Sei sulla pagina 1di 413

Kiswahili kwa Furaha

Corso di lingua swahili


Tutti conoscono la parola safari, ma pochi sanno che viene dalla lingua swahili e
significa "viaggio"; un'altra parola swahili entrata nel lessico italiano buana
("signore") e di recente simba ("leone"). Il swahili la lingua pi importante dell'Africa subsahariana, parlata come prima o seconda lingua da circa 30-40 milioni di
abitanti dell'Africa Orientale e Centrale, dal sud della Somalia al nord del Mozambico

e dall'Oceano Indiano al Fiume Congo. E la lingua nazionale della Tanzania e del


Kenya e vanta una ricca letteratura classica e moderna. Il presente corso della lingua swahili interamente basato sulla letteratura contemporanea: tutta la grammatica, eccetto le primissime unit, illustrata con esempi presi dagli autori swahili. Lo
studente si abituer fin dall'inizio ai testi letterari e gi prima di arrivare alla fine del
corso potr affrontare la lettura di una commedia o di un racconto breve senza grosse diKcolt. Il primo volume del corso affiancato dal volume secondo,
compren/
dente brani di conversazione e letture create ad hoc che vertono su vari aspetti della
vita quotidiana, articoli di giornale e numerosi esercizi per chi vuole acquisire la padronanza attiva della lingua.
r
Elena Bertonclnl Zubkov professoressa ordinaria della Lingua e letteratura swahill presso
l'Universit degli Studi "L'Orientale" di Napoli. Negli anni Novanta ha tenuto corsi di letteratura swahlll ln varie unlversit europee. I suoi ambiti di ricerca riguardano lo sviluppo della
letteratura swahili, la stilistica e l'analisi del discorso letterario, su cul a dato alle stampe numerosi articoli e monografie. Inoltre ha prodotto diversi manuali dl swahlll e altri supporti dldattici.

ISBN 978-88-548-2681-6

Volume in due tomi indivisibili


uro 50,00

9 7888S4 8268I6

E1ena Bertoncini Zbkov

Kiswahili kwa Furaha


Corso. di lingua sseahili
Tomo 1

INDICK

PREFAZIONE .

XIII

ABBREVIAZIONI
PREMESSA

XIX

INTRODUZIONE
Pronuncia
Alfabeto .
Vocali
Consonanti

Tabella delle consonanti


Aspirazione .
Accento. La divisione sillabica .
Alcune leggi fonetiche .

XXIII
XXIII
. XXIV
XXIV
XXVI
XXVI
XXVII
XXVIII

Ortografia

I UNIT
Le classi 1/2 e 7/8
Ordine delle parole
Verbi. Il marcatore verbale NA .
Il modo infinito .
Il marcatore verbale u
Avverbi
Il suffisso locativo -et .

Pronominali indipendenti
Il UNIT

Le classi 5 (sg.) e 6 (pL)

s
4
6
78
6

VI

Indice

Nominali dipendenti
Traducete

La prima ela seconda persona del verbo ..


Il marcatore verbale TA .
Il marcatore verbale ME

Le classi 3/4
La funzione del verbo "avere" .
Le classi locative 16 17 18
Classificatori oggetto
Imperativo affermativo

13
14
15
15
16
17
18
20
21
23

III UNIT
Le classi 9/10
Il connettivo dipendente
Possessivi
I possessivi nelle classi 9/10 .
Pilau ya nyama

Le classi 11 e 14
Il dimostrativo "questo"
Traducete

Il marcatore verbale A
Traducete

Pso dei possessivi invece dei pronomi indipendenti


Le preposizioni pi usate
I possessivi davanti ai nomi propri
Ninamtafuta Kamata .

25
27
28,~
29i

30
33
35
36
37
39
39
39
40
40

IV UNIT
Il marcatore negativo HA
HA con temi non verbali
HA con temi verbali

Tabella dei principali tempi negativi


La copula negativa
L'imperativo negativo

43
43
44
46
47
47

Indice

VII

"No" (avverbio negativo)

47
48
49
51
54
56

Possessivi contratti .
Traducete

Nomi e titoli
Saluti
Dialoghi

V UNIT
Il marcatore verbale Kl
Traducete .

Congiuntivo
Il congiuntivo negativo
Il congiuntivo consecutivo .
L'esortativo consecutivo .
Traducete .
Il quantificatore oTE
Temi verbali che trattengono il morfema KU .........

Verbi monosillabici nei principali tempi e modi ...


Traducete .

Il pluralizzatore N
t
L'imperativo irregolare ..............

Traducete .
Dt'aloghi

59
60
60
62
63
64
64
64
65
69
70
70
72
72
73

Vl UNIT
La O di riferimento
Il dimostrativo di riferimento
La O di riferimento con il connettivo NA
Ni ondoke Peponi?

La copula locativa
Kazirnoto aanguka baiskelini

Numerali
Calendario .
Ladata .

75
76
78
79
79
82
83
86
87

VIII

Xndice

Zawadi ....,....,....,.....
Hesabu

88
89
89

Rosa anunua viatu

VII UNIT
I verbi relativi .
8'aliozali wa

Il relativo come complemento oggetto ..................


Il relativo di luogo e di tempo
Traducete

93
95 '
95

96

97

Il relativo generale
Il relativo di maniera
Il relativo AIVIBATraducete .

La forma relativa del verbo "essere" (e "avere")


O OTE

Shida ya vyakula
La copula enfatica .
La O di riferimento con KWA e YA
Mume asiyefanya kazi
ICurudi duniani kwa umbo la paka , . . ................

97
99
100
101
102
105
105
107
110
111
111

VIII UNIT
Nominali dipendenti invariabili .
Classificatori come copula
Colori
Mimi ni nani7
Il classificatore oggetto riflessivo
Traducete.

113
113
115

117

Le estensioni verbali
Estensione AN (reciproca) ..............
.

Mawazo ya Eazimoto kuhusu ndoa

Estensione I (applicativa)
John P alker

119
120
121
121
123
123
129

Indice

Hatia ya Kazimoto

Estensione W (passiva)
Estensione applicativo passiva
Tegemea ameolewa

IX

130
130
131
135

IX UNIT

137
139
140

ENYE

PEKE con possessivi


Ulimwengu umegeuka

Kwisha come verbo servile .


k&ee Muhamedi anakwenda mjini . . ...

Estensione (I) V. (potenziale)


Nikifa
Estensione Y (causativa)
Mpenzi chini ya mvungu wa kitanda ..

Estensione U(contraria) .
Kutoelewana

140
142
143
148
148
154
156
158

X UNIT
INGINE O

Il marcatore verbale tcA .


Adui kambi ni

Hadithi ya Mafuru ....................................


I verbi composti
Il M.V. ME in funzione di participio passato ...
La negazione dei verbi composti .
P'atoto waliokufa .
I verbi composti con KwISHA ........................

Altre forme composte


L'uso impersonale della c1.9 .
Leo chakula hakiliki

161
162
165
166
167
169
170
172
173
174
177

179

Indice

XI UNIT
L'aspetto abituale HU

181
184
184
185

B wana Shaabaniadai deni lake


Rosa

Le classi 16, 17, 18


La funzionedi "esserci"
Dawa mbili

Le particelle locative nelle classi non locative ..


I locativi relativi al presente .
Schema riassuntivo delle varie forme ...............
Wahehe na D'amasai .

.
.

I relativi nelle classi locative


Altre preposizioni e avverbi locativi
Mtu aliyeumwa na mbwa

190
193
194
196
197
200
200
202
205

XII UNIT
Il modo condizionale
Il "consecutio temporum"
Mfalme Juha atunga shairi

207
210
213
213
217
218
219
221
221
222
223
224

Il M.v. perfettivo KA .
Malingumu

Raddoppiamento .
Dimostrativi raddoppiati
Tatizo

I giorni della settimana


Mguu wa mwanamke
Le ore

Il grafico del tempo .


Upelelezi wa Johny Botefo

228

XIII UNIT
Nomi di agenti
Kusafiri kwa basi mjini Dar es Salama .

Deverbativi a tema in O

233
237
239

Indice

XI

Deverbativi a tema in E
Deverbativi a tema in U
P'ezi stesheni

Attribuzione in A KIMkristoasiyeweza kuwaacha wake zake


Accrescitivi
Kinyago .

Diminutivi
Kitoto
8'atoto wawili .

256

La classe 12
Mke wake Ben amekufa

240
241
242
243
244
245
250
251
255
256
259

ghafla .

XIV UNIT
La classe .................................................

Il marcatore negativo TO
P'aji bu wa mwanamke
KILA con verbi relativi e con verbi in KI
Mke wa taj iri wake Hati bu

Verbi servili {compresi verbi modali)


Otley na Julie .
Il modo concessivo: IAI'O e NGA
L'aspetto persistente NGALI
Ewe sarahangi

La funzione del verbo "dovere"


Kuhamia kj ij ii cha uj amaa ,

263
264
266
270
272
282
284
285
288

289
292

XV UNIT
Ideofoni
Comparazione .
Verbi di divieto, impedimento e diniego
Wamewahiwa kabla hawaj awahi .

L'uso affermativo della particella SI


La particella {copula) invariabile NDIO/SIO ...

295
298
300
301
302
303

XII

Indice

Note supplementari sul verbo KUwA .


Kisa cha Nkorengwa kukataa shule .

.
.

Note supplementari sul congiuntivo


La concordanza dei N.I. appartenenti a classi diverse ...
Nota sull'intonazione
Mlezi wake Tumaini

Ordine delle parole e costruzioni particolari


Faida ya kutembea miguu uchi

Estensione AM (statica)
Estensione AT (contattiva o tenace)
Estensione A (durevole)
Estensione p (ingressiva o incoativa
)
Derivazione verbale .

304
306
308
310
311
313
314
325
327
328

328
328
329
333

Polisi wa Jeshi

XVI UNIT
Composizione.

337
342
347

Prestiti
Kizungu

Fasihi na lugha
Locuzioni idiomatiche

348

Zawadi ya kalamu .

366

350

Linguaggio sentenzioso
Mashoga ya Rehema .
TABELLE
I.e classi nominali .
Il verbo

368
375
379
380

BIBLIOGRAFIA
Opere letterarie ..
Grammatiche, dizionari e opere teoriche scelte .
.

381

385

PREFAZIONE
Il presente corso della lingua swahili interamente basato
sulla letteratura contemporanea: tutta la grammatica, eccetto le

primissime unit, illustrata con esempi e brani presi dagli


autori swahili. A nzi, l a s tessa grammatica scaturisce dalla
letteratura: infatti, in diversi punti si discosta dalle norme del
swahili standard (per esempio il m orfema perfettivo KA, la
classe 12 ecc.). L'ordine della presentazione degli argomenti
non casuale, ma rispecchia le esigenze dell'impostazione: per
poter usare brani autentici con un minimo di adattamento (che
consiste in qualche abbreviazione), ho dovuto introdurre prima
certi argomenti "difficili" come i locativi rispetto ad altri "facili"

come il condizionale.
Da ci che stato detto risulta che la parte pi importante
del volume sono gli esempi: la sezione grammaticale di fatto
solo la spiegazione degli esempi, che a loro volta mostrano l'uso
autentico della lingua da parte degli scrittori swahili. Gli esempi
non s i li m i t an o a d i ll u s trare u n d a t o g r a m m aticale, ma
presentano molti altri aspetti della lingua, anzitutto sintattici, che

non sono spiegati esplicitamente o verranno discussi pi tardi.


L'analisi accurata degli esempi quindi una parte indispensabile
dello studio. Lo studente si abituer cosi fin dall'inizio ai testi
letterari. e gi prima di a r rivare alla f ine del c orso potr
affrontare la lettura di una commedia o di un racconto senza
grosse difficolt.
Adottiamo quindi la metodologia della linguistica testuale,
ossia analisi del discorso, la quale s'ispira a testi scritti o a
registrazioni s u n a stro m a gnetico, evitando, per q u anto
possibile, la limitazione dei dati alle sole frasi isolate dal loro
contesto e spesso inventate artificialmente. Allo stesso modo si
evita di elaborare regole di grammatica fisse e valide nel cento
p er cento dei casi. Infatti, tali regole sono inutilizzabili per i l

linguista interessato al mutamento diacronico e alla variazione

xjv

Kiswahili kwa Furaha

sincronica della lingua. l L'analista del discorso cerca invece di


scoprire le regolarit presenti nei suoi dati e di descriverle in
2
termini d i n amici.
Non vogliamo dunque una grammatica

prescrittiva, ma descrittiva.

Indubbiamente il metodo tradizionale pi facile per gli


studenti: si trovano davanti a regole ferree, corroborate da pochi
ma appropriati esempi, in modo da acquisire solo certezze ma
queste certezze verranno messe in dubbio dal primo testo
"incensurato" che capiter loro d i l e ggere, o dalla prima

conversazione autentica.

Gi Carl Velten alla fine del secolo scorso diceva, nel


presentare i

t e sti s w ahili d a l u i r a c colti: Nei testi no n

ho

cambiato alcunch, ma ho trasmesso tutto come mi stato


raccontato, poich vogliamo imparare come l'africano parla, non
come dovrebbe parlare secondo la grammatica.3
Solo una lingua morta o artificiale si pu descrivere in
modo definitivo. Il swahili una lingua dinamica, in pieno
sviluppo, che si sta evolvendo a ritmo sostenuto non solo nel
lessico, ma anche nella grammatica. Possiamo solo tentare di
descrivere questo processo al momento attuale, dando qualche
cenno su possibili direzioni dello sviluppo futuro. Forse la
lingua che ne verrfuori non sar riconosciuta da nessuno come

la sua: non il swahili standard dei puristi, n il linguaggio


raffinato che usano gli intellettuali zanzibarini, e nemmeno una

lingua di comunicazione semplificata. C' un po ' d i t u t to,


perch non esiste una lingua letteraria swahili, ma vi sono tanti
liriguaggi quanti sono gli scrittori.
Il primo volume del corso affiancato dal secondo volume,
comprendente branidi conversazione e letture che vertono su
vari aspetti della vita quotidiana, articoli di giornale e numerosi
esercizi per chi vuole acquisire la padronanza attiva della lingua.
' Cfr. G.Brown e G.Yule, Analisi dei discorso, Il Mulino, Bologna, l986, p.36.
Ibid. p.37.
Mrchen and Erzalungen der Saaheli, Stuttgart-Berlin, 1898, p.XV: In den
Texten habe ich n i rgends Vernderungenvorgenommen, sondern alles so
wiedergegeben, wie es mir erzahlt wurde, da wir lernen wollen, wie der Afrikaner
spricht, nicht wie er der Grammatik nach sprechen sollte.

ABBREVIAZIONI
accr. accrescitivo
agg. aggettivo
Appl. applicativo
Ar. arabo
arc. arcaico
avv. avverbio

cfr. confronta
cl. classe
class. classificatore
coll. colloquiale
cong. congiunzione
Contatt. contattivo
Contr. contrario
Cs. caustivo

dim. diminutivo
dimostr. dimostrativo

di p. dipendente
dist. distinto
Dur. durevole
escl. esclamazione
est. estensore

Fr(an). francese
Gr. greco
id(eof). ideofono
ind. indicativo
Ind. indiano
Ing. inglese
int(er). interiezione
Intens. intensivo
interrog. interrogativo

XVI

Kiswahili kwa Furaha

intr. intransitivo

inv. invariabile
Lat. latino
lett. letteralmente
M.v. marcatoreverbale
iV.D. nominale dipendente
N.h nominale indipendente
nom. Nominale

ogg. oggetto
p. persona
pas. passato
Pas. passivo
P.D. pronominale dipendente
Per. persiano
i'.h pronominale indipendente
pl. plurale
Port. portoghese

poss. possessivo
Pot. potenziale

prep. preposizione
pres. presente

pron. pronome
Rec. reciproco
rif. riferimento
Rifl. riflessivo
sg.'. singolare
sogg. soggetto
Stat. statico

suff. suffisso
Ted. tedesco
tr, transitivo
us. usualmente, usato
vs. versus (contro)
Z. zanzibarino

Simboli icona
~~ attenzione
~ traducete

Q un argomento semplice
Q un argomento difficile {ma purtroppo hisogna affrontarlo)
Q potete fare a meno di leggere ci che segue {di solito riguarda
la grammatica storica)

PRKMESSA
Quargo vogliamo analizzare una lingua africana come il
swahili, dovremmo sgombrare la mente dal modo di pensare
indoeuropeistico e considerare la lingua per quello che , senza
cercare di "infilarla" nel codice usato per le lingue europee. E un
compito indubbiamente difficile e no i n o n p retendiamo di
esserci riusciti, ma solo di averci provato.
I l primo p asso per evidenziare questo nostro sforzo d i
usare il meno possibile la terminologia tradizionale, stando per
attenti affinch il discorso non diventi incomprensibile. Al posto

del nome o sostantivo parleremo del Nominale Indipendente


(N.I.); questo termine, usato dai bantuisti, mette in risalto il fatto

che esso non dipende da altre parti del discorso, ma viceversa,


da esso che dipendono molte altre parti del d iscorso. Gli
aggettivi q u alificativi s aranno i n vece chiamati No m inali
Dipendenti (N.D.) perch la loro forma dipende dal N.I. che essi
seguono; vi appartengono anche alcuni numerali.
U na categoria molto i m portante nelle l i ngue bantu (a c u i

appartiene il swahili) sono i c l assificatori, tradizionalmente


chiamati "prefissi di classe", che sono gli elementi fondamentali
della flessione. Ogni N.I, appartiene infatti ad una determinata
classe semantica, per es. la classe delle persone, quella delle
piante, quella degli oggetti o ancora quella degli astratti. Ogni
classe caratterizzata dai propri classificatori che di solito sono
di due tipi: quelli che si m ettono davanti al N.I. e al N.D.

classificatori nominali (class.N o c lass.nom), e q uelli c he


accompagnano i pronomi e i v e rbi cl a ssificatori verbopronominali (class.vP) o concordi. In origine ogni N.I. bantu
aveva un classificatore, ma oggi in swahili alcuni sono "spariti"
a causa di d eterminate leggi f onetiche, c osi certi N . I . s i
presentano con il classificatore zero.
~~ Continuiamo a usare il termine tradizionale di "classe", ma

facciamo presente che tra i bantuisti esso viene sempre pi


s pesso sostituito co n i l

t e r m in e " g enere", i l q u al e d i s o l i t o

XIX

Aistt ahili kwa furaha

riguarda una coppia di classi: singolare e plurale.


In swahili non vi una distinzione tra aggettivi e pronomi
quando si tratta, per esempio, di dimostrativi o p ossessivi:
a ppartengono tutti a l l a categoria dei p r o nomi, che noi
chiameremo Pronominali Dipendenti (F.D.) oppure parleremo
semplicemente di possessivi, dimostrativi, relativi e cosi via.
Tutte queste categorie, come abbiamo detto, prendono i class. VP

(concordi). I cosiddetti pronomi personali e alcuni interrogativi


che invece rimangono invariati, cio non prendono alcun
classificatore, fanno parte dei Pronominali Indipendenti (P.J.)
perch essi stessi influenzano, per esempio, la forma del verbo.
Il VERBO una categoria molto ricca nelle lingue bantu; esso
pu esprimere tempi, modi e aspetti con una precisione da noi

sconosciuta. Inoltre, per mezzo di vari estensori (suffissi) si pu


modificare il significato del verbo dandogli, per esempio, il
significato passivo, causativo o reciproco. A differenza delle
classi nominali che sono abbastanza simili (o per l o m eno
riconoscibili) in tutte le lingue bantu, i tempi, i modi ecc. dei
verbi sono diversi per ogni lingua. l Il verbo viene considerato
semi-dipendente perch generalmente, ma non sempre, dipende
dal soggetto (N.f. o P.l.).

I concordi usati con il verbo possono assumere la funzione


soggettiva oppure oggettiva (del c o mplemento oggetto o
complemento di termine), quindi li indicheremo rispettivamente
come classificatore soggetto (class.sogg.) e classificatore
oggetto (class.O o class.ogg.), ignorando la distinzione che si fa
in italiano tra i di versi complementi e tenendo presente che si

tratta in ogni caso del class.VP ("concorde").


I tempi e g l i a s petti del v erbo ven~ono indicati con
determinati prefissi (chiamati anche infissi), che chiameremo
Marcatori Verbali (M.V.), inclusi i p refissi negativi. I M .v.
1

Vi sono differenze notevoli in questo senso anche tra i dialetti swahili.


Ci rendiamo conto che sarebbe forse preferi
bile chiamare il class.O

"focalizzatore" o "segno focalizzante" come propone Dr. Maw (1976).


' Nella precedente terminologia italiana del Padre Merlo Pick "caratteristiche del
tempo".

Premessa

XXI

negativi si possono, o devono (secondo il caso), combinare con


certi M.v. del tempo (temporali), ma sono incompatibili con
altri.
Le categorie invariabili che non dipendono da altre categorie
n le influenzano come avverbi, preposizioni, congiunzioni e
inoltre esclamazioni e i deofoni
veng o n o i n dicate come
Invariabili (Inv.). Bisogna per tenere presente che molti
elementi, se non la maggioranza, nelle prime tre categorie
(avverbi, preposizioni e congiunzioni non di origine araba) sono
forme nominali o verbali pietrificate. Inoltre bisogna ricordarsi
che non vi una netta distinzione tra le varie categorie.

La grande maggioranza delle parole swahili basata sulle


radici verbali. Dalla stessa radice si possono formare numerose
parole per mezzo di classificatori (prefissi), estensori e suffissi.
Una parola puo avere pi di u n c l assificatore, estensore o
suffisso, ma un a sola radice (se non s i

t r a tta d i u n a p a rola

composta).
Prendiamo ad esempio la radice -KAT- con il significato base
"tagliare" :
ku-kat-a
tagliare
m-kat-a
chi taglia
m-kat-i
tagliatore
m-kat-o
taglio
m-kat-e
qualcosa di tagliato = pane
ecc.

-PIG- "colpire":

ku-pig-a

colpire

ku-pig-w-a
ku-pig-an-a
ku-pig-an-i-a
ku-pig-an-ish-a

essere colpito
combattere

combattereper qualcosa
far combattere

La somiglianza con l'inglese cur puramente casuale.

XXII

ICiswahili kwa furaha

m-pig-a
m-pig-an-a-ji
plg-o

ma-pig-an-o

chi colpisce
combattente

colpo
combattimento

ecc.
Esempi di analisi:

kupigania: ku class. pig rad.verb. an est. i est.


mpiganaji:m class. pigrad.verb. an est. a suff.
mkate: m class.
kat rad.verb. e suff.

a suff.
ji su ff.

Anche se le radici nominali (di certi N.I. e dei N.D. compresi


i numerali) sono in minoranza, alcune sono molto importanti,
per es. -TU e -TI:
m-tu
uomo
m-ti
albero
v va-tu
uom i n i mi-ti
alberi
ki-tu
oggetto
ki-ti
sedia
vi-tu
oggetti
vi-ti
sedie
u-tu
umanit
u-ti
spina dorsale
ji-tu
g igant e
ji-ti
grosso albero
ma-ji-tu gi g a nti
ma-ji-ti
grossi alberi
ki-ji-tu
ki-ji-ti
ometto
asticella
vi-ji-tu
ometti
vi-ji-ti
asticelle
1

Esempi di analisi:

k ijitu:
m ajiti:

ki cla s s. j i cl a ss.
ma cl a ss. ji class.

I nfine v i

tu radice nominale
ti radice nominale

s o n o radici p r o nominali

ch e tr o v i a m o nei

possessivi, dimostrativi, relativi (ossia pronomi di riferimento),


quantificativi (-ote "tutti", -o-ote "qualsiasi") e nei connettivi (-a
connettivo d i p endente e na conn e ttivo indipendente).

I NTRODU X ION E
Pronuncia. Alfabeto. Vocali. Consonanti, Aspirazione. Accento.
Divisione sillabica. Alcune leggi fonetiche. Ortografia.

Pronuncia
Lo scopo principale di questo libro di insegnarvi a leggere
e comprendere testi letterari swahili, ma poich non si tratta di

una lingua morta come, per esempio, l'antico egiziano, bisogna


saperla anche pronunciare. Per essere una lingua africana, il
swahili estremamente facile in questo senso: non tonale e
non contiene suoni "strani".

L 'errore principale di u n o straniero che c omincia ad


imparare una qualsiasi lingua di portarsi dietro le sue abitudini
linguistiche. Cosi un inglese non riesce a ridurre il numero delle

vocali, un russo e un ungherese a pronunciare le vocali accentate


(o lunghe) alla stessa maniera delle non accentate (o brevi), un
francese a non nasalizzarle, un tedesco tende a confondere
alcune consonanti sorde e sonore, ecc. Per quanto riguarda un
italiano alle prese con il swahili, i suoi difetti maggiori sono di
"mangiarsi" la H, di sonorizzare la S, di "inasprire" la Z e di
dimenticare che la Y diversa sia dalla 1 che dalla J.

Alfabeto
L'alfabeto .swahili ha 5 v o cali e 2 5 c o nsonanti che si
compitano in E /a//be//ce/... eccetto /dha//gho/ /ng'o/:
A B CH D DH E F G GH H I J K L M N NG' NY O P R S SH
T TH U V W Y Z .

XXIII

XXIV

Kiswahiti kwa furaha

Vocali

alte
medie
bassa

Si pronunciano pi o meno come in i taliano. Le vocali


doppie valgono per due, non per una lunga:
pa
ze
hii
ko
kuu
Consonanti

S sempresorda; la sua controparte sonora Z .


H si deve pronunciare chiaramente perch distingue, per es.,
un verbo negativo da quello affermativo:
ana h a
hana
non ha
CH e SH si p ronunciano all'inglese, cio rispettivamente
come /C/ in "citt" e /SC/ in "sci".
G sempre dura: shilingi
sce l l i no
W e Y si p r o nunciano pure all'inglese. Si tratta di due
semivocali: spesso sono varianti di U e I d avanti ad un'altra
vocale, ma non hanno esse stesse un valore vocalico, cio non
contano per una sillaba.
NY si pronuncia come /GN/ italiano.
J si pronuncia all'inglese, cio come /GV in "gi", solo dopo
la N:
njia
strada
(due sillabe) ;
altrimenti assomiglia al suono siciliano in "figlio": si articola
contro il palato duro, nello stesso luogo e allo stesso modo dello
/GN/ italiano, ma solo nella cavit orale:
jambo
ci ao
NG' una nasale velare,cio si pronuncia come /G/, ma

"attraverso il naso".
TH, DH e GH appaiono solo nei prestiti arabi; le prime due

Introduzione

s i p r onunciano

c o m e / T H / ing l ese s o rd a e

XXV

son o r a

r ispettivamente, e l ' u l t im a approssimativamente come un a R

francese molto aspra. I parlanti dell'entroterra, meno influenzati


dall'arabo, sostituiscono TH con S o T, DH con Z o D e GH con
G.
KH, non usata nell'ortografia standardizzata, appare come
una variante di H in alcuni nomi e altri prestiti arabi:
Khamis/ Hamisi nome proprio
B, D, G, le o c c lusive sonore, sono implosive, cio si
pronunciano inspirando l'aria, tranne dopo le nasali. (Se non ci
riuscite, non vi preoccupate, vi farete capire bene lo stesso.)
T e D non sono dentali come in italiano, ma alveolari, cio si
articolano dietro i denti. Anche questo fatto ha poca importanza
nel swahili standard, invece ne ha molta nei dialetti del Kenya
settentrionale (dove esistono due T: dentale e alveolare).
Le nasali M e N possono avere anche un valore sillabico.

N sillabica nella posizione iniziale davanti a una radice


monosillabica:
nchi paese(due sillabe)
M invece pu essere sillabica sia in posizione iniziale che in
quella intermedia delle parole di qualsiasi lunghezza:
mtto
b ambi n o
mlete
port a g li
ha~m'ui
non l o conosce
Nella scrittura swahili le nasali sillabiche non sono marcate.
Noi le indichiamo qui all'inizio con la sottolineatura, e la sede
dell'accento principale con un accento acuto.

XXVI

Kiswahiti kwa furaha

Tabella delle consonanti


bilabiali

labiodentali

dentali

alveolari

postalveolari

occlusive
sorde

CH

occlusive
sonore'

(n) J

fricative
sorde

TH

fricative
sonore

DH

palatali

(KH)

SH

GH

nasali

NY

liquide e
semivocali

velari

NG'

Aspirazione
Le occlusive sordi P T CH K p os s on o e ssere aspirate.
L'aspirazione non viene marcata n nella scrittura araba n in
quella latina e non vi si pone rilievo nell'educazione linguistica.

La pronuncia dei suoni aspirati varia da una zona all'altra e


l'instabilit aumenta con l a

c r escente influenza dei n umerosi

parlanti per i quali il swahili non la lingua madre e che non


riescono a distinguere le parole aspirate da quelle non aspirate.
Esistono infatti poche dozzine di coppie di unit lessicali con
significati d i v ersi c h e s i di s t i nguono solo pe r m e z zo
dell'aspirazione,
paa
kaa
implosive

tetto

carbone

p aa
k aa

gazzella
granchio

glottidali

Introduzione

XXVII

chhungu fo r m ica
chungu
pen t o la
Esiste pure il contrasto fra i nomi appartenenti alla classe
9/10 e i loro accrescitivi:
p"aka
g atto
un grosso gatto
paka
Eppure nemmeno in questi casi la pronuncia delle occlusive
sorde sempre uniforme. Pare piuttosto che vi sia una tendenza
g enerale di collegare l'aspirazione con l ' accento e con l a
2
posizione iniziale.
Cl

No t a s torica: L' a s pirazione subentrata al posto di una N

sparita:

muntu > mt u

uomo, persona

kintu > kithu


cosa, oggetto
-onte > -ot he
tutti
Poich il classificatore nominale N- della c1.9/10 sparito
davanti alle consonanti sorde e quindi anche davanti a P T
CH K, si spiega perch dovrebbero pronunciarsi aspirati i
N.I. de11a c1.9/10 inizianti con queste consonanti (come
phaa, khaa ecc.), ma non quelle di altre classi dove non
c'era una N originaria.

Accento. La divisione sillabica.


Come abbiamo detto, il swahili, a differenza della maggior
parte delle lingue bantu, non una lingua a toni. L'accento,
accompagnato dalla maggior durata e dal tono pi alto, ha la
sede regolare sulla penultima sillaba:
mi
c itt
m jini
i n citt
~
nilete
port a mi nile t eni po r t atemi
Solo alcune parole di origine araba presentano l'accento sulla
terzultima, per esempio:
lzima
bi so g na kadh l ikaallo stesso modo
L'accento distingue
Cfr. E.C.Polom: Swahiii Language Handbootr, Center for Applied Linguistics,
Washington D.C., 1967, pp. 39-41.
Bisogna pronunciare distintamente le due E.

XXVIII

Kiswahili kwa furaha

barbara esattamenteda ba r a b ra st rada maestra.


Alcuni elementi come il connettivo dipendente, la copula e
simili non sono accentati, appartenendo foneticamente alla
parola seguente;
nyma ya-nguruwe
carne di maiale
yye ni-Mwafrika
egli africano.
L'accento unisce pure sintagmi autonomi, permettendoci di
distinguere, per esempio,
wafnya kzi l avorano d
a wafa n y a-kzi
lavoratori.
Le SILLABE s ono aperte, cio f i n i s cono di s o l i to i n u n a

vocale: n-nda (vai!). La nasale infatti rimane "attaccata" alla


consonantesuccessiva, e la W alla consonante precedente:
Ru-ta-yi-si-ngwa
nome d i uno scrittore
Ricordiamo che le vocali doppie si pronunciano separate
(ma non staccate). Lo stesso vale per gli apparenti dittonghi e
trittonghi nelle parole di origine bantu:
EU:
u geu z i
cambiamento
UA:
k uj ua
sapere, conoscere
OEA:
k uz o a
abituarsi
UIO:
zul o
ostacolo

e anche per la maggior parte dei dittonghi nei prestiti arabi:


AU:
AI:

s auti
l aini

voce

morbido

Alcune leggi fonetiche


Accenniamo. qui ad a lcune leggi generali che saranno
discusse pi avanti.
La nasale N sparita davanti a tutte le consonanti sorde,
quindi nelle parole swahili non troveremo le combinazioni come
NS, NT ecc., eccetto quando si tratta del classificatore nom. N

(c1.9/10) davanti ad un tema monosillabico . La N di q uesto


1 temi monosillabici si comportano in un modo speciale, per es. quei verbali

lntroduzione

XXIX

classificatore omorganica, cio si adatta alla consonante


seguente (come i n ita l i ano, p e r e s ., co n + p resenza
compresenza) :
n+vua > m v ua
p ioggi a .
Quando due vocali si trovano a contatto, spesso avviene la
contrazione:

A+A
A+E
A+O
A+I

=A
=E

=O
=E

I e U davanti alla vocale iniziale del morfema seguente si


devocalizzano rispettivamente in Y e W, ma non sempre, e in
alcuni casi spariscono del tutto.
Il classificatore Iu della c1.7 appare di solito come cII, cio si

palatalizza, davanti ai temi nominali comincianti per vocale,


tranne davanti a I dove rimane invariato.

Il classificatore nominale della cl.l (M/Mw) e quello della


2.p.pl. (pure (M/MW) possono apparire nella forma originale MU:
mwungano
opp. mu ungano federazione
mwamshe
opp. mu a mshe sve g l i a lo
mmesikia
opp. mumesikia avete sentito
Altre regole f onetiche saranno discusse nel p aragrafo
seguente che molto importante per la lettura dei testi.
i~ No n

v i p r e o c c upate se t u tt o

c i vi

sem b r a a d e s so

incomprensibile,,capirete pi tardi .

richiedono la presenza del morfema tcv, segno delrinfinito, anche in certe forme
finite.

Kiswahili kwa furaha

Ortografia
Sebbene la standardizzazione del swahili risalga agli anni
1930, l'ortografia che si trova nei testi letterari non uniforme;
ci pu causare qualche difficolt allo studente che non sempre
trova la parola cercata sotto quella forma nel dizionario.

Una d e l l e di f f i c olt cau s a ta dalla f r e quente


intercambiabilit tra R e L. Vi sono molti doppioni, come
kuteremka / kutelemka
scendere
kaptura / kap(u)tula
pantaloncini corti
Alcuni scrittori (che nella loro lingua o nel loro dialetto hanno

solo una di queste consonanti) confondono R e L perfino nei


prestiti arabi e inglesi. Anche se si tratta di errori, segnaliamo
qualche esempio affinch possiate riconoscerli.
kukabiri an z ich kuka b i li affrontare
kudla
kudra
poter e divino
roli
lori
I ng. ca m i o n
L una consonante debole che talvolta scompare:

kugaragara / kugaagaa
roto l a rsi per terra
Anche H
una consonante debole che scompare
nell'imitazione della parlata popolare.
Nei dialoghi che vogliono im itare fedelmente la pronuncia
colloquiale, il prefisso NI- della l.p.sg. si rende come N-:
nna
anzich
nina
ho
Cfr. anche mme
anzich
m um e
mari to

W e Y n e l l 'ortografia standardizzata hanno una precisa


funzione grammaticale (per es. W il segno del passivo), ma
molti scrittori le usano, rispecchiando la pronuncia, per evitare
lo iato:
kutowa
anz i ch k uto a
tirare fuori
Ma pu succedereanche ilcontrario:
nae
anzich
n aye
con lui

Introduzione

Vi la tendenza di adattare i prestiti stranieri alle leggi


fonetiche swahili, pe r e sempio aggiungendo delle v o cali
"aggiuntive" alle sillabe chiuse per renderle aperte:
glasi
o pp.
gil asi
b icchi e r e
maskini o p p .
masikini po v ero
Ma succede anche ilcontrario:
baisikeli op p .
baiske l i
muziki
opp.
mziki

bici c l etta
m usic a

Un altro tipo d i a dattamento l a s onorizzazione delle


consonanti sorde dopo una nasale.
mkahawa opp.
mgahawa caff, ristorante
benki
o pp .
b engi
banca
blanketi op p .
blange t i cop e r ta
Le consonanti doppie dei prestiti arabi si rendono di solito
nel swahili moderno come semplici, tranne poche eccezioni
(come Allah e i suoi composti):
Alhamdulilahi / Alhamdulillah si a lodato Dio
La forma dei prestiti varia anche in altri modi:
kabeji
o pp
kebichi
Ing. ca volo
chapeo
o pp .
shepeo
Port . cappello
Vi sono pure alcune parole bantu con varianti "anomale":
opp.
k iza
buio
giza
kushtuka opp.
kustuk a tras a lire
Anche la divisione delle parole pu costituire un problema,
ma di solito non impedisce la comprensione. Spesso si tratta di

temi raddoppiati:
pole pole opp.
wazi wazi opp.

polepo l e co ncalma
waziwazi

ch i a ramente.

Ripetiamo che la nasale omorganica sparita davanti alle consonanti sorde nelle
parole bantu.

Come consultare un dizionario s~vahili. Le prime nozioni sulle classi


nominali. Cl. l/2, cl. 7/8. Dimostrativo -LE. Copula NL Ordine delle
parole. Tempo presente xA. Tempo passato Lt. Infinito affermativo.
Classificatori Kt e vt con la funzione avverbiale. Il suffisso -Nt locativo (preliminare). Pronominali indipendenti.

Le classi1/2 e 7/8
Se uno straniero volesse tradurre una semplice proposizione

italiana, per esempio 1 miei bambini leggono, senza conoscere


una parola di italiano, con un po' di buona volont potrebbe trovare nel vocabolario se non le forme esatte, almeno delle forme
simili. Invece se prendiamo la proposizione corrispondente swahili
W A T O TO W A N G U W A N A S O M A

non troveremo nemmeno una parola sotto la W. Bisogna cercare

mtoto ( wa-, 1/2) b


-angu (poss.) m

-soma(v.)

ambi n o
io
leggere, studiare

Allo stesso modo


Questi libri sono belli:
ibro
quello
(copula invariabile)
bello

VITABU VILE NI VIZURI

kitabu (vi- 7/8) l

-le (dim.)
ni

-zuri (agg.)

Mentre in gran parte delle lingue europee la flessione riguarda la desinenza,cio per esprimere la persona, il numero ecc.
cambia la parte finale della parole, nelle lingue bantu cambia
l'inizio della parola: i cosiddetti classificatori (prefissi che indicano il genere nei nomi e negli aggettivi, il soggetto e il numero
nei verbi) e i marcatori verbali (infissi che indicano il tempo
e/o l'aspetto) si mettono davanti alla radice o al tema della parola.

Kiswahili kwa furaha

Nei dizionari swahili l e p arole sono di s o lito ordinate


secondo i temi ossia le radicali (cio le radici con la desinenza),
eccetto i n o minali i ndipendenti (i s ostantivi) che vengono
elencati nella loro forma completa al singolare.
Le classi nominali, cosi caratteristiche per le lingue bantu,
sono numerate in un modo analogo in tutte le lingue bantu;
questo modo basato sulla numerazione dell'africanista tedesco
Carl Meinhof.Le classi vengono spesso accoppiate per duesingolare eplurale in modo da formare un genere.
Osservate la classe 2 che indica il plurale di esseri viventi; il

suo classificatore WA (W- davanti a una vocale) :


wa-toto w-angu wa-na-soma i miei bambini leggono/ studiano
wa-toto wa-le ni wa-zuri
quei b ambini sono belli
NA i l m a r catore verbale con l a f u n zione del p resente
affermativo (ne parleremo pi avanti in questa Unit).
La classe8 indica anzitutto il plurale di oggetti inanimati e
ha il classificatore vt (V Y- davanti a una vocale eccetto I):
vi-tabu vi-le ni vi-zuri
quei libri sono belli
vi-tabu vy-angu vi-na-anguka
i miei libri stanno cadendo
kitabu (libro) un prestito arabo, ma si comporta come una
parola bantu;
-anguka cadere.
Kt il classificatore della classe 7 che generalmente, ma
non esclusivamente, la classe di oggetti inanimati al singolare. Il
p refisso corrispondente della v ariante v Y-, c io K Y- , f u
palatalizzata in cH- in tutti i dialetti swahili (con poche eccezioni
come quello dell'Isola di Pemba):
ki-tabu ki-le ni ki-zuri
quel libro bello
ki-tabu ch-angu ki-na-anguka il mio libro sta cadendo

I, Unit

c1.7 KV CHc 1.8 VV V Y -

La classe 1 esseri umani al singolare ha tutta una serie di


classificatori:
1
M per sostantivi e aggettivi qualificativi ( Mw- davanti a un a

vocale)
A

c o m e classificatore soggetto (ossia prefisso soggettivo del

verbo)
w per i possessivi
YU per i dimostrativi
m-toto yu-le ni m-zuri
m-toto w-angu a-na-soma

quel b a m bino bello


il m io bambino legge/ studia

Cl No ta storica:A, W e YU hanno un'origine comune: il classificatore


originale U si scisse in YU e in W (cio U davanti a una vocale), e
fu sostituito da A davanti ai verbi.

~c1.1 M/ M W -

A , W , YU

~ c1.2 WA / W -

W A /W -

' che chiameremo, rispettivamente, nominali indipendenti (w.t.) e nominali dipendenti (w.n.)

Kiswahili kwa furaha

Alcuni /v.J. utili delle classi //2 e 7/8:


mtu (wa-, 1/2) uomo, persona
kitu (vi-, 7/8) cosa, oggetto
mzee (wa-, 1/2) anziano, vecchio; padre (pl. anche: genitori)
mgeni (wa-, 1/2) ospite, straniero
mkulima (wa-, 1/2) contadino
mke (wa-, 1/2) moglie
mume (waume, l/2) marito
mwanamke (wanawake, 1/2) donna
mwanamume (wanaume, 1/2) uomo, maschio
mwana (wana, 1/2) figlio, figlia
mwalimu (walimu, waalimu, 1/2) insegnante, maestro
mwanafunzi (wa-, 1/2) studente, allievo
kijana (vi-, 7/8) giovanotto [animato: accordi nella c1.1/2!]
kiti (vi-, 7/8) sedia
kijiji (vi-, 7/8) villaggio
chumba (vyumba, 7/8) stanza
chakula (vyakula, 7/8) cibo
Mwafrika (Waafrika, 1/2) un Africano
Mswahili (wa-, l/2) un Swahili
Kiswahili 7 la lingua swahili
Tutti i nomi di lingue si formano in questo modo, cio nella
c1.7, con il prefisso la: Kiingereza l'inglese, Kifaransa il francese, Kiitaliani l'italiano.

Ordine delle parole


L'ordine delle parole in una proposizione swahili fondamentalmente simile a quello italiano: il soggetto precede il verbo
e i complementi lo seguono. Bisogna per ricordare che tutti i
nominali dipendenti e i pronominali dipendenti (dimostrativi,
possessivi, ecc.) seguono i1 nome da cui dipendono (soggetivo o
no), con pochissime eccezioni.

Watoto wangu wanasoma Kiswahili.


I miei bambini studiano il swahili.
Waswahili ni watu wazuri.
I swahili sono gente simpatica.
Inoltre i l s w ahili no n c ambia l ' o rdine delle parole nelle
domande, esprimendole solo con l'intonazione o per mezzo di
pronomi interrogativi, posti di solito alla fine della proposizione.
Kiswahili ni kizuri?
La lingua swahili bella?
Kitabu kile kinaanguka wapi? Dove sta cadendo quel libro?
Mwanamke yule anasoma nini?Che cosa legge quella donna?
nini? che cosa? (solo interrogativo)
wapi? dove?
~~ Notate che il swahili non ha articoli n generi grammaticali.

Verbi. Il
marcatore verbale NA
Osservate le due f o rme verbali, wa -na-soma e vi - naanguka. Tra il classificatore soggetto (prefisso soggettivo) e il
tema (-soma, -anguka) c' il ma rcatore verbaleNA con la
funzione del tempo presente affermativo. Nelle grammatiche
swahili esso di solito contrapposto a un altro tempo presente
con il mod. verb. A ("presente attuale" il p r imo, "presente
semplice" il secondo), ma i parlanti e gli scrittori swahili non
fanno alcuna differenza tra questi due tempi.
Alcuni verbi utili;

-andika scrivere
-chukua prendere, portare
-fanya fare
-fika arrivare
-jua sapere, conoscere
-kaa stare, abitare; sedere

-ona vedere
-pata ottenere
-sema dire, parlare

-sikia sentire
-taka volere; stare per (fare)
-weza potere, essere capace

Kiswahili kwa furaha

Il modo infinito
L'infinito prende il clas. KU:
kuweza potere
kuandi k ascrivere
Watu wale wanataka kusema.
Quelle persone vogliono parlare.
Vitu vile vinataka kuanguka.
Quelle cosestanno per cadere.

L'infinito usato anche al posto del secondo verbo coniugato se


entrambi i verbi sono nello stesso tempo e modo.
Watoto wanaandika na kusoma.
I bambini scrivono e leggono.
Watoto waliandika na kusoma.
I bambini scrissero e lessero.

Il marcatore verbale Lt
LI e 11 M.v. (marcatore verbale) con la funzione del passato

affermativo; in italiano si traduce, secondo il caso, con il passato remoto o prossimo, eventualmente con l'imperfetto.
Mwalimu alichukua kiti changu. H maestro prese la mia sedia.
Mwana wangu alianguka. Mi o f iglio cadde/ caduto (ieri).
Altri esempi ;

Wanawake wale walijua.


Quelle donne sapevano.
Wazee wale wanasema Kiswahili.
Quegli anziani parlano swahili.
Wanajua kuandika?
Sanno scrivere?
Wanajua kidogo.
(Lo) sanno un po'
kidogo avv. (un) poco
-dogo agg. piccolo
mtoto mdogo
un bambino piccolo
kijiji kidogo
un villaggio piccolo, un piccolo villaggio
anasema kidogo
parl a poco

I. Unit

Avverbi
Gli avverbi si f o rmano dai N.D. (nominali dipendenti) con
l'aiuto del clas. Ia della c1.7 (somiglianza) e quello della c1.8, vI
(maniera); KI pi usato, ma VI appare in alcune parole molto
frequenti:
vizuri
bene
vyema, vema
bene
vibaya
male

Mzee yulealianguka vibaya. Quel vecchio cadde malamente.


Mwanamume yule anasema Kiswahili vizuri.
Quell'uomo parla bene swahili.
Kijana yule ni mgeni wangu. Quel giovane mio ospite.
Wageni walifika kijijini.
Gli ospiti/stranieri sono arrivati nel villaggio/in un villaggio.

Il suffisso locativo -NI


Pu essere aggiunto a gran parte dei N.I. per esprimere le relazioni locative, espresse in italiano con le preposizioni "in",
"a", "da" ecc. Cosi kijijini pu significare "nel villaggio", "al
villaggio" e "dal villaggio", secondo il contesto. Come vedremo
nella prossima Unit, il N.I. con il suffisso locativo -NI cambia la

sua classe.
~ Per il momento bisogna evitare di suffissare -/vt a un XI. accompagnato da un aggettivo (N.D. o P.D.).

Kiswahili ~ a f uraha

Pronominali indipendenti
ossia i pronomi personali si usano pressappoco come in italiano,
cio solo per enfasi:
1.p.sg.
mimi (m i , mie, miye)
io
2.p.sg.
wew e ( w e , weye, ewe)
tu
3.p.sg.
y eye
egli, ella
1.p.pl.
ss
ii
(sie, siye)
noi
2.p.pl.
niny i (n y i nyi, nyie, nyiye)voi
3.p.pl.
wao
essi, esse
Con il connettivo indipendente(congiunzione e preposizione) na si usa solo la seconda parte del pron. ind.
sg. nami
(e io, conm e) p
l.
nasi
nawe
nanyi
naye
nao
Esempi:

Yeye ni mwalimu, sisi ni wanafunzi.


Egli un insegnante, noi siamo studenti.
Mimi nawe ni Waitaliana, nao ni Wafaransa.
Io e te siamo italiani, ed essi sono francesi.
Wazee walifika nanyi.
Gli anziani arrivarono con voi.

Cl.5/6. La d i fferenza tra i c l ass. nominali e i c o ncordi verbopronominali. Nominali dipendenti. La l ' e la 2' persona del verbo.
Marcatori verbali TA e ME. C1.3/4. N.l. deverbativi in -E e in - O.
Funzione di "avere" (preliminare ). Classi locative 16, 17, 18. "Avere" nelle classi locative: pana, kuna, mna. Classificatori oggetto.
Imperativo affermativo.

Le classi5 (sg.) e 6 (pl.)


La maggior parte dei Nominali lndipendenti della c1.5 si presenta senza alcun classificatore (prefisso) nominale:
jina
nome
neno parola
j ua s ole
Per questo motivo vi affluiscono molte parole di origine straniera, come

gazetigiornale
sh ati
camicia shamba c a m p o
Anche i Nominali Dipendenti (che, ricordiamo, portano lo stesso
classificatore dei N.I.) sono in gran parte senza prefisso:
jina zuri
un bel nome
neno baya
una brutta parola
il giornale principale
gazeti kuu
shamba kubwa
un grande campo
jua kali
il sole forte'
Al plurale, cio in c1.6, il class. nominale MA:
majina mazuri
bei nomi
maneno mabaya
brutte parole

magazetimakuu

(i) giornali principali

mashamba makubwa

gra n di campi

Il prefisso nom. originale della c1.5, II (o I-) si trova solo davanti a un numero esiguo di temi monosillabici (JI) o davanti ad

alcuni (ma non tutti!) temi inizianti per vocale (I-):


ji-cho (p l .macho)
o cchi o
' L'aggettivo -kali si traduce in vari modi: (oggetto) tagliente, (uomo) severo, (animale) feroce, (sole) forte, (febbre) alta, ecc.

10

Kiswahili kwa furaha

ji-we
j-ino
j-iko
j-ambo

(pl. mawe)
(pl. meno)
(pl. meko)
(pl. mambo)

pietra
dente
cucina

affare, cosa

Come abbiamo visto, il prefisso della c1.6 si fonde con la


vocale iniziale del t ema: M A+E=ME, M A + I = M E , M A + A = M A ,
(MA+O =MO )

ji-pya (mapya)

j-eusi (meusi)
j-eupe (meupe)
j-ororo {mororo)

nuovo
nero

bianco
sofftce

Tuttavia, gran parte dei temi inizianti per vocale non prende

alcun classificatore al sg. e MA al pl.: ua (maua) fiore.


Considerate perci i N.I. che prendono il prefisso in c1.5
come eccezioni imparandoli a memoria.
Naturalmente un N.I. senza prefisso si pu combinare con un
N.D. con il prefisso e viceversa:
jicho kubwa (macho makubwa)
shati jeupe (mashati meupe)
neno jipya (maneno mapya)
Il concorde verbo-pronominale (ciass.vi') LV L- (c1.5)
YA/ Y- (c1.6); ricordiamo che questo class. si usa davanti ai

possessivi, dimostrativi e verbi:


Jina langu ni Maria. Il mio nome Maria. (Mi chiamo M.)
Shamba lile ni langu. Quel campo mio.
Gazeti langu lilianguka kitini.
Il mio giornale caduto dalla sedia.
Plurale:

Majina yetu ni Maria na Anna.


Mashamba yale niyangu.
Magazeti yangu yalianguka kitini.

La stessafusione avviene con i prefissi wA (cl.2) e t w (c1.16).

11

c lass.N
~ class.VP

c1 . 5 JV J - o zero c l . 6 M A / M cl .5

LI/ L -

c1.6 YA/ Y-

La funzione originale di queste classi era quella di indicare


una coppia di cose, come parti del corpo che vanno in coppia:
jicho (macho) occhio
siki o orecchio
goti
ginocchio begaspalla
inoltre parti costituenti di alberi e cespugli:

ua
fiore
j ani fogl i a ; (pl.anche) erba
tunda
frutto
chungwa arancia
nanasi Per. an a nas dafu no ce di cocco (con il latte)
Vi appartengono anche altri oggetti disparati (ricorrenti in quantit):
yai
uovo
wingu
n uvol a
zappa
ziwa
lago
jembe
termini di parentela, titoli e professioni (alcuni di origine stra-

niera):
shangazi
bwana
rais Ar.
boi Ing.
daktari Ing.

zia
fundi
signore
bib i Per.Ind.
Presi d e ntewaziri Ar.
servitore menejaIng.
do ttore
balo z iAr.
padre Port.
p re t e
sista Ing.
polisi Ing.
poli z i o tto sh etaniAr.
altri prestiti stranieri:
duka Ar. n
egoz i o sok oAr.
swali Ar.
doman d a jib u Ar.
gazeti Ing.
gior n ale sha m baFr.
taifa Ar.
nazione
kab i l aAr.
dirisha Per. fi n e stra gau n iIng.
gari Ind.
carro, vettura, auto

artigiano, tecnico

s ign o r a
ministro

manager,
ambasciatore
suora
d iavol o
mercato
risposta
campo
trib
vestito da donna

molti deverbativi, cio nomi derivati da verbi (per lo pi in -o ):


p arla r e
neno
parola, fatto da - nena
sonlo
lezione
da -som a
st udia r e , leggere

]2

Kiswahili /cwa furaha

pigo

c olpo

da -piga

onyesho
ombi

a tto, scena

d a -onyesha mostrare

p reghiera

da - o m b a

colpir e
preg a r e

Molti deverbativi sono usati quasi esclusivamente al plurale,


cio nella c1.6:
mazungumzo conversazione:-zungumza conversare
maendeleo progresso: -endelea progredire,
continuare
Solo nella c1.6 si trovano parole che esprimono un'idea di totalit, come nomi di liquidi e altri N.I. di massa:
maji
acqua
maziw a l att e
mafuta olio, grasso
mate
saliva
e certi nomi astratti di origine araba:
maisha vita
mauti

mort e

mali
beni , ricchezza/emahari
dote
Questi nomi della c1.6 hanno quindi una sola forma per il sg. e il

pl.
maisha marefu
mafuta mapya
mahari yangu

vita lunga/ vite lunghe


olio nuovo (e pl.)
la mia dote (")

Ricordiamo che i N.l. di esseri viventi richiedono i concordi nelle cl.l/2:


bwana mkubwa (pl.
mabwana wakubwa) gran signore, capo
Meneja yule ni Mwafrika. (Mameneja wale ni Waafrika.)
Quel dirigente africano.
Yule waziri mpya alifika jana. (%ale mawaziri wapya walifika jana.)
Quel nuovo ministro arrivato ieri.
Come vedremo pi tardi, nelle c1.5/6 si formano gli accrescitivi:
toto (matoto) bimbone
ji -t u ( majitu) gigante, omone
Vi si pu aggiungere un valore spregiativo; cosi, degradando
3

Omonimo di mazi walaghi.


Non ha un significato figurato ("le doti intelletuali")!

13

una persona (mtu) in c1.5 (jitu), in un certo senso le si toglie la


dignit umana. In questo caso anche gli (ex) umani prendono i
concordi nella c1.5/6 (invece di l/2):
jitu lile
quell ' o m accione, quel mostro
Al contrario,
questa classe sipu usare per dare una maggiore
importanza ai N.I. di altre classi inanimate (specialmente 9/10).
Ci avviene spesso nel gergo sportivo. Cosi, quando una squadra qualsiasi vince una coppa, si parla di kikombe (7/8), ma
quando si tratta della "nostra" squadra, si vince kombe (5/6).
~~ Ricordate:

Jina lako (ni) nani? Come ti chiami? (Lett. Chi il tuo nome?)
nani? pron. interr. chi
-ako poss. tuo

Nominali dipendenti
Il numero dei N.D. comunemente usati pi uttosto limitato.

Molti di essi sono prestiti arabi che non prendono alcun classificatore. I pi importanti N.D. usati con i classificatori sono i seguenti:

-baya cattivo
-bovu guasto, brutto
-chache poco, pochi
-dogo piccolo
-ekundu rosso
-ema buono
-embamba stretto, fine
-epesi leggero, svelto, facile
-erevu furbo
-eupe bianco
-eusi nero
-fupi corto, breve, basso
-geni straniero, strano

-gumu duro, solido


-ingi numeroso; molti

14

Kiswahili kwa furaha

-ingine altro; alcuni


-kali acuto, tagliente, severo
-kavu secco, asciutto
-kubwa grande
-kuu grande, importante, principale
-nene grosso, robusto
-nono grasso (di animali)
-ororo soffice, tenero

-ovu maligno
-pana largo
-pya nuovo (monosillabico!)
-refu alto, lungo, profondo
-tamu dolce, saporito, piacevole
-tupu vuoto, ptuo, vano
-zee vecchio
-zima intero, sano; vivo; adulto

-zito pesante, difficile


Alla categoria dei N.D. appartengono anche i numerali da 1 a
Se8:
-moja uno
-nne quattro
-ngapi?
qu a n ti?
-wili due
-tano cinque
-tatu tre

~ Traducete:
Juha:
Bakari:

Juha:
Bakari:

-nane otto

Jina lako nanV


Bakari, bwana, Bakari.
"Bwana Bakari?"
Sio "bwana". Bakari.

sio, siyo avv.neg. non

(Topan 1971:25)

II.Unit

15

La prima e laseconda persona del verbo


Finora abbiamo considerato solo la terza persona dei verbi,

l'unica esistente per i N.I. inanimati e quindi per la maggior parte


delle classi. Solo i N.I. delle cl.l/2 ossia gli uomini possono infatti parlare di se stessi o rivolgersi ad un altro.
class. sogg. l.p.sg.
NIUclass. sogg. 2.p.sg.
TUclass. sogg. l.p.pl.
class. sogg. 2.p.pl.
M- (MU-, MW-)
Tutto il paradigma come segue:
ninasoma
legg o
tunaso m a
unasoma
legg i
m nasom a
anasoma
l egge
wanasoma

leggiamo
leggete
leggono

Il marcatore verbale TA

Ha la funzione del futuro:


l.p.sg. ni taangukacadr
2.p.sg. ut aanguka
3.p.cl. l ataanguka
c1.5 litaanguka
c1.7 kitaanguka

pl.

tutaanguka
mtaanguka
pl.
pl. wataanguka
c1.6 yataanguka
c1.8 vitaanguka

Wageni watafika kesho.


Wageni walifIka jana.
Wageni wamefika leo.

Gli o s pitiarriveranno domani


Gli os p i t iarrivarono ieri.
Gli os p i tisono arrivati oggi.

kesho domani

leo oggi

jana ieri

16

Kiswahili kwa furaha

Il marcatoreverbale ME
Esprime il completamento di un'azione e/o lo stato risultan-

te, ci che di solito nelle grammatiche di lingue europee viene


chiamato "perfetto" e considerato piuttosto un aspetto che un
tempo verbale. Infatti, il termine "perfetto" si riferisce a una situazione passata che ha un'attinenza con il presente, per es. il risultato presente di un evento passato.6
Tenendolo presenteforse capiremo meglio perch i verbi
statici (che cio esprimono uno stato) usano il M.V. ME per indicare lo stato presente, mentre con il M.V. NA gli stessi verbi non
sono pi statici, ma dinamici, in quanto esprimono un processo:
nimechoka sono stanco
vs. ni n a chokami sto stancando
nimesimama sto in piedi
vs.
nin a s imama mi s to alzando
amelala
dor m e, giace vs, an a l ala si d i s tende
-choka essere stanco, stancarsi
-simama stare in piedi, alzarsi in piedi
-lala dormire; giacere, essere disteso, distendersi
I verbi dinamici con il M.V. ME si traducono in italiano con
il passato prossimo:
ume f i ka sei arrivato
Altri verbi utili:

-acha lasciare
-fanya kazi lavorare
-ingia entrare
-ita chiamare
-penda amare, piacere
-pita passare
-shika tenere, afferrare
-tafuta cercare
-tazama guardare
5

Cfr. E.O.Ashton, Swahili Grammar (tncluding Intonation), Longmans, London

1944, p.37.
Cfr. B.Comrie, Aspect. Cambridge University Press, 1976, p.12.

Il. Unit

17

-tia mettere (in, dentro)


-toa togliere, tirar fuori
-toka uscire; provenire
-tosha bastare

-vaa indossare
Altri esempi :

nimeingia sono entrato


tumeita abbiamo chiamato
umevaa
ind o ssi
mmetafuta avetecercato
amekaa
s e duto/ ha abitato wameshika hanno afferrato

Le classi 3/4
Queste classi contengono esseri non-autonomi, viventi ma
non umani:

spiriti:
mungu (pl. miungu) dio
mzimu (mi-) spirito
piante e alberi, inclusi alcuni oggetti fatti di essi:
mnazi (mi-) palma di cocco
mti (miti)
a lbe r o
mchungwa (mi-) arancio
mbuyu (mi-) baobab
mpira (mi-) c a ucci (pianta)" mmea (mi-) pianta
elementi e fenomeni naturali:
moto (mioto)
fuoco
moshi (sg.) f
umo
mto (mito)
f i ume
m lima (m i -)
monta g n a
mwitu (miitu)
fores t a
mwez i ( miezi) lun a , mese
mwangaza ( mi-) l uc e
mchana (sg.) g ior n ata
alcune parti animate del corpo e il corpo stesso:

mkono (mi-) mano, braccio

mg uu(mi-) piede, gamba

moyo (mioyo)
cuore
mkia (mi-) coda
mwili (miili)
corpo
mdomo (mi-) labbro, bocca
pochi prestiti:
msaada (mi-) a
i uto
muda (sg.) Ar. pe r iodo
alcune parole la cui appartenenza non si spiega facilmente:
citt
mlango ( mi-) p ort a
mji (mi-)
' Anche: elastico, gomma, palla (di gomma), gioco del pallone.

18

Kiswahili kwa furaha

mwaka (miaka)

anno
persone che agiscono come strumenti di una potenza pi alta:
mtume (mitume) me ssaggero, apostolo; Profeta
Quest'ultimo N.f. derivato dal tema verbale -tuma (mandare).
Il suffisso -v. esprime passivit: i deverbativi in -E indicano la
persona o l'oggetto che subisce un'azione:
mkate (mi-) pane, pagnotta (qualcosa tagliato): -kata tagliare
Pi frequenti sono i deverbativi in -o; questo suffisso indica il
risultato di un'azione:

mchezo (mi-) gioco, sport da - c h eza


mwanzo
i nizio
-anza
mkutano
incon t ro
-kutana
"

giocare, suonare
iniziare
incontrarsi

class.Ncl.3

M - / M W - (davanti a una vocale)

class.VP

c1.3

c lass.Nc1.4

M I - /M Y -

class. VP

c1.4

Mti mzuri ule umeanguka.


Miti mizuri ile imeanguka.

U-/ W- "

I-/ Y-

Quel bell'albero caduto.

(pl.)

La funzione del verbo "avere"


in swahili espressa come "essere con" cio dal verbo kuwa
(essere) e dal connettivo indipendente (congiunzione e preposizione) na (e, con). Al presente indicativo, tuttavia, il verbo
kuwa e stremamente raro; al suo posto si usa la copula invariabile ni o i concordi verbo-pronominali con o senza la -o locativa 9.

o meglio, dalla radice verbale -tumCfr. VI. Unit.

II.Unit

19

La funzione del verbo "avere" al presente indicativo svolta


dai class. soggetto uniti al connettivo indipendente na (non al
M.V. NA! ):

(mji)
(yai)
(kiti)

nina
una
ana
una
lina
kina

ho
hai
ha

(miji)
(mayai)
"

(viti)

tuna

abbiamo

mna

avete

wana
ina
yana
vina

hanno

Ricordateche questeforme non si comportano come verbi


per quanto riguardo il class. oggetto, i relativi ecc.
Espressioni utili :

nina njaa
nina baridi
nina usingizi
nina bahati

h o fa m e
ho f reddo
ho sonno
ho fortuna

nina kiu
nina joto
nina haraka

ho sete

h ocald o
ho fr e t ta

Altri esempi :

Chumba changu kina mwangaza mwingi.


La mia stanza ha molta luce.

Mwanamke yule ana mkono mwepesi.


Quella donna ha la mano leggera.
Umenunua mikate michache.
Hai comprato pochi pani.
Niliona mbuyu mrefu sana.
Vidi un baobab rnolto alto.
Mwezi mmoja umepita.
E pas sato un mese.
Mtoto wangu ana miaka minne.
Il mio bambino ha quattro anni.
Tutatazama mji mzima.
Gua r d eremo tuttaa lcitt.
Ninatafuta mnazi mfupi.
Cerco una palma di cocco bassa.
M iguu yangu ni mizito.
Le mi e gambe sono
pesanti.
Vyumba viwili vina milango myeupe.
Due stanze hanno le porte bianche.

20

Kiswahili kwa furaha

Msichana yule amevaa gauni jipya.


Quella ragazza indossa un vestito nuovo.
-nunua comprare

Le classi locative 16 - 17 18
Quando aggiungiamo il suffisso locativo -NI a un N.I., questo
N.I. entra in una categoria speciale di classi locative: invece dei
class. vP della sua classe di origine richiede, con i Pronominali
Dipendenti e con i verbi, i concordi PA-, KU- o MU-.
~~ Ricordiamo che i N.D. non vanno usati con i N.t. locativi.
U Nota storica. In altre lingue bantu i class. locativi PA (c1.16),
KU (c1.17) e MU (c1.18) sono messi davanti o al posto del classificatore "normale" e anche il concorde in questa c1asse locativa. In swahili i class.nom. locativi devono essere spariti
molto tempo fa perch non hanno lasciato tracce nei N.I. contemporanei, essendo stati sostituiti dal suffisso locativo -NI.
~c 1.16 PA-/P-

un luogo definito o vicino, stato in luogo

~c 1.17 KU-/ Kw-

" indefinito o lontano, moto in luogo

~c 1.18 MU-/Mw-

" dentro

mjini pale
mjini kule
mjini mle

in quella citt (non molto lontana)


in quella citt lontana
dentro quella citt

L'unico nome "originale" in una classe locativa il prestito


arabo "posto, luogo": mahali (anche pahali o pahala) in c1.16,
e solo con questo N I. locativo possiamo usare i N.D.

mahali pazuri

un be l p osto

Adesso esaminiamo il "verbo avere" nelle classi locative.


pana, kuna, mna.

21

Confrontate:
Mji ule una watu wengi. Quella citt ha molti abitanti (gente).
Kijiji kile kina watu wengi.
Quel villaggio
Mahali pale pana watu wengi. Quel posto
Mjini pale pana watu wengi.
In-quella-citt "ha" (= ci sono) molti abitanti.
Kijijini pale pana watu wengi. In - q uel-villaggio " =( " )
Pana, kuna, mna si traducono "c', ci sono", ma per il loro
uso corretto dobbiamo tener presente che sono forme locative di
"avere" e quindi dovrebbero essere usate quando il N.I. locativo
pi importante del N.I. che fa da soggetto nella versione italiana (infatti per il swahili il soggetto il N.I. locativo).
Chumba kile kina viti vingi.
Quella stanza ha molte sedie.
Chumbani mle mna viti vingi.
In quella stanza vi sono molte sedie.

~~ In termini pratici, la forma locativa si usa quando il soggetto


in italiano indeterminato.
Mjini palifika wageni. In citt sono arrivati (degli) stranieri.
vs. Wageni walifika mjini. Gli stranieri sono arrivati in citt.

Classificatori oggetto
I concordi, posti tra il M.v. e il tema del verbo, hanno la funzione di complemento (di solito complemento oggetto) che in
italiano espressa dalle forme particolari dei pronomi personali:
ni-na-KI-soma
lo leggo (kitabu)
wataYAchukua
la prenderanno (matunda)
unaWAona?
li vedi?
La cl.l l'unica che usa il class. nominale, cio 1vV Mw:
tunaMtaka
lo vogliamo (mwalimu)
mliMwona
la vedeste (msichana)
Nelle prime persone sg. e pl. le forme sono le stesse dei class.

soggetto (NI, TU), ma le seconde persone sg. e pl. sono diverse.


vU (sg.) e wA o KU (pl.). La 2.p.pl. prende per cosi dire in prestito il class.ogg. della 3.p.pl., meno spesso della 2.p.sg., quindi

22

Kiswahili kwa furaha

per distinguerle pu e nel secondo caso deve aggiungere il


suffisso pluralizzatore -NI.
(~~ Non il locativo -lvl!)

ninakuona
ninawaona/ ninawaoneni
ninakuoneni

ti vedo

vi vedo
vedo ciascuno di voi

~~ Notate il cambio della desinenza -A in -E(M).

Il paradigma dei class.ogg. nelle c1.1/2 il seguente:

NI

TU

KU

WA/ KU/ + NI

M/MU/MW

Il swahili non usa i class.ogg. tutte le volte che ce lo aspetteremmo per analogia con l'italiano. Ogni verbo pu avere solo un
class.ogg. e come vedremo in seguito, si d la preferenza a quello che esprime la funzione dativa, in italiano chiamata complemento di termine ("digli", non "diglielo").
Viceversa, il class.ogg. si usa anche in presenza del N.I. comspondente
sempre, se si tratta di una persona:
Unamwona Daudi?
Vedi David?
per enfasi in altri casi:
Ninakitaka kiti kile.
Voglio prop6o quella sedia.
Kiti kile ninakitaka.
Quella sedia la voglio.
Vi sono due verbi che non possono stare senza il class.ogg. (in
funzione dativa) :
-pa dare (a qualcuno)
-ambia dire (a qualcuno)
(Vi sono verbi diversi per esprimere "dare/dire qualcosa": -toa e
-sema.)
Mwalimu alinipa vitabu vitatu.
L'insegnante mi diede tre libri.

II.Unit

23

Mzee aliniambia maneno yale. Il padre mi disse quelle parole.


~~ Non confondete i verbi -sema e -ambia:
Parler.
Nitasema.
Dir le mie parole.
Nitasema maneno yangu.
Nitamwambia.
Gli dir./ Glielo dir.
Nitamwambia maneno yangu. Gl i d i r le mie parole.

Imperativoaffermativo'
Nella 2.p.sg. senza il class.ogg. la funzione dell'imperativo
viene espressa dal solo tema verbale:
Chukua !
Prendi !
Soma!
Leggi !
Con il class.ogg. la desinenza del verbo cambia in -E:
Nitazame!
Gua r dami!
Washik e !
A f ferra l i !
Kisome!
L eggi l o !
Yachukue!
P rend i l e !
H Nota: Nei dialetti settentrionali e nella lingua poetica la desinenza non cambia con il c lass.ogg. della l .pers.sg.:Nitazama!
Guardami!

~~ ll verbo -leta (portare) ha la forma imperativa in -E anche


senza il class.ogg.: Lete! Porta!
L'imperativo plurale (2.p.pl.) si forma con il pluralizzatoreNI; anche qui la desinenza cambia in -E:
Someni!
Leggete!
Chukueni! Prendete l

Watazameni! Gua r dateli!


Mshike n i!Afferratelo l
I verbi (per lo pi di origine araba) che non finiscono in -A
mantengono la propria desinenza al singolare e aggiungono ad
essa -NI al plurale.
Sahau(ni)!
Di m e n tica(te)! Fi k i r i (ni)!Pensa(te)!
Yasahau(ni)! Dimentica(te)le! Keti!
Siedit i ! (bantu)

Le irregolarit dell'imperativo verranno discusse nella V. Unit.

C1.9/10. Connettivo dipendente -A. Possessivi. Possessivi nelle


c1.9/10. Cl.l l e 14. Dimostrativo H-. Marcatore verbale A. Uso dei
possessivi invece dei p.t. Preposizioni. Possessivi con i nomi propri.

Le classi 9/10
A queste classi appartiene una grande quantit di N.1.
nomi di animali:
ng'ombe
bue, vacca
far asi A r . cavallo
nguruwe
m aial e
samaki Ar. pesce
ndege
uccello
kuku
pollo
mbuzi
capr a
nyoka
s erp en t e
mbwa
cane
paka
gatt o
sungura
lepre
fisi
iena
simba
l eone
tembo
e lef an t e
t.
nomi di alcuni frutti :
ndizi
banana
nazi
noce d i c occo
molti nomi di termini e oggetti comuni:
2
nyumba
casa
nyama
carne
njia
strada, via
siku
giorno (24 ore)
kazi
lavoro
nchi
paese
nguo
vestito
mvua
pioggia
ndege
aereo
taa
lampada, lume
termini di parentela e altri nomi di persone:
mama
madre, signora ba b a
padre
dada
sorella
kaka fratello (maggiore)
ndugu
fr atel l o , cugino ra f i kiAr. amico
jamaa Ar.
par e n te, compagno; pl. famiglia, parentela

Ricordiamo che gran parte dei frutti di origine bantu fa parte delle cl.S/6.
' Nyarm nel swahili antico significava sia "animale'* che "carne", ma nel swahili
moderno "animale" stato posto in cl. l/2: mnyama.

25

26

Kiswahi li kwa furaha

Queste classi contengono il maggior numero di prestiti, probabilmente perch non hanno bisogno di un classificatore; infatt i, p e r f in o

m o l t i N. I . ba n t u di

c1 . 9 /1 0 h a n n o p e r s o 11

class.nominale N. Perci gran parte dei neologismi di origine


straniera viene messa in queste classi.
habari Ar.
n oti z i a
saa Ar.
ora; o rologio
haliAr.
stato, condizione safariAr. viaggio
chai Ind. Per. t
kahawa Ar. caff
lugha Ar.
lingu a , linguaggiosauti Ar. voce
motokaa Ing. automobile
baisikeli Ing. bicicletta
meza Port.
t avo l a
wiki Ing. se t timana
skuli Ing.
scuo l a (Kenya) sh u leTed. scuola (Tanzania)
fedha Ar.

sehemu Ar.
picha Ing.
furaha Ar.

~ class.N

argen t o , denaro pe s aInd. soldo


pa r te, pezzo
serikali Per.governo
quad r o, foto
dunia A r . mondo, universo
gioi a , piacere simu Per. telefono, telegrafo

c 1. 9 N - / zero/ecc.

class. VP c1.9

I-/ Y-

c1.10

id em

c1.10 ZI-/ Z-

I N.I. e i N.D, non cambiano al plurale, la differenza si vede


solo nel concorde (cio nei Pronominali Dipendenti e nei verbi):
nyumba yangu
la mi a casa
nyumba zangu pl.
ndizi ile
quella banana
ndi z i zile
pl.
niliiona (njia ile) la v idi (la strada)niliziona (njia zile) pl.
Come nelle altre classi, i N.I. di esseri viventi si accordano
nelle cl. l/2:
mama yule
quella signora
baba amefika
il padre arrivato
farasi mzuri
un bel cavallo
ng'ombe watatu
tre vacche
-piga simu telefonare, telegrafare

III. Unit

27

~ Confrontate:

ndege yule

qu e l l 'uccello v s.

ndeg e ile qu e ll'aereo

O L ' uso del morfema N davanti ai temi bantu governato da

regole fonetiche generali: N subisce cambiamenti o sparisce al


contatto con determinati suoni:

Ol N si mantiene solo davanti a D, G, J, Z:


ndizi nzuri
una bella banana/ belle banane
njia ngeni
una strana strada (sg. e pl.)
Oz N cambia in NY (si palatalizza) davanti alle vocali:
nyumba nyingine un'altra casa (e pl.)
O> N si trasforma in M davanti alle consonanti labiali V e B:
mvua mbaya una brutta pioggia
04 N con W diventano MB:
n+wili = mbili
due

Os Ncon Ro LdiventanoND:
n+refu = ndefu
lu ngo
Os N assente davanti alle altre consonanti: P, T, CH, K , F, S,

SH, H, M, N ; le consonanti P, T, CH, K si dovrebbero pronunciare con l'aspirazione, che per non segnata nell'ortografia
moderna e non tutti i parlanti la rispettano:
p aka ga t to
k uku
pollo
t atu
tre
siku ch ache
poc h i giorni
Oz N (o la sua variante M) rimane davanti a tutte le consonanti
nei temi monosillabici; anche qui le consonanti P, T, CH, K dovrebbero essere aspirate:
nt"a
nch"i mpya
cera
un nuovo paese (e pl.)
mvi
cani z i e
mbu
zanzara

Il connettivo dipendente
Il rapporto tra due termini o concetti ("di") si esprime con la

radice pronominale -A preceduta dai concordi (alcuni di essi


vengono modificati davanti alla A):
4

cio davanti alle consonanti sorde e nasali

28

Kiswahili kwa furaha

kitabu cha mtoto


mchezo wa mtoto
maswali ya mtoto
ndizi za mtoto

il libro del bambino


il gioco del bambino
le domande delbambino
le bananedel bambino

Mentre in italiano l'elemento reggente il secondo nome, in


swahili avviene il contrario: il concorde dipende dal primo N.t.
Le classi 1 e 2 hanno entrambe la forma wA.
O Nota storica: L'origine del con. dip. nelle classi 1 e 2 diverso: in
c1.2 viene dal concorde WA, mentre in c1.1 viene da U.

L'intero paradigma per le classi gi spiegate come segue.


cl. l/2
wa
wa
c1.3/4
wa
ya
c1.5/6
la
ya
c1.7/8
cha
vya
c1.9/10
ya
za
c1.16
pa
c1.17
kwa
c1.18
mwa
nyumba ya mama
nyumbani mwa mama

la casa della madre

nella casa della madre

Possessivi
-angu
-ako
-ake

mio
tuo
suo

-etu
-enu
-ao

nostro
vostro
loro

Cl Nota storica: Le radici possessive originali sono -ugu, -ko, -ke,


-itu, -iuu, -o, precedute dal connettivo -A.

III. Unit

29

Poich i temi possessivi cominciano con una vocale, i classificatori subiscono gli stessi cambiamenti che davanti al connettivo:
il mio bambino
mtoto wangu

watoto wetu
nyumba yenu
habari zake

i nostri bambini
la vostra casa
le sue notizie

Di solito il possessivo segue immediatamente il N.I., precedendo altri eventuali N.D. e P.D.

maneno yake maovu

le s u e parole cattive

r In swahili non vi sono temi possessivi per tutte le classi


come avviene in certe altre lingue bantu. Se il possessore un

N.I. inanimato, si usa il tema -ake della 3.p.sg., mai la forma -ao
del plurale, anche se il possessore un N.I. al plurale.
mji na watu wake
la citt e/con i suoi abitanti
miji na watu wake
le citt e/con i loro abitanti
Wake (pl. di mke "moglie") e wadogo ("fratelli minori")
prendono il possessivo dalla cl.10, cio con il prefisso z:
wake zetu
le nostre mogli
wadogo zangu
i miei fratelli minori
Forse ci avviene in analogia con i termini di parentela delle
c1.9/10 (vedi sotto), al singolare per la concordanza in cl. l:
mke wangu
mia moglie
mdogo wake
la sua sorella minore

I possessivi nelle classi 9/10


Come regola generale, i N.I. di persone e di altri esseri anima-

ti in qualsiasi classe hanno la concordanza nelle cl.l/2; solo il


' Con -ovuiclass.non sim odificano come fanno generalmente davanti a una vocale: waovu (c1.2), ovu (cl.s), maovu (c1.6), kiovu (c1.7), viovu (c1.8) ecc.

30

Kiswahili kwa furaha

N.I. stesso ha il class. della sua classe:


rafiki yule, rafiki wale
quell'amico (e pl.)
babamdogo,baba w adogo

zio pat e r no ( f r a tello m i n o re

del padre)
Nel caso dei N.I. in c1.9/10, sappiamo che solo i concordi distinguono il singolare dal plurale:
meza yetu, meza zetu
la n o stra tavola, le nostre tavole
Ma i N.t. animati dovrebbero prendere i possessivi delle cl.l/2,
che invecehanno la stessa forma al sg. e al pl.(wangu ecc.).Se
ci non crea problemi con i N.I. delle classi che hanno prefissi
distinti per il plurale, in c1.9/10 si creerebbero delle ambiguit:
*dada wangu indicherebbe sia "mia sorella" che "le mie sorelle". Per questa ragione con i N.t. di persone delle c1.9/10 si usano
i possessivi (solo i possessivi.') delle stesse classi (9/10);
dada yangu, dada zangu
mia sorella, le mie sorelle
8 Con i nomi di animali la situazione pi complessa: al singolare hanno i possessivi nella cl. l e al plurale nella c1.10:

kuku wangu, kuku zangu

il mi o p o llo, i miei polli

~~ Gli animali continuano ad essere trattati grammaticalmente


come vivi anche se sono gi cucinati:
Juma amepika kuku mtamu. Juma ha cucinato un pollo
delizioso.
W Traducete (e cucinate):
Pilau ya nyama
Vifaa vikuu:
mchele (vikombe vinne vya chai)
mafuta ya karanga
vitunguu saumu
vitunguu maj i
viazi vichache
nyama

pilipili manga
mdalasini

III. Unit

3l

giligilani
hiliki kidogo
chumvi
Kata nyama v i p ande vi dogo, i o she n a i c h emshe. Wakati
nyama inaiva, chagua mchele,osha vizuri na loweka. Baada ya
nyama kuwa tayari,ipua; tia maji kwenye chombo na yachemshe. Kisha tayarisha viungo vingine kwa kuvipondaponda pamo6
j a kupata mchanganyiko wa unga laini. Viungo hivyo n i h i l i ki ,

mdalasini, pilipili manga na giligilani.


Menya vitunguu maji n a

v i t unguu saumu na kuvisaga; pi a

menya viazi.Weka mafuta kwenye chombo cha pilau na kuinjika


7

ji koni. M af uta yakichemka, ti a v i t unguu na viazi n a k a anga.


Ongeza viungo vingine pamoja na chumvi, kisha endelea kukaanga.
Chukua mchele na kutiakwenye mchanganyiko huo, kaanga
kwa muda, ongeza nyama na kaanga kwa muda. Kisha tia
9
mchuzi wa nyama ile uliyochernsha m w anzoni na maji u l i y ochemsha mwanzoni kiasicha kuivisha 10
. Kisha weka su furia ya
Il
p ilau kwenye oveni iive v i z u ri .

("Mwananchi", Desemba 1993)


-baada ya prep. Ar. dopo
-chagua scegliere, selezionare
-chemka bollire
-chemsha (far) bollire
chombo 7/8 recipiente, utensile; strumento
chumvi 9/10 sale
giligilani 9/10 Ar. seme di coriandolo
(h)iliki 9/10 Ind. cardamonio
-injika mettere la pentola sul fuoco
questi
quando tv olio) bollente
questo
che hai fatto bollire
kiasi cha kuivisha in quantit sufficiente per finire la cottura
' ' fino a completare la cottura (len. perch sia ben coito)

32

Kiswahili kwa furaha

-ipua togliere un recipiente dal fuoco


-iva essere/ diventare cotto, maturare
-ivisha finire la cottura, far cuocere

-kaanga friggere,soffriggere
karanga 9/10 arachidi
kiasi 7/8 Ar. misura, quantit
kiazi 7/8 patata (dolce)
kifaa 7/8 il necessario; ingrediente
kipande 7/8 pezzo, pezzetto
kisha avv. poi, dopo
kitunguu 7/8 (maji) cipolla; k. saumu aglio
kiungo 7/8 condimento, spezie
kwa prep. con, per, tramite
kwenye prep. in, a

laini agg. Ar. liscio, soffice, morbido


-loweka bagnare,mettere a bagno
mchanganyiko 3/4 miscuglio, mescolanza, amalgama
mchele 3 riso (brillato, crudo)
mchuzi 3/4 salsa, sugo, brodo,
mdalasini 3/4 cannella
-menya sbucciare,sgusciare,m ondare
-ongeza aggiungere
-osha lavare
oveni 9/10 1ng. forno
pilau 9/10 Per. riso cotto in forno con cipolla , brodo e spezie
(tipico del Medio Oriente)
pilipili 9/10 pepe;p. manga pepe nero
-ponda pestare (nel mortaio) ; -pondaponda triturare, polverizzare
-saga tritare, macinare, frantumare
sufuria 9/10 Ar. pentola di metallo
tayari agg. Ar. pronto
-tayarisha preparare
unga 11 farina, polvere
wakati cong. mentre
-weka mettere

III. Unit

Le classi 11 e 14
In swahili due classi bantu si sono fuse in una: la cl.l l (LU) e

la c1.14 (aU).
La c1.11 contiene essenzialmente nomi d i

o g getti concreti,

con un'ulteriore specificazione di massa o di lunghezza. Cosi il


class. U per cose concrete indica componenti singole di una mas-

sa, mentre la massa stessa in cl.10:


unywele
p l. ny w elecapello
ukuni
pl. kuni
l eg n o
udevu
p l. nde v u pe lo della barba/ barba
Il class. U ricorre anche con N.I. che di solito non sono divisibili
in signoli componenti; questi N.I. non hanno plurale:
udongo
terra ; argilla
umand e rug i a da
ujl
semolino
ugali
p ol en t a
unga
farina
wali
riso c o t t o
wino
inchiostro
udenda
b av a
Vi sono pochi nomi di oggeti lunghi e vari altri N.I.; alcuni sono
deverbativi che indicano strumenti dell'azione. Tutti questi N.I.

formano il plurale nella c1.10:


ukuta
pl. kuta
mur o , parete
ufunguo
fu n guo chi ave d a -fu n gua aprire
ufagio
fagio
s copada d a -fagia spazzare
wimbo
nyimbo
canz o n e da
- imba
cant a r e
Della cl.l l fanno parte anche alcuni prestiti arabi inizianti per
W:
wakati
p l. nya k a titempo
waraka
nyaraka le t t era, attestato
La cl.14 la classe degli astratti formati dalle radici nominali e
verbali:
umoja un it
(-moja
uno)
uzuri be l l e zza
(-zuri
b ell o)
wema bo n t
(-ema
b uono )
wingi
a b b ondanza, maggioranza ( - i ng i
mol ti )

34

ICiswahili kwa furaha

uchache scarsit
(-chache pochi)
udogo piccolezza
(-dogo
pic c olo)
uzee
vec c h iaia
(-zee
vecchio)
ubaya ca ttiveria
(-baya
c att i v o )
utu
natur a umana
(mtu
uomo)
utoto infanzia
(mtoto
bamb i n o)
urafiki amicizia
(rafiki
a mico )
ukulima agricol tura
(mkulima contadino)
uwezo potere, capacit
(-weza
pote r e )
I deverbativi nella c1.14 (che sono nomi astratti senza plurale)
hanno spesso un N.t. corrispondente nella c1.6 che indica una serie di processi connessi con l'azione del verbo:
uombi in tercessione
vs. ma o mbi pre g hiere

(-omba pregare)
uongozi guida
vs. ma o ngozidirettive
(-ongoza yudare)
Nella cl.14 si formano nomi di diversi paesi:
Unguja
Z anzib a r Ulaya
Europa
Uingereza
Ing h i l terraUreno
Portogallo
Vi sono alcuni altri N.t. bantu e prestiti arabi (senza plurale):
usiku
not te
uhuru
li ber t , indipendenza
umri Ar.
et
usingizi
sonno
ulimwengu mondo
(malimwengu co s e del mondo)

~ class. N

U-W

( N.D.)

M-/ M W -

~ class. VP U-/W
Poich i N.D. non possono prendere il prefisso U (in questo
caso diventerebbero N.I. astratti), si usa il class. nominale "preso
in prestito" dalla cl.3, cio M-/Mw- (forse perch anche il concorde ossia N.D. identico) :
usiku mrefu
una lunga notte
ufunguo mwingine
un'altra chiave
Una delle poche eccezioni
utu uzima
maturit, et adulta/ virile

III. Unit

Per il resto il class. nominale e il concorde sono identici:


umri wangu
la mia et
ugali ule unatosha
quell a p o l e nta sufficiente
I N.I. che formano il plurale nella c1.10 sono sottoposti alle stes-

se regole fonetiche che abbiamo discusso a proposito delle


c1.9/10:
udevu
ndevu
b arb a
w-imbo
nyimbo
can z one
ubao
mbao
asse , lavagna
ubavu
mbavu
cost o la; pl. fianchi
uwingu
mbingu c ie l o
ma: uwanja n
yanj a
luogo a perto
ulimi
ndimi
li ngu a (parte del corpo)
upepo
pepo
vento
ukucha
kuch a
unghia , artiglio
Le radici monosillabiche tengono la U, prefissando cosi NY alla
forma del singolare:
u so
nyu s o
u ma
ny u m a
Esempi:
uso mpana,
wakati mrefu,
upepo mkali,
ufagio mfupi,
wimbo ule,
wino mwekundu

nyuso pana
nyakati ndefu
pepo kali
fagio fupi
nyimbo zile

viso largo (e pl.)


lungo tempo
vento forte

scopa corta
quella canzone
inchiostro rosso

Il dimostrativo "questo"
Si forma conlaradice H-, seguita da una vocale e dal concorde; la vocale in question la stessa del classificatore:
H+? + KI
H+?+ YA

= hiki
= hay a

H+? +I
H + ?+ U

=hii
=huu

~~ Ricordate che la cl. l ha il morfema YU (come in yule): huyu.

36

Kiswahili kwa furaha

Tutto il paradigma come segue:


cl. l/2
huyu
c1.3/4
huu
c1.5/6
hili
c1.7/8
hiki
c1.9/10
hii
cl.l l e 14
huu
c1.16
hapa
cl.17
huku
c1.18
humu

hawa
hii
haya
hivi
hizi

~ Traducete
Juma: Huu ni mchezo tu.
Kitaru: Lakini 4v a nini basi mchezo huu ninauhisi katika mais-

ha yangu.z

(Hussein 1971)
basi cong. Ar. dunque, allora; interiez. basta

-hisi Ar. sentire, percepire


katikaprep. in,a da,durante,ecc.
kwa nini? interr, perch?
tu avv. soltanto
I dimostrativi nelle classi locative, usati senza un N.I., hanno

il significato "qui" o "l":


hapa, huku, humu
pale, kule, mle
Kaa hapa!
Nilitia mpira wako mle.

qui, quaggi, qui dentro


l, laggi, li dentro
Stai qui!
Misi la tua palla li dentro.

~~ Huku seguito dal M.v. NA o ra si usa spesso nel senso


"mentre", a proposito di un'azione compiuta contemporaneamente con un'altra.

Alitoka huku ninalia.


Usci mentre piangevo.
-lia piangere, gridare, emettere un suono
Cfr. V.Unit.

III. Unit

37

Il marcatoreverbale A
Indica il tempo presente, affermativo. Le grammatiche dello
standard swahili dis t i n guono tra il pr e sente attuale (NA) e il

presente semplice (A), ma questa distinzione non viene fatta dagli stessi parlanti. La differenza tra i M.v. NA e A non nella
funzione, ma nell'etimologia e la distribuzione geografica: NA
di origine meridionale, assente nei dialetti kenyoti dove si usa
invece A (o un'altra forma di cui pi tardi). Scrittori contemporanei usano indistintamente entrambi i M.V.

Davanti alla vocale A i class. soggetto vengono modificati


come segue:

(cl.4,9)
(c1.3,11)
(c1.7)

NI +

A =

NA

U +

A =

WA

A +

A =

I +

A =

YA

U +
KI+

A =
A =

WA
CHA

TU +

A = TWA

M + A =
W A+ A

(c1.5) LI + A
(c1.6) YA + A
(c1.8) VI + A

MWA

WA

LA

YA

VYA

Queste sono regole generali che troviamo anche in altri casi


(il connettivo dipendente, i possessivi, ecc.).
nasoma
wasoma
asoma
(kiti) chatosha
(mti) watosha

(leggo)
pl.

twasoma
mwasoma
wasoma
vyatosha
yatosha

(basta/no)
ecc.

(~ Nella 3.p.sg, (c1.1) si usa talvolta la forma del dialetto di


Mombasa (Kimvita) YU(W)A-: yuasoma (legge), specialmente se
si tratta di autori kenyoti.
O Nota storica:II classificatore soggetto (prefisso soggettivo) originale bantu per la 3.p.sg. U; in altre lingue si distingue dal class. della 2.p.sg. tramite un tono differente. Questo
class. ancora usato in alcuni dialetti swahili dell'estremo
n ord, mentre i n

a l tr i d i a l etti r e gionali f u s o stituito d a A .

Kiswahili kwa furaha

Quest'ultimo sembra essere lo stesso M.v. A di cui stiamo


parlando, considerato "per sbaglio" come prefisso soggettivo
della 3.p.sg. dopo che il class. U fu omesso. (L'omissione del
class. soggetto, specie nella l. e la 3.p.sg., era piuttosto frequente nel swahili antico.)
Le tracce dell'antico class. U si possono ancora trovare
nel connettivo dipendente e nei possessivi della cl.l (rispettivamente wa e wangu ecc.), in forma di YU nei dimostrativi
huyu e yule, e nella forma Kimvita YU(W)A-.

Esempi:
Jambo hili lanihusu.
Questo affare mi riguarda.
Wanifahamu?
Mi conosci?
Yuwaishi kule kwa jamaa zake. Vive li dai suoi parenti.
Safari hii yachukua siku nzima.
Questo viaggio prende (dura) un giorno intero.
-fahamu Ar,. conoscere, capire
-husu A r. riguardare, concernere, interessare
-ishi Ar. vivere
Vari esempi letterari :

Wewe kinakuhusu nini?


Cosa te ne importa? (Hussein)
Mfaume, mi naondoka mara moja.
Mfaume, io vado via subito.
(Hussein)
Nyinyi mnamjua mtu huyu?
Voi conoscete quest'uomo?
(Topan)
Wewe unaishi leo. Mimi ninaishi jana.
Tu vivi oggi. Io vivo ieri (nel passato).
(Hussein)
Sirafili (simuni): Naam, bwana. Ni mimi Sirafili.
Sirafili (al telefono): Pronto, signore. Sono io, Sirafili.
.

(Topan)

Kwani huyo' Kitaru rafiki yako wewe au rafiki yake yeye?


Rafiki yake yeye.
Perch,questo Kitaru amico tuo o amico suo? Amico
suo.

(Hussein)

Cfr. VI.Unit.

~ Traducete
Waziri: Anakuogopa, bwana.
Juha: (kwa furaha) Wewe waniogopa mimi?

(Topan 1973)
kwani interr. perch?cong. perch
mara 9/10 Ar. volta; avv. ad un tratto

mara moja subito, immediatamente


naam interiez. Ar. si, dimmi; ho capito; (al telefono) pronto
-ogopa temere

Uso dei possessivi invece dei pronomi indipendenti


Se il pronome indipendente preceduto dal connettivo dipendente, e quindi dalla maggior parte delle preposizioni, al suo
posto si usa il rispettivo possessivo:

kwa yeye
juu ya sisi
mmoja wa ninyi
mbele ya mimi
mahali pa wewe
kati ya wao

kwake

(per lui)

j uu yetu
mmoj a wenu
mbele yangu
maha l i pako

(su di noi)
(uno di voi)
(davanti a me)

kati yao

(al posto tuo)


(tra di loro)

pamoja nami
karibu naye

(insieme con me)


(vicino a lui)

ma:

pamoja na mimi
karibu na yeye

Le preposizioni pi usate:

kwa (la pi comune): per, da (strumento), presso, a, ecc.


juu ya
su, sopra
chini ya
sotto
mbele ya
davanti a
nyuma ya
dietro
kabla ya Ar.
p ri ma d i
baada ya Ar.
dopo
ndani ya
dentro
nje ya
fuori di
kati ya
tra

40

Kiswahili kwa furaha

baina ya Ar,
tra
katikati ya
nel mezzo di
katika
in, a, da, tra
pamoja na
insieme con
bila ya Ar.
senza
karibu na Ar.
vicino a
mbali na
lontano da
kwa sababu ya Ar. a causa di
kwa ajili ya Ar.
per (amor di)
~~ Senza il connettivo la maggior parte di queste espressioni ha
la funzione avverbiale.
Le forme stesse, a parte i prestiti, sono per lo pi antichi N.L
bantu.

I possessivi davanti ai nomi propri


Davanti a un nome proprio, al posto del connettivo dipendente -A si mette il rispettivo possessivo:
*mume wa Tatu
mume wake Tatu
il marito di Tatu

mwalimu wake Shida


baba yake Rukia

l'insegnante di Shida
il padre di Rukia

~ Traducete:
Ninamtafuta Kamata
Kamata anaweza kuwa wapi? niliuliza.

Kamata? mmoja ali ni uli za tena.


Ndiyo, niljiibu.
Kuna uzima au msiba?
Uzima.
Wewe nani?
14

15

15

La pi comune preposizione locativa.


Cio: si tratta di cose buone o di cose cattive?

III. Unit

41

Kazimoto.
Kazimoto?
Ndiyo .
Mtoto wa nani?
Mafuru.

Kijij i gani?
Mahande.
Hapo Mahande unatoka sehemu gani?
Karibu na mto.

Kamata atarudi karibuni. (...) Wewe mgeni wake, sivyo?


<dVdi yo.

(Kezilahabi 1974:49-50)
hapo dim.loc. qui, li
karibuni avv. tra poco
msiba 3/4 Ar. disgrazia, disastro
sivyo non cosi

uzima 14 (buona) salute


Kamata, Kazimoto, Mafuru, Mahande nomi propri l6

" A questo punto tutti gli studenti si sentono scoraggiati, ma non vi perdete
d'animo, presto le idee vi si schiariranno.

IV. UNIT
Marcatore negativo HA con temi non-verbali e verbali. Tavola dei
principali tempi negativi. Copula negativa st. Imperativo negativo.
Possessivi contratti. "No" (avverbio negativo). Nomi e titoli. Saluti.

Il marcatore negativo HA

HA il principale marcatore negativo, per mezzo del quale si


formano tutti i tempi negativi dell'indicativo. E sempre seguito
dai class. soggetto, quindi, quando diremo che il tema verbale
preceduto dal M.v. neg. HA, sar sottinteso anche il class.sogg.

HA si fonde con i tre class.sogg. della cl.I :


HA + Nl
H A+ U
H A+ A

= SI
= HU
= HA

Nelle altre classi non c' l'elisione della -A del M.v. neg.
G1.2
HATU, HAM, HAWA
c 1.3, cl.l l e 14 H A U
c1.4, c1.9
HAI
Il M.v. neg. HA pu essere posto, oltre che davanti ai temi
verbali (come vedremo pi tardi), anche davanti ad alcuni temi
nominali e pronominali.
HA con temi non-verbali

Con il N.I. jambo (5/6) "affare" ha un uso idiomatico:


sijambo s t o bene'
hatujambo stiamo bene
hujambo stai bene
hamjambo st ate bene
hajambo sta bene
hawajambo stanno bene
Ol Raramente jambo si usa con i class.neg. di un'altra classe,

per esempio c1.9 haijambo "va bene..., meno male che. ..", o
' Lett. "non ho problemi".

43

44

Kiswahili kwa furaha

c1.17 hakujambo:
Kwa ufupi shuleni hakujambo.
In breve, a scuola tutto bene.

(Komba)

Haijambo unaweza kuzitambua...


Meno male che puoi riconoscerli...

(Suleiman)

Oz Con il connettivo indipendente NA (e, con) supplisce alla


mancanza delpresente negativo del verbo "avere":

cl.l

si n a (n on ho)
c1.2
huna
hana
cl.3 ha una
c1.4
cl.loc. hapana
h akuna

hatuna
hamna
hawana
ha ina

h a mna

ecc.
non c'

Os L'uso di HA unito alla -o di riferimento sar discusso nella


VI. Unit.
ttA con temi verbali

Bisogna tener presente che HA non un equivalente del "non"


italiano che nega semplicemente il verbo affermativo. Nelle lingue bantu, infatti, i tempi affermativi e quelli negativi sono del
tutto diversi. L'unico M.V. swahili che pu essere usato in fun-

zione sia affermativa che negativa (cio senza o con HA) TA


(oltre ai M.v. con la funzione condizionale che tratteremo nella

X.Unit.
sitasoma non legger
hatutasoma
hutasoma
hamtasoma
hatasoma
hawatasoma
(kiti) hakitatosha
la sedia non baster (ecc.)
~~ Gli altri tvt.v. che avete conosciuto non possono essere usati
conil mod. neg. HA.
HA si combina obbligatoriamente con KU e JA, i due M.V. che

hanno la f unzione della negazione al p assato. KU indica

IV. Unit

45

un'azione che non successa nel passato e non succeder pi,


mentre JA esprime un'azione che non ancora avvenuta, ma potrebbe o dovrebbe succedere nel futuro:

jana sikusoma
ieri no n ho studiato/ non studiai
leo sijasoma
oggi non ho (ancora) studiato
~~ Non sempre JA si riferisce a un passato molto recente; si pu
dire, per esempio:
Sijakuona kwa siku nyingi.
Non ti ho visto da (per) molti giorni.
Vi un solo tempo negativo al presente indicativo che atipico in quanto non ha alcun M.V., ma cambia la desinenza -A
dei verbi in -I:
sisomi
non l e ggo
h atuso m i
husomi
hamsomi
hasomi
hawasomi
Invece di hasomi wala haandiki meglio dire
hasomi wala kuandika
non l e g ge n scrive
wala cong. Ar. n, nemmeno
Notate la differenza tra hawakutaki e hawakutaka:
Wakulima hawakutaki tena. I contadini non ti vogliono pi.
Wakulima hawakutaka kusoma tena.
I contadini non volevano pi leggere.
Altvi esempi:

Kwa nini husemi kweli? Perch non dici la verit? (Abdulla)

Bado hujajibu swali langu.


Ancora non hai risposto alla mia domanda. (Kezilahabi)
Bibi: Mama yako mchawi. Nonna: Tua madre una strega.
Mota: Aa bibi!Mbona baba anasema hakuna uchawi.
Mota: Ma nonna! Se il pap dice che la stregoneria non esi-

ste.

(Muhando)

bibi 9/10 nonna


kweli 9 verit; avv. vero, veramente
mbona interr. come mai? ma se...! (esclamazione di sorpresa)

Aiswahili kwa furaha

mchawi 1/2 strega, stregone


uchawi 14 stregoneria

Tabella dei principali tempi negativi

presente

futuro

passato KU

passato JA

sianguki

sitaanguka

sikuanguka

sijaanguka

huanguki

hutaanguka

hukuanguka

hujaanguka

haanguki

hataanguka

hakuanguka

hajaanguka

hatuanguki

hatutaanguka

hatukuanguka

hatujaanguka

hamwanguki

hamtaanguka

hamkuanguka

hamjaanguka

hawaanguki

hawataanguka

hawakuanguka

hawajaanguka

c1.3

hauanguki

hautaanguka

haukuanguka

haujaanguka

c1.4

haianguki

haitaanguka

haikuanguka

haijaanguka

cl.5

halianguki

halitaanguka

halikuanguka

halijaanguka

c1.6

hayaanguki

hayataanguka

hayakuanguka

hayajaanguka

cl.7

hakianguki

hakitaanguka

hakikuanguka

hakijaanguka

ck8

havianguki

havitaanguka

havikuanguka

havijaanguka

cl.9

haianguki

haitaanguka

haikuanguka

haijaanguka

ck10

hazianguki

hazitaanguka

hazikuanguka

hazijaanguka

c1.11-14

hauanguki

hautaanguka

haukuanguka

haujaanguka

non cado

non cadr.

non caddi

non son caduto

cl. l

ck2

IV. Unit

La copula negativa
Il corrispondente negativo della copula NI sI:
Mimi Mwislamu, wao si Waislamu.
Io sono un musulmano, essi non sono musulmani. (Topan)
Sina shaka, mmoja wetu ana wazimu. Lakini si mie.
Non ho dubbi,uno di noi pazzo. Ma non sono io.(Topan)
shaka 9/10 Ar. dubbio
wazimu 14 pazzia

L'imperativo negativo
Rispetto all'imperativo affermativo ha il prefisso SI e al singolare la desinenza -E
Sisome! Sisomeni!
Non l e ggere! Non leggete!
D i solito v i ene sostituito dal c ongiuntivo negativo (c fr . l a

V.Unit).

"No" (avverbio negativo)


Vi sono vari modi per dire "no": hapana, la (pi brusco), sivyo ("non cosi come dici"). Nel linguaggio colloquiale une
negazione energica hata (proniunciata con l'accento e un tono
pi alto sulla sillaba finale).
Juma: Naona una hofu.
J :Ve do che hai paura.
Kitaru: Hata.
K: Niente affatto.
(Hussein)
hofu 9/10Ar. paura, timore
Mtu 12.: Kwani we unamjua yule?
Mtu 2: Kwani we humjui?
Mtu 1: Hata.
Primo uomo: Perch, tu conosci quello l?
Leggi: mtu wa kwanza (primo uomo), mtu wa pili (secondo uomo).

48

Ki swahili kwa furaha

Secondo uomo: Perch,tu non lo conosci?


Primo uomo: Per niente.
(Hussein)
[Altri usi del M.v. neg. sI saranno discussi in seguito.j

Possessivi contratti
Nomi di parenti prossimi e alcuni altri N.I. di uso corrente
suffissano una forma abbreviata del possessivo:
mama(a)ngu, baba(a)ngu, dadangu, mwanangu, bwanangu
mia madre, m i o padre, mia sorella, mio/a figlio/a, mio
signore3
sono le forme pi comuni nella l.p.sg.
mamako, babako, nduguyo, rafikiyo, mwanao, mkeo,
mumeo
mamake, babake, nduguye, rafikiye, mwanawe, mkewe,
mumewe
tua/sua madre, padre, fratello/sorella, amico/a, figlio/a, moglie, marito
sono le forme pi comuni nella 2. e 3.p.sg.
nduguzo/ nduguze, rafikizo/rafikize,
wanao/wanawe
i tuoi/suoi fratelli
amici
figli
sono invece i nomi al plurale comunemente usati con i possessivi della 2. e 3.p.sg.
Le forme plurali dei possessivi si contraggono raramente, eccetto con mwenzi, wenzi (amico, collega) che ha tutte le forme
contratte:

(m) wenzangu, (m) wenzio, (m) wenziwe


mio/tuo/suo amico (amici)
(m) wenzetu,
(m) wenzenu,
(m) wenzao
nostro/vostro/loro amico (amici)
Nella poesia classica e nei proverbi troviamo spesso anche
3

oppure mio marito

IV. Unit

49

possessivi contratti con N.I. inanimati:

usowe
il suo viso
Alcune di queste forme oggi hanno la funzione avverbiale:
mwishowe alla fine, finalmente (inglese "at last")
hatimaye fi nalmente, in conclusione (ing."eventually")
baadaye
dopo(dich)
mbeleye
in futuro
l'indomani
keshoye
~~ Come regola dunque wako si contrae in -o, wake in -we, yako/ yake in -yo/-ye e zako/ zake in -zo/-ze. Solo pochi nomi di
persona hanno una seconda forma contratta -ko/-ke.

Gi nella III.Unit abbiamo cominciato a introdurre esemp i d a ll e o p er e l e t terarie s w ahili , a c c ompagnati d a l n o m e


dell'autore tra parentesi. In queste prime unit si tratta per lo pi

di dialoghi. D'ora in poi vi saranno anche sempre pi frequenti


brani da tradurre. Dato che si tratta di testi letterari, provate a

farne una traduzione letteraria, dopo averli tradotti letteralmente.


~ Traducete:

Ziraili :
Juma:
Ziraili :

Stsi h a t una wake peponi.


H a mna w a k e ?
5
H a tun a w a ke. Na hao w a nawake si wakezako.

Juma.
Ziraili:
Juma:

Si wa k ezangu?
Si w a k ezako.
Basi s i dhambi hiyo?

' wake mogli


' hao dimostrativo (cfr. Vl.Unit)
"Allora non un peccato, questo?"

50

Kiswahili kwa furaha

Ziraili:

7
Hapa p e poni
, b wana. Hatuna dhambi sisi. Wala

wewe huna; wala hao wanawake hawana.


Kitaru:
Juma:
Kitaru:
Juma:

(Topan 1973:13)
Ni nacheka kwa sababu si taki kulia. (...)
Kwa heri.
(Addio.)
Hatuonani tena?
(Non ci vedremo pi?)
Hatuonani tena.

(Hussein 1971:55)
[Il narratore-protagonista del brano seguente deve continuamente
scendere dalla sua bicicletta a causa della strada accidentata.j
Nafikiri sasa utaweza kupanda mpaka nyumbani bila kushuka, Kamata alisema. Hakuna mipando mingi. (...)
Asante kwa kunisindikiza, niliw(a)ambia.
Utarudi lini kututembelea? Matilda alisema.
Sidhani kama nitapata na fasi tena. Nina kazi nyingi sana
nyumbani.
Fika tena siku (ny)ingine, Matilda alisema. (...)
Haya, nitajaribu, lakini siwezi kusema kwa uhakika.

(Kezilahabi 1974:70)
-ambia dire a qualcuno
dhambi 9/10 Ar. peccato
-dhani Ar. pensare, supporre
-jaribuAr.provare, tentare
lini interrog. quando?

mpaka prep. fino a


mpando 3/4 salita
nafasi 9/10 Ar. tempo libero, occasione
-onana vedersireciprocamente
-panda salire, montare
pepo 9 paradiso
-shuka scendere
-sindikiza accompagnare un visitatore per un tratto di strada
' "Qui (siamo) in Paradiso."

51

-tembelea visitare
uhakika 14 certezza

Nomi e titoli
In swahili il rapporto tra due persone tende ad essere pi formale che da noi, sebbene non esista la forma di cortesia (Lei,
Voi); anche fra amici si usa dire bwana quando si rivolgono
l'uno all'altro o si riferiscono a un terzo, come segno di rispetto.
Tra coetanei si pu essere talvolta meno formali, ma una persona
pi giovane non si rivolger mai a una persona pi grande senza
usare un titolo, anche se la differenza d'et minima. Mzee un
titolo di rispetto per un uomo anziano o superiore per posizione
sociale; era un appellativo del defunto Presidente Jomo Kenyatta.
Ma il titolo maschile pi comune Bwana, a Zanzibar abbreviato spesso in Bwan.

Con Mama o Eibi ci si rivolge a qualsiasi donna o ragazza


matura, sposata o no; infatti non vi differenza tra signora e si-

gnorina. Sulle isole e lungo la costa si preferisce Bibi, abbreviato


Bi davanti al nome proprio (Bi Asha), mentre sul continente si
usa di pi Mama. Bibiye un termine affettuoso (soprattutto
zanzibarino) che significa "Sua Signoria, Sua Grazia" (rivolto solo a unadonna). Una donna, non necessariamente giovane e nubile, viene anche spesso chiamata "la figlia di...". Binti o Biti
(quest'ultima forma usata sulle isole), per es. Binti Kyalo, Biti
Kocho.
I genitori vengono spesso chiamati con il nome del figlio,
normalmente del primo figlio vivente: Baba Deusdedit, Mama
Deusdedit.
In Tanzania con l'arrivo della politica socialista il titolo pi
comune pe r e n t r ambi i se s s i di v e n t ato n d u g u ("fratello/sorella", equivalente del "compagno"). I gi ovani si rivolgono

l'uno all'altro con kaka ("fratello") e dada ("sorella").


Shemeji ("cognato/a") viene usato anche tra amici di sesso
diverso, specialmente sposati (amico del marito = cognato, amica
della moglie = cognata).

52

Kiswahili kwa furaha

Altri titoli di rispetto sono Mwalimu ("maestro, professore")


appellativo del Presidente Nyerere e Mheshimiwa ("onorevole").
Mwenzio ("tuo/a amico/a") viene spesso riferito a chi parla:
"io, tuo amico".
Per scherzo o per familiarit, con bwana, baba e babu ("nonno") ci si pu rivolgere a una donna o a un bambino.
I nomi est-africani sia musulmani che cristiani sono di solito
del tipo "X figlio/a di Y", perci il secondo (o terzo o quarto)
nome non corrisponde al nostro cognome, ma a quello del padre,
nonno o bisnonno, anche se nella vita moderna viene usato in
questo senso. Per esempio il commediografo Ebrahim Hussein
n ei testi di c r i tica letteraria viene indicato con i l

nome di suo

nonno (il suo nome completo Ebrahim Nuruddin Hussein), e lo


scrittore Said Ahmed Mohamed Khamis in un elenco alfabetico
dei letterati va sotto M (Said A. Mohamed), mentre nei documen-

ti ufficiali figura come Said A.M. Khamis.


Un'altra possibilit per i cristiani di usare il nome tribale
come cognome, precedutodal nome di battesimo: Euphrase Kezilahabi. L'esempio pi noto di questo tipo il famoso scrittore
kenyota (kikuyu, non swahili) Ngugi wa Thiong'o che prima si
chiamava James Ngugi.
O Nell'elenco telefonico tanzano le persone sono ordinate in
base al loro nome proprio, non secondo il cognome.
Esempi:

Nimemsimulia binti Kalinge.


[L']ho raccontato alla figlia di Kalinge,
(Kezilahabi)
Mwalimu Deusdedit Kazimoto bin Mafuru, anataka kumwoa
Mwalimu Sabina binti Kabenga, wa Mahande.
L'insegnante Deusdedit Kazimoto, figlio di M afuru, vuole
sposare l'insegnante Sabina, figlia di Kabenga, di Mahande.
Mwenzio nilishikwa na hamu ya kumwona Mbaya. (Uhinga)
[lo] tua amica sono stata presa dal desiderio di vedere Mbaya.

' Per la forma passiva vedi VII.Vnit.

Una donna all'amica:


Kweli babu.
Davvero, cara.

(Suleiman)

La padrona al servo:

Fanya haraka basi baba. Allora fai presto, ragazzo. (Hussein)


La madre al figlio:
Lakini baba, kuzikumbuka hizi hadithi za zamani zina maana gani? (H u ssein)
Ma caro,che senso ha ricordare queste vecchie favole?
Infine alcuni nomi satirici:

Profesa Tumbosaba, Daktari S h ingombili, M h eshimiwa


Bwana Mashaka, Mheshimiwa Bwana Peter Mkurugenzi,
Mheshimiwa Bwana Benzinne, Mheshimiwa Bwana Khamis
Maghorofa naJaji Mabuku.
Il professor Settepance, il dottor Doppiomento, l'onorevole signor Dubbi, l'onorevole signor Peter Capoccioni, l'onorevole
s ignor Quattrobenz, l' onorevole signor Q u into P alazzi e i l

giudice Libroni.

(Tilumanywa)

Maneno mapya
benzi 5/6 Ing. Mercedes Benz; qualsiasi macchina di lusso (status symbol)

bin 9/10 Ar. figlio di


binti 9/10 Ar. figlia
buku 5/6 Ing. libro
ghorofa9/10,5/6 Ar. piano superiore; nyumba ya ghorofa casa
a pi piani, palazzo
hamu 9/10 Ar. desiderio
-kumbuka ricordarsi
mkurugenzi 1/2 guida, leader, direttore
-oa sposare una donna, prendere moglie
-olewa Pas. maritarsi, sposarsi (della donna, lett. venire sposata)
profesa5/6 Ing. professore
-shikwa Pas. essere preso
shingo 9/10, 5/6 collo
-simulia narrare
tumbo 5/6 stomaco, ventre, pancia
zamani 9/10 Ar. tempo; passato; avv. nel passato, tempo fa

54

Kiswahili kwa furaha

Saluti
I saluti sono molto importanti nei rapporti umam e questa importanza viene rispecchiata anche nella letteratura, specialmente
nel teatro.
Imparate le seguenti formule principali a memoria:

Hodi!
Karibu.
Starehe.
Hujambo?
Sijambo.
Shikamoo.

Permesso?
Avanti.
Non ti scomodare.
Come stai? (Usato anche come saluto.)
Sto bene. (Risposta al saluto precedente.)
( Un saluto r i spettoso indirizzato a u n a
persona anziana, ad un superiore o ad un

adulto da parte di un ragazzo, lett. "Tocco


i tuoi piedi".)
Mar(a)haba.
(Risposta al saluto precedente.)
Habari (gani)?
Che novit? Che c' di nuovo?
Nzuri./ Njema./ Salama. [Tutto] bene.
U hali gani?
Come stai?
Mzima.
Sto bene. (Lett. sano.)
Waonaje?
Come ti senti?
Umeshindaje?
Che cosa hai fatto? (Lett. Come hai trascorso il tempo?)
Je wewe?I Sijui wewe?E tu? (Lett. Non so tu?)
" (Mi preoccupo per te.)
(K)hofu kwako.
Karibu kiti(ni).
Prego siediti. (Lett. Prego [sul]la sedia.)
Tafadhali,keti/kaakitako. " (keti si usa pi nel K e nya,
kaa (kitako) in Tanzania)
A(h)sante.
Grazie.
Kwa heri./ Kwaheri. Ad dio. Arrivederci.
Kwaheri ya kuonana. Arrivederci.
Tutazidi kuonana.
Ci rivedremo.
Nenda salama.
Vai in pace.
Uwasalimie/ unisalimie (watu) nyumbani. Salutami a casa.
9

In alcune zone kuako viene considerato rude o sconveniente (lea. il/sul fondoschiena).

IV, Unit

55

Habari una forma di saluto che precede qualsiasi conversazione, anche di d u e e stranei (per es . p r ima d i c h i edere
un'informazione). Si possono chiedere notizie in generale (Habari gani?) o quelle pi specifiche del giorno (Habari za leo?
Habari za tangu jana? Habari za tangu juzi? notizie di oggi,
da ieri, dall'altro ieri), di molti giorni (Habari za siku nyingi?) o
di una parte del giorno (habari za asubuhi? habari za kutwa?rispettivamente prima e dopo mezzogiorno). Sul continente, ma
non sulla costa e sulle isole, si domanda anche Habari za mchana? Habari za jioni? Habari za usiku? (intorno a mezzogiorno;
la sera o tardo pomeriggio; la sera tardi o la notte).
Dopo lo habari rivolto all'interlocutore segue la domanda sulla sua famiglia: Habari za nyumbani? (A casa tutto bene? Lett.
Notizie di casa?)
Habari si pu estendere al lavoro, studio, viaggio o qualsiasi
altro argomento: Ha bari za/ya kazi? Ha bari z a/ya m asomo?

Habari za/yasafari?
La risposta nzuri, njema, salama o safi. Bi sogna sempre
dare una risposta positiva ed eventualmente in seguito spiegare
che le cose non vanno tanto bene:

Habari?
Come va?
Njema, lakini baba yangu ni mgonjwa.
Bene, ma mio padre malato.
~~ la persona arrivata per ultima che dovrebbe salutare i presenti, ma anzitutto deve sempre cominciare la persona giovane.
asubuhi 9/10 Ar. mattina
juzi 5/6 l'altro ieri
kitako 7/8 base, fondo; fondoschiena
kutwa 9 (durante la/in) giornata
mgonjwa 1/2, agg. malato
safi agg. Ar. pulito, puro; in ordine
tangu prep. (fin) da
-zidi Ar. continuare, aumentare

56

Kiswahili kwa furaha

~ Dialoghi
Mzee:

Taabu:

Karibu mama.
Shikamoo mama na baba.
Marahaba mwanangu.
Je umeshindaj e?
Salama tu baba.

Khadj ia:

Hodi...

Taabu:
Wote

Mzee:

(Ngali 1971:5)

Mzee:

Karibu.
Khadij a: Shikamoo baba.
Mzee:
Marahaba mwanang u.Habari za siku nyingi, Khadija?

Khadij a:

Nzuri. (...)

Khadij a:
Mzee:

Haya kwa heri baba.


Tutazidi kuonana mwanangu.

(Ngali 1971;50-51)
K hamisi: H o d i . ..
A bdalla:
K a ri b u .
Mwanaidi: Abdalla, u hali gani?

Abdalla:

Mzima.

Khamisi:

Je, habari gani?

Abdalla:

Nzuri. Ingia.

Mwanaidi: Fatima.
F atima:
M wan a i d i ?
Mwanaidi: Habari dada?
Fatima:
Nzur i , sj iuiwewe.
Mwanaidi: Salama.
Fatima:
K ha m i si karibu ki tini.
Khamisi
Asante Fatima
.

(Ngali 1971:74)

Juma:
(kutoka nje") Hodi! Hodi! Hodi tena.
Mama: Karibu. Karibu. Juma! (. ..) Ingia tu.
J uma:
Mama:

Shika m o o .
M arha b a , marhaba mwanangu. Pita.(...) Je, habari

za nyumbani?
Juma:
l0

Nzuri , n z uri tu.

wote - tutti, [qui] entrambi


" kutoka nje dal di fuori

IV. L~nit

Mama:
Juma:
Mama:
Juma:
Mama:
Juma:

57

Salama?
Salama tu.
Mama yako haj ambo?
Haj ambo.

Je, baba yako?


Haj ambo.

(Hussein 1971:13-14)
1~Tu " s oltanto" si traduce in vari modi: ingia tu "e ntra pu-

re"; salama tu "ma sl, stanno bene"; ecc.


Khadij a:
Mzee:
Maryamu

Khadj ia:
Maryamu
Khadj ia:
Mzee:

H odi... Hodi.. .
Karibu. (Khadija aingia.)
Khadj ia, umefika?
Nimefika.

Maryamu

Umefanya vizuri.
Shikamoo baba.
Marahaba' mwanangu. Je, waonaj e?
Sj iambo baba.
Keti.

Khadj ia:

(akiketi ) Asante.

Bahati:
Fatima:
Bahati:
Fatima:

Basi mimi nitakuacha. Tutaonana kesho.


Nenda salama.
Kwa heri.
Msalimie mumeo.

Khadij a:

(Ngali 1971:31)

(Ngali 1971:55)
Karibu, Kabenga, karibu, nilisema.
Asante, mwanangu, alijibu.
Karibu kiti, usiogope. t3

(Kezilahabi 1974:31)
-salimia salutare qualcuno

13

akiketi sedendosi
usiogope non temere

Marcatore verbale to. Congiuntivo affermativo, negativo e consecutivo. Esortativo consecutivo. -OrE. Temi verbali che trattengono il morfema KU. Pluralizzatore -Nl. Imperativo "irregolare".

Il marcatore verbale KI
ha tre significati diversi, tutti per collegati con l'idea di base
di un'azione continua o incompiuta.

Ol C o n d izione "reale" (al presente) :


(Kama) ukitaka, nitasema.
Se vuo i , parler.
Anakuja ? Kama akiweza kumtoa.
Viene? Se potr tirarlo fuori.
(Topan)
La congiunzionekama non necessaria;d'altra parte essa pu
esprimere questo tipo di condizione anche senza Ia.
Kama utamwona, utaniambia. Se lo vedrai, me lo dirai.
vs. Ukimwona, utaniambia. Se lo vedi (vedrai), me lo dirai.
Oz I m p erfetto (nel verbo secondario), spesso tradotto con il
gerundio:
Nilimwona akisema.
Lo vidi mentre parlava.
Aliondoka akilia.
Se ne and piangendo.
Lo stesso concetto di contemporaneit si pu esprimere con
huku e il M.V. NA:

Anasita na huku anafikiri sana. Esita riflettendo molto.

(Topan)
03

Un significato meno frequente di KI quello di durata


(imperfetto), se messo al verbo principale; un uso prettamente
zanzibarino.
Bagamoyo nzima ikimsifu.
Tutta B a gamoyo lo lodava

(Topan)
Mwajuma, mimi nikistahimili kwa sababu nikimpenda.
Mwajuma, io ho sopportato (a lungo) perch lo amavo.
' Cfr. pi avanti in questa Unit.

59

60

Kisvvahili kwa furaha

(Suleiman)

Akimpenda mumewe, akimtaka mumewe, akimhamu mumewe. Akimpenda, akimpenda, akimpenda.


Amava suo marito, voleva suo marito, bramava suo marito.
Lo amava, lo amava, lo amava.
(Suleiman)
In ogni modo il M.V. KI esprime l'aspetto, come ME al quale in
un certo senso contrapposto.

-hamu Ar. bramare


-sifu Ar. lodare
-sita esitare, fermarsi
-stahimili Ar. sopportare
sababu 9/10 Ar. causa, motivo kwa sababuperch, poich
~ Traducete :
Sirafili:

U n asema hutaki? Hutaki? Kweli hutaki?

Juma: B wana, kusema kweli, bwana, nikifikiri m a mbo yote,


bwana, nikianza kuwaza bwana...
Sirafili (kwa hasira kidogo): Ukiwaza nini? Ukifikiri nini?
hasira 9/10 Ar. ira, collera
-ote tutto (cfr. pi avanti in questa Unit)

(Topan 1973'.18)

Congiuntivo
Non ha alcun M.v., il suo segno principale la desinenza -E; i

verbi che non finiscono in -A non cambiano la desinenza.


ajibu
che egli risponda
tumsamehe pe rdoniamolo
cl. l

ni some
usome
asome
c1.3 uanguke
c1.5 lianguke
c1.7 kianguke
ecc.

c1.2 tu s ome
msome

wasome
c1.4 ianguke
c1.6 yaanguke
c1.8 vianguke

61

Davanti al tema verbale che inizia con una vocale, il class.


sogg. della 2.p.pl. M- appare come Mw-:
mwanze

com i n c i ate!

Lo stesso class. sogg. della 2.p.pl. prende la forma (originale)


MU- davanti a un'altra M, per es. davanti al class. oggetto della
cl. l :
mumwone vedetelo
mumlete po rtatelo
[Similmente il class. ogg. -M- pu prendereall'occorrenza la
forma -Mv-:
muulizeni (o mwulizeni)
dom a ndategli]
Invece U (della 2.p.sg.) non cambia, e ~ us ato solo eccezionalmente al posto di TU (l.p.pl.):
twende
and i a mo
twishe
f inia m o
O~ Il congiuntivo esprime un ordine pi cortese (usome, msome
invece di soma! someni!) e supplisce alle forme mancanti (prime e terze p.) dell'imperativo (tusome! leggiamo!).
Mazungumzo haya tuyaache.
Questa discussione lasciamola stare.
(Hussein)
O~ Esprime il secondo di due ordini.
Ingia utazame. Entra eguarda.
Ondoeni mchanga mlale, niliwaambia.
Togliete la sabbia e dormite, dissi loro. (Kezilahabi)
Mtoto akianguka, mwambie ainuke, basi.
Se il bambino cade, digli che si alzi e basta.
(Abdulla)
O> Corrisponde alle domande italiane di tipo "Posso. ..'? Devo...?" e simili.
Niingie?
Posso entrare?
Nifanyeje?
Che faccio? Che devo fare?
Je nimuamshe?
La de v osvegliare?
(Hussein)
Sijui nianzeje, sijui niseme nini na niache nini. (Kezilahabi)
Non so come cominciare,non so cosa dire e cosa tralasciare.

04 Pu esprimere lo scopo:
Nitaingia nichukue kitabu. Entrer per prendere un libro.
Os Si usa dopo le parole di obbligo, possibilit, desiderio ecc.,
come

62

Kiswahili kwa furaha

lzima 9/10 Ar. necessit, obbligo; avv. bisogna


sharti 5/6 Ar. necessit, costrizione, mancanza di alternativa,
condizione

afadhali avv. Ar. meglio, preferibilmente


ili cong. Ar. affinch
Lazima nimwone.
Bisogna che io lo veda./Devo vederlo.
Afadhali mwondoke. meglio che partiate.
Sharti afike sasa hivi. necessario che egli venga subito.
Ukitaka cha mvunguni sharti uiname. (Methali)
Se vuoi (qualcosa) da sotto il letto, devi chinarti. (Proverbio)
i~ Il significato esortativo del congiuntivo pu essere rafforzato
tramite il connettivo indipendente NA (scritto separato o attacca-

to al verbo):
Akitaka urafikina auombe yeye kwetu.
Se vuole amicizia, che la chieda lui a noi.

(Mulokozi)

Maneno mapya
-amsha svegliare
-enda andare
-inama chinarsi, abbassarsi
-inuka alzarsi (in piedi)
-isha finire
kitanda 7/8 letto
mchanga 3/4 sabbia
mvungu 3/4 cavit; m. wa kitanda spazio sotto il letto

-ondoa togliere, allontanare


-samehe Ar. perdonare
Il congiuntivo negativo
Si forma con il marcatore negativo SI, preceduto da class.
sogg. affermativi :
usiseme
non parlare
mti usianguke che l'albero non cada
2

Non sempre lazima richiede il congiuntivo; cfr. a p.50: lazirna utakwenda.

v. Unit

wasimsamehe ch e non la perdonino


In aggiunta alle funzioni analoghe a quelle del congiuntivo
affermativo, esso sostituisce l'imperativo negativo. [Il suo uso

come tempo consecutivo negativo verr discusso nella X.Unit.]


Nakuomba tafadhali usinivunje moyo.
Ti prego, per favore, non mi scoraggiare.
(Topan)
Angalia usivunje kitanda changu.
Stai attento a non rompere il mio letto.
(Kezilahabi)
-angalia stare attento a, guardarsi da
-vunja rompere, spezzare; -vunja moyo scoraggiare, lett.
spezzare il cuore
Il congiuntivo consecutivo

Prende il M.V. KA che si usa anche al modo indicativo (cfr.


X.Unit); nel significativo esortativo contiene l'idea implicita di
andare. Questa forma pu seguire un imperativo, un congiuntivo

o un indicativo per esprimere lo scopo o un secondo ordine; in


ogni caso si sottintende la distanza dal parlante nello spazio e/o
nel tempo.
Nilikuambia ukanunue samaki.
Ti dissi di andare a comprare del pesce.
vs. Nilikuambia ununue samaki.
Ti dissi di comprare del pesce.
Tukacheze tena ule mchezo.
Andiamo a giocaredi nuovo a quel gioco.
(Hussein)
Heri tukautoe (=mwili).
Meglio che andiamo a toglierlo (= il corpo). (Kezilahabi)
Nilimwambia achukue zile ndizi chumbani mwangu ili akampikie Rukia badala ya ugali.
Le dissi di prendere le banane in camera mia per (andare a )

cucinarle a Rukia invece della polenta.

-pikia cucinare a/per qualcuno (cfr. VIII.Unit)

(Kezilahabi)

64

Kiswahi li kwa furaha

badala ya prep. Ar. invece di


heri avv. Ar. meglio
tena avv, cong. Ar. di nuovo, inoltre; neg. non pi

L'esortativo consecutivo
E caratterizzato dall'assenza dei class. soggetto, dalla presenza del M.V. KA e dalla desinenza -E (-ENI al pl.). Iimitato alla

2.p.sg. e pl., come l'imperativo.


Kanunue machungwa.
Vai acomprare delle arance.
Kamtafuteni mumlete hapa.
Andate a cercarla e portatela (per portarla) qui.
(Shafi)
Kamwambie bibi, alisema naye Bwana Msa, kuna mgeni
wake kutoka shamba.
Vai a dire alla signora, parl con lui Bwana Msa, che c'
una sua ospite dalla campagna.

(Abdulla)

~ Traducete:
Juma: Mazungumzo haya tuyaache.Je, bado unaona tuucheze

huu mchezo?
Kitaru: Ndiyo. (...)
Juma: Tuanze.
Kitaru: Tuanze.
Juma: Lakini.
Kitaru: Lakini. .. (Kimya)
.

Juma:Afadhali tuanze.
Kitaru: Afadhali tuanze.
(Hussetn 1971:53-54)
kimya 7 silenzio; avv. silenziosamente

Il quantificatore -oTE
Indica la totalit ("tutti") e al singolare la completezza ("tutto"): wanafunzi wote
tutti gli studenti
nyumba yote
tutta la casa

V. Unit

Essendo un tema pronominale, viene preceduto dai concordi:


chungwa lote,machungwa yote, chumba chote, vitu vyote,
ndizi zote ...
Nella 1. e 2. p.pl. appare con i concordi pronominali s- e NY- rispettivamente e spesso si usa insieme con i pronominali indipendenti:
(sisi) sote
noi t u t ti (ninyi) nyote
voi t u t ti
Sie sotehapa ni wanaume wenzako.
(Topan)
Noi tutti qui siamo uomini come te (lett. tuoi colleghi).
Kwani sote ni kitu kimoja.
Poich entrambi siamo una cosa sola.
(Topan)
Nyote sasa ondokeni.
Ad ess o andate via tutti. (Topan)
Nyote mwahusika na mambo ya maiti kaburini.
Entrambi avete a che fare con i cadaveri nelle tombe. (Topan)
~~ -OTE non si usa nella cl.l, o meglio, con i N.I. animati, dove
viene sostituito con il N.D. -zima (intero, sano, adulto).

-husika aver a che fare, interessarsi, riguardare


kaburi S/6 Ar. tomba
maiti 9/10 ( o 1/2) Ar. cadavere (umano)

Temi verbali che trattengono il morfema KU


8 T utt i i

te m i ve r b al i m o n o sillabici t r a ttengono i l KU

dell'infinitivo in alcuni tempi e modi, se non hanno il class. ogg.


e finch rimangono monosillabici (cio se non aggiungono un
suffisso estensore, cfr. VIII.Unit).
nimekula ho mangiato vs. nimekila l'ho mangiato (cl.7)
alikunywa bevve vs.
aliny w ea
si fe c e piccolo
~ KU viene trattenuto nei seguenti tempi e modi:
tutti i tempi affermativi dell'indicativo eccetto A e KA;

tutti i modi (afferm. e neg.) condizionali e relativi (eccetto il relativo suffissato).


i~

Al contrario, KU viene omesso in

66

Kiswahili ~ a f uraha

tutti i tempi negativi dell'indicativo eccetto TA;


tutti i modi congiuntivi e l'aspetto KI.
8 Im parate i principali verbi monosillabici a memoria.

I verbi qui sotto sono elencati con il morfema KU perch il solo tema non si usa mai (tranne come lemma nel dizionario).
kuwa
e sse r e
kufa
morire
kula
mangiare
kunywa bere
kuja
venire
kupa
dare
kunya
piove r e; defecare
kucha
l. al b e ggiare (in c1.17) ; 2.temere
Kupa (dare) non si usa mai senza il class.ogg., perci in nilikupa K U n on p u e s sere il m o r f e ma d e l l ' i n f in ito, m a s o l o i l

class.ogg. della 2.p.sg. (ti ho dato).


Daktari anakuja, anampima.
Il dottore viene, la visita.
Hapana, mimi sifi maskini.
No, io non morir povero.

(Hussein)
(Topan)

Cl Nota storica: Gr an parte dei t empi v erbali ha o r i gine


nell'infinito, per es. ni-na-kula (sono con/a mangiare). Possiamo ancora vedere alcune tracce di questo uso nella poesia classica (nitakusoma "legger"). Specialmente i temi inizianti per
vocale trattenevano spesso KU: nimekwondoka "sono partito",
nilikwanguka "caddi". Altri verbi simili sono kwiba "rubare",
kwanza "cominciare", kota "s caldarsi", kwenda "a ndare",
kwisha "finire" ecc. In icuni casi K(U) diventata parte del
tema: -konda "dimagrire" (dal bantu comune -yonda); cfr. an-

che -koga/-oga"fare ilbagno",-kosha/-osha "lavare",


Per due verbi, -enda (andare) e -isha (finire), nel swahili
standard obbligatorio trattenere il KU come se fossero verbi

monosillabici, ma parlanti e scrittori swahili non rispettano questa regola.


Unakwenda wapi?
Dove vai?
Basi, mimi ninakwenda sasa.

V. Unit

67

Allora io adesso vado.


(Topan)
vs. Moyo unaenda mbio.
Il cuore batte velocemente. (Keto)
Alienda kunawa mikono.
And a lavarsi le mani.
(Ngare.)
Pia naona fikirazangu zinaenda kombo.
Inoltre vedo che i miei pensieri vanno per conto loro. (Keto)
In kwisha il Kw- pu essere omesso solo se un verbo ausiliare:
Chakula kimekwisha. I l ci bo finito.
vs. Chakula kimesha liwa.
Il cibo gi stato mangiato (lett. finito di essere mangiato).
<~ Notate l'elisione della I in ki mesha (invece di kimeisha).
Un'altra elisione (questa volta riguardante il prefisso) avviene in

sendi (colloquiale per siendi "non vado").


Invece la A (per es. del class.6 YA- o del M.U.neg. JA) con la
I di -isha pu essere contratta in E: hajesha = hajaisha (non
finito), hayeshi= hayaishi (non finiscono).
Basi mwananchi, yeshe. Yamekwisha.
(Hussein)
Basta, cittadino, la faccia finita (lett. che sia finito). finito.
Altri esempi:

Aah, tusiwe kama watoto.


Ah, non siamo (cong.) come bambini.
(Hussein)
Anakutaka uende haraka ukamleteyule Mzungu hapa.
Vuole che tu vada in fretta e porti quell'Europeo qui. (Topan)
Sikiliza, dunia hii hayendi bila ya pesa.
(Mohamed)
Ascolta, questo mondo non va (non funziona) senza soldi.
Azimio haliji kabla ya shaka kutoka. Lazima iondoke shaka
kwanza, halafu ndiyo lije azimio.
L'intenzione non viene prima che il dubbio vada via. Il dubbio deve prima andarsene, solo dopo pu venire (lett. poi si

che venga) l'intenzione.

(Hussein)

' Il passivo di kula. Dopo l'ausiliare -tsHA non occorre il KU dell'infinitivo


al secondo verbo.

68

Kiswahili kwa furaha

~ Kwenda con il possessivo nella c1.10 significa "andarsene".


ninakwenda zangu me ne vado
tulikwenda zetu
ce ne andammo
Haya sasa twende zetu nikakupeleke nyumbani kwa Mwanatenga.
(Abdulla)
Su, andiamocene ora perch ti porti a casa di Mwanatenga.
Maneno mapya
azimio S/6 intenzione; programma (Azimio la Arusha Dichiarazione di Arusha)
fikira 9/10 Ar. pensiero
kombo 5/6 curvatura, deviazione; -enda k. andare storto

mbio 9, avv. (di) corsa


mwananchi 1/2 cittadino
Mzungu 1/2 uomo bianco, Europeo, Occidentale
-nawa lavarsi le mani (e la faccia)
-nywea rimpicciolirsi, restringersi
-peleka mandare, portare
-pima misurare; med. visitare
shaka 9/10 Ar. dubbio; bila (ya) shaka senza dubbio

V. Unit

69

Verbi monosillabici nei principali tempi e modi


affermativo
NA

negativo

ninakula
nala

TA

nitakula

ME

nimekula

LI

nilikula

sitakula

nikala
JA

sijala

KU

sikula

PmS. NEG.

sili
nikila

Sll O-'-

nisipokula

NGE

ningekula

(ni) si ngekula

NGALI*

ningalikula

(ni)singalikula

SHA~

nishakula

CONGIUNT.

nile, nikale

nisile

RELATIVI

ninayekula, nilaye

nisiyekula

HU"

hula

('Per amor di completezza abbiamo elencato anche le forme


non ancora discusse.)

70

Kiswahili k.wa furaha

w Traducete:
Munkari:
Una nitaka nifanyej
e?
Z iraili: K a m w endee Sirafili u k a mweleze yote h a y a5 , umwombe atusaidie.
Munkari:
Si atusaidie, bwana: akusaidie.
Ziraili: H a y a, anisaidie.

(Topan 1973:10)

Ziraili: Je, bwana, wasemaj e? Tayari twende? 6


Juma: Sitaki kwenda.
Ziraili: Utakwenda.
Juma: Sendi.
Zi raili: Lazima utakw enda. (. ..)
Si rafi li: Je, bwana, wasemaj e? Unakwenda, huendi?
Juma: Naam,7 bwana!
Si rafi li: Nakuuliza wasemaj e,utakwenda, huendi?
Zi raili : Hataki kwenda.

(Topan 1973:17-18)
-eleza spiegare
-endea {da -enda) andare verso/ da (qualcuno)
-saidia Ar.aiutare
tayari agg. Ar. pronto

Il pluralizzatore -NI
-NI il suffisso della 2.p.pl. (non bisogna confonderlo con
l'omonimo suffisso locativo) che si usa insieme con il corrispondente class.ogg. all'indicativo, e senza i l
c l a ss.ogg.
all'imperativo:
ninawaoneni vi vedo
katafuteni
andate a cercare
somenil leggetet
sisomenit
non leggete!

yote haya tutto questo (sottinteso mambo)


Tayari rwende? Sei pronto per andare?
naam prego? come hai detto?

V. Unit

71

Il pluralizzatore pu essere suffissato anche ad altre parole rivolte a pi persone come saluti, alcuni avverbi, verbi esortativi

indirizzati a un gruppo e cosi via.


Twendeni! And i a mo! Tu jaribuni!
Prov i a m o!
Tafadhalini. Vi prego. As anteni.
Grazie a voi.
Kwaherini. Ar r i vederci a voi.
Poleni.
Mi di sp i a ce per voi.
Karibuni!
Benv e nuti!Ndugu zanguni! Fratelli miei l
Shikamooni akina mama. (Una ragazza salutando sua madre e altre donne.)
Fsempi:

Haya twendeni Bagamoyo. Twendeni.


Su, andiamo aBagamoyo. Andiamo!
(Topan)
Tuendeleeni na kazi. Continuiamo con il lavoro. ( T o pan)
Si neno, Khamisi na.Abdalla. Asanteni kwa kunisindikiza.
Kwa herini.
Non nulla, Khamisi e Abdalla. Vi ringrazio per avermi accompagnato.Arrivederci.
(Ngali)
Piteni ndani. Karibuni ukumbini; lakini tafadhalini nisubirini kidogo nikajitie maji.
Entrate (dentro). Prego, accomodatevi nel salotto; ma per favore aspettatemi un po', vado a sciacquarmi .
(Shafi)
akina, kina 9/10 Ar. lignaggio; si usa come una specie di plurale generalizzato: kina Juma Ju ma e i suoi amici; (a)kina
Kombo la famiglia Kombo, i Kombo
pole avv. piano, con calma (anche polepole); mi dispiace (risposta: nimeshapoa "sto gi bene")
-subiri Ar. aspettare
ukumbi 11/10 atrio, sala, anticamera, ingresso

' Diverso dal locativo karibuni recentemente, tra poco.


Lett. "mettermi l'acqua". (Per il st riflessivo cfr. VIII.Unit.)

Kiswahi li kwa furaha

L'imperativo irregolare
nenda!
ne n d eni!
va!
andate!
njoo!
nj o( o ) ni!
vieni!
venite!
Altri verbi monosillabici devono trattenere il M.V. KU se sono senza il class.ogg.
kula!
m angi a ! vs. k i l e !
mangialo!
kunywa! be v i!
kuwa!
sii!
Al plurale il KU facoltativo:
leni/ kuleni
mangiate!
Kuweni tayari!
Siate pronti!
(Mulokozi)
Kuwa mtoto mzuri. Sii un bravo bambino.
(Mulokozi)
Njooni mnisaidie! Binti yangu mgonjwa sana. Sijui kama
anapumua ama amekufa.
Venite ad aiutarmi! Mia figlia sta molto male. Non so se respira o morta.
(Kezilahabi)
Kuweni na moyo wa ujasiri na uzalendo.
Siate coraggiosi e patriottici. (Lett. Abbiate il cuore di coraggio e patriottismo.)
(Mulokozi)
Bawabu, nenda na kijana huyu ukamlete mbwa wa Hamisi.
Portiere, vai con questo giovane e porta il cane di Hamisi.

ama cong. Ar. oppure


bawabu 5/6 Ar. portinaio, usciere
-pumua respirare
ujasiri 14 audacia, coraggio
uzalendo 14 patriottismo

(Topan)

u Traducete:
Baba Kitaru:
Mama Ki taru:

Nj oo, nj ooni nikuonyesheni kitu.


Nini?

Baba K;.

Ndege wangu.

Juma na Kitaru: Ndege!


Mama K:
Ndege?

Baba K:
Mama K:

Nj ooni hapa dirishani. Unaiona nini?


Gari mpya! Benz!

V. Unit

Baba K:

73

Y a n gu! Naam! Mali y angu, jasho langu. Kitaru,

njoo uitazame. Juma, njoo. Mnaiona? (...)Linaruka kama


ndege. Twendeni tukatembee, mnasemaje? Twendeni. Twende, twende.

(Hussein 1971:23)
jasho 5 sudore
-ruka volare, saltare
-tembea passeggiare,camminare
~ Dialoghi
M bogo:

Ho d i. . .

M ama:
Mbogo:
Wote:

K a ri bu .
Shi k a m oo baba na mama.
M ar aha b a mwanangu. U mzima?

Mbogo:

Sa l a ma.

Mama:
K eti b a b a ..Je, watu hawaj ambo nyumbani?
Mbogo:
Ha wa j a m bo.(...) Kwa kuwa nina haraka sana mtanisamehe nataka kuondoka.
Mama:
War u d i n y umbani?

Mbogo:

Nd i y o mama.

Mama:
Mbogo:
Mzee:

Uwa s a l i mi e watu nyumbani.


Ni ta w a salimia.
Asant e sana mwanangu. Nenda salama.

Mbogo:

(aki toka) Haya baba.


(Ngali 1971:15)

Mama Kazi: HodE'(...)


Wote:
Mama K:
W ote:

K a ri bu .
Je mu 10 waz i m a nyote?
Salam a .

Mama:

Kari b u dada.

Taabu:
Mama K:

Shi k a m oo mama.
M a r a h aba mwanangu.(...)

Mzee:
Sh e m egi huj ambo?
Mama K: ( a kiwapa mikono) Sij ambo
Il class.sogg. isolato pu essere usato come copula (cfr. VIII.Unitl.
" shemegi = shemeji (cognatola)

74

Kiswahili kwa furaha

Mama:

Ket i dada.

Mama K:

A s a n t e.

Mfaume:

(kutoka nj e) Hodi, hodi.

B aba:

Ka ri bu .

(Ngali 1971:11)

M faume: H o di .
Mama:
Mafume:
Baba:

Pi ta , p i ta. Je?
Da k t a ri amekuj a.
M wa mb i e apite.

(Mfaume anaondoka.)... (Daktari anaingia.)


Daktari:
J e B wa n a K i t a r u, h a b ari? (Wanapeana mikono
Anamsalimu Mama.) Je, habari?
M ama:
Nzur i.
Baba:
Nzu ri , k a r i bu. Mfaume, lete kiti.
Daktavi:
H ap a n a, hapana. Nitakaa hapa kitandani.

kutoka prep. da
kwa kuwa cong. poich
-salimu Ar. salutare

12

wanapeana mikono si stringono la mano

(Hussein 1971:31-32)

VI. UNIT
La o di riferimento. Dimostrativi di riferimento. La o di rif. con
NA (class. ogg. con il verbo "avere"). Copula locativa. Numerali.
Calendario e data.

La O di riferimento
E un morfema molto i m portante con il q u ale si esprimono
d iversi c o ncetti d e ll a g r a mmatica s w ahili . S i f o r m a c o n i
concordi s eguiti d a l l a v o c a le -O; v i a v v e ngono g l i s t e ssi

cambiamenti fonetici che con la -A (del connettivo dip. ecc.). La


cl. l ha la forma particolare YE, mentre la U/W delle classi 2, 3 e

11-14 sparisce quando la o

d i r i f e rimento su f fissata o

111

"infissata ".

Ecco il paradigma completo:


c 1.1
YE ( E), (Yo) c l . 2
c1.3
c1.4
(w)o
c1.5
LO
c1.6
c1.7
CHO
c 1.8
c19
Yo
cl.10

(w)o
Yo
Yo
vY o
zo

cl.11-14 (w)o
[ c1.12 K o j

cl. 15 K (w) o
c 1.16
c 1.17

po
Ko

c1.18 M(w)o
La o di riferimento si usa nei dimostrativi di riferimento, con
NA, -O-OTE e -INGINE-O (cfr. Vll.Unit), nei verbi relativi e
AMBA-, nella copula enfatica e in quella locativa.

'"Infisso", riferito al class.ogg. o ai morfemi relativi nel verbo, un termine del

bantuista sudafricano C.M.Doke; largamentc accettato, ma in realt si tratta di


prefissi, in quanto sono posti davanti alla radice verbale.

75

76

Kiswahili kwafuraha

Il dimostrativo di riferimento
Si forma

c a m biando l a s e conda si llaba de l d i m o strativo

"questo" che si sostituisce con la o di riferimento.


cl.l
huyo
c1.3
huo
c1.5
hilo
c1.7
h ieh o
c1.9
hiyo
c1.11-14 huo
[c1.12 ha k o ]
c1.15 h uk o
c1.16 h ap o
c1.17 h uk o
c1.18 h um o

c1.2
c1.4
c1.6
c1.8
cl. l 0

hao
hiyo
hayo
h ivy o
h iz o

Questi dimostrativi indicano un oggetto gi menzionato.


(Nguo) zote hizo alizitia katika begi.
Tutti questi (vestiti) li mise nella valigia.
(Abdulla)
Lazima unionyeshe barua hiyo!
Devi mostrarmi quella lettera!
(Kezilahabi)
Usiku huo mvua ilinyesha kwa wingi sana. (K ezilahabi)
Quella notte cadde la pioggia in grande abbondanza.
Siku hiyo alivaa sura ya kutisha.
(Musiba)
Quel giorno aveva (lett. indossava) un aspetto spaventoso.
Unayaonaje maneno hayo?
Come ti sembrano queste parole?
(Suleiman)

Kila siku ninawakuta hapo kila siku!

Ogni giorno li trovo qui ogni giorno!


(Kezilahabi)
Tumekutana mimi na yeye katika basi, Tenga, Jamila
alicheka kidogo, na huo umekuwa kama udugu wa nazi
katika pakacha.

VI. Unit

77

Ci siamo incontrati, io e lui, nell'autobus, Tenga, Jamila


rise un po', e quello stato come la fratellanza delle noci di
cocco nel canestro.

(Abdulla)

Hapo si usa non solo come dimostrativo di luogo, ma anche


di tempo e pi generalmente di circostanze:
hapo
in quel caso, date le circostanze
hapo kale
nel passato, nella notte dei tempi
tangu hapo/ tokea hapo da molto tempo; da ora in poi
Ukimwona hapo mwambie. Se lo vedi, allora dirgli.
Kweli waume zangu hapo mmejadili jambo la maana.
Vero, mariti miei ( =suo marito con un amico), ora avete
toccato (discusso) un argomento significativo. (Salwenga)
.

Tutti e tre tipi di dimostrativo (huyu, huyo, yule in tutte le


classi), a differenza di altri aggettivi, possono essere posti anche
davanti al nome; in questo caso il significato si avvicina a quello
del nostro articolo determinativo.

Yule kijana aliinua kichwa.


Il giovane alz la testa.
(Suleiman)
Na nani huyu mama yako? E chi la tua mamma? (Suleiman)
Ewana Msa alimwacha yule bibi (. ..) akae apumue.
Il sig. Msa lasci la signora (...) sedersi e tirare il fiato.

(Abdulla)
Maneno mapya
barua 9/10 Ar, lettera
basi 5/6 Ing. autobus
begi 9/10 Ing. valigia, borsa
-cheka ridere
-jadili Ar. discutere; interrogare
kale 9/10 tempi antichi, antichit, il passato

maana: -a maana significativo


-nyesha piovere
pakacha 5/6 canestro di foglie di palma
-pumua respirare, tirare il fiato

78

Kiswahili kwa furaha

sura 9/10 Ar. aspetto, espressione


-tisha spaventare, minacciare; -a
minaccioso
udugu 14 fratellanza

ku t isha spaventoso,

La o di riferimento con il connettivo NA


Quando abbiamo discusso i pronominali indipendenti (I.
Unit), abbiamo trovato forme come nami (ed io, con me),
nawe, naye ecc., tutte riferite ad esseri viventi. Per esprimere

i nvece "e/con esso/a/i/e" bisogna aggiungere al NA la O d i


riferimento nella classe appropriata: nacho, nazo, nalo, nayo
ecc.

Sina haja naye. Non ho bisogno di lui/lei.


Nina haja nacho.Ho bisogno di esso. Ne ho bisogno (del libro).
Come abbiamo spiegato nella II. Unit, il verbo "avere" si
rende in swahili come "essere con", cio kuwa na, in tutti i
tempi e modi eccetto il presente indicativo dove kuwa si usa
raramente, sostituito com' dalle varie forme di copula. Cosi la
o di riferimento suffissata al NA esprime il complemento oggetto
pronominaledel verbo "avere":
nincho
ce l'ho (kitabu)
hatunzo
non li abbiamo (ndizi)
tulikuwa navyo le avevamo(viti)
~ "Kuwa na" non si pu usare senza un complemento oggetto!
Lazima uwe nayo.
Devi averlo.
Lakini sikuwa na pesa zote hizo.
Ma non avevo tutti questi soldi.
(Topan)
Nguvu tunazo. Maji tunayo. (...) Habari hizo zote tunazo.
La forza ce l'abbiamo. L'acqua ce l'abbiamo, (...) Tutte
queste informazioni ce l'abbiamo.
{Mulokozi)
Mwanangu, unazo sababu nyingine? Sinazo.
"Figlio mio, hai altri motivi?" "Non ne ho."

(Sembera)

VI. Unit

79

haja 9/10 Ar. bisogno, necessit


nguvu 9/10 forza
w Traducete:
Niondoke Peponi?
Duniani nimetoka Bagamoyo.
Si rafili: Naj ua.
Juma: Ni mji mdogo.
Si rafi li: Ndiyo, sote twajua (Anakohoa) Endelea bwana.
2
Juma: Sasa ananitaka nende mji wa Wazungu.
Juma:

(Topan 1973:18)
-kohoa tossire

La copula locativa
"Trovarsi in un posto o in uno stato" si esprime al presente
con i concordi e le particelle locative PO, KO, MO (cio la O di
riferimento nelle classi locative).
c1.1
nipo , n i ko,nimo n eg . sipo,siko,simo
upo.. .
hupo.. .
yuko
hayuko
c1.2
tumo
hatumo
mpo, mumo
hampo, hamumo
wako
hawako
c1.3
upo
haupo
c1.4
ipo
haipo
c1.5
limo
halimo
c1.6
yamo
hayamo
c1.7
kiko
hakiko
c1.8
viko
haviko
c1.9
ipo
haipo
2

nende = niende

Kiswahili kwa furaha

c1.10 z ip o
cl.11-14 umo

hazipo
haumo

~~ Simo. Non c'entro, non affar mio, non mi riguarda.


Queste forme si usano sempre quando il predicato un
locativo.
Baba y upo n y umbani? nilimwuliza K a lia. B a bal
Nyumbani hayupo.
Pap a casa? domandai a Kalia. Pap! A casa non
c'.
(Kezilahabi)
Hufahamu kwamba sisi wote hapa maisha yetu yamo
hatarini?
(Kezilahabi)
Non capisci che qui la vita di tutti noi in pericolo?
La scelta della particella dipende dal s i gnificato delle
rispettive classi locative:

~ po

luogo determinato e vicino, stato in luogo

~ Ko

luogo indeterminato e lontano, moto

~ Mo

p o s izione all interno, dentro

Le particelle Po e Mo indicano il luogo con una maggiore


esattezza rispetto a vo, perci quest'ultimo si usa pi spesso
delle altre

d ue , c i o s e mpre q u ando non possiamo o n on

vogliamo specificare il luogo, e quindi nelle domande con wapi

(dove?).
Mama yako yuko wapi?
Yuko nyumbani.
Yupo nyumbani.
Yumo jikoni.

Dove tua madre?

a casa (laggi).
a casa (qui).
in cucina.

Altri esempi :

Ukweli uko maehoni.


La verit sta davanti agli occhi.

(Hussein)

Vl. Unit

81

Mimi niko pamoja na nyinyi. Io sto (insieme) con voi. (Shafi)


Mimi nimo katika huzuni.
Io so n o nel dolore. (Kezilahabi
)
Wahehe, mpo? Tupo.
Hehe, ci siete? Ci siamo.
(Mulokozi)
Anamwona Kitaru yumo fikirani.
Vede che Kitaru [immerso] nei pensieri.
(Hussein)
Wakati umekaribia na siku haiko mbali.
Il tempo si avvicinato e il giorno non lontano.
(Shafi)
Ingia hicho chumba cha mkono wa kushoto, vitu vyote vimo
humo.
(Sembera)
Entra nella stanza a sinistra, tutte le cose stanno li dentro.

Hakuna njia nyingine? Iko njia.


Non c' un'altra via? Una via c'.
(Hussein)
Notate la differenza, in quest'ultimo esempio, tra (ha)kunapi vago, indefinito ("una via qualsiasi") e iko ("una via ben
precisa").
Non bisogna mai usare la copula Nl nel senso di "trovarsi".
Semmai succede il contrario, cio l'uso della copula locativa
si estenda ad alcuni casi dove ci si aspetterebbe xi, specialmente
i~

con un N.D. senza classificatore come tayari (pronto), o con un

N.l. (usato come aggettivo), che indicano uno stato.


Labda yuko macho. Fo rse sveglio.
(Hussein)
Wahehe, mko tayari? Tuko tayari.
Hehe, siete pronti? Siamo pronti.
(Mulokozi)
Maneno mapya
huzuni 9/10 Ar. dolore, afflizione
-karibia avvicinarsi
mkono wa kulia/ kuume la mano destra
mkono wa kushoto la mano sinistra
Mhehe 1/2 Hehe (membro di una trib tanzana)
ukweli 14 verit
' Una trib tanzana.

82

Kiswahili kwa furaha

yu(ko) macho idiom. sveglio


~ Traducete:
Con questo brano si c o m i nciano ad a f f rontare letture pi

impegnative. I testi non sono semplificati, ma presentati in


forma originale, con le eventuali omissioni indicate da (. ..).
Kazimoto aanguka baiskelini
Mara niliona baiskeli yangu inaongeza mwendo: nilikuwa

nimefikia mteremko mkali. Niljiaribu kufunga bre4 baada ya


k uona kundi l a ng ' o m b e mbele yangu b a r a barani k a b i sa.
Nilifunga breki kwa nguvu. Nilisikia kitu fulani kama mlio w a

chuma. Badala yakupunguza mwendo, baiskeliilianza kwenda


kasi sana. Nilitambua mara moj a kwamba sikuwa tena na breki
za nyuma. Niliogopa kutumia za m bele 5. K u tahamaki ni li ona
ng'ombe mmoja h a tu a k um i h i v i m b el e y a ngu. N i l i m gonga
ubavuni. Nilisikia ng 'ombe analia. Baiskeli ilianguka mbali na

mimi nilipit
ajuu ya mgongo wa ng'ombe na kuanguka upande
mwingine.

(Kezilahabi 1974:70-71)
barabara 9/10 strada maestra, carrozzabile
breki9/10 Ing, freno; -funga breki frenare
chuma 7/8 ferro
fulani 9/19, agg. Ar. tal dei tali; tale, un certo
-gonga percuotere, battere; sbattere

hatua 9/10 Ar. passo

-kali (qui) ripido


kasiavv.Ar. intensamente, energicamente, con forza
kundi 5/6 gruppo, folla, gregge
kutahamaki avv. improvvisamente
mara avv. Ar. ad un tratto; mara moja subito

mgongo 3/4 schiena, dorso


4

nilikuwa nimefikia ero arrivato a


za mbele (quelli) anteriori

VI. Unit

83

mlio 3/4 rumore (di qualcosa), suono, scricchiolio; pianto


mteremko 3/4 discesa
mwendo 3/4 andatura, marcia; andamento

-ongeza accrescere, aumentare, aggiungere


-punguza diminuire, ridurre
-tambua riconoscere, rendersi conto

Numerali
La maggior parte dei numeri di origine araba e quindi resta

invariata; solo i numeri cardinali 1-5 e 8 si comportano come


altri N.D. bantu prendendo i class.nom. Per contare si usano le
forme della c1.10 (cio senza classificatori eccetto il " d ue" che

ha la forma mbili).
1 -moja
2 -wili, mbili
3 -tatu

6 sita
7 saba
8 -nane

4 -nne

9 ti sa

5 -tano

10 kumi

Kumi l'unico numerale di origine bantu che non prende


alcun classificatore, essendo in origine un N.I. della c1.5/6. 11
modo bantu di formare le decine con makumi (20 makumi
mawili, 30 makumi matatu ecc,) rimasto ormai solo nel
dialetto kingwana dello Zaire, altrove stato sostituito dai
prestiti arabi.
10kumi
20 ishirini
30 thelathini
40 arobaini
50 hamsini
60 sitini

11 kumi na moja
22 ishirini na mbili
33 thelathini na tatu
44 arobaini na nne
55 hamsini na tano
66 sitini na sita

84

Kiswahili kwa furaha

7 0sahini
80 themanini
90 tisini

77 sahi n i na saba
8 8 th e manini na nane
99 tisini na tisa

Gli aggettivi numerali di origine bantu (eccetto kumi) si


accordano con il N.I. anche nelle forme composte:
vitu kumi na kimoja
undici oggetti
miaka ishirini na mitatu
ventitr anni
watu thelathini na watano trentacinque persone
Altri prestiti arabi sono
mia
c ent o
miteen
elfu
mil le
sifuri

duecento (poco usato)


zero

Inoltre

laki
cent o m ila (di origine indiana)
milioni milione (di origine europea)
Cl Esistono pure le f o r me a rabe per i n u m e r i 1 1 - 1 9 , ma
frequentemente usate sono solo le prime due:
11 edashara
14 arobatashara
17 sabatashara
12 thenashara
1 5 ha m stashara
18 themantashara
13 thelatashara 16 sitashara
19 tisatashara

Tano e kumi in c1.7 indicano una monetina (ormai da tempo


inesistente) :
kitano moneta da cinque centesimi
kikumi moneta da dieci centesimi
Mia, elfu, laki e milioni appartengono alla c1.9/10, perci al
plurale non cambiano. Tuttavia si possono mettere in c1.6 per
indicare una quantit non esatta:

mamia/ maelfu ya watu

centinaia/ migliaia di persone

<~ Nei numeri composti l'ultimo componente preceduto da


NA:

l'I. Unit

105
2.543
10.379
nell'anno 1995

85

mia ( moja) na tano


elfu m bili mia tano arobaini na tatu
elfu k umi mia tatu sabini na tisa
(k a tika) mwaka elfu moja mia tisa tisini na
tano

i~

Nei numeri molto alti il numerale qualificante si mette di


solito davanti a elfu anzich dietro per evitare ambiguit:
300.001
vs.

mi a t atu elfu na moja


opp. laki tatu na moja
1 . 301 elf u moja mia tatu na moja

Numeri ordinali si f o r mano per m ezzo del c o nnettivo


dipendente -A edel numero cardinale che rimane ovviamente
senza classificatore:
kitabu cha tano il quinto libro
somo la sita
la se s ta lezione
~ -a kwanza
p rim o
-a pili
secondo
-a mwisho

u lt im o

-a ngapi?

qual e ? (domanda a un numero ordinale)

Numeri moltiplicativi si formano per mezzo del N.I. mara


(9/10 Ar.) "volta":
mara moja
mara mbili

u na v o l t a
d ue v o l t e

Moltiplicazione:
sita mara tatu

mara ngapi? quante volte?

mara ya pili la seconda volta

se i per tre(lett. sei per tre volte)

N umeri d i s tributiv i si f orma n o ri p e t endo i nume r i


cardinali; si possono scrivere uniti o separati.

Wavulana wamekuja mmoja mmoja.


I ragazzi sono venuti a uno a uno.

Tupe robo robo kwanza...

86

Kiswahili kwa furaha

Dacci primaun quarto a ciascuno .


.

(Abdulla)

Frazioni si formano in due modi:


01 per mezzo del N.l. sehemu (frazione):
1/5
2/4

sehe m u (moja) ya tano


sehe m u mbili za nne

O> per mezzo del N.I.asili (9/10 Ar.) "denominatore":


1/10 asilikumi
3/10 asilikumi tatu
1% as ilimia
30% asilimia thelathini
Asilikumi ni sehemu moja ya kumi.
Un decimo una parte di dieci.
Nne ni asili ya sehemu hii (3/4).
Quattro il denominatore di questa frazione (3/4).
<~ Per alcune frazioni vi sono prestiti arabi:

nusu met
(moja na nusu un a e mezzo)
theluthi un terzo
(theluthi mbili du e terzi)
robo un quarto
(moja kasa robo tre quarti)
thumni un ottavo ( di una rupia = mezzo scellino)

Calendario
L'influenza europea ha diffuso in A f r ica Orientale l'uso
dell'anno solare con i m esi t rascritti secondo la pronuncia
inglese:
Januari
Februari
Machi
Aprili

Mei

Juni
Julai
Agosti

Septemba
Oktoba
Novemba
Desemba

Tuttavia nell'ambiente musulmano ancora in uso l'anno


islamico con dodici mesi l unari. I l m ese di r i f erimento
Ramadhani, il m ese del digiuno; i n o ve m esi seguenti si

VI. Unit

87

contano come Mfunguo mosi, Mfunguo pili ecc. (-fungua


"aprire" significa anche "cessare il digiuno"). Gli ultimi due
mesi prima del Ramadan hanno anch'essi nomi arabi: Rajabu e
Shaabani. L' a nno islamico di q u a lche giorno pi b reve
dell'anno solare, quindi i m esi non corrispondono a quelli
occidentali.
O ggigiorno i T a nzani preferiscono riferirsi ai m esi d e l
calendario europeo secondo il loro numero:
mwezi wa tatu ma rzo ( i l t erzo mese)
mwezi wa kumi ottobre (il decimo mese)

La data
Nelle date si usano i numeri cardinali che si mettono dopo il
mese; "primo" e "due" si dice mosi e pili:
Januari kumi na saba il 1 7 gennaio
Machi ishirini na tano il 2 5 marzo
~~ Mwezi mosi
il primo del mese
Siku Desemba 9, 1961 si legge siku Desemba tisa, (mwaka)
elfu moja mia tisa sitini na moja.
Pi frequente che siku (giorno) davanti alla data tarehe
(9/10 Ar.) "data".
~ In questo caso il giorno si mette prima del mese:
tarehe tisa Desemba
il 9 d i c embre
Esempi:

Nilikuwa na shilingi arobaini tu.


Avevo solo quaranta scellini.
(Topan)
Mimi sasa umri wangu ni miaka arobaini na mmoja.
[Io] adesso la mia et quarantuno anni.
(Suleiman)
Rosa akiwa na umri wa miaka kumi na mitano alikuwa
darasa la saba.
Rajabzz, Shaaba>zi e Ramadhani sono anche nomi maschili.

88

Kiswahili kwa furaha

Rosa che aveva (avendo) quindici anni era (nella) settima


classe.
(Kezilahabi)
Uhuru tuuautia mkononi tarehe tisa Desemba.
L'indipendenza la prendiamo in mano il 9 dicembre. (Yahya)
Wakampa Mramu noti yamia. Mramu alifanya hesabu yake
ya vidole, akawarudishia Sh. (= shilingi) 78/-.
D iedero Mramu
a
una banconota da cento. Mramu fece ilsuo
calcolo sulle dita e diede loro 78 scellini di resto. (Abdulla)
darasa S/6 Ar. classe
noti 9/10 Ing. banconota

hesabu 9/10 Ar. calcolo; aritmetica


kidole 7/8 dito
-rudishia restituire a q.u.
shilingi 9/10 Ing. scellino

~ Traducete:
Nilimpa kil e

Zawadi
k i t ambaa. A li ifungua upesi il e

k a r atasi.

Alikiona. Alitabasamu,

Asante sana, alisema. Nafikiri kimekugharimu shilingi


nyingi.
Thelathini na tano tu.
Thelathini ni pesa nyingi sana.

(Kezilahabi 1974:41)
-gharimu Ar.costare
karatasi 9/10 Ar, carta
kitambaa 7/8 stoffa
-tabasamu Ar. sorridere
zawadi 9/10 Ar. regalo

Cfr. IX. Unit.

VI. Unit

89

Hesabu
Sasa hebu j a r ib u k uj u mlisha h amsini n a m b i l i n a
shilingi hamsini. Je, unapata shilingi ngapij umla?

(...)

Kwelij awabu ni shilingi mia moj a na mbili (. ..)


Sasa hebu fanya mwenyewe hesabu hii:robo moja ya
s hilingi mi a m oj a

n a m b i l i u n a dhani j a w abu sahihi n i k i a si

gani?
Naam (...), alisema baada ya kukaa kimya akif ikiri kwa
dakika chache. Nadhani (. . . ) n i s h i l i n gi i s h irini na t a no n a
senti hamsini. >>

(Mahimbi 1975:41-42)
dakika 9/10 Ar. minuto
(h)ebu inter. Ar. senti! dai! suvvia!
jawabu 5/6 Ar. risposta
jumla 9/10 Ar. somma, totale, l'insieme

-jumlisha addizionare
kiasi 7/8 Ar. quantit, misura; kiasi gani'?quanto?
naam inter. Ar. si, certo

sahihi agg. Ar. corretto, giusto


senti 9/10 Ing. centesimo

Rosa anunua viatu


Siku ya Jumamosi, Rosa alikwenda kununua vitu vilivyokuwa
8
vikihitajika . F l ora aliandamana naye. Walikwenda kwa miguu

umbali wa maili sita hivi. (. . .) Mw ishowe walifika mjini


Nansio. Waliingia duka moja la BATA, alimokuwa aki fanya
kazi9bwana Ndalo. Walitumaini kwamba atawasaidia kuchagua
viatu vizuri kwa bei nafuu. Waliviona viatu. Rosa alijipima' ;
akaona vinamkaa Il
Bei? aliuliza.

vilivyokuwa vikihitajika che erano necessarie


alimokuwa akifanya kazi dove lavorava
10
alijipi ma si misur; se le prov
Il
akaona vinamkaa evide che le stavano bene

90

Kiswahili kwa furaha

Shilingi ishirini na saba, Ndalo aljiibu kwa sauti 12 ili


Mhindi pia asikie.
Sisi hizo hatuna.
Mnazo shilingi ngapi?
Sisi tunazo kumi na nane.
Hamna kabisa!
Hatunazo, >>wote wawili walj iibu pamoj a.
Ngoj a nikamwulize mwenye duka. Alikwenda kumwuliza

Mhindi (...). Alirudi.


Amesema shilingi ishirini na tano bei ya mwisho.
<<Sisi hizo hatuna!
Eti hawana!
Kumi na tisa haidhuru 13, alij ibu Mhindi.
Hatuna hi zo tumesema. >>
<<Hawana, " Ndalo alirudia tena. (. ..)
Ndalo a l i w aambia w a sichana k a tika l u gha ya Ki k e r e we
waende duka l i l i l o kuw a14 mbe l e y a o u pande mwingine w a
barabara. Aliwambia kwamba humo wataweza kupata kwa bei
ya shilingi kumi na sita.

(Kezilahabi 1971:20-21)
-andamana (na) accompagnarsi (con); andare in corteo
bei 9/10 Ar. prezzo
eti, ati inter. (si) dice che
-hitajikaessere necessario
Jumamosi 9/10 sabato
-kaa (anche) stare bene (di vestiti)
maili 9/10 1ng. miglio
Mhindi 1/2 Indiano (molti Indiani sono proprietari di negozi
in Africa Orientale)
mwenye duka padrone/ proprietario del negozio
12

kwa sauti a voce alta

haidhuru non importa, fa lo stesso


'" lililokuwa che era

mwishowe alla fine


nafuu 9/10Ar. vantaggio, guadagno
-ngoja aspettare
-rudi Ar. ritornare

-rudia ripetere
-tumaini Ar. sperare
umbali 14 distanza, lontananza

Verbi relativi. Relativi di tempo e di luogo. Relativo generale. Relativo di maniera. AMBA-. Relativo "essere". -o-OTE. Copula enfatica. La
o di riferimento con KwA e YA.

I verbi relativi
Il modo relativo una caratteristica delle lingue bantu. La o
di riferimento, "infissata" tra il M.v. e il tema verbale, assume il
significato di pronome relativo ("chi", "che" ecc.). Nella cl.l si
usa -YE- per tutte le persone, nella c1.2 -o-.
mimi ninayejua
i o che s o
mtu anayesoma
l'uo mo che legge
sisi tuliopika
noi che abbiamo cucinato
miti iliyoanguka
alberi che sono caduti
~~ Nei verbi relativi si possono usare solo tre M.V. di tempo: NA
per il presente, LI per il passato e TAKA (raramente TA) per il fu-

turo. La forma negativa per tutti i tempi sl.


Wasioweza kufanya kaziwaondoke.
Quelli che non possono lavorare se ne vadano.
Wasioweza kufanya kaziwaliondoka.
Quelli che non potevano lavorare se ne andarono.
Wasioweza kufanya kaziwataondoka.
Quelli che non potranno lavorare se ne andranno.
Notate che davanti al verbo relativo swahili non occorre al-

cun pronome personale o dimostrativo, ma la sua presenza non

nemmeno esclusa(wale wasioweza..., sisi tusioweza...).


Poich il morfema relativo non pu portare l'accento, davanti
ai temi monosillabici privi del class.ogg. riappare il M.v. KU
dell'infinito:
mtoto aliyekunywa chai
il b a m bino che bevve del t
mtoto aliyeinywa chai (ile) il bambino che bevve il (quel) t

93

94

Ki swahili kwa furaha

PARADIGMA DELLE FORME RELATIVE

cl. l

c1.3
c1.5
c1.7
c1.9
c1.11-14
(c1.15
cl.16

niliyetosha
unayetosha
atakayetosha
unaotosha
lililotosha
kisichotosha
itakayotosha

c1.2

tusiotosha
mnaotosha
waliotosha

c1.4
c1.6
c1.8
c1.10

inayotosha
yaliyotosha
visivyotosha
zitakazotosha

uliotosha

kunakotosha)
panapotosha

Esempi:

Aliliweka lile gazeti juu ya meza kubwa iliyokuwa mbele ya-

ke.

(Shafi)

Mise il giornale sul grande tavolo che era davanti a lui.


... kipande cha mti kisichokuwa na uhai
(Suleiman)
... un pezzo di legno senza (che non ha) vita
Nyuma ya Peter aliiona njia iliyonyoka hadi upeo wa macho.
Dietro a Peter vide una strada che si estendeva (diritta) fino
all'orizzonte.
(Suleiman)
Christina alianza kuitafuta tofauti iliyozuka baina yao, iliyomfanya mara ile amwone Akida kama mgeni.
Christina cominci a cercare la differenza che era emersa tra
di loro,che le fece vedere improvvisamente Akida come un
estraneo.
(Suleiman)
L'eventuale class.ogg. va tra il morfema relativo e il tema del
verbo.
Nani tena hao wanaokushughulisha akili yako'?
Chi (poi) sono quelli che preoccupano la tua mente? (Shafi)
akili 9/10 Ar. mente
mara ile (anche) subito, immediatamente, improvvisamente
mti 3/4 (anche) legno
-nyoka essere/ divenire diritto, esteso

VII. Unit

95

-shughulisha Cs. occupare, impegnare


tofauti 9/10 Ar. differenza; agg. diverso
uhai 14 vita, il fatto di essere vivo
upeo 11/10 il punto pi lontano, apice, culmine; upeo wa
macho orizzonte

-zuka emergere, spuntare


~~ Hakuna/ hapana seguiti da un verbo relativo hanno il significato "non c' (c'era, ci sar) nessuno che.
Hakuna aliyethubutu kumwambia.
Non c'era nessuno che osasse dirglielo.
.

"

~ Traducete:
Waliozaliiva
Kila kitu tayari! Msitarini!
Moja, nzbili, tatu! Kimbia! Hima!
Wakati ni m fupi na hakuna aliyeshinda.

(Kezilahabi 1988: 12)


hima avv. Ar. velocemente, presto
-kimbia correre, scappare
ms(i)tari 3/4 Ar. fila
-thubutu Ar. osare
-zaliwa essere nato

Il relativo come complemento oggetto


Osserv ate la differenza tra
mtoto anayesoma kitabu
il bambino che legge un libro
kitabu anachokisoma mtoto
il libr o che il bambino legge
Nel secondo esempio il relativo si riferisce al complemento
oggetto che precede il verbo; a regola nel verbo si inserisce anche il class.ogg., accordato con il complemento ogg. nominale
(mentre il class.sogg. si accorda con il N.I. soggetto che se-

gue):
(sisi) tusiofanya kazi hii noi che non facciamo questo lavoro

96

Kiswahili kwa furaha

kazi hii tusioifanya qu e sto lavoro che noi non facciamo


mzee aliyelima shamba
il ve c c hio che ha arato il campo
shamba alilolilima mzee
il c a m po che il vecchio ha arato
Bwana Msa, ahsante kwa yote uliyoyafanya na hayo utakayoyafanya.
Signor Msa, grazie di tutto (quello) che hai fatto e quello
che farai.
(Abdulla)
Se entrambi i N.t. sono della stessa classe (1/2), il significato
del verbo diventa ambiguo e si capisce solo dal contesto:
mtoto aliyemwona Ali il bambino che vide Ali/ che Ali vide
mwezi/ mwaka uliopita
wiki iliyopita
siku zilizopita

il mese/ l'anno scorso


la settimana passata

(ne)i giorni passati

Il relativo di luogo e di tempo


Le particelle locative t'o, xo, Mo inserite nel verbo hanno la
funzione del relativo "dove".
Hatujui alikokwenda.
Non sappiamo dove sia andato.
Sikuona alimoingia.
Non ho visto dove sia entrato.
Hapa tunapokaa.
Qui dove abitiamo.
Come sappiamo, vo ha anche il significato temporale che
particolarmente frequente nei verbi relativi ("quando").
Mwalimu atakapotoka shuleni tutamwendea.
(Shafi)
Quando l'insegnante uscir dalla scuola lo avvicineremo.
Walipofika nje Stella alisema: "Hicho nini!" (Kezilahabi)
Quando uscirono fuori Stella disse: "Cos' quello?"
Tulipofika nyumbani tulimkuta Sabina amelala chini ya kivulicha mchungwa kichwa chake juu ya miguu ya Tuza.
Quando a r r i v ammo

a cas a , t r o v a mm o S a b in a d i s t esa

all'ombra de11'arancio (con) la testa sulle gambe di Tuza.


{Kezilahabi)
Basi kaahapo hapo mpaka utakapochoka. (Muhando)

VII. Unit

97

Allora stai (proprio) qui finch (non) ti stancherai.


Il negativo sIPO che ha anche la funzione di negare il M.v.
tu ("se non").
Usipotaka niambie tu. Se non vuoi, dimmelo e basta. (Shafi)
Usipoziba ufa utajenga ukuta.
(MethalE')
Se non ripari la crepa ricostruirai la parete. (Proverbio)
-jenga costruire
kivuli 7/8 ombra
-lima arare, zappare, coltivare la terra
ufa (11/10 nyufa) fessura, crepa
-ziba ostruire, otturare

Traducete:
Je, mama Sornoe unafahamu alikoenda Kidawa? aliuliza
Rehema, baada ya kusalimianal .
Hata sielewi. 2
Na Zuhura j e?
Pia Zuhura, sielewi alikoenda. (...) Basi, msubiri atarudi
hivi punde.

Unafahamu n i
ali koenda?

sh i d a , k u m subi ri mtu u s iyefahamu


(Sembera 1978:30-31)

sbida 9/10 Ar. difficolt, problema

Il relativo generale
Il cosiddetto relativo generale si forma con il class.sogg., il
tema del verbo e la particella relativa (cio la o di riferimento

n ella classe appropriata) suffissata; davanti al t ema si p u


inserire anche il class.ogg.
l

-salimiana salutarsi a vicenda


sielewi (qui) non so

98

Kiswahili kwa furaha

mwanafunzi asomaye
lo stu d e nte che studia
anisikiaye
colui che mi sente
Kwa nini unampiga namna hii? nilimwuliza.
Ninajua nifanyalo, Baba alisema kwa ukali.
Perch lo picchi in questo modo? gli domandai.
So quello che faccio, disse duramente/con severit

padre.

(mio)

(Kezilahabi)
Akijua tu kuwa Peter siku moja atakuja, kwa sababu Peter
akipenda, na apendaye hachoki.
Sapeva (bene) che un giorno Peter sarebbe venuto, perch Peter (l')amava, e chi ama non si stanca.
(Suleiman)
Ndugu zangu, katika mchezo huu mtaona kwamba chuki
haina nguvu kama wale uwachukiao wanakupenda. Utawezaje kuwachukia wale wakupendao?
Fratelli miei, in questa commedia vedrete che l'odio non ha
forza se quelli che odi ti amano. Come potrai odiare quelli
che ti amano?
(Kezilahabi)
Mtu afikiripo hapotezi muda wake.
(Kezilahabi)
Quando un uomo pensa, non perde il suo tempo.
Mimi ninaona watu wabaya ni wale niwachukiao.
Io credo che la gente cattiva sia quella che odio. (Kezilahabi)
Ukifuata nikwambiayo huyu mzee atakupa utakacho.
Se seguirai ci che ti dico il vecchio ti dar ci che vuoi.

(Banzi)

Non avendo alcun riferimento al tempo, questa forma si pu

tradurre con un aggettivo qualificativo oppure con un participio


presente o passato:
kitu kifaacho
una cosa utile
mtoto aliaye
un bambino piangente
matunda yatoshayo
la frutta sufficiente
mwaka ujao
mwezi ujao
wiki ijayo
siku zijazo

l'anno prossimo (che viene)


il mese prossimo
la settimana prossima
(ne)i prossimi giorni

VH. Unit

99

Per la negazione si usa la forma relativa inserita nel verbo:


kitu kisichofaa
una cosa inutile/ sconveniente
matunda yasiyotosha la frutta insufficiente

chuki 9/10 odio; malumore


-chukia odiare
kuwa conj. che
namna 9/10 Ar. sorta, maniera, campione
ukali14 severit,durezza, ferm ezza

Il relativo di maniera
Sappiamo che con il classificatore della c1.8 si formano gli
avverbi di maniera (vizuri, vibaya) e che, aggiunto al tema del
dimostrativo, vt assume il significato "cosi" (hivi, hivyo, vile).
Di conseguenza anche la o di riferimento nella c1.8 (vvo) ha il
significato "(cosi) come, in modo che" e simili. Si pu riferire
ad ogni concetto avverbiale che esprime modo, somiglianza,
motivo, causa o misura. ll relativo di maniera spesso accompagnato dalle congiunzioni kama "come" (ing. like, as), jinsi
"come" (ing. how) o kadiri "nella misura in cui".
Fanya kama upendavyo.
Fai come ti pare (piace).
Nitafanya nitakavyo.
Far come voglio.
Nilifanya kama ulivyoniambia. Fe ci come mi avevi detto.
Mtazame alivyokaa juu ya debe lake alilolipindua juu chini
kuligeuza kiti.
Guardatelo come sta (si ) seduto sul suo bussolotto che ha
rigirato sotto sopra per trasformarlo in una sedia. (Abdulla)
Nitakodi nyumba au chumba kwa muda kama wanavyokodi
wenzangu.
Affitteruna casa o una stanza temporaneamente come fanno

(affittano) le mie amiche.


(Abdulla)
Safinia hakumwona Siajabu alivyomtazama kwa jicho la bezo.
Safinia non vide Siajabu come la guardava con l'occhio
sprezzante.
(Abdulla)

100

Kiswahili kwa furaha

Kwani sikukwambia pale kabla hajaja, namna ulivyopendeza?Perch, non ti avevo detto allora, prima che arrivasse, come

eri piacente (piacevi)?

(Abdulla)

bezo 5/6 disprezzo


debe 5/6 Ind. bidone, bussolotto, barattolo di latta
-kodi Ind.Per. affittare
-geuza trasforrnare
-pendeza piacere, essere piacevole
-pindua girare, voltare

Il relativo AMBA-

Quando nella proposizione relativa occorre un tempo o un


modo particolare che non si pu esprimere con il M.v. LI, NA o

TA(KA), come pure in periodi piuttosto lunghi, la particella relativa viene suffissata al morfema AMBA-:
mwanamke ambaye amesimama mlangoni
la donna che sta alla porta
Con AMBA- si traduce anche il pronome relativo italiano in casi

obliqui ("cui" ecc.):


mji ambao jina lake sijasikia
la citt il cui nome non ho ancora sentito
U Nota storica: Et i mologicamente si tratta della radice verbale

"dire" (cfr. -ambia "dire a qualcuno").

Ecco il paradigma completo:


c l. l
amb a y e
c1.2
c 1.3
amb a o
c1.4
c 1.5
amb a l o
c1.6
c1.7
amb a cho
c1.8
c 1.9
amb a y o
c1.10
c1.11-14 ambao
(c1.12 ambako)

ambao
ambayo
ambayo
ambavyo
ambazo

VII. Unit

101

(c1.15 ambako)
cl.16
cl.17
c1.18

a m b apo
a m b a ko
a m b amo

Esempi:
... katika pombe ile ambayo watu wa kwetu wanaiita 'tende'
... in quella birra che la gente dalle nostre parti chiama
'dattero'
(Abdulla)
Kuna wanaume wengi, hasa wale ambao wamesoma sana,
wasiochana nywele.
(Kezilahabi)
Ci sono molti uomini, specialmente quelli che hanno studiato molto, che non si pettinano (i capelli).
Elyas, ambaye aliishi miaka arobaini na moja ya umasikini,
hakuonesha furaha hata kidogo alipopokea hundi ya shilingi
milioni tatu.
Elyas, che aveva vissuto quarantun anni in p overt, non
mostr neanche un po' di gi oia quando ricevette un asse-

gno di tre milioni di scellini.

(Suleiman)

Traducete:
Juma: Ukweli? Ukweli? Ukweli gani unaotafuta wewe?
Kitaru: Umo katika mchezo huu.
Juma: Ukweli hauwezi kuwa katika mchezo. Umo katika maisha.

(Hussein 1971:53)
Juha: Sasa ni mwezi mzima tokea nilipotoa amri yangu ya pesa

moj a kwa ratili moj a,3 na bado yapo mashtaka? Hayeshi?4


Leo yapo mangapi?
Waziri: (kwa sauti ndogo) Manane bwana.
Juha: Mangapi?
Waziri: (kwa kelele) Manane, bwana.
Juha: Lo! Manane?
Wazivi: Ndio. Manane, bwana.

(Topan 1971:8)

" ll re Tontolone (Juha1 ha dato l'ordine che ogni cosa di peso uguale abbia uguale
prezzo,cio un soldo per una libbra.
4

hayeshi = hayaishi non finiscono

102

Kiswahi lE kwafuraha

bado avv. Ar. (non) ancora


-chana (nywele) pettinare (i capelli)
hundi 9/10 1nd. assegno, cambiale, vaglia
kelele 5/6 rumore
lo(o) inter. esclamazione di sorpresa: toh! ma guarda!
mashtaka 6 Ar.accusa; azione legale,causa,processo
-onesha = -onyesha mostrare
-pokea ricevere, accettare,accogliere

pombe 9/10 birra alcoolica (spec, di produzione locale); alcoolici in generale


rat(i)li 9/10 Ar. libbra (450 gr.)
tende 9/10 dattero

tokea, toka prep. da


umas(i)kini 14 povert

La forma relativadel verbo "essere" (e "avere")


Mentre al passato e al futuro relativo ci sono le forme regolari
del verbo KUwA come abbiamo gi visto in alcuni esempi (aliyekuwa ecc.), al presente si usa il tema del verbo arcaico -LI, da
non confondere con il M.v. LI n con il classificatore della cl.S.
O Nota storica: ll verbo difettivo -LI si usava nel swahili arcaico e nella poesia classica all'indicativo presente preceduto da
soli class.sogg. (senza alcun M.V.): nili, uli, ali ecc. ("sono, sei,

").
Anche al modo relativo, -LI si usa senza M.v., cio come il re-

lativo generale:
mtoto aliye mgonjwa
un bambinoche malato
cfr, mt o to aliyekuwa mgonjwaun bambino che era malato
chakula kilicho tayari
il cibo che pronto
cfr. ch a kula kitakachokuwa tayari il cibo che sar pronto
nyumba iliyo na vyumba sita la casa che ha sei stanze
cfr. ny u mba iliyokuwa na vyumba sita
la casa che aveva sei stanze

VII. Unit

103

Esiste anche laforma negativa con SI al posto di LI:


mtoto asiye mgonjwa
il bamb i no che non malato
l'aranciache non matura
chungwa lisilo bivu
~~ Ricordiamo che anche il relativo negativo -si-o, essendo atemporale, pu indicare il presente:
wasiokuwa
quelliche non sono/ che non sarannol che non erano ecc.
Come abbiamo detto nell'Unit precedente, il verbo "avere"

richiede sempre un complemento oggetto, eccetto all'indicativo


presente; se manca il complemento nominale, bisogna aggiungere al NA la O di riferimento nella classe appropriata:

nilipokuwa nacho

quando l'avevo (il libro)

Cosi nella forma relativa di " avere" la O di r i f erimento pu

apparire due volte:


vitu nilivyokuwa navyo

le cose che avevo


La prima VYO la particella relativa, mentre la seconda VYO

svolge il ruolo del complemento oggetto, come vI nell'esempio


seguente:

vitu nilivyoviona

le cose che vidi

Esempi:

Sikitiko nililokuwa nalo sasa lilikuwa kubwa mno.


Il rimorso che avevo adesso era troppo grande.
(Kezilahabi)
Pesa nilizonazo, Jamila, si kidogo.
(Abdulla)
I soldi che ho, Jamila, non sono pochi (lett. non sono un po').
Unamfikiri vipi mgeni wetu wa Dubai tuliyekuwa naye hapa,
mchana wa leo?
Come consideri (cosa pensi di) il nostro ospite del Dubai
che abbiamo avuto qui oggi a mezzogiorno? (Abdulla)
Ni vigumu kueleza hali aliyokuwa nayo Bw. Ali.
E' difficile spiegare lo stato in cui era (lett. che aveva) il
signor Ali.
(Abdulla)
Unaweza kukisia bahati aliyokuwa nayo Mahaja.
Notate l'ortografia congiunta anzich nilizo nazo.

104

Kiswahili kwa furaha

Puoi indovinarela fortuna che aveva Mahaja.


(Mohamed)
... kama nyumba isiyokuwa na wenyewe
... come una casa che non ha padroni
(Abdulla)
... Iakini tuweke masafa yaliyo baina yetu pale pale, yasibadilike
... ma manteniamo (mettiamo) la distanza che tra di noi
allo stesso punto, che non cambi
(Abdulla)
<~ La forma negativa isipokuwa "se non " (nella c1.9 che si usa
spesso "impersonalmente") ha assunto il significato "eccetto/ se
non":

Nani atakayekuja alfajiri hii huku isipokuwa yeye tu.


Chi che arriver qui cosi all'alba se non lui...
(Abdulla)
.

Al verbo "essere" (-Lt) si pu suffissare anche una particella


locativa (ne riparleremo nella XI.Unit) o quella di maniera
(VYO) :
Hujui moyo wangu ulivyo.
Non sai come il mio cuore.
(Abdulla)
Mambo yenyewe yalivyo,imekuwa muhali kwenda huko.
Come stanno le cose (in questione), diventato impossibile andarci.
(Abdulla)

~~ H verbo KVWA con il M.V. ME prende il significato "diventare".

alfajiri 9/10 Ar. alba, aurora


-badilika trasformarsi, cambiare
-bivu agg. maturo
-kisi(a) Ar. indovinare, presumere, calcolare
masafa6 Ar. distanza,lontananza
muhali 9/10 Ar. cosa impossibile; agg. impossibile, difficilissimo
mwenyewe, mwenyeji 1/2 possessore, padrone (di casa)
sikitiko 5/6 rimorso, (motivo di) rammarico
vipicome? in che modo?

VII. Unit

105

-O -OTE

La O di riferimento con la radice pronominale -OTE significa

"qualsiasi" e dopo una negazione, "nessuno, niente".


<~ Infatti non esistono pronomi e aggettivi negativi senza un

verbo o una copula negativi.


mtu ye yote
qualsiasi persona, chiunque
(Nei dialetti Kimvita e Kiunguja la forma yo yote.)
(mahali) po pote
in qua l s iasi posto, ovunque
-o-oTE viene spesso rafforzato con il dimostrativo LE:
po pote pale ecc.
La forma dellac1.18 mo mote "ovunque dentro", a differenza di mwote "dappertutto dentro".

Basi mnaweza kuja siku yo yote ile.


Allora potete venire qualsiasi giorno.
(Shafi)
Unafikiri wana wanaloliweza hawa; hawawezi cho chote.
Pensi che ci sia (lett. hanno) qualcosa che possono (fare),
quelli; non possono (fare) nulla.
(Shafi)
kwa vyo vyote (vile) "in ogni/qualsiasi modo"; (dopo la
negazione) "in nessun modo"
Aziz kanituma mimi na ndugu yako, Tenga,tuseme na wewe, tukubembeleze kwa vyo vyote vile.
(Abdulla)
Aziz mi ha mandato, me e tua sorella Tenga, per parlare
con te, per convincerti in qualsiasi maniera.
w Traducete:
Shida ya vyakula
Dirisha la uuzaji, of isi ya Ugawaji; Sara amekaa kwenye kiti
pale dirishani anatazama ndani ya dirisha. Anaonekana amekaa
pale kwa muda mrefu.
Sauti (kutoka ndani): Wee mama bado upo. Unangoj a nini?
Sara:
Ni m e s ema siondoki mp aka n i p a te m chele, s u k a r i ,
unga wa ngano, na sabuni.
Sauti:
Lak i n i kwa nini husikii? Nakwambia hakuna.
Sara:
N a m i e nakwambia vipokwa vile nimeviona.
Sauti: Haya makatoni yotehaya yanakwenda mikoani.

106

Ktstvahili 4va furaha

Sara: Na hao wanaoingia na kutoka na makatoni wanato-

ka mikoa gani?
Sauti:

Us i i e te ubishi. Hii ni resheni ya mikoani.

Sara:

A w a n i mimi siyo mtu kama hao wa m i koani? A u

mikoani wananunua kwa dhahabu siyo shilingi hii hii .7 ?


Sauti: Basi kaa hapo hapo mpaka utakapochoka.
Sara:
Ndi y o n i t akaa mpaka mtakaponipa chakula. Msiponipa leo, kesho nitakaa, na kesho kutwa. Nikiondoka bure nitaondoka na mtu 9.
Sauti:
H u y um ama ana wazimu.
Sara:
Ni tu k ane unavyotaka. Mimi ninachotaka ni chakula.

(Muhando 1984:37-38)
Maneno mapya
-bembelezacoccolare,convincere con lebuone
bure (qui) a mani vuote
dhahabu 9/10 Ar. oro
dirisha 5/6 Per. (anche) finestrino, sportello
katoni 5/6 Ing. (scatola di) cartone
kesho kutwa dopodomani
kutoka prep. da (cfr. toka)
kwani cong. perch
kwa vile perch
kwenye prep.Ioc.presso, vicino, a,in,ecc.
mkoa 3/4 regione
ngano 9/10 frumento
ofisi 9/10 Ing. ufficio
resheni 9/10 Ing. razione
sabuni 9/10 Ar. sapone
per siye "io non sono" (cfr. il prossimo paragrafo)
"questo stesso"
"proprio qui, qui sul posto"
"con qualcuno"

107

shida 9/10 Ar. scarsit


-tukana insultare

ubishi 14 contesa, litigio, bega


ugawaji 14 distribuzione
uuzaji 14 vendita

La copula enfatica
Quando si vuole porre accento sulla copula, al posto di NI si
usa NDI- con la o di riferimento: ndicho c1.7, ndivyo c1.8, ndizo
c1.10, ecc. " proprio ci...".
U Nota storica: NDI- si sviluppato dalla copula Nl e il verbo LI
'essere : NILI)NLI>NDI.

Nelle cl. l/2 invece della o di riferimento si pu suffissare il pronome indipendente, sempre col significato "sono (proprio) io"
ecc.

ndimi/
ndiwe/
ndi(y)e/

mim i n diye
we w e ndiye
y e y e ndiye

ndisi/
ndinyi/
n dio/

sis in dio
nin y i ndio
wao n d i o

Queste forme si usano spesso con i dimostrativi e con i verbi relativi:


Yeye ndiye aliyefika jana. lui che arrivato ieri.
Hii ndiyo nyumba aliyoinunua.
Questa proprio/ecco la casa che ha comprato.
~e La forma negativa della copula enfatica ha SI- al posto di NDISicho nilichotaka.
Non questo (ci) che volevo.
Altri esempi:

Hivyo sivyo kabisa.


Non affatto cosi.
(Mohamed)
Huo ndio uzuri wake.
proprio questa la sua bellezza.
(Kezilahabi)
Hivyo ndivyoalivyokuona yeye.
(proprio) cosi che lui ti ha visto.
(Abdulla)

108

Kiswahili kwa furaha

Hivi ndivyo ulivyo ulimwengu.


Ecco come il mondo.
(Shafi)
Ndivyo nilivyomwambia bwana Shaabani.
cosi che dissi al signor Shaabani.
(Topan)
Siku zilivyoendelea ndivyo alivyozoea maisha yake mapya.
Man mano che proseguivano i giorni, (cosi) si abituava alla
sua nuova vita.
(Yahya)
NiineSiki, Rehema, mie sie mtoto mdogo.
Ho sentito, Rehema, io non sono un bambino.
(Sembera)
Ah, hizo, Aziza, sizo kazi zetu sisi, nilinijib, kila intu na
kazi yake.
Ah, quelli, Aziza, non sono lavori per noi, le risposi, a
ognuno il suo lavoro.
(Abdulla)
Ehe, hivyo ndivyo ulivyobaki, kama itt ot.
Eh, cosi che sei rimasta, come una bambina.
(Mohamed)
Haizuru, Akida,ikiwa hivyo ndivyo unavyopenda.
Non importa, Akida, se cosi che ti piace.
(Suleiman)
Huko unakoelekea siko unakokaa.
L dove sei diretta non dove abiti.
(Mnzava)
Kabisa sivyo hivyo unavyofikiri wewe.
Non assolutamente (cosi) come pensi tu.
(Abdulla)
Mara ashike hiki aone sivyo, mara aende huku aone siko.
O ra prendequesto e vede che non quello (che cerca), ora va
in un posto e vede che non li (che vuole andare). (Abdulla)
Katika hatia hii, ujue kuwa wewe ndiye wa kwanza, wewe
ndio mzizi wa fitina.
In questo reato, sappi che sei tu il primo, sei tu l'origine (la
radice) del disaccordo.
(Abdulla)

Bw. Ali bin Soud aliteremka ndani ya gari lake (...) hajui

kama huku ndiko kwake au la,


(Abdulla)
Bw. Ali bin Soud scese dalla sua macchina (...) non sapendo
se quella (quel posto) era davvero casa sua o no.
Ukweli tu ndio unaweza kuokoa ulimwengu wa leo ambao
umejaa uzandiki wa kila aina.
E' solo la verit che pu salvare il mondo di oggi che pieno
di ipocrisia di ogni tipo.
(Kezilahabi)

VII. Unit

109

Lile basi lilimteremsha kituo sicho.


Quell'autobus lo lasci (lett. fece scendere) a una fermata
sbagliata (che non era quella).
(Suleiman)
Safariyako ndiyo unayo kesho asubuhi.
Il tuo viaggio ce l'hai proprio domattina.
(Abdulla)
Na safari yenyewe ndiyo ya Nairobi, safari hii.
(Abdulla)
E il viaggio stesso proprio per Nairobi, questa volta.
(Safari ha due significati, "viaggio" e "volta", che si distinguono dal contesto. Nel nostro esempio entrambi i significati sono
possibili, ma "volta" pi probabile. Inoltre si presume che con
il significato "questo viaggio" lo scrittore userebbe il dimostrativo hiyo, trattandosi di un N.I. gi menzionato.)
SIO/ SIYO si usa invariato per tutte le classi al posto di si per
10

una maggiore enfasi.


Musatima: Kila mtu anajua kuwa Ngosingosi ni askari hodari.
Mubogamasoli: Siyo kila mtu; mimi sijuil
Musatima: Ognuno sa che Ngosingosi un bravo soldato.
Mubogamasoli: Non ognuno; io non lo so~
(Mulokozi)
Wewe sio kiongozi wa ujumbe huu bwana Huila.
Tu non sei il capo di questa delegazione, Huila. ( M u hando)
aina 9/10 Ar. tipo, specie, categoria
askari 9/10 Ar. soldato
-elekea dirigersi verso
fitina 9/10 Ar. discordia, disaccordo, antagonismo
hatia 9/10 Ar. colpa, reato, delitto
ikiwa cong. se
-jaa essere pieno di, riempirsi
kituo 7/8 fermata (dell'autobus)
mzizi 3/4 radice
-okoa salvare, liberare
-teremka scendere
-teremsha far scendere
Cfr. XV. Unit.

1]0

Ki swahili kwa furaha

ujumbe 14 delegazione, missione; messaggio


uzandiki 14 ipocrisia
-zuru, -dhuru Ar. nuocere, danneggiare; haidhuru, haizuru
non importa

La O di riferimento con KWA e YA

Secondo la grammatica standard, al connettivo dipendente -A


si pu suffissare solo il possessivo, ma non la -o di riferimento
(come, per esempio al NA: nacho). Cosi kwake o yake si dovrebbe riferire non solo alla 3.p.sg. (cl.l), ma anche ai N.1. inanimati delle altre classi. Molti scrittori per, sentendo il bisogno

di una maggiore precisione (possibile in altre lingue bantu), usano le forme come kwalo, kwazo o (badala) yazo, (vitu peke")
yavyo, ecc. E' stata riscontrata perfino la forma della cl.1 kwaye
("per causa sua"), a differenza di kwake ("presso di/ per lui").
Kwacho (= kitanda) kutoka katika eneo hilo (...) haiwezeka-

ni.

(Mkangi)
Per esso ( = il letto) uscire da questa zona (...) impossibile.

Alijiuliza kimoyomoyo huku anayakazia makaa macho kama kwamba alitarajia jibu kutoka kwayo.
Si domand in cuor suo, mentre fissava i carboni come se si
aspettasse la risposta da loro.
(Muridhania)
Anayeniua nibaba yangu ambaye kwaye ninakunywa sumu.
Chi mi uccide mio padre per colpa del quale bevo il veleno.
(Mkabarah)
Lilikuwa jambo la ndovu wawili kugongana na nyika kuumia badala yazo, isemavyo methali ya Kiswahili.
Era una faccenda di due elefanti che si scontrano e l'erba soffre al posto loro, come dice un proverbio swahili. (Musso)
eneo 5/6 zona, distretto
-gongana picchiarsi a vicenda
-kaz(i)a macho sgranare gli occhi, fissare intensamente
' peke "da solo" (cfr. IX.Unit)

VII. Untt

kimoyomoyo avv. interiormente


ndovu 9/10 elefante
nyika 9/10 brughiera; erba
sumu 9/10 Ar. veleno

-taraji(a) Ar. aspettarsi, sperare


-ua uccidere
-umia essere ferito, soffrire

~ Traducete:
Mume asiyefanya kazi
Basi wewe ndiye mume wa kunioa miye, we? Huoni mwenyewe , w a l a hupimi? Fikira zako ziko wapi, na zangu ziko wapi.
Chana nywele zako ukatembee huko, ndilounaloweza ku fanya.

(...) Jambo la kufanya kazi liko baidi na wewe. (. ..) Uko chini
13
ya wazee wako tu baas, kama rntotoanayenyonya. (...) Tangu
nimekuj ahapa sikukuona kufanya kazi yo yote.
(Abdulla 1977:50)
baidi (na) avv. Ar. lontano (da)
-nyonya poppare, succhiare il latte materno
-pima misurare, criticare, esaminare

Kurudi dunianikwa umbo la paka


Sirafili: Niambie, bwana, pale Bagamoyo yapo masoko fulani au sivyo?
Juma:
Yap o mengi, bwana. Ya samaki, ya matunda...

Sirafili: Hilo la samaki, walifahamu ?


Juma: Sana. Ndipo iliponikuta ajali yangu. Nikiuza samaki
wangu hapo.
Sirafili: Wapopaka hapo?
(Juma na Ziraili wanasema pamoja kwa kustaaj abu) Paka?

Si rafili (anakohoa): Ndiyo, paka. Wapo?


l2

mwenyewe tu stesso
' baas = basi "e basta"
"lo conosci"

1]2

Kiswahi li kwa furaha

Juma: So kola samaki litakosa paka, bwana? Wapo.


Sirafili ( anakohoa): Basi utorudi duniani kwa umbo la pa-

ajali 9/10 Ar. incidente


-kosa mancare, sbagliare
ndipo avv. (e) allora, fu allora che
-staajabu Ar. meravigliarsi
umbo 5/6 forma, sembianza
-uza vendere

(Topan 1973 :20)

N.D. i nvariabili. C l assificatori come copula. Colori. C l ass.ogg.


riflessivo -Jt-. Estensioni verbali: AN, I, w.

Nominali dipendenti invariabili


Si tratta in gran parte di prestiti arabi che non prendono alcun

classificatore. I pi frequenti sono:


bora

ecce l l e nte

ghali caro, costoso

haba poc o , scarso


hodari bravo, capace, abile
kamili co mpleto; perfetto
maskini povero

hai

vivo

imara fermo, solido


laini li s c io; morbido

rahisi facile; economico

radhi

cont e n to, soddisfatto safi pu ro, pulito, onesto

sawa
tele

ugu a le; giusto


abbo n dante

tajiri ricco
wazi aperto; evidente

Alikuwa mtu safi sana. Era un uomo molto onesto. (Topan)


Tuliondoka Bondeni kwa sababu chakula kilianza kuwa
ghali. Hapa sasa rahisi. Bwana, bora tukae hapa.
Siamo andati via da Bondeni perch il cibo cominciava a
essere caro.Qui adesso a buon mercato. Signore, meglio

che restiamo qui.


(Topan)
Bwana Msa alikunywa chai yake baridi.
Il signor Msa bevve il suo t freddo.
(Abdulla)
Maelezo ya kilakitu anayaokota humu humu kwa kuacha
macho yake wazi na masikio yake wazi, basi.
La spiegazione di ogni cosa la trova (raccoglie) proprio qui
dentro tenendo (lasciando) gli occhi e gli orecchi aperti, tutto
qul.
(Abdulla)
Classificatori come copula
I soli classificatori (senza la particella locativa) si usano
eccezionalmente con un predicato locativo:

113

114

Kiswahili kwa furaha

Afrika i wapi, Uingereza i wapi!


Dov' l'Africa, dov' l'Inghilterra!

(Topan)

Come copula non locativa i classificatori si usano invece


della copula Nl

OI per distinguere il soggetto se necessario:


U hali gani? Mu hali gani? Come stai? Come state?
Kazimoto," alisema kwa unyenyekevu, sisi tu wazima,
lakini m a mb o y a n ayotokea nyumbani k w e nu
hapo
yanatushangaza.
(Kezilahabi)
Kazimoto, disse umilmente, noi stiamo bene, ma le cose

che avvengono acasa vostra adesso ci stupiscono.


O~ con N.D. invariabili e con N.I. quando questi sostituiscono
aggettivi qualificativi, come maji "bagnato", moto "caldo",
baridt' "freddo".

Kahawa hii i baridi. Questo caff freddo.


1Vguo zako zi maji.
I tuoi vestiti sono bagnati.
Nafikiri u sawa.
Credo che tu abbia ragione (sia giusto).
(Kezilahabi)
Sijui kama mtu huyu bado yu hai au na yeye amekufa.
Non so se questo uomo sia ancora vivo o se sia morto anche

lui.

(Abdulla)

~~Alcuni scrittori, specialmente zanzibariani, usano talvolta

questi classificatori-copula come se fossero veri e p r opri


classificatori da prefissare davanti al N.D. invariabile o davanti
al N.I.
Alipiga mafunda mawili ya chai yake ibaridi.
Prese duesorsate del suo t freddo.
(Abdulla)
Kiti cha tinga kilikuwa kimoto kabisa,
Il sedile della ruspa era caldissimo.
(Safari)
Lango lilikuwa nusu liwazi.
H cancello (portone ) era mezzo aperto.
(Abdulla)
Mkono wa Idi ulikuwa mlegevu, macho yake mekundu,
t accordato con nchi ("paese"1.
Lett. (In) che condizioni seil siete?

VIII. Unit

115

yamaji.

(Suleiman)
La mano di Idi era fiacca, i suoi occhi rossi, umidi.
Wazee wangu waradhi na mimi.
I miei genitori sono soddisfatti di me.
(Abdulla)
Walio wahai huwaoni, unawaona waliokufa.
(Abdulla)
Quelli che sono vivi non li vedi, vedi quelli che sono morti.
La copula si pu scrivere attaccata al predicato anche se si
tratta di un N.D. variabile:

Ukiwa umzima mimi ni mzima.


Se stai bene, (anche) io sto bene.
(Sembera)
Ukianguka mimi n itakubebea. Kwani unajiona umzito
sana?
Se cadi, ti porter in braccio. O (perch) ti consideri (vedi)
molto pesante?
(Shafi)
Unaonekana umwingi wa furaha leo.
Oggi sembri piena di gioia.
(Sembera)
Bisogna per tener presente che il swahili standard non permette
questa ortografia n tantomeno permette l'uso della copula come

se fosse un classificatore prefissato.


~~ Yu macho " sveglio".

Colori
Il swahili, come altre lingue bantu, ha solo tre N.D. originali
per indicare colori:
-eupebianco, chiaro -eusi nero, scuro
-ekundu r o s so
Altri colori si esprimono con paragoni ad oggetti:
rangi ya kijani
color erba
verde
rangi ya (ki)manjano
color zafferano
giallo
rangi ya manjano mabivu color zafferano maturo arancione
rangi ya kahawia
color caff
marrone
rangi ya kijivu
color cenere
grigio

rangi ya zambarau
3

color prugna

Per -Jt- vedi pi tardi in questa Unit.

porpora

ll6

Kiswahili kwa furaha

rangi ya waridi

colore della rosa


colore del cielo
(dall'ingl. blue)

rangi ya samawati
rangi ya buluu

rosa
celeste
bl, azzurro

Au kwa ajili ya huo weupe wako ulionao?


(Abdulla)
Oppure per quella tua pelle bianca (bianchezza) che hai?
Njia yako sasa nyeupe, haina hatari tena.
(Abdulla)
La tuastrada adesso sgombra, non c' pi pericolo.
Gari hili lilikuwa na rangi ya kijani na nyuma li wazi.
Il camion era verde e dietro era () aperto.
(Safari)
hoshi za kanvasi zenye rangi ya njano bivu
sandali di tela color arancione
(Abdulla)
Mshtakiwa alikuwa kama mnyama mwitu kwenye
tundu na
shati lake pana na chafu la kijani na manjano lilizidi kumtoa
katika jamii ya binadamu.
L 'accusato era come una bestia feroce nella tana e l a s u a

camicia larga e sporca (di colore) verde e giallo aumentava il


suo distacco dalla societ umana.
(Mgeni)
Ali alikuwa mweusi, mrefu wa k i mo, k a vaa
kisibau
chekundu kifupi juu y a k a nzu ndefu nyeupe iliyomfika
mpaka kisiginoni.
(Abdulla)
Ali era nero, alto di statura, indossava un panciotto
rosso
corto sul camicione lungo bianco che gli arrivava fino alle
calcagna.
Aziz kavaa shati la rangi ya waridi, kafunga kala shingoni
kwake ya rangi ya k a hawia, kavaa
s uti ya r a ngi y a
samawati.
(Abclulla)
Aziz indossava una camicia rosa, al collo aveva (legato
cravatta a farfalla marrone e indossava un vestito celeste.) una

Maneno mapya

-beba portare (carico o bambino)


binadamu 9/10 Ar. essere umano (figlio di Adamo)
-chafu sporco
funda 5/6 sorso, sorsata,boccata
Per kavaa (= amevaa) vedi la XII. Unit.

VIII, Unit

117

hatari 9/10 Ar. pericolo


hoshi 9/10 Ar. (Zanz.) sandali
jamii 9/10 Ar, societ; massa, l'insieme
kala 9/10 Ing. colletto, collare
kanvasi 9/10 Ing. tela di canapa (ruvida)
kanzu 9/10 Ar. lungo camicione da uomo; vestito da donna
kimo 7/8 statura, altezza, misura

kisibau 7/8 Ar. panciotto


kisigino 7/8 calcagno
-legevu fiacco, 61assato, debole
mshtakiwa l/2 accusato
mwitu 3/4 foresta; mnyama mwitu animale selvatico
-okota raccogliere
rangi 9/10 Per.Ind. colore

-shangaza stupire, sorprendere


tinga 5/6 ruspa
tundu 5/6 tana, nido
unyenyekevu 14 umilt

~ Traducete:
Dopo brani teatrali e n a rrativi adesso cominceremo a
proporvi anche poesie che hanno il vantaggio di poter essere
presentate per intero.
Mugyabuso Mulokozi:
MIMI NI NANI ~

Mimi ni nani?

Niko wapi?
Nimetoka wapi?
Ninakwenda wapi?
Wengi watajibu:
Mimi ni mtu,
Niko duniani,
Nimetoka ardhini,
Ninakwenda mbi nguni,
Bali mimi nasema:

Kiswahili kwa furaha

Mimi ni kitu,

Niko ardhini,
Nimetoka ardhini,
Nitavudi ardhini,
Hakuna Mungu,
Hakuna mbingu,
Hakuna shetani,
Hakuna malaika,
Hakuna mtawa,
Hakuna mwovu.

Roho yako,
Ndiyo Mungu wako;
Mawazo yako,
Ndiyo shetani wako;
Kaburi Lako,
Ndiyo mbingu yako;
Mateso yako duniani,

Ndiyo j ahanam yako.


Nimesema,
Anayekataa,
Ana balaa!
(In Mashairi ya Kisasa, 1973:31-32)
ardhi 9/10 Ar. terra, terreno

balaa 9/10 Ar. sventura, danno, flagello


bali cong. Ar. invece, al contrario

jahanam(u) 9/10 Ar. inferno


-kataa Ar. rifiutare
malaika 9/10 Ar. angelo
mateso6 sofferenza, pena, persecuzione
mbingu 9/10 cielo
mtawa 1/2 monaco, religioso; eremita; santo
roho 9/10 Ar. anima, spirito

ana balaa ' l sara sventurato"

VIII. Unit

119

Il classificatore oggetto riflessivo


Si usa per tutte le persone invece del loro proprio class.ogg.
se l'azione del verbo diretta verso l'agente stesso.

Hujioni?
Non ti vedi?
(Abdalla)
Sitaki kujisifu.
Non vog l i o lodarmi.
Twajihisi wachovu. Ci sentiamo stanchi.
Rafiki yake alijiua. I l suo amico si uccise.
Bwana Musa alijitupa juu ya kochi.
(Abdulla)
Il sig. Musa si lasci cadere (si butt) sulla poltrona.
Usiku ulipofika alijitia chumbani mwake na kujinyosha.
Alijitupa kitandani na kulala chali.
Quando venne la notte si mise in camera sua e si distese. Si

butt sul letto e si sdrai supina.


(Shafi)
Gari la rangi ya kijani lilijimimina mpaka kizingitini pale
walipo wao.
La macchina verde si piant proprio sulla soglia dove erano
1010.
(Abdulla)
i~ Naturalmente non tutti i verbi che sono riflessivi in italiano lo
sono in swahili, e viceversa:

-potea

perd e rsi m a

Altri esetttpi:

Lakini, polisi na watu wengine wanajua kama sikusafiri,


nipo hapa hapa nimejiTicha.
Ma la polizia e altre persone sanno che non sono partito,
(che) sto qui nascosto.
(Abdulla)
Alipokwisha kuisoma alitulia tuli pale pale juu ya kitanda,
akimwaza Jamila na akiwaza namna anavyojieleza na
kujisimulia.
Quando fini di leggere (la lettera), rimase immobile (proprio)
li sul letto, pensando a Jamila e (pensando) al modo in cui si
spiegava e si raccontava (riusciva a spiegarsi...). (Abdulla)
Walikuwa kila mmoja chumbani kwake anajitengeneza na
Notate il linguaggio colorito; -mimi na "ri versarsi".
Cfr. XI.Unit.

120

Kiswahiii kwa furaha

kujilabisi.

(Abdulla)

Erano ognuna in camera sua a prepararsi e a farsi bella.


Maneno mapya
chali avv. sul dorso, supino
-chovu stanco
-ficha nascondere
kizingiti 7/8 soglia, davanzale
-labisi Ar.(Z.) vestirsi con cura, abbellirsi
kochi 5/6 Ing. poltrona
-mimiua versare, spandere
-nyosha distendere
polisi 9/10 Ing. polizia
-safiri Ar. viaggiare

tuli rafforzativo di -tulia


-tulia essere quieto, calmarsi, assestarsi
-tupa gettare
-ua uccidere
~ Traducete:
Kitaru: Si unani fanyia stihizai? Unaj ilipia.

Juma: M i mi nijilipie? Njiilipie nini?


(...) Na 4va nini mimi
nifanye hivyo?
Kitaru:

l i u l i ze mwenyewe9 .

(Hussein 1971 :19-20)


-lipa pagare; -jilipia vendicarsi
stihizai 9/10 Ar. presa in giro; kumfanyia mtu s. prendere
qu. in giro

si unanifanyia "non (forse) che mi fai" (Fstensione t).


mwenyewe "te stesso"

VIII. Unit

121

Le estensioni verbali
Uno dei tratti tipici del verbo bantu l a p ossibilit di
estensione, cio della modificazione del significato per mezzo
dei suffissi che chiameremo EsTENsoRI vERBALI (E.v.). Tra i
significati cosi modificati alcuni sono facilmente comprensibili
(per una mente indoeuropea), come passivo, causativo o
reciproco, mentre altre estensioni sono pi difficili a capire.

EstensioneAN {reciproca)
E p robabilmente l ' estensione pi

s e mplice; si forma

suffissando AN tra la radice del verbo e la desinenza -A. (I verbi

che non finiscono in -A saranno discussi in seguito.)


-on-a vedere ~
-onana
vedere l'un l'altro
-kuta incontrare ~

-kutan a

inco n t r arsi, riunirsi

Il tema esteso si pu usare con tutti i classificatori in tutti i


tempi e modi come un verbo semplice, e da questo tema esteso
possono essere derivate nuove parole {per es. mkutano
"riunione, incontro").
Walionana jana.
Si sono visti ieri.
Nataka tukutane mjini.
Vo gl i o che ci incontriamo in citt.
Mpanda ngazi na mshuka ngazi hawawezi kushikana
mikono.
Chi sale le scale e chi le scende non possono tenersi per
mano.
(Hussein)
Wakitupenda tukiwapenda. Tukipendana.
Ci amavano e noi li amavamo, Ci amavamo.
(Shafi)
Labda unajua,bibi,namna watu wale wanavyopendana.
Aaa, najua sana. Kweli. Bora hivyo walivyofuatana.
Forse sai, nonna, come quelle persone si amano.
Ah, (lo) so bene. Davvero. Meglio cosi che (come) sono
andate insieme.
(Abdulla)
~~Dopo l'estensione reciproca (Rec.) si richiede la preposizione
NA:

122

Kiswahili kwa furaha

Fuad aliamkiana na watu wale.


Fuad e quelle persone si salutarono.
(Shafi)
Mara Kijakazi alimsikia Fuad akiagana na wale watu.
Ad un tratto Kijakazi senti Fuad e quelle persone che si
salutavano (Fuad che si congedava da quelle persone). (Shafi)
Ulikuwa muda mrefu toka Kidawa kutengana na wazee
wake. W a metengana, wametupana, hawapitiani
wala
hawajaonana kwa muda wa miaka miwili.
Era un lungo periodo da quando Kidawa si era separata dai
suoi genitori. Si erano separati, rigettati, non si frequentavano
e non si vedevano da due anni.

(Mohamed)

L'estensione reciproca si combina spesso con altre estensioni,


come vedremo in se~ito.

Nella traduzione il verbo Rec. pu avere un significato


diverso dal verbo semplice, per esempio:
-piga
colpire
-pigana
co m b attere
-pata
ottenere
-patana
mettersi d'accordo
-kosa
sbagliare -kosana
essere in disaccordo
~~ Certe

volte questa estensione non ha H s i g nificato


reciproco, ma intensivo:
-kaza
stringere - k a zana rafforzare
-kunja
p ieg a re -k unj a n a essere spiegazzato
-konda
dimagrire -kondeanaesserepelleeossa
-nyo(o)ka essere diritto -nyookeana10 essere rigido
Maskini Deta amenyookeana chali kitandani...
Povera Deta stesa supina tutta rigida nel letto... (Banzi

Maneno mapya

-agana Rec. congedarsi, salutarsi


-amkia salutare, ossequiare
mpanda 1/2 chi sale

ln -kondeana e -nyookeana vi anche pestensore Applicativo {cfr. piu avanti in


questa Unit).

VIII. Unit

123

mshuka 1/2 chi scende


ngazi 9/10 scala
-pitiana (da -pita) frequentarsi
-tenga separare

~ Traducete:

Mawazo ya Kazimoto kuhttsu ndoa


Kweli sasa nimeoa! Sasa nimepata faida gani? Mbona mimi
bado ni Kazimoto kama zamani. Sioni tofauti kati yangu na watu
wengine, isipokuwa kuambiwa "mkeo hajambo?" kila asubuhi
na popote niendako . Mke wangu aniita mimi "bwana'ngu"
kama kwamba yeye pia amenichukua. Nani sasa amemchukua
mwingine? Tumechukuana. Ndiyo, tumechukuana. Lakini mimi
bwana, yeye bibi. Kuna tofauti gani kati ya bwana na bibi?

(Kezilahabi 1974: 169)


faida 9/10 Ar. guadagno, profitto, vantaggio
kama kwamba come se (seguito dall'indicativo)
kuhusu prep. riguardo a
ndoa 9/10 matrimonio

Estensione I (applicativa)
Questa forse l'estensione pi importante. Si chiama in
mancanza di un t ermine pi soddisfacente applicativa o
preposizionale ed esprime la direzione dell'azione dall'agente
verso un'altra persona, un oggetto o un luogo.
Oi L'estensione base I o E, secondo la vocale (o le vocali)
della radice verbale; la I si applicher quando la radice verbale
contiene A, I o U, mentre la E si accompagna con E e O.
~~ Queste sono regole generali del l ' a rmonia vocalica che
valgono anche per altre estensioni.

" kuambi wa (Passivo1 "mi viene detto" (Ing. to be told)


popote niendako "dovunque io vada"

124

Kiswahili kwa furaha

AIU
EO

-andika scrivere ~ -andikia


scrivere a
-angukacadere + -angukia cadere davanti a/ai piedi di
-fanya fa re
~ -fanyia
fare per
-leta
por t a re ~ -letea
portare a
-soma leggere + -somea
leggere a/ per
Oz Quando il te ma v erbale finisce c on un a v o c ale, i n
apparenza alla E.V. si aggiunge una L iniziale, quindi il verbo
avr la desinenza -LIA/-LEA:
-nunua comprare + -nunulia
-zaa
procr e a re +
-zalia

-twaa
-tia
-kaa
-ondoa

pr e ndere

-twalia
-tilia
-kalia
-ondolea

mettere in

sedere
togliere

comprare per
generare a
prendere per
mettere per
sedersi su
togliere a

U Nota storica: Questa L rappresenta il ritorno a una


forma precedente: infatti, gran parte dei verbi che oggi
finiscono in due vocali conteneva prima una L:
- zala, - t w a la , -k a l a , -nunula, - c h ukula
Un'eccezione -jua ("sapcre") che viene da -juwa,ecc.
ma
per analogia esso pure forma le estensioni con L (-julia).

Os Quando il verbo finisce con una vocale che non sia -A,
questa vocale cambia in -IA o -EA secondo le
regole
dell'armonia vocalica:
-furahi
g ioi r e
+ -furahia g o d ersi
-jibu
r ispondere ~
-j i bi a
rispondere a
-samehe pe r donare
-samehea perdonare a
~

VIII, Unit

125

-sahau 13 di m e n ticare ~ -sahaulia d i menticare per


Da questa estensione si formano anche i verbi Rec.: -jibiana>
-sameheana, -sahauliana, ecc.
ma

L'estensione applicativa (Appl.) ha i s e guenti significati


principali:
01 fare qualcosa a per (conto di) o contro qualcuno:
A linipikia ugali.
Mi cuci n la polenta.
~~ Con i v erbi A ppl. i l c l ass.ogg. sempre quello del
"beneficiario", mai quello del complemento oggetto.
O> direzione verso qualcosa o qualcuno:
-kimbia
s c a p pare ~
-k imbil i a correre verso
-hama
t rasl o c a re ~
-hamia
tr a s ferirsi a
-fika
arrivare
~
-fikia
ragg i u ngere
-ja
venire
~
-jia
avvicinarsi;
03 fine o scopo; in questo caso il v erbo si usa all' i nfinito,
preceduto dal connettivo dipendente:

mkono wa kulia
la man o per mangiare = la destra
vitabu vya kusomea li b ri da leggere
04 intensit:

-faa
essere utile ~
-falia
essere molto utile
-vaa
vestirsi
~
-vali a
vest i r s i con cura
La forma in tensiva pu e sprimere un'azione terminata o
compiuta
-potea p erdersi ~
-potelea
pe r d e rsi del tutto
oppure la continuazione dell'azione e la persistenza nel suo
svolgimento, ma in ogni caso spesso doppiamente applicativa:
-shika t e nere ~
-shik ili a tener stretto, insistere
-enda an d are
+ -endelea continuare, progredire
-oga
fa r e il bagno ~ - o g elea nuotare
-penda amare ~
-pendelea preferire
-acha la s ciare ~
-achili a
perd o n are; abbandonate
Il verbo i n tensivo nel senso di

a z i one compiuta s pesso

seguito da un avverbio come sana (molto) o mbali (lontano):


-tupilia mbali
butta r via
Finisce in due vocali, cfr. O>.

126

Kiswahiii kwa furaha

Potelea mbali! Va i al diavolo!


Lo stesso verbo Appl. puo avere diversi significati secondo il
contesto, e inoltre la traduzione italiana della forma estesa puo
essere diversa da quella del verbo semplice:
-tembea camminare ~
-te m b elea visitare
-tuma
m andare ~
-tu m i a
adoperare
L'v.v. Appl. si pu usare insieme con altri E.v.:
-pigana
c ombattere ~
-pi g a n i a combattere per
Esempi:

Haitakufalia kitu.
Non ti servir a nulla. (Topan)
Nakuombea safari njema. Ti auguro buon viaggio. (Shafi)
Fuad alimpigia kelele.
Fuad le url.
(Shafi)
Kumaliza kunawa, Aziz kilimjia kicheko tena.
Quando fini (al finire) di lavarsi le mani, ad Aziz venne di
nuovo da ridere.
(Abdulla)
Ninayo amri ya Mfalme wetu. Nataka kukusomeeni.
Ho l'ordine del nostro re. Voglio leggervelo.
(Topan)
Walikunywa kahawa pale pale katika chumba cha kulia.
Bevvero il caff proprio li nella sala da pranzo.
(Abdulla)
Bi Shinuna na mumewe Ahmed bi n S ou d w a likuwa
chumbani kwao chumba cha kulalia.
Bi Shinuna e suo marito Ahmed bin Soud erano nella loro
stanza, in camera da letto.

(Abdulla)

I verbi monosillabici prendono l'E.V. 1 o E senza una regola


precisa:
-wa
essere
-wia
-fa
morire
-fia
-la
mang>are
-lia
-Ja
+
venire
-g>a
-pa
ma
dare
-pea
-chwa
tramontare ~
-chwea
-nywa
bere
-nywea (anche: farsi piccolo)
~~ Nella forma estesa questi verbi non sono pi monosillabici,
quindi non si comportano come tali.

VIII. Unit

127

Kazi ilimwia ngumu. Il lavoro era per lui difficile. (Shafi)


Mara zilimjia fikira za Fuad.
Subito pens a Fuad (le vennero i pensieri di F.) ( S hafi)
Jioni nilikwenda kuteka maji na jua likanichwea' njiani.
L a sera sono andata a p rendere l' acqua e i l

sorprese per strada.

t r a m onto m i

(Kabashi)

Altri esempi:

Umtafutie nini? Per cosa lo dovresti cercare?


Mwachilie mbalil
Lasc i a lo perdere!
Sasa hayo yote yanajia nini?

(Ngali)
(Shafi)

Ora che c'entra tutto questo?


(Hussein)
Tunamkalia nani hapa tena?
Chi aspettiamo' qui ormai?
(Abdulla)
Waliokufa wameifia nchi yao.
(Mulokozi)
Quelli che sono morti, sono morti per il loro paese.
Kazimoto, Kabenga alianza kunizungumzia, labda
wachawi hawa w a natukalia usiku, m im i l e o m g ongo
unaniuma.
(Kezilahabi)
Kazimoto, si rivolse a me Kabenga, forse questi stregoni
ci si siedono addosso la notte, a me oggi fa male la schiena.
Kijakazi alimwonea huruma Fuad.
Kijakazi sentiva compassione per Fuad.
(Shafi)
Toka siku hiyo nilihama shamba nikahamia mjini kuuza
supu.
Da quel giorno lasciai la campagna e mi t rasferii in c i tt a

vendere minestra.
(Mohamed)
Nenda kanitafutie panga zuri uniletee.
Vai e cercami un bel machete e portamelo.
(Shafi)
Mimi nafuata mafunzo ya Kuranitukufu moja kwa mojaaliposema Mn yezi M u ngu
A n ayekutendeeni ubaya,
mtendeeni ubaya kama alivyokutendeeniubaya.
Io seguo l'insegnamento del santo Corano parola per parola

Per il M.V. KA vedi X.Unit.


(per chi stiamo)

128

Kiswahili kwa furaha

(direttamente) quando Dio Onnipotente dice Chi vi fa del


male, fategli del male come lui ve ne ha fatto. (Abdulla)
Ukimwona yo yote katika hao wapagazi wako
anajidai
kutaka kuwa mkombozi, naye mfukulizie mbali tu.
Se vedi qualcuno tra i tuoi portatori che pretende di voler
essere un combattente, caccialo pure via.
(Shafi)
Kama kweli uliona uchungumbona hukuteremka garini
mara moja, ukampigilia mbali mbwa yule?
Se davvero sentivi dolore, perch non scendesti subito dalla
macchina e non ammazzasti di botte quel cane? (Abdulla)
Nilipokataa kumwambia uhakika aliona aniulie mbali.
Quando rifiutai di dirgli la verit, decise di uccidermi.

{Musiba)

Ahisi nywele anamchania mtu. Nguo zile anamvalia mtu.


Sente che (lui) si pettina i capelli ( c osi) per qualcuno. Si
mette quel vestito per qualcuno.
(Suleiman)
Hayo niliyokufanyieni, na kukufanyeni, alijibu Bwana
Msa.
Quello che ho fatto per voi e quello che ho fatto a voi,
rispose Bwana Msa.
(Abdulla)
Wale watu wazuri sana, tena nawaombea dua Mungu
awasaidie katika wanayotaka kuyafanya.
Quelle persone sono molto simpatiche e io prego per loro che
Dio le aiuti in quello che vogliono fare.
(Shafi)
(La copula pu essere sottintesa. Notate come la particella
relativa e il class.ogg. sono divisi tra i due verbi della frase
relativa.)

Maneno mapya

-dai Ar. reclamare; -jidai Rifl, pretendere


dua 9/10 Ar, supplica, preghiera, grazia
huruma 9/10 Ar. compassione, piet

kicheko 7/8 risata, (sor)riso


mafunzo 6 insegnamento
mfalme 1/2 re
mkombozi l/2 combattente (per la liberazione)

VIII. Unit

129

moja kwa moja direttamente


mpagazi 1/2 portatore, facchino
M(we)nyezi 1/2 Onnipotente
panga 5/6 machete
-piga kelele gridare, urlare
supu 9/10 Ing. minestra
-tenda fare, agire, eseguire
-tukufu agg. glorioso, maestoso, grande
uchungu 14 dolore, intenso, amarezza, rancore
-uma far male,dolere
~ Traducete:
John Walker
Juma: C h u p a ya nini fni j hii.9
Ziraili: W e w e unaitakia nini.z
Juma: N auliza tu, bwana. Maana naona unajisemea
mambo tu. (Anaikamata chupa, anaizungusha. ) Haswa! John
Walker! N i m esikia v i t endo v y ak e huy u . Y u l e Go a ' p al e
B agamoyo a l i k uw a c h u p a ya wi s k i hai m t o k i ' ! K umb e
mwenzangu maji yamekujaa kichwani19. Bora nende [=niendej

zangu. (Anainuka.)
(Topan 1973:15)
bora avv. meglio
chupa 9/10 bottiglia
haswa (Z., esclamazione enfatica per hasa) (giusto) appunto!
proprio!
-jisemea Rifl. parlare per se
-kamata afferrare,prendere (con lem ani)
maana cong. Ar. poich, perch
-zungusha rigirare

ls

vyake = vya
Goa = Goano: proveniente dalla ex colonia portoghese in India, quindi cristiano

(e, secondo i musulmani, ubriacone).

ls
alikuwa chupa ya wiski haimtoki (familiare, non si pu tradurre letteralmente):
"la bottiglia di whisky non gli usciva di mano"

maji yamekujaa kichwani "hai la testa piena di acqua"

130

Kiswahili kwa furaha

Hatia ya Kazimoto
Wazo jingine sasa lilinijia kichwani. Nili4venda nyumbant'
4vetu; niliingia ndani ya nyumba yangu 4va mlango wa nyuma.
Nilichukua kibiriti halafu nili4venda nyumbani kwa Eabenga
viatu vyangu mkononi. Nilipo ika nyumbani k w a J Cabenga
f

sikutaka tena kufikiri. Nilichukua kibiriti, nilikiwasha; kugusa tu


majani, nyumba i l i anza kuungua. Ni li kimbia k u elekea mtoni.
Nilipowakaribia walevi 20 nilivaa viatu 4v a haraka. Wakati huu
nilisikia sauti ya mwanamke, "Tumeku

fa 4va moto/"
(Kezilahabi 1974:98-99)

-gusa toccare
kibiriti 7/8 Ar. fiammifero; scatola di fiammiferi
-ungua intr. bruciare

-washa accendere

Estensione W (passiva)
Gran parte di verbi semplici ed estesi pu assumere la
funzione passiva per mezzo dell'E,v.
w. Naturalmente la
traduzione italiana talvolta diversa dal costrutto passivo:
-shinda
vincere
~
-shind w a p e rdere, fallire
-uma far male; mordere ~
-umwa
star/sentir male
In questo modo si forma il passivo dei verbi che finiscono in una
consonante + A, e la maggior parte di quelli in -IA, -EA:
-sikia
sentire
~
-sik iwa
-pokea
ricevere
+ -pokewa
Invece i verbi che finiscono in -AA, -OA,
- UA prendono l a

desinenza -LIWA, -LEWA:

-twaa
-zaa

pren d ere ~
gener a re +

-toa
-oa

togliere

-jua
20

-twa l i w a
-zaliwa

+ -t o l ew a

ammogliarsi + -olewa
sapere
~
-j ul iwa

nascere
maritarsi

Per attuare il suo proposito criminale, Kazimoto si era allontanato furtivamente

da unabeer party al fium e.

131

I verbi di origine araba con una finale -I, -E -U prendono la


desinenza -IWA, -EWA:

-furahi
g ioi r e
-samehe pe r donare
-jibu rispondere

-furahiwa
-samehewa
-j ib i w a

I verbi di origine araba che finiscono in -AU aggiungono -LIWA.

-sahau
dime n t icare
+ -sahauliwa
-dharau di s p rezzare
+ -dharauliwa
I verbi monosillabici prendono la desinenza -IWA o -EWA:
-la
mangiare
-liwa
-fa
morire
-fiwa
-nywa
ber e
+ -nywewa
-pa
+ -pewa
dare
T utte q ueste r egole s on o a n aloghe a q u e l l e valide per
l'estensione I.
<~ Alcune irregolarit:

-fua lavare i panni + -fuawa(Z, -fuliwa)


-ua u c c idere ~
-uawa (Z. -uliwa)
-lea a llevare ~
-lelewa (cfr. -Iewa ubriacarsi)
Il complemento di agente preceduto da NA, il complemento
di mezzo KwA:

Wewe ndie ulieumwa na mbwa wa Hamisi?


Sei tu che sei stato morso dal cane di Hamisi?
(Topan)
Baada ya m apinduzi jumba hilo zuri l i lichukuliwa na
serikali.
(Shafi)
Dopo la rivoluzione questo bel palazzo fu preso dal governo.
Estensione applicativo-passiva

Confrontate:
Matunda yaliletwa nyumbani. La f r u tta fu portata a casa.
Tuliletewa matunda nyumbani. Ci fu portata la frutta a casa.
Tuliletwa nyumbani.
Fummo portati a casa.
Come gi in proposizioni locative, anche in questo caso il
soggetto italiano non corrisponde a quello swahili.
Nitapikiwa chakula na Juma. Il cibo mi sar cucinato da Juma.
vs. Chakula kitapikwa na Juma. Il cibo sar cucinato da Juma.

132

Kiswahili kwa furaha

Amefiwa na wazee.
Gli sono morti i genitori.
(In due casi nimeambiwa e nimepewa la traduzione
inglese corrisponde alla costruzione swahili: I was said, I was
given.)
L'estensione Appl.Pas. dei verbi che finiscono in due vocali
(e dei prestiti arabi) non si distingue formalmente dal passivo
semplice; pu essere riconosciuta soltanto dalla presenza del
complemento ogg. (che manca al Passivo semplice).
Nilinunuliwa kitabu.
Mi fu comprato un/il libro.
vs. Kitabu kilinunuliwa.
Fu comprato un/ il libro.
Altri esempi:

Huwezi kusema umeshindwa kabla hujajaribu.


Non puoi dire di aver fallito prima di provare.
(Hussein)
Fikira nyingi zinabuni mengi. Lakini mengi yanayobuniwa
na fikira si ya kweli.
Molti pensieri inventano molte (cose). Ma molto di ci che
inventato dai molti pensieri non vero.
(Hussein)
Jana ilipita ajali kubwa ya gari la Bi Shinuna mahali pale
pale alipotaka kuuliwa mumewe.
(Abdulla)
Ieri successe un grave incidente alla macchina di Bi Shinuna,
nello stesso luogo dove stava per essere ucciso suo marito.
Gazeti l i n ataka k ujua k u n a n ini h u k o
Chwaka
kilichokuvutieni nyote w awili, w e w e na Shinuna, hata
mkafikwa ' na yaliyokufikeni.
Il giornalevuole sapere che cosa c' a Chwaka che vi ha
attratti entrambi, te e S h inuna, finch siete stati colpiti
(raggiunti) da ci che vi ha colpito (raggiunto).
(Abdulla)
Kila siku tunafunguliwa vifua na kujazwa sumu ya mambo

ya jana.
Ogni giorno ci viene aperto il petto e riempito con il ve1eno
delle cose di ieri.
(Hussein)
Dirisha l i l igongwa, k abla y a aliegongewa
dirisha
hajafungua, dirisha la nyumba ya pili lilifunguliwa.
Fu bussato a una finestra (e) prima che colui a cui finestra fu
' Per il M.v. tu vedi X.Unit.

VIII. Unit

133

bussato aprisse, si apri (f u aperta) la finestra della casa


accanto.
(Shafi)
Mapenzi ni k it u k isichoweza kutawaliwa na b inadamu.
Sharti binadamu atawaliwe na mapenzi.
L'amore qualcosa che non pu essere dominato dall'uomo.
Bisogna che l'uomo sia dominato dall'amore.
(Mnzava)
Alipoendewa nyumbani kwake huko Forodhani kwa kutaka
kupewa habari ya ajali y a m k ewe, watu wa n yumbani
wametoa habarikuwa Seyyid Ahmed hayupo Unguja.
Quando sirecarono (fu avvicinato) a casa sua a Forodhani
volendo dargli (affinch riceva) la notizia dell'incidente di
sua moglie, la gente di casa (li) inform che Seyyid Ahmed
non era a Zanzibar.
(Abdulla)
Fuad a l iumia k i chwa n a mg u u wa kul i a . K i c h wa
kilizungushiwa k i tambaa cheupe na mguu ulikuwa ndani
ya gamba la chokaa.
A Fuad faceva male la testa e la gamba destra. La testa era

fasciatacon una benda bianca e la gamba era ingessata


(dentro un guscio di gesso).
(Shafi)
Maneno mapya
-buni Ar. inventare, immaginare, comporre
chokaa 9/10 calce, malta, gesso
gamba 5/6 corteccia, guscio, squama
-jazariempire
jumba 5/6 palazzo, villa
kichwa 7/8 testa
kitambaa 7/8 benda
kifua 7/8 petto
mapenzi 6 amore
-tawala Ar. controllare, dominare
-umia Appl.essere ferito (sic.i), sentir male, farsi del male
Il soggetto della prima parte di questo periodo Seyyid Ahmed, costruzione che
in italiano risulta strana.
23

Forse vi domandate se non basterebbc kilizungushtva anzich kilizungushiwa

(Appl.pas.), ma allora sarebbe "la testa era girata" e non "la benda era girata (intorno)
alla testa". Comunque il soggetto swahili sempre kichwa.

134

Krswahih kwa furaha

~ Traducete:
Vi presentiamo un brano da uno dei pi noti romanzi swahili,
Kichwamaji ("Testa di legno") di Euphrase Kezilahabi, senza
alcuna omissione. Non la prima volta che dovete tradurre un
testo di Kezilahabi, peraltro uno scrittore relativamente facile,
ma questa volta vi proponiamo di farlo in un modo diverso.
una scena che si svolge tra Kabenga (marito) e Tegemea
(moglie). La grammatica stata spiegata, basta metterla in
pratica, ma probabilmente lo scoglio pi g rosso
saranno i
vocaboli nuovi (elencati sotto) o dimenticati. Non cominciate
a tradurre parola per parola. Date uno sguardo ai vocaboli nuovi
e poi leggete il testo per intero. Avete un'idea di che si tratta?
una scena d'amore,scherzosa, una conversazione tranquilla o
una lite? In che ambiente si svolge? Adesso rileggete il brano
soffermandovi su ogni proposizione e cercate di capirne il senso
generale tralasciando i particolari. Per farlo dovete individuare

(e tradurre) le parole chiave di solito nomi e verbi, tranne il


verbo che segue (o precede) il discorso diretto. Dopo aver letto
tutto il testo cosi, dovreste aver capito abbastanza chiaramente

di che si tratta. Infine traducetelo parola per parola. (Avevate


individuato le parole chiave giuste, troppe o troppo poche?)
L'ultima cosa da fare, altrettanto importante, di tentare una
bella versione letteraria, dato che si tratta di un'opera d'arte
(magari confrontandola poi con quella dei vostri compagni).
Lavorare in questo modo ha diversi vantaggi, per esempio
quello di o ttenere risultati migliori. Quando si comincia a
tradurre parola per parola senza avere un'idea dell'insieme, pi
facile confondersi o scegliere un significato sbagliato fra quelli
che offre il dizionario (per es. paa "tetto" o " g azzella"):
sempre meglio sapere almeno vagamente ci che si cerca.
Inoltre nel futuro vi sar pi facile leggere libri in swahili (o in
un'altra lingua straniera) se vi abituerete a cercare le parole
chiave e intuire il resto.

VIII. Unit

135

Tegemea ameolewa
Baada ya m a j uma m a w il i T e gemea alipelekwa shambani
kulima. Shamba lenyewe Lilikuwa la mi hogo. Kabenga alilima
bila kumngojea na bila kumsaidia. Mwishowe Tegemea alisema
kwa hasira, Matuta haya yote umemwachia nani? Tegemea
aliwekaj embe chinina kukaa.
Umeolewa ama h u k uolewa? Wewe sasa n i m k e w a n g u
nafanya nitakavyo! Unakaa chini? alikemea Kabenga.
Mimi s i w ezi k u l i ma! K a m a n i ch a k ul a m t a ninyima!24
Tegemea alijibu.
Utalima!
Mimi nimesema si wezi!
Nimesema utalima na utalima!
Kama mambo ni hivi mimi nakwenda nyumbani!
Tegemea aliweka j embe begani, akatembea25 k u elekea

nyumbani. Kabenga alimfuata. Alipomkaribia alimpiga makofi


bila kusema lo lote. Tegemea alj iaribu kujikinga kwa mikono.
Na hii ndilo lilikuwa kosa lake kubwa. ALishikwa mara moja na
kutupwa chini kama gunia, miguu j uu. Makofi y a limlilia
26
kichwani
Unanikingia ngumi mimi! Kabenga alisema kwa sauti.
Bwana'ngu, umeniua! Tegemea alilia.
Utarudia?
Sirudii, bwana'ngu.
Haya, nenda nyumbani! Lakini kesho utaLima!

(Kezilahabi 1974:149-150)
-enyewe (lo) stesso, in questione
gunia 5/6 sacco
juma 5/6 Ar. settimana
-kemea sgridare,rim proverare

Kama ni chakula mianinyima! "Se per il cibo, rne ne priverete."


akatembea "e s'incammin" (cfr. X.Unit)
' Mako/i yalimiilia kichwani. "Gli schiafli le risuonarono (leu. le piansero) nella
testa."

136

Kiswahili kwa furaha

-kinga parare, proteggere, far da scudo


kofi 5 / 6 p a l mo d e l l a m ano; schiaffo; - p i ga
schiaffeggiare
kosa 5/6 errore,sbaglio,m ancanza
mara moja subito
muhogo 3/4 cassava, manioca
ngumi 9/10 pugno
-nyima privare, sottrarre
-rudia AppL rifare, ripetere
tuta 5/6 porca, aiuola, solco

makofi

-ENYE e -ENYEWE. PEKE con possessivi. KWlSHA come verbo servile e

il M.V. SHA. Altre estensioni verbali: K, Y, U.

-ENYE

La radice pronominale -ENYE ("chi ha", "avente", "possessore di") seguita da un N.l. o da un verbo all'infinito esprime uno
stato o una condizione e serve a sostituire molti aggettivi mancanti in swahili. E sempre preceduta da un N.l., eccetto quando si
riferisce a una persona o a un luogo; in quest'ultimo caso pu
essere tradotta con una preposizione locativa:

mji wenye watu wengi


njia yenye matope
mwenye kufanya kazi
kwenye gari
Itoe kwenye chupa.

un a popolosa citt
una strada fangosa
ch i l a vora, lavoratore
dentro/vicino alla macchina

Togli l o dalla bottiglia.

-ENYE si usa con i class. verbo-pronominali eccetto nella cl.l

dove prende il class. nominale,


cl. l
mwen y e c 1. 2
c1.3
weny e
cl.4
c1.5
l eny e
cl.6
c1.7
chen y e
c 1.8
c1.9
yeny e
cl .10
c1.11-14 wenye

wenye
yenye
y enye
vyenye
zenye

(c1.12 ke nye)
(c1.15 kw enye)
c1.16
c1.17
c1.18

p en y e
kwe n ye
mwe n ye

Mwanangu, si jambo la salama kuwa abiria katika chombo


chenye nahodha juha.
Figlio mio, non prudente essere un passeggero su una nave
137

138

Aistvahilf kwa furaha

che ha (=con) un capitano stupido.


(Topan)
Kisha alitoa magauni mawili ya kupendeza, moja la kata
mikono na jingine lenye mikono mirefu.
Poi tir fuori due graziosi vestiti, uno a maniche corte e
l'altro a maniche lunghe.
(Safari)
Wenye maswali wakauliza', wenye mashaka wakazitoa.
Coloro cheavevano domande (da fare) domandarono; coloro
che avevano dubbi li espressero.
(Safari)
Uhehe iko kwenye Mto Ruaha. Naambiwa ni nchi nzuri
sana, yenye milima na mabonde yenye rutuba na hewa
baridi. Hali ya hewa si tofauti sana na Udachi. Ila wenyeji
ndio washenzi kupindukia, tena wakali kama Wahindi Wekundu.
(Mulokozi)
Uhehe si trova vicino al fiume Ruaha. Mi dicono che un paese molto bello cha ha monti e valli fertili e aria fresca. H
clima non molto diverso dalla Germania. Solo che i nativi
sono terribilmente selvaggi e in pi feroci come i Pellerossa.
Nilipofika nyumbani nilikuta maji ya kuoga yenye moto tayari uani.
Quando arrivaia casa, trovai l'acqua calda per fare il bagno
pronta nel cortile.
(Kezilahabi)
Mwenye baridindiye ajongeaye moto.
il freddoloso che si accosta al fuoco.
(Kezilahabi)
-ENYEWE ( stesso, m e desimo', i n p e rsona, i n q u estione") prende gli stessi classificatori di -ENYE.
Kwa nini humwendei wewe mwenyewe?
Perch non vai da lui tu stesso?
(Topan)
Sasa watemi wote wamekwisha rudisha majibu yao na na-

taka myasikie majibu hayo ninyi wenyewe.


Adesso tutti gli capi hanno gi mandato le loro risposte e voglio che sentiate queste risposte voi stessi.
(Mulokozi)
Mambo yenyewe ni muhimu sana, haya yaliyoandikwa
l

2
3

Per ~ cfr. la prossima Unit.


Enfatico per ni.
Cfr. pi avanti in questa Unit.

IX. Unit

139

humu.
Le cose stesse (in s) sono molto importanti, quelle che sono
scritte qui dentro.

(Abdulla)
~~mwenyeji 1/2 proprietario, possessore; residente, indigeno
-a kienyeji nativo, locale: dawa za kienyeji medicine indigene
Maneno mapya
abiria 5/6 Ar. passeggero
bonde 5/6 valle, vallata
chombo 7/8 [anche] barca, im barcazione
hewa 9/10 aria, atmosfera; hali ya h. tempo, clima
-jongea muoversi, avvicinarsi, allontanarsi

juha 5/6 Ar. ignorante, idiota, semplicione


kupindukia (u s. c o m e a v v . ) fam. st r aordinariamente,
altamente, moltissimo

Mhindi Mwekundu Pellerossa (calco dall'ingl. Red Indian)


mkono 3/4 [anche] manica; -a kata mikono a maniche corte
mshenzi 1/2 selvaggio, barbaro, pagano
mtemi 1/2 capo trib
nahodha 5/6 Ar. capitano
rotuba 9/10 Ar. fertilit, umidit

pEKE con possessivi

esprime "solo, in solitudine":


peke yangu io solo/a

peke yako

peke yetu
peke yenu

peke yake

peke yao

Zamani wanawake walikula peke yao jikoni. (Kezilahabi)


Nel passato le donne mangiavano da sole in cucina.

Una forma enfatica con lo stesso significato pekee senza


possessivi (cfr. anche -a pekee "unico").

140

Kiswahili kwa furaha

Mama Somoe huenda dukani pekee,sokoni pekee, hakuwa


na shoga maalum.
lvlama Somoe andava (di solito) al negozio da sola, al mercato da sola, non aveva un'amica particolare.
(Sembera)
I3 Nota storica: Pekee viene da peke yake ) pe keye.
2s. Traducete:

Ulimwengu umegeuka

Katika jambo moj a tu, wazee na vijana wanakubalianakwamba ulimwengu umegeuka. Zamani senti tano iliweza kununua nguo; siku hizi h ata k i tumbua hainunui. Zamani i l i k u wa
marfuku mwanamke kula nyama ya ku ku; siku h izi w a n akula.
Zamani wanawake walikula peke yao ji k oni; s iku h izi b w a na,
bibi na watoto wanakula meza moj a.

(Kezilahabi 1971: 71-72)


-geuka girarsi; trasformarsi, essere cambiato
kitumbua 7/8 frittella
-kubaliana Rec. andare/ essere d'accordo
maalum(u) agg. Ar. noto, stimato; particolare, speciale
mar(u)fuku 9/10 A. proibizione, divieto, rifiuto

KWISHA come verbo servile

Il tempo (o piuttosto aspetto) formato con KWISHA ("finire"


)
seguito da un t ema verbale (di s olito senza KU) esprime
un'azione compiuta o uno stato esistente prima del tempo
indicato dal contesto, sia esso presente, passato o futuro. Spesso
si traduce con "gi '.
wamekwisha rudisha hanno gi restituito
(~~ non: hanno finito di restituire!)
Cfr. XI. Unit.
' Cfr. Ashton 1944:271.

IX. Unit

141

Il class. KU del secondo verbo ritenuto solo quando si tratta


di un verbo monosillabico o se vi inserito un class.oggetto:

amekwisha kula
ha gi m angiato
nimekwisha (ku)mwambia le ho gi ditto
Nel swahili contemporaneo il verbo servile spesso usato
senza Kw e/o scritto insieme con il verbo seguente.
Ndalo kuona kwamba katukanwa hali nchi yake imeishapata uhuru, alianza kuvua shati.
Ndalo vedendosi offendere quando gi il suo paese era diventato indipendente, cominci a togliersi la camicia ( = per battersi).
(Kezilahabi)
Mara nyingi Fuad alikwishazisikia hadithi za Kijangwani.
Molte volte Fuad aveva (gi) sentito i racconti di (su ) Kijan-

gwani.

(Shafi)

Pi spesso tuttavia il verbo servile si abbrevia ulteriormente


con l'elisione della I, e lo sIIA combinato con i M.V. ME, LI o KI
si riduce esso stesso a un M.V.

Nilishaanza kukata tamaa.


Cominciai gi a disperare.
(Omari)
Kweli heshima haipo. Imeshakwenda likizo zamani.
Davvero il rispetto non c'. andato in vacanza gi da tempo.
(Kahigi X Ngemera)
Tutawasimulia jamani tukishamaliza kula.
(Msewa)
Vi racconteremo, amici, quando avremo finito di mangiare.
L'ultimo esempio prova che il significato originale di SHA
non viene pi avvertito (perch non si potrebbe dire "ho finito di
finire/ terminare"); nimeshamaliza significa quindi solo "ho gi
finito/ terminato".
L 'uso di SHA come u n ico M .V. t i p ico pe r i l d i a l etto d i
Mombasa (Kimvita) dove sostituisce il M.v. ME.

Nishamwona.

L' ho v i s t o.

(Ngali)

142

Kiswahili kwa furaha

Mgeni ashafika. L'ospite arrivato.


(Mkangi)
He, Kidawa, ushakuwa mtu mzima.
(Sembera)
Ehi, Kidawa, sei diventata grande/ una persona adulta.
Il M.v. sHA si trova spesso nei verbi composti, come vedremo
nella prossima Unit.

hali cong Ar. mentre

Maneno mapya

heshima 9 Ar. onore, dignit, rispetto, cortesia


jamani (vocativo di jamaa) amici!
likizo 5/6 o 9/10 vacanza, ferie
tamaa 9 Ar. desiderio; -kata tamaa perdere la speranza
-vua spogllarsl
~ Traducete:

Mzee Muhamedi anakwenda mjini


Mzee Muhamedi hakuvutika na mandhari ya shamba. Konde
za mahindi, mabonde ya mpunga na matuta ya viazi yalikwisha
m chosha zamani. N d oto z ake zi l i elekea kulikokwenda ga r i ,7
kwenye maduka makubwa, magari m azuri, sinema na mengineyo8. A l i w akumbukia marafiki zake
wa zamani. Wengtne
walikwisha stawi mj i ni . W e n gine w a l i kwishaelemea mabara

(...) We ngine waliingia


mashariki na magharibi.

melini k u fanya kazi n a

k w enda

(Mgeni 1981:86)

bara 5/6Ar. terraferma; continente


-chosha Cs. stancare
-elemea precipitarsi
hindi 5/6 chicco di granturco; mahindi granturco, mais
konde 9/10 campo coltivato
mandhari9/10 Ar. panorama, scenario,veduta
meli 9/10 /ng. nave
mpuuga 3/4 pianta del riso
kulikokwenda gari "dove andava l'autobus"
na mengineyo "e altre cose simili" (cfr. la prossima Unit)

1X. Unit

143

ndoto 9/10 sogno


-s(i)tawi Ar. prosperare, essere fiorente, fare fortuna
shamba 5/6 [anche]campagna
-vutika Pot.(na) essere attratto (da)

Kstensione (I)K (potenziale)


Questa estensione, chiamata anche stativa o neutra, esprime
due concetti diversi:
Ol uno stato senza riferimento all'agente o allo strumento per
mezzo di cui questo stato stato ottenuto.

~~ Se l'agente o lo strumento sono indicati, bisogna usare il


passivo.
Kalamu imevunjika. La penna (si) rotta.
vs. Kal a mu imevunjwa na Juma.
La penna stata rotta da Juma.

Wewe unafikiri urafiki huu utafanyikaje?


Come pensi che questa amicizia si far?
(Mulokozi)
Kitaru: Umeudhika?
Sei i n f a stidito?
Juma: Na we, umefurahika?E tu, sei contento? (Hussein)
Oz potenzialit, cio la possibilit o facilit di essere sottoposti
all'azione espressa dal verbo semplice.
Kazi hii yafanyika/ haifanyiki. Questo lavoro /non/ si pu fare.
Wazungu hao ni kitu kingine; nasikia hawapigiki.
Gli uomini bianchi sono un'altra cosa; sento che non possono
essere battuti.
(Mulokozi)
Il suffisso estensore K preceduto da I o E secondo i principi
dell'armonia vocalica :
-vunja
r omp e r e
~ -vunjika
-sema
dire
~ -semeka
-samehe pe r donare + -sameheka
-sahau
dime n t icare ~ -s a h aulika
cfr. la lezione precedente

144

wimbo uliosahaulika

Kiswahili kwa furaha

un canto dimenticato

U Nota storica: Polom (1967:87-88) suppone che l'E.v. originale K si sia innestato sui temi applicativi, da cui viene la sua
forma attuale 1K/EK.Lo confermano esempi come
-raruka strapparsi <
-rarua strappare
-ng'oka sradicarsi <
-ng'oa sradicare, estrarre
e le vecchie estensioni potenziali (Pot.) come
-amka svegliarsi e
-chemka bollire
che hanno solo l'estensione K. D'altra parte le forme come
-semeka essere detto anzich "- s emka
"
-twalika esser preso
*-twaka
non si spiegherebbero se non fossero derivate dai temi Appl.
Questo fatto spiega anche i doppioni
-sikika/-sikilika sentirsi, essere udibile.
C' comunque la tendenza di preferire la forma pi lunga per
esprimere potenzialit:
-pasua spaccare ~ -pasuka spaccarsi (neutro)
~ -pasulika " facilmente (potenziale)
Polom quindi ipotizza la coesistenza di due suffissi distinti: K
(neutro) e IK/EK (potenziale).

Ad alcune radici verbali possibile aggiungere un E.v. raddoppiato con il significato di scarse possibilit (al negativo impossibilit) di sottoporsi al processo in questione, ossia di "potenzialit con difficolt":
-onekeka
essere appena visibile
-somekeka essere appena leggibile
La desinenza "composta" rKAxA/ EKANA significa invece che
il processo si pu svolgere facilmente:
-jua
conoscere ~ -j u l ikana essere conoscibile/ noto
-tambua riconoscere + -tambulikana
"
riconoscibile
-pata ottenere + -patikana essere disponibile
-kosa mancare + -kosekana
"
mancante
-ona
vedere
"
+ -onekana
visibile, sembrare
-taka volere
+ -takikana
" desiderabile

IX. Unit

-weza

po t ere ~ -w e z ekana

145

possibile

...mpaka nyumba itakapouzikana


(Abdulla)
... finch sar possibile vendere (che si venda) la casa
~~ Non tutti i verbi possono prendere questo E.v. Prima di
coniare nuove forme sempre meglio consultare il dizionario.
(Ci vale per tutte le estensioni.)
Esempi:

J ibu halisikiki.
La ri s p osta non si sente.
Tayarisheni jeshi, jeshi imara lisiloshindika.

(Topan)
(Mulokozi)

Preparate un esercito, un esercito forte, invincibile.

Nimeugundua ukwelibaada ya kitendo kutendeka.


Ho scoperto la verit dopo che il fatto fu compiuto. {Mulokozi)
Ukitaka kuoa shuruti uchague mwanamke mzuri kabisa, ili
tena kiu yako ikatike.
Se vuoi sposarti, devi scegliere una donna bellissima, affinch poi la tua sete si spenga.
(Suleiman)
Kamba isiyoonekana haikatiki.
Una corda invisibile non si pu tagliare.
(Kezilahabi)
Tunu alisalimika na kuonekana naye.
(Abdulla)
Tunu si salv dall'essere vista da (vedersi con) lui.
Askari wote wanahitajika hapa kulinda ngome. (Mulokozi)
Tutti i soldati sono necessari qui per difendere il forte.
Wazee na majemadari, tunahitajika kuwaweka watu wetu
tayari kwa vita.
A noi, anziani e generali, si richiede di rendere i nostri uomini pronti per la guerra,
(Mulokozi)
Mlango wa chumba cha baba yake ulifunguka naye baba alitoka huku anamalizia kufunga vishikizo vya shati.
La porta della stanza di suo padre si apri e il padre usci men-

tre finiva di abbottonarsi la camicia.


(Mnzava)
Kila kitu sasa kinauzika na kununulika kwa fedha: hata watu wanauzwa, hataardhi inauzwa.
(Mulokozi)
Ogni cosa adesso si vende e si compra con il (per) denaro:
perfino la gente viene venduta, perfino la terra viene venduta.

146

Aiswahili kwa furaha

Sikuweza kujua kama kweli walifahamu jambo lililotendeka


kwa mwenzao.
Non potevo sapere se veramente capivano ci che era stato
fatto alla loro compagna.
(Kezilahabi)
Hakuna mtu asiyemjua Seyyid Ahmed bin Soud. Hata kati
ka hiyo hoteli yeye mwenyewe tu alidhani kuwa hajulikani
Non c'era nessuno che non conoscesse Seyyid Ahmed bin
Soud. Perfino in quell'albergo solo egli stesso pensava di non
essere conosciuto.
(Abdulla)
Lori halikuweza kutoa msaada wowote kwani chini huko
hakuendeki 10
Il camion non ha potuto offrire nessun aiuto perch laggi
sotto non si pu/ poteva andare
(Abdull a)
Akauona 11 uso wake tena kwa ule mwanga wa moto; ulione
kana kama umemwagiwa dhahabu
Vide il suo volto di nuovo nella luce del fuoco; sembrava
come irrorato d'oro.
(Ngare)
Mwai alidhani hajapata kuona mguu ulioumbika kama huo
Alifikiri kwamba mguu huo uliumbwa Jumatano asubuhi
Mwai pens che non aveva mai visto una gamba modellata
(bella) come quella. Immagin che quella gamba fosse mo
dellata mercoledi mattina.
(Ngare)
Ahniambia kwamba nimeumbika vilivyo
(Kabashi)
Mi ha detto che sono molto bella (fatta molto bene)

L'estensione potenziale in combinazione con quella passiva


si usa per rafforzare il significato del verbo
ameumbwa akaumbika
stata creata/ formata davvero bene, bellissima

Rinda la biharusi lilipambwa likapambika


Il vestito della sposa era tutto ornato

(Bakhressa)

In alcuni casi eccezionali l'E.v. K pu anche avere il signifi


cato attivo :
10
Il

KU classe locativa (17)


Per il M.V. KA cfr. la prossima Unit.

IX. Unit

147

< -lowabagnarsi, essere umido


-loweka inumidire
-simika mettere in piedi < - s i m ama s t a re in piedi
-tandika coprire, stendere < -tanda estendere
-vika vestire (tr.)
< -vaa
indoss are

Maneno mapya
bi(h)arusi, bibi arusi 5/6 sposa
-furahika Pot. essere contento
-gundua scoprire
jemadari5/6 Ind.Per. generale
jeshi 5/6 Ar. esercito
Jumatano mercoledi
kalamu 9/10 Ar. penna
kamba 9/10 Ar. corda
kishikizo 7/8 fermaglio, bottone
-linda difendere, proteggere, sorvegliare
lori 5/6 Ing. camion
-mwaga versare
mwanga 3/4 luce
ngome 9/10 forte, fortezza
-pamba ornare, decorare
rinda 5/6 vestito da donna; piega del vestito
-salimu Ar. [anche] salvare, riscattare
shuruti = sharti 5/6 Ar. obbligo, dovere
-tayarisha Cs. preparare
-udhika Pot. essere infastidito

-umba creare (Dio), modellare; ameumbika vizuri/ vilivyo


molto bello/a, attraente
vilivyo avv. (Z.) benissimo, moltissimo
vita 8 guerra

148

Kiswahi ti kwa furaha

u Traducete:
Mugyabuso Mulokozi:

Nikifa

Nikifa usiudhike kunitolea machozi,


Bali keti uridhike na kusahau maj onzi,
Cheka ukafurahike, kaimbe nyimbo na tenzi,
l'a nini usumbukie, J2 udongo vva m

finyanzi?
(Mashairi ya Kisasa, 1973:31)

maj onzi 6 dolore, tristezza, lutto


mfinyanzi 1/2 vasaio
-ridhi Ar. approvare; -ridhika Appl. essere soddisfatto
-sumbuka Pot. essere afflitto
utenzi 11/10 poesia epica, poema

Estensione Y (causativa)
Indica un'azione che causa lo svolgimento di un processo
("far fare"). L'estensore originale Y ha causato numerosi cambiamenti morfofonologici nelle consonanti precedenti fondendosi con esse. Quindi gran parte dei verbi forma il causativo (Cs.)
con l'E.V. secondario 1SH/EsH che ormai l'unico produttivo.

-andika scrivere
~ -andikisha far scrivere, dettare
-panda salire
~ -pandisha far salire
-weza po t ere
~ -wezesha rendere possibile
-enda andare
~ -endesha gu idare, far andare
-ota
crescere
+ -otesha
coltivare
-furahi esserefelice ~ -furahisha far felice
Allo stesso modo si possono formare causativi dai N.D. (per
lo pi di origine araba):
-tayarisha preparare
( ta y a ri p ron t o
-safisha
p ul i r e
( s afi
p uli to
l2

La virgola serve solo per dividere gli emistichi, ma non il verbo Apph dal suo
complemento ("affliggersi per la terra del vasaio").

IX. Unit

-tajirisha a rricchire <


-fupisha ab b reviare <
ma sawazisha uguagliare <

149

taj ir i ricco
-f up i b reve
sa w auguale

Questo suffisso in realt rappresenta il Cs. del Pot.


-fungisha far chiudere < -f u n g i ka essere chiuso
-samehesha far perdonare < -sameheka essere
perdonato
-sahaulisha far scordare < -sahaulika essere
scordato
Pi appropriato sarebbe tradurre i verbi Cs. precedenti come
"causare di essere chiuso/ perdonato/ scordato".
Analogamente l'altro suffisso secondario Iz/ Ez potrebbe rappresentare il Cs. dell'Appl.'
-tokeza far uscire < - tokea
apparire
-katiza fartagliare/interrompere < -kat(i)a tagliare
-fanyiza far fare
< -fany(i) a
f are
-pendeza pi acere
< -pend(e)a
amare
CI Nota storica: Si suppone che nel Proto-bantu c'erano 7 vocali, due in pi rispetto al swahili moderno: l e Q (1 e U). Queste
vocali "pesanti" causarono in seguito cambiamenti diversi in
ogni lingua nei fonemi a contatto con esse, specialmente in

gran partedelle consonanti che le precedevano.


ln swahili la f. nel ruolo dell'E.V. Cs. diventata Y (seguita
com' dalla desinenza -A) e ha causato i cambiamenti seguenti:
Oi K + Y = SH

-ruka
-kumbuka
-shuka
-anguka
chemka
-amka
-waka

v olar e
ricordare
scen d ere
ca d ere
b ol l i r e
sveg l i a rsi
bruci a r e

Cfr. Polom 1967:89.

-rusha

l anci a r e

-kumbusha fa r ricordare
-shusha fa r s cendere
-angusha
butt a r gi
-chemsha far bollire
-amsha
sve g l iare
-washa
acc e ndere

150

Kiswahi li A.wa furaha

0~ P+ Y=FY
-ogopa
t emere

-ogofy a

spaventare

e ssere pulito ~

- t a k as a

pul i r e

ottenere

-p ash a

far avere
essere doveroso

O~T+ Y= S o S H

-takata
-pata

-pasa

-pita
p assa r e
~
-pi { t i)sha far passare
04 L + Y = Z (anche la L "sparita"
)
-lala
dormire
~ -laza
mettere a letto
-kataa
rifiutare
~ -kataza
vietare
-ingia
entrare
~ -ingiza
introdurre
-jaa
essere pieno + -jaza
nemptre
-sikia
sentire
~ -sikiza
far sentire
-potea
perd e rsi
+ -p o t eza
perdere
-elea
essere chiaro ~ - eleza
spiegare
-tulia
essere calmo ~ - t u h za
calmare
OsW+ Y =

-lewa
-nawa

VY

u briacarsi
~ -l e v y a
ubriacare
lavarsi ~ -navya/-nawishaportarl'acqua

06N+ Y = N Y

ma:

-kana
-pona
-ona
-oneka

ne g are
~
essere guarito
~
vedere
~
essere visto/visibile

-kanya
vietare
-ponya
gua r i re (tr.)
-onya far vedere: avvertire
~

-on(y)esha rendere visibile: mostrare


<~Non cercate di indovinare i causativi che non conoscete,
meglio consultare il dizionario; osservate, per esempio, le seguenti forme "inaspettate":
-jua
sapere
+ -julisha/-juvya i n f ormare
-kaa
sedersi
+ -kalisha
mettere a sedere
-zaa
g ener a r e ~ -zalisha
produrre
-fika
a rrivare
~ -fi k i s h a
far raggiungere
-cheka ridere
~ -chekesha
far ridere
14

per lavarsi le mani

IX. Unit

-vaa

151

indo s sare ~ - v i s ha/-valisha v e stire


(-vika
forni r e vestiti a qqu.)

I verbi monosillabici prendono la stessa vocale che in altre


estensioni:
-lishadarda mangiare
-nywesha
dar d a bere
Esempi :

...anao watoto na mdogo wake yupo hana 15


kazi lakini anavishwa na kulishwa.
... ha figli (propri) e il suo fratello minore senza lavoro, ma
viene vestito e nutrito.
(Sembera)
Wazee wako wakulishe wewe; wazee wako wanilishe mimi.
I tuoi genitori devono dar da mangiare a te; i tuoi genitori de-

vono dar da mangiare a me.


(Abdulla)
Wale watu hawakutaka kujijulisha.
Quelle persone non volevano presentarsi.
(Shafi)
Msitie wasiwasi mimi nitakuonyesheni kila kitu.
Non preoccupatevi, io vi mostrer ogni cosa.
(Shafi)
Magharibi yaliposogea, na yeye alijisogeza msikitini.
Quando si avvicin il tramonto, anche egli si avvicin alla
moschea.
(Suleiman)
Mambo haya ni magumu. Mwangimba, teremsha bunduki
yako. Na wewe Musatima, shusha mikono yako.
Queste cose sono difficili. Mwangimba, metti gi il (tuo) fucile. E tu, Musatima, abbassa le mani.
(Mulokozi)
Nenda kamtafute aje kunisafishia vyatu vyangu.
Vai e cercala che venga a pulirmi le scarpe.
(Shafi)
Lo, utamsemesha hata bubu.
Toh, faresti (farai) parlare anche un muto.
(Mohamed)
Natambua kuwa jina langu limekwisha pata doa lisilofutika.
Na moyo wangu ni mchafu kupindukia.Sasa nimerudi kujaribu kuusafisha na kuutakasa.
Riconosco che il mio nome (gi) stato macchiato indelebilmente. E il mio cuore terribilmente impuro. Adesso sono
Cfr. i verbi composti nella prossimaUnit.

l52

Kistvahili kwa furaha

tornato per tentare di mondarlo e purificarlo.


(Mulokozi)
Kijakazi shoga yangu, tafadhali nyamaza kulia namna
hiyo,
kwani ukiendelea utaweza kuniliza na mimi.
Kijakazi amica mia, per favore smetti di piangere in(Shafi)
questo
modo perchse continui, potraifar piangere anche me.
Usiku jana alikaguzwa nyumba nzima pamoja na kujulishwa na mayaya, watumishi wa nyumbani. Halafu akaoneshwa chumba chake.
La sera precedente le fecero vedere (esaminare) tutta la casa e
le presentarono le cameriere, la servit di casa. Poi le fu mostrata la sua camera.'
(Abdulla)
Walimaliza kula, wakanawishwa mikono na maboi
maalum
wenye kazi hiyo ya kunawisha na kufuta mikono watu wakisha kula.
Finirono di mangiare e fu loro portata l'acqua per lavarsi le
mani dai camerieri (particolari) che avevano il compito specifico di portare l'acqua e di asciugare le mani aHe persone dopo mangiato.
(Abdulla)
Kazimoto, usifunge mlango, ninakutayarishia chakula.
Kazimoto, non chiudere la porta, ti sto preparando da mangiare.
Sasa tulivyokuwa peke yetu, niliona ni wakati (Kezilahabi)
wangu kumsoma Aziza, ili nipate 17kumsomesha.
Adesso che eravamo soli, vidi che era giunta la mia ora di
studiareAziza per poterla educare.
Anatafuta kuuliwa na babaake, aniulishe na mimi.(Abdulla)
Cerca di farsiuccidere (essere uccisa) da suo padre, per
far(mi) uccidere anche me.
(Mohamed)
Sasa, sisi tulipe fgariJ kitambo na kutangulia,
na tulifuate

kwa kuliweka masafabaina yetu ambayo hayatamjuvya yeye kuwa anafuatwa.


Ora noi diamole [ = alla macchina] il tempo di andare avanti e
seguiamola mettendo una [certa] distanza tra di noi che non
gli far sapere di essere seguito.
(Abdulla)
l6

Notate che praticamenle impossihile tradurre i verbi letteralmente,


Per l'uso modale di -para cfr. XIV.Unit.

153

Jambo hili linaufisha ganzi moyo wangu.


Questa cosa mi paralizza il cuore.
(Mahimbi)
Hofu ilimtawala kila mtu, ikawanyweza walionywea, ikawatetemesha waliotetemeka, ikawarejesha nyuma waliorejea,
na waliobaki waliganda hapo hapo...
La paura dominava ognuno; fece sentire pi mortificati quelli
che erano mortificati, fece tremare quelli che tremavano, fece
indietreggiare quelli che indietreggiavano, e i rimasti restarono inchiodati sul posto...
(Mohamed)
Christina alipitisha mkono juu ya kifua kiwazi, kimoto, kimaji, kifua mviringo cha Akida, akaziminya musuli nyeusi
kwa vidole vyake vilaini.
Christina fece scorrere la mano sul petto nudo, caldo, umido,
sul petto arcuato di Akida e premette i muscoli neri con le sue
dita morbide.
(Suleiman)
SEMUsILA: Bwana wangu, wewe mwenyewe unafahamu yaliyompata rafiki yako Abushiri.
MUKWAVA: Sana, lakini simlilii. Abushiri hanilizi kwa sababu amekufa kifo cha kishujaa. Alikuwa mzalendo halisi.
S: Mio signore, tu stesso sai che cosa successo al tuo amico
Abushiri.
M: Lo so bene, ma non lo rimpiango. Abushiri non mi fa
piangereperch morto da eroe. Era un vero patriota.
(Mulokozi)
Maneno mapya
bubu 5/6 muto
bunduki 9/10 Ar. fucile
doa 5/6 macchia,marchio
-futika nascondere (in tasca o in seno)
-ganda coagularsi, rimanere attaccato
ganzi 9/10 intorpidimento, paralisi, crampo; kufa g. e ssere

intorpidito/ paralizzato
halisi agg. Ar. reale, genuino, vero
-kagua esaminare, ispezionare
kifo 7/8 morte
magharibi fanche] tramonto

Kiswahili kwa furaha

-minya comprimere, schiacciare


msikiti 3/4 Ar, moschea
musuli 9/10 o 3/4 Ing. muscolo
mzalendo 1/2 patriota
-nyama(z)a tacere
-nywea Appl. restringersi, farsi piccolo, essere mortificato
-rejea Ar. ritornare
shoga 5/6 amica
-sogea avvicinarsi, allontanarsi, spostarsi
wasiwasi 14 Ar. perplessit, dubbio, preoccupazione
yaya 5/6 Ind.<Port. bambinaia, [anche] cameriera

~ Traducete

Mpenzt, chini ya mvungu wa kitanda


A BDAILAII: K u n a

w a t u . (Anarudi mbio, anapiga mbizi chini

ya mvungu wa kitanda. Kwa kuwa tendegu za kitanda zinatazama upande wa watazamaji, tunaona mvungu wa k i tanda. Tunauona uso wake.)
SAIDA: (Anampokea mumewe huku anaki fichaficha kitanda
asitazame upande ule) Habari za kazini bwana?
OMARI: Nj ema nj ema. (Anataka kukaa j uu ya kiti. Akikaa j uu
ya kiti ataona mvungu wa kitanda. )
SAIDA: Ah usikae hapo bwana, kiti kibovu. Nilitaka kukipele-

ka kwa fundi lakini sikupata nafasi.


OMARI: Kibovu?
SAIDA: Eh kibovu.
(Omari anataka kukaaj uuya mkeka. Akikaaj uu ya mkeka atao-

na mvungu wa kitanda.)
SAIDA: Aah u sikae juu

ya mk e k a. ( A n a mkamata

Mkeka mchafu,

mkono.)

OMARI: Mchafu? Mbona mimi nauona safi.


SAlDA: Mchafu sana.
OMARI: Oh haya. (Anauangalia mkeka, anamtazama mkewe.
Anataka kukaaj uuya kitanda.)
SAIDA: Usikaej uu ya kitanda. Ah basi kaa kaa. (Anamkalisha
Omari anajitupaj uu ya kitanda.

IX. Unit

155

ABDAI.~I Aa h!
SAIDA: (Kusikia vile anajidai yeye ndiye alipiga l'elele.) Aa-

ah! Aah!
OMARI: Nint' tena? (Anainuka kumuangalia mkewe aliyejishi-

ka kiuno kama kinamuuma.) (...)


SAIDA: Ah, ah, mgongo huu utaniua, lazima niende hospitali.

Nipeleke.
OMARI: Ngoja nipumzike kwanza, nitakupeleka baadaye.
SAIDA: (kwa hamaki za uwongo) Unaona kupumzika kwako
18
bora kuliko
u z i m a wangu. Mimi mgonj wa.. . Aa h mgonj wa u-

niacha nife. (...)


OMARI: Hee! Una nini leo wewe?
SAIDA: Nina n i ni ? N i m ekwisha kukuambia k uwa n i n akufa
kwa ugonj wa. Bado nina nini tena? Kama hutaki uniambie tu.

(".)
OMARI: Basi mke wangu twende hospitali. Mimi t ayari. (namshika mkono.) Haya twende.
SAIDA: (...) Tupite huku. (Anaonyesha nj ia ya uani.)
OMARI: Pita njia yo yote unayotaka. Twende.
(Wanatoka. Abdallah anatoka mvunguni, anatoka kwa mlango
alioingilia Omari. M uda si muda 19, Omari na mkewe wanain-

gia.)
OMARI: Sasa mbona tumerudi?
SAIDA: Nitakwenda kesho hospitali; kwanza umechoka. Vna-

toka kazini (...) Kaa, pumzika.


(Hussein 1970:46-47)
-fichaficha ((-ficha) (cercare di) nascondere
hamaki 9/10 Ar, collera improvvisa, scatto di collera
kiuno 7/8 fianco, vita, busto
mbio 9/10 corsa; -piga m. correre
mbizi 9/10 tuffo, immersione; -piga m. tuffarsi

mkeka 3/4 stuoia


Unaona kupumzika kwako borakuliko..."Consideri il tuo riposo meglio (= pi

importante) che..."
muda si muda "in un attimo"

156

1Ciswahili kwa furaha

mpenzi 1/2 amante


mvungu 3/4 cavit, incavo, luogo vuoto
tendegu 5/6 o 9/10 gamba di letto

Estensione U (contraria)
Questa estensione indica l'azione opposta a quella della radice verbale. Secondo le leggi dell'armonia vocalica, l'a.v. U se
la vocale della radice A,I,U,E, ma o dopo la O.

A EI U

-funga
-ficha

-vaa
-ziba
-choma

U
O

legare, chiudere + -fungua


nascondere
~ -fichua
vestirsi
otturare

trafiggere

-+-vua

sciogliere, aprire
svelare
spogliarsi

+ -zibua
sturare
> -chomoa estrarre

Nota storica: La fo r m a o r i g inale delpE. V. e ra U t./Ot., ma

ormai la L riappare solo davanti al suffisso Appl. e spiega il suffisso Cs. Z:


-fungulia
aprire a qu.
-funguza
far aprire

Ad alcuni verbi Contr. non corrisponde pi un verbo semplice, ma solo la forma Pot.
-inua
sollevare, alzare
-inika
inclinare
-funua
scoprire, aprire -funika
coprire,
chiudere
-bandua staccare
-bandika attaccare
Scrittori
swahili, anzitutto q u elli
l'estensione Contr. insieme con il verbo basezanzibarini,
per effetti stilistici:
usano

IX, Unit

157

kupanga na kupangua
mettere in ordine e in disordine, fare e disfare
Anawaza na kuwazua, anapanga na kupangua la kumwambia baba yake Mzee Farjalla.
Ci pensa e ci ripensa, mette e rimette in ordine ci che ha da
dire a suo padre Mzee Farjalla.
(Suleiman)
Alitia akitoa, huku akikaza hapa na kusafisha hapa.
Mise [qualcosa] e tolse [qualcos'altro], stringendo qua e pulendo l.
(%ahab)
Hapakuwa na cha kufichawala cha kufichua.
Non c'era nulla da nascondere n da svelare.
(Shafi)
Kufumba na kufumbua mapinduzi yalikuwa yamekamilika k atika nafsi yake.
In un batter d'occhio nella sua anima si era compiuta una ri-

voluzione.
(Suleiman)
Kwa muda huo mfupi alikwisha kuwaza na kuwazua mangapi!
(Mohamed)
In questo breve tempo a quante cose pens e ripens!
Chini ya miguu ya Subira Simba alijibena ' na kujibenua
akitoa sauti ya nung'uniko.
Ai piedi di Subira, Simba si raggomitolava e si distendeva
guaiendo.
(Mohamed)

Maneno mapya
-fumba chiudere, serrare
-(ji)benua mettersi in vista, distendersi
-kamilika Po t. essere completo/perfetto, completarsi, compiersi
nung'uniko 5/6 lagnanza, malumore

20

Per la forma compostayaliknwa yamekamilika cfr. la prossima Unit.


' (ji)bena non c' nel dizionario, bisogna tradurlo per analogia con-jibenua "distendersi, mettersi in vista".

158

Kiswahi ii kwa furaha

~ Traducete:
Il seguente brano (una scena un po' abbreviata della commedia Alikiona di Ebrahim Hussein, dalla quale proviene anche il
brano precedente) costruito tutto su doppi sensi. Cercate di
tradurlo in modo che il sottile umorismo non si perda.

Kutoelewana

(Bwana Omari anajitengeneza)


Hodi, hodi. (Kutoka nj e)
OMARI: Karibu karibu. (Anaingia Abudu ) Pita tu, bwana, pita
tu. (Anataka kukaa j uu ya kiti.) Aaah usikae hapo. Kiti kibovu.
Kaaj uu yakitanda bwana. Jee habari za kwetu? Wote wazima?
ABUDU: Ah! hivyo hivyo.Saida yuko wapi? (Kama anaogopa
Saida atasikia. )
OMARI: Amekwenda nyumbani. Hukumwona? (. ..)
ABUDU: Basi imekuwa heri kama kenda 22 nyumbani. Mimi
nimekuj amakusudi yake.
OMARI: Eh nini tena kilichozidi?
ABUDU: Ah ndiyo kama unavyojua tena. Binadamu ni binadamu bwana. Leo mzima kesho mgonj wa. Leo yupo kesho hayu-

po. Eh bwana? Sij


ambo la aj abu. Sij am bo la a
j abu.
OMARI: Kabisa, kabisa eh. (...)
OMARI: (kwa upole) Eh ulisema vile kama nyumbani wagon-

j wa.
ABUDU: Hapana si wagonj wa.
OMARI: Si wagonj wa aah kwa hiyo wazima.
ABUDU: Hapana si wazima si wazima kabisa. Ah! hapana si
wazima.

OMARI; Mpaka sasa bado mimi sj iaelewa.


ABUDU: Kwa ki fupi nitasema kwamba mama yake Saida hayupo na sisi.
OMARI: Amesaf iri.
22

23

kenda = amekwenda (pi espressivo), cfr. XII.Uruth


Nini tena kilichozidi? "Che successo (ancorai?"

IX. Unit

159

ABUDU: Haswa amesafiri safari kubwa.


OMARI: Safari kubwa? Kufanya nini?
ABUDU: Bwana wake amemwita.
O MARI: Hm, l a kini s i kuj ua mimi k a m a m a m a S a ida a n a
bwana.
ABUDU: Kila mtu anaye Bwana kila mtu, mzee na mtoto
wote wanao Bwana.

(Kimya.)
OMARI: Lini atarudi?
ABUDU: Hatarudi u n asema nini b w ana O mari ? Unaj ua
vyema kama mtu akiitwa na Bwana wake harudi.
OMARI: Kweli kweli kwa hivyo alitaka mwanawe amuage sawa sawa kabisa. Basi atamwahi kabla haj aondoka.
ABUDU: Ah amekwisha ondoka. Iliyobaki sasa atawahi kumstndikiza.
OMARI: (Anafikiri) Ameondoka, lakini atawahi kumsindikiza.

(Haelewi.)
(Kimya.)
Mimi Bwana Abudu sasa nakwenda kazini. Nina zamu ya saa
t isa24 l e o .
ABUDU: Sasa wewe hutakuj a mazi shi ni?
OMARI: Mazishini? Mazishi ni ya nani?
BUDU: Umekwisha sahau mara hii? Mazishi ya mama yake

Saida.
OMARI: Lakini umesema amekwenda safa.. . (sasa anaelewa).

Aaah aah. Bila shaka, bila shaka.


(Hussein 1970:46-47)
ajabu 9/10 Ar. meraviglia, sorpresa, prodigio; -a ajabu straordinario,
stupefacente, sorprendente
kutoelewana (inf. neg.) non capirsi; (c1.15) malinteso
kwetu (a) casa nostra, da noi
mak(u)sudi avv. Ar. apposta; m. yake apposta per lei
mara hii cosi presto
mazishi 6 funerale
saa risa "1alle) ore tre"

160

Kiswahi li kwa furaha

upole 14 gentilezza, dolcezza, delicatezza


zamu 9/10 Ar. turno (di lavoro ecc.)

-INGINE-O. Il M.V. KA. Verbi composti. ME come participio passato.


Negazione. Verbi composti con KwtsHA. Altre forme composte. CI.9
impersonale.

-INGINE-O
H N.D. -ingine ("qualche, altro") con la particella di riferimento suffissata significa "altre cose/ persone ecc. come

questa", "e cosi via":

vitu vinginevyo altri oggetti di questo genere


kazi nyinginezo altri lavori come questo
i~ Vi sono due specie di classificatori: quello nominale all'inizio
e quello pronominale davanti alla O di riferimento.
cl. l ( m wingine) c 1 .2
c l.3 m wingineo c 1 . 4
c1.5 jinginelo
c1.6
c 1.7 kinginecho c 1 . 8
c1.9 nyingineyo
cl.10
cl.11-14 mwingineo
(c1.12kingineko)
(c1.15 kwingineko)
c1.16 penginepo
c1.17 kwingineko
c1.18 mwinginemo

wengineo
mingineyo
mengineyo
vinginevyo
nyinginezo

Nilimhadithia habari ya shairi lako. Nilimhadithia bwana


huyu na wengi wengineo.
Gli ho raccontato della tua poesia. L'ho raccontato a questo
signore e a molti altri (come lui).
(Topan)
Gazeti "Zanzibari kila siku" halisomwi na mtu mmoja tu.
Gazeti hilo lilisomwa Unguja nzima, mwambao na kwingineko.
(Abdulla)
Il giornale "Zanzibarino ogni giorno" non viene letto da una

161

162

Kiswahi li kwa furaha

persona sola. Questo giornale stato letto nell'intero Zanzibar, sulla costa e altrove (in altri luoghi limitrofi).

Il marcatore verbale KA
L 'abbiamo g i

trovato n e l con g i u n tivo consecutivo .


A ll'indicativo q u esto M . v . segnala un'azione consecutiva e

risultante dall'azione del verbo precedente; di solito si tratta di


una narrazione e il primo verbo ha il M.V. LI;

Jioni nilikwenda kuteka maji na jua likanichwea njiani.


L a sera sono andata a prendere l'acqua e il tr amonto mi h a

sorpreso per strada.

(Kabashi)

Il connettivo NA in questo caso superfluo.


Manase alimtia mimba ndugu yangu, akafa.
Manase mise incinta mia sorella, ed morta. ( K ezilahabi
)
Jana nilimkaripia Sheha nikamfukuza.
Ieri ho sgridato Sheha e l'ho cacciato via.
(Abdulla)
Niliondoka pole pole nikawaacha wanalia wote pamoja huku
wamekumbatiana.
Andai via piano piano e le lasciai a piangere (entrambe)
insieme mentre si abbracciavano.
(Kezilahabi)
Tena, bwana, nilifiwa. Kwanza akafa babangu, halafu bibi
yangu mzaa mamangu. Tena akafarikidadangu.
(Topan)
Inoltre, signore, ebbi vari lutti in famiglia. Prima mori mio
i~

padre, poi la mia nonna materna. Infine si spense mia sorella.

Njiani nilikata fimbo moja kubwa, nikaokota pia mawe


mawili mazito.
Per strada tagliai un grosso bastone e raccolsi pure due pietre
pesanti.
(Kezilahabi)
Nilimtazama, akanitazama. Wote wawili tulitabasamu.
La guardai e (lei) mi guard. Entrambi sorridemmo.
(Kezilahabi)

' Cfr. V.Unit.

L'uso di KA, piuttosto che seguire una norma precisa, un


fatto di stile. Qualche volta non c' dove lo si aspetta:
Sabina alinitazamia, alitabasamu, halafu alitazama chini.
Sabina miguard, sorrise,po iguard per terra.
(Kezilahabi)
Altre volte lo troviamo in costruzioni inaspettate, per esempio
dove ci aspetteremmo un infinito o un futuro.

Sikuwa na nafasi hata ya kukaa nikapumzika. (A b dulla)


Non avevo tempo nemmeno di sedermi e riposare.
Sisi jembe letu ni kalamu.
Kweli, lakini kalamu haimfanyi mtu akatoka jasho.
Per noi, la (nostra) zappa la penna.
E vero, ma la penna non fa sudare nessuno. (Kezilahabi)
Babu we, hutanitia mikononi, halafu ukaniacha nifedheheke.
Caro mio, non [credere che] mi porterai in braccio e poi mi
lascerai svergognata.
(Mohamed)
Mimi, kutoka nikaiacha nyumba ya watu haina mtu, siwezi.
Nitazidi k usubiri m p ak a k e sho. A saa k e sho M u n gu
akayatengeneza.
Io, uscire e lasciare la casa altrui incustodita, non posso.
Continuer ad aspettare fino a domani. Forse domani Dio
provveder.
(Abdulla)
Bwana Msa a naweza kuwatosha w azee wako, na w a o
wakatosheka.
Bwana Msa pu soddisfare i tuoi genitori, ed essi saranno
soddisfatti.
(Abdulla)
KA piuttosto frequente dopo -weza:
Hata nikimsubiri, najua siwezi nikapata kitu. (Sembera)
Perfino se aspetto, so che non posso ottenere nulla.
Tunaweza tukapata jambo la kufurahisha.
Possiamo trovare una cosa piacevole.
(Musiba)
Toa mkeka tukae huku nje, ndani kuna joto. Ama una
shughuli? Sina shughuli za kuniketisha ndani, hata huko
nje naweza nikazifanya.
Prendi la stuoia e sediamoci fuori, dentro fa caldo. Oppure

]64

Kiswahili kwa furaha

hai da fare? N o n ho lavori che mi trattengano dentro,


posso farli anche fuori.
(Sembera)
Hilo si jambo rahisi. Linaweza likasababisha vita vikuu.
Questa non una cosa facile.Pu causare una guerra feroce.

(Mulokozi)
tu in altre costruzioni:
Mimi, shemeji Manu, unaniuliza namfikiri vipi Bwana Aziz?
Kwa nini ukaniuliza mimi swali hilo?
A me, cognato Manu, (mi) domandi come considero Bw.
Aziz? Perchfaia me questa domanda?
(Abdulla)
Heri tukautoe kabla haujaharibu maji yote ya mtoni, watu
wakakosa mahali pa kuoga.
meglio se andiamo a toglierlo prima che inquini tutta
l'acqua del fiume e alla gente manchi il posto dove fare il

bagno.

(Kezilahabi)

Wewe huyajui,Tenga, ndiyo ukasema hivyo.


Tu non li conosci, Tenga, ecco perch parli cosi. (Abdulla)
Kazimoto, sijui umenipa dawa gani h ata nikakupenda
namna hii.
Kazimoto, non so che filtro (medicina) tu mi abbia dato
perch io ti ami in questo modo.
(Kezilahabi)
~ Questo tempo non si usa al negativo; solo ne11a narrazione
(al passato) gli corrisponde il congiuntivo negativo.
Mimi nilikuwa sina shilingi sitini za kumlipa. Nisijue la
kufanya.
(Topan)
Io non avevo 60 scellini da dargli. E non sapevo che fare.
Maliyatabu alisikia uchungu moyoni akawaza njia ya
kumsaidia lakini asiipate.
Maliyatabusentiamarezza nel cuore e pens a un modo per
aiutarla (=la donna) ma non lo trov.
(Ng'ombo)
Nell'esempio seguente invece asirudi ha p r o babilmente la

funzione di congiuntivo.
Lakini, kwa Shehe, Jamila haendi akalala huko huko asirudi
2

Cfr. pi avanti in questa Unit.

X. Unit

165

nyumbani.
Ma da Shehe Jamilanon andrebbe (=va) a dormirci senza
tornare a casa.
(Abdulla)
Maneno mapya
asaa cong. Ar. se, forse, se Dio vuole
-fariki Ar. morire, spirare, abbandonare (il mondo)
-fedhehi Ar. disonorare, svergognare
fimbo 9/10 bastone
-karipiasgridare,rim proverare
-kumbatiaabbracciare
mimba 9/10 concezione, gravidanza; feto
mwambao 3/4 costa del mare
mzaa 1/2 chi genera/ partorisce

shughuli 9/10 Ar. dovere, impegno, faccenda

~ Traducete:
Adui kambini
"Nifuate." M doe alitoa amri huku akianza sa fari ya k urudi
walikotoka. S i k amona a l i s it a k w a mud a , k i s h a a k a a n za
kumfuata. Walitembea kw a k u n yata p o le p o l e. K i s ha M d o e
a limwashi ria Si kamona k u i nama. B a d al a y a k u n y at a s a s a
walitembea kichura-chura. Baada ya muda Mdoe alimwashiria

kulala chini. Wakaendelea wakijivuta ki fudifudi mfano wa


nyoka. Wakayaacha mahema yao na kutokea kwa nyuma.

Wakaendelea kujiburuta hadi walipofikia kichaka (...) Hapo


Mdoe alimwashiria mwenzie kutulia. Wakalala bega kwa bega,
bunduki zao z i likuwa zimeelekea m b ele a m bako M d o e
alitazama kwa makini h al i S i kamona haoni w al a k usikia
chochote.

(Mtobwa 1992:53)
adui 9/10, 5/6 Ar. nemico
amri 9/10 Ar. ordine; -toa a. dare un ordine
-ashiriaAr. segnalare,far cenno
"erano diretti/puntati"

166

ICiswahili kwa furaha

bega kwa bega fianco a fianco (lett. spalla a spalla)


-buruta trascinare
chura 9/10 rana; kichura-chura avv. come una rana
hadi prep. Ar. fino a
hema 5/6 Ar. tenda

kambi 5/6 ing. campo (militare o sportivo), accampamento


kichaka 7/8 cespuglio, rovo, piccola macchia d'alberi
kifudifudi avv. bocconi, sul ventre

makini 9/10 Ar. attenzione


mfano wa come
-nyata camminare furtivamente/silenziosamente

w La seguente poesia-racconto presa dal romanzo Kichwamaji


di E.Kezilahabi (che conoscete gia). Tradurre adeguatamente
una poesia molto difficile, ma fate almeno un tentativo oltre
alla traduzione letterale. Inoltre cercate di imparare tutte le
poesie a memoria, un ottimo esercizio.
Hadithi ya Mafuru
Eazimoto, a l i anza tena, nina jambo la maana la kukwambia. Nitakwambia kwa hadithi, nafikiri u t a elewa zaidi.>)
Alipoanza kusema hadithi yake kwangu lilikuwa kama shairi.
Bwana Masatu aliishi na wake zake watatu.
Bwana huyu alilima matuta mia kwa siku.

Mpini waj embe ulikuwa kama fimbo.


Meno yakeyalisaga mifupa yote ya kuku.
Vidole vyake vilivunj a senti tano.
Siku moj a alilima matuta kumi.
Mpini mzito waj embe uliharibu mikono.
Watoto wote walinung 'unika kwamba,
Alitupa nyama yote ya kuku chini.
Vidole vyake vikashindwa kuua chawa.

X. Unit

167

Hospitalini alikwenda bila kupona.


Waganga wa kienyeji pesa zake walikula.
Lakint' aliyokuwa aki fanya 4zamani,
Hakuweza tena kuyafanya
Bado haku ridhika.
Mtu mwenye busara akatokea kjij iini.
"Nionyeshe kichwa chako," alimwambia.
Alitoa unywele mmoj a mweupe.
"Lazima ujitambue, " alimwambia.

(Kezilahabi 1974:125-126)
busara 9/10 Ar. buon senso, criterio
chawa 9/10 pidocchio
kienyeji: -a k. indigeno, locale, del luogo
mganga 1/2 medico; guaritore
mpini 3/4 manico, maniglia, impugnatura
-nung'unika lagnarsi, brontolare
zaidi avv. Ar, pi, di pi, maggiormente

I verbi composti
Esiste una grande variet di forme verbali con KUwA al primo
posto seguito da un altro verbo coniugato, che esprimono tempi
e aspetti con una precisione talvolta intraducibile. I du e verbi

devono essere ognuno in un tempo (o aspetto o modo) diverso e


la loro associazione limitata da una serie di regole.
C onsideriamo prima la situazione pi frequente in cui i l
verbo principale indica l'aspetto e il verbo KUwA lo colloca nel
tempo (passato, pi raramente futuro o presente).
'~ ME esprime l'aspetto perfettivo (un processo compiuto).
NA/ A e K1 invice esprimono l'aspetto imperfettivo:
NA e A il cosiddetto aspetto progressivo ("sto facendo"),
KI un processo continuo o ripetuto (imperfetto).

Nilikuwa nafikiri tu.


"ci che faceva"

Stav o solo pensando.

(Hussein)

168

Kiswahi li kwa furaha

Nadhani nilikuwa naukimbia ukweli n i liouona k atika


maisha yangu kila siku.
Penso che stavo sfuggendo la verit che vedevo nella mia vita
di ogni giorno.
(Mohamed)
Bakari alikuwa akimtetemekea mkwewe kwa heshima.
Bakari tremava di rispetto davanti a sua suocera. (Mohamed)
Sabina sasaalikuwa amejaa moyoni mwangu na hapakuwa
na nafasi kwa msichana mwingine.
Sabina ora aveva riempito il mio cuore e non c'era posto per
un'altra ragazza.
(Kezilahabi)
A likuwa amesubiri kwa muda w a d a kika k umi n a l i f t
ilikuwa bado kuonekana.
(Mnzava)
Era li ad aspettare (= aveva aspettato) da dieci minuti e
l'ascensore non si vedeva ancora (doveva ancora arrivare
).
Twende kidogo tu, mama akija kurudi toka bombani na
baba toka mjini tutakuwa tumerudi.
Andiamo solo per un po', quando la mamma torner (verr
tornando) dalla fontana e il pap dalla citt saremo [gij
tornati.
(Mukajanga)
Shangwe, ukimfulia mtu anayekufa utakuwa umemsaidia
kitu?
Shangwe, se laverai i panni a una persona che sta morendo,
l'avrai aiutata in qualcosa?
{Mukajanga)
Mama Somoe alikuwa akichezea pesakama njugu, alikuwa
akibadilisha mavazi kila leo, na k ula vyakula vya aina
mbalimbali. Alikuwa akila nyama ya kuku, mbuzi, kondoo,
ng'ombe, samaki wabichina mboga chungu mbovu .
Mama Somoe buttava via (giocava con) i soldi come noccioline, cambiava vestiti ogni giorno e mangiava cibi vari.
Mangiava carne di pollo, di capra, di montone, di manzo,
pesce fresco e una quantit di verdura.

(Sembera)

Cfr. Ia prossima Unit.


Chungu nzima significa "un intero mucchio". Qui per l'autore ha prcso un altro
significato di -zima ("sano, buono") e l'ha sostituito con il suo opposto -bovu "cattivo,
guasto", rinfrescando la metafora.

X. Unit

169

Il verboKUWA pu essere anche in forma relativa (compresi


PO e VYO ).

Kama nilivyokuwa nikisema...


Come stavo dicendo...
{Hussein)
Nikatambua kuwa hicho kitu kilichokuwa kinavuka daraja
sasa kimekwishavuka na hakiko mbali nyuma yangu.
Riconobbi che quella cosa che stava attraversando il ponte
adesso l'aveva attraversato e non era molto lontano dietro a
me.
(Mahimbi)
Waliokuwa wakitutazama walicheka.
Quelli che ci guardavano risero.
(Mohamed)
Ikigunduliwa tu, utafukuzwa jeshi, na miezi utayokuwa
umekaa hapa itasahaulika.
Appena sar scoperto, sarai scacciata dall'esercito e i mesi che
avrai trascorso qui saranno dimenticati. (M ukajanga)
Alisema nini? Fuad aliuliza huku amesimama baada ya
kuondoka kwa ghafla juu ya kiti alichokuwa amekalia.
Che cosa disse? domand Fuad in piedi dopo essersi
alzato improvvisamente dalla sedia sulla quale era seduto.

(Shafi)
Il M.v. ME in funzione di participio passato
Con i verbi di stato (compresi i passivi) la forma in ME ha
spesso la f u n z ione de l p a r ticipio p a ssato i t a liano. O c corre
precisare che questo fatto riguarda solo la traduzione italiana,

non significa quindi che in swahili esista la categoria grammaticale del participio passato. N si possono fare distinzioni tra, per
esempio, amejaa e amelala perch il primo si rende in italiano
con un aggettivo ("pieno") e l'altro con un participio ("disteso").
Kama [gari] lilikuwa likienda lilikuwa linakwenda na
mitambo yake imezimwa moto.
(Abdulla)
Se [la macchina] andava, stava andando con il motore spento.
Nilipofika nyumbani nilimkuta Kabenga amekaa ameegemea ukuta wa nyumba yake mpya ambayo sasa ilikuwa
imekwisha.
(Kezilahabi)

170

1Ci swahili kwa furaha

Quando arrivai a casa [sua], trovai Kabenga seduto appoggiato al muro della sua nuova casa che adesso era finita.
Tulipofika nyumbani tulimkuta Sabina amelala chini ya
kivulicha mchungwa kichwa chake juu ya miguu ya Tuza.
Alikuwa amezimia.
Quando arrivammo a casa, trovammo Sabina d i stesa
all'ombra dell'arancio con la testa sulle gambe di Tuza. Era
svenuta.

(Kezilahabi)

La negazione dei verbi composti


Si pu esprimere in uno o nell'altro verbo, dipende dalla
sfumatura che vogliamo accentuare. Generalmente si mette al
negativo il verbo con il M.V. NA/ A, LI o TA, ma non KI o ME:

alikuwa amesoma
hakuwa"
alikuwa hajasoma
alikuwa akisoma
hakuwa
alikuwa anasoma
" hasomi

aveva letto

non aveva letto


non aveva ancora letto
leggeva

non leggeva
stavaleggendo
non stava leggendo

Hakuwa akikufanyia mzaha.


Non ti prendeva in giro.
Hukuwa umeniona toka jana usiku?
Non mi avevi visto fin dalla notte scorsa?

(Muslim)

(Mukajanga)

Alikuwa hajasafiri kwa njia ya meli; alikuwa hajaona mji


wa Mwanza; alikuwa hajaona majumba yenye orofa nne,
tano; na alikuwa hajaona gari la moshi.
(Kezilahabi)
Non aveva ancora viaggiato sulla nave; non aveva ancora
visto la citt di M w a nza; non aveva ancora visto palazzi di
quattro cinque piani; e non aveva ancora visto un treno.

X. Unit

171

Non sempre nella traduzione si pu mantenere la distinzione


tra l ' a spetto abituale (imperfetto) e
p r o gressivo ( " stavo
f acendo"), tanto meno al negativo dove in pi abbiamo il M .v .
JA.

Kazimoto, Tuza alisema, ndugu yako amekufa kwa


sababu amekosa nguvu; alikuwa hajala vizuri kwa muda
mrefu uliopita.
Kazimoto, disse Tuza, tua sorella morta perch aveva
(ha) perso le forze; non mangiava adeguatamente da molto

tempo.
(Kezilahabi)
Ingawa Sabina tulizoeana sana, mpaka wakati huu wazo la
kusema kwamba nilikuwa nampenda lilikuwa hakijanijia
kichwani.
Sebbene con S abina a vessimo f a m i l i arizzato m olto, f i n o
allora l'idea di dire che l'amavo non mi era ancora venuta in

testa.
(Kezilahabi)
Sasa safari za mji zilikuwa hazimwishi.
Ora non smetteva pi di recarsi in citt. (Lett. Ora i viaggi di
citt non gli finivano.)
(Shafi)
Nilisikia Kabenga akimwambia Kalia angoje mpaka kesho,
kwani ilikuwa haifai kula machungwa jioni.
(Kezilahabi)
Sentii Kabenga mentre diceva a Kalia di aspettare fino a
domani perch non conveniva mangiare le arance di sera.
Tuza alikuwa hawezi kutumia m kono wake w a k u l i a
ulioungua. Hata kwa kula alikuwa akitumia mkono wa
kushoto.
Tuza non poteva usare la mano destra ustionata. Perfino per
mangiare usava la mano sinistra.
(Kezilahabi)
Labda ulikuwa huyajui hayo, Bwana Msa? Bwana Msa
alishangaa kidogo. Sikuwa nikijua hayo, alijibu pole pole.
Forse non lo sapevi, Bwana Msa? Bwana Msa rimase un po'
sorpreso. Non lo sapevo, rispose lentamente.
(Abdulla)
(Notate che la stessa traduzione italiana "non lo sapevi/o" sta
per due costrutti swahili: affermativo-negativo e negativoaffermativo.)

172

Kiswahili tzwa fuvaha

Maneno mapya
-bichiagg. fresco, crudo, immaturo
bomba 5/6 Port. pompa
daraja 5/6 Ar. scalino, grado; ponte
-egemea (AppL di -egama) appoggiarsi su/contro
gari la moshi treno
ghaf(u)la avv. A r. improvvisamente
kondoo 9/10 pecora, montone
mkwe 1/2 suocero/a, genero, nuora
mtambo 3/4 macchinario, impianto, meccanismo
mzaha 3/4 Ar. scherzo, burla
njugu 10 arachidi
orofa/ ghorofa 9/10 Ar. piano superiore
vazi 5/6 indmnento, pl. vestiti

-vuka attraversare
-zima spegnere; -zimia Appl. svenire

~ T raducete:

Watoto waliokufa

Bi Kizee 7.: B w a na, watoto wangu wameuliwa.


J uha : ( a m eshtuka) Watoto w ako w a meuliwa? N a n a n i ?

Vipi? Wangapi?
Bi Kizee:

J uha:

W a t a tu, bwana. Waliku


faj ana usiku.

Vipi?

Bi Kizee: B w a n a, j a n a u s ik u w a t oto w a ng u w a l i kusudia


kwenda kuiba. Walikwenda kwenye j umba la tajiri mmoja
mwenye mali mengi. Yeye ni sonara najina lake Burahimu.

Juha: B u r a himu! Sonara Burahimu! Namj ua (.


..) Kumbe
Burahimu ana mali mengi? Mimi nilidhani yeye sonara mdogo
tu. Je, waliweza kuyapata mali yake?
Bi Kizee: H a w a k uweza, bwana. B w ana, s isi masikini n a
Burahimu tajiri m k u bwa. Basi ni v i b aya i kiwa w a toto wangu
walitaka kuiba chembe ya mali hiyo?
Bi Kizee "vecchietta"
Juha "Semplicione" o "Tontolone" (il nome del rc-protagonista).

X, Unit

173

Juha: Si vibaya,mama.
BE' Kizee: Basi, bwana, watoto wangu walikwenda usiku wa
manane mpaka kwenye duka la Burahimu. Wakataka kuingia
n dani lakini w a sipate njia y a k uf anya hivyo. Walidhani j a p o
dirisha moj a l i t a kuwa l i w a zi . L a k in i w a pi ! Yo t e y a l i k uwa

yamefungwa. Basiwafanyeje? Wakataka kuubomoa kidogo ule


ukuta wa ghala wafanye pahala pakuingilia ndani. Wakaanza
kufanya hivyo na walipokuwa karibu ya kuingia ndani, kuta 10
lile likawaangukia wanangu wakafa. Ah, wanangu! Wameuliwa!

(Bi Kizee anaanza kulia.) Nakuomba mtie adabu Burahimu.

(Topan 1971:8-9)

adabu 9/10 Ar. buone maniere, cortesia, educazione; -tia a.


insegnare buone maniere; punire
-bomoa demolire, abattere

chembe 9/10 granello


ghala 9/10 Ar. magazzino, deposito
japo, ijapo(kuwa) cong. bench; almeno
manane: usiku wa m. il cuore della notte, la notte fonda
sonara 9/10 Ind.orefice

I verbi composti con KwtsHA


Il costrutto con i l

v e rbo ausiliare KWISIIA pu a sua v olta

entrare nei costrutti composti con KUWA. Si arriva cosi a una


successione di tre quattro verbi, tipica per esempio per lo stile di
Kezilahabi che cerca in questo modo di sostituire le forme pu
ricche e precise del verbo kerewe (la sua madrelingua).
Bila shaka ulikuwa umekwisha sikia mambo yaliyonipata.
Senza dubbio hai (avevi) gi sentito le cose che mi sono
capitate.
(Kezilahabi)
Taabu ambayo alikuwa amekwisha pata ilikuwa kubwa,
n ami

n i l i k uw a n i m e k wisha a n z a k um w o ne a h u r u m a .

Huruma yangu ilikuwa ikinngezeka kila siku.


Lakini wapi! "Macch! Ma dove!"
kutu (ch5) accrescitivo di ukura "muraccio"

174

Kiswahili kwa furaha

La sofferenzache aveva gi provato era grande, e io avevo


c ominciato a
s e n tire c o mpassione pe r l u i . L a m i a
compassione aumentava ogni giorno.
(Kezilahabi)
Niliona kwamba hata mimi hofu ilikuwa imekwisha anza
kunitawala.
Mi accorsi che la paura aveva gi cominciato a dominare
anche me.
(Kezilahabi)
Anche il M.v. composto svA frequente nei verbi composti:
Walikuwa wameshangojea kiasi saa nzima.
Aspettavano (avevano aspettato) gi circa da un'ora. (Yahya)
Wasichana wote wa rika yake walikuwa wameshaolewa.
Tutte leragazze sue coetanee erano gi sposate, (Ngare)
Asubuhi, kila mtu kijijini atakuwa ameshatambua kwamba
yeye amekula kiapo.
La mattina ognuno nel villaggio avr saputo che egli ha fatto
il giuramento.
(Ngare)
Siku hiyo Zuberi aliamka na furaha kubwa kwani Shemsa
alikuwa ameshamaliza masomo na atafika kwao.
Quel giorno Zuberi si svegli pieno di gioia perch Shemsa
aveva finito gli studi e sarebbe venuta a casa. (Mohamed)

Altreforme composte
Il verbo KUwA si pu collegare con varie forme di copula (Nl
e st, la copula locativa e i classificatore come copula), nonch
con il connettivo in funzione del verbo "avere". Questi costrutti
hanno i l
co m p it o d i ag g i ungere all' enunciato ulteriori
precisazioni.
Alikuwa yu macho.
Era sveglio.
(Shafi)
Aziza alikuwa hana mazungumzo na mimi.
Aziza nonaveva dialogo con me.
(Abdulla)
Wazee wake walikuwa wana mashamba ya karafuu.
I suoi genitori avevano campi di chiodi di garofano. (Hussein)
Wote walikuwa wamo katika kumtumikia Fuad.
Tutti erano [occupati] a servire Fuad.
(Shafi)

X. Unit

175

Naam, nyumbani kwa Sheikh Masoud kulikuwa kiza; ishara


ya kuwa kiumbe huyo alikuwa hayupo.
Si, nella casa di Sheikh Masoud era buio; segno che lui
(questa creatura) non c'era.
(Mohamed)
Lakini katika ule mchezo, na katika ndoto, nimeona mengi
niliyokuwa siyo nikiyaona.
Ma in quel gioco, e nel sogno, ho visto molte cose che [prima] non vedevo.
(Hussein)

~~ Il M.v. del verbo servile (KUWA), oltre a collocare l'azione e


lo stato espresso dal verbo principale nel tempo, pu anche
aggiungere un'implicazione di aspetto, per es. il perfettivo Mb o
l'abituale HU".
Il M.V. KA (che si pu mettere solo al verbo servile) mette

l'enunciato in una pi stretta relazione con ci che precede,


sottolineando il fatto che ne la conseguenza. E tuttavia difficile
rendere questa sfumatura nella traduzione.

Baada ya kunywa chupa hizi usiku ukawa umeingia, na


baada ya chupa mbili zaidi K abenga alituaga kwenda
kulala.
Dopo aver bevuto queste bottiglie era sopraggiunta la notte, e
dopo altre due bottiglie Kabenga ci salut per andare a
dormire.
(Kezilahabi)
Nikawa najiuliza na kufikiri.
E cominciai a chiedermi e a pensare.
(Topan)
Akajitupa kitandani akawa analia.
Si butt sul letto e scoppi in pianto.
(Abdulla)
Nje Husna alikata kona hii na ile, na punde si punde akawa
ametoka pale stesheni.
Fuori Husna gir (tagli) un paio di angoli e in un attimo fu
uscita dalla stazione.
(Mukajanga)
~~ Mentre i l

M . V . K I n e l v e r b o p r i n c ipale i n d ic a l ' a spetto

imperfettivo (tradotto in italiano con l'imperfetto), nel verbo


Cfr. la prossima Unit.

176

Kiswahili kwa furaha

servile significa la contemporaneit ("mentre", gerundio).


Alikumbuka siku il e m u mewe alipomuaga hali a k iwa
amebeba bunduki mbili, moja begani na nyingine mkononi.
Ricord quel giorno quando suo marito la salut portando
due fucili, uno sulla spalla e l'altro in mano. (Kezilahabi)
Neza alikuja akiwa amemchukua mtoto mikononi.
Neza venne portando il bimbo in braccio. (Rutayisingwa)
vs. Niliona wazi kwamba nilikuwa sasa nikimpenda Sabina.
Vidi chiaramente che ora amavo Sabina.
(Kezilahabi)
La copula locativa che precede un verbo d'azione significa
"essere nel mezzo dell'azione" (una specie di aspetto progressivo al presente):
Genge lote limejaa na washtiri wengine wamo wanamhimiza.
Tutta la bettola p i ena e alcuni c l i enti l e

premura.

s tanno facendo

(Mohamed)

Oltre all'indicativo, nei verbi servili si possono usare altri


modi come congiuntivo, condizionale o concessivo 12
Watakapokutana watu hawa mbele yetu, naomba mimi niwe
sipo wakati huu.
(Abdulla)
Quando questepersone si incontreranno davanti a noi, prego
che in quel momento io sia assente (=non ci sia).
Daktari alisema awe anapata usingizi wa kutosha.
Il dottore disse che deve dormire a sufficienza. (Liwenga)
Nenda pale mgahawani ukawe unapata chochote, nami
nakuja' sasa hivi.
Vai laggi al bar e prendi qualcosa (qualsiasi cosa), io vengo
subito.
(Mukajanga)

"Per questi ultimi vedi rispettivamente XII. e XIV. Unit.


Colloquiale per ninakuja (n'nakuja)nakuja).

X. Unit

177

L'uso impersonale della cl.9


Il classificatore della c1.9 si usa nelle espressioni impersonali
come
inawezekana
p o s sibile
inasemekana
si d ice
haidhuru
non importa
e simili.
... ilinijia kumwuliza siku moja.
...mi venne [l'idea] di domandarle un giorno.
(Abdulla)
Ikaonekana kama alitaka kusahau.
E pareva che stesse per dimenticare.
(Liwenga)
Inavyoelekea wewe mwenzetu ni m pinzani mkubwa wa
mipango yetu.
Come sembra tu, nostro amico, sei un grande oppositore dei
nostri piani.
(Liwenga)
Il verbo servile KUwA con determinati M.v. si mette spesso

nella c1.9.
Isiwe umeshalewa ukawa unatukana watu.
Affinchnon succeda che tu,gi ubriaco, ti m etta a offendere
la gente.
(Mohamed)
Ilikuwa haifai kula machungwa jioni.
N on stava
bene mangiare le arance di sera.
(Kezilahabi)
Ilikuwa siyo sawa k umwacha mtoto huyo peke y a ke
ukingoni mwa mto alipomkuta.
Non era giusto lasciare il bambino solo sulla riva del fiume
dove l'aveva trovato.
(Rutayisingwa)
Na hapo ikawa kazil Niinywe au nisiinywe? Ilikuwaje mzee
huyu kunilazimisha mambo?
E qui divent un lavorone! Dovevo berlo o no? Come era
[possibile] che quel vecchio mi costringesse [a fare] delle
cose?
(Mohamed)
Alcune di queste forme si sono talmente "pietrificate" da
diventare una congiunzione:
ikiwa s e
isipokuwa
se n o, se non

178

Kiswahili kwa furaha

ingawa anche se
iwapo q u alora

ij a p okuwabench'
i kaw a
(e fu che) '

Maji haya yalikuwa yakiteremka kwa kasi sana; kurudi juu


yalikuwa hayawezi. Yalikuwa h ayasukumwi na nguvu
kutoka nje isipokuwa yalikuwa yakienda tu kwa sababu ya
mteremko.
(Kezilahabi)
Quest'acquascorreva molto rapidamente; non poteva tornare
indietro. Non era spinta da una forza esterna, ma (senonch)
andava semplicementeperch c'era una discesa.
Sehemu ile ya usafiri kwa wanakijiji ilifutwa na ikawa kuwa
kila mmoja ajitegemee.
(Liwenga)
Quella parte del trasporto a favore dei contadini fu cancellata
e fu [decisoJ che ognuno contasse sulle proprie forze.
Alikohoa kwa nguvu ili iwapo mama wa watoto alikuwa
karibu, asikie na kuja haraka.
Tossi conforza affinch la madre del bambino, qualora fosse
vicino, sentisse e venisse in fretta.
(Rutayisingwa)
Ingawa alikuwa mzuri ilikuwa kama kwamba yeye hakujitambua.
(Kezilahabi)
Sebbene fossebella,era come se non se ne rendesse conto.
Maneno mapya
-aga dare l'addio, congedarsi
-elekea[anche] sembrare vero
genge 5/6lng. capanna dove sivende da mangiare
ishara 9/10 Ar. segno
kiapo 7/8 giuramento; -la k. fare un giuramento
kiasiavv.A r.m oderatamente, un poco
kiumbe 7/8 creatura
kiza 7/8 = giza 5/6 oscurit, buio
kona 9/10/ng. angolo; -kata k. girare l'angolo
-lazimisha Cs. costringere
mpango 3/4 piano, accordo
14

IS

Nessuna di queste forme richede il congiuntivo.

La traduzione di tutte queste forme dipende dal contesto;ikawa poi pressocch intraducibile.

X. Unit

179

mpinzani 1/2 ostruzionista, oppositore


msh(i)tiri 1/2 Ar. compratore, cliente
mwanakijiji 1/2 abitante di un villaggio
rika 5/6 coetaneo, membro dello stesso gruppo di et; r.
moja della stessa et
stesheni 9/10 Ing. stazione ferroviaria
-sukuma spingere
-tegemea confidare; -jitegemea Rifl. contare su se stesso,
essere autosufficiente
ukiugo 11/10 margine, orlo

~ Traducete

Leo chakula hakiliki


Watoto wake walikuwa wamerudi. Mama Tinda aliwatazama
watoto wake kwa makini. A l i mtazama Tinda. Aliangalia j i n si
alivyokuwa amesukwa 16, jinsi alivyokuwa akitembea, lakinijinsi
y ake ya k u t abasamu ndiyo i l i v yomkumbusha zaidi s u r a y a
marehemu bwana wake. Machozi yalianza kumlengalenga.
Alikumbuka siku ile mumewe alipomuaga hali akiwa amebeba
bunduki m bi li , moj a b egani n a n y i n g i ne m kononi. M a m a
Tinda. Kw a he r i mi m i na k w e nda17 kazini. N i t a r udi k e s ho
usiku, alisema mumewe.
Mumewe alikuwa B w ana N y ama 18, na siku h iy o a l i k uwa
ameitwa kwenda kuua viboko waliokuwa wakiharibu mazao ya
watu. Usiponiona usiwe na wasiwasE', alimalizia.
Ilikuwa kesho yake saa tisa 19, wakati alipokuwa akitwanga
alipowaona mama yake, mama-mkwe, baba-mkwe na ndugu za
mumewe wakjia n y u mbani k w a ke. W ot e w a l i kuwa wanalia.

Walipomwona Mama Tinda walizidisha kilio. Mama Tinda


hakuj ua kilichotokea. Ali wauliza, l a kini h a p akuwa n a m t u
aliyekuwa na ujasiri wa kuweza kumweleza.
alivyokuwa amesukwa "come era pettinata"

nakwenda
colloquiale per n(i)nakwenda
Bwana Nyama guardia delparco nazionale, ranger

saa tisa "lallel ore tre"


hapakuwa na mtu "non c'era nessuno"

180

Kiswahili kwa furaha

Sina unga wa kutosha, nimalizie kutwanga, mama Tinda


alisema baada ya kuwapa wageni viti. Baada ya muda wi fi yake
alimwendea akamwambi a:
<<Wifi, usiendelee kutwanga. Pumzika. Leo chakula hakiliki.
Mama Ti nda h a k uelewa vi zuri, l a k in i a l i a cha k u t wanga.
Alianza kuwa na wasiwasi. Saa kumi kamili 2l maiti ya mumewe
yaliletwa nyumbani. Hakuamini.

(Kezilahabi 1979:9-10)
j insi 9/10 Ar. sorta, maniera
kesho yake indomani
kiboko 7/8 ippopotamo
kilio 7/8 pianto
-lengalenga (sog g.machozi) scorrere (lacrime)
marehemu 9/10 Ar. defunto
mazao 6 raccolto
-twanga mondare, pulire granaglie pestandole nel mortaio
wifi 5/6 cognata (usato solo tra donne)

' saa kumi kami li "alle quattro in punto"

Aspetto abituale HU. Locativi: le classi 16, 17, 18. "Esserci".


Particelle locative con KUWA nelle classi non locative. Locativi

relativi al presente. Relativi nelle classi locative. Preposizioni e


avverbi locativi.

L'aspetto abituale HU
Esiste in forma unica, senza i classificatori sogg. n un lvl.v.,
perci il soggetto si deve esprimere con un N.l. o con un P.l.
Nota

s t o r i c a : Et im o l o g i c amente H U p r oviene

da
NI+KU)NKU)K U: ni k usoma)husoma. Questa forma ha la
funzione del tempo presente nei dialetti settentrionali invece dei
M.V. A e NA.

HU serve per indicare un'azione che si compie abitualmente:

in italiano si pu rendere con gli avverbi "di solito, generalmente, sempre". Si t r ova spesso nei detti sentenziosi, massime e

proverbi.
Hula nipatacho, nikikosa hushukuru.
(Di solito) mangio ci che trovo, se non trovo nulla (se mi
manca), sono grato (a Dio = fa lo stesso).
(Mulokozi)
Uhuru haupatikanikwa maneno matupu. Uhuru hupatikana
kwa upanga na mkuki. Kwa risasi na bunduki. (M u l o kozi)
La libert non si ottiene con le sole parole. La libert si
ottiene con la spada e la lancia. Con le palottole e i fucili.
Mume wangu huniambia sina busara, sina akili, yote
inanibidi kustahimili japo yananiuma moyoni.
Mio marito mi dice sempre che non ho buon senso, che non
ho cervello, tutto devo sopportare sebbene mi faccia male al
cuore.
(Sembera)
Bahati haimwangukii kila mtu, hutafuta pa k u angukia,
kama ndege anavyotafuta na kuchagua tawi lakupumzika

182

Kiswahili kwa furaha

au uwa' la kulifyonza.
La fortunanon siposa su ognuno, cerca ilposto dove posarsi
come un uccello cerca e sceglie il ramo per riposarsi o il fiore

da succhiare.
(Yahya)
Hakufikiri kuwa mla ganda la ndizi hukumbuka na mla
ndizihusahau mapema.
(Mahimbi)
Non pens [al fatto) che chi mangia la buccia di banana se lo
ricorda e chi mangia la banana se lo scorda presto.
Paka akiondoka panya hutawala.
(Methali)
Quando il gatto non c', i topi ballano.
(Proverbio)
Per precisare meglio il tempo, HU pu entrare in verbi composti. I verbi monosillabici (come il verbo KUwA) omettono la
KU di sostegno.

Kasisi: Mbona sikuoni kanisani siku hizi?


Nyundo: Huwezi kuniona, huwa nakaa nyuma. (Mulokozi)
Prete: Come mai non ti vedo in chiesa in questi giorni?
Nyundo: Non puoi vedermi, rimango sempre dietro.

Maji y akifika ziwani huwa y amekwisha kusanya taka


nyingi; pia mwanadamu afikapo mwishoni mwa maisha
yake huwa amekusanya taka kadiri ya muda alioishi.
L'acqua arrivando al lago di solito ha gi raccolto molta
sporcizia; anche l'uomo, quando arriva alla fine della sua
vita, di solito ha raccolto tanta sporcizia quanto tempo ha
vl ss u t.o.
(Kezilahabi)
Hayo pia nilikuwa nataka kukwambia. Mimi huwa sifichi
jambo lo lote.
Anche questo stavo per dirti. Io non ho l'abitudine di nascondere qualcosa.
(Kezilahabi)

Yeye ndiyehuwa anawalisha na kuwavika kwa pesa apatazo


kutoka kwa mabwana mbali mbali.
(Kezilahabi)
lei che li nutre e veste con i soldi che riceve da vari signori.
Nimefahamu kwamba mambo ambayo huwa nakwambia
kama siri kati yetu wawili unawaambia watu wengine.
Ho saputo che le cose che (di solito) ti dico come un segreto
ua nell'ortografia "zanzibariana"

183

tra noi due, tu le dici ad altri.


(Kezilahabi)
Aaaaa, kumbe nyama tulazo siku zote huwa zinapatikana
mbali.
Ah, dunque la carne che mangiamo tutti i

g i o rni v i ene da

lontano.

(Sembera)

Non confondete l'aspetto abituale HU con il n egativo


presente (2.p.sg.); si distinguono dalla desinenza, tranne nei
verbi di origine araba:
(wewe) huweza puoi
huwe z i non puoi
ma (wewe) husahau (s p esso) dimentichi/non dimentichi
i~

Hatari huweza ikaepukwa.


Il pericolo pu essere evitato.
Huwezi kuniona... Non puoi vedermi...

(Abdulla)
(Mulokozi)

Huenda ha preso il significato di "forse", spesso rafforzato


con ikawa:
Huenda ikawa ni kweli, Kidawa aliitikia.
Sio huenda, huondio ukweli wenyewe.
Forse vero, rispose Kidawa.
Non forse, questa proprio la verit.
(Sembera)
Siwezi nikasema ndiyo au hapana! Nikisema ndiyo huenda
ikawa hapana, nanikisema hapana huenda ikawa ndiyo!
Non posso dire si o no! Se dico di si, forse no, e se dico di
no, forse si!
(Sembera)
Maneno mapya
-bidi Ar. indurre, insistere con; (in cl,9) dovere
-fyonza succhiare
ganda 5/6 buccia, guscio, crosta
-itik(i)a rispondere, replicare
kadiri 9/10 Ar. quantit, misura; tanto quanto
kanisa 5/6 Ar. chiesa
kasisi 5/6 Ar. prete, sacerdote
-kusanyaraccogliere,ammassare

184

Kiswahili kwa furaha

mapema avv. di buon'ora, presto, in tempo utile


mbalimbali ag g.inv. distinto, differente, vario
panya 9/10 topo, ratto
risasi 9/10 Ar. piombo; pallottola di fucile
taka 9/10 sporcizia, immondizie, spazzatura
tawi 5/6 ramo
upanga 11/10 spada

~ Traducete:
Bwana Shaabani adaideni lake
Zikabakia shilingi hamsini. Bwana Shaabani asichoke kunikera. Akaanza tena kama zamani. Nyumba yetu akaifanya
nyumba yake. Akishatoka msikitini t u 2 h u j a k w etu akakaa na
mjomba wangu. Hapo tena wazee hao wawi,li hupiga domo na
mimi huwapa chakula na wao hula mpaka wakashiba. Mariamu
masikini hutumika kama mtumwa.

(Topan 1971:17)
domo 5/6 boccaccia; fig. chiacchiere; -piga domo chiacchierare

hapo tena (anche] da quel momento (in poi)


-kera infastidire, molestare, importunare
kwetu da noi, a casa nostra
mjomba 1/2 zio materno
mtumwa l/2 schiavo
-tumika Pot. [anchej sgobbare

Rosa
Kati ya watoto wake, Rosa Mistika ndiye alikuwa ki fungua
mimba, naye alijulikana kwa kifupi kama Rosa. Rosa alikuwa
msichana mzuri, mre fu kiasi, mnyenyekevu na mnyamavu. Kama
a kienda k u og a k i s i mani u t a m wona k a bl a y a ku v u a nguo
anaanza kuangalia huku na huko, huvua, huoga upesi upesi,
huvaa, huchukua maji na kurudi nyumbani. Aki
fika nyumbani
2

akishatoka tu appena uscito

XI. Unit

185

hujikuta bado ana mapovu ya sabuni sikioni. Alikuwa hapendi


kuangaliwa kwa muda mre fu. Ukimwangalia nzachoni huinami-

sha kichwa.
(Kezilahabi 1981:9)
kifungua mimba 7/8 primogenito
-nyamavu silenzioso, taciturno

-nyenyekevu modesto, umile


povu 5/6 schiuma

Locativi
Riassumiamo i vari usi delle classi 16, 17, 18 e delle particelle locative.

Le classi 16, 17, 18


Sappiamo che nelle classi locative vi

s ol o u n N .t. arabo,

mahali, e le sue varianti pahala e mwahala.


Suleman: Natafuta mahali pa kujenga.
Maryamu: Bado hujapaona?
S: Cerco un posto per costruire.
M: Ancora non l'hai trovato?
(Ngali)
Juma: Mahali pa starehe hapa.
Ziraili: Ndio maana pakaitwa peponi.
(Topan)
J: un luogo di divertimento [un posto comodo], questo.
Z: Ecco perch si chiama [fu chiamato] paradiso.
Pahala kama hapa panahitajimtu mwenye nguvu anayeweza kufanya kazi.
Un postocome questo richiede un uomo forte che capace di
lavorare.
(Shafi)
Sasa, karibu t utafika m ahali p etu t u lipopaelekeza na
kupawekea kuwa ndipo pahalapatakapofaa kitendo chetu.
Ora, fra poco arriveremo al (nostro) posto dove siamo diretti

e che abbiamo fissato come luogo (che sar) adatto per la


nostra azione.
(Abdulla)
Ijapokuwa joto lilikuwa kali, uwanjani hapo palivuma

186

Ksswahih kwa furaha

upepo wa kuburudisha na miti yoye hiyo kwa umoja ilitupa


vivuli vyake uwanjani hapo. Kwa mtu aiiyechoka na hata
kwa asiyechoka, palikuwa ni p ahala pazuri pa k u p umzika

na kupunga upepo.
Sebbene il caldo fosse opprimente, nel cortile soffiava un
vento rinfrescante e tutti gli alberi insieme gettavano la loro

ombra sul cortile. Per una persona stanca e perfino per chi
non era stanco, era un bel posto per riposarsi e godersi la
brezza.
(Shafi)
Talvolta mwahala (c1.18) si usa come plurale di pahala:
Nassor alimwelewa mwahala mote mwa starehe.
Nassor conosceva tutti i luoghi di divertimento.
(Shafi)
Ilikuwa kirojakumwona bwana mkubwa kama yeye anapita
mwahala kama humo na wakati kama huo kwa miguu.
Era unacosa rara vedere un gran signore come luipassare per
luoghi come quelli e in un'ora come quella a piedi.
(Mohamed)
Mahali pu essere sostituito da un nome proprio di luogo, da
un dimostrativo (avverbio) locativo, o sottinteso.

Huenda huku Songea wanakuona kubaya sana.


Forse a Songea sembra loro molto brutto.
(Msokile)
Kijangwani palikuwa pashakuwa pahala maarufu sana na ni
w atu wachache tu w a siopata kusikia habari z ake. S i
wakulima tu waliopaelewa Kijangwani bali hata mabwana
shamba na mabepari walikuwa wanapaelewa vizuri.
Kijangwani era gi diventato un luogo molto noto ed erano
poche lepersone che non ne avevano ancora sentito parlare.
Non erano solo i contadini che conoscevano Kijangwani, ma
perfino i padroni dei campi e i capitalisti (mercanti) lo conoscevano bene.
(Shafi)
Huko tunakokwenda tunakuita "Dambwe". T u nakuita
hivyo kwa sababu ni pahala pa siri.
I l posto dove andiamo lo c hiamiamo " D ambwe." L o

chia-

miamo cosi perch un luogo segreto.


(Shafi)
Wapi kuzuri zaidi, Bwana Azizi, Unguja au Dubai? (AbcUla)
Quale posto pi bello, signor Azizi, Zanzibar o Dubai?

187

Dar hapakuwa mahalipabaya pa kuishi.


Dar non era un brutto posto per vivere.

(Ngomoi)

~~ L'uso della c1.16 o 17 dipende da dove si trova chi parla.


Habari zaRanzi? Ranzi kwema kabisa.
(Ngomoi)
Notizie di Ranzi (=un villaggio)? Va tutto benissimo.
Ranzi pananitosha sana. Ijapokuwa Ranzi pawe na maisha
duni, lazima tupaheshimu kwani palituzaa na pakatulea, sisi
tu wazee. Wewe ingawa ulipakimbia huna budi kupaheshimu.
Ranzi mi basta (e avanza). Sebbene a Ranzi ci sia una vita
misera, dobbiamo rispettarlo perch ci ha generato e allevato,

noi [che] adesso siamo vecchi. Tu, anche se scappi (da esso),
devi rispettarlo.
(Ngomoi)
Najua unapapenda hapa. So che ti
piace qui. (Mohamed)
Si lazima hapa pawe pana jambo?
Non forse chiaro che qui sotto ci sia qualcosa? (Lett. Non
necessario che qui ci sia qualcosa?)
(Mahimbi)
Haidhuru mimi niko tayari kulala popote pale.
Non importa, io sono pronto a dormire dovunque. (Shafi)
Juma: Sasa unanitaka nende wapi sijui.
Xiraili: Utapazoea.
J: Adesso vuoi che io vada non so dove.
Z: Ti ci abituerai.
(Topan)
Mwanangu, nchi hi i h a itufai sisi... Bakari m w anangu,
twende zetu. Hapatufai sisi... Hapatakuwa na salama hapa.
Figlio mio, questo paese non fa per noi... Bakari, figlio mio,
andiamocene. Questoposto non fa per noi... Qui non ci sar
sicurezza.
(Topan)
Kokote kusikopatikana mikarafuu, katika nchi zote duniani,
h akujulikani kwa j in a l a shamba, au h alitumiki neno
"shamba".
Alcun (nessun) posto dove non si trovano alberi di garofano,
dovunque nel mondo (in tutti i p aesi del mondo), non
conosciuto con il nome di shamba, ossia la parola shamba
non si usa [per questo posto].
(Abdulla)

188

Kiswahili kwa furaha

Hamjui mnakotoka wala mnakokwenda.


Non sapeteda dove venite n dove andate.
(Mohamed)
Nikenda mwingi, mote kwa ajili ya bwana.
(Mohamed)
Sono andato in molti posti, tutti (dappertutto) per il signore.
Ama kwa kweli mtu hujua atokako, hajui aendako.
Eppure davvero l'uomo sa da dove viene, non sa dove va.
(Mohamed)
Anche tutti i N.t. con il suffisso -Nt e i costrutti locativi con

katika richiedono concordanze locative.


Huku msalani kunapendeza sana.
(Msokile)
Nel bagno si sta molto bene. (Il bagno molto piacevole.)
Lakini bado naamini kurudi nyumbani kwetu hata kama ni
kubaya namna gani.
M a ancora credo di
tornare a casa nostra, anche se brutta
chiss come.
(Msokile)
(Di solito, comunque, si evita di usare un N.D. locativo come
kubaya nell'esempio precedente se non si riferisce a un nome
di luogo.)
Kwa hakika a menitia k atika shimo chafu nisimoweza
kutoka.
Certamente mi ha messo in un fosso sporco dal quale non
posso uscire.
(Mohamed)
Ndani ya moyo wa Kazija mlikuwa mkiwaka joto.
Dentro il cuore di Kazija divampava un fuoco. (Mohamed)
Mvunguni hakukaliki nje hakutokeki.
(Mohamed)
Sotto il letto non si pu stare, fuori non si pu uscire.
Naam, nyumbani kwa Sheikh Masoud kulikuwa giza.

Si, in casa di Sheikh Masoud era buio.


(Mohamed)
Kulikuwa kuna siri gani katika utengano huu?
Che segreto c'era in questa separazione?
(Mohamed)
Kisha akaelekea mlangoni kulikokuwa kukigongwa mlango.
Infine si diresse verso la porta alla quale avevano bussato.

(Mohamed)
La c1.17 esprime anche il tempo.
' Qui sottinteso mwahala, non "dentro".
Questo costrutto abbastanza raro.

Jamila kaamka asubuhi kumekwisha kupambazuka.


Jamila si svegli la mattina quando gi era giorno. (Abdulla)
Pu accadere che il verbo locativo non si riferisca a un N.I.
locativo o a mahali sottinteso, ma a un N.I. non locativo, che in

questo caso segue sempre il verbo. Quando si tratta del verbo


" essere", possiamo tradurre i l

c o s trutto c om e " c i f u , c'era"

(come vedremo tra poco), mentre altri verbi locativi sono pi


difficili da rendere.
Hatimaye palianza kutokea mapambano ya waziwazi kati ya
wananchi na polisi.
Infine cominciarono a verificarsi scontri aperti tra i cittadini e
la poliz1a,.
(Liwenga)

Sasa vinahitajika vichwa vya kupanga ili pasitokee dosari


yoyote.
Adesso si richiedono teste per pianificare in modo che non si
verifichi alcuna imperfezione.
(Liwenga)
Pasionekane mtu yupo ofisini amekaa tu.
{Liwenga)
Che non si veda nessuno che sta in ufficio solo a sedere.

Maneno mapya
bepari 5/6 Ind. capitalista; (arcaico) mercante
budi 9/10 Ar. scampo; sina budi non (ne) posso fare a meno
-burudisha Cs. rinfrescare
dosari 9/10 Ar. difetto
duni agg. Ar. inferiore, misero
-elekeza Cs. dirigere, condurre, puntare, spingere (verso);
essere diretto
hakika 9/10 Ar. certezza, verit
hatima 9/10 Ar. conclusione, fine
-heshimu Ar. rispettare
kiroja 7/8 meraviglia, rarit
maarufu agg. Ar. noto, rinomato
mkarafuu 3/4 albero del garofano aromatico

msala 3/4 Ar. (sala da) bagno

190

Kiswahili kwa furaha

pambano 5/6 (us. 6) incontro, scontro


-pambazuka albeggiare
-punga upepo/ hewa cambiare aria
-tokea Appl. [anche] verificarsi, accadere, capitare
utengano 14 separazione
-vuma soffiare; rumoreggiare

La funzione di"esserci"
Sappiamo che le copulepana, kuna, mna sono le forme
locative di "avere". Per esprimere altri tempi e modi si usa il
costrutto kuwa na:

palikuwa na
kulikuwa na
mlikuwa na
hapakuwa na
hakukuwa na
hamkuwa na

c'era, ci fu
" (dentro)
non c'era, non ci fu

" (dentro)

patakuwa na e cc. c
i sa r
hapatakuwa na ecc. non ci sar
Vuai na Marijani waliondoa makuti. Chini yake palikuwa
na shimo kubwa na ndani yake mlikuwa na mapanga, visu,
miundu na silaha nyinginezo.
Vuai e Marijani tolsero le foglie di palma. Sotto di esse c'era
un grosso buco e dentro di esso c'erano machete, coltelli,
falcetti e altre armi simili.
(Shafi)
Palikuwa na vibanda vidogo vidogo vya udongo. (...) Karibu
na kibanda hichopalikuwa na mwembe mdogo.
C'erano capanne di fango piccole piccole. (.. .) Vicino a
questa capanna c'eraun piccolo albero di mango.

(Shafi)

Kulikuwa na nini huko Chwaka, kilichokuwa muhimu mno

kwako?

(Abdulla)

XI. Unit

191

C osa c'era
a Chwaka che era tanto importante per te?
Kulikuwa na vyandarua, lakini vilikuwa vimetoboka.
C'erano dellezanzariere, ma erano bucate.
(Mukajanga)
Moshi, kulikuwa na moshi. Ukungu, kulikuwa na ukungu.
Lakini baada ya moshi kutakuja nuru ya moto. Baada ya
ukungu kutakuja mwangaza wa asubuhi.
Fumo, c'era il fumo. Nebbia, c'era la nebbia. Ma dopo il
fumo verrilchiarore del fuoco. Dopo la nebbia verr la luce
del mattino.
(Hussein)
Naturalmente vi possono essere anche altre forme locative di
kuwa na (Kl, congiuntivo):
Mimi nimekuwekea ubao hapo nje ili uwe unakaa hapo
muda wote ili pakiwa na kazi iwe rahisi kukuita.
Io ti ho messo una panca qui fuori perch tu stia seduta qui

per tutto il tempo in modo che, se c' qualche lavoro [da


farej, sia facile chiamarti.
(Liwenga)
Kukiwa na msichana ambaye Husna alimfahamu katika
kombania ya zamu, Husna humwagizia kutenga chakula
kidogo.
(Mukajanga)
Se c'erauna ragazza che Husna conosceva nella compagnia
di turno, Husna le chiedeva di mettere da parte un po' di cibo.
Watu walianza kulaumu Ujamaa... Kuwe na jua kali, shauri
ya Ujamaa, kuwe na mvua nyingi,shauri ya Ujamaa; ndege
wale mazao, Ujamaa.
La gente cominci a biasimare il socialismo... Che ci sia un
sole cocente o molta pioggia, la colpa del socialismo; gli
uccelli mangiano il raccolto, socialismo.
(Kezilahabi)
Alihisi kuchafukwa tumbo, vitu vikapanda toka tumboni
hadi kooni, lakini kusiwe na chochote cha kutapika.
Senti la nausea, qualcosa le risaliva dallo stomaco fino alla
gola, ma non c'era nulla da rigettare.
(Mukajanga)
Pasiwe na kijiji ambacho nyumba hazikukaa kwenye mstari.
Notate che nella versione italiana il periodo abbreviato. Ci diminuisce la sua
espressivit, perci nella traduzione letteraria bisognerebbe mantenere la ripetizione,
magari cambiando "che ci sia" in "se...". Qui invece era importante tradurre kuue na
fedelmente.

Kxswa&Y> kwa 4utatta

Che non ci sia un villaggio le cui case non siano sistemate in


fila.
(Liwenga)
i~

In questi casi invece del connettivo NA si possono usare le


particelle l o cative s u f f issate: pa l i kuwapo, kulikuwako,
mlikuwamo (c'era).
Ndani ya sinia hiyo mlikuwamo sahani ya ugali wa muhogo
na bakuli la mchuzi wa nazi.
Sul vassoio c'era un piatto di polenta di manioca e una
scodella di salsa di cocco.
(Abdulla)
Normalmente il class.sog. e la particella locativa appartengono alla stessa classe, ma vi sono eccezioni (senza un motivo
apparente) :
Kwa pembeni hivinje ya duka, chini ya ukuta wa mabao
palikuwako bao la kukalia.
In un angolo fuori dal negozio, sotto una parete di assi, c'era
una panca per sedersi.
(Abdulla)
Alcuni esempi infine presentano l'uso simultaneo del connettivo NA e della particella suffissata (ma piuttosto irregolare).
Watu waliombwa wasaidie kuchanga mawazo ili pawepo na
mapokezi ya kufana.
Alla gente fu chiesto di mettere insieme le idee in modo che

ci fosse un'accoglienza riuscita.


(Liwenga)
Pasiwepo na yeyoteambaye atakwenda kinyume.
Che non cisia nessuno che vada controcorrente. (Liwenga)
Hapakuwepo na mtu aliyetokanje au kuchekacheka ovyo.
Non c'era nessuno che uscisse (fuori) o che ridesse senza
motivo.
(Liwenga)
Maneno mapya
bakuli 5/6 Ar. catino, scodella

-chafuka Pot. [anche] essere disturbato/in disordine


chandarual chandalua7/8Ind. zanzariera
Per la E al posto della desinenza -A si veda pi avanti in questa Unit.

XI. Unizh

193

-changafareuna raccolta, ammassare


-fana prosperare
kisu 7/8 coltello
kombania 9/10 Lat. mil. compagnia
koo 5/6 gola
kuti 5/6 foglia di palma
-laumu Ar. biasimare, rimproverare
mapokezi6 accoglienza
mno avv. moltissimo, troppo
mstari 3/4 Ar. riga, linea
mundu 3/4 (pl. miundu) falce, falcetto
mwembe 3/4Ind. albero di m ango
nuru 9/10 Ar. luce
pembe 9/10 l.angolo; 2.corno
shauri 5/6 Ar. consiglio, suggerimento; sh. ya per colpa di
sinia 9/10 Ar. vassoio
-tapika rigettare
-tenga [anche] mettere da parte
-toboka Pot. essere bucato

ukungu 11/10 o 11/6 nebbia, vapore, umidit

~ Traducete:
Mug yabuso Mulokozi:

Dawa mbili
Palikuwa na mtu aliyetaka kuta futa

Dawa ya maisha pamoj a na dawa ya mauko:


Dawa ya maisha impatie raha kashata
Na dawa ya mauko impe kago la mauko,
Adumu ulimwenguni; yasimpate mauko.
Akaanza safari. Akaenda huko na huko.

Mabahari ni, mapori ni, mi si tuni kapi ta 9.


Yakampata mengi maslzaka na mahangaiko.

" ~shrzra (Ar.) "crema di cocco: dolcissima"


kapua "pass"

194

Kiswahili kwa furaha

Lakini dawa alizotafuta hakuzipata,


Hadi kongwe akawa, mauko yakamkamata.
(Malenga wa Bara, 1976:54)

bahari 9/10 Ar. mare


dawa 9/10 Ar. [anche] incantesimo, filtro, pozione
-dumu Ar. durare, continuare, resistere

hangaiko 5/6 ansiet, pena


kago 5/6 talismano, incantesimo di protezione
-kongwe vecchio
mashaka 6 Ar. gran pena, difficolt; miseria, angustia
mauko 6 morte
msitu 3/4 brughiera, boscaglia
-patia Appl. procurare
raha 9/10Ar. riposo, quiete, agio, comodit

Le particelle locative nelle classi non locative


Le particelle locative -PO, -KO, -MO (che abbiamo visto nella
Vt. Unit formare la copula locativa yuko ecc.) si possono
suffissare a tutti i tempi e modi del verbo "essere" per esprimere
"trovarsi, esserci" riferito al soggetto non locativo.
...ikawapo aina ya masikilizano baina yetu.
...e ci fu una specie di intesa tra di noi.
(Abdulla)
Mtu aliyekuwamo ndani ya gari hilo ndiye aliyetuondoshea
kipenzi chetu.
L'uomo che si trovava dentro la macchina colui che ci ha
tolto il nostro beniamino.
(Abdulla)
Hakuna katika waliokuwako pale hata mmoja aliyeweza
kusema na Bwana Msa ana kwa ana kama Mwanatenga.
Non c'eratra ipresenti nemmeno uno che potesse parlare con
Bwana Msa faccia a faccia come Mwanatenga. (Abdulla)
Mamia ya wakulima walifika, waliokuwamo na wasiokuwamo. Waliokuwamo walijua vizuri nini kilichowapelekea
mjini na wasiokuwamo walikwenda ngomani.

195

Arrivarono centinaia di contadini, informati e non (quelli che


c'erano dentro e quelli che non c'erano dentro). Quelli informati sapevano bene ci che li aveva portato in citt e quelli

non informati andavano al ballo.


(Shafi)
Kwa mbali Kijakazi aliliona kundi la wanawake waliokazana miongoni mwao akiwamo Mkongwe.
Da lontano Kijakazi vide un gruppo compatto di donne e
(mentre)in mezzo a loro c'era Mkongwe.
(Shafi)
~~ Spesso la desinenza -A che precede la particella locativa
diventa -E anche quando non si tratta del congiuntivo.

Karibu kila kitu cha lazima kilikuwemo.


Quasi ogni cosa necessaria era li dentro.
(Liwenga)
Aliuliza juu ya Dalia ambaye hakuwepo.
Domand di Dalia che non era li.
(Liwenga)
Dukani kwake hazikuwepo kanga zaaina hiyo. (Liwenga)
Nel suo negozio non c'erano "kanga" di quel tipo.
Nafasi yakuweza kufanya yote hayo haitakuwepo.
Il tempo di poter fare tutto questo non ci sar.
(Liwenga)
Babu huyo kesha' kufa.Kwetu twaamini kuwa afae huwepo
tena nasi katika hali ya pepo.
Questo nonno gi morto. Da noi crediamo che colui che
muore torna () di nuovo con noi come spirito.
(Sembera)
Kwa kweli sikumbuki we kuwepo. (...) Ulikuwepo.
In verit non ricordo se tu c'eri. (...) C'eri.
(Hussein)
Waliokuwepo walicheka... Na mimi nikacheka.
I presenti risero... e (anche) io risi.
(Mohamed)
A lipelekwa katika ofisi y a M k u u w a Wilaya n a y u l e
aliyekuweko wa muda akarudishwa ofisini kwake. (Liwenga)
Fu portata nell'ufficio del Capo della Provincia e quella che
c'eratemporaneamente fu rimandata nel suo ufficio.
Halafu aliinua chupa moja mbele yake, akafanya kama
anagugumia beerisiyokuwemo.
P oi alz un a bottiglia v uota davanti a s e

f e c e c ome se

trangugiasse la birra che non c'era.

(Mohamed)

196

Ksswahsh kwa furaha

Maneno mapya
ana kwa anafaccia a faccia
-gugumia trangugiare
kanga 9/10 "futa, pareo", pezzo di stoffa indossato da donne
-kazana Rec. tenersi stretti l'un l'altro

kipenzi 7/8 prediletto, beniamino


masikilizano 6 riconciliazione, intesa
mkuu 1/2 capo
ngoma 9/10 tamburo; danza
pepo 9/10 spirito (di un trapassato)
wilaya 9/10 Ar. provincia, distretto

I locativi relativi al presente


Come abbiamo visto nella VII. Unit, per esprimere la forma
relativa del verbo "essere" al presente si ricorre alla radice
arcaica -LI:

niliye io c he sono
nilivyo come sono
Allo stesso modo si ha
nilipo (q u i) dove sono
niliko (i i ) dove sono
nilimo (dentro) dove sono
Hapa nilipo sina uhuru.
Qui dove sono non ho libert.
(Kezilahabi)
Anaweza kutoka huko aliko, kuvuta na kuimeza mashua
yoyote anayoitaka.
Pu uscire da dove si trova, attirare e inghiottire qualsiasi
barca che vuole.
(Hussein)
Sirafili anamkodolea macho na kumfanyia ishara kwa
mkono, akae hapo hapo alipo.
S irafili gl i l a ncia un'occhiataccia e gli f a u n c e nno con l a

mano di rimanere (proprio) li dove .


(Topan)
Hakutaka kuingia katika basi kwa sababu, katika basi
hatapata nafasi ya kuikagua vizuri njia ya Chwaka, mahali
kwenye mashimo, magenge au maganjo kama yapo na

XI. Unit

197

kuyawekea alama moyoni mwake mahaliyalipo.


Non ha v oluto prendere l'autobus perch nell'autobus non
avrebbe (avr) l' occasione di i spezionare bene la strada di

Chwaka (per vedere) dove ci sono fosse, precipizi o rovinese ci sono e segnare mentalmente (nel cuore ) il posto dove
si trovano.
(Abdulla)
Negli esempi precedenti le particelle -PO, -KO, -MO hanno la
funzione del relativo "dove". Le stesse particelle si possono
suffissare al r elativo "che", mantenendo solo l a f u n zione
locativa (non relativa). Le t re p ersone della cl.l h a n no l a
particella relativa O invece di vP a causa dell'armonia vocalica:
niliopo (anzichniliyepo) i
o ch es ono qui
" niliyeko
nilioko
io che sonoli
" niliyemo
niliomo
io che sono dentro

Schema riassuntivo delle varie forme:


sono qui...

io che sono qui...

(qui) dove sono

nipo tupo

niliopo tuliopo

n ilipo

t u lipo

upo mpo

uliopo m l i opo

u lipo

mli p o

yupo wapo

aliopo w a liopo

a hpo

wa h p o

upo 1po

uliopo i l i yopo

uhpo

l ll po

lipo yapo

lililopo yaliyopo

lilipo

y a l ipo

kipo vipo

kilichopo v i l i vyopo

kilipo

v i l i p o (ecc.)

yaliyomo in dice =
( quello che c' dentro, c1.6)
iliyopo
ci c he resta (c') da fare
Sisi sote tuliopo hapa ni wapinduzi.
Noi tutti che stiamo qui siamo rivoluzionari.

(Shafi)

198

Kiswahili kwa furaha

Kwanza alipita kuwauliza hali watu wote waliomo nyumbani mle; shoga yake alikuwa hayuko.
Prima pass a domandare come stavano tutteIe persone che

erano inquella casa;la sua amica non c'era.


(Abdulla)
Yeye alikuwa mtu wa kuishi katika muda uliopo tu.
Egli era un uomo da vivere solo al presente. (Rutayisingwa)
Siri gani iliyomo katika ulevi na muziki kuwafanya watu
wasahau dhiki zao ingawa kwa muda tu? M asafa gani
yaliyopo kati ya kuwa na tamaa na kukata tamaa hadi
kufikia wehu?
Che segreto c' nell'alcool e la musica per far dimenticare
alla gente la loro miseria, anche se per poco (temporaneamente)? Che distanza c' tra avere la speranza e perderla al
punto di arrivare alla demenza?
(Mohamed)
Akatokea stesheni ya polisi iliyoko Mahindi.
(Abdulla)
Appari alla stazione di polizia che si trova a Mahindi.
Alitoa mswada wa barua kwa Regina aupige taipu iende
kwa Mhandisi wa W i laya ili a toe gari moja k ubwa l a
kwenda kuchukua mbolea kwenye kiwanda kilichoko Mkoa
wa Matalame.
Diede la minuta della lettera a Regina perch la battesse a
macchina e spedisse all'ingegnere della provincia affinch
desse uncamion (una grossa macchina) per andare a prendere
il concime in una fabbrica che si trova nella regione di Matalame.
(Liwenga)
<~ La particella locativa non necessaria quando si accentua
l'esistenza invece dello stato in luogo:
Baba yetu uliye mbinguni
Padr e nostro che sei nei cieli
Contrasto tra le forme locative relative e non relative:

nipo
nilikuwako

sono qui
er o li

nil i o po

io che sono qui


niliyekuwako
io ch e e ro li
nitakuwamo sar dentronitakayekuwamo io che sar dentro

199

XI. Unit

sipo non sono qui

nisi y ekuwapo/nisiopo
io che non sono...
sikuwamo non ero dentro " / ambaye sikuwamo
io che non ero...

sitakuwako

no n s arli

"/ ambayesitakuwako
io che non sar...

~ Le due funzioni delle particelle PO, KO, MO quella puramente locativa e quella locativo-relativa ("dove") si possono
combinare nello stesso verbo:

nilipokuwapo
ninamokuwamo
nitakakokuwako

qui do v e mi trovavo
qu i ( l i) dentro dove mi trovo
li d ove mi trover

Labda yalikuwa mazuri kwake kuyafanya kwa huko huko


shamba alikokuwako.
Forse [queste cose] andavano bene (erano belle) per lei (a
farle) laggi in campagna dove stava.
(Abdulla)
O I n q u e sto c aso l e p a r t icelle l o c ative s i p o s sono a n che
omettere.

Maneno mapya
alama 9/10 Ar. segno, marchio
dhiki 9/10 Ar. ristrettezza, miseria
ganjo 5/6 rovina
genge 5/6 precipizio, crepaccio
kiwanda 7/8 fabbrica; pl. industria
-kodoa macho spalancare gli occhi
mashua 9/10 Ind. barca
mbolea 9/10 concime
mhandisi 1/2 Ar. ingegnere
mpinduzi 1/2 rivoluzionario
m(u)swada 3/4 Ar. brutta copia, manoscritto
m(u)ziki 3/4 o 9 Ing. musica
taipu 9/ 10 In g. ma c china da s crivere; -piga t. sc r i vere a

macchina
ulevi 11/6 bevanda inebbriante, alcool(ici)
wehu 14 pazzia, demenza

200

Kiswahili kwa furaha

~ Traducete
Wahehe na Wamasai "

Mutwa 12 w a n g u, wazee wa Wamasai wamenitaka nikuarifu hivi: "Ujumbe wako wa k u taka umoja n a u shirikiano nasi
tumeupata. Lakini Mhehe ni mtu wa shamba na Mmasai ni mtu
w a nyika. N y umba z enu n i t e m b e l a kini z e t u ni manyata.
Chakula chenu ni u g ali, l a kini chetu sisi ni n y ama na d a mu.
H atustahimili h a r uf u y a m a za o y a m i m ea . M u u mb a w e t u,
13
Ngai , t a n g u m w anzo alitupa sisi Wamasai haki y a k u mi li ki

ng'ombe wote waliomo ulimwenguni. lkiwa una ng'ombe wetu


t utakuj a kukunyang'anya, l a kini
wala hatutashirikiana nawe."

h a t utaigusa a rdhi y a k o, na

(Mulokozi 1979:49)
-arifu Ar. informare, riferire

haki 9/10 Ar. diritto, giustizia


harufu 9/10 Ar. odore
manyata 9/10 kraal: gruppo di capanne dei nomadi, coperte
di fango e sterco vaccino
-miliki Ar. possedere, avere autorit su
muumba 1/2 creatore
-nyang'anya rapire, prendere con la forza
nyika 9/10 brughiera, regione arida
-shiriki Av. partecipare, fare in comune, associarsi
tembe 9/10 tipo di casa a tetto piatto
ushirikiano 14 compartecipazione, collaborazione

I relativi nelle classi locative


8 Per complicare ulteriormente le cose, consideriamo adesso le
forme relative delle classi locative:
palipokuwapo / palipokuwa na
dove c'era
kulikokuwako / kulikokuwa na
mlimokuwamo / mlimokuwa na
Wahehe e Wamasai due trib dell'ex Tanganyika.
rrlutwa titolo del capo degli Hehe
l3
Ngai Dio supremo delle trib estafricane
'

XI. Unit

201

Hapa mj in i p a n a m a h ali p a i twapo K a r iakoo; ndipo


palipokuwa na soko kubwa.
Qui in citt c' un posto che si chiama Kariakoo; proprio li
che c'era un grande mercato.
Il negativo si esprime di solito con AMBA-:

ambapo hapakuwa na / hapakuwapo dove non c'era


ambako hakukuwa na / hakukuwako
ambamo hamkuwa na / hamkuwamo
88 S e i n vece vogliamo esprimere "il posto che era" (e non
"dove c'era"),
abbiamo le forme
palipokuwa kulikokuwa m limokuwa
e analogamente al futuro con il M.V. TAKA al posto di LI:

patakapokuwa ecc.
~~ Anche al presente relativo vi sono due forme:
OI palipo k u l i ko m l i m o cor r i s pondono al relativo "che"

mahali palipo chini un p osto che in basso


huko kuliko kuzuri qu e l posto che bello
Kuliko si usa anche nella comparazione.14
O>panapo kunako mnamo corrispondono al relativo "dove"
panapo maua
(qui) dove ci sono i fiori
kunako watu wengi (l ) dove c' molta gente
mnamo bidhaa
dent ro dove la
c'
m erce
~~ Queste ultime forme si usano spesso come preposizioni
nelle indicazioni di tempo precise o approssimative:
mnamo/ panapo saa sita verso mezzogiorno, a mezzogiorno

kunako Jumapili

duran t e la domenica

Il negativo per entrambe le forme


pasipo kusiko msimo
ma nel secondo caso accompagnato da NA:

mahali pasipo chini


kusiko na watu wengi
Cfr. XIV.Urnt.

un po s t o che non in basso


do v e non c' molta gente

202

Kiswahili kwa furaha

~~ Pasi(po) usato anche come la preposizione "senza".


Esempi:

Nimefokewa sana mwenzako kwa kuweka jalada pahala


pasipo pake.
Fui sgridata molto (io, tua amica) per aver messo la cartella
in un posto che non suo.
(Liwenga)
Kesho si mbali panapo uhai, nitasubiri.
(Abdulla)
Domani non lontano da dove c' la vita, aspetter.

Sasa aliweza kuwaona watu, mmoja mmoja walikwea vilima


hivyo kuelekea kunako maktaba.
Adesso pot vedere delle persone, una dopo l'altra salivano le
colline dirigendosi verso la biblioteca.
(Safari)
Aliporudi Amanulla kutoka kunako karamu ya jamaa yake
usiku ule, Mwanatenga alimlaki mbio mbio.
Quando Amanulla torn quella notte dal (da dove era) ricevimento [organizzato dai] suo parente, Mwanatenga gli and
incontro di corsa.
(Abdulla)
Safari ya kwenda Songea ilianza kunako alfajiri ya Jumatano.
Il viaggio a Songea inizi all'alba di mercoledi. (Msokile)
Maneno mapya
bidhaa 9/10 Ar. merce
-fokaparlarecon rabbia; -fokea Appl. sgridare
jalada 5/6 Ar. cartella, copertina
karamu 9/10 Ar. ricevimento
kilima 7/8 collina
-kwea salire, scalare
-laki Ar, andare incontro, ricevere
saa sita mezzogiorno, mezzanotte

Altre preposizioni e avverbi locativi


Penye, kwenye, mwenye seguite da un N.i. indicano il tempo, il l u ogo o l a c i r costanza e spesso si traduucono con un a

XI. Unit

Z03

preposizione.
Mukwava, akiwa amepakata bunduki, amekaa kitako
kwenye gogo lililo karibu na moto unaosinziasinzia.
Mukwava, tenendo il fucile in grembo, sta seduto sul tronco
che vicino alfuoco che langue.
(Mulokozi)
Spekta Seif na Bwana Msa walikwenda kwenye garilenye
rangi yamaziwa kusema na Seyyid Ahmed.
Ispettore Seif e Bwana Msa andarono verso la macchina color
latte a parlare con Seyyid Ahmed.
(Abdulla)
Anamvuta kutoka kwenye mlango wa mbuyu.
Lo tira via dall'entrata del baobab.
(Hussein)
Wamesema penye uyoga hapakosi mavi.
(Mulokozi)
Hanno detto che vicino a un fungo non mancano escrementi.
Jana ulikuwepo kwenye karamu na kuielewa hotuba yangu?
Ieri sei stato al ricevimento e hai capito il mio discorso?
(Liwenga)
Kwa con un N.I. di persona significa "presso".
Tumemuacha wilayani kwa Mkuu wa Wilaya.
L'abbiamo lasciata in provincia dal capo.
(Liwenga)
K weli kwa M w a r abu y ule z i likuwemo mbao tupu n a
makopo tu.
(Liwenga)
Davvero da quell'arabo c'erano solo tavole vuote e lattine.
I possessivi locativi da soli hanno il significato "a casa mia"
ecc. Di solito in questo caso si usano le forme del plurale perch
un uomo che vive in famiglia non dice "mio", ma "nostro".
Amanulla akifurahi zaidi, Jamila alipomwambia kwamba
atakuwapo kwao kwa siku kidogo.
(Abdulla)
Amanulla fu [ancora] pi contento quando Jamila gli disse
che sarebbe rimasta a casa sua (loro) per un po' di giorni.
Lazima liwepo jambo kubwa kabisa litakaloweza kumtoa
mtu kama weye kwake, wakati kama ule.
(Abdulla)
i~

Ci deve essere una cosa molto grossa per poter tirare fuori di
casa fsua] un uomo come te, in un'ora come quella.
Per mettere i possessivi locativi al plurale si usa il classificatore MA:

204

Kiswahili kwa furaha

Watu wameshakwenda makwao.


La gente gi. andata a casa.

(Shafi)

I dimostrativi locativi usati da soli diventano avverbi di luogo

o di tempo:
hapa (qui), mle (li dentro) ecc.
Il pi frequente huko che pu indicare un posto vicino o
lontano, moto o tempo, e perfino "nell'aldil". Spesso si mette al
posto di katika davanti ai nomi propri di citt:
huko Nairobi / katika mji wa Nairobi / mjini Nairobi a N.
huko na huko /huku na huku qua el,di qua e di l
Huku seguito da un verbo al presente o con il M.v. Iu pu
significare "mentre, intanto".
Hapo significa anche "in t al c aso, in s imili c i rcostanze,
stando cosi le cose".
Akikataa hapo mlazimishe. Ser ifiuta, costringilo.
i~ hapo kale
una v o lta, un tempo (inizio di molte favole)
tangu hapo/ tokea hapo da molto tempo, da allora, d'ora
innanzi
hapo mbali
" un altro paio di maniche"
Pale e kule (laggi) nel linguaggio espressivo si possono
pronunciare con la E lunga: palee(e), kulee(e); la lontananza
aumenta in proporzione al prolungamento della E.
~~ Pengine significa "qualche volta" o "forse".
Pengine yuko chumbani kwake.
Forse si trova nella sua stanza.
(Hussein)
Samahani, nitakuuliza swali moja ambalo pengine hutali-

penda.

(Mkabarah)

Scusa,ti far una domanda che forse non tipiacer.


Maneno mapya
gogo 5/6 tronco (d'albero abbattuto)
hotuba 9/10 Ar. discorso, predica
kopo 5/6 Port. lattina
mavi 6 escrementi, sterco
-pakata tenere in grembo o in spalla

XI. Unit.i

205

-sinzia sonnecchiare
uyoga 11/10 (nyoga) fungo

Traducete:
Mtu aliyeumwa na mbwa
Waziri: N ini mashtaka yako?

Salimu: Nimeumwa na mbwa, bwana. (...)


Juha: llikuwaj eukaumwa na mbwa huyo?

Salimu: Nilikuwa nikienda njiani, nashika njia yangu, mara


nikamwona shemeji yangu Hamisi. Mimi sikutaka kuonana nae...
J uha: K w a n i n i ?
Salimu: Kwa sababu, bwana, ananidai...
Juha: K i a s i gani ?

Salimu: Shilingi kumi na tano.


Juha: E ndelea.
Salimu: Basi a li taka nimlipe. Na mi mi n i l i k u wa sina pesa.

Nilipokopa nilimwahidi kama nitakuwa nikimlipa shilingi moj a


kila mwezi. Lakini hali yangu imekuwa mbaya sana.
Juha:
We w e una
fanya kazi gani?
Salimu: Nashona vi atu, b w ana. L a kini s i k u h i zi b i a shara

imeanguka vibaya. (...) Watoto wa siku hizi hawapendi kuvaa


viatu. Wanakwenda miguu chini kila mahali.
Waziri: ( kwa ukali kidogo) Endelea na mashtaka yako! (...)
Salimu: V e ma, b w a na . I l i v y okuwa h a l i y a n g u i m e k uwa
mbaya, sikuweza kumlipa. Tena, bwana, nili fiwa. Kwanza akafa

babangu, halafu bibiyangu mzaa mamangu. Tena akafariki


dadaangu.
Juha: P o le, mtoto wangu.

Salimu: Basi bwana, nilikuwa sina la kufanya. Mwaka mzima ukapita vivi hivi. Hamisi alikubali kungoja wakati wote huu.

Lakini j
uzi akakataa kungoj a zaidi. Tukagombana. Tukawa
tunasema kwa kelele. Mara mbwa wake akataka kunirukia.
Mimi nikaogopa, nikaanza kukimbia. Mbwa akani fuata akawa

ananifukuza. Nilimpigia kelele Hamisi amzuie mbwa wake lakini


yeye akacheka tu.Basi sasa nimekuj a kumshitaki.

206

Kiswahili kwa furaha

Waziri: (kwa mzaha) Nani? Hamisi au huyo mbwa?


Juha: (kwa ukali kidogo) Mbwa! Mbwa! AmekuJa kumshitaki mbwa! Kwani wewe umeumwa na nani? Na Hamisi au na

mbwa wake?
Salimu: Nimeumwa na mbwa wake, bwana. (...)
Juha: Basi nenda na Bawabu ukamlete.
S alimu: Mbwa ?

J uha:

N dio.

-ahidi Ar. promettere


-kopa prendere a prestito
miguu chini a piedi nudi
-sh(i)taki Ar. accusare, citare in tribunale
-shona cucire
vivi hivi cosi, allo stesso modo

(Topan 1971:10-14)

Modo condizionaie. " Consecutio temporum." 11 M.v. perfettivo ~ - .


Raddoppiamento. Dimostrativi raddoppiati. I giorni e Ie ore.

Il modo condizionale
Si forma con il M.V. NGE, pi raramente NGELI o NGALI. Se-

condo le grammatiche del swahili standard, NGE esprime la condizione al presente (ancora realizzabile) e NGALI al passato (non
pi realizzabile), ma in effetti questa distinzione non viene rispettata n dai parlanti, n dagli scrittori swahili.
Cl Nota storica: Nella poesia classica scritta in Kiamu (il dialetto di Lamu al nord del Kenya) vi sono i M.V. NGA e NGALI, usa-

ti senza la distinzione temporale; NGA in una proposizione dipendente ha un significato concessivo "anche se"', mentre
NGALI ha u n s i g nificato condizionale, cio esprime che
un'azione realizzabile solo se si compiono determinate condizioni: se l'azione si svolge al presente, si pu ancora realizzare,
ma quando situata al passato, non pi. NGE / NGELI sono probabilmente forme pi meridionali.

Questi M.v. vengono usati in entrambe le parti del periodo


ipotetico (protasi e apodosi); la proposizione dipendente (protasi) pu essere introdotta dalla congiunzione kama "se".
Ingelikuwa Biti Daudi wa zamani, mbona mambo yangalihongera?
Se fosse la Biti Daudi di una volta, credi che le cose non si
aggiusterebbero?
(Mohamed)
Angalikuwepo marehemu Bwana, ungalisadikisha nikwambiayo.
(Mohamed)
Se ci fosse il defunto padrone, crederesti a ci che ti dico.
Sasa Shangwe aliona shogaye alishapoa, na angeweza kutupa bomu la pili.
' cfr. XIV.Unit

207

208

Kiswahili 4va furaha

Ora Shangwe vide che la sua amica si era gi ripresa e [che]


avrebbe potuto lanciare la seconda bomba.
(Mukajanga)
Kwani ingekuwa si fedha wewe ungepata cheo hiki ulichokipata?
Perch, se non fosse per i sokli, tu avresti ottenuto la posizione che hai ottenuto?
(Liwenga)
Niliwaza, je, ingalikuwaje kama mimi nd'o ningelikuwa
mzee huyo'?
Pensai, come sarebbe se fossi io quel vecchio? (Mohamed)
Na kweli kama angelijilazimisha kufanya kazi kama kawaida angefanya makosa mengi ambayo yangeweza kuleta madhara mahali pa kusaidia raia waliokuja kupata matibabu.
E davvero, se egli si fosse sforzato (costretto) a lavorare come di solito, avrebbe fatto molti errori che avrebbero potuto

nuocere invece di aiutare i cittadini (che erano) venuti per essere curati (lett. per ricevere le cure).
(Rutayisingwa)
Con il condizionale si esprime anche una richiesta cortese.

Kwa sasa,ndugu Maviba, ungefanya haraka kuja hapa.


Per il momento, compagno Maviba, (sarebbe meglio) se facessi in fretta a venire qua.
(Mukajanga)
Ungewaambia wakifika sehemu hizi wazime king'ora.
Dovresti dir loro di spegnere la sirena quando arrivano da
queste parti.
(Mukajanga)
La negazione siesprime in due modi, secondo le preferenze
degli scrittori:
O< per mezzo del M.v. negativo sI preceduto dai class. sogg.
affermativi ( il modo pi frequente);
Oz per mezzo dei class,sogg. negativi:
nisingesoma
usingesoma
nd'o = ndiye

singesoma
hungesoma

XII. Unit

asingesoma
tusingesoma
msingesoma
wasingesoma

209

hangesoma
hatungesoma
ham(u)ngesoma
hawangesoma

Lo stesso vale per le altre classi e per il M.V. NGALI/NGELI.

Lo! aina ya chakula nilichokiletewa ilinikoroga roho lakini ndicho kiliopo na ndicho nilichoagiziwa, nikatae?
Isingalikuwa vyema.
Toh! Quella specie di cibo che mi fu portata mi nause ma
era [tutto] quello che c'era ed era quello che mi fu ordinato,
avrei dovuto rifiutare? Non sarebbe stato bello. (Mohamed)
Na kama nisingetokea ingekuwaje?
(Rutayisingwa)
E se io non fossi apparsa, cosa sarebbe successo?
H akukuhitajika n e n o m a a n a k ila m t u al i j u a n i n i
alichotakiwa kufanya, na a lijua nini k i ngemkuta kama
asingetimiliza.
Non ci fu bisogno di una parola perch ognuno sapeva ci
che doveva fare e sapeva ci che gli sarebbe successo se non
l'avesse fatto (compiuto).
(Mukajanga)
Ingekuwa kama usemavyo haingekuwa taabu yoyote.
Se fosse come dici non ci sarebbe alcun problema. (Liwenga)
Sikutaka kumfanyia Lila uchoyo; ama ungelikuwa ukaidi?
Haingekuwa mapenzi.
N on volevo essere gretto co n L i l a ; o sarebbe stata
ostinazione? Non sarebbe stato amore.
(Mkangi)
Hatungependa tuuzie katika wilaya hii maana polisi wako
macho.
Non ci piacerebbe vendere in questaprovincia perch la
polizia vigila.
(Liwenga)
'~ Il M.v. condizionale si pu usare anche nei verbi composti
(con il verbo KUWA).
Hawakumfahamu, na h ata k am a w a ngekuwa wanamfaha-

mu, isingekuwa jambo la ajabu kama pia wasingemwacha


' kiliopo = kilichopo

210

Kiswahi li kwa furaha

awatangulie wao kutibiwa.


Non la conoscevano, ma anche se l'avessero conosciuta, non
ci sarebbe stato da meravigliarsi se non l'avessero fatta passa-

re avanti lo stesso (per essere curata).


(Mukajanga)
Ingekuwa nakwenda peke yangu ingewezekana.
Se andassi da sola, sarebbe possibile.
(Liwenga)
Ningekuwa nimekuja kukutembelea nisingekaa dakika mbili

tu.

(Mukajanga)

Se fossi venuta a trovarti, non rimarrei solo due minuti.


E possibile combinare NGE con SHA in un M.v. composto
NGESHA.

Angekuwa hivyo basiangeshaoa zamani.


(Mukajanga)
Se fosse cosi, allora si sarebbe gi sposato da tempo.
Tuttavia si preferisce ricorrere a una forma composta;

Hata kama ningekuwa nimeshakufa, mimi sijali.


Anche se fossi gi morto, non m'importa.
(Chiduo)
Il "consecutio temporum"
In italiano vi una netta distinzione tra i tempi assoluti e
quelli relativi, cio dipendenti da un altro tempo. Cosi dopo un
verbo principale al p assato, a l posto del p resente si u sa
l'imperfetto, al posto del futuro il condizionale e al posto del
passato il trapassato. Forse vi siete gi accorti che in swahili ci
non succede: i verbi delle proposizioni dipendenti non cambiano.
Nilikata tamaa, kwani nilifahamu atalala humo. (Kezilahabi)
Persi la speranza perch capii che avrebbe dormito li dentro.
Quando invece nei testi letterari troviamo i tempi "spostati",

sotto l'influenza dell'inglese, oppure per un motivo particolare


(stilistico), come nell'esempio seguente dove vi una differenza
tra ci che il narratore sa (al futuro) e ci che immagina (al condizionale).

211

Nilikuwa nikifikiri jinsi jamaa na majirani watakavyoupokea mwago wake.


Haya kwa herini narudi shuleleo, angesema baada ya
kubisha na kuamkua.
Pensavo a come i parenti e i v i c ini avrebbero accolto (lett.
accoglieranno) il suo commiato.
Allora arrivederci, torno a scuola oggi, avrebbe detto dopo
aver bussato e salutato. .
(Mkangi)
Solo dal contesto si capisce che il seguente passo fa parte di una
narrazione in cui NGE esprime una decisione:

Lakini mimi nimeharibu. Ningemfuata. Tukajua anakwenda


wapi, hata tumjue alipo.
Ma io sono rimasta sconvolta. L'avrei seguito. Cosi avremmo
saputo dove stava andando per sapere dove stava. (Abdulla)
Pochi scrittori sono conseguenti nello "spostamento" dei verbi

come Mukajanga il quale usa NGE invece di TA in tutti i casi in


cui l'inglese esigerebbe "would".
Alishika bakora ndefu mkononi; uso wake uliokunjwa ulionyesha wazi kuwa asingekuwa na huruma. (Mukajanga)
Teneva un lungo bastone in mano; il suo viso imbronciato
mostrava chiaramente che non avrebbe avuto piet.
Aliamua kuwa angekwenda bwenini kwake, aweke bakuli
kisha alale.
Decise che sarebbe andata al suo dormitorio per posare la

scodella e poi dormire.


(Mukajanga)
Mizigo iliingiziwa madirishani bila kujali huko ndani ingemwangukia nani au ingekiangukia kitu gani.
I bagagli furono buttati (introdotti) attraverso i finestrini senza preoccuparsisu chi o su che cosa sarebbero caduti li dentro.
(Mukajanga)
Aliona wazi asingeweza kusamehewa.
(Mukajanga)
Vide chiaramente che non sarebbe potuto essere perdonato.
Un altro uso di NGE sotto l'influenza dell'inglese l'aspetto

abituale, anch'esso espresso in inglese con "would" (nel senso


di "used to [doj").

212

Ki swahili kwa furaha

Afande Leah, kwa kuwa hakupenda kusumbuana na hao afande wenzie, mara nyingi aliwaachia wafanye walivyotaka
(...) Na kuruta waliokuwa wamemzoea wangemwuliza, "Afande, vipiP" (...) Basi angeondoka, lakini siku hiyo na kesho
yake angeshinda na kuruta wa kombania yake, akijitahidi
kuyapunguza mateso yao.
H sergenteLeah, poich non le piaceva che ci fossero seccature tra lei e i suoi colleghi sottoufficiah, molte volte li lasci
farecome volevano (...
) E le reclute che avevano confidenza
con lei le domandavano: "Sergente, com'?" (...) Quindi se
ne andava, ma quel giorno e l'indomani lo passava con le reclute della sua compagnia, cercando di diminuire le loro pe-

ne.

(Mukajanga)

Maneno mapya
afande 9/10 o 5/6 Tur. mil. (sotto)ufficiale; signore
-amkua (Kimvita) = -amkia salutare
bakora 9/10 Ar. bastone
bomu 5/6Ing. bomba
bweni 9/10 dormitorio
cheo 7/8 posizione, rango, grado
-hongera superare una crisi, aggiustarsi
-jali Ar. rispettare, preoccuparsi di
-jitihadi Ar. sforzarsi
kawaida 9/10 Ar. abitudine
king'ora 7/8 sirena
-koroga rimescolare
-kunja piegare, increspare
kuruta 9/10 Ing. recluta
madhara 6 Ar. danno; violenza
matibabu 6 Ar. farmaci; cure mediche
mwago 3/4 commiato
raia 9/10 Ar. suddito, cittadino
-sadikisha Cs.Ar. convincere; lnt.credere fermamente

-tibuAr. curare,prestare cure m ediche


-timi(li)za Cs. (di AppI.) esaudire, soddisfare
uchoyo 14 grettezza, avarizia

ukaidi 14 Ar. ostinazione, caparbiet, disobbedienza


m Traducete:

Mfalme Juha atunga shairi


Juha: Leo yalikuwa mashtaka mengi mno. Unajua, Waziri,
unaweza kutunga shairi la mashtaka ya leo. Hasa ya hawa watoto watatu walioku fa.
(Anachukuajiwe la bamba na kalamu. Anaandika na huku ana-

sema.)
Watoto watatu wezi walikwenda ghalani
Wakataka kui ba...
Walitaka kuiba nini?

Wazi ri: Mali ya Burahimu.


"Mali" hailingani na "wezi ". Neno gani linalingana
Juha:
na "wezi" ?

Waziri: "Mwezi ", bwana.


Juha:
Waz i r i , watoto hawa wangeweza vipi kuuiba mwezi?
Lakini wangeweza kuiba ndizi, au sivyo?
Waziri: N d i vyo, bwana.
Juha:
B as t' shairi langu litaanza hivi:
Watoto watatu wezi walikwenda ghalani
Wakataka kuiba ndizij uu ya clzerehani...
(Topan 1971'.23-24)
bamba 5/6 qualsiasi cosa fine e piatta; lastra
cherehani5/6 Pers. macchina da cucire
-linga paragonare, uguagliare,armonizzare; -lingana Rec.
[anche] rimare, fare rima

Il M.v. perfettivo m
Nelle Unit precedenti abbiamo incontrato forme verbali come kavaa (indossa), kafunga (ha legato), o katukanwa ( stato
offeso). In tutti questi casi KA si potrebbe sostituire con ME: a-

mevaa, amefunga, ametukanwa.


Nelle grammatiche tali forme vengono di solito analizzate

214

Kiswahili kwa furaha

come verbi al KA consecutivo (narrativo) senza il class.sogg.


(della 3.p.sg.), per ci vero solo per una minima parte dei casi
(cfr. per es. kafa nell'esempio seguente).
Mw aka jana tu,mwenzangu ambaye tumefanya kazi pamoja miaka chungu nzima kapondwa na garikafa .
Appena l'anno scorso, un mio collega con il quale abbiamo
lavorato insieme per un sacco di anni stato schiacciato da
una macchinaed morto.
(Yahya)
Per lo pi i due M.V. il KA narrativo e il KA- perfettivo sono
ben distinti. Cosi nei verbi composti il KA- perfettivo appare in
seconda posizione, mentre il KA narrativo pu stare solo in prima posizione, cio con l'ausiliare KUwA.

Hapa, Spekta, lazima awe kaja mtu mwingine.

(Abdulla)

Qui, ispettore, deve essere venuta un'altra persona.


Bila yashaka hakuusahau urafiki wao ingawa pengine yeye
atakuwa kasoma zaidi mjini.
Senza dubbio non ha dimenticato la loro amicizia anche se
forse egli avr studiato di pi in citt.
(Suleiman)
Akaufungua mdomo wake kupiga kelele, lakini sauti haikutoka na badalayake ukatoka mwayo mfupi na kichwa chake
kikaanguka nyuma akiwa kapotezafahamu.
Apri la bocca per gridare, ma la voce non usci, invece usci un
breve sbadiglio e la testa le cadde indietro mentre perdeva i
sensi.
(Mukajanga)
I due M.V. possono perfino stare insieme in un verbo composto e
ci non sarebbe possibile se si trattasse dello stesso M.v.
Zuberi akawa kapoa mle ukumbini.
Zuberi stette calmo li nell'ingresso,
(Mohamed)
Cl Nota storiea: Il KA- perfettivo sembra aver origine in certi
dialetti del sud (Kivumba, Kipemba, Kimtang'ata) in cui rappresenta un regolare class.sog. della 3.p.sg. in alcuni tempi (kanafika " arrivato" in Kivumba).
In realt neanche qui si tratta del KA narrativo ("e mori"): kafa, come in italiano
" morto", pi espressivo, "ci tocca pi da vicino" cheakafa "mori'*.
' Quest'ultimo viene anche chiamato "meridionale" perch praticamente non si
usa nel Kenya. Si potrebbe chiamare pure KA- enfatico.

XII. Unith

2l5

Come abbiamo detto, il KA- perfettivo si pu sostituire con


ME, ma pi marcato. Spesso si usa con verbi di stato.

Mwaire anaonekana kakasirika.


Mwaire sembra arrabbiata.
(Chogo)
Julie, kavalia v i livyo, aliketi k i mya p al e m g ahawani,
akinywa kahawa nyeusi kwa keki.
Julie, vestita con cura (benissimo), sedeva silenziosa nel
caff,bevendo un caff nero con un dolce.
(Mukajanga)
Alimweleza yote aliyoambiwa kumhusu Lau, nae O tley
akabaki kashangaa.
Gli spieg tutto ci che gli fu detto riguardo a Lau, e Otley
rimase meravigliato.
(Mukajanga)
Sempre con verbi di stato si pu usare dopo hali e huku
("mentre"), anche in verbi composti.
Nikimwangalia hali kalala chali.
La osservavo mentre dormiva supina.
(Katalambulla)
Maskini shemeji y angu, a n aomboleza huku m a cho
kayatoa, midomo kajiuma.
Povero c o gnato

m i o , g e m e s p a lancando gl i o c c h i e

mordendosi le labbra.
Michael alisema huku akiwa kainuka.
Michael parlo mentre si stava alzando in piedi.

(Banzi)
(Safari)

Come il M.V. ME (e NA), occasionalmente il KA- perfettivo


sostituisce un verbo relativo.

Kuna mtu kavuna asichopanda?


(Banzi)
C' qualcunoche ha raccolto ci che non ha seminato?
Ma il KA- non si pu semplicemente identificare con il ME;
come abbiamo detto, di solito pi enfatico o pi colorito.
Inoltre pu sostituire anche il M.v. Et, sempre per una maggiore
enfasi.
Kenda wapi huyu bilisi?
Dov' andato quel diavolo [di donnaj?
(Mohamed)

216

Kiswahili 4va furaha

Unafahamu alisema nini? Kasema nini?


Sai che ha detto? Cosa [diavolo] ha detto?
(Banzi)
Pili ameingia (...) Ni hivi karibuni tu ndio kaingia.
Pili entrata (...) solo da poco che entrata, (Katalambulla)
Yule mtu ametoroka... Katoroka, Biti Daudi alikariri maneno ya mwisho.
Quella persona scappata... Scappata, Biti Daudi ripet le
ultime parole.
(Mohamed)
Dalla combinazione del KA- perfettivo con -ISHA (il verbo ausiliare) risulta il M .V . composto KESHA, scritto separato o attaccato al verbo seguente.

Maiti keshazikwa.
Il cadavere gi stato sepolto.
He, hivi kesharudi? Julie aliuliza akiinua uso.
Karudi juzi mbona.

(Topan)

He, cosi gi tornato? domand Julie alzando il viso.

(Ma se) tornato l'altro giorno.


Sasa kila mtu alikuwa kesha amka.
Adesso ognuno era gi sveglio.

(Mukajanga)

(Mohamed)

Nusu saa baadae, Johny ahkuwa keshapita sehemu za foro-

dha na afya.
Mezz'ora dopo Johny era gi passato attraverso la dogana e il
controllo sanitario.
(Mukajanga)
~~ Questo M.V. riguarda in tutti i casi solo la 3.p.sg. (cl.l).

Maneno mapya
afya 9/10 Ar. salute; sanit
bilisi 9/10 Ar. = ib(i)lisi satana
fahamu 9/10 Ar.conoscenza, sensi
forodha 9/10 Ar. ufficio doganale, dogana
hivi karibuni recentemente, da poco; tra poco
-kariri Ar. ripetere

mwayo 3/4 sbadiglio


-omboleza(Intens.di -om ba) piangere,gemere

XII. Unith

217

-panda seminare, piantare


spekta 5/6 Ing. ( = inspekta) ispettore (di polizia)
-vuna mietere, raccogliere

-zika seppellire

~ Traducete:

Malingumu
Huyu tajiri k apata jin a l a M a l i n gumu kutokana na ubahili
wake. Watoto wake huenda shuleni bila hata senti ya kununua
kipande cha mhogo. Kila wakjiaribu6 kumuomba huwajibu,
"Nawawekeeni urithi wenu." E a tika shule nzima ndiyo waliokuwa fukara wa mwishoingawa mzee wao alikuwa na utajiri wa

kupindukia. Wake zake wawili walikuwa na doti moj a ya kanga


kila mmoja. Hakuna ambaye alithubutu kumwambia juu ya

nguo. Ambaye aljiaribukufanya hivyo, aljiua kuwa siku hiyo


hangelala kwa usalama. Viboko vingetembezwa kwa wote wawili, ili mwingine naye asjiaribu tena siku nyingine. Hakupatana
na majirani zake. Kila wakienda7 kumkopa fedha huwajibu,
"Hakuna, siku hizi hakuna biashara ndugu zangu."

(Liwenga 1981:13)
doti 9/10 Ind. un paio di stoffe: i due pezzi di "kanga"
fukara 9/10 Ar. povero, accattone
kiboko 7/8 [anche] frusta, scudiscio; frustata
kutokana na (risultando) da, causato da, per colpa di
ubahili 14 Ar. avarizia, spilorceria
urithi 14 Ar.eredita, lascito
usalama 14 Ar. sicurezza
utajiri 14 Ar. ricchezza

kila wakijaribu "ogni volta che tenta(va)no" (cfr. XIV.Unit)


kila wakienda "ogni volta che andavano/ vanno"

218

Kiswahili kwa furaha

Raddoppiamento
Come in italiano, il processo che prolunga o intensifica il
significato di una parola (pole pole "piano piano", kimya kimya "zitto zitto"), oppure viceversa, diminuisce la forza della parola (-chekacheka "ridacchiare"). anche un procedimento
morfologico che consiste nel raddoppiare una sillaba o una parte
di sillaba; in questo caso si tratta spesso di un'azione fatta di una
serie di movimenti (-tetemeka "tremare"-babaika "balbettare",
-papasa "tastare").
Julie alijigeuza geuza pale kochini.
Julie si rigir sul divano.
(Mukajanga)
Mwenyekiti alisitasita. Il presidente esit (a lungo). (Liwenga)
Bwana Ali alitazama huku na huku kabla hajaingia ndani
na alipokwenda ndani,alikwenda kwa hatua kubwa kubwa
kama anamkimbia mtu.
Bw. Aliguard qua e l prima di entrare;e quando and dentro,cammin a passi grandi grandi come se scappasse da
qualcuno.
(Abdulla)
A.likutwa amekatwakatwa vipandevipande na kutumbukizwa katika mtaro wa kusafirisha maji machafu.
Fu trovata tagliata a pezzettini e buttata in un fosso per
l'acqua sporca.
(Rutayisingwa)
Nilikuuliza kama unaumwa. Ah, si sana... kichwa tu
bwana... Kimekuwa kikinisumbua sumbua, Julie aliongopa.
Ti ho chiesto se stai male. A h , non m o lto... solo la testa... Da un po' di tempo mi tormenta (si messa a tormen-

tarmi) in continuazione, menti Julie.

(Mukajanga)
Alijaa hasira na uchungu, na mwili umelegea, umetepeta
kama vile kila mfupa ndanimwe umevunjwa vunjwa, umepondwa pondwa.
Era piena dirabbia e di amarezza, e il suo corpo era debole,
fiacco, come se ogni osso dentro di lei fosse stato rotto (a
pezzettini), stritolato.
(Mukajanga)
Safinia kakaa kashika tama, anatazama, haoni. Siajabu yuko kajipurukushapurukusha, hanaatendalo.
(Abdulla)

XII. Unit

219

Safinia seduta con la guancia in mano, guarda, [ma] non


vede. Siajabu sta a trastullarsi, non ha [nulla] da fare.

Dimostrativi raddoppiati
Tutti i dimostrativi si possono usare raddoppiati per enfasi,
cio con il significato "proprio questo/ lo stesso" (huyu huyu),
"proprio qui/ li" (huko huko, huku huku),"prop tio allora" (pale pale) e cosi via.
Walikunywa kahawa pale pale katika chumba cha kulia.
Bevvero il caff nella solita sala da pranzo.
(Abdulla)
Na mimi nafikiri jambo hilo hilo.
Anch'iopenso alla stessa cosa.
(Abdulla)
Hilo jembe liwache hapo hapo na uondoke shambani mwangu sasa hivi.
La zappa lasciala (proprio) qui e va' via subito dal mio cam-

po.

(Shafi)

I due dimostrativi inizianti con la H possono prendere anche


una forma modificata: kuko huko, lili hili ecc. (eccetto nella
cl. l/2), sempre per enfasi.
c1.3/4 u u huu i i h i i
c1.5/6 lili hili y ay ahaya
c1.7/8 kiki hiki v i vi hivi
c1.9/10 ii hii z
izi h i z i
c1.11-14 u u h u u

c1.16

papa h apa

c1.17
c1.18

k uku h u k u
m umu h u m u

uo huo
iy oh iyo
lilo hilo y a y o hayo
kicho hicho vivyo hivyo
iyo hiyo z i zo hizo
uo huo

papo hapo
kuko huko
mumo humo

Le pi frequenti sono le forme avverbiali come papo hapo


(nello stesso momento), vivyo hivyo (allo stesso modo) e simili,
che si incontrano anche nella forma abbreviata

(papo, vivyo)".

Per essere precisi si tratta del concorde raddoppiato con la o di riferimento.

220

Kisvvahili kwa furaha

Vakugiti alikuwa amelewa chakari na vivyo hivyo kwa Selina na wenzaWe.

Vakugiti era ubriaco fradicio e cosi pure (per) Selina e le sue


amiche.
(Rutayisingwa)
Secondo le grammatiche del swahili standard le forme come
lili/ lilo, zizi/ zizo ecc. sostituiscono i pronomi personali della
cl.l/2 nelle altre classi, ma in realt si incontrano ormai solo nei
proverbi o i n a lcune espressioni fisse comeyaya kwa yaya/yayo kwa yayo (sempre le stesse cose, sempre le stesse paro-

le).
Msanii yoyote aliyepevuka hawezi kuridhika kuunda chicho
kwa chicho.
Qualsiasi artista maturo non pu accontentarsi di comporre
sempre lo stesso/ alla stessa maniera. (Abdilatif Abdalla)
Lisilo na mkoma hujikoma lilo.
(Methali)
Ci chenessuno ferma siferma da s.
(Proverbio)
Maneno mapya
-legea essere debole
mkoma 1/2 chi ferma
msanii 1/2 Ar. artista
mtaro 3/4 fosso, fossato
mwenyekiti 1/2 presidente (calco dall'Ing. chairman)
-ongopa mentire
-pevuka Pot. essere maturo, essere completamente sviluppato

-purukusha Cs. comportarsi negligentemente; Rifl. essere disattento/ superficiale/ vago


-tepeta essere debole; zoppicare
-tumbukiza Cs. buttare dentro
-unda costruire,formare, fare

chichn Kimvita per kichn

221

XII. Unit

m Traducete:
Euphrase Kezi lahabi:
Tatizo
Inaonekana kama kwamba
Nj ekuna giza lenye mwanga
Na ndani kuna mwanga wenye giza,

Nami nimekaa pasi mwanga wala giza.


Ni kama naona kama sioni.
Nimeinama kichwa, karibu kama mjinga
Karibu kama mwerevu. Kusoma siwezi,

Kuandika siwezi. Nimeshindwa kuj ua


Ninachoj ua. Lakini kitu hiki kama
Nakiogopa kama siogopi.

(Kiehomi, 1974:50)
-jinga ag g. ignorante, stupido
tatizo 5/6 problema, difficolt

I giorni della settimana


Il swahili ha adottatto due termini arabi: Ijumaa (venerdi il
giorno festivo islamico) e Alhamisi (giovedi, lett. il quinto giorno). Gli altri giorni si numerano cominciando da sabato. (Gli
Arabi invece cominciano a contare da domenica, alla antica maniera orientale.)
"Settimana" juma (5/6 Ar.), ma specialmente nel Kenya
pi usato il prestito inglese wiki (9/10).

Jumapili
Jumatatu
Jumanne
Jumatano
Alhamisi
Ijumaa
Jumamosi

domenica
lunedi
martedi
mercoledt

g>oved>
venerdi
sabato

222

Kiswahi li kwafuraha

I giorni, come pure i mesi, si scrivono con la maiuscola.


Mhindi akasema, Kama huwezi kuja kazini Jumatatu basi
bora usije kabisa.
L'indiano disse: Se non puoi venire al lavoro lunedi, allora
meglio se non vieni affatto.
(Yahya)
Nitakuja kukuchukua Jumamosi, nilimwambia.
Jumamosi hapana. Sina nafasi siku hiyo; fika Jumapili.
Verr a prenderti sabato, le dissi.
Sabato no. Non sono libera quel giorno; vieni domenica.

(Kezilahabi)

~ Traducete:
Mguu wa mwanamke

M wai a l i kumbuka il e n g o ma. M a ch o y a M w a i , akiwa


mmoj a wa vij ana ambao walikuwa wanamkodolea Nunga alipo10
kuwa akikatika u w anj ani, kwanza yaliutazama huo uso. Akapitisha macho kifuani, akaona matiti, si makubwa kuliko kawaida
wala si madogo. Yalikuwa kiasi apendacho. Akateremsha macho

hadi mguuni: Jamani! Mwai alidhani hajapata kuona mguu ulioumbika kama huo, Ali fikiri kwamba mguu huo uliumbwa Jumatano asubuhi, siku ambayo fundi alikuwa amezoea kazi na vifaa vya ujenzi vilikuwako. Fundi si hu fanya kazi ll s i k u si ta? Jumatatu huwa siku mbaya, kwa sababu fundi huwa anaumwa na
kichwa kwa kulewa sana Jumapili;Jumanne, hapo fundi anaanza kujisikiasikia 12.
; A l h a misi anaanza ku
fanya mipango ya Jumapili inayofuata; Ij umaa hata kazi ni kujisukumilia 13 tu. Basi
waelewa, Jumatano ndiyo siku ya kuuchonga mguu wa mwanamke!

(Ngare 1975:6)
-chonga scolpire, incidere, foggiare tagliando
kifaa 7/8 cosa utile/ necessaria, utensile
titi 5/6 mammella, capezzolo
ujenzi 14 fabbricazione (spec. in legno), costruzione
' alipokuwa akikarika "quando piroettava" (espressivn)
" sihufanya kazi "non [forse vcro] che lavora"
kujisikiasikia "sentirsi discretamente"
kujisukumilia" trascinarsi" (dopp.Appl. di -sukuma)

223

XII. Unit

uwanja (nyanja) 11/10 pista, spiazzo

Le ore
Affrontiamo questo argomento cosi tardi nella speranza che
intanto abbiate imparato a memoria le ore trovate negli esempi
precedenti. Bench il computo delle ore in swahili non sia molto
difficile, tuttavia diverso dal nostro sistema, perci sarebbe
consigliabile imparare le ore come vocaboli senza pensare al significato dei numerali:
saa sita
ore d odici
(sita sei)
Come gli antichi Romani e Giudei, i Swahili contano le ore
da una a dodici cominciando dalle sei di mattina (e dalle sei di
sera), quindi c' sempre la differenza di sei ore in pi o in meno
rispetto all'ora contata alla maniera occidentale. (Questo modo
di considerare le ore non ha nulla a vedere con i fusi orari: infatti
fanno cosi anche in Europa.)
Saa ngapi? Sasa ni saa ngapi?
(Sasa) ni saa...

Ch eora (adesso)?

I numerali arabi (h)edashara (11) e thenashara (12) si possono usare invece dei pi comuni kumi na moja e kumi na
mbili, specialmente al mattino (le cinque e le sei del mattino).
Anche i termini che indicano le frazioni dell'ora sono per lo
pi di origine araba:
nusu 9/10 Ar. mezzo
robo 9/10 Ar. un quarto
kasa robo/ kaso(ro) robo meno un quarto
dakika 9/10 Av. minuto
nukta 9/10 Ar. secondo

224

Ki.swahili kwa furaha

I/ grafico del tempo


tempo swahili

78
USIKU

tempo italiano

1
3
2

NOTTE

910

alfajiri

11

asubuhi

12
1

6
5
4
8
7

alba
mattina

3
2
910
MCHANA
adhuhuri

8
7
6
5

alasiri
910
Jlonl

11
12
1
2
3

USIKU
6
5
4

11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24

3 iy

GIORNO
mezzogiorno

pomeriggio

sera

NOTTE
mezzanotte

XII. Unit

225

Davanti a nusu si usa spesso la congiunzione araba U invece


di NA:

Saa tisa u nusu.


Saa nane na robo.
Saa nne kasa robo.
Ni saa mbili na dakika kumi.
Ni saa tano kasoro dakika tatu.

3.30 / 15.30
2.15 / 14.15
9.45 / 21.45
8.10 / 2 0 . 1 0
10 .57 / 22.57

Walizungumza kwa muda mfupi na mara saa iliyokuwa imetundikwa ukutani chumbani humo ilianza kugonga huku
Kijakazi akihesabu migongo hivyo: "Tisa, kumi, kumi na
moja: lo! Saa kumi na moja na mimi bado nipo hapa?"
Parlarono per un breve tempo e ad un tratto l'orologio che era
appeso al muro nella stanza cominci a suonare mentre Kijakazi contava i rintocchi (cosi): "Tre, quattro, cinque, Caspita!
Sono le cinque e io sto ancora qui?"
(Shafi)
Mtanirudisha saa ngapi? Saa kumi na mbili. Saa
kumi na mbili kutakuwa karibu mchana. Mimi nataka kurudi saa kumi.
A che ora mi riporterete a casa? Alle sei. Alle sei sara
quasi giorno. Io voglio tornare alle quattro. (Kezilahabi)
Kesho yake asubuhi yule mwanamke aliniamsha saa kumi
na moja. Tulizungumza kwa muda wa robo saa.
L'indomani la donna mi svegli alle cinque. Parlammo per
un quarto d'ora.
(Kezilahabi)
Jana nilikwenda "party" L avington sijarejea nyumbani
mpaka saa kumi alfajiri. Hivyo nimeamka saa mbili! (Yahya)
Ieri sono andato al "party" a Lavington e non sono tornato fino alle quattro di mattina. Cosi mi sono svegliato alle otto!
Shangwe alijua asingeweza kukaa hapo tu kasimama toka
ile saa moja unusu hadi saa nne wakati ambao kuruta wenzie wangeachiwa kwenda kulala.
Shangwe sapeva che non avrebbe potuto restare li in piedi
dalle sette e mezzo fino alle dieci quando le altre reclute sa-

rebbero state lasciate andare a letto.


(Mukajanga)
Tikti ya ndege nimekwisha kukata, na saa edashara unusu

226

ICiswahili kwa furaha

iwe mimi nimekwisha kufika kiwanja cha ndege.


Il biglietto dell'aereo l'ho gi fatto e alle cinque e mezzo di
mattina devo gi essere arrivato all'aeroporto.
(Abdulla)
Ilipata kama saa tano za asubuhi, mimi nikiwa katika garl la
Mahmudu, nilikuona ukitokea uchochoroni.
(Sembera)
Quando erano circa le undici del mattino, mentre ero nella
macchina di Mahmudu, ti ho visto uscire dal viottolo.
Aliiangalia saa yake na kuona ilikuwa saa kumi na moja kasorobo.
Guard il suo orologio e vide che erano le cinque meno un
quarto.
(Mukajanga)
Mnara wa Uhuru ilisikika ikilia ndo, ndo, ndo, ndo, ndo!
Mara sita. Ilikuwa saa 6 usiku.
Si senti la torre di Uhuru battere pam, pam, pam, pam, pam.
Sei volte. Era la mezzanotte.
{Mbogo)
Ilivyokuwa mimi huonana naye takriban kila siku sasa miaka mitatu, baina ya saa nne na nusu na tano kasorobo, tumepatal4 kujuana hadibinadamu wanavyoweza kujuana.
Dato che io mi vedo con lui quasi ogni giorno ormai da tre
anni, tra le dieci e mezzo e le undici meno un quarto, abbiamo potutoconoscerci come le persone sipossono conoscere.

(Yahya)
Il verbo -pata si usa spesso con le ore, anche nella forma yapata ("circa, verso"). Altri modi per dire un'ora approssimativa
sono kama, karibu, kiasi, hivi e anche mnamo.
Ilikuwa yapata saa mbili usiku.
Erano circa le otto di sera.
(Mukajanga)
Ilikuwa saa 2.30 hivi asubuhi.
Erano circa le 8,30 di mattina.
(Mbogo)

Leo kiasi cha saa hedashara itakuja gari hapa, na mimi na


wewe tutakwenda pahala.
Oggi verso le cinque arriver qui una macchina, e io con te

andremo in un posto.
Waliachana mnamo saa tatu usiku.
Si lasciarono verso le nove di sera.
l4

Per -pata come verbo modale cfr. XIV.Unit.

(Shafi)
(Liwenga)

XII, Unit

227

Bwana Jumanne amekuwa huko tangu saa kumi jioni hadi


karibu saa mbili usiku, akieleza, akikanya, akisihi, akishauri, akifundisha.
Bw. Jumanne stato li dalle quattro del pomeriggio fino quasi alle otto di sera, spiegando, rimproverando, implorando,
consigliando, insegnando.
(Mukajanga)
~~ Il plurale della c1.6 (masaa) si usa invece della c1.10 per indicare un periodo di tempo l5.
saa tatu or enove ma s aa matatu tr e ore
Rehema alifika saa ngapi jana?
A.lifika kama saa nne za asubuhi. Hakuwakuteni.
Je, aliningojea sana kwani?
Sana. Si chini ya masaa mawili.
A che ora Rehema arriv ieri?
Arriv circa alle dieci di mattina. Non vi trov.

Dimmi, (sicch) mi aspett molto?


Molto. Non meno di due ore.

(Sembera)

L'ora esatta si esprime con kamili, barbara o juu ya alama.


Saa kumi kamili niliondoka.
Alle quattro precise partii.
(Kezilahabi)
Saa tano juu ya alama Vuai alifika Kijangwani.
Alle undici in punto Vuai arriv a Kijangwani.
(Shafi)
Hapa mimi nitaondoka saa edashara barabara nusu saa
inatosha kuwa njianikwa mwendo mdogo mdogo.
Da qui io partir alle cinque esatte mezz'ora basta per il

viaggioandando piano piano.

(Abdulla)

Ilipofika saa mbili kasorobo hivi nikaenda kutafuta teksi,


maana Charlie alitakiwa kukupigia simu saa mbili kamili.
Quando furono (arrivarono) circa le otto meno un quarto, andai a cercare un tassi perch Charlie doveva telefonarti alle

otto precise.
15

ma non sempre, si veda l'ultimo esempio qui sotto

(Mukajanga)

228

Kiswahili kwa furaha

~~ Attenzione a non cambiare le ore quando non ce n' bisogno.


Huu mkutano wa vikundi ulichukua muda wa saa mblli u
nusu. Saa tano u nusu walimaliza.
La riunione delle squadre dur due ore e mezzo. Alle undici e
mezzo terminarono.
(Liwenga)
Maneno mapya
barbara avv. A r. esattamente, precisamente
-hesabu Ar. contare, calcolare
-kanya Cs.rim proverare;proibire
kikundi 7/8 squadra, gruppetto
kiwanja7/8appezzamento di terreno; k. cha ndege aeroporto
mnara 3/4 Ar. torre; minareto
-shauri Ar. consigliare

-sihi Ar. supplicare, implorare


takriban avv. Ar. quasi, circa
tik(i)ti 9/10 Ing. biglietto; -kata t. fare il biglietto
-tundika appendere
uchochoro 11/10 = (ki)chochoro viottolo, vicolo

Traducete:
Upelelezi wa Johny Botefo
Johny Botefo aliegesha gari lake chini ya kivuli na kutoka

haraka. Alil
ifunga na kutazama huku na huko, kisha akavuka
barabara na kukaza hatua kuelekea kwenye nyumba ya ghorofa
ambayo Julie alikaa, ghorofa ya pili. I l i kuwa saa tisa mchana,

na Julie alikuwa kazini hospitali,


Alifika ngazini na kuanza kukwea vidato vi wili viwili, hadi
kwenye mlango wa Julie,
Mkononi, Johny alikuwa na bunda la
funguo. Alichagua ufunguo mmoja rnrefu. Huu ulikuwa ufunguo
wa Charlie, ufunguo wa milango mingi, ambao Charlie aliutumia sana enzi zile za ujambazi, kila alipotaka 16 kuingia katika
nyumba au chumba bilaidhini ya mwenyewe. Johny aliutumbu' kila alipotaka"ogni volta ehe voleva"

XII. Unit

229

kiza ufunguo katika tundu, akazungusha, na kitasa kikaachia.


Akaingia sebuleni.
Johny alikuwa kaanza upelelezi wake. Aliamini kuwa Julie
alikuwa akizainiwa, na ilikuwa azma yake kumpata huyo mzaini,
huyo mbaya wake.(...)Kwa kuanza uchunguzi wake, Johny alikuwa kaamua kuipekua nyumba ya Julie,aone kama angeweza
kupata fununu yoyote.

Haraka, Johny aliufungua mlango na kufululiza kuelekea


chumbani kwa Julie. Nyumba yote ilikuwa kimya. Alitumbukiza
ufunguo ule katika tundu na kuzungusha, kitasa kikaachia, akaufungua na kuingia ndani J u u ya ki tanda aliona kitabu cha
Julie cha kumbukumbu za picha. Alikichukua na kuanza kupe-

kua. Hakuona picha yoyote ya mwanamme ambayo hapo awali


hakuwa akiifahamu. Alizikuta picha kadhaa alizopiga na Julie.
Alikirudisha alipokitoa. Alivuta mtoto wa meza ya kuvalia na

kuanza kupekua. Alikuwa akiitafuta bahasha fulani aliyoifahamu sana. Bahasha iliyohifadhi picha zake mbili tu, ambazo wakati wa kiLeLe cha penzi lao, Julie alizipenda mno. Picha ambazo
zilikuwa zimebusiwa na midomo ya Julie mara nyingi kuliko kitu
chochote duniani.Johny alitaka kuona kama na fasi ya picha hi-

zo ilikuwa imechukuliwa na picha ya mwanamme mwingine. Aliipata bahasha na kuchomoa ndani. Mlikuwa na picha mbili tu,
zile zile zake yeye, Johny. Ali i r udisha bahasha na k usukuma
mtoto wa meza, akavuta mwingine. Hakupata alichotaka. ALivuta mwingtne. Alikiona alichokuwa akita futa. Ki likuwa kiji t abu
kidogo cha siri, kjiitabu cha kumbukumbu za Julie za kila siku.
Kama mtu angekipata,akakisoma na kuweza kuelewa, basi an-

gejua mambo ambayo Julie aliyafanya siri.Haraka Johny akaanza kusoma.


(...)
Akafika tarehe yajana yake, napo hapo akakuta maneno matatu, 5zrua kwa,kn Lttt,.Johny Bote fo alikunja uso. Kitu
fulani kilimgota akilini. Kwa mbali, alihisi huenda fununu aliyokuwa akiitafuta ndiyo hii. Barua kwa kaka... kaka..
. kaka...
Johny alikuwa keshasimuliwa mengi, kama si yote, kuhusu familia ya mzee Masuli na hata ukoo mzima. Alikuwa kasimuliwa na

Julie mwenyewe. Alij uajinsi ndugu zake Julie walivyofariki. Na

230

Kiswahi li kwa furaha

alj
iua

kuwa kaka zake wa baba yake mkubwa' hakuwa

a kihusiana nao ki asi eha k uandika katika kji i t abu k il e k u w a


alikuwa kawaandikia barua. Barua hiyo i l i k uwa na u m uhimu
gani basi hata iandikwe mle.~ Halafu Johny akamkumbuka mtu
mmoja. Mwanamme, ambaye Julie alizoea kumwita kaka tangu
utotoni.Lakini mwanamme huyu hakuwa na udugu wowote na

Julie. (...) Ghafla, wivu na hasiva vikammeza.


(Mukajanga 1983 :46-47)
-achia Appl. cedere
awali avv. Ar. per prima cosa, prima, al principio
azma 9/10 Ar. intenzione
baba mkubwa zio: fratello maggiore del padre
bunda 5/6 Ing. fagotto, fascio, mazzo
-busu Pers. baciare
-chomoa Contr. estrarre, mettere in luce

-egesha Cs. parcheggiare


enzi 9/10 Av. l . p otenza, governo; 2.tempi, periodo (del
regno)
familia 9/10 Lat. famiglia
-fululiza Appl.Cs. continuare a fare senza posa; andar diritto
fununu 9/10 Ar.diceria,voce che corre,accenno; indizio
-gota picchiare
-hifadhi Ar. proteggere, conservare
-husiana Rec. essere in connessione/ contatto, riguardare l'un
l'altro

idhini 9/10 Ar. permesso, autorizzazione


kadha(a)Ar. un certo numero, alcuni,parecchi
kldato 7/8 scalino, gradino; grado (scolastico)

kijitabu 7/8 (dim.) libricino; k. cha kumbukumbu za kila


siku diario
kilele 7/8 Pers. sommit, cima, la punta pi alta, apice
kitasa 7/8 serratura, toppa, chiusura
kumbukumbu 9/10 ricordo, "souvenir
kaka zake wa baba yake mkabwa i suoi cugini da parte del fratello maggiore del
padre

Xll. Unit

Z31

mbaya 1/2 nemico


meza ya kuvalia canterale, com
mtoto 3/4 u na c o sa subordinata a u n ' a ltra; m . w a m e z a
cassetto
mzaini 1/2 Ar. seduttore; truffatore
sebule 9/10 Ar. sala di ricevimento, salotto

tundu 5/6 buca


uchunguzi 14 ricerca, indagine; critica
udugu, undugu 14 parentela
ujambazi14 Pers.delinquenza
ukoo 11/10 clan, famiglia allargata
umuhimu 14 Ar. importanza
upelelezi 14 investigazione, spionaggio, inchiesta
wivu 14 gelosia; invidia
-zainiA r.traviare,sedurre;ingannare, truffare

Derivazione nominale: Nomi di agenti deverbativi a tema in -A {n) e


t. Nomi di azioni ecc. deverbativi a tema in -O, in -E e in -u. Attribuzione in -A to-. Accrescitivi e diminutivi. C1.12 {e cl.13).

Nomi di agenti
Il modo pi semplice per creare un N.l. da un tema verbale
prefissandogli il classificatore M o wA della cl.l/2. Si formano
cosi nomi di agenti:
-koma

f ermar e

m kom a

c hi f erm a

-taka
v olere
)
m taka
c hi vuo l e
Questi N.l. deverbativi spesso reggono un complemento oggetto, specialmente quando sono derivati da un verbo con diversi significati:
mshona nguo cucitore di vestiti, sarto
mshona viatu cucitore di scarpe, calzolaio
Mtaka vyote hukosa vyote.
(Methali)
Chi troppo vuole nulla stringe.
(Proverbio)
Mpanda ngazi na mshuka ngazihawawezi kushikana mikono.
Chi sale le scale e chi le scende non possono tenersi per mano.
(Hussein)
Per indicare un'attivit abituale, un mestiere o una professio-

ne, al N.l. in questione si aggiunge il suffisso -Jl:


mshonaji
s art o
-shona
c uci r e
mchezaji
g ioca t ore, attore < - chez a
gioca r e
mwindaji
cacc i a tore
(
-winda
cac c i are
mwuaji
assas s ino
-ua
uccidere
In questo caso un eventuale complemento oggetto dovrebbe essere collegato per mezzo del connettivo -A (ma non sempre lo

):
mshonaji wa viatu
mchezaji wa sinema

calzolaio
attore cinematografico

233

234

Kiswahili kwafuraha

Esempi:

Kingo ni mtiaji rangi viatu.


Kingo un lustrascarpe.
(Yahya)
Zamani karibu kila mt u a l ifanya kila kazi. L akini l eo
utakuta h uy u m l i maji, h uyu mchungaji, h u yu sijui
mwimbaji, na sisi hapa askari.
(Mulokozi)
Nel passato quasi ognuno faceva ogni lavoro. M a o ggi
troverai che questo un c oltivatore, questo un pastore,
questo, che so, un cantante, e noi qui siamo soldati.
Ila, Kidawa mkanushaji ukweli aliendelea.
(Sembera)
Sennonch Kidawa, la '"negatrice della verit", continu.

Fadhila ya nchi yake na imani ya ndugu zake, wanyonge,


wakandamizwaji n a
wan y onywaji, waliamua kumpa
madaraka, akawa ni Mkuu wa Wilaya na tenakiongozi wa
chama.
(Grazie al) favore del suo paese e la fiducia dei suoi fratelli,
umili, oppressi e sfruttati, decisero di dargli (un posto di)
responsabilit, e divent il capo della provincia e anche il
leader del partito.
(Mohamed)
Hakuwa mchekaji sana, mzungumzaji sana wala mkasirikaji
sana.
Non rideva molto, no n p arlava molto e n e mmeno si
arrabbiava molto.
(Mukaj anga)
Cl No ta s t o r i c a: La de s i n enza - A JI p r o v i e ne d a l l ' estensore

arcaico -A(N)G- pi il suffisso di agente -j (vedi sotto); questa


estensione, che in swahili non si usa pi, indica un'attivit
abituale.

Lo stesso suffisso -JI abituale si pu aggiungere ai N.I. della


c1.14:
uuzaji v e n d i t a
-uza vendere
ufugaji allevamento
-fuga allevare (animali)
ufujaji sperpero
-fuja sperperare
ed eccezionalmente ad altri N.I.:

kinywaji bibita, bevanda )

-nywa bere

Xlll. Unit

235

Esempi :

Mimi si askari, sipendi umwagaji damu.


Io non sono un soldato, non mi piace lo spargimento di san-

gue.

(Mulokozi)
Kitwana alimwingiza rafiki yake katika uendaji sinema, na
Adam akapendezwa sana hataakawa tayari kupunguza ulaji wake ili abakiwe na pesa za tikiti.
Kitwana introdusse il suo amico alla pratica di andare al cinema e ad Adam piacque molto; divent perfino disposto a
diminuire il mangiare in modo da rimanere con i soldi per il
biglietto.
(Suleiman)
Doris alikuwa kajifunza na kuhitimu ufujaji pesa.
Doris aveva imparato con profitto [lett. e terminato] lo sperpero del denaro.
(Mukajanga)
"Mtume!" alishangaa Kidawa, ushangaaji wa kumhakikishia msikilizaji wake kuwa ni kweli.
"Per il Profeta!" si stupl Kidawa: lo stupore per assicurare la

sua ascoltatrice che era vero.

(Sembera}

Accanto al suffisso moderno -An esiste il suffisso arcaico,


ormai non pi produttivo, -l, presente in gran parte dei nomi di
agenti esistenti da tempo. Talvolta i due suffissi coesistono con
lo stesso significato oppure ognuno con un significato proprio:
mwandishi /mwandikaji
scr i t t ore; segretario
msomi intellettuale, personaerudita

mpishi cuoco (di mestiere)

msomaji

l et t o r e

mpikaj i chi cucina bene

Q Nota storica: Originariamente la differenza era tra un agente


semplice (non abituale) e un agente abituale.
Il suffisso -I viene dalla [ (I) Proto-bantu, gi menzionata nella
spiegazione dei verbi causativi dove ha provocato gli stessi
cambiamenti fonetici.
Cambiamenti fonetici:

K>
G >

SH
Z

-pika
- jenga

>
>

mpi s h i
mj enzi

cuoco
c ost ru t t o r e

236

T )

D>
P>
B>
W>

(W) >

Kiswahili kwa furaha

S
-fuata
Z
-linda
F
-lipa
U/Z' -iba
V/Z -lewa
V /Z -j u a

L>

(L) >

mfuasi
seg u a ce
mlinzi
guar d i ano
mHfi (raro)chi paga
mwivi/ mwizi
ladro
mlevi
u bri a c o
mjuzi
conos c itore
mjuvi
imper t i nente
mlazi ad d ormentatore

-lala
-lea
mlezi
Nessun cambiamento avviene con le nasali:
-soma
)
msomi

tutore

intellettuale

Esempi:
1Vdugu zangu, naichukia hali hii ya kuwa mkimbizi katika
nchi yangu mwenyewe.
Fratelli miei, odio questa situazione di essere un fuggiasco
nel mio proprio paese.
(Mulokozi)
Sifa ambazo binti wa kwetu anatakiwa kuwa nazo ni: awe
mlimaji, mtwangaji, mtekaji maji na awe mtu wa kazi pia
awe mcheshi.
Le buone qualitche una ragazza delle nostre partideve avere sono: che sappia coltivare bene la terra, pestare le granaglie, attingere l'acqua, che sia una lavoratrice e anche una
persona affabile,
(Sembera)
Wakashindwa kuchukua hatua zozote za kisheria maana
mali ya magendo haina haki, mnunuzaji na mwuzaji wote ni
wahalifu.
Non riuscirono a prendere alcun provvedimento legale poich
sulla merce del mercato nero non c' alcun diritto, il compratore e il venditore sono entrambi trasgressori. ( M ukajanga)
Anche il suffisso -l si pu usare con i N.I. astratti:
arte culinaria
ujenzi
costruzione

upishi
ulinzi

custodia

wizi

ladroc i n io, furto

Z si sostitnisce a V sotto l'influenza dei dialetti settentrionali.

XIII. Unit

237

Nella c1.6 invece si esprime un processo pi concreto ;


maongozi d irettive v s .
uongozi
guida
malezi
educ a zione
matumishi
s ervi z i
maandishi scrittura, scritti
uandishi ar te letteraria
mapishi mo d o di cucinare
upishi
arte c ulinaria
malazi
l' occ o rrente per dormire
Maneno mapya
-chukia odiare
fadhila, fadhili 9/10 Ar. favore, beneficio, grazia
-hakikishia Cs.Appi. assicurare
-hitimu Ar. terminare (gli studi)
imani 9/10 Ar. fiducia
-kandamiza, -gandamiza Cs. far pressione su; opprimere
-kanusha far ripudiare
-kasirika arrabbiarsi
-lima coltivare la terra

madaraka 6 Ar. responsabilit


magendo 6 atto probito; mercato nero
mcheshi l/2 persona affabile/ di vertente
mhalifu 1/2 trasgressore
mkimbizi 1/2 fuggiasco
mlimaji 1/2 coltivatore
-nyonge agg. umile, servile
-nyonya sfruttare
sheria 9/10 Ar. legge
sifa 9/10 Ar. lode, fama, reputazione, buona qualit
-teka maji attingere l'acqua
umwagaji 14 spargimento

~ Traducete:
Kusafiri kIva basi mjini Dar es Salaam
Alipofika kituo cha mabasi cha Uhuru, Maliyatabu aljiiunga

238

Kiswahili kwa furaha


3

na mamia ya wasimamaji wengine waliosubiri mabasi. Punde


si punde basi la Mtoni lilifika na hapo Maliyatabu alibahatika

kuingia lakini viti vyote vilikuwa vimejaa tayari .4. H umo ndani
kulikuwa na msongamano mkubwa sana wa watu. Jotondio halikusemeka. Kelele za watoto wachanga zilitia huzuni. Maliyatabu alihisi kugandamizwa na kitu kigumu nyuma yake pamoja

na sauti ya kuhema. Aligeuka na ndipo alipomwona mama mja


mzito aliyeelekea kubanwa na wingi wa abiria. Maliyatabu alisikia uchungu moyoni akawaza njia ambayo angeweza kumsai-

dia lakini asiipate. Alipotupa jicho kando yake alimwona kij ana
mmoj a mdogo kaketi raha mustarehe kitini. Alij aribu kumsihi.

Haloo ndugu, waonaje ukimsaidia huyu binti hiyo nafasi


yako kitini.'
Kijana alimwangalia kwa d harau kama vile aliyekuwa ha-

j amwelewa kasema nini. Maliyatabu alirudia mara ya pili akieleza halimbaya ya yule mwanamke. Naye kj
iana kwaj eurialifoka.
Bwana mdogo usinighasi, kama wewe ndiye uliyemshibisha
. naona heri u n gemkodishia teksi asipate
mwanamke huyu.
shida.
Watu waliokuwa karibu yao ndani y a b asi w a li cheka sana
naye Maliyatabu akazungusha macho kwa aibu. Alinyamaza
kimya na kuangalia ma~bo karna yalivyo. "Ndio adabu za mjini
hizo," alijisemea moyoni.
.

(Ng'ombo 1982:29-30)
-bahatika Pot. Ar. essere fortunato

-changaagg. giovane,immaturo
dharau 9/10 Ar. disprezzo
-ghasiAr. far confusione, disturbare
jeuri 9/10 Ar. brutalit, violenza
kando 9/10 lato, orlo; k. ya pr e p. accanto, da una parte di,

lungo il
mja mzito 1/2 (donna) incinta
3
4

mamia centinaia
viti vyote vilikuwa vimejaa tayari tutti i posti a sedere erano gi occupati

XIll. Unil

239

msongamano 3/4 pressione, calca, ammassamento


mustarehe: raha m. Ar. bello comodo, beato e tranquillo
punde avv. fra poco, subito; punde si punde in un attimo

-shibisha Cs. saziare, riempire la pancia

Beverbativi a tema in -O
Il suffisso -o designa l'azione, lo strumento che la esegue o il
risultato dell'azione. Questi deverbativi si possono trovare quasi
in tutte le classi, ma la classe pi produttiva 3 (e 4).
c1.3/4
mbadilisho trasformazione <
-badilisha trasformare
mfululizo c ontinuazione <
-fululiza c o n tinuare
mwendo an d a mento
<
- enda
anda r e
c1.5/6
neno
p arol a
-nena
parlare
colpo
-piga
pigo
colpire
sikio
orecchio
-sikia
sentire
Alcuni N.l. si usano solo nella c1.6:
makao
sed e , residenza
-kaa
risiedere
maendeleo progresso
-endelea progredire
matokeo ri s ultato
-tokea
risultare da
c1.7/8
kicheko r is o
-cheka
ridere
kifo
morte, mortalit
-fa
morire
kifungo
bot t o ne
-funga
chiudere
kifuniko co p erchio
-funika
coprire
c1.9/10
ndoto
s ogno
-(1)ota
sognare
ngano
racc o n to, fiaba
-gana
arc. n a rrare
cl. l l/10
ufagio
s cop a
-fagia
spazzare
ufunguo ch i a ve
-fungua
aprire
ukomo
ces s azione
-koma
cessare
wimbo
c anzo n e
-imba
cantare
c1.14

240

Kiswahili kwa furaha

ufufuo
ufufuko
ufunuo
uzingo

risuscitazione
risurrezione
scoprimento
circuito, orbita

-fufua
-fufuka
-funua
-zinga

risuscitare t r .
risuscitare
i nt r .
scoprire
roteare

Deverbativi a tema in -E
Il suffisso -E esprime la passivit, quindi i deverbativi a tema
in -E,che possono appartenere a diverse classi,indicano una
persona o un oggetto che subisce l'azione.
c1.1/2 mteule el e tto, scelto
<
-teua
scegliere
c1.3/4 mtume me ssaggero
<
- tuma
mand a r e
ck(5/)6 maumbile creato, natura <
- umba
cre a r e
c1.7/8

ki u m b e cr e atura

c1.9/10 pete
a nel l o
cl. l l/10 upote ci n ghia, corda
c1.14 us h indedisfatta
(

-peta
-pota
-shinda

curvare
torcere
vincere

Esempi:

Miondoko yake nilikuwa sijaifahamu.


I suoi spostamenti non li conoscevo ancora. (Kezilahabi)
"Robo mbili," aliamrisha; na yule muuza pombe Pachanga
alitokomea pahala fulani upenuni pa nyumba, akafukua
chupa ya gongo na kuimimina kwenye gilasi kwa kipimo cha
robo robo.
"Due quarti," ordin; e i l v e nditore di l i quori Pachanga
scomparve in qualche posto in fondo alla casa, port alla luce
una bottiglia di grappa e ne vers nei bicchieri con un misurino di un quarto (a ciascuno).
(Mohamed)
Alikuwa akijiuliza ni vipi mwanadamu angeweza kuzaa
kiumbe mzuri vile.
Si domandava come un uomo potrebbe generare una creatura

cosi bella.

(Mukaj anga)

Xlll. Unit

241

Deverbativi a tema in U
Indicano lo stato. ll suffisso in effetti -vU o -FU:

-tulia

e sser e calmo )

utuliv u (l o stato di
) calma

-angalia

far a t t enzione )

uangali v u / fu

att en z i o n e

Nella cl. l/2 abbiamo "chi si trova in un determinato stato", di


solito tradotto con un aggettivo (o un participio presente):
mtulivu
c al m o
mwangalivu/fu attento
-pumbaa essere stupido )
m pumba v u
stupido
-vumilia to l l e rare
)
m vum i livu
tol ler a nte
Questi deverbativi sono formati spesso dai verbi potenziali e
allora il suffisso generalmente -FU:
-tukuka
es s ere glorioso >
m tukuf u
glorioso
-punguka " diminuito
>
upu n g ufu di minuzione
-koseka
" mancante
)
u kose f u
mancanza
Ma anche
-sumbua

da r f a stidio

msum bu f u

f asti di o s o

~~l verbi di origine araba prendono anche essi il suffisso -(l)FU:


-haribu
d is t r uggere )
uharibi f u
distruz i o ne
-tii
obbedire
)
m ti if u
obbediente
-sahau
d ime n t icare )
msahaul i fu
smemo r a to
Q Nota storica: Etimologicamente VU viene dalla Q(U) protobantu preceduta da una consonante sonora (per es. 'DU, *GU )
vU), mentre FU viene dalla Q(U) preceduta da una consonante
sorda (*PU, ~TU, "KU ) F U). Tuttavia il suffisso vU diventa
sempre pi raro.

Esempi:
Nilimwona kuwa ni mwanamke mvumilivu.
[La] vidi che era una donna paziente.
(Mdoe)
Kwa ufupi Kidawa hakuwa na tabia mzuri, alikuwa mwanamke mpenda pesa, mteti, jeuri na hakuwa na adabu. (...)
Zuhura alikuwa mpole na mtulivu, mcheshi, mpikaji na
msafishaji uwanja kwa ujumla ni mama mchapa kazi na
alipendwa na majirani wote.
(Sembera)
ln breve, Kidawa non aveva un buon carattere, era una donna

242

Kiswahili kwafuraha

avida, litigiosa, violenta e maleducata. (...) Zuhura era gentile


e calma, affabile, una buona cuoca e pulitrice del cortile insomma era una grande lavoratrice amata da tutti i vicini.

Maneno mapya
-amrisha Cs. ordinare, comandare
-chapa kazi lavorare in fretta/di buona lena
-fukua disotterrare, portare alla luce
g(i)lasi 9/10 Ing. bicchiere
gongo 9/10 specie di grappa fatta clandestinamente
jirani 5/6 Ar. vicino
kipimo 7/8 misura, misurino
mteti, mtesi 1/2 persona litigiosa/ molesta, oppressore
mwondoko 3/4 partenza, spostamento
-pole agg. gentile
-tokomea scomparire

ujumla 14 = jumla 9/10 Ar. somma


upenu 11/10 stanzino, ripostiglio

Traducete:
Wezi stesheni
Ndiyo, walikuwapo wezi wengi pale stesheni wakiingoja t reni,
nao katika msongamano na kukuru kakara za kugombea bahati
ya kusafiri, wao walipata uwanja mzuri wa kuupima uj uzi wao
wa kuingiza vidole vi wili n d ani y a m i f uko y a w a t u n a k u t oa

chochote ambacho kingefikwa na vidole vyao hivyo vyenye kiu


ya noti. Treni ilipoanza kuondoka, walidandia madirishani na
kuuvuta mzigo wowote ulioking'ining'ia ambao wangeweza
kuufika.Mama mmoja, aliyekuwa katika daraja la kwanza, alinyang 'anywa saayake. Alikuwa kauning i
'niza mkono wenye saa
nje akikazana kudai chenjiyake kwa mwuza bara fu. Alikuwa

kanunua vipande kadhaa vya bara fu kwa ajili ya w a t oto wake


wawili. Nae yule mwuza bara fu alimletea chenji w a kati t r eni
imeanza kuondoka, na mama huyo alipotoa mkono nje kuipokea,
Uliaking 'ining 'ia = ulianing 'inia che dondolava

243

Xlll. Unit

alidakwa mkono na kuvuliwa saa taratibu Izuku akipiga kelele.


Ilikwenda; alikisoma kibao: Tahadharini na wezi wa mifukoni; kila abiria achunge mzigo wake.
(Mukajanga 1984:95)
.

barafu 9/10 Ar. ghiaccio; [qui j gelato; mwuza b. gelataio


chenji 9/10 Ing. cambio (di moneta), resto
-chunga sorvegliare; pascolare
-daka afferrare,cogliere albalzo
-danda arrampicarsi
daraja S/6 Ar. classe (nel treno)
-gombeaAppl. disputarsi
-kazana rafforzare,intensificare

kibao 7/8 tabella, insegna


kidole 7/8 dito
kukuru kakara 9/10 il sospingersi, calca, ressa; affanno
mwezi wa mifukoni borseggiatore
mzigo 3/4 bagaglio, fagotto, carico
-ning"inia sventolare, dondolare, tentennare; -ning'iniza Cs.
far sventolare

treni 9/10 Ing. treno


ujuzi14 saggezza, competenza, esperienza pratica
uwanja 11/10 spazio

Attribuzione in -A Kl-

Come sappiamo, con il classificatore Ki si possono formare


avverbi di maniera dai temi nominali (e aggettivali) ;
kitoto
in maniera infantile
kirafiki
amichevolmente
brevemente
Raramente ta viene prefissato a un N.l. che conserva il pro-

(kwa) kifupi

prio classificatore:
ki-mtu

Kiswahili kwa furaha

244

ki-utu uzima
kijituuzima

alla maniera adulta

Collegate con un N.t. per mezzo del connettivo -A, queste

forme svolgono la funzione di aggettivi:


un racconto infantile
hadithi ya kitoto
lingue occidentali
lugha za kizungu
villaggi africani
vijiji vya Kiafrika
Hatibu aliona ni bora maafisa wa kigeni wanaweza kumsaidia mtu kushinda maafisa wa kijamaa.
Hatibu vide che erano meglio i funzionari stranieri, capaci di
(Yahya)
aiutare qualcuno pi dei funzionari nostrani.
Leo umri wa Miraji na Saada ni wa kijituuzima.
(Mohamed)
Oggi Miraji e Saada hanno l'et adulta.
Nadhani si lolote labda ni jambo dogo tu la kikazi.
Penso che non sia nulla, forse un piccolo problema di lavo(Mdoe)
ro.
Alikuwa na kazi nzuri na kipato kizuri, na alizoeleka na kuchanganyika na watu kirahisi.
Aveva un bel lavoro e un buono stipendio, e familiarizzava e
(Mukajanga)
si mescolava con la gente facilmente.
Maneno mapya
afisa 5/6 Ing. ufficiale, funzionario
-changanyika Pot. mescolarsi, essere mescolato
kipato 7/8 guadagno, stipendio
kushinda pi di
labda avv. Ar. forse, pu darsi
-zoeleka Pot. essere facile ad abituarvisi
~ Traducete:
Mkristo asiyeweza kuwaacha wake zake
7

Unajua Baba , w ake zangu ni wa wili tu; n i l i k uwa nafikiria


kuoa mke wa tatu, bali sasa naona huenda sitaweza. Nimekwi-

Qui Baba rivolto a un sacerdote.

XIII. Unit

245

sha kuingiliwana mambo mengine nisiyokuwa na uwezo nayo.


Lakini wale wawili kuwaacha itakuwa ajabu sana, tena vigumu.
Mmoja ndiye mke wangu mkuu, t umezaa pamoja, t umejenga
pamoja na t umekimbia pamoja. Siwezi kumwacha. Wa p i li n i
mke wa marehemu kaka yangu, Mubogamasoli. Nimemrithi ki-

mila, kwa hiyo yeye pia ni mke wangu kisheria. Nijuu yangu
kumtunza na kuendeleza kizazi cha kaka yangu Mubogamasoli.

Si wezi kumwacha.
(Mulokozi 1979:9Q)
huenda avv. forse
kizazi 7/8 prole; generazione
mila 9/10 Ar. costume, usanza
Mkristo 1/2 cristiano
-rithi Ar. ereditare

Accrescitivi
Il grado accrescitivo si forma generalmente nella classe 5/6.
Ot Gran parte dei temi disillabici e polisillabici non ha alcun
classificatore al singolare (cosi come altri N.l. della c1.5), mentre
al plurale prefissano MA:
m toto )
toto
matoto
un g r a n bel bambino
mdudu >
dudu
madudu un g rosso insetto
kikapu >
kapu
makapu ce s to
mbuzi >
buzi
mabuz i
una g r o ssa capra

n dege >
njia
>

deg e
j ia

madege un grosso uccello

majia
u n a larga strada
O~ I temi monosillabici e quelli inizianti per vocale prendono al
singolare il class. J(1) che conservano anche al plurale:
mtu
>
j itu
majitu
g igan t e
mti
>
j i ti
majiti
un grande albero
mto
>
j i to
majito
un gran d e fiume
Nimekwisha kuingiliwana mambo mengine nisiyokuwa na uwezo nayo. "Mi sono capitate alcune cose sulle quali non ho potere/ che non posso controllare."

246

mji

Kiswahili kwa furaha

>

j ij i

majiji
metro p o li
kisu
>
j isu
majisu
colt e l laccio
nyoka >
j oka
majoka
un g r o sso serpente
n yumba>
j um b a
majumba palazzo
mwizi >
j izi
majizi
l adro n e
uso
>
j iso/ j u so majiso/ma-faccione
Oa Alcuni temi disillabici e plurisillabici prendono pure il class.
JI, per distinguersi dagli omonimi o per enfasi:
kivuli >
j ivu l i
grande ombra
(vuli
stagi o n e delle piogge)
m fuko >
j ifu k o
borsone
(fuko
scavo)
mnyonyaji > jinyonyaji grande sfruttatore
04 Il grado accrescitivo dei N.I. appartenenti alla c1.9/10 si nota

solo al plurale (dove gli accrescitivi prefissano il class. MA). C',


per, una differenza importante nella pronuncia dei N.I. inizianti
per consonanti occlusive sorde P,T,K,CH: nella c1.9 queste
consonanti sono aspirate, mentre nella c1.5 non lo sono.
p aka ga t t o
paka
g atto n e
t undu buco
tundu
un gr o s so buco
Il
k awa co perchio
kawa
un gro s so coperchio
ch upa bottiglia
chupa
botti g l i one
<~ Tutti gli accrescitivi, anche quelli degli esseri viventi, si
accordano nella c1.5/6.
Il grado accrescitivo si pu f o rmare anche nella c1.3/4.
Questo modo praticamente l'unico possibile per i N.I. delle
classi 5/6 e 9, ma si usa per tutti i x.I.

shati
>
msha t i / mishati
una camicia grande
fedha >
m i f edha
mingi
un sacco di soldoni
mvulana > m i v ulana mingine alcuni ragazzacci
Ai N.I, della c1.3/4 si pu aggiungere invece il morfema JI:
mishahara >
mij is h ahara gross i stipendi
Infine vi i l m o rfema BA, usato solo a Zanzibar, che si
premette all'accrescitivo per aumentarne il grado:
shati >
msha t i > b a - mshatiuna camicia enorme
m jinga >
j ing a > ba-jinga i d i o t a

XIII. Unit

Alcune forme"strane":
macho
>
mim a c ho
m wanamke >
j ana - j i k e
mwanamume >
jan a -dume

247

occhiacci
donnone
omaccione

Esempi:
Kwa kuwa alikuwa pande la mtu aliwakumba wote wawili
na kuwatawanya kwa makono yake.
Poich eraun pezzo d'uomo, diede uno spintone a entrambi e
li gett via con le sue manone.
(Mahindi)
Sherehe ilianza saa mbili za usiku. Bia zilikuwa nyingi na
wanywaji walikuwa hodari. Saa tatu u nusu zilipofika ilibidi
Joji atoke na jifuko lake, aende kununua bia zaidi.
La festa comincio alle otto di sera. La birra era molta e i bevitori erano bravi. Quando arrivarono le nove e mezzo Joji dovette uscire con la sua borsona per andare a comprare altra
birra.
(Mnzava)
Aliona kama yumo ndani ya msitu mnene, wenye kiza,majoka na miba, asijue namna ya kutoka katika jisitu hilo.
Si senti come se fosse in una folta boscaglia, buia, piena di
grossi serpenti e di spine, e non sapesse come uscire da quella
brutta boscaglia.
(Safari)
Sina haja kueleza zaidi wala sipendi hata kuona lile juso lake lililo kama chapati ya unga wa mhogo analojaribu kulificha ndani yamaganja yake kama ya nyani!
Non ho bisogno di spiegare di pi e non voglio nemmeno vedere il suo faccione che come una schiacciata fatta con la
farina di manioca che lei cerca di nascondere nelle sue manacce da babbuino!
(Mahimbi)
Lakini maneno machache ya Juma yenye dhati,ukweli na
ubinadamu yalikuwa bora kuliko wingi wa mijineno ya Bonas.
(Mohamed}
Ma le poche parole di Juma, decise, piene di verit e di umanit erano meglio che la gran quantit dei paroloni di Bonas.
Mashaka aligeukia kumwangalia Ramju Bhai aliyekuwa akitia minoti yake mkobani.

248

Kiswahili kwa furaha

Mashaka si gir per osservare Ramju Bhai che stava mettendo i suoi bigliettoni nella borsa.
(Mohamed)
Mimacho ilivimba ghafla na mikamasi iliyomtoka puani ilikuwa nyekundu kama damu. Mwilimzima ulichongoka ghafla na mijasho iliyomtiririka ilikuwa myekundu kama damu.
Gli occhiacci gli si gonfiarono all'improvviso e il catarro che
gli usciva dal naso era rosso come il sangue. Tutto il corpo si
sporse avanti all'improvviso e il sudore copioso che gli colava era rosso come il sangue.
(Banzi)
Mzee huyu kavaa kaptura kubwa la kaki si kiasi chake, bamshati wa zambarau iliyokwabuka.
(Mohamed)
Il vecchio indossa grandi pantaloncini kaki non di sua misura
e una enorme camicia color porpora che (gli) sta larga.
i~ Mettere nomi di persona nella c1.5 ha di solito un significato
spregiativo.
Nilisikia watoto waliokuwa wakichunga wale ng'ombe wakinicheka na kunizomea: "Hilo! Lina bahati! Kama lingeanguka juu ya pembe, leo lingeona cha mtema kuni !"
Sentii i ragazzi che pascolavano quelle mucche deridermi e
canzonarmi: "Guardalo! fortunato! Se fosse caduto sulle
corna, oggi ne avrebbe visto delle brutte!"
(Kezilahabi)
Sikiliza Maliyatabu. Ni hivi. Huwa napata aibu nikitembea
asubuhi. Kila basi ya UDA linapopita nasikia sauti za watu
zikinizomea. "Litazame hilo, kila siku kukanyaga lami tu."
Ni sauti za wale wanaokuwemo ndani ya mabasi hayo.
Ascolta, Maliyatabu. Le cose stanno cosi. Di solito mi vergogno andando a piedi la mattina. Ogni volta che passa un autobus di citt (UDA), sento le voci delle persone che mi canzonano: " Guardate quello l i , o gni g i o rn o a calpestare
l'asfalto." Sono le voci di quelli che stanno dentro gli auto-

bus.

(Ng'ombo)

Kama hili si jimume langu la kesho, basi nani? (M o hamed)


Se questo non il mio maritaccio di domani, allora chi ?
Knono cha mtema kuni signif ica "vederne delle brutte", lerr. "vedere ci che vide

il taglialegna".

249

Xlll. Unit

Mke ni mke tu. Kwani wale waliosoma wameongeza nini


katika hali yao ya uke? Utalipiga litalia kama buyu.
Ingawa litalia kama kibuyu, lakini linafikiri na ninaweza
kujadili nalo mambo ya juu yaliyoandikwa na wataalamu.
La moglie solo moglie. Che cosa quelle istruite hanno aggiunto alla loro femminilit? La picchi e pianger come una
(grossa) zucca.
Anche se pianger come una zucca, riflette e posso discutere con lei di cose superiori, scritte dagli scienziati.
(Kezilahabi)
Alcuni scrittori dell'entroterra tanzano usano il class. l.i perfino con N.l. (invece di Jl), senza dubbio sotto l'influenza di qual-

che altra lingua bantu:


limama
la madre cattiva
lidume
omaccione
lichifu
il capo cattivo
Lione na hilo lenzake...
V edi anche il suo amicone.. .

(Banzi)

Maneno mapya
bia 9/10 Ing. birra
buyu 5/6 fruttodel baobab, zucca
chapati 9/10 Ind. focaccia indiana
-chongoka Pot.Contr. essere acuto/ sporgente/ appuntito

dhati 9/10 Ar. proposito, intenzione, decisione


-kanyaga calpestare
kaptura, kaputula 9/10 pantaloncini corti
kiganja 7/8 palmo della mano
-kumba spingere, urtare
-kwabuka Pot.Contr, [di -k(w)aba stringere] essere troppo
largo
lami 9/10 Ar. pece, catrame, asfalto
mkoba 3/4 sacco, borsa, portafoglio

mnywaji 1/2 bevitore


mtaalamu 1/2 studioso, scienziato, intellettuale

mwiba 3/4 spina, pungiglione, scheggia

250

Kiswahi li kwa fgraha

nyani 9/10 babbuino


sherehe 9/10Ar. festa, festeggiamento, cerimonia
-tawanya spargere,disperdere, gettar via
-tema (kuni) tagliare la legna
-tiririka gocciolare, scorrere
ubinadamu 14 umanit, la natura umana
uke 14 femminilit
zambarau agg. Ar.lnd. color porpora
-zomea schernire, canzonare
~ Traducete:

Ainyago

5anaume wengine hata sijuiwakoj e.


Mwanamke gani wa
kutembea naye mahali pahadhara kama hapa? Onajichwa lake
lilivyokaa kama chaka la nyasi kutokana na hiyo minywele ya
bandia aliyoweka kichwani! Ati anata
futa urembo! Urembo gani

wa kujiharibu mwishowe akawa kama kinyago? Ona miwani

mikubwa tena mieusi aliyovaa. Mikubwa kuliko hata uso wake.


Utadhani ni kioo cha gari la Kichina!
Angalia pua yake basi.Ilivyoumbwa tu imekaa kama bomba
la maji. Sasa ndiyo ameiharibu kabisa 4va uitoboa na kupachika kipini kilichokaa kama heleni au pete ya kuvaa 4venye vidole. Wenzake heleni w a nazivaa masikioni n a p e t e w a nazivaa
4venye vidole yeye anavivaa Ji
4venye pua. Ama 4veli mijini
kuna mambo. Hivi h aoni k w amba mapambo ya pua y ake yamemfanya afanane na ngi ri?
Na hilo domo lake. .. maamaaa.t
(...) Mbali na kuwa kubwa,
a meliharibu zaid i k w a k u l i p aka r a ng i n y e kundu. H er i h a t a
mdomo wa kware 4va wekundu. Unaweza kudhani domo lake
amelichovya 4 venye k t susio
, kisha akasahau kulipangusa!

Kama kuna mabwege hapa duniani, mmoj awapo ni huyu kjiana


aliyekaa na kinyago kile.
10

[qui] proprio non li capisco (wakoje come sono)


anavivaa li porta [vt si riferisce di solito a due o pi x.t. di classi diverse; qui
sono ambedue della cl. lO, ma l'autore usa v1 probabilmente per accentuare che si tratta sia di orecchini che di anelli.]
12
kfsusuio minestra fatta con il sangue di manzo (Chagga)
11

XIII. Unit

251

(Rutayisingwa 1985:115-116)
bandia 9/10 Ar. bambola; -a b. artificiale, finto
bwege S/6 gergo uno stupido, babbeo
chaka 5/6 macchia d'alberi
-chovya intingere, immergere
-fanana rassomigliarsi
hadhara 9/10 Ar. assemblea; (in) pubblico
heleni, hereni 9/10 orecchino (a forma di cerchio), campanella
kinyago 7/8 maschera, statuina; spaventapasseri, racchia
kioo 7/8 specchio, lastra di vetro
kipini 7/8 cerchietto alla narice, piercing
kware, kwale 9/10 pernice
mbali na [anche] oltre a, non solo (... ma)
miwani 4 Ar. occhiali
ngiri 9/10 cinghiale
nyasi 11/10 (sg. unyasi) erba, paglia
-pachika Pot. fissare, inserire
-paka applicare, ungere, dipingere
-toboa perforare
urembo 14 bellezza,decorazione

Diminutivi
Il grado diminutivo si forma nella cl.7/8.
DI I temi disillabici e polisillabici prendono il class. KVvi al posto del proprio classificatore:
m toto >
kito t o
beb
m lima >
kilim a
collina
m buzi )
kibuz i
capretta
njia
>
kij ia
sentiero, stradina
sanduku )
kis a nduku
scatolina
Oa I temi monosillabici o c o mincianti per vocale e i N .I. della

cl.7/8 inseriscono 1(I) dopo il class.Ia/vi:


mtu
kijitu
ometto
mji
kijiji
v il lag g i o

252

Kiswahili kwa furaha

mti
>
kij iti
ramoscello
mto
)
kij ito
ruscello
j iwe
)
kij iwe
sassolino
n yoka )
kijok a
serpentello
m wana )
kija n a
giovanotto
m wiko )
kij ik o
cucchiaio
k ichwa )
kij i c h wa
testolina
kitanda )
kij i t a nda
lettino
Oa JI si pu i n serire anche davanti ai t em i d i s illabici e
polisillabici per esprimere una diminuzione pi forte, di solito
con un'implicazione derisoria, nonch per evitare omonimi:
m buzi )
kij ib u z i
una misera capretta
d uka )
kij id u k a
una misera botteguccia
p esa >
vij ip e sa
pochi spiccioli
kibarua bracciante
vs. ki j i b arua
l etter i n a
0 4 Raramente dopo i l

c l a ss. Krrf v i ene m a ntenuto anche i l

classificatore originale:
kijichumba
una stanzetta minuscola
kijimkahawa
un misero caff (locale)
kijinjia
un sentiero molto stretto
Os La c1.7/8 designa anche menomazioni fisiche:
kipofu cieco
kiziwi
sordo
kiwete zoppo
kilema
disabile, storpio
~~ I diminutivi di esseri viventi si accordano con la c1.7/8 solo
nel caso di enfasi, affettuosa o sprezzante.
Oa Eccezionalmente la c1.7/8 ha il ruolo di accrescitivo:
kifaru ri n o c eronte
kiboko
ippopotamo
kijasho sudore abbondante
Esempi:
Umepata kidugu chanaume.
Hai avuto un fratellino (maschietto).
(Mohamed)
Hivi vishati vyako vya kiraia ni lazima uviache.
(Liwenga)
Queste tue camiciole da civili devi lasciarle perdere.
Nasikia Mzee Mbonde kaanza kazi miaka kumi na mbili ili' Talvolta il significato odierno non sembra diminutivo.

yopita, hata kipromosheni kimoja!


Sento che Mzee Mbonde ha cominciato a lavorare dodici anni
(Safari)
fa,e nemmeno una promozioncina!
Ulipobahatika uenyekiti wa hicho kikamati chenu.
Quando hai avuto la fortuna di ottenere la presidenza di quel
(Mapalala)
vostro misero comitato...
Yaya yule aliingia ndani kachukua kihanshe chenye kikombe na kisahani, katika kikombe mlikuwamo "ovaltine" imoto na katika kisahani, biskuti mbili za "Marie".
La cameriera entr portando un piccolo vassoio con una tazzina e un piattino; nella tazzina c'era 1"'ovaltine" calda e nel
(Abdulla)
piattino due biscotti "Marie".
Hawajawahi kufika kunako kilango cha nyuma cha nyumba, walimwona yule bibi anakuja akiburura kigari cha kutembelea mtoto.
Non fecero in tempo ad arrivare alla [dove c'era laj porticina
posteriore della casa, (quando) videro quella signora venire
(Abdulla)
spingendo un passeggino.
Huko awe na kijibanda chake kidogo, kijitanda chake na kijichungu chake kidogo.
Che li abbia la sua piccola capannuccia, il suo lettino e il suo
(Suleiman)
piccolo tegamino.
Wakati nilipokuwa na kijikazi changu cha ufagizi wa ofisi
nilipanga mabadiliko mengi.
Mentre avevo il mio misero lavoretto di spazzare l'ufficio, ho
(Msokile)
progettato molti cambiamenti.
Kalia alipokimbia nilifungua kile kijikaratasi ili kusoma ujumbe uliokuwamo.
.

Quando Kalia corse via, aprii il piccolo foglietto per leggere


(Kezilahabi)
il messaggio che conteneva.
Watoto wetu hawana sakafu ya kuendesha hivyo vijibaiskeli.
I nostri bambini non hanno il pavimento per girare sulle bici(Kezilahabi)
clettine.
Yeye alikuwa kijidege mdogo.
(Banzi)
Egli era un piccolo uccellino.
Na juu ya kope, katikati ya kope na nyushi, vimishipa vinaonekana vikipiga piga.

254

Kiswahili kwa furaha

E sopra le palpebre, tra le palpebre e le sopracciglia, si vedevano pulsare piccole venette.


(Mukaj anga)
Machozi yalianzakuzunguka vimacho vyake.
Le lacrime cominciarono a riempire [circondare] i suoi occhietti.
(Banzi)
Lakini punde jua litatua, na yeye atakomewa katika kijichumba kidogo chenye lango lamisumari ya chuma kama
mnyama mla watu.
Ma fra poco il sole tramonter, ed egli sar sprangato in una
piccola cella con una grande porta rinforzata con chiodi di
ferro come una bestia feroce [cannibale].
(Suleiman)
Alikitazama kitoto chake kilichokuwa sasa kilifurukuta na
kuinua vikono.
Guard il suo bambino che adesso si dimenava e alzava le
manine.
(Mohamed)
"Ah, kitoto," alishangiria Juma huku akikichukua mikononi
na kukibeba "hiki kitakuwa kitoto chetu cha mwanzo."
"Ah, un bimbino," gli fece festa Juma prendendolo in braccio

(e tenendolo) "questo sar il nostro primo bimbo."


(Mohamed)
Alihisi labda atamwona mpumbavu au labda kizee kijienda
wazimu tu.
Senti che forse l'avrebbe considerata stupida o forse solo una
(misera) vecchia pazza.
(Shafi)
Vijizee viwili hivi hukaa tokea asubuhi mpaka jioni, na hawana maneno yoyoteila mahari yangu.
(Topan)
Questi due miserabili vecchietti se ne stanno (li) dalla mattina
alla sera, e non hanno altro di cui parlare se non la mia dote.

Akajionyesha hata njia ya kuhakikisha kama yeye ni mganga kweli ama ni mganga wa njaanjaa tu kama vijiganga vingine vipitavyo na vijikoba vyao vya ngozi za wanyama vikijitembeza mabarabarani.
Mi mostr perfino il modo di accertarmi se egli era un vero
medico oppure solo un medico di fame come altri medicon-

zoli che passano con le loro (misere) borsucce di pelle di animali su e gi per le strade.
(Mahimbi)
Kwanza ni kuhusu kauli za Ndevumbili na kijike chake.

XIII. Unil.

255

Anzitutto si tratta delle chiacchiere di Ndevumbili e della sua


insignificante moglie.
(Banzi)
Maneno mapya
badiliko 5/6 cambiamento
biskuti 9/10 Ing. biscotto
-burura trascinare, tirare
chozi 5/6 lacrima
chungu 7/8 pentola
-furukuta dimenarsi, muoversi irrequieto
hanshe 9/10 Z. vassoio
kamati S/6 Ing. comitato
kigari cha kutembelea mtoto carrozzina, passeggino
kizee 7/8 vecchietta
-komea sprangare, mettere il catenaccio

kope S/6 ciglio; palpebra


kuhusu prep. riguardo a
mahari 6 Ar. dote, pagamenti fatti ai parenti della sposa

mshipa 3/4 vena, arteria, nervo


msumari 3/4 Ar. chiodo
mwenda wazimu I/2 matto, pazzo
-panga progettare
-shangilia, -shangiria far festa, accogliere in trionfo
-tua posarsi, tramontare
uenyekiti 14 presidenza
ufagizi 14 lo spazzare
ushi 11/10 (pl. nyushi) sopracciglia
-zunguka Pot. essere circondato
~Traducete:
Kitoto
Mbio alikimbilia kitandani pa mamaake ambapo kidugu chake kidogo kilianza kulia. Ha po Ma i muna alisita, akakiangalia
h icho kitoto j i nsi k i l i vyokuwa ki kili a h uk u k i n atia v i d ole k i nywani na kurusharusha viguu. Maimuna alikiinamia akakivuta
vishavu na k u kiambia, "Nyamaza bwana m kubwa, nyamaza.
Baada ya kufika tu, kilio na vidole mdomoni, unataka malaji?"

256

Kiswahili kwa furaha

(Mohamed 1980:37)
kinywa 7/8 bocca
malaji 6 cibo, vivande
-rusharusha Cs. agitare; -r. viguu sgambettare
shavu 5/6 guancia
E. Kezilahabi:
Watoto wawili
Mtoto wa tajiri akilia hupewa mkate
Mtoto wa tajiri akilia hupewa picha kuchezea
Akilia mtoto wa tajiri huletewa kigari akapanda

Akiendeleakulia hupanda mgongo wa yaya


Akikataa kunyamaza ulimwengu mzima hulaumiwa.
Mtoto wa maskini akilia hula mchanga
Mtoto wa maskini akilia hupewa mti kuchezea
Akilia mtoto wa maskini huvutwa kashani
Akiendelea kuliahupanda mgongo wa mama ulio uchi
Akikataa kunyamaza wazazi husikitika kimya kimya.

(Kichomi, 1974:62)
kasha S/6 Port. cassa, cassettone; bidone per panni sporchi
kigari 7/8 automobilina (macchina-giocat tolo)
uchi 14 nudit; avv. nudo

La classe 12
La classe dei diminutivi in KA, di cui nel swahili standard sono rimaste solo alcune tracce (kanwa bocca, kale tempi antichi,
kamwe assolutamente no, kadogo dito mignolo), stata "riattivata" da alcuni scrittori contemporanei sotto l'influenza di altre
l ingue b a nt u d e l l a T a n z ania. S i tra t t a solo di
s c r i ttori
dell'entroterra: nessun autore zanzibariano usa queste forme.
Il classificatore ~ K c h e non ha un corrispondente al plura-

le. Designa un grado diminutivo molto accentuato, affettuoso o


spregiativo:
katoto
beb
kajasho
sudonno

XIII. Unit

257

kabaisikeli bi c i c lettina
k aziwa
laghetto
Il classificatore originale pu rimanere:
kamshahara stipendiuccio
kamt u n gi pi ccola brocca
kachumba st a n zino
kanguvu
p oca fo r z a
I temi inizianti per vocale prefissano KAJ(I):
kajitu
omiciattolo
k aj umb a
casuppola
kajielimu
un po ' di istruzione
<~ 11 N.I. composto mwanamke diventa kanakake.
Alcune forme nella c1.12:
verbi (class. soggetto)
kamelala do rme
hakaneni non parla
verbi (class. oggetto)
usikafuate non lo seguire
N.D.
kadogo
pic c o lo
kengine
dimostrativi
possessivi
interrogativo
connettivo dipendente
relativo
copula locativa
-ENYE

a ltr o

haka, hako, kale


kangu, ketu
kapi
q uale?
ka
ambako
kapo
kenye

Talvolta le concordanze in KA seguono un N .I. di

u n ' altra

classe o un nome proprio:


Lakini akiwa ameua sungura tu katafaa nini?
(Komanya)
Ma se ha ucciso solo una (piccola) lepre, a che cosa servir?
Lela kanapokwisha kunyonya...
Quando Lela finisce di succhiare
(Banzi)
Altri esempi:

Kamshahara tunako.
Un piccolo stipendio ce l'abbiamo.

Kumjibu ikanitoa kajasho kembamba.


A rispondergli mi venne il sudorino freddo.

(Banzi)

(Moshiro)

Wewe una kabaisikeli kako, unadhani mwenye gari atakuo-

gopa?

258

Kiswahili kwa furaha

Tu hai la tua misera bicicletta e pensi che chi ha la macchina


avr paura di te?
(Ngahyoma)
Mama wa watu alileta kamtungi ka pombe.
(Omari)
La madre (di famiglia) porto una piccolissima brocca di birra.
Unatambua, nadhani, katoto ketu kalivyotutoka. (Banzi)
Credo che tu riconosca come la nostra bambina ci ha lasciati.
Tena kanguvu kake ndiokamekwisha kabisa.
(Msokile)
In pi le sue poche forze si esaurirono completamente.
Huoni kuna kachumba kengine kadogo pale.
Non vedi che c' un'altra piccola stanzina laggi. (Safari)
Kapo kadirisha kadogo juu,ambako kaonekana kananilaumu pia. Kanakuwa kama kananijulisha kuwa nisingemkana

Flora basi kadirisha hako kangefunguka ili kuniangaza humu ndani.


C' una piccola finestrella in alto, che sembra pure rimprove-

rarmi.E come se mi facesse sapere che se non avessi rinnegato Flora, allora questa finestrella sarebbe aperta per darmi la
luce qua dentro.
(Gwivaha)
Bwana we, kuna kanakake hapa hapa ambako kamempa sijui nini.
Caro mio, c' una miserabile donna proprio qui che gli ha dato non so che cosa.
(Kabashi)
Zita sasa aligeuza mguu wake na wote wakaona kajikwaruzo kadogo kenye vidamudamu.
Zita adesso gir la gamba e tutti videro un graffietto minu-

scolo con poche gocce di sangue.


(Mbogo)
Alikachukua kapochi kakekalikochakaa...
Prese il suo piccolo borsellino logoro . ..
(Mbogo)
Pale alipo Kurwa, hakuwa na koti wala mwamvuli bali ka-

lekale kagauni kake kafupi kenye kupasuka kifuani.


Li dove stava,Kurwa non aveva giacca n ombrello, ma (solo) lo stesso suo vestitino corto strappato sul petto. (Mbogo)
Cl In diverse lingue bantu il p l u r ale della c1.12 la c1.13 TU.

Almeno due autori tanzani hanno tentato di "importare" questa


classe in swahili.
Basi utawapelekea tusenti tuchache hivi.

XIII. Unit

259

Allora manderai loro pochi centesimi [spiccioli]. (Komba)


M i nikamwambia mwenzako anatafuta tusenti twa k u nywea chai njiani.
Io gli dissi: "Il tuo amico cerca un po' di spiccioli per bere
del t per strada."
(Komba)
Dk.Motown alitoa kutoka mkoba wake tuvioo tudogo sana
kwa umbo navyo ki-utalaamu huitwa "contact lenses" yaani lensi za mgusano.
Dr. Motown tolse dalla sua borsa vetrini piccolissimi di forma che [ed essi] si chiamano scientificamente "contact len-

ses", cio lenti a contatto

(Dibwe)

-angaza Cs. splendere, illuminare


-chakaa logorarsi, essere logoro/consumato/sdrucito
elimu 9/10 Ar. istruzione, conoscenza, scienza
kijasho chembamba sudorino freddo
lensi 9/10 Ing. lente
mgusano 3/4 contatto

mkwaruzo 3/4 graffio


mwamvuli, mwavuli 3/4 ombrello
pochi 9/10 Ing. borsellino, portafoglio, portamonete

Traducete:
Mke wake Ben amekufa ghafla
L akini Ben alipotoka kwenda kaztni asubuhi ya leo hali y a
Deta ilianza tena kuonyesha wasiwasi. Na sasa hii jioni hivi
anavyofungua mlango na kuingia chumbani anakumbana na su-

ra inayovuruga kwelikweli kichwa chake. Maskini Deta amenyookeana2 chali kitandani hali pembezoni kitoto chao kichanga, Lela, kinarusha viguu na vikono na kulalama. Maskini Deta
mguu mmoja unaning"tnia/ (...)Macho yamemtoka, na meno
3
yameingiliana , maskini/
' Notate che Dibwe non si azzardato a coniare i concordi (la particella di riferimento) nella c1.13 (usa invece la cl.g), menne Komba ha introdotto anche il connettivo twa.
3

omenyoo~eana distesa/ sdraiata/ irrigidita


meno yameingiliana i denti sono serrati

260

Kiswahili kwa furaha

Ewa mstuko Ben anasimama, hatua chache mbali na kitanda,


anaduwaa. Amemtumbulia macho D eta, na k a dir i a n a vyozidi
/7
kumwangalia as i v y oji ti kisa wala ni ni, n divyo anavyohisi kuwepo kwa jambo lisilo la kawaida. Ndipo anapiga hatua moja
mbili anasimama kando ya kitanda na kuzidi kumwangalia. (...)
"Mama Vena/" Ben aljiaribu kumwita. Kimya. "Deta!" anaita
tena. Kimya! Kuinua mguu unaoning i'nia umegoma; tena mzi-

to ajabu, Kumshika kifuanihakuna mapigo ya moyo; tena pa


baridi, maskini!
Ben anahema 4va nguvu hali macho yamemtoka. "Mama
Uena amekufa, " mawazo yanaanza kumchezea.
"Amekufa au amelala.7" (...)
Sasa anasogelea upande wa piliwa kitanda anakachukua katoto anasogea nako na kukabembeleza kidogo. Kanaponyamaza
na kutulia anakalaza 4venye te~ga lililo saka funi ubavuni mwa
kochi moja refu.
Ndipo naye anajitupa kwenye kochi hilo anazidi kuhema hali
kajishika paji l a uso. (...) Mwili w o te umekwisha kumlegea; na
haupiti muda anajikuta amekwisha kuanguka kabisa kwenye kochi, na machozi mawili matatu yanamtoka bila mwenyewe kuji-

jua. Moyo wake unadunda vikali najasho inamtoka mwili mzi-

ma. (...)
Mara sauti ya Lela inamsitua Ben. Hivyo anainama kwenye
tenga na kukachukua katoto mikononi huku anatoka nako uani
4 venye ubaridi n a vivuli vy a m i c h ungwa, anakabembeleza.
Mwanzoni kanatulia, halafu kanalia tena; kanatulia kiasi, kana-

lia tena. (...)


Sasa Ben anaingia chumbani (...) na kusimama mara nyingine kando yakitanda. Anapotupa tenajicho kwenye maiti,kumtazama mara mbilihawezi. Hivyo anachomoa kanga kwenye besera na kuitandaza usoni mwa maiti, hali m w il i w ote unamsi-

simka na woga umemkaza kilakiungo. Ndipo anajirejesha nyuma, anajibambua shati analitupa. Mwenyewe anabaki na vesti
tupu anaketi 4venye lile kochi na kuzama katika dimbwi la ma-

wazo.
kadiri anavyazidi kumwangalia pi la guarda

(Banzi 1977:22-27)

XIII. Unit

261

ajabu avv.Ar, sorprendentemente


-bambua strappar via
besera 9/10 Ind. sostegno per la zanzariera
-chez(e)a [anche] agitarsi, tremare
dimbwi 5/6 stagno, pozzanghera
-goma rifiutare, opporre resistenza; scioperare
halafu avv. Ar. dopo
-kaza stringere, tenere stretto

kiungo 7/8 articolazione, membro del corpo


-kumbana Rec. urtarsi, scontrarsi
-lalama gemere, lamentarsi
-lowa essere bagnato/ umido
ms(h)tuko 3/4 spavento, allarme, scossa violenta
ndipo avv. (e) allora
paji la uso 5/6 fronte
pembezo 5/6 amaca; dondolo, altalena
-sisimka Pot. essere eccitato; -s. nywele drizzarsi (dei capel-situa = -shtua far trasalire, sorprendere
-tandaza Cs. stendere
tenga 5/6 amaca, culla di reti
-tikisa scuotere, agitare
-tumbulia macho Appl. spalancare gli occhi verso
ubaridi 14 Ar. il freddo, frescura
ubavuni mwa a fianco di
vesti 9/10 Ing. panciotto, maglia; [anche] maglietta
-vuruga confondere, rimestare, mettere in disordine
woga 14 paura
-zama affondare,sprofondare

C 1.15. Marcatore negativo TO. KILA con verbi relativi e con i l


M.V. Kl. Verbi servili. M odo concessivo: JAPO e NGA. Aspetto
persistente NGALI. Funzione del verbo "dovere".

La classe 15
La classe 15 non altro che il modo infinito verbale usato
come N.I. Il classificatore ovviamente KU/KW:

kuamkiana kwao
kule kukutazama
kusikilizana kupo

il l oro s alutarsi
quel gu a rdarti
l'inte s a c'

Kufanya hivyo kungalikuwa ni makosa makubwa upande


wetu.
(Abdulla)
Fare cosi sarebbe un grosso errore da parte nostra.
Kwani kulichana hilo gazeti vipande vidogo vidogo namna
hiyo ndiko kutakakowasahaulisha watu wasikutafute?
Perch strappare il giornale a pezzettini in questo modo ci
che far dimenticare alla gente di [non] cercarti? (Abdulla)
Nilianza kuhisi kwamba kama kula kwa Dar es Salaam ndivyo kulivyo basi maisha ya jiji yangenishinda au kunifanya
nikondeane kama mbu.
(Rutayisingwa)
Cominciai a sentire che se il mangiare di DSM era (proprio)
cosi, allora la vita della capitale [metropoli] mi avrebbe so-

praffatta o mi avrebbe fatta dimagrire come una zanzara.


Husna, lakini kutoroka hakutakuwa kumemaliza tatizo,
Husna, ma lo scappare non avr sistemato le difficolt.
(Mukajanga)
~~ Il N.I. nella c1.15 pu prendere, come un infinito, il
class.ogg., i suffissi estensori e il M.V. negativo TO (cfr. sotto).
Tamima alipinduka chini, bali hima alisimama, alipoona
kumpigia goti mumewe kutamuulisha.
Tamima si pieg per terra, ma ben presto si rialz quando vi-

de che mettersi in ginocchio davanti a suo marito l'avrebbe


263

264

Kiswahili kwa furaha

fatta uccidere.
(Mohamed)
Nitajaribu kukusaidia, ingawa kukusaidia kwangu kutanitia
hatarini.
Cercher di aiutarti, anche se il fatto di [il mio] aiutarti mi
metter in pericolo.
(Mohamed)

Il marcatore negativo To
Finora abbiamo presentato due marcatori verbali negativi: HA
e sI. Il terzo e ultimo M.v.neg. To con cui si forma l'infinito
negativo:

kutosoma

non leggere

kutoelewana

non capirsi; malinteso

kutopenda
non amare; [anche] riluttanza
Nei verbi monosillabici rimane il morfema vu, che a volte si
conserva anche con altri verbi:
kutokuwapo
non esserci; assenza
Esernpi:

Simkatalii kwenda kambini kwa kuwa yu mtoto wa kike, au


kwa kuwa simwamini, au kwa kutowaamini waalimu wake.
Non ( che) le vieto di andare al campo (sportivo) perch
una ragazza,o perch non mi fido di lei,o perch non mi fido
dei suoi insegnanti.
(Mukajanga)
Kwa ajili ya kutokuwa na nguvu kwake kulikosababishwa
na utu uzima, Kijakazi alianguka chini.
Per lasua mancanza di forze che era causata dalla sua et avanzata, Kijakazi cadde a terra.
(Shafi)

Kutokupenda kwangu kuwasaidia kulima kulimfanya yule


mwanamke asinipende kabisa.
La mia riluttanza ad aiutarli a zappare fece sl che quella don-

na non ebbe nessuna simpatia per me.


(Sembera)
Uduni wa maisha aliyolelewa Adeli hadi kuf i ka u m r i w a
miaka kumi hivi ulikuwa uduni wa kutoweza kula chakula
kizuri na kwa kubadilisha, kuwa na nguo mbili au tatu tu,
kutovaa viatu, kulala katika kitanda cha miti na matete

XIV. Unit

265

chenye kunguni farafara,kukaa katika nyumba isiyosakafiwa yenye viroboto walio na kiu isiyokidhika. (M u k a janga)
La ristretteza della vita in cui fu cresciuto Adeli fino ad arrivare a circa dieci anni di et, era la ristrettezza di non poter

mangiare il cibo buono e vario, di aver soltanto due o tre vestiti, di non portare le scarpe, di dormire in un letto di legno e
di canne traboccante di cimici, di abitare in una casa senza
pavimenti piena di pulci che avevano una sete inestinguibile.
i~ Mentre HA

e S I s ono m u tualmente incompatibili, TO si

pu combinare con HA nel futuro negativo (in alternativa con


TA) :

sitokuja/sitakuja

non verr

Questa forma, usata anzitutto dagli scrittori zanzibarini, non

prevista dal swahili standard.


Kilio hakitokusaidia. Il pianto non ti aiuter.
(Mohamed)
Serikali haitoweza kutambua yamegawiwa vipi.
Il governo non potr capire [riconoscere] come sono stati di-

stribuiti.
(S hafi)
Bwana akijua kama Mate hajaja kondeni hadi sasa hatofurahi.
Se ilpadrone sapr che Mate non ancora venuto nel campo

non sar contento.


(Mukajanga)
Hatorudi hapa mpaka wiki ishe.
Non torner qui fino alla fine della settimana.
(Mohamed)
Mimi sikusahau wala sitosahau maisha yangu.
Io non ho dimenticato n dimenticher in vita mia. (Yahya)
Eccezionalmente i due M.v. del futuro negativo, TA e To, sl
trovano nella stessa frase.
Kisa chenyewe kimetokea katika kijiji, ambacho ukikijua
hutafaidi lolote na usipokijua hutojutia ujinga wako.
La storia (in questione) accaduta in un villaggio che, se lo
conosci, non ti servir a niente e se non lo conosci, non rim-

piangerai la tua ignoranza.


I

HA sta per tutti i prefissi sogg. negativi.

(Mnzava)

266

Kiswahi ti kwafuraha

Cl Nota storica; Si suppone che TO provenga dal verbo -toa


(togliere): kutoa kupenda (togliere amare) ) ku to(ku)penda
(non amare). Ci spiega la conservazione facoltativa di KU davanti ai temi polisillabici (kutokusema non dire).
N ei di aletti settentrionali ( K i a m u ) esiste un a l tr o us o d e l
M.V. TO , co n Kt (KITO ) nel significato "se non" (sw.st. SIPO):

ukitofanya (se non fai).


Questa etimologia invece non va bene per il TO del futuro
n egativo, usato p ur e i n K i a mu . ( F orse T O h a assunto
quest'ultima funzione dopo le altre due, quando gi era conside-

rato un M.V. neg.)

Maneno mapya
-chana strappare
-faidi Ar. guadagnare, ricavare profitto
fara(fara) avv. fino all'orlo
-juta rammaricarsi, pentirsi
-kidhiAr. concedere, esaudire,soddisfare
kiroboto 7/8 pulce
kunguni 9/10 cimice
-piga (ma)goti inginocchiarsi
-pinduka Pot. piegarsi
-sakafu, -sakifu Av. fare il pavimento, pavimentare
tete 5/6 canna
uduni 14 ristrettezza, abiezione
ujinga 14 ignoranza
-ulisha Cs. far uccidere, causare la morte

u Traducete:
Wajibu wa mwanamke
B wana wangu, mutwa w a ngu, mimi n i m k eo . W aj ib u w a
kwanza wa kila mwanamke ni kwa mumewe. Lazima amtunze na
k umpenda kama na fsi yake. Lazima ampikie, amheshimu na
kumtii. Mume ndiye bwana, baba, mtawala na mwangalizi wa
mkewe. Mwanamke asiyemstahi bwana wake, asiyejali u zima
wake, asiyemuosha miguu yake na kumnyoa ndevu zake; mwa-

XIV. Unit

267

namke asiyejali anavyokaa mbele ya mumewe, na mwanamke


ambaye mikono yake haijuichembe cha vumbi, ambaye kucha
zake daima ni nyeupe na ambaye ngoziyake huteleza kama kiazi
kichanga mwananzke wa aina hiyo,bwana wangu, licha ya kutostahili kuwa malkia, hata kuitwa mwanamke hastahili.

(Mulokozi 1979:20)
licha (ya) cong., prep. non solo... ma
malkia 9/10 Ar. regina
mtawala l/2 governatore, capo, comandante

mutwa 1/2 capotrib (nelle regioni interne)


mwangalizi 1/2 custode, guardiano
-nyoa radere, sbarbare, tosare
-stahi Ar. onorare, riverire
-stahili Ar. meritare
wajibu 14 Ar. dovere, compito, obbligo

KtLA con verbi relativi e con verbi in KI


KILA ("ogni") seguito da un verbo relativo designa
Ot qualsiasi realizzazione particolare di una serie di avvenimenti
(ogni volta che); con lo stesso significato si usa con il M.V. Kl;
Oa tutti i luoghi e le direzioni possibili (ovunque);
Os qualsiasi persona o cosa(chiunque, qualsiasi...): i N.I. impliciti di mtu o neno/jambo governano la concordanza di classe nel
morfema relativo.
~~ Poche altre parole (come kitu o mahali) si possono omettere nella frase, rimanendo rappresentate, oltre che dalla particella relativa, dal connettivo dipendente;
hana la kusema (=neno)
non ha n iente da dire
sina la zaidi
non ho nulla da aggiungere
hapana pa kukaa ( =mahali ) non c' un posto dove stare
chakula
kitu cha kula

Mimi sina la kuchekea, wala sioni la kufurahisha.


Io non ho niente da ridere, n vedo niente da star allegro.
(Mohamed)

268

Kiswahili kwa furaha

Altri esempi:

Kila nikivitazama naviona vitu vile havijaanza kutumiwa.


Ogni volta che le guardo vedo che quelle cose non sono anco-

ra state messe in uso.


(Abdulla)
Kila nikifika nyumbani sikuoni.
Ogni volta che vengo a casa non ti trovo.
(Suleiman)
Maneno hayo kamwambie hawara yako anayepanda garikila anapokwenda.
Questo discorso fallo alla tua amante che prende la macchina
ogni volta che si muove.
(Muhando)
Kila walipofikiri ubaya wa huyo Hitler, na nia yake ya kuwaangamiza, walijikuta wamechanganyikiwa, hawajui lipi
bora kati ya kumpigania Mfalme na kutompigania.
Ogni volta che pensavano alla cattiveria de quello Hitler e alla sua intenzione di distruggerli, si trovavano confusi, non sapendo quale cosa fosse meglio tra il combattere per il re e il
non combattere.
(Mukajanga)
Sisi watu wa mikoani hatujui kuchagua bia. Kila zijapo huja
aina moja. Utachaguaje?
Noi gente di provincia non sappiamo scegliere la birra. Ogni
volta che arriva, arriva di una specie. Come la scegli [sceglierai]?
(Rutayisingwa)
Mara ngapi unatilisha nyayo viatu vyako, na hauchukui
muda, mara utaziona zinalika, zinatilifika. Zile za miguu
yangu mimi ziko pale pale; badala ya kulika, zangu zinanenepa na zinakazana kila nikizidi kuzitumia.
Quante volte fai risuolare le tue scarpe, e non passa (molto)
tempo (che) subito le vedi consumate, rovinate. Le piante
[suole] dei miei piedi sono sempre li; invece di consumarsi, le
mie ingrossano e si rinforzano ogni volta che continuo a
usal le.
(Abdulla)
Kila aliyetaka kunywa maji alijitilia mwenyewe ndani ya gilasi na kunywa.
(Shafi)
Ognuno che voleva bere si riempi da s il bicchiere e bevve.

Ilikuwa asubuhi nzuri ya Jumapili, jua jepesi na tamu likiangaza na mwanga wake mchanga rangi yachungwa bivu

XIV. Unil

ukikipendezesha zaidi kila ulichokiangukia.

269

(Mukajanga)

Era una bella mattina di domenica, un sole leggero e dolce


splendeva e lasua giovane luce color arancione [arancia ma-

tura] rendeva pi piacevole ogni cosa sulla quale cadeva.


Sikiliza Fuad, mimi nitakufanyia kila utakalo.
Ascolta Fuad, io ti far tutto quello che vuoi.
(Shafi)
Ama mahali pazuri. Kila ukitakacho kipo hapa. Kila umtakaye tayari yupo.
Ma che bel posto! Ogni cosa che vuoi, qui c'. Ogni persona
che vuoi (gi) pronta.
(Topan)
Na kila alipopita katika duka la vitabu na kukuta kitabu
chochote ambacho angedhani kingeweza kumsaidia kuielewa jamii, angetumia hata senti yake ya mwisho kukinunua.
E ogni volta che passava da una libreria e vedeva qualsiasi libro che pensava avrebbe potuto aiutarla a capire la societh,
spendeva anche l'ultimo centesimo per comprarlo.

(Mukajanga)
~~ Un soggetto nominale pu separare KII.A dal verbo relativo:

Walibaki wameduwaa tu, wamejibari masafa yaliyoongezeka kilamdomo wa baba mwehu ulipofunguka.
Rimasero attoniti, tenendosi a distanza che aumentava ogni
volta che la bocca dell'uomo pazzo si apriva. (Mukajanga)
Akawa anachukia kila T atu a lichokipenda katika huyo
mwanamme.
(Mukajanga)
Si mise a odiare ogni cosa che Tatu amava in quell'uomo.
Ikawa sasa kila Johny analofanya analifanya kwa ajili ya Julie.
Da quel momento ognicosa che Johny faceva lo faceva per
Julie,
(Mukajanga)
~~ Infine notate l'uso idiomatico kila baada ya "ogni volta
dopo" e kila kabla ya "ogni volta prima (di)".
Enzi zetumnywaji mzuri wa kangara, hasa akiwa na chakula kizuri na kama hula kila kabla ya kunywa, utamkuta ana
kitambi na kifua kimejaa.
(Mukajanga)
Ai nostri tempi un buon bevitore di "kangara", specialmente
se aveva una buona nutrizione e se mangiava ogni volta pri-

270

Kiswahili kwa furaha

ma di bere, lo trovavi con il buzzo e con il petto bello pieno.


Maneno mapya

-angamia perire; -angamiza Cs. distruggere


-bari: -jibari Rifl. Ar. isolarsi, ritirarsi, separarsi
-changanya Cs.Rec. (anche] confondere; -changanyikiwa
Pot.Pas. essere confuso

-chukua (anche] passare (del tempo)


hawara 9/10 Ar.am ante,concubina, mantenuta
kangara 9/10 birra di granturco
-nenepa ingrassare, irrobustirsi
nyayo 10 (pl. di wayo/ unyayo 11) pianta del piede; suola;
orma
-pendezesha2Cs. rendere piacevole
-tilifu Ar. distruggere, guastare, sprecare
-tilisha Cs. far mettere; -t. nyayo viatu far risuolare le scarpe

w Traducete
Mke wa tajiri wake Hatibu
H atibu akipatana na w at u w ote kazini. Pa likuwa na a fisa

mmoja aitwae Joe Albuquerque, mkurugenzi msaidizi katika Idara ya Biashara na Viwanda, ndiye aliyekuwa "tajiri" wake.
Faida ya rafiki ni akusaidie wakati wa haj a, Hatibu akisema. Na
Mr. "Abdul-Kuku" a litimiza haja h i yo, kwani kil a H a t ibu akimwendea na shida yake, humsaidia kwa shilingi kumi, ishirini
h ata hamsa wa ishirini - "mpaka mwisho wa mwezi", lakini

inaweza kupita miezi miwili au mitatu asiziulize zile pesa. (...)


Na Hatibu kwa upande wakealifanya kila njia kuj ipendekeza
kwa tajiri wake. Lazima uj ue kula na kipofu,5 mwenyewe aljiieleza.Mara nyingi,wakati Bwana Albuquerque anapokuwa amezongwa na kazi, humtuma Hatibu sokoni akanunue nyama,
L'autore usa l'ortografia propria degli scrittori zanzibariani, per es.-towa oppure
-ang uwa per -roa, -ang ua.
"Signor Albicocco" traduzione suggerita dagli studenti.
hamsa wa ishirini (Ar.) venticinque
kula na kipofu sfruttare qualcuno a sua insaputa(len. mangiare con un cieco).

XIV. Unit

271

mboga na viungo vyote na kupeleka nyumbani. Asubuhi ileHatibu alikwenda sokoni kama kawaida, akanunua vyote viliomo
ndani ya orodha aliyopewa. Pia, kama kawaida alipo fika nyumbani kwa Bwana Albuquerque alimkuta mkewe anakunywa chai
ya asubuhi. Alipokelewa mzigo, tena akakaribishwa chai. Walikuwa peke yao. H a tibu a l i i nua uso a kamtizama Susan Albuquerque, kjiana, mzuri wa sura, nywele zake amezileta nyuma
na kuzifunga fundo. Uso ulikuwa bado umetutumka kwa usingizi, nguo za kulaliazimekunjana kunjana na zinatowa mvuke wa
j asho na manukato ya usiku.

Baada ya muda mchache, ambapo walitizamana tu bila ya


kusema chochote, Hatibu alisema,
Unafi ki ri mumeo anaj ua?
Kitu gani?
Habari yetu.
Sidhani, alisema Susan, huku aktkata kidonge cha siagi na
kukiweka nchani mwa ulimi, Hata hayatampitia akilini. Hutokea wakati nika fanya wasiwasi juu yake, maana hapana kinachomshughulisha ila kazi, Akirudi anakuwa taabani.
Sasa unataka a fanyeje? Hatibu alinyoosha mkono akamgusa Susan shavu. Una bahati, Mimi mke wangu 7h a pati nusu
ya unayopata wewe.
Kweli, alikubali Susan, akaendelea, Lakini anashiba vile
ambavyo mimi huonyeshwa tu. 8
Vipi hivyo?
Mahaba.

Usisikie, Hatibu alisema, Mahaba hayajazi tumbo.


Nawe hatakuzungumza huj ui,unafikiria tumbo lako tu.

Viliomo invece di vilivyomo; un'altra particolarit zanzibarina -tizama pertazama pi avanti.


7
Mimi mke wangu... un anacoluto: costrutto sintattico per cui il primo elemento
appare, rispetto ai successivi, insieme campato in aria e messo in rilievo (Devoto-Oli:
Il dizionario della lingua italiana, 1990).
anashiba vile ambavyo mimi huonyeshwa tu si sazia di ci che a me viene solo
mostrato

Kiswahili kwa furaha

272

Walianguwa kicheko wakacheka, nabaada ya mazungumzo


Hatibu alirukia baiskeli yake kuelekea posta.

(Yahya 1973:55-56)
donge 5/6 pallottola, grumo, massa arrotondata
fundo 5/6 nodo
idara 9/10 Ar. [anche] ufficio governativo
kidonge 7/8 dim. pallina
mahaba 6 Ar. amore
mkurugenzi msaidizi vicedirettore
mvuke 3/4 vapore, evaporazione, essudato
ncha 9/10 punta
-nyo(o)sha Cs. [anche] stendere, allungare
-pendekeza Pot.Cs. rendere amabile; raccomandare, proporre; -jipendekeza Rifl. ingraziarsi
-pokelewa Pas. essere alleggerito /liberato (da un carico )
shavu 5/6 guancia
taabani agg. Ar. indebolito dalla malattia o dalla fatica, stanco morto
-towa = -toa emanare

-tokea Appl. [anche] avvenire, capitare


-tutumka Pot. essere gonfio
-zonga avvolgere, circondare

Verbi servili (compresi i verbi modali)


I verbi servili o ausiliari non hanno alcuna funzione semantica propria, ma piuttosto aggiungono un'informazione grammaticale temporale o aspettuale al verbo principale. Quando non
agiscono come servili, questi verbi hanno invece un significato
proprio.In un senso pi largo questa categoria comprende anche
i verbi modali che conferiscono una sfumatura di significato sottolineando per es. la possibilit di svolgere un'azione.
Formalmente i verbi servili si comportano come i verbi prin9

kuangu(w)a kicheko scoppiare a ridere

XIV. Unit

273

cipali: devono accordarsi con il soggetto e prendere un M.V.; di


solito vengono seguiti da un infinito o da un tema verbale.
-TAKA

Come verbo servile esprime "stare per (fare)" e probabilmente corrisponde al futuro immediato presente in molte lingue bantu.

Mgonjwa huyu anataka kufa.


Il m a l ato sta per morire.
Nilitaka kusahau.
Stavo per dimenticare.
(Naturalmente anche nel suo uso abituale di "volere" -TAKA
un verbo modale.)
-WEZA

Se usato come verbo servile (modale), il suo significato


collegato con l'idea di potenzialit, possibilit o capacit.
Huwezi kutambua sasa.
Non p uoi riconoscerlo adesso.

(Kezilahabi)
Invece nel senso non modale significa "sopraffare, sconfiggere".

Maringo ya bure nimemweza mjinga.


Vanto inutile, l'ho sconfitta, stupida.
(Kezilahabi)
~~ Kujiwezasiusa spesso nel senso di "essere capace di badare
a se stesso, di mantenersi".
Le forme dell'indicativo presente di -wEzA hanno pure un significato idiomatico:

vs.

siwezi, huwezi ecc.


nilikuwa siwezi ecc.
nitakuwa siwezi ecc.
si j a mbo
nilikuwa sijambo

non sto bene, ecc.


non stavo bene, ecc.
non star bene, ecc.

sto bene
stavo bene
-PATA

Implica abilit od opportunit di compiere un'azione; seguito da un infinito o da un tema verbale.

Kaa bwana. Kaa utulie tupate kulizungumza jambo hili kwa


utulivu.
Siediti, signore, siediti e calmati in modo che possiamo discutere questoaffare con calma.
(Topan)

274

Kiswahili kwa furaha

Nilipoanza kufanya kazi nilikuwa nilipata kuonana na Pili.


Quando cominciai a lavorare, ebbi l'occasione di vedermi con
Pili.
(Kezilahabi)
Kabla ya k u maliza k idato ch a s ita, S hangwe alipata
kukorofishana na Husna mara kadhaa.
Prima di terminare la sesta classe, Shangwe ebbe l"occasione
di litigare [guastarsi] diverse volte con Husna. (M ukajanga)
Rosa alichukua koroboi kwa mkono mmoja juu ya kichwa
chake wapate kuona vizuri.
Rosa tenne la lampada con una mano sopra la testa in modo
che potessero vedere bene.
(Kezilahabi)
~~ Al negativo (di solito, ma non esclusivamente, in JA), si pu
tradurre PATA come "mai".

Tokea siku ya kuzaliwa kwangu sijapata kusikia mambo


kama haya.
Da quando sono nato non ho mai sentito una cosa come
questa.
(Topan)
Sababu yenyewe mpaka leo hii sijapata kuielewa vizuri.
Il motivo (stesso) fino a quest'oggi non sono ancora riuscito a
capirlo bene.
(Kezilahabi)
Alikuwa hajapata kumwona baba yake.
Non aveva mai visto suo padre.
(Kezilahabi)
Nami nilijiona mwenye furaha, furaha ambayo nilikuwa
sijapata kuwa nayo.
Anch'io mi sentivo felice, una felicit che non avevo mai
provato prima.
(Kezilahabi)
Niliporudi saa sita kuja kula nilikuta nyumba safi zaidi

kuliko ilivyokuwa zamani. Mimi nilikuwa sijapata kuipiga


deki hata siku moja.
Quando ritornai alle dodici per (venire a) mangiare, trovai la
casa pi pulita di quanto lo fosse nel passato. Io non ci avevo
mai lavato per terra, nemmeno una volta.
(Kezilahabi)
Katika miaka yake yote thelathini na minne, Otley hakuwa
amepata kumpenda mwanamke yeyote kama alivyompenda
Julie.
In tutti i suoi trentaquattro anni Otley non aveva mai amato

una donnacome amava Julie.

(Mukajanga)

275

XIV, Unit

-WAHI

Il suo significato principale "fare in tempo", mentre come


verbo servile ha un significato simile a quello di PATA.

Lakini, kama alitaka, basi hakuwahi, kwani mara mlango


ulifunguliwa na Mwanatenga mwenyewe.
(Abdulla)
Ma se v o leva ( dirglielo), no n f ec e i n t e mp o p erch
all'improvviso la porta fu aperta dalla stessa Mwanatenga.
Hawajawahi kufikakunako kilango cha nyuma cha nyumba
walimwona yule bibi anakuja...
Non fecero in tempo ad arrivare alla porticina posteriore della
casa quandovidero arrivare quella signora.. .
(Abdulla)
Umewahi kutembelea Afrika Mashariki?
Hai mai visitato l'A&ica Orientale?
"Jamila hawezi kufanya hivyo," aliwahi kusema Shehe kwa
dhati ya imani yake juu ya Jamila.
"Jamila non pu farecosi," aveva detto' Shehe con la con-

vinzione della sua fiducia in Jamila.


(Abdulla)
Hakuwa amewahi kumwona mwanamme yeyote akiwa katika uchungu kiasi kile kwa kumkosa yeye.
Non aveva mai visto alcun uomo essere addolorato a tal punto per aver perduto lei.
(Mukajanga)
Nilikuwa sijawahi kuonyeshwa mapendo kama yake.
Non mi si era mai mostrato un amore come quello.

(Mukajanga)
-KAA

Seguito dal verbo principale in ra significa "(re)stare a (fa-

re)".
Hamfanyi kazi ila ya uboi, mkae mkitumwa.
Non fate altro lavoro che di "boy", per stare alle dipendenze

di qualcuno.
(Abdulla)
~~ Ricordate l'espressione idiomatica kaa ukijua "tieni in menIn questo particolare contesto -wahi implica che l'affermazione di Shehe si rivel pi tardi sbagliata.

276

Kiswahili kwa furaha

te":

Basi mswaki si burashi kaa ukijua.


Dunque (per) la pulizia dei denti non (c') (bisogno del)lo
spazzolino tienilo bene in mente.
(Abdulla)
Lakini tukae tukijua kuwa huu ni utangulizi, si tahakiki.
Ma dobbiamo tener presente che questa un'introduzione,
non una recensione.
(S.Chiraghdin, Introduzione a Hussein 1976)
-ELEKEA

Come verbo servilesignifica "sembrare, parere".


Potee alifanya k azi k w a b i di i s a na. D a i ma alielekea
kutochoka.
P otee lavorava con molto i m pegno. Pareva sempre di n o n

essere stanco.
(Mukajanga)
Mama katu haelekei kujali sana jamho hilo.
La mamma non sembra affatto preoccuparsi (molto) per
questa cosa.
(Mukajanga)
Kila nikimtazama niliona kuwa Aziza kaelekea kuwa kinyume na vile nilivyomfikiri.
Ogni volta che l'osservavo notavo che Aziza si r ivelava
l'opposto di come l'avevo immaginata.
(Abdulla)
-SHINDWA

Come verbo servile significa "non riuscire".


Nimeshindwa kujua ninachojua.
Non riesco a sapere ci che so.

(Kezilahabi)

-ZIDI

Come verbo servile si traduce con "di pi" o con un avverbio


preceduto da "pi", o con il verbo "continuare".
nikizidi kuitumia
se li uso pi spesso
(Abdulla)
Tutazidi kuonana.
Continueremo a vederci. Ci rivedremo.
-ENDA

Come verbo servile ha diversi significati.


O> Con i M.v. ME o LI indica che l'azione si sta/stava svolgendo

XIV. Unit

277

nel tempo indicato dal contesto; generalmente seguito da un


infinito (meno spesso da un verbo coniugato) in estensione pas-

siva; questa particolare costruzione non si pu tradurre letteralmente:

Amekwenda kuitwa.
Sono andati a chiamarlo.
Matunda yamekwenda kuletwa.
Sono andati a prendere la frutta.
Akenda akatwaliwa.
Sono andati a prenderlo.
(Kezilahabi)
O~ Quando invece il verbo principale attivo e il verbo servile al
futuro, il significato un futuro prossimo. Questo uso atipico
forse viene dall'inglese (I am going to do):
Nimempata mtu ambaye nitakwenda kumtia mrija.
Ho trovato un uomo che ho intenzione di sfruttare [lett. a cui
metter la cannuccia].
(Liwenga)
Mimi sijui, alijibu Dalia.
Basi nenda, huko huko utakwenda kujua.
Io non so, rispose Dalia.
Allora vai, li sul posto lo saprai.
(Liwenga)
Os Con la particella relativa -Po suffissata e con o senza il
class.sogg. (endapo, nendapo, wendapo ecc.), seguito da un
verbo finito, significa "se per caso", "se dovesse succedere che".
Nendapo nikifa,utafanya hivyo.
Se io dovessi morire, farai cosi.
Endapo tutakwenda na kurudi salama uwe na hakika shilingi mia tatu zitarudi.
Se (per caso) andremo e torneremo sani e salvi, sii certa che i

trecento scellini ritorneranno.


(Liwenga)
Ili kuepukana na hayo, kamati imependekeza kuwa hawa
watu ni lazima wafuatane na vyombo viwili vya serikali vya
kuwakinga endapo matatizo yatatokea huko vijijini.
Per evitare ci, il comitato ha proposto che queste persone
debbano essereseguite da due mezzi del governo per proteggerle caso mai ci fossero problemi nei villaggi. (Liwenga)
04 Huenda seguito da ikawa o dai verbi in KA o ME esprime
"pu darsi, forse".

278

Kiswahili kwa furaha

Viti vingi ukivikalia bila ya hadhari huwenda ukajikuta chini.


Molte sedie (sono tali che) se ti ci siedi senza far attenzione,

forse ti troverai per terra.

(Abdulla)

Os Un uso tipicamente zanzibarino si riferisce ai sentimenti, emozioni e simili; in questo caso la persona indicata dal prefis-

so ogg.
Ufidhuli ulimwenda. Era pieno di arroganza.
Utukutu wa kitoto unamwenda.
Si sente pervaso da esuberanza infantile.

(Mohamed)
(Mohamed)

-JA

Come verbo servileindica un'azione che si deve svolgere in


un determinato momento in un futuro pi o meno lontano.
Hivi makochi utanunua lini?
Usijali, nitakuja yanunua.
(Cosi) le poltrone, quando le comprerai?
Non preoccuparti,
prima o poi le comprer.
(Ng'ombo)
Sijui kama kweli nitakuja kuoa.
Non so se davvero (una volta) mi sposer.
(Mukajanga)
Nakwambia, Mkongwe, halafu utakuja kujuta na kama unavyojua, majuto ni mjukuu. Inakupasa ufikiri vizuri kwani
halafu utakuja taka kurejea na Bwana hatokubali tena.
Ti dico, Mkongwe, poi ti pentirai e come sai, il pentimento
arriva sempre trroppo tardi [lett. il nipotino]. Devi riflettere
bene perch dopo (verr il momento che) vorrai ritornare e il

padrone non acconsentir pi.


(Shafi)
Na kama mimi mwongo wewe utakuja niuliza.
(Liwenga)
E se io sono bugiardo, tu (prirna o poi) me lo chiederai.
~~ Raro l'uso del KU3A servile in altri tempi o modi (oltre al futuro).
Wauaji hawaoni, anakuja kumwona aliyetakiwa kuuliwa.
Gli assassini non li trova, (invece) trova (per caso) chi doveva
essere ucciso.
(Abdulla)
Sasa mna vituhumu, tena vya thamani. Tumeondoka tukaviacha vikaja vikiibiwa jee, juu ya nani?

XIV, Unith

279

Ora dentro vi sono delle cose, e in pi preziose. Ce ne siamo


andate e le abbiamo lasciate e se (per caso) fossero state
rubate,chi ne sarebbe responsabile?
(Abdulla)
Yeye husema mradi msichana asome aje aweze kuyatunza
hayo matotoyasiyokuwa na mpango.
Ella dice, purch la ragazza studi per poter allevare i figli"
non programmati.
(Mukajanga)
Na kila walipokuja kugundua walikuwa wameshachelewa.
E ogni volta che lo scoprivano era gi troppo tardi.

(Mukajanga)
Cl Da questo uso, piuttosto atipico, solo un passo a considerare -JA all'affermativo come un M . V . , analogamente con -SHA.
Bisogna dire che forme come queste, usate da pochissimi scrit-

tori, non hanno ancora trovato posto nelle grammatiche.

Akija tazama, pesa alizo nazo zimekwisha.


Quando controlla, i soldi che aveva sono finiti.
(Kibao)
Kitu cha watu wengi huwezi kukiwekea akili yako yote, nimejagundua.
Su una cosa(che riguarda) molta gente non puoi concentrare
tutta la tua mente, l'ho (gi) scoperto.
(Mukajanga)
Wao walimfuata ili awasaidie kumbe wajakuta mambo tofauti na fikra zao.
Essi lo seguirono affinch li aiutasse, invece trovarono le cose diverse da quel che pensavano.
(Kibao)
Baada ya siku nikajagundua kuwa ile lugha chafu aliyotapika si ya mlevi tu.
(Moshiro)
Dopo qualche giorno venni a sapere che quel linguaggio scurrile che usava [vomitava] non era solo quello di un ubriaco.
Siku zinavyopita mtu unayazoea hasa ukijapata kuwa hata
wale wakubwa wako kwenye afisi
mazungumzo ni yale yale.
Come passano i giorni, uno ci si abitua, specie quando viene
a sapere [trova] che perfino i suoi capi in ufficio fanno gli
stessi discorsi.
(Moshiro)

Il

I figli sono messi nella cl.6 nel senso spregiativo.

280

Kiswahili kwa furaha

2 Anche in questi casi l'origine di -JA come verbo servile fortemente sentita, altrimenti non vi potrebbero essere forme come

la seguente:

Kisha nilivyojaambiwa, walikuwa kazini. (Moshiro)


Inoltre, come mi era stato detto, erano al lavoro.

Infatti, dopo la particella relativa non vi pu essere un altro


M.v., ma solo il tema verbale (o un eventuale class.ogg.). Tuttavia non si tratta nemmeno pi di un verbo servile perch manca
il morfema KU dei verbi monosillabici.
La forma negativa di KUJA (di solito il congiuntivo neg.), seguita da un verbo in KA consecutivo, ha il significato "per non,

affinch non" (Ingl. lest).


CINota storica: H verbo KUJA con lo stesso significato di un
momento da raggiungere o da non raggiungere alla base dei
M.V. JA neg., 3AVO e 3E (cfr. sotto).

Hebu niondoke nisije nikaona nisiyopaswa kuyaona, na kusikia nisiyostahili kuyasikia.


Fammi andarvia affinch non veda ci che non devo vedere
e non senta ci che non merito di sentire.
(Mulokozi)
Yeye ndiye alikuwa akiniongoza ili nisije nikavunja desturi
fulani fulani nikalipishwa bure.
Era lui a guidarmi affinch io non infrangessi [corressi il rischio di infrangere] determinate usanze e non dovessi pagare
inutilmente.
(Kezilahabi)
Mambo haya nimekwambia kwa sababu ninataka ufahamu
ili baadaye usije ukajuta.
Queste cose te le ho dette perch voglio che tu le sappia, affinch dopo tu non abbia a pentirtene.
(Yahya)
Afadhali wende zako Ulaya, usije ukafia huku porini, au
pengine ukatafunwa na chui.
(Yahya)
Meglio che te ne vada in Europa, affinch tu non muoia nella
steppa, o tante volte tu non venga sbranato da un leopardo.

Nami nilikwenda ili wasije wakanishuku.


Anch'io andai affinch non mi sospettassero.
(Kezilahabi)
Mara chache chache Tumaini akimkanya kuwa aangaliemi-

XIV. Unit

281

chezo isije ikamharibia masomo.


Raramente Tumaini la avvertiva di stare attenta affinch lo

sport non le nuocesse allo studio.


(Mukajanga)
Seyyid Ahmad alikuwa hatoki chumbani kwake, la usiku
wala mchana, kwa hofu hiyo hiyo asije akaonekana na mtu
anayemjua.
Seyyid Ahmad non usciva dalla sua stanza, n di notte n di
giorno, sempre per la stessa paura di (non) essere visto da
qualcuno che lo conosceva.
(Abdulla)
~~ Anzich la forma composta si pu usare il M.V. composto
SIJE:

Miguu yake isiyokuwa na nguvu ikihimizwa na akili yake ifanye haraka imtoe katika eneo la z ahanati, isijetokea
mganga kubadili mawazo na kuamua kumlazimisha Shan-

gwe kulala.
Le sue gambe senza forza erano sollecitate dalla sua mente di
fare in fretta a toglierla dall'area del dispensario, prima che il
medico cambiasse l'idea e decidesse di costringere Shangwe
a ricoverarsi.
(Mukajanga)
Alikuwa msichana mwoga na aliogopa kusijekuwa na afande
karibu akawa ameyasikiamaneno ya Shangwe. (Mukajanga)
Era una ragazzapaurosa e temeva che ci fosse un sottoufficiale nelle vicinanze e sentisse le parole di Shangwe.
Kila barua aliyoipokea toka kwa mama au Tumaini ilimwasa jambo moja kusoma kwa bidii na asije kuwa na moyo
wa "kaka mkubwa".
Ogni lettera che riceveva dalla mamma o da Tumaini raccomandava una cosa di studiare con impegno e di non avere
l'animo del fratello maggiore.
(Mukaj anga)
Maneno mapya
bidii 9/10 Ar. sforzo, impegno, energia
b(u)rashi 9/10 Ing. spazzola, spazzolino
chombo 7/8 [anche] mezzo, strumento
chui 9/10 leopardo
desturi 9/10 Ar. costume, uso, usanza
eneo 5/6 area, estensione

282

Kiswahi li kwa furaha

fikra 9/10 Ar. pensiero, idea


hadhari 9/10 Ar. attenzione, cautela, prudenza

-juta rimpiangere
katu avv. non affatto, giammai

koroboi, karabai 5/6 Ar. lampada ad olio o a gas


-korofisha Cs. mandare alla rovina, guastare
-kosa [anche] perdere, mancare
maringo 6 vanto, ostentazione
moyo 3/4 (anchej animo; coraggio
mradi cong. Ar. quindi, perci; purch
mrija 3/4 canna, cannuccia;fig. sfruttamento
mswaki 3/4 Ar. ramoscello usato come spazzolino da denti
mwoga 1/2 codardo, vigliacco
mwongo 1/2 bugiardo
-paswa Pas. dovere
pendo S/6 amore
-tafuna masticare, mordere; sbranare
tahakiki 9/10 Ar. recensione

-tumwa Pas. essere in servizio, essere impiegato (alle dipendenze di)


utangulizi 14 introduzione, prefazione
-(w)asaAr. proibire,avvertire,raccomandare
zahanati 9/10 Ar. ambulatorio, dispensario

~ Traducete:
Otley na Julie
Otley Mavibu na Julie Masuli walitoka kijiji kimoja. Ewa
kweli, wazazi wao walikuwa majirani tena marafiki.
Otley alikuwa na mdogo wake wa kike aliyeitwa Lau, ambaye
udogoni alisoma na Julie katika shule ya msingi, nao walikuwa
rika moja na mashoga wakubwa.
Kutokana na ura fiki wa wazazi na ushoga wa Julie na Lau,
Julie alikuwa akimwita Otley 'kaka Otley', na akimchukulia hivyo kwa kila hali, n ae Otley alikuwa akimwona Julie kama bi
mdogo na shoga wa mdogo wake Lau, nayo yaliishiahapo.
Basi ikatokea mwaka fulani mzee Masuli akafiwa na wanae

XIV. Unit

283

watatu m fululizo katika kipindi cha miezi kumi tu, Ndipo mzee
Masuli na mkewe walipoamua kuhama kjiijini hapo mara moj a,
wakiwa wamebakiwa na mtoto mmoja tu Julie, nae wakafi huo
y u hoi bi n t a a ban, kashikwa homa n a k u tapika. Wakati h u u
O tley alikuwa a kisoma sekondari, n a a l i k uw a l i kzzo kijij i n i .
A likuwa n a u m r i w a m i a k a i s h i r in i h i vi , n a J u l i e n a L a u
walikuwa na umri wa miaka kumi.

Mzee Masuli na familia yake wakahama. Julie na Otley


hawakutiana jichoni tena hadi baada ya karibu miaka kumi na
minne, walipokutana tenajij ini Dar es Salaam.

Lau ndiye aliyewakutanisha, alipompeleka Julie kwa Otley.


Ilikuwa jioni moja, O tley akiwa kajilaza kitandani akisoma

gazeti baada ya kutoka kazini, alipomsikia mfanyakazi wake


akimwita. Otley aliinuka kitandani kivivu na kutumbukiza miguu

yake katika kandambili akipiga mwayo. Alipoufungua mlango


wa chumba akaisikia sauti ya mdogo wake wa kike akizungumza
na Peter, m fanyakazi wake.
Peter, wageni niliokwambia hawastahili kunikatizia usingizi
wangu ni kama huyo Lau. Au hukunielewa? ali
foka kwa mzaha
wake wa kawaida.
L akinz', alipoingia sebuleni, O tley a l i mkuta La u k a keti n a

msichana mwingine. Pale pale yule msichana mgeni aliinuka


toka kitini na kumwamkia Otley Shikamoo kaka Otley!
O tley aliduwaa. Alji a r ibu k umwitikia m sichana lakini k w a

muda akajikuta hata neno marahaba kalisahau. Akilini, alikuwa


akjtiuliza kama alikuwa amewahi kukutana na msichana yule
aliyekuwa akitabasamu na kumnyooshea mkono; na tena
alikuwa akjiiuliza ni vipi mwanadamu angeweza kuzaa kiumbe

mzuri vile.
Pale pale kabla hata haj amwi tikia Julie na kuketi chini, Otley
aljiikuta tayari akitamani il e
Otley".

" k aka O tley" i n g ekuwa " mpenzi

(Mukajanga 1983:5-6)
hoi agg. Per. malridotto, malandato, in cattivo stato; hoi bin
taaban in fin di vita

284

Kiswahili kwa furaha

kandambili 9/10 ciabatta di gomma


msingi 3/4 fondamenta, base; shule ya m. scuola elementare
mwanadamu l/2 essere umano

sekondarilng.:shuleya s.scuola seconaria


ushoga 14 amicizia tra donne
-vivu agg. pigro

Il modo concessivo:JAPO e NGA


Entrambi i M.v. significano "sebbene, bench, nonostante" e

simili. Usati ormai quasi esclusivamente nella forma impersonale del verbo KUWA, hanno dato luogo alle congiunzioni ingawa

e japo/ijapo(kuwa); dopo NGA non occorre il morfema KU nei


verbi monosillabici, dopo JAPO si.
Nitajaribu kukusaidia, ingawa kukusaidia kwangu kutanitia
hatarini.
Cercher di aiutarti, anche se il fatto di aiutarti [il mio aiutarti] mi metter in pericolo.
(Mohamed)
Hakujionyesha kwao, japo alijua kuonekana kwake tu kungetosha kuuvunja mkutaniko mzima na kuiharibu mipango
yoyote iliyokusudiwa.
(Mukajanga)
Non si fece vedere a loro, sebbene sapesse che il solo (fatto
di) essere vista sarebbe bastato per interrompere l'intero incontro e rovinare qualsiasi progetto avessero in mente.
Cl Nota storica: Originariamente nel caso di NGA si tratta della
concessione reale, invece nel caso di JAPO della concessione ipotetica, quindi per essere precisi ingawa bisognerebbe tradurlo
con "anche se" (seguito da un indicativo) e ijapo(kuwa) con
"bench" (seguito da un congiuntivo). In swahili il verbo in
entrambi i casi all'indicativo e comunque gli autori moderni non
fanno queste distinzioni.

Soprattutto nei testi classici e nei proverbi (ma non solo) i


M.V. NGA e JAPO si trovano inseriti nei verbi.

XIV, Unil

Kipya kinyemi kingawa kidonda.

285

(Methali)

Ogni cosa nuova gradita, anche se una piaga. (Proverbio)


Angenda juu, hafikilii mbinguni.
(Methali)
Anche se va in alto, non arriva in cielo.

Msafiri maskini ajapokuwa mfalme.


(Methali)
Il viaggiatore povero anche se fosse un re.
Ajaposhikwa mafungo huenda tena.
(Usemi)
Bench lo prendano per i vestiti [bottoni, chiusura], (ci) va di
nuovo.
(Detto)
Nijapokuwa mtumwa ni radhi kufa kuliko kuwa chombo
cha adui.
Sebbene io sia uno schiavo, sono disposto a morire piuttosto
che essere uno strumento del nemico.
(Mulokozi)
Hata mimi nijapokuwa mjomba wako, haifai kunibukulia
kila kitu.
Anche a me, sebbene sia tuo zio,non ticonviene spifferare
ogni cosa.
(Walibora)

L'aspetto persistente NGALI

Esprime l'idea di rimanere in una situazione (azione o stato)


che avr fine pi tardi. composto dal class.sog., dal M.V. NGA
(uguale al M.v. concessivo) e dal tema -u dell'arcaico verbo "essere".
~~ Non va confuso con il M.V. NGAu del condizionale.

tangu tungali watoto...


da quando eravamo bambini
Niliona heri ningekufa ningali mtoto.
(Kezilahabi)
Pensavo che sarebbe stato meglio se fossi morto da piccolo.
Mama mawazo yake ni kuwa ungali safarini.
La mamma pensa chetu sia ancora in viaggio. (Liwenga)
Akatambua kwamba matokeo ya mafanikio yake ni yeye
kupelekwa kuzimu kungali asubuhi.
(Keto)
Capi che il r i sultato dei suoi sforzi sar di essere mandato

all'altro mondo ancora in mattinata [la mattina stessa].


~~ 11 class.sog. della cl.l (la terza persona) pu essere vu- o A-:
Askari wote wamekwisha kimbia kutoka ngomeni. Tumeba-

286

Kiswahiii kwa furaha

kia sisi tu hapa. Nilitaka kuwafuata, lakini nikakumbuka


kuwa mutwa wangu yungalingomeni, ndipo nikaja kukupasheni habari.
Tutti i soldati sono gi scappati dal forte. Siamo rimasti solo
noi qui. Volevo seguirli, ma mi sono ricordato che il mio capo ancora nelforte, ed ecco che sono venuto a darvi la noti-

zia.
(Mulokozi)
Bora tumpeleke hospitalini, homa angali nayo?
(Mdoe)
meglio portarlo all'ospedale, la febbre ce l'ha ancora?
~~ Vi si pu suffissare la particella locativa.
Na hatajali kila wakati kuhakikisha kama ungaliko au vipi.
E non si preoccuper ogni momento di verificare se ci sei ancora o no.
(Komanya)
Mabibi waliingia na kutoka, yeye yungalimo.
(Suleiman)
Signore entravano e uscivano, (ma) ella era ancora dentro.
Raramente-NGALI viene rafforzato con bado.
Angalia basi, bado ungali moto (=wali).
Stai dunque attenta, (il riso) ancora bollente.
(Mkangi)
Quando c' bisogno di specificare il tempo e il modo, si ricorre
all'ausiliare vtiwA.

Kati ya wale waliokuwa wangali macho ni Mkuu wa Usalama.


Tra coloro che erano ancora svegli era il capo della Sicurez-

za.

(Komanya)

Hata magari yalipokuwa yangali umbali wa maili nyingi...


Perfinoquando le macchine erano ancora lontane molte mi-

glia...

(Komanya)

Sote tulikuwa tungali kama bendera tukifuata upepo una-

kopiga.
Tuttieravamo ancora come una bandiera seguendo (dove soffia) il vento.
(Mkangi)
Hatua hii itafanya mtoto apate huduma kama atakuwa yungali hai.
Questo provvedimento [passo] far si che il bimbo riceva
l'assistenza se sar ancora vivo.
(Rutayisingwa)
-NGALI pu essere preceduto dal M.v. KI.

XIV. Unit

287

Mvumo huo ukamkumbusha siku zake za ujana, akiwa


Burma, vitani, musuli yake ambayo sasa imeanza kuchoka
na kuzeeka ikingalikakamavu na yenye nguvu sana muda
huo.
Quel mormorio gli ricordava i giorni della sua giovinezza
quando era a Burma, in guerra; i suoi muscoli che adesso avevano cominciato a stancarsi e ad invecchiare erano robusti

e molto forti a quel tempo.


(Mukajanga)
Watu walijaa, wakubwa kwa wadogo, wake kwa waume, na
wengi wao wamevalia kinadhifu, wengine wakielekea makanisani, na wengine wakitoka tu kuwahi furaha na starehe ya
Jumapili kukingali mapema.
C'era pieno di gente, grandi e piccoli, donne e uomini, e molti
erano vestiti a festa [in modo pulito], alcuni erano diretti nelle
chiese, e altri erano usciti solo per raggiungere la gioia e il
divertimento domenicale finch era ancora presto.

(Mukajanga)
Lo stesso -NGALI pu essere usato come verbo servile, seguito da un altro verbo finito (in NA, KI o ME ).

Hakuweza kuona mtu, ingawa kelele zingali zikiendelea mle


ndani.
Non pot vedere nessuno, sebbene il rumore continuasse li
dentro.
(Komanya)
Majumba ya starehe huwa yangali yamefunguliwa. (Komanya)
I luoghi di divertimento di solito sono/erano ancora aperti.
Mara moja akingali anaona, alijikuta ameilalia ile maiti na
mara akafahamu kwamba anakufa.
(Komanya)
All'improvviso, mentre ancora ci vedeva, si ritrov steso sopra quelcadavere e capi subito che stava morendo.
Wananchi hawa walipokuwa wamekwisha kula, wakingali
wakipumzika kidogo wakinywa vibuyu vya pombe.
Quando questi cittadini finirono di mangiare, si stavano riposando un po' bevendo zucche di birra.
(Komanya)
Alikuwa angali anapika vyakula vyake.
Stava ancora cucinando i suoi cibi.
(Mkangi)

288

Kiswahili kwa furaha

Maneno mapya
bendera 9/10 Port. bandiera

-bukua svelare(un segreto), spifferare


fanikio 5/6 (us. al pl..) successo, riuscita
huduma 9/10 Ar. assistenza, servizio
-kakamavu agg. forte, indurito
kidonda 7/8 piaga
kinyemi 7/8 cosa buona/gradita/piacevole
kuzimu 9/10 l'aldil
mkutaniko 3/4 incontro
mvumo 3/4 mormorio, rombo
ujana 14 giovinezza
usemi 11/10 detto, modo di dire
-zeeka Pot. invecchiare

~ Tr aducete:
Said Ahmed Mohamed:
12
Ewe sarahangi
l3
Ewe sarahangi, k i z i ndukana ,
sikia,
chombo chaenda mrama
M anahodha wengi,
wana z o zana ,
p ania ,
bado kungali mapema
Na upepo mwingi,
t unagongana,
ba li a14
gharika inanguruma
manahodha wengi, c h o mbo chaenda mrama.

(5ikate tamaa, 1980:2)


gharika 9/10 Ar. burrasca, diluvio, inondazione
mrama 3/4 Ar. rullio e beccheggio: alla deriva
-nguruma rombare, ruggire ecc.
-pania rimboccare/si (gli abiti, le maniche ecc.)
sarahangi 5/6 Ind.Pers. nostromo, capo della ciurma
Notate la struttura elaborata della poesia con ben tre rime interne.

" (i)kiz(ndukanase ti svegli > svegliati


balia per balaa sventura

XIV. Unit

289

-zinduka(na) svegliarsi all'improvviso


-zoza litigare, bisticciare

La funzione del verbo "dovere"


Il verbo "dovere" si rende generalmente con i verbi
-bidi
esser e d'obbligo, essere costretti
-lzimu
ess ere necessario/obbligatorio
-pasa
esse r e conveniente/doveroso
in forma impersonale; il soggetto logico si esprime con il
class.ogg. Il verbo principale al congiuntivo o all'infinito; con
il congiuntivo, che molto pi frequente, il class.ogg. nel verbo
"dovere" facoltativo.
Itabidi kesho ufike stesheni ya polisi.
Domani dovrai venire alla stazione di polizia.
(Abdulla)
Itambidi aongeze sauti kama kweli anataka mdogo wake
aamke.
D ovr alzare
la voce se davvero vuole che suo fratello si svegll.
(Mukajanga)
Ilimbidi akae nje kwani hakuwa na funguo za kufungua aingie ndani.
Dovette stare fuori perch non aveva le chiavi per aprire e
[/in modo da] entrare dentro.
(Liwenga)
Kwa kuwa ilikuwa vita vya dunia, nao ilibidi wakapigane.
Poich era una guerra mondiale, anch'essi dovevano combat-

tere.
(Mukajanga)
Sasa mimi inanilazimu nirekebishe mambo.
Adesso io devo correggere le cose.
(Topan)
Rais atatembelea wilaya yangu. Sijui kama nitafanikiwa
kumkaribisha ipasavyo.
Il presidente visiter la mia provincia. Non so se riuscir ad
accoglierlo come si deve.
(Liwenga)
Hakuna ambaye alitimiza wajibu wake kama ipasavyo.
Non c' nessuno che abbia compiuto il suo dovere come si

deve.
(Liwenga)
YVateja huwa ni wengi mno, hivyo kila karani ilimpasa ao-

290

Kiswahili kwa furaha

nekane nadhifu.
I clienti erano di solito tantissimi, perci ogni impiegato do-

veva apparire in ordine.


(Mdoe)
Mlo wa jioni ya hiyo siku ya tatu, Shangwe alikula ilivyopasa, akashiba.
Il pasto serale del terzo giorno Shangwe (lo) mangi come si
doveva, e si sazi.
(Mukajanga)
~~ 11 verbo "dovere" si pu accordare con il soggetto logico solo
in estensione passiva o potenziale.
Mke wangu aliugua ghafla na nilipaswa kumpeleka hospitali.
Mia moglie si ammal all'improvviso e dovetti portarla
all'ospedale.
(Kezilahabi)
Wagonjwa wote ambao walipaswa kuhudumiwa naye ilibidi
wahudumiwe na madaktari wengine.
(Rutayisingwa)
Tutti i malati che dovevano [avrebbero dovutoj essere assistiti da lui dovettero essere assistiti da altri medici.
L a d i s tinzione c h e i n it a l i an o s i es p r i m e c o n l ' u s o

dell'imperfetto e del passato remoto, designa in realt due significati che non solo in swahili, ma anche in alcune lingue europee
si rendono con due verbi diversi (per es. in tedesco sollen e mus-

sen).
Yatake yasitake (maji) yalipaswa kuteremka.
Uolente o nolente (l'acqua) doveva scendere.
(Kezilahabi)
Nao kuruta waliishi, hofu ikiwainamisha wakubali kila waliloamriwa, wakiyasikiliza mahubiri yaliyowaaminisha kuwa
hilo ndiyo jeshi, kuwa jeshi ndivyo lipaswavyo kuwa.

E le reclute vivevano, la paura le schiacciava in modo che accettassero ogni cosa che veniva loro ordinata, ascoltando i discorsiche facevano loro credere che questo era appunto
l'esercito, che l'esercito doveva essere cosi.
(Mukajanga)
Tumelazimika kumpa uhamisho Timo kwenda Mbeya.
Siamo stati costretti a trasferire Timo a Mbeya.

(Mdoe)

Un altro modo di esprimere il verbo "dovere" con i N.i. lazima e sharti ("necessit, obbligo"), seguiti da un congiuntivo.

Lakini lazima nikukumbushe kwamba shilingi zako karibu

XIV. Unit

291

zitakwisha.
(Kezilahabi)
Ma devo ricordarti che i tuoi scellini stanno per finire.
Kila tarehe kumi na sita ya mwezi, wao ilikuwa lazima
watoroke kwenda kutazama filamu za bure zilizotayarishwa
na makampuni ya biashara.
Il giorno sedici di ogni mese essi dovevano scappare per
andare a guardare i film gratuiti che venivano offerti dalle
compagnie commerciali.
(Mukajanga)
Ukitaka kula sharti ukubali kuliwa.
(Mohamed)
Se vuoi mangiare devi accettare di essere mangiato.
Infine budi "scampo, alternativa" si usa con il negativo del
verbo KUwA NA per esprimere "non ho scampo, i nevitabile
ecc.".

"Hicho chakula," Aziza alianza kueleza, "ndio sina budi


nacho tu; lazima tupokee kibivu, maadam mume wangu
havumbui kibichi."
"Questo cibo," cominci a spiegare Aziza, "proprio non ne
posso fare a meno; dobbiamo accettarlo cotto, dato che mio

marito non lo procura crudo."


(Abdulla)
Hata hivyohakuwa na budi kusonga mbele.
Ciononostante non pot evitare di andare avanti. (Mohamed)
Lakini Mwajina aliona lisilo budi, halina budi kutokea.
Ma Mwajina pens che ci che non si pu evitare, succeder
per forza.
(Mohamed)
Maneno mapya
-amriwa Pas.essere comandato
-fanikia riuscir bene; -fanikiwa Pa s. ottenere un buon
successo
filamu 9/10 Ing. film
hubiri 5/6 Ar. sermone, predica
-hudumu Ar. assistere, servire

kampuni 5/6 Ing. societ, compagnia


maadam cong. Ar.
dato che, qualora,poich
mlo 3/4 pasto
-rekebisha Cs. sistemare, mettere a posto, correggere

292

Kiswahili kwa furaha

-ugua ammalarsi
uhamisho 14 trasferimento
-vumbua scoprire, esplorare

~ Traducete:

Kuhamia kjijii cha uj amaa


Nafikiri mmesikia kwenye redio karibu kila wakati watangazaji wanaimba kuwa watu waishi katika vjiji i vya ujamaa au

vya kudumu. Nasi tumefika hapa leo kutekeleza hilo tamko ambalo katika wi laya yetu nyinyi w a nanchi ml i lipuuzia. Hakuna
ambaye alitakakuhama au kujiunga na kijj
ii cha uj amaa.
Sehemu za kwenda zimechaguliwa tayari, nyinyi mnahamia
Magingo (...) kwani ni karibu zaidi, na kuhama kwenyewe ni leo

hii. (...) Sehemu ambazo tumechagua ni zile ambazo zina ardhi


ya kutoshakwa watu pamoj a na wanyama na tena pana maji ya
kutosha kwa wote. Hivi ndivyo vitu vya msingi. Mambo mengine
ambayo yanaweza kutengenezwa na binadamu yatafuata huko-

huko. Hayo ma~bo ni kama vile shule, hospitali na maji ya


bomba. Tena ili kijiji kiweze kuitwa kijjii lazima kisipungue familia mia mbili hamsini.
Sikuja hapa kubishana nanyi ilakuwaambia mhame. Kwa
hiyo nawapeni muda wa maswali mawili au matatu kama yapo.

Lakinikuhama ni lazima. Hakuna wa kupinga.


Alipomaliza hayo alikaa chini na mara kj iana apata umri wa
miaka ishirini na mi tano hivi I5 alinyoosha mkono. Aliruhusiwa
kusema.

Ndugu waheshimiwa, mawazo ambayo yamelolewa ni sawa


nasi tunayakiri. Si fa ambazo kila kijiji lazima kiwe nazo naona
kama hapa N d eta a mbapo p a navunjwa 16 zipo. Nafikiri watu
ambao tumeoa tupo zaidi ya mia tatu na hamsini. Ardhi ipo ya
kutosha sana. Hatuhitaji kutoka nj e ya eneo letu kwenda kulima.

Zaidi ya hayo ni kuwa hapa serikali ilikwisha tuletea maji ya


bomba, ndiyo tunayotumia, zahanati na shule mpaka darasa la
15

l6

kijana apata umri wa miaka ishirini na mirano hivi un giovane di circa 25 anni
ambapo panavunjwa che sar demolito

XIV. Unit

293

17

saba vipo . K i t u ambacho mimi naona ni muhimu ni utuambie


tuanze kufanya kazi kwa pamoj a na kama tumesongana mno tupanue. Huko Magingo utupelekako maji niya taabu sana. Akina
mama inawabidi wasa firi. Tena sehemu ya kulima ni ya taabu
pla. >>

Hayo ni mawazo mazuri, aljiibu Bosi. Lakini sharti ujue


kuwa hivi vitu ambavyo serikali imeleta hapa, inaweza kuvibomoa tena bila wasiwasi. (...) Magingo pamechaguliwa kwa sababu ni ka ribu na b a rabara kubwa. Ni r a hisi vi ongozi kuwatembelea. (...) Kuhusu sehemu ya kulima, wote mtakuja kulima
huku. Mtagawana upya hilieneo.
Mzee wa miaka kama a r obaini a l i simama na k u toa shida
ambazo zinaweza kuwakabili.
Ndugu viongozi wa wi l aya, kuhama ni l azima kama mnavyosema, nasi tunakabili bila ubishi wowote isipokuwa siyo sasa
hivi. Tungeomba tuhame mwakani 18 w a k a ti wa kiangazi kwa sababu wakati huu ni wa mvua na watu wanajishughulisha na uLimaji ili waepukane na balaa la njaa. Kama tukishikilia kuhama mwaka huu tena wakati huu wa masika, njaa itaingia tu 19

(...)

Jambo lingine ni kuwa sasa hivi hakuna nyasi ambazo zitatumika kwa kuezekea mapaa na hela za kununua mabati hatuna.
Kwa hiyo ombi langu ni kuwa iwe mwakani baada ya kupata vi-

faa hivyo.
Kujibu ombi lako nikuwa, kuhusu nyasi za kuezekea, hama

na paa lanyumba yako ya sasa. Na kuhusu ulimaji,kaj enge kibanda cha haraka cha kufikia il i u w eze kuendelea na ki limo.
Nyumba kubwa utajenga hapo mwakani.

Bosi alipomaliza kujibu swali hilo aliona mikono inazidi tu.


Alisimama na k usema, M im i s ikuja h ap a k uj adi liana nanyi.
Sasa hivinawatuma askari waanze kuwahamisha kwa kubomoa
milango ya nyumba zenu halafu mhamie Magingo ambako mtakikuta kikosi cha upimaji. Kila mtu atapewa eneo lake ambapo
17

zahanali na shule... vipo pi soggetti in classi differenti si accordano nella cl.g

(cfr. XV.Unit)
" mwakani fra un anno, entro un anno, l'anno prossimo
tu senz'altro

294

Kiswahi li kwa furaha

ndipo atakapoweka mizigoyake. Uj enzi uanze mara moj a,


.

(Liwenga 1981:169-172)
-bisha opporsi, resistere, discutere
-dumu Ar. durare; -akudumu permanente, duraturo

haraka: -a h. provvisorio
hela 9/10 Ted. soldi (usato solo sul continente tanzano )

hukohuko sul posto


ila conj. Ar.ma solo
kiangazi 7/8 stagione calda e secca
kikosi 7/8 squadra
kilimo 7/8 coltivazione, agricoltura
-kiri Ar. ammettere, concedere, riconoscere
kuhama 15 trasloco, trasferimento
masika 6 stagione delle grandi piogge
mtangazaji 1/2 annunciatore
ombi 5/6 richiesta
-panua allargare, dilatare
-pinga opporsi, ostacolare, contraddire
-pungua aver meno di

-pu(u)za non apprezzare, non dar peso a, ignorare

-safiri Ar. [anche] spostarsi


sawa avv. Ar. giusto
sifa 9/10 Ar. [anche] requisito
-songana Rec. affollarsi, sospingersi, essere affollati/stretti/
ammucchiati
tamko 5/6 dichiarazione, discorso, esposizione
-tekeleza Cs. eseguire, compiere, mettere in pratica, attuare

ulimaji 14 coltivazione
upimaji 14 misurazione, pesatura
upya avv. di nuovo

Ideofoni. Comparazione. Verbi di divieto, impedimento e diniego. L'uso affermativo della particella SI. La particella invariabile NDIO/ SIO. Note supplementari sul v erbo KUWA. Note

supplementari sul congiuntivo. La concordanza dei N.I. appartenenti a classi diverse. Nota su)1'intonazione. Ordine delle parole. Estensioni verbali AM, AT, A, P. Derivazione verba1e.

Ideofoni
Ideofoni, caratteristici per le lingue bantu, sono suoni collegati con una determinata idea, ma non necessariamente onoma-

topeici. Sono piuttosto frequenti nella narrazione, aggiungendo


vivacit ed espressivit al testo. Nei dizionari vengono indicati
come avverbi; di solito accompagnano un verbo, raramente un
N.D.

Gli ideofoni tipici sono composti da un tema monosillabico o


disillabico che si pu ripetere due o tre volte.
kochokocho
abbondantemente, in grande quantit
farafara
fino all'orlo
kunukafee/mff
em anare un odore
nauseabondo
kulala/kufa fo(fofo) dormire profondamente; essere morto
stecchito

-eusi tii/ tititi


ner iss i m o, nero come la pece
-eupe pe(e)/ pepepe bianchissimo
Numerosi ideofoni sono onomatopeici:
kuanguka chubwi ca dere in acqua ("plaff ')
kuanguka tifu
cadere sulla sabbia
Molti ideofoni sono ormai lessicalizzati, per es.
chepechepe
umido, bagnato (N.D.)
tipwa(tipwa)
ben fo r m ato, sano (N.D.)
pikipiki
motocicletta (N.I.)
Altri ideofoni sono diventati produttivi come radici verbali, per
es. mwa (di versare liquidi), da cui derivato il verbo -mwaga
(versare).
295

296

Kiswahili kwa furaha

Un processoinverso avviene quando da una radice verbale si


forma un ideofono. Prendiamo per esempio il verbo -dumu (durare). Si pu dire kudumu daima (durare per sempre), ma anche daima dumu (per sempre), usando lo stesso tema come ideofono. Similmente

-kataa katakata
-tulia tuli

rifiutare decisamente

essere completamente calmo/ immobile

Esempi:

Kamba ilifungwa kikiki.


La c o rda era legata stretta.
Walitaka kumwua fo.
Volevano proprio ucciderlo.
(Mohamed)
Alibwagika chini bwa!
Ruzzol per terra, patapunfete!
(Abdulla)
Manywele yalikuwa timtim.
I capelli erano scarmigliati.
(Mohamed)
Akatumia vipaji vyake vyote vya kike kuyalipa mapenzi kochokocho ya Johny.
Adoper tutte le sue doti femminili per ripagare l'amore traboccante di Johny.
(Mukajanga)
Moyo wa msichana ulijaahofu farafara.
Il cuoredella ragazza era colmo di paura.
(Mukajanga)
Nilimwangalia mke wangu aliyekuwa amelala fofofo upande
wa pili wa kitanda.
Guardai mia moglie che dormiva profondamente dall'altra
parte del letto.
(Mdoe)
Mmoja alishika sufuria kuu kuu, jeusi tii kwa masizi.
Una (di loro) prese una vecchia pentola, tutta nera dalla fu-

liggine.
(Abdulla)
Jamila alistaajabu kuona katika gari hili anateremka bibi
mmoja wa kiarabu, mweupe pe, mzuri kwa namna yake.
Jamila si stupi di vedere scendere dalla macchina una signora
araba,bianchissima, bella a suo modo.
(Abdulla)
"Chubwi!" Mambosasa alistuka. Alikuwa ametumbukiza
kiatu katika kidimbwi cha maji.
"Plaff!" M ambosasa sobbalz. Aveva messo la scarpa in una

pozzanghera.

(Kezilahabi)

297

XV. Unit

Tulilumwi, msichana mwali, maji ya kunde, aliyekomaa akaiva tipwatipwa mfano wa tunda bivu ambalo kila alionaye
hudondokwa mate ya tamaa ya kulila.
Tulilumwi, una ragazza adolescente, di pelle bruna, bene sviluppata e maturata al punto giusto come un frutto maturo che

fa venire l'acquolina in bocca dalla voglia di mangiarlo a


.
(Mung'ong'o)
chiunque lo veda.
Chuki iliyoonyeshwa na Minani ni chuki ambayo Elina ataikumbuka daima dumu.
(Rutayisingwa)
L'odio mostrato da Minani tale che Elina lo ricorder per
sempre.
Nilipomaliza alikuwa ameshika tama akitazama sakafuni,
mwili wake tuli.
Quando avevo finito, stava con la guancia posata sulla mano
guardando il pavimento, il corpo immobile.
(Merinyo)
Anaposhikilia pahala, hushikilia ndi ndi ndi.
(Mohamed)
Quando si attacca a una cosa [posto], vi si attacca sul serio.
Leo hivi mtoto atoke tu-tu-tu mpaka London kutafuta
mchumba, tena basi asiwe mtu anayejulikana bali ni jitu tu.
Oggigiorno la figlia deve (prendere e) andare fino a Londra a
cercarsi il fidanzato, e in pi non deve essere un uomo cono-

sciuto, ma qualche estraneo [omone].


(Yahya)
Kwani alifahamu udhaifu wao fedha chekwa chekwa na
ulimi mwepesi.
Perch conosceva il loro punto debole [la loro debolezza] il
denaro in abbondanza e la lingua pronta.
(Mung'ong'o)
Meneja Mkuu alikuwa ametulia tuli kitini nilipoingia ofisini
kwake.
Il dirigente capo stava immobile sulla sedia quando entrai nel
suo ufficio,
(Rutayisingwa)
Bi Tamima alikataa katakata mashauri yote mawili.
Bi Tamima rifiut decisamente entrambi i consigli.

(Mohamed)

298

Kiswahili kwa furaha

Comparazione
Come categoria grammaticale la comparazione in swahili non
e siste, si esprime solo lessicalmente. Riassumiamo qui i m o d i

pi frequenti; gran parte ne abbiamo gi incontrata nei testi.


La comparazione di maggioranza, se non sottintesa, si pu

rendere con alcuni verbi come -pita (sorpassare), -shinda e -zidi


(superare), all'infinito o coniugati.
Amenipita kwa urefu.
pi alto di me.
Sikio halipitii kichwa.
L'orecchio non pi grande che [non supera] la testa.
Gari lako limezidi langu kwa uzuri.
La tua macchina pi bella della mia.
Samaki huyu ni mbichi kushinda yule mwingine.
Questo pesce pi fresco di quell'altro.
Wawili wenye shauri moja washinda wanane wenye kubi-

shana.

(Methali)

Due uomini in accordo sono pi forti di otto in disaccordo.


~~ Tuttavia le espressioni pi frequenti nella comparazione sono
kuliko e zaidi "pi (di)", usate anche insieme: zaidi kuliko.

Marisa anakuwa mjanja zaidi yangu.


Marisa sta diventando pi furba di me.
(Msokile)
Nenda wewe, mama. Mashtaka yako makubwa kuliko yetu.
Vai tu, signora. La tua accusa pi grande delle nostre.

(Topan)

"Pi di quanto" si rende con kuliko seguito dal relativo vYo.


Alizifahamu lugha za Kiswahili na Kiingereza vizuri yaani
kuliko ambavyo ingetegemewa kwa mwanafunzi wa kidato

cha pili.
Conosceva il swahili e l'inglese bene cio pi di quanto ci
si aspettasse da una studentessa della seconda classe superiore.
(Mukajanga)
<~ La particella negativa si nella comparazione di maggioranza

indica la meno preferibile delle due persone, cose o stati:


Kazi mbi si mchezo mwema.
(Methali)
Un cattivo lavoro meglio di un buon gioco.

XV. Unit

299

Il superlativo relativo si rende con gli avverbi sana (molto),


hasa (particolarmente), kabisa (assolutamente), mno (troppo),
ed eventualmente con gli ideofoni.
Watu hawa walikuwa wameambiwa siku nyingi sana waha-

me.

(Mung'ong'o)

A questa gente fu detto moltissimi giorni fa di trasferirsi.


~~Bora "(il) migliore, (il) meglio" si usa in entrambi i gradi.
Bora afya.
La p i importante la salute. (Detto)
chakula bora un cibo migliore, alimentazione di buona qualit
Altri esempi:

Charlie alinuka gongo. Alikuwa mchafu kuliko ambavyo


Johny alikuwa amepata kumwona siku zanyuma.
Charlie puzzava di "gongo". Era pi sporco di quanto Johny
l'avesse mai visto nei giorni passati.
(Mukajanga)
Hicho kilikuwa kilango kidogo cha bati, zaidi kidogo kwa
ukubwa kuliko dirisha lenye kimo.
Questa era una piccola porticina di ferro zincato, un po' pi
grande di una finestra alta.
(Abdulla)
Yeye na Akida wangalishirikiana wangaliweza kufika katika
maisha bora, mazurizaidi kuliko kunyanyua vyuma na kupika.
Se lei e Akida si mettessero insieme, potrebbero raggiungere
una vita migliore, pi bella che quella di alzare i pesi e cucinare.
(Suleiman)
Kheri wingi wa siafu kuliko uchache wa nyuki.
Meglio molte formiche che poche api.
(Mohamed)
Heri Uhuru wenye ufukara kuliko utumwa wenye neema.
Heri kufa kuliko kuwa mtumwa.
Meglio la libert nella povert che la schiavit nel benessere.
Meglio morire che essere schiavi.
(Mulokozi)
Hatibu aliona ni bora maafisa wa kigeni wanaweza kumsaidia mtu kushinda maafisa wa kijamaa.
Hatibu vide che erano meglio i funzionari stranieri, capaci di
aiutare qualcuno pi dei funzionari nostrani.
(Yahya)

Sisi sote tumewahi kuwa na matatizo. Kama yako pengine

300

Kiswahili kwa furaha

au kuliko.
Noi tutti abbiamo avuto dei problemi. Come i tuoi o forse di
pl.
(Mohamed)

Verbi di divieto, impedimento e diniego


I verbi come -zuia (impedire), -jizuia (trattenersi), -kataa (rifiutare), -kataza (proibire) e simili sono generalmente seguiti da
un verbo negativo (al congiuntivo o dopo un verbo di diniego
all'infinito).
Ndiyo maana alikataa Tumaini asifutwe kazi.
(Kezilahabi)
Ecco perch rifiut che Tumaini fosse licenziato.
Alikataza asiende kutembea.
Gli proibi di andare a passeggio.
(Abdulla)
Jamila hakuzuia asiogeshwe.
Jamila non impedi che gli fosse fatto il bagno.
(Abdulla)
Baada ya kusoma gazeti linaloeleza hali ya Seyyid Ahmed,
nilifika mimi hospitali kwenda kumtazama, lakini sikupata
kumwona anakataziwa asionekane na mtu.
(Abdulla)
Dopo aver letto il giornale che parlava dello stato di Seyyid
Ahmed, sono andato all'ospedale (di persona) a trovarlo, ma
non ho potuto vederlo vietato a tutti di vederlo.

Kuna watu wanalipwa kuzuia makabilayasiungane kufanya


vita.
Ci sono delle persone pagate per impedire alle trib di unirsi
per combattere.
(Mulokozi)
Raramente il verbo seguente all'affermativo.
Mimi sikukatazi kwenda huko Chwaka.
Io non ti proibisco di andare a Chwaka.
(Abdulla)
Maneno mapya
-bwagika Pot. buttarsi gi, cadere per terra
chekwa(chekwa) id. abbondantemente, in grande quantit
chuma 7/8 [anche] peso (attrezzo ginnico)
-dondoka Pot. gocciolare, cadere pezzo per pezzo

-futa kazi licenziare

XV. Unit

301

-janjaagg. furbo, scaltro


kheri = heri avv. meglio

kidimbwi 7/8 pozzanghera


kipaji 7/8 dono, regalo
-komaa esserematuro, svilupparsi bene
masizi 6 caligine, fuliggine sulle marmitte
mbi agg. c1.9/10 = -wi
mwali, mwari (pl. wali/wari) 1/2 fanciulla alla prima mestruazione

ndi id. forte


neema 9/10Ar. agiatezza, opulenza, benessere
-nuka puzzare
-nyanyua Cont. sollevare, alzare
siafu 9/10 piccola formica rossiccia che morde ferocemente
tama 9/10 guancia; -shika t. posare la guancia sulla mano;
ig.
sedere scoraggiato/meditabondo
f
timtim id. (di capelli) scarmigliati, arruffati
udhaifu 14 debolezza
ufukara 14 povert
ukubwa 14 grandezza
urefu 14 altezza, lunghezza, profondit
utumwa 14 schiavit
-wi agg.arc. cattivo

~ Traducete

Wamewahiwa kabla hawajawahi'


Jana wakati wa alfajiri, maharamia wawili wenye maj ina ya
Joka na Shoka, wametiwa nguvuni na polisi kabla kuwahi kutenda tendo lao la kikatili,
Seyyid Ahmed bin Soud hapana asiyemj ua alikuwa katika
gari lake wakati huo kuelekea Chwaka ambako, lazima , a l i k uwa na kazi muhimu sana, alipoona mbele yakenjiani kawekewa

' "Sono stati raggiunti prima di farcela"


lazima per forza, senz'altro

302

Kiswahili kwa furaha

gogo kumzuia asipite. Kusimamisha gari lake tu,3 aliwaona maharamia hao wawili w a nanjzia na mapanga mikononi, Gari La
polisi lili lokuwa nyuma ya gari la Seyyid Ahmed, lilimwaga risasi nyuma na mbele ya maharamia hao ili kuwatisha; na waliposalimu amri, m a haramia w a libanwa wakachukuliwa po lisi.
Maharamia hao, sasa,wako rumande kungojea kesi yao.
Ilikuwa bahati nzuri, kwamba polisi walikuwa wakj iua kabla

(kwa kupata fununu au ripoti) kwamba tendo hili lilikuwa likiandaliwa na maharamia wale ile j ana, ndipo Spekta Seif na
askari wake walikaa tayari kwa kulivizia na kuliviza tendo hilo

kwa kulifuatagari la Seyyid Ahmed nyuma nyuma mpaka hapo


mahali palipotegwa na wale maharamia, mahali penye genge
kubwa, maili tatu bado kufika Chwaka.
(Abdulla 1984:102-103)
-andalia AppL preparare, allestire
-bana fig. mettere alle strette
fununu 9/10 Ar. [anche] soffiata
haramia 5/6 fuorilegge, malvivente, brigande, rapinatore
kesi 9/10 Ing. causa legale, caso (criminale)
nguvu: -tia nguvuni arrestare, imprigionare
ripoti 9/10 Ing. rapporto, relazione
rumande 9/10 Ing. prigione (in attesa di giudizio), arresto
-salimu amri arrendersi, gettare le armi
-tega preparare una trappola/un tranello
tendo 5/6 atto, azione
-viza Cs. troncare, arrestare (un lavoro);
-vizia Appl. frustrare, boicottare, impedire il compimento,
tendere un agguato
-wahiwa Pas. essere raggiunto in tempo

L'uso affermativo della particella sI


La particella negativa st che precede un verbo affermativo
3

kustmamisha gari lake ru appena fermata la macchina

XV. Unit

303

accentua per contrasto il valore affermativo del verbo; ci avviene in proposizioni interrogative ed esclamative.

Si tulijenga hii skuli pamoja?


Non abbiamo forse costruito la scuola insieme?
(Ngare)
Si nimekuona unatokea nyumbani kwangu?
Non ti ho forse visto uscire da casa mia?/ Ma se ti ho visto
uscire ...!
(Banzi)
Nel linguaggio familiare il class.sogg. della l.p.sg. dopo SI
pu talvolta essere omesso:
Je, si 'likwambia kuwa mimi si kama wengine?
(Mkangi)
Non ti avevo forse detto che io non sono come le altre?
Si 'mekwambia ni soda tul
Ma se ti ho detto che solo un'aranciata!
(Mkangi)
~~ La particella SI pu precedere anche la copula NI o NDI-:

Si ni mtemi katika nchi yake?


Non forseilcapo nel suo paese?
Wao si ndio maskini kama sisi?
Loro non sono forse poveri proprio come noi?

(Mulokozi)
(Muhando)

La particella (copula) invariabile NDIo/ slo


Si usa soprattutto nelle definiziom cio quando la copula si
riferisce a tutta la frase e nelle locuzioni come ndio kusema

(ci vuol dire), ndio kwanza (appena), mentre l'invariabile


NDIYo/ sIYo significa "si" e "no". (Nessuno dei due da confondere con la copula enfatica NDI-.) In realt per le due forme
invariabili si confondono al punto che anche i migliori scrittori
scrivono, per es., ndiyo kwanza, e perfino il recente Kamu.si ya
Kiswahili Sanifu (1981) definisce ndiyo uguale a ndio (si).
Watu walioshiba pesa ndio wenye haki ya kulala mchana,
sio chai ya rangi.
(Mukajanga)
Quelli che hanno il diritto di dormire di giorno sono persone
piene di soldi, non (piene) del t senza latte [colorato].
Wewe sio kama umechukua nafasiya Johny.
Non come se tu avessi preso il posto di Johny. (Mukajanga)

304

Kiswahili kwa furaha

Unataka kumdanganya nani? Siokukudanganya.


Chi vuoi ingannare? Non ingannarti.

Nikuulize swali? Kama sio la upuuzi uliza.

(Mbogo)
(Mbogo)

Posso farti
una domanda? Se non oziosa, chiedi pure.

Sio kwamba ilikuwa muhali au hata vigumu kwa Otley kupata mwanamke.

Non che fosse una cosa impossibile e nemmeno difficile per


Ot1ey trovare una donna.
(Mukajanga)
Mhindi huyu alikuwa mtu wa hatari na sio mtu wa usalama.
Questo Indiano era un uomo pericoloso, non un uomo inno-

cuo.
(Mukaj anga)
Labda sio mume wako, tutajuaje?
Kama sio mume wangu angekuwa amelala hapo na mimi
namshughulikia namna hii?
Forse non tuo marito, come facciamo a saperlo?
Se non fosse mio marito, dormirebbe qui e io mi occuperei
di lui in questo modo?
(Mbogo)
Note supplementari sul verbo KUwA
Il relativo generale formato con il tema -wA (anzich -LI, in
questo caso pi comune) ha due significati particolari:
Ol Con l'aggiunta di -oTE/-o-orE significa "chiunque ... sia";
nella c1.1 la forma yote:
niwaye yote
uwaye yote
awaye yote
In altre classi: iwayo yote

tuwao wote

muwao wote
wawao wote

kiwacho chote viwavyovyote...

Awaye yote, na aje. Chiunque egli sia, che venga.


Lo lote liwalo mimi nitabakia hapa hapa nilipo. (Mulokozi)
Qualsiasi cosa succeda, io rimarr proprio qui dove sono.
O~ Con la particella locativa po significa "se dovessi essere",
ma anche "quando sono":

XV. Unit

niwapo
uwapo
awapo
In altre classi:
iwapo liwapo

305

tuwapo
muwapo

wawapo
kiwapo

vi w ap o

ziw a p o

ecc.

Awapo nyumbani, yu mkimya, anamngoja bwana yake aseme, nae atii.


Quando a casa, silenzioso, aspetta che il suo signore parli
e lei ubbidisca.
(Mukajanga)
Alikuwa na sifa kubwa kwa shabaha yake awapo na upindi.
Aveva una grandefama per la sua mira con [quando aveva]
l'arco.
(Mukajanga)
Le forme negative sono: nisipokuwa, usipokuwa, ecc.
<~ Se vogliamo paragonare i due tipi di relativo generale, ci
accorgiamo che le forme con il tema -u sono determinate, mentre quelle con -wA sono indeterminate:

niliye
nilipo

io c he sono
do v e/quando sono

niwaye yote chiunque io sia

niwapo
se do v e ssi essere
(Le forme con la particella -t'o non sempre sono indeterminate.)

Maneno mapya
chai ya rangi t senza latte
-danganya ingannare
-kimya agg. silenzioso
shabaha 9/10 Ar. bersaglio, mira; obiettivo, meta
-shughulikia Appl. occuparsi di
upindi 11/10 arco (arma)
upu(u)zi 14 insulsaggine, cosa di poca importanza, discorso
ozioso/ inconcludente
usalama: -a u. sicuro, innocuo

306

Kiswahili kwa furaha

~ Traducete
Kisa eha Nkorengwa kukataa shule
Mkasa wenyewe ulianza siku il e i l e N k o rengwa alipoanza
shule. Nkorengwa alikuwa amechelewa kuanza shule kwa wiki

mbili (...)
Siku ile Nkorengwa anaanza shule alikuta tumekwisha kujifunza mambo kadha wa kadha. Tulikuwa tumeanza kuhesabu vidole na kuviringa herufi za vokali. Kwa kumwonea huruma
mdogo wangu kuwa angeweza kupigwa viboko na Mwalimu Te-

tange kwa kushindwa kuviringa heru


fi nilimshauri kuwa akae
karibu nami ili ikilazimu nimsaidie kuviringa.
Kama kawaida tuliketi mavumbini. Mwalimu Tetange akaamuru tuanze kuviringa herufi a, e, i, o, u. Mimi binafsi nilikuwa naziviringa kama mchezo; bali maskini mdogo wangu, ali-

kuwa mbumbumbu kabisa. Nikaona sina budi kumsaidia. Nikawa namwonyesha huku nikitahadhari mwalimu Tetange asitugundue. Kwani hapakuwa na jambo alilochukia kama kuona
watu wakiibiana.
Basi ikawa k i l a a k i g eukia u p ande w a p i l i n a m w onyesha
mdogo wangu ji n si ya k u v ir i n ga. L a k ini w o g a n a w a s i w asi
mwingi ulikuwa umemdidimiza mno hata akawa mzito sana wa
kushika yale niliyomwonyesha. Hatimaye nikaona hakuna uj an-

ja mwingine bali kumshika kidole na kukiviringisha mavumbini.


Kumbe nilipokuwa nafanya vile Mwalimu Tetange alituona naye

asiseme lolote (...)


Baada ya kuwakagua baadhi ya wanafu nzi Mwalimu Tetange
alikuj a moj a kwa moja hadi pale tulipokuwa tumekaa. Kwa jinsi
nilivyousoma uso wake nilijua kuwa hakuja kwa wema. Kwa
sauti iliyokwaruza kwa ukali mwingi alimwamuru Nkorengwa:
Andika 'a'! Lakini wapi! Nkorengwa hakuwa hata na fununuj uu ya kitu kiitwacho 'a'.
Andika herufi zingine kama h izo h a po c h in i, a l i m t olea
Nkorengwa macho. Lakini wapi!
(...)Okee, simama ju u ! a l i m w a muru. N k o rengwa a kasi-

mama (...)
Nkorengwa hakuchapwa viboko,bali aliamuriwa kuruka ki-

XV. Unit

307

chura pamoja na wengine walioshindwa kama yeye. Kama kawaida walipoanza kuruka kichura wale waliokuwa wameweza
waliwakimbiza. Palikuwa na kijana mmoj a (...) Walipoanza kuruka akawa anamfuatia Nkorengwa nyuma na kumpiga mateke

ya nguvu sana. (...)


Nkorengwa hakuvumilia kire
fu yale aliyokuwa anafanyiwa.
Wakati msafara ulipogeukia upande wa nyuma wa jengo Nkorengwa alisimama na kumkaba kjiana yule huku akimpiga kwa
kichwa. Watoto wakaacha kuruka kichura wakashika kaziya ku-

zomea vita vile. Makelele yale yakaifanya shule nzima kutimuka


na kuelekea kule.
Mwalimu Tetange hakuchelewa kuwasilikwenye uwanja ule

wa mapigano. Na bila kuchelewa aliwashika wahali fu wake


wawili.
Bila kuuliza kisa cha ugomvi aliwaamuru walale chini. Kwa
hasira kali aliwacharaza viboko visivyohesabika. Hasa alisisitiza kumpiga Nkorengwa hata akatokwa damu puani.
Tangu siku ile maendeleo ya Nkorengwa hayakuwa mazuri.
Shuleni alikuwa anapaona kama mahali pa mateso tu na hivyo
ndivyo palivyokuwa hasa. Viboko vya Tetange havikumkosa hata siku moj a. Na baada ya muda si mrefu alikata shauri kutoftka
shuleni; akawa mjinga asiyeweza hata kuandikaj ina lake.

(...)

(Ngomoi 1976: 18-21)


-acha [anche] smettere
-charazacolpireforte,frustare
-didimiza Cs. mandare a fondo, schiacciare, annientare
fununu 9/10 Ar. [anche] una pallida idea
herufi 9/10 Ar, lettera dell'alfabeto
huruma: -onea h. provare piet
-ibiana Appl.Rec. scopiazzare
-kaba stringere; -k. roho afferrare alla gola
kichura avv. come la rana
-kimbiza Cs. rincorrere
-kwaruzagrattare;gracchiare;essere ruvido
mbumbumbu ag g. colL stupido

mkasa 3/4 Ar. evento (spiacevole)

308

Kiswahili kwa furaha

msafara3/4 Ar. carovana, corteo

-shika kazi impegnarsi


-sisitiza esortare, dire ripetutamente, insistere (nel dire)
teke 5/6 calcio, pedata; -piga t. dare un calcio
-tim(u)ka trotterellare, lanciarsi in una corsa
-toa macho sgranare gli occhi; kumtolea macho fulminare
q.u. con lo sguardo
-tokwa (na) Pas. perdere un liquido corporale; -t. damu san
guinare
ujanja 14 furbizia
-viringa arrotondarsi, formare una curva; [qui] tracciare, di
segnare
-wasili Ar. giungere
-zito agg. fanche] ottuso, duro di comprendonio
-zomea incitare urlando

Note supplementari sul congiuntivo


Oltre agli usi spiegati nella V. Unit, il congiuntivo si usa an
che dopo le seguenti parole (avverbi, congiunzioni) e locuzioni
tangu
da quando 4
nusura, nusra
quasi , per poco non
ndi(y)o kwanza
prop r io allora, appena
Cl Secondo Biyan (1937:198) non si tratta originariamente del
congiuntivo, ma del perfetto arcaico che pure finisce in -E. In
fatti, se proviamo sostituire in questi costrutti il congiuntivo con
il perfetto in -ME-, vediamo che il significato non cambia.

Esempi:
Kazimoto,tangu ufike hapa ndugu yako amekataa kula
Kazimoto, da quando sei arrivato qui, tua sorella rifiuta di
mangiare.
(Kezilahabi)
4 In alternativa rangu pu essere seguito da un verbo relativo in -po-.

XV. Unit

309

Wiki mbili zilikuwa zimepita tangu Kijakazi akoge.


Erano passate due settimane da quando Kijakazi aveva fatto il

bagno.

(Shafi)

Tena tumekutana uso kwa uso, na nusura tupigane.


Inoltre ci siamo incontrati faccia a faccia e per poco non ci

siamo picchiati.
(Abdulla)
Kichwa cha Minani kilivimba nusura kipasuke kwa furaha.
La testa di Minani si gonfi al punto che quasi scoppiava dalla gioia.
(Rutayisingwa)
Ndiyo kwanza nimalize kuirudia barua yako niliyopokea siku tatu zilizopita.
Ho appena finito di rileggere la tua lettera che ho ricevuto tre
giorni fa.
(Mukajanga)
Nami kweli, ndio kwanza sasa nihisi njaa.
E ioveramente solo adesso sento la fame,
(Mohamed)
Diana alikuwa ndiyo kwanza atoke katika mgahawa wa pale
hosteli.
Diana era appena uscita dal caff dell'ostello. (Mukajanga)
Il seguente esempio mostra la locuzione ndiyo kwanza i n u n

verbo composto:
Mara moja siku ile alikutana na kikundi cha wanakijiji waliomwangalia kama vile alikuwa ndiyo kwanza atoke kuzimuni.
(Mung'ong'o)
Subito quel giorno incontr un gruppetto di contadini che lo
guardarono come se fosse appena uscito dall'aldil.
~~ Dopo ndi(y)o kwanza pu seguire anche un indicativo presente:
Hivi sasa ndiyo kwanza anaanza kuzingatia ikiwa uhai una
maana yo yote au la.
Solo adesso comincia a chiedersi se la vita abbia un senso o
no.

Unadhani shemeji kuwa mimi kwa vile mimi ndio kwanza


jana tu kuwapo hapa nitaweza kazi hiyo?
Pensi cognato, che io dato che sono qui appena da ieririuscira fare quel lavoro?
(Abdulla)
Kijana alianza kuchoka; tvtv alikuwa akihisi kama vile ndio

310

Kiswahiii kwa furaha

kwanza anaanza kukimbia.


(Mukajanga)
Il giovane cominci a stancarsi; il poliziotto militare si sentiva come se avessecominciato a correre appena allora.

La concordanza dei N.I. appartenenti a classi diverse


Se bisogna accordare due o pi x.t. di classi differenti, generalmente si usa la c1.8, non solo per oggetti concreti, ma anche

per nomi astratti.


Lakini kuna mchele kidogo na kabichi nimekuja navyo, tunaweza kuvipika hivyo.
Ma c' un po' di riso e un cavolo che ho portato con me, possiamo cucinare quelli.
(Mbogo)
Ninachotaka toka kwako si hela wala nguo, japo navihitaji
sana.
Ci che voglio da te non sono quattrini n vestiti, sebbene ne
abbia molto bisogno.
(Mukajanga)
Asubuhi kichwa na mwili vilikuwa si vyake. (R u tayisingwa)
La mattina senti il corpo e la testa come estranei.

Mtazamo aliouona machoni pa Hussein na tabasamu lililokuwa likicheza midomoni pake viliufanya moyo wa Jelina
ushtuke.
(Merinyo)
Lo sguardo che vide negli occhi di Hussein e il sorriso che
sfiorava le sue labbra fecero trasalire il cuore di Jelina.
Gongo na machungu vilikuwa vinamla na kuharibu afyayake kwa namna mbaya kuliko yoyote aliyokuwa amepata
kuona.
(Mukajanga)
La grappa e le amarezze lo stavano consumando, minando la
sua salute nella maniera peggiore che avesse mai visto.
Mayowe na kelele za Lulu vilimfanya mama yake aje mbio
humo chumbani.
Le urla ele grida di Lulu fecero accorrere sua madre nella
stanza.
(Rutayisingwa)
Uchangamfu na furaha vikatoweka katikamaisha yangu.
L'allegria e la gioia sparirono dalla mia vita.
(Merinyo)
Mwili wake, akili yake na hata roho yake vilionekana, nilihi-

XV, Unit

si, vikifanya kazi kwa msukumo mkubwa wa mapenzi.


Sentii che il suo corpo, la sua mente e perfino il suo spirito
sembravano lavorare sotto la potente spinta dell'amore.

(Merinyo)

< Solo quando uno dei N.I. animato, essi si accordano nella

c1.2:
Yeye na shati au suruali hawapatani.
Egli e la camicia o i pantaloni non vanno d'accordo. (Yahya)
Raramente ormai si ricorre alla c1.6 per accordare i nomi a-

stratti (come richiede la norma del swahili standard).


Kiburi kile, dharau ile na maringo yale yangekuwa si mabaya kama yangetendewa mtu mwingine kijijini pale, lakini si
kwa Jumbe Mpwite ambaye mwenyewe alizoea kudharau
wengine.
Quella superbia, quel disprezzo e quella arroganza non sarebbero stati impropri se fossero rivolti a un'altra persona nel villaggio, ma non a Jumbe Mpwite il quale egli pure era abituato a disprezzare gli altri,
(Mung'ong'o)

Nota sull'intonazione
Poich questo libro presenta la grammatica della lingua scritta, non ci occupiamo dell'intonazione, rimandando alla classica
opera di E . O .Ashton, Swahili G r a m mar I n c l u ding I n t onation

(London 1944).
Tuttavia vi qualche aspetto dell'intonazione che si rispecchia nella scrittura.
Ot Quando due proposizioni sono legate mediante una congiunzione subordinata ("che", "perch"), in swahili la pausa si fa
dopo la congiunzione, come si vede talvolta dalla posizione della virgola facoltativa:

Lakini ninalokwambia ni kwamba, binamu yako angekusaidia siku kama ya leo hivi, yaani hii Jumamosi ambapo hawaendi shuleni.
(Muridhania)
Ma ci che dico che tuo cugino potrebbe aiutarti in un gior-

312

Kiswahili kwa furaha

no come oggi, cio il sabato quando non si va a scuola.


Tabia hii lilimshangaza Mtue sana kwa sababu, usemi wa
Matope haukuwa wa ukaidi hivyo hatakuweza kuzusha uwenda wazimu vile.
Questo comportamento sorprese molto Mtue perch il discorso di Matope non era tanto ribelle da poter provocare quella
frenesia.
(Mkangi)
Lakini ukweli ni kwamba, bado hujafa.
Ma la verit
che ancora non seimorto.
(Mkangi)
O~ Un segno dell'intonazione alterata in una parola scritta il
raddoppio della vocale finale in d eterminati casi come palee/

kulee (laggi) o kabisaa (del tutto, affatto) dove la sillaba finale


si pronuncia accentata e con un tono pi alto.
Wewe huna adabu, na mimi ndiyo kabisaaa!
Tu sei maleducata, e io uguale!
(Nyasulu)

Maneno mapya
binamu 9/10 Ar. cugino
hosteli 9/10 Ing. ostello
kiburi 9/10 Ar, superbia, arroganza, alterigia
machungu 6 esperienze amare, dolore cocente
maringo 6 [anche] arroganza
msukumo 3/4 spinta
mtazamo 3/4 sguardo
tabasamu 9/10 o 5/6 Ar. sorriso
uchangamfu 14 buon umore, allegria, vivacit
u(w)enda wazimu 14 pazzia, frenesia
yowe 5/6 urlo
-zingatia ricordare, tenere a mente
-zusha Cs. inventare (una menzogna), sollevare (uno scanda-

lo)

XV, Unit

Traducete
Mlezi wake Tumaini
Tumaini alikuwa mtoto w a m w a limu K a pinga. (...) Akiwa
bado mtoto mdogo alitunzwa vizuri sana kweli alitunzwa vizuri. Alitafutiwa mvulana mdogo w a k u m tunza kwa ms hahara.
Tumaini alikua kwa kuengwa. Alinunuliwa vjiigari vidogo vidogo vingi; kila alicholilia alipewa.
Siku moja Tumaini alimchoma mlezi wakej i c honi. Yule mvulana alimpiga Tumaini kidogo. Tumaini a li kimbia kwenda kushtaki kwa mama yake.
Mama, mpishi amenipiga!
Kwa nini umempiga mtoto wangu! Muyango ali foka.
Alikuwa karibu kunichomaji c honi! mlezi wake alj iibu.
Kuna to fauti gani kati y a j Echo lako na j i cho la n g ' ombe!
Usirudie tena kumpiga mtoto wangu kwa jambo dogo kama hilo!
Tangu alipoanza kuzungumza Tumaini alizuiwa na mama yake kumwita mlezi wake kwaj i na . Sema mpishi! Mi sango lili-

kuwa jina lake. Misango mpishi akiwa amekaa utamsikia Tumaini anakimbia hali a kisema Ninakwenda kupanda baiskeli
yangu. Na Misango atapandwa. Atakanyagwa begani na Tumaini atampiga teke m fano wa kuwasha pikipiki. Misango afanye nini! Akikataa hawezi kupata mshahara wake wa mwezi.

Kama hadithi ilivyojulikana kijjiini, baba yake Kapinga ali fika kuomba pesa za kujengea nyumba. Kapinga alimwonyesha
Tumaini kwa kidole, Unaweza kumwomba huyo akikubali nitakupa. Baba yake hizo ndevu na hizo mvi kichwani 5 alio-

na aibu kumwomba mj ukuu wake. Alikataa kumwabudu Tumaini


ili apate pesa.
Kapinga! Unaniona mimi sina hali ya kuzungumza nawe!

Mzee alichukua fimbo yake nakurudi nyumbani bila ya kunena.


Alipokuwa amekwenda Tumaini alimwuliza mama yake.
Mama, yule mpishi mzee alikuwa akiomba nini?
' hizo ndevu na hizo mvi kichwani con tanto di barba e capelli bianchi in testa
sina haii ya kuzungumza nawenon sono all'altezza di ipoterl parlare con te

314

Kiswahili kwa furaha

Ha! Ha! Huyo si mpishi. Huyo ni babu yako.


Babu! Kuna to fauti gani kati ya mpishi na Babu?
Utaelewa baadaye mtoto wangu.

Misango alifariki siku chache baada ya kisa hiki. Kijiji kizima kilisikitika. Watu wengi walihudhuria mazishi ya mlezi wa

Tumaini. Ilisemekana kwamba Misango alikufa kwa sababu ya


kubeba maji kutoka kisimani. Kila siku alizoea kusomba madebe
matano ya maji ili m abwana waoge. Mambo haya yote yalitendeka baada ya uhuru. Mwezi uliona, nyota ziliona, hata jua liliona. Zakini vyote hivyo havikukata tamaa, viliendelea kutoa
mwanga usiku na mchana ili watu weusi waweze kuonana.

(Kezilahabi 1975: 11-19)


-abudu Ar. adorare
-engaviziareun bambino, accarezzare
-hudhuria Ar. partecipare, essere presente
-somba portare (in molti viaggi da un luogo all'altro)
-tendeka Pot. svolgersi

Ordine delle parole e costruzioni particolari


L'ordine principale nella frase , come in italiano, S-V-O:
soggetto verbo complemento (oggetto), che non cambia neppure nella frase interrogativa: la domanda si esprime mediante
l'intonazione o parole interrogative (avverbi, pronomi, particelle) che si mettono all'inizio o alla fine della frase.
Ni maisha na ni chanzo?
la vita ed il principio?
(Mkangi)
Kutukanana nini?
Offendercia vicenda per che cosa?
(Ngomoi)
Mbona umesimama ukumbini pekeyako?
Perch stai nell'ingresso da solo?
(Hussein)
Ot A differenza dell'italiano, tutti gl i aggettivi (eccetto kila
"ogni") seguono il N.1., anche i possessivi, dimostrativi e nume-

XV. Unit

315

rali. I dimostrativi per possono anche precedere il N.1.; non si


pu semplificare la situazione affermando che in questo caso si
rendono sempre con l'articolo deteminativo, dipende dal contesto.

Tena nasikia hawa Wazungu usiwaone hivi wamevaa suti na


kutundika kamera mabegani, kwao ni masikini kushinda si-

(Yahya)

SI.

Inoltre sento che questi bianchi non devi vederli cosi, con un
vestito addosso e una macchina fotografica appesa al collo
[alle spalle], a casa loro sono pi poveri di noi.
Jiangalie wewe ulivyo: tajiri unayesiTika, tena hizo mvi zako
si alama ya ukosefu hata kidogo, ni alama ya busara tupu,
huoni?
(Suleiman)
Guardati come sei: ricco con una buona reputazione, e inoltre

i tuoi capelli bianchi non significano affatto una mancanza,


ma sono un segno di (pura) saggezza, non vedi?
Tena yule mtoto wa kike alinyanyua simu na kusema maneno mawili tu, "Mister Fuad".
Poi la ragazza alz il telefono e disse solo due parole: "Mister
Fuad".
(Suleiman)
Kama ningejua kisa kilichosababisha yule mheshimiwa kunichukia na kunitukana kiasi kile kwa hakika mimi ningewaambia nisingeficha kitu nyie msio na hatia.
Se sapessi il motivo per cui quell'onorevole mi odia e mi offende a questo punto, in verit io ve lo direi non nasconderei nulla a voi che non avete colpa.
(Mahimbi)
O> Se due o pi N.D. accompagnano un N.1., quello pi strettamente collegato con esso lo segue immediatamente; l'ultimo
aggettivo di solito pi marcato:
kopo kubwa chafu
una tazza grande (che ) sporca
vs. kopo chafu kubwa
una tazza sporca (che ) grande
Nguo aliyoivaa (...) ilichanwa ili ma paja manene mororo
meusi yaonekane akitembea.
(Mbajo)
Il vestito che indossava (...) era tagliato affinch si vedessero
le grosse emorbide cosce nere mentre camminava.

Lakini kanzu zako zitamfaa? Yeye mfupi mnene na wewe

316

K iswahili ~ a furaha

mrefu mwembamba.
Ma i tuoi vestiti le staranno? Ella e bassa e grassa e tu sei alta
e snella.
(Sembera)
Os Il possessivo di solito il pi strettamente collegato con il

N.t., perci lo segue immediatamente:


Shola aliuficha uso wake mzuri kwa viganja vya mikono yake myororo.
Shola nascose il suo bel viso tra le palme delle sue morbide
mani.
(Komba)
Macho yake mororo yanaficha moto wa ushujaa. (Mulokozi)
I suoi teneri occhi nascondono il fuoco del coraggio.
Natoa shukrani sana kwa barua zako zote tatu ulizoniletea.
T i ringrazio molto per tutte e tre l e tu e l ettere che mi h a i

mandato.
(Komba)
Eccezionalmente nel linguaggio poetico o retorico il possessivo precede il N.1.
Hukumu ya kifo ikiwa mwao machoni.
La sentenza di morte era nei loro occhi.
(Mkangi)
Lakini mimi, kwa jeuri ya upofu, nikampa hadithi ndefu
kumweleza kuwa kwangu alikuwa kaka na nilikuwa na
wangu kipenzina mchumba.
Ma io, nella brutalit della cecit, gli feci un lungo discorso
per spiegargli che per me era un fratello e che avevo il mio
amato e fidanzato.
(Mukaj anga)
04 Quando il dimostrativo segue il N.1., si colloca dopo il possessivo e prima o dopo il N.D.
Ni kweli kwamba sifahamu habari nyingi za ulimwengu
kando ya ulimengu wangu huu mdogo wa visiwavyetu.
vero che non conosco molte cose del mondo oltre a questo
mio piccolo mondo delle nostre isole.
(Tilumanywa)
Os La rispettiva posizione del dimostrativo e del numerale o
dell'agg. -DTE dipende dal principio della pi stretta associazione semantica:

wakati huo wote

tutto quel tempo

(Muridhania)

XV. Unit

317

Mawazo yote hayo yalimrudia Mariam kichwani.


Tutti questi pensieri ritornarono a Mariam in testa. (Merinyo)
Mabonde na miti na maziwa na ndege, vyote viliwashuhudia
watoto hawa wawili...
Le valli, gli alberi, i laghi, gli uccelli, tutti erano testimoni di
(Suleiman)
questi due ragazzi...
Karibu na nyumba mbili hizi, miti midogo midogo ya matunda namna kwa namna ilienea.
Vicino a queste due case si stendevano piccoli alberi da frutta
di varie specie.
(Suleiman)
O e La stessa regola si applica a -ENYE e ai sintagmi con i l
connettivo -A:

vidole laini, vyembamba na virefu vya msichana


le dita morbide, snelle e lunghe della ragazza (Mukajanga)
Binti zaShauri-Moyo wadogo watatu wakaamka.
Le tre piccole figlie di Shauri-Moyo si svegliarono.
(W.A.Macha)
Q Nota storica: Nel swahili classico due N.D. si congiungevano
tramite TENA; usando invece il connettivo NA, il secondo N.D.
veniva sostituito con il rispettivo N.l. astratto.

Tende hizi (ni) nzuri tena mbivu.


opp.
Tende hizi (ni) nzuri na ubivu.
Questi datteri sono belli e maturi.
Nel swahili moderno si dir n zuri na rniiv .
Ot L'ordine soggetto-verbo viene invertito molto raramente,

di solito per fini stilistici. Vi per un caso in cui l'inversione


di norma: Nelle frasi relative di tipo
kitabu alichonipa mama il libro che mi ha dato la mamma
non si pu dire
~kitabu mama alichonipa
ma si pu evitare l'inversione usando AMEA-:

kitabu ambacho mama alinipa.


Altrimenti anche i soggetti che constano di sintagmi lunghi e

Cfr. A.Uitale 1981:98.

318

Kiswahili kwa furaha

complessi stanno in prima posizione:


Gazeti la "Daily News" lilitoka na kuwaonyesha watu stahili
zao. Majina ya watu wa kwenda Mlimani Chuo Kikuu cha
Dar es Salaam yalitoka; majina ya jamaa wa kwenda Makerere na Nairobi yalichapishwa. Wengine wa kwenda somea Afrika Magharibi na Ulaya walitajwa...
Il giornale "Daily News" usci e mostr alla gente ci che si
era meritata. Uscirono i nomi delle persone che dovevano andare alla Montagna l'Universit di Dar es Salaam; furono
pubblicati i nomi dei ragazzi (scelti per) andare a Makerere e
a Nairobi. Furono elencati alcuni da andare a studiare in Afri-

ca Occidentale e in Europa.

(Komba)

Ordine dei complementi

O~ Nel linguaggio enfatico il complemento oggetto pu essere


anticipato anche senza il r i chiamo nel v erbo mediante un
class.ogg.come prescrivela norma:
Elimu aliipata kwa matata.
L'istruzione la ottenne con difficolt.

(Yahya)

vs.Maadui zangu wangapi nimeshang'amua.


Quanti miei nemici ho gi scoperto.
(Yahya)
Na hivi viti mnaweka mlangoni, hamuweki mahala pengine.
E queste sedie (le) mettete alla porta, non le potete mettere

[mettete) in un altro posto.

(Hussein)

Oz Il complemento di luogo (N.t. locativo) in una frase senza


enfasi viene per ultimo.
Simama wima na utoe mikono mfukoni.
Stai diritto e togli le mani di tasca.
(King'ala)
~~ Ma se l'enfasi sul luogo, il N.I. locativo in prima posizione
e influisce sulla concordanza (cio diventa il soggetto della frase).
Mvunguni hakukaliki nje hakutokeki.
(Mohamed)
Sotto il letto non si pu stare, fuori non si pu uscire.
Os Nelle lingue bantu frequente l'uso dei N.I. in giustapposizione, non introdotti cio da una preposizione. La funzione della

319

preposizione spesso espressa nel verbo (non solo applicativo).


Mwambie atembelee mkongojo mbichi; mkavu usije ukavunjika.
Digli di appoggiarsi a [camminare con] un bastone fresco;
(Mung'ong'o)
quellosecco sipotrebbe rompere.
~~ll complemento di mezzo (strumento) pu precedere il verbo:
Mkono mmoja kalidhibiti panga lake na mkono wa pili akipapasa kichwa chake.
Con una mano regge il suo machete e con l'altra mano si palpa la testa.
(Mandhry)
04 Il significato pu cambiare se invece del complemento diretto si usa un N.I. locativo o preceduto dalla preposizione KwA;
Tunakimbia mji.
Tunakimbia mjini.
Sfuggiamo la citt.
Fuggi a mo dalla citt.
Alimkata kichwa.
Alimka t a kichwani.
Gli tagli la testa.
Gli fece un taglio sulla testa.
Alimshika mkono.
Alims h ika kwa mkono.
Lo prese per mano.
L o pres e con la mano.
Mfunge kamba.
Mfunge kwa kamba.
Legalo con la corda.
Lega l o con la corda a qualcosa.
Alipigwa risasi.
Alipigwa kwa risasi.
Gli fu sparato.
Fu colpito con una pallottola
(accidentalmente).
~~ Alipigwa na risasi.
Fu colpito con una pallottola (apposta).
Alikufa maji.
Alikufa kwa maji.
Anneg.
Mori dal bere.
kufa njaa/baridi/jua mo rire di fame/freddo/insolazione
ma
kufa kwa ugonjwa/jeraha/ndui/sumu
morire di malattia/ferita/vaiolo/veleno

Kilikuwa ni kitu rahisi sana kuipata fimbo ya kumchapia


mbwa aliyefungwa kamba.

320

Kiswahili irwa furaha

Era una cosa molto facile trovare un bastone per picchiare un


cane legato a una corda.
(Mung'ong'o)
Kaniu alipotaka kitu chochote ilikuwa ni lazima akipate. La
sivyo, angalikataa kula chakula kwa siku nzima. Kwa kuwa
mama yake alichelea kuwa mtoto wake angekufa njaa, alijaribu ima fa ima kumkamilisha Kaniu matakwa yake.
Quando Kaniu voleva qualsiasi cosa, doveva ottenerla. Se no,
avrebbe rifiutato di mangiare per tutto il giorno. Poich sua
madre temevache suo figlio sarebbe morto di fame, cercava a
tutti i costi di soddisfare le sue richieste.
(Muridhania)
Os In molte locuzioni idiomatiche il N.l. non si comporta co-

me un normale complemento oggetto, cio non pu precedere il


verbo, non pu essere rappresentato da un class.ogg. n prendere
un attributo, altrimenti perde il significato idiomatico .
Aliuzunguka mbuyu ule. Ha g irato intorno a quel baobab.
vs. Al i z unguka mbuyu.
andat o per vie traverse.
Walilivunja jungu lake.
Rupper o il suo pentolone.
vs. Wa l i v unja jungu.
Fecero una grande festa.
In altre locuzioni invece il N.l. si pu espandere o essere richiamato nel verbo senza cambiare il significato o cambiarlo so-

lo leggermente.
Il malvivente spar.
Jambazi alipiga risasi.
vs. Al i p igarisasiyamwisho. Sp a rl'ultimapallottola.
Maneno yale yalimkata Mwinyi ini lake.
(Suleiman)
Quelle parole spezzarono a Mwinyi il (suo) cuore [fegato).
Ds In quest'ultimo esempio vi sono due complementi diretti:
uno inanimato e l'altro animato (in italiano complemento di termine). Il complemento diretto animato di solito precede l'altro
ed sempre esso ad essere richiamato nel verbo, altrimenti diventa complemento indiretto.
Alimnunulia Asha zawadi ile. Compr ad Asha quel regalo.
vs. Al i i n unua zawadi ile kwa (ajili ya) Asha.
Compr quel regalo per Asha.
Per le locuzioni idiomatiche cfr. XVI. Unit.

XV. Unit

321

Alimshika Hawa mkono/bega.


(King'ala)
Prese Evaper mano/ per la spalla.
Anamshika Mashaka shati kwa nguvu.
Prende Mashaka con forza per la camicia.
(M bogo)
~~ Quando un verbo ha due complementi diretti inanimati, il loro ordine dipende dall'importanza relativa dei due N.1.
Riempite i secchi d'acqua.
(Zi)jazeni ndoo maji.
Riempite d'acqua i secchi.
vs. Zi j a z eni maji ndoo.
Se uno dei complementi accompagnato da un attributo, una
frase relativa o altro, si mette per ultimo.
Zijazeni ndoo maji ya moto.
Riempite i secchi d'acqua calda./Riempite d'acqua calda i
secchi.
3azeni maji ndoo hizi zote mbili.
9
Riempite entrambi questi secchi d'acqua.
Il valore dei due complementi comunque non lo stesso: infatti
solo ndoo pu essere richiamato nel verbo. Ci si vede ancora

pi chiaramente nelle locuzioni idiomatiche:


Alipiga pasi nguo/nguo pasi.
Stir d e i /i vestiti.
Stit i miei vestiti.
Alizipiga pasi nguo zangu.
Mi stir i (miei) vestiti.
Alinipigia pasi nguo zangu.
In quest'ultimo caso vi un terzo complemento (animato) riferito nel verbo.
Esempi:
Nyumba ile ilikuwa imeipa mgongo afisi ya Tom.
(Abdulla)
La casa dava le spalle all'ufficio di Tom.
Alitia gari moto na kukimbilia mjini kwenda kutafuta makazi ya D.M. Patel.
Mise in moto [accese] la macchina e corse in citt a cercare
l'abitazione di D,M. Patel.
(Suleiman)
Wahenga walionya kwamba usilitie moto daraja ulilovulia.
Gli anziani avvertivano di non dare il fuoco al ponte che si
attraversato.

(Mung'ong'o)

Aliendelea kuzungumza huku akiendelea kumpashia chai


Cfr. Ashton 1944:301,

322

Kiswahili kwa furaha

moto.
Continu a parlare continuando a scaldarle il t. (King'ala)
Bibi Mtenga na Mama Tatu walikuwa wamemaliza kupiga
deki jiko mnamo saa nane hivi.
Bibi Mtenga e Mama Tatu avevano finito di lavare per terra

in cucina verso le due.

(Mvungi)

Ol Nel suo significato originario "colpire", -piga entra in costruzioni di un altro tipo: -piga + N.t. + -A M.I. (loc.).
Alimpiga Kaniu ndondi la kichwani.
Colpi Kaniu con un pugno in testa.
(Muridhania)
Akatua chini kama ng'ombe dume aliyepigwa shoka la ki(Mung'ong'o)
chwa.
Cadde per terra come un bue colpito con un'ascia in testa.
Kuona mambo yamemzidi Ayari alisimama akataka kukimbia kwa kupitia mlango wa nyuma. Lakini kabla hajawahi
kufanya hivyo Ghanima alimrukia kama mnyama na kumpiga ngumi ya pua.
Vedendo che le cose si mettevano male per lui, Ayari si alz
e voleva scappare passando per la porta di dietro, ma prima
che potesse farlo, Ghanima gli salt addosso come una bestia
e lo colpi con un pugno sul naso.
(Mahimbi)
Xilimpiga kofi la usoni likamnyamazisha kama mbwa aliyemwona chatu.
Gli diediuno schiaffo che lo fece tacere come un cane che ha
visto un pitone.
(Muridhania)
~~ Una tale costruzione pu seguire anche un altro verbo.

Kwa ghafla alishtukia kaekewa mkono wa bega.


All'improvviso trasali sentendo [gli fu messa] una mano sulla

spalla.

(Mohamed)

Os Vi un gruppo di verbi, per lo pi riguardanti reazioni e


sensazioni del corpo, che consentono le costruzioni in cui il riferimento alla persona si attua mediante il c l ass.ogg. anzich il

possessivo. Sono le frasi, frequenti anche in italiano, di tipo "gli


kaekewa = kawekewa

tremavano le mani" invece che "le sue mani tremavano". 11 verbo in forma semplice o applicativa.
Maneno yalimkaukia kooni.
(King'ala)
Le parole gli si prosciugarono in gola.
Fikira kama hizi zilimgandisha damu na mate yakamkauka
kinywani.
I pensieri come questi gli gelarono il sangue e la saliva gli si
(King'ala)
prosciug in bocca.
Mwili ulimnyong'onyea, ulimi ulimganda asiwe na la kusema.
Il corpo gli si indeboli, la lingua gli si intorpidi e non ebbe
nulla da dire.
(King'ala)
Aliitikia huku akifunga mikono kwani akiiona ikimtetemeka.
(Wahab)
Rispose stringendo le mani perch vedeva che le tremavano.
In certi casi proposizioni simili si possono formulare anche in
un altromodo, cio trasformare:

Hofu na wasiwasi vilimjaa moyoni.


> Moyo wake ulijaa hofu na wasiwasi.
Paura e preoccupazione gli riempivano il cuore.
)Il suo cuore era pieno di paura e di preoccupazione.
<~ Il soggetto logico, se bisogna nominarlo, si mette in giustap-

posizione.
Kusikia maneno haya Bushiri roho ilimfunuka.
A sentire queste parole a Bushiri si apri l'animo. (Mandhry)
O~ Infatti, come abbiamo detto, le costruzioni con elementi
giustapposti sono abbastanza comuni nelle lingue bantu. Un tipo
piuttosto frequente in swahili
N.I. animato + N.I, (inanimato) + poss.
anzich
N.I . in a n i m ato + -A/ poss. + N.I. animato
mwalimu maneno yake
le p ar o l e deH'insegnante

anzich maneno ya(ke) mwalimu


Mama mawazo yake ni kuwa wewe ungali safarini.
La mamma pensa che tu sia ancora in viaggio.
(Liwenga)
Unajua hawa wazee mambo yao.
(Mbogo)

324

Kiswahi li kwa furaha

Sai come vanno [sono] le cose con [di] questi vecchi,


Hivi ikawa (...) mdogo kumrithi kaka mkewe.
Cosi fu (...) che il fratello minore eredit la moglie del fratel-

lo maggiore.
(Mbenna)
Vi sono diversi altri tipi di costruzioni simili che si possono tradurre in vari modi. Per es.
Na Winston hamaki zake hutamani kumkaba roho amwue.
E Winston nella sua collera desidera stringergli la gola per
ucciderlo.
(Yahya)
Tali costruzioni non sono difficili da capire, ma non cercate di
"inventarle" voi stessi quando vi esprimete in swahili.
Maneno mapya
afisi = ofisi

-cheleaAppl. (< -cha) temere


chanzo 7/8 principio, inizio, origine
chatu 9/10 pitone
-dhibiti Ar. proteggere, reggere
dume 5/6 maschio
hukumu 9/10 Ar. giudizio, sentenza, verdetto
ima fa ima cong. Ar. (ima wa ima o...o) a tutti i costi
jamaa 9/10 Ar. [anche] individuo, tizio
jeraha 5/6 Ar. ferita, piaga
jungu 5/6 accr. pentolone; -vunja j. idiom. fare una grande
festa
kamera 9/10 Ing.macchina fotografica
-kamilisha Cs. completare, perfezionare
-kauka seccare, prosciugarsi
kinywa 7/8 bocca
kopo 5/6 Port. fanche] tazza di latta
la sivyo se no, altrimenti
makazi 6 abitazione
matakwa 6 richiesta/e, necessit, bisogni
matata 6 difficolt, pasticcio, imbroglio
mbuyu: -zunguka m. idiom. andare per vie traverse

mgongo: -pa m. girare le spalle


mhenga l/2 un anziano saggio

XV. Unit

325

mkongojo 3/4 bastone da sostegno, stampella


moto: -tia m. accendere, dare fuoco; -pasha m. scaldare

namna kwa namna di vari tipi


ndondi 9/10 pugno; pugilato
ndui 9/10 vaiolo
-ng'amua scoprire,constatare,venire a sapere
-nyong'onyea essere stanco/debole/languido
paja S/6 coscia
shoka 5/6 ascia
-shuhudia attestare, confermare, testimoniare
shukrani 9/10 Ar. gratitudine, ringraziamento
stahili 9/10 Ar. merito
upofu 14 cecit
ushujaa 14 coraggio

~ Traducete

Faida yakutembea miguu uchi


Nilijipa moyo tena wa kutaka kumtoa [mke wangu ] katika ta-

bia zake zote za kishamba alizokulia nazo. Nikachagua kuanza


juu ya kuvaa viatu, kwani vyote hivi Il A z i z a alikwenda aendako
hata msalani na miguu yake uchi, havai viatu.
Aziza, kwa nini huvai viatu wee, na viatu vya kila aina unavyo? ilinijia kunzwuliza siku moja.
Nivae viatu kwa nini >
Kwa nini? ni limjibu mbio mbio. Viatu ni hi fadhi ya miguu; viatu ni pambo la miguu.

Assalala! Ati pambo la miguu! Ee, miguu inayokwenda wapi na wapi, inaponda nini na nini, inataka kupambwa? Umwone
mtu katoa pesa zake kem kem makusudi apite akizikanyaga na
akizipondea kinyaa na kinyesi maj iani 12
A-a-ah! Lakini viatu vinahi fadhi miguu, ni li mdakiza kwa
kutaka kumpurukusha upande ule.

" vyote hivi in tutti i modi


majiani sulle strade, per strada

326

Kiswahili kwa furaha

Vinahifadhi nini?
Kama vile mwiba kukuchoma nilimjibu.
Miiba inichome miye? Alinijibu huku akinyogha miguu yake. Labda ikuchome wewe unaovaa viatu. Hu u h a pa m g u u
wangu. Chukua mwiba uushindilie nyayoni mwangu, utazame
kama haukuvunjika kabla haujanichoma! Si udufu,kitu gani:.13
mtu aache kutumia nyayo za kwelializoumbiwa nazo, awe ana-

tegemea ngoziza ng'ombe aliyekufa kuwa ndizo nyayo madhubuti, kinga ya nyayo zake. Ee, kitu kilichokufa kina uzima gani
tena wa kukuhami wewe? Mara n gapi u natilisha nyayo viatu
vyako, na hauchukui rnuda, mara utaziona zinalika, zinatili fika,

zangu zinanenepa na zinakazana kila nikizidi kuzitumia.

(Abdulla 1977:52)
assalala int. = salale (esclamazione di sorpresa)

-dakiza Cs. replicare, interrompere il discorso


-hami Ar. proteggere, difendere, tutelare
hifadhi 9/10 Ar. guardia, protezione
kemkem, kem kem avv. Ar. in abbondanza, moltissimo

kinga 9/10 protezione, schermo, paravento


kinyaa 7/8 escremento; ripugnanza
kinyesi 7/8 escremento; sporcizia
-kulia Appl. (( -kua) crescere (dove, come)
madhubuti agg. Ar. preciso, accurato, fidato
-purukusha non farcicaso,prendere allaleggera; [anche] distogliere il pensiero
shamba: -a kishamba rustico; rozzo
-shindilia 2Appl. comprimere, pressare
-tilifika Pot. diminuire, scemare, svanire; rovinarsi
udufu 14 stupidit
uzima 14 [anche] vitalit

si udufu, khu gani se non stupidit, che cos'

XV. Unit

3Z7

Estensione AM (statica)
Esprime la persistenza in uno stato (per es. in stato di inattivit) o in una condizione stazionaria:
-andaa mettere in ordine ) -andama seguire in ordine
-ficha nascondere
) -fichama r imanere nascosto

-funga legare
-ganda coagularsi
-kwaa inciampare
-shika afferrare
-unga congiungere

> -fungama essere legato/ stretto


> -gandama essere denso, aderire
) -kwama essere impigliato/ bloccato
) -shikama tenere insieme
> -ungama essere unito

Per alcuni verbi statici nel swahili moderno non esiste pi la

forma semplice:
-simama st a re in piedi
-tazama gu a rdare
H suffisso statico spesso accompagnato da quello reciproco
per indicare uno stato di interdipendenza o un'azione reciproca:
-andama
> -andamana andare in corteo
-fichama
> -fichamana rimanere nascosto
-fungama
> -fugamana essere strettamente legati
-shikama ) -shikamana rimanere uniti, essere confinanti
-ungama > -ungamana essere uniti insieme
Esempi:

Niliona majibu na maswali haya yamefichama katika vitendawili vya mzee huyu!
Vidi che le domande e le risposte erano nascoste negli indovinelli di quel vecchio.
(Mohamed)
Yeye amefungamana na Swana Hafidh kwa minyororo ya

ndoa.

(Mohamed)

Ella era legata a Bw.Hafidh con le catene del matrimonio.


Upepo mzuri wa baridi ulipepea taratibu, ukiupepea uso
wake uliojaa jasho na kugandamana vumbi.
Un bel venticello fresco soffiava leggermente, rinfrescando il
suo viso pieno di sudore e coperto [su cui era appiccicata] di
polvere.
(Mukajanga)
Vi sono alcune estensioni minori, ormai non pi produttive.

328

Kiswahili kwa furaha

Estensione AT (contattiva o tenace)


Il suffisso AT, pur non avendo una funzione che si possa defi-

nire chiaramente, per lo pi sembra di implicare l'idea di contatto:


-fumba chiudere, serrare )
-kama strizzare

-f u m b a t a s errare in pugno
) -kamata afferrare,prendere

-kumba spingere, urtare )


-kumb a t ( i)a abbracciare
Spesso i due significati sono alquanto diversi:
-okoa salvare, liberare
) -okota raccogliere con le mani
-paka applicare,spalmare
) -pakata tenere sulle ginocchia

Estensione A (durevole)
Non sempre viene inclusa tra le forme estese:
-paka applicare,spalmare ) -pakaa stendere su grandi superfici
-tanda estendere
) -tandaa espandersi (su, per)
-koma cessare, morire
) -komaa decadere, essere in declino
Alcuni verbi in -AA non hanno pi la forma semplice;
-tapakaa
essere sparpagliato, propagarsi, infestare
(cfr. -tapanya Cs. disperdere, sparpagliare)
-ambaa
sfiorare, passare vicino senza toccare

Estensione p (ingressiva o incoativa)


Vi sono tracce del suffisso p che esprime l'idea di entrare in
un determinato stato; questo suffisso si aggiunge ai temi nominali:
-nenepa in g r assare
-nene
g rass o
-ogopa
aver paura
(mw)oga co dardo
-ongopa me n tire
(mw)ongo bugiardo
Esempi:

Mwili mzima umetapakaa vumbi.


Tutto il corpo era coperto di polvere.

(Mukajanga)

329

XV. Unit

Aziza amekomaa angali mbichi.


Aziza era maturata troppo presto [si era appassita quando an-

cora era immatura].


(Abdulla)
Zile za miguu yangu ... zinanenepa na zinakazana. (Abdulla)
Quelle [=piantej dei miei piedi ingrossano e si rinforzano.
Nilikuuliza kama unaumwa. Ah, si sana... Julie alion-

(Mukajanga)

gopa.

Ti ho chiesto se stai male. Ah, non molto... menti Julie.

Derivazione verbale
Come sappiamo, i temi verbali possono essere estesi tramite

uno o pi suffissi assumendo cosi un significato modificato o


del tutto diverso.

Riassumiamo qui tutte le estensioni.


Ot Il suffisso t/v. indica la forma applicativa (o preposizionale), caratterizzata da un vasto complesso di significati. A quelli
elencati nella VIII.Unit aggiungiamo il significato
contrario:
-nuka mandar cattivo odore )
kumtenda trattar male q.u. >
strumentale:

-nukia mandar buon odore


kum ten d e atrattar bene q.u.

-funga

-fungia

l ega r e

leg a re con

Oa Il suffisso w indica la forma passiva. Questo suffisso si


mette sempre per ultimo, eccetto nei verbi -chelewa e -elewa
che hanno acquisito nuovi significati, rispettivamente "essere in
ritardo" e "capire" (da -cha "albeggiare" ) -chelea Appl. "essere
sorpreso dall'alba"; -elea "essere chiaro/ intelligibile"). Questi
due verbi passivi possono a loro volta essere alla base dei causativi -chelewesha "far ritardare, trattenere" e -elewesha "far capire", come pure prendere un class.ogg. (nimekielewa "l'ho capito").
Os 11 suffisso AN indica la forma reciproca. I verbi reciproci

330

Kiswahili ~ a f uraha

in generale non prendono il complemento diretto, se non si tratta


di un verbo che in forma semplice pu avere due complementi
oggetto.
Tunapendana mapenzi makubwa.
Ci amiamo con grande amore.
Mwizi na mzee walipigana vichwa.
Il ladro e il vecchio si picchiarono in testa.
vs. Mwizi alimpiga mzee kichwa.
Il ladro picchi il vecchio in testa.
L'unico verbo reciproco che si pu mettere in forma passiva
-pigana, probabilmente perch ha acquisito un significato indipendente"combattere".
04 Il suffisso K indica la forma potenziale, stativa o neutra.
Os H suffisso Y (sH e z) indica la forma causativa.
Oa II suffisso v/o indica la forma contraria.
O~ II suffisso AM indica la forma statica.
08 ll suffisso Arin d ica la forma contattiva o tenace.
On II suffisso A indica la forma durevole.

Il suffisso t' indica la forma ingressiva o incoativa.


A un verbo si possono aggiungere diversi suffissi che modificano il suo significato fondamentale. Per esempio
-piganishwa (essere costretto a combattere):
-pig- AN (Rec.) tsH (Cs.) W (Pas.)
-pendezesha (rendere piacevole): doppiamente causativo,
perch -pendeza (piacere) ha acquisito un significato indipendente;
-changanyikiwa (essere confuso) :

-chang-AN (Rec.) Y (Cs,) IK (Pot.) I (Appl.) w(Pas.)


La combinazione del potenziale e passivo insolita e forse anche ridondante, perch gi -changanyika significa "essere confuso".
-ambatanishwa (essere attaccato, essere stato attaccato):
-amb- AT (Contatt.) AN (Rec.) tsH (Cs.) w (Pas.)
Il verbo semplice non esiste pi, ma cfr. -ambaa Di i r. sfiorare,
passar vicinosenza toccare, e -ambua Contr.staccare, separare.

XV. Unit

331

Esempi:

Alijitahidi kumsihi mama yake na kumwelewesha kiasi ambacho alikuwa anamkatili kwa kumzuia kuolewa na Fred.
Cerc di imploraresua madre e farle capire quanto era crude-

le verso di lei impedendole di sposare Fred. (Rutayisingwa)


Ilikuwa asubuhi nzuri ya Jumapili, jua jepesi na tamu likiangaza na mwanga wake mchanga rangi yachungwa bivu
ukikipendezesha zaidi kila ulichokiangukia.
Era una bella mattina di domenica, splendeva un sole leggero

e dolce e la sua giovane luce color arancione rendeva pi piacevole ogni cosa sulla quale cadeva.
(Mukajanga)
Kila walipofikiria ubaya wa huyo Hitler (...) walijikuta wamechanganyikiwa.
Ogni volta che pensavano alla cattiveria di quello Hitler, si
trovavano confusi.
(Mukajanga)
Meza na viti vya hoteli hii viliweza kujifyatua vyenyewe na
kujiweka sawa mara tu kibinyo kidogo cheusi kilichoambatanishwa na mguu wa kiti kinapobonyezwa.
Il tavolo e le sedie di quell'albergo potevano piegarsi da s e

rimettersi a posto appena si schiacciava un piccolo pulsante


nero attaccato alla gamba della sedia.
(Mdoe)
Le combinazioni dei suffissi estensivi sono limitate dalle se-

guenti regole:
O> i suffissi AM (statico) e AT (contattivo) si aggiungono solo
direttamente alla radice;

Oa dopo W (passivo) non pu seguire alcun altro suffisso (eccetto in -elewa e -chelewa).
Le combinazioni pi frequenti sono:
Pot. + Rec. -IKANA/-EKANA - o n ekana essere visibile
Stat. + Rec. -AMANA
-shikamana
essere uniti
Contr. +Pot. -UKA/-oKA
-levuka
di v e ntar sobrio
Contr. + Cs. -UsHA/-osHA

-an g u sh a f a r cadere

Contr. + Pot. + Rec. -UKANA/-oKANA


-fumukana disperdersi
Cs. + Pot. -IzIKA/-EzEKA
-elezeka
es s ere spiegabile
Cs. + Rec. -IZANA/-EZANA -pendezana piacersi a vicenda

Kiswahili kwa furaha

332

Appl, + Rec.-tANA/-EANA
Contatt. + Rec. -ATANA

-ambiana dire l'uno all'altro


-ambatana attaccarsi

Vi sono molte altre combinazioni possibili, per es. i v e r bi


contrari e applicativi sono spesso alla base di nuove derivazioni.

Dalle forme reciproche possono derivare causativi in v e in


sH; se i due suffissi Cs. coesistono, il loro significato leggermente diverso:
-fungana
lega r e insieme
-funganya
far l egare in collaborazione
-funganisha far legare gli oggetti insieme
Un possibile ordine dei suffissi estensivi il seguente

U/0
AM + AN+ Y+ U/O+ K+ I/E+ Y + AN + W
T

Naturalmente non si trovano mai tutti insieme e neppure si

possono aggiungere arbitrariamente a qualsiasi verbo.

Maneno mapya
-fyatua Contv. rilasciare, mollare, smontare, scaricare

-jitahidi Av. = -jitihadi (sforzarsi, applicarsi con impegno)


-katili Av. essere crudele, tormentare

kibinyo 7/8 pulsante


kitendawili 7/8 indovinello
mnyororo 3/4 catena
-pepeaAppl. sventolare; soffiare (del vento)

cfr. Moore 1966.

XV. Unit

~ Traducete
Polisi wa Jeshi
Shangwe aliketi peke yake, kajibari mbali na wenzie, kakaa
juu ya gogo kavu karibu na shimo lile walilotumia kutupia mabaki ya clzakula. (...) Mabaki yale yaliyokuwa yakioza taratibu
yalitoa harufu mbaya na upepo ule mwanana uliisambaza harufu ile kote kote hewani.
Pale gogoni alipokuwa, Shangwe alimkazia macho yule mama. Mama yule alikuwa rika la mama yake, na kama mama yake, suluba na dhiki za kila siku zilikuwa zimeusawajisha uso wake hata aonekane mzee kulikoumri wake.
Binti y a m a m a h u yu, k i g o li , a l i shika k op o k u bw a c h af u.

Shangwe aliwatazama watu hawa wawili wakikazana kuokota


makombo ya chakula ambayo,licha ya kwamba yalikuwa makombo ya chakula kibaya, vile vile yalisha anza kuharibika. La-

kinz' wao waliyainamia, wakifanya uchaguzi wa vipande vya ugali vilivyokuwa aula kidogo.
Kijana mre fu wa kiume, labda mwenye umri wa miaka kumi
na saba hivi, akiwa kashika fimbo mkono mmoj a na kopo mkono
mwingine alikuja mbio. Alivaa kaptura chafu na kuu kuu, iliyokuwa na mabaka ya mavi ya ng'ombe. Alikuwa na tambo zuri:
mwembamba kiasi, mrefu, mwenye mikono mire fu na miguu mirefu. Kifua wazi, akitweta, ali f ika pale katika shimo la taka na,
kama mtu aliyenyang'anywa utu na adabu yote na nj
aa, alimpiga kikumbo yule mama. Mama alipepesuka na kuanguka kando,
na kwa mara ya kwanza, Shangwe alitanabahi kuwa alzkuwa
mj a mzito, labda miezi saba.
Kjiana aliliinamia lile shimo, akitazama huku na huko. Ali-

kuwa na wasi wasi. Aliogopa vitu viwili, Kwanza, aljiua kuwa


waokota makombo wengine wakifika hapo basi bayana hatapata
"chakula" kingi. Ilibidi ajaze kopo lake mapema. Pili, aliogopa
kufukuzwa na askari afande kabla hajatwaa chochote, maana
hawakuwaruhusu wenyejikuokota makombo pale kambini.
Na upepo ulipepea, kama vile ukitaka kuu fagilia mbali u l e
uchafu, lakini usiweze. Na yule kijana aliokota makombo haraka
haraka bila kuchungua na kuchagua kwa uangali
fu mwingi kama alivyokuwa a4 fanya mama yule nabintiyake.

334

Kiswahili kwa furaha

Halafu alionwa.
Yule askari mfupi mweusi, aliyetuna misuli, alikuj a mbio, huku akikirekebisha vizuri kile kitambaa cheupe begani pake, kilichokuwa na heru fi nyekundu: MP. Kji ana, kama yule mama na
yule binti, aljiua n i nt' kilichomkabili. Waliogopa kushikwa na
askari, lakini waliogopa zaidi kushikwa na MP Military Poli-

ceman Polisi wa Jeshi.


Washenzi Wagogo/ Mtanikoma leo. t5 Kila siku tunawafukuza lakini mnarudi. Leo mtaimba Kigogo. Alishika bakora ndefu
mkononi; uso wake uliokunjwa ulionyesha wazi kuwa asingekuwa na huruma.
Mama aliogopa, kijana aliogopa, binti aliogopa, Shangwe a-

liogopa. Yule kijana alimpokonya kopo yule binti, na haraka ak amimina makombo yaliyokuwa koponi ml e k a tika kopo l a k e
mwenyewe, kisha akachomoka mbio. Mama n a b i nt i w a l i baki
wakihangaika, wasjiue wakimbilie wapi. Hili l i l i mpendeza yule
MP. Alimgeukia Shangwe na, kwa sauti i k waruzayo iliyolowa
vitisho,alimwamuru: We kuruta wa kike, chunga hawa Wago-

go wawili. (...) Na yeye alimfuatia yule kj iana mbio.


MP alidhamiria kumshEka kijana huyo, hata kama ingebidi

amfukuze usikukucha. Alikuwa na hakika, kama alivyokuwa na


hakika kuwa yeyealikuwa MP, kuwa angemshika: kuwa yeye alikuwa na uwezo wa kukimbia mwendo mrefusana kuliko yule
kijana aliyeishi kwa kutegemea kula makombo ya ugali yaliyochanganywa na maziwa ya ng'ombe. Alikuwa na hakika, naalidhamiria aitimize kazi yake barabara.
Walikata kona nyingi, 4j ana akidhamiria ampoteze MP katika vichaka vya mitunduru ambavyo yeye ali
jidanganya kuwa a-

livielewa vyema kuliko yule askari. MP alifuatia.


Kj iana alianza kuchoka; MP alikuwa akihisi kama vile ndiyo
kwanza anaanza kukimbia.
Halafu yule kj iana alikwaruzwa na mwiba wa mtunduru j uu
tu yaj icho la kushoto. Damu iliyochanganyika naj asho ilimzuia
kuona vizuri katika gi a l i l i l o kuwa limeanza kutanda. Alichom' Mtanikoma leo. Oggi la smetterete. (I Gogo sono un'etnia della Tanzania centrale.)

XV. Unit

wa na mwiba wa mtunduru mguuni, na hapo alielewa kuwa asingeweza kufanya lolote zaidi. Lakini al ji i kaza na a li endelea
kukimbiakwa kuchechemea
Bakora ilitanda katika mgongo wake uliokuwa wazi. Nyingine, nyingine, hala fu teke ziro la buti lajeshi. ALipepesuka, na i-

singekuwa kwamba alidakwa katika miba ya mitunduru, basi


angeanguka vibaya. (...)
Kjiana alipelekwa hadi kambini; akianguka anainuliwa kwa
mateke mazito na bakora, akishindwa kukimbia tokana na kuchoka na kuumwa na m wiba u li okuwa mguuni mwake anasukumwa mbele kwa teke na bakora. Ungemwuliza baadae huyu
mwananchi, angekwambia anajua nini maana ya polisi wa j eshi
rz
la wananchi.

(Mukajanga 1984: 18-20)


-anana agg. soffice, delicato, gentile, calmo
aula agg. Ar. migliore, superiore, adatto
baka 5/6 Ar. macchia, marchio

baki 5/6 Ar. resto, rimasuglio, rimanenza


bayana agg. Ar. chiaro, evidente, ben noto
buti 5/6 Ing. stivale, stivaletto, scarpone
-chechemea Stat.AppL. zoppicare, camminare cautamente
-chomoka Contr.Pot. schizzar fuori

-chungua guardar dentro accuratamente, esaminare


-danganya: -jidanganya Rifl. illudersi
-dhamiri(a) Ar. intendere, avere intenzione
-fagilia mbali Appl.lntens. spazzar via
kigoli 7/8 fanciulla impubere
kikumbo 7/8 spinta, urto
kitisho 7/8 cosa terrificante, minaccia
kiume: -a k. agg. maschile
kucha (usiku k.) tutta la notte
-kwaruza [anche] graffiare
16
kwa kuchechemea zoppicando: notatc come ttwA+ infinito si traduce con il gerundio di modo.
17
Notate come la sintassi di Mukajanga influenzata dall'inglese, per es. nell'uso
frequente del dimostrativo (che probabilmente dovrebbe sostituire l'articolo determinativo) o nella "consecutio temporum".

336

Kiswahili kwa furaha

-lowa [anche] essere intriso di


makombo 6 rimasugli di cibo
musuli 3/4 Ing. muscolo
mtunduru 3/4 cespuglio spinoso, rovo
mwenyeji 1/2 [anche] abitante del luogo
mwokofa makombo raccattatore dei rimasugli
-ozaandare am ale,m arcire
-pepesuka Cs. Contr.Pot. tremare, barcollare
-pokonya Contr.Cs. prendere con violenza
-sambaa Dur. essere sparso, propagarsi; -sambaza Cs. spargere
-sawajisha Cs. sfigurare,storpiare,render emaciato

sulubu, suluba 9/10 Ar. sforzo, energia; duro lavoro


tambo 5/6 portamento, andatura

-tanabahi Ar. comprendere; rendersi conto, notare


tokana na a causa di, per
-tuna gonfiare
-twetaansimare
uangalifu 14 attenzione, cura, circospezione
uchafu l4 sporcizia
uchaguzi 14 scelta; elezione

Composizione. Prestiti. Locuzioni idiomatiche. Linguaggio sentenzioso.


1

Composizione

I composti generalmenete N.I. si possono formare raddoppiando la stessa radice oppure mettendo insieme due radici o

due parolediverse. In questo secondo caso (di cui ci occuperemo qui) vi sono varie possibilit. I composti possono infatti essere formati da
N.l. + N.I.

hatimkato
stenografia
[hati scrittura
mkato riduzione]
pipi-mpira
gomma da masticare
[pipi caramella
mpira gomma]
uanaanga
astronautica; cosmologia
[uana < mwana
anga atmosfera; cosmo
N.I. + V

sitiarificha
ricercatezza dello stile
[sitiari metafora
-ficha nascondere]
jogoowika
l'ora del canto del gallo
[jogoo gallo
-wika cantare (del gallo)]
N.I. + N.D.

pembenne
quadrilatero
[pembe angolo
-nne quattro]
sikukuu
festa
[siku giorno
-kuu grande]
fundisanifu
tecnico
[fundi artigiano
sanifu standard]
V. + N.I.

kipimatetemeko si s m ografo
[-pima misurare
tetemeko scossa]

(v. + v.)
Cfr. Knappert 1965:211-225, Temu 1984:112-126.

337

338

Kiswahili kwa Furaha

myeyungano
f usion e
[-yeyusha fondere
-ungana congiungere]
(V. +N.D. )
ujauzito
gravidanza
[-ja venire
-zito pesante]
Gran parte dei composti sono termini tecnici e scientifici coniati in tempi recenti. Nell'uso comune vi anzitutto il processo
che congiunge due N.I.
o un tema verbale con un N.I.

Ol Vi sono pochi termini generici con i quali si possono formare numerosi composti; questo tipo di costruzione indica persone che svolgono qualche funzione particolare o la funzione
stessa:
mwana
flgllo:
mwanachama
membro, socio
mwanadamu
essere umano ("figlio di Adamo")
mwanahewa
aviatore
mwanaharakati
att i v i sta
mwanajeshi
m ili tar e
mwanamapinduzi rivoluzionario
mwanamaji
m arinai o
mwanakijiji
abi tan t e del villaggio
mwananchi
c ittad i n o
Da questi N.I. si possono formare anche N.I. astratti:
mwanamke
d onna
)
uanauk e fem m i n ilit
mwanamume
u omo
)
uanaume v i r i l i t
bwana
bwana arusi
bwana shauri
bwana nyumba
bwana fedha

' l'unico esempio ri portato


raro

signore;
sposo
consigliere
capofamiglia
cassiere

XVI. Unit

mwenye
mwenye nchi
mwenye duka

339

possessore:
proprie t a rio terriero
n egozi a n t e

mwenye nyumba pa drone di casa


mwenye hoteli
alber g atore
mwenyekiti
presi d e n te (Ing.
chainnan)
Questa forma composta sipu usare anche come attributo, con
qualsiasi N.i. o infinito attivo o passivo come secondo componente:

-enye dhambi
-enye kuvut(i)a

pec c atore, peccaminoso


attr a ente

askari
soldato, guardia
in nomi composti descrive vari tipi di poliziotti e soldati:
askari polisi
p ol izi o t t o
askari jela
secondino
askari kanzu
polizi o t to in borghese
Vedi anche askari wa miavuli (paracadutista) che non un vero
composto, ma un'unit lessicale.
mke
donna
in mke mwenza
l'altr a moglie
ukewenza
bi/poligamia
02 Molti termini generici prendono il posto del secondo componente, fungendo da attributo:
ieri:
jana
wiki jana
la settimana scorsa
mwaka jana
l' anno s corso
mwitu
foresta:
mzabibu mwitu
uva s elvatica
mbwa mwitu
lupo
sukari
matunda sukari

zucchero:
fr utt a candita

ndizi sukari
mawe
sukari mawe
mvua mawe

banane dolci
sassi:
zucchero a quadretti

grandine

340

Kiswahiti kwa Furaha

Oa Se il secondo componente un infinito, il composto indica


una parte del giorno:
jua-kupanda/kutoka/kuchomoza/kucha alba
jua-kutua/kushuka/kuchwa
tramonto
maji-kujaa
alta marea
maji-kupwa
bassa marea
O< Il tipo pi frequente di composti consiste in un deverbativo
in -A e un altro N.t. (suo complemento diretto). In questo modo

si formano termini botanici e zoologici, ma anche nomi di professioni, specialmente se il verbo ha un significato piuttosto generico che richiede un'ulteriore precisazione:
mfua dhahabu
ore fice
mwuza samaki
pesc i v endolo
mfanyakazi
lavorat o re
mfanyabiashara commerciante
mshona viatu
calzolaio
mpiga picha
f otogr a f o
mtunga muziki
comp o s itore
mpiga muziki
music i s ta
voltapietre (uccello)
geuzamawe
chekeamwezi
c hiurl o
Se in cl.l/2 non indica una professione, tale composto esprime
una qualit umana e pu essere usato come attributo:
msema kweli
veriti e r o, sincero
mchapa kazi
operos o, chi lavora sodo
mpingamaendeleo reazionario
~~ Quesi tealfri compostipossono esserescrilii 111$leme sepilipti o uniti con un trattino.
Oltre alla cl.1/2 frequente la cl. 7/8:
chamshakinywa/kiamshakinywa pri m a colazione
kifungua mimba pr i m ogenito
kichinja mimba
ulti m o genito
kirukanjia
donna da marciapiede
kiinua mgongo
pen s i one; mancia ("raddrizza-schiena"
)
4

di tipo occidentale

341

XVI. Unit

kikazatumbo/ kinyoandevu

bu s tarella

Dai N.I. in c1.1/2 si possono formare nomi astratti in c1.14.


usuraio
> ulariba
usura
mlariba

mla rushwa uo mo corrotto ) ula r u shwa corr u z ione


mvunja nyumba scassinatore ) uv unjanyumba
furto con scasso
05 Pochi composti sono di origine straniera:
taksi dreva Ing.
tas s ista
bahati nasibu Ar. lo t teria
binadamu Ar.
essere umano ("figlio di Adamo")
Esempi:
Walipendwa na wanakijiji wengi.
(Muridhania)
Erano amati da molti abitanti del villaggio.
Washtakiwa waliletwa ndani wakisindikizwa na askari polisi.

Gli accusati furono portati dentro, accompagnati dai poliziot-

ti.

(King'ala)

Walitafuta kwenda shule za uchapaji mashine, hatimkato na


masomo mengine waliyoona wangeyamudu kwa ngazi yao
ya elimu.
Cercarono di andare alla scuola di' dattilografia, stenografia e
altri insegnamenti a cui pensavano di poter arrivare con il loro grado do istruzione.
(Merinyo)
Alfajiri ya jogoowika, Mwiti aliamshwa na sauti ambazo
kwanza hakuzifahamu.
Prima dell'alba, al canto del gallo, Mwiti fu svegliato dalle
voci che dapprima non riconobbe,
(Muridhania)
Ungenitengenezea kiamsha kinywa.
Mi prepareresti la colazione?
(Muridhania)
Kwa njia hii pekee angeweza kujipatia senti kidogo kama
kiinua mgongo.
Solo in questo modo avrebbe potuto procurarsi un po" di soldi

(King'ala)
come mancia.
Mashaka alipokea shilingi ishirini nyingine za tajiri wake aliyemtuma akamkatia tiketi ya bahati nasibu.
(Mohamed)
Mashaka ricevette altri venti scellini dal suo padrone che lo

342

Kiswahili kwa Furaha

mand a comprargli [e gli compr] un biglietto della lotteria.


Mw anadamu angewezaje kuaga dunia kwa uzeebila ya kuacha vizazi vyovyote?
Come l'uomo potrebbe abbandonare il mondo per la vecchiaia senza lasciare alcuna prole?
(Muridhania)
Ukewenza siutaki na siuwezi.
La poligamia non la voglio e non la sopporto. (Rutayisingwa)
Lakini Jumatatu ya juma lililofuatia, akajikuta anarudia
uchapakazi wake.
Ma il lunedi della settimana seguente si ritrov a lavorare con
il solito zelo.
(Mukajanga)
Alikuwa msichana mwenye sura ya kuvutia na maungo yaliyoviringana vyema yaliyoiva kiuana-uke kamili.
Era unaragazza di aspetto attraente e con il corpo bene arrotondato,maturo da vera donna.
(Merinyo)

Prestiti
All'incirca un quarto del lessico swahili di o rigine araba. I

prestiti arabi, che continuano ad entrare nella lingua tuttora, sono pi numerosi nel campo della religione e nella sfera della vita
spirituale in genere; molti prestiti sono invece connessi con le
leggi della natura e con l'esistenza umana. Per lo pi sono stati
adottati nei secoli passati, ma recentemente sono entrati in swahili termini arabi riguardanti alcuni aspetti della vita moderna
come commercio, politica, giustizia e trasporti.
La maggioranza dei prestiti sono N.I., seguono verbi, N.D.,
avverbi, congiunzioni e altri.
Ecco alcuni nuovi prestiti arabi riguardanti le scienze umanistiche:

diwani
hadhira
isimu (ya lugha)
istiara
itikadi
mantiki

antologia
pubblico
linguistica

allegoria
ideologia
logica

XVI. Unit

343

maudhui
contenuto
msamiati
lessico
muahada
patto
contesto
muktadha
tabaka
classe
urasimu
burocrazia
Prestiti arabi, soli o insieme con parole di un'altra provenienza, entrano spesso nei calchi; ricordiamo che il calco una nuova espressione formata sul modello di un'altra lingua mediante
una traduzione totale o parziale:
mapambano ya kitabaka lo t t a di classe
mabwanyenye ya kitaifa bor g hesia nazionale
uhalisia hakikifu
realismo critico
nguvu-kazi
manodopera, forza-lavoro
Mkutano wa kimataifa wa Usanifishaji wa Istilahi za Kiswahili
Congresso internazione sulla standardizzazione della termi-

nologia swahili
~~Come prestiti arabi vengono considerati anche alcuni N.I.
greco-latini entrati in swahili mediante l'arabo, come dimostra la

loro forma (kanuni, karatasi, kalamu, e a.) Analogamente vi


sono termini greco-latini entrati tramite l'inglese (bayolojia,
saikolojia, mofolojia, sintaksia), e vi sono pure alcuni doppioni:
filosofia - falsafa
Nei tempi moderni sono diventati piuttosto frequenti i prestiti

inglesi, specialmente nei giornali (dove raggiungono il 20%). Si


riscontrano anzitutto nella sfera della politica, dei trasporti e dello sport, L'inglese ha inoltre un ruolo di primo piano nella terminologia scientifica (medica e a.). Alcuni esempi:
indiketa
indi ca t ore
udikteta
dittatura
homoni

ormone

umaksi

marxtsmo

Vi un numero minore di prestiti persiani (per es.jambazi


delinquente), indiani (bepari capitalista), turchi (afande ufficiale), portoghesi (gereza prigione), francesi (divai vino) e tede-

344

Kiswahili kwa Furaha

schi (usati quasi esclusivamente in Tanzania: hela soldi).


Un certo numero di prestiti recenti proviene dalle lingue loca-

ikulu
(Nyamwezi)
kabwela (Nyamwezi)
bunge (Sukuma)
kitivo (P a re)

palazzo presidenziale
uomo comune, proletario
parlamento
facolt universitaria

Spesso un prestito arabo coesiste accanto a una parola bantu


o accanto a un altro prestito:
Ar.
1ng.
Sw
bicchiere:
bilauri
glasi
libro:
kitabu
buku
chuo (arc.)
mercato:
soko
mar(i)kiti
comitato:
h almashauri
kam a t i
gsudtce:
hakimu
j aj i
settimana
juma
wiki
mondo:
dunia
ulimwengu
amore:
mahaba
mapenzi
auto:
motokaa
gari
ispezione:
speksheni
upekuzi
biologia:
elimuviumbe
b(a)iolojia
cliente:
msh(i)tiri
kastoma
mnunuzi
Di solito i prestiti vengono adattati alla fonetica swahili, con
l'eliminazione dei suoni estranei (garage ) gereji, du vin ) di vai) e con l'aggiunta di vocali per mantenere le sillabe aperte

(waqt > wakati, film ) filamu).L'ortografia tende ad avvicinarsi sempre di pi alla pronuncia man mano che la parola diventa
meno estranea (sparepart ) speapati),ma in molti casi la scrittura varia non solo da un autore all'altro, ma anche all'interno
dello stesso testo. Osservate, per esempio, i tre modi di scrivere
inspection:
Kila mmoja wao alijitumbukiza ndani ya pipa lake na kuan-

za kulipiga peksheni.
Ognuno di loro si infil nel suo bidone e cominci ad ispezionarlo.
(King'ala)

XVI. Unit

345

Kusikia hivyo, akaanza kulispeksheni [koti].


A sentire cosi, cominci ad ispezionarlo.

(Mkangi)

Macho ya Dubwana yalimpekua, yalimpekesheni nakumpekecha kwa undani sana.


Gli occhi di Dubwana lo esaminavano, lo ispezionavano, penetrandolo fino al midollo.
(Mkangi)
Molti prestiti di vecchia data non si distinguono minimamente
dalle parole bantu (per es. kitabu forma il plurale, il diminutivo
kijitabu e l'accrescitivo tabu come qualsiasi altro x.i. della
c1.7/8), mentre l'estraneit dei neologismi molto marcata.
Msichana huyo akamwangalia Kalenga kwa mshangao zaidi
halafu akaendelea na kaziyake ya kuandika kwenye tabu
moja kubwa lililokuwa juu ya meza yake.
La ragazza guard Kalenga con maggior stupore e poi continu con il suo lavoro di scrivere in un grosso librone che era
sul suo tavolo.
(Mwakyembe)
Tukizungumzia ubovu wa matrekta lazima tuzungumzie vile

vile suala la speapati.


Se vogliamo discutere il cattivo stato dei trattori, dobbiamo
discutere pure la questione dei ricambi.
(Mbogo)
O Nel discorso dei Tanzani e Kenyoti istruiti molto frequente
il cosiddetto code switching, cio un cambiamento repentino di
lingua (swahili inglese), spesso in mezzo ad una frase; questo
processo si chiama in swahili kudakizana. Qui non si tratta pi
di prestiti, cio parole introdotte a far parte della lingua swahili
in modo pi o meno permanente, ma di parole, sintagmi o intere
frasi inglesi mescolate al discorso swahili. un fenomeno sociolinguistico e non grammaticale che segnaliamo per curiosit.
Questo linguaggio misto sempre pi diffuso nelle citt del
Kenya dove ha preso il nome di sheng.
Unathink wewe ana kazi gani bibi yule safari hii? (Abdulla)
Tu cosa pensi, che lavoro ha la signora questa volta?

Unaweza kuijaji wewe mwenyewe.


Puoi giudicarlo tu stesso.
(Abdulla)
Umetoa kweli leo. Wame-blow!
Gliel'hai fatto vedere oggi. Sono rimasti a bocca aperta [lett.
saltati].
(Mukaj anga)

346

Kiswahili kwa Furaha

Niko busy sana.


Sono m o lto occupato.
(King'ala)
Miye ninaspendi na nitaspendi kama kawaida.
Io spendo e spender come al solito.
(F.Macha)
Hapo karibu na duka la ushirika nimekuta ma-jobless wamejaa tele... W anapiga plani. Mtoto gani wa town atakubali kulima.
Qui vicino al negozio della cooperativa ho trovato che c'era
pieno di disoccupati.. . Stanno facendo dei progetti. Quale
ragazzo di citt accetter di lavorare la terra?
(Mbogo)

Maneno mapya
bahati nasibu 9/10 Ar. lotteria
bwanyenye 5/6 borghese; pl. borghesia
-chwa (monosill.) tramontare (del sole)
divai 9/10 Fran. vino
gereza 9/10 Port. prigione
istilahi 9/10 Ar. terminologia
jogoo 5/6 gallo
taifa: -a kimataifa internazionale
mapambano 6 lotta
-mudu Ar. potere, controllare, riuscire
mwavuli 3/4 ombrello
mzabibu 3/4 Ar. vite, pianta dell'uva
ngazi [anche) grado
-pekecha perforare
pipa 5/6 Port. bidone, barile, contenitore
-pwa (rnonosill.) prosciugarsi (della marea)
riba 9/10 Ar. usura, interesse sul denaro

rushwa 9/10 Ar. ricatto, bustarella


spea(pati) 9/10 Ing. pezzo di ricambio
trekta 5/6 Ing. trattore
ubovu 14 cattivo stato

uchapaji mashine 14 dattilografia


uchapakazi 14 zelo, operosit
undani 14 sentimenti intimi
ungo 11/6 giuntura, membro del corpo
usaniTishaji 14 standardizzazione

XVI. Unit

347

ushirika 14 cooperativa
-viringana Rec. essere rotondo/ben formato
-vutia: -a kuvutia attraente

-wika cantare (del gallo)

Traducete:
Ahmad Nassir Juma Bhalo:

Eizungu

Wataka aptudeti ~ na m wingi utamaduni

Kusema wat-izit
Utakufa na lait i

thoz oldi fesheni


na cha n d a ki mdomoni

Usambe tatiya deshi


fowadi 'kaendeleya
Ni heri sasa u-woshi
yuwa he nd mai diya
Nimeipata fatashi
ev r i thing
kliya
Natiya fuli stopu fedheha nyi ngi siwezi
6
Na wala hapa hopu
w a kurinyuuutezi
Mambo yakivich topu
huwa m bayabiznisi.
-amba Mvita dire (usambe non dire!)
chanda 7/8 Mvita dito
fatashi 9/10 Ar. indagine, ricerca, prova
fedheha 9/10 Ar. vergogna, disonore
laiti inter. Ar. [qui] rimpianto
utamaduni 14 civilt, civilizzazione, cultura
utezi 14 Mvita = uchez(aj)i gioco

' In questa poesia scherzosa l'autore, un noto poeta di Mombasa, si rivolge a una
ragazza moderna che disprezza le tradizioni. A prima vista i versi sono quasi incomprensibili perch il poeta mescola numerose espressioni inglesi (scritte in grassetto) e
prestiti arabi al suo Kimvita (swahili di Mombasa) poetico; cfr. l'ortografia "tatiya per
nitatia, 'kaendeleya per nikaendelea, natiya per natia. Il poemetto stato pubblicato
in Knappert 1979:296-7.
hapa = hapana

348

Kiswahili kwa Furaha

Espressioni ing lesi


aptudeti up-to-date all'ultima moda
biznisi business affare

deshidash corsa ('tatiya d. correr)


evri thing kliya every thing clear tutto chiaro
fowadi forward avanti
fuli stopu fuO stop punto
hopu hope speranza
kurinyuu renew rinnovare

mai diya my dear mia cara


thoz oldi fesheni those old-fashion quelli antiquati
u-woshi wash che ti lavi
wat-iziti what is it che cos'
yakirich topu reach top arrivare al culmine
yuwa hend your hand la tua mano

Fasihi na lugha
Fasihi kama ili vyokwisha bainishwa ni sanaa ya l u gha; ni
sanaa inayotumia maneno katika kuyasawiri mazingira pamoj a

na kuibua ufanisi na kushindwa kwa mwanadamu katika maisha


yake. Kwa sababufasihi ni sanaa ya lugha lugha inakuwa kitu
muhimu na cha lazima kwa fasihi; ni k i ini a u u t i-wa-mgongo
wa fasihi.
Labda hapa tujiulize, kwa namna gani lugha inachukua dhima hiyo katika sanaa hii ya fasihi? lr'wanza, lugha ni chombo
cha kuiundia hiyo fasihi yenyewe ikiwa katika hali ya masimu-

lizi au hali ya maandishi. Pili, ni chombo ambacho baada ya


kuundwa fasihi, hutumika kwa mawasiliano kati ya fanani au
msanii, na hadhira yake. Tatu, pia ni chombo cha kuibua hisi za
hadhira.
Lakini j e, mtu anaposema, au anapotumia lugha wakati wowote ule huwa anaunda kazi ya fasihi? Jibu ni la. Si wakati wote
tutumiapo lugha huwa twaunda kazi ya fasihi. Fasihi ina mbinu
7

Qui: "colonna portante"

XVI. Unit

349

nyingine zaidi kuliko lugha, na hata hivyo lugha itumiwayo siyo


lugha ya mazungumzo ya kawaida, bali ni l u gha teule iliyoteuliwa 4va madhumuni ya kuunda sanaa itayomvuta msomaji au
msikilizaji 4v a mvuto wa kichawi wenye kunasa na kuathiri katika nafsi zetu na hisia zetu.
Kwa hivyo, lugha ya fasihi kila siku hujitofautisha na namna
lugha inavyotumika mahala pengine popote. Kwaj u m la, twasisitizakusema 4vamba maneno ndio nyenzo au nguzo za fasihi.

Wasanii wa fasihiwana njia zao za kufinyanga lugha iwe tofauti


na lugha ya matumizi mengine na iwe yenye kunata,kugusa na
kuvutia kisanaa.

{Mohamed 1981:17)
-athiriAr. segnare, influenzare; colpire, fare una profonda
impressione
dhima 9/10 Ar. ruolo
fanani 5/6 Ar. artista
-finyanga plasmare, modellare
hisi, hisia 9/10 Ar. senso; sentimento, emozione
-ibua far emergere, suscitare, mettere in evidenza

kichawi: -ak. agg. magico


kiini 7/8 essenza, nucleo, midollo, nocciolo

kushindwa 15 sconfitta
madhumuni 6 Ar. intenzione, proposito

mazingira 6 ambiente
mbinu 9/10 metodo, tattica, mezzo

msikilizaji 1/2 ascoltatore


mvuto 3/4 attrazione; tensione
-nasa catturare
-nata aderire, appiccicarsi, essere viscoso; -enye kunata fig.
coinvolgente
nguzo 9/10 pilastro, sostegno, colonna portante
nyenzo cfr. wenzo {strumento)
-sawiri Ar. modellare, dipingere

simulizi 5/6 narrazione; pl. tradizione orale


-teule agg. scelto, eletto, elevato

-tofautisha Cs. distinguere, differenziare

350

Kiswahili kwa Furaha

ufanisi 14 successo, prosperit


wasiliano 5/6 (us. pl.) comunicazione, informazione
wenzo ll / 1 0 (n yenzo) leva, rullo; strumento, mezzo, strata-

gemma

Locuzioni idiomatiche
In swahili, come in altre lingue, sono frequenti le locuzioni

composte da due o pi elementi che formano insieme un'unit


inseparabile, il cui significato diverso da quello dei suoi componenti (o almeno da uno di essi).
Amerukwa na akili.
Ha perso la testa.
Anachungulia kaburini.
Ha un p i e de nella tomba.
Non m'interessa pi.
Amenitoka moyoni.
Alishika/alichukua mimba.
Rim a se incinta.
Yu/ahkuwa macho.
/era sveglio.
Hana mbele wala nyuma.
Non h a nulla, poverissimo.
Ubwabwa haujamtoka shingoni.
Ha ancora il latte alla bocca.

Anadaiwa (hata) kope/ (nywele) si zake.


indebitato fino al collo.
Alipokelewa (kwa) mikono miwili.
Fu ricevutoa braccia aperte.
Esempi:
Kusikia haya, Habiba alirukwa na akili.
A sentire ci, Habiba perse la testa.
(King'ala)
Wote waliokuwa wakidaiwa hata kope hazikuwa zao, iliwabidi kujikomboa udenini kwa kuparaga mkunazi wakati
mwenyewe alipokuwa akikoroma.
(Mkangi)
Quelli che erano indebitati fino al collo, dovevano riscattarsi
dal debito arrampicandosi sull'albero del giuggiolo mentre il
proprietario russava.
Kwa unyonge Mashaka akapokea shilingi zake ishirini zilizobaki, akakumbuka yale yaliyomfutu kuyatekeleza kwa

351

wajibu, mbali deni lililomwacha mpaka kope zikawa si zake.


Mashaka accett umilmente i suoi 20 scellini rimanenti; si ricord di ci che avrebbe dovuto sbrigare a tutti i costi, oltre

ai debiti che gli arrivavano fino al collo.


(Mohamed)
Kuona mwanawe anachungulia kaburini, Habiba alianza
kurandaranda hapa na pale.
Nel vedere che sua figlia stava per morire, Habiba cominci a
(King'ala)
correre qua e l.
Alidhani kuwa Daudi angeweza kuwa mtu wa aina hii lakini
ubwabwa ulikuwa haujamtoka shingoni.
Pensava che Daudi avrebbe potuto essere l'uomo di quel tipo,
ma aveva ancora il latte alla bocca.
(King'ala)
Queste locuzioni possono avere la funzione di attributi avverbiali o aggettivali:
mtu wa miraba minne pe r sona robusta
mtoto wa watu
figlio/a altrui/di gente per bene
shingo upande
a malincuore, malvolentieri
ima fa ima Ar.
a tutti i costi
siku nenda siku rudi
tutt i i santi giorni
vuta nikuvute
tira e molla; indecisione
(kama) chanda na pete in separabili
(-a) kukata na shoka
favo l o so, straordinario
-enye kumtoa nyoka pangoni
lusinghiero, suadente ("da incantatore")
kufa na kupona
costi quel che costi; per la vita e per la morte
Esempi:
Kazija akamchuja Mussa, akashangaa naye. He, si mtoto
huyu, ana maneno ya kumtoa nyoka pangoni.
Kazija scrut Mussa e ne fu sorpresa. Eh, non un bambino,
ha parole convincenti.
(Mohamed)
Yule jambazi wa miraba minne ndiye aliyekuwa mkurugenzi wa maharamia wenzake.
(King'ala)
Fu quel delinquente nerboruto il capo degli altri malviventi.
Waliwatazama mafahali wale wawili katika vita vya kufa na
kupona.
(Mukaj anga)

352

Kiswahili kwa Furaha

Osservavano i due tori nella lotta all'ultimo sangue.


Daudi alimpenda kufa nakupona.
Daudi l'amava per la vita e per la morte. (D. avrebbe dato la
vita per lei.)
(King'ala)
Habiba alimchinja jimbi na kupika pilau ya kukata na sho-

(King'ala)

ka.
Habiba sgozz un gallo e cucin un pilau favoloso.

Alcuni N.I. fanno parte di diverse locuzioni; si tratta anzitutto

delle parti del corpo:


kichwa
t es t a
kuvunja kichwa
smaltire la sbornia
kuwa na kichwa kikubwa
esse r e presuntuoso
kuwa na kichwa kigumu
essere ostinato
kichwa wazi
a testa scoperta
mkono
mano , braccio
mkono mmoja/ mkono kwa mkono in cooperazione
(kwa) mikono miwili
a br a c cia aperte; con gratitudine
mwenye mkono mrefu
l.influente;
2.1adro (dal braccio lungo)
mwenye mkono mwepesi
lesto di mano: manesco
mwenye mkono mzuri
chi ha una bella calligrafia
mwenye mkono wa birika
tirchio, tirato
kutia mkono
firmare
kumpa mtu mkono
l.dare una mano (aiutare) ;
kumwunga mtu mkono

2.congratularsi
sostenere, essere d'accordo

kutupa/ kuacha/ kumpa mkono


mor i r e
kufungua mkono
fare un regalo
mkono wa hongera
mkono wa msiba
moyo
cuore
kwa moyo
kujipa moyo
ku(ji)piga moyo konde
kushuka/ kulegea moyo
kutia moyo

congratulazioni
condoglianze
1. volentieri; 2. a memoria
farsi coraggio
farsi coraggio

scoraggiarsi
incoraggiare,confortare

XVI. Unit

353

kuvunja moyo
scoraggiare
kutoka moyoni
perdere di interesse
roho
spirito
kukata roho
mortre
kumsonga mtu roho
strangolare q.u.
kutia roho
rischiare la vita
kuwa na roho
essere goloso/ ghiotto/ avido
mguu
piede , gamba
miguu chini
a piedi nudi
kiguu na njia
senza posa,sempre in movimento
tumbo
stom a co, ventre
ndugu wa tumbo moja/wa toka nitoke fratello uterino
kutia tumbo
sconcertare, confondere
kufanya/kuwa na tumbo moto essere turbato/ in dubbio

jicho
occhio
kuwa macho
kufa jicho/kutoka machoni
kumwonea mtu kijicho
kinywa
b oc c a
kufungua kinywa
kinywa wazi
fundo
nodo
fundo la moyo
kumwekea mtu fundo
kumpiga mtu fundo

essere sveglio

no np iacere pi
i nvidi a r e
rompere il digiuno
a bocca aperta
risentimento, malumore

far arrabbiare q.u.


confondere q.u.

Esempi:

Mkono wa Nasro, kama wasemavyo walimwengu, ulikuwa


wa birika.
La mano di Nasro, come si dice, era (chiusa) come il manico
di un'anfora.
(Sembera)
Ijapokuwa baba alikuwa amewatupa mkono, Habiba alikuwa amerithi mali ya kutosha kuwastarehesha watoto wake.
Sebbene il padre li avesse lasciati, Habiba eredit abbastanza
denaro per fare star bene i suoi figli.
(King'ala)
Alijipiga moyo konde na akaamua kupambana na hali ile.
Si fece coraggio e decise di affrontare la situazione. (Mkangi)

354

Kiswahili kwa Furaha

Aliupiga moyo konde na kuamua kuyasikiza maneno ya


Daudi.
(King'ala)
Si fece coraggio e decise di ascoltare le parole di Daudi.
Alianza kuwa na tumbo moto kuhusu mzee huyo.(Mwanga)
Cominci ad essere inquieto a causa di quel vecchio.
Struttura:

Gran parte delle locuzioni idiomatiche composta da un verbo seguito da un N.I.

kuzunguka mbuyu
kufua dafu
kumpasulia jipu
kumpasulia mbarika
kumtokea puani

andare per vie traverse


averla vinta, spuntarla, riuscire
affrontare la verit, essere sincero
dire cose spiacevoli a q.u.
"sputare", rimanere scottato

(lett. uscire dal naso)


kumvisha/vika kilemba cha ukoka adulare, lusingare
kumwaga unga
perdere il posto
kumchezea mtu shere prendere q.u.
in giro
kuvuliwa mbeleko
essere degradato/destituito
kumezewa mate
far gola
kumlizia ndege mbaya pr esentire una disgrazia
(chiamare un uccello del malaugurio)
kumkata jongoo kwa meno
affrontare una situazione spiacevole
Esempi:
Si watu wote wanaofanya kazi maofisini ama viwandani
wameajiriwa kwa njia hizi za kuzunguka mbuyu.
Non tutte le persone che lavorano negli uffici o nelle fabbriche sono state assunte per queste vie traverse.
(Mbogo)
Mti wa taa ya stimu ulio karibu zaidi unafikisha pale madirishani mwanga hafifusana, ambao haufui dafu mbele ya
mapazia yalemazito yenye maua ya samawati na zambarau.
Il palo della luce elettrica pi vicino manda alla finestra una
debole luce che non riesce a spuntarla di fronte alle tende pe-

santi a fiori celesti e viola.


(Mukajanga)
Nyanyake alijaribu kumbembeleza ili amwambie alipigwa
nini lakini juhudi zake hazikufua dafu.

XVI. Unit

355

Sua nonna cerc di invogliarlo a dirle perch l'avevano pic(King'ala)


chiato, ma non ci riusci.
Alipoona Daudi hataki kumpasulia jipu, aliamua kumwekea
mtego.
Vedendo che Daudi non voleva essere sincero con lei, decise
(King'ala)
di mettergli una trappola.
Alitaka kutumia njia yoyote ile kunifanya nimwunge mkono.
Bali alikuwa amepotea njia. Bwana Zumbe alisahau kuwa
vilemba vyake vya ukoka alivyokuwa anataka kunivika havikuwa na thamani, kwani tayari nilikuwa mtu mkubwa kijijini Ranzi.
Voleva usare qualsiasi mezzo fstrada] per far si che gli dessi
una mano. Invece erafuori strada. Bw. Zumbe aveva dimenticato che le sue parole melate [lusinghe] non avevano alcun

valore per me perch ero gi un uomo importante nel villag(Ngomoi)


gio di Ranzi.
Ukizidi kumezea mambo ya hatari kama haya, siku moja yatakuja kukutokea puanibure mwanangu.
Se continui a tacere [inghiottire] fatti pericolosi come questi,
un giorno rimarrai scottato per nulla, figlio mio. (M w a nga)
Pesa alizoziiba zimemtokea puani.
I soldi che ha rubato ha dovuto sputarli.
(Kamusi ya Kiswahi li sanifu)
Alikuwa ameanza kuona kama Hawa alikuwa anamchezea
shere.
Aveva cominciato a vedere che Eva lo stava prendendo in gi-

ro.

(King'ala)

Muda wote huu, tokea alipoamka Fauzia amekuwa akiisikiliza nafsi yake na imekuwa ikimlizia ndege mbaya.
Tutto il tempo da quando si era svegliata, Fauzia ascoltava il
suo cuore [anima] che presagiva sventure.
(Moha m e d)
Chozi ya mamba. Mbeleko umevuliwa.
Lacrime di coccodrillo. Sei stato destituito.
(K ing' a l a)
Bushiri alimkata jongoo kwa meno akaifunga safari mguu
na njiampaka nyumbani kwa Chande.
Bushiri affront la situazione e si mise in cammino senza tre(Mandhry)
gua fino alla casa di Chande.

356

Kiswahili kwa Furaha

I verbi pi frequenti in queste locuzioni sono quelli con il


contenuto lessicale minimo, che prendono il significato dal N.t.
che li accompagna. Anzitutto si tratta del verbo
-PIGA

-piga bunduki/risasi sparare


stampare
chapa
chenga
piantare in asso
chuku
esagerare
darubini
esamin a re attentamente; sbirciare
deki
lavare per terra
fahari
ostentarericchezza, fare ilgrande
falaki
1. fare l'oroscopo; 2, temporeggiare
fundo
fare un nodo
~ kumpiga fundo
co nfondere q.u.
-piga hodi
chiedere il permesso di entrare
kelele
gridare,urlare,far rumore
kiburi/ makuu darsi delle arie
kilemba
portare il turbante
(ma)kofi
batter e le mani
~ kumpiga "
dare uno schiaffo
-piga kura
tirare la sorte, gettare i dadi; (pol.) votare
magoti
inginocchiarsi
maji
bere alcoolici
marufuku
p roibi r e
mbio
correre
mbizi
tuffarsi
miayo
sbadigliare
moto
1. appiccare il fuoco; 2. bere liquori
moyo konde
far s i coraggio
mstari
tirare una linea
mtindi
bere, alzare il gomito
ngumi
1. c o l p ire con un pugno; 2. dare la bustarella
nguo
sfoggiare bei vestiti
pasi
stirare
picha
fotografare
alzare il naso, andare a testa alta
pua

357

XVI. Unit

simu
teke
ubwana
umeme
vita

telefonare, telegrafare
dare un calcio
fare dapadrone, tiraneggiare
lampeggiare
dichiarare la guerra

Vi sono molte altre costruzioni con - p i ga, alcune formate ad

hoc. Per es. con i colori:


-piga wekundu

esser e rosso, arrossarsi

essere/diventare nero
weusi
Esempi:
Aziz aliruka mzima mzima pale alipokaa, akapiga makofi
(Abdulla)
kwa furaha.
Aziz salt su da dove era seduo e batt le mani per la gioia.
Aliona kujiua kungekuwa kupiga magoti, kuipigia magoti
dhiki na idhilali iliyomkuta.
Vide che uccidersi sarebbe mettersi in ginocchio, mettersi in

ginocchio davanti alle difficolt e alla miseria che lo oppri(Mukajanga)


1Tlevano.
Siku moja mwanamke mmoja alipiga mtindi mpaka akawa
hajiwezi.
Un giorno una donna alz il gomito finch perse il controllo
(King'ala)
di s.
Baada ya kupiga vichochoro viwili vitatu, walitokezea karibu na soko.
Dopo aver tagliato per due o tre vicoli, spuntarono vicino al
(King'ala)
mercato.
Kusikia jina lake linatajwa Mwaura aligutuka na kumkodolea Kamau macho yaliyopiga wekundu kama pilipili.
A sentir menzionare il suo nome, Mwaura trasali e fiss Ka(King'ala)
mau con gliocchi rossicome paprica.
(King'ala)
Alianza kupiga weusi na kununa uso.
Cominci a essere nera (di umore) e a fare il broncio.
Baada ya kazi, alipitia hapo kupiga moja ya mpita njia.
Dopo il lavoro passava di 11 per bere un goccio del viandante.

(King'ala)

Vi sono altri verbi usati nelle locuzioni idiomatiche:


-CHUKUA

358

Kiswahili kwa Furaha

-chukua mimba
rima n ere incinta
mtihani
sostenere un esame
~~ Anawachukua wazee wake. Mantiene i suoi genitori.
Safari ilichukua saa mbili.
Il vi a g gio duro due ore.
Kitabu kimechukua habari ya kisasa.
Il libro tratta un argomento attuale.
-ENDA

-enda chafya
" mwayo/miayo
" wazimu

starnut>re
sbadigliare
essere pazzo/ matto

-FA

-fa ganzi
jicho

essere intorpidito/paralizzato
non piacere piu

-FANYA

-fanya fahari
" kijicho

darsi delle arie, fare il grande


essere invidioso/geloso

-FUNGA

-funga biashara
" breki
" kamba
" mzigo
" safari

concludere un affare
frenare
legare con una corda

fare la valigia
intraprendere un viaggio

-FUNGUA

-fungua kinywa
" mkono

rompere il digiuno, fare colazione


fare un regalo

-KATA

-kata bei
" hamu
"hukumu
" kiu
"maji
" njia
" roho
" shauri
" tamaa
" tikiti
~~ kumkata mtu ini

decidere il prezzo
soddisfare la passione
pronunciare la sentenza
spegnere la sete
andare contro corrente

prendere una scorciatoia


morire, spirare
decidere

disperare
fare il biglietto

spezzare il cuore a q.u.

XVI. Unit

359

-LA

-la fadhili (ya)


-la chumvi nyingi
kiapo
laifu (gergo)
mate

riba
rushwa/ mlungula
~~ kumla mtu pesa

ricevere un favore da
vivere a lungo
fare un giuramento
godersi la vita
essere servile/ abietto
praticare l'usura
lasc i arsi corrompere
scroccare i soldi a q.u.

-ONA

darsi delle arie


kujiona
kumwonea mtu kijicho invidiare
kumwonea mtu gere
~~ Kitambaa hiki kinaona. Questa stoffa trasparente.
-PA

kumpa mtu kisogo


kumpa mtu mgongo
kumpa mtu mkono

volgere la schiena a q.u.


1. congratularsi; 2. dare una mano

-PAKA.

kumpaka mtu uso mafuta fare orgoglioso/ felice q.u.


mavi disonorare q.u.
matope screditare, buttare il fango su
mafuta kwa mgongo wa chupa menare per il naso
-SHIKA

-shika amri
bei
hamsini zake
miguu ya mtu
mimba

njia
"/-shikilia uzi
<~ Shika lako!

eseguire un ordine
tirare sul prezzo
andare per i fatti suoi
riverire, ossequiare

rimanere incinta
prendere la strada
insistere, tornare sullo stesso argomento
Bada ai fatti tuoi!

-TIA

kumtia mtu aibu


-tia aibu
chumvi
mkono/sahihi

disonorare q.u.
agire vergognosamente
esagerare
firmare

360

Kiswahili kwa Furaha

segnare un punto/gol, vincere al gioco;


riuscire in un'impresa
-tia moyo/ nia
consi d e rare seriamente/con impegno
kumtia mtu moyo
incora g g iare
-tia roho
rischiare la vita
ufunguo
caricare (l'orologio)
kumtiliamtukiraka
prote g gere, coprire, nascondere i
difetti di q.u.
-VAA

-vaa uso wa huzuni


fare un viso triste
kumvisha mtu kilemba lo dare, tributare onore
k. cha ukoka
loda re immeritatamente, adulare
-VUA

kumvua mtu mbeleko

deg r a dare, destituire q.u.

-VUNJA

-vunja baraza
sciogliere un'assemblea
jungu
fare una festa
kichwa
smaltire la sbornia
shilingi
cambiare uno scellino (in spiccioli)
ungo
cominciare le mestruazioni
kumvunja mtu maneno contraddire q.u.
moyo
scoraggiare q.u.
uso
coprire di vergogna q.u.
kumvunjia mtu heshima mancare di rispetto a q.u.
COPULA

yu/ana macho
sveglio
yu maji
1. es a usto(kwa = per); 2. in cattive acque
-VVA NA

kuwa na inda
essere gretto/egoista
kichwa kikubwa
esser e presuntuoso
roho
essere goloso/ghiotto/avido
~~ Sina hali.
Mi trovo nella miseria.
Hana jicho la kutazama watu.
Si vergogna di guardare la gente in faccia.

361

Esempi:
Akishikilia uzi alisema.
(Mung'ong'o)
Insistendo sull'argomento disse.
"Mapenzi, mama," Biti Kocho alishika uzi ule ule.
"L'amore, signora," Biti Kocho riprese lo stesso discorso.
(Mohamed)
Tom alikaza uzi wa kujilinda kutokana na ghadhabu zilizotaka kumpanda.
Tom intensific [insistette nel]lo sforzo di controllare la rab(Mbajo)
bia che stava per assalirlo.
Vazi alilovaa la kitaifa lilimchukua sawa sawa kama kazaliwa nalo mwilini.
Il costume nazionale che indossava le stava a pennello come
(Salwenga)
se fosse nata con esso adosso.

N'meweka maji ya kuoga msalani mpenzi, kaoge kisha ufungue kinywa.


Ho messo l'acqua calda [per lavarti] nel bagno, caro, lavati e
{Mdoe)
poi fai colazione.
Alipewa msahafu. Alikula kiapo.
(Mwanga)
Gli fu dato il Corano. Prest il giuramento.
Na aje huyo anayenionea kijichonimgawie huyo mume, na
(Suleiman)
juu yake nimwongeze shilingi mia.
Che si faccia avanti quella che mi invidia (in modo che) le
regali il marito e sopra le ci metter cento scellini.
Msichana amezewa mate na wewe wampa kisogo?
La ragazza fa gola (a tutti) e tu le volti la schiena? (King'ala)
Nyakati zingine alimpiga Hawa chenga makusudi na walipokutana alimpaka mafuta kwa mgongo wa chupa. Alijidai
kuwa alikuwa amesahau.
Altre volte piant Eva in asso apposta e quando si incontra(King'ala)
rono, le menti. Fece finta di aver dimenticato.
...ili apate bwege mwingine wa kumpaka mafuta kwa mgon(Rutayisingwa)
go wa chupa.
... affinch ella trovi un altro stupido da menar per il naso.
Mume wangu alinisindikiza hadi kituoni, alipoondoka tu
mimi nikaamua kushika hamsini zangu.
Mio marito mi accompagn fino alla fermata; appena se ne fu

362

Kiswahili kwa Fumha

andato, io decisi di filarmela.


(Sembera)
Umeanza kutiachumvi.
Mimi nilishasema kuwa ataongezea na chumvi.
Hakika sikuongeza chumvi. Yote niliyoeleza yapo na yanafanyika.

Hai cominciato a esagerare.


lo avevo dettoche avrebbe esagerato.
Davvero non ho esagerato. Tutto ci che ho raccontato c' e
sl fa.
(Mbogo)

Baada ya muda alifanya aliyofanya. Macho ya wengi yakamwona. Akavuliwa mbeleko; na kwa sababu bahatiyake
ni nzuri, alivishwa kilemba cha utumishi mwengine.
Dopo un certo tempo fece ci che fece. Lo videro gli occhi di
molta gente. Fu destituito; e poich era [] (un uomo) fortunato, ebbe (l'onore di) un altro incarico.
(Mohamed)
Natumaini hutanivunjia heshima.
Spero che non mi mancherai di rispetto.
(King'ala)
Daktari alitokeza akiwa amevaa uso uliojaa wasi wasi.
Il dottore usci facendo un viso preoccupato.
(King'ala)
Tukio hilo lilimkatisha tamaa Mzee Kimbururu.
Questo eventofece perdere la speranza a Mzee Kimbururu.
(Mung'ong'o)
Naturalmente non tutte queste locuzioni hanno lo stesso valo-

re stilistico. Alcune possono stare in qualsiasi tipo di testo (kupiga chapa/simu/picha...), altre fanno parte di linguaggi speciali, per es. sportivo (kutia fora), molte sono espressioni familiari

o gergali (kula laifu, i vari termini per la corruzione) e perfino


regionali (kupiga darubini "sbirciare" tipicamente kenyota).
Nei testi letterari, dal tipo di locuzione si pu distinguere lo stile
elegante oppure lo stile dimesso.
Wezi walitia fora nyakati za mwisho wa mwezi wakati watu
wengi walipokuwa wamepokea mishahara.
I ladri facevano affari verso la fine del mese quando molta
gente aveva preso lo stipendio.
(King'ala)
Kazi yake ilikuwa kula mlungula.
Il suo lavoro era prendere le bustarelle.

XVI. Unit

Alimfumania Daudi akimpiga Hawa darubini!


Sorprese Daudi a sbirciare Eva.
Wenzake walimwonea gere mzee huyo.
I colleghi invidiavano il vecchio.

363

(King'ala)

(Mwanga)

Quando lo scrittore decide di sfruttare anche il significato letterale della locuzione idiomatica, la traduzione diventa molto
difficile. Osservate l'esempio dove Ngomoi paragona l'andare
liscio di un'impresa alla strada asfaltata, in contrasto con la stra-

da fangosa richiamata dalla locuzione "gettare il fango su q.u.":


Palikuwa na jambo moja ambalo nilidhamiria kulitekeleza
kwanza, yaani kuupaka ujamaa matope pale Ranzi ili hata
kama utaingia, usiingie kwa kupitia kwenye barabara ya
lami.
C'era una cosa che avevo intenzione disbrigare prima, cio
buttare il fango addosso al socialismo a Ranzi a tal punto che

anche se vi entrasse, non potesse entrare per una strada asfaltata.


(Ngomoi)
Notate come varia la locuzione kumwaga unga ("perdere il posto") nei testi letterari e come la stessa unga ("farina" ) si usa
con il nuovo significato ("posto")
Labda aliogopa kumwaga unga.
Forse temeva di perdere il posto.
(Mukajanga)
Rashidi, dereva wa meneja, kila siku alikuwa na hadhari asimwage unga wake.
Rashidi, l'autista del direttore, ogni giorno stava attento a non
perdere il posto.
(Mohamed)
Kwani hakikuwa kitu kigeni siku hizi kwa kiongozi kuitwa
ghafla hivi na kuambiwa unga hamna; ametolewa madara-

kani.

(Mung'ong'o)

Poich non era una cosa strana in questi giorni per un funzionario essere chiamato all'improvviso e sentirsi dire che non
c'era pi posto per lui; aveva perso l'incarico.

Alijua "unga" wake uko mashakani.


Sapeva che il suo posto era in forse.
(Mbajo)
Mimi nazungumza vile sababu ni unga na imenibidi nifanye
hivyo.

364

Kiswahili kwa Furaha

Io parlo cosi perch qui va del mio posto e devo fare in questo modo.
(Liwenga)
Au unataka kunimwagia mchanga kwenye unga wangu?
Oppure vuoi farmi l e scarpe? (Lett. versare la sabbia nella

mia farina.)

(Nyasulu)

Maneno mapya
birika 5/6 Ar. bricco, teiera, caffetiera
chafya 9/10 starnuto; -enda/-piga ch. starnutire
chapa 9/10 colpo, battitura; carattere stampato, stampa
chenga 9/10 rimasugli, detriti
-chuja filtrare; scrutare
chuku 9/10 corno per salassi; fig. esagerazione
-daiwa Pas. essere indebitato
darubini 9/10 Per. telescopio, microscopio, strumento ottico
deni 5/6 Ar. debito, prestito
fahali 5/6 Ar. toro
fahari 9/10 Ar. grandezza, gloria, vanto

falaki 9/10 Ar. astronomia, astrologia


fora 9/10 punto, porta (al calcio)
-futu Ar. dimenticare, trascurare
gere 9/10 invidia, gelosia
-gutuka Pot. trasalire, essere sorpreso
hafifu agg. Ar. insignificante, scadente, da poco
hongera 9/10 congratulazioni
idhilali 9110 Ar. miseria, sofferenza
inda 9110 Ar. grettezza di mente, caparbiet, ostinazione
ini 5/6 fegato
jimbi 5/6 gallo
jipu 5/6 ascesso, foruncolo
jongoo 5/6 millepiedi
juhudi 9/10 Ar. sforzo
kilemba 7/8 turbante
kiraka 7/8 Ar. pezza, toppa

-komboa Cont. redimere, riscattare, liberare


konde 5/6 pugno
kope cfr. ukope

XVI. Unit

365

-koroma russare; grugnire


kura 9/10 Ar. sorte, caso; (pol.) voto
mamba 9/10 coccodrillo
mbarika 3/4 pianta di ricino
mbeleko 10 pezzo di cotonata nella quale le donne portano il
bambino sulla schiena; fig. onore
mkunazi 3/4 Per. albero del dattero cinese, giuggiolo
mlimwengu 1/2 abitante della terra, mortale, uomo
mlungula 3/4 ricatto
mpita njia 1/2 viandante, passante
mraba 3/4 Ar. quadrato; angolo retto; -a miraba minne rettangolare

msahafu 3/4 Ar. libro sacro, Corano, Bibbia


mtego 3/4 trappola
mtindi 3/4 latticino; bevanda inebbriante
-nuna lagnarsi, mormorare, brontolare

nyanya 9/10 nonna


-pambana Rec. competere, collidere, lottare
pango 5/6 grotta, cavit, tana
-paragaarrampicarsisu un albero
-randa(randa) girovagare
sahihi 9/10 Ar. firma
-shangaa stupirsi
shere 9/10 scherzo, canzonatura, derisione
-starehesha Cs. fare star bene
tukio 5/6 evento, avvenimento

ubwabwa 14 pappetta di riso


udeni 14 indebitamento

ukoka 11 erba da foraggio


ukope 11/10 ciglia
ungo 11 imene, verginit
unyonge 14 miseria, abiezione
uzi 11/10 (nyuzi) filo, cordicella
wekundu 14 colore rosso

weusi 14 colore nero

Kiswahili kwa Furaha

366

~ Traducete:
Zawadi ya kalamu
Mama hakuweza kuficha furaha na fahari yake wakati inapotokelea watu kuusi fu uzuri wa f,mdogo wangu] Nadya. (...) Aghalabu wanapokuja wageni nyumbani, m ama humwita n a k u muomba apige piana na kuimba, na ilivyokuwa Nadya ni stadi
sana kwa hayo, aliweza kuwa kila wakati ni nuru ya mahala tu-

namokuwepo pamoja. Na kwa hayo, nilizidi kujiona wa pembeni


na duni mbele ya Nadya, ambae kila miaka ikizidi, na yeye alizidi kustawi kwa uzuri na kupendeza kwake. Nilitokea kuwa na
tabia ya haya sana na ya wasi wasi wa nafsi yangu hatamara
nyingi nilitaabika kuwemo ndani ya kikundi cha watu. Unyonge
wangu huu wa siri,na kwa kutamani sana na mimi nipendeze
alau kwa mama yangu tu, ulinielekeza njiitahidi sana skuli. Kila
mtihani nilitokea waj uu kabisa, na maendeleo yangu yalipindukia kuliko umri wangu. Ni kweli ilikuwa hapana siku kubwa ya
furaha katika maisha yangu kama siku ile ninayomletea mama
habari za matokeo yangu ya mtihani; kwani hapo mama hunibu-

su na kunifurahikia, lakini ubaya wa furaha hiyo ni kuwa haichukui hata robo saa. (...)

Safari moja skuli nilipewa zawadi ya kalamu nzuri kwa ajili


ya kufuzu kwangu. Nilirudi nyumbani kwa hamu kubwa ya kumfurahisha mama.
Mama! mama! Uko wapi? Njoo nikuonyeshe kitu kizuri, utafurahi sana. Ni limpigia kelele nilipoingia tu nyumbani. Na

alinj iibu, Nipojikoni, Shadya. Njoo huku.


Mama tazama nimepewa skuli sababu nimetokea wa mwanzo katika klasi yetu, ni l i mwambia na h uku ni nautizama uso

wake vipi utavyobadilika. Mama alipoiona ni kalamu, alisema,


Si mbaya, itakufaa kuandikia, mwanangu. Jee ndugu yako na-

ye kapewa.> Nilipomjibu hakupewa, alifazaika na akasema,


8 Basi upesi kaifiche, maana kama unavyomjua,
l'a Allaah!!
9

mwenzako akiiona lazima ghasia zitakuwepo.

Ya Aliaah o Allah (escl. Ar.)


mwenzako fqui] tua sorella

XVl. Unit

367

Lakini kabla sj iainua hatua kwenda kuificha, Nadya alikuwa


kesha tusimamia mlangoni, na kumbe amekwisha yasikia aliyoyasema mama. Hapo Nadya alisema, Hapana haja ya kuificha
hiyo kalamu, maana watoto wa skuli wamekwisha niarifu yote.
Lakini mama, ninakwambia kabisa ujue kwamba ni l a zima na
miye uninunulie kalamu sawa sawa na hiyo; tena leo hii sasa
hivi.

Na mara baba aliyekuwa anaingia ji koni kutoka kazini, alimjibu, Oh! Nadya, kwani hiyo kalamu aliyo nayo Shadya tu-

limnunulia sisi? Au kapewa kwajitihada yake? Jitahidi na wewe


katika masomo yako, na utapata zawadi nzuri kama hiyo.
Mama aliruka na kusema, Ajitahidi vipi t e na? Skuli anakwenda kilasiku mvua najua lake, au unataka agandane na

mabuku kama mchwa? Hayo peke yake ni hatari; lakini, Bwana,


mimi ninawafahamu vizuri hao walimu, kazi yao ni mapendeleo
t u. Watoto wamezaliwa tumbo moja 'toka nitoke' , t e n a vipi ili Il
kuwaj e mmoja wamuone hodari,na wa pilini pocho ? Si uongo
huo? Lakini haidhuru, mimi mwenyewe nitamnunulia Nadya ka-

lamu, na wao walimu wakae na uhasidi wao wasimpe cho


chote.

(...) Mradi furaha yangu ilinitumbukia nyongo kwa kuona vile


niliyoyadhamiria hayakuwa, ila ni lisababisha mabishano tu
baina ya baba na mama.
(Kharusi 1966:59-60)
agh(a)labu avv. Ar. di solito, per lo pi
alau = angalau (sia pure, almeno)
bishano cfr. mabishano (alterco)
-fadhaika Pot, essere infastidito/turbato/confuso
-fazaika =-fadhaika
-fuzuAr. riuscire, vincere,superare bene
ghasia 9/10 Ar. confusione
haya 9/10 Ar. vergogna, timore, soggezione
jitihada 9/10 Ar. sforzo, impegno
klasi 9/10 Ing. classe
roko nuoke una dopo l'altra
" pocho = (ki)chopocosa di poca importanza

368

Kiswahili kwa Furaha

mabishano 6 disputa, alterco, contesa


mapendeleo 6 favoritismo, preferenza, parzialit
mchwa 9/10 termite

nyongo 9/10 bile; fig. amarezza, ostilit


piana 9/10 Ing. pianoforte; -piga p. suonare il pianoforte
-pindukia Pot.Appl. scavalcare, salire
stadi agg. Ar. esperto, bravo
-taabika Pot. essere angustiato/in pena, tribolare
-tizama Z. = -tazama

-tokelea 2Appl. accadere


-tumbukia Pot.Appl. cadere improvvisamente in
uhasidi 14 invidia
unyonge 14 senso d'inferiorit

Linguaggio sentenzioso
Nei testi letterari sono molto frequenti proverbi, massime e
detti vari che fanno parte della tradizionale saggezza popolare.
Massime.

Ni nani asiyejua kwamba ukikanyaga makaa ya moto utaungua wayo?


Chi non sa che se calpesti il carbone ardente ti bruci la pianta
del piede?
(Mung'ong'o)
Kumbuka kwamba nyoka hubadili ngozi, sio tabia yake.
Ricorda che il serpente cambia la pelle, non il carattere.

(Mung'ong'o)
Detti rimati:

Kumbuka, kama unataka roho yako na yamtoto wako, basi


usijaribu hata kidogo kuipasha habari polisi; ama si hivyo,
basi utakosa mtoto na maji ya moto.
Ricordati, se vuoi (salvare) la vita tua e del tuo figlio, non
tentare assolutamente di informare la polizia; se no, perderai
tutto [getterai il bambino con l'acqua sporcaj.
(Juma)

XVI. Unit

369

Huyu Zainabu aliyemghiribu akili mume wangu hata akawa


hasikii la mwazini wala la mteka maji msikitini.
(Ng' o m bo)
Que11a Zainabu ha sconvolto la mente a mio marito al punto
che ora non d ascolto a nessuno [ cieco e sordo].
Proverbi

Si ritrovano spesso nei titoli delle opere letterarie. Per esemplo

(Romanzo di P.Ngare)
Kikulacho ki nguoni mwako.
Lett. Ci che ti mangia sta nei tuoi vestiti. (Parenti serpenti.)
Ng'ombe akivunjika mguu (hukimbilia zizini). (C ommedia)
Quando la vacca si rompe una zampa, ritorna nel recinto.
Nei testi i proverbi sono spesso citati per intero, talvolta pre-

ceduti da una frase introduttiva come Waswahili wasema o


Wahenga wasema (I swahili/gli anziani dicono).
Nje, alipokuwa kasimama mlangoni, Bwana Maksuudi alianza kubaini kwamba, kweli paka akiondoka panya hutawala.
Fuori, mentre stava in piedi davanti alla porta, Bw. Maksuudi
cominci a riconoscere che davvero quando il gatto non c', i
topi ba11ano.
(Mohamed)
Aaaaa, linalobudi kuwa huwa Dora. Ingawa asiyekuwapo na
lake halipo, tutaonana babu, pindi mwakani.
Aa, ci che deve succedere succeder, Dora. Anche se chi
lontano dagli occhi lontano dal cuore, ci rivedremo, cara,
entro un anno.
(Mohamed)
Pesa nnazo alhamdulillah. Lakini ziko mbali, naf imbo ya

mbali haiuwi nyoka seuze kupata mtoto kama yule.


Il denaro ce l'ho, grazie a Dio. Ma lontano, e un bastone
lontano non uccide il serpente e tanto meno ottiene una ragazza come quella.
(Suleiman)
Wamesema, lakuvunda halina ubani, nao hawakukosea.
Hanno detto che non c' nessun profumo che possa coprire
ci che putrido, e non hanno sbagliato.
(Mohamed)
Lakini, kifo cha wengi ni harusi.
(Mkangi)
Tuttavia, mal comune mezzo gaudio.

370

Kiswahili kwa Furaha

Aliambiwa siasa na kazi haviendi pamoja. (...) Lila na fila


hazitangamani.
(Mukajanga)
Gli fu detto che la politica e il l avoro non vanno d'accordo.

Probabile e certo [opp. due opposti] sono incompatibili.


Aliyesema kuwa kumwashia taa kipofu ni kupoteza mafuta
hakukosea.
Chi ha detto che accendere la lampada a un cieco significa
sprecare l'olio, non ha sbagliato.
(King"ala)
Hatimaye aliupiga moyo konde na kujiambia, 'Ukitaka kula
(King'ala)
nguruwe, chagua aliyenona'.
Infine si fece coraggio e si disse: "Se vuoi mangiare il maiale,
scegline uno grasso." (Se vuoi fare una cosa proibita, falla in
modo che ne valga la pena.)
Ala, mbona mnapokaa kwenye vikuza sauti mnapiga kelele
wanawake wasitawe, wanawake hivi, wanawake vile. Alaaa,
mkuki kwa nguruwe, kwa binadamu mchungu.
Ecco, come mai quando siete davanti al m i crofono, gridate
che le donne non devono rimanere chiuse in casa, le donne

qu [questo], le donne l [quello]. Ecco, chi la fa, l'aspetti.


(Lett. La lancia per il maiale, per l'uomo dolorosa.)

(Mohamed)
Talvolta, dopo aver citato il proverbio, l'autore lo sviluppa.
Lakini Waswahili husema, 'mkamia maji hayanywi.' Na kweli mzee Kimbarura hakuyanywa. Kwani japo siku zilipowadia mama Semguba alimzalia mtoto wa kiume lakini alikuwa kilema.
(Mung'ong'o)
Ma i Swahili dicono: "Chi si fissa troppo sull'acqua, non la
berr [non se la godr]." E davvero, mzee Kimbarura non la
bevve, Poich, sebbene quando si compirono i giorni, mama
Semgumba gli partori un maschietto, era storpio.
Alijua ubaya wa kula rushwa lakini alishindwa kuacha tabia
hiyo kwani mwonja asali haonji mara moja, na asali sasa ilikuwa imemnogea.
Sapeva che era brutto accettare le bustarelle, ma non riusciva
a smettere con questo comportamento perch chi assaggia il
miele non lo fa una volta sola, ed egli al miele adesso ci aveva preso gusto.
(Mwanga)

XVI, Unit

371

Altre volte lo scrittore cita solo una parte del proverbio, vi al-

lude oppure lo parafrasa.


Dunia ni mti mkavu msiehana. Usipoufanyia akili unakuangukia na kukuangamiza.
Il mondo un albero secco, ragazza. Se non usi il cervello
(con esso), ti cadr addosso e ti distrugger.
(Mnzava)
Cfr.
Duni a m ti mkavu, kiumbe usiuelemee.
Il mondo un albero secco, creatura non farciaffidamento.
Kwa wale waliokopesha, ilikuwa harusi; matanga yalikuwa
kwa akina wale waliokopeshwa.
Per quelli che prestavano era il matrimonio; il lutto era per
quelli che prendevano in prestito.
(Mkangi)
Cfr.
Kukop a harusi, kulipa matanga.
Prendere in prestito un matrimonio, restituire un lutto.

Alisahau kuwa jogoo wa shamba hangeweza kuwika mjini.


Dimentico che il gallo di campagna non avrebbe potuto cantare in citt.
(King'ala)
Cfr.
Jogo o wa shamba hawiki mjini.
Un gallo di campagna non canta in citt.
Alikuwa ameusikia mnong'ono wa watu wakimtaja lakini
hakujali kwani alijua kuwa walikuwa wakiwashwa na pilipili isiyokuwa midomoni mwao.
Aveva sentito la gente bisbigliare il suo nome, ma non gliene
importava niente perch sapeva che li bruciava il pepe che
non avevano in bocca.
(King'ala)
Pilipili ziko shamba, wewe zakuwashiani?
Il pepe nel campo, come fa a bruciarti?
(Mwanga)
Cfr.
Pilip i li usiozila zakuwashiani?
Come fa a bruciarti il pepe che non hai mangiato? (Non ti
immischiare negli affari che non ti riguardano.)
... akatafuta mafahali wawili wengine na kuwatia katika zizi
moja.
... e cerc altri due tori e li mise in un recinto.
(Suleiman)
Cfr.
Ma fah a li wawili hawakai zizi moja.
Due tori non possono stare nello stesso recinto.

ICiswahili kwa Furaha

372

Altri esempi:

Sisi tulisema kuwa mbio za sakafuni huishia ukingoni.


Noi abbiamo detto che la corsa sul terrazzo finisce alla rin(Liwenga)
ghiera. (Chi non si accontenta non gode.)
Mbio zake za sakafuni zilikuwa zimeishia ukingoni.
La sua corsa sul terrazzo era finita alla ringhiera. ( K i ng'ala)
Alitamani kulia, lakini watu husema maji yakirnwagika hayazoleki. Hata kama angelia chozi la damu alifahamu wazi
kwamba hangeweza kuponya yaliyoharibika.
Desiderava piangere, ma la gente dice che inutile piangere
sul latte versato. Anche se avesse pianto lacrime di sangue,
capiva chiaramente che non avrebbe potuto rimediare a ci
(King'ala)
che si era guastato.
Ama kweli hasira hasara. Maji sasa ndio yamekwisha mwagika; haiwezekani kuyazoa.
Eppure davvero l'ira porta danno. Il latte adesso si era proprio
versato; non si poteva raccoglierlo.
(Mwanga)
Hawa alijua kuwa Dua la kuku halimpati mwewe. (King'ala)
Eva sapeva che la preghiera del pollo non raggiunge il falco.
Dua lako ni la kuku, halitanipata hata kidogo.
(Mdoe)
La tua preghiera del pollo, non mi raggiunger affatto.
Yeye alikionachama na harakati zake kama upuuzi tu, akaviita vyote dua za kuku zisizompata mwewe.
Egli considerava il partito e le sue attivit come sciocchezze e
chiamava tutto ci preghiere del pollo che non raggiungono il
falco.
(Mukajanga)
Wazee walisema "Usikate mbeleko kabla ya mtoto kuzaliwa".
I vecchi dicevano: "Non tagliare le fasce prima che il bambino sia nato. [Non vendere la pelle dell'orso prima di averlo

preso.]"

(Mkangi)

Hasira zake nyingi zilitokana na kukata kwake kwa mbeleko


kabla ya mtoto kuzaliwa.
La sua grande rabbia dipendeva dal fatto di aver venduto la
(King'ala)
pelle prima di aver preso l'orso.

373

XVI. Unit

Molti detti e proverbi si rifanno alle favole animali.


Au u n a ona a i b u ? Aibu k a r ib u i m k oseshe nguruwe
mkia!
O ti vergogni? La vergogna per poco non fece rimanere

(King'ala)
il maiale senza la coda.
Wahenga walijisemea kwa methali kwamba kwa tamaa ya
kuota pembe ngamia alipoteza hata masikio yake.
Gli anziani raccontavano in un proverbio che per la brama di
avere lecorna ilcammello perse anche le orecchie.

(Mung'ong'o)
Vi sono molte minacce che nella loro d iversit significano

tutte pressappoco "ti capiter qualcosa di brutto".


Utakiona cha mtema kuni.
Vedrai ci che capitato al taglialegna.
Tutakiona kilichomnyoa kanga manyoya shingoni. (Musiba)
Vedremo ci che ha tolto alla faraona le piume al collo.
Aliona kilichomfanya kuku kukosa maziwa.
Vide ci che fece mancare il latte alla gallina. (Kezilahabi)
Basi utakiona kulichomzuilisha kuku kukojoa leo, maluuni
mkubwa we!
Allora oggi vedrai ci che ha impedito al pollo di urinare,
maledetto!
(Mukajanga)
Atamwonyesha kilichomfanya popo apende gizana kuogopa
mwanga.
Gli far vedere ci che fece al pipistrello amare il buio e temere la luce.
{Rutayisingwa)
Alipiga risasi chungu nzima kupita dirishani lakini kwa bahati hazikuwapata, lakini cha moto walikiona.
Spar un sacco di pallottole attraverso la finestra, ma per fortuna non li colpirono, per se la videro brutta.
(Mwangi)

Maneno mapya
-baini Ar. veder chiaro, distinguere, riconoscere
-budi Ar. = -bidi (dovere)
-changamana Stat.Rec. unirsi ad altri

374

Kiswahili kwa Furaha

-elemea porre la fiducia in, sottomettersi


-ghilibu, -ghiribu Ar. mettere in sacco (con inganno, furbizia)
hasara 9/10 Ar. danno, perdita, deficit
-kamia AppL chiedere con insistenza, estorcere
kanga 9/10 gallina faraona
kikuza-sauti 7/8 megafono, microfono
-kojoa urinare
-kopesha Cs. imprestare
-koseaAppL sbagliare;-kosesha Cs. far m ancare
lila na fila Ar. pensiero e realt, supposizione e certezza; per
il bene e per il male
maluuni agg. Ar. maledetto
matanga 6 lutto formale

mnong'ono 3/4 bisbiglio, sussurro, diceria


moto: kukiona cha moto vedersela brutta

mwadhini, mwazini 1/2 Ar. muezzin


mwewe 9/10 falco
ngamia 9/10 Ar. cammello
-noga essere gustoso
-nona ingrassare
nyoya 5/6 piuma, pelo (di animale)
popo 9/10 pipistrello
seuze = sembuse(tanto meno, tanto pi)
-tangamana = -changamana (mescolarsi)
-tawa condurre una vita ritirata, rimanere chiuso in casa
ubani 11 Ar. incenso
ukingo 11/10 [anchej ringhiera
-vunda decomporsi,essere guasta (di carne)
-wadia Ar. essere in tempo buono per
zizi 5/6 recinto per animali
-zoa raccolgiere, raccattare

XVI. Unit

375

~ Traducete

Mashoga ya Rehema'
Nyumba ya Kidawa na wenzake wawili ili kuwa katikati ya tirivyogo la nyumba ndogo ndogo za udongo zilizoezekwa aghalabu makuti ya pande, katika mtaa wa Topea. Ingawa ilitokeza
kwa fahari mbele yahadhara ya vi
j umba vingine, ukuta wa ubal3
vu wa kuliani u l i s i m ama kwa munda. Uso wa nyumba ulikuwa
na mlango wa ubao mmoja uliopo katikati ya madirisha mawili;

kila chini ya dirisha palikuwa na kibaraza chenye kuwatosha


kabisa waongezi wawili. Nyumba hii ilikuwa na vyumba viwili,
kimoj a kidogo na cha pili wastani; ukumbi mwembamba ulikata
baina ya vyumba hivi nakukutana na mlango wa nyuma ambao

ulifungukia katika banda la makuti lenye jiko na choo. (...)


Kidawa, Ruzuna, na Chiku wakiishi humu kwa ujima ulio kasoro kidogo tu kukamilika. Kitu kilichowapambanua si ulaji wala ulazi, bali madhumuni hasa yaliyowaleta mjini.
Kidawa aitkuwa mzaliwa wa Mwembeshomari aliyevutwa na
ramsa za mji. Yeye ni mtu mmojawapo aliyeshindwa kuta fautil4
sha baina ya kazimbaya na mchezo mwema . Mj anj a wa kuzaliwa, aliweza kuligema sega zima la nyuki pasi na k utafunwa
15
hata msumari mmoja. Alizijua hila za kumtia nyoka pangoni
na atakapo, maneno mema ya kumtoa. Alikuwa akiishi leo tu:

kesho ina Mungu. (...) Alipokutana na Rehema alikuwa hazidi


miaka ishi rini.
Na tena Ruzuna, mkubwa kwa umri bali mdogo kwa kimo kuliko Rehema; mweusi titi, na rnwenye uso mwembamba wenye

macho yaliyogonelea unyonge; aina ya sura ambayo humshajiisha mwombaj i atake haj a yake. (...)
Wa tatu ni Chiku, Maji ya kunde; uso wa duara uliojaa; ma-

La descrizione delle tre prostitute che danno ospitalit all'innocente fanciulla


Rehema presentata in uno stile elegante, altamente idiomatico. Si tratta di una tra le
pi belle pagine della letteratura swahili.
ubavu rva knliani fianco di destra
14

Riferimento al proverbio Kazi mbaya si mchezo mwema: Un cattivo lavoro

meglio di un buon gioco.

ls' ku~lia nyoka pangoni mettere qualcuno in sacco

376

Kiswahili kwa Furaha

cho madogo, makali;mviringo, na m fupi.Sifa yake kubwa, hajui


kufutika undani; akijulikana katika ujima wao kuwa ni mtu wa
'nipe-nikupe'. Chiku hakuj a mjini kuta futa pesa hasha. Alikuja kulipa kisasi. Mapenzi yalimtenda, na sasa mapenzi alitaka
kuyatia adabu. Yeye ni mtu mmoja kati ya watu haba sana wa
dunia hii aliyefika katika kilele cha mapenzi; na kisha huko huko akakunjua mfarishi wake na kulala unono; kutahamaki ali-

kuwa j uu ya mlima wa dongo lililochimbwa na fuko. Mtu wake


mmoja tu d uniani ambaye angeweza kumwita

'mwanamume',

alimfuma vivi hivi siku moj a akisononeka katika mikono ya kj ial


nakike ambacho alidhani ni nyanyamwitu isiyolika wala kutafunika. Papo hapo, pasina kusema 'nyoko', alitwaa mkoba wa-

ke wa ukili
, akaj aza nguo zake, na kuyoyomea moj a kwa moj ahadi leo. Na sasa wanaume wote walikuwamo katika shabaha
ya kisasi chake. Eusudi akim fanya mwanamume mmoja am fumanie mwingine, ili wapigane na watoane damu mbele yake, ili
yeye apate kuburudika. Bali mara kisa alichotendewa kilimrudia
tena, joto l i kampanda, akatafuta mafahali wawili w e ngine na

kuwatia katika zizi moja. {...)


Kidawa alimjulisha Rehema kwa wenzake, na Rehema aliwaamkia.
Ah, mas'kini,ubwabwa wa shingo haujamtoka, alisema
Ruzuna kwa shangilio.
Kweli, babu, alisema Chiku, karibu kwetu. Bali rohoni
mwake alikuwa na hakika ubwabwa wa shingo utakauka kwaj oto la mjini.

{Suleiman 1976:43-45)
banda 5/6 accr. capannone
-burudika Pot. essere confortato
-chimba scavare
dongo 5/6 accr. di udongo {terra, argilla)
duara 9/10 Ar. ruota, cerchio
-fuma sorprendere
-gema incidere, intagliare
kijanakike diminutivo di mwanamke (qui: "troietta")

XVI. Unit

377

-gonelea Appl. Z. affondare (nella sporcizia), essere immerso


in; macho yaliyogonelea unyongesguardo da cane bastonato
hadhara avv. Ar. dinnanzi, in presenza, di fronte
hasha inter. Ar. no di certo!

hila 9/10 Ar. astuzia, trucco, inganno, scaltrezza


kisasi 7/S Ar. vendetta, rappresaglia; -lipa k. vendicarsi
-kunjua Cont. dispiegare, srotolare, distendere
kuti la pande foglia di palma con fronde intrecciate da una
parte, usata come riparo
kusudi = maksudi (apposta)
mfarishi 3/4 coltrone, coperta imbottita, trapunta
msumari 3/4 Ar. [anche) pungiglione
mtaa 3/4 quartiere, via (di citt)
munda 3/4 (miunda) tavola, asse
mwongezi 1/2 ciarlone, amante della conversazione
nyanya 9/10 pomodoro; nyanyamwitu pomodoro selvatico
nyoko parola offensiva, le tt. tua m a dre; pa si na k u s ema

'nyoko' senza aprir bocca, senza dire "a"


ramsa 9/10 Per. fiera, sagra, (luogo di) divertimento
sega 5/6 favo di miele
-shajiisha Cs. Z. incoraggiare
shangilio 5/6 dimostrazione di gioia, applauso, trionfo, festosit; kwa sh. festoso/a
-sononekaaffannarsi,tribolare
-tafautisha = -tofautisha
tirivyogo 5/6 Z. mescolanza, disordine, caos
ujima 14 cooperazione, lavoro collettivo, comunit
ukili 11/10 piccola striscia intrecciata con foglie della palma
selvatica
ulaji 14 atto di mangiare
ulazi 14 atto di dormire
unono 14 opulenza, comodit; -lala u. dormire comodo
wastani agg. Ar. medio, moderato

-yoyomea scomparire; irrompere dentro

TABELLE
LE CLASSI NOMINALI

classe: class.N

class.VP'

class.sog class.ogg connetL

O di rif. quesio

mio

NI

M/ Mw

YU/W/A

u/w

KU

M/ MW

TU/Tw
M/ Mw

wangu

WA

hawa

wangu

huu

wangu

YE

Tv
WA+ENI
WA

WA

WA

M/ MW

u/w

WA

Ml/ MY

1/ Y

YA

YO

hii

yangu

LI/ L

LA

LO

hili

langu

YA

YA

YO

haya

yangu

KI/ CH

CHA

CHO

hiki

changu

VI/ VY

VI/ VY

VYA

VYO

hivi

vyangu

[N]

1/ Y

YA

YO

hii

yangu

10

[N]

Zi/Z

ZA

zo

hizi

zangu

11+14

v/w

v/w

WA

huu

wangu

[12]'

KA

KA

KO

haka

kangu

15

KU/ KW

KU/ Kw

KO

huku

kwangu

16

PA

PA/ P

PA

PO

hapa

pangu

17

KU

KV/ KW

KWA

KO

huku

kwangu

MU

MU/MW/M

MWA

MO

humu

mwangu

MA

WA

huyu

WA

I classificatori verbo-pronominali includono nelle classi 1 e 2 i class. soggetto e


oggetto delle due colonne seguenti.
2

connettivo dipendente -A
' oppure vv+ENI
Questa classe non esiste nel swahih standard.

379

380

Kiswahili icwa furaha

IL VERBO
Indicativo:

presente

afferm.
NA

traduzione

ninasoma

leggo

negativo

esempio

traduzione

sisomi

non leggo

nasoma

presente
passato

esempio

LI

nilisoma

lessi

KU

sikusoma

non lessi

futuro

TA

nitasoma

legger

TA

sitasoma

non leggero

imperf.

Kl

nikisoma

leggendo

SIPO

nisiposoma

non
leggendo

narrativo

abituale

HU

nikasoma

e lessi

husoma

leggo sempre

SI+E

nisisome

e non lessi
di solito

non leggo
perfettivo

KA

congiuntivo:

kasoma

nisome

ha letto!

cheio legga SI+E

nisisome

cheio non
legga

esortativo

KA+E

relativo:
presente

NA+O

passato

LI+O

nikasome

cheio vadaa
leg gere

ninayesoma io che leggo SI+0


niliyesoma

nisiyesoma

io che lessi...

io che non
leggo
io che non

lessi
futuro

TAKA+O nitakaye-

generale

condizionale
presente

NGE

soma

io che
legger

nisomaye

io leggente

ningesoma

se leggessi

io che non

leggero

SI+NGE

nisingesoma
se non

leggessi
passato

NGALI

ningalisoma

se avessi
letto

SI+
NGALI

' imperfetto-gerundio
6
si pu rendere con un verbo composto
s'intende la O di riferimento nella classe appropriata

nisingalisoma se non

avessi letto

BIBLIOGRAFIA
OPERE LETTERARIE l

AA.VV. Kinywaj umba la maneno. Longman k. B.B.C. 1977.


ABDALLA, Abdilatif, Introduzione a 'Sikate tamaa di S.A.Mohamed.
Longman, Nairobi 1980.
ABDULLA, Muhammed Said, Mzimu wa watu wa kale. E AL B, D S M -

Nairobi-Kampala 1960.
Kisima cha Giningi. Evans Brothers, London-Ibadan 1968.
"Mke wangu" in AA.VV., Kinywa jumba la maneno 1977, pp.4857.
Kosa la Bwana Msa. Africana Publishers, DSM 1984.
BALISIDYA, Ndyanao, Shida. Foundation Books, Nairobi 1975.
BANZI, Alex, Titi la mkwe. Tanzania Publishing House (TPH), DSM
1972.
Zika mwenyewe. TPH, DSM 1977.
Tamaa mbele na h adithi n yingine. Be nedictine Publications,
Ndanda-Peramiho 1980.
CHIDUO, Nobert, Mikononi mwa mauti. EAL B, Na irobi 1975.

CHIMERAH, Rocha, !t!yongo mkalia ini. Ox f o rd U n iversity Press


(OUP), Nairobi 1995.
CHIRAGHDIN, Shihabuddin, Introduzione a Jogoo kijijini ck Ngao ya
jadi di E.Hussein. OUP, DSM 1976.
CHOGO, Angelina, Ko r t i ni m t u h u y u ! Fo u n d ation B o o k s, N a i r o bi

1975.
DIBWE, S.S. Mauaji ya kishenzi. Dibwe Publications, DSM 1986.
GwlvAHA, Paul W e st, Ni m ekoma, sitarudia tena. Be n edictine
Publications, Ndanda-Peramiho 1980.
HUSSEIN, Ebrahim, Kinj eketile. OUP, DSM-Nairobi-Kampala 1969.
Alikiona. In Michezo ya kuigiza, East African Publishing House

(EAPH) 1970.
1971. Mashetani..OUP, DSM-Nairobi-Kampala.
1980. Arusi. OUP, DSM-Nairobi.
JUMA, Ahmed, "K i k ulacho" in Kin ywa ju m ba la maneno 1977, pp.58-

66.
I

Gli autori sono elencati alla maniera occidentale, cio prima il "cognome"
(l'ultimo nome). I titoli dei brani di lettura presentati nelle Unit sono miei.

381

382

Kiswahili kwa furaha

KABASHI, M anamba, "Mabula na mila zake" in Parapanda,1974,

pp.36-62
KAHIGI, K. k. A.A. NGEMERA, Mwanzo wa tu fani. TPH, DSM 1975.

KATALAMBULLA, Faraji, La walawa na h a dithi n yingine. EALB,


Nairobi 1976.
k

M . L E M KI, Pili Pilipil i. EAL B , Na i r obi 1977.

KETO, Ali, Chumo cha husuda. EALB, Nairobi 1976.


KEZILAHABI, Euphrase, Rosa /Vlistika. EALB, DS M - N a irobi-Kampala

1971.
Kichwamaji. EAPH, DSM 1974a.
Kichomi (poesie). Heinemann, Nairobi-Lusaka-Ibadan 1974b.
Dunia uwanj a wa fuj o. EALB, Nairobi 1975.
Gamba la nyoka. Eastern Africa Publications (EAP), Arusha-DSM
1979.
KHARUSI, Naila, "Usinisahau", in Swahili 36/2, 1966, pp.56-80.
KIBAO, Salim A. Matatu ya thamani. Heinemann, Nairobi 1975.
KIMWANGA, Hemed, Je, kisasi? E.S.Publishers, DSM 1983.

KING'ALA, Yusuf, Anasa. Heinemann, Nairobi 1984.


KOMANYA, A. Tabu..TPH, DSM 1977.

KOMBA, Serapius, Pete. Inst. of Kisw. Research (IKR), Univ. of DSM


1978.
Ndoana ya n doa. Be nedictine Publications, Ndanda-Peramiho
1983.
KURIA, Henry, Nakupenda, lakini... EALB, DSM-Nairobi-Kampala
1957.
LlwENGA, George, Nyota ya huzuni. TPH, DSM 1981.
MACHA, Freddy, Tw e n' zetu U l a y a. G r a nd A r t s P r o m otions, D S M

1984.
MACHA, W.A. "Nyoka hana mjomba" inParapanda 1974, pp.3-15.

MAHIMBI, Evaristo, Usakubimbi wa mganga. Ndana Mission Press,


Ndanda-Peramiho 1975.
MANDHRY, Said A. "Nia njema tabibu" in Kinywa j umba la maneno

1977, pp. 12-21.


MBAIO, Nicco y e, Mm e mpa a c hume! In t ernational Publishers
Agencies, DSM 1982.
MBATIAH, Mwenda, Vipanya vya ma abara. J. K e nyatta Foundation,

Nairobi 2007.
MBENNA, Irenei, Sitaki. EAPH, DSM 1976.
MBOGO, Emmanuel, Giza limeingia. TPH, DSM 1980.

Bibliografia

383

MDOE, Chase, Kilemba cha ukoka. Grand Arts Promotions, DSM


1984.
MERINYO, Clemence, Siwezi kuzaa. Grand Arts Promotions, DSM
1984.
MGENI, Ahmed, "Imani ya Mzee Maalim" in Ha pa na pale 1981,

pp.55-59.
MKABARAH, Jumaa, Kizimbani. Black Star Agencies, DSM k S h r i
Gayatri Publishing House, Nairobi 1974.
Marehemu Susana. Utamaduni Publishers, DSM-Muheza 1985.
MKANGI, Katama, Ukiwa. OUP, Nairobi 1975.
1984. Mafuta. Heinemann, Nairobi.
MNZAVA, Kapombe, Usiku wa mbalamwezi. TPH, DSM 1 979.

MOHAMFD, Said A hmed, Asali c h u ngu. Shungwaya Publishers,


Nairobi 1977.
Utengano.Longman, Nairobi 1980a.
D u ni a mti mkavu. Longman, Nairobi 1980b.
'Sikate tamaa (poesie). Longman, Nairobi 1980c.
-

et al. "Fasihi na lugha" in Misingi ya nadharia ya fasihi. Institute

of Kiswahili and Foreign Languages, Zanzibar 1981.


Si shetani si wazimu. Zanzibar Publishers, Zanzibar 1985.
gz A. MGENI, Hapa na pale. Institute of Kiswahili and Foreign
Languages, Zanzibar 1981.
MOSHIRO, G. "Nyumba na mtu" in Umma V2, 1971.

MSEWA, Olaf, Kifo cha ugenini. TPH, DSM 1977.


MSOKILE, M b u nda, Dh i h aka ya mu m e . M e z a P u b l i cations, D S M

1979a.
Thamani ya ukubwa. Meza Publications, DSM 1979b.
MTOBWA, Ben, Zawadi ya ushindi. Heko Publishers, DSM 1992.
MUHANDO, Penina, Pambo. Foundation Books, Nairobi 1975.
Lina ubani. DSM Univ. Press, DSM 1984.
MUKAIANGA, K ajubi,

Tu a n ze l i ni P Grand A r t s P r o m o tions, D S M

1983.
Mpenzi I-II. Grand Arts Promotions, DSM 1984-5.
MULOKOZI, Mugyabuso, Mukwava wa Uhehe. EAPH, Nairobi 1979.
MULOKOZI, M. % K. KAHIGI, Mashairi ya kisasa (poesie). TPH, DSM
1973.
Malenga wa Bara (poesie). EALB, DSM-Nairobi-Kampala 1976.
MUNG ONG O, C.G.M. Nj ozi iliyopotea. TPH, DSM 1980.
MURIDHANIA, Kinondo, Damu ya ulimi. TPH, DSM 1 98?.

384

Kiswahili kwa furaha

MUSIBA, A,E. Kikomo. Continental Publishers, DSM 1980.


Nj ama. Continental Publishers, DSM 1981.
MUSLIM, Farouk, Mbio za sakafuni. EAPH, Nairobi 1976.
MUsso, M. Mukwava na kabila lake. EALB, DSM-Nairobi-Kampala
1968.
MvUNGI, Martha, Lwidiko. DSM, TPH 1985?.
MwAKYEMBE, Harrison, Pepo ya mabwege. Longman, DSM 1981.
MWANGA, Zainab, Kiu ya ha k i. Spark International Consultants,
Morogoro 1983.
Hiba ya wivu. Ruvu Publishers, DSM 1984.
NGAHYOMA, Ngalimecha, Huka. TPH, DSM 1973.
Kj ijii chetu. TPH, DSM 1975.
NGALI, Mwanyengela,Mwana Taabu na michezo mingine ya kuigiza.
EALB, Nairobi 1971.
NGARE, Peter, Kikulacho ki nguoni mwako. EAPH, Nairobi 1975.
NG OMBO, Amina H. Hekaheka za ulanguzi. Benedictine Publications,
Ndanda-Peramiho 1982.
NGOMOI, John, Ndoto ya Ndaria. TPH, DSM 1976.
NYASULU, Lucy, Rabeka. Press and Publicity Center, DSM 1982.

OMARI, Cuthbert, Mwenda kwao. IKR, DSM 1971.


Kuanguliwa kwa kifaranga. Heinemann, Nairobi 1976.
ROBERT, Shaaban,Utubora mkulima. Nelson, London 1968.
RUHUMBIKA, Gabriel, Uwike usiwike kutakucha. EAP, Arusha-DSM
1978.
(a cura di), Parapanda. EALB, DSM-Nairobi-Kampala 1974.
RUTAYISINGWA, John, Pa pa l a m ji . Gr a nd A r t s P r o motions, DS M

1985a.
Tumgidie bwege. Grand Arts Promotions, DSM 1985b.
SAFARI, A.J. Kabwela. Longman, DSM 1978.
SALwENGA, L o n ely,

Yo w e y a maj uto, Benedictine Publications,


Ndanda-Peramiho 1981.
SEMBERA, Fidelis, Maisha nuksi. Longman, DSM 1976,
Salima mtoto wa watu. Longman, DSM 1978,
SHAFI, Shafi Adam, Kasri ya Mwinyi Fuad. TPH, DSM 1978.
Kuli. TPH, DSM 1979.
SVLEIMAN, Mohamed, Kiu. EAPH, DSM 1972.
2

Ad eccezione dei suoi racconti giovanili egli firma le sue opere come Mohamed
S. Mohamed, ma lo citiamo come Suleiman per distinguerlo dall'omonimo Said A.
Mohamed.

Biblioga?~a

385

Nyota ya Rehema. OUP, Nairobi 1977a.


"Kutanabahi"in Kinywaj umba la maneno. 1977b, pp.30-38.
Kicheko cha ushindi. Shungwaya Publishers, Nairobi 1978.
TILUMANY W A, G. "Wali wa ndevu" inParapanda, 1974, pp.63-75.

TOPAN, Farouk, Mfalme Juha. OUP, D SM-Nairobi-Lusaka-Addis


Ababa 1971.
Aliyeonj a Pepo. TPH, DSM 1973.
UHINGA, G.M. Marti n Kayamba. In Darlite 2/2, 1968, pp.133-152,

WAHAB, Zainab B.A. Ulimbo. EALB, Nairobi 1975.


"Sina rafiki" in Kinywaj umba la maneno, 1977, pp. 1-1 l.
WALIBORA, Ken,Siku njema. Longhorn Kenya, Nairobi 1996.
YAHYA, Saad, Pepeta. University of London Press 1973.

GRAM M A T I C HE, DIZIONARI E OPERE TEORICHE SCELTE

AA.Vv. Kamusi ya Kiswahili Sanifu. Oxford University Press (OUP),


DSM-Nairobi 1981.
AA.Vv. Lugha ya Kiswahili. Institute of Kiswahili Research (IKR),
University of DSM 1983.
AA.Vv. English-Swahili dictionary. IKR, University of DSM 1996.
ASHTON, E.O. Swahili G r a m m ar (Including Intonation). Longmans,
London 1944.
BERTONCINI, Elena, "A tentative frequency list of Swahili words", in
Annali dell'Istituto Orientale di Napoli (AION), 33, 1973, pp. 297363.
Tujifunze Kiswahili, Corso di lingua swahili. I.U.O. Napoli 1977.
"The diminutive 'KA' class in contemporary Swahili", in AION
41/2, 1981, pp. 295-300.
"The extended consecutive tense in Swahili", in AION 42/4, 1982,
-

pp. 605-615.
Vamps and V i c tims. Women in M o d e rn S wahili L i t e rature.
R.Koppe, Koln 1996.
Kenyan literary Kiswahili, in R - M. B eck et al. (eds.), Swahili
Forum VI, Koln, 1999, pp.45-58.
BRAIN, J.L. Ba s ic S t r ucture of Swahili. S y r a cuse University, N e w

York 1966.
BRAUNER, S. k . I .

H E RMS, Lehrbuch des modernen Swahili, V E B

Verlag Enzyklopadie (V.E.), Leipzig 1979.

386

Kiswahili kwa furaha

BROWN, G. & G. YULE, Analisi del discorso. Il Mu lino, Bologna


1986.
BUALY, S.H. Msamiati wa Kiswahili. Longman Kenya, Nairobi 1977.
CAVICCHIONI, A.I. Vocabolario italiano-swahili, Zanichelli, Bologna
1923.
CLOSE, E. "Some copula-patterns in Standard Swahili", in Swahili
37/1, 1967, pp. 7-25.
COMRIE, B. Aspect. Cambridge University Press 1976.
CONTINI, E. Te n se a nd n o n - t ense in S w a h ili g r a m m a r: s e m antic
asymetry between a ffirmative and negative. U niversity Mi c r o fil m s

International 1983.
COOLER LINER, E.L.A set of Constraint in the Grammars of English

and Swahili. Unpublished Ph.D. dissertation. University of North


Carolina, Chapel Hill 1978.
DAMMANN, E. "Das Determinativum im Suaheli", in Neue Afrikanist,

Studien, a c. d. J.Lukas, Hamburg, 1966, pp. 71-78.


EASTMAN, C.M. 1969. "A descriptive statement of operative verbal

extension in Swahili", in African Languages Studies (ALS), X, 3146.


FARSY, S.S. Swahili Sayings I-II, E A L B, N a irobi-DSM-Kampala
1958.
Swahili /dioms. EAPH, Nairobi 1973.
GILMORE, T. &, S. K W ASA, Swahili P h r a se Book for S t u dents and
Travelers. New York 1963.
HARRIES, L. "The phrasal predicate in Swahili", in ALS XI, 1970, pp.

191-210.
HINNEBUSCH, T. & S.M. M IRZA, Swahili: a Foundation for Speaking,

Reading and Writing. Un iversity Press of A m e rica, LanhamLondon 1979.


HOFTMANN, H .

&

I . H ER I VIS,La n g enscheidts H a n d w o r t erbuch

Suaheli-Deutsch. La ngenscheidt, Berlin-Munchen-Wien-ZiirichNew York 2000.


Worterbuch Swahili-Deutsch. VEB V.E. Leipzig 1985(').
HQLLINGswoRTH, L.W. & Y . A LAwl, Advanced Swahili Exercises,
London 1944.
INDAKWA, J. Swahili Conversation and Grammar. Houston 1971.
JOHNSON, F.Kamusi ya Kiswahili. The Sheldon Press, London 1935.
Standard E nglish-Swahili Dictionary. OU P , O x f o r d-London
1939a.
Standard

E n g lish-Swahili Di c t i o n a ry. OU P , Ox f o r d - L o n don

Bibliogafia

387

1939b.
KAPINGA, M.C. Sarufi maumbo ya Kiswahili sanifu. IKR, DSM 1983,
KIHORE, Y.M., MASSAMBA, D.P.B., MSANJILA, Y.P. Saruf i maumbo
ya Kiswahili sanifu (SAtvtAKlSA) sekondari na v y uo. T U K I , C h u o

Kikuu cha DSM 1999.


KNAPPERT, J. "Derivation of nouns of action in - O i n
-

S w ahili",
Swahili 33/l, 1962/63, pp. 74-106.
"Compound nouns in Bantu languages",Journal of Af rican
Languages (JAL), 4/3, 1965, pp. 211-225.
"Some notes on the locative -ni in Swahili", in Swahili 37/1, 1967,

pp. 65-68.
"Contribution from the study of loanwords to the cultural history
of Africa." In Language and History in Africa, a c.d. D.Dalby,
New York 1970.
Four Centuries of Swahili Verse, Heinemann, London 1979.
KOPOKA, O.B. "The possessive in Standard Swahili", in Journal of
the East African Swahili Committee (JEASC) 24, 1954, pp. 21-33.
KRAPF, L. Dictionary of the Swahili Language. Gregg Press, London
1882.
KUHENGA, C. Nahau za Kiswahi li I. E astern Africa Publications
(EAP), Arusha 1978.
LAMBERT, H.E. "The -E verb ending in archaic Swahili", in JEASC
25, 1955, pp. 61-90.
-

K i - V umba. Studies in Swahili Dialect II. Kampala 1957.


LEGRE, K. Worterbuch Deutsch-Swahili. VEB V . E. Leipzig 1990.
LEONARD, R.A. "Swahili E, KA and NGE as signals of meanings", in

Studiesin African Linguistics (SAL), IV2, 1980, pp. 209-227.


LooGMAN, A. Swahili Grammar and Syntax, Duquesne University
Press, Pittsburgh 1965.
MAGANGA, C. "Swahili verb clusters. Part I. General classification",
in Kiswahili 41/1, 1971, pp, 63-66.
MAIMU, M. Ka musi ya ndege wa Tanzania. Tanzania Publishing
House (TPH), DSM 1982.
MASSAMBA, D.P.B., K IHORE, Y.M., HOKORORO, J.I. Saru i miundo
f

ya Kiswahili sanifu (SAMIKISA) sekondari na vyuo. TUKI, Chuo


Kikuu cha DSM 1999.
Kamusi ya wanyama na nyoka wa Tanzania. TPH, DSM 1982.
MAW, J. 1969. Sentences in Swahili. SOAS; University of London.
"Some problems in Swahili clause structure", in ALS XI, 1970, pp.
-

388

Kiswahili kwa furaha

257-265.
"Morpheme and word division in Swahili", in Journal of the Language Associationof Eastern Africa, V2, 1970, pp.19-23.
"Focus and morphology of the Swahili verb", in BSOAS39, 1976,
pp. 399-401.

&

J . K E L L Y , Tw e nde! A Practical swahili C ou rse. OUP, Oxford

1975.
MAYOKA, J.M.M. 1Vahau za Kiswahili II, EAP, Arusha 1982.
MEENA, E. Misemo. Transafrica Pub)ishers, Nairobi 1975.
G.V. M MARI H.H. SANGIWA, Vitendawili. OUP, Nairobi 1960.
MEINHOI:, C. Grundzuge einer vergleichenden Grammatik der Bantu-

sprachen. Hamburg 1948.


MERLO PICK, V. Grammatica della lingua swahili. Mi s sioni Consola-

ta, Torino 1953.


Vocabolario swahili-italiano e italiano-swahili. E.M.I. Bologna

1961, 1978(').
MGULLU, RICHARD S. M talaa wa Isimu. Fonetiki, Fonologia na Mo -

folojia ya Kiswahili. Longhorn Publishers, Nairobi 1999.


MHINA, G.A. J.K. KIIMBILA - M . M .R . ALIDINA, Kichocheo cha u-

chunguzi. TPH, Dar es Salaam 1971.


MKHE, G. Die Sprache der alteren Swahili-Dichtung. D.Reimer, Ber-

lin 1979.
& W.MOHLIG (a c.d.), Swahili-Handbuch. R.Koppe, Koln 1995.
MOHAMED, S.A. Misemo, milio na tashbihi. Longman, DSM-NairobiKampala 1978.
MOORE, R.A.C. Ve r bal d e r i v ations in S w a h ili. Un p u b l ished Ph.D.

dissertation. University of Texas, Austin 1966.


MUGANDA, B. Speaking Swahili. (A Grammar and Reader.) Washington 1970.
MYACHwA, E.N. The Swahili Language. Routledge & Kegan Paul,
London-Boston-Henley 198 1.
Kamusi ya Kiswahili-Kirusi. Moscow 1987.
NASSIR, A. A Concise Dictionary of English-Swahili Idioms. Shungwaya Publishers, Nairobi 1975.
NATALIS, E. La langue swahilie. Editions F.U.L.R.E.A.C. Universit
de Lige 1960.
OMARI, C.K. E. KEZILAHABI W.D. KAMERA (a c.d.), Misemo na

methali toka Tanzania I-II. EAP, Arusha 1975.


OREGA, P. Semi za Kiswahili. Foundation Books, Nairobi 1975.

Bibliografia

389

PELT, P. Van,. Swahili. T.M.P.Book Department, Tabora 1976 (?).


PERROTT, D.V. Te a ch Y o u r sel
f Swahi li. The English Uni versities
Press (E.U.P.), London 1957.
The E U.P. Concise Swahili and English Dictionary. London 1965.
POLOM, E.C. Swahili L anguage Handbook. Center for A p p lied
Linguistics, Washington 1967.
SACLEUX, CH. Grammaire des dialectes Swahilis. Procure des Pp. du
Saint-Esprit, Paris 1909.
Dictionnaire Swahili-Frangais. Institut d'Ethnologie, Paris 1939.
SAI'ARI, J.F. Swahili Made Easy. TPH, Dar es Salaam 1980.
SCHADEBERG, T. A Sketch of Swahili Morphology. Foris Publications,

Dordrecht-Holland/ Cinnaminson-USA 1984.


SCHEVEN, A. Sw ahili P r o v erbs. Un iversity P ress of A m e r ica,
Washington, D..C. 1981.
SCOTTON, C.M. As pects of th e Swahili e x tended verb system wi t h
special reference to some deep structure syntactic and semantic

restrictions. U n p ublished P h.D. d i s sertation. U n i v ersity o f


Wisconsin, Madison 1967.
"Semantic and syntactic subcategorization in Swahili causative
verb shapes", in lAL 6/3, 1967b, pp. 49-267.
SEWANGI, S.S. &. J.S.MADUMULLA (eds), Proceedings of the /KR
lubilee Symposium 2005, 1" v ol. T aasisi ya U chunguzi wa
Kiswahili, DSM 2006.
SLAVIKOV, M. A Statistical Analysis of Swahili Morphology. Charles
University, Prague 1969.
& , M . A . B R Y AN, " Comparative Bantu: the case of tw o

Sw ahili

dialects", ALS XIV, 1973, pp. 53-81.


SNOXALL, R.A. A Concise English-Swahili Dictionary. OUP, London
1958.
STEERE, E. & A.C, MADAN, A Handbook o f the Swahili Language as
spoken at Zanzibar. S.P.C,K. London 1908 (reprint).
STEINER, G.Dopo Babele. Sansoni, Firenze 1984.
STEVICK, E.W. Swahili Basic Course. U.S.Foreign Service Institute,
Washington, D.C. 1963.
STIGAND, C.H. A G r a m m ar of D i a l ectic C h anges in th e K i s wahili

Lang uage. Cambridge 1915.


TAYI.OR, W.E. African Aphorisms. The Sheldon Press, London 1891.
TELEMANS, G.M. A morphotactical sector analysis of the Swahili verb

with implications for the teaching o f English to speakers of


Swahili.

Un p u b l ished P h . D. d i s s ertation. C o l u m b ia U n i v e rsity,

390

Kiswahili kwa furaha

New York 1978.


TEMU, C.W. "Ukamilifu wa matumizi ya mfumo wa umili kishi katika
-

Kiswahili sanifu cha kisasa", Kiswahili 41/9, 1982, pp.55-72.


"Kiswahili terminology: principles adopted for the enrichment of
the Kiswahili language", in Kiswahili 51, 1984, pp. 112-126.

VELTEN, C. Suaheli-Worterbuch. Berlin 1910.


VITALE, A. Sw a hili S y n tax. Fo r is P ublications, Dordrecht-Holland/

Cinnaminson-USA 1981.
WAIHIGA, Gichohi, S a r fiu
Publishers, Nairobi 1999.

f a f anuzi y a Ki s w ahili. Lon g horn

WALD, B.V. Va r i a t ion in t h e s ystem of tense markers of Mombasa

Swahili. Un published Ph.D. dissertation. Columbia University,


New York 1973.
WHITELEY, W.H. K i - M t ang 'ata. Studi es in S w ahili D i a l e ct I .
Kampala 1956.
The Dialects and Verse o f Pemba. Studies in Swahili D i a l ect I V .

Kampala 1958.
Some Problems of Transitivity in Swahili. SOAS, University of
London 1969.
Swahili. The Rise of a NationalLanguage. Methuen, London 1969.
"Notes on the syntax of the passive in Swahili", in ALS XI, 1970,
pp. 391-404.
"Case complexes in Swahili", in SAL 3/l, 1981, pp. 1-45.
-

WILLIAMSON, J. "The ' ka '

p r e f i x" , i n Bu l l . o f t h e I n t e r-Territorial

lang. Committee N'22, 8, 1952.


WILSON, P.M. Si m p lfied
i
Swahili. EA L B, N a irobi-DSM-Kampala
1970.
ZAWAWI, S. Kiswahili kwa Kitendo. Harper A, Row, New York 1971.
Loan Words and their E ffect on the Classification o f Swahili
Nominals. Brill, Leiden 1979.

Finito di stampare nel mese di luglio del zon,


dalla ERMES. Servizi Editoriali Integrati S.r.l.
oooqo Ariccia (RM) via Quarto Negroni, rg
per conto della Aracne editrice S.r.l. di Roma