Sei sulla pagina 1di 2
Dipartimento di DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE, INGEGNERIA ELETTRICA E MATEMATICA APPLICATA Anno

Dipartimento di DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA DELL'INFORMAZIONE, INGEGNERIA ELETTRICA E MATEMATICA APPLICATA Anno accademico 2014/2015

CALCOLATORI ELETTRONICI [ 0612700011 ]

Nessun partizionamento

Corso di studio INGEGNERIA INFORMATICA Ordinamento INGEGNERIA INFORMATICA Percorso COMUNE

Docenti: ANGELO MARCELLI

Numero ore: 60

Periodo: PRIMO SEMESTRE

Crediti: 6

Settori: ING-INF/05

Obiettivi formativi

IL CORSO PRESENTA I PRINCIPI FONDAMENTALI SUI QUALI SI BASA L’ORGANIZZAZIONE DI UN CALCOLATORE ELETTRONICO, GLI INDICI PER LA MISURA DELLE PRESTAZIONI E I CRITERI DI SCELTA TRA LE SOLUZIONI ARCHITETTURALI E FORNISCE I FONDAMENTI TEORICI E LE METODOLOGIE OPERATIVE PER LA SINTESI DEI CIRCUITI LOGICI UTILIZZATI PER L’IMPLEMENTAZIONE DEI COMPONENTI PREVISTI DALL’ARCHITETTURA. CAPACITÀ DI COMPRENSIONE COMPRENSIONE DELLA TERMINOLOGIA E DEI CONCETTI FONDAMENTALI UTILIZZATI NELL’AMBITO DELLE RETI LOGICHE, DELLE ARCHITETTURE DEI CALCOLATORI E DELLE METODOLOGIE DI DIMENSIONAMENTO E VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI DEI COMPONENTI DI UN CALCOLATORE ELETTRONICO. CONOSCENZA E CAPACITÀ DI COMPRENSIONE APPLICATE PROGETTARE A LIVELLO LOGICO COMPONENTI DELLE UNITA’ FONDAMENTALI DI UN CALCOLATORE ELETTRONICO, DIMENSIONARE E VALUTARE LE PRESTAZIONI DEI DIVERSI COMPONENTI, INTEGRARE PROGETTAZIONE HARDWARE E SOFTWARE AUTONOMIA DI GIUDIZIO SAPER INDIVIDUARE I METODI PIÙ APPROPRIATI PER IMPLEMENTARE E DIMENSIONARE LE DIVERSE UNITA’ DI UN CALCOLATORE ELETTRONICO E VALUTARE L’IMPATTO DI TALI SCELTE SULLE PRESTAZIONI ABILITÀ COMUNICATIVE SAPER DOCUMENTARE IL LAVORO SVOLTO IN FORMA SCRITTA CAPACITÀ DI APPRENDERE SAPER APPLICARE LE CONOSCENZE ACQUISITE A PROCESSORI DIVERSI DA QUELLI PRESENTATI DURANTE IL CORSO, ED APPROFONDIRE GLI ARGOMENTI TRATTATI USANDO TESTI E MATERIALI DIVERSI DA QUELLI PROPOSTI

Prerequisiti

FONDAMENTI DELL'ARCHITETTURA DI UN CALCOLATORE ELETTRONICO, MODELLI E LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE DI BASSO LIVELLO, FORMATO DELLE ISTRUZIONI, MODELLO DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI

Contenuti del corso

INTRODUZIONE AL CORSO (LEZIONI: 3H; ESERCITAZIONI: 0H) RICHIAMI DEI CONCETTI FONDAMENTALI: MODELLO DI VON NEWMANN, RAPPRESENTAZIONE DELLE INFORMAZIONI, ALGEBRA DEI CIRCUITI - ORGANIZZAZIONE DI UN CALCOLATORE ELETTRONICO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SALERNO - Via Giovanni Paolo II, 132 - 84084 FISCIANO

RETI LOGICHE (LEZIONI: 10H; ESERCITAZIONI/LABORATORIO 8H) FORMA NORMALE E MINIMIZZAZIONI DELLE FUNZIONI BOOLEANE RETI

RETI LOGICHE (LEZIONI: 10H; ESERCITAZIONI/LABORATORIO 8H) FORMA NORMALE E MINIMIZZAZIONI DELLE FUNZIONI BOOLEANE RETI COMBINATORIE - MACCHINE COMBINATORIE ELEMENTARI: MUX/DEMUX, CO/DEC - MODELLO DI MACCHINA SEQUENZIALE -

MINIMIZZAZIONE DELLE MACCHINE SEQUENZIALI - TEMPIFICAZIONE DELLE MACCHINE SEQUENZIALI - RETI SEQUENZIALI - MACCHINE SEQUENZIALI ELEMENTARI: FLIP-FLOP, CONTATORI, REGISTRI A

SCORRIMENTO

UNITA’ ARITMETICO-LOGICA

(LEZIONI: 3H; ESERCITAZIONI/LABORATORIO: 3H) ADDIZIONATORI, MOLTIPLICATORI, DIVISORI – OPERAZIONI IN VIRGOLA FISSA - SINTESI DELL'ALU

MEMORIA

(LEZIONI: 8H; ESERCITAZIONI/LABORATORIO: 6H)

ORGANIZZAZIONE DELLA MEMORIA E PARAMETRI CARATTERISTICI – TECNOLOGIE DELLE UNITA’ DI MEMORIA - OPERAZIONI DI LETTURA E SCRITTURA – GERARCHIA DI MEMORIA – CACHING E MEMORIA VIRTUALE: TRADUZIONE DEGLI INDIRIZZI

CPU

(LEZIONI: 8H; ESERCITAZIONI: 6H) DATAPATH – UNITA’ DI CONTROLLO MONOCICLO E MULTICICLO – ECCEZIONI

INGRESSO/USCITA

(LEZIONI: 3H; ESERCITAZIONI: 2H) MODELLO DI UNA UNITA’ DI INGRESSO/USCITA - SINCRONIZZAZIONE – INTERRUZIONI - DRIVER

Metodi didattici

L’INSEGNAMENTO CONTEMPLA LEZIONI TEORICHE, ESERCITAZIONI IN AULA ED ESERCITAZIONI

PRATICHE DI LABORATORIO. NELLE ESERCITAZIONI IN AULA GLI ALLIEVI DEVONO RISOLVERE ESERCIZI NUMERICI E PROGETTARE SEMPLICI UNITA’ FUNZIONALI, SOTTO LA GUIDA DEL DOCENTE. LE ATTIVITA’

DI LABORATORIO SONO DEDICATE ALL’USO DI SIMULATORI DI CIRCUITI LOGICI PER LA REALIZZAZIONE

DELLE UNITA’ FUNZIONALI.

Modalità di verifica dell'apprendimento

LA VALUTAZIONE DEL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI PREFISSATI AVVIENE MEDIANTE UNA PROVA

SCRITTA DELLA DURATA DI 3 ORE NEL CORSO DELLA QUALE E' CONSENTITO AGLI ALLIEVI

CONSULTARE LIBRI, APPUNTI ED ALTRO MATERIALE DA ESSI PREDISPOSTO. NON E' CONSENTITO L'USO

DI CALCOLATRICI, TABLET ED ALTRI DISPOSITIVI PER LA MEMORIZZAZIONE E/O ELABORAZIONE DI

INFORMAZIONI. LA PROVA CONSISTE DI 5 ESERCIZI, UNO PER OGNUNO DEGLI ARGOMENTI PRINCIPALI DEL CORSO, ALCUNI AD OGNUNO DEI QUALI E’ ASSEGNATO UN PUNTEGGIO VARIABILE TRA 4 E 10. IL PUNTEGGIO ASSEGNATO TIENE IN CONTO IL MODELLO DI RIFERIMENTO (25%), IL CONTENUTO (65%) E LA CHIAREZZA E COMPLETEZZA (10%) DELLA SOLUZIONE PROPOSTA. IL VOTO FINALE SI OTTIENE SOMMANDO I PUNTEGGI OTTENUTI NEI SINGOLI ESERCIZI.

Testi di riferimento

D.A. PATTERSON AND J.L. HENNESSY, STRUTTURA E PROGETTO DEI CALCOLATORI: L'INTERFACCIA HARDWARE/SOFTWARE, ZANICHELLI, 2A EDIZIONE

Altre informazioni

ULTERIORI MATERIALI DIDATTICI SONO DISPONIBILI SUL SITO DEL CORSO

Stampa del 17/04/2015

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SALERNO - Via Giovanni Paolo II, 132 - 84084 FISCIANO