Sei sulla pagina 1di 1

Friedrich Wilhelm von Erdmannsdorf: Diario storico-artistico di un principe

in viaggio di istruzione per l’Italia tra il 1765 e il 1766.


[Titolo originale: Kunsthistorisches Journal einer fürstlichen Bildungsreise nach
Italien 1765/66. Berlin/München, Deutscher Kunstverlag, 2001]

Manoscritto francese tradotto, commentato e curato, da Ralf-Torsten Speler

p. 123

Otricoli

24 dicembre 1765.
Otricoli è un borgo poverissimo. Nelle vicinanze del paese si incontrano i ruderi di
Ocriculum, un’antica città dei falisci: un popolo guerriero, ma il primo a essere
soggiogato da Roma. Proseguendo oltre, sulla destra è visibile il Tevere, mentre sulla
sinistra, ma ancora parecchio distante, il monte di S. Oreste, chiamato un tempo
Soracte, del quale Orazio dice:
Vides ut alta stet nive candidum Soracte.
Al momento, non era innevato.

[Borghetto – Rignano – Roma]

24 dicembre 1765.
Prima di arrivare a Borghetto, si attraversa il Tevere. Nei pressi di Rignano si prende
la Via Flaminia, lungo la quale è situata qualche stazione di posta. L’intera provincia
è tenuta a maggese e appare spopolata: tutto sta a testimoniare l’esistenza di un
governo che poco si cura del bene comune, ma pure che le popolazioni locali, a causa
della propria sconfinata indolenza, non meritano probabilmente destino migliore.