Sei sulla pagina 1di 8

Universit degli studi di Enna

Scienze economiche e giuridiche


Economia e Direzione Aziendale
Anno accademico 2014/15

Kaizen Costing
A cura di:
Donatella Oriti
13021526
Docente: Vincenzo Fasone
Materia: Analisi dei costi

Kaizen costing: definizione

La parola giapponese KAIZEN, in


KAIZEN COSTING, si riferisce a un
accumulo continuo di piccole attivit
rivolte al miglioramento. Kaizen costing
infatti un processo di miglioramento
graduale e continuo, riferito al ciclo
produttivo, avente come obiettivo
principale la riduzione dei costi.
Trova un impiego diffuso sia per
quanto riguarda i prodotti esistenti, sia
quelli in fase di lancio.
Opera nella fase di produzione
(controllando e riducendo i costi
considerati dal Target costing).
Oggetto di attenzione del Kaizen il
processo produttivo, sul quale sono
avviate azioni ritenute utili per il suo
perfezionamento.
I suoi effetti si ripercuotono sul
processo e sul prodotto, tramite 3
azioni:

Semplificazione

Standardizzazione

Eliminazione
Degli
sprechi

il Kaizen Costing come fase


operativa del target costing

Nella fase di produzione, dunque, il kaizen costing definito come linsieme di attivit che,
partendo dal livello attuale dei costi, tende a ridurli al livello atteso, stabilito in sede di
pianificazione.
Dopo che il target viene sviluppato dal team di progettazione, contemporaneamente
alle specifiche tecniche del nuovo prodotto, concesso un periodo di training di 2-3
mesi, agli addetti esecutivi, sulle caratteristiche tecniche del nuovo prodotto e del
nuovo processo, per conoscere meglio le problematiche operative.
Le varie configurazioni del KAIZEN COSTING sono:

Kaizen Cost

Sustainment

Improvement

Improvement
committee

Cost sustainment: gli operatori devono raggiungere dei livelli di costo


uguali a quelli raggiunti nel periodo precedente.
Cost improvement: si ha quando risulta impossibile raggiungere il target
cost nei primi mesi di produzione.
Cost improvement committee: si forma nella fase di value engineering;
esso volto a riconsiderare il rapporto tra le funzioni del prodotto, delle
specifiche tecniche del progetto e del costo stesso.
Nellambito della fase di realizzazione dei beni o servizi, lanalisi dei costi
pu essere effettuata ricorrendo o al tradizionale sistema a costi standard, o
Tramite il Kaizen Costing.
OBIETTIVI DEL KAIZEN COSTING
Tende a ridurre i costi effettivi al di sotto del livello di quelli standard;
si stabilisce, di norma ogni mese, lobiettivo di riduzione dei costi, e ogni
anno, si predispone unattivit di miglioramento continuo;
Circa il problem-solving, occorre unanalisi sistematica ed estesa a tutta
lorganizzazione per identificare ed eliminare le cause alla radice del
problema, e conseguente diffusione della soluzione alle altre unit
organizzative;

maggiore responsabilizzazione del personale, rispetto il sistema a costi


standard, che diviene fonte di suggerimenti e soluzioni divulgate lungo le
linee di comunicazione sia dal basso verso lalto che orizzantolamente.

Configurazioni del kaizen

Kaizen Costing a livello di Processo


Produttivo o Kaizen ordinario
Kaizen Costing a livello di Prodotto o
Kaizen straordinario

Kaizen ordinario
Il Kaizen Costing a livello di processo una
metodologia dellanalisi dei costi
che garantisce controlli attendibili e
tempestivi, proponendosi obiettivi con
cadenza annuale, spalmati su base mensile e
correggendo i valori predefiniti.
Le fasi su cui si articola tale metodologia sono:

Bibliografia
di
riferimento
IMAI, KAIZEN
Kobayashi I., Le venti chiavi del Kaizen, Torino, Isedi, 1992
Collini Quagli, Target costing: caratteristitche operative e prassi
applicativa, a cura di Fametti G., Silvi R., lanalisi e la determinazione
dei costi nelleconomia delle aziende. Principi, metodi e strumenti , Torino,
Giappichelli, 1997
Sibilio Parri B., Vantaggio competitivo e nuove filosofie di costo

Interessi correlati