili selezionare la casella Strumenti di analisi e quindi fare
clic su OK.

4.
2.

Se necessario, attenersi alle istruzioni del programma di installazione.

Nella finestra di dialogo Analisi dati selezionare il nome dello strumento di analisi desiderato e quindi fare clic su
OK.

3.

Nella finestra di dialogo dello strumento selezionato impostare le opzioni di analisi desiderate.

Per ulteriori informazioni sulle opzioni, possibile fare clic sul pulsante ? nella finestra di dialogo.

Definizione e risoluzione di un problema utilizzando


il Risolutore
Il Risolutore fa parte di un insieme di comandi detti anche strumenti di analisi di simulazione (analisi di simulazione:
Modifica dei valori contenuti nelle celle per verificare in che modo tale operazione influisce sul risultato delle formule nel
foglio di lavoro. Un esempio di analisi di simulazione la variazione del tasso di interesse utilizzato in una tabella di
ammortamento per determinare l'importo totale dei pagamenti.). Questa funzionalit consente di trovare il valore ottimale
per una formula (formula: Sequenza di valori, riferimenti di cella, nomi, funzioni oppure operatori contenuti in una cella
che, insieme, generano un nuovo valore. Una formula inizia sempre con un segno di uguale (=).) contenuta in una cella
del foglio di lavoro, denominata cella obiettivo, utilizzando un gruppo di celle correlate, direttamente o indirettamente, alla
formula contenuta nella cella obiettivo. Il Risolutore inoltre modifica i valori delle celle variabili specificate, in modo tale
che la formula contenuta nella cella obiettivo produca il risultato specificato. possibile applicare vincoli (vincoli:
Limitazioni poste per un problema del Risolutore. possibile applicare i vincoli alle celle regolabili, alla cella di
destinazione o ad altre celle direttamente o indirettamente correlate alla cella di destinazione.) per limitare i valori che il
Risolutore potr utilizzare nel modello. Tali vincoli possono fare riferimento ad altre celle che influenzano la formula
contenuta nella cella obiettivo.

Cenni preliminari
Utilizzare il Risolutore per determinare il valore massimo o minimo di una cella modificando altre celle. Ad esempio, si
potrebbe modificare l'importo del budget pubblicitario previsto e osservare l'effetto di tale modifica sull'importo dei profitti
previsti.

Esempio di valutazione del Risolutore


Nell'esempio seguente gli investimenti pubblicitari di ogni trimestre influenzano il numero di unit vendute, determinando
indirettamente il fatturato, le spese correlate e il profitto. Il Risolutore pu modificare i budget trimestrali per la pubblicit
(celle B5:C5), fino al limite di 20.000 imposto dal vincolo applicato al budget totale (cella F5), per portare il profitto
totale al massimo valore possibile. I valori contenuti nelle celle variabili vengono utilizzati per calcolare il profitto di ogni
trimestre, pertanto sono correlati alla formula contenuta nella cella obiettivo F7, =SOMMA(Profitto Q1:Profitto Q2).

Celle modificabili

Cella vincolata

Cella obiettivo

Dopo l'esecuzione del Risolutore, i nuovi valori saranno i seguenti:

Definire e risolvere un problema.


1.

Nel gruppo Analisi della scheda Dati fare clic su Risolutore.

Se il comando Risolutore o il gruppo Analisinon disponibile, necessario caricare il componente


aggiuntivo (componente aggiuntivo: Programma supplementare che consente di aggiungere caratteristiche o
comandi personalizzati a Microsoft Office.) Risolutore.

Come caricare il componente aggiuntivo Risolutore

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Opzioni di Excel e infine sulla

categoria Componenti aggiuntivi.


2.

Nella casella Gestisci fare clic su Componenti aggiuntivi di Excel e quindi fare clic su Vai.

3.

Nella casella Componenti aggiuntivi disponibili selezionare la casella di controllo accanto a Componente
aggiuntivo Risolutore e quindi fare clic su OK.

2.

Immettere nella casella Imposta cella obiettivo un riferimento di cella (riferimento di cella: Coppia di coordinate
che identifica la posizione di una cella nel foglio di lavoro. Ad esempio, il riferimento alla cella situata
all'intersezione della colonna B con la riga 3 B3.) o il nome (nome: Parola o stringa di caratteri che rappresenta
una cella, un intervallo di celle, una formula o un valore costante. Utilizzare nomi chiaramente comprensibili, ad
esempio Prodotti, per fare riferimento a intervalli di difficile interpretazione, come Vendite!C20:C30.) della cella
obiettivo. La cella obiettivo deve contenere una formula (formula: Sequenza di valori, riferimenti di cella, nomi,
funzioni oppure operatori contenuti in una cella che, insieme, generano un nuovo valore. Una formula inizia
sempre con un segno di uguale (=).).

3.

Effettuare una delle seguenti operazioni:


Se si desidera che la cella obiettivo assuma il massimo valore possibile, selezionare Max.
Se si desidera che la cella obiettivo assuma il minimo valore possibile, selezionare Min.
Se si desidera che la cella obiettivo assuma un determinato valore, selezionare Valore di, quindi digitare il
valore della casella.
Immettere un nome o un riferimento a ogni cella variabile nella casella Cambiando le celle, separando i
riferimenti non adiacenti con un punto e virgola. necessario che le celle variabili siano correlate direttamente o
indirettamente alla cella obiettivo. possibile specificare fino a 200 celle variabili.
Affinch il Risolutore proponga automaticamente le celle variabili in base alla cella obiettivo, scegliere Proponi.
Nella casella Vincoli immettere i vincoli (vincoli: Limitazioni poste per un problema del Risolutore. possibile
applicare i vincoli alle celle regolabili, alla cella di destinazione o ad altre celle direttamente o indirettamente
correlate alla cella di destinazione.) che si desidera applicare.

Aggiungere un vincolo

0.

Nella finestra di dialogo Parametri del Risolutore, sotto Vincoli, fare clic su Aggiungi.

1.

Immettere il riferimento (riferimento di cella: Coppia di coordinate che identifica la posizione di una
cella nel foglio di lavoro. Ad esempio, il riferimento alla cella situata all'intersezione della colonna
B con la riga 3 B3.) o il nome (nome: Parola o stringa di caratteri che rappresenta una cella, un
intervallo di celle, una formula o un valore costante. Utilizzare nomi chiaramente comprensibili, ad
esempio Prodotti, per fare riferimento a intervalli di difficile interpretazione, come
Vendite!C20:C30.) dell'intervallo contenente i valori che si desidera vincolare nella casella
Riferimento di cella.

2.

Fare clic sulla relazione ( <=, =, >=, int o bin ) che si desidera imporre tra la cella a cui si fa
riferimento e il vincolo (vincoli: Limitazioni poste per un problema del Risolutore. possibile
applicare i vincoli alle celle regolabili, alla cella di destinazione o ad altre celle direttamente o
indirettamente correlate alla cella di destinazione.). Se si fa clic su int, nella casella Vincolo verr
visualizzato intero. Se si fa clic su bin, nella casella Vincolo verr visualizzato binario.

3.

Digitare un numero, un riferimento o un nome di cella oppure una formula (formula: Sequenza di
valori, riferimenti di cella, nomi, funzioni oppure operatori contenuti in una cella che, insieme,
generano un nuovo valore. Una formula inizia sempre con un segno di uguale (=).) nella casella
Vincolo.

4.

Effettuare una delle seguenti operazioni:

Per confermare il vincolo e aggiungerne un altro, scegliere Aggiungi.

Per confermare il vincolo e ritornare alla finestra di dialogo Parametri del Risolutore,
scegliere OK.

NOTE

possibile specificare le relazioni int e bin solo nei vincoli per celle variabili.

Quando la casella di controllo Presupponi modello lineare nella finestra di dialogo Opzioni del
Risolutore selezionata, non esistono limiti al numero di vincoli. Per problemi non lineari, a ogni
cella variabile possibile applicare fino a 100 vincoli, oltre ai limiti e ai vincoli interi sulle variabili.

Modificare o eliminare un vincolo

7.

Selezionare il vincolo (vincoli: Limitazioni poste per un problema del Risolutore. possibile
applicare i vincoli alle celle regolabili, alla cella di destinazione o ad altre celle direttamente o
indirettamente correlate alla cella di destinazione.) da modificare o eliminare nella casella Vincoli
della finestra di dialogo Parametri del Risolutore.

8.

Scegliere Cambia e apportare le modifiche oppure scegliere Elimina.


Scegliere Risolvi, quindi effettuare una delle seguenti operazioni:

Per conservare i valori del risultato sul foglio di lavoro, selezionare Mantieni la soluzione del Risolutore
nella finestra di dialogo Risultato del Risolutore.

Per ripristinare i dati originali, selezionare Ripristina i valori originali.

NOTE

possibile interrompere il processo risolutivo premendo ESC. Il foglio di lavoro verr ricalcolato in base agli
ultimi valori trovati per le celle variabili.

Per creare un rapporto basato sulla soluzione individuata dal Risolutore, possibile fare clic sul tipo di
rapporto desiderato nella casella Rapporti e quindi su OK. Il rapporto verr creato in un nuovo foglio di
lavoro della cartella di lavoro in uso. Se il Risolutore non in grado di trovare alcuna soluzione, l'opzione per
la creazione di un rapporto non sar disponibile.

Per salvare i valori delle celle variabili come scenario da visualizzare in un secondo momento, fare clic su
Salva scenario nella finestra di dialogo Risultato del Risolutore e quindi immettere un nome per lo
scenario nella casella Nome scenario.

Esaminare le soluzioni di prova del Risolutore


1.

Dopo avere definito un problema, fare clic su Opzioni nella finestra di dialogo Parametri del Risolutore.

2.

Nella finestra di dialogo Opzioni del Risolutore, selezionare la casella di controllo Mostra il risultato delle
iterazioni per visualizzare i valori di ciascuna soluzione di prova, quindi scegliere OK.

3.

Fare clic su Risolvi nella finestra di dialogo Parametri del Risolutore.

4.

Dalla finestra di dialogo Soluzione di prova eseguire una delle operazioni seguenti:

Per arrestare il processo risolutivo e visualizzare la finestra di dialogo Risultato del Risolutore, fare clic su
Interrompi.

Per riprendere il processo risolutivo e visualizzare la successiva soluzione di prova, fare clic su Continua.

Modificare le modalit secondo le quali il Risolutore trova le


soluzioni
1.

Fare clic su Opzioni nella finestra di dialogo Parametri del Risolutore.

2.

Nella finestra di dialogo Opzioni del Risolutore, impostare una o pi delle seguenti opzioni:

Tempi e iterazioni delle soluzioni

1.

Digitare il numero di secondi che si desidera concedere ai calcoli nella casella Tempo massimo.

2.

Digitare nella casella Iterazioni il numero massimo di iterazioni consentite.

NOTA

Se il processo risolutivo raggiunge il tempo massimo o il numero di iterazioni fissato prima che il Risolutore

abbia trovato una soluzione, verr visualizzata la finestra di dialogo Soluzione di prova.

Grado di precisione

Digitare il grado di precisione desiderato nella casella Approssimazione. Numeri pi piccoli corrispondono
a una precisione maggiore.

Tolleranza sugli interi

Digitare nella casella Tolleranza la percentuale di errore che si desidera consentire nella soluzione.

Grado di convergenza

Digitare la variazione relativa che si desidera consentire nelle ultime cinque iterazioni prima che il Risolutore
si arresti e fornisca una soluzione nella casella Convergenza. Numeri pi piccoli corrispondono a variazioni
relative minori.

NOTA

Per ulteriori informazioni su altre opzioni, possibile fare clic sul pulsante? nella finestra di dialogo.

Fare clic su OK.


Fare clic su Risolvi o Chiudi nella finestra di dialogo Parametri del Risolutore.

Salvare o caricare un modello di problema


1.

Fare clic su Opzioni.

2.

Fare clic su Salva modello o Carica modello.

3.

Quando si salva un modello, immettere il riferimento relativo alla prima cella di un intervallo verticale di celle in cui
si desidera posizionare il modello di problema. Quando si carica un modello, immettere il riferimento relativo
all'intero intervallo di celle contenente il modello di problema.

SUGGERIMENTO

possibile salvare in un foglio di lavoro le ultime selezioni effettuate nella finestra di dialogo

Parametri del Risolutore facendo clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi su Salva. inoltre

possibile definire pi di un problema per lo stesso foglio di lavoro utilizzando Salva modello per salvare i problemi
individualmente.

Algoritmi e metodi utilizzati dal Risolutore


Lo strumento Risolutore di Microsoft Office Excel utilizza il codice di ottimizzazione non lineare Generalized Reduced
Gradient (GRG2) sviluppato da Leon Lasdon, Universit del Texas ad Austin, e Allan Waren, Universit di Cleveland.

I problemi lineari e interi utilizzano il semplice metodo con i limiti sulle variabili e il metodo branch-and-bound
implementato da John Watson e Dan Fylstra, Frontline Systems, Inc. Per ulteriori informazioni sul processo risolutivo
interno adottato dal Risolutore, contattare:

Frontline Systems, Inc.


P.O. Box 4288
Incline Village, NV 89450-4288
(775) 831-0300
Sito Web: http://www.solver.com
(informazioni in lingua inglese) Email: info@solver.com

Parti del programma Risolutore di Microsoft Office Excel sono copyright 1990, 1991, 1992 e 1995 di Frontline Systems,
Inc. Parti sono copyright 1989 di Optimal Methods, Inc.

Eseguire l'analisi statistica e ingegneristica con il


componente aggiuntivo Strumenti di analisi
Per sviluppare analisi statistiche o ingegneristiche complesse, possibile utilizzare il componente aggiuntivo Strumenti
di analisi. Questo componente include strumenti che analizzano dati e parametri e mediante funzioni macro statistiche o
ingegneristiche appropriate calcolano e visualizzano i risultati in una tabella di output. Con alcuni di questi strumenti
inoltre possibile rappresentare i risultati su grafici.

Gli strumenti del componente aggiuntivo Strumenti di analisi sono descritti di seguito. Per accedervi, fare clic su Analisi
dati nel gruppo Analisi della scheda Dati. Se il comando Analisi dati non disponibile, sar necessario caricare il
componente aggiuntivo Strumenti di analisi.

Caricare il componente aggiuntivo Strumenti di analisi

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Opzioni di Excel.

2.

Fare clic su Componenti aggiuntivi e quindi selezionare Componenti aggiuntivi di Excel nella casella Gestisci.

3.

Fare clic su Vai.

4.

Nella casella Componenti aggiuntivi disponibili selezionare la casella di controllo Strumenti di analisi e quindi
fare clic su OK.

Suggerimento Se il componente aggiuntivo Strumenti di analisi non visualizzato nella casella Componenti
aggiuntivi disponibili, fare clic su Sfoglia per individuarlo.

Se viene visualizzato un messaggio indicante che il componente aggiuntivo Strumenti di analisi non installato nel
computer, scegliere S per installarlo.

NOTA

Per includere le funzioni di Visual Basic, Applications Edition (VBA) per il componente aggiuntivo Strumenti di

analisi, possibile caricare il componente aggiuntivo Strumenti di analisi - VBA con le stesse modalit con cui viene
caricato il componente aggiuntivo Strumenti di analisi. A tale scopo, nell'elenco Componenti aggiuntivi disponibili
selezionare la casella di controllo accanto a Strumenti di analisi - VBA.

Per visualizzare la descrizione di uno strumento, fare clic sul nome dello strumento nell'elenco seguente.

Analisi varianza

Gli strumenti Analisi varianza offrono diversi tipi di analisi della varianza. La scelta dello strumento da utilizzare dipende
dal numero di fattori e di campioni di cui si dispone relativi alle popolazioni che si desidera verificare.

Analisi varianza: ad un fattore


Questo strumento consente di eseguire una semplice analisi della varianza dei dati di due o pi campioni. L'analisi
verifica l'ipotesi secondo cui ogni campione viene estratto dalla stessa distribuzione di probabilit sottostante rispetto
all'ipotesi alternativa secondo cui le distribuzioni di probabilit sottostanti non sono uguali per tutti i campioni. Se vi sono
solo due campioni, possibile utilizzare la funzione del foglio di lavoro TEST.T. Con pi di due campioni, la
generalizzazione della funzione TEST.T non risulta utile ed invece consigliabile utilizzare il modello Analisi varianza ad
un fattore.

Analisi varianza: a due fattori con replica


Questo strumento di analisi risulta utile quando i dati possono essere classificati lungo due dimensioni diverse. Ad
esempio, in un esperimento in cui viene misurata l'altezza di alcune piante possibile che vengano utilizzate marche di
fertilizzante diverse (ad esempio A, B, C) e che le piante vengano mantenute a temperature diverse (ad esempio bassa
o alta). Per ognuna delle sei coppie di valori {fertilizzante, temperatura} possibili, si dispone dello stesso numero di
osservazioni delle altezze delle piante. Tramite lo strumento Analisi varianza possibile verificare:

Se i valori delle altezze delle piante in relazione alle diverse marche di fertilizzante vengono estratti dalla stessa
popolazione sottostante. Per questa analisi vengono ignorate le temperature.
Se i valori delle altezze delle piante in relazione ai diversi livelli di temperatura vengono estratti dalla stessa
popolazione sottostante. Per questa analisi vengono ignorate le marche di fertilizzante.

Dopo aver considerato gli effetti delle differenze tra le marche di fertilizzante rilevate al primo punto dell'elenco e le
differenze tra le temperature rilevate al secondo punto dell'elenco, i sei campioni che rappresentano tutte le coppie di
valori {fertilizzante, temperatura} vengono estratti dalla stessa popolazione. L'ipotesi alternativa prevede l'esistenza di
effetti dovuti a coppie di valori {fertilizzante, temperatura} specifiche oltre alle differenze basate sul solo fertilizzante o
sulla sola temperatura.

Analisi varianza: a due fattori senza replica


Questo strumento di analisi risulta utile quando i dati vengono classificati in due dimensioni diverse come nell'analisi a
due fattori con replica. Per questo strumento si presuppone tuttavia di disporre di una sola osservazione per ogni coppia,
ad esempio per ogni coppia di valori {fertilizzante, temperatura} dell'esempio precedente.

Correlazione

Le funzioni del foglio di lavoro CORRELAZIONE e PEARSON calcolano il coefficiente di correlazione tra due variabili di
misura quando per ogni soggetto N vengono osservate le misurazioni di ogni variabile. Se per un soggetto non vengono
eseguite tutte le osservazioni, tale soggetto verr ignorato nell'analisi. Lo strumento di analisi Correlazione risulta
particolarmente utile quando sono disponibili pi di due variabili di misura per ogni soggetto N. Questo strumento
consente di generare una tabella di output, ovvero una matrice di correlazione, che indica il valore della funzione
CORRELAZIONE (o PEARSON) applicata a ogni possibile coppia di variabili di misura.

Il coefficiente di correlazione, come la covarianza, misura l'estensione della varianza di due variabili di misura che
"variano insieme". A differenza della covarianza, il valore del coefficiente di correlazione proporzionale, in modo da
risultare indipendente dalle unit di misura in cui vengono espresse le due variabili. Ad esempio, se queste variabili
corrispondono a peso e altezza, il valore del coefficiente di correlazione non varia anche se il valore del peso viene
convertito da chilogrammi in libbre. Il valore di qualsiasi coefficiente di correlazione deve essere compreso tra -1 e +1.

possibile utilizzare lo strumento Covarianza per analizzare ogni coppia di variabili di misura e determinare se le due
variabili di misura tendono a crescere proporzionalmente, ovvero se i valori elevati di una variabile tendono a essere
associati ai valori elevati dell'altra (covarianza positiva), se i valori bassi di una variabile tendono a essere associati ai
valori elevati dell'altra (covarianza negativa) o se non esiste correlazione tra i valori delle due variabili (covarianza
prossima a 0 (zero)).

Covarianza

Gli strumenti Correlazione e Covarianza possono essere entrambi utilizzati negli stessi scenari, ovvero per variabili di
misura N diverse osservate in un insieme di singoli elementi. Questi strumenti producono una tabella di output, ovvero
una matrice, che indica rispettivamente il coefficiente di correlazione o la covarianza tra ogni coppia di variabili di misura,
con la differenza che i coefficienti di correlazione vengono adattati in modo da essere compresi tra -1 e +1, mentre le
covarianze corrispondenti non vengono adattate. Il coefficiente di correlazione e la covarianza misurano entrambi
l'estensione della varianza di due variabili che "variano insieme".

Lo strumento Covarianza calcola il valore della funzione del foglio di lavoro COVARIANZA per ogni coppia di variabili di
misura. L'utilizzo diretto della funzione COVARIANZA anzich dello strumento Covarianza un'alternativa accettabile
quando sono disponibili solo due variabili di misura, ovvero N=2. Nella tabella di output dello strumento Covarianza la

voce lungo la diagonale nella riga i, colonna i la covarianza della variabile di misura i-esima rispetto a se stessa,
ovvero la varianza di popolazione per tale variabile, cos come calcolata dalla funzione del foglio di lavoro VAR.POP.

possibile utilizzare lo strumento Covarianza per analizzare ogni coppia di variabili di misura per determinare se le due
variabili di misura tendono a crescere proporzionalmente, ovvero se i valori elevati di una variabile tendono a essere
associati ai valori elevati dell'altra (covarianza positiva), se i valori bassi di una variabile tendono a essere associati ai
valori elevati dell'altra (covarianza negativa) o se non esiste correlazione tra i valori delle due variabili (covarianza
prossima a 0 (zero)).

Statistica descrittiva

Lo strumento di analisi Statistica descrittiva genera un rapporto di statistica univariata per i dati dell'intervallo di input,
fornendo informazioni sulla tendenza centrale e la variabilit dei dati.

Smorzamento esponenziale

Lo strumento di analisi Smorzamento esponenziale consente di prevedere un valore basato sulla previsione per il
periodo precedente, con la correzione dell'errore della previsione precedente. Questo strumento utilizza una costante di
smorzamento a il cui valore assoluto determina in quale misura le previsioni rispondono agli errori della previsione
precedente.

NOTA

I valori da 0,2 a 0,3 rappresentano costanti di smorzamento accettabili e indicano che necessario adeguare la

previsione corrente dal 20 al 30 percento a causa di errori nella previsione precedente. Valori superiori consentono di
ottenere risposte pi rapide ma possono produrre proiezioni non corrette. L'utilizzo di costanti pi piccole pu
determinare ritardi notevoli per i valori di previsione.

Test F a due campioni per varianze

Lo strumento di analisi Test F a due campioni per varianze consente di eseguire un test F a due campioni per
confrontare le varianze di due popolazioni.

ad esempio possibile utilizzarlo su campioni di tempi ottenuti da due squadre in una gara di nuoto. Questo strumento
fornisce il risultato della verifica dell'ipotesi nulla secondo cui i due campioni provengono da distribuzioni con varianze
uguali rispetto all'alternativa secondo cui le varianze nelle distribuzioni sottostanti non sono uguali.

Lo strumento calcola il valore f di una Statistica F (o rapporto F). Un valore di f prossimo a 1 dimostra che le varianze
delle popolazioni sottostanti sono uguali. Nella tabella di output, se f < 1, P(F <= f) una coda fornisce la probabilit di
osservare un valore della Statistica F inferiore a f quando le varianze delle popolazioni sono uguali e F critico una coda
fornisce il valore critico inferiore a 1 per il livello di significativit scelto, ovvero Alfa. Se f > 1, P(F <= f) una coda

fornisce la probabilit di osservare un valore della Statistica F maggiore di f quando le varianze delle popolazioni sono
uguali e F critico una coda fornisce il valore critico maggiore di 1 per Alfa.

Analisi di Fourier
Lo strumento Analisi di Fourier consente di risolvere i problemi nei sistemi lineari e di analizzare i dati periodici
utilizzando il metodo Fast Fourier Transform (FFT) per la trasformazione dei dati. Questo strumento supporta anche le
trasformazioni inverse, in cui l'inversa dei dati trasformati restituisce i dati originali.

Istogramma
Lo strumento di analisi Istogramma consente di calcolare le frequenze individuali e cumulative per un intervallo di celle e
di classi di dati. Questo strumento genera dati per il numero di occorrenze di un valore in un insieme di dati.
ad esempio possibile determinare la distribuzione dei voti espressi in lettere in una classe di 20 studenti. Nella tabella
dell'istogramma vengono illustrati i limiti dei voti espressi in lettere e il numero di voti compresi tra il limite inferiore e il
limite corrente. Il singolo voto pi frequente rappresenta la moda dei dati.

Media mobile
Lo strumento di analisi Media mobile consente di proiettare valori nel periodo di previsione sulla base del valore medio
della variabile calcolata su un numero specifico di periodi precedenti. Una media mobile fornisce le informazioni sulla
tendenza che una semplice media di tutti i dati cronologici non sarebbe in grado di fornire. Utilizzare questo strumento
per prevedere vendite, inventari e altre tendenze. Ciascun valore di previsione si basa sulla formula seguente:

dove:

N il numero di periodi precedenti da includere nella media mobile

Aj il valore effettivo nel momento j

Fj il valore previsto nel momento j

Generazione di un numero casuale

Lo strumento di analisi Generazione di un numero casuale consente di riempire un intervallo con numeri casuali
indipendenti estratti da una delle distribuzioni. possibile caratterizzare i soggetti di una popolazione con una
distribuzione di probabilit. ad esempio possibile utilizzare una distribuzione normale per caratterizzare la popolazione
di altezze di individui oppure utilizzare una distribuzione di Bernoulli a due possibili esiti per caratterizzare la popolazione
di risultati del lancio di una moneta.

Rango e percentile

Lo strumento di analisi Rango e percentile consente di generare una tabella contenente il rango ordinale e percentuale di
ogni valore di un insieme di dati. possibile analizzare la posizione relativa dei valori in un insieme di dati. Questo
strumento utilizza le funzioni del foglio di lavoro RANGO e PERCENT.RANGO. La funzione RANGO non considera i
valori correlati. Se si desidera che vengano considerati, utilizzare la funzione del foglio di lavoro RANGO insieme al
fattore di correzione consigliato nella Guida per la funzione RANGO.

Regressione

Lo strumento di analisi Regressione consente di eseguire un'analisi lineare della regressione utilizzando il metodo dei
minimi quadrati per adattare una retta a un insieme di osservazioni. possibile analizzare l'effetto di una o pi variabili
indipendenti su una singola variabile dipendente. ad esempio possibile analizzare il modo in cui le prestazioni di un
atleta sono influenzate da fattori quali l'et, la statura e il peso. possibile ripartire la misura delle prestazioni tra questi
tre fattori in base a un insieme di dati delle prestazioni e quindi utilizzare i risultati per prevedere le prestazioni di un altro
atleta non analizzato.

Lo strumento Regressione utilizza la funzione del foglio di lavoro REGR.LIN.

Campionamento

Lo strumento di analisi Campionamento consente di creare un campione da una popolazione considerando l'intervallo di
input come una popolazione. Quando la popolazione troppo vasta per essere elaborata o tracciata in un grafico,
possibile utilizzare un campione rappresentativo. inoltre possibile creare un campione che contenga solo i valori di una
determinata parte di un ciclo, se si ritiene che i dati di input siano periodici. Se ad esempio l'intervallo di input contiene i
valori delle vendite trimestrali, il campionamento con un tasso periodico di quattro determiner l'inserimento nell'intervallo
di output dei valori relativi allo stesso trimestre.

Test t

Gli strumenti di analisi Test t: due campioni consentono di verificare l'uguaglianza delle medie della popolazione
sottostante ogni campione. Questi tre strumenti utilizzano presupposti diversi, ovvero che le varianze della popolazione
siano uguali, che le varianze della popolazione non siano uguali e che i due campioni rappresentino osservazioni degli
stessi soggetti prima e dopo un esperimento.

Per tali strumenti viene calcolato un valore di una Statistica t, ovvero t, e tale valore viene indicato nelle tabelle di output
come "Stat t. A seconda dei dati, il valore t pu essere negativo o non negativo. A partire dal presupposto di medie della
popolazione sottostante uguali, se t < 0, P(T <= t) una coda fornisce la probabilit che venga osservato un valore della
Statistica t pi negativo di t. Se t >=0, P(T <= t) una coda fornisce la probabilit che venga osservato un valore della
Statistica t pi positivo di t. t critico una coda fornisce il valore massimo, in modo che la probabilit di osservare un
valore della Statistica t maggiore o uguale a t critico una coda corrisponda ad Alfa.

P(T <= t) due code fornisce la probabilit che venga osservato un valore della Statistica t maggiore in termini di valore
assoluto di t. P critico due code fornisce il valore massimo, in modo che la probabilit di osservare un valore della
Statistica t maggiore in termini di valore assoluto di P critico due code corrisponda ad Alfa.

Test t: due campioni accoppiati per medie


possibile utilizzare un test accoppiato quando esiste un naturale appaiamento tra le osservazioni dei campioni, come
nel caso di una duplice verifica di un gruppo campione, prima e dopo un esperimento. Questo strumento di analisi e la
relativa formula consentono di eseguire un test t di Student a due campioni accoppiati per determinare la probabilit che
le osservazioni precedenti e quelle successive a un esperimento derivino da distribuzioni con medie di popolazione
uguali. Questa forma del test t non presuppone che le varianze di entrambe le popolazioni siano uguali.

NOTA

Tra i risultati generati da questo strumento inclusa la varianza complessiva, una misura cumulativa

dell'ampiezza dei dati rispetto alla media, derivata dalla formula seguente:

Test t: due campioni assumendo uguale varianza


Questo strumento di analisi consente di eseguire un test t di Student a due campioni. Questa forma del test t, definita
test t omoschedastico, presuppone che due insiemi di dati derivino da distribuzioni con le stesse varianze. possibile
utilizzare questo test t per determinare la probabilit che i due campioni derivino da distribuzioni con medie di
popolazione uguali.

Test t: due campioni assumendo varianze diverse


Questo strumento di analisi consente di eseguire un test t di Student a due campioni. Questa forma del test t, definita
test t eteroschedastico, presuppone che i due insiemi di dati derivino da distribuzioni con varianze diverse. Come per il
test delle varianze uguali descritto in precedenza, possibile utilizzare questo test t per determinare la probabilit che i
due campioni derivino da distribuzioni con medie di popolazione uguali. Utilizzare questo test quando i due campioni
includono soggetti distinti. Utilizzare il test a due campioni accoppiati, illustrato nell'esempio seguente, quando
disponibile un unico insieme di soggetti e i due campioni rappresentano le misure per ogni soggetto prima e dopo un
esperimento.

Per determinare il valore statistico t viene utilizzata la formula seguente:

La formula seguente viene utilizzata per calcolare i gradi di libert (df). Poich il risultato del calcolo non in genere un
valore intero, il valore di df viene arrotondato all'intero pi vicino in modo da ottenere un valore critico dalla tabella t. La
funzione del foglio di lavoro di Microsoft Office Excel TEST.T utilizza il valore df calcolato non arrotondato, poich
possibile calcolare un valore per la funzione TEST.T con un valore di df non intero. A causa dei diversi approcci utilizzati
nella definizione dei gradi di libert, i risultati della funzione TEST.T e dello strumento Test t saranno diversi nel caso di
varianze uguali.

Test z

Lo strumento di analisi Test z: due campioni per medie consente di eseguire un test z a due campioni per medie con
varianze note. Questo strumento viene utilizzato per verificare l'ipotesi nulla secondo cui non esiste differenza tra due
medie di popolazione rispetto all'ipotesi unilaterale o bilaterale alternativa. Se le varianze sono note, invece
consigliabile utilizzare la funzione del foglio di lavoro TEST.Z.

Quando si utilizza lo strumento Test z necessario fare attenzione all'interpretazione dell'output. P(Z <= z) una coda
corrisponde a P(Z >= ABS(z)), ovvero la probabilit di un valore z diverso da 0 nella stessa direzione del valore z
osservato quando non esiste differenza tra le medie della popolazione. P(Z <= z) due code corrisponde a P(Z >=
ABS(z) o Z <= -ABS(z)), ovvero la probabilit di un valore z diverso da 0 in entrambe le direzioni rispetto al valore z
osservato quando non esiste differenza tra le medie della popolazione. Il risultato a due code corrisponde al risultato a
una coda moltiplicato per 2. Lo strumento Test z pu inoltre essere utilizzato nel caso in cui l'ipotesi nulla preveda
l'esistenza di un valore specifico diverso da zero per la differenza tra le medie delle due popolazioni. ad esempio
possibile utilizzare questo test per determinare le differenze tra le prestazioni di due modelli di automobili.

NOTE

possibile utilizzare le funzioni di analisi dei dati solo in un foglio di lavoro alla volta. Quando si eseguono analisi
di dati su gruppi di fogli di lavoro, i risultati verranno visualizzati sul primo foglio di lavoro, mentre negli altri fogli
verranno visualizzate delle tabelle formattate vuote. Per analizzare i dati dei rimanenti fogli di lavoro, utilizzare
nuovamente lo strumento di analisi per ciascuno di essi.
Per informazioni dettagliate sui metodi e gli algoritmi statistici utilizzati per creare le funzioni e gli strumenti statistici
di Microsoft Office Excel, vedere Una bibliografia dei metodi e degli algoritmi statistici.

Ottenere il risultato desiderato modificando un


valore mediante Ricerca obiettivo
Se si conosce il risultato desiderato di una formula, ma non il valore di input necessario per ottenerlo, possibile
utilizzare la funzionalit Ricerca obiettivo che consente, ad esempio, di modificare il tasso di interesse nella cella B3 fino
a quando il valore del pagamento in B4 pari a ( 900,00).

1.

Nel gruppo Strumenti dati della scheda Dati fare clic su Analisi di simulazione, quindi su Ricerca obiettivo.

2.

Immettere nella casella Imposta la cella il riferimento alla cella contenente la formula (formula: Sequenza di
valori, riferimenti di cella, nomi, funzioni oppure operatori contenuti in una cella che, insieme, generano un nuovo
valore. Una formula inizia sempre con un segno di uguale (=).) che si desidera risolvere. Nell'esempio si tratta
della cella B4.

3.

Nella casella Al valore digitare il risultato desiderato. In questo esempio si tratta di -900.

4.

Nella casella Cambiando la cella immettere il riferimento alla cella contenente il valore che si desidera modificare.
In questa formula si tratta della cella B3.

NOTA

La formula contenuta nella cella specificata in Imposta la cella deve essere collegata al riferimento

stabilito.

Attivazione di Excel
Attivazione delle applicazioni di Microsoft Office
Installazione o rimozione di singole applicazioni e componenti di Office
Condizioni di licenza software Microsoft

Attivazione delle applicazioni di Microsoft Office


Di seguito vengono fornite informazioni utili per l'attivazione delle applicazioni di Microsoft Office System 2007. Per
informazioni per la risoluzione dei problemi, visitare il sito del Supporto Tecnico Microsoft.

Informazioni sull'attivazione
Per continuare a utilizzare tutte le caratteristiche del prodotto, necessario attivarlo. L'Attivazione di un prodotto
Microsoft una tecnologia antipirateria di Microsoft progettata per verificare che i prodotti software dispongano di
regolare licenza.

Durante il processo di attivazione del prodotto viene verificato che il codice "Product Key" di un programma software,
utilizzato per l'installazione, non sia stato utilizzato in un numero di personal computer superiore a quello previsto dalla
licenza per il software.

Attivazione delle applicazioni di Microsoft Office


Quando si avvia un'applicazione Office per la prima volta, viene chiesto di immettere il codice "Product Key", qualora ci
non sia stato gi fatto nel corso dell'installazione.

Periodo di prova Prima di immettere un codice "Product Key" valido possibile eseguire il software per 25 volte
(periodo di prova). Durante il periodo di prova potrebbero essere attivati alcuni programmi o caratteristiche non inclusi
nel prodotto acquistato. Dopo l'immissione di un codice "Product Key" valido verranno visualizzati solo i programmi e le
caratteristiche che sono stati effettivamente acquistati.

Modalit a funzionalit ridotte Dopo il periodo di prova, se non stato immesso un codice "Product Key" valido, il
software passa in modalit a funzionalit ridotte. In questa modalit il software funziona in modo simile a un
visualizzatore. Non possibile salvare le modifiche a un documento o creare nuovi documenti e le funzionalit
potrebbero essere ridotte. In modalit a funzionalit ridotte non verr danneggiato alcun file o documento esistente e
dopo l'immissione del codice "Product Key" e l'attivazione del software, verranno ripristinate tutte le funzionalit dei
programmi e delle caratteristiche del prodotto acquistato.

Attivazione tramite Internet o telefonica


Quando si immette un codice "Product Key" valido, viene eseguita automaticamente l'Attivazione guidata che consente
di scegliere tra due opzioni:

Attivazione tramite Internet Tramite la connessione a Internet dell'utente vengono automaticamente contattati i
server di licenze di Microsoft. Se si utilizza un codice "Product Key" valido che non sia gi stato utilizzato per un
numero di installazioni superiore a quello consentito, il prodotto verr attivato immediatamente.
Quando si sceglie l'attivazione tramite Internet, il numero di serie (derivato dal codice "Product Key"
dell'installazione) viene inviato a Microsoft con un trasferimento crittografato. Il prodotto verr attivato non appena
il computer ricever una risposta (ID di conferma). Se si decide di attivare il prodotto tramite Internet e non si gi
connessi, la procedura guidata informer l'utente che la connessione non attiva.

Attivazione telefonica possibile chiamare un operatore del servizio clienti per ricevere assistenza
sull'attivazione del prodotto.
L'attivazione telefonica pu richiedere pi tempo dell'attivazione tramite Internet. necessario essere davanti al
computer al momento della telefonata e disporre del codice "Product Key" del software in questione. I numeri
telefonici del servizio clienti variano in base alla licenza del prodotto e al paese. Utilizzare i numeri indicati
nell'Attivazione guidata per chiamare un operatore del servizio clienti di Microsoft.

IMPORTANTE

I numeri del servizio clienti non vengono elencati in questo articolo poich sono molti e il particolare

numero da chiamare dipende da vari fattori. I prodotti Microsoft sono disponibili con vari tipi di licenze, tra cui
licenze Retail, OEM e Volume License. I numeri telefonici variano in base alla licenza e al paese. Per chiamare un
operatore del servizio clienti di Microsoft, utilizzare il numero indicato nel passaggio 2 dell'Attivazione guidata.

1.

Nell'Attivazione guidata selezionare il paese in cui si risiede e si prevede di utilizzare il prodotto. Nella
procedura guidata vengono indicati uno o pi numeri telefonici.

2.

Chiamare il servizio clienti. L'operatore del servizio clienti chieder l'ID di installazione, visualizzato sullo
schermo, e altre informazioni necessarie. Al termine della verifica dell'ID di installazione, si ricever un ID di
conferma.

3.

Durante l'Attivazione guidata immettere l'ID di conferma negli appositi spazi nella parte inferiore della
schermata e quindi premere INVIO.

NOTE

L'attivazione telefonica non disponibile per le versioni di valutazione e in abbonamento. I servizi Microsoft

Text Telephone (TT/TTY) sono disponibili per gli audiolesi o con problemi di udito. Negli Stati Uniti possibile
comporre il numero (800) 718-1599 utilizzando un modem TT/TTY. Per gli utenti non residenti negli Stati Uniti, il
numero da comporre con un modem TT/TTY il seguente: (716) 871-6859. I servizi TT/TTY sono disponibili solo
in inglese.

Attivazione successiva all'installazione


Se non si desidera attivare la copia del software al momento dell'installazione, possibile farlo in un secondo tempo.

1.

Eseguire una delle operazioni seguenti in queste applicazioni di Microsoft Office System 2007:

Access, Excel, PowerPoint o Word

1.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

2.

Scegliere Risorse quindi fare clic su Attiva.

quindi scegliere Opzioni di nome applicazione.

InfoPath, OneNote, Outlook, Publisher, Project, SharePoint Designer o Visio

Scegliere Attiva prodotto dal menu ?.


Seguire le istruzioni dell'Attivazione guidata.

Se si verifica un problema durante l'attivazione, chiamare un operatore del servizio clienti utilizzando il numero
telefonico indicato nella procedura guidata.

NOTA

Il supporto telefonico non disponibile per le versioni di valutazione e in abbonamento e pertanto nella

procedura guidata non verranno forniti numeri di telefono per queste versioni.

Verifica dello stato di attivazione del software


1.

Eseguire una delle operazioni seguenti in queste applicazioni di Microsoft Office System 2007:

Access, Excel, PowerPoint o Word

1.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

2.

Scegliere Risorse quindi fare clic su Attiva.

quindi scegliere Opzioni di nome applicazione.

InfoPath, OneNote, Outlook, Publisher, Project, SharePoint Designer o Visio

Scegliere Attiva prodotto dal menu ?.

Se il software gi attivato, verr visualizzato il messaggio di conferma seguente:

Il prodotto gi stato attivato.

Se il software non attivato, l'Attivazione guidata verr avviata e sar necessario seguire le istruzioni in essa
riportate.

Informazioni sulla versione di valutazione


Una versione di valutazione consente di provare Office versione 2007 per un periodo limitato, in genere 30 o 60 giorni.

NOTA

Alcune versioni di valutazione non possono essere convertite al prodotto completo. In questi casi necessario

disinstallare la versione di valutazione e installare il prodotto completo separatamente.

Informazioni sull'opzione Converti


L'opzione Converti consente di acquistare il prodotto completo, se desiderato, al termine del periodo di prova di una
versione di valutazione. In questo caso viene richiesto di fornire il codice "Product Key" di cui si gi in possesso o che
verr acquistato in linea.

Installazione o rimozione di singole applicazioni e


componenti di Office
Quando si tenta per la prima volta di utilizzare una caratteristica non ancora installata, in genere Microsoft Office System
2007 la installa automaticamente.

Se la caratteristica desiderata non viene installata automaticamente, eseguire le operazioni seguenti:

1.

Chiudere tutti i programmi.

2.

In Microsoft Windows fare clic sul pulsante Start e quindi scegliere Pannello di controllo.

3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Microsoft Windows Vista Fare clic su Programmi e quindi su Programmi installati. Fare clic sul nome
dell'edizione o dell'applicazione di Microsoft Office che si desidera modificare e quindi su Cambia.

NOTA

In Visualizzazione classica fare doppio clic su Programmi e quindi scegliere Programmi installati.

Fare clic sul nome dell'edizione o dell'applicazione di Microsoft Office che si desidera modificare e quindi su
Cambia.

Microsoft Windows XP Fare clic su Installazione applicazioni e quindi su Cambia/Rimuovi programmi.


Fare clic sul nome dell'edizione o dell'applicazione di Microsoft Office che si desidera modificare e quindi su
Cambia.

NOTA

Nella visualizzazione classica fare doppio clic su Installazione applicazioni, fare clic sul nome

dell'edizione o dell'applicazione di Microsoft Office che si desidera modificare e quindi su Cambia.

4.

Nella finestra di dialogo Installazione di Microsoft Office System 2007 fare clic su Aggiungi/Rimuovi
caratteristiche e quindi su Avanti.

5.

Fare clic sulle opzioni di installazione personalizzata desiderate:

Fare clic sul segno pi (+) per espandere una cartella e visualizzare altre caratteristiche.

Il simbolo accanto a ciascuna caratteristica indica il relativo metodo di installazione predefinito. Per
modificare il metodo di installazione, fare clic sul simbolo e quindi selezionare un altro simbolo nell'elenco
visualizzato. Di seguito vengono descritti i simboli con il relativo significato:

Esecuzione dal computer locale La caratteristica verr installata e memorizzata nel disco rigido al
termine della procedura di installazione. Le caratteristiche secondarie non verranno installate n
memorizzate nel disco rigido.

Esecuzione completa dal computer locale La caratteristica e tutte le caratteristiche secondarie


verranno installate e memorizzate nel disco rigido al termine della procedura di installazione.

Installazione al primo utilizzo La caratteristica verr installata nel disco rigido la prima volta che
verr utilizzata. In quel momento potr essere necessario accedere al CD o al server di rete dal quale
stata eseguita l'installazione originale. possibile che l'opzione non sia disponibile per tutte le
caratteristiche.

Non disponibile La caratteristica non verr installata in quanto non disponibile.

Se una caratteristica include caratteristiche secondarie, un simbolo con sfondo bianco indica che verr
utilizzato lo stesso metodo di installazione per la caratteristica e tutte le caratteristiche secondarie
corrispondenti. Un simbolo con sfondo grigio indica che per la caratteristica e le relative caratteristiche
secondarie sono selezionati metodi di installazione diversi.

inoltre possibile utilizzare la tastiera per visualizzare le caratteristiche e modificarne le opzioni. Utilizzare i
tasti freccia SU e freccia GI per selezionare le caratteristiche. Utilizzare il tasto freccia DESTRA per
espandere la struttura di una caratteristica contenente una o pi caratteristiche secondarie. Utilizzare il tasto
freccia SINISTRA per comprimere una caratteristica espansa. Dopo aver selezionato la caratteristica da
modificare, premere la BARRA SPAZIATRICE per visualizzare il menu delle opzioni di installazione
disponibili. Utilizzare i tasti freccia SU e freccia GI per selezionare l'opzione di installazione desiderata e
quindi premere INVIO.

6.

Al termine della scelta delle opzioni di installazione personalizzata desiderate, eseguire una delle operazioni
seguenti:

Fare clic su Aggiorna. Questo pulsante visualizzato se viene rilevata una versione precedente della
stessa applicazione di Office nel computer in uso.

Fare clic su Installa ora. Questo pulsante visualizzato se non viene rilevata una versione precedente della
stessa applicazione di Office nel computer in uso.
.

Condizioni di licenza software Microsoft


Le Condizioni di licenza software Microsoft definiscono le condizioni legali che regolano l'utilizzo del software. Durante
l'installazione, selezionare la casella di controllo Accetto i termini del contratto per attivare il pulsante Continua.

Per visualizzare le Condizioni di licenza software Microsoft relative al prodotto in uso dopo averlo installato, eseguire una
delle operazioni riportate di seguito nelle applicazioni di Microsoft Office System 2007 seguenti:

Access, Excel, PowerPoint o Word

1.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliere Opzioni nome applicazione, dove nome

applicazione rappresenta il nome dell'applicazione aperta, ad esempio Opzioni Word.


2.

Fare clic su Risorse e quindi su Informazioni su.

3.

Fare clic su Visualizza Condizioni di licenza software Microsoft.

Raccolta multimediale, InfoPath, OneNote, Outlook, Publisher, Project, SharePoint Designer o Visio

1.

Scegliere Informazioni su nome applicazione dal menu ?, dove nome applicazione rappresenta il nome
dell'applicazione aperta, ad esempio Informazioni su Microsoft Office Outlook.

2.

Fare clic su Visualizza Condizioni di licenza software Microsoft.

Se viene visualizzato un messaggio di errore o si verifica un problema, visitare il Centro Risorse per l'installazione della
famiglia di prodotti Microsoft Office 2007 per informazioni sulla risoluzione dei problemi e su come contattare il Servizio
Supporto Tecnico Clienti Microsoft.

Automazione e programmabilit
Firma digitale di un progetto macro
Visualizzazione della Guida per lo sviluppo di soluzioni con Visual Basic, Applications Edition

Firma digitale di un progetto macro


In questo articolo viene illustrata la procedura per aggiungere una firma digitale (firma digitale: Timbro di autenticazione
elettronico e crittografato applicato a una macro o un documento per motivi di protezione. La firma digitale conferma che
la macro o il documento provengono dal firmatario e che non sono stati alterati.) a un file o a un progetto macro (progetto
macro: Insieme di componenti, inclusi moduli, codice e moduli di classe, che costituiscono una macro. I progetti macro
creati in Microsoft Visual Basic, Applications Edition possono essere inclusi nei componenti aggiuntivi e nella maggior
parte dei programmi di Microsoft Office.) utilizzando un certificato (certificato: Strumento digitale per fornire identit e
autenticit. I certificati vengono emessi da un'autorit di certificazione e, analogamente alle patenti di guida, hanno una
scadenza o possono essere revocati.). Se non si dispone gi di un certificato digitale, necessario ottenerne uno. Per
testare progetti macro nel computer in uso, possibile creare un certificato autofirmato con lo strumento Selfcert.exe.

Richiesta di un certificato digitale per la firma


possibile ottenere un certificato digitale da un'autorit di certificazione (CA) (autorit di certificazione: Organizzazione
commerciale che emette certificati digitali, registra gli utenti associati a un certificato, sottoscrive i certificati per
attestarne la validit e tiene traccia dei certificati revocati o scaduti.) commerciale, dall'amministratore della protezione
interna o da esperto di IT.

Per ulteriori informazioni sulle autorit di certificazione che offrono servizi per i prodotti Microsoft, vedere l'elenco dei
membri del programma Microsoft Root Certificate.

Creazione di un certificato digitale per l'autofirma


Poich un certificato digitale creato da un utente non viene rilasciato da un'autorit di certificazione formale, i progetti
macro firmati utilizzando un certificato di questo tipo verranno considerati progetti autofirmati. Microsoft Office considera
attendibile un certificato autofirmato solo se tale certificato presente nell'archivio Certificati personali di un computer.

Creazione di un certificato autofirmato


1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

In Microsoft Windows Vista fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Microsoft Office,
Strumenti di Office e quindi Certificato digitale per progetti VBA. Nella casella Nome certificato digitare
un nome descrittivo per il certificato.

In Microsoft Windows XP fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Microsoft Office,
Strumenti di Office e quindi Certificato digitale per progetti VBA. Nella casella Nome certificato digitare
un nome descrittivo per il certificato.

2.

Quando viene visualizzato il messaggio di conferma del certificato, fare clic su OK.

Per visualizzare il certificato nell'archivio Certificati personali, eseguire le operazioni seguenti:

1.

Aprire Windows Internet Explorer.

2.

Scegliere Opzioni Internet dal menu Strumenti e quindi fare clic sulla scheda Contenuto.

3.

Fare clic su Certificati e quindi sulla scheda Personali.

Firma digitale di un progetto macro


1.

Aprire il file contenente il progetto macro che si desidera firmare.

2.

Eseguire le operazioni seguenti in queste applicazioni di Microsoft Office System 2007:

Word, Excel o PowerPoint

Nel gruppo Codice della scheda Sviluppo fare clic su Visual Basic.

Se la scheda Sviluppo non disponibile, fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi su

Opzioni di Nome programma, dove Nome programma il nome del programma in uso, ad esempio
Opzioni di Word. Fare clic su Impostazioni generali e selezionare la casella di controllo Mostra scheda
Sviluppo sulla barra multifunzione.

Visio, Outlook o Publisher

Scegliere Macro dal menu Strumenti e quindi Visual Basic Editor.

3.

In Gestione progetti di Visual Basic Editor selezionare il progetto che si desidera firmare.

4.

Scegliere Firma digitale dal menu Strumenti.

5.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Se in precedenza non stato selezionato alcun certificato digitale o si desidera utilizzarne un altro, fare clic
su Scegli, selezionare il certificato, quindi fare due volte clic su OK.

Per utilizzare il certificato corrente, fare clic su OK.

NOTE

Firmare le macro solo dopo che la soluzione stata verificata ed pronta per la distribuzione, poich quando si
altera il codice di un progetto macro firmato, la relativa firma digitale viene rimossa. Se tuttavia si dispone del
certificato digitale valido utilizzato in precedenza per firmare il progetto nel computer in uso, il progetto macro verr
nuovamente firmato al momento del relativo salvataggio.
Per impedire agli utenti della soluzione di modificare accidentalmente il progetto macro e di invalidare la firma,
bloccare il progetto macro prima di firmarlo. La firma digitale indica soltanto che il progetto non stato manomesso
dopo che stato firmato, ma non prova che il progetto macro sia stato scritto dal firmatario. Il blocco del progetto
macro non impedisce pertanto a un altro utente di sostituire la firma digitale con un'altra firma. Gli amministratori
aziendali possono firmare nuovamente i modelli (modello: File o pi file che contengono la struttura e gli strumenti
per definire elementi quali stile e layout di pagina di file finiti. Ad esempio, i modelli di Word consentono di definire

le caratteristiche di un singolo documento e i modelli di FrontPage consentono di definire un intero sito Web.) e i
componenti aggiuntivi (componente aggiuntivo: Programma supplementare che consente di aggiungere
caratteristiche o comandi personalizzati a Microsoft Office.) in modo da controllare con maggior precisione i codici
che possono essere eseguiti dagli utenti.
Se si crea un componente aggiuntivo che consente di aggiungere codice a un progetto macro, il codice deve
essere in grado di stabilire se il progetto contiene una firma digitale e avvisare gli utenti delle conseguenze
derivanti dalla modifica di un progetto firmato prima che procedano.
Quando si firmano digitalmente le macro, importante ottenere un indicatore di data e ora in modo che altri utenti
possano verificare la firma anche dopo la scadenza del certificato utilizzato. Se si firmano macro senza indicatore
di data e ora, la firma rimarr valida solo per il periodo di validit del certificato.

Visualizzazione della Guida per lo sviluppo di


soluzioni con Visual Basic, Applications Edition
Eseguire le operazioni seguenti nelle applicazioni di Microsoft Office corrispondenti:

Word, Excel, Outlook o PowerPoint

1.

Nella scheda Sviluppo fare clic su Visual Basic.

La scheda Sviluppo non visualizzata

Word, Excel o PowerPoint

1.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi su Opzioni di Nome programma, dove Nome

programma il nome del programma in uso, ad esempio Opzioni di Word.


2.

Scegliere Impostazioni generali e quindi selezionare la casella di controllo Mostra scheda Sviluppo sulla
barra multifunzione.

Outlook

3.

Scegliere Opzioni dal menu Strumenti.

4.

Sulla scheda Altro fare clic su Opzioni avanzate e quindi selezionare la casella di controllo Mostra scheda
Sviluppo sulla barra multifunzione.

2.

Scegliere Guida di Microsoft Visual Basic dal menu ?.

3.

Nella casella Digitare le parole da cercare digitare il metodo, la propriet, la funzione, l'istruzione o l'oggetto su
cui si desidera visualizzare le informazioni della Guida, oppure formulare una query.

Visio

1.

Scegliere Riferimenti per sviluppatori dal menu ?.

Esecuzione in modalit sviluppatore

1.

Scegliere Opzioni dal menu Strumenti.

2.

Nella scheda Avanzate, in Opzioni avanzate selezionare la casella di controllo Esegui in modalit
sviluppatore.

2.

Nella finestra della Guida fare clic su Guida di riferimento al linguaggio Visual Basic, Applications Edition.

3.

Nella casella Digitare le parole da cercare digitare il metodo, la propriet, la funzione, l'istruzione o l'oggetto su
cui si desidera visualizzare le informazioni della Guida, oppure formulare una query.

Access

1.

Nel gruppo Macro della scheda Strumenti database fare clic su Visual Basic.

2.

In Visual Basic Editor, dal menu ?, scegliere Guida di Microsoft Visual Basic.

3.

Scegliere Guida di riferimento a Visual Basic per Microsoft Access dal menu ?.

4.

Nella casella Digitare le parole da cercare digitare il metodo, la propriet, la funzione, l'istruzione o l'oggetto su
cui si desidera visualizzare le informazioni della Guida, oppure formulare una query.

Collaborazione
Panoramica della condivisione e della collaborazione con i dati di Excel
Limitazione delle autorizzazioni per l'accesso alle informazioni riservate in file di Office
Richiesta di apertura di un file in sola lettura

Panoramica della condivisione e della


collaborazione con i dati di Excel

Esistono molti modi per condividere, analizzare e comunicare le informazioni e i dati aziendali in Microsoft Office Excel
2007. La modalit scelta per la condivisione dei dati dipende da molti fattori, incluso il modo in cui si desidera che gli altri
utenti visualizzino o utilizzino i dati, se ad esempio si desidera impedire la modifica di informazioni delicate o importanti
oppure consentire agli utenti di modificare i dati. possibile che sia necessario condividere i dati con utenti che non
dispongono di Microsoft Office Excel o utilizzano versioni diverse del programma, oppure che si desideri semplicemente
condividere una versione non modificabile della cartella di lavoro che possa essere inviata tramite posta elettronica e
stampata con facilit.

Questo articolo rappresenta una panoramica che illustra come condividere i dati in Excel, gli elementi necessari, anche
ad altri utenti, per visualizzare o utilizzare i dati e le limitazioni associate alla condivisione dei dati stessi. Sono inoltre
inclusi collegamenti ad articoli pi dettagliati.

Utilizzo di Excel Services per condividere i dati mantenendo


una sola versione della cartella di lavoro
Se si ha accesso a Excel Services, un componente di Microsoft Office SharePoint Server 2007 in grado di eseguire
Servizi di calcolo Excel, possibile salvare una cartella di lavoro sul server in modo che altri utenti possano accedere
alla cartella o a parte di essa all'interno di un browser.

Dopo il salvataggio sul server, le cartelle di lavoro vengono visualizzate da Microsoft Office Excel Web Access. Con
Excel Web Access, gli utenti possono visualizzare e interagire con i fogli di lavoro in un ambiente browser gi
conosciuto, nonch eseguire calcoli, creare snapshot, aggiornare i dati ed estrarre valori dalle cartelle di lavoro. Le
cartelle di lavoro possono inoltre essere utilizzate in rapporti dashboard (analogamente al cruscotto di un auto, un
rapporto dashboard presenta in modo grafico i dati fondamentali in forma di riepilogo, in modo che gli utenti possano
ottenere in modo immediato le informazioni necessarie). Inoltre, non necessario che sul computer locale degli utenti sia
installato Microsoft Office Excel 2007 per utilizzare Excel Web Access.

Nella figura seguente viene illustrato Excel Web Access in un rapporto dashboard.

Quando si salva una cartella di lavoro in Excel Services, l'intera cartella viene posizionata sul server, ma possibile
specificare le parti di essa, ad esempio singoli fogli di lavoro, intervalli denominati o grafici, che si desidera visualizzare
nel browser. inoltre possibile impostare parametri per consentire l'interattivit specificando singole celle modificabili nel
foglio di lavoro visualizzabile. Ad esempio, possibile specificare celle nelle quali gli utenti possono immettere valori
utilizzati da formule in altre celle. Gli utenti possono quindi visualizzare i risultati calcolati da Excel Services.

Utilizzare Excel Services per calcolare i dati nelle condizioni seguenti:

possibile accedere a Excel Services, un componente di Office SharePoint Server in grado di eseguire Servizi di
calcolo Excel.
Si desidera mantenere solo una copia di una cartella o di un foglio di lavoro in una posizione centralizzata e
protetta.

Gli utenti devono poter analizzare, creare grafici, eseguire pivot e interagire con i dati utilizzando un browser. Non
necessario che Excel sia installato sui computer degli utenti.
Si desidera contribuire alla protezione e alla sicurezza dei modelli di foglio di lavoro e dei dati che popolano i
modelli. possibile concedere agli utenti autorizzazioni di sola visualizzazione in modo che possano visualizzare il
foglio di lavoro nel browser, ma non accedere direttamente a esso utilizzando Excel o un altro programma client.
Inoltre, possibile controllare i componenti del foglio di lavoro che gli utenti possono visualizzare nel browser.
Si desidera utilizzare una cartella di lavoro in un rapporto dashboard su una pagina Web, dove possibile
visualizzare e analizzare rapidamente importanti informazioni sul progetto.
Si desidera utilizzare le caratteristiche di creazione di relazioni per avvisare gli utenti della presenza di relazioni
aggiornate.

Inoltre, Excel Services consente agli amministratori di gestire e distribuire a livello di programmazione o manualmente
fogli di lavoro di Excel personalizzati sul server.

Per ulteriori informazioni sull'ottimizzazione e sulla gestione delle cartelle di lavoro utilizzando Excel Services, un
componente di Office SharePoint Server, vedere Save a workbook to Excel Services.

Collaborazione su cartelle di lavoro memorizzate su un


server Document Management
Quando si desidera rendere disponibili una o pi cartelle di lavoro per la collaborazione in una posizione centralizzata,
possibile salvarle su un server Document Management, che consente di utilizzare le caratteristiche di gestione di
documenti, ad esempio flussi di lavoro automatizzati e raccolte documenti condivise, per archiviare ed estrarre i
documenti. Inoltre, se si dispone di Microsoft Windows SharePoint Services 3.0, possibile salvare il documento in
un'area spazio di lavoro condivisa per rendere ancora pi semplice la collaborazione sul documento da parte di altri
utenti e per mantenere la copia locale della cartella di lavoro sincronizzata con le modifiche dal server.

Salvataggio della cartella di lavoro su un server Document Management


possibile salvare le cartelle di lavoro su un server Document Management, ad esempio Windows SharePoint Services
3.0, per offrire agli utenti una posizione centralizzata dalla quale collaborare alla stesura dei documenti e che consenta di
sfruttare le numerose caratteristiche di gestione di documenti offerte dai sistemi server Document Management.

La collaborazione tramite un server Document Management utile nelle condizioni seguenti:

possibile accedere a un server Document Management.


Gli utenti dispongono di Excel e quindi sono in grado di aprire e utilizzare cartelle di lavoro dal server Document
Management.
Si desidera sfruttare le caratteristiche del server Document Management, ad esempio:

Flusso di lavoro automatizzato, in modo che gli utenti che utilizzano il documento siano avvisati e a
conoscenza della fase di lavoro cui stanno partecipando (revisione, feedback, approvazione e cos via), e in
modo che possano rendere disponibili informazioni e competenze secondo le necessit.

Raccolte documenti dove possibile archiviare e organizzare le cartelle di lavoro.

Archiviazione, estrazione e gestione delle versioni delle cartelle di lavoro.

Caratteristiche di amministrazione e di creazione di relazioni.

Caratteristiche di collaborazione, ad esempio siti aree di lavoro documenti.

Per pubblicare una cartella di lavoro su un server Document Management, verificare che un server di questo tipo sia

disponibile e quindi fare clic sul pulsante Office

, fare clic sulla freccia accanto a Pubblica e quindi fare clic su

Server Document Management. Nella finestra di dialogo Salva con nome scegliere una posizione di server e il nome
della cartella di lavoro e quindi fare clic su Salva.

Creazione di un sito area di lavoro documenti con Windows SharePoint


Services 3.0
Se si desidera condividere la cartella di lavoro su un sito Windows SharePoint Services 3.0 e consentire ad altri utenti di
collaborare facilmente alla sua gestione mantenendo una copia locale della cartella di lavoro sincronizzata con le
modifiche, possibile creare e utilizzare un sito area di lavoro documenti.

Un sito area di lavoro documenti un'area situata su un server di Windows SharePoint Services 3.0 utilizzabile dagli
utenti per condividere documenti e informazioni, gestire elenchi di dati pertinenti e mantenersi reciprocamente aggiornati
sullo stato di un progetto specifico.

Utilizzare un sito area di lavoro documenti nelle condizioni seguenti:

possibile accedere a un server sul quale in esecuzione Windows SharePoint Services 3.0.
possibile creare e amministrare il sito sul quale verranno archiviati i documenti e si desidera concedere agli
utenti che visitano o utilizzano il sito livelli diversi di autorizzazioni.
Gli utenti dispongono di Excel e sono quindi in grado di aprire e utilizzare cartelle di lavoro dal server.
Si desidera utilizzare un elenco delle attivit per assegnare elementi promemoria con date di scadenza per i
membri del sito area di lavoro documenti. Se un altro membro ha assegnato all'utente un'attivit, possibile
verificarla nell'elenco Attivit. Quando altri membri del team aprono l'elenco Attivit nel riquadro Area di lavoro
documenti, possono visualizzare l'avvenuto completamento dell'attivit.
Si desidera visualizzare i nomi utente dei membri del sito area di lavoro documenti in un elenco dei membri. Nel
riquadro Area di lavoro documenti sono inclusi recapiti, ad esempio stato della disponibilit, numero di telefono e
indirizzo di posta elettronica, e altre propriet, in modo che i membri possano mantenersi facilmente in contatto tra
loro. Se si utilizza la messaggistica immediata, inoltre possibile visualizzare la disponibilit in linea dei membri
del sito area di lavoro documenti.
Si desidera utilizzare gli avvisi tramite posta elettronica per comunicare ai membri le modifiche apportate a un
elenco, a un elemento particolare, ad esempio lo stato di un'attivit o a un documento nel sito area di lavoro
documenti.

Per creare un sito area di lavoro documenti da Excel e per salvare una cartella di lavoro in tale sito, verificare che
Windows SharePoint Services 3.0 sia installato e disponibile per l'utilizzo e quindi fare clic sul pulsante Microsoft Office

, fare clic sulla freccia accanto a Pubblica e quindi fare clic su Crea area di lavoro documenti. Nel riquadro
attivit digitare il nome da assegnare al sito e quindi digitare o selezionare l'URL per il server Web sul quale salvare la
cartella di lavoro.

Distribuzione di dati tramite posta elettronica, fax o stampa


Il modo forse pi comune per condividere i dati di Excel l'invio delle cartelle di lavoro tramite posta elettronica o fax,
nonch tramite la stampa e la distribuzione di stampe delle cartelle. Utilizzare la posta elettronica, il fax o la stampa per
distribuire le cartelle di lavoro nelle condizioni seguenti:

Si dispone di un programma di posta elettronica quale Microsoft Office Outlook 2007.


Si dispone di un fax o di un software per fax e di una connessione a Internet.
Si dispone di una stampante e si desidera utilizzare o distribuire stampe dei dati a scopo di riferimento.

Invio di cartelle di lavoro tramite posta elettronica


possibile inviare una cartella di lavoro da Excel o dal programma di posta elettronica utilizzato. Per inviare una cartella

di lavoro da Excel, aprire la cartella di lavoro da inviare, fare clic sul pulsante Microsoft Office

, fare clic sulla

freccia accanto a Invia e quindi fare clic su Posta elettronica.

Invio di cartelle di lavoro tramite fax


possibile inviare una cartella di lavoro via fax da Excel se si dispone di un contratto con un provider del servizio fax,
oppure se si dispone di un software per il fax e di una connessione a Internet o di un modem fax. inoltre possibile
stampare la cartella di lavoro e quindi inviarla via fax utilizzando un fax.

Per inviare una cartella di lavoro via fax da Excel, verificare di disporre di una connessione a Internet e di un contratto
con un provider del servizio fax. Aprire la cartella di lavoro che include le informazioni da inviare via fax, fare clic sul

pulsante Microsoft Office

, fare clic sulla freccia accanto a Invia e quindi fare clic su Fax Internet.

Stampa di cartelle di lavoro


possibile stampare facilmente una cartella di lavoro da Excel, Prima di stampare una cartella di lavoro contenente
grandi quantit di dati o grafici, possibile ottimizzarla rapidamente nella visualizzazione Layout di pagina, per ottenere
risultati professionali. In questa visualizzazione possibile modificare il layout e il formato dei dati cos come nella
visualizzazione Normale, con il vantaggio tuttavia di poter utilizzare i righelli per misurare la larghezza e l'altezza dei dati,
nonch modificare l'orientamento delle pagine, aggiungere o modificare le intestazioni e i pi di pagina, impostare i
margini per la stampa e nascondere o visualizzare intestazioni di riga e di colonna. Per ulteriori informazioni sulla
visualizzazione Layout di pagina, vedere Utilizzare la visualizzazione Layout di pagina per ottimizzare le pagine prima di
stamparle.

Per ulteriori informazioni sulla stampa da Excel, vedere Stampare un foglio di lavoro o una cartella di lavoro.

Scambio di cartelle di lavoro con utenti che utilizzano


versioni precedenti di Excel
Quando si desidera scambiare le cartelle di lavoro con altri utenti che potrebbero utilizzare versioni precedenti di Excel,
possibile salvare la cartella di lavoro in formato Excel 97-2003 (con estensione xls) anzich in formato XML Office Excel
2007 o binario (con estensione xlsx o xlsb) e utilizzare il documento in modalit compatibilit. Tale modalit viene
attivata automaticamente quando si apre una cartella di lavoro di Excel 972003. Il segnale visivo modalit
compatibilit viene visualizzato sulla barra del titolo del programma quando si utilizza un formato di file di una versione
precedente.

La modalit compatibilit forza la compatibilit tra Microsoft Office Excel 2003, Excel 2002, Excel 2000 e Office Excel
2007 eliminando caratteristiche di Office Excel 2007 che potrebbero aggiungere contenuti potenzialmente incompatibili
con le versioni precedenti di Office. Ad esempio, quando si utilizza la modalit compatibilit di Office Excel 2007, il nuovo
motore di creazione dei grafici di Microsoft Office System 2007 non disponibile, ma possibile aggiungere grafici
utilizzando lo stesso motore disponibile nelle versioni precedenti, il che assicura che lo scambio di grafici avvenga senza
problemi.

Quando si salva una cartella di lavoro aperta in modalit compatibilit, Excel esegue automaticamente Verifica
compatibilit per individuare eventuali problemi di compatibilit. Se non si utilizza la modalit compatibilit, comunque
possibile utilizzare Verifica compatibilit quando si salva una cartella di lavoro di Office versione 2007 nel formato di file
di una versione precedente di Excel, ad esempio quando si convertono file con estensione xlsx (formato XML Excel) in
file con estensione xls (cartella di lavoro di Excel 972003). Verifica compatibilit avvisa l'utente dei contenuti di una
cartella di lavoro che potrebbero non essere compatibili con versioni precedenti e che quindi potrebbero venire
influenzati da una conversione del formato di file.

Utilizzare la modalit compatibilit nelle condizioni seguenti:

Si desidera distribuire copie della cartella di lavoro ad altri utenti che utilizzano versioni precedenti di Excel.
Si prevede che gli altri utenti intenderanno modificare o gestire i dati distribuiti.
Si desidera che i destinatari della cartella di lavoro siano in grado di utilizzare caratteristiche di Excel note per
l'utilizzo dei dati.

Per ulteriori informazioni su come utilizzare la modalit compatibilit, vedere Using Office Excel 2007 with earlier
versions of Excel.

Distribuzione di cartelle di lavoro a utenti che non


dispongono di Excel
Un ottimo modo per consentire a utenti che non dispongono di Excel di visualizzare e interagire con i dati di Excel
l'utilizzo di Excel Services. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo di Excel Services per condividere i dati mantenendo
una sola versione della cartella di lavoro.

Se non possibile accedere a Excel Services, sar comunque possibile salvare la cartella di lavoro in formato PDF, XPS
o in altri formati di file installando un componente aggiuntivo appropriato e quindi inviare la cartella di lavoro ai destinatari
tramite posta elettronica o fax oppure salvare il file su una condivisione di rete o Web accessibile agli utenti.

Distribuzione di versioni non modificabili dei dati per la visualizzazione e


la stampa utilizzando il formato PDF o XPS
IMPORTANTE

possibile salvare un file con estensione PDF o XPS da un programma di Microsoft Office System 2007

solo dopo avere installato un componente aggiuntivo. Per ulteriori informazioni, vedere Attivare il supporto per altri
formati di file, ad esempio PDF e XPS.

Dopo aver installato il componente aggiuntivo, sar possibile salvare i dati di Excel in un formato PDF (Portable
Document Format) o XPS (XML Paper Specification) per la stampa, la pubblicazione e la distribuzione tramite posta
elettronica. Il salvataggio di un foglio di lavoro come file di tipo PDF o XPS consente l'acquisizione delle informazioni in
un formato facilmente distribuibile, che mantiene le caratteristiche di formattazione originali ma non richiede che gli altri
utenti dispongano di Excel per rivedere o stampare l'output.

Salvare il foglio di lavoro in formato PDF o XPS nelle condizioni seguenti:

Si desidera distribuire versioni non modificabili dei file tramite posta elettronica o su un server di rete o Web.
possibile che i destinatari del file non dispongano di Excel.
Si desidera che gli utenti siano in grado di stampare facilmente le informazioni.
Non si desidera che i dati di origine vengano modificati.
Non si prevede che i dati vengano aggiornati spesso.

Per ulteriori informazioni sulla conversione della cartella di lavoro in formato PDF o XPS, vedere Salvataggio di un file in
formato PDF eSalvataggio di un file in formato XPS.

Distribuzione delle cartelle di lavoro in altri formati di file


possibile salvare le cartelle di lavoro di Excel in formati di file diversi in modo che gli utenti che non dispongono di
Excel possano aprirle in altre applicazioni o sistemi di dati.

possibile salvare file di Excel come file XML, file di testo, pagine Web (file HTML) e altri formati. Per un elenco dei
formati disponibili, vedere Formati di file supportati in Excel.

IMPORTANTE

Non tutte le caratteristiche di Excel verranno mantenute quando si esegue il salvataggio in altri formati di

file. La formattazione spesso non viene mantenuta, cos come, a volte, le formule, in base al formato. Inoltre, quando si
salva in alcuni formati, viene salvato solo il foglio attivo. Pertanto, se una cartella di lavoro include pi fogli di lavoro e si
desidera salvarli tutti in un formato specifico, sar necessario salvare ogni foglio di lavoro separatamente.

Salvare le cartelle di lavoro in altri formati di file nelle condizioni seguenti:

Si desidera condividere i dati ma non necessariamente la formattazione o caratteristiche specifiche di Excel.


Si dispone di un sistema basato su XML e si desidera trasferire i dati utilizzando XML.
Sono necessari semplici file di testo da utilizzare in altri sistemi.
Si desidera pubblicare informazioni sul Web e salvare i dati di Excel come pagina Web per integrarli nel proprio
sito Web.

Per eseguire il salvataggio in un altro formato di file, fare clic su pulsante Microsoft Office

e quindi fare clic su

Salva con nome. Fare clic sulla freccia accanto all'elenco Tipo file e quindi fare clic su un tipo di file nell'elenco.

Per ulteriori informazioni sul salvataggio in altri formati di file, vedere Salvare una cartella di lavoro in un formato file
diverso.

Modifica di una cartella di lavoro da pi utenti


contemporaneamente
Se per una cartella di lavoro si desidera consentire a pi utenti di aggiungere o modificare dati contemporaneamente,
possibile configurare e salvare la cartella di lavoro come "condivisa" e quindi renderla disponibile su una condivisione di
rete (non un server Web).

Utilizzare la caratteristica Condivisione file nelle condizioni seguenti:

Si desidera che a pi utenti sia possibile modificare i dati in una cartella di lavoro contemporaneamente e la
modifica dei dati originali nella cartella di lavoro, incluse correzioni, aggiunte ed eliminazioni, non costituisce un
problema.
Si dispone di una condivisione di rete disponibile nella quale memorizzare la cartella di lavoro e alla quale gli utenti
hanno accesso.

NOTA

Pi utenti non possono modificare simultaneamente una cartella di lavoro condivisa memorizzata su un sito

di Windows SharePoint Services 3.0. Se si desidera memorizzare la cartella di lavoro su un sito di Windows
SharePoint Services 3.0, consigliabile farlo dopo il completamento delle attivit di collaborazione tramite la
condivisione.

Si desidera mantenere traccia delle modifiche apportate alla cartella di lavoro.


Una volta condivisa una cartella di lavoro, non si prevede di modificare le caratteristiche seguenti: celle unite,
formati condizionali, convalida di dati, grafici, immagini, oggetti compresi oggetti disegno, collegamenti ipertestuali,
scenari, strutture, subtotali, tabelle di dati, rapporti di tabella pivot, protezioni della cartella di lavoro e del foglio di
lavoro e macro.

IMPORTANTE

Il salvataggio di una cartella di lavoro condivisa di Office Excel 2007 in un formato di file di una versione

precedente determina l'annullamento della condivisione della cartella di lavoro e la perdita della cronologia delle
revisioni, che documenta conflitti e soluzioni. Se necessario salvare la cartella di lavoro nel formato di una versione
precedente, potrebbe essere utile salvare prima una copia della cronologia delle revisioni.

Il proprietario della cartella di lavoro pu prepararla per la condivisione immettendo e formattando i dati la cui presenza
necessaria. Al termine dell'operazione, fare clic su Condivisione file nel gruppo Revisioni della scheda Revisione,
selezionare le opzioni desiderate e quindi salvare la cartella di lavoro su una condivisione di rete (non su un server Web)
disponibile per gli utenti interessati. In alternativa possibile fare clic su Proteggi e condividi cartella di lavoro nel
gruppo Revisioni della scheda Revisione per impedire ad altri utenti di disattivare il rilevamento delle modifiche nella
cartella di lavoro.

Ogni volta che si salva una cartella di lavoro condivisa, vengono visualizzate le modifiche apportate dagli altri utenti dopo
l'ultimo salvataggio. Per mantenere la cartella di lavoro condivisa aperta per controllare lo stato di avanzamento,
possibile impostare l'aggiornamento automatico delle modifiche, a intervalli di tempo specificati, con o senza salvataggio
della cartella di lavoro.

possibile che pi utenti salvino modifiche apportate alle stesse celle. In tal caso, le modifiche entrano in conflitto e
viene visualizzata una finestra di dialogo di risoluzione dei conflitti che consente di decidere quali modifiche conservare.

Per ulteriori informazioni sulla configurazione e l'utilizzo delle cartelle di lavoro condivise, vedere Use a shared workbook
to collaborate.

Distribuzione di copie di una cartella di lavoro e quindi


unione o consolidamento dei dati da ogni copia
Distribuzione di cartelle di lavoro e unione delle modifiche da ogni cartella
Per distribuire copie di una cartella di lavoro e quindi unire le modifiche da pi copie, necessario configurare la cartella
di lavoro come condivisa (vedere Consentire a pi utenti di modificare una cartella di lavoro contemporaneamente). La
differenza sta nel fatto che, anzich memorizzare la cartella di lavoro in una posizione dalla quale pi utenti siano in
grado di modificarla, possibile distribuire copie della cartella di lavoro e consentire agli utenti di apportare modifiche e e
inviare di nuovo all'autore le cartelle di lavoro modificate. possibile memorizzare le cartelle in una posizione e quindi
fare clic su Confronta e unisci cartelle di lavoro. possibile rivedere le modifiche e accettare quelle che si desidera
mantenere e utilizzare in una cartella di lavoro principale. Per aggiungere il comando Confronta e unisci cartelle di

lavoro alla barra di accesso rapido, fare clic sul pulsante Microsoft Office

, fare clic su Opzioni di Excel e

quindi fare clic su Personalizza. Nell'elenco Scegli comandi da selezionare Tutti i comandi, selezionare Confronta e
unisci cartelle di lavoro, fare clic su Aggiungi e quindi fare clic su OK.

Utilizzare la caratteristica di confronto e unione nelle condizioni seguenti:

Si desidera raccogliere input da vari utenti chiave, ma con un maggiore controllo sulle modifiche apportate e
accettate nella versione originale.
Non si desidera memorizzare la cartella di lavoro in una posizione centralizzata accessibile da pi utenti, ma
distribuire copie della cartella stessa, ad esempio tramite posta elettronica.

Si desidera mantenere traccia delle modifiche accettate.

possibile accettare le limitazioni delle cartelle di lavoro condivise (vedere la sezione Consentire a pi utenti di
modificare una cartella di lavoro contemporaneamente).

Distribuzione di cartelle di lavoro e consolidamento dei dati da pi fogli di


lavoro
Se si configurano i fogli di lavoro con layout simili o identici e se ne inviano copie ad altri utenti perch li compilino,
possibile creare un riepilogo e riportare i risultati da tutti i fogli di lavoro in un foglio di lavoro principale. Se si dispone ad
esempio di un foglio di lavoro di spese nelle cartelle di lavoro per ogni ufficio regionale, possibile riportare le cifre in un
foglio di lavoro principale per l'intera societ.

Utilizzare il consolidamento dei dati nelle condizioni seguenti:

Si desidera raccogliere input da pi utenti chiave e riportarli in un foglio di lavoro principale.


Non si desidera memorizzare la cartella di lavoro in una posizione centralizzata accessibile da pi utenti, ma
distribuire copie della cartella stessa, ad esempio tramite posta elettronica.
Sono stati creati o si desidera creare pi fogli di lavoro simili o identici dai quali eseguire il consolidamento.

Per consolidare i dati, nel gruppo Strumenti dati della scheda Dati fare clic su Consolida e quindi digitare o selezionare
i riferimenti ai dati da consolidare.

Sono disponibili varie opzioni per il consolidamento dei dati. possibile eseguire il consolidamento dei dati:

Per posizione Scegliere questa opzione quando i dati in tutti i fogli di lavoro sono disposti in ordine e posizione identici.

Per categoria Scegliere questa opzione quando i dati in ogni foglio di lavoro sono organizzati in modo diverso, ma le
etichette delle righe e delle colonne sono le stesse ed quindi possibile utilizzarle per la corrispondenza dei dati.

Per formule 3D Scegliere questa opzione quando i fogli di lavoro non seguono uno schema coerente. possibile
creare formule che facciano riferimento a determinate celle di ogni intervallo di dati da combinare. Le formule che fanno
riferimento alle celle di pi fogli di lavoro sono dette formule 3D.

Per ulteriori informazioni, vedere Consolidare i dati in pi fogli di lavoro.

Limitazione delle autorizzazioni per l'accesso alle


informazioni riservate in file di Office
In questo articolo viene spiegato come limitare le autorizzazioni per l'accesso al contenuto di documenti, cartelle di
lavoro e presentazioni tramite Information Rights Management (IRM), disponibile in Microsoft Office System 2007. Per
informazioni sulla limitazione delle autorizzazioni per l'accesso al contenuto di messaggi di posta elettronica, vedere
Limitazione delle autorizzazioni per le informazioni riservate nei messaggi di posta elettronica.

Per informazioni sull'impostazione di una password per aprire o modificare un file, vedere Impostazione di una password
per aprire o modificare un documento, una cartella di lavoro o una presentazione. In altri articoli viene descritto l'utilizzo
delle password per proteggere la formattazione dei documenti e per proteggere le cartelle di lavoro e i relativi elementi.

Scopo e limitazioni di IRM


Information Rights Management (IRM) consente a singoli utenti e amministratori di specificare autorizzazioni di accesso
per documenti, cartelle di lavoro e presentazioni, proteggendo in questo modo le informazioni personali per evitare che
vengano stampate, inoltrate o copiate da persone non autorizzate. Dopo aver impostato autorizzazioni limitate per un file
tramite IRM, le limitazioni di accesso e utilizzo vengono applicate indipendentemente dalla posizione delle informazioni,
perch le autorizzazioni per un file di documento sono archiviate nel file stesso.

IRM consente ai singoli utenti di applicare le proprie preferenze personali in relazione alla trasmissione di informazioni
personali o private e alle organizzazioni di applicare criteri aziendali per la gestione del controllo e della diffusione di
informazioni riservate o proprietarie.

possibile utilizzare IRM per eseguire le operazioni seguenti:


Impedire a un destinatario autorizzato di contenuto con limitazioni di inoltrare, copiare, modificare, stampare,
inviare via fax o incollare il contenuto per l'utilizzo non autorizzato
Impedire la copia di contenuto con limitazioni tramite la caratteristica STAMP di Microsoft Windows
Limitare l'accesso al contenuto indipendentemente dalla destinazione
Supportare la scadenza dei file in modo che il contenuto dei documenti non sia pi visualizzabile dopo un periodo
di tempo specificato
Attivare criteri aziendali per la gestione dell'utilizzo e della diffusione di contenuto in ambito aziendale

IRM non pu essere utilizzato per:


Impedire che il contenuto venga cancellato, rubato o acquisito e trasmesso tramite programmi dannosi, ad
esempio trojan horse, keystroke logger e alcuni tipi di spyware
Impedire che il contenuto venga perso o danneggiato a causa di virus
Impedire che contenuto con limitazioni visualizzato su un monitor venga copiato a mano o ridigitato nella
schermata di un destinatario
Impedire che un destinatario scatti una foto digitale del contenuto con limitazioni visualizzata su uno schermo
Impedire che contenuto con limitazioni venga copiato utilizzando applicazioni di acquisizione schermo di terze parti

Configurazione del computer per l'utilizzo di IRM


Per utilizzare IRM in Office versione 2007, necessario disporre almeno di Windows Rights Management Services
(RMS) Client Service Pack 1 (SP1), che pu essere installato nel computer dall'utente o dall'amministratore di RMS.
L'amministratore di RMS pu configurare criteri IRM specifici della societ che definiscono quali utenti possono accedere
al contenuto e quale livello di modifica consentito per un documento, una cartella di lavoro o una presentazione.
L'amministratore di una societ pu ad esempio definire un modello di diritti denominato "Informazioni aziendali
riservate" specificando che i documenti, le cartelle di lavoro o le presentazioni che utilizzano tale criterio possono essere
aperti solo da utenti appartenenti al dominio della societ.

Installazione del client di Windows Rights Management Services (RMS)


1.

In Microsoft Windows fare clic sul pulsante Start e quindi scegliere Pannello di controllo.

2.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Microsoft Windows Vista Scegliere Programmi e quindi in Programmi installati fare clic su Installa un
programma dalla rete. Selezionare Windows Rights Management Services Client dall'elenco dei
programmi e quindi fare clic su Aggiungi.

NOTA

In Visualizzazione classica fare doppio clic su Programmi e quindi scegliere Ottieni programmi.

Selezionare Windows Rights Management Services Client dall'elenco dei programmi e quindi fare clic su
Aggiungi.

Microsoft Windows XP Fare clic Installazione applicazioni e quindi nuovamente su Installazione


applicazioni. Nel riquadro sinistro fare clic su Aggiungi nuovi programmi. Selezionare Windows Rights
Management Services Client dall'elenco dei programmi e quindi fare clic su Aggiungi.

NOTA

In Visualizzazione classica fare doppio clic su Installazione applicazioni e quindi nel riquadro

sinistro fare clic su Aggiungi nuovi programmi. Selezionare Windows Rights Management Services
Client dall'elenco dei programmi e quindi fare clic su Aggiungi.

In alternativa, quando si tenta di aprire per la prima volta i file i cui diritti sono stati gestiti tramite IRM, Office versione
2007 chieder di scaricare il Client Windows Rights Management Services. Per ulteriori informazioni sul Client Windows
Rights Management Services, visitare il sito Web Windows Rights Management Services.

Download delle autorizzazioni


La prima volta che si tenta di aprire un documento, una cartella di lavoro o una presentazione con autorizzazioni limitate,
necessario connettersi a un server di licenze per verificare le credenziali e scaricare un contratto di licenza con l'utente
finale. In tale contratto di licenza definito il livello di accesso consentito per un file. Questo processo richiesto per ogni
file con autorizzazioni limitate. In altri termini, non possibile aprire il contenuto con autorizzazioni limitate in assenza di
un contratto di licenza con l'utente finale.Per il download delle autorizzazioni necessario che Microsoft Office invii al
server di licenze le credenziali dell'utente, che includono l'indirizzo di posta elettronica, nonch informazioni sulle
autorizzazioni dell'utente. Le informazioni contenute nel documento non vengono invece inviate al server di licenze. Per
ulteriori informazioni, leggere l'informativa sulla privacy.

Limitazione delle autorizzazioni per l'accesso al contenuto di


file
Gli autori possono limitare le autorizzazioni per documenti, cartelle di lavoro e presentazioni in base ai singoli utenti, ai
singoli documenti o ai singoli gruppi. Per impostare autorizzazioni limitate a livello di gruppo, necessario il servizio di
directory Microsoft Active Directory per l'espansione dei gruppi. Gli autori utilizzano la finestra di dialogo Autorizzazioni
per assegnare agli utenti accesso in lettura e modifica, nonch per impostare le date di scadenza per il contenuto.
L'autore Davide pu ad esempio assegnare a Francesca le autorizzazioni per leggere un documento ma non apportarvi
modifiche. Davide pu quindi assegnare a Barbara le autorizzazioni per apportare modifiche e consentirle di salvare il
documento. Davide pu inoltre decidere di consentire a Francesca e Barbara di accedere al documento per cinque giorni
prima della scadenza del documento. Per informazioni sull'impostazione di una data di scadenza per un documento,
vedere Impostazione di una data di scadenza per un file.

1.

Salvare il documento, la cartella di lavoro o la presentazione.

2.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

, scegliere Prepara, Limita autorizzazioni e quindi Non

distribuire.
3.

Selezionare la casella di controllo Limita autorizzazioni per documento e quindi assegnare i livelli di accesso
desiderati per ogni utente.

possibile che le opzioni disponibili siano limitate se un amministratore ha impostato criteri di autorizzazione non
modificabili dai singoli utenti.

Livelli di autorizzazione

Lettura Gli utenti con l'autorizzazione Lettura possono leggere un documento, una cartella di lavoro o una
presentazione, che tuttavia non possono modificare, stampare o copiare.

Modifica Gli utenti con l'autorizzazione Modifica possono leggere, modificare e salvare le modifiche
apportate a un documento, a una cartella di lavoro o a una presentazione, ma non sono autorizzati a
stampare.

Controllo completo Gli utenti con l'autorizzazione Controllo completo dispongono di autorizzazioni
complete e possono eseguire su un documento, una cartella di lavoro o una presentazione tutte le
operazioni consentite all'autore, ovvero impostare la data di scadenza del contenuto, impedire la stampa e
assegnare autorizzazioni agli utenti. Dopo la scadenza delle autorizzazioni degli utenti per un documento,
tale documento potr essere aperto solo dall'autore o dagli utenti che dispongono del diritto Controllo
completo per il documento in questione. Gli autori hanno sempre l'autorizzazione Controllo completo.

4.

Per assegnare a un utente l'autorizzazione Controllo completo, fare clic su Altre opzioni, e quindi nella colonna
Livello di accesso fare clic sulla freccia e infine su Controllo completo nell'elenco Modifica.

5.

Dopo aver assegnato i livelli di autorizzazione, fare clic su OK.

Verr visualizzata la barra dei messaggi su cui indicato che per il documento attiva la gestione dei diritti. Se
necessario apportare modifiche alle autorizzazioni di accesso del documento, fare clic su Modifica
autorizzazioni.

Se un documento con autorizzazioni limitate viene inoltrato a un utente non autorizzato, verr visualizzato un
messaggio con l'indirizzo di posta elettronica o il sito Web dell'autore in modo che tale utente possa richiedere le
autorizzazioni per il documento.

Se l'autore sceglie di non includere l'indirizzo di posta elettronica, agli utenti non autorizzati verr visualizzato un
messaggio di errore.

Impostazione di una data di scadenza per un file


1.

Aprire il file.

2.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

, scegliere Prepara, Limita autorizzazioni e quindi Non

distribuire.
3.

Selezionare la casella di controllo Limita autorizzazioni per documento e quindi fare clic su Altre opzioni.

4.

In Autorizzazioni aggiuntive per gli utenti selezionare la casella di controllo Data di scadenza per documento
e quindi immettere una data.

5.

Fare clic due volte su OK.

Utilizzo di un account utente di Windows diverso per la


gestione dei diritti dei file
1.

Aprire il documento, la cartella di lavoro o la presentazione.

2.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

, scegliere Prepara, Limita autorizzazioni e quindi Gestisci

credenziali.
3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Nella finestra di dialogo Seleziona utente selezionare l'indirizzo di posta elettronica dell'account che si
desidera utilizzare e quindi fare clic su OK.

Nella finestra di dialogo Seleziona utente fare clic su Aggiungi, digitare le credenziali del nuovo account e
quindi fare clic due volte su OK.

Visualizzazione di contenuto con autorizzazioni limitate


Per visualizzare contenuto per il quale stata attivata la gestione dei diritti e per il quale si dispone di autorizzazioni
utilizzando Office versione 2007, sufficiente aprire il documento, la cartella di lavoro o la presentazione.

Se si desidera visualizzare le autorizzazioni di cui si dispone, fare clic su Visualizza autorizzazioni sulla barra messaggi
o fare clic sul pulsante sulla barra di stato nella parte inferiore della schermata.

Richiesta di apertura di un file in sola lettura


Se non si desidera che i revisori di contenuti modifichino accidentalmente un file, possibile attivare la visualizzazione di
un messaggio che all'apertura del file consiglia ma non richiede l'apertura del file in sola lettura. Un file di sola lettura pu
essere letto o copiato. Le eventuali modifiche apportate a un file di sola lettura possono essere salvate assegnando al
file un nuovo nome.

1.

Fare clic sul pulsante pulsante File

2.

Fare clic su Strumenti e quindi su Opzioni generali.

3.

Selezionare la casella di controllo Consigliata sola lettura.

4.

Fare clic su OK.

5.

Fare clic su Salva.

6.

Se richiesto, fare clic su S per aggiornare il file esistente con la nuova impostazione di sola lettura.

e quindi scegliere Salva con nome.

Pubblicazione in SharePoint Server Excel Services


Pubblicare una cartella di lavoro in Excel Services
Definire i parametri della cartella di lavoro da utilizzare in Office Excel Web Access
Modificare o rimuovere una cartella di lavoro da Excel Services
Opzioni Excel Services
Differenze nell'utilizzo di una cartella di lavoro in Excel ed Excel Services

Pubblicare una cartella di lavoro in Excel Services


Se si dispone dell'accesso a Excel Services, ovvero a un server che esegue Microsoft Office SharePoint Server 2007 e
in grado di eseguire Servizi di calcolo Excel, possibile pubblicare una cartella di lavoro in tale server, in modo tale che
gli utenti possano accedere per intero o in parte ai dati in esso contenuti tramite un browser (browser: Programma che
interpreta i file HTML, li formatta come pagine Web e li visualizza. Un browser, come Windows Internet Explorer,
consente di visitare collegamenti ipertestuali, trasferire file ed eseguire file audio o video incorporati nelle pagine Web.)
utilizzando Microsoft Office Excel Web Access.

Quando si pubblica una cartella di lavoro in Excel Services, nel server viene pubblicata l'intera cartella ma possibile
specificare quali parti della cartella, ad esempio singoli fogli di lavoro, intervalli denominati o grafici, dovranno essere
visualizzate da Excel Services in Office Excel Web Access. Se si visualizzano solo parti specifiche della cartella di lavoro
e si utilizzano le autorizzazioni di Office SharePoint Server 2007 per impedire l'accesso non autorizzato alla cartella di
lavoro, possibile garantire la riservatezza dei dati della cartella e al tempo stesso consentire agli utenti autorizzati di
aggiornare, ricalcolare e interagire con i dati visualizzabili.

inoltre possibile definire i parametri, rappresentati da singole celle i cui valori possono essere specificati dagli utenti di
Office Excel Web Access. Tramite i parametri possibile visualizzare le celle sulle quali sono basati i calcoli della
cartella di lavoro, ad esempio un'analisi di simulazione che utilizza i valori immessi dagli utenti nelle celle definite come
parametri.

NOTA

In Excel Services non sono supportate tutte le caratteristiche di Microsoft Office Excel. Per informazioni sulle

caratteristiche non supportate, vedere Caratteristiche di Excel non supportate da Excel Services.

1.

Creare una nuova cartella di lavoro e inserire i dati da fornire oppure aprire una cartella di lavoro esistente che si
desidera pubblicare in Excel Services.

2.

Se si prevede di definire i parametri, assegnare un nome alle celle che si desidera rendere modificabili.

NOTA

possibile definire i parametri solo se sono disponibili singole celle denominate del foglio di lavoro

contenenti valori. Non possibile definire parametri per intervalli denominati che includono pi celle.

Per assegnare un nome alle celle, eseguire le operazioni seguenti:

1.

Nel foglio di lavoro selezionare la cella che si desidera poter modificare nel browser e in Office Excel Web
Access.

2.

Nel gruppo Nomi definiti della scheda Formule fare clic su Definisci nome.

3.

Nella casella Nome digitare il nome desiderato per il parametro.

4.

Fare clic su OK.

3.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

, quindi sulla freccia accanto a Pubblica e quindi scegliere Excel

Services in Distribuisci documento ad altre persone.


4.

Nella casella Nome file inserire il percorso del server e accettare il nome suggerito per la cartella di lavoro oppure
digitarne uno nuovo.

SUGGERIMENTO

Se necessario, individuare la destinazione nella casella Salva in oppure digitare il percorso del

server prima del nome file. Ad esempio, digitare http://server/sito/nome file.

NOTA

possibile pubblicare una cartella di lavoro nel server solo tramite il formato di file basato su XML (con

estensione xlsx) in Microsoft Office Excel 2007 o il formato di file binario (con estensione xlsb) in Office Excel
2007.

5.

Fare clic su Opzioni Excel Services.

6.

Nella scheda Mostra eseguire le operazioni seguenti:

Per visualizzare l'intera cartella di lavoro in Excel Services, selezionare Tutta la cartella nella casella di
riepilogo.

Per visualizzare solo fogli di lavoro specifici in Excel Services, selezionare Fogli nella casella di riepilogo e
quindi deselezionare le caselle di controllo relative ai fogli di lavoro che non si desidera rendere
visualizzabili.

NOTA

Per impostazione predefinita sono selezionati tutti i fogli. Per rendere nuovamente visualizzabili tutti i

fogli in modo rapido, possibile selezionare la casella di controllo Tutti i fogli.

Per visualizzare solo elementi specifici in Excel Services, ad esempio intervalli denominati, grafici, tabelle o
tabelle pivot, selezionare Elementi nella cartella di lavoro nella casella di riepilogo e quindi le caselle di
controllo degli elementi desiderati da visualizzare.
Per definire i parametri, fare clic sulla scheda Parametri.

NOTA

possibile definire i parametri solo se sono disponibili singole celle denominate del foglio di lavoro

contenenti valori. Non possibile definire parametri per intervalli denominati contenenti pi celle.

Fare clic su Aggiungi e quindi selezionare la casella di controllo relativa al parametro da aggiungere.
Fare clic su OK.
Fare clic su Salva.
Per verificare che le aree visualizzabili della cartella di lavoro siano visualizzate correttamente nel browser,
selezionare la casella di controllo Apri cartella lavoro nel browser dopo salvataggio.

NOTE

Quando viene aperta in Excel, la cartella di lavoro viene sempre visualizzata per intero ed possibile apportare le
modifiche desiderate al contenuto. Se si aggiorna il contenuto e si salva la cartella di lavoro, le modifiche vengono
automaticamente eseguite anche nel server.
Utilizzando Office Excel Web Access nei relativi browser, gli altri utenti possono visualizzare e analizzare i dati del
foglio di lavoro disponibili. Possono inoltre interagire con i dati tramite alcune funzionalit di Excel, ad esempio
quelle correlate all'ordinamento e all'applicazione di filtri ai dati oppure al drill-down nelle tabelle pivot. Se si
impostano i parametri per le celle denominate nella cartella di lavoro, gli utenti possono inoltre modificare tali celle
e definirne i valori.
Quando la cartella di lavoro viene pubblicata in Excel Services, possibile utilizzare le funzionalit di Office
SharePoint Server 2007 per gestire e configurare Excel Services oppure per impostare le autorizzazioni che
consentono di impedire l'accesso non autorizzato alla cartella di lavoro. Per ulteriori informazioni, vedere la Guida
di Office SharePoint Server 2007.
Se gli utenti di Office Excel Web Access non dispongono delle autorizzazioni per l'apertura della cartella di lavoro
in Excel, possono tuttavia creare uno snapshot della cartella di lavoro contenente i valori che sono in grado di
vedere in Office Excel Web Access. Per ulteriori informazioni sulla creazione di snapshot della cartella di lavoro,
vedere la Guida di Office Excel Web Access.

Definire i parametri della cartella di lavoro da


utilizzare in Office Excel Web Access
possibile impostare i parametri nei dati del foglio di lavoro visualizzabili. I parametri sono singole celle nelle quali gli
utenti di Microsoft Office Excel Web Access possono immettere valori. Tramite i parametri possibile visualizzare le
celle sulle quali sono basati i calcoli della cartella di lavoro, ad esempio un'analisi di simulazione che utilizza i valori
immessi dagli utenti nelle celle definite come parametri.

IMPORTANTE

possibile impostare i parametri solo se nel foglio di lavoro sono disponibili singole celle denominate

contenenti valori. Non possibile impostare parametri per gli intervalli denominati che contengono pi celle.

1.

Nel foglio di lavoro selezionare la cella che si desidera poter modificare nel browser e in Office Excel Web Access.

2.

Nel gruppo Nomi definiti della scheda Formule fare clic su Definisci nome.

3.

Nella casella Nome digitare il nome da utilizzare per il parametro.

4.

Fare clic su OK.

5.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

6.

Fare clic su Opzioni Excel Services.

7.

Nella scheda Parametri eseguire una delle operazioni seguenti:

, su Pubblica e quindi su Excel Services.

Per aggiungere parametri, fare clic su Aggiungi, selezionare la casella di controllo del parametro da
aggiungere e quindi fare clic su OK.

Per eliminare parametri specifici, selezionarli nell'elenco e quindi fare clic su Elimina.

Per eliminare tutti i parametri, fare clic su Elimina tutto.

NOTA

I parametri della cartella di lavoro vengono memorizzati nella cartella di lavoro pubblicata in Excel

Services.

Modificare o rimuovere una cartella di lavoro da


Excel Services
Dopo aver pubblicato una cartella di lavoro in Excel Services possibile apportarvi modifiche in Microsoft Office Excel in
qualsiasi momento. La cartella di lavoro viene visualizzata per intero in Excel, anche se in Microsoft Office Excel Web
Access ne vengono visualizzate solo alcune parti. Se necessario, possibile rendere visualizzabili parti diverse della
cartella e inoltre aggiungere, modificare o rimuovere parametri per specificare quali celle dei dati del foglio di lavoro
visualizzabili possono essere modificate. Quando la cartella di lavoro viene salvata, le modifiche verranno
automaticamente riprodotte sul server.

Se non pi necessario presentare la cartella di lavoro in Excel Services, possibile eliminarla dalla raccolta documenti
SharePoint.

Modificare una cartella di lavoro pubblicata in Office


SharePoint Server Excel Services
1.

Per aprire la cartella di lavoro pubblicata in Excel Services, eseguire una delle operazioni seguenti:

Per aprire la cartella di lavoro utilizzando Excel, eseguire le operazioni seguenti:

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Apri.

2.

Nella casella Nome file digitare l'URL del server e il percorso della cartella di lavoro che si desidera
aprire.

SUGGERIMENTO

3.

Ad esempio, digitare http://server/sito/nome file.

Fare clic su Apri.

Per aprire la cartella di lavoro utilizzando il browser (browser: Programma che interpreta i file HTML, li
formatta come pagine Web e li visualizza. Un browser, come Windows Internet Explorer, consente di visitare
collegamenti ipertestuali, trasferire file ed eseguire file audio o video incorporati nelle pagine Web.), eseguire
le operazioni seguenti:
1.

Nella casella Indirizzo del browser digitare l'URL del server.

SUGGERIMENTO

2.

Ad esempio, digitare http://server/sito.

Aprire la raccolta documenti contenente la cartella di lavoro.

3.

Fare clic sulla freccia accanto alla cartella di lavoro da aprire e quindi scegliere Edit in Microsoft
Office Excel dal menu a discesa.

2.

Apportare le modifiche desiderate alla cartella di lavoro.

3.

Se si prevede di definire parametri, assegnare un nome alle celle che si desidera rendere modificabili.

NOTA

possibile definire i parametri solo se stato assegnato un nome a singole celle del foglio di lavoro

contenenti valori. Non possibile definire parametri per intervalli denominati contenenti pi celle.

Per assegnare un nome alle celle, eseguire le operazioni seguenti:

1.

Nel foglio di lavoro selezionare la cella che si desidera poter modificare in Office Excel Web Access.

2.

Nel gruppo Nomi definiti della scheda Formule fare clic su Definisci nome.

3.

Nella casella Nome digitare il nome che si desidera utilizzare per il parametro.

4.

Fare clic su OK.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

, su Pubblica e quindi su Excel Services.

Fare clic su Opzioni Excel Services.


Nella scheda Visualizza eseguire le operazioni seguenti per cambiare le parti della cartella di lavoro che si
desidera visualizzare:

Per visualizzare l'intera cartella di lavoro in Excel Services, selezionare Tutta la cartella nella casella di
riepilogo.

Per visualizzare solo fogli di lavoro specifici in Excel Services, selezionare Fogli nella casella di riepilogo e
quindi deselezionare le caselle di controllo relative ai fogli di lavoro che non si desidera poter visualizzare.

NOTA

Per impostazione predefinita sono selezionati tutti i fogli. Per rendere nuovamente visualizzabili tutti i

fogli in modo rapido, possibile selezionare la casella di controllo Tutti i fogli.

Per visualizzare solo elementi specifici in Excel Services, ad esempio intervalli denominati, grafici, tabelle o
tabelle pivot, selezionare Elementi nella cartella di lavoro nella casella di riepilogo e quindi selezionare le
caselle di controllo degli elementi da visualizzare.

Per definire i parametri, nella scheda Parametri fare clic su Aggiungi, selezionare la casella di controllo del
parametro da aggiungere e quindi fare clic su OK.
Fare clic su Salva.

Eliminare una cartella di lavoro da SharePoint Server Excel


Services
Per eliminare una cartella di lavoro da Excel Services, eseguire una delle operazioni seguenti:

Per eliminare la cartella di lavoro dal server utilizzando Excel, eseguire le operazioni seguenti:

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Apri.

Scelta rapida da tastiera Per visualizzare la finestra di dialogo Apri, premere CTRL+F12.

2.

Fare clic su Risorse di rete e quindi fare doppio clic sul server nel quale stata salvata la cartella di lavoro.

3.

Fare doppio clic sulla raccolta documenti contenente la cartella di lavoro.

4.

Fare clic sulla cartella di lavoro che si desidera eliminare e quindi su Elimina

Scelta rapida da tastiera inoltre possibile fare clic sul file da eliminare e quindi premere CANC.

Per eliminare la cartella di lavoro dal server utilizzando il browser, eseguire le operazioni seguenti:
1.

Nella casella Indirizzo del browser digitare l'URL del server.

SUGGERIMENTO

Ad esempio, digitare http://server/sito

2.

Aprire la raccolta documenti contenente la cartella di lavoro.

3.

Fare clic sulla freccia accanto alla cartella di lavoro da aprire e quindi scegliere Elimina dal menu a discesa.

Opzioni Excel Services


Utilizzare queste opzioni per definire le parti della cartella di lavoro da visualizzare nel browser e per definire i parametri.

Mostra
Casella di riepilogo Mostra Consente di selezionare le parti della cartella di lavoro che si desidera visualizzare nel
browser e in Microsoft Office Excel Web Access. Selezionare una delle opzioni seguenti:
Tutta la cartella di lavoro Visualizza tutti i fogli di lavoro e tutti i dati ed selezionata per impostazione
predefinita.
Fogli Visualizza un elenco dei fogli di lavoro contenuti nella cartella di lavoro. Per impostazione predefinita sono
selezionati e visualizzati tutti i fogli. Deselezionare le caselle di controllo relative ai fogli di lavoro che non si
desidera visualizzare. Per selezionare di nuovo tutti i fogli in modo rapido, selezionare la casella di controllo Tutti i
fogli.
Elementi nella cartella di lavoro Visualizza un elenco degli elementi che possibile visualizzare, ad esempio
intervalli denominati, grafici, tabelle o tabelle pivot. Per impostazione predefinita, non selezionato e pertanto non
visualizzato alcun elemento. Selezionare le caselle di controllo relative agli elementi che si desidera visualizzare.

Parametri
Elenco Parametro Visualizza i parametri definiti nella cartella di lavoro e fornisce le informazioni seguenti:
Nome Visualizza i nomi dei parametri definiti, disposti in ordine crescente per impostazione predefinita.
Commenti Visualizza i commenti associati ai nomi dei parametri.
Valore Restituisce il valore corrente delle celle alle quali si riferisce il nome del parametro e visualizza i codici di
errore, le stringhe di caratteri, i numeri o gli intervalli di date.
Riferito a Mostra l'indirizzo di cella a cui si riferisce attualmente il parametro.

NOTA

I nomi dei parametri si riferiscono a una singola cella alla quale stato assegnato un nome nel foglio di

lavoro utilizzando il comando Inserisci nome intervallo (scheda Formule, gruppo Celle denominate, pulsante
Inserisci nome intervallo). Non possibile impostare parametri per gli intervalli denominati che contengono pi
celle.

Aggiungi Fare clic per aggiungere nuovi parametri nella finestra di dialogo Aggiungi parametro. Consente di
aggiungere i nuovi parametri in fondo all'elenco e quindi dispone i parametri dell'elenco in base all'ordinamento corrente.

Elimina Fare clic per eliminare i parametri selezionati. Questo pulsante non disponibile se l'elenco Parametro
vuoto.
Elimina tutto Fare clic per eliminare tutti i parametri nell'elenco Parametro.

Differenze nell'utilizzo di una cartella di lavoro in


Excel ed Excel Services
Excel Services stato progettato principalmente come sistema di segnalazione e di esplorazione dei dati basato su Web
per cartelle di lavoro di Excel e supporta un sottoinsieme di caratteristiche in Microsoft Office Excel 2007. Nelle sezioni
seguenti vengono riepilogate le caratteristiche di Office Excel 2007 supportate e non supportate in Excel Services.

Caratteristiche supportate e non supportate durante il


caricamento di una cartella di lavoro
possibile caricare in Excel Services una cartella di lavoro in formato di file di Office Excel 2007 (con estensione xlsx) o
binario (con estensione xlsb) come cartella di lavoro di sola lettura in tre modi diversi:

Specificare un URL o un percorso UNC nella propriet Cartella di lavoro da visualizzare della web part Excel
Web Access.
Collegare una web part Visualizzazione elenco di una raccolta documenti a una web part Excel Web Access e
quindi passare l'URL della cartella di lavoro memorizzata nella raccolta documenti per visualizzarla in Microsoft
Office Excel Web Access.
Visualizzare una cartella di lavoro memorizzata in una raccolta documenti nel browser. Selezionare l'elemento,
fare clic sulla freccia accanto a esso e quindi scegliere Visualizza nel browser.

Tutti gli altri formati di file di Microsoft Office Excel non sono supportati, incluse le cartelle di lavoro con attivazione macro
di Office Excel 2007 (con estensione xlsm) e le cartelle di lavoro di Office Excel 2007 97-2003 (con estensione xls).

NOTA

Con le autorizzazioni appropriate, inoltre possibile aprire una cartella di lavoro in Office Excel 2007 nel

computer client dal menu Apri della barra degli strumenti di Office Excel Web Access, come cartella di lavoro completa,
ovvero di lettura/scrittura, oppure come snapshot di sola lettura. Per ulteriori informazioni, vedere Aprire una cartella di
lavoro in Excel da Office Excel Web Access e Creare uno snapshot di cartella di lavoro in Excel Services nella Guida di
Excel Web Access.

Caratteristiche supportate
Quando si carica una cartella di lavoro sono supportate le caratteristiche seguenti:
Caratteristica

Commenti

Funzioni

Sono supportate tutte le funzioni dei fogli di lavoro di Excel escluse poche eccezioni. Per ulteriori informazioni,
vedere la sezione seguente Funzioni dei fogli di lavoro di Excel.

Date

Sistemi data di Windows e Macintosh.

Tabelle Excel

Dati di tabella di Excel, intestazioni di colonna, colonne calcolate, righe totali, riferimenti strutturati e stili.

Celle

Valori di cella, inclusi celle unite e riversamento del contenuto delle celle.

Nomi

Nomi definiti e intervalli denominati.

Calcolo

Impostazioni di calcolo e ricalcolo, incluse impostazioni di calcolo automatico, automatico senza tabelle, manuale e
iterativo per intervalli o interi fogli di lavoro. Per ulteriori informazioni, vedere Calcolare e ricalcolare dati in Office
Excel Web Access nella Guida di Excel Web Access.

Grafici

Grafici, intervalli di grafico e rapporti di grafico pivot. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo di grafici e rapporti

di grafici pivot in Office Excel Web Access nella Guida di Excel Web Access.

Formattazione

Formattazione delle celle e degli intervalli di celle, formattazione condizionale nelle cartelle di lavoro, tranne che
mediante barre dei dati e icone, e formati numerici.

Connessioni

Connessioni a origini dati esterne, incluse le tabelle pivot OLAP.

Analisi di
simulazione

Risultati degli strumenti di analisi di simulazione, inclusi Ricerca obiettivo, Tabelle dati, Scenari, Risolutore e Serie.

Consolidamento

Dati consolidati in intervalli.

Caratteristiche non supportate


Le cartelle di lavoro che contengono le caratteristiche non supportate indicate di seguito non verranno caricate o
visualizzate in Excel Services. Per un risultato ottimale, salvare sempre una cartella di lavoro da Office Excel 2007

utilizzando il comando Excel Services, disponibile facendo clic sul pulsante Microsoft Office

, quindi sulla freccia

accanto a Pubblica e infine su Excel Services in Distribuisci documento ad altre persone. possibile confermare se
una caratteristica supportata selezionando la casella di controllo Apri cartella lavoro nel browser dopo salvataggio
nella finestra di dialogo Salva per Excel Services per provare a visualizzarla nel browser. Se una caratteristica non
supportata, in Excel Services verr visualizzato un avviso.

Le caratteristiche seguenti non sono supportate e impediscono di caricare una cartella di lavoro:
Caratteristica

Commenti

VBA

Codice, macro, componenti aggiuntivi e funzioni definite dall'utente per Visual Basic, Applications Edition
(VBA).
NOTA
Excel Services pu essere personalizzato da un programmatore in molti modi, inclusa la
creazione di una funzione definita dall'utente. Per ulteriori informazioni, vedere Microsoft Office
SharePoint Server 2007 Software Development Kit (SDK).

Linguaggi macro
precedenti

Funzioni macro di Microsoft Excel 4.0 e fogli di dialogo di Microsoft 5.0.

Controlli

Controlli della barra degli strumenti dei moduli, controlli della casella degli strumenti e tutti i controlli
ActiveX.

XML

Mapping XML, pacchetti di espansione XML e smart tag incorporati.

Protezione e privacy

Cartelle di lavoro, fogli di lavoro o intervalli con protezione e cartelle di lavoro che utilizzano Information
Rights Management (IRM).
NOTE

Per proteggere cartelle di lavoro in Excel Services, utilizzare diritti e autorizzazioni di Microsoft
Windows SharePoint Services.
possibile aggiungere la protezione IRM a una cartella di lavoro se stata salvata come
snapshot in una raccolta documenti. Per ulteriori informazioni, vedere Creare uno snapshot di
cartella di lavoro in Excel Services nella Guida di Excel Web Access.

Immagini e oggetti

Oggetti o immagini collegati o incorporati, immagini inserite, forme, WordArt e diagrammi, ad esempio
organigrammi.

Input penna

Tutte le operazioni che prevedono l'utilizzo della penna quali il disegno, la scrittura e le annotazioni.

OLE e DDE

Oggetti OLE (Object Linking and Embedding, Collegamento e incorporamento di oggetti) e collegamenti
DDE (Dynamic Data Exchange, Scambio dinamico dei dati).

Formule visualizzate

Cartelle di lavoro salvate con le formule visualizzate.

Convalida dei dati

Consente di impedire l'immissione di dati non validi e di creare elenchi a discesa.

Provider OLE DB

Utilizzo di un provider Microsoft Business Solutions, un provider di servizi di recupero dati oppure il
provider OLE DB per Jet.

Dati di elenco precedenti

Tabelle di query e tabelle collegate a elenchi di Windows SharePoint Services.

Query

Query Web e query di testo.

Riferimenti esterni a cartelle


di lavoro collegate

Riferimenti esterni, definiti anche collegamenti, a un intervallo di celle specifico, un nome definito per
l'intervallo di celle oppure definizione di un nome per il riferimento esterno.

Commenti

Visualizzazione e modifica di commenti.

Consolidamento

Dati consolidati nei rapporti di tabella pivot.

Funzioni dei fogli di lavoro supportate e non supportate


Quando si esegue il caricamento e il ricalcolo di una cartella di lavoro, tutte le funzioni sono supportate in modo
completo, ad eccezione di COLLEG.IPERTESTUALE, DATITEMPOREALE e SQL.Request, che dispongono invece di
un supporto limitato.
Funzione

Risultato in Excel

Risultato in Excel Services

COLLEG.IPERTESTUALE

Un collegamento ipertestuale
attivo che possibile
selezionare e visitare.

Uno dei seguenti:


Collegamento ipertestuale attivo selezionabile ed
esplorabile, se sono state impostate le propriet
Consenti interattivit e Consenti esplorazione di
Office Excel Web Access.
Collegamento ipertestuale attivo selezionabile ed
esplorabile a un'altra pagina Web o un altro documento,
ma non a una posizione all'interno della cartella di
lavoro, se non sono state impostate le propriet
Consenti interattivit e Consenti esplorazione di
Office Excel Web Access.
Stringa di testo di collegamento ipertestuale inattivo
non esplorabile, se non sono state impostate le
propriet Consenti interattivit e Consenti
esplorazione di Office Excel Web Access.

DATITEMPOREALE

Dati in tempo reale


recuperati da un programma
che supporta l'automazione
COM.

Vengono restituiti i risultati seguenti:


Vengono visualizzati tutti i valori restituiti dalla funzione
DATITEMPOREALE attualmente memorizzati nella
cartella di lavoro.
Se non sono presenti valori da visualizzare, viene
restituito un errore #N/D.
Se Excel Services ricalcola la cartella di lavoro e tenta di
eseguire la funzione DATITEMPOREALE o la funzione
SQL.Request, viene restituito un errore #N/D.
Se si desidera, possibile utilizzare le funzioni VAL.ERRORE o
SE.ERRORE per verificare il valore restituito.

SQL.Request

Risultati di una query


collegata a un'origine dati
esterna.

Vengono restituiti i risultati seguenti:


Vengono visualizzati tutti i valori restituiti dalla funzione
SQL.Request attualmente memorizzati nella cartella di
lavoro.
Se non sono presenti valori da visualizzare, viene
restituito un errore #N/D.
Se Excel Services ricalcola la cartella di lavoro e tenta di
eseguire la funzione DATITEMPOREALE o la funzione
SQL.Request, viene restituito un errore #N/D.
Se si desidera, possibile utilizzare le funzioni VAL.ERRORE o
SE.ERRORE per verificare il valore restituito.

CODICE.CARATT

Carattere specificato da un
numero e un carattere di
blocco per un carattere non
stampabile.

Carattere specificato da un numero e un valore vuoto per un


carattere non stampabile.

CELLA

Informazioni sulla
formattazione, sulla posizione
e sul contenuto della cella
superiore sinistra di un
riferimento.

Errore di tipo #VALORE!.

AMBIENTE.INFO

Percorso della directory o


della cartella corrente nel
computer client.

Errore di tipo #VALORE!.

Le funzioni volatili seguenti possono restituire valori diversi quando vengono calcolate in Excel Services in un computer
server, rispetto a quando vengono calcolate in Excel in un computer client.
Funzione

Risultato in Excel

Risultato in Excel Services

ADESSO

Data e ora nel computer client.

Data e ora nel computer server.

OGGI

Data nel computer client.

Data nel computer server.

CASUALE, CASUALE.TRA

Un numero casuale e quindi diverso a ogni


esecuzione.

Un numero casuale e quindi diverso a ogni


esecuzione.

Caratteristiche supportate e non supportate durante la


visualizzazione di una cartella di lavoro
La visualizzazione di una cartella di lavoro in Excel Services in un computer server molto simile alla visualizzazione di
una cartella di lavoro in Excel in un computer client, ma presenta alcune differenze. Si noti che indipendentemente dal
fatto che tali caratteristiche siano supportate o meno, non impediscono il caricamento della cartella di lavoro, vengono
mantenute nella cartella di lavoro e quindi continueranno a funzionare come previsto in Excel.

Caratteristiche supportate
Le caratteristiche seguenti sono supportate ma possono presentare alcune differenze durante la visualizzazione su un
server:
Caratteristica

Commenti

Collegamenti
ipertestuali

Supportati ma controllati dalle propriet di Office Excel Web Access nel modo seguente:
Collegamento ipertestuale attivo selezionabile ed esplorabile, se sono state impostate le propriet
Consenti interattivit e Consenti esplorazione di Office Excel Web Access.
Collegamento ipertestuale attivo selezionabile ed esplorabile a un'altra pagina Web o un altro
documento, ma non a una posizione all'interno della cartella di lavoro, se non sono state impostate le
propriet Consenti interattivit e Consenti esplorazione di Office Excel Web Access.
Stringa di testo di collegamento ipertestuale inattivo non esplorabile, se non sono state impostate le
propriet Consenti interattivit e Consenti esplorazione di Office Excel Web Access.

Caratteri

I caratteri di solito mantengono lo stesso stile e le stesse dimensioni sia sul server sia sul client. Tuttavia, nel
caso in cui uno specifico carattere non sia disponibile nel server, pu essere utilizzata una dimensione carattere
sostitutiva. inoltre possibile ignorare gli stili e le dimensioni dei caratteri di un browser, ad esempio Internet
Explorer.

Grafici e rapporti di
grafico pivot

I grafici e i rapporti di grafico pivot sono immagini statiche che vengono aggiornate e quindi visualizzate
nuovamente se si interagisce, ovvero si eseguono operazioni di filtro, ordinamento e cos via, con i dati su cui
basato il grafico o con i dati del rapporto di tabella pivot associato. Per ulteriori informazioni, vedere Utilizzo di
grafici e rapporti di grafici pivot in Office Excel Web Access nella Guida di Excel Web Access.

Bordi

I bordi seguenti sono interamente supportati: tutti i colori per le linee, gli stili di linea continua e doppia, le linee
continue, a rombi e tratteggiate nonch gli spessori di linea sottile, medio e spesso.
NOTA I bordi seguenti sono supportati parzialmente: gli stili di linea tripla e doppia, le linee continue, le linee
a rombi o a punti quadrati, le linee composte da un trattino e un trattino breve, le linee composte da un trattino
lungo e un trattino breve oppure le linee composte da un trattino e due trattini brevi.

Direzioni delle
sfumature a colori

Direzioni orizzontali e verticali delle sfumature a colori.

Colore di riempimento
celle

Tutti i colori di riempimento.

Allineamento celle

Sono supportati tutti gli allineamenti di cella con le seguenti eccezioni: giustificato verticalmente e distribuito
verticalmente, entrambi sostituiti da centrato verticalmente.

Rotazione del testo

La rotazione del testo supportata insieme al riversamento del contenuto dell'intestazione di cella e di colonna,
l'allineamento a sinistra orizzontale o verticale per la rotazione positiva (+) l'allineamento a destra orizzontale o
verticale per la rotazione negativa (-).

Testo bidirezionale

Completamente supportato quando viene visualizzato un insieme di caratteri di una lingua.

Formattazione
condizionale di
Analysis Services

La formattazione condizionale di Microsoft SQL Server Analysis Services limitata agli elementi seguenti: colore
di carattere, colore di riempimento, flag di carattere, ad esempio grassetto, corsivo, sottolineato e barrato e
stringhe di formato, ad esempio i formati numeri.

Scorrimento del foglio


di lavoro

Il numero massimo di righe e colonne che possibile scorrere in un foglio di lavoro limitato a 500. Per
visualizzare l'insieme successivo di righe e colonne oltre il limite corrente, si utilizzano i pulsanti di spostamento.
Per ulteriori informazioni, vedere Spostamento in una cartella di lavoro in Office Excel Web Access nella Guida di
Excel Web Access.

Caratteristiche non supportate


Le caratteristiche seguenti non sono supportate:
Caratteristica

Commenti

Collegamenti
ipertestuali nei
grafici

Selezione ed esplorazione dei collegamenti ipertestuali nei grafici.

Tabelle

Sostituzione delle intestazioni di colonna del foglio di lavoro con intestazioni di tabella di Excel durante la
visualizzazione di intestazioni non mostrate in un'area di scorrimento.

Motivi di
riempimento delle
celle

Tutti i motivi di riempimento.

Direzioni delle
sfumature a colori

Direzioni delle sfumature a colori: diagonale verso l'alto, diagonale verso il basso e dagli angoli verso il centro.

Rotazione del testo

Il riempimento o il motivo della cella non viene ruotato insieme al testo, i bordi diagonali vengono visualizzati
come se il testo non fosse stato ruotato e l'allineamento orizzontale o verticale viene limitato all'allineamento a
sinistra in caso di rotazione positiva (+) e all'allineamento a destra in caso di rotazione negativa (-).

Testo bidirezionale

La combinazione di caratteri di testo bidirezionali da destra a sinistra e da sinistra a destra con orientamento
diverso del glifo, o forma di carattere, ad esempio ( (parentesi aperta) e ) (parentesi chiusa), non supportata
nel testo verticale.

Bordi semplici

I bordi seguenti sono supportati parzialmente: gli stili di linea tripla e doppia, le linee continue, le linee a rombi o
a punti quadrati, le linee composte da un trattino e un trattino breve, le linee composte da un trattino lungo e un
trattino breve oppure le linee composte da un trattino e due trattini brevi.

Grafici

Effetti dei grafici 3D di Office versione 2007, ad esempio ombreggiature, aloni, distorsioni, rilievi, contorni sfocati,
ricolorazioni e riflessi. Tali effetti vengono rimossi o convertiti in effetti alternativi.
I grafici 3D seguenti non sono supportati:
Superficie 3D
Superficie 3D a reticolo
Superficie isometrica
Superficie a reticolo
Testo con formattazione di un oggetto, ad esempio elenchi puntati e caratteri o dimensioni di carattere variabili,
che viene convertito in testo normale.
NOTA Bench la visualizzazione dei grafici incorporati nei fogli di lavoro e dei grafici originali nei fogli grafico sia
supportata in Excel Services, non supportata la visualizzazione di un grafico incorporato copiato o spostato da
un foglio di lavoro a un foglio grafico da un autore di cartella di lavoro.

Intestazioni di riga e
di colonna

Formattazione seguente nelle intestazioni di riga e di colonna: totale doppia, sottolineato doppio, apice e pedice.

Caratteri non
stampabili

Testo con un valore ASCII (un sottoinsieme del set di caratteri ANSI) a 7 bit compreso tra 0 e 32 e qualunque
carattere non supportato da Extensible Markup Language (XML) versione 1.0.

Stampa

Layout di pagina e intestazioni e pi di pagina.

Descrizioni comandi

Descrizioni comandi delle propriet dei membri di Microsoft SQL Server Analysis Services.

Caratteristiche supportate e non supportate durante


l'interazione con una cartella di lavoro
Quando si carica una cartella di lavoro in Excel Services, possibile interagirvi in vari modi. Tuttavia alcune interazioni
non sono supportate.

NOTA

Un'altra modalit di interazione specifica di Excel Web Access riguarda la creazione e la modifica di parametri

che modificano temporaneamente i valori di cella nella cartella di lavoro tramite un riquadro attivit parametri in Excel
Web Access oppure passando i dati in Excel Web Access da una web part connessa, ad esempio la web part di filtro.
Per ulteriori informazioni, vedere Modificare i parametri della cartella di lavoro in Excel Web Access nella Guida di Excel
Web Access.

Caratteristiche supportate
Le caratteristiche seguenti sono supportate ma possono presentare comportamenti diversi.
Caratteristica

Commenti

Rapporti di tabella
pivot

Applicazione di filtri ai rapporti, selezione di membri, visualizzazione dei livelli di dati dal livello meno dettagliato
(compressione) a quello pi dettagliato (espansione), ordinamento, filtro, ricerca di membri, visualizzazione e
occultamento dei subtotali.

Trova

Individuazione di testo, numeri e date con una corrispondenza di maiuscole e minuscole e individuazione del
contenuto parziale di una cella.

Selezione
semplice

Selezione di una singola cella, riga o colonna.

Filtro e
ordinamento

Utilizzo del filtro automatico, filtro in base a testo, numeri, date e ore, indicazione di pi criteri e ordinamento. Per
ulteriori informazioni, vedere Filtrare dati in Excel Web Access e Ordinare dati in Excel Web Access nella Guida di
Excel Web Access.

Struttura

Visualizzazione della struttura, inclusi la visualizzazione e l'occultamento dei dettagli. Per ulteriori informazioni,
vedere Evidenziazione dei dati in Office Excel Web Access nella Guida di Excel Web Access.

Scenari

Esecuzione di uno scenario predefinito.

Aggiornamento

Aggiornamento delle origini dati esterne, incluso l'aggiornamento di tutte le origini dati della cartella di lavoro
corrente e di un'origine dati specifica, nonch l'aggiornamento periodico, manuale oppure eseguito automaticamente
al caricamento della cartella di lavoro. Per ulteriori informazioni, vedere Aggiornare dati esterni in Excel Web Access
nella Guida di Excel Web Access.

Calcolo

Calcolo manuale e automatico. Per ulteriori informazioni, vedere Calcolare e ricalcolare dati in Office Excel Web
Access nella Guida di Excel Web Access.
NOTA Nonostante Excel Services supporti la funzionalit per caricare una cartella di lavoro contenente riferimenti
circolari, il rilevamento dei riferimenti circolari durante il caricamento o il ricalcolo di una cartella di lavoro funziona
in modo diverso. Se in Excel Services non possibile risolvere un riferimento circolare, in determinate circostanze
viene visualizzato un messaggio di avviso che indica la presenza di un riferimento circolare. I valori calcolati sono gli
stessi che si otterrebbero annullando l'operazione nel client di Excel. In Excel Services il riferimento circolare viene
automaticamente annullato per impedire che l'operazione di calcolo diminuisca le prestazioni del server.

Caratteristiche non supportate


Le caratteristiche seguenti non sono supportate.
Caratteristica

Commenti

Rapporti di tabella
pivot

Utilizzo delle opzioni gruppo Dettagli e Mostra dettagli, note anche come drill-through, per dati OLAP, ricerca dei
membri, azioni di Microsoft SQL Server Analysis Services oppure utilizzo dell'elenco di campi per aggiungere,
ridisporre o rimuovere campi.

Rapporti di grafico
pivot

Interazione diretta con un grafico pivot in quanto immagine statica.

Calcolo asincrono
delle funzioni cubo

Recupero asincrono dei dati durante il calcolo di una funzione cubo e visualizzazione del messaggio
#ESTRAZIONE_DATI_IN_CORSO prima del recupero completo di tutti i dati. Tutti i dati vengono recuperati in
modo sincrono prima di essere visualizzati per la prima volta o di nuovo.

Trova
Sostituisci

Ricerca dei dati di base anzich dei dati formattati e con corrispondenza di maiuscole e minuscole.

Sostituzione di testo e valori dopo l'utilizzo dell'opzione Trova

Intestazioni di riga e
di colonna

Modifica dell'altezza e della larghezza di riga e di colonna.

Selezione avanzata

Selezione di un intervallo di celle adiacenti o non adiacenti oppure dell'intero foglio di lavoro.

Calcolo

Modifica dell'impostazione di calcolo della cartella di lavoro dopo il caricamento. Per ulteriori informazioni, vedere
Calcolare e ricalcolare dati in Office Excel Web Access nella Guida di Excel Web Access.

Filtro e ordinamento

Ordinamento e filtro in base al colore e salvataggio di un filtro e di un ordinamento applicato alla cartella di
lavoro in Excel Services. Per ulteriori informazioni, vedere Filtrare dati in Excel Web Access e Ordinare dati in
Excel Web Access nella Guida di Excel Web Access.

Vai a

Tutte le operazioni Vai a.

Gestione dei
riquadri

Suddivisione e blocco dei riquadri.

Zoom

Regolazione della visualizzazione di un foglio di lavoro in base a una percentuale delle dimensioni originali.

Utilizzo di un sito Area di lavoro documenti


Creare un sito area di lavoro documenti
Utilizzare un sito area di lavoro documenti da un'applicazione di Office

Creare un sito area di lavoro documenti


Quando pi utenti dell'organizzazione collaborano alla modifica dei file, in alcuni casi le versioni, i commenti e i messaggi
di posta elettronica vengono salvati in posizioni diverse. Per consentire a tali utenti di collaborare in modo pi efficiente,
possibile utilizzare un sito area di lavoro documenti.

NOTA

Per creare un sito area di lavoro documenti, necessario disporre dell'autorizzazione per creare siti area di

lavoro nel sito di Microsoft Windows SharePoint Services in cui disponibile il sito area di lavoro documenti. Per ulteriori
informazioni, rivolgersi all'amministratore.

Panoramica del sito area di lavoro documenti


Un sito area di lavoro documenti un sito di SharePoint che consente di coordinare lo sviluppo di uno o pi documenti
correlati con altri utenti. Nel sito sono disponibili gli strumenti per condividere e aggiornare i file, nonch per informare gli
utenti sullo stato di tali file.

Quando si crea un sito basato su file creati con le applicazioni Word, Excel, PowerPoint e Visio di Microsoft Office
System 2007 , possibile scegliere di modificare il file direttamente nel sito area di lavoro documenti oppure la copia
personale. In quest'ultimo caso, possibile aggiornare periodicamente la copia personale con le modifiche disponibili nel
server oppure il server con le modifiche apportate alla copia personale.

Quando si crea un sito area di lavoro documenti, il file viene archiviato in una raccolta documenti del sito. I membri
possono modificare il file utilizzando un'applicazione di Microsoft Office oppure visualizzarlo in un browser. I membri
possono inoltre aggiungere file correlati alla raccolta. Una raccolta una posizione di un sito di SharePoint in cui
possibile creare, raccogliere, aggiornare e gestire file con i membri del team. Nelle raccolte possibile tenere traccia
delle versioni dei file, consentendo in tal modo agli utenti di visualizzare una cronologia delle modifiche e, se necessario,
di ripristinare una versione precedente. Nelle raccolte inoltre possibile richiedere l'approvazione di file e l'estrazione dei
documenti per impedire che pi utenti apportino contemporaneamente modifiche in conflitto tra loro.

In un sito area di lavoro documenti sono inoltre disponibili elenchi che consentono al team di comunicare e tenere traccia
delle attivit, ad esempio annunci e collegamenti. ad esempio possibile che si desideri presentare un nuovo membro
del team che collabora al progetto o condividere un collegamento a un sito Web correlato. inoltre possibile iscriversi
per ottenere avvisi relativi al documento o all'area di lavoro e ricevere in tal modo un messaggio di posta elettronica
quando altri utenti modificano un documento o aggiungono nuovo contenuto.

Aggiornamento dei file


possibile utilizzare gli strumenti di gestione documenti, ad esempio quelli per aggiungere membri al sito o aggiornare
attivit, sia dal sito area di lavoro documenti in un browser oppure nel riquadro attivit Gestione documenti relativo al
file.

Quando si utilizza Word, Excel, PowerPoint o Visio per aprire una copia locale del documento su cui basato il sito area
di lavoro documenti, l'applicazione di Microsoft Office ottiene periodicamente gli aggiornamenti dal sito area di lavoro
documenti e chiede all'utente di aggiornare la copia locale con le modifiche. Se ad esempio la copia disponibile nel sito
area di lavoro documenti stata modificata, opportuno visualizzare e implementare tali aggiornamenti nella copia
locale.

Quando si apportano modifiche alla copia locale, possibile aggiornare periodicamente la copia del sito area di lavoro
documenti in modo da rendere disponibili le modifiche agli altri membri del sito. Se le modifiche apportate alla copia del
sito area di lavoro documenti sono in conflitto con quelle apportate alla copia locale, possibile scegliere la copia da
mantenere. inoltre possibile modificare le impostazioni per l'aggiornamento, ad esempio quelle relative al momento in
cui viene richiesto di aggiornare il file.L'aggiornamento dei documenti disponibile solo per i tipi di file seguenti:

Documenti di Word
File XML di Word
Pagine Web in file unico (MHTML) (pagina Web in file unico: Documento HTML salvato in formato MHTML, che
integra la grafica in linea, le applet, i documenti collegati e altri elementi di supporto a cui fa riferimento il
documento.) di Word
Cartelle di lavoro di Excel
Pagine Web in file unico (MHTML) di Excel
File XML di Excel
Presentazioni di PowerPoint
Disegni di Visio

Modalit di creazione di un sito area di lavoro documenti


Un sito area di lavoro documenti appena creato pu essere utilizzato subito oppure personalizzato in base a esigenze
specifiche. inoltre possibile aggiungervi altri elenchi o raccolte.

Se per l'impostazione di un sito area di lavoro documenti si sceglie di inviare un messaggio di posta elettronica da
Microsoft Office Outlook 2007, gli utenti specificati nelle caselle A e Cc del messaggio verranno automaticamente
aggiunti come membri del sito. Se si utilizza una procedura diversa per la creazione di un'area di lavoro, sar possibile
aggiungere altri membri solo dopo aver creato il sito.

possibile creare un sito area di lavoro documenti nei modi seguenti:

Dal riquadro attivit Gestione documenti La creazione di un sito area di lavoro documenti uno dei modi
disponibili per condividere un file quando si utilizza una delle applicazioni seguenti di Office versione 2007, tra
Word, Excel, PowerPoint o Visio. possibile scegliere questa modalit di creazione se il file gi stato modificato
e si desidera creare un'area di lavoro senza uscire dall'applicazione.
Tramite l'invio di un messaggio di posta elettronica possibile creare un sito area di lavoro documenti
quando si invia un file come allegato condiviso in un messaggio di posta elettronica. Il mittente dell'allegato
condiviso diventa l'amministratore dell'area di lavoro documenti, mentre tutti i destinatari diventano membri del sito
area di lavoro documenti e ottengono le relative autorizzazioni per collaborare al sito. Utilizzare questa modalit di
creazione se si desidera combinare la creazione dell'area di lavoro con l'invito di membri al sito.
Da un documento gi disponibile in una raccolta SharePoint Utilizzare questa modalit di creazione se il file
gi archiviato in una raccolta di un sito di SharePoint. Quando si aggiorna il file nel sito area di lavoro documenti,
possibile aggiornare la copia originale disponibile nella raccolta in base alle modifiche.
Da un sito di SharePoint Questa modalit consente di creare un sito area di lavoro documenti quando si utilizza
il sito di SharePoint in un browser e quindi di scegliere ulteriori dettagli durante la creazione del sito, ad esempio la
descrizione, le autorizzazioni utente e l'ultima parte dell'indirizzo Web del sito.

Creare un sito area di lavoro documenti da un file di Office


1.

Eseguire le operazioni seguenti nelle applicazioni di Office versione 2007:

Word, Excel o PowerPoint

Fare clic sul pulsante File

, scegliere Pubblica e quindi Crea area di lavoro documenti.

Visio

2.

Scegliere Gestione documenti dal menu Strumenti.


Nel riquadro attivit Gestione documenti digitare un nome per l'area di lavoro in Area di lavoro documenti.

Se il file gi stato salvato, il nome predefinito corrisponde a quello del documento, tuttavia possibile
modificarlo.

3.

Nell'elenco Posizione della nuova area di lavoro immettere la posizione del sito di SharePoint in cui creare l'area
di lavoro.

Se il sito di SharePoint gi stato visitato in precedenza, il relativo nome sar incluso nell'elenco. Se il nome del
sito non viene visualizzato, fare clic su (Digitare un URL) e quindi digitare l'indirizzo Web del sito.

4.

Fare clic su Crea.

5.

Se il file non stato ancora salvato, fare clic su S quando viene richiesto di salvarlo.

Creare un sito area di lavoro documenti tramite l'invio di un


messaggio di posta elettronica
possibile creare un sito area di lavoro documenti da Office Outlook 2007 inviando un file come allegato condiviso. Gli
utenti specificati nelle caselle A e Cc del messaggio di posta elettronica diventeranno membri del sito. I destinatari
riceveranno una copia del file su cui si intende basare il sito area di lavoro documenti, nonch un invito a visitare l'area di
lavoro.

1.

In Office Outlook 2007 scegliere Nuovo dal menu File e quindi Messaggio.

2.

Nella casella A o Cc del messaggio di posta elettronica immettere i nomi degli utenti da aggiungere come membri
del sito area di lavoro documenti.

3.

Nel gruppo Includi della scheda Messaggio fare clic su Allega file e quindi su File.

4.

Individuare e selezionare il file che si desidera allegare e quindi fare clic su Inserisci.

5.

Nel gruppo Includi della scheda Messaggio fare clic su Allega file e quindi su Opzioni allegati.

6.

Nel riquadro attivit Opzioni allegati fare clic su Allegati condivisi.

Al corpo del messaggio di posta elettronica verranno aggiunti un invito e un collegamento al sito area di lavoro
documenti.

7.

Nell'elenco Crea area di lavoro documenti in immettere la posizione del sito di SharePoint in cui creare l'area di
lavoro.

Se il sito di SharePoint gi stato visitato in precedenza, il relativo nome sar incluso nell'elenco. Se il nome del
sito non viene visualizzato, fare clic su (Digitare un URL) e quindi digitare l'indirizzo Web del sito.

8.

Per personalizzare il messaggio, modificare o aggiungere il testo o le immagini desiderate.

9.

Fare clic su Invia.

Creare un sito area di lavoro documenti da un file di una


raccolta
Utilizzare questa procedura per creare un sito area di lavoro documenti da un file gi disponibile in una raccolta di un sito
di SharePoint.

1.

Nel browser aprire la raccolta del sito di SharePoint che include il file.

Se il nome della raccolta non viene visualizzato, fare clic su Visualizza tutto il contenuto del sito e quindi fare
clic sul nome della raccolta.

2.

Scegliere il file, fare clic sulla freccia visualizzata, scegliere Invia a e quindi fare clic su Crea area di lavoro
documenti.

3.

Fare clic su OK.

NOTA

Dopo aver apportato modifiche al file nel sito area di lavoro documenti, possibile pubblicare nuovamente le

modifiche nella copia originale del file disponibile nella raccolta. In un browser aprire il sito area di lavoro documenti nel
sito di SharePoint. Nella raccolta area di lavoro che include il documento scegliere il file, fare clic sulla freccia
visualizzata, scegliere Invia a e quindi fare clic su Pubblica nel percorso di origine.

Creare un sito area di lavoro documenti da un browser


possibile utilizzare questa procedura per creare un sito area di lavoro documenti senza basarlo su un file specifico e
quindi aggiungervi file in un secondo momento. Per creare siti area di lavoro documenti, necessario disporre di
autorizzazioni per il sito di SharePoint.

1.

In un browser aprire il sito di SharePoint in cui si desidera creare un nuovo sito area di lavoro documenti.

2.

Scegliere Crea dal menu Azioni sito

3.

Nell'elenco Pagine Web fare clic su Siti e aree di lavoro.

4.

Nella sezione Titolo e descrizione immettere il titolo e una descrizione per il sito area di lavoro documenti.

Il titolo verr visualizzato nelle caratteristiche di spostamento di tutte le pagine del sito, ad esempio sulla barra dei
collegamenti superiore, mentre la descrizione sar disponibile nella parte superiore di ogni pagina.

5.

Nella sezione Selezione modello fare clic sulla scheda Collaborazione e quindi su Area di lavoro documenti.

6.

Nella sezione Indirizzo sito Web immettere l'ultima parte dell'indirizzo Web del sito area di lavoro documenti.

7.

Nella sezione Autorizzazioni eseguire una delle operazioni seguenti:

Se si desidera che tutti i membri del sito padre siano membri di quest'area di lavoro, fare clic su Utilizza le
stesse autorizzazioni del sito padre.

Se si desidera che solo gli utenti di un gruppo siano membri di quest'area di lavoro, fare clic su Utilizza
autorizzazioni esclusive.

Se si fa clic su Utilizza autorizzazioni esclusive, sar possibile impostare le autorizzazioni dopo aver
terminato l'immissione delle impostazioni nella pagina corrente.

8.

Per aggiungere un collegamento a quest'area di lavoro sulla barra di avvio veloce del sito padre, verificare che
l'opzione S sia selezionata nella sezione Spostamento.

9.

Se si desidera che la barra dei collegamenti superiore sia visualizzata nelle pagine del nuovo sito, verificare che
l'opzione Utilizza la barra dei collegamenti superiore del sito padre nella sezione Ereditariet struttura.

10. Fare clic su Crea.


11. Se viene visualizzata la pagina Imposta gruppi per il sito, impostare i visitatori, i membri e i proprietari del sito.
12. Fare clic su OK.

Aggiungere membri a un sito area di lavoro documenti


Se si dispone dell'autorizzazione per aggiungere utenti al sito area di lavoro documenti e il sito impostato con
autorizzazioni univoche, sar possibile aggiungere membri all'area di lavoro dal riquadro attivit Gestione documenti
del file di Microsoft Office oppure dal sito area di lavoro documenti in un browser.

IMPORTANTE

Se il sito area di lavoro documenti eredita le autorizzazioni dal sito padre, non sar possibile selezionare i

membri da aggiungere al sito. Per ulteriori informazioni sulle autorizzazioni disponibili per il sito, rivolgersi al proprietario
o all'amministratore del sito.
Eseguire una delle operazioni seguenti:

Da un file di Microsoft Office Eseguire le operazioni seguenti per aggiungere membri dal riquadro attivit
Gestione documenti. Il riquadro Gestione documenti in genere visualizzato su un lato del file. Se non
visibile, vedere la nota riportata dopo questa procedura.

1.

Nel riquadro attivit Gestione documenti fare clic su Membri

2.

Nella parte inferiore del riquadro attivit fare clic su Aggiungi nuovi membri e quindi attenersi alle
istruzioni.

Dal sito area di lavoro documenti in un browser In Membri fare clic su Aggiungi nuovo utente.

NOTA

Per aprire il riquadro attivit Gestione documenti in Word, Excel o PowerPoint, fare clic sul pulsante File

, fare clic su Attivit server e quindi su Informazioni gestione documenti. Per aprire il riquadro attivit
Gestione documenti in Visio, scegliere Gestione documenti dal menu Strumenti.

Utilizzare un sito area di lavoro documenti da


un'applicazione di Office
Un sito area di lavoro documenti un sito di Microsoft Windows SharePoint Services che consente di coordinare lo
sviluppo di uno o pi documenti correlati con altri utenti. Nel sito sono disponibili gli strumenti per condividere e
aggiornare i file, nonch per informare gli utenti sullo stato di tali file.

Quando si apre un file da un sito area di lavoro documenti in una delle applicazioni seguenti di Microsoft Office System
2007, tra Word, Excel, PowerPoint e Visio, viene visualizzato il riquadro attivit Gestione documenti, in cui possibile
interagire con molte delle caratteristiche disponibili da un sito area di lavoro documenti. ad esempio possibile
assegnare un'attivit correlata a un documento oppure aggiungere nuovi membri al sito area di lavoro documenti.

Nel riquadro attivit Gestione documenti possibile fare clic su un collegamento per aprire un sito area di lavoro
documenti in un browser. inoltre possibile aprire un sito area di lavoro documenti durante l'esplorazione nel sito di
SharePoint. Per collaborare a un sito area di lavoro documenti, necessario disporre dell'autorizzazione corretta. Per
ulteriori informazioni sulla creazione di siti area di lavoro documenti, utilizzare i collegamenti disponibili nella sezione
Vedere anche.

1.

Eseguire le operazioni seguenti nelle applicazioni di Office versione 2007:

Word, Excel o PowerPoint

Fare clic sul pulsante File

e quindi scegliere Apri.

Visio

Scegliere Apri dal menu File.

2.

In Cerca in fare clic su Risorse di rete.

3.

Selezionare il nome del sito di SharePoint in cui incluso il file e quindi fare clic su Apri.

SUGGERIMENTO

In alternativa, possibile fare doppio clic sul nome del sito per aprirlo. inoltre possibile fare

doppio clic per aprire la raccolta o il file nella procedura seguente.

NOTA

Se il server non viene visualizzato in Risorse di rete, digitarne l'URL nella casella Nome file .

4.

Selezionare il nome della raccolta che contiene il file, ad esempio Documenti condivisi e quindi fare clic su Apri.

5.

Selezionare il nome del file che si desidera aprire e quindi fare clic su Apri.

6.

Se il riquadro attivit Gestione documenti non viene visualizzato, ad esempio se se stato chiuso durante la
modifica del file in un altro momento, eseguire le operazioni seguenti in queste applicazioni di Office versione
2007:

Word, Excel o PowerPoint

Fare clic sul pulsante File

, scegliere Server e quindi Informazioni gestione documenti.

Visio

Scegliere Gestione documenti dal menu Strumenti.

Nel riquadro attivit Gestione documenti possibile utilizzare le caratteristiche del sito di gestione
documenti.

SUGGERIMENTO

Per aprire il sito area di lavoro documenti in un browser, nella parte superiore del riquadro attivit

Gestione documenti fare clic su Apri sito nel browser.

Utilizzo di una raccolta di SharePoint


Salvare un file in una raccolta SharePoint o in un altro percorso Web
Archiviare o estrarre un file da una raccolta SharePoint
Annullare l'estrazione e ignorare le modifiche in una raccolta SharePoint
Aprire o modificare un file in una raccolta SharePoint

Salvare un file in una raccolta SharePoint o in un


altro percorso Web
possibile salvare file in una raccolta di un sito Microsoft Windows SharePoint Services, nonch in altri percorsi Web in
cui possibile collaborare alla modifica dei file con altri utenti.

Panoramica
possibile utilizzare un sito di SharePoint o un server Document Management come posizione centralizzata per gestire
file e tenerne traccia. ad esempio possibile utilizzare una raccolta SharePoint per gestire le versioni dei file, archiviare
ulteriori informazioni sui file e ricevere aggiornamenti in caso di modifica dei file. Alcuni server Document Management
includono inoltre caratteristiche per semplificare la gestione dei processi aziendali, ad esempio la revisione e
l'approvazione.

In alcune applicazioni di Microsoft Office System 2007, ad esempio PowerPoint, Word ed Excel, disponibile un'opzione
per semplificare la ricerca dei percorsi Web disponibili. In altre applicazioni le operazioni di salvataggio in una raccolta
sono simili a quelle di salvataggio in qualsiasi percorso di rete o Web.

Per salvare un file in un sito Web o in un server Document Management, necessario disporre dell'autorizzazione per
collaborare al sito Web o al server. Per altri utenti del gruppo cui si appartiene inoltre necessaria l'autorizzazione alla
lettura o alla collaborazione. Per salvare ad esempio un file in una raccolta documenti di un sito SharePoint, sar
necessario disporre dell'autorizzazione per collaborare alla raccolta.

Quando si salva un file, possibile che venga richiesto di specificare ulteriori informazioni o di eseguire altre azioni, a
seconda della configurazione del sito o del server. Potrebbe ad esempio essere necessario immettere informazioni sul
file, quali il nome del reparto o il tipo di contenuto. Per ulteriori informazioni, rivolgersi al proprietario o all'amministratore
del sito.

L'utente che estrae un file l'unico autorizzato ad apportarvi modifiche per tutto il tempo in cui il file rimane estratto. Per
consentire ad altri utenti di visualizzare le modifiche apportate, sar pertanto necessario eseguire dapprima
l'archiviazione del file. Se nella raccolta viene tenuta traccia delle versioni principali e secondarie dei file, quando si
archivia il file verr richiesto di specificare se si intende archiviare una versione principale o secondaria. Una versione
principale pu ad esempio includere un'ampia sezione di contenuto nuovo, mentre una versione secondaria pu
includere solo le correzioni degli errori di ortografia.

A seconda della configurazione della raccolta, potrebbe essere necessario eseguire altre operazioni per rendere visibili i
file agli altri utenti. ad esempio possibile che sia necessario specificare informazioni sul file oppure che il file debba
essere approvato prima di poter essere visualizzato da tutti gli utenti del gruppo.

Oltre a salvare un file direttamente in una raccolta SharePoint o in un altro percorso Web, inoltre possibile salvare il file
sul disco rigido e quindi salvarlo o caricarlo successivamente in una raccolta o in un altro percorso Web.

Salvare un file in una raccolta SharePoint o in un altro


percorso Web
La procedura seguente consente di salvare per la prima volta il file in una raccolta SharePoint o in un altro percorso.
Dopo il primo salvataggio, sar possibile fare clic su Salva come con qualsiasi file.

possibile che l'organizzazione abbia personalizzato il sito o il server e che pertanto sia necessario eseguire ulteriori
operazioni oppure che le operazioni descritte siano leggermente diverse. Per ulteriori informazioni, rivolgersi
all'amministratore o al proprietario del sito.

1.

Eseguire le operazioni seguenti nelle applicazioni di Microsoft Office System 2007:

Word, Excel o PowerPoint

Fare clic sul pulsante File

, fare clic sulla freccia accanto a Pubblica e quindi scegliere Server

Document Management.

Project, Publisher, SharePoint Designer, Visio o Outlook

2.

3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per salvare un file per la prima volta, scegliere Salva dal menu File.

Se il file gi stato salvato in un percorso diverso, scegliere Salva con nome dal menu File.
In Salva in fare clic su Risorse di rete.
Eseguire una delle operazioni seguenti:
Se il nome del server o del sito in cui si desidera salvare il file visualizzato, fare clic su di esso e quindi
su Apri.

Se il sito di SharePoint gi stato visitato in precedenza, il relativo nome sar incluso nell'elenco.

NOTA

Se il server non viene visualizzato in Risorse di rete, digitarne l'URL nella casella Nome file.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile fare doppio clic sul nome.

Fare clic sul nome della raccolta o sull'altro percorso in cui si desidera salvare il file, ad esempio Documenti
condivisi e quindi fare clic su Apri.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile fare doppio clic sul nome della raccolta o sull'altro percorso.

Nella casella Nome file digitare il nome del file.


Fare clic su Salva.

NOTE

Se il file viene salvato in una raccolta che richiede l'archiviazione e l'estrazione dei file, il file viene inizialmente
estratto per l'utente corrente quando viene salvato per la prima volta nel server. Dopo aver completato la modifica
del file, l'utente dovr archiviarlo per consentire ad altri utenti di visualizzare o modificare il file.
Se nel sito o nel server vengono utilizzati pi tipi di contenuto, possibile che venga richiesto di specificare il tipo
di contenuto al momento del salvataggio. Per tipo di contenuto si intende un gruppo di impostazioni che
consentono di definire il tipo di un contenuto, ad esempio un modello, un flusso di lavoro e altre informazioni sul
file. L'organizzazione potrebbe ad esempio disporre di tipi di contenuto per una presentazione o un rapporto
aziendale.
Se si intende salvare un file in un sito o un server in cui richiesta l'approvazione dei file, potrebbe essere
necessario eseguire ulteriori azioni per consentire la visualizzazione dei file agli utenti che dispongono
dell'autorizzazione appropriata per visualizzare il contenuto sul server. In una raccolta di un sito di SharePoint ad
esempio un file viene archiviato con lo stato In sospeso finch non viene approvato o rifiutato da un utente che
dispone dell'autorizzazione per approvarlo.
A seconda della configurazione della raccolta, potrebbe essere necessario immettere ulteriori informazioni sul file,
ad esempio il numero di progetto o il nome del reparto.

SUGGERIMENTO

A seconda della configurazione del sito o del server, potrebbe essere possibile utilizzare il riquadro

attivit Gestione documenti per visualizzare ulteriori informazioni sul file e sul sito nelle applicazioni Word, Excel,
PowerPoint e Visio di Microsoft Office System 2007. Dopo aver salvato il file ad esempio possibile visualizzare altri file
archiviati nella stessa raccolta SharePoint. Nelle applicazioni Word, Excel e PowerPoint di Microsoft Office System 2007

fare clic sul pulsante File

, scegliere Server e quindi fare clic su Informazioni gestione documenti. In

Microsoft Office Visio 2007 scegliere Gestione documenti dal menu Strumenti.

Archiviare o estrarre un file da una raccolta


SharePoint
Un utente che estrae un file da un raccolta in un sito di Microsoft Windows SharePoint Services si assicura che nessun
altro utente possa modificarlo contemporaneamente. Quando il file estratto, possibile modificarlo, chiuderlo, riaprirlo
e persino utilizzarlo nel disco rigido locale. Gli altri utenti non potranno tuttavia modificarlo o visualizzare le modifiche
apportate finch il file non sar stato archiviato.

Panoramica
L'estrazione dei file prima che vengano modificati consente di evitare conflitti o confusione quando pi utenti lavorano
sullo stesso gruppo di file. L'utente che estrae un file infatti l'unico autorizzato ad apportarvi modifiche. possibile
estrarre qualsiasi file in un sito di SharePoint per il quale si dispone dell'autorizzazione nonch estrarre file direttamente
dalle applicazioni di Microsoft Office System 2007 seguenti: Word, Excel, PowerPoint e Visio.
Quando si archivia un file, possibile digitare commenti per informare gli altri utenti delle modifiche apportate da una
versione all'altra del file. Tale funzionalit particolarmente utile se un file viene utilizzato da pi utenti o se probabile
che debba essere revisionato da pi utenti. Se nella raccolta viene tenuta traccia delle versioni dei file, i commenti
diverranno parte integrante della cronologia delle versioni del file e potranno risultare utili qualora altri utenti debbano
visualizzare o ripristinare una versione precedente.

possibile che nella propria organizzazione sia necessario estrarre un file prima di poterlo modificare. In tal caso,
quando si crea o si carica un nuovo file in una raccolta, sar necessario archiviarlo.
Quando un utente estrae un file, le modifiche apportate non saranno visibili ad altri utenti finch il file non viene
archiviato. In alcuni casi possibile che si desideri archiviare il file in modo che altri possano visualizzare le modifiche
apportate, ma al contempo mantenerlo estratto per continuare a modificarlo. Quando si archivia un file, possibile
scegliere di continuare a modificarlo, a meno che nella raccolta non venga tenuta traccia delle versioni principali e
secondarie e non si intenda archiviare una versione principale. Una versione principale in genere stata modificata
significativamente rispetto alla precedente versione principale, mentre una versione secondaria include solo modifiche di
minor entit rispetto alla versione precedente. Una versione principale pu ad esempio includere un'ampia sezione di
contenuto nuovo, mentre una versione secondaria pu includere solo le correzioni degli errori di ortografia.

Quando si utilizza un'applicazione di Office per estrarre un file in un sito di Microsoft Windows SharePoint Services 3.0,
per impostazione predefinita il file viene archiviato nel disco rigido locale in una cartella bozze contenuta nella cartella
Documenti. possibile modificare questo percorso specificandone uno diverso sul disco rigido o in rete. In alternativa,
possibile specificare che i file estratti vengano archiviati nel server Web quando vengono utilizzati. possibile tuttavia
che, a seconda delle esigenze dell'organizzazione, l'amministratore specifichi un percorso personalizzato o impedisca la
modifica del percorso.
Quando si estrae un file da un sito di Microsoft Windows SharePoint Services 2.0, il file rimane archiviato nel server
mentre viene modificato, ma deve essere archiviato per consentire ad altri utenti di visualizzare le modifiche apportate.
Nella maggior parte dei casi quando si estrae un file da un sito di Windows SharePoint Services 3.0, viene visualizzato
un messaggio in cui indicato il percorso in cui verr archiviato il file quando estratto. Tale messaggio non verr
invece visualizzato quando si estrae un file da un sito di Windows SharePoint Services 2.0.

Quando un documento estratto, nel riquadro attivit Gestione documenti nell'applicazione di Office presente un
comando che consente di archiviare il file.Se viene tenuta traccia delle versioni principali e secondarie dei file, possibile
che venga richiesto di scegliere se si intende archiviare una versione principale o secondaria

Estrarre un file da una raccolta SharePoint


Utilizzare questa procedura per estrarre un file gi aperto in un'applicazione di Office. inoltre possibile estrarre un file
dalla raccolta nel sito di SharePoint.

Eseguire le operazioni seguenti nelle applicazioni di Office versione 2007:

Word, Excel o PowerPoint

1.

Fare clic sul pulsante File

, scegliere Server e quindi Estrai.

Per impostazione predefinita, i documenti di Word vengono spesso aperti nella visualizzazione Lettura a schermo
intero. In tal caso, per poter completare questo passaggio, potrebbe essere necessario fare dapprima clic su
Layout di stampa per passare alla visualizzazione Layout di stampa.

2.

Se viene visualizzato un messaggio in cui indicato il percorso di archiviazione del file durante l'estrazione, fare
clic su OK.

Nella maggior parte dei casi questo messaggio viene visualizzato se si estrae un file da un sito Windows
SharePoint Services 3.0.

SUGGERIMENTO

Nel messaggio in cui indicato il percorso di archiviazione del file durante l'estrazione possibile

modificare le opzioni per la gestione dei file estratti.

Visio

1.

Scegliere Estrai dal menu File.

2.

Se viene visualizzato un messaggio in cui indicato il percorso di archiviazione del file durante l'estrazione, fare
clic su OK.

Nella maggior parte dei casi questo messaggio viene visualizzato se si estrae un file da un sito Windows
SharePoint Services 3.0.

SUGGERIMENTO

Nel messaggio in cui indicato il percorso di archiviazione del file durante l'estrazione possibile

modificare le opzioni per la gestione dei file estratti.

Archiviare un file in una raccolta SharePoint


Utilizzare questa procedura per archiviare un file aperto nell'applicazione di Office. inoltre possibile archiviare un file
dalla raccolta nel sito di SharePoint.

Eseguire le operazioni seguenti nelle applicazioni di Office versione 2007:

Word, Excel o PowerPoint

1.

Fare clic sul pulsante File

, scegliere Server e quindi Archivia.

Per impostazione predefinita, i documenti di Word vengono spesso aperti nella visualizzazione Lettura a schermo
intero. In tal caso, per poter completare questo passaggio, potrebbe essere necessario fare dapprima clic su
Layout di stampa per passare alla visualizzazione Layout di stampa.

2.

Se viene richiesto se archiviare una versione principale o secondaria, fare clic su Numero di versione
secondario se la modifica apportata di lieve entit oppure su Numero di versione principale se la modifica
apportata rilevante.

3.

Nella casella Commenti sulla versione digitare eventuali commenti che si desidera aggiungere in relazione alle
modifiche.

Tali commenti verranno inclusi nella cronologia delle versioni del file nella raccolta SharePoint e potranno risultare
utili ad altri utenti che desiderano visualizzare informazioni sulle versioni precedenti.

4.

Se la casella di controllo Mantieni il documento estratto dopo aver archiviato questa versione disponibile,
possibile selezionarla se si intende continuare a lavorare sul file.

Questa opzione disponibile se nella raccolta non viene tenuta traccia delle versioni, se viene tenuta traccia di
tutte le versioni nello stesso modo oppure se si intende archiviare una versione secondaria. Non invece
disponibile se si intende archiviare una versione principale o pubblicare un file.

Visio

1.

Scegliere Archivia dal menu File.

2.

Se viene richiesto se archiviare una versione principale o secondaria, fare clic su Numero di versione
secondario se la modifica apportata di lieve entit oppure su Numero di versione principale se la modifica
apportata rilevante.

3.

Nella casella Commenti sulla versione digitare eventuali commenti che si desidera aggiungere in relazione alle
modifiche.

Tali commenti verranno inclusi nella cronologia delle versioni del file nella raccolta SharePoint e potranno risultare
utili ad altri utenti che desiderano visualizzare informazioni sulle versioni precedenti.

4.

Se la casella di controllo Mantieni il documento estratto dopo aver archiviato questa versione disponibile,
possibile selezionarla se si intende continuare a lavorare sul file.

Questa opzione disponibile se nella raccolta non viene tenuta traccia delle versioni, se viene tenuta traccia di
tutte le versioni nello stesso modo oppure se si intende archiviare una versione secondaria. Non invece
disponibile se si intende archiviare una versione principale o pubblicare un file.

Modificare il percorso in cui vengono utilizzati i file estratti


Questa impostazione consente di modificare il percorso in cui viene utilizzato il successivo file estratto. La procedura non
ha effetto se si utilizza un file attualmente estratto.

Eseguire le operazioni seguenti nelle applicazioni di Office versione 2007:

Word, Excel o PowerPoint

1.

Fare clic sul pulsante File

e quindi fare clic sulle opzioni dell'applicazione in uso: Opzioni di Word,

Opzioni di Excel o Opzioni di PowerPoint.


2.

Nella finestra di dialogo visualizzata fare clic su Salvataggio.

3.

Nella sezione Opzioni modifica non in linea per i file del server Document Management eseguire una delle
operazioni seguenti:

Utilizzare la procedura seguente per utilizzare i file estratti sul disco rigido o in un percorso di rete:
1.

In Salva file estratti in fare clic su Percorso bozze server locale nel computer.

2.

Nella casella Percorso bozze server digitare il percorso del disco rigido in cui utilizzare i file estratti
oppure fare clic su Sfoglia per individuare il percorso.

Per utilizzare i file estratti in un server Web, in Salva file estratti in fare clic su Server Web.

Questa opzione consente di utilizzare i file estratti nel sito o nel server Web in cui sono archiviati. Non
possibile personalizzare il percorso specifico.

4.

Fare clic su OK.

Visio

1.

Scegliere Opzioni dal menu Strumenti.

2.

Nella finestra di dialogo Opzioni fare clic sulla scheda Generale e quindi su Opzioni servizio.

3.

Nella finestra di dialogo visualizzata fare clic su Opzioni modifica non in linea.

4.

Nella sezione Opzioni modifica non in linea per i file del server Document Management eseguire una delle
operazioni seguenti:

Utilizzare la procedura seguente per utilizzare i file estratti sul disco rigido o in un percorso di rete:
1.

Per utilizzare i file estratti sul disco rigido, in Salva file estratti in fare clic su Percorso bozze server
locale nel computer.

2.

In Percorso bozze server digitare il percorso del disco rigido in cui utilizzare i file estratti oppure fare
clic su Sfoglia per individuare il percorso.

Per utilizzare i file estratti in un server, in Salva file estratti in fare clic su Server Web.

Questa opzione consente di utilizzare i file estratti nel sito o nel server Web in cui sono archiviati. Non
possibile personalizzare il percorso specifico.

5.

Fare clic su OK.

Annullare l'estrazione e ignorare le modifiche in una


raccolta SharePoint
Se si estrae un file da una raccolta in un sito di Microsoft Windows SharePoint Services e quindi si decide che non si
desidera mantenere le modifiche apportate, possibile annullare l'estrazione. Le modifiche apportate al file dopo
l'estrazione verranno ignorate. Quando si annulla l'estrazione, il file diventa disponibile per la modifica da parte di altri
utenti.

Per ulteriori informazioni sull'estrazione di file, utilizzare i collegamenti disponibili nella sezione Vedere anche.

1.

Fare clic sul pulsante File

2.

Quando viene richiesto se si desidera ignorare l'estrazione, fare clic su S.

SUGGERIMENTO

SharePoint.

, scegliere Server e quindi Ignora estrazione.

Per ignorare l'estrazione, inoltre possibile utilizzare i comandi disponibili nella raccolta del sito di

Aprire o modificare un file in una raccolta


SharePoint
possibile aprire o modificare un file in una raccolta disponibile in un sito di Microsoft Windows SharePoint Services in
modo diversi a seconda delle operazioni che si desidera eseguire sul file e della configurazione della raccolta. ad
esempio possibile che si desideri solo aprire un file in lettura oppure per apportarvi modifiche.

Panoramica
Se si apre un file durante la visualizzazione di una raccolta disponibile in un sito di SharePoint, nell'applicazione di
Microsoft Office System 2007 con cui stato creato il file viene visualizzato un messaggio in cui si chiede se si desidera
aprire il file in sola lettura o per la modifica.

Quando i file vengono aperti da un sito di Microsoft Windows SharePoint Services 3.0, in Microsoft Office PowerPoint
2007, Microsoft Office Word 2007 e Microsoft Office Excel 2007 inoltre disponibile una modalit di lettura che consente
di visualizzare i file eliminando i comandi non necessari per la lettura. Sulla barra dei messaggi di queste applicazioni
viene inoltre visualizzato un comando di modifica su cui possibile fare clic se si decide di apportare modifiche al file.

Quando si fa clic su un file disponibile in un sito di Microsoft Windows SharePoint Services 2.0, il file viene aperto in sola
lettura. Se si desidera aprirlo per la modifica, possibile utilizzare il comando di modifica disponibile nel menu a discesa
del file. Se non si conosce la versione di Windows SharePoint Services in uso, possibile utilizzare il comando di
modifica per aprire il file e modificarlo in qualsiasi versione.
Quando si apre un file da una raccolta SharePoint utilizzando un'applicazione di Office versione 2007, il file viene aperto
per la modifica. Dopo aver aperto un file nel server Web, nella cartella Risorse di rete verr creato un collegamento al
server Web, che potr essere utilizzato per aprire pi comodamente i file dal server in seguito.

Estrazione dei file da utilizzare


Se gli stessi file vengono utilizzati da pi utenti, opportuno estrarre i file prima di utilizzarli. L'utente che estrae un file
l'unico autorizzato a modificarlo mentre il file rimane estratto. In tal modo si riducono le possibilit di confusione o conflitti
tra modifiche. Per consentire ad altri utenti di visualizzare le modifiche, necessario archiviare il file estratto e
modificato. possibile configurare una raccolta in modo che l'estrazione sia obbligatoria. In tal caso, per poter modificare
i file, sar dapprima necessario estrarli. I file nuovi devono essere archiviati per consentire agli altri utenti di visualizzare
le modifiche.Se non si estrae un file e il file viene modificato anche da un altro utente, possibile che venga richiesto di
risolvere eventuali conflitti tra modifiche. Se viene visualizzato questo messaggio, possibile decidere di mantenere una
versione specifica del file oppure di unire entrambi i set di modifiche.

Utilizzo dei file nel disco rigido


Quando si estrae un file da un'applicazione di Office versione 2007 e il file incluso in una raccolta disponibile in un sito
di Windows SharePoint Services 3.0, possibile utilizzare il file nel disco rigido in cui installata l'applicazione di Office.
Nella maggior parte dei casi tale approccio pi rapido rispetto all'utilizzo del file in un server. Il file viene infatti
archiviato nella cartella delle bozze server del disco rigido locale. possibile modificare questo percorso nelle opzioni di
salvataggio dell'applicazione di Microsoft Office.

Se la raccolta Windows SharePoint Services 3.0 stata collegata a Microsoft Office Outlook 2007, inoltre possibile
utilizzare i file disponibili nel disco rigido locale. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo delle raccolte SharePoint con Office
Outlook 2007, vedere la Guida di Outlook.

Quando si estrae un file nella cartella delle bozze server o si collega la raccolta a Office Outlook 2007, persino
possibile utilizzare un file quando non si connessi, ad esempio quando non si in ufficio. Alla successiva
riconnessione, sar possibile applicare le modifiche apportate alla copia disponibile nel server.

Se si utilizza un file aprendolo da Outlook, verr chiesto di aggiornare la copia disponibile nel server quando ci si
connette nuovamente e si apre il file. Se il file stato estratto, sar necessario archiviare il file per consentire ad altri
utenti di visualizzare le modifiche.

Aprire un file da un sito di SharePoint


NOTA

possibile che il sito sia personalizzato in modo diverso, tuttavia nella maggior parte dei casi possibile

utilizzare la linea guida seguente per determinare la versione di Windows SharePoint Services in esecuzione nel sito.
Nell'angolo superiore destro della finestra di un sito di Windows SharePoint Services 3.0 visualizzato un menu con il
nome o l'account utente. Nel riquadro di spostamento principale nell'angolo superiore sinistro della finestra di un sito di
Windows SharePoint Services 2.0 sono visualizzati i collegamenti per Home page, Documenti ed elenchi e Guida.

1.

Nel sito di SharePoint aprire la raccolta in cui incluso il file.

Operazioni da eseguire se la raccolta non viene trovata

1.

Se il nome della raccolta non viene visualizzato, eseguire le operazioni seguenti:

In un sito di Windows SharePoint Services 3.0 fare clic su Visualizza tutto il contenuto del sito.

In un sito di Windows SharePoint Services 2.0 fare clic su Documenti ed elenchi.

2.

Fare clic sul nome dell'elenco.

2.

Fare clic sul file che si desidera aprire.

3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

In un sito di Windows SharePoint Services 3.0 possibile che venga visualizzato un messaggio in cui
richiesta la modalit di apertura del file, a seconda del programma utilizzato. Fare clic su Sola lettura.

In un sito di Windows SharePoint Services 2.0 possibile che venga visualizzato un messaggio in cui si
chiede di confermare se il file da aprire sicuro. Fare clic su OK se si conosce il file da aprire.

NOTE

Nella maggior parte dei casi se un file di sola lettura sulla barra del titolo dell'applicazione verr visualizzata la
dicitura Sola lettura tra parentesi tonde o quadre.
In Office Word 2007, Office Excel 2007 e Office PowerPoint 2007 viene in genere visualizzata una barra dei
messaggi con un pulsante per la modifica nella parte superiore del file. Se si decide di modificare il file anzich
semplicemente leggerlo, possibile fare clic sul pulsante Modifica documento, Modifica cartella di lavoro o
Modifica presentazione per iniziare a modificare il file.
Se si decide di modificare il file anzich semplicemente leggerlo, ma la barra dei messaggi non presente nella
parte superiore del file, chiudere il file e riaprirlo per la modifica.

Estrarre un file da un'applicazione di Office


Utilizzare la procedura seguente per estrarre un file aperto nell'applicazione di Office. inoltre possibile estrarre un file
dalla raccolta disponibile nel sito di SharePoint.

Eseguire le operazioni seguenti nelle applicazioni di Office versione 2007:

Word, Excel o PowerPoint

Fare clic sul pulsante File

, scegliere Server e quindi Estrai.

Visio

Scegliere Estrai dal menu File.

Altre applicazioni di Office

Per estrarre altri tipi di file, possibile utilizzare i comandi della raccolta disponibile nel sito di SharePoint. Per ulteriori
informazioni, vedere la Guida del sito di SharePoint.

SUGGERIMENTO

Se per la raccolta prevista l'estrazione obbligatoria, sulla barra dei messaggi verr visualizzato un

comando Estrai quando si apre il file nelle applicazioni Word, Excel e PowerPoint di Microsoft Office System 2007.

Modificare un file aprendolo da un sito di SharePoint


Per aprire un file di Office versione 2007 da un sito di Windows SharePoint Services 3.0, sufficiente fare clic sul file. A
seconda del programma, possibile che venga visualizzata una finestra di dialogo in cui possibile scegliere se aprire o
modificare il file. Se si desidera modificare il file in un sito che esegue una versione precedente di Windows SharePoint
Services o modificare una pagina Web oppure se non si conosce la versione in esecuzione nel sito di SharePoint,
possibile utilizzare il comando di modifica disponibile nell'elenco a discesa del file.

NOTA

possibile che il sito sia personalizzato in modo diverso, tuttavia nella maggior parte dei casi possibile

utilizzare la linea guida seguente per determinare la versione di Windows SharePoint Services in esecuzione nel sito.
Nell'angolo superiore destro della finestra di un sito di Windows SharePoint Services 3.0 visualizzato un menu con il
nome o l'account utente. Nel riquadro di spostamento principale nell'angolo superiore sinistro della finestra di un sito di
Windows SharePoint Services 2.0 sono visualizzati i collegamenti per Home page, Documenti ed elenchi e Guida.

1.

Nel sito di SharePoint aprire la raccolta in cui incluso il file.

Operazioni da eseguire se la raccolta non viene trovata

1.

Se il nome della raccolta non viene visualizzato, eseguire le operazioni seguenti:

In un sito di Windows SharePoint Services 3.0 fare clic su Visualizza tutto il contenuto del sito.

In un sito di Windows SharePoint Services 2.0 fare clic su Documenti ed elenchi.

2.
2.

Fare clic sul nome dell'elenco.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Se noto che il file disponibile in un sito di Windows SharePoint Services 3.0, fare clic sul file e quindi su
Modifica.

Se si utilizza una versione precedente o non si conosce la versione in uso, scegliere il file che si desidera
modificare, fare clic sulla freccia visualizzata e quindi su Modifica in nome applicazione. Ad esempio per
modificare un documento di Word, fare clic su Modifica in Microsoft Office Word.
Se viene visualizzato un messaggio in cui si chiede di confermare se il file da aprire sicuro, fare clic su OK
se si conosce il file da aprire.

NOTE

Se per la raccolta prevista l'estrazione obbligatoria, il comando di modifica disponibile sar Estrazione e
modifica, anzich solo Modifica.

Se il file viene estratto, sar necessario archiviarlo per consentire ad altri utenti di visualizzare le modifiche
apportate.
In seguito al salvataggio del file, gli altri utenti potranno visualizzare le modifiche apportate dopo aver aggiornato la
visualizzazione nei browser in uso, a meno che per la raccolta non sia prevista l'approvazione obbligatoria, il file
sia ancora disponibile in una versione bozza in una raccolta in cui viene tenuta traccia delle versioni principali e
secondarie oppure il file sia ancora estratto.

Modificare un file aprendolo da un'applicazione di Office


1.

Eseguire le operazioni seguenti nelle applicazioni di Microsoft Office System 2007:

Word, Excel o PowerPoint

Fare clic sul pulsante File

e quindi scegliere Apri.

Project, Publisher, SharePoint Designer, Visio o Outlook

Scegliere Apri dal menu File.

2.

In Cerca in fare clic su Risorse di rete.

3.

Fare clic sul nome del sito di SharePoint in cui incluso il file e quindi su Apri.

SUGGERIMENTO

In alternativa, possibile fare doppio clic sul nome del sito per aprirlo. inoltre possibile fare

doppio clic per aprire la raccolta o il file nella procedura seguente.

NOTA

Se il server non viene visualizzato in Risorse di rete, digitarne l'URL nella casella Nome file.

4.

Fare clic sul nome della raccolta che contiene il file, ad esempio Documenti condivisi e quindi su Apri.

5.

Fare clic sul nome del file che si desidera aprire e quindi su Apri.

SUGGERIMENTO

Se non si desidera apportare modifiche al file, possibile aprirlo in sola lettura. fare clic sulla

freccia sul pulsante Apri e quindi su Sola lettura.

Utilizzo della posta elettronica


Invio di un documento in un messaggio di posta elettronica

Invio di un documento in un messaggio di posta


elettronica
Invio del corpo di un documento come messaggio di posta
elettronica
Per inviare un documento come messaggio di posta elettronica (non come allegato) necessario aggiungere il comando
Invia a destinatario posta elettronica alla barra di accesso rapido.

Eseguire le operazioni seguenti nelle applicazioni di Microsoft Office corrispondenti:

Word o Excel

1.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi su Opzioni di Nome programma, dove Nome

programma il nome del programma in uso, ad esempio Opzioni di Word.


2.

Fare clic su Personalizza e quindi su Tutti i comandi nell'elenco Scegli comandi da.

3.

Fare clic su Invia a destinatario posta elettronica e quindi su Aggiungi per aggiungere il comando alla barra di
accesso rapido.

Invio di un documento come allegato


Eseguire le operazioni seguenti nelle applicazioni di Microsoft Office corrispondenti:

Word o Excel

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

, scegliere Invia e quindi Posta elettronica.

OneNote, Project o Visio

Scegliere Invia a dal menu File e quindi fare clic su Destinatario posta elettronica (come allegato).

Publisher

Scegliere Invia messaggio di posta dal menu File e quindi fare clic su Invia pubblicazione come allegato.

Utilizzo delle cartelle di lavoro condivise


Utilizzare una cartella condivisa per la collaborazione

Utilizzare una cartella condivisa per la


collaborazione
possibile creare una cartella di lavoro condivisa e posizionarla in un percorso di rete nel quale pi utenti possano
modificarne contemporaneamente il contenuto. Se, ad esempio, ognuno dei membri del proprio gruppo di lavoro
gestisce numerosi progetti e ha la necessit di conoscere lo stato dei progetti degli altri membri, l'utilizzo di una cartella
di lavoro condivisa consentir al gruppo di tenere traccia dello stato dei progetti. Tutti gli utenti coinvolti nei progetti
potranno inserire i dati dei relativi progetti nella stessa cartella di lavoro.

Il proprietario della cartella di lavoro condivisa pu gestire la cartella, ad esempio pu rimuovere utenti e risolvere le
modifiche in conflitto oppure pu interrompere la condivisione della cartella quando tutte le modifiche sono state inserite.

Condividere una cartella di lavoro


1.

Creare una nuova cartella di lavoro e inserirvi i dati da fornire oppure aprire una cartella di lavoro esistente da
rendere disponibile a pi utenti.

NOTA

In una cartella di lavoro condivisa non sono supportate tutte le caratteristiche. Se si desidera aggiungere

caratteristiche dei tipi seguenti, consigliabile aggiungerle prima di salvare la cartella come una cartella di lavoro
condivisa: celle unite , formati condizionali , convalida dei dati , grafici, immagini, oggetti inclusi gli oggetti disegno,
collegamenti ipertestuali , scenari, strutture, subtotali, tabelle dati ,rapporti di tabelle pivot ,protezione delle cartelle
di lavoro e dei fogli di lavoro e macro. Non possibile modificare queste caratteristiche dopo che stata attivata la
condivisione della cartella di lavoro.

Caratteristiche non supportate in una cartella di lavoro condivisa


Operazioni non consentite in una cartella di lavoro condivisa

Operazioni possibili

Creazione di una tabella Excel

Nessuna

Inserimento o eliminazione di blocchi di celle

possibile inserire intere righe e colonne.

Eliminazione di fogli di lavoro

Nessuna

Unione di celle o divisione di celle unite

Nessuna

Aggiunta o modifica di formati condizionali

I formati condizionali esistenti continuano a essere


visualizzati quando cambiano i valori delle celle, ma
non possibile modificarli o ridefinirne le condizioni.

Aggiunta o modifica della convalida dei dati

Le celle continuano a essere convalidate quando si


immettono nuovi valori, ma non possibile
modificare le impostazioni esistenti della convalida
dei dati.

Creazione o modifica di grafici o di rapporti di grafico pivot

possibile visualizzare i grafici e i rapporti esistenti.

Inserimento o modifica di immagini o di altri oggetti

possibile visualizzare le immagini e gli oggetti


esistenti.

Inserimento o modifica di collegamenti ipertestuali

I collegamenti ipertestuali esistenti continuano a


funzionare.

Utilizzo degli strumenti di disegno

possibile visualizzare i disegni e gli oggetti grafici


esistenti.

Assegnazione, modifica o rimozione di password

Le password esistenti rimangono valide.

Protezione o rimozione della protezione di fogli o cartelle di lavoro

Le protezioni esistenti rimangono valide.

Creazione, modifica o visualizzazione di scenari

Nessuna

Raggruppamento o creazione di strutture di dati

possibile continuare a utilizzare le strutture


esistenti.

Inserimento di subtotali automatici

possibile visualizzare i subtotali esistenti.

Creazione di tabelle dati (tabella dati: Intervallo di celle che visualizza il risultato
della sostituzione di valori diversi in una o pi formule. Esistono due tipi di
tabelle dati: tabelle a input singolo e tabelle a input doppio.)

possibile visualizzare le tabelle dati esistenti.

Creazione o modifica di rapporti di tabella pivot

possibile visualizzare i rapporti esistenti.

Scrittura, registrazione, modifica, visualizzazione o assegnazione di macro

possibile eseguire le macro esistenti che non


accedono a funzioni non disponibili. possibile
registrare le operazioni di una cartella di lavoro
condivisa in una macro memorizzata in un'altra
cartella di lavoro non condivisa.

Aggiunta o modifica di fogli di dialogo di Microsoft Excel 4

Nessuna

Modifica o eliminazione di formule in forma di matrice (formula in forma di


matrice: Formula che esegue pi calcoli su uno o pi insiemi di valori e quindi
restituisce un unico risultato o pi risultati. Le formule in forma di matrice sono
racchiuse tra parentesi graffe { } e vengono immesse premendo
CTRL+MAIUSC+INVIO.)

Le formule in forma di matrice esistenti continuano a


eseguire i calcoli correttamente.

Aggiunta di nuovi dati tramite un modulo dati

possibile eseguire la ricerca di un record tramite un


modulo dati.

Utilizzo di dati XML, incluse le operazioni seguenti:

Importazione, aggiornamento ed esportazione di dati XML

Aggiunta, ridenominazione o eliminazione di mapping XML

Creazione di un mapping delle celle a elementi XML

Utilizzo del riquadro Origine XML, della barra degli strumenti XML o dei
comandi XML del menu Dati

Nessuna

2.

Nel gruppo Modifiche della scheda Revisione fare clic su Condividi cartella di lavoro.

3.

Nella scheda Modifiche selezionare la casella di controllo Consenti modifiche contemporaneamente da pi


utenti e unione cartelle di lavoro.

4.

Nella scheda Avanzate selezionare le opzioni desiderate per l'analisi e l'aggiornamento delle modifiche e quindi
fare clic su OK.

5.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Se si tratta di una nuova cartella di lavoro, digitare un nome nella casella Nome file.

Se la cartella di lavoro esiste gi, fare clic su OK per salvarla, fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliere Salva con nome.


6.

Nella casella Salva in selezionare un percorso di rete accessibile agli utenti desiderati e quindi fare clic su Salva.

NOTA

7.

consigliabile utilizzare una cartella di rete condivisa e non un server Web.

Se la cartella di lavoro contiene collegamenti ad altre cartelle di lavoro o ad altri documenti, controllare che i
collegamenti siano attivi e ripristinare i collegamenti interrotti, quindi fare clic su Salva
rapido o premere CTRL+S.

Come controllare e aggiornare i collegamenti ad altri documenti o cartelle di lavoro

1.

Nel gruppo Connessioni della scheda Dati fare clic su Modifica collegamenti.

sulla barra di accesso

NOTA

Se il file non contiene informazioni collegate, il comando Modifica collegamenti a file non sar

disponibile.

2.

Fare clic su Verifica stato per controllare lo stato di tutti i collegamenti dell'elenco.

NOTA

Questa operazione pu richiedere alcuni minuti se il documento contiene molti collegamenti o se la

cartella di origine dei collegamenti in rete e la rete lenta.

3.

Controllare lo stato nella colonna Stato, fare clic sul collegamento e quindi eseguire l'azione necessaria.
Stato

Azione da eseguire

OK

Non richiesta alcuna azione, il collegamento funziona ed aggiornato.

Sconosciuto

Fare clic su Verifica stato per aggiornare lo stato di tutti i collegamenti dell'elenco.

N/D

Il collegamento utilizza la tecnologia OLE (Object Linking and Embedding) (OLE: Tecnologia di
integrazione dei programmi che consente di condividere informazioni tra programmi. Tutte le
applicazioni di Office supportano l'automazione OLE ed pertanto possibile condividere informazioni
utilizzando oggetti collegati e incorporati.) o DDE (Dynamic Data Exchange) (DDE (Dynamic Data
Exchange): Protocollo consolidato per lo scambio di dati tra programmi per Microsoft Windows.).
NOTA

Non possibile verificare lo stato di questi tipi di collegamenti.

Errore: origine non


trovata

Fare clic su Cambia origine e quindi selezionare un'altra cartella di lavoro.

Errore: cartella di lavoro


non trovata

Fare clic su Cambia origine e quindi selezionare un foglio di lavoro diverso. L'origine potrebbe
essere stata spostata o rinominata.

Avviso: valori non


aggiornati

Fare clic su Aggiorna valori. Il collegamento non stato aggiornato quando stata aperta la
cartella di lavoro.

Avviso: fare clic su Apri


origine e premere F9 per
calcolare la cartella di
lavoro

La cartella di lavoro potrebbe essere impostata per il calcolo manuale. Per impostare il calcolo

Avviso: alcuni nomi non


possono essere risolti
senza aprire la cartella
di lavoro

Fare clic su Apri origine, tornare alla cartella di lavoro di destinazione (file di destinazione: File in
cui viene inserito un oggetto collegato o incorporato. Il file di origine contiene le informazioni
utilizzate per creare l'oggetto. Le informazioni modificate in un file di destinazione non vengono
aggiornate anche nel file di origine.) e quindi fare clic su Verifica stato. Se il problema non viene
risolto, accertarsi che il nome sia presente e sia digitato correttamente. Passare alla cartella di lavoro
di origine e nella scheda Formule, nel gruppo Celle denominate fare clic su Gestione nomi e
cercare il nome.

Avviso: fare clic su Apri


origine.

Non possibile aggiornare il collegamento se l'origine non aperta.

Origine aperta

Non possibile controllare lo stato del collegamento.

automatico, fare clic sul pulsante Microsoft Office


e quindi su Opzioni di Excel. Nella
categoria Formule, in Opzioni di calcolo, fare clic su Automaticamente.

Valori aggiornati
danome file

Nessuna azione richiesta. I valori sono stati aggiornati.

Avviso: non possibile


determinare lo stato del
collegamento

L'origine potrebbe non contenere fogli di lavoro o essere salvata in un formato file non supportato.
Fare clic su Aggiorna valori.

NOTE

Tutti gli utenti con accesso alla condivisione di rete hanno accesso completo alla cartella di lavoro condivisa a meno che
non si blocchino le celle e non si protegga il foglio di lavoro per limitare l'accesso. Per proteggere una cartella di lavoro
condivisa, fare clic su Proteggi e condividi cartella di lavoro nel gruppo Revisioni della scheda Revisione. Se si
protegge una cartella di lavoro condivisa, possibile impostare una password che deve essere immessa da tutti gli utenti
per aprire la cartella.

Per modificare la cartella di lavoro condivisa, necessario che nel computer degli utenti siano installati Microsoft
Office Excel, Microsoft Excel 97 o versioni successive oppure Microsoft Excel 98 o versioni successive per
Macintosh.
In una cartella di lavoro condivisa non sono supportate tutte le caratteristiche di Excel. Per ulteriori informazioni,
vedere la tabella precedente "Caratteristiche non supportate in una cartella di lavoro condivisa".

Modificare una cartella di lavoro condivisa


Dopo avere aperto una cartella di lavoro condivisa, possibile immettere e modificare i dati esattamente come in una
cartella di lavoro normale.

1.

Aprire la cartella di lavoro condivisa.

Come aprire una cartella di lavoro condivisa

1.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi su Apri.

2.

Nella casella Cerca in individuare il percorso di rete nel quale memorizzata la cartella di lavoro condivisa e
quindi fare clic sulla cartella.

3.

Fare clic su Apri.

SUGGERIMENTO

Per aprire la cartella di lavoro condivisa, inoltre possibile passare al percorso di rete in cui

memorizzata e farvi doppio clic sopra.

2.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Opzioni di Excel.

3.

Nella categoria Impostazioni generali, in Personalizzazione della copia di Office, nella casella Nome utente,
digitare il nome utente che si desidera utilizzare per identificare le proprie operazioni nella cartella di lavoro
condivisa e quindi fare clic su OK.

4.

Immettere e modificare i dati nei fogli di lavoro nel modo solito.

NOTA

Non sar possibile aggiungere o modificare le celle unite, i formati condizionali, la convalida di dati, i

grafici, le immagini, gli oggetti inclusi gli oggetti disegno, i collegamenti ipertestuali, gli scenari, le strutture, i
subtotali, le tabelle di dati, i rapporti di tabella pivot, le protezioni della cartella di lavoro e del foglio di lavoro e le
macro.

5.

Eseguire le eventuali impostazioni dei filtri e di stampa desiderate. Per impostazione predefinita, le impostazioni di
ogni utente vengono salvate separatamente.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile utilizzare le impostazioni dei filtri e di stampa definite dal proprietario della

cartella di lavoro ogni volta che si apre la cartella.

Come utilizzare le impostazioni dei filtri e di stampa originali

1.

Nel gruppo Modifiche della scheda Revisione fare clic su Condividi cartella di lavoro.

2.

Nella scheda Avanzate, in Includi nelle visualizzazioni personali, deselezionare la casella di


controllo Impostazioni di stampa o Impostazioni filtro e fare clic su OK.

6.

Per salvare le modifiche apportate alla cartella di lavoro e visualizzare le modifiche apportate da altri utenti dopo
l'ultimo salvataggio, fare clic su Salva

sulla barra di accesso rapido o premere CTRL+S.

Se viene visualizzata la finestra di dialogo Risoluzione conflitto, risolvere i conflitti.

SUGGERIMENTO

Per risolvere i conflitti, vedere Risolvere le modifiche in conflitto apportate a una cartella di lavoro

condivisa in questo argomento.

NOTE

possibile verificare quali altri utenti hanno la cartella di lavoro aperta nella scheda Modifiche della finestra di
dialogo Condivisione file (scheda Revisione, gruppo Revisioni, pulsante Condividi cartella di lavoro).
possibile scegliere di aggiornare periodicamente e automaticamente le modifiche degli altri utenti, salvandole o
meno, in Aggiorna modifiche nella scheda Avanzate della finestra di dialogo Condivisione file.

Rimuovere un utente da una cartella di lavoro condivisa


Se necessario, possibile disconnettere gli utenti da una cartella di lavoro condivisa.

Prima di disconnetterli, accertarsi che abbiano completato le relative operazioni nella cartella. Se si rimuove un

NOTA

utente attivo, il lavoro non salvato verr perso.

1.

Nel gruppo Modifiche della scheda Revisione fare clic su Condividi cartella di lavoro.

2.

Nella scheda Modifiche, esaminare i nomi degli utenti nell'elenco Attualmente la cartella di lavoro utilizzata
da.

3.

Selezionare il nome dell'utente da disconnettere e quindi fare clic su Rimuovi utente.

NOTA

Questa azione disconnette l'utente dalla cartella di lavoro condivisa, ma non gli impedisce di modificarla di

nuovo.

4.

Per eliminare le impostazioni delle visualizzazioni personali dell'utente rimosso, eseguire le operazioni seguenti:
1.

Nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della scheda Visualizza, fare clic su Visualizzazioni
personalizzate.

2.

Nell'elenco Visualizzazioni selezionare la visualizzazione di un altro utente e quindi fare clic su Elimina.

Risolvere le modifiche in conflitto apportate a una cartella di


lavoro condivisa
Un conflitto si verifica quando due utenti modificano contemporaneamente la stessa cartella di lavoro condivisa e tentano
di salvare modifiche che riguardano la stessa cella. possibile salvare solo una delle modifiche apportate alla cella.
Quando il secondo utente salva la cartella di lavoro, verr visualizzata la finestra di dialogo Risoluzione conflitto.

1.

Nella finestra di dialogo Risoluzione conflitto leggere le informazioni relative a ogni modifica e alle modifiche in
conflitto apportate da altri utenti.

2.

Per mantenere le proprie modifiche o quelle altrui e passare alla modifica in conflitto successiva, fare clic su
Accetta propria modifica o Accetta modifica altrui.

Per mantenere tutte le proprie modifiche successive o tutte quelle altrui, fare clic su Accetta tutte le proprie
modifiche o Accetta tutte le modifiche altrui.

3.

Per far prevalere sempre le proprie modifiche rispetto a quelle altrui e non visualizzare pi la finestra di dialogo
Risoluzione conflitto, eseguire le operazioni seguenti:
1.

Nel gruppo Modifiche della scheda Revisione fare clic su Condividi cartella di lavoro.

2.

Nella scheda Avanzate, in Modifiche in conflitto tra gli utenti, fare clic su Preferisci modifiche in corso
di salvataggio e quindi su OK.

4.

Per visualizzare le risoluzioni dei conflitti precedenti proprie o altrui, eseguire le operazioni seguenti:
1.

Nel gruppo Modifiche della scheda Revisione fare clic su Revisioni, quindi su Mostra revisioni.

2.

Selezionare Tutti nella casella Quando.

3.

Deselezionare le caselle di controllo Da chi e Percorso.

4.

Selezionare la casella di controllo Elenca modifiche su un nuovo foglio e quindi fare clic su OK.

5.

Nel foglio di lavoro Cronologia (foglio di lavoro Cronologia: Foglio di lavoro separato in cui sono elencate le
modifiche registrate in una cartella di lavoro condivisa, inclusi l'autore e la data della modifica, i dati eliminati
o sostituiti e le scelte adottate per la risoluzione dei conflitti che si sono verificati.) scorrere verso destra per
visualizzare le colonne Tipo azione e Perdita azione.

NOTA

Le modifiche in conflitto conservate riportano Vinto come Tipo azione. I numeri di riga nella colonna

Perdita azione identificano le righe che contengono informazioni sulle modifiche in conflitto che non sono
state mantenute, inclusi gli eventuali dati eliminati.

5.

SUGGERIMENTO

Per salvare una copia del foglio di lavoro con tutte le proprie modifiche, scegliere Annulla nella

finestra di dialogo Risoluzione conflitto, fare clic sul pulsante Microsoft Office

, fare clic su Salva con

nome e quindi digitare un nuovo nome per il file.

Interrompere la condivisione di una cartella di lavoro


Prima di interrompere la condivisione di una cartella di lavoro, accertarsi che tutti gli altri utenti abbiano completato il
proprio lavoro. Le modifiche non salvate verranno perse. Poich verr eliminata anche la cronologia delle
modifiche (cronologia delle modifiche: In una cartella di lavoro condivisa, le informazioni che vengono registrate sulle
modifiche apportate nelle sessioni di modifica precedenti. Le informazioni includono l'autore della modifica, la data della
modifica e i dati modificati.), consigliabile stampare innanzitutto il foglio di lavoro Cronologia (foglio di lavoro
Cronologia: Foglio di lavoro separato in cui sono elencate le modifiche registrate in una cartella di lavoro condivisa,
inclusi l'autore e la data della modifica, i dati eliminati o sostituiti e le scelte adottate per la risoluzione dei conflitti che si
sono verificati.) oppure copiarlo in un'altra cartella di lavoro.

1.

Per mantenere una copia delle informazioni contenute nella cronologia delle modifiche, eseguire le operazioni
seguenti:
1.

Nel gruppo Modifiche della scheda Revisione fare clic su Revisioni, quindi su Mostra revisioni.

2.

Selezionare Tutti nella casella Quando.

3.

Deselezionare le caselle di controllo Da chi e Percorso.

4.

Selezionare la casella di controllo Elenca modifiche su un nuovo foglio e quindi fare clic su OK.

5.

Eseguire una o entrambe le operazioni seguenti:

Per stampare il foglio di lavoro Cronologia, fare clic sul pulsante Microsoft Office
Stampa .

e quindi su

Per copiare la cronologia in un'altra cartella di lavoro, selezionare le celle che si desidera copiare, fare
clic su Copia

nel gruppo Appunti della scheda Home, passare a un'altra cartella di lavoro, fare

clic sul punto in cui si desidera incollare i dati e quindi fare clic su Incolla

nel gruppo Appunti

nella scheda Home.

6.

NOTA

inoltre possibile salvare o stampare la versione corrente della cartella di lavoro se questa

cronologia non dovesse essere pi valida per le versioni successive. Ad esempio, le posizioni delle celle,
inclusi i numeri di riga, nella cronologia copiata potrebbero non essere pi valide.

2.

Nella cartella di lavoro condivisa, nella scheda Revisione, nel gruppo Revisioni fare clic su Condividi cartella di
lavoro.

3.

Nella scheda Modifiche accertarsi di essere l'unico utente presente nell'elenco Attualmente la cartella di lavoro
utilizzata da.

SUGGERIMENTO

Per rimuovere gli eventuali altri utenti, vedere Rimuovere un utente da una cartella di lavoro

condivisa in questo argomento.

4.

Deselezionare la casella di controllo Consenti modifiche contemporaneamente da pi utenti e unione cartelle


di lavoro.

NOTA

Se la casella di controllo non disponibile, necessario innanzitutto rimuovere la protezione della cartella

di lavoro condivisa. A tale scopo, eseguire le operazioni seguenti:

1.

Fare clic su OK per chiudere la finestra di dialogo Condivisione file.

2.

Nel gruppo Modifiche della scheda Revisione fare clic su Rimuovi protezione cartella condivisa.

3.

Se richiesto, digitare la password e quindi fare clic su OK.

4.

Nel gruppo Modifiche della scheda Revisione fare clic su Condividi cartella di lavoro.

5.

Nella scheda Modifiche deselezionare la casella di controllo Consenti modifiche contemporaneamente


da pi utenti e unione cartelle di lavoro.

5.

Quando viene visualizzata una finestra che informa sugli effetti della rimozione dall'utilizzo condiviso sugli altri
utenti, fare clic su S.

Componenti aggiuntivi
eApproval
Caricare il componente aggiuntivo Strumenti di analisi
Caricare il componente aggiuntivo Risolutore
Caricare o scaricare componenti aggiuntivi

Caricare il componente aggiuntivo Strumenti di


analisi
Strumenti di analisi un componente aggiuntivo (componente aggiuntivo: Programma supplementare che consente di
aggiungere caratteristiche o comandi personalizzati a Microsoft Office.) di Microsoft Office Excel disponibile quando si
installa Microsoft Office o Excel. Per utilizzarlo in Excel, tuttavia, necessario prima caricarlo.

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Opzioni di Excel.

2.

Fare clic su Componenti aggiuntivi e quindi su Componenti aggiuntivi di Excel nella casella Gestisci.

3.

Fare clic su Vai.

4.

Nell'elenco Componenti aggiuntivi disponibili selezionare la casella di controllo Strumenti di analisi e quindi
fare clic su OK.

Suggerimento Se Strumenti di analisi non incluso nell'elenco Componenti aggiuntivi disponibili fare clic su
Sfoglia per individuarlo.

Se viene visualizzato un messaggio in cui si segnala che Strumenti di analisi non installato nel computer, fare
clic su S per installarlo.

5.

Dopo aver caricato Strumenti di analisi, il comando Analisi dati sar disponibile nel gruppo Analisi della scheda
Dati.

NOTA

Per includere le funzioni di Visual Basic, Applications Edition (VBA) per Strumenti di analisi, possibile caricare il

componente aggiuntivo Strumenti di analisi - VBA con le stesse modalit con cui si carica Strumenti di analisi. Nella
casella Componenti aggiuntivi disponibili selezionare la casella di controllo Strumenti di analisi - VBA e quindi fare
clic su OK.

Caricare il componente aggiuntivo Risolutore


Il Risolutore un componente aggiuntivo (Programma supplementare che consente di aggiungere caratteristiche o
comandi personalizzati a Microsoft Office.) di Microsoft Office Excel disponibile quando si installa Microsoft Office o
Excel. Per utilizzarlo in Excel, tuttavia, necessario prima caricarlo.

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Opzioni di Excel.

2.

Fare clic su Componenti aggiuntivi e quindi su Componenti aggiuntivi di Excel nella casella Gestisci.

3.

Fare clic su Vai.

4.

Nella casella Componenti aggiuntivi disponibili selezionare la casella di controllo Componente aggiuntivo
Risolutore e quindi fare clic su OK.

Suggerimento Se Componente aggiuntivo Risolutore non incluso nella casella Componenti aggiuntivi
disponibili, fare clic su Sfoglia per individuare il componente aggiuntivo.

Se viene visualizzato un messaggio in cui si segnala che il Risolutore non presente nel computer, scegliere S
per installarlo.

5.

Dopo aver caricato il componente aggiuntivo Risolutore, il comando Risolutore sar disponibile nel gruppo
Analisi della scheda Dati.

Caricare o scaricare componenti aggiuntivi


In Microsoft Office Excel sono disponibili diversi tipi di componenti aggiuntivi che includono comandi e caratteristiche
facoltativi.

I componenti aggiuntivi di Excel come Strumenti di analisi e Risolutore sono disponibili con l'installazione di
Microsoft Office o Excel.
possibile scaricare ulteriori componenti aggiuntivi di Excel dall'area Download di Microsoft Office Online.
Gli sviluppatori e i programmatori progettano in genere componenti aggiuntivi COM (Component Object
Model) (componente aggiuntivo COM: Programma supplementare che estende le capacit di un programma di
Microsoft Office aggiungendo comandi personalizzati e caratteristiche specializzate. I componenti aggiuntivi COM
possono essere eseguiti in uno o pi programmi di Office. I componenti aggiuntivi COM hanno estensione dll o
exe.) e componenti aggiuntivi di automazione personalizzati.

Prima di poter utilizzare un componente aggiuntivo di Excel, necessario caricarlo. Dopo il caricamento, il componente
aggiuntivo e i relativi comandi saranno disponibili nel gruppo Analisi della scheda Dati (Strumenti di analisi e
componente aggiuntivo Risolutore) o nel gruppo Soluzioni della scheda Formule (Creazione guidata Somma
condizionale, Strumenti per la valuta euro, Strumenti di conversione euro, Ricerca guidata).

Caricare o scaricare un componente aggiuntivo di Excel


1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

2.

Fare clic sulla categoria Componenti aggiuntivi.

3.

Nella casella Gestisci fare clic su Componenti aggiuntivi di Excel e quindi su Vai.

4.

Per caricare un componente aggiuntivo di Excel, eseguire la procedura seguente:


1.

, quindi su Opzioni di Excel.

Nella casella Componenti aggiuntivi disponibili selezionare la casella di controllo posta accanto al
componente aggiuntivo che si desidera caricare, quindi scegliere OK.

SUGGERIMENTO

Se il componente aggiuntivo che si desidera utilizzare non elencato nella casella

Componenti aggiuntivi disponibili, scegliere Sfoglia per individuarlo. possibile scaricare i componenti
aggiuntivi non disponibili nel computer dall'area Download di Microsoft Office Online.

2.

Se il componente aggiuntivo non gi installato nel computer, fare clic su S per installarlo.

SUGGERIMENTO

5.

Seguire le istruzioni di installazione necessarie.

Per scaricare un componente aggiuntivo, eseguire la procedura seguente:


1.

Nella casella Componenti aggiuntivi disponibili deselezionare la casella di controllo posta accanto al
componente aggiuntivo che si desidera scaricare, quindi scegliere OK.

2.

Per rimuovere un componente aggiuntivo dalla barra multifunzione, riavviare Excel.

NOTA

Lo scaricamento o la rimozione di un componente aggiuntivo dalla barra multifunzione non elimina il

componente dal computer. Per eliminare il componente aggiuntivo dal computer, necessario disinstallarlo.

Disinstallare un componente aggiuntivo

IMPORTANTE

Se il componente aggiuntivo di Excel stato originariamente installato da un file server di rete

o da una cartella condivisa, necessario installare o rimuovere il componente aggiuntivo da quella


ubicazione. Se il componente aggiuntivo di Excel stato installato da un CD-ROM e, dopo l'installazione,
stata assegnata una lettera diversa all'unit CD-ROM, necessario installare nuovamente il componente
aggiuntivo dal CD-ROM. Se vengono eseguiti componenti aggiuntivi di Excel dal CD-ROM, necessario
disinstallarli e quindi installarli nuovamente dal CD-ROM.

1.

Uscire da tutti i programmi.

2.

Nel Pannello di controllo di Windows fare doppio clic su Installazione applicazioni.

3.

Eseguire una delle seguenti operazioni:

Se Excel stato installato come parte di Microsoft Office, scegliere Microsoft Office nella casella
Programmi attualmente installati, quindi fare clic sul pulsante Cambia.

Se Excel stato installato singolarmente, fare clic sul nome del programma nella casella Programmi
attualmente installati, quindi fare clic sul pulsante Cambia.

4.

Attenersi alle istruzioni che verranno visualizzate.

Caricare o scaricare un componente aggiuntivo COM


IMPORTANTE

Gli sviluppatori possono utilizzare questa procedura per caricare o scaricare un componente aggiuntivo

prima di implementare i relativi programmi di installazione e di rimozione. Gli altri utenti non devono utilizzare questa
procedura. Per istruzioni sull'installazione e sulla rimozione del componente aggiuntivo, contattare l'amministratore di
sistema.

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Opzioni di Excel.

2.

Fare clic sulla categoria Componenti aggiuntivi.

3.

Nella casella Gestisci fare clic su Componenti aggiuntivi COM e quindi su Vai.

4.

Per caricare un componente aggiuntivo COM, nella casella Componenti aggiuntivi disponibili selezionare la
casella di controllo posta accanto al componente aggiuntivo che si desidera caricare, quindi scegliere OK.

SUGGERIMENTO

Se il componente aggiuntivo che si desidera utilizzare non elencato nella casella Componenti

aggiuntivi disponibili, scegliere Aggiungi e quindi individuarlo.

5.

Per scaricare un componente aggiuntivo COM, eseguire una delle seguenti operazioni:

Nella casella Componenti aggiuntivi disponibili deselezionare la casella di controllo posta accanto al
componente aggiuntivo che si desidera scaricare, quindi scegliere OK.

NOTA

Il componente aggiuntivo verr scaricato dalla memoria ma conserver il nome nell'elenco dei

componenti disponibili e non verr eliminato dal computer.

Per rimuovere un componente aggiuntivo COM dall'elenco di componenti aggiuntivi disponibili e per
eliminarlo dal computer, fare clic sul relativo nome nella casella Componenti aggiuntivi disponibili e quindi
scegliere Rimuovi.

Caricare o scaricare un componente aggiuntivo di


automazione
IMPORTANTE

Gli sviluppatori possono utilizzare questa procedura per caricare o scaricare un componente aggiuntivo di

automazione prima di implementare i relativi programmi di installazione e di rimozione. Gli altri utenti non devono
utilizzare questa procedura. Per istruzioni sull'installazione e sulla rimozione del componente aggiuntivo, contattare
l'amministratore di sistema.

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Opzioni di Excel.

2.

Fare clic sulla categoria Componenti aggiuntivi.

3.

Nella casella Gestisci fare clic su Componenti aggiuntivi di Excel e quindi su Vai.

4.

Per caricare un componente aggiuntivo di automazione, fare clic su Automazione e quindi selezionare il
componente aggiuntivo desiderato nella casella Server di automazione disponibili.

SUGGERIMENTO

Se il componente aggiuntivo desiderato non visualizzato nell'elenco, fare clic su Sfoglia,

individuare il componente aggiuntivo e quindi scegliere OK.

5.

Per scaricare un componente aggiuntivo di automazione, necessario rimuoverlo dal Registro di sistema.
Contattare l'amministratore di sistema per i dettagli.

Convalida dei dati

Creare un elenco a discesa da un intervallo di celle


Impedire l'immissione di dati non validi in un foglio di lavoro

Creare un elenco a discesa da un intervallo di celle

Per semplificare l'immissione di dati o limitarla a voci specifiche definite dall'utente, possibile
creare un elenco a discesa delle voci valide compilato con il contenuto di celle che si trovano
in un'altra posizione nella cartella di lavoro. Quando si crea un elenco a discesa per una cella,
in tale cella viene visualizzata una freccia. Per immettere informazioni nella cella, fare clic sulla freccia e quindi sulla
voce desiderata.

Per creare un elenco a discesa da un intervallo di celle, utilizzare il comando Convalida dati nel gruppo Strumenti dati
della scheda Dati.

1.

Per creare un elenco delle voci valide per l'elenco a discesa, digitare le voci in un'unica colonna o in un'unica riga
senza lasciare celle vuote. Esempio:
A

2.

3.

Vendite

Finanza

R&S

MIS

NOTA

possibile organizzare i dati nell'ordine in cui devono essere visualizzati nell'elenco a discesa.

Se si desidera utilizzare un altro foglio di lavoro, digitare l'elenco in tale foglio di lavoro e quindi definire un nome
per l'elenco.

Definire un nome

1.

Selezionare la cella, l'intervallo di celle oppure le selezioni non adiacenti (selezione non adiacente:
Selezione di due o pi celle o intervalli non contigui. Quando si tracciano selezioni non adiacenti in un
grafico, assicurarsi che le selezioni abbiano una forma rettangolare nel loro complesso.) che si desidera
denominare.

2.

Fare clic sulla casella Nome all'estremit sinistra della barra della formula (barra della formula: Barra
disponibile nella parte superiore della finestra di Excel e utilizzata per l'immissione o la modifica di formule o
valori contenuti nelle celle o nei grafici. Visualizza il valore costante o la formula memorizzati nella cella
attiva.).

3.

Digitare il nome da assegnare alle celle, ad esempio RepValidi.

4.

Premere INVIO.

NOTA

Non possibile modificare il nome di una cella mentre se ne sta modificando il contenuto.

4.

Selezionare la cella in cui si desidera inserire l'elenco a discesa.

5.

Nel gruppo Strumenti dati della scheda Dati fare clic su Convalida dati.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Convalida dati.

6.

Fare clic sulla scheda Impostazioni.

7.

Selezionare Elenco dalla casella Consenti.

8.

Per specificare la posizione dell'elenco delle voci valide, eseguire una delle operazioni seguenti:

Se l'elenco si trova nel foglio di lavoro corrente, immettere un riferimento all'elenco nella casella Origine.

Se l'elenco si trova in un foglio di lavoro diverso, immettere il nome definito per l'elenco nella casella
Origine.

In entrambi i casi accertarsi che il riferimento o il nome sia preceduto dal segno di uguale (=). Immettere ad
esempio =RepValidi.

Accertarsi che la casella di controllo Elenco nella cella sia selezionata.


Per indicare se la cella pu essere lasciata vuota, selezionare o deselezionare la casella di controllo Ignora
celle vuote.

possibile visualizzare un messaggio di input quando si fa clic sulla cella.

Visualizzare un messaggio di input

0.

Fare clic sulla scheda Messaggio di input.

1.

Accertarsi che la casella di controllo Mostra messaggio di input quando viene selezionata la cella sia
selezionata.

2.

Digitare il titolo e il testo del messaggio (fino a 225 caratteri).

Indicare il tipo di risposta del programma all'immissione di dati non validi.

Specificare una risposta a dati non validi

0.

Fare clic sulla scheda Messaggio di errore e accertarsi che la casella di controllo Mostra messaggio di
errore quando i dati immessi non sono validi sia selezionata.

1.

Selezionare una delle seguenti opzioni per la casella Stile:

Per visualizzare un messaggio informativo che non impedisce l'immissione di dati non validi, scegliere
Informazione.

Per visualizzare un messaggio di avviso che non impedisce l'immissione di dati non validi, scegliere
Avviso.

2.

Per impedire l'immissione di dati non validi, scegliere Interrompi.


Digitare il titolo e il testo del messaggio (fino a 225 caratteri).

NOTA

Se non si immette un titolo o un testo, verranno utilizzati il titolo predefinito "Microsoft Excel" e il

messaggio predefinito: "Valore immesso non valido. Un utente ha stabilito delle limitazioni per i valori che
possibile immettere nella cella".

NOTE

La larghezza dell'elenco a discesa viene stabilita in base alla larghezza della cella che contiene la convalida dei
dati. possibile che sia necessario regolare la larghezza della cella per evitare di troncare la larghezza delle voci
valide nel caso sia maggiore di quella dell'elenco a discesa.
Il numero massimo di voci che possono essere presenti in un elenco a discesa 32.767.
Se l'elenco di convalida si trova in un altro foglio di lavoro e si desidera impedire agli utenti di visualizzarlo o
modificarlo, possibile nascondere e proteggere tale foglio di lavoro.

Impedire l'immissione di dati non validi in un


foglio di lavoro
Nascondi tutto

In molti dei fogli di lavoro che vengono creati, gli utenti


immetteranno dati per eseguire calcoli e ottenere risultati.
importante assicurare che vengano immessi dati validi. A questo
proposito, possibile limitare l'immissione di dati a un determinato
intervallo di date, restringere le scelte mediante un elenco oppure
garantire che vengano immessi solo numeri interi positivi. inoltre essenziale fornire supporto immediato agli utenti per
ogni eventuale problema conseguente all'immissione di dati non validi.

Dopo aver deciso il tipo di convalida da utilizzare in un foglio di lavoro, possibile impostare la convalida attenendosi alla
procedura seguente:

1.

Selezionare una o pi celle da convalidare.

2.

Nel gruppo Strumenti dati della scheda Dati fare clic su Convalida dati.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Convalida dati.

3.

Fare clic sulla scheda Impostazioni.

4.

Per specificare il tipo di convalida desiderato, eseguire una delle operazioni seguenti:

Consentire valori da un elenco

1.

Selezionare Elenco nella casella Consenti.

2.

Fare clic nella casella Origine e quindi digitare i valori dell'elenco separati dal carattere utilizzato come
separatore di elenco in Microsoft Windows (per impostazione predefinita la virgola).

Esempio:

Per limitare la risposta a una domanda, ad esempio "Hai figli?", a due opzioni, digitare S, No.

Per limitare a tre gradi di valutazione il giudizio sulla qualit di un fornitore, digitare Bassa, Media,
Alta.

possibile inoltre creare un elenco di valori da un intervallo di celle. Per ulteriori informazioni, vedere Creare
un elenco a discesa da un intervallo di celle.

NOTA

La larghezza dell'elenco a discesa viene determinata dalla larghezza della cella che contiene la

convalida dei dati. Potrebbe essere necessario regolare tale larghezza per evitare di troncare le voci valide
che non entrano nell'elenco a discesa.

3.

Accertarsi che la casella di controllo Elenco nella cella sia selezionata.

Consentire un numero intero compreso tra limiti

4.

Selezionare Numero intero nella casella Consenti.

5.

Selezionare il tipo di restrizione desiderato nella casella Dati. Per impostare ad esempio limiti superiori e
inferiori, selezionare tra.

6.

Immettere il valore minimo, massimo o specifico da consentire. inoltre possibile immettere una formula
che restituisce un valore numerico.

Per impostare ad esempio un limite minimo di detrazioni sul doppio del numero dei figli nella cella F1,
selezionare maggiore o uguale a nella casella Dati e immettere la formula =2*F1 nella casella Minimo.

Consentire un numero decimale compreso tra limiti

7.

Selezionare Decimale nella casella Consenti.

8.

Selezionare il tipo di restrizione desiderato nella casella Dati. Per impostare ad esempio i limiti superiore e
inferiore, selezionare tra.

9.

Immettere il valore minimo, massimo o specifico da consentire. inoltre possibile immettere una formula
che restituisca un valore numerico.

Per impostare ad esempio un limite massimo per commissioni e bonus sul 6% dello stipendio di un
venditore nella cella E1, selezionare minore o uguale a nella casella Dati e immettere la formula =E1*6%
nella casella Massimo.

NOTA

Per consentire a un utente di immettere valori percentuali, ad esempio 20%, selezionare Decimale

nella casella Consenti, selezionare il tipo di restrizione desiderato nella casella Dati, immettere il valore
minimo, massimo o specifico come decimale, ad esempio 0,2, e quindi visualizzare la cella di convalida dei

dati come percentuale selezionando la cella e facendo clic su Stile percentuale

nel gruppo Numero

della scheda Foglio.

Consentire una data compresa tra intervalli specifici

10. Selezionare Data nella casella Consenti.


11. Scegliere il tipo di restrizione desiderato nella casella Dati. Per impostare ad esempio limiti superiori e
inferiori, scegliere maggiore di.
12. Immettere la data iniziale, finale o una data specifica da consentire. inoltre possibile immettere una
formula che restituisce una data.

Per impostare ad esempio un intervallo di tempo compreso tra la data di oggi e 3 giorni dalla data di oggi,
selezionare tra nella casella Dati, immettere =OGGI() nella casella Minimo e immettere =OGGI()+3 nella
casella Massimo.

Consentire un orario compreso tra intervalli specifici

13. Selezionare Ora nella casella Consenti.


14. Selezionare il tipo di restrizione desiderato nella casella Dati. Per consentire ad esempio orari precedenti a
una determinata ora del giorno, scegliere minore di.
15. Immettere l'ora di inizio, di fine o specifica da consentire. inoltre possibile immettere una formula che
restituisce un valore ora.

Per impostare ad esempio un intervallo di tempo in cui viene servita la colazione tra l'orario di apertura del
ristorante indicato nella cella H1 e 5 ore dopo l'apertura, selezionare tra nella casella Dati, immettere =H1
nella casella Minimo e quindi immettere =H1+"5.00" nella casella Massimo.

Consentire testo di lunghezza specifica

16. Scegliere Lunghezza testo nella casella Consenti.


17. Selezionare il tipo di restrizione desiderato nella casella Dati, scegliere il tipo di restrizione desiderato. Per
consentire ad esempio un numero massimo di caratteri, selezionare minore o uguale a.
18. Immettere la lunghezza minima, massima o specifica per il testo. inoltre possibile immettere una formula
che restituisce un valore numerico.

Per impostare ad esempio la lunghezza specifica per un campo di nome completo (C1) sulla lunghezza
attuale di un campo di nome (A1) e di un campo di cognome (B1) pi 10, selezionare minore o uguale a
nella casella Dati e immettere =SOMMA(LUNGHEZZA(A1);LUNGHEZZA(B1);10) nella casella Massimo.

Calcolare il valore consentito in base al contenuto di un'altra cella

19. Selezionare il tipo di dati desiderato nella casella Consenti.


20. Selezionare il tipo di restrizione desiderato nella casella Dati.
21. Fare clic sulla cella da utilizzare per specificare il valore consentito nella casella o nelle caselle sotto la
casella Dati.

Per consentire ad esempio voci di un bilancio solo se il risultato non supera il budget indicato nella cella E4,
selezionare Decimale nella casella Consenti, selezionare minore o uguale a nella casella Dati e
immettere =E4 nella casella Massimo.

Utilizzare una formula per calcolare il valore consentito

22. Selezionare Personalizzato nella casella Consenti.


23. Immettere una formula che calcola un valore logico (VERO per le voci valide o FALSO per quelle non valide)
nella casella Formula.
Per garantire che

Immettere la formula

La cella relativa all'importo per il picnic (B1) pu essere


aggiornata solo se non stato stanziato un importo (D1) e il
budget totale (D2) inferiore ai 40.000 euro previsti.

=E(D1=0;D2<40000)

La cella che contiene una descrizione di prodotto (B2) contiene


solo testo.

=VAL.TESTO(B2)

Per la cella che contiene il budget pubblicitario previsto (B3) il


subtotale per subappalti e servizi (E1) deve essere minore o
uguale a 800 euro e il budget totale (E2) deve essere minore o
uguale a 97.000 euro.

=E(E1<=800;E2<=97000)

La cella che contiene l'et di un dipendente (B4) ha sempre un


valore maggiore del numero di anni completi di lavoro (F1) pi
18 (l'et minima di un dipendente).

=SE(B4>F1+18;VERO;FALSO)

Tutti i dati compresi nell'intervallo di celle A1:A20 contengono


valori univoci.

=CONTA.SE($A$1:$A$20;A1)=1
necessario immettere la formula nella convalida dati per la
cella A1 e quindi inserire i dati nelle celle comprese tra A2 e A20
in modo che la convalida dati per ogni cella dell'intervallo abbia
una formula simile. Il secondo argomento della funzione
CONTA.SE corrisponder tuttavia alla cella corrente.

La cella che contiene un nome di codice di prodotto (B5) inizia


sempre con il prefisso standard ID- e la relativa lunghezza di
almeno 10 caratteri.

5.

=E(SINISTRA(B5; 3) ="ID-";LUNGHEZZA(B5) > 9)

Per specificare come gestire i valori vuoti (nulli), selezionare o deselezionare la casella di controllo Ignora celle
vuote.

NOTA

Se i valori consentiti si basano su un intervallo di celle con un nome definito e tale intervallo contiene una

cella vuota, l'impostazione della casella di controllo Ignora celle vuote consente di immettere qualunque valore
nella cella convalidata. Questo vale anche per celle a cui fanno riferimento formule di convalida: se vi sono celle di
riferimento vuote, l'impostazione della casella di controllo Ignora celle vuote consente di immettere qualunque
valore nella cella convalidata.

6.

possibile fare in modo che venga visualizzato un messaggio di input quando si fa clic sulla cella.

Procedura

1.

Fare clic sulla scheda Messaggio di input.

2.

Accertarsi che sia selezionata la casella di controllo Mostra messaggio di input quando viene
selezionata la cella.

3.
7.

Digitare il titolo e il testo del messaggio.

Indicare il tipo di risposta del programma all'immissione di dati non validi.

Procedura

1.

Fare clic sulla scheda Messaggio di errore e accertarsi che la casella di controllo Mostra messaggio di
errore quando i dati immessi non sono validi sia selezionata.

2.

Selezionare una delle seguenti opzioni per la casella Stile:

Per visualizzare un messaggio informativo che non impedisce l'immissione di dati non validi,
selezionare Informazione.

Per visualizzare un messaggio di avviso che non impedisce l'immissione di dati non validi, scegliere
Avviso.

3.

Per impedire l'immissione di dati non validi, selezionare Interrompi.


Digitare il titolo e il testo del messaggio (fino a 225 caratteri).

NOTA

Se non si immette un titolo o un testo, il titolo predefinito sar Microsoft Excel e il messaggio

predefinito sar Valore immesso non valido. Un utente ha stabilito delle limitazioni per i valori che possibile
immettere nella cella.

8.

Verificare la convalida dei dati per accertarsi che funzioni correttamente.

Provare a immettere sia dati validi sia dati non validi nelle celle per verificare il funzionamento delle impostazioni e
accertarsi che vengano visualizzati i messaggi previsti.

Suggerimento Se si apportano modifiche alla convalida in una cella, possibile applicare le modifiche
automaticamente a tutte le altre celle che presentano le stesse impostazioni.

NOTE

Applicare la protezione, se necessario Se si intende proteggere il foglio o la cartella di lavoro, consigliabile


eseguire questa operazione dopo avere impostato la convalida. Accertarsi di sbloccare tutte le celle di convalida
prima di proteggere il foglio di lavoro. In caso contrario, gli utenti non potranno inserire valori nelle celle.
Condividere la cartella di lavoro, se necessario Se si intende condividere la cartella di lavoro, consigliabile
eseguire questa operazione dopo avere impostato la convalida e la protezione. Dopo aver condiviso una cartella di
lavoro non sar pi possibile modificare le impostazioni di convalida a meno che non si interrompa la condivisione.
Le celle designate continueranno comunque a essere convalidate durante la condivisione della cartella di lavoro.

Conversione di file e compatibilit


Formati di file supportati in Excel
Verificare la compatibilit di una cartella di lavoro con versioni precedenti di Excel
Aprire una cartella di lavoro di Office Excel 2007 in una versione precedente di Excel
Formattazione e caratteristiche di Excel che non vengono trasferite in altri formati di file
Utilizzare Office Excel 2007 con versioni precedenti di Excel
Caratteristiche di Office Excel 2007 non supportate in versioni precedenti di Excel
Salvare una cartella di lavoro in un formato file diverso

Formati di file supportati in Excel


possibile salvare un file di Microsoft Office Excel 2007 in un altro formato di file facendo clic sul pulsante Microsoft

Office

e quindi scegliendo Salva con nome. I formati di file disponibili nella finestra di dialogo Salva con nome

variano in base al tipo di foglio attivo (foglio di lavoro, foglio grafico o altro tipo di foglio).

possibile aprire un file creato in un altro formato di file (in una versione precedente di Microsoft Office Excel o in un

altro programma) facendo clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliendo Apri. Verr richiesto di salvarlo

in un formato di Office Excel 2007 , a meno che non venga aperta una cartella di lavoro condivisa. Per i file creati in una
versione precedente di Excel, possibile mantenere il formato originale.

NOTA

Ogni volta che si salva un file in un altro formato, possibile che si verifichi una perdita di parte della

formattazione, dei dati e delle caratteristiche. Per ulteriori informazioni, vedere Formattazione e caratteristiche di Excel
che non vengono trasferite in altri formati di file.

Formati di Excel

Formato

Estensione

Descrizione

Cartella di lavoro di
Excel

.xlsx

Il formato di file basato su XML Office Excel 2007. Non consente di memorizzare codice macro
VBA o fogli macro di Microsoft Office Excel 4.0 (xlm).

Cartella di lavoro di
Excel (codice)

.xlsm

Il formato di file basato su XML e con attivazione macro di Office Excel 2007. Consente di
memorizzare codice macro VBA o fogli macro di Excel 4.0 (xlm).

Cartella di lavoro
binaria di Excel

.xlsb

Il formato di file binario (BIFF12) di Office Excel 2007.

Modello

.xltx

Il formato di file di Office Excel 2007 predefinito per un modello Excel. Non consente di
memorizzare codice macro VBA o fogli macro di Excel 4.0 (xlm).

Modello (codice)

.xltxm

Il formato di file con attivazione macro di Office Excel 2007 per un modello di Excel. Consente
di memorizzare codice macro VBA o fogli macro di Excel 4.0 (xlm).

Cartella di lavoro di
Excel 97- Excel 2003

.xls

Il formato di file binario di Excel 97 - Excel 2003 (BIFF8).

Modello Excel 97- Excel


2003

.xlt

Il formato di file binario Excel 97 - Excel 2003 (BIFF8) per un modello di Excel.

Cartella di lavoro di
Microsoft Excel 5.0/95

.xls

Il formato di file binario Excel 5.0/95 (BIFF5).

Fogli di calcolo XML


2003

.xml

Formato di file XML 2003 (XMLSS).

Dati XML

.xml

Formato Dati XML.

Componente aggiuntivo
di Excel

.xlam

Il componente aggiuntivo basato su XML e con attivazione macro di Office Excel 2007, un
programma supplementare progettato per eseguire codice aggiuntivo. Supporta l'uso di
progetti VBA e fogli macro di Excel 4.0 (xlm).

Formati di testo
Formato

Estensione

Descrizione

Testo formattato
(delimitato da
spazio)

.prn

Formato di Lotus delimitato da spazi. Viene salvato solo il foglio attivo.

Testo (delimitato da
tabulazione)

.txt

Salva una cartella di lavoro come file di testo delimitato da tabulazioni per consentirne l'utilizzo in
un altro sistema operativo Microsoft Windows e assicura che i caratteri di tabulazione, le
interruzioni di riga e altri caratteri vengano interpretati correttamente. Viene salvato solo il foglio
attivo.

Testo (Macintosh)

.txt

Salva una cartella di lavoro come file di testo delimitato da tabulazioni per consentirne l'utilizzo in
un altro sistema operativo Macintosh e assicura che i caratteri di tabulazione, le interruzioni di riga
e altri caratteri vengano interpretati correttamente. Viene salvato solo il foglio attivo.

Testo (MS-DOS)

.txt

Salva una cartella di lavoro come file di testo delimitato da tabulazioni per consentirne l'utilizzo in
un altro sistema operativo MS-DOS e assicura che i caratteri di tabulazione, le interruzioni di riga e
altri caratteri vengano interpretati correttamente. Viene salvato solo il foglio attivo.

Testo Unicode

.txt

Salva una cartella di lavoro come testo Unicode, uno standard di codifica dei caratteri sviluppato
dall'Unicode Consortium.

CSV (delimitato da
virgola)

.csv

Salva una cartella di lavoro come file di testo delimitato da virgola per consentirne l'utilizzo in un
altro sistema operativo Windows e assicura che i caratteri di tabulazione, le interruzioni di riga e
altri caratteri vengano interpretati correttamente. Viene salvato solo il foglio attivo.

CSV (Macintosh)

.csv

Salva una cartella di lavoro come file di testo delimitato da tabulazioni per consentirne l'utilizzo in
un altro sistema operativo Macintosh e assicura che i caratteri di tabulazione, le interruzioni di riga
e altri caratteri vengano interpretati correttamente. Viene salvato solo il foglio attivo.

CSV (MS-DOS)

.csv

Salva una cartella di lavoro come file di testo delimitato da virgola per consentirne l'utilizzo in un
altro sistema operativo MS-DOS e assicura che le tabulazioni, le interruzioni di riga e gli altri
caratteri vengano interpretati correttamente. Viene salvato solo il foglio attivo.

DIF

.dif

Formato interscambio file. Viene salvato solo il foglio attivo.

SYLK

.slk

Formato connessione logica. Viene salvato solo il foglio attivo.

NOTA

Se si salva una cartella di lavoro in formato di testo, tutta la formattazione andr persa.

Altri formati
Formato

Estensione

Descrizione

Quattro Pro 5.0


(Win)

.wb1

Quattro Pro versione 5.0 per Windows. possibile aprire i file Quattro Pro in Excel utilizzando un
convertitore, ma non possibile salvare un file Excel in formato Quattro Pro.

Quattro Pro 7.0


(Win)

.wb3

Quattro Pro versione 7.0 per Windows. possibile aprire i file Quattro Pro in Excel utilizzando un
convertitore, ma non possibile salvare un file Excel in formato Quattro Pro.

Formati degli Appunti


possibile incollare dati dagli Appunti di Microsoft Office a Excel utilizzando il comando Incolla o Incolla speciale
(gruppo Appunti della scheda Home, pulsante Incolla) se i dati sono in uno dei formati seguenti.
Formato

Estensione

Identificatori di tipo degli Appunti

Immagine

.wmf o .emf

Immagini in formato metafile di Windows (WMF) o Enhanced metafile di Windows (EMF).


NOTA Se si copia un'immagine metafile di Windows da un altro programma, l'immagine verr
incollata come Enhanced metafile.

Bitmap

.bmp

Immagini memorizzate in formato bitmap (BMP).

Formati di file di
Microsoft Excel

.xls

Formati di file binari per le versioni di Excel 5.0/95 (BIFF5), Excel 97-2003 (BIFF8) e Office Excel
2007 (BIFF12).

SYLK

.slk

Formato connessione logica.

DIF

.dif

Formato interscambio dati.

Testo
(delimitato da
tabulazione)

.txt

Formato testo delimitato da tabulazione.

CSV (delimitato
da virgola)

.csv

Formato dei valori separati da virgola.

Testo formattato
(delimitato da
spazio)

.rtf

RTF (Rich Text Format). Solo da Excel.

Oggetto
incorporato

.gif, .jpg, .doc,


.xls o .bmp

Oggetti di Microsoft Excel, oggetti di programmi correttamente registrati che supportano OLE (OLE:
Tecnologia di integrazione dei programmi che consente di condividere informazioni tra programmi.
Tutte le applicazioni di Office supportano l'automazione OLE ed pertanto possibile condividere
informazioni utilizzando oggetti collegati e incorporati.) 2.0 (OwnerLink (OwnerLink: Formato di dati
OLE che descrive un oggetto incorporato e ne identifica la classe, il nome del documento e il nome.
Questi dati sono stringhe a terminazione Null.)) e Immagine o un altro formato di presentazione.

Oggetto
collegato

.gif, .jpg, .doc,


.xls o .bmp

OwnerLink, ObjectLink (ObjectLink: Formato di dati OLE che descrive un oggetto collegato e ne
identifica la classe, il nome del documento e il nome. Questi dati sono stringhe a terminazione
Null.), Link, Immagine o un altro formato.

Oggetto disegno
di Office

.emf

Formato oggetto disegno Office o Immagine (Formato Enhanced metafile di Windows, EMF).

Testo

.txt

Testo visualizzato, Testo OEM.

HTML

.htm

Hypertext Markup Language.


NOTA Quando si copia il testo da un altro programma, questo verr incollato in formato HTML,
indipendentemente dal formato del testo originale.

Formati di file non supportati in Excel


Se il formato di file che si desidera utilizzare non supportato in Excel, possibile provare a eseguire le operazioni
seguenti:

Eseguire una ricerca sul World Wide Web (WWW) di una societ che produca convertitori dei formati di file non
supportati in Excel.
Salvare in un formato di file supportato da un altro programma. possibile ad esempio importare il foglio di calcolo
in un altro formato che non supporta il formato di file di Excel. Ma l'altro programma potrebbe essere in grado di
importare un altro formato di file supportato, ad esempio un foglio di calcolo XML o un formato di file testo. In tal
caso possibile salvare la cartella di lavoro nel formato foglio di calcolo XML e quindi importare il file XML dall'altro
programma.

Verificare la compatibilit di una cartella di lavoro


con versioni precedenti di Excel
Per accertarsi che una cartella di lavoro Microsoft Office Excel 2007 non presenti problemi di compatibilit all'origine di
una perdita di funzionalit significativa o di una perdita di fedelt non significativa in una versione precedente di Excel,
eseguire Verifica compatibilit. Questa funzionalit rileva eventuali problemi di compatibilit e consente di creare un
rapporto al fine di risolvere tali problemi.

IMPORTANTE

Quando si utilizza una cartella di lavoro in modalit compatibilit, se la cartella di lavoro in formato di file

binario (BIFF8) di Excel 97-2003 anzich nel nuovo formato di file basato su XML (con estensione xlsx) di Office Excel
2007, Verifica compatibilit verr eseguito automaticamente al salvataggio della cartella di lavoro.

1.

In Office Excel 2007 aprire la cartella di lavoro di cui si desidera verificare la compatibilit.

Come aprire una cartella di lavoro

1.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi su Apri.

2.

Nell'elenco Cerca in selezionare l'unit, la cartella o la posizione Internet che contiene la cartella da aprire.

3.

Nell'elenco delle cartelle individuare e aprire la cartella che contiene la cartella di lavoro.

4.

Selezionare la cartella di lavoro e quindi fare clic su Apri.

2.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

, su Prepara e quindi su Verifica compatibilit.

3.

Per verificare la compatibilit della cartella di lavoro a ogni salvataggio, selezionare la casella di controllo Verifica
compatibilit al salvataggio della cartella di lavoro.

4.

Per creare un rapporto di tutti i problemi elencati nella casella Riepilogo in una cartella di lavoro separata, fare clic
su Copia in nuovo foglio.

SUGGERIMENTO

possibile risolvere i problemi meno complessi facendo clic su Correzione, se tale opzione

disponibile. Fare clic su ? per informazioni sui problemi pi complessi.

Aprire una cartella di lavoro di Office Excel 2007 in


una versione precedente di Excel
Per garantire la compatibilit e la collaborazione con le versioni precedenti di Microsoft Office Excel, le cartelle di lavoro
di Microsoft Office Excel 2007 possono essere aperte in una versione precedente di Excel in due modi. possibile
utilizzare il formato di file binario precedente (con estensione xls) o il nuovo formato di file basato su XML (con
estensione xlsx) per scambiare cartelle di lavoro tra diverse versioni di Excel.

Per assicurare che una cartella di lavoro salvata in Office Excel 2007 possa essere aperta in una versione
precedente di Excel, possibile salvare una copia completamente compatibile con Excel 97-2003 (file con
estensione xls) in Excel 2007.
inoltre possibile scaricare il pacchetto di compatibilit di Microsoft Office per formati di file Office 2007 Word,
Excel e PowerPoint per installare aggiornamenti e convertitori per una versione precedente di Excel. Questo
consente di aprire, modificare e salvare una cartella di lavoro di Excel 2007 in una versione precedente di Excel,
senza doverla salvare prima in un formato di file di quella versione o senza dover effettuare l'aggiornamento della
versione precedente di Excel a Excel 2007.

Salvare una cartella di lavoro di Excel 2007 nel formato Excel


97-2003
1.

In Excel 2007 aprire la cartella di lavoro che si desidera salvare nel formato Excel 97-2003.

Come aprire una cartella di lavoro

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Apri.

2.

Nell'elenco Cerca in selezionare l'unit, la cartella o la posizione Internet che contiene la cartella di lavoro
da aprire.

3.

Nell'elenco delle cartelle individuare e aprire la cartella che contiene la cartella di lavoro.

4.

Fare clic sulla cartella di lavoro e quindi fare clic su Apri.

2.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi sulla freccia accanto a Salva con nome.

3.

In Salva una copia del documento fare clic su Cartella di lavoro di Excel 97-2003.

Il file verr salvato nel formato di file binario Excel 97 - Excel 2003 (BIFF8) per consentirne l'apertura in pi
versioni, da Excel 97 fino a Excel 2003.

NOTA

inoltre possibile salvare una cartella di lavoro in formato di file binario Excel 5.0/95 (BIFF5). Fare clic sul

pulsante Microsoft Office

, scegliere Salva con nome e quindi selezionare Cartella di lavoro di Microsoft

Excel 5.0/95 nella casella Tipo file. La cartella di lavoro potr essere aperta in quella versione di Excel, ma la
formattazione e le caratteristiche di Excel 2007 non verranno mantenute.

Scaricare e installare aggiornamenti e convertitori per una


versione precedente di Excel
Nel computer in cui installata la versione precedente di Excel, eseguire una delle operazioni seguenti:

Scaricare il pacchetto di compatibilit di Microsoft Office System 2007 per Excel dall'area Download: download di
aggiornamenti, componenti aggiuntivi, convertitori e altro ancora e installare gli aggiornamenti e i convertitori
necessari per aprire le cartelle di lavoro di Office Excel 2007.

Tutte le cartelle di lavoro di Excel 2007 aperte dopo aver installato gli aggiornamenti e i convertitori verranno
convertite per far s che possano essere modificate e salvate senza la necessit di effettuare l'aggiornamento a
Excel 2007. La formattazione e le caratteristiche specifiche di Office Excel 2007 potrebbero non essere
visualizzate nella versione precedente di Excel, ma sono comunque disponibili quando la cartella di lavoro viene
salvata e quindi riaperta in Excel 2007. Per ulteriori informazioni sulla formattazione e le caratteristiche non
visualizzate, vedere Caratteristiche di Office Excel 2007 non supportate in versioni precedenti di Excel.

Nella versione precedente di Excel aprire la cartella di lavoro di Excel 2007.

Come aprire una cartella di lavoro

1.

Scegliere Apri dal menu File.

2.

Nell'elenco Cerca in selezionare l'unit, la cartella o la posizione Internet che contiene la cartella di lavoro
da aprire.

3.

Nell'elenco delle cartelle individuare e aprire la cartella che contiene la cartella di lavoro.

4.

Fare clic sulla cartella di lavoro e quindi fare clic su Apri.

Se gli aggiornamenti e i convertitori non sono stati ancora installati, verr richiesto di farlo. Seguire le istruzioni per
installare gli aggiornamenti e i convertitori necessari.

Formattazione e caratteristiche di Excel che non


vengono trasferite in altri formati di file
Il formato Cartella di lavoro di Microsoft Office Excel 2007 (con estensione xlsx) mantiene tutti i dati del foglio di lavoro e
del grafico, la formattazione, e altre caratteristiche disponibili in Office Excel 2007, mentre il formato Cartella di lavoro
con attivazione macro (con estensione xlsm) mantiene le macro e i fogli macro oltre a tali caratteristiche. Se si salva una
cartella di lavoro in un altro formato di file, ad esempio in formato testo, possibile che parte della formattazione, dei dati
e altre caratteristiche andranno persi.
Formato di file

Differenze nelle caratteristiche e nella formattazione

Testo formattato
(delimitato da spazio)

Il formato di file con estensione prn consente di salvare solo il testo e i valori cos come sono visualizzati nelle
celle del foglio di lavoro attivo.
Se una riga di celle contiene pi di 240 caratteri, i caratteri in eccesso verranno riportati in una nuova riga alla fine
del file convertito. Se ad esempio tutte le righe comprese tra la prima e la decima contengono pi di 240 caratteri,
il rimanente testo della riga 1 verr posizionato nella riga 11, quello della riga 2 nella riga 12 e cos via.
Le colonne di dati vengono separate da una virgola e ciascuna riga di dati termina con un ritorno a capo. Se le
celle visualizzano le formule anzich i valori risultanti, tali formule vengono convertite in testo. Tutta la
formattazione, gli oggetti grafici, gli oggetti e altri tipi di contenuto del foglio di lavoro vanno perduti. Il simbolo
dell'euro viene convertito in un punto interrogativo.
NOTA Prima di salvare un foglio di lavoro in questo formato, verificare che tutti i dati che si desidera convertire
siano visibili e che vi sia una adeguata spaziatura tra le colonne. In caso contrario, possibile che si verifichi una
perdita o una separazione non corretta dei dati nel file convertito. Se necessario, modificare la larghezza delle
colonne del foglio di lavoro prima di convertirlo in un formato di testo formattato.

Testo (delimitato da
tabulazione)

Il formato di file con estensione txt consente di salvare soltanto il testo e i valori cos come sono visualizzati nelle
celle del foglio di lavoro attivo.
Le colonne di dati vengono separate da caratteri di tabulazione e ogni riga di dati termina con un ritorno a capo.
Se le celle contengono una virgola, il contenuto viene racchiuso tra virgolette. Tutta la formattazione, gli oggetti
grafici, gli oggetti e altri tipi di contenuto del foglio di lavoro vanno perduti. Il simbolo dell'euro viene convertito in
un punto interrogativo.
Se nelle celle sono visualizzate le formule anzich i valori risultanti, esse verranno salvate come testo. Per
utilizzare le formule se il file viene riaperto in Microsoft Office Excel, selezionare l'opzione Delimitati
nell'Importazione guidata testo e selezionare i caratteri di tabulazione come delimitatori.
NOTA Se la cartella di lavoro contiene caratteri speciali, quali il simbolo di copyright (), e se si desidera
utilizzare il file di testo convertito su un computer con un sistema operativo diverso, la cartella di lavoro deve
essere salvata nel formato di testo appropriato per tale sistema. Se ad esempio si utilizza Microsoft Windows e si
desidera aprire il file di testo su un computer Macintosh, necessario salvare il file nel formato Testo (Macintosh).
Se invece si utilizza un computer Macintosh e si desidera aprire il file di testo su un sistema con Windows o
Windows NT, necessario salvare il file nel formato Testo (Windows).

Testo (Unicode)

Il formato di file con estensione txt consente di salvare tutto il testo e tutti i valori cos come sono visualizzati nelle
celle del foglio di lavoro attivo.
Tuttavia, se si apre un file in formato Testo (Unicode) utilizzando un programma che non in grado di leggere
Unicode, quale Blocco Note in Microsoft Windows 95 o un programma basato su Microsoft MS-DOS, i dati
andranno perduti.
NOTA

CSV (delimitato dal

Blocco note in Microsoft Windows NT in grado di leggere i file in formato Testo (Unicode).

Il formato di file con estensione csv consente di salvare soltanto il testo e i valori cos come sono visualizzati nelle

separatore di elenco)

celle del foglio di lavoro attivo. Tutte le righe e tutti i caratteri contenuti nelle celle vengono salvati. Le colonne di
dati vengono separate da una virgola e ciascuna riga di dati termina con un ritorno a capo. Se una cella contiene
una virgola, il contenuto della cella viene racchiuso tra virgolette.
Se le celle visualizzano le formule anzich i valori risultanti, tali formule vengono convertite in testo. Tutta la
formattazione, gli oggetti grafici, gli oggetti e gli altri tipi di contenuto del foglio di lavoro vanno perduti. Il simbolo
dell'euro viene convertito in un punto interrogativo.
NOTA Se la cartella di lavoro contiene caratteri speciali, ad esempio il simbolo di copyright (), e se si desidera
utilizzare il file di testo convertito su un computer con un sistema operativo diverso, la cartella di lavoro dovr
essere salvata nel formato testo appropriato per tale sistema. Se ad esempio si utilizza Microsoft Windows e si
desidera aprire il file di testo su un computer Macintosh, sar necessario salvare il file nel formato CSV
(Macintosh). Se invece si utilizza un computer Macintosh e si desidera utilizzare il file di testo su un sistema con
Windows o Windows NT, sar necessario salvare il file nel formato CSV (Windows).

DIF (Data Interchange


Format, Formato
interscambio dati)

Il formato di file con estensione dif consente di salvare soltanto il testo, i valori e le formule del foglio di lavoro
attivo.
Se le opzioni del foglio di lavoro sono impostate sulla visualizzazione dei risultati della formula nelle celle, solo i
risultati verranno salvati nel file convertito. Per salvare le formule, visualizzarle sul foglio di lavoro prima di salvare
il file.
Come visualizzare formule nelle celle del foglio di lavoro

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Opzioni di Excel.

2.

Fare clic su Avanzate e in Opzioni di visualizzazione per il foglio di lavoro selezionare la casella di
controllo Visualizza formule nelle celle anzich i risultati calcolati.

Le informazioni relative alla larghezza delle colonne e la maggior parte dei formati numero vengono salvate, ma
tutti gli altri formati vengono persi.
Le impostazioni specificate nella finestra di dialogo Imposta pagina e le interruzioni di pagina manuali vengono
perse.
I commenti delle celle, gli oggetti grafici, i grafici incorporati, gli oggetti, i controlli dei moduli, i collegamenti
ipertestuali, le impostazioni per la convalida dei dati, la formattazione condizionale e altre caratteristiche dei fogli
di lavoro vengono persi.
I dati riportati nella visualizzazione corrente di un rapporto di tabella pivot vengono salvati. Tutti gli altri dati della
tabella pivot vengono persi.
Il codice di Visual Basic viene perso.
Il simbolo dell'euro viene convertito in un punto interrogativo.

SYLK (Connessione
logica)

Il formato di file con estensione slk consente di salvare soltanto i valori e le formule del foglio di lavoro attivo e
una formattazione delle celle limitata.
Viene salvato un massimo di 255 caratteri per cella.
Se una funzione di Excel non supportata in formato SYLK, viene calcolata prima del salvataggio del file e
sostituita con il valore risultante.
La maggior parte dei formati di testo viene salvata. Il testo convertito assume il formato del primo carattere della
cella. Le impostazioni relative al testo ruotato, alle celle unite e all'allineamento del testo orizzontale e verticale
vengono perse. Se si apre di nuovo il foglio convertito in formato SYLK con Excel, possibile che si riscontri una
variazione nei colori dei caratteri. I bordi vengono convertiti in bordi a linea singola. L'ombreggiatura delle celle
viene convertita in ombreggiatura grigia tratteggiata.
Le impostazioni specificate nella finestra di dialogo Imposta pagina e le interruzioni di pagina manuali vengono
perse.

I commenti delle celle vengono salvati. Sar possibile visualizzarli se si apre di nuovo il file SYLK con Excel.
Gli oggetti grafici, i grafici incorporati, gli oggetti, i controlli dei moduli, i collegamenti ipertestuali, le impostazioni
per la convalida dei dati, la formattazione condizionale e altre caratteristiche dei fogli di lavoro vengono persi.
Il codice di Visual Basic viene perso.
I dati riportati nella visualizzazione corrente di un rapporto di tabella pivot vengono salvati. Tutti gli altri dati della
tabella pivot vengono persi.
NOTA possibile utilizzare il formato SYLK per salvare file di cartelle di lavoro da utilizzare in Microsoft Multiplan.
In Excel 2003 non sono disponibili convertitori di file in grado di convertire i file delle cartelle di lavoro
direttamente nel formato Multiplan.

Pagina Web e Pagina


Web in file unico

Per esportare i dati di Excel possibile utilizzare i formati di file Pagina Web (con estensione htm e html) e Pagina
Web in file unico (con estensione mht e mhtml).
In questo formato di file non sono supportati i progetti Visual Basic, Applications Edition.
In questo formato di file non sono supportate le nuove caratteristiche di Excel 2007.
I grafici e le tabelle pivot possono essere esportati in questo formato di file ma andranno persi quando verranno
riaperti in Excel.

Fogli di calcolo XML


2003

Il formato di file Foglio di calcolo XML 2003 (con estensione xml) non mantiene le caratteristiche seguenti:
Frecce di controllo
Grafico e altri oggetti grafici
Fogli grafici, fogli macro, fogli di dialogo
Visualizzazioni personalizzate
Riferimenti al consolidamento dei dati
Livelli di oggetto disegno
Caratteristiche di strutturazione e raggruppamento
Dati di fogli di lavoro protetti da password
Scenari
Categorie di caratteristiche definite dall'utente
Progetti di Visual Basic, Applications Edition
In questo formato di file non sono supportate le nuove caratteristiche di Excel 2007, ad esempio la formattazione
condizionale migliorata. Sono invece supportati i nuovi limiti di riga e colonna di Excel 2007.

Utilizzare Office Excel 2007 con versioni precedenti


di Excel
Dopo aver installato Microsoft Office Excel 2007, possibile che si desideri sapere come poter continuare a utilizzare
cartelle di lavoro create in una versione precedente di Excel, come renderle accessibili agli utenti che non dispongono
della versione corrente del programma installata e in che misura le differenze tra le due versioni influiscono sullo
svolgimento del proprio lavoro.

Per garantire la collaborazione e la compatibilit con le versioni precedenti di Microsoft Office Excel (Excel 97-2003), lo
scambio di cartelle di lavoro tra le diverse versioni pu avvenire in diversi modi. In Office Excel 2007, possibile aprire
una cartella di lavoro creata in una versione precedente di Excel e lavorare in modalit compatibilit per far s che la
cartella di lavoro conservi un formato di file che possa essere riaperto con facilit nella versione precedente. Per aprire
una cartella di lavoro di Excel 2007 in una versione precedente di Excel, sono disponibili anche appositi convertitori di file
da scaricare.

Se si decide di eseguire l'aggiornamento al formato di file corrente, sar sempre possibile verificare la compatibilit della
cartella di lavoro aggiornata con le versioni precedenti di Excel e avere quindi la possibilit di apportare le modifiche
necessarie per evitare la perdita dei dati o la fedelt quando la cartella di lavoro viene aperta in una versione precedente
del programma.

Lavorare in modalit compatibilit in Excel 2007


In Excel 2007, le cartelle di lavoro create in una versione precedente, vengono aperte automaticamente in modalit
compatibilit e accanto al nome del file viene visualizzato modalit compatibilit in parentesi quadre nella barra del
titolo (barra del titolo: Barra orizzontale nella parte superiore di una finestra, di una finestra di dialogo o di una barra degli
strumenti che visualizza il nome del documento, dell'applicazione o della barra degli strumenti.) di Excel. In modalit
compatibilit qualsiasi caratteristica nuova o migliorata di Excel 2007 non risulta disponibile quando si lavora in una
cartella di lavoro e in questo modo viene impedita la perdita di dati e la fedelt quando la cartella di lavoro aperta in
una versione precedente di Excel. Inoltre, anzich utilizzare il formato di file basato su XML corrente (xlsx), la cartella di
lavoro viene salvata nel formato di file Excel 97-2003 (xls), un formato di file binario che si apre facilmente in una
versione precedente di Excel.A differenza di altri programmi di Microsoft Office System 2007, come Microsoft Office
Word 2007, non possibile attivare manualmente la modalit compatibilit in Excel, n includere nuove caratteristiche
quando si lavora in una cartella di lavoro in questa modalit.

Se non si desidera pi lavorare in modalit compatibilit, sar possibile aggiornare la cartella di lavoro nel formato di file
corrente. Per informazioni, vedere Aggiornare una cartella di lavoro al formato di file di Excel 2007.

Utilizzare convertitori di file in versioni precedenti di Excel


per aprire una cartella di lavoro di Excel 2007
Aggiornamenti e convertitori di file speciali che consentano di aprire una cartella di lavoro di Excel 2007 in una versione
precedente di Excel (Excel 97-2003) sono disponibili in Microsoft Office Online. Se non sono ancora stati installati,
quando si tenta di aprire una cartella di lavoro di Excel 2007, possibile che venga richiesto di farlo.

Dopo aver installato gli aggiornamenti e i convertitori, sar possibile aprire tutte le cartelle di lavoro di Excel 2007 in
modo da modificarle e salvarle senza la necessit di aggiornare la versione di Excel a Excel 2007. possibile che la
formattazione e caratteristiche specifiche di Excel 2007 non vengano visualizzate nella versione precedente di Excel, ma
sono comunque disponibili quando la cartella di lavoro viene salvata e quindi riaperta in Excel 2007. Per ulteriori
informazioni sulle caratteristiche e la formattazione non visualizzate, vedere le caratteristiche di Office Excel 2007 non
supportate nelle versioni precedenti di Excel.

Scaricare e utilizzare convertitori di file


1.

Nel computer in cui installata la versione precedente di Excel, scaricare pacchetto di compatibilit per formati di
file Microsoft Office 2007 Office Word, Excel e PowerPoint dal sito Web Area download Microsoft Office e
installare gli aggiornamenti ei i convertitori necessari per aprire le cartelle di lavoro di Excel 2007.

2.

Nella versione precedente di Excel (Excel 97-2003), aprire la cartella di lavoro di Excel 2007.

Aggiornare una cartella di lavoro al formato di file di Excel


2007
Quando si apre una cartella di lavoro creata in una versione precedente di Excel, ma si prevede che non verr pi
utilizzata nella versione precedente, possibile aggiornarla al formato di file di Excel 2007 corrente. Quando si esegue
l'aggiornamento al formato di file corrente, sar ancora possibile accedere a tutte le funzionalit nuove e migliorate
offerte da Excel 2007 e la dimensione del file sar inferiore.

Per aggiornare la cartella di lavoro, possibile:

Convertire la cartella di lavoro nel formato di file corrente Quando si converte una cartella di lavoro, questa
viene sostituita con una copia della cartella di lavoro nel formato di file corrente (xlsx) e, al termine della
conversione, non pi disponibile nel formato di file originario.
Salvare la cartella di lavoro nel formato di file corrente Se si desidera conservare una copia della cartella di
lavoro nel formato di file originale, anzich convertire la cartella di lavoro, sar possibile salvarla nel formato di file
corrente (xlsx). Per ulteriori informazioni, vedere Salvare una cartella di lavoro in un altro formato di file.

Convertire una cartella di lavoro nel formato di file corrente


1.

Aprire la cartella di lavoro che si desidera convertire nel formato di file corrente.

NOTA

La cartella di lavoro verr aperta in modalit compatibilit.

2.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

3.

Se viene visualizzato un messaggio relativo alla conversione delle cartelle di lavoro, fare clic su OK.

SUGGERIMENTO

e quindi su Converti.

Se invece non viene visualizzato, selezionare Non visualizzare pi messaggi sulla

conversione delle cartelle di lavoro.

4.

Per lavorare nel formato di file corrente, fare clic su S per chiudere e riaprire la cartella di lavoro.

Verificare la compatibilit di una cartella di lavoro di Excel


2007 con versioni precedenti di Excel
Per avere la certezza che una cartella di lavoro di Excel 2007 non presenti problemi di compatibilit che potrebbero
compromettere notevolmente le prestazioni o comportare una perdita di fedelt non significativa in una versione
precedente di Excel, possibile eseguire Verifica compatibilit per identificare eventuali problemi potenziali di
compatibilit e creare un rapporto che consenta di risolverli.

IMPORTANTE

Quando si lavora in modalit compatibilit su una cartella di lavoro nel formato di file di Excel 97-2003 (xls)

anzich nel formato di file basato su XML di Excel 2007 (xlsx) o nel formato di file binario (xlsb), Verifica compatibilit
viene eseguito automaticamente al momento del salvataggio.

1.

In Excel 2007, aprire la cartella di lavoro desiderata per verificarne la compatibilit.

2.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

3.

Per verificare la compatibilit della cartella di lavoro a ogni salvataggio, selezionare la casella di controllo Verifica

, quindi su Prepara e quindi su Esegui verifica compatibilit.

compatibilit al salvataggio della cartella.


4.

Per creare in un foglio di lavoro distinto un rapporto di tutti i problemi elencati nella casella Riepilogo, fare clic su
Copia in nuovo foglio.

SUGGERIMENTO

Se disponibile, possibile fare clic sul pulsante Correggi per risolvere problemi semplici. Per

ulteriori informazioni su come risolvere i problemi pi complessi, fare clic su ?.

Caratteristiche di Office Excel 2007 non supportate


in versioni precedenti di Excel
Non tutte le caratteristiche di Microsoft Office Excel 2007 sono supportate nelle versioni precedenti di Excel. Quando si
utilizza la modalit di compatibilit o si desidera salvare una cartella di lavoro di Excel 2007 nel formato file di una
versione precedente di Excel, possibile identificare tramite Verifica compatibilit i problemi che potrebbero provocare
una perdita significativa di funzionalit o una perdita di fedelt non significativa nella versione precedente di Excel. Per
evitare la perdita di dati o di funzionalit in una versione precedente di Excel, possibile apportare le modifiche
necessarie alla cartella di lavoro di Excel 2007.

In Verifica compatibilit vengono elencati i problemi rilevati e per la maggior parte dei problemi sono disponibili i pulsanti
Trova e ? in modo che sia possibile individuare tutte le occorrenze del problema e ottenere informazioni sulle soluzioni
pi appropriate per risolverlo.

NOTA

Quando si fa clic su Trova in Verifica compatibilit, in genere vengono selezionati automaticamente tutti gli

intervalli e le celle interessati da problemi di compatibilit, ad esempio differenze di formattazione delle celle, valori non
compatibili nelle celle oppure celle e intervalli contenenti dati al di fuori dei limiti di riga e di colonna supportati in versioni
precedenti di Excel. Se tuttavia sono state applicate caratteristiche specifiche, ad esempio il raggruppamento, a celle
interessate da problemi di compatibilit, verr selezionato automaticamente l'intero intervallo del foglio di lavoro
contenente i dati al di fuori dei limiti di riga e di colonna supportati da versioni precedenti di Excel, anzich soltanto le
celle raggruppate.

Problemi relativi ai fogli di lavoro


I problemi seguenti relativi ai fogli di lavoro causano una perdita di funzionalit significativa:
Problema

Soluzione

La cartella di lavoro include dati in celle al di fuori dei limiti


di riga e di colonna supportati dal formato di file selezionato.
I dati esterni all'area di 256 colonne (colonna IV) per 65.536
righe non verranno salvati. Tutte le formule che fanno
riferimento ai dati esterni a tale area restituiranno un errore
#RIF!.

Le dimensioni del foglio di lavoro in Excel 2007 corrispondono a 16.384


colonne per 1.048.576 righe, ma nelle versioni precedenti di Excel
corrispondono solo a 256 colonne per 65.536 righe con conseguente perdita
dei dati delle celle al di fuori di tale limite di colonna e di riga.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle e gli
intervalli al di fuori dei limiti di riga e di colonna, selezionarli e quindi inserirli
entro i limiti di riga e di colonna oppure in un altro foglio utilizzando i
comandi Taglia e Incolla.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Spostare o copiare le celle e il relativo contenuto
Spostare o copiare righe e colonne

La cartella di lavoro include date immesse in un formato di


calendario non supportato dal formato di file selezionato.
Tali date verranno visualizzate come date gregoriane.

In Excel 2007 possibile creare formati di calendario internazionali


personalizzati, ad esempio Lunare ebraico, Lunare giapponese, Cinese
lunare, Saka, Zodiacale cinese, Zodiacale coreano, Rokuyou lunare e
Coreano lunare. Tali formati di calendario non vengono tuttavia supportati
dalle versioni precedenti di Excel.
Per evitare la perdita di funzionalit, possibile modificare il formato di
calendario scegliendo una lingua o impostazioni internazionali supportate
dalle versioni precedenti di Excel.
Per ulteriori informazioni, vedere:Visualizzare i numeri come date o ore

La cartella di lavoro include date immesse in un formato di


calendario non supportato dal formato di file selezionato.
necessario modificare tali date utilizzando il calendario
Gregoriano.

In Excel 2007 possibile applicare un tipo di calendario non occidentale, ad


esempio Buddista Thai o Hijri arabo. Nelle versioni precedenti di Excel
possibile modificare tali tipi di calendario solo in formato gregoriano.
Per evitare la perdita di funzionalit, possibile modificare il formato di
calendario scegliendo una lingua o impostazioni internazionali supportate
dalle versioni precedenti di Excel.
Per ulteriori informazioni, vedere:Visualizzare i numeri come date o ore

La cartella di lavoro include un numero di celle di dati


superiore a quello supportato dalle versioni precedenti di
Excel, nelle quali non sar possibile aprire tale cartella.

Il numero totale di blocchi di celle disponibili in Excel 2007 limitato in base


alla memoria disponibile. Nelle versioni precedenti di Excel, invece, il numero
totale di blocchi di celle disponibili limitato a 64.000 per ogni singola
istanza di Excel.
Un blocco di celle include le righe di 16 fogli di lavoro. Se tutte le righe di un
foglio di lavoro contengono dati, saranno disponibili 4096 blocchi di celle per
tale foglio di lavoro e solo 16 fogli di lavoro per una singola istanza di Excel,
indipendentemente dal numero di cartelle di lavoro aperte in Excel.
Per garantire che la cartella di lavoro non superi il limite di 64.000 blocchi di
celle e possa essere aperta nelle versioni precedenti di Excel, consigliabile
utilizzare Excel 2007 in modalit compatibilit dopo aver salvato la cartelle di
lavoro nel formato di file 97-2003 di Excel. Viene tenuta traccia
automaticamente dei blocchi di celle all'interno della cartella di lavoro attiva.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Spostare o copiare le celle e il relativo contenuto
Spostare o copiare righe e colonne
Utilizzare Office Excel 2007 con versioni precedenti di Excel

I problemi seguenti relativi ai fogli di lavoro causano una perdita di fedelt non significativa:
Problema

Soluzione

Nelle versioni precedenti di Excel non


supportata la formattazione dei colori nel
testo di intestazioni e pi di pagina e
pertanto le informazioni sulla
formattazione dei colori verranno
visualizzate come testo normale in tali
versioni.

A differenza delle versioni precedenti, in Excel 2007 possibile applicare la formattazione dei
colori al testo di intestazioni e pi di pagina.

La cartella di lavoro include fogli di lavoro


contenenti intestazioni e pi di pagina
nelle pagine pari o nella prima pagina che
non possono essere visualizzati nelle
versioni precedenti di Excel.

In Excel 2007 disponibile un'opzione per visualizzare un testo diverso per intestazioni e pi di
pagina delle pagine pari o della prima pagina. Tale opzione non disponibile nelle versioni
precedenti di Excel, nelle quali non possibile visualizzare intestazioni e pi di pagina delle
pagine pari o della prima pagina che rimangono tuttavia disponibili per la visualizzazione
quando si apre nuovamente la cartella di lavoro in Excel 2007.

In Verifica compatibilit fare clic su Correggi per rimuovere la formattazione dei colori.

Se necessario aprire spesso una cartella di lavoro nel formato di file di una versione
precedente di Excel, consigliabile evitare di utilizzare intestazioni o pi di pagina per le
pagine pari o la prima pagina di tale cartella di lavoro.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Aggiungere o modificare intestazioni e pi di pagina

Alcune celle o stili della cartella di lavoro


contengono una formattazione non
supportata dal formato di file selezionato.
Tale formattazione verr convertita nella
formattazione pi simile disponibile.

In Excel 2007 sono disponibili diverse opzioni di formattazione o di stile delle celle, ad esempio
effetti speciali e ombreggiature. Tali opzioni non sono disponibili nelle versioni precedenti di
Excel.
possibile accettare il formato pi simile disponibile applicato quando si continua con il
salvataggio della cartella di lavoro, oppure modificare o rimuovere uno stile di cella non
supportato prima di salvare la cartella di lavoro nel formato di file di una versione precedente
di Excel.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Applicare, creare o rimuovere uno stile di cella

La cartella di lavoro include un numero di


formati di cella univoci superiore a quello
supportato dal formato di file selezionato.
Alcuni formati di cella non verranno
salvati.

In Excel 2007 possibile utilizzare 64.000 formati di cella univoci, mentre nelle versioni
precedenti di Excel possibile utilizzarne solo 4.000. I formati di cella univoci includono
qualsiasi combinazione specifica di formattazioni applicate a una cartella di lavoro.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Applicare, creare o rimuovere uno stile di cella

La cartella di lavoro include un numero di


formati di carattere univoci superiore a
quello supportato dal formato di file
selezionato. Alcuni formati di carattere
non verranno salvati.

In Excel 2007 sono disponibili 1.024 tipi di carattere globali, di cui possibile utilizzarne un
massimo di 512 per ogni singola cartella di lavoro.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Modificare il tipo o la dimensione del carattere in Excel

Problemi relativi alle tabelle Excel


I problemi seguenti relativi alle tabelle Excel causano una perdita di fedelt non significativa:
Problema

Soluzione

La tabella contiene una formula o un testo personalizzato


nella riga Totale. Nelle versioni precedenti di Excel i dati non
verranno visualizzati in una tabella.

In Excel 2007 possibile utilizzare testo e formule personalizzati nella riga


Totale di una tabella, ma tale opzione non supportata nelle versioni
precedenti di Excel. Anche se le formule rimarranno, l'intervallo non
corrisponder pi a una tabella. Se si desidera mantenere la tabella nelle
versioni precedenti di Excel, possibile rimuovere il testo personalizzato e
utilizzare solo le formule disponibili nella riga Totale.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare la tabella
contenente una formula o un testo personalizzato e quindi rimuovere tale
formula o testo dalla riga Totale.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Calcolare i totali in una tabella Excel

In una tabella della cartella di lavoro non viene visualizzata


una riga di intestazione. Nelle versioni precedenti di Excel i
dati non verranno visualizzati in una tabella, a meno che in
Strumenti tabella nel gruppo Opzioni stile tabella della scheda
Progettazione tabella sia selezionata la casella di controllo
Riga di intestazione.

In Excel 2007 possibile visualizzare o nascondere la riga di intestazione di


una tabella. Nelle versioni precedenti di Excel una tabella include sempre
una riga di intestazione.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare la tabella
visualizzata senza riga di intestazione e quindi visualizzare una riga di
intestazione.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Attivare o disattivare le intestazioni di tabella Excel

A una tabella della cartella di lavoro applicato uno stile di


tabella. Nelle versioni precedenti di Excel non possibile
visualizzare la formattazione dello stile di tabella.

In Excel 2007 possibile formattare rapidamente una tabella applicando


uno stile di tabella basato su un tema. Nelle versioni precedenti di Excel
possibile formattare una tabella solo manualmente.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare la tabella a cui
applicato uno stile di tabella e quindi rimuoverlo.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Formattare una tabella Excel

Una tabella della cartella di lavoro connessa a un'origine


dati esterna. La funzionalit della tabella non sar pi
disponibile, ma i dati rimarranno connessi. Le righe della
tabella nascoste da un filtro rimarranno nascoste nelle
versioni precedenti di Excel.

Per evitare la perdita di funzionalit nelle versioni precedenti di Excel,


possibile disconnettere l'origine dati esterna prima di salvare la cartella di
lavoro in formato di file di una versione precedente di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare la tabella
connessa a un'origine dati esterna e quindi disconnetterla da tale origine
dati. Nelle versioni precedenti di Excel possibile connettere in seguito i
dati all'origine dati esterna.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Utilizzare Microsoft Query per recuperare dati esterni
Creare, modificare e gestire le connessioni ai dati esterni
Rimuovere la connessione dati da un intervallo di dati esterno

Una tabella della cartella di lavoro ha una connessione in sola


lettura a un elenco Windows SharePoint Services. La
funzionalit della tabella non sar pi disponibile, come pure
la possibilit di aggiornare o modificare la connessione. Se le
righe della tabella sono nascoste da un filtro, rimarranno
nascoste nelle versioni precedenti di Excel.

Per evitare la perdita di funzionalit nelle versioni precedenti di Excel,


possibile disconnettere la tabella dall'elenco Windows SharePoint Services
prima di salvare la cartella di lavoro in formato di file di una versione
precedente di Excel.
inoltre possibile scegliere di creare un elenco SharePoint di
lettura/scrittura solo nelle versioni precedenti di Excel e quindi utilizzare la
cartella di lavoro in modalit compatibilit in Excel 2007, mantenendo il
formato di file di Excel 97-2003.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare la tabella con
connessione in sola lettura a un elenco Windows SharePoint Services e
quindi disconnetterla da tale elenco. In Excel 2003 possibile importare in
seguito l'elenco SharePoint come elenco di lettura/scrittura.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Utilizzare Office Excel 2007 con versioni precedenti di Excel

Problemi relativi alle tabelle pivot


I problemi seguenti relativi alle tabelle pivot causano una perdita di funzionalit significativa:
Problema

Soluzione

Una tabella pivot della cartella di lavoro supera i limiti impostati nelle
versioni precedenti di Excel e in caso di salvataggio in un formato di
file precedente andr persa. Nelle versioni precedenti di Excel
funzioneranno solo le tabelle pivot create in modalit compatibilit.

In Excel 2007 una tabella pivot supporta 1.048.576 elementi univoci


per campo, ma nelle versioni precedenti di Excel vengono supportati
solo 32.500 elementi per campo.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare la tabella
pivot che supera i limiti impostati nelle versioni precedenti. Quando
si salva la cartella di lavoro nel formato di Excel 97-2003, sar quindi
possibile ricreare questa tabella pivot in modalit compatibilit.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Utilizzare Office Excel 2007 con versioni precedenti di Excel
Utilizzo di diversi formati di tabelle pivot in Office Excel

Una tabella pivot della cartella di lavoro include regole di


formattazione condizionale applicate a celle in righe o colonne
compresse. Per evitare la perdita delle regole nelle versioni
precedenti di Excel, espandere tali righe o colonne.

Per evitare la perdita delle regole di formattazione condizionale


applicate alle celle in righe o colonne compresse, consigliabile
espandere le righe e le colonne prima di salvare la cartella di lavoro
in un formato di file di una versione precedente di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare righe o
colonne compresse contenenti regole di formattazione condizionale
e quindi espanderle.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Aggiungere, modificare o cancellare i formati condizionali

I problemi seguenti relativi alle tabelle pivot causano una perdita di fedelt non significativa:
Problema

Soluzione

A una tabella pivot della cartella di lavoro


applicato uno stile di tabella pivot. Nelle versioni
precedenti di Excel non possibile visualizzare la
formattazione dello stile di tabella pivot.

In Excel 2007 possibile formattare rapidamente un rapporto di tabella pivot


applicando uno stile di tabella pivot basato su un tema. Nelle versioni precedenti di
Excel possibile formattare una tabella pivot solo manualmente.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare la tabella pivot a cui
applicato uno stile di tabella pivot e quindi rimuovere tale stile.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Utilizzo di diversi formati di tabelle pivot in Office Excel

Una tabella pivot della cartella di lavoro


incorporata nel formato di file corrente e non
funzioner nelle versioni precedenti di Excel. In
tali versioni funzioneranno solo le tabelle pivot
create in modalit compatibilit.

Una tabella pivot creata nel formato di file di Excel 2007 non pu essere aggiornata
nelle versioni precedenti di Excel. Per evitare tale problema, possibile lavorare in
modalit compatibilit. Quando si crea una tabella pivot in modalit compatibilit,
possibile aprirla nelle versioni precedenti di Excel senza alcuna perdita di funzionalit.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare la tabella pivot creata nel
formato di file corrente. Quando si salva la cartella di lavoro nel formato di Excel 972003, sar quindi possibile ricreare questa tabella pivot in modalit comparabilit.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Utilizzare Office Excel 2007 con versioni precedenti di Excel
Utilizzo di diversi formati di tabelle pivot in Office Excel

Una tabella pivot della cartella di lavoro contiene


campi in formato ridotto. Nelle versioni
precedenti di Excel questo layout verr sostituito
dal formato tabulare.

In Excel 2007 possibile utilizzare il formato ridotto (da solo o insieme al formato
tabulare e al formato strutturato) per evitare che i dati correlati si espandano al di fuori
della schermata e per ridurne al minimo lo scorrimento. I campi sono contenuti in una
colonna e rientrati per mostrare la relazione tra le colonne nidificate. Nelle versioni
precedenti di Excel vengono supportati solo il formato strutturato e il formato tabulare.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare la tabella pivot con i campi in
formato ridotto e quindi modificare tale formato in tabulare in base alle necessit.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Utilizzo di diversi formati di tabelle pivot in Office Excel
Progettare il layout e il formato di un rapporto di tabella pivot

Problemi relativi all'ordinamento e all'applicazione di filtri


I problemi seguenti relativi all'ordinamento causano una perdita di fedelt non significativa:
Problema

Soluzione

Un foglio di lavoro della cartella di lavoro


include uno stato di ordinamento con pi di tre
condizioni di ordinamento. Nelle versioni
precedenti di Excel tali informazioni andranno
perse.

In Excel 2007 possibile applicare stati di ordinamento con un massimo di


sessantaquattro condizioni per ordinare i dati, ma nelle versioni precedenti di Excel
vengono supportati solo stati di ordinamento con un massimo di tre condizioni. Per
evitare la perdita delle informazioni sullo stato di ordinamento nelle versioni precedenti di
Excel, possibile modificare lo stato di ordinamento impostandolo su uno che non utilizza
pi di tre condizioni. Nelle versioni precedenti di Excel inoltre possibile ordinare
manualmente i dati.
Tutte le informazioni sullo stato di ordinamento rimangono tuttavia disponibili nella
cartella di lavoro e vengono applicate quando si apre nuovamente la cartella di lavoro in
Excel 2007, a meno che siano state modificate in una versione precedente di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare i dati ordinati con pi di tre
condizioni e quindi modificare lo stato di ordinamento utilizzando un massimo di tre
condizioni.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Ordinare i dati di un intervallo o di una tabella

Un foglio di lavoro della cartella di lavoro


include uno stato di ordinamento che utilizza
una condizione di ordinamento con un elenco
personalizzato. Nelle versioni precedenti di
Excel tali informazioni andranno perse.

In Excel 2007 possibile eseguire l'ordinamento in base a un elenco personalizzato. Per


ottenere risultati di ordinamento analoghi nelle versioni precedenti di Excel, possibile
raggruppare i dati che si desidera ordinare e quindi ordinarli manualmente.
Tutte le informazioni sullo stato di ordinamento rimangono tuttavia disponibili nella
cartella di lavoro e vengono applicate quando si apre nuovamente la cartella di lavoro in
Excel 2007, a meno che siano state modificate in una versione precedente di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare i dati ordinati in base a un
elenco personalizzato e quindi modificare lo stato di ordinamento in modo che non
includa pi tale elenco.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Ordinare i dati di un intervallo o di una tabella

Un foglio di lavoro della cartella di lavoro


include uno stato di ordinamento con una
condizione di ordinamento che specifica
informazioni di formattazione. Nelle versioni
precedenti di Excel tali informazioni andranno
perse.

In Excel 2007 possibile ordinare i dati in base a un formato specifico, ad esempio in


base al colore di cella, al colore del carattere o ai set di icone. Nelle versioni precedenti di
Excel possibile ordinare solo il testo.
Tutte le informazioni sullo stato di ordinamento rimangono tuttavia disponibili nella
cartella di lavoro e vengono applicate quando si apre nuovamente la cartella di lavoro in
Excel 2007, a meno che siano state modificate in una versione precedente di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare i dati ordinati in base a un
formato specifico e quindi modificare lo stato di ordinamento senza specificare
informazioni di formattazione.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Ordinare i dati di un intervallo o di una tabella

I problemi seguenti relativi all'applicazione di filtri causano una perdita di fedelt non significativa:
Problema

Soluzione

Alcuni dati della cartella di lavoro vengono filtrati


con una modalit non supportata nelle versioni
precedenti di Excel. In tali versioni, le righe
nascoste dal filtro rimarranno nascoste ma il filtro
stesso non verr visualizzato correttamente.

In Excel 2007 possibile applicare filtri non supportati nelle versioni precedenti di
Excel. Per evitare la perdita di funzionalit del filtro, possibile cancellare il filtro
prima di salvare la cartella di lavoro in un formato di file di una versione precedente
di Excel. Nelle versioni precedenti di Excel sar quindi possibile filtrare manualmente i
dati. .
Tutte le informazioni sullo stato del filtro rimangono tuttavia disponibili nella cartella
di lavoro e vengono applicate quando si apre nuovamente la cartella di lavoro in Excel
2007, a meno che siano state modificate in una versione precedente di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare i dati filtrati e quindi
cancellare il filtro per scoprire le righe nascoste. Nel gruppo Modifica della scheda
Home fare clic su Ordina e filtra e quindi su Cancella per cancellare il filtro.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Filtrare i dati di un intervallo o di una tabella

Alcuni dati della cartella di lavoro sono filtrati in


base a un colore di cella. Nelle versioni precedenti
di Excel le righe nascoste dal filtro rimarranno
nascoste ma il filtro stesso non verr visualizzato
correttamente.

In Excel 2007 possibile filtrare i dati in base a un colore di cella, a un colore del
carattere o a un set di icone ma tali opzioni non sono supportate nelle versioni
precedenti di Excel. Per evitare la perdita di funzionalit del filtro, possibile
cancellare il filtro prima di salvare la cartella di lavoro in un formato di file di una
versione precedente di Excel. Nelle versioni precedenti di Excel sar quindi possibile
filtrare manualmente i dati.
Tutte le informazioni sullo stato del filtro rimangono tuttavia disponibili nella cartella
di lavoro e vengono applicate quando si apre nuovamente la cartella di lavoro in Excel
2007, a meno che siano state modificate in una versione precedente di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare i dati filtrati e quindi
cancellare il filtro per scoprire le righe nascoste. Nel gruppo Modifica della scheda
Home fare clic su Ordina e filtra e quindi su Cancella per cancellare il filtro.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Filtrare i dati di un intervallo o di una tabella

Alcuni dati della cartella di lavoro sono filtrati in


base al colore del carattere. Nelle versioni
precedenti di Excel le righe nascoste dal filtro
rimarranno nascoste ma il filtro stesso non verr
visualizzato correttamente.

In Excel 2007 possibile filtrare i dati in base a un colore di cella, a un colore del
carattere o a un set di icone ma tali opzioni non sono supportate nelle versioni
precedenti di Excel. Per evitare la perdita di funzionalit del filtro, possibile
cancellare il filtro prima di salvare la cartella di lavoro in un formato di file di una
versione precedente di Excel. Nelle versioni precedenti di Excel sar quindi possibile
filtrare manualmente i dati.
Tutte le informazioni sullo stato del filtro rimangono tuttavia disponibili nella cartella
di lavoro e vengono applicate quando si apre nuovamente la cartella di lavoro in Excel
2007, a meno che siano state modificate in una versione precedente di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare i dati filtrati e quindi
cancellare il filtro per scoprire le righe nascoste. Nel gruppo Modifica della scheda
Home fare clic su Ordina e filtra e quindi su Cancella per cancellare il filtro.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Filtrare i dati di un intervallo o di una tabella

Alcuni dati della cartella di lavoro sono filtrati in


base a un'icona di cella. Nelle versioni precedenti di
Excel le righe nascoste dal filtro rimarranno
nascoste ma il filtro stesso non verr visualizzato
correttamente.

In Excel 2007 possibile filtrare i dati in base a un colore di cella, a un colore del
carattere o a un set di icone ma tali opzioni non sono supportate nelle versioni
precedenti di Excel. Per evitare la perdita di funzionalit del filtro, possibile
cancellare il filtro prima di salvare la cartella di lavoro in un formato di file di una
versione precedente di Excel. Nelle versioni precedenti di Excel sar quindi possibile

filtrare manualmente i dati.


Tutte le informazioni sullo stato del filtro rimangono tuttavia disponibili nella cartella
di lavoro e vengono applicate quando si apre nuovamente la cartella di lavoro in Excel
2007, a meno che siano state modificate in una versione precedente di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare i dati filtrati e quindi
cancellare il filtro per scoprire le righe nascoste. Nel gruppo Modifica della scheda
Home fare clic su Ordina e filtra e quindi su Cancella per cancellare il filtro.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Filtrare i dati di un intervallo o di una tabella

Alcuni dati della cartella di lavoro sono filtrati in


base a pi di due criteri. Nelle versioni precedenti
di Excel le righe nascoste dal filtro rimarranno
nascoste ma il filtro stesso non verr visualizzato
correttamente.

In Excel 2007 possibile filtrare i dati in base a pi di due criteri. Per evitare la
perdita di funzionalit del filtro, possibile cancellare il filtro prima di salvare la
cartella di lavoro in un formato di file di una versione precedente di Excel. Nelle
versioni precedenti di Excel sar quindi possibile filtrare manualmente i dati.
Tutte le informazioni sullo stato del filtro rimangono tuttavia disponibili nella cartella
di lavoro e vengono applicate quando si apre nuovamente la cartella di lavoro in Excel
2007, a meno che siano state modificate in una versione precedente di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare i dati filtrati e quindi
cancellare il filtro per scoprire le righe nascoste. Nel gruppo Modifica della scheda
Home fare clic su Ordina e filtra e quindi su Cancella per cancellare il filtro.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Filtrare i dati di un intervallo o di una tabella
Filtrare utilizzando criteri avanzati

Alcuni dati della cartella di lavoro sono filtrati in


base a una gerarchia raggruppata di date. Nelle
versioni precedenti di Excel le righe nascoste dal
filtro rimarranno nascoste, ma il filtro non verr
visualizzato correttamente.

In Excel 2007 possibile filtrare i dati in base a una gerarchia raggruppata. Poich
tale opzione non supportata nelle versioni precedenti di Excel, possibile separare
la gerarchia di date. Per evitare la perdita di funzionalit del filtro, possibile
cancellare il filtro prima di salvare la cartella di lavoro in un formato di file di una
versione precedente di Excel.
Tutte le informazioni sullo stato del filtro rimangono tuttavia disponibili nella cartella
di lavoro e vengono applicate quando si apre nuovamente la cartella di lavoro in Excel
2007, a meno che siano state modificate in una versione precedente di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare i dati filtrati e quindi
cancellare il filtro per scoprire le righe nascoste. Nel gruppo Modifica della scheda
Home fare clic su Ordina e filtra e quindi su Cancella per cancellare il filtro. Nel
gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra e quindi su
Cancella per cancellare il filtro.
inoltre possibile disattivare il raggruppamento delle date nella scheda
Impostazioni avanzate della finestra di dialogo Opzioni di Excel a cui si accede

facendo clic sul Pulsante Office

e quindi su Opzioni di Excel.

Per ulteriori informazioni, vedere:


Filtrare i dati di un intervallo o di una tabella
Filtrare utilizzando criteri avanzati

Problemi relativi alle formule


I problemi seguenti relativi alle formule causano una perdita di funzionalit significativa:
Problema

Soluzione

Il numero delle formule in forma di matrice che


fanno riferimento ad altri fogli di lavoro contenute
in alcuni fogli di lavoro superiore a quello
supportato dal formato di file selezionato. Alcune
di queste formule in forma di matrice non verranno
salvate e saranno convertite in errori di tipo
#VALORE!.

In Excel 2007 le matrici della cartella di lavoro che fanno riferimento ad altri fogli di
lavoro vengono limitate in base alla memoria disponibile, ma nelle versioni precedenti
di Excel i fogli di lavoro possono contenere un massimo di 65.472 matrici di questo
tipo. Le matrici della cartella di lavoro in eccesso rispetto al limite massimo verranno
convertite e visualizzate sotto forma di errori di tipo #VALORE!.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle contenenti formule
in forma di matrice che fanno riferimento a un altro foglio di lavoro e quindi apportare
le modifiche necessarie al fine di evitare errori di tipo #VALORE!.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Cenni preliminari sulle formule
Sostituire una formula con il rispettivo valore

Alcune formule contengono un numero di valori,


riferimenti e/o nomi superiore a quello supportato
dal formato di file selezionato. Tali formule non
verranno salvate e saranno convertite in errori di
tipo #VALORE!.

In Excel 2007 la lunghezza massima consentita per il contenuto di formule 8.192


caratteri e la lunghezza interna massima consentita per le formule 16.384 byte.
Nelle versioni precedenti di Excel la lunghezza massima consentita per il contenuto di
formule solo 1.024 caratteri e la lunghezza interna massima consentita per le
formule solo 1.800 byte. Se la combinazione di argomenti delle formule (inclusi
valori, riferimenti e/o nomi) supera i limiti massimi consentiti nelle versioni precedenti
di Excel, le formule restituiranno errori di tipo #VALORE! quando si salva la cartella di
lavoro in un formato di file di una versione precedente di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle contenenti formule
che superano i limiti di lunghezza massima delle versioni precedenti di Excel e quindi
apportare le modifiche necessarie al fine di evitare errori di tipo #VALORE!.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Cenni preliminari sulle formule
Sostituire una formula con il rispettivo valore

Alcune formule includono un numero di livelli di


nidificazione superiore a quello supportato dal
formato di file selezionato. Le formule con pi di
sette livelli di nidificazione non verranno salvate e
saranno convertite in errori di tipo #VALORE!.

In Excel 2007 una formula pu includere fino a 64 livelli di nidificazione, ma nelle


versioni precedenti di Excel consentito solo un massimo di 7 livelli di nidificazione.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle contenenti formule
con pi di 7 livelli di nidificazione e quindi apportare le modifiche necessarie al fine di
evitare errori di tipo #VALORE!.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Cenni preliminari sulle formule
Nidificare una funzione all'interno di una funzione
Sostituire una formula con il rispettivo valore

Alcune formule contengono funzioni con un


numero di argomenti superiore al massimo
supportato dal formato di file selezionato. Le
formule che includono funzioni con pi di 30
argomenti non verranno salvate e saranno
convertite in errori di tipo #VALORE!.

In Excel 2007 una formula pu includere fino a 255 argomenti, ma nelle versioni
precedenti di Excel consentito solo un limite massimo di 30 argomenti.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle contenenti formule
con pi di 30 argomenti e quindi apportare le modifiche necessarie al fine di evitare

errori di tipo #VALORE!.


Per ulteriori informazioni, vedere:
Cenni preliminari sulle formule
Sostituire una formula con il rispettivo valore

Alcune formule utilizzano un numero di operandi


superiore al massimo consentito dal formato di file
selezionato. Tali formule non verranno salvate e
saranno convertite in errori di tipo #VALORE!.

In Excel 2007 possibile utilizzare nelle formule un numero massimo di 1.024


operandi (operando: Elemento presente su entrambi i lati di un operatore in una
formula. In Excel, gli operandi possono essere valori, riferimenti di cella, nomi,
etichette e funzioni.), ma nelle versioni precedenti di Excel consentito solo un limite
massimo di 40 operandi.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle contenenti formule
con pi di 40 operandi e quindi apportare le modifiche necessarie al fine di evitare
errori di tipo #VALORE!.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Cenni preliminari sulle formule
Sostituire una formula con il rispettivo valore

Alcune formule contengono funzioni con un


numero di argomenti superiore al massimo
supportato dal formato di file selezionato. Le
formule che includono funzioni con pi di 29
argomenti non verranno salvate e saranno
convertite in errori di tipo #VALORE!.

In Excel 2007 una funzione definita dall'utente creata utilizzando Visual Basic,
Applications Edition (VBA) pu contenere fino a 60 argomenti, ma nelle versioni
precedenti di Excel il numero di argomenti consentiti nelle funzioni definite dall'utente
limitato da VBA a 29.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle contenenti formule
con pi di 29 argomenti e quindi apportare le modifiche necessarie al fine di evitare
errori di tipo #VALORE!. Per modificare funzioni definite dall'utente potrebbe essere
necessario utilizzare Visual Basic, Applications Edition (VBA).
Per ulteriori informazioni, vedere:
Cenni preliminari sulle formule
Sostituire una formula con il rispettivo valore

Una o pi funzioni della cartella di lavoro non sono


disponibili nelle versioni precedenti di Excel. Se
vengono ricalcolate nelle versioni precedenti, tali
funzioni restituiranno un errore di tipo #NOME?
anzich i risultati correnti.

Excel 2007 include le funzioni seguenti, che non sono disponibili nelle versioni
precedenti di Excel:
MEDIA.SE
MEDIA.PI.SE
MEMBRO.KPI.CUBO
MEMBRO.CUBO
PROPRIET.MEMBRO.CUBO
MEMBRO.CUBO.CON.RANGO
SET.CUBO
CONTA.SET.CUBO
VALORE.CUBO
CONTA.PI.SE
SE.ERRORE
SOMMA.PI.SE
Quando si salva la cartella di lavoro nel formato di file di Excel 97-2003 e quindi la si
apre in una versione precedente di Excel, le nuove funzioni verranno visualizzate nella
cella con il prefisso _xlfn, ad esempio =_xlfn.SE.ERRORE (1,2).

In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle contenenti nuove
funzioni di Excel 2007 e quindi apportare le modifiche necessarie al fine di evitare
errori di tipo #NOME?.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Cenni preliminari sulle formule
Sostituire una formula con il rispettivo valore

Alcune formule contengono riferimenti a tabelle


non supportati dal formato di file selezionato. Tali
riferimenti verranno convertiti in riferimenti di
cella.

In Excel 2007 possibile utilizzare riferimenti strutturati per semplificare e rendere pi


intuitivo l'utilizzo dei dati di tabella con formule che fanno riferimento a porzioni di una
tabella o all'intera tabella. Questa caratteristica non supportata nelle versioni
precedenti di Excel e i riferimenti strutturati verranno convertiti in riferimenti di cella.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle contenenti formule
con riferimenti strutturati a tabelle, in modo da consentire la conversione di tali
riferimenti strutturati nei riferimenti di cella desiderati.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Cenni preliminari sulle formule
Utilizzo dei riferimenti strutturati con le tabelle Excel

Alcune formule contengono riferimenti a tabelle in


altre cartelle di lavoro non aperte in questa istanza
di Excel. Tali riferimenti verranno convertiti in #RIF
durante il salvataggio nel formato di Excel 97-2003
perch non possono essere convertiti in riferimenti
di foglio.

In Excel 2007 possibile utilizzare riferimenti strutturati per semplificare e rendere pi


intuitivo l'utilizzo dei dati di tabella con formule che fanno riferimento a porzioni di una
tabella o all'intera tabella. Questa caratteristica non supportata nelle versioni
precedenti di Excel e i riferimenti strutturati verranno convertiti in riferimenti di cella.
Se tuttavia i riferimenti strutturati puntano a tabelle in altre cartelle di lavoro non
aperte, verranno convertiti e visualizzati sotto forma di errori di tipo #RIF.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle contenenti formule
con riferimenti strutturati a tabelle in altre cartelle di lavoro, in modo da consentire la
modifica di tali riferimenti al fine di evitare errori di tipo #RIF.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Cenni preliminari sulle formule
Utilizzo dei riferimenti strutturati con le tabelle Excel

I problemi seguenti relativi alle formule causano una perdita di fedelt non significativa:
Problema

Soluzione

La cartella di lavoro contiene alcune formule in


forma di matrice che fanno riferimento a un'intera
colonna. Nelle versioni precedenti di Excel tali
formule potrebbero essere convertite in errori di
tipo #NUM! quando vengono ricalcolate.

Le formule in forma di matrice che fanno riferimento a un'intera colonna in Excel


2007 verranno convertite e visualizzate sotto forma di errori di tipo #NUM! quando
verranno ricalcolate nelle versioni precedenti di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le formule in forma di
matrice che fanno riferimento a un'intera colonna in modo da consentire le modifiche
necessarie al fine di evitare errori di tipo #NUM.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Cenni preliminari sulle formule

Uno o pi nomi definiti nella cartella di lavoro


contengono formule che utilizzano pi caratteri
rispetto ai 255 consentiti nel formato di file
selezionato. Tali formule verranno salvate ma
saranno troncate in caso di modifica nelle versioni
precedenti di Excel.

Se gli intervalli denominati nelle formule superano il limite di 255 caratteri supportato
nelle versioni precedenti di Excel, la formula funzioner correttamente ma verr
troncata nella finestra di dialogo Nome e non sar possibile modificarla.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle contenenti
intervalli denominati nelle formule e quindi apportare le modifiche necessarie in
modo che gli utenti possano modificare le formule nelle versioni precedenti di Excel.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Cenni preliminari sulle formule

Alcune formule della cartella di lavoro sono


collegate ad altre cartelle di lavoro chiuse. Quando
tali formule vengono ricalcolate nelle versioni
precedenti di Excel senza aprire le cartelle di lavoro
collegate, i caratteri in eccesso rispetto al limite di
255 caratteri non vengono restituiti.

Se le formule di una cartella di lavoro sono collegate ad altre cartelle di lavoro


chiuse, sar possibile visualizzare fino a 255 caratteri quando le formule vengono
ricalcolate nelle versioni precedenti di Excel. I risultati delle formule potrebbero
essere troncati.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle contenenti formule
collegate ad altre cartelle di lavoro chiuse in modo che sia possibile verificare i
collegamenti e apportare le modifiche necessarie al fine di evitare risultati delle
formule troncati nelle versioni precedenti di Excel.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Cenni preliminari sulle formule

Formula di convalida dei dati con pi di 255


caratteri.

Quando le formule di convalida dei dati superano il limite di 255 caratteri supportato
nelle versioni precedenti di Excel, la formula funzioner correttamente ma verr
troncata e non sar possibile modificarla.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle contenenti formule
di convalida dei dati e quindi utilizzare un numero inferiore di caratteri nelle formule
in modo che gli utenti possano modificarle nelle versioni precedenti di Excel.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Cenni preliminari sulle formule

Problemi relativi alla formattazione condizionale


I problemi seguenti relativi alla formattazione condizionale causano una perdita di funzionalit significativa:
Problema

Soluzione

Alcune celle includono un numero di formati condizionali


superiore a quello supportato dal formato di file
selezionato. Nelle versioni precedenti di Excel verranno
visualizzate solo le prime tre condizioni.

In Excel 2007 la formattazione condizionale pu includere fino a


sessantaquattro condizioni, ma nelle versioni precedenti di Excel vengono
supportate solo tre condizioni.
Nelle versioni precedenti di Excel sar possibile visualizzare solo le prime tre
condizioni. Tutte le regole di formattazione condizionale rimarranno tuttavia
disponibili nella cartella e lavoro e verranno applicate quando si apre
nuovamente la cartella di lavoro in Excel 2007, a meno che siano state
modificate in una versione precedente di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle a cui
applicata la formattazione condizionale con pi di tre condizioni e quindi
apportare le modifiche necessarie.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Aggiungere, modificare o cancellare i formati condizionali

Alcune celle includono intervalli di formattazione


condizionale sovrapposti. Nelle versioni precedenti di Excel
non verranno valutate tutte le regole di formattazione
condizionale delle celle sovrapposte. In tali celle verr
visualizzata una formattazione condizionale diversa.

In Excel 2007 gli intervalli di formattazione condizionale nella cella possono


sovrapporsi, ma tale opzione non supportata nelle versioni precedenti di
Excel e la formattazione condizionale non viene visualizzata nel modo previsto.
Nelle versioni precedenti di Excel verr visualizzata una formattazione
condizionale diversa da quella prevista. Tutte le regole di formattazione
condizionale rimarranno tuttavia disponibili nella cartella di lavoro e verranno
applicate quando si apre nuovamente la cartella di lavoro in Excel 2007, a
meno che siano state modificate in una versione precedente di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle con intervalli
di formattazione condizionale sovrapposti e quindi apportare le modifiche
necessarie.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Aggiungere, modificare o cancellare i formati condizionali
Gestire la precedenza delle regole di formattazione condizionale

Una o pi celle della cartella di lavoro includono un tipo di


formattazione condizionale non supportato nelle versioni
precedenti di Excel, ad esempio barre dei dati, scale a
colori o set di icone.

In Excel 2007 sono disponibili i nuovi tipi di formattazione condizionale


seguenti non supportati nelle versioni precedenti di Excel:
Scale a colori
Barre dei dati
Set di icone
Primi o ultimi valori
Valori superiori o inferiori alla media
Valori univoci o duplicati
Confronto tra colonne di tabelle per stabilire le celle da formattare
Nelle versioni precedenti di Excel non sar possibile visualizzare la
formattazione condizionale, ad esempio barre dei dati, scale a colori o set di
icone. Tutte le regole di formattazione condizionale rimarranno tuttavia
disponibili nella cartella e lavoro e verranno applicate quando si apre
nuovamente la cartella di lavoro in Excel 2007, a meno che siano state
modificate in una versione precedente di Excel.

In Verifica compatibilit fare clic su Trovaper individuare le celle con i nuovi


tipi di formattazione condizionale di Excel 2007 e quindi apportare le modifiche
necessarie.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Aggiungere, modificare o cancellare i formati condizionali

Alcune celle includono una formattazione condizionale con


l'opzione 'Interrompi se Vera' deselezionata. Nelle versioni
precedenti di Excel tale opzione non viene riconosciuta e il
processo verr interrotto dopo la prima condizione vera.

In Excel 2007 possibile applicare la formattazione condizionale senza


interrompere il processo quando la condizione stata soddisfatta. Questa
caratteristica non supportata nelle versioni precedenti di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle contenenti
una formattazione condizionale con l'opzione 'Interrompi se Vera'
deselezionata e quindi fare clic su Correggi per risolvere il problema di
compatibilit.
Nelle versioni precedenti di Excel i risultati di formattazione condizionale non
saranno identici a quelli ottenuti in Excel 2007, in quanto la formattazione
condizionale non viene pi applicata dopo che la prima condizione risulta vera.
Tutte le regole di formattazione condizionale rimarranno tuttavia disponibili
nella cartella e lavoro e verranno applicate quando si apre nuovamente la
cartella di lavoro in Excel 2007, a meno che siano state modificate in una
versione precedente di Excel.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Aggiungere, modificare o cancellare i formati condizionali

Una o pi celle della cartella di lavoro includono un tipo di


formattazione condizionale in un intervallo non adiacente
(ad esempio primi/ultimi N, primo/ultimo N%,
superiore/inferiore alla media o superiore/inferiore alla
deviazione standard). Tale formattazione non supportata
nelle versioni precedenti di Excel.

In Excel 2007 possibile applicare la formattazione condizionale a intervalli


non adiacenti. Questa caratteristica non supportata nelle versioni precedenti
di Excel.
Nelle versioni precedenti di Excel non sar possibile visualizzare la
formattazione condizionale in celle non adiacenti. Tutte le regole di
formattazione condizionale rimarranno tuttavia disponibili nella cartella e
lavoro e verranno applicate quando si apre nuovamente la cartella di lavoro in
Excel 2007, a meno che siano state modificate in una versione precedente di
Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare le celle contenenti
un tipo di formattazione condizionale in un intervallo non adiacente e quindi
apportare le modifiche necessarie.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Aggiungere, modificare o cancellare i formati condizionali

Alcune tabelle pivot della cartella di lavoro includono


formattazione condizionale che potrebbe non funzionare
correttamente nelle versioni precedenti di Excel. Le regole
di formattazione condizionale non visualizzeranno gli stessi
risultati quando le tabelle pivot vengono utilizzate nelle
versioni precedenti di Excel.

Per la formattazione condizionale applicata alle tabelle pivot di Excel 2007 non
vengono visualizzati gli stessi risultati delle tabelle pivot nelle versioni
precedenti di Excel.
Nelle versioni precedenti di Excel i risultati della formattazione condizionale
nelle tabelle pivot non saranno identici a quelli ottenuti in Excel 2007. Tutte le
regole di formattazione condizionale rimarranno tuttavia disponibili nella
cartella e lavoro e verranno applicate quando si apre nuovamente la cartella di
lavoro in Excel 2007, a meno che siano state modificate in una versione
precedente di Excel.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare i campi di tabella
pivot contenenti regole di formattazione condizionale e quindi apportare le
modifiche necessarie.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Aggiungere, modificare o cancellare i formati condizionali

Problemi relativi a grafici, oggetti e controlli ActiveX


I problemi seguenti relativi a grafici, oggetti e controlli ActiveX causano una perdita di funzionalit significativa:
Problema

Soluzione

Tutti gli effetti applicati all'oggetto verranno


rimossi. Il testo al di fuori dei bordi del
grafico verr troncato.

In Excel 2007 possibile utilizzare effetti speciali, ad esempio ombreggiature trasparenti


non supportate nelle versioni precedenti di Excel. Gli effetti speciali verranno rimossi. In
Excel 2007, inoltre, quando si inserisce in una forma un testo pi lungo della forma stessa,
tale testo fuoriesce dai bordi della forma. Nelle versioni precedenti di Excel il testo verr
troncato. Per evitare che il testo venga troncato, possibile regolare in modo opportuno le
dimensioni della forma.
In Verifica compatibilit fare clic su Trova per individuare gli oggetti a cui sono applicati
effetti speciali in modo da consentire la rimozione di tali effetti in caso di necessit.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Aggiunta o eliminazione di un riempimento o di un effetto in un elemento grafico SmartArt
Ridimensionamento di una forma o di un intero elemento grafico SmartArt

Un oggetto incorporato nel foglio di lavoro


stato creato con una versione pi recente di
Office e non pu essere modificato con una
versione precedente di Excel.

Gli oggetti incorporati creati in Excel 2007 non possono essere modificati nelle versioni
precedenti di Excel.

Impossibile trasferire nel formato di file


selezionato i controlli ActiveX non
inizializzati. Se si continua, i controlli
andranno persi.

Se una cartella di lavoro contiene controlli ActiveX di cui sconsigliata l'inizializzazione, tali
controlli andranno persi quando si salva la cartella di lavoro in un formato di file di una
versione precedente di Excel. possibile contrassegnarli come controlli di cui non
sconsigliata l'inizializzazione.
Se si apre una cartella di lavoro con controlli ActiveX non inizializzati impostati su un livello
di protezione Alto, necessario innanzitutto utilizzare la barra dei messaggi per attivarli
prima dell'inizializzazione.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Attivazione o disattivazione di controlli ActiveX nei documenti di Office
Attivazione o disattivazione della visualizzazione degli avvisi di protezione sulla barra
messaggi

Problemi relativi alla personalizzazione


I problemi seguenti relativi alla personalizzazione causano una perdita di fedelt non significativa:
Problema

Soluzione

La cartella di lavoro contiene una barra di accesso rapido


personalizzata e/o parti dell'interfaccia utente non supportate nelle
versioni precedenti di Excel. Tali caratteristiche personalizzate non
saranno disponibili nelle versioni precedenti di Excel.

Poich l'interfaccia utente della barra multifunzione di Excel 2007


estremamente diversa dai menu e dalle barre degli strumenti presenti
nelle versioni precedenti di Excel, in tali versioni non sono disponibili
le personalizzazioni apportate in Excel 2007.
Nelle versioni precedenti di Excel possibile aggiungere comandi
personalizzati simili alle barre degli strumenti e ai menu.

Problemi relativi alla collaborazione


I problemi seguenti relativi alla collaborazione causano una perdita di fedelt non significativa:
Problema

Soluzione

La cartella di lavoro sar in sola lettura e le caratteristiche della cartella


condivisa non saranno disponibili quando viene aperta in una versione
precedente di Excel utilizzando un convertitore di file. Per consentire agli
utenti di continuare a utilizzare la cartella di lavoro come cartella condivisa
nelle versioni precedenti di Excel, necessario salvarla nel formato di file
delle versioni precedenti.

Per continuare a condividere la cartella di lavoro condivisa


con gli utenti che utilizzano versioni precedenti di Excel e
garantire che tutte le caratteristiche della cartella di lavoro
condivisa siano disponibili in tali versioni, consigliabile
salvare la cartella di lavoro nel formato di file di Excel 972003.
Per ulteriori informazioni, vedere:
Utilizzare Office Excel 2007 con versioni precedenti di Excel
Utilizzare una cartella condivisa per la collaborazione

Salvare una cartella di lavoro in un formato file


diverso
IMPORTANTE

Se si salva una cartella di lavoro in un formato file diverso, formati e funzionalit specifici di Microsoft

Office Excel non verranno mantenuti. Per ulteriori informazioni, vedere Formattazione e caratteristiche che non vengono
trasferite nella conversione in formato Excel.

1.

Aprire la cartella di lavoro da salvare per l'utilizzo in un altro programma.

2.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

3.

Digitare un nuovo nome per la cartella di lavoro nella casella Nome file.

SUGGERIMENTO

4.

, quindi sulla freccia accanto a Salva con nome.

inoltre possibile accettare il nome suggerito.

Scegliere dall'elenco Tipo file un formato file che pu essere aperto nell'altro programma.

Per ulteriori informazioni sui formati file, vedere Formati di file supportati in Excel.

5.

Fare clic su Salva.

NOTA

Per alcuni formati file l'impostazione predefinita salvare solo il foglio di lavoro attivo, mentre per altri formati di

file (ad esempio il formato Pagina Web) salvare tutti i fogli di lavoro della cartella di lavoro. possibile salvare fogli di
lavoro specifici nascondendo quelli che non si desidera salvare. Per nascondere il foglio di lavoro attivo, fare clic con il
pulsante destro del mouse sulla rispettiva scheda nella parte inferiore dello schermo e quindi scegliere Nascondi.

Excel e il Web
Collegamenti ipertestuali

Collegamenti ipertestuali
Creare o rimuovere un collegamento ipertestuale
Copiare o spostare un collegamento ipertestuale
Modificare un collegamento ipertestuale
Selezionare un collegamento ipertestuale senza attivarlo

Creare o rimuovere un collegamento ipertestuale


Per accedere in modo rapido a informazioni correlate contenute in un altro file o in una pagina Web, possibile inserire
un collegamento ipertestuale in una cella di un foglio di lavoro oppure in elementi specifici di un grafico.

Creare un collegamento ipertestuale a un nuovo file


1.

In un foglio di lavoro, fare clic all'interno della cella in cui si desidera creare un collegamento ipertestuale.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile selezionare un oggetto, quale un'immagine o un elemento di un grafico, che

rappresenter il collegamento ipertestuale.

2.

Nel gruppo Collegamenti della scheda Inserisci fare clic su Collegamento ipertestuale.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cella o sull'elemento grafico e

quindi scegliere Collegamento ipertestuale dal menu di scelta rapida oppure premere CTRL+Alt+K.

3.

In Collega a fare clic su Crea nuovo documento.

4.

Nella casella Nome del nuovo documento digitare il nome del nuovo file.

SUGGERIMENTO

Per specificare un percorso diverso da quello visualizzato in Percorso completo, digitare il

nuovo percorso prima del nome nella casella Nome del documento oppure fare clic su Cambia per selezionare il
percorso desiderato e quindi fare clic su OK.

5.

In Modifica il nuovo documento fare clic su In seguito o su Adesso per specificare quando si desidera aprire il
nuovo file per modificarlo.

6.

Nella casella Testo da visualizzare digitare il testo che verr utilizzato per rappresentare il collegamento
ipertestuale.

7.

Per visualizzare informazioni utili quando si posiziona il puntatore del mouse sul collegamento, fare clic su
Descrizione comando, digitare il testo desiderato nella casella Testo della descrizione e quindi fare clic su OK.

Creare un collegamento ipertestuale a un file o a una pagina


Web esistente
1.

In un foglio di lavoro, fare clic all'interno della cella in cui si desidera creare un collegamento ipertestuale.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile selezionare un oggetto, quale un'immagine o un elemento di un grafico, che

rappresenter il collegamento ipertestuale.

2.

Nel gruppo Collegamenti della scheda Inserisci fare clic su Collegamento ipertestuale.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cella o sull'oggetto e quindi

scegliere Collegamento ipertestuale dal menu di scelta rapida oppure premere CTRL+Alt+K.

3.

In Collega a fare clic su File o pagina Web esistente.

4.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per selezionare un file, fare clic su Cartella corrente e quindi sul file al quale si desidera creare il
collegamento ipertestuale.

SUGGERIMENTO

possibile cambiare la cartella corrente selezionandone una diversa nell'elenco Cerca in.

Per selezionare una pagina Web, fare clic su Pagine visualizzate e quindi fare clic sulla pagina Web alla
quale si desidera creare il collegamento.

Per selezionare un file utilizzato di recente, fare clic su File recenti e quindi sul file al quale si desidera
creare il collegamento ipertestuale.

Per specificare il nome e il percorso di un file o di una pagina Web nota a cui si desidera creare il
collegamento, digitarlo nella casella Indirizzo .

Per individuare una pagina Web, fare clic su Esplora il Web

, aprire la pagina Web alla quale si

desidera creare il collegamento e quindi tornare a Microsoft Office Excel senza chiudere il browser.
5.

Per creare un collegamento ipertestuale a una posizione specifica all'interno del file o della pagina Web, fare clic
su Segnalibro e quindi fare doppio clic sul segnalibro (segnalibro: Posizione o selezione di testo a cui viene
assegnato un nome a scopo di riferimento. I segnalibri identificano un punto del file al quale possibile in seguito
fare riferimento o collegarsi.) desiderato.

NOTA

Il file o la pagina Web alla quale viene creato il collegamento deve contenere un segnalibro.

6.

Nella casella Testo da visualizzare digitare il testo da utilizzare per rappresentare il collegamento ipertestuale.

7.

Per visualizzare informazioni utili quando si posiziona il puntatore del mouse sul collegamento, fare clic su
Descrizione comando, digitare il testo desiderato nella casella Testo della descrizione e quindi fare clic su OK.

Creare un collegamento ipertestuale a una sezione specifica


di un foglio di lavoro
Per creare un collegamento ipertestuale a una sezione nel foglio di lavoro corrente o in un altro foglio di lavoro,
possibile definire il nome delle celle di destinazione o utilizzare riferimenti di cella.

1.

Per utilizzare un nome, necessario assegnare un nome alle celle del foglio di lavoro di destinazione.

Come assegnare un nome a una cella o a un intervallo di celle

1.

Selezionare la cella, l'intervallo di celle oppure le selezioni non adiacenti alle quali si desidera assegnare un
nome.

2.

Fare clic sulla casella Nome all'estrema sinistra della barra della formula
.

Casella Nome

3.

Nella casella Nome digitare il nome delle celle e quindi premere INVIO.

NOTA

2.

I nomi non possono contenere spazi e devono iniziare con una lettera.

In un foglio di lavoro della cartella di lavoro di origine fare clic sulla cella in cui si desidera creare un collegamento
ipertestuale.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile selezionare un oggetto, quale un'immagine o un elemento di un grafico, che

rappresenter il collegamento ipertestuale.

3.

Nel gruppo Collegamenti della scheda Inserisci fare clic su Collegamento ipertestuale.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cella o sull'oggetto e quindi

scegliere Collegamento ipertestuale dal menu di scelta rapida oppure premere CTRL+Alt+K.

4.

In Collega a eseguire una delle operazioni seguenti:

Per creare un collegamento ipertestuale a una sezione nella cartella di lavoro corrente, fare clic su Inserisci
nel documento.

Per creare un collegamento a una sezione di un'altra cartella di lavoro, fare clic su File o pagina Web
esistente, individuare e selezionare la cartella di lavoro a cui creare il collegamento e quindi fare clic su
Segnalibro.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Nella casella O selezionare una parte del documento, in Riferimento di cella fare clic sul foglio a cui
creare il collegamento, digitare il riferimento di cella nella casella Digitare il riferimento di cella e quindi
fare clic su OK.

Nell'elenco Nomi definiti fare clic sul nome che corrisponde alle celle alle quali si desidera creare il
collegamento ipertestuale e quindi fare clic su OK.
Nella casella Testo da visualizzare digitare il testo da utilizzare per rappresentare il collegamento
ipertestuale.
Per visualizzare informazioni utili quando si posiziona il puntatore del mouse sul collegamento, fare clic su
Descrizione comando, digitare il testo desiderato nella casella Testo della descrizione e quindi fare clic su OK.

Creare un collegamento ipertestuale personalizzato tramite


la funzione HYPERLINK
possibile utilizzare la funzione HYPERLINK per creare un collegamento ipertestuale che apre un documento
memorizzato in un server di rete, in una Intranet (Intranet: Rete di un'organizzazione che utilizza tecnologie Internet, ad
esempio i protocolli HTTP o FTP. Tramite i collegamenti ipertestuali possibile accedere agli oggetti, i documenti, le
pagine e altre destinazioni della rete Intranet.) o su Internet. Quando si fa clic sulla cella contenente la funzione
HYPERLINK, verr aperto il file memorizzato nella posizione del collegamento.

Per ulteriori informazioni sull'utilizzo della funzione HYPERLINK, vedere HYPERLINK.

Creare un collegamento ipertestuale a un indirizzo di posta


elettronica
Quando si fa clic su un collegamento ipertestuale a un indirizzo di posta elettronica, viene aperto automaticamente il
programma di posta elettronica e viene creato un messaggio di posta elettronica con l'indirizzo corretto nella casella A, a
condizione che sia installato un programma di posta elettronica.

1.

In un foglio di lavoro, fare clic all'interno della cella in cui si desidera creare un collegamento ipertestuale.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile selezionare un oggetto, quale un'immagine o un elemento di un grafico, che

rappresenter il collegamento ipertestuale.

2.

Nel gruppo Collegamenti della scheda Inserisci fare clic su Collegamento ipertestuale.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cella o sull'oggetto e quindi

scegliere Collegamento ipertestuale dal menu di scelta rapida oppure premere CTRL+Alt+K.

3.

In Collega a fare clic su Indirizzo di posta elettronica.

4.

Nella casella Indirizzo di posta elettronica digitare l'indirizzo di posta elettronica desiderato.

5.

Nella casella Oggetto digitare l'oggetto del messaggio di posta elettronica.

NOTA

In alcuni browser e programmi di posta elettronica, possibile che la riga dell'oggetto non venga

riconosciuta.

6.

Nella casella Testo da visualizzare digitare il testo da utilizzare per rappresentare il collegamento ipertestuale.

7.

Per visualizzare informazioni utili quando si posiziona il puntatore del mouse sul collegamento, fare clic su
Descrizione comando, digitare il testo desiderato nella casella Testo della descrizione e quindi fare clic su OK.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile creare un collegamento ipertestuale a un indirizzo di posta elettronica in una

cella digitando l'indirizzo direttamente nella cella. Ad esempio, se si digita un indirizzo di posta elettronica quale
prova@example.com, verr creato automaticamente un collegamento ipertestuale.

Eliminare un collegamento ipertestuale


Per eliminare un collegamento ipertestuale, eseguire una delle operazioni seguenti:

Per eliminare un collegamento ipertestuale e il testo che lo rappresenta, fare clic con il pulsante destro del mouse
sulla cella che contiene il collegamento ipertestuale e scegliere Cancella contenuto dal menu di scelta rapida.
Per eliminare un collegamento ipertestuale e l'elemento grafico che lo rappresenta, tenere premuto CTRL facendo
clic sull'elemento grafico e premere CANC.
Per disattivare un singolo collegamento ipertestuale, fare clic con il pulsante destro del mouse sul collegamento e
quindi scegliere Rimuovi collegamento ipertestuale dal menu di scelta rapida.
Per disattivare contemporaneamente pi collegamenti ipertestuali, eseguire le operazioni seguenti:
1.

In una cella vuota digitare il numero 1.

2.

Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cella e quindi scegliere Copia dal menu di scelta rapida.

3.

Tenere premuto CTRL mentre si seleziona ogni collegamento ipertestuale che si desidera disattivare.

SUGGERIMENTO

Per selezionare una cella che contiene un collegamento ipertestuale senza passare alla

destinazione del collegamento ipertestuale, fare clic sulla cella e tenere premuto il pulsante del mouse fino a
quando il cursore assume l'aspetto di una croce

e quindi rilasciare il pulsante del mouse.

4.

Nel gruppo Appunti della scheda Home fare clic sulla freccia sotto Incolla, quindi su Incolla speciale.

5.

In Operazione fare clic su Moltiplica e quindi fare clic su OK.

Copiare o spostare un collegamento ipertestuale


1.

Fare clic con il pulsante destro del mouse sul collegamento ipertestuale che si desidera copiare o spostare e
quindi scegliere Copia o Taglia dal menu di scelta rapida.

2.

Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cella in cui si desidera copiare o spostare il collegamento
ipertestuale e quindi scegliere Incolla dal menu di scelta rapida.

Modificare un collegamento ipertestuale


possibile modificare un collegamento ipertestuale nella cartella di lavoro cambiandone la destinazione l'aspetto
oppure il testo o l'elemento grafico che lo rappresenta.

Modificare la destinazione di un collegamento ipertestuale


1.

Selezionare la cella o l'elemento grafico che contiene il collegamento ipertestuale da modificare.

SUGGERIMENTO

Per selezionare una cella che contiene un collegamento ipertestuale senza passare alla

destinazione del collegamento stesso, fare clic sulla cella e tenere premuto il pulsante del mouse fino a quando il
puntatore assume l'aspetto di una croce

e quindi rilasciare il pulsante del mouse. Per selezionare la cella

inoltre possibile utilizzare i tasti di direzione. Per selezionare un elemento grafico, tenere premuto CTRL mentre si
fa clic su di esso.

2.

Nel gruppo Collegamenti della scheda Inserisci fare clic su Collegamento ipertestuale.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cella o sull'elemento grafico e

quindi scegliere Modifica collegamento ipertestuale dal menu di scelta rapida oppure premere CTRL+Alt+K.

3.

Nella finestra di dialogo Modifica collegamento ipertestuale apportare le modifiche desiderate.

NOTA

Se il collegamento ipertestuale stato creato utilizzando la funzione COLLEG.IPERTESTUALE, indispensabile

modificare la formula per cambiare la destinazione. Selezionare la cella contenente il collegamento ipertestuale e quindi
fare clic sulla barra della formula per modificare la formula.

Modificare l'aspetto del testo di un collegamento ipertestuale


Per modificare l'aspetto dell'intero testo di un collegamento ipertestuale nella cartella di lavoro corrente, possibile
cambiare lo stile di cella per i collegamenti ipertestuali.

1.

Nel gruppo Stili della scheda Home fare clic su Stili cella.

2.

In Dati e modelli eseguire le operazioni seguenti:

Per modificare l'aspetto di un collegamento ipertestuale non ancora visitato, fare clic con il pulsante destro
del mouse su Collegamento ipertestuale e quindi scegliere Modifica.

Per modificare l'aspetto di un collegamento ipertestuale gi visitato, fare clic con il pulsante destro del
mouse su Collegamento ipertestuale visitato e quindi scegliere Modifica.

NOTA

Lo stile della cella Collegamento ipertestuale disponibile solo se la cartella di lavoro contiene un

collegamento ipertestuale. Lo stile della cella Collegamento ipertestuale visitato disponibile solo se la cartella
di lavoro contiene un collegamento ipertestuale gi visitato.

3.

Nella finestra di dialogo Stile fare clic su Formato.

4.

Nella scheda Font e nella scheda Riempimento selezionare le opzioni di formattazione desiderate e quindi fare
clic su OK.

NOTE

Le opzioni selezionate nella finestra di dialogo Formato celle sono uguali a quelle selezionate in Lo stile include
nella finestra di dialogo Stile. possibile deselezionare le caselle di controllo relative alle opzioni che non si
desidera applicare.
Le modifiche apportate agli stili delle celle Collegamento ipertestuale e Collegamento ipertestuale visitato
sono valide per tutti i collegamenti ipertestuali della cartella di lavoro corrente. Non possibile modificare l'aspetto
dei singoli collegamenti ipertestuali.

Modificare il testo o l'elemento grafico di un collegamento


ipertestuale
1.

Selezionare la cella o l'elemento grafico che contiene il collegamento ipertestuale da modificare.

SUGGERIMENTO

Per selezionare una cella che contiene un collegamento ipertestuale senza passare alla

destinazione del collegamento stesso, fare clic sulla cella e tenere premuto il pulsante del mouse fino a quando il
puntatore assume l'aspetto di una croce

e quindi rilasciare il pulsante del mouse. Per selezionare la cella

inoltre possibile utilizzare i tasti di direzione. Per selezionare un elemento grafico, tenere premuto CTRL mentre si
fa clic sull'oggetto.

2.

Eseguire una o pi delle operazioni seguenti:

Per modificare il testo del collegamento ipertestuale, fare clic sulla barra della formula e quindi modificare il
testo.

Per modificare il formato di un elemento grafico, fare clic con il pulsante destro del mouse sull'oggetto e
quindi scegliere l'opzione desiderata.

Per modificare il testo di un elemento grafico, selezionarlo, fare doppio clic sull'oggetto e apportare le
modifiche desiderate.

Per cambiare l'elemento grafico che rappresenta il collegamento ipertestuale, inserire un nuovo elemento
grafico impostando un collegamento ipertestuale con la stessa destinazione. Eliminare quindi il vecchio
elemento grafico e il vecchio collegamento ipertestuale.

Selezionare un collegamento ipertestuale senza


attivarlo
Per selezionare un collegamento ipertestuale senza attivare il collegamento alla relativa destinazione, eseguire una
delle operazioni seguenti:

Fare clic sulla cella contenente il collegamento ipertestuale, tenere premuto il pulsante del mouse fino a
quando il puntatore assume la forma di una croce

e quindi rilasciare il pulsante del mouse.

Utilizzare i tasti di direzione per selezionare la cella contenente il collegamento ipertestuale.

Se il collegamento ipertestuale rappresentato da un elemento grafico, tenere premuto CTRL e quindi fare
clic su di esso.

Fare clic sulla cella contenente il collegamento ipertestuale, tenere premuto il pulsante del mouse fino a
quando il puntatore assume la forma di una croce

Utilizzare i tasti di direzione per selezionare la cella contenente il collegamento ipertestuale.

Se il collegamento ipertestuale rappresentato da un elemento grafico, tenere premuto CTRL e quindi fare
clic su di esso.

e quindi rilasciare il pulsante del mouse.

Filtri, ordinamento e formattazione condizionale dei dati


Filtrare i dati in un intervallo o in una tabella
Filtrare i valori univoci o rimuovere i valori duplicati
Filtrare utilizzando criteri avanzati
Riapplicare un filtro e un ordinamento o cancellare un filtro
Tipi di ordinamento predefiniti
Ordinare i dati in un intervallo o in una tabella
Aggiungere, modificare o cancellare i formati condizionali
Trovare le celle con formati condizionali
Gestire la precedenza delle regole di formattazione condizionale
Caratteri jolly

Filtrare i dati in un intervallo o in una tabella


Utilizzare il filtro automatico per filtrare i dati un modo semplice e veloce per individuare e utilizzare un sottoinsieme di
dati in un intervallo di celle o in una colonna di tabella.

Ulteriori informazioni sull'utilizzo di filtri


Nei dati filtrati vengono visualizzate solo le righe che soddisfano i criteri (criteri: Condizioni specificate per limitare i
record da includere nel set di risultati di una query o di un filtro.) specificati, mentre vengono nascoste le righe che non si
desidera visualizzare. Dopo aver filtrato i dati, possibile copiare, trovare, modificare, formattare, rappresentare in un
grafico e stampare il sottoinsieme di dati filtrati senza la necessit di ridisporli o spostarli. inoltre possibile filtrare in
base a pi colonne. I filtri possono essere utilizzati in combinazione gli uni con gli altri e ogni filtro aggiunto si basa sul
filtro corrente e riduce ulteriormente il sottoinsieme di dati.

La funzione di filtro automatico consente di creare tre tipi di filtri in base, rispettivamente, ai valori di un elenco, a un
formato o a un criterio. Questi tipi di filtro si escludono a vicenda per ogni intervallo di celle o tabella con colonne.
possibile, ad esempio, filtrare in base al colore della cella o a un elenco di numeri, ma non in base a entrambi oppure in
base all'icona o a un filtro personalizzato, ma non in base a entrambi.
IMPORTANTE

Per ottenere risultati ottimali, preferibile non combinare nella stessa colonna formati di memorizzazione

diversi, ad esempio testo e numero o numero e data, in quanto per ciascuna colonna disponibile solo un tipo di
comando filtro. In presenza di una combinazione di formati di memorizzazione, viene visualizzato quello prevalente. Se,
ad esempio, la colonna contiene tre valori memorizzati come numero e quattro come testo, verr visualizzato il comando
Filtri per testo. Per ulteriori informazioni, vedere Convertire in numeri i numeri memorizzati come testo e Convertire in
date le date memorizzate come testo.

Filtrare testo
1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Intervallo di celle

1.

Selezionare un intervallo di celle contenenti dati alfanumerici.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra, quindi su Filtro.

Tabella

Verificare che la cella attiva si trovi in una colonna della tabella contenente dati alfanumerici.
Fare clic sulla freccia

nell'intestazione della colonna.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Selezionare da un elenco di valori di testo

Dall'elenco di valori di testo selezionare o deselezionare uno o pi valori di testo in base ai quali filtrare.

L'elenco di valori di testo pu contenere fino a 10.000 unit. Se l'elenco molto grande, deselezionare
(Seleziona tutto) nella parte superiore, quindi selezionare i valori di testo specifici in base ai quali filtrare.

SUGGERIMENTO

Per ingrandire o allungare il menu del filtro automatico, fare clic e trascinare il controllo per

il ridimensionamento in basso.

Creare criteri

1.

Scegliere Filtri per testo e quindi fare clic su uno dei comandi degli operatori di confronto (operatore di
confronto: Segno utilizzato nei criteri di confronto per confrontare due valori.Gli operatori sono = Uguale a, >
Maggiore di, < Minore di, >= Maggiore o uguale a, <= Minore o uguale a e <> Diverso da.) oppure fare clic
su Filtro personalizzato.

Per filtrare, ad esempio, in base al testo che inizia con un carattere specifico, selezionare Inizia con oppure
per filtrare in base al testo che contiene caratteri specifici in un punto qualsiasi nel testo, selezionare
Contiene.

2.

Nella casella a destra della finestra di dialogo Personalizza filtro automatico immettere testo o selezionare
il valore di testo dall'elenco.

Per filtrare, ad esempio, in base al testo che inizia con la lettera "J", immettere J o per filtrare in base al testo
che contiene "mente" in un punto qualsiasi del testo, immettere mente.

Per trovare elementi di testo che condividono certi caratteri ma non altri, utilizzare un carattere jolly.

Come utilizzare caratteri jolly

I seguenti caratteri jolly possono essere utilizzati come criteri di confronto per i filtri di testo.

3.

Utilizzare

Per trovare

? (punto interrogativo)

Qualsiasi carattere singolo


Ad esempio, ross? trova "rossa", "rosse", "rosso" e "rossi"

* (asterisco)

Qualsiasi numero di caratteri


Ad esempio, r*o trova "reo", "roberto" e "rosso"

~ (tilde) seguita da ?, * o ~

Un punto interrogativo, un asterisco o una tilde


Ad esempio, feb06~? trova "feb06?"

Filtrare, facoltativamente, in base a pi criteri.

Come aggiungere un ulteriore criterio

1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per filtrare la selezione o la colonna di tabella in modo che entrambi i criteri siano veri,
selezionare AND.

Per filtrare la selezione o la colonna di tabella in modo che uno o entrambi i criteri possano
essere veri, selezionare OR.

2.

Nella seconda voce selezionare un operatore di confronto e nella casella a destra immettere testo o
selezionare un valore di testo dall'elenco.

Filtrare numeri
1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Intervallo di celle

1.

Selezionare un intervallo di celle contenenti dati numerici.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra, quindi su Filtro.

Tabella

Verificare che la cella attiva si trovi in una colonna della tabella contenente dati numerici.
Fare clic sulla freccia

nell'intestazione della colonna.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Selezionare da un elenco di numeri

Dall'elenco di numeri selezionare uno o pi numeri in base ai quali filtrare.

L'elenco di numeri pu essere composto da un massimo di 10.000 unit. Se l'elenco grande,


deselezionare (Seleziona tutto) nella parte superiore e quindi selezionare i numeri specifici in base ai quali
filtrare.

SUGGERIMENTO

Per ingrandire o allungare il menu del filtro automatico, fare clic e trascinare il controllo per

il ridimensionamento in basso.

Creare criteri

1.

Scegliere Filtri per numeri e quindi fare clic su uno dei comandi degli operatori di confronto o fare clic su
Filtro personalizzato.

Per filtrare ad esempio in base a un numero massimo inferiore o superiore, selezionare Tra.

2.

Nella casella o nelle caselle a destra della finestra di dialogo Personalizza filtro automatico immettere
numeri o selezionarli dall'elenco.

Per filtrare, ad esempio, in base a un numero inferiore a 25 e superiore a 50, immettere 25 e 50.

3.

Filtrare, facoltativamente, in base a pi criteri.

Come aggiungere un altro criterio

1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per filtrare la selezione o la colonna di tabella per far s che entrambi i criteri debbano essere
veri, selezionare AND.

Per filtrare la selezione o la colonna di tabella in modo che uno o entrambi i criteri possano
essere veri, selezionare OR.

2.

Nella seconda voce, selezionare un operatore di confronto e quindi nella casella a destra immettere
un numero o selezionarne uno dall'elenco.

Filtrare date o ore


1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Intervallo di celle

1.

Selezionare un intervallo di celle contenenti dati numerici.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra, quindi su Filtro.

Tabella

Verificare che la cella attiva si trovi in una colonna della tabella contenente date o ore.
Fare clic sulla freccia

nell'intestazione della colonna.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Selezionare da un elenco di date o ore

Nell'elenco di date o ore selezionare o deselezionare una o pi date o ore in base alle quali filtrare.

Per impostazione predefinita, tutte le date nell'intervallo di celle o in una colonna di tabella sono raggruppate
in base a una gerarchia di anni, mesi e giorni. La selezione o deselezione di un livello pi elevato nella
gerarchia consente di selezionare o deselezionare tutte le date nidificate sottostanti. Se, ad esempio, si
seleziona 2006, i mesi saranno elencati al di sotto di 2006 e i giorni al di sotto di ogni mese.

L'elenco di valori pu essere composto da un massimo di 10.000 unit. Se l'elenco di valori grande,
deselezionare (Seleziona tutto) nella parte superiore e quindi selezionare i valori in base ai quali filtrare.

SUGGERIMENTO

Per ingrandire o allungare il menu del filtro automatico, fare clic e trascinare il controllo per

il ridimensionamento in basso.

Creare criteri

1.

Scegliere Filtri per date e quindi eseguire una delle operazioni seguenti:

Filtro comune

NOTA

1.

Per filtro comune si intende un filtro basato su un operatore di confronto .

Fare clic su uno dei comandi degli operatori di confronto (Uguale a, Prima, Dopo o Tra) o fare clic su
Filtro personalizzato.

2.

Nella casella a destra della finestra di dialogo Personalizza filtro automatico immettere una data o
un'ora, selezionare una data o un'ora dall'elenco o fare clic sul pulsante Calendario per trovare e
immettere una data.

Per filtrare, ad esempio, in base a una data o un'ora inferiore e superiore, selezionare Tra.

3.

Nella casella o nelle caselle a destra della finestra di dialogo Personalizza Filtro automatico
selezionare date o ore dall'elenco o fare clic sul pulsante Calendario per trovare e immettere una
data.

Per filtrare ad esempio in base a una data precedente al "3/1/2006" e una data successiva al
"6/1/2006", immettere 3/1/2006 e 6/1/2006. In alternativa, per filtrare in base a un'ora precedente a
"8:00" e un'ora successiva a "12:00", immettere 8:00 e 12:00.

Filtro dinamico

NOTA

4.

Un filtro dinamico consente di modificare i criteri quando il filtro viene riapplicato.

Fare clic su uno dei comandi della data predefiniti.

Per filtrare ad esempio tutte le date in base alla data corrente, selezionare Oggi. Per filtrarle in base al
mese seguente, selezionare Mese prossimo.

5.

Fare clic su OK.

NOTE

I comandi inclusi nel menu Tutte le date nel periodo, ad esempio Gennaio o Trimestre 2,
consentono di filtrare in base al periodo indipendentemente dall'anno. Questo risulta utile, ad
esempio, per confrontare le vendite in base a un periodo in pi anni.

Quest'anno e Da inizio anno gestiscono le date future in modo diverso. Quest'anno pu


restituire date nel futuro per l'anno corrente, mentre Da inizio anno restituisce solo le date fino
alla data corrente inclusa.

2.

Filtrare, facoltativamente, in base a un criterio aggiuntivo.

Come aggiungere un altro criterio

1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per filtrare la selezione o la colonna di tabella in modo che entrambi i criteri debbano essere
veri, selezionare AND.

Per filtrare la selezione o la colonna di tabella in modo che uno o entrambi i criteri possano
essere veri, selezionare OR.

2.

Nella seconda voce selezionare un operatore di confronto e quindi nella casella a destra immettere
una data o un'ora, selezionare una data o l'ora dall'elenco o fare clic sul pulsante Calendario per
trovare e immettere una data.

NOTE

Tutti i filtri per date sono basati sul calendario gregoriano.


Gli anni e i trimestri fiscali iniziano sempre a gennaio dell'anno di calendario.
Se si desidera filtrare in base al giorno della settimana, formattare le celle in modo da visualizzare il giorno della
settimana. Se si desidera filtrare in base al giorno della settimana indipendentemente dalla data, convertire le celle
in testo utilizzando la funzione TESTO. Poich questa funzione restituisce un valore di testo, il comando filtro
visualizzato Filtri per testo e non Filtri per date. Per ulteriori informazioni, vedere Visualizzare le date come
giorni della settimana.

Applicare il filtro per trovare i primi e gli ultimi numeri


1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Intervallo di celle

1.

Selezionare un intervallo di celle contenenti dati numerici.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra, quindi su Filtro.

Tabella

Verificare che la cella attiva si trovi in una colonna della tabella contenente dati numerici.
Fare clic sulla freccia

nell'intestazione della colonna.

Scegliere Filtri per numeri e quindi selezionare Primi 10.


Nella finestra di dialogo Filtro automatico primi 10 eseguire le operazioni seguenti:
0.

Fare clic su Superiore o Inferiore nella casella di sinistra.

1.

Immettere un numero nella casella centrale.

2.

Nella casella di destra eseguire una delle operazioni seguenti:

Per filtrare in base al numero, fare clic su Elementi.

Per filtrare in base alla percentuale, fare clic su Percentuale.

NOTA

I primi e gli ultimi valori si basano sull'intervallo originale di celle o su una colonna di tabella e non sul

sottoinsieme filtrato dei dati.

Applicare il filtro per trovare i numeri superiori o inferiori alla


media
1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Intervallo di celle

1.

Selezionare un intervallo di celle contenenti dati numerici.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra, quindi su Filtro.

Tabella

Verificare che la cella attiva si trovi in una colonna della tabella contenente dati numerici.
Fare clic sulla freccia

nell'intestazione della colonna.

Scegliere Filtri per numeri e quindi eseguire una delle operazioni seguenti:

Per filtrare in base a numeri superiori alla media, fare clic su Superiore alla media.

Per filtrare in base a numeri inferiori alla media, fare clic su Inferiore alla media.

NOTA

I numeri superiori e inferiori alla media sono basati su una colonna di tabella o sull'intervallo di celle originale e

non sul sottoinsieme di dati filtrato.

Applicare il filtro per trovare le celle vuote o non vuote


1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Intervallo di celle

1.

Selezionare un intervallo di celle.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra, quindi su Filtro.

Tabella

Verificare che la cella attiva si trovi in una colonna della tabella.


Fare clic sulla freccia

nell'intestazione della colonna.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per filtrare in base alle celle non vuote, selezionare (Seleziona tutto) nel menu del filtro automatico nella
parte superiore dell'elenco di valori e quindi deselezionare (Vuote) in basso.

Per filtrare in base alle celle vuote, deselezionare (Seleziona tutto) nel menu del filtro automatico nella
parte superiore dell'elenco di valori e quindi selezionare (Vuote) in basso.

NOTA

La casella di controllo (Vuote) disponibile solo se l'intervallo di celle o una colonna di tabella contiene

almeno una cella vuota.

Filtrare in base al colore della cella, al colore del carattere o


al set di icone
Se un intervallo di celle stato formattato manualmente o in base a condizioni, al colore della cella o del carattere,
possibile anche filtrare in base a questi colori. inoltre possibile filtrare in base a un set di icone creato attraverso un
formato condizionale.

1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Intervallo di celle

1.

Selezionare un intervallo di celle contenenti valori formattati in base al colore della cella, del carattere o un
set di icone.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra, quindi su Filtro.

Tabella

Verificare che la colonna della tabella contenga dati formattati in base al colore della cella, del carattere o un
set di icone. Non richiesta alcuna selezione.
Fare clic sulla freccia

nell'intestazione della colonna.

Selezionare Filtra per colore e quindi, in base al tipo di formato, selezionare Filtra per colore cella, Filtra
per colore carattere o Filtra per icona cella.
A seconda del tipo di formato, selezionare un colore, un colore carattere o un icona cella.

Filtrare in base alla selezione


possibile filtrare rapidamente i dati con criteri che corrispondono al contenuto della cella attiva.

1.

In un intervallo di celle o in una colonna di tabella fare clic con il pulsante destro del mouse su una cella
contenente il valore, il colore, il colore del carattere o l'icona in base alla quale si desidera filtrare.

2.

Fare clic su Filtro e quindi eseguire una delle operazioni seguenti:

Per filtrare in base al testo, al numero o alla data o ora, fare clic su Filtro in base al valore della cella
selezionata.

Per filtrare in base al colore della cella, fare clic su Filtro in base al colore della cella selezionata.

Per filtrare in base al colore del carattere, fare clic su Filtro in base al colore del carattere della cella
selezionata.

Per filtrare in base all'icona, fare clic su Filtro in base all'icona della cella selezionata.

Separare la gerarchia di date nel menu del filtro automatico


Per l'elenco di date nella parte inferiore del menu del filtro automatico in un filtro per data, possibile modificare il
raggruppamento gerarchico di date in un elenco non gerarchico. possibile, ad esempio, filtrare per trovare solo gli anni
a due cifre selezionandoli manualmente da un elenco non gerarchico.

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Opzioni di Excel e infine sulla categoria

Avanzate.
2.

Nella sezione Opzioni di visualizzazione per la cartella di lavoro selezionare una cartella di lavoro e quindi
deselezionare la casella di controllo Raggruppa date nel menu del filtro automatico.

Filtrare i valori univoci o rimuovere i valori duplicati


Il filtraggio dei valori univoci e la rimozione dei valori duplicati sono due attivit strettamente correlate in quanto i risultati
che vengono visualizzati sono gli stessi, ovvero un elenco di valori univoci. Esiste, tuttavia, una differenza rilevante.
Quando si applica il filtro per visualizzare i valori univoci, i valori duplicati vengono nascosti temporaneamente, mentre la
rimozione dei valori duplicati definitiva.

Un duplicato un valore costituito da valori esattamente corrispondenti a quelli presenti in un'altra riga. I valori duplicati
sono determinati dal valore visualizzato nella cella che non necessariamente corrisponde a quello in essa memorizzato. I
valori presenti in due celle diverse che si riferiscono alla stessa data ma sono formattati diversamente, ad esempio uno
come "08/03/2006" e l'altro come "8 marzo 2006", sono valori univoci.

Prima di rimuovere valori duplicati, pu risultare utile filtrare i valori univoci per verificare che verranno rimossi i valori
desiderati.

Filtrare i valori univoci


1.

Selezionare l'intervallo di celle o assicurarsi che la cella attiva si trovi in una tabella.

2.

Nel gruppo Ordina e filtra della scheda Dati fare clic su Avanzate.

3.

Nella finestra di dialogo Filtro avanzato eseguire una delle operazioni descritte di seguito:
1.

Per filtrare l'intervallo di celle o la tabella sul posto, fare clic su Filtra l'elenco sul posto.

2.

Per copiare i risultati del filtro in un'altra posizione, attenersi alla procedura che segue:
1.

Fare clic su Copia in un'altra posizione.

2.

Immettere un riferimento di cella nella casella Copia in.

In alternativa, fare clic su Comprimi finestra

per nascondere temporaneamente la finestra di

dialogo, selezionare una cella nel foglio di lavoro e quindi premere Espandi finestra

4.

Selezionare la casella di controllo Copia univoca dei record e quindi scegliere OK.

I valori univoci dell'intervallo selezionato vengono copiati nella nuova posizione.

Rimuovere i valori duplicati


La rimozione dei valori duplicati interessa solo i valori degli intervalli di celle o della tabella. Tutti gli altri valori esterni
all'intervallo di celle o alla tabella non vengono modificati n spostati.

ATTENZIONE

Poich l'eliminazione dei dati definitiva, consigliabile copiare l'intervallo delle celle o la tabella originale

in un altro foglio di lavoro o in una cartella di lavoro prima di rimuovere i valori duplicati.

1.

Selezionare l'intervallo di celle o assicurarsi che la cella attiva si trovi in una tabella.

2.

Nel gruppo Strumenti dati della scheda Dati fare clic su Rimuovi duplicati.

3.

Eseguire una o pi operazioni tra quelle illustrate di seguito.

Selezionare una o pi colonne in Colonne.

possibile selezionare rapidamente tutte le colonne facendo clic su Seleziona tutto.

Per deselezionare rapidamente tutte le colonne, fare clic su Deseleziona tutto.

Se nell'intervallo di celle o nella tabella contenuto un numero elevato di colonne e si desidera selezionarne
solo qualcuna, potrebbe risultare pi semplice fare clic su Deseleziona tutto e quindi selezionare le colonne
desiderate in Colonne.

4.

Fare clic su OK.

Verr visualizzato un messaggio che indica il numero dei valori duplicati rimossi e il numero dei valori univoci
rimanenti oppure che indica che non sono stati rimossi valori duplicati.

5.

Fare clic su OK.

Filtrare utilizzando criteri avanzati


Perfiltrareunintervallodicelleutilizzandocriteri(criteri:Condizionispecificateperlimitareirecordda
includerenelsetdirisultatidiunaquery.Ilseguentecriterio,adesempio,selezionairecordperiqualiil
valoredelcampoImportoordinimaggioredi30.000:Importoordini>30000.)complessi,scegliere
AvanzatenelgruppoOrdinaefiltradellaschedaDati.IlcomandoAvanzatepresentaalcunedifferenze
sostanzialirispettoaFiltro.
DeterminalavisualizzazionedellafinestradidialogoFiltroavanzatoanzichilmenudelfiltroautomatico.
Icriteriavanzativengonodigitatiinunintervallodicriteridistintosulfogliodilavoroealdisopra
dell'intervallodicelleodellatabelladafiltrare.InMicrosoftOfficeExcell'intervallodicriteridistintodella
finestradidialogoFiltroavanzatovieneutilizzatocomeoriginepericriteriavanzati.
Inserirealmenotrerighevuotesopral'intervallodautilizzarecomeintervallodicriteri.necessarioche
l'intervallodicriteriincludaetichettedicolonna.Verificarecheesistaalmenounarigavuotatraivaloridei
criteriel'intervallo.
Intervallodicriteridiesempioeintervallodidatipergliesempidicriteridelpassaggio2

Tipo

Agentedivendita

Vendite

Tipo

Agentedivendita

Vendite

Bibite

Pelino

5122

Carne

Moroni

450

Prodottiagricoli

Farace

6328

10

Prodottiagricoli

Moroni

6544

Digitareicriterichesidesiderasoddisfarenellerighealdisottodelleetichettedicolonna.

Esempidicriteri
Importante
Poichilsegnodiuguale(=)vieneutilizzatoperindicareunaformulaquandosidigitatestoounvalorein
unacella,Excelvalutaquellochevienedigitato.possibile,tuttavia,chel'operazionedifiltroproduca
risultatiimprevisti.Perindicareunoperatorediconfrontodiuguaglianzaperiltestooperunvalore,
digitareilcriteriocomeespressionestringanellacellaappropriatanell'intervallodicriteri:
=''=immissione''
Doveimmissioneiltestooilvaloredatrovare.Adesempio:
Immissionenellacella

RisultatorestituitoevisualizzatodaExcel

="=Moroni"

=Moroni

="=3000"

=3000

Durantel'applicazionediunfiltroaidatiinformatotesto,nonvieneeffettuataalcunadistinzionetra
caratterimaiuscolieminuscoli.tuttaviapossibileutilizzareunaformulapereseguireunaricercacon
distinzionetramaiuscoleeminuscole.Perunesempio,vedereApplicareilfiltropertrovaretestomediante
unaricercacondistinzionetramaiuscoleeminuscole.
Nellesezioniseguentivengonoillustratiesempidicritericomplessi.

Pi criteri in una colonna

Pi criteri in pi colonne in cui tutti i criteri devono essere veri

Pi criteri in pi colonne in cui qualsiasi criterio pu essere vero

Pi set di criteri in cui ogni set include criteri per pi colonne

Pi set di criteri in cui ogni set include criteri per una colonna

Criteri per trovare valori di testo che condividono alcuni caratteri ma non altri

Condizioni create come risultato di una formula

Applicare il filtro per trovare valori superiori alla media di tutti i valori nell'intervallo di dati

Applicare il filtro per trovare testo mediante una ricerca con distinzione tra maiuscole e minuscole

Pi criteri in una colonna


Logicabooleana:(Agentedivendita="Moroni"OAgentedivendita="Farace")
Pertrovarelerighechesoddisfanopicriteriperunacolonna,digitareicriteril'unoaldisottodell'altroin
righedistintedell'intervallodicriteri.
Nell'intervallodidatiseguente(A6:C10)l'intervallodicriteri(B1:B3)visualizzalerighecontenenti"Moroni"
o"Farace"nellacolonnaAgentedivendita(A8:C10).

Tipo

Agentedivendita

Vendite

=Moroni

=Farace

Tipo

Agentedivendita

Vendite

Bevande

Pelino

5122

Carne

Moroni

450

Prodottiagricoli

Farace

6328

10

Prodottiagricoli

Moroni

6544

Pi criteri in pi colonne in cui tutti i criteri devono essere


veri
Logicabooleana:(Tipo="Prodottiagricoli"EVendite>1000)
Pertrovareleregolechesoddisfanopicriteriinpicolonne,digitaretuttiicriterinellastessariga
dell'intervallodicriteri.
Nell'intervallodidatiseguente(A6:C10)l'intervallodicriteri(A1:C2)visualizzatuttelerighecontenenti
"Prodottiagricoli"nellacolonnaTipoeunvaloremaggioredi1.000nellacolonnaVendite(A9:C10).

Tipo

Agentedivendita

Vendite

=Prodottiagricoli

>1000

Tipo

Agentedivendita

Vendite

Bevande

Pelino

5122

Carne

Moroni

450

Prodottiagricoli

Farace

6328

10

Prodottiagricoli

Moroni

6544

Pi criteri in pi colonne in cui qualsiasi criterio pu essere


vero
Logicabooleana:(Digitare="Prodottiagricoli"OAgentedivendite="Moroni")
Pertrovarerighechesoddisfanopicriteriinpicolonne,incuiqualsiasicriteriopuesserevero,digitareil
criterioinrighediversedell'intervallodicriteri.
Nell'intervallodidatiseguente(A6:C10)l'intervallodicriteri(A1:B3)visualizzatuttelerighecontenenti
"Prodottiagricoli"nellacolonnaTipoo"Moroni"nellacolonnaAgentedivendite(A8:C10).

Tipo

Agentedivendita

Vendite

=Prodottiagricoli

=Moroni

Tipo

Agentedivendita

Vendite

Bevande

Pelino

5122

Carne

Moroni

450

Prodottiagricoli

Farace

6328

10

Prodottiagricoli

Moroni

6544

Pi set di criteri in cui ogni set include criteri per pi


colonne
Logicabooleana:((Agentedivendita="Moroni"EVendite>3000)O(Agentedivendite="Farace"E
Vendite>1500))
Pertrovarelerighechesoddisfanopisetdicriteri,incuiognisetincludecriteriperpicolonne,digitare
ognisetdicriteriinrigheseparate.
Nell'intervallodidatiseguente(A6:C10)l'intervallodicriteri(B1:C3)visualizzalerighecontenenti"Moroni"
nellacolonnaAgentedivenditaeunvaloremaggioredi3.000nellacolonnaVenditeoppurevisualizzale
righecontenenti"Farace"nellacolonnaAgentedivenditaeunvaloremaggioredi1.500nellacolonna
Vendite(A9:C10).

Tipo

Agentedivendita

Vendite

=Moroni

>3000

=Farace

>1500

Tipo

Agentedivendita

Vendite

Bevande

Pelino

5122

Carne

Moroni

450

Prodottiagricoli

Farace

6328

10

Prodottiagricoli

Moroni

6544

Pi set di criteri in cui ogni set include criteri per una


colonna
Logicabooleana:((Vendite>6000EVendite<6500)O(Vendite<500))
Pertrovarelerighechesoddisfanopisetdicriteri,incuiognisetincludecriteriperunacolonna,includere
picolonneconlastessaintestazione.
Nell'intervallodidatiseguente(A6:C10)l'intervallodicriteri(C1:D3)visualizzarighecontenentivalori
compresitra5.000e8.000evaloriinferioria500nellacolonnaVendite(A8:C10).

Tipo

Agentedivendita

Vendite

Vendite

>6000

<6500

<500

Tipo

Agentedivendita

Vendite

Bevande

Pelino

5122

Carne

Moroni

450

Prodottiagricoli

Farace

6328

10

Prodottiagricoli

Moroni

6544

Criteri per trovare valori di testo che condividono alcuni


caratteri ma non altri
Pertrovareelementiditestochecondividonoalcunicaratterimanonaltri,eseguireunaopidelle
operazioniseguenti:
Digitareunoopicaratterisenzaunsegnodiuguale(=)pertrovarerigheconunvaloreditestoinuna
colonnacheiniziacontalicaratteri.SeadesempiosidigitailtestoMorcomecriterio,verrannotrovati
"Moroni","Morucci"e"Moretti".
Utilizzareuncaratterejolly.
Comeutilizzareicaratterijolly
Icaratterijollyindicatidiseguitopossonoessereutilizzaticomecriteridiconfronto.
Utilizzare

Pertrovare

?(puntointerrogativo)

Qualsiasicaratteresingolo
Adesempio,ross?trova"rossa","rosse","rosso"e"rossi"

*(asterisco)

Qualsiasinumerodicaratteri
Adesempio,r*otrova"reo","roberto"e"rosso"

~(tilde)seguitada?,*o~

Unpuntointerrogativo,unasteriscoounatilde.
Adesempiodove~?trovadove?

Nell'intervallodidatiseguente(A6:C10)l'intervallodicriteri(A1:B3)visualizzarigheincui"Me"sonoiprimi
caratterinellacolonnaTipoorigheconilsecondocarattereugualea"u"nellacolonnaAgentedivendita
(A7:C9).

Tipo

Agentedivendita

Vendite

Me

=?u*

Tipo

Agentedivendita

Vendite

Bevande

Pelino

5122

Carne

Moroni

450

Prodottiagricoli

Farace

6328

10

Prodottiagricoli

Moroni

6544

Criteri creati come risultato di una formula


possibileutilizzarecomecriteriounvalorecalcolatorestituitodaunaformula(formula:Sequenzadi
valori,riferimentidicella,nomi,funzionioppureoperatoricontenutiinunacellache,insieme,generanoun
nuovovalore.Unaformulainiziasempreconunsegnodiuguale(=).).importantericordareipunti
importantiseguenti:
LaformuladeverestituireVEROoFALSO.
Poichsiutilizzaunaformula,immetterlanelmodoconsuetoenondigitarel'espressionenelmodo
seguente:
=''=immissione''
Nonutilizzareun'etichettadicolonnaperleetichettedeicriteri.Lasciarevuoteleetichettedeicriterio
utilizzareun'etichettachenonrappresentaun'etichettadicolonnanell'intervallo(negliesempiseguenti,
MediacalcolataeCorrispondenzaesatta).
Sesiutilizzaun'etichettadicolonnanellaformulaanzichunriferimentodicellarelativaounnomedi
intervallo,verrvisualizzatounvaloredierrorecome#NOME?o#VALORE!nellacellacontenenteil
criterio.possibileignorarequestoerroreinquantononinfluiscesullemodalitdifiltrodell'intervallo.
Laformulautilizzataperilcriteriodeveutilizzareunriferimentorelativo(riferimentorelativo:Inuna
formula,indirizzodiunacellabasatosullaposizionerelativadellacellacontenentelaformulaedellacellaa
cuisifariferimento.Sesicopialaformula,ilriferimentovienemodificatoautomaticamente.Un
riferimentorelativohaformatoA1.)perfareriferimentoallacellacorrispondentenellaprimariga(negli
esempiseguenti,C7eA7).
Tuttiglialtririferimentinellaformuladevonoessereriferimentiassoluti(riferimentodicellaassoluto:In
unaformulal'indirizzoesattodiunacella,indipendentementedallaposizionedellacellacontenentela
formula.Unriferimentodicellaassolutohalaforma$A$1.).
Nellesottosezioniseguentivengonoillustratiesempispecificidicritericreaticomerisultatodiunaformula.

Applicare il filtro per trovare valori superiori alla media di


tutti i valori nell'intervallo di date
Nell'intervallodidateseguente(A6:D10)l'intervallodicriteri(D1:D2)visualizzarighecheincludonoun
valorenellacolonnaVenditesuperioreallamediadituttiivaloriVendite(C7:C10).Nellaformula"C7"fa
riferimentoallacolonnafiltrata(C)dellaprimarigadell'intervallodidati(7).

Tipo

Agentedivendita

Vendite

Mediacalcolata

=C7>MEDIA($C$7:$C$10)

Tipo

Agentedivendita

Vendite

Bevande

Pelino

5122

Carne

Moroni

450

Prodottiagricoli

Farace

6328

10

Prodottiagricoli

Moroni

6544

Applicare il filtro per trovare testo mediante una ricerca con


distinzione tra maiuscole e minuscole
Nell'intervallodidati(A6:D10)l'intervallodicriteri(D1:D2)visualizzarighecontenenti"Prodottiagricoli"
nellacolonnaTipoutilizzandolafunzioneIDENTICOpereseguireunaricercacondistinzionetramaiuscolee
minuscole(A10:C10).Nellaformula"A7"fariferimentoallacolonnafiltrata(A)dellaprimariga
dell'intervallodidati(7).
A

Tipo

Agentedivendita

Vendite

Corrispondenzaesatta

=IDENTICO(A7,"Prodottiagricoli")

Tipo

Agentedivendita

Vendite

Bevande

Pelino

5122

Carne

Moroni

450

Prodottiagricoli

Farace

6328

10

Prodottiagricoli

Moroni

6544

Fareclicsuunacelladell'intervallo.
NelgruppoOrdinaefiltradellaschedaDatifareclicsuAvanzate.

Perfiltrarel'intervallonascondendolerighechenoncorrispondonoaicriterispecificati,selezionareil
pulsantediopzioneFiltral'elencosulposto.

Perfiltrarel'intervallocopiandolerighecorrispondentiaicriterispecificatiinun'altraareadelfogliodi
lavoro,selezionareilpulsantediopzioneCopiainun'altraposizione,selezionarelacasellaCopiainefare
clicsull'angolosuperioresinistrodell'areaincuisidesideraincollarelerighe.
NellacasellaIntervallocriteriimmettereilriferimentoall'intervallodeicriteri,incluseleetichettedeicriteri.
PerspostaretemporaneamentelafinestradidialogoFiltroavanzatodurantelaselezionedell'intervallodi
criteri,fareclicsuComprimifinestra

Percambiareilfiltroapplicatoaidati,modificareivalorinell'intervallocriteriefiltraredinuovoidati.
Note
possibiledenominareunintervalloCriteriinmododavisualizzareautomaticamenteilriferimentoatale
intervallonellacasellaIntervallocriteri.anchepossibileassegnareilnomeDatabaseall'intervallodidati
dafiltrareeilnomeEstrazioneall'areaincuisidesideraincollarelerigheaffinchtaliintervallivengano
automaticamentevisualizzatirispettivamentenellecaselleIntervalloelencoeCopiain.
Quandosicopianolerighefiltrateinunaposizionediversa,possibilespecificarelecolonnedaincludere
nellacopia.Primadiapplicareilfiltro,copiareleetichettedellecolonnedesideratenellaprimariga
dell'areaincuisiintendeincollarelerighefiltrate.Quandosiapplicailfiltro,immettereunriferimentoalle
etichettedicolonnanellacasellaCopiaininmodochelerighecopiateincludanosololecolonnedicuisono
statecopiateleetichette.

Riapplicare un filtro e un ordinamento o cancellare


un filtro
Dopo aver filtrato o ordinato i dati in un intervallo di celle o in una colonna della tabella, possibile riapplicare un filtro o
un ordinamento per ottenere risultati aggiornati oppure cancellare un filtro per rivisualizzare tutti i dati.

Ulteriori informazioni su come riapplicare un filtro e un


ordinamento
Per verificare se un filtro viene applicato, osservare l'icona nell'intestazione della colonna:

Una freccia

SUGGERIMENTO

indica che il filtro attivato ma non applicato.

Quando si posiziona il puntatore del mouse sull'intestazione di una colonna con il filtro attivato ma

non applicato, viene visualizzata una descrizione comandi "(Mostra tutto)".

Un pulsante Filtro

SUGGERIMENTO

indica che applicato un filtro.

Quando si posiziona il puntatore del mouse sull'intestazione di una colonna filtrata, una

descrizione comandi visualizza il filtro applicato alla colonna, ad esempio "Uguale a colore della cella Rosso" o
"Maggiore di 150".

Quando si riapplica un filtro o un ordinamento, vengono visualizzati risultati diversi per i motivi seguenti:

I dati sono stati aggiunti, modificati o eliminati dall'intervallo di celle o colonna di tabella.
Il filtro un filtro per data e ora dinamico, ad esempio Oggi, Questa settimana o Da inizio anno.
I valori restituiti da una formula sono cambiati e il foglio di lavoro stato ricalcolato.

NOTA

Quando si utilizza la finestra di dialogo Trova per effettuare ricerche nei dati filtrati, la ricerca si limita ai dati

visualizzati. Per estenderla a tutti i dati, cancellare tutti i filtri.

Riapplicare un filtro o un ordinamento


NOTA

Per una tabella, i criteri di filtro e di ordinamento vengono salvati insieme alla cartella di lavoro in modo da poter

essere riapplicati a ogni riapertura. Per un intervallo di celle, tuttavia, nella cartella di lavoro vengono salvati solo i criteri
di filtro. Se si desidera salvare i criteri di ordinamento in modo da poter riapplicare periodicamente un ordinamento
all'apertura di una cartella di lavoro, opportuno utilizzare una tabella, soprattutto negli ordinamenti a pi colonne o negli
ordinamenti che richiedono tempi di creazione lunghi.

Per riapplicare un filtro o un ordinamento, nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra e
quindi su Riapplica.

Cancellare un filtro per una colonna


Per cancellare un filtro per una colonna in una tabella o in un intervallo di celle a pi colonne, fare clic sul pulsante
Filtro

nell'intestazione e quindi su Cancella filtro da <Nome colonna>.

Cancellare tutti i filtri in un foglio di lavoro e visualizzare


nuovamente tutte le righe
Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra, quindi su Cancella.

Tipi di ordinamento predefiniti


Per l'ordinamento crescente, viene utilizzato l'ordine seguente. Per l'ordinamento decrescente tale ordine viene invertito.
Valore

Commento

Numeri

I numeri vengono ordinati a partire dal pi piccolo numero negativo al pi grande numero positivo.

Date

Le date vengono ordinate dalla meno recente alla pi recente.

Testo

Il testo alfanumerico viene ordinato da sinistra a destra, carattere per carattere. Se ad esempio una cella
contiene il testo "A100", verr posizionata dopo una cella contenente l'immissione "A1" e prima di una
cella contenente la voce "A11."
Il testo e le combinazioni di testo e numeri memorizzate come testo vengono ordinati nel modo
seguente:
0 1 2 3 4 5 6 7 8 9 (spazio) ! " # $ % & ( ) * , . / : ; ? @ [ \ ] ^ _ ` { | } ~ + < = > A B C D E F
GHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ
Gli apostrofi (') e i trattini (-) vengono ignorati. Nel caso in cui l'unica differenza tra due stringhe
di testo determinata dalla presenza del trattino, il testo che lo include viene ordinato per ultimo.
NOTA Se l'ordinamento predefinito stato impostato sulla distinzione tra maiuscole e minuscole nella
finestra di dialogo Opzioni di ordinamento, l'ordine dei caratteri alfabetici sar il seguente: a A b B c C
dDeEfFgGhHiIjJkKlLmMnNoOpPqQrRsStTuUvVwWxXyYzZ

Logico

Il valore logico FALSO viene posto prima del valore logico VERO.

Errore

Tutti i valori di errore, ad esempio #NUM! e #RIF!, sono equivalenti.

Celle vuote

Sia nell'ordine crescente che in quello decrescente le celle vuote vengono poste per ultime.
NOTA Le celle vuote vengono considerate in modo diverso rispetto a quelle in cui sono presenti uno o
pi caratteri spazio.

Ordinare i dati in un intervallo o in una tabella


Le operazioni di ordinamento rappresentano parte integrante dell'analisi dei dati e consentono, ad esempio, di
organizzare un elenco di nomi in ordine alfabetico, compilare un elenco dei livelli di scorte dei prodotti, dal pi elevato al
pi basso, oppure ordinare le righe in base ai colori o alle icone. Grazie all'ordinamento possibile visualizzare e
comprendere rapidamente i dati, organizzare e trovare i dati desiderati e prendere decisioni mirate.

NOTA

Per trovare i primi o gli ultimi valori in un intervallo di celle o in una tabella, ad esempio le prime 10 valutazioni o

gli ultimi 5 volumi di vendite, utilizzare il filtro automatico o la formattazione condizionale. Per ulteriori informazioni,
vedere Filtrare i dati in un intervallo o in una tabella e Aggiungere, modificare o cancellare i formati condizionali.

Informazioni sull'ordinamento
possibile ordinare i dati in base al testo (dalla A alla Z o dalla Z alla A), ai numeri (dal pi piccolo al pi grande o dal pi
grande al pi piccolo) o alle informazioni di data e ora (dal pi vecchio al pi recente o dal pi recente al pi vecchio)
presenti in una o pi colonne. anche possibile ordinare in base a un elenco di colonne (ad esempio Grande, Medio e
Piccolo) o in base al formato (colore della cella, colore dei caratteri o set di icone). La maggior parte degli ordinamenti
viene eseguito in base alle colonne, ma anche possibile ordinare per righe.

I criteri di ordinamento vengono salvati con la cartella di lavoro e possono essere riapplicati a una tabella di Excel, ma
non a un intervallo di celle, ogni volta che si apre la cartella di lavoro. Se si desidera salvare i criteri di ordinamento in
modo da poter riapplicare periodicamente un ordinamento all'apertura di una cartella di lavoro, opportuno utilizzare una
tabella, soprattutto negli ordinamenti a pi colonne o negli ordinamenti che richiedono tempi di creazione lunghi.

Ordinare il testo
1.

Selezionare una colonna di dati alfanumerici in un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una
colonna di una tabella contenente dati alfanumerici.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra.

3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

4.

Per ordinare in ordine alfanumerico crescente, fare clic su Ordina dalla A alla Z.

Per ordinare in ordine alfanumerico decrescente, fare clic su Ordina dalla Z alla A.
Facoltativamente, possibile eseguire un ordinamento con distinzione tra maiuscole e minuscole.

Come ordinare in base alla distinzione tra maiuscole e minuscole

1.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra, quindi su Ordinamento
personalizzato.

2.

Fare clic su Opzioni nella finestra di dialogo Ordina.

3.

Nella finestra di dialogo Opzioni di ordinamento selezionare Maiuscole/minuscole.

4.

Fare clic su OK due volte.

Problema: verificare che tutti i dati siano memorizzati come testo Se la colonna che si desidera ordinare contiene
numeri memorizzati come numeri e numeri memorizzati come testo, sar necessario formattarli tutti come testo. In caso
contrario, i numeri memorizzati come testo verranno ordinati prima di quelli memorizzati come testo. Per formattare tutti i
dati selezionati come testo, nel gruppo Carattere della scheda Home fare clic sul pulsante Formato celle carattere,
fare clic sulla scheda Numero e in Categoria fare clic su Testo.

Problema: rimuovere gli eventuali spazi iniziali I dati importati da altre applicazioni contengono talvolta spazi iniziali
che precedono i dati. Prima di ordinarli, necessario eliminare tali spazi.

Ordinare i numeri
1.

Selezionare una colonna di dati numerici in un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una
colonna di una tabella contenente dati numerici.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra e quindi eseguire una delle operazioni
seguenti:

Per ordinare i numeri in ordine crescente, fare clic su Ordina dal pi piccolo al pi grande.

Per ordinare i numeri in ordine decrescente, fare clic su Ordina dal pi grande al pi piccolo.

Problema: verificare che tutti i numeri vengano memorizzati come numeri Se i risultati ottenuti non sono quelli
previsti, possibile che la colonna contenga numeri memorizzati come testo e non come numeri. I numeri negativi
importati da un sistema di contabilit, ad esempio, o un numero immesso con un apostrofo iniziale (') vengono
memorizzati come testo. Per ulteriori informazioni, vedere Convertire in numeri i numeri memorizzati come testo.

Ordinare date o ore


1.

Selezionare una colonna di date o ore in un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una colonna
di una tabella contenente date o ore.

2.

Selezionare una colonna di date o ore in un intervallo di celle o in una tabella.

3.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra e quindi eseguire una delle operazioni
seguenti:

Per ordinare la data o l'ora in ordine crescente, fare clic su Ordina dal meno recente al pi recente.

Per ordinare la data o l'ora in ordine decrescente, fare clic su Ordina dal pi recente al meno recente.

Problema: verificare che le date e ore siano memorizzate come date o ore Se i risultati ottenuti non sono quelli
previsti, possibile che la colonna contenga date o ore memorizzate come testo e non come date o ore. Per ordinare
correttamente le date e le ore, necessario che tutte le date e ore di una colonna siano memorizzate come numero
seriale di data o ora. Se un valore non viene riconosciuto come data o ora, la data o l'ora viene memorizzata come testo.
Per ulteriori informazioni, vedere Convertire in date le date memorizzate come testo.

NOTA

Se si desidera ordinare in base ai giorni della settimana, formattare le celle per visualizzare il giorno della

settimana. Se si desidera ordinare in base al giorno della settimana indipendentemente dalla data, convertire le celle in
testo utilizzando la funzione TESTO. Poich tuttavia questa funzione restituisce un valore di testo, l'operazione di
ordinamento sarebbe basata su dati alfanumerici. Per ulteriori informazioni, vedere Visualizzare le date come giorni della
settimana.

Ordinare in base al colore della cella, il colore del carattere o


l'icona
Se un intervallo di celle o una colonna di una tabella stata formattata manualmente o in base alle condizioni espresse,
in base al colore della cella o del tipo di carattere, possibile ordinare in base a tali colori. inoltre possibile ordinare in
base a un set di icone creato attraverso un formato condizionale.
1.

Selezionare una colonna di dati in un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una colonna di una
tabella.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra, quindi su Ordinamento personalizzato.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Ordina.

3.

Nella casella Ordina per in Colonna selezionare le colonne a cui si desidera applicare l'ordinamento.

4.

In Ordina in base a selezionare il tipo di ordinamento. Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per ordinare in base al colore delle celle, selezionare Colore cella.

Per ordinare in base al colore del carattere, selezionare Colore carattere.

Per ordinare in base a un set di icone, selezionare Icona cella.

5.

In Ordine fare clic sulla freccia accanto al pulsante e quindi, a seconda del tipo di formato, selezionare un colore
della cella, un colore dei caratteri o un'icona della cella.

6.

In Ordine selezionare la modalit di ordinamento desiderata:

Per spostare in alto o a sinistra il colore della cella, il colore del carattere o l'icona, selezionare Dall'alto per
un ordinamento di colonna e Da sinistra per un ordinamento di riga.

Per spostare in basso o a destra il colore della cella, il colore del carattere o l'icona, selezionare Dal basso
per un ordinamento di colonna e Da destra per un ordinamento di riga.

NOTA

Non esiste un ordinamento predefinito basato sul colore della cella, del carattere o sull'icona. necessario

definire l'ordine desiderato per ogni operazione di ordinamento.

7.

Per specificare il colore della cella, il colore del carattere o l'icona successivi su cui basare l'ordinamento, fare clic
su Aggiungi livello e quindi ripetere i passaggi dal 3 al 5.

Verificare che venga selezionata la stessa colonna nella casella Poi ordina per e che venga effettuata la stessa
selezione in Ordine.
Ripetere l'operazione per ogni colore della cella, colore del carattere o icona da includere nell'ordinamento.

Ordinare in base a un elenco personalizzato


possibile utilizzare un elenco personalizzato per organizzare i dati in un ordine definito dall'utente. Excel include
elenchi personalizzati dei giorni della settimana e dei mesi dell'anno ed possibile inoltre creare elenchi personalizzati.

1.

Creare facoltativamente l'elenco personalizzato.

Come creare un elenco personalizzato

1.

In un intervallo di celle immettere i valori in base ai quali effettuare l'ordinamento, nell'ordine desiderato,
dall'alto in basso. Esempio:
A
1

Alto

Medio

Basso

2.

Selezionare l'intervallo appena digitato. Nell'esempio sopra riportato si selezionano le celle A1:A3.

3.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

, su Opzioni di Excel, sulla categoria Impostazioni

generali e quindi, in Opzioni principali per l'utilizzo di Excel, su Modifica elenchi personalizzati.
4.

Scegliere Importa nella finestra di dialogo Elenchi personalizzati e quindi fare clic su OK due volte.

NOTE

possibile solo creare un elenco personalizzato basato su un valore (testo, numero e data o ora). Non
possibile creare un elenco personalizzato basato su un formato (colore della cella, colore del carattere e
icona).

La lunghezza massima di un elenco personalizzato 255 caratteri e il primo carattere non pu essere un
numero.
Selezionare una colonna di dati in un intervallo di dati o verificare che la cella attiva si trovi in una colonna di
una tabella.
Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra, quindi su Ordinamento
personalizzato.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Ordina.

Nella casella Ordina per o Quindi per in Colonnaselezionare la colonna che si desidera ordinare in base a
un elenco personalizzato.
In Ordine selezionare Elenco personalizzato.
Nella finestra di dialogo Elenchi personalizzati selezionare l'elenco personalizzato desiderato. Nell'esempio
precedente si sarebbe fatto clic su Alto, Medio, Basso.
Scegliere OK.

Ordinare le righe
1.

Selezionare una riga di dati in un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una colonna di una
tabella.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra, quindi su Ordinamento personalizzato.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Ordina.

3.

Scegliere Opzioni.

4.

Nella finestra di dialogo Opzioni di ordinamento, in Orientamento, fare clic su Ordina da sinistra a destra e
quindi fare clic su OK.

5.

Nella casella Ordina per di Colonna selezionare la riga che si desidera ordinare.

6.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

In base al valore

1.

In Ordina in base a selezionare Valori.

2.

In Ordine eseguire una delle operazioni seguenti:

Per valori di testo, selezionare Dalla A alla Z o Dalla Z alla A.

Per valori numerici, selezionare Dal pi piccolo al pi grande o Dal pi grande al pi piccolo.

Per valori di data e ora, selezionare Dal meno recente al pi recente o Dal pi recente al meno
recente.

In base al colore della cella, al colore del carattere o all'icona della cella

3.

In Ordina in base a selezionare Colore cella, Colore carattere o Icona cella.

4.

Fare clic sulla freccia accanto al pulsante e quindi selezionare un colore della cella, un colore del carattere o
un'icona della cella.

5.

NOTA

In Ordina selezionare Da sinistra o Da destra.

Quando si ordinano righe appartenenti a una struttura del foglio di lavoro, vengono ordinati i gruppi di livello pi

alto (di livello 1) in modo che le righe e le colonne di dettaglio restino unite anche nel caso in cui siano nascoste.

Ordinare in base a pi colonne o righe


possibile ordinare in base a pi colonne o righe quando si dispone di dati che si desidera raggruppare in base allo
stesso valore in una colonna o riga e quindi ordinare un'altra colonna o riga all'interno di quel gruppo di valori uguali. Se
ad esempio si dispone di una colonna Reparto e Impiegato, possibile innanzitutto ordinare in base a Reparto (per
raggruppare tutti i dipendenti dello stesso reparto) e quindi per nome (per organizzare i nomi in ordine alfabetico
all'interno di ciascun reparto). possibile ordinare in base a un massimo di 64 colonne.

NOTA

1.

Per un risultato ottimale, consigliabile assegnare intestazioni di colonna all'intervallo di celle da ordinare.

Selezionare un intervallo di celle con due o pi colonne di dati o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella
con due o pi colonne.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra, quindi su Ordinamento personalizzato.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Ordina.

3.

Nella casella Ordina per in Colonna selezionare la prima colonna che si desidera ordinare.

4.

In Ordina in base a selezionare il tipo di ordinamento. Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per ordinare in base a testo, numeri o data e ora, selezionare Valori.


5.

6.

Per ordinare in base al formato, selezionare Colore cella, Colore carattere o Icona cella.
In Ordina selezionare la modalit di ordinamento desiderata. Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per valori di testo, selezionare Dalla A alla Z o Dalla Z alla A.

Per valori numerici, selezionare Dal pi piccolo al pi grande o Dal pi grande al pi piccolo.

Per valori di data e ora, selezionare Dal meno recente al pi recente o Dal pi recente al meno recente.

Per ordinare in base a un elenco personalizzato, selezionare Elenco personalizzato.


Per aggiungere un'altra colonna in base alla quale effettuare l'ordinamento, fare clic su Aggiungi livello e quindi
ripetere i passaggi dal 3 al 5.

7.

Per copiare una colonna in base alla quale effettuare l'ordinamento, selezionare la voce e quindi fare clic su Copia
livello.

8.

Per eliminare una colonna in base alla quale effettuare l'ordinamento, selezionare la voce e quindi fare clic su
Elimina livello.

NOTA

9.

necessario mantenere almeno una voce nell'elenco.

Per modificare l'ordine in cui vengono ordinate le colonne, selezionare una voce, quindi fare clic sulla freccia Su o
Gi per modificare l'ordine.

Le voci nelle prime posizioni dell'elenco vengono ordinate prima di quelle nelle ultime posizioni.

Ordinare una colonna in un intervallo di celle senza


modificare le altre
AVVERTENZA

Utilizzare questa funzionalit con cautela. L'ordinamento in base a una colonna in un intervallo pu

produrre risultati indesiderati, ad esempio l'allontanamento di celle in una colonna da altre celle della stessa riga.

NOTA

Non possibile eseguire la procedura seguente in una tabella.

1.

Selezionare una colonna in un intervallo di celle contenenti due o pi colonne.

2.

Per selezionare la colonna che si desidera ordinare, fare clic sull'intestazione della colonna.

3.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra e quindi fare clic su uno dei comandi di
ordinamento disponibili:

4.

Viene visualizzata la finestra di dialogo Avviso.

5.

Selezionare Continuare con la selezione corrente.

6.

Fare clic su Ordina.

7.

Selezionare altre opzioni di ordinamento desiderate nella finestra di dialogo Ordina e quindi fare clic su OK.

Se i risultati ottenuti non sono quelli desiderati, fare clic su Annulla

Ulteriori informazioni sui problemi generali relativi


all'ordinamento
Se si ottengono risultati imprevisti durante l'ordinamento dei dati, eseguire una delle operazioni seguenti:

Verificare se i valori restituiti da una formula sono cambiati Se i dati ordinati contengono una o pi formule, i valori
restituiti di tali formule possono cambiare quando il foglio di lavoro viene ricalcolato. In tal caso, riapplicare o ripetere
l'ordinamento per ottenere risultati aggiornati.

Scoprire righe e colonne nascoste prima di effettuare l'ordinamento Durante l'ordinamento delle colonne, le
colonne nascoste non vengono spostate e durante l'ordinamento delle righe, le righe nascoste non vengono spostate.
Prima di ordinare i dati, consigliabile scoprire le colonne e le righe nascoste.

Verificare le impostazioni internazionali Gli ordinamenti variano in base alle impostazioni internazionali. Verificare
che sia selezionata l'impostazione internazionale appropriata in Impostazioni internazionali o Opzioni internazionali e
della lingua nel Pannello di controllo. Per informazioni sulla modifica delle impostazioni internazionali, vedere la Guida
di Windows.

Immettere le intestazioni di colonna in una sola riga Se necessario disporre le etichette su pi righe, riportare il
testo a capo all'interno delle celle.

Attivare o disattivare la riga dell'intestazione consigliabile in genere prevedere una riga dell'intestazione quando si
ordina una colonna per rendere pi semplice la comprensione del significato dei dati. Per impostazione predefinita, il
valore nell'intestazione non incluso nell'operazione di ordinamento. possibile che occasionalmente sia necessario
attivare o disattivare l'intestazione per far s che il valore nell'intestazione venga incluso o meno nell'operazione di
ordinamento. Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per escludere la prima riga di dati dall'ordinamento in quanto si tratta di un'intestazione della colonna, nel gruppo
Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra, scegliere Ordinamento personalizzato e quindi
selezionare Dati con intestazioni.
Per includere la prima riga di dati nell'ordinamento in quanto non si tratta di un'intestazione della colonna, nel
gruppo Modifica della scheda Home fare clic su Ordina e filtra, su Ordinamento personalizzato e quindi
deselezionare Dati con intestazioni.

Aggiungere, modificare o cancellare i formati


condizionali
Utilizzareunformatocondizionalepersemplificarel'esplorazionevisivael'analisideidati,ilrilevamento
deiproblemicriticiel'identificazionedimodellidiutilizzoetendenze.

Informazioni sulla formattazione condizionale


Ogni volta che si analizzano dati, ci si pone spesso domande del tipo:

Dove si rilevano le eccezioni in un riepilogo dei profitti degli ultimi cinque anni?

Quali sono le tendenze in un sondaggio di opinioni di marketing degli ultimi due anni?

Chi ha fatturato una cifra superiore a 50.000 euro nell'ultimo mese?

Qual la distribuzione per et di tutti i dipendenti?

Per quali prodotti si avuto un aumento delle entrate maggiore del 10% annuo?

Quali sono gli studenti che hanno ottenuto rispettivamente i migliori e i peggiori risultati tra le matricole?

Laformattazionecondizionaleconsentedirispondereadomandediquestotipoinquantoconquesta
funzionepossibileevidenziarecelleointervallidicellediinteresse,enfatizzareivaloriinsolitie
visualizzareidatimediantebarredeidati,scaledicoloriesetdiicone.Unformatocondizionalemodifica
l'aspettodiunintervallodicelleinbaseadunacondizione(ocriterio).Selacondizionevera,l'intervallodi
celleverrformattatoinbaseaquellacondizione;sefalsa,laformattazionenonsarbasatasuquella
condizione.
NotaQuandosicreaunformatocondizionale,possibilefareriferimentoadaltrecellediunfogliodi
lavoro,adesempio=FY2006!A5.Noninvecepossibileutilizzareriferimentiesterniaunacartelladilavoro
diversa.

Formattare tutte le celle utilizzando una scala a due colori


Le scale di colori sono guide visive che rendono pi immediata la comprensione della distribuzione e della variazione dei
dati. Una scala a due colori consente di confrontare un intervallo di celle mediante una gradazione di due colori. Le
sfumature di colore rappresentano valori maggiori o minori. In una scala di colori verde e rosso ad esempio possibile
specificare che le celle contenenti un valore maggiore siano di colore verde pi intenso, mentre quelle con un valore
minore siano di colore rosso pi intenso.

Formattazione veloce

1.

Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella
pivot.

2.

Nel gruppo Stili della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, quindi su Scale
di colori.

3.

Selezionare una scala a due colori.

SUGGERIMENTO

Posizionare il puntatore del mouse sulle icone delle scale di colori per vedere quali sono le scale

a due colori. Il colore in alto rappresenta i valori pi alti mentre quello in basso rappresenta i valori pi bassi.

Formattazione avanzata

1.

Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella
pivot.

2.

Nel gruppo Stili della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, quindi su
Gestisci regole.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Gestione regole formattazione condizionale.

3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per aggiungere un formato condizionale, fare clic su Nuova regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Nuova regola di formattazione.

Per modificare un formato condizionale, attenersi alla procedura seguente:

1.

Accertarsi che nella casella di riepilogo Visualizza regole di formattazione per sia selezionato il
foglio di lavoro o la tabella appropriata.

2.

possibile cambiare l'intervallo di celle facendo clic su Comprimi finestra

nella casella Si

applica a per nascondere temporaneamente la finestra di dialogo, selezionando il nuovo intervallo di


celle nel foglio di lavoro e quindi selezionando Espandi finestra
3.

Selezionare la regola e quindi fare clic su Modifica regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Modifica regola di formattazione.

4.

Fare clic su Formato applicato a tutte le celle in base ai relativi valori in Selezionare un tipo di regola.

5.

Selezionare Scala a 2 colori nella casella di riepilogo Stile formato in Modificare la descrizione della regola.

6.

Selezionare un tipo di valore Minimo e un tipo di di valore Massimo nella casella di riepilogo Tipo. Eseguire una
delle operazioni seguenti:

Formattare i valori minimo e massimo Selezionare Valore minimo e Valore massimo.

In questo caso non richiesta l'immissione di un valore Minimo e di un valore Massimo nella casella di
riepilogo Valore.

Formattare un valore di data, ora o numerico Selezionare Numero e quindi immettere un valore Minimo
e un valore Massimo nella casella di riepilogo Valore.

Formattare una percentuale Selezionare Percentuale e immettere un valore Minimo e un valore


Massimo nella casella di riepilogo Valore.

I valori validi sono compresi tra 0 e 100. Non immettere il segno di percentuale.

Utilizzare la percentuale quando si desidera visualizzare tutti i valori in modo proporzionale.

Formattare un percentile Selezionare Percentile e quindi immettere un valore Minimo e un valore


Massimo nella casella di riepilogo Valore.

I percentili validi sono compresi tra 0 e 100. Non possibile utilizzare un percentile se l'intervallo di celle
contiene pi di 8.191 coordinate.

Utilizzare un percentile quando si desidera visualizzare proporzionalmente un gruppo di valori massimi (ad
esempio il 20 percentile superiore) utilizzando una gradazione di colori e di valori minimi (ad esempio il 20
percentile inferiore) utilizzando una gradazione di colori diversa, in quanto si tratta di valori estremi che
potrebbero deformare la visualizzazione dei dati.

Formattare il risultato di una formula Selezionare Formula e quindi immettere un valore Minimo e un
valore Massimo nella casella di riepilogo Valore.

La formula deve restituire un valore di data, ora o numerico. Iniziare la formula con un segno di uguale (=).
La formattazione non viene applicata alle formule non valide. consigliabile verificare la formula nel foglio di
lavoro per accertarsi che non restituisca un valore di errore.

7.

NOTE

I valori Minimo e Massimo sono il valore minimo e il valore massimo dell'intervallo di celle. Accertarsi che il
valore Minimo sia minore del valore Massimo.

possibile selezionare un tipo diverso per Minimo e Massimo nella casella di riepilogo Tipo, ad esempio
Numero per Minimo e Percentuale per Massimo.

8.

Per scegliere una scala di colori per Minimo e Massimo, fare clic su Colore per ogni elemento e quindi
selezionare il colore desiderato.

Se si desidera scegliere altri colori o creare un colore personalizzato, fare clic su Altri colori.

La scala di colori selezionata verr visualizzata nella casella Anteprima.

Formattare tutte le celle utilizzando una scala a tre colori


Le scale di colori sono guide visive che agevolano l'interpretazione della distribuzione e della variazione dei dati. Una
scala a tre colori consente di confrontare un intervallo di celle utilizzando gradazioni di tre colori. La sfumatura del colore
rappresenta valori maggiori, medi o minori. In una scala di colori verde, giallo e rosso ad esempio possibile specificare
che le celle contenenti i valori maggiori devono essere di colore verde, quelle contenenti i valori medi devono essere di
colore giallo e quelle contenenti i valori minori devono essere di colore rosso.

Formattazione veloce

1.

Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella
pivot.

2.

Nel gruppo Stili della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, quindi su Scale
di colori.

3.

Selezionare una scala a tre colori. Il colore in alto rappresenta i valori pi alti, il colore centrale rappresenta i valori
medi e il colore in basso rappresenta i valori pi bassi.

SUGGERIMENTO

Posizionare il puntatore del mouse sulle icone delle scale di colori per vedere quali sono le scale

a tre colori.

Formattazione avanzata

1.

Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella
pivot.

2.

Nel gruppo Stili della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, quindi su
Gestisci regole.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Gestione regole formattazione condizionale.

3.

Effettuare una delle seguenti operazioni:

Per aggiungere un formato condizionale, fare clic su Nuova regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Nuova regola di formattazione.

Per modificare un formato condizionale, attenersi alla procedura seguente:


1.

Accertarsi che nella casella di riepilogo Visualizza regole di formattazione per sia selezionato il
foglio di lavoro o la tabella appropriata.

2.

possibile cambiare l'intervallo di celle facendo clic su Comprimi finestra

nella casella Si

applica a per nascondere la finestra di dialogo temporaneamente, selezionando il nuovo intervallo di


celle nel foglio di lavoro e quindi selezionando Espandi finestra
3.

Selezionare la regola e quindi fare clic su Modifica regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Modifica regola di formattazione.

4.

Fare clic su Formato applicato a tutte le celle in base ai relativi valori in Selezionare un tipo di regola.

5.

Selezionare Scala a 3 colori nella casella di riepilogo Stile formato in Modificare la descrizione della regola.

6.

Selezionare un tipo Minimo, Punto centrale e Massimo nella casella di riepilogo Tipo. Eseguire una delle
operazioni seguenti:

Formattare i valori massimo e minimo Selezionare un Punto centrale.

In questo caso non richiesta l'immissione di un valore Minimo e di un valore Massimo nella casella di
riepilogo Valore.

Formattare un valore di data, ora o numerico Selezionare Numero e quindi immettere un valore
Minimo, Punto centrale e Massimo nella casella di riepilogo Valore.

Formattare una percentuale Selezionare Percentuale e quindi immettere un valore Minimo, Punto
centrale e Massimo nella casella di riepilogo Valore.

I valori validi sono compresi tra 0 e 100. Non immettere un segno di percentuale.

Utilizzare una percentuale quando si desidera visualizzare tutti i valori in modo proporzionale.

Formattare un percentile Selezionare Percentile e quindi immettere un valore Minimo, Punto centrale e
Massimo nella casella di riepilogo Valore.

I percentili validi sono compresi tra 0 e 100. Non possibile utilizzare un percentile se l'intervallo di celle
contiene pi di 8.191 coordinate.

Utilizzare un percentile quando si desidera visualizzare proporzionalmente un gruppo di valori massimi (ad
esempio il 20 percentile superiore) utilizzando una gradazione di colori e di valori minimi (ad esempio il 20
percentile inferiore) utilizzando una gradazione di colori diversa, in quanto si tratta di valori estremi che
potrebbero deformare la visualizzazione dei dati.

Formattare il risultato di una formula Selezionare Formula e quindi immettere un valore Minimo, Punto
centrale e Massimo nella casella di riepilogo Valore.

La formula deve restituire un valore di data, ora o numerico. Iniziare la formula con un segno di uguale (=).
La formattazione non viene applicata alle formule non valide. consigliabile verificare la formula nel foglio di
lavoro per accertarsi che non restituisca un valore di errore.

7.

NOTE

I valori Minimo, Punto centrale e Massimo sono i valori minimo, del punto centrale e massimo per
l'intervallo di celle. Accertarsi che il valore Minimo sia minore del valore Punto centrale che, a sua volta,
deve essere minore del valore Massimo.

possibile selezionare un tipo diverso per Minimo, Punto centrale e Massimo nella casella di riepilogo
Tipo, ad esempio Numero per Minimo, Percentile per Punto centrale e Percentuale per Massimo.

In molti casi il valore predefinito di Punto centrale, ovvero 50%, consente di ottenere i risultati migliori, ma
possibile modificare tale valore per specifiche esigenze.

8.

Per scegliere una scala di colori per la rappresentazione dei valori Minimo, Punto centrale e Massimo, fare clic
su Colore per ogni elemento e selezionare un colore.

Se si desidera scegliere altri colori o creare un colore personalizzato, fare clic su Altri colori.

La scala di colori selezionata verr visualizzata nella casella Anteprima.

Formattare tutte le celle utilizzando le barre dei dati


Una barra dei dati consente di visualizzare il valore di una cella rispetto ad altre celle. La lunghezza della barra dei dati
rappresenta il valore della cella. Una barra pi lunga rappresenta un valore pi alto, mentre una barra pi corta
rappresenta un valore pi basso. Le barre dei dati risultano particolarmente utili per individuare valori maggiori e minori,
in particolare in presenza di elevate quantit di dati. Ad esempio si potrebbero individuare i giocattoli che hanno
realizzato le vendite maggiori e minori in un rapporto sulle vendite nel periodo natalizio.

Formattazione veloce

1.

Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella
pivot.

2.

Nel gruppo Stile della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, scegliere
Barre dei dati e quindi selezionare l'icona di una barra dei dati.

Formattazione avanzata

1.

Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella
pivot.

2.

Nel gruppo Stili della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, quindi su
Gestisci regole.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Gestione regole formattazione condizionale.

3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per aggiungere un formato condizionale, fare clic su Nuova regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Nuova regola di formattazione.

Per modificare un formato condizionale, attenersi alla procedura seguente:


1.

Accertarsi che nella casella di riepilogo Visualizza regole di formattazione per sia selezionato il
foglio di lavoro o la tabella appropriata.

2.

possibile cambiare l'intervallo di celle facendo clic su Comprimi finestra

nella casella Si

applica a per nascondere la finestra di dialogo temporaneamente, selezionando il nuovo intervallo di


celle nel foglio di lavoro e quindi selezionando Espandi finestra
3.

Selezionare la regola e quindi fare clic su Modifica regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Modifica regola di formattazione.

4.

Fare clic su Formato applicato a tutte le celle in base ai relativi valori in Selezionare un tipo di regola.

5.

Selezionare Barra dati nella casella di riepilogo Stile formato in Modificare la descrizione della regola.

6.

Selezionare un tipo Barra pi corta e Barra pi lunga nella casella di riepilogo Tipo. Eseguire una delle
operazioni seguenti:

Formattare i valori massimo e minimo Selezionare Valore massimo e Valore minimo.

In questo caso non richiesta l'immissione di un valore Barra pi corta e di un valore Barra pi lunga nella
casella di riepilogo Valore.

Formattare un valore di data, ora o numerico Selezionare Numero e quindi immettere un valore Barra
pi corta e un valore Barra pi lunga nella casella di riepilogo Valore.

Formattare una percentuale Selezionare Percentuale e quindi immettere un valore Barra pi corta e un
valore Barra pi lunga nella casella di riepilogo Valore.

I valori validi sono compresi tra 0 e 100. Non immettere un segno di percentuale.

Utilizzare una percentuale quando si desidera visualizzare tutti i valori in modo proporzionale.

Formattare un percentile Selezionare Percentile e quindi immettere un valore Barra pi corta e un


valore Barra pi lunga nella casella di riepilogo Valore.

I percentili validi sono compresi tra 0 e 100. Non possibile utilizzare un percentile se l'intervallo di celle
contiene pi di 8.191 coordinate.

Utilizzare un percentile quando si desidera visualizzare proporzionalmente un gruppo di valori massimi (ad
esempio il 20 percentile superiore) utilizzando una gradazione di colori e di valori minimi (ad esempio il 20
percentile inferiore) utilizzando una gradazione di colori diversa, in quanto si tratta di valori estremi che
potrebbero deformare la visualizzazione dei dati.

Formattare il risultato di una formula Selezionare Formula e quindi immettere un valore Barra pi corta
e un valore Barra pi lunga nella casella di riepilogo Valore.

La formula deve restituire un valore di data, ora o numerico. Iniziare la formula con un segno di uguale (=).
La formattazione non viene applicata alle formule non valide. consigliabile verificare la formula nel foglio di
lavoro per accertarsi che non restituisca un valore di errore.

7.

NOTE

Accertarsi che il valore immesso in Barra pi corta sia minore del valore immesso in Barra pi lunga.

possibile selezionare un tipo diverso per Barra pi corta e Barra pi lunga nella casella di riepilogo
Tipo, ad esempio Numero per Barra pi corta e Percentuale per Barra pi lunga.

8.

Per scegliere una scala di colori per Barra pi corta e Barra pi lunga, fare clic su Colore barra.

Se si desidera scegliere altri colori o creare un colore personalizzato, fare clic su Altri colori.

Il colore della barra selezionato verr visualizzato nella casella Anteprima.

9.

Per visualizzare solo la barra dei dati e non il valore all'interno della cella, selezionare Mostra solo la barra.

Formattare tutte le celle utilizzando un set di icone


Un set di icone consente di annotare e classificare i dati in un numero di categorie compreso tra tre e cinque, separate
da un valore di soglia. Ogni icona rappresenta un intervallo di valori. Nel set di icone 3 frecce, ad esempio, le frecce
rosse rivolte verso l'alto rappresentano i valori pi alti, le frecce laterali gialle rappresentano i valori medi e le frecce verdi
rivolte verso il basso rappresentano i valori pi bassi.

Formattazione veloce

1.

Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella
pivot.

2.

Nel gruppo Stile della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, scegliere Set
di icone e quindi selezionare un set di icone.

Formattazione avanzata

1.

Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella
pivot.

2.

Nel gruppo Stili della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, quindi su
Gestisci regole.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Gestione regole formattazione condizionale.

3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per aggiungere un formato condizionale, fare clic su Nuova regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Nuova regola di formattazione.

Per modificare un formato condizionale, attenersi alla procedura seguente:


1.

Accertarsi che nella casella di riepilogo Visualizza regole di formattazione per sia selezionato il
foglio di lavoro o la tabella appropriata.

2.

possibile cambiare l'intervallo di celle facendo clic su Comprimi finestra

nella casella Si

applica a per nascondere la finestra di dialogo temporaneamente, selezionando il nuovo intervallo di


celle nel foglio di lavoro e quindi selezionando Espandi finestra
3.

Selezionare la regola e quindi fare clic su Modifica regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Modifica regola di formattazione.

4.

Fare clic su Formato applicato a tutte le celle in base ai relativi valori in Selezionare un tipo di regola.

5.

Selezionare Set di icone nella casella di riepilogo Stile formato in Modificare la descrizione della regola.
1.

Selezionare un set di icone. L'impostazione predefinita 3 semafori (senza bordo). Il numero di icone, i
valori di soglia e gli operatori di confronto predefiniti per ogni icona possono essere diversi per ogni set di
icone.

2.

possibile regolare gli operatori di confronto e i valori di soglia. L'intervallo di valori predefinito ha la stessa
dimensione per tutte le icone ma possibile modificarlo in base a specifiche esigenze. Accertarsi che le
soglie si trovino in sequenza logica, dal valore massimo al valore minimo e dall'alto in basso.

3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Formattare un valore di data, ora o numerico Selezionare Numero.

Formattare una percentuale Selezionare Percentuale.

I valori validi sono compresi tra 0 e 100. Non immettere un segno di percentuale.

Utilizzare la percentuale quando si desidera visualizzare tutti i valori in modo proporzionale.

Formattare un percentile Selezionare Percentile.

I percentili validi sono compresi tra 0 e 100. Non possibile utilizzare un percentile se l'intervallo di
celle contiene pi di 8.191 coordinate.

Utilizzare un percentile quando si desidera visualizzare proporzionalmente un gruppo di valori massimi


(ad esempio il 20 percentile superiore) utilizzando una gradazione di colori e di valori minimi (ad
esempio il 20 percentile inferiore) utilizzando una gradazione di colori diversa, in quanto si tratta di
valori estremi che potrebbero deformare la visualizzazione dei dati.

Formattare il risultato di una formula Selezionare Formula e quindi immettere una formula in ogni
casella Valore.

La formula deve restituire un valore di data, ora o numerico. Iniziare la formula con un segno di uguale
(=). La formattazione non viene applicata alle formule non valide. consigliabile verificare la formula
nel foglio di lavoro per accertarsi che non restituisca un valore di errore.

4.

Per invertire l'ordine delle icone, selezionare Inverti ordine icone.

5.

Per visualizzare solo l'icona e non il valore all'interno della cella, selezionare Mostra solo icona.

NOTE

Potrebbe essere necessario regolare la larghezza della colonna per includere l'icona.

Le icone sono di tre dimensioni diverse e la dimensione visualizzata dipende dalla dimensione del carattere
utilizzato nella cella.

Formattare solo le celle che contengono valori di data, ora,


testo o numerici
Per semplificare la ricerca di celle specifiche all'interno di un intervallo di celle, possibile formattare tali celle in base a
un operatore di confronto. In un foglio di lavoro di un inventario ordinato per categorie ad esempio possibile
evidenziare in giallo i prodotti per i quali sono disponibili meno di 10 articoli. Oppure in un foglio di lavoro di riepilogo
relativo ai negozi al dettaglio, possibile identificare tutti i negozi con profitto superiore al 10%, volumi di vendita inferiori
a 100.000 euro e della regione "Sudest".

Formattazione veloce

1.

Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella
pivot.

2.

Nel gruppo Stile della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale e quindi
scegliere Regole evidenziazione celle.

3.

Selezionare il comando desiderato, ad esempio Tra, Uguale a, Testo contenente o Data corrispondente a.

4.

Immettere i valori che si desidera utilizzare e quindi selezionare un formato.

Formattazione avanzata

1.

Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella
pivot.

2.

Nel gruppo Stili della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, quindi su
Gestisci regole.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Gestione regole formattazione condizionale.

3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per aggiungere un formato condizionale, fare clic su Nuova regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Nuova regola di formattazione.

Per modificare un formato condizionale, attenersi alla procedura seguente:


1.

Accertarsi che nella casella di riepilogo Visualizza regole di formattazione per sia selezionato il
foglio di lavoro o la tabella appropriata.

2.

possibile cambiare l'intervallo di celle facendo clic su Comprimi finestra

nella casella Si

applica a per nascondere la finestra di dialogo temporaneamente, selezionando il nuovo intervallo di


celle nel foglio di lavoro e quindi selezionando Espandi finestra
3.

Selezionare la regola e quindi fare clic su Modifica regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Modifica regola di formattazione.

4.

Fare clic su Formato applicato solo alle celle che contengono in Selezionare un tipo di regola.

5.

Nella casella di riepilogo Formato applicato solo alle celle che contengono in Modificare la descrizione della
regola eseguire una delle operazioni seguenti:

Formattare in base a numero, data o ora Selezionare Valore cella, selezionare un operatore di
confronto e quindi immettere un valore di data, ora o numerico.

Selezionare ad esempio Tra e quindi immettere 100 e 200 oppure selezionare Uguale a e quindi immettere
1/1/2006.

inoltre possibile immettere una formula che restituisca un valore di data, ora o numerico. Se si immette
una formula, iniziare con il segno di uguale (=). La formattazione non viene applicata alle formule non valide.
consigliabile verificare la formula nel foglio di lavoro per accertarsi che non restituisca un valore di errore.

Formattare in base al testo Selezionare Testo specifico, selezionare un operatore di confronto e quindi
immettere il testo.

Selezionare ad esempio contiene e quindi immettere Argento oppure selezionare inizia con e quindi
immettere Tri.

Nella stringa di ricerca sono incluse le virgolette ed possibile utilizzare i caratteri jolly. La lunghezza
massima delle stringhe 255 caratteri.

inoltre possibile immettere una formula che restituisce testo. Se si immette una formula, iniziare con un
segno di uguale (=). La formattazione non viene applicata alle formule non valide. consigliabile verificare la
formula nel foglio di lavoro per accertarsi che non restituisca un valore di errore.

Formattare in base alla data Selezionare Date corrispondenti a e quindi selezionare un confronto tra
date.

Selezionare ad esempio Ieri o Settimana prossima.

Formattare celle con valore vuoto o senza valore vuoto Selezionare Celle vuote o Nessuna cella
vuota.

NOTA

Un valore vuoto una cella che non contiene dati ed diverso da una cella che contiene uno o pi

spazi vuoti, ovvero testo.

Formattare celle con o senza valori di errore Selezionare Errori o Nessun errore.

I valori di errore includono: #####, #VALORE!, #DIV/0!, #NOME?, #N/D, #RIF!, #NUM!, e #NULLO!.

6.

Per specificare un formato, fare clic su Formato.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Formato celle.

7.

Selezionare il formato del numero, del carattere, del bordo o del riempimento da applicare quando il valore della
cella soddisfa la condizione e quindi fare clic su OK.

possibile scegliere pi di un formato. I formati selezionati vengono visualizzati nel riquadro Anteprima.

Formattare solo i primi o gli ultimi valori


possibile trovare i valori massimo e minimo in un intervallo di celle in base a un valore massimo specificato dall'utente.
Si possono ad esempio trovare i 5 prodotti pi venduti in un rapporto regionale, il 15% dei prodotti meno venduti in un
sondaggio clienti o i 25 stipendi pi alti in un'analisi del personale di reparto.

Formattazione veloce
1. Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella pivot.

2.Nel gruppo Stile della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale e quindi
scegliere Regole Primi/Ultimi.

3.Selezionare il comando desiderato, ad esempio Primi 10 elementi o Ultimi 10 %.


4.Immettere i valori che si desidera utilizzare e quindi selezionare un formato.

Formattazione avanzata

1.

Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella
pivot.

2.

Nel gruppo Stili della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, quindi su
Gestisci regole.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Gestione regole formattazione condizionale.

3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per aggiungere un formato condizionale, fare clic su Nuova regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Nuova regola di formattazione.

Per modificare un formato condizionale, attenersi alla procedura seguente:


1.

Accertarsi che nella casella di riepilogo Visualizza regole di formattazione per sia selezionato il
foglio di lavoro o la tabella appropriata.

2.

possibile cambiare l'intervallo di celle facendo clic su Comprimi finestra

nella casella Si

applica a per nascondere la finestra di dialogo temporaneamente, selezionando il nuovo intervallo di


celle nel foglio di lavoro e quindi selezionando Espandi finestra
3.

Selezionare la regola e quindi fare clic su Modifica regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Modifica regola di formattazione.

4.

Fare clic su Formato applicato solo ai primi e agli ultimi valori in Selezionare un tipo di regola.

5.

Selezionare Primi o Ultimi nella casella di riepilogo Formato applicato ai valori situati tra i in Modificare la
descrizione della regola.

6.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per specificare un numero superiore o inferiore, immettere un numero e quindi deselezionare la casella di
controllo % dell'intervallo selezionato. I valori validi sono compresi tra 1 e 1000.

Per specificare una percentuale superiore o inferiore, immettere un numero e quindi selezionare la casella di
controllo % dell'intervallo selezionato. I valori validi sono compresi tra 1 e 100.

7.

Per specificare un formato, fare clic su Formato.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Formato celle.

8.

Selezionare il formato del numero, del carattere, del bordo o del riempimento da applicare quando il valore della
cella soddisfa la condizione e quindi fare clic su OK.

possibile scegliere pi di un formato. I formati selezionati vengono visualizzati nel riquadro Anteprima.

Formattare solo i valori superiori o inferiori alla media


possibile trovare i valori superiori o inferiori a una deviazione media o standard in un intervallo di celle. Si possono ad
esempio individuare i venditori che hanno fornito risultati superiori alla media in una valutazione annuale delle prestazioni
oppure i materiali che si trovano al di sotto di due deviazioni standard in una valutazione della qualit.

Formattazione veloce

1.

Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella
pivot.

2.

Nel gruppo Stile della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale e quindi
scegliere Regole Primi/Ultimi.

3.

Selezionare il comando desiderato, ad esempio Superiore alla media o Inferiore alla media.

4.

Immettere i valori che si desidera utilizzare e quindi selezionare un formato.

Formattazione avanzata

1.

Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella
pivot.

2.

Nel gruppo Stili della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, quindi su
Gestisci regole.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Gestione regole formattazione condizionale.

3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per aggiungere un formato condizionale, fare clic su Nuova regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Nuova regola di formattazione.

1.

Per modificare un formato condizionale, attenersi alla procedura seguente:


1.

Accertarsi che nella casella di riepilogo Visualizza regole di formattazione per sia selezionato il
foglio di lavoro o la tabella appropriata.

2.

possibile cambiare l'intervallo di celle facendo clic su Comprimi finestra

nella casella Si

applica a per nascondere la finestra di dialogo temporaneamente, selezionando il nuovo intervallo di


celle nel foglio di lavoro e quindi selezionando Espandi finestra
3.

Selezionare la regola e quindi fare clic su Modifica regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Modifica regola di formattazione.

2.

Fare clic su Formato applicato solo ai valori superiori o inferiori alla media in Selezionare un tipo di regola.

3.

Nella casella di riepilogo Formatta i valori che sono in Modificare la descrizione della regola eseguire una
delle operazioni seguenti:

Per formattare le celle con valore superiore o inferiore alla media per tutte le celle dell'intervallo, selezionare
superiori o inferiori.

Per formattare le celle con valore superiore o inferiore a una, due o tre deviazioni standard per tutte le celle
dell'intervallo, selezionare una deviazione standard.

4.

Fare clic su Formato per visualizzare la finestra di dialogo Formato celle.

5.

Selezionare il formato del numero, del carattere, del bordo o del riempimento da applicare quando il valore della
cella soddisfa la condizione e quindi fare clic su OK.

possibile scegliere pi di un formato. I formati selezionati vengono visualizzati nel riquadro Anteprima.

Formattare solo i valori univoci o duplicati


Formattazione veloce

1.

Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella
pivot.

2.

Nel gruppo Stile della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale e quindi
scegliere Regole evidenziazione celle.

3.

Selezionare Valori duplicati.

4.

Immettere i valori che si desidera utilizzare e quindi selezionare un formato

Formattazione avanzata

1.

Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella
pivot.

2.

Nel gruppo Stili della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, quindi su
Gestisci regole.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Gestione regole formattazione condizionale.

3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per aggiungere un formato condizionale, fare clic su Nuova regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Nuova regola di formattazione.

Per modificare un formato condizionale, attenersi alla procedura seguente:


1.

Accertarsi che nella casella di riepilogo Visualizza regole di formattazione per sia selezionato il
foglio di lavoro o la tabella appropriata.

2.

possibile cambiare l'intervallo di celle facendo clic su Comprimi finestra

nella casella Si

applica a per nascondere la finestra di dialogo temporaneamente, selezionando il nuovo intervallo di


celle nel foglio di lavoro e quindi selezionando Espandi finestra

3.

Selezionare la regola e quindi fare clic su Modifica regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Modifica regola di formattazione.

4.

Fare clic su Formato applicato solo ai valori univoci o duplicati in Selezionare un tipo di regola.

5.

Nella casella di riepilogo Formatta tutti i valori in Modificare la descrizione della regola selezionare univoci o
duplicati.

6.

Fare clic su Formato per visualizzare la finestra di dialogo Formato celle.

7.

Selezionare il formato del numero, del carattere, del bordo o del riempimento da applicare quando il valore della
cella soddisfa la condizione e quindi fare clic su OK.

possibile scegliere pi di un formato. I formati selezionati vengono visualizzati nel riquadro Anteprima.

Utilizzare una formula per stabilire le celle da formattare


Se necessaria una formattazione condizionale pi complessa, possibile utilizzare una formula logica per specificare i
criteri di formattazione. possibile ad esempio confrontare valori con un risultato restituito da una funzione o valutare
dati in celle esterne all'intervallo selezionato.

1.

Selezionare un intervallo di celle o verificare che la cella attiva si trovi in una tabella o in un rapporto di tabella
pivot.

2.

Nel gruppo Stili della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, quindi su
Gestisci regole.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Gestione regole formattazione condizionale.

3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per aggiungere un formato condizionale, fare clic su Nuova regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Nuova regola di formattazione.

Per modificare un formato condizionale, attenersi alla procedura seguente:

1.

Accertarsi che nella casella di riepilogo Visualizza regole di formattazione per sia selezionato il
foglio di lavoro o la tabella appropriata.

2.

possibile cambiare l'intervallo di celle facendo clic su Comprimi finestra

nella casella Si

applica a per nascondere la finestra di dialogo temporaneamente, selezionando il nuovo intervallo di


celle nel foglio di lavoro e quindi selezionando Espandi finestra
3.

Selezionare la regola e quindi fare clic su Modifica regola.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Modifica regola di formattazione.

4.
1.

Selezionare Utilizza una formula per determinare le celle da formattare in Selezionare un tipo di regola.
Immettere una formula nella casella di riepilogo Formato applicato ai valori per cui questa formula

restituisce Vero in Modificare la descrizione della regola.

necessario iniziare la formula con un segno di uguale (=) e la formula deve restituire un valore logico
VERO (1) o FALSO (0).

Esempio 1: utilizzare un solo formato condizionale con pi criteri e riferimenti di cella esterni all'intervallo
di celle

In questa formula un solo formato condizionale con pi criteri applicati all'intervallo A1:A5 formatta le celle in
verde se il valore medio di tutte le celle dell'intervallo maggiore del valore contenuto nella cella F1 e se
tutte le celle dell'intervallo contengono un valore minimo maggiore o uguale al valore contenuto in G1. Le
celle F1 e G1 sono esterne all'intervallo di celle cui viene applicato il formato condizionale. La funzione E
combina pi criteri e le funzioni MEDIA e MIN calcolano i valori.
Formula

Formato

=E(MEDIA($A$1:$A$5)>$F$1; MIN($A$1:$A$5)>=$G$1)

Colore cella verde

Esempio 2: ombreggiare tutte le altre righe utilizzando le funzioni RESTO e RIGA

Questa formula ombreggia tutte le altre righe dell'intervallo di celle in blu. La funzione RESTO restituisce il
resto della divisione di un numero, ovvero il primo argomento, per il divisore, ovvero il secondo argomento.
La funzione RIGA restituisce il numero di riga corrente. Quando si divide il numero di riga corrente per 2, si
ottiene sempre il resto di 0 per un numero pari oppure di 1 per un numero dispari. Dal momento che 0
corrisponde a FALSO e 1 corrisponde a VERO, vengono formattate tutte le righe con numerazione dispari.

2.

Formula

Formato

=RESTO(RIGA();2)=1

Colore cella blu

Fare clic su Formato per visualizzare la finestra di dialogo Formato celle.

3.

Selezionare il formato del numero, del carattere, del bordo o del riempimento da applicare quando il

valore della cella soddisfa la condizione e quindi fare clic su OK.

possibile scegliere pi di un formato. I formati selezionati vengono visualizzati nel riquadro Anteprima.

5.

NOTA

possibile immettere riferimenti di cella in una formula selezionando le celle direttamente in un foglio di

lavoro. In tal modo verranno immessi riferimenti di cella assoluti . Se si desidera che tali riferimenti vengano
adattati a ogni cella dell'intervallo selezionato, utilizzare riferimenti di cella relativi (riferimento relativo: In una
formula, indirizzo di una cella basato sulla posizione relativa della cella contenente la formula e della cella a cui si
fa riferimento. Se si copia la formula, il riferimento viene modificato automaticamente. Un riferimento relativo ha
formato A1.).

Cancellare i formati condizionali


Eseguire una delle operazioni seguenti:

Foglio di lavoro

1.

Nel gruppo Stili della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, quindi su
Cancella regole.

2.

Fare clic su Foglio intero.

Un intervallo di celle, una tabella o una tabella pivot

3.

Selezionare l'intervallo di celle, la tabella o la tabella pivot per cui si desidera cancellare i formati
condizionali.

4.

Nel gruppo Stili della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, quindi su
Cancella regole.

5.

In base alla selezione eseguita, fare clic su Celle selezionate, Questa tabella o Questa tabella pivot.

Trovare le celle con formati condizionali


Se il foglio di lavoro contiene una o pi celle con un formato condizionale possibile individuarle velocemente in modo
da poter copiare, modificare o eliminare i formati condizionali. Il comando Vai a formato speciale consente di trovare
solo le celle con un formato condizionale specifico o tutte le celle in cui sono presenti formati condizionali.

Trovare tutte le celle con un formato condizionale


1.

Selezionare una cella senza un formato condizionale.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Trova e seleziona, quindi su
Formattazione condizionale.

Trovare solo le celle con lo stesso formato condizionale


1.

Fare clic sulla cella con il formato condizionale che si desidera trovare.

2.

Nel gruppo Modifica della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Trova e seleziona, quindi su Vai a
formato speciale.

3.

Selezionare il pulsante di opzione Formati condizionali.

4.

Scegliere Identica in Convalida dati.

Gestire la precedenza delle regole di formattazione


condizionale
Quando si creano pi regole di formattazione condizionale per un intervallo di celle, importante che sia chiaro quanto
segue:

Quali sono le modalit di valutazione di tali regole.


Cosa accade nel caso di due o pi regole di formattazione condizionale in conflitto.
Come si modifica la precedenza di valutazione per ottenere i risultati desiderati.

Informazioni sulla precedenza delle regole di formattazione


condizionale
possibile creare, modificare, eliminare e visualizzare tutte le regole di formattazione condizionale della cartella di
lavoro utilizzando la finestra di dialogo Gestione regole formattazione condizionale. (Nel gruppo Stili della scheda
Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, quindi su Gestisci regole.) Quando a un intervallo
di celle si applicano due o pi regole di formattazione condizionale, le regole vengono valutate rispettando l'ordine di
precedenza in cui sono elencate in questa finestra di dialogo.

Le regole che si trovano all'inizio dell'elenco hanno la precedenza rispetto a quelle che si trovano alla fine. Per
impostazione predefinita, le nuove regole vengono sempre aggiunte all'inizio dell'elenco, pertanto hanno la precedenza
rispetto alle altre. tuttavia possibile modificare l'ordine di precedenza utilizzando le frecce Sposta su e Sposta gi
nella finestra di dialogo.

Cosa accade quando pi regole di formattazione condizionale


restituiscono VERO
Per un intervallo di celle possibile avere pi regole di formattazione condizionale che restituiscono vero. Le regole
possono essere o meno in conflitto.

Le regole non sono in conflitto Se ad esempio una regola formatta il carattere all'interno di una cella in grassetto e
un'altra regola formatta il carattere all'interno della stessa cella in rosso, la cella viene formattata in grassetto e di colore
rosso. Dal momento che le due formattazioni non sono in conflitto, vengono applicate entrambe le regole.

Le regole sono in conflitto il caso ad esempio in cui una regola imposta il colore del carattere di una cella su rosso
e un'altra regola imposta il colore del carattere della stessa cella su verde. Dal momento che le due regole sono in
conflitto, possibile applicare una sola regola, ovvero quella che ha la precedenza.

Effetti delle operazioni di incollamento, ricopiatura e della funzione Copia


formato sulle regole di formattazione condizionale
Durante la modifica del foglio di lavoro, possibile copiare e incollare i valori delle celle che presentano formati
condizionali, ricopiare formati condizionali in un intervallo di celle o utilizzare Copia formato. Queste operazioni possono
influire sulla precedenza delle regole di formattazione condizionale creando una nuova regola di formattazione
condizionale per le celle di destinazione, basata sulle celle di origine.

Se si copiano e si incollano i valori delle celle con formati condizionali in un foglio di lavoro aperto in un'altra istanza di
Microsoft Office Excel, la regola di formattazione condizionale non viene creata e il formato non viene copiato.

Cosa accade quando un formato condizionale e un formato manuale sono


in conflitto
Se una regola di formattazione per un intervallo di celle vera, ha la precedenza su un formato manuale. possibile
applicare un formato manuale utilizzando il comando Formato nel gruppo Celle della scheda Home. L'eliminazione della
regola di formattazione condizionale non comporta l'eliminazione della formattazione manuale per l'intervallo di celle.

NOTA

La formattazione manuale non elencata nella finestra di dialogo Gestione regole formattazione

condizionale, n utilizzata per stabilire la precedenza.

Modificare la precedenza delle regole di formattazione


condizionale
1.

Nel gruppo Stili della scheda Home fare clic sulla freccia accanto a Formattazione condizionale, quindi su
Gestisci regole.

Verr selezionato l'elenco delle regole di formattazione condizionale per la selezione corrente in cui indicato il
tipo di regola, il formato, l'intervallo di celle cui si applica la regola e l'impostazione Interrompi se Vera.

Se la regola desiderata non viene visualizzata, verificare nella casella di riepilogo Visualizza regole di
formattazione per se selezionato l'intervallo di celle, il foglio di lavoro, la tabella o il rapporto di tabella pivot
appropriato.

2.

Selezionare una regola. possibile selezionare una sola regola per volta.

3.

Per spostare la regola selezionata verso l'alto nell'ordine di precedenza, fare clic su Sposta su. Per spostarla
verso il basso, fare clic su Sposta gi.

4.

possibile interrompere la valutazione delle regole in corrispondenza di una regola specifica selezionando la
casella di controllo Interrompi se Vera.

Selezionare la casella di controllo Interrompi se Vera per la compatibilit con le versioni precedenti di Microsoft
Office Excel 2007 che non supportano molteplici regole di formattazione condizionale. Se ad esempio per un
intervallo di celle sono valide tre regole di formattazione condizionale in una versione di Excel precedente a Office
Excel 2007, per impostazione predefinita viene data la precedenza all'ultima regola. Per applicare la prima o la
seconda regola, selezionare la casella di controllo Interrompi se Vera relativa alla regola.

Caratteri jolly
I caratteri jolly seguenti possono essere utilizzati come criteri (criteri: Condizioni specificate per limitare i record da
includere nel set di risultati di una query o di un filtro.) di confronto per i filtri di testo e durante la ricerca e la sostituzione
di contenuto.

Utilizzare

Per trovare

? (punto interrogativo)

Qualsiasi carattere singolo


Ad esempio, ross? trova "rossa", "rosse", "rosso" e "rossi"

* (asterisco)

Qualsiasi numero di caratteri


Ad esempio, r*o trova "reo", "roberto" e "rosso"

~ (tilde) seguita da ?, * o ~

Un punto interrogativo, un asterisco o una tilde


Ad esempio, fy06~? trova "fy06?"

Gestione delle cartelle di lavoro


Gestione delle cartelle di lavoro
Recupero dei file
Salvataggio e stampa
Layout di pagina | Intestazioni e pi di pagina | Impostazione e opzioni
Gestione dei file

Gestione delle cartelle di lavoro


Creare una nuova cartella di lavoro

Creare una nuova cartella di lavoro


Una cartella di lavoro Microsoft Office Excel un file contenente uno o pi fogli di lavoro (foglio di lavoro: Documento
principale utilizzato in Excel per la memorizzazione ed elaborazione dei dati. Un foglio di lavoro, denominato anche foglio
di calcolo, costituito da celle disposte in righe e colonne ed sempre memorizzato in una cartella di lavoro.) utilizzabili
per organizzare diversi tipi di informazioni correlate. Per creare una nuova cartella di lavoro, possibile aprirne una
vuota, nonch basarla su una esistente, sul modello predefinito di cartella di lavoro (modello predefinito di cartella di
lavoro: Il modello Cartella.xlt creato per modificare il formato predefinito delle nuove cartelle di lavoro. possibile
utilizzare il modello per creare una cartella di lavoro vuota quando si avvia Excel oppure possibile creare una nuova
cartella di lavoro senza specificare un modello.) o su qualsiasi altro modello (modello: Cartella di lavoro creata per
essere utilizzata come base per altre cartelle di lavoro simili. possibile creare modelli per le cartelle di lavoro e per i
fogli di lavoro. Il modello predefinito per le cartelle di lavoro denominato Cartella.xtl mentre il modello predefinito per i
fogli di lavoro denominato Foglio.xlt.).

Aprire una nuova cartella di lavoro vuota


1.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliere Nuovo.

Scelta rapida da tastiera anche possibile premere CTRL+N.

2.

In Modelli assicurarsi che Vuoto e recente sia selezionato e quindi nel riquadro destro di Vuoto e recente fare
clic su Cartella di lavoro vuota.

Basare una nuova cartella di lavoro su una cartella di lavoro


esistente
1.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliere Nuovo.

Scelta rapida da tastiera anche possibile premere CTRL+N.

2.

In Modelli fare clic su Nuovo da esistente.

3.

Nella finestra di dialogo Nuovo da cartella di lavoro esistente selezionare l'unit, la cartella o la posizione
Internet contenente la cartella di lavoro da aprire.

4.

Selezionare la cartella di lavoro e quindi fare clic su Crea nuovo oggetto.

Basare una nuova cartella di lavoro su un modello


1.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliere Nuovo.

Scelta rapida da tastiera anche possibile premere CTRL+N.

2.

In Modelli fare clic su Modelli installati o su Modelli.

3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per utilizzare un modello installato, in Modelli installati fare clic sul modello desiderato e quindi su Crea.

Per utilizzare un modello personale, nella scheda Modelli fare doppio clic sul modello desiderato.

NOTA

Nella scheda Modelli sono elencati i modelli creati. Se il modello che si desidera utilizzare non

incluso nell'elenco, verificare che si trovi nella cartella corretta. I modelli personalizzati sono generalmente
memorizzati nella cartella Modelli che di solito si trova nel percorso C:\Documents and
Settings\nome_utente\Dati applicazioni\Microsoft\Modelli in Microsoft Windows XP e in
C:\Users\nome_utente\Dati applicazioni\Microsoft\Modelli in Microsoft Windows Vista.

SUGGERIMENTO

Per ottenere un numero maggiore di modelli di cartella di lavoro, possibile scaricarli da Microsoft

Office Online. Nella finestra di dialogo Nuova cartella di lavoro, in Microsoft Office Online, fare clic su una categoria
di modello specifica, selezionare il modello da scaricare e quindi fare clic su Download.

Recupero dei file


Ripristino di una cartella di lavoro danneggiata

Ripristino di una cartella di lavoro danneggiata


Quando si apre una cartella di lavoro danneggiata, in Microsoft Office Excel viene avviata automaticamente la modalit
di recupero dei file e viene eseguito un tentativo di riaprire e contemporaneamente ripristinare la cartella di lavoro.

In Excel non sempre possibile avviare la modalit di recupero dei file automaticamente. Se non possibile aprire una
cartella di lavoro perch danneggiata, possibile tentare di ripristinarla manualmente.

inoltre possibile tentare di applicare altri metodi per recuperare i dati della cartella di lavoro quando il ripristino non
riesce. Come misura preventiva, pu essere utile salvare spesso la cartella di lavoro e creare una copia di backup ogni
volta che si esegue il salvataggio. In alternativa possibile specificare la creazione automatica di un file di recupero a
intervalli specifici. In questo modo, sar possibile accedere a una copia utilizzabile della cartella di lavoro, se l'originale
viene eliminato involontariamente o viene danneggiato.

Ripristinare manualmente una cartella di lavoro danneggiata


1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

2.

Nella finestra di dialogo Apri selezionare la cartella di lavoro danneggiata da aprire.

3.

Fare clic sulla freccia accanto al pulsante Apri e quindi fare clic su Apri e ripristina.

4.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per recuperare la maggiore quantit di dati possibile dalla cartella di lavoro, fare clic su Ripristina.

Per estrarre valori e formule dalla cartella di lavoro quando un tentativo di ripristinare la cartella di lavoro non
riesce, fare clic su Estrai dati.

, quindi su Apri.

Recuperare dati da una cartella di lavoro danneggiata


I metodi seguenti consentono di salvaguardare i dati che potrebbero altrimenti andare perduti. Se un metodo non riesce,
possibile provarne un altro. inoltre possibile tentare di utilizzare soluzioni software di terze parti per recuperare i dati
della cartella di lavoro se non possibile recuperarli tramite i metodi illustrati.

IMPORTANTE

Se un errore del disco o un errore di rete impedisce l'apertura di una cartella di lavoro, spostarla su un

altro rigido o dalla rete su un disco locale prima di tentare una delle altre opzioni di recupero illustrate.

Per recuperare i dati quando la cartella di lavoro aperta in Excel, eseguire una delle operazioni seguenti:

Ripristinare l'ultima versione salvata della cartella di lavoro Se si sta modificando un foglio di lavoro e
la cartella di lavoro viene danneggiata prima del salvataggio delle modifiche, possibile recuperare il foglio
di lavoro originale ripristinandone l'ultima versione salvata.

Per ripristinare l'ultima versione salvata della cartella di lavoro, seguire la procedura seguente:

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

2.

Fare doppio clic sul nome della cartella di lavoro aperta in Excel.

3.

Scegliere S per riaprire la cartella di lavoro.

NOTA

, quindi su Apri.

Viene ripristinata l'ultima versione salvata della cartella di lavoro. Qualsiasi modifica che possa

aver determinato il danneggiamento della cartella di lavoro viene ignorata.

Salvare la cartella di lavoro in formato SYLK (Symbolic Link) Salvando la cartella di lavoro in formato
SYLK, pu essere possibile filtrare gli elementi danneggiati escludendoli. Il formato SYLK utilizzato in
genere per rimuovere il danneggiamento dei documenti stampati.

Per salvare le cartella di lavoro in formato SYLK, seguire la procedura seguente:

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi sulla freccia accanto a Salva con

nome.
2.

Selezionare SYLK (Connessione logica) nell'elenco Tipo file e quindi fare clic su Salva.

NOTA

SYLK.

Solo il foglio attivo nella cartella di lavoro viene salvato quando si utilizza il formato di file

3.

Se un messaggio segnala che il tipo di file selezionato non supporta le cartelle di lavoro che includono
pi fogli, fare clic su OK per salvare solo il foglio attivo.

4.

Se un messaggio segnala che la cartella di lavoro potrebbe includere caratteristiche non compatibili
con il formato SYLK, fare clic su S.

5.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

6.

Se un messaggio richiede di salvare le modifiche apportate, fare clic su S.

7.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

8.

Selezionare il file con estensione slk salvato e quindi fare clic su Apri.

NOTA

, quindi su Chiudi.

, quindi su Apri.

Per visualizzare il file con estensione slk, potrebbe essere necessario fare clic su Tutti i file o

su File SYLK nell'elenco Tipo file.

9.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi sulla freccia accanto a Salva con

nome.
10. Selezionare Cartella di lavoro di Excel dalla casella di riepilogo Tipo file.
11. Nella casella Nome file digitare un nuovo nome per la cartella di lavoro per crearne una copia senza
sostituire la cartella di lavoro originale e quindi fare clic su Salva.

NOTA

Dato che questo formato determina il salvataggio solo del foglio di lavoro attivo nella cartella di

lavoro, necessario aprire la cartella di lavoro danneggiata pi volte e salvare ogni foglio di lavoro
separatamente.

Salvare la cartella di lavoro in formato HTML (Hypertext Markup Language) Salvando la cartella di
lavoro in formato HTML, pu essere possibile filtrare gli elementi danneggiati escludendoli.

Per salvare le cartella di lavoro in formato HTML, seguire la procedura seguente:

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi sulla freccia accanto a Salva con

nome.
2.

Scegliere Pagina Web dalla casella di riepilogo Tipo file.

3.

Scegliere Pubblica.

4.

Nella casella Scegli in Elemento da pubblicare fare clic su Tutta la cartella e quindi fare clic su
Pubblica.

5.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Chiudi.

6.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Apri.

7.

Selezionare il documento HTML salvato e quindi fare clic su Apri.

NOTA

Per visualizzare tutti i documenti HTML potrebbe essere necessario fare clic su Tutti i file o su

Tutte le pagine Web nell'elenco Tipo file.

8.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi sulla freccia accanto a Salva con

nome.
9.

Selezionare Cartella di lavoro di Excel dall'elenco Tipo file.

10. Nella casella Nome file digitare un nuovo nome per la cartella di lavoro per crearne una copia senza
sostituire la cartella di lavoro originale e quindi fare clic su Salva.

NOTA

Alcune caratteristiche potrebbero andare perdute quando si salva una cartella di lavoro in

formato HTML.

Per recuperare i dati quando non possibile aprire la cartella di lavoro in Excel, eseguire una delle
operazioni seguenti:

Impostare l'opzione di calcolo in Excel su manuale Per aprire una cartella di lavoro, tentare di
modificare l'impostazione di calcolo da automatica a manuale. possibile che la cartella di lavoro si apra
data la mancata esecuzione del ricalcolo.

Per impostare l'opzione di calcolo in Excel su manuale, eseguire le operazioni seguenti:

1.

Verificare che in Excel sia aperta una cartella di lavoro nuova e vuota. In caso contrario, eseguire le
operazioni seguenti:

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

2.

In Nuovo vuoto fare clic su Documento vuoto.

, quindi su Nuovo.

2.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Opzioni di Excel.

3.

Nella categoria Formule nelle opzioni Calcolofare clic su Manualmente.

4.

Fare clic su OK.

5.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Apri.

6.

Selezionare la cartella di lavoro danneggiata e quindi fare clic su Apri.

Utilizzare riferimenti esterni per collegarsi alla cartella di lavoro danneggiata Se si desidera
recuperare solo i dati e non le formule o i valori dalla cartella di lavoro, possibile utilizzare riferimenti esterni
per collegarsi alla cartella di lavoro danneggiata.

Per utilizzare riferimenti esterni per collegarsi alla cartella di lavoro danneggiata, eseguire le operazioni
seguenti:

1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Apri.

2.

Nella casella Cerca in selezionare la cartella che include la cartella di lavoro danneggiata e quindi fare
clic su Annulla.

3.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Nuovo.

4.

In Nuovo vuoto fare clic su Documento vuoto.

5.

Nella cella A1 della nuova cartella di lavoro digitare =Nome file!A1, dove Nome file il nome della
cartella di lavoro danneggiata e quindi premere INVIO.

SUGGERIMENTO

necessario immettere solo il nome della cartella di lavoro, senza l'estensione.

6.

Fare clic sulla cartella di lavoro e quindi fare clic su OK.

7.

Se viene visualizzata la finestra di dialogo Seleziona foglio, selezionare il foglio appropriato e quindi
fare clic su OK.

8.

Selezionare la cella A1.

9.

Nel gruppo Appunti della scheda Home fare clic su Copia.

Scelta rapida da tastiera inoltre possibile premere CTRL+C.

10. Selezionare un'area che sia approssimativamente delle stesse dimensioni dell'intervallo delle celle che
includono i dati nella cartella di lavoro danneggiata.
11. Nel gruppo Appunti della scheda Home fare clic su Incolla.

Scelta rapida da tastiera inoltre possibile premere CTRL+V.

12. Con l'intervallo di celle ancora selezionato, scegliere di nuovo Copia dal gruppo Appunti della scheda
Home.

Scelta rapida da tastiera inoltre possibile premere CTRL+C.

13. Nel gruppo Appunti della scheda Home fare clic sulla freccia sotto Incolla, quindi su Incolla
speciale.
14. Scegliere Valori in Incolla e quindi fare clic su OK.

NOTA

Incollando i valori vengono rimossi i collegamenti alla cartella di lavoro danneggiata, lasciando

solo i dati.

Aprire la cartella di lavoro danneggiata in Microsoft Office Word o in Microsoft WordPad Se


installato il convertitore di Microsoft Office Excel, potrebbe essere possibile aprire la cartella di lavoro in
Word. Se la cartella di lavoro si apre in Word, possibile recuperare i dati. Non possibile utilizzare questo
metodo per recuperare fogli modulo, fogli di dialogo, fogli grafico, fogli macro o grafici incorporati. Non sar
inoltre possibile recuperare le formule delle celle. possibile recuperare solo i risultati delle formule
attualmente visualizzate nelle celle della cartella di lavoro danneggiata.

inoltre possibile aprire la cartella di lavoro di Excel in WordPad. Se la cartella di lavoro non si apre,
potrebbe essere possibile recuperare il codice Microsoft Visual Basic nei moduli e nei moduli di classe.
possibile ricercare le parole "Sub" o "Function" per individuare il codice.

Utilizzare una macro per estrarre i dati da una cartella di lavoro danneggiata Se alla cartella di lavoro
danneggiata collegato un grafico, possibile utilizzare una macro per estrarre l'origine dati del grafico.

Per utilizzare una macro, eseguire le operazioni seguenti:

1.

Immettere il codice macro seguente in un foglio modulo:

2.

Sub GetChartValues97()

3.

Dim NumberOfRows As Integer

4.

Dim X As Object

5.

Counter = 2

6.
7.

' Calcolare il numero di righe di dati.

8.

NumberOfRows = UBound(ActiveChart.SeriesCollection(1).Values)

9.
10.

Worksheets("ChartData").Cells(1, 1) = "X Values"

11.
12.

' Scrivere i valori dell'asse X nel foglio di lavoro.

13.

With Worksheets("ChartData")

14.

.Range(.Cells(2, 1), _

15.

.Cells(NumberOfRows + 1, 1)) = _

16.

Application.Transpose(ActiveChart.SeriesCollection(1).XValues)

17.

End With

18.
19.

' Eseguire un ciclo tra tutte le serie nel grafico e scriverne i

valori nel
20.
21.
22.

' foglio di lavoro.

23.

For Each X In ActiveChart.SeriesCollection

24.

Worksheets("ChartData").Cells(1, Counter) = X.Name

25.
26.

With Worksheets("ChartData")

27.

.Range(.Cells(2, Counter), _

28.

.Cells(NumberOfRows + 1, Counter)) = _

29.

Application.Transpose(X.Values)

30.

End With

31.
32.

Counter = Counter + 1

33.

Next

34.
35.

End Sub

36. Inserire un nuovo foglio di lavoro nella cartella di lavoro e rinominarla in ChartData.
37. Selezionare il grafico dal quale si desidera estrarre i valori di dati sottostanti.

NOTA

Il grafico pu essere incorporato in un foglio di lavoro o in un foglio grafico separato.

38. Eseguire la macro GetChartValues97.

I dati dal grafico verranno posizionati nel foglio di lavoro ChartData.

Salvare automaticamente una copia di backup di una cartella


di lavoro
1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi sulla freccia accanto a Salva con nome.

2.

Fare clic sulla freccia accanto a Strumenti e quindi fare clic su Opzioni generali.

3.

Selezionare la casella di controllo Crea sempre una copia di backup.

Creare automaticamente un file di recupero a intervalli


specifici
1.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Opzioni di Excel.

2.

Nella categoria Salva in Mantenimento delle informazioni di backup per le cartelle di lavoro selezionare la
casella di controllo Salva informazioni di salvataggio automatico ogni e quindi immettere un numero di minuti.

3.

Nella casella Percorso file salvataggio automatico immettere la posizione in cui salvare il file di recupero.

4.

Verificare che la casella di controllo Disattiva Salvataggio automatico solo per questa cartella di lavoro non
sia selezionata.

Salvataggio e stampa
Layout di pagina
Intestazioni e pi di pagina
Impostazione e opzioni

Installazione di una nuova stampante


Salvataggio di un file
Impostazione della stampante predefinita
Ricerca di una stampante
Anteprima di stampa di una pagina
Stampa di un file
Stampa con orientamento orizzontale
Annullamento di una stampa
Controllo dello stato di avanzamento del processo di stampa
Selezione dell'alimentazione

Installazione di una nuova stampante


1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

2.

In Microsoft Windows Vista

1.

Fare clic sul pulsante Start

e quindi scegliere Pannello di controllo.

2.

Nel Pannello di controllo fare doppio clic su Stampanti.

3.

Nella finestra di dialogo Stampanti fare clic su Aggiungi stampante.

In Microsoft Windows XP
1.

Fare clic sul pulsante Start e quindi scegliere Stampanti e fax.

2.

Fare clic su Aggiungi stampante in Operazioni stampante.

Attenersi alle istruzioni visualizzate da Installazione guidata stampante.

Se si desidera stampare una pagina di prova, accertarsi che la stampante sia accesa e pronta per la stampa.

Salvataggio di un file
possibile salvare un file in una cartella dell'unit disco rigido, in un percorso di rete, in un disco, in un CD, sul desktop o
in un altro percorso di archiviazione. necessario identificare il percorso di destinazione nell'elenco Salva in. Il processo
di salvataggio in ogni caso identico, indipendentemente dal percorso scelto.

Salvataggio di un file
Eseguire le operazioni seguenti in queste applicazioni di Microsoft Office System 2007:

Word, Excel o PowerPoint

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliere Salva.

Scelta rapida da tastiera Per salvare il file premere MAIUSC+F12.

InfoPath, OneNote, Project, Publisher o Visio

Scegliere Salva dal menu File.

Scelta rapida da tastiera Per salvare il file premere MAIUSC+F12.

NOTA

Se il file viene salvato per la prima volta, verr richiesto di assegnare un nome al file.

Salvataggio di una copia del file


1.

Eseguire le operazioni seguenti in queste applicazioni di Microsoft Office System 2007:

Word, Excel o PowerPoint

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliere Salva con nome.

InfoPath, OneNote, Project, Publisher o Visio

2.

Scegliere Salva con nome dal menu File.


Nell'elenco Salva in selezionare la cartella o l'unit in cui salvare il file.

SUGGERIMENTO

Per salvare la copia in una cartella diversa, selezionare un'altra unit nell'elenco Salva in oppure

una cartella diversa nell'elenco delle cartelle. Per salvare la copia in una nuova cartella, fare clic su Crea nuova
cartella

3.

Nella casella Nome file immettere un nuovo nome per il file.

4.

Scegliere il pulsante Salva.

Salvataggio di un file in un altro formato


1.

Eseguire le operazioni seguenti in queste applicazioni di Microsoft Office System 2007:

Word, Excel o PowerPoint

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliere Salva con nome.

InfoPath, OneNote, Project, Publisher o Visio

Scegliere Salva con nome dal menu File.

2.

Nella casella Nome file immettere il nuovo nome per il file.

3.

Nell'elenco Tipo file selezionare il formato di file in cui si desidera salvare il file.

4.

Scegliere il pulsante Salva.

Salvataggio automatico delle informazioni di salvataggio


automatico
La funzione di salvataggio automatico non elimina la necessit di salvare regolarmente i file. Se dopo l'apertura del file di
recupero si sceglie di non salvarlo, il file verr eliminato e le modifiche non salvate verranno perse. Se si sceglie di
salvare il file di recupero, questo sostituir il documento originale, a meno che non si specifichi un nuovo nome per il file.
Pi frequentemente viene salvato un file, maggiori informazioni vengono recuperate se si verifica un'interruzione
dell'alimentazione elettrica oppure un altro problema mentre un file aperto.

Eseguire le operazioni seguenti in queste applicazioni di Microsoft Office System 2007:

Excel, PowerPoint o Word

1.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi su Opzioni di Nome applicazione.

2.

Scegliere il pulsante Salva.

3.

Selezionare la casella di controllo Salva informazioni di salvataggio automatico ogni.

4.

Nella casella minuti digitare o selezionare un numero per indicare la frequenza desiderata per il salvataggio dei
file.

Publisher

1.

Scegliere Opzioni dal menu Strumenti e quindi fare clic sulla scheda Avanzate.

2.

Selezionare la casella di controllo Salva automaticamente ogni.

3.

Nella casella minuti digitare o selezionare un numero per indicare la frequenza di salvataggio dei file.

Visio

1.

Scegliere Opzioni dal menu Strumenti e quindi fare clic sulla scheda Salvataggio/Apertura.

2.

Selezionare la casella di controllo Salva automaticamente ogni.

3.

Nella casella minuti digitare o selezionare un numero per indicare la frequenza di salvataggio dei file.

Project

1.

Scegliere Opzioni dal menu Strumenti e quindi fare clic sulla scheda Salva.

2.

Selezionare la casella di controllo Salva ogni.

3.

Nella casella minuti digitare o selezionare un numero per indicare la frequenza di salvataggio dei file.

InfoPath

1.

Scegliere Opzioni dal menu Strumenti e quindi fare clic sulla scheda Avanzate.

2.

Selezionare la casella di controllo Durante la compilazione del modulo salva automaticamente ogni.

3.

Nella casella minuti digitare o selezionare un numero per indicare la frequenza di salvataggio dei file.

Impostazione della stampante predefinita


1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

In Microsoft Windows Vista

1.

Fare clic sul pulsante Start

2.

Nel Pannello di controllo fare doppio clic su Stampanti.

e quindi scegliere Pannello di controllo.

In Microsoft Windows XP

Fare clic sul pulsante Start e quindi scegliere Stampanti e fax.


Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla stampante che si desidera impostare come predefinita e

quindi scegliere Imposta come stampante predefinita dal menu di scelta rapida.
Dopo aver impostato una stampante come predefinita, accanto all'icona della stampante verr visualizzato un
segno di spunta.

Non elencata alcuna stampante

Per installare una stampante, eseguire le operazioni seguenti:

0.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

In Windows Vista, nella finestra di dialogo Stampanti, fare clic su Aggiungi stampante.

In Windows XP, nella finestra di dialogo Stampanti e fax fare clic su Aggiungi stampante in
Operazioni stampante.

1.

Attenersi alle istruzioni visualizzate nell'Installazione guidata stampante.

Il comando Imposta come stampante predefinita non viene visualizzato

possibile che la stampante selezionata sia gi impostata come stampante predefinita. In questo caso accanto
all'icona della stampante sar visualizzato un segno di spunta.

Ricerca di una stampante


1.

Se non mai stata aggiunta una stampante, prima necessario impostarne una.

Installazione di una stampante

1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

2.

In Microsoft Windows Vista

1.

Fare clic sul pulsante Start

e quindi scegliere Pannello di controllo.

2.

Nel Pannello di controllo fare doppio clic su Stampanti.

3.

Nella finestra di dialogo Stampanti fare clic su Aggiungi stampante.

In Microsoft Windows XP
1.

Fare clic sul pulsante Start e quindi scegliere Stampanti e fax.

2.

In Operazioni stampante fare clic su Aggiungi stampante.

Attenersi alle istruzioni dell'Installazione guidata stampante.


Se si desidera stampare una pagina di prova, verificare che la stampante sia accesa e pronta per la stampa.

2.

Eseguire le operazioni seguenti in queste applicazioni di Microsoft Office System 2007:

Word, Excel o PowerPoint

1.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliere Stampa.

Scelta rapida da tastiera Per visualizzare la finestra di dialogo Stampa, premere CTRL+MAIUSC+F12.

2.

Fare clic su Trova stampante.

OneNote

3.

Scegliere Stampa dal menu File.

Scelta rapida da tastiera Per visualizzare la finestra di dialogo Stampa, premere CTRL+MAIUSC+F12.

4.

Fare clic su Trova stampante.

Publisher

5.

Scegliere Stampa dal menu File.

Scelta rapida da tastiera Per visualizzare la finestra di dialogo Stampa, premere CTRL+MAIUSC+F12.

6.

Fare clic sulla scheda Dettagli stampante e quindi su Trova stampante.

Outlook

7.

In un messaggio aperto scegliere Stampa dal menu File.

Scelta rapida da tastiera Per visualizzare la finestra di dialogo Stampa, premere CTRL+MAIUSC+F12.

8.
3.

Fare clic su Trova stampante.

Nell'elenco Nome selezionare la stampante che si desidera utilizzare.

Anteprima di stampa di una pagina


1.

Eseguire le operazioni seguenti nelle applicazioni di Microsoft Office System 2007:

Word, Excel, PowerPoint o Access

Fare clic sul pulsante File

, fare clic sulla freccia accanto a Stampa e quindi scegliere Anteprima di

stampa.

OneNote, Outlook, Project, Publisher o Visio

Scegliere Anteprima di stampa dal menu File.

SharePoint Designer

2.

Scegliere Stampa dal menu File e quindi scegliere Anteprima di stampa.


Fare clic sui pulsanti della barra degli strumenti o della barra multifunzione per visualizzare l'anteprima della
pagina o apportare modifiche prima della stampa.
In OneNote selezionare le opzioni desiderate prima della stampa nella finestra di dialogo Anteprima di stampa e
impostazioni.

Stampa di un file
1.

Eseguire le operazioni seguenti nelle applicazioni di Microsoft Office System 2007:

Word, Excel, PowerPoint o Access

Fare clic sul pulsante File

e quindi scegliere Stampa.

Scelta rapida da tastiera Per visualizzare la finestra di dialogo Stampa, premere CTRL+MAIUSC+F12.

SUGGERIMENTO

Per stampare senza utilizzare la finestra di dialogo Stampa fare clic sul pulsante File

, fare clic sulla freccia accanto a Stampa e quindi scegliere Stampa immediata.

OneNote, Outlook, Project, Publisher o Visio

Scegliere Stampa dal menu File.

Scelta rapida da tastiera Per visualizzare la finestra di dialogo Stampa, premere CTRL+MAIUSC+F12.

SharePoint Designer

Scegliere Stampa dal menu File e quindi scegliere Stampa.

Scelta rapida da tastiera Per visualizzare la finestra di dialogo Stampa, premere CTRL+MAIUSC+F12.

2.

Fare clic sulle opzioni desiderate, ad esempio il numero di pagine o le pagine che si desidera stampare.

Stampa con orientamento orizzontale


Eseguire le operazioni seguenti nelle applicazioni di Microsoft Office System 2007:

Excel o Word

1.

Fare clic sul file.

2.

Nella scheda Layout di pagina fare clic su Orientamento e quindi su Orizzontale.

3.

Fare clic sul pulsante File

4.

Fare clic su Propriet e quindi sulla scheda Pagina.

e quindi scegliere Stampa.

5.

In Orientamento fare clic su Orizzontale.

6.

Fare clic due volte suOK.

Access

1.

Fare clic sul file.

2.

Nella scheda Layout di stampa fare clic su Orizzontale.

3.

Fare clic sul pulsante File

4.

Fare clic su Propriet e quindi sulla scheda Pagina.

5.

In Orientamento fare clic su Orizzontale.

6.

Fare clic due volte suOK.

e quindi scegliere Stampa.

PowerPoint

1.

Fare clic sul file.

2.

Nella scheda Struttura fare clic su Slide Orientation e quindi su Orizzontale.

3.

Fare clic sul pulsante File

4.

Fare clic su Propriet e quindi sulla scheda Pagina.

5.

In Orientamento fare clic su Orizzontale.

6.

Fare clic due volte suOK.

e quindi scegliere Stampa.

OneNote

1.

Fare clic sul file.

2.

Scegliere Imposta pagina dal menu File.

3.

Nell'elenco Size del riquadro attivit Imposta pagina fare clic sulle dimensioni del foglio che si desidera utilizzare.

4.

Nell'elenco Orientamento fare clic su Orizzontale.

5.

Scegliere Stampa dal menu File.

6.

Fare clic su Preferenze e quindi sulla scheda Pagina.

7.

In Orientamento fare clic su Orizzontale.

8.

Fare clic su OK.

9.

Fare clic su Stampa.

Project

1.

Fare clic sul file.

2.

Scegliere Imposta pagina dal menu File e quindi fare clic sulla scheda Pagina.

3.

In Orientamento fare clic su Orizzontale.

4.

Fare clic su OK.

5.

Scegliere Stampa dal menu File.

Visio

1.

Fare clic sul file.

2.

Scegliere Imposta pagina dal menu File e quindi fare clic sulla scheda Imposta pagina.

3.

In Formato carta stampante fare clic su Orizzontale.

4.

Fare clic su OK.

5.

Scegliere Stampa dal menu File.

6.

Annullamento di una stampa


1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

In Microsoft Windows Vista

1.

Fare clic sul pulsante Start

e quindi scegliere Pannello di controllo.

2.

Nel Pannello di controllo fare doppio clic su Stampanti.

3.

Nella finestra di dialogo Stampanti aprire la stampante in uso facendo doppio clic sulla relativa icona.

In Microsoft Windows XP
1.

Fare clic sul pulsante Start e quindi scegliere Stampanti e fax.

2.

Nella finestra di dialogo Stampanti e fax aprire la stampante in uso facendo doppio clic sulla relativa
icona.

2.

Fare clic sul processo di stampa da annullare.

Il processo di stampa non incluso nell'elenco

Il processo di stampa ha gi lasciato la coda di stampa. In base al tipo di stampante in uso, potrebbe essere
possibile annullare il processo di stampa dalla stampante.
3.

Scegliere Annulla dal menu Documento.

Controllo dello stato di avanzamento del processo


di stampa
Eseguire una delle operazioni seguenti:

In Microsoft Windows Vista

1.

Fare clic sul pulsante Start

e quindi scegliere Pannello di controllo.

2.

Nel Pannello di controllo fare doppio clic su Stampanti.

3.

Selezionare l'icona della stampante in uso e quindi fare clic su Visualizza stampa in corso nella barra degli
strumenti.

In Microsoft Windows XP
1.

Fare clic sul pulsante Start e quindi scegliere Stampanti e fax.

2.

Nella finestra di dialogo Stampanti e fax aprire la stampante in uso facendo doppio clic sulla relativa icona.

Il processo di stampa non incluso nell'elenco

Il processo di stampa ha gi lasciato la coda di stampa. In base al tipo di stampante in uso, potrebbe essere possibile
verificare lo stato di avanzamento del processo di stampa dalla stampante.

Selezione dell'alimentazione
Molte stampanti dispongono di cassetti superiori e inferiori che contengono formati di carta diversi. La corrispondenza tra
un modulo e un'alimentazione della carta assicura che i file vengano sempre stampati sul formato carta corretto quando
si seleziona il modulo all'interno di un'applicazione. Eseguire le operazioni seguenti nelle applicazioni di Microsoft Office
System 2007:

Word

1.

Nel gruppo Imposta pagina della scheda Layout di pagina fare clic sul pulsante di visualizzazione della finestra
di dialogo Imposta pagina.

2.

Nella finestra di dialogo Imposta pagina fare clic sulla scheda Carta.

3.

In Alimentazione fare clic sull'alimentazione desiderata.

Excel

1.

Nel gruppo Imposta pagina della scheda Layout di pagina fare clic sul pulsante di visualizzazione della finestra
di dialogo Imposta pagina.

2.

Nella finestra di dialogo Imposta pagina fare clic sulla scheda Foglio.

3.

Fare clic su Opzioni.

4.

Nella scheda Carta/Qualit in Carta fare clic sull'alimentazione desiderata.

Access

1.

Nel gruppo Imposta pagina della scheda Layout di pagina fare clic sul pulsante di visualizzazione della finestra
di dialogo Imposta pagina.

2.

Nella finestra di dialogo Imposta pagina fare clic sulla scheda Pagina.

3.

In Alimentazione fare clic sull'alimentazione desiderata.

PowerPoint

1.

Fare clic sul pulsante File

e quindi scegliere Stampa.

Scelta rapida da tastiera Per visualizzare la finestra di dialogo Stampa, premere CTRL+MAIUSC+F12.

2.

Fare clic su Propriet.

3.

Nella scheda Carta/Qualit in Carta fare clic sull'alimentazione desiderata.

4.

Nella finestra di dialogo Imposta pagina fare clic sulla scheda Pagina.

5.

In Alimentazione fare clic sull'alimentazione desiderata.

OneNote

1.

Scegliere Stampa dal menu File.

Scelta rapida da tastiera Per visualizzare la finestra di dialogo Stampa, premere CTRL+MAIUSC+F12.

2.

Fare clic su Preferenze e quindi sulla scheda Carta/Output.

3.

Fare clic sull'alimentazione desiderata.

Outlook

1.

Scegliere Stampa dal menu File.

Scelta rapida da tastiera Per visualizzare la finestra di dialogo Stampa, premere CTRL+MAIUSC+F12.

2.

Fare clic su Imposta pagina e quindi sulla scheda Foglio.

3.

Nell'elenco Alimentazione fare clic sull'alimentazione desiderata.

Project

1.

Scegliere Imposta pagina dal menu File.

2.

Fare clic su Opzioni e quindi sulla scheda Carta/Output.

3.

Fare clic su Select Paper e quindi fare clic sull'alimentazione desiderata.

Publisher

1.

Scegliere Stampa dal menu File.

Scelta rapida da tastiera Per visualizzare la finestra di dialogo Stampa, premere CTRL+MAIUSC+F12.

2.

Nella finestra di dialogo Impostazioni pubblicazione e foglio in Foglio selezionare l'alimentazione desiderata
nell'elenco Source.

SharePoint Designer

1.

Scegliere Stampa dal menu File e quindi Imposta pagina.

Scelta rapida da tastiera Per visualizzare la finestra di dialogo Stampa, premere CTRL+MAIUSC+F12.

2.

Nella finestra di dialogo Imposta pagina fare clic su Opzioni.

3.

In Foglio selezionare l'alimentazione desiderata nell'elenco Alimentazione.

Visio

1.

Scegliere Imposta pagina dal menu File.

Scelta rapida da tastiera Per visualizzare la finestra di dialogo Stampa, premere CTRL+MAIUSC+F12.

2.

Nella scheda Imposta stampante fare clic su Imposta.

3.

Nella finestra di dialogo Imposta stampante in Foglio selezionare l'alimentazione desiderata nell'elenco
Alimentazione.

Layout di pagina
Aggiungere, eliminare o spostare le interruzioni di pagina
Utilizzare la visualizzazione Layout di pagina per ottimizzare le pagine prima di stamparle

Aggiungere, eliminare o spostare le interruzioni di


pagina
Per stampare il numero esatto di pagine desiderate, possibile utilizzare la visualizzazione Anteprima interruzioni di
pagina per regolare rapidamente le interruzioni di pagina (interruzione di pagina: Separatore che divide un foglio di
lavoro in pi pagine per la stampa. In base alle dimensioni del foglio, alle impostazioni dei margini, alle opzioni di
ingrandimento e alle posizioni delle interruzioni di pagina manuali inserite dall'utente, vengono inserite interruzioni di
pagina automatiche.). In questa visualizzazione le interruzioni di pagina inserite manualmente vengono visualizzate
come linee continue. Le linee tratteggiate indicano il punto in cui le pagine verranno interrotte automaticamente.

La visualizzazione Anteprima interruzioni di pagina risulta particolarmente utile per visualizzare l'impatto sulle
interruzioni di pagina automatiche di altre modifiche apportate, ad esempio quella relative alla formattazione e
all'orientamento della pagine. La modifica, ad esempio, dell'altezza delle righe e della larghezza delle colonne pu
influire sul posizionamento delle interruzioni di pagina automatiche. anche possibile apportare modifiche alle
interruzioni di pagina sulle quali influiscono le impostazioni dei margini del driver della stampante corrente.

1.

Nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della scheda Visualizzazione fare clic su Anteprima interruzioni
di pagina.

SUGGERIMENTO

2.

inoltre possibile fare clic su Anteprima interruzioni di pagina

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per spostare un'interruzione di pagina, trascinarla in una nuova posizione.

NOTA

Se si sposta un'interruzione di pagina automatica, essa diventer manuale.

sulla barra di stato.

Per inserire un'interruzione di pagina verticale o orizzontale, selezionare una riga o una colonna al di sotto o
alla destra del punto in cui inserire l'interruzione, fare clic con il pulsante destro del mouse e quindi scegliere
Inserisci interruzione di pagina dal menu di scelta rapida.

Per rimuovere un'interruzione di pagina manuale, trascinarla all'esterno della relativa area di anteprima.

Per rimuovere tutte le interruzioni di pagina manuali, fare clic con il pulsante destro del mouse su una cella
del foglio di lavoro e quindi scegliere Reimposta tutte le interruzioni di pagina dal menu di scelta rapida.

3.

Per tornare alla visualizzazione Normale dopo aver impostato tutte le interruzioni di pagina, scegliere Normale nel
gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della scheda Visualizzazione.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile fare clic su Normale

sulla barra di stato.

Utilizzare la visualizzazione Layout di pagina per


ottimizzare le pagine prima di stamparle
Prima di stampare un foglio di lavoro Microsoft Office Excel contenente grandi quantit di dati o grafici, possibile
ottimizzarlo rapidamente nella nuova visualizzazione Layout di pagina per ottenere risultati professionali. In questa
visualizzazione possibile modificare il layout e il formato dei dati cos come nella visualizzazione Normale, con il
vantaggio tuttavia di poter utilizzare i righelli per misurare la larghezza e l'altezza dei dati, nonch modificare
l'orientamento delle pagine, aggiungere o modificare le intestazioni e i pi di pagina, impostare i margini per la stampa e
nascondere o visualizzare intestazioni di riga e di colonna.

NOTA

La visualizzazione Layout di pagina utile per preparare i dati prima di eseguirne la stampa. Le interruzioni di

pagina possono essere regolate in modo pi semplice nella visualizzazione Anteprima interruzioni di pagina e, per
verificare con esattezza il modo in cui verranno stampati i dati, possibile visualizzare l'anteprima delle pagine del foglio
di lavoro nella visualizzazione Anteprima di stampa. Per ulteriori informazioni, vedere gli argomenti Aggiungere,
eliminare o spostare le interruzioni di pagina e Visualizzare l'anteprima delle pagine del foglio di lavoro prima di
stamparle.

Utilizzare i righelli nella visualizzazione Layout di pagina


Nella visualizzazione Layout di pagina di Excel sono disponibili un righello orizzontale e uno verticale che consentono di
misurare in modo accurato celle, intervalli, oggetti e margini di pagina. Utilizzando i righelli possibile posizionare gli
oggetti e visualizzare o modificare i margini della pagina direttamente nel foglio di lavoro.

Per impostazione predefinita, sul righello vengono visualizzate le unit di misura predefinite specificate nella finestra
delle impostazioni internazionali del Pannello di controllo, che tuttavia possibile convertire in pollici, centimetri o
millimetri. I righelli vengono visualizzati per impostazione predefinita, ma possibile nasconderli in modo semplice.

Modificare le unit di misura


1.

Fare clic sul foglio di lavoro sul quale si desidera agire nella visualizzazione Layout di pagina.

2.

Nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della scheda Visualizza fare clic su Visualizzazione Layout di
pagina.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile fare clic su Visualizzazione Layout di pagina

sulla barra di stato.

3.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi su Opzioni di Excel.

4.

In Visualizzazione nella categoria Impostazioni avanzate selezionare le unit di misura da utilizzare nell'elenco
Unit righello.

Nascondere o visualizzare i righelli


1.

Nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della scheda Visualizza fare clic su Visualizzazione Layout di
pagina.

SUGGERIMENTO

2.

inoltre possibile fare clic su Visualizzazione Layout di pagina

sulla barra di stato.

Nel gruppo Mostra/Nascondi della scheda Visualizza deselezionare la casella di controllo Righello per
nascondere i righelli oppure selezionarla per visualizzarli.

SUGGERIMENTO

Quando i righelli vengono visualizzati, l'opzione Visualizza righello risulta evidenziata nel gruppo

Opzioni del foglio.

Modificare l'orientamento della pagina nella visualizzazione


Layout di pagina
1.

Fare clic sul foglio di lavoro sul quale si desidera agire nella visualizzazione Layout di pagina.

2.

Nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della scheda Visualizza fare clic su Visualizzazione Layout di
pagina.

SUGGERIMENTO

3.

sulla barra di stato.

Nel gruppo Imposta pagina della scheda Layout di pagina fare clic su Orientamento, quindi su Verticale o
Orizzontale.

inoltre possibile fare clic su Visualizzazione Layout di pagina

Aggiungere o modificare intestazioni e pi di pagina nella


visualizzazione Layout di pagina
1.

Fare clic sul foglio di lavoro sul quale si desidera agire nella visualizzazione Layout di pagina.

2.

Nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della scheda Visualizza fare clic su Visualizzazione Layout di
pagina.

SUGGERIMENTO

3.

inoltre possibile fare clic su Visualizzazione Layout di pagina

sulla barra di stato.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per aggiungere un'intestazione o un pi di pagina, scegliere Fare clic per aggiungere un'intestazione
nella parte superiore della pagina del foglio di lavoro o su Fare clic per aggiungere un pi di pagina nella
parte inferiore della pagina del foglio di lavoro e quindi fare clic nella casella di testo dell'intestazione o del
pi di pagina di sinistra, centrale o di destra.

Per modificare un'intestazione o un pi di pagina, fare clic sulla relativa casella di testo nella parte superiore
o inferiore della pagina del foglio di lavoro contenente il testo dell'intestazione o del pi di pagina e
selezionare il testo da modificare.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile visualizzare intestazioni e pi di pagina nella visualizzazione Normale. Nel

gruppo Testo della scheda Inserisci fare clic su Intestazione e pi di pagina. Verr applicata automaticamente
la visualizzazione Layout di pagina e il puntatore del mouse verr posizionato all'interno della casella di testo di
intestazione nella parte superiore della pagina del foglio di lavoro.

4.

Digitare il testo desiderato.

NOTE

Per iniziare una nuova riga in una casella di sezione, premere INVIO.
Per eliminare una parte di un'intestazione o di un pi di pagina, selezionare la parte da eliminare nella casella
corrispondente e quindi premere CANC o BACKSPACE. anche possibile fare clic sul testo e quindi premere
BACKSPACE per eliminare i caratteri precedenti. Per includere una e commerciale (&) nel testo delle intestazioni e
pi di pagina, immetterne due. Ad esempio, per immettere in un'intestazione "Subappalti & servizi", digitare
Subappalti && servizi. Per chiudere le intestazioni o i pi di pagina, fare clic in un punto qualsiasi del foglio di
lavoro oppure premere ESC.

Impostare i margini della pagina nella visualizzazione Layout


di pagina
1.

Fare clic sul foglio di lavoro sul quale si desidera agire nella visualizzazione Layout di pagina.

2.

Nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della scheda Visualizza fare clic su Visualizzazione Layout di
pagina.

SUGGERIMENTO

3.

inoltre possibile fare clic su Visualizzazione Layout di pagina

sulla barra di stato.

Nel gruppo Imposta pagina della scheda Layout di pagina fare clic su Margini, quindi su Normale, Stretto o
Largo.

SUGGERIMENTO

Per ulteriori opzioni, fare clic su Avanzate e quindi nella scheda Margini specificare le dimensioni

desiderate per i margini.

4.

Per modificare i margini utilizzando il mouse, eseguire una delle operazioni seguenti:

Per modificare il margine superiore o inferiore, fare clic sul bordo superiore o inferiore dell'area dei margini
nel righello. Quando viene visualizzata una freccia bidirezionale verticale, trascinare il margine fino a
ottenere le dimensioni desiderate.

Per modificare il margine di destra o di sinistra, fare clic sul bordo di destra o di sinistra dell'area dei margini nel
righello. Quando viene visualizzata una freccia bidirezionale orizzontale, trascinare il margine fino a ottenere le
dimensioni desiderate.
SUGGERIMENTO

Durante questa operazione di trascinamento fino alla dimensione desiderata viene visualizzata

una descrizione con la dimensione del margine.


NOTA

I margini relativi a intestazione e pi di pagina vengono modificati automaticamente quando si apportano

modifiche ai margini della pagina. inoltre possibile modificare i margini relativi a intestazione e pi di pagina
utilizzando il mouse. Fare clic all'interno dell'area dell'intestazione o del pi di pagina nella parte superiore o
inferiore della pagina e quindi fare clic sul righello fino a visualizzare una freccia bidirezionale e trascinare il
margine fino a ottenere la dimensione desiderata.

Nascondere o visualizzare intestazioni, pi di pagina e


margini nella visualizzazione Layout di pagina
Per impostazione predefinita, le intestazioni, i pi di pagina e i margini vengono visualizzati nella visualizzazione Layout
di pagina, ma possibile nasconderli rapidamente per ingrandire l'area di lavoro in modo da semplificare le operazioni di
immissione, modifica o utilizzo di grandi quantit di dati.

1.

Fare clic sul foglio di lavoro sul quale si desidera agire nella visualizzazione Layout di pagina.

2.

Nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della scheda Visualizza fare clic su Visualizzazione Layout di
pagina.

SUGGERIMENTO

3.

alle celle.

sulla barra di stato.

Fare clic su un bordo del foglio di lavoro per nascondere o visualizzare lo spazio intorno alle celle.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile fare clic su Visualizzazione Layout di pagina

inoltre possibile fare clic tra le pagine per nascondere o visualizzare lo spazio bianco intorno

Nascondere o visualizzare griglie, intestazioni di riga e


intestazioni di colonna nella visualizzazione Layout di pagina
Per impostazione predefinita, le griglie, le intestazioni di riga e le intestazioni di colonna vengono visualizzate nella
visualizzazione Layout di pagina e non vengono stampate automaticamente.

1.

Fare clic sul foglio di lavoro sul quale si desidera agire nella visualizzazione Layout di pagina.

2.

Nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della scheda Visualizza fare clic su Visualizzazione Layout di
pagina.

SUGGERIMENTO

3.

inoltre possibile fare clic su Visualizzazione Layout di pagina

sulla barra di stato.

Nel gruppo Opzioni del foglio della scheda Layout di pagina eseguire una delle operazioni seguenti:

Per nascondere o visualizzare le griglie, deselezionare o selezionare la casella di controllo Visualizza in


Griglia.

Per stampare le griglie, selezionare la casella di controllo Stampa in Griglia.

Per nascondere o visualizzare le intestazioni di riga e di colonna, deselezionare o selezionare la casella di


controllo Visualizza in Intestazioni.

Per stampare le intestazioni di riga e di colonna, selezionare la casella di controllo Stampa in Intestazioni.

Selezionare le opzioni di scala nella visualizzazione Layout di


pagina
1.

Fare clic sul foglio di lavoro sul quale si desidera agire nella visualizzazione Visualizzazione Layout di pagina.

2.

Nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della scheda Visualizza fare clic su Visualizzazione Layout di
pagina.

SUGGERIMENTO

3.

inoltre possibile fare clic su Visualizzazione Layout di pagina

sulla barra di stato.

Nel gruppo Adatta alla pagina della scheda Layout di pagina eseguire una delle operazioni seguenti:

Per ridurre la larghezza del foglio di lavoro stampato, in modo da adattarlo a un numero massimo di pagine,
selezionare il numero di pagine desiderato nell'elenco Larghezza.

Per ridurre l'altezza del foglio di lavoro stampato in modo da adattarlo a un numero massimo di pagine,
selezionare il numero di pagine desiderato nell'elenco Altezza.

Per estendere o ridurre il foglio di lavoro stampato impostandolo su una percentuale della relativa
dimensione effettiva, fare clic sulla percentuale desiderata nella casella Proporzioni.

4.

NOTA

Per ridimensionare un foglio di lavoro stampato impostandolo su una percentuale della relativa dimensione

effettiva, necessario che la larghezza e l'altezza massime siano impostate su Automatica.

Tornare alla visualizzazione Normale


Nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della scheda Visualizza fare clic su Normale.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile fare clic su Normale

sulla barra di stato.

Intestazioni e pi di pagina
Aggiungere o modificare intestazioni e pi di pagina

Aggiungere o modificare intestazioni e pi di


pagina
In Microsoft Office Excel possibile aggiungere o modificare rapidamente le intestazioni o i pi di pagina in modo da
fornire informazioni utili all'interno delle stampe dei fogli di lavoro mediante l'aggiunta di informazioni predefinite sulle
intestazione e i pi di pagina o l'inserimento di elementi specifici quali i numeri di pagina, la data e l'ora e il nome del file.

Per definire la posizione in cui visualizzare le intestazioni e i pi di pagina nella stampa nonch le proporzioni e
l'allineamento da applicare, possibile scegliere le opzioni correlate a tali elementi.

Aggiungere o modificare il testo delle intestazioni o dei pi di


pagina
Per i fogli di lavoro, possibile utilizzare intestazioni e pi di pagina nella visualizzazione Layout di pagina. Per altri tipi di
foglio, ad esempio i fogli grafici (foglio grafico: Foglio di una cartella di lavoro contenente solo un grafico. Risulta utile
quando si desidera visualizzare un grafico o un rapporto di grafico pivot separatamente dai dati del foglio di lavoro o di
un rapporto di tabella pivot.) o per i grafici incorporati (grafico incorporato: Grafico inserito in un foglio di lavoro invece
che in un foglio grafico separato. I grafici incorporati sono utili per visualizzare o stampare un grafico o un rapporto di
grafico pivot con i relativi dati di origine o altre informazioni contenute nel foglio di lavoro.), possibile utilizzare le
intestazioni e i pi di pagina nella finestra di dialogo Imposta pagina.

Aggiungere o modificare il testo delle intestazioni o dei pi di pagina per


un foglio di lavoro nella visualizzazione Layout di pagina
1.

Fare clic sul foglio di lavoro al quale si desidera aggiungere intestazioni o pi di pagina o che contiene intestazioni
o pi di pagina da modificare.

2.

Nel gruppo Testo della scheda Inserisci fare clic su Intestazione e pi di pagina.

NOTA

Il foglio di lavoro viene visualizzato automaticamente nella visualizzazione Layout di pagina. Per attivare

tale visualizzazione inoltre possibile fare clic su Visualizzazione Layout di pagina

3.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

sulla barra di stato.

Per aggiungere un'intestazione o un pi di pagina, fare clic sulla casella di testo dell'intestazione o del pi di
pagina di sinistra, di destra o centrale nella parte superiore o inferiore della pagina del foglio di lavoro.

Per modificare un'intestazione o un pi di pagina, fare clic sulla relativa casella di testo nella parte superiore
o inferiore della pagina del foglio di lavoro che contiene il testo dell'intestazione o del pi di pagina e
selezionare il testo da modificare.

4.

Digitare il testo desiderato.

SUGGERIMENTO

Per tornare alla visualizzazione Normale, nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della

scheda Visualizza fare clic su Normale. inoltre possibile fare clic su Normale

sulla barra di stato.

NOTE

Per iniziare una nuova riga in una casella di testo dell'intestazione o del pi di pagina, premere INVIO.
Per eliminare una parte di un'intestazione o di un pi di pagina, selezionarla nella casella corrispondente e
premere CANC o BACKSPACE. anche possibile fare clic sul testo e premere BACKSPACE per eliminare i
caratteri precedenti.
Per includere una e commerciale (&) nel testo delle intestazioni e pi di pagina, immetterne due. Ad esempio, per
immettere in un'intestazione "Subappalti & servizi", digitare Subappalti && servizi.
Per chiudere le intestazioni o i pi di pagina, fare clic in un punto qualsiasi del foglio di lavoro o premere ESC.

Aggiungere o modificare il testo delle intestazioni o dei pi di pagina per


un grafico
1.

Fare clic sul foglio grafico o sul grafico incorporato al quale si desidera aggiungere intestazioni o pi di pagina o
che contiene intestazioni o pi di pagina da modificare.

2.

Nel gruppo Testo della scheda Inserisci fare clic su Intestazione e pi di pagina.

NOTA

Verr visualizzata la finestra di dialogo Imposta pagina.

3.

Fare clic sul pulsante Personalizza intestazione o Personalizza pi di pagina.

4.

Fare clic nella casella A sinistra, Al centro o A destra e quindi sui pulsanti per inserire le informazioni relative
all'intestazione o al pi di pagina da visualizzare nella sezione.

5.

Per aggiungere o modificare il testo dell'intestazione o del pi di pagina, digitare altro testo o modificare quello
esistente nella casella A sinistra, Al centro o A destra.

NOTE

Per iniziare una nuova riga in una casella di sezione, premere INVIO.
Per eliminare una parte di un'intestazione o di un pi di pagina, selezionarla nell'apposita casella e quindi premere
CANC o BACKSPACE. inoltre possibile fare clic nel testo e quindi premere BACKSPACE per eliminare i caratteri
precedenti.
Per includere una e commerciale (&) nel testo delle intestazioni e pi di pagina, immetterne due. Per immettere, ad
esempio, in un'intestazione "Subappalti & servizi", digitare Subappalti && servizi.
Per basare un'intestazione o un pi di pagina personalizzato su un tipo di intestazione o pi di pagina esistente,
selezionarne uno dalla casella Intestazione o Pi di pagina.

Aggiungere un'intestazione o un pi di pagina predefinito


Per i fogli di lavoro possibile utilizzare le intestazioni e i pi di pagina nella visualizzazione Layout di pagina. Per altri
tipi di fogli, ad esempio i fogli grafici o per i grafici incorporati , possibile utilizzare le intestazioni e i pi di pagina nella
finestra di dialogo Imposta pagina.

Aggiungere un'intestazione o un pi di pagina predefinito a un foglio di


lavoro nella visualizzazione Layout di pagina
1.

Fare clic all'interno del foglio di lavoro nel quale si desidera aggiungere un'intestazione o un pi di pagina
predefinito.

2.

Nel gruppo Testo della scheda Inserisci fare clic su Intestazione e pi di pagina.

NOTA

Il foglio di lavoro viene visualizzato automaticamente nella visualizzazione Layout di pagina. Per attivare

tale visualizzazione inoltre possibile fare clic su Visualizzazione Layout di pagina

3.

sulla barra di stato.

Fare clic sulla casella di testo dell'intestazione o del pi di pagina di sinistra, di destra o centrale nella parte
superiore o inferiore della pagina del foglio di lavoro.

SUGGERIMENTO

Facendo clic su una casella di testo si seleziona l'intestazione o il pi di pagina e si visualizzano

gli strumenti Intestazione e pi di pagina, cui si aggiunge la scheda Progettazione.

4.

Nel gruppo Intestazione e pi di pagina della scheda Progettazione fare clic su Intestazione o Pi di pagina e
quindi scegliere l'intestazione o il pi di pagina predefinito.

SUGGERIMENTO

Per tornare alla visualizzazione Normale, nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della

scheda Visualizza fare clic su Normale. inoltre possibile fare clic su Normale

sulla barra di stato.

Aggiungere un'intestazione o un pi di pagina predefinito a un grafico


1.

Fare clic sul foglio grafico o sul grafico incorporato al quale si desidera aggiungere un'intestazione o un pi di
pagina predefinito.

2.

Nel gruppo Testo della scheda Inserisci fare clic su Intestazione e pi di pagina.

NOTA

3.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Imposta pagina.

Fare clic sull'intestazione o sul pi di pagina predefinito nella casella Intestazione o Pi di pagina.

Inserire elementi specifici in un'intestazione o un pi di


pagina
Per i fogli di lavoro, possibile utilizzare intestazioni e pi di pagina nella visualizzazione Layout di pagina. Per altri tipi di
foglio, ad esempio i fogli grafici o per i grafici incorporati, possibile utilizzare le intestazioni e i pi di pagina nella
finestra di dialogo Imposta pagina.

Inserire elementi specifici di un'intestazione o un pi di pagina per un


foglio di lavoro
1.

Fare clic sul foglio di lavoro al quale si desidera aggiungere elementi specifici dell'intestazione o del pi di pagina.

2.

Nel gruppo Testo della scheda Inserisci fare clic su Intestazione e pi di pagina.

NOTA

Il foglio di lavoro viene visualizzato automaticamente nella visualizzazione Layout di pagina. Per attivare

tale visualizzazione inoltre possibile fare clic su Visualizzazione Layout di pagina

3.

sulla barra di stato.

Fare clic sulla casella di testo relativa all'intestazione o al pi di pagina di sinistra, di destra o centrale nella parte
superiore o inferiore della pagina del foglio di lavoro.

SUGGERIMENTO

Facendo clic su una casella di testo si seleziona l'intestazione o il pi di pagina e si visualizzano

gli strumenti Intestazione e pi di pagina, cui si aggiunge la scheda Progettazione.

4.

Nel gruppo Elementi intestazione e pi di pagina della scheda Progettazione fare clic sull'elemento desiderato.

SUGGERIMENTO

Per tornare alla visualizzazione Normale, nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della

scheda Visualizza fare clic su Normale. inoltre possibile fare clic su Normale

sulla barra di stato.

Inserire elementi specifici di un'intestazione o un pi di pagina per un


grafico
1.

Fare clic sul foglio grafico o sul grafico incorporato al quale si desidera aggiungere un'intestazione o un pi di
pagina predefinito.

2.

Nel gruppo Testo della scheda Inserisci fare clic su Intestazione e pi di pagina.

NOTA

Verr visualizzata la finestra di dialogo Imposta pagina.

3.

Fare clic sul pulsante Personalizza intestazione o Personalizza pi di pagina.

4.

Utilizzare i pulsanti della finestra di dialogo Intestazione o Pi di pagina per inserire elementi specifici
dell'intestazione e del pi di pagina.

SUGGERIMENTO

Quando si posiziona il puntatore del mouse su un pulsante, viene visualizzata una descrizione

comando con il nome dell'elemento inserito dal pulsante.

Scegliere le opzioni relative alle intestazioni e ai pi di pagina


Per i fogli di lavoro, possibile utilizzare intestazioni e pi di pagina nella visualizzazione Layout di pagina. Per altri tipi di
foglio, ad esempio i fogli grafici o per i grafici incorporati , possibile utilizzare le intestazioni e i pi di pagina nella
finestra di dialogo Imposta pagina.

Scegliere le opzioni relative alle intestazioni e ai pi di pagina per un foglio


di lavoro
1.

Fare clic sul foglio di lavoro per il quale si desidera scegliere le opzioni relative all'intestazione e al pi di pagina.

2.

Nel gruppo Testo della scheda Inserisci fare clic su Intestazione e pi di pagina.

NOTA

Il foglio di lavoro viene visualizzato automaticamente nella visualizzazione Layout di pagina. Per attivare

tale visualizzazione inoltre possibile fare clic su Visualizzazione Layout di pagina

sulla barra di stato.

3.

Fare clic sulla casella di testo relativa all'intestazione o al pi di pagina di sinistra, di destra o centrale nella parte
superiore o inferiore della pagina del foglio di lavoro.

SUGGERIMENTO

Facendo clic su una casella di testo si seleziona l'intestazione o il pi di pagina e si visualizzano

gli strumenti Intestazione e pi di pagina, cui si aggiunge la scheda Progettazione.

4.

Nel gruppo Opzioni della scheda Progettazione selezionare una o pi delle opzioni seguenti:

Per inserire un'intestazione o un pi di pagina differente per le pagine dispari in una pagina dispari e per le
pagine pari in una pagina pari, selezionare la casella di controllo Diversi per pagine pari e dispari.

Per rimuovere le intestazioni e i pi di pagina dalla prima pagina stampata, selezionare la casella di controllo
Diversi per la prima pagina.

Per utilizzare dimensioni e proporzioni dei caratteri uguali a quelli del foglio di lavoro, selezionare la casella
di controllo Adatta al documento. Per rendere le dimensioni e le proporzioni dei caratteri delle intestazioni o
dei pi di pagina indipendenti dalle proporzioni del foglio di lavoro in modo da ottenere una visualizzazione
coerente su pi pagine, deselezionare la casella di controllo.

Per assicurarsi che il margine dell'intestazione o del pi di pagina sia allineato ai margini di sinistra e di
destra del foglio di lavoro, selezionare la casella di controllo Allinea ai margini di pagina. Per impostare i
margini di sinistra e di destra delle intestazioni e dei pi di pagina su un valore specifico indipendente dai
margini di sinistra e destra del foglio di lavoro, deselezionare la casella di controllo.

SUGGERIMENTO

Per tornare alla visualizzazione Normale, nel gruppo Visualizzazioni cartella di lavoro della

scheda Visualizza fare clic su Normale. inoltre possibile fare clic su Normale

sulla barra di stato.

Scegliere le opzioni relative alle intestazioni e ai pi di pagina per un


grafico
1.

Fare clic sul foglio grafico o sul grafico incorporato al quale si desidera aggiungere un'intestazione o un pi di
pagina predefinito.

2.

Nel gruppo Testo della scheda Inserisci fare clic su Intestazione e pi di pagina.

NOTA

3.

Verr visualizzata la finestra di dialogo Imposta pagina.

Selezionare una o pi delle seguenti opzioni:

Per inserire un'intestazione o un pi di pagina differente per le pagine dispari in una pagina dispari e per le
pagine pari in una pagina pari, selezionare la casella di controllo Diversi per pagine pari e dispari.

Per rimuovere le intestazioni e i pi di pagina dalla prima pagina stampata, selezionare la casella di controllo
Diversi per la prima pagina.

Per utilizzare dimensioni e proporzioni dei caratteri uguali a quelli del foglio di lavoro, selezionare la casella
di controllo Adatta al documento. Per rendere le dimensioni e le proporzioni dei caratteri delle intestazioni o
dei pi di pagina indipendenti dalle proporzioni del foglio di lavoro in modo da ottenere una visualizzazione
coerente su pi pagine, deselezionare la casella di controllo.

Per assicurarsi che il margine dell'intestazione o del pi di pagina sia allineato ai margini di sinistra e di
destra del foglio di lavoro, selezionare la casella di controllo Allinea ai margini di pagina. Per impostare i
margini di sinistra e di destra delle intestazioni e dei pi di pagina su un valore specifico indipendente dai
margini di sinistra e destra del foglio di lavoro, deselezionare la casella di controllo.

Impostazione e opzioni
Visualizzare l'anteprima delle pagine del foglio di lavoro prima di stamparle
Stampare un foglio di lavoro o una cartella di lavoro
Stampare con orientamento orizzontale o verticale
Stampare le intestazioni o le etichette di riga e di colonna su tutte le pagine
Stampare con o senza le griglie delle celle
Stampare i commenti

Visualizzare l'anteprima delle pagine del foglio di


lavoro prima di stamparle
1.

Fare clic sul foglio di lavoro da visualizzare in anteprima prima di stamparlo.

2.

Fare clic sul pulsante con il logo di Microsoft Office

, quindi sulla freccia accanto a Stampa e infine su

Anteprima di stampa.

Scelta rapida da tastiera anche possibile premere CTRL+F2.

3.

Nella scheda Anteprima di stampa eseguire una o pi delle operazioni seguenti:

Per visualizzare l'anteprima della pagina precedente e successiva, nel gruppo Anteprima fare clic su
Pagina successiva e Pagina precedente.

Per visualizzare i margini della pagina, nel gruppo Anteprima della scheda selezionare la casella di
controllo Mostra margini.

Nella visualizzazione Anteprima di stampa verranno visualizzati i margini. Per apportare modifiche ai
margini, possibile trascinarli fino all'altezza e alla larghezza desiderate. inoltre possibile modificare la
larghezza delle colonne trascinando i quadratino di ridimensionamento nella parte superiore della pagina di
anteprima di stampa.

SUGGERIMENTO

Per modificare l'impostazione della pagina, nel gruppo Stampa della scheda Anteprima di stampa fare

clic su Imposta pagina e quindi selezionare le opzioni desiderate nella scheda Pagina, Margini, Intestaz./Pi di pag. o
Foglio della finestra di dialogo Imposta pagina.

Stampare un foglio di lavoro o una cartella di lavoro


possibile stampare cartelle di lavoro o fogli di lavoro interi o parziali, procedendo uno alla volta o per gruppi, nonch
scegliere di stampare solo una tabella Microsoft Office Excel se i dati da stampare sono contenuti in tale tabella.

inoltre possibile stampare una cartella di lavoro su un file anzich su una stampante. Questa operazione risulta utile
quando necessario stampare la cartella di lavoro su una stampante diversa da quella utilizzata originariamente per la
relativa stampa.

Stampare un foglio di lavoro o una cartella di lavoro


parzialmente o per intero
1.

2.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per stampare un foglio di lavoro parziale, fare clic su di esso e selezionare l'intervallo di dati da stampare.

Per stampare l'intero foglio di lavoro, fare clic su di esso per attivarlo.

Per stampare una cartella di lavoro, fare clic su uno dei fogli di lavoro in essa contenuti.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliere Stampa.

Scelta rapida da tastiera anche possibile premere CTRL+MAIUSC+F12.

3.

In Stampa selezionare l'opzione per stampare la selezione, il foglio o i fogli attivi o l'intera cartella di lavoro.

NOTA

Se un foglio di lavoro contiene un'area di stampa definita, verr stampata solo tale area. Se non si

desidera stampare un'area di stampa definita, selezionare la casella di controllo Ignora aree di stampa.

SUGGERIMENTO

Per stampare rapidamente o visualizzare un'anteprima prima di procedere alla stampa, fare clic sul

pulsante Microsoft Office


stampa.

, sulla freccia accanto a Stampa e quindi su Stampa immediata o Anteprima di

Stampare pi fogli di lavoro contemporaneamente


1.

Selezionare i fogli di lavoro da stampare.

Come selezionare pi fogli di lavoro


Per selezionare

Effettuare la seguente operazione

Un singolo foglio

Fare clic sulla scheda del foglio.

Se la scheda desiderata non viene visualizzata, utilizzare i pulsanti di scorrimento per visualizzarla, quindi
selezionarla.

Due o pi fogli
adiacenti

Fare clic sulla scheda relativa al primo foglio, quindi fare clic sulla scheda relativa all'ultimo foglio che si desidera
selezionare tenendo premuto MAIUSC.

Due o pi fogli
non adiacenti

Fare clic sulla scheda relativa al primo foglio, quindi fare clic sulle schede relative agli altri fogli che si desidera
selezionare tenendo premuto CTRL.

Tutti i fogli di una


cartella di lavoro

Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla scheda di un foglio, quindi scegliere Seleziona tutti i fogli dal
menu di scelta rapida (menu di scelta rapida: Menu che contiene un elenco di comandi relativi a un elemento
particolare. Per visualizzare un menu di scelta rapida, necessario fare clic con il pulsante destro del mouse su un
elemento o premere MAIUSC+F10.).

Suggerimento Quando sono selezionati pi fogli di lavoro, nella barra del titolo, nella parte superiore del foglio di
lavoro, viene visualizzato [Gruppo]. Per annullare una selezione di pi fogli di lavoro in una cartella di lavoro, fare
clic su un foglio di lavoro non selezionato. Se non sono visibili fogli non selezionati, fare clic con il pulsante destro
del mouse sulla scheda di un foglio selezionato, quindi scegliere Separa fogli dal menu di scelta rapida.

2.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliere Stampa.

Scelta rapida da tastiera anche possibile premere CTRL+MAIUSC+F12.

SUGGERIMENTO

Per stampare rapidamente o visualizzare un'anteprima prima di procedere alla stampa, fare clic sul

pulsante Microsoft Office


stampa.

, sulla freccia accanto a Stampa e quindi su Stampa immediata o Anteprima di

Stampare pi cartelle di lavoro contemporaneamente


necessario che i file di tutte le cartelle di lavoro che si desidera stampare si trovino nella stessa cartella.

1.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliere Apri.

Scelta rapida da tastiera anche possibile premere CTRL+F12.

2.

Fare clic sul nome di ciascuna cartella di lavoro che si desidera stampare tenendo premuto CTRL.

3.

Scegliere Strumenti nella finestra di dialogo Apri, quindi fare clic su Stampa.

Stampare una tabella Excel


1.

Fare clic su una cella all'interno della tabella per attivare la tabella.

2.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliere Stampa.

Scelta rapida da tastiera anche possibile premere CTRL+MAIUSC+F12.

3.

Nella casella Stampa selezionare Tabella.

Stampare una cartella di lavoro su file


1.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliere Stampa.

Scelta rapida da tastiera anche possibile premere CTRL+MAIUSC+F12.

2.

Nella casella Nome selezionare la stampante su cui si desidera stampare il file.

3.

Selezionare la casella di controllo Stampa su file e quindi scegliere OK.

4.

Nella casella Nome del file di output della finestra di dialogo Stampa su file digitare il nome da assegnare al file
di stampa.

NOTA

Se si stampa una cartella di lavoro su file al fine di utilizzare in seguito una stampante diversa da quella utilizzata

originariamente per stampare il documento, possibile che le interruzioni di pagina e la spaziatura dei caratteri vengano
modificate.

Stampare con orientamento orizzontale o verticale


possibile modificare l'orientamento di una pagina di un foglio di lavoro direttamente nel foglio di lavoro in modo da
visualizzarlo cos come verr stampato mentre si lavora oppure selezionare l'orientamento nella finestra di dialogo
Propriet stampante quando si pronti per la stampa.

Modificare l'orientamento dei fogli di lavoro mentre si lavora


1 .Selezionare il foglio o i fogli di lavoro per i quali si desidera modificare l'orientamento.

Come selezionare i fogli di lavoro


Per selezionare

Effettuare la seguente operazione

Un singolo foglio

Fare clic sulla scheda del foglio.

Se la scheda desiderata non viene visualizzata, utilizzare i pulsanti di


scorrimento per visualizzarla, quindi selezionarla.

Due o pi fogli
adiacenti

Fare clic sulla scheda relativa al primo foglio, quindi fare clic sulla scheda relativa all'ultimo foglio che si desidera
selezionare tenendo premuto MAIUSC.

Due o pi fogli
non adiacenti

Fare clic sulla scheda relativa al primo foglio, quindi fare clic sulle schede relative agli altri fogli che si desidera
selezionare tenendo premuto CTRL.

Tutti i fogli di una


cartella di lavoro

Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla scheda di un foglio, quindi scegliere Seleziona tutti i fogli dal
menu di scelta rapida (menu di scelta rapida: Menu che contiene un elenco di comandi relativi a un elemento
particolare. Per visualizzare un menu di scelta rapida, necessario fare clic con il pulsante destro del mouse su un
elemento o premere MAIUSC+F10.).

Suggerimento Quando sono selezionati pi fogli di lavoro, nella barra del titolo, nella parte superiore del foglio di
lavoro, viene visualizzato [Gruppo]. Per annullare una selezione di pi fogli di lavoro in una cartella di lavoro, fare
clic su un foglio di lavoro non selezionato.
2. Se non sono visibili fogli non selezionati, fare clic con il pulsante destro del mouse sulla scheda di un foglio
selezionato, quindi scegliere Separa fogli dal menu di scelta rapida.
Nel gruppo Imposta pagina della scheda Layout di pagina fare clic su Orientamento, quindi su Verticale o
Orizzontale.

Modificare l'orientamento nella finestra di dialogo


Propriet stampante
1.

Eseguire una delle operazioni seguenti:

Per stampare un foglio di lavoro parziale, fare clic su di esso e quindi selezionare l'intervallo di dati da
stampare.

2.

Per stampare l'intero foglio di lavoro, fare clic su di esso per attivarlo.

Per stampare una cartella di lavoro, fare clic su uno dei fogli di lavoro in essa contenuti.

Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliere Stampa.

Scelta rapida da tastiera anche possibile premere CTRL+MAIUSC+F12.

3.

In Stampante fare clic su Propriet.

4.

Nella casella Orientamento della scheda Layout fare clic su Verticale o Orizzontale.

NOTA

Il nome della scheda in cui sono visualizzate le opzioni di orientamento varia in base alla stampante in uso.

5.

Scegliere OK.

6.

Nella finestra di dialogo Stampa selezionare le eventuali altre opzioni desiderate e fare clic su OK.

Stampare le intestazioni o le etichette di riga e di


colonna su tutte le pagine
Per semplificare l'identificazione di righe e colonne in una stampa, possibile visualizzarne le intestazioni. Le
intestazioni di riga sono i numeri di riga alla sinistra di un foglio di lavoro, mentre le intestazioni di colonna sono le lettere
o i numeri visualizzati nella parte superiore delle colonne di un foglio di lavoro. inoltre possibile stampare etichette di
colonna o riga, o stampare le etichette come titoli di stampa, su ogni pagina specificando le righe e le colonne da ripetere
nella parte superiore o a sinistra di ogni pagina stampata.

Stampare le intestazioni di riga e colonna


1. Selezionare il foglio o i fogli di lavoro da stampare.
Come selezionare i fogli di lavoro
Per selezionare

Effettuare la seguente operazione

Un singolo foglio

Fare clic sulla scheda del foglio.

Se la scheda desiderata non viene visualizzata, utilizzare i pulsanti di


scorrimento per visualizzarla, quindi selezionarla.

Due o pi fogli
adiacenti

Fare clic sulla scheda relativa al primo foglio, quindi fare clic sulla scheda relativa all'ultimo foglio che si desidera
selezionare tenendo premuto MAIUSC.

Due o pi fogli
non adiacenti

Fare clic sulla scheda relativa al primo foglio, quindi fare clic sulle schede relative agli altri fogli che si desidera
selezionare tenendo premuto CTRL.

Tutti i fogli di una


cartella di lavoro

Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla scheda di un foglio, quindi scegliere Seleziona tutti i fogli dal
menu di scelta rapida (menu di scelta rapida: Menu che contiene un elenco di comandi relativi a un elemento
particolare. Per visualizzare un menu di scelta rapida, necessario fare clic con il pulsante destro del mouse su un
elemento o premere MAIUSC+F10.).

Suggerimento Quando sono selezionati pi fogli di lavoro, nella barra del titolo, nella parte superiore del foglio di
lavoro, viene visualizzato [Gruppo]. Per annullare una selezione di pi fogli di lavoro in una cartella di lavoro, fare
clic su un foglio di lavoro non selezionato. Se non sono visibili fogli non selezionati, fare clic con il pulsante destro
del mouse sulla scheda di un foglio selezionato, quindi scegliere Separa fogli dal menu di scelta rapida.
2. Nel gruppo Opzioni del foglio della scheda Layout di pagina selezionare la casella di controllo Stampa in
Intestazioni.

Stampare le etichette di riga e colonna su tutte le pagine


1. Selezionare il foglio o i fogli di lavoro da stampare.
Come selezionare i fogli di lavoro
Per selezionare

Effettuare la seguente operazione

Un singolo foglio

Fare clic sulla scheda del foglio.

Se la scheda desiderata non viene visualizzata, utilizzare i pulsanti di


scorrimento per visualizzarla, quindi selezionarla.

Due o pi fogli
adiacenti

Fare clic sulla scheda relativa al primo foglio, quindi fare clic sulla scheda relativa all'ultimo foglio che si desidera
selezionare tenendo premuto MAIUSC.

Due o pi fogli
non adiacenti

Fare clic sulla scheda relativa al primo foglio, quindi fare clic sulle schede relative agli altri fogli che si desidera
selezionare tenendo premuto CTRL.

Tutti i fogli di una


cartella di lavoro

Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla scheda di un foglio, quindi scegliere Seleziona tutti i fogli dal
menu di scelta rapida (menu di scelta rapida: Menu che contiene un elenco di comandi relativi a un elemento
particolare. Per visualizzare un menu di scelta rapida, necessario fare clic con il pulsante destro del mouse su un
elemento o premere MAIUSC+F10.).

Suggerimento Quando sono selezionati pi fogli di lavoro, nella barra del titolo, nella parte superiore del foglio di
lavoro, viene visualizzato [Gruppo]. Per annullare una selezione di pi fogli di lavoro in una cartella di lavoro, fare
clic su un foglio di lavoro non selezionato. Se non sono visibili fogli non selezionati, fare clic con il pulsante destro
del mouse sulla scheda di un foglio selezionato, quindi scegliere Separa fogli dal menu di scelta rapida.

2.Nel gruppo Imposta pagina della scheda Layout di pagina fare clic su Stampa titoli.

3.Nella scheda Foglio della finestra di dialogo Imposta pagina eseguire una o entrambe le operazioni seguenti:
Nella casella Righe da ripetere in alto digitare il riferimento delle righe contenenti le etichette di colonna. Nella
casella Colonne da ripetere a sinistra digitare il riferimento delle colonne contenenti le etichette di riga.
SUGGERIMENTO

inoltre possibile fare clic sul pulsante Comprimi finestra a destra delle caselle Righe da ripetere

in alto e Colonne da ripetere a sinistra e quindi selezionare le righe o le colonne contenenti i titoli da ripetere nel
foglio di lavoro. Al termine di tale operazione, fare di nuovo clic sul pulsante Comprimi finestra per tornare alla
finestra di dialogo.
4. Fare clic su Stampa.

Stampare con o senza le griglie delle celle


Per semplificare la lettura di una cartella di lavoro o di un foglio di lavoro stampato, possibile eseguirne la stampa con
le griglie visualizzate intorno alle celle.
1. Selezionare il foglio o i fogli di lavoro da stampare.
Come selezionare i fogli di lavoro
Per selezionare

Effettuare la seguente operazione

Un singolo foglio

Fare clic sulla scheda del foglio.

Se la scheda desiderata non viene visualizzata, utilizzare i pulsanti di scorrimento per visualizzarla, quindi
selezionarla.

Due o pi fogli
adiacenti

Fare clic sulla scheda relativa al primo foglio, quindi fare clic sulla scheda relativa all'ultimo foglio che si desidera
selezionare tenendo premuto MAIUSC.

Due o pi fogli
non adiacenti

Fare clic sulla scheda relativa al primo foglio, quindi fare clic sulle schede relative agli altri fogli che si desidera
selezionare tenendo premuto CTRL.

Tutti i fogli di una


cartella di lavoro

Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla scheda di un foglio, quindi scegliere Seleziona tutti i fogli dal
menu di scelta rapida (menu di scelta rapida: Menu che contiene un elenco di comandi relativi a un elemento
particolare. Per visualizzare un menu di scelta rapida, necessario fare clic con il pulsante destro del mouse su un
elemento o premere MAIUSC+F10.).

Suggerimento Quando sono selezionati pi fogli di lavoro, nella barra del titolo, nella parte superiore del foglio di
lavoro, viene visualizzato [Gruppo]. Per annullare una selezione di pi fogli di lavoro in una cartella di lavoro, fare
clic su un foglio di lavoro non selezionato. Se non sono visibili fogli non selezionati, fare clic con il pulsante destro
del mouse sulla scheda di un foglio selezionato, quindi scegliere Separa fogli dal menu di scelta rapida.
2. Nel gruppo Opzioni del foglio della scheda Layout di pagina selezionare la casella di controllo Stampa in
Griglie.

3.Fare clic sul pulsante Microsoft Office

e quindi scegliere Stampa.

Scelta rapida da tastiera anche possibile premere CTRL+MAIUSC+F12.


NOTA

La stampa dei fogli di lavoro sar pi rapida senza le griglie.

Stampare i commenti
Se il foglio di lavoro contiene commenti, possibile stamparli cos come sono visualizzati nel foglio oppure alla fine del
foglio.

1.

Fare clic sul foglio di lavoro contenente i commenti da stampare.

2.

Per stampare i commenti presenti nel foglio di lavoro, visualizzarli eseguendo una delle operazioni seguenti:

Per visualizzare un singolo commento, fare clic sulla cella che lo contiene e quindi nel gruppo Commenti
della scheda Revisione fare clic su Mostra/Nascondi commento.

SUGGERIMENTO

inoltre possibile fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cella e scegliere

Mostra/Nascondi commenti dal menu di scelta rapida.

Per visualizzare tutti i commenti, nel gruppo Commenti della scheda Revisione fare clic su Mostra tutti i
commenti.

SUGGERIMENTO

possibile spostare e ridimensionare i commenti sovrapposti.

Come spostare o ridimensionare i commenti

1.

Fare clic sul bordo della casella del commento per visualizzare i quadratini di
ridimensionamento (quadratino di ridimensionamento: Uno dei cerchietti o quadratini visualizzati in
corrispondenza degli angoli e dei lati di un oggetto selezionato. possibile trascinare questi quadratini
per modificare la dimensione dell'oggetto.).

2.

Eseguire una o entrambe le operazioni seguenti:

Per spostare il commento, trascinare il bordo della relativa casella.

Per modificare le dimensioni, trascinare i quadratini posti sui lati e sugli angoli della casella del
commento.

3.

Nella scheda Layout pagina, nel gruppo Imposta pagina fare clic sul pulsante di visualizzazione della finestra di
dialogo

accanto a Imposta pagina.

4.

Nella scheda Foglio, nella casella Commenti fare clic su Come visualizzato sul foglio o su Alla fine del foglio.

5.

Fare clic su Stampa.

SUGGERIMENTO

Per vedere come verranno stampati i commenti, possibile fare clic su Anteprima di stampa

prima di fare clic su Stampa.

Gestione dei file


Introduzione alle nuove estensioni di file e ai nuovi formati XML Office
Abilitazione del supporto per altri formati di file, come PDF e XPS
Organizzazione dell'accesso rapido tramite la barra Risorse personali
Salvataggio di un file
Selezione di file multipli
Ripristino di una cartella di lavoro danneggiata
Salvataggio di un file in formato PDF
Salvataggio di un file in formato XPS
Denominazione di file e allegati
Creazione di un nuovo file
Apertura di un file
Copia di un file
Ridenominazione di un file
Spostamento di un file
Eliminazione di un file
Visualizzazione o modifica delle propriet di un documento di Office
Creazione di una connessione a una cartella di rete condivisa
Impostazione o ridenominazione di una cartella di lavoro predefinita
Creazione di una nuova cartella
Personalizzazione dell'elenco ultimi file usati
Ritorno alla cartella, all'unit o al percorso Internet precedente

Introduzione alle nuove estensioni di file e ai nuovi


formati XML Office
In Microsoft Office System 2007 viene introdotto un nuovo formato di file basato su XML. Tale formato, denominato
Formati XML Microsoft Office aperti, si applica a Microsoft Office Word 2007, Microsoft Office Excel 2007 e Microsoft
Office PowerPoint 2007. In questo articolo vengono riepilogati i vantaggi principali del nuovo formato, vengono descritte
le nuove estensioni di file e viene illustrata la procedura per condividere i file di Office versione 2007 con utenti di
versioni precedenti di Office.

Vantaggi dei formati XML Office


Sono numerosi i vantaggi associati ai formati XML Office, non solo per gli sviluppatori e per le soluzioni da essi create,
ma anche per utenti e organizzazioni di qualsiasi dimensione:

Compressione dei file I file vengono automaticamente compressi fino a ridurne la dimensione del 75% in alcuni casi.
Per archiviare i documenti con i formati XML Office viene utilizzata la tecnologia di compressione zip, che assicura
potenziali risparmi in quanto riduce lo spazio su disco necessario per l'archiviazione dei file e riduce la larghezza di
banda necessaria per l'invio di file tramite posta elettronica, in rete e su Internet. Quando si apre un file, questo viene

automaticamente decompresso, mentre quando si salva viene automaticamente compresso di nuovo. Non quindi
necessario installare speciali utilit per la gestione di file zip per aprire e chiudere file in Office versione 2007.
Ripristino migliorato dei file danneggiati I file sono caratterizzati da una struttura modulare che mantiene separati
tra loro componenti di dati diversi. In tal modo possibile aprire i file anche se un componente all'interno del file, ad
esempio un grafico o una tabella, risulta danneggiato.
Rilevazione pi agevole di documenti contenenti macro I file salvati con il suffisso predefinito "x", ad esempio con
estensione docx e pptx, non possono contenere macro Visual Basic, Applications Edition (VBA) o controlli ActiveX e
pertanto non implicano i rischi di protezione associati a tali tipi di codice incorporato. Solo i file la cui estensione termina
con una "m", ad esempio docm e xlsm, possono contenere macro VBA e controlli ActiveX, che vengono archiviati in
una sezione distinta all'interno del file. Le diverse estensioni di file consentono di distinguere facilmente i file che
contengono macro da quelli che non le contengono e quindi consentono ai software antivirus di identificare facilmente i
file che contengono codice potenzialmente nocivo. Gli amministratori IT possono inoltre bloccare i documenti
contenenti macro o controlli indesiderati e pertanto rendere pi sicura l'apertura di documenti.
Maggiori garanzie di riservatezza e maggior controllo sulle informazioni personali I documenti possono essere
condivisi in modo riservato perch possibile identificare e rimuovere facilmente le informazioni che consentono di
identificare l'utente e quelle aziendali riservate, quali i nomi degli autori, i commenti, le revisioni e i percorsi di file,
tramite Controllo documento. Per informazioni dettagliate, vedere Rimozione di informazioni personali e dati nascosti
dai documenti di Office.
Miglior integrazione e interoperabilit dei dati business Utilizzando i formati XML Office come infrastruttura per
l'interoperabilit dei dati dell'insieme di prodotti Office versione 2007 sar possibil