Sei sulla pagina 1di 171

le sette leggi spirituali dei supereroi

Deepak Chopra
con Gotham Chopra

Le sEttE
LEggi spirituaLi
dei supErEroi
scopri i tuoi supErpotEri!

tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo libro pu essere riprodotta tramite
alcun procedimento meccanico, fotografico o elettronico, o sotto forma di registrazione
fonografica; n pu essere immagazzinata in un sistema di reperimento dati, trasmesso,
o altrimenti essere copiato per uso pubblico o privato, escluso l uso corretto per brevi
citazioni in articoli e riviste, senza previa autorizzazione scritta delleditore.

titolo originale: The Seven Spiritual Laws of Superheroes: Harnessing Our Power to
Change the World
deepak Chopra con gotham Chopra
Copyright 2011 by Chopra Media and liquid Comics llC. all rights reserved.
published by arrangement with Harperone, an imprint of HarperCollins publishers.

Traduzione: Katia prando


Editing: Enza Casalino
Revisione: Marco Morra, sonia Vagnetti
Copertina e Impaginazione: Matteo Venturi
Stampa: Fotolito graphicolor snc Citt di Castello (pg)

I Edizione: Ottobre 2011

2011 Edizioni My Life


www.edizionimylife.it
Via garibaldi, 77
47853 Coriano di rimini
isBN 978-88-6386-155--6

IndIce
Premessa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7
Introduzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11
la legge dell equilibrio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19
La Legge della Trasformazione. . . . . . . . . . . . . . . . . . 39
La Legge della Forza. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 59
la legge dell amore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 83
la legge della Creativit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 99
La Legge dellIntenzione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 115
La Legge della Trascendenza . . . . . . . . . . . . . . . . . . 129
Come attivare il cervello da supereroe . . . . . . . . . . . 149

Letture consigliate sui supereroi . . . . . . . . . . . . . . . . 159

Premessa

o ricevuto il mio primo albo di fumetti quando avevo


circa sei anni. Mio padre me lo pass con le seguenti
istruzioni: Tieni, leggilo. La cosa pi importante che
puoi imparare come raccontare storie meravigliose.
Contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, dato il mio
nome, quel fumetto non era Batman (gautam, gotama o gotham, secondo la grafia anglicizzata, lappellativo originale del
Budda, e non ho idea di come abbia fatto a diventare gotham
City), e posso testimoniare che solo di recente mio padre diventato un fan del Cavaliere oscuro. in effetti, il primo giornalino che mi pass raccontava la storia del dio Krishna, una delle
divinit ind pi amate.
anch io me ne innamorai.
Nel corso degli anni, ogni volta che la mia famiglia faceva
ritorno al nostro paese natale in india in visita ai nonni che vivevano l, aggiungevo un nuovo fumetto indiano alla mia collezione. Ce n erano centinaia che riportavano le storie meravigliose
delle divinit ind, di re e regine, di invasori e liberatori, guerrieri e saggi e i miei cugini e io non ne perdevamo un nume-

ro. Alla fine, alle soglie delladolescenza, fui rapito anche dai
fumetti occidentali come Superman, Spider-man, X-Men e gli
altri. studiai alan Moore e stan lee e altri pensatori visionari
che lavoravano nel mondo relativamente oscuro della narrazione fumettistica. parecchi anni fa, con un mio caro amico ho persino messo in piedi una societ cavalcando l onda dei fumetti,
quando innumerevoli personaggi si vestirono di tutto punto e
presero d assalto Hollywood.
Nel frattempo, mio padre si prodigava per far conoscere
l oriente in occidente, facendo entrare nel nostro linguaggio quotidiano termini come yoga e chai e idee come il karma e i mantra.
ovviamente me ne accorsi. Come avrei potuto evitarlo? era ospite nel programma di Oprah. Elizabeth Taylor e Michael Jackson
venivano a cena da noi. i suoi best seller servirono a pagare le rate
della mia universit .
Col passare del tempo i nostri mondi iniziarono davvero a intersecarsi. in un corso universitario di cinema guardai di nuovo Guerre Stellari. Usa la forza, Luke e mi si accese una lampadina.
Lo stesso fece Morfeo nel film Matrix: il mondo un illusione.
Pi recentemente, Heroes, Lost, Il cavaliere oscuro e moltissimi programmi televisivi e film iconici hanno divulgato a tante
persone le idee che hanno riempito i libri di mio padre negli ultimi vent anni. ed una strada a doppio senso. un paio di anni fa
ho fatto da moderatore in un dibattito al San Diego Comic-Con
tra mio padre e licona dei fumetti Grant Morrison; quando uno
spettatore gli fece una domanda sulla consapevolezza quantica,
lui si volt e mi fiss con tanto docchi e un largo sorriso. Sapevo
quel che stava pensando: quell uomo era tra i suoi.

tenendo presente tutto questo, di recente mentre eravamo in


giro e discutevamo del trespolo traballante su cui il nostro pianeta sembra essere in bilico, mi venne in mente che era stato proprio
lui a farmi conoscere i fumetti per primo, insieme all esplicita annotazione che avrebbero giocato un ruolo fondamentale, in quanto erano la cosa pi i mportante che avrei potuto imparare.
Questa volta non avrei perso lopportunit di scoprire perch.

Gotham Chopra

IntroduzIone

uando i miei figli, Mallika e Gotham, erano piccoli,


avevamo un rituale prima che andassero a dormire.
raccontavo loro una storia, di solito si trattava di
qualche racconto mistico sul bene contro il male, sulla natura
o su animali parlanti. Nel momento della suspense, quando la
storia arrivava a un punto cruciale in cui il personaggio principale doveva fronteggiare una nemesi, o qualche prova terribile, oppure doveva compiere una scelta decisiva, mi fermavo
e chiedevo loro di sognare il finale della storia con la massima
teatralit possibile. Con queste istruzioni, andavano a letto sicuri
di vivere una fantastica avventura. la mattina dopo, quando si
svegliavano e si arrampicavano sul nostro letto, chiedevo loro
di raccontarmi cosa avevano sognato. Ascoltavo pazientemente
mentre narravano le vicende di cui erano stati protagonisti. ero
ammaliato dalla loro fertile immaginazione e dai viaggi meravigliosi che vivevano nelle ore notturne. spesso le loro storie
mi facevano tornare alla mente i grandi miti dell umanit , quei
racconti epici del bene contro il male, di avventure e tragedie, di
tradimento, fedelt, conflitto, conquista, virt e vizio, emozioni

11

ed esperienze che non avevano ancora vissuto in prima persona


nelle loro giovani vite. le loro menti innocenti stavano attingendo dall immenso deposito dell immaginario collettivo?
Il grande psicologo svizzero Carl Jung ci ha fatto conoscere l inconscio comune e i suoi simboli archetipi. i miti esistono
in questo campo dellakasha, o piano non-locale di esistenza,
dove vengono immagazzinate le informazioni e da cui viene ricreato limmaginario collettivo di generazione in generazione. Le
leggende sono la forma con cui possiamo avvicinarci il pi possibile alla concettualizzazione del non-concettuale e dellindeterminabile. Sono la suprema espressione del finito e del tentativo
di articolare linfinito. Sono racconti primordiali che catturano
il trascendente e lo mascherano con un inizio, una parte di mezzo e un epilogo. Spesso le storie si assomigliano, ma assumono
maschere e costumi moderni. Hanno una trama semplice e personaggi affascinanti e dipingono l eterna lotta tra bene e male, sacro
e profano, divino e diabolico. i buoni continuano a vincere, ma
in verit non prevalgono mai una volta per tutte. i cattivi spesso
vengono sconfitti, ma a volte danno limpressione di aver avuto la
meglio. in realt , nessuna delle due parti vince o perde a tutti gli
effetti, e la storia non finisce mai. Questa la danza tra creativit
e inerzia, evoluzione ed entropia.
In seguito, quando i miei figli sono cresciuti, in occasione dei
miei viaggi in india, il mio paese natale, portavo loro valige piene
di fumetti locali che raccontavano le grandi storie epiche del nostro
retaggio culturale. Naturalmente questo stimolava ulteriormente la
loro immaginazione, dal momento che le vicende grandiose di innumerevoli divinit , imperatori e conquistatori erano vividamente

12

raffigurate nelle pagine di quei fumetti. Mi piace pensare che tutto


questo abbia giocato un ruolo fondamentale nel fatto che sia Mallika che gotham, da adulti, siano diventati meravigliosi narratori.
Malgrado alle superiori gotham non sia mai stato lo studente
migliore in fatto di voti, la sua creativit era notevole e questa
tendenza continuata alluniversit, quando si iscritto alla Columbia university di New York. Come avevo sempre fatto, anche in quelloccasione, scelsi di focalizzare il mio supporto sulle
aree verso le quali mostrava interesse piuttosto che preoccuparmi
dei suoi voti nelle materie di cui era disinteressato. incoraggiai
le sue esplorazioni accademiche su discipline quali la religione
comparata, la letteratura e il cinema. dopo la laurea, lui e il suo
amico sharad devarajan ebbero l idea di reinventare alcune delle
storie indiane riportate in quei vecchi albi a fumetti e di offrirle
al mondo.
Insieme iniziarono a reclutare giovani scrittori e artisti in India, uno dei quali si chiama Jeevan Kang e la sua originale opera
riempie le pagine seguenti. Come Jeevan, questi anticonformisti
erano per lo pi ragazzi che altrimenti sarebbero finiti a lavorare
come collaboratori esterni per grossi studi grafici occidentali. Invece erano entusiasti allidea di flettere i muscoli della loro creativit e fantasticare su nuovi personaggi e nuove storie. presto gotham e sharad contattarono sir richard Branson per un sostegno
economico e insieme formarono la societ di fumetti chiamata
Virgin Comics. Oggi, dopo anni di costruzione con i contributi
del gruppo Virgin, lazienda in larga parte di loro propriet e si
chiama Liquid Comics (www.liquidcomics.com). gotham, sharad e i disegnatori che vi fanno parte producono meravigliosi miti

13

moderni e sviluppano le loro storie oltre le pagine dei libri, nel


regno del digitale, nei lungometraggi, nei video giochi e sfruttando molti altri supporti. alcuni dei loro progetti vedono la collaborazione di registi come Woo, Guy Ritchie, Shekhar Kapur, Wes
Craven e altri ancora.
Questo libro lamalgama, levoluzione e il culmine di quanto
detto sopra. per certi versi lo considero un distillato delle mie stesse
idee, investigazioni, ricerche sulla coscienza e invenzioni di miti,
fuse insieme a quelle di Gotham e di una nuova generazione di
creativi e narratori. ancora una volta, come molti anni fa, ho dato
l avvio a storie ricche di elementi e personaggi archetipi che mio
figlio e altri in societ con me hanno portato ad altissimi livelli, e ne
sono orgoglioso. Tutto questo in armonia con la mia convinzione
che i miti reali e duraturi insieme ai personaggi che li popolano non
sono mai generati da un solo creatore. sono attinti da quei campi
universali frutto di una miriade di sogni, aspirazioni, paure e fantasie umane e sono in costante trasformazione ed evoluzione.
Questo libro la storia di nuovi miti e supereroi che trascenderanno lidentit nazionale ed etnica. Ne abbiamo un bisogno disperato per risolvere le nostre crisi in un mondo saturo di conflitti,
terrore, guerre, distruzione ambientale e ingiustizie economiche
e sociali. le caratteristiche e le qualit descritte sono speciali e
allavanguardia; rappresentano la sintesi delle mie stesse riflessioni e, ugualmente importante, della comprensione di gotham
e della sua generazione, che ha tratto ispirazione e ha emulato i
grandi supereroi orientali e occidentali, da Budda a Batman.
Le sette leggi spirituali dei supereroi trae ispirazione da Le
sette leggi spirituali del successo. Ho cercato di estrapolarne l es-

14

senza applicandola alla futura generazione di ricercatori spirituali.


Ma anche un libro sul mio viaggio personale, su come ho fatto
conoscere a gotham i supereroi indiani e su come lui, in cambio,
mi abbia fatto conoscere quelli americani. Nel corso degli ultimi
anni abbiamo partecipato spesso al San Diego Comic-Con in dibattito con altri meravigliosi creatori di miti, compreso il leggendario stan lee, creatore della Marvel Universe, e grant Morrison,
lo scrittore pi prolifico nellattuale industria dei fumetti.
i moderni supereroi devono esprimersi nella lingua dei nostri
tempi e parlare a una nuova generazione, malgrado non possano
essere posseduti o limitati da nessuno di noi. Viviamo in tempi
difficili e ci troviamo di fronte a un bivio. Da una parte, rischiamo
la nostra estinzione e quella del Pianeta che ci ospita, a causa della devastante combinazione tra antiche usanze tribali e tecnologie
all avanguardia che hanno la capacit di annientare ogni essere
vivente. dall altra, siamo dotati di un sistema nervoso attraverso
il quale luniverso sta diventando consapevole di s. Ora pi che
mai, abbiamo i mezzi e le conoscenze per creare un nuovo mondo
coraggioso nel quale il nostro attuale stadio di sopravvivenza pu
evolvere e basarsi sulla saggezza invece che sulladattamento. La
strada che decidiamo di intraprendere determiner il nostro futuro. Questa scelta sar dettata dalle caratteristiche a cui aspiriamo,
qualit che possiamo identificare in alcuni grandi eroi ed eroine
che hanno popolato le leggende e le storie della nostra civilizzazione fino ai giorni nostri.
Non un caso se oggi i supereroi hanno catturato l immaginario culturale come mai prima. ovunque guardi, personaggi straordinari ed elementi sovrannaturali sono diventati una parte dina-

15

mica della nostra comunicazione convenzionale. I supereroi sono


dotati di poteri magici che sfidano le leggi dello spazio e del tempo
e ci offrono la visione di un mondo che pu cambiare. esplorano
i confini dellenergia e della coscienza e ci permettono di capire
meglio noi stessi e il nostro potenziale.
Ecco perch, secondo la mia opinione, possono aiutarci a salvare il pianeta in un modo molto concreto e soprattutto, possiamo
diventare supereroi noi stessi. Nelle pagine che seguono, cercher
di tracciare una linea che congiunga alcune tradizioni di antica
saggezza, cos come le ho recepite nel corso della mia vita, e i
personaggi mascherati che riempiono il mito moderno. in Batman scorgo le stesse qualit di Budda. in superman di certo ci
sono caratteristiche che appartengono anche al dio shiva. inoltre,
esistono nuove frontiere che ritengo debbano essere raggiunte. il
nostro compito non consiste solo nellindividuare in una dozzina
di personaggi le ambizioni che giacciono ancora assopite dentro
di noi, ma anche nel nutrirle e allevarle con i portentosi ingredienti dellintenzione, dellattenzione e dellazione, in modo da creare
un nuovo gruppo di supereroi. Questi personaggi sono in contatto
sia con il loro S-saggio, che con il loro S-ombra e sanno cogliere l interconnessione di tutte le cose. se ci riusciamo, il risultato
sar una dettagliata carta stradale per vivere esprimendo il nostro
pieno potenziale, scoprire il supereroe che abbiamo dentro e riscrivere la storia dell umanit .

Deepak Chopra

16

1
La Legge
deLLequILIbrIo
Lequilibrio dato dallinterazione
tra essere, sentire, pensare e fare.
I supereroi integrano questi quattro livelli
fondamentali dellesistenza con la turbolenza
del mondo e lattivit quotidiana e,
cos facendo, sono in grado di risolvere
in modo fantasioso ogni prova che si trovano
ad affrontare, creando unatmosfera
di potenziamento e amore ovunque vadano.
Ne risulta che il supereroe un maestro
di arti marziali, una disciplina
essenzialmente spirituale.

i recente, ho scoperto che interrogare la gente su quale sia


il suo supereroe preferito equivale a chiedere qual il genitore che ama di pi. una domanda a cui impossibile
dare una risposta ed irta di pericoli. Mio figlio mi ha informato che
solo tra i due titani dell editoria dei fumetti, Marvel e DC Comics, ci
sono dai cinque ai diecimila personaggi tra cui scegliere.
Questa cifra comprende eroi buoni e cattivi, alcuni dei quali
cambiano schieramento di tanto in tanto mi ha spiegato. Capita
di frequente che certi personaggi diventino distruttivi e capaci di
autodistruggersi. Wolverine, il Punitore e Hulk per esempio.
Che mi dici di Batman? ho chiesto io dando mostra delle
mie limitate conoscenze del pantheon e cercando di dare un contributo alla conversazione.
Ha i suoi momenti , ha annuito gotham.
Fammi un esempio, lho incalzato.
Ci ha pensato un po su e poi ha cominciato. Batman denominato il Cavaliere Oscuro, perch anche se un paladino degli
oppressi, un sostenitore della giustizia e porta la luce in virt del
suo essere un supereroe, guidato in larga parte dall oscurit , da
ombre e paure. il ricordo di uninfanzia travagliata e oscurata
dalla tragedia, la paura di essere isolato e l angoscia di non avere
uno scopo a spingerlo ad agire. Non importa di quali atti d eroismo Batman sia protagonista, il suo tragico passato continua a
ossessionarlo e a provocare le sue azioni. Persino i suoi pi grandi
avversari, Joker e Riddler, riflettono il caos che ha dentro di s.

20

rappresentano le sue stesse paure e gli incubi incontrollati venuti alla luce, perch vibrano in lui alcune caratteristiche che, se
lasciate a macerare, potrebbero sopraffarlo. rischia di diventare
come loro. Si trova sul filo del rasoio, sempre in pericolo di cadere nell oscurit da cui tentato.
consapevole di tutto questo? gli ho chiesto impressionato.
Gotham ha annuito. la sua angoscia a guidarlo.
era assorbito dall argomento e ha continuato raccontandomi
una delle sue storie preferite tratta dal mito su Batman.
si intitola War on Crime [guerra al crimine]. Batman incontra
un ragazzino che ha perso il padre a la madre nel corso di una
violenta aggressione. gli ritorna in mente il suo tragico passato
quando da bambino, nei panni del suo alter ego Bruce Wayne,
fu testimone della sparatoria e dell uccisione dei suoi genitori
per mano di quello che sembrava essere un vagabondo in crisi
di astinenza. Batman, ormai adulto, sa fin troppo bene che quel
ragazzino ha dovuto affrontare scelte oscure, crescendo senza la
guida dei genitori. Riflettendo sulla natura di quella oscurit, dai
vicoli umidi di Gotham City agli uffici delle aziende dominati
dall avidit e dalla cupidigia, Batman osserva il giovane orfano
camminare lungo la sottile lama del rasoio: un passo falso pu
condurlo fin troppo facilmente a una vita fatta di crimini, conflitti
e autodistruzione.
Non sono tanto le tragedie a definire le nostre esistenze, ha
precisato gotham citando una famosa battuta di Batman in War
on Crime, quanto le scelte che facciamo per affrontarle. Forte,
non trovi? ha sorriso.
s , ho concordato. Niente male.

21

e grandi storie dei supereroi rispecchiano le nostre. sono


metafore delle prove e dei conflitti che affrontiamo quotidianamente e dei poteri, o della saggezza interiore, che
dobbiamo tirar fuori per superare quelle difficolt ed evolvere
costantemente.
le lotte che Batman deve combattere per le strade e i vicoli
della sua citt sono le stesse con cui ci misuriamo noi nelle nostre
vite. Gli scenari, i personaggi e la trama concorrono alla creazione di storie mitologiche grandiose del bene contro il male, ma le
battaglie di cui sono protagonisti questi eroi riecheggiano la nostra stessa esperienza. Ci appaiono sotto forma di conflitti emotivi
con le persone che amiamo e con cui lavoriamo, dilemmi spirituali ed etici infiammati dallo scontro tra scienza e spiritualit, e
angoscia esistenziale generata dalla tecnologia che ci circonda, in
costante evoluzione. Tutti noi, meri esseri mortali, siamo soggetti
ai flussi del cambiamento. In molti cercano di cogliere il senso
della vita e di convogliarlo in una rigida e statica comprensione
del mondo.
Ma possiamo imparare dai supereroi che abbiamo creato insieme. Dalle avversit e dai trionfi, dai punti di forza e da quelli di
debolezza, possibile apprendere il modo giusto per rapportarci
alle nostre battaglie quotidiane. se riusciamo ad acquisire le loro
capacit , amplieremo il nostro sapere e scopriremo una guida su
come vivere, con profonde implicazioni relative alla trasformazione personale e globale. Queste abilit sono la chiave per mas-

22

simizzare il nostro potenziale in quanto individui e collettivit,


migliorando il mondo unazione alla volta. La Legge dellEquilibrio il punto da cui partire.
I supereroi sanno che lunico modo per risolvere qualsiasi sfida guardarsi dentro. sono consapevoli che l equilibrio l ingrediente fondamentale per identificare ogni loro potere, portandolo
alla luce e permettendogli di esercitare il massimo effetto. Nelle
antiche tradizioni di saggezza orientale c un detto secondo cui
la misura dellilluminazione di una persona data dal livello di
disinvoltura con cui affronta il paradosso, la contraddizione, la
confusione e lambiguit. Friedrich Nietzsche conveniva: Devi
avere il caos dentro di te per generare una stella danzante. Questo quel che fanno i grandi personaggi. si connettono con la loro
stessa consapevolezza e riconciliano i poli negativi e positivi delle loro esistenze. Raggiungono un punto di forza e di equilibrio
dal quale partire.
I supereroi prosperano quando c confusione e caos, perch
a prescindere dalla follia che vortica attorno a loro, hanno radici
che restano ben salde. Sanno per istinto che la vita una confluenza di significato, relazioni e contesto. Hanno imparato che per
trovare l armonia bisogna mettere in equilibrio tutto quello che
ci circonda. In breve, bilanciano le forze di luce e tenebra, odio e
amore, sacro e profano dentro di loro e da l plasmano un identit
potente e ricca di significato.
l equilibrio non deriva solo dalla fondamentale capacit di
scoprire larmonia tra tutte le forze contrastanti delluniverso, ma
anche dallabilit di riconoscerle e addomesticarle. Il cosmo in s
un insieme di energia presente nello spazio e nel tempo. Luce e

23

oscurit , bene e male, divino e diabolico, santi e peccatori e ogni


altra serie di energie in conflitto che riempiono luniverso, costituiscono la linfa vitale che ci attraversa e anima le nostre azioni.
il flusso, e persino la collisione, di queste forze che genera la vita.
La storia della civilt umana non altro che una testimonianza di
questo fatto; riproduce i contrasti in seno allumanit stessa. Per
ogni gandhi c un Hitler. per ogni momento generato dall odio
che cresce e ha un impatto nel tempo, ce n uno virtuoso che fa
da contraltare e lo contrasta. questa frizione e il conseguente
bilanciamento tra forze opposte che getta le basi della nostra esistenza in divenire.
Noi stessi siamo un amalgama di queste energie e forze. Ti
mai capitato si sentirti talmente consumato dalla rabbia o dalla
frustrazione da voler prendere a pugni il muro o gettare il telecomando allaltro capo della stanza? Allora hai provato la collera
dellIncredibile Hulk o di Wolverine. Hai mai sentito il bisogno
di vendicarti contro qualcuno che ti ha fatto un torto? lo stesso
sentimento che muove Batman, daredevil o il punitore. se queste
sono emozioni familiari, allora hai gi interpretato fino in fondo
la storia di un supereroe.
adesso andiamo al livello successivo. Come possiamo mantenere l equilibrio in modo consapevole dentro di noi e fare le
nostre scelte a partire da questo stato di consapevolezza? Come
possiamo agire partendo dallintenzione ragionata invece che reagire al vortice di emozioni e richieste che ci circonda? Come possiamo trovare la pace nelle nostre vite quotidiane e fare in modo
che si rispecchi nelle azioni? In che modo ci assicuriamo che il
nostro cammino esistenziale sia evolutivo?

24

Linizio della risposta si ottiene mantenendo una certa moderazione. In questo caso, moderazione significa essere in equilibrio e avere una consapevolezza chiara e totale. Proprio come
Batman prevede il futuro dell orfano in War on Crime, essere radicato nella moderazione rafforza lindividuo a prendere decisioni valide ed efficaci.
i supereroi non cedono mai a ci che pu diminuire la qualit
della loro consapevolezza. Non scivolano in stati di coscienza alterati che inficiano la lucidit di mente e corpo. Al contrario, restare
sempre sobri ed emotivamente freschi e pieni di energia, permette
loro di esistere in stati di coscienza espansi nei quali non un briciolo di disordine o agitazione riesce a disturbarli troppo a lungo.
Si possono vivere vere e proprie esperienze di gioia, estasi
e amore soltanto negli stati di coscienza espansi o superiori.
necessario essere connessi con il vero S, il S trascendente (di
cui discuteremo in un capitolo successivo). le sue caratteristiche
sono quelle della natura. lo stato naturale dell universo deve essere in equilibrio, sia che si tratti dell ecologia, sia che ci si riferisca ai corpi individuali e al loro metabolismo. se qualcosa esce
dallo stato di equilibrio, la natura cerca spontaneamente di recuperarlo per poter continuare il proprio processo di evoluzione. La
sola cosa che pu fermare questa fase di restaurazione naturale
il nostro intervento inibitorio, quando introduciamo nel sistema
elementi tossici artificiali.
i supereroi vengono guidati da una lucidit totale. dal momento che lo stato di chiarezza cos importante per loro, fanno di tutto per nutrirlo e mantenerlo. assumono abitudini all insegna della
salute fisica e mentale. Coltivano il benessere del loro corpo con

25

lesercizio fisico regolare e una sana alimentazione, consapevoli


di quali siano i cibi in armonia con il loro organismo, capaci di
farli sentire forti e pieni di energia. di concerto con tutto questo,
sono sempre sensibili al loro benessere mentale. Ci significa che
fanno il possibile per dormire bene e a fondo e per mantenere
ai massimi livelli la coordinazione corpo-mente, raggiunta nel
modo migliore attraverso la pratica delle arti marziali, dello yoga,
della meditazione e delle tecniche di respirazione.
anche il benessere emotivo fondamentale per la difesa della
consapevolezza totale. sostenuta da relazioni salutari e dalleliminazione delle tossine emotive, quali lostilit, il risentimento,
la paura, la colpa e la depressione. Ecco pi nel dettaglio di cosa
si tratta.
Lostilit il dolore che riaffiora insieme al desiderio di
vendetta.
La paura lanticipazione del dolore futuro.
La colpa il dolore autoinflitto quando biasimi te stesso.
la depressione l esaurimento dell energia come risultato
di quanto scritto sopra.
I supereroi non provano queste emozioni tossiche, non perch
negano il dolore emotivo, ma perch sono in contatto con esso
e lo superano. Capiscono che qualsiasi storia, compresa la loro,
non pu essere definita in termini di bene assoluto, dal momento
che chiunque sia privo del contrasto fondamentale tra bene e male
(la frizione tra virt, luce e ombra) diventa banale ed destinato
26

allinerzia totale. Al contrario, i supereroi (o gli individui) pi


dinamici e potenti riescono a bilanciare le forze di luce e tenebra nel loro stesso essere, esplorano le regioni oscure delle paure,
della rabbia e delle emozioni cupe canalizzandole in attivit pi
costruttive e compassionevoli.
Grazie alla loro lucida consapevolezza, i veri supereroi si assumono la responsabilit di tutte le esperienze dolorose senza mai
giocare il ruolo della vittima. sono capaci di entrare in contatto
con la sofferenza mediante lacuta consapevolezza delle sensazioni fisiche, che riflettono gli stati emotivi. La capacit di localizzare nel corpo le emozioni e le sensazioni, di definirle, esprimerle
a se stessi senza biasimare gli altri, di condividerle con gli amici
pi cari, di rilasciarle attraverso rituali consapevoli e di andare
avanti godendo della libert che deriva dal non restare aggrappati
a esperienze dolorose del passato li affranca dallo stato di vittima. Infatti, sbarazzarsi della tossicit emotiva rilascia unenergia
immensa, che i supereroi possono mettere a disposizione della
propria evoluzione e di quella della comunit.

ttraverso questo stato di consapevolezza, i supereroi


possono integrare i quattro livelli principali dell esistenza: essere, sentire, pensare e fare. La piena conoscenza di questi livelli permea ogni intenzione e azione intrapresa dai supereroi e permette loro di vivere al meglio.
Il primo livello di esistenza, lessere, significa consapevolezza
bilanciata. Come quello dei supereroi, il nostro scopo trovare

27

la calma irremovibile dentro di noi in mezzo alla turbolenza e al


caos dell ambiente circostante. a prescindere dalla follia, dallo
stress e dallattivit frenetica, sia essa fisica o emotiva, che infuria
nel mondo, dobbiamo trovare il modo di connetterci con la pace
che risiede in noi.
Il secondo livello di esistenza, il sentire, significa essere molto
precisi nelle nostre azioni senza lasciarci distrarre dagli impulsi
tossici che ci depotenziano, come la rabbia, lostilit, il senso di
rivalsa, la gelosia e la paura. C un pizzico di crudelt in questo
tipo di focalizzazione su di s. Non vuol dire che non si in empatia con gli altri, ma solo che c una precisione disciplinata nella percezione totale dei nostri stessi sentimenti. Essere in contatto
con la nostra coscienza emotiva ci assicura che ogni intenzione
proveniente da l ha le sue radici nella stabilit e nell equilibrio
emotivi. Sentire significa anche eliminare il bisogno di avere
ragione e di imporsi con presunzione. I supereroi non si sentono
mai moralmente superiori agli altri.
Il terzo livello di esistenza il pensiero. La forma pi elevata di
pensiero la creativit. Ci significa che non esiste problema che
non si possa risolvere con la fantasia. Questo pensiero dovrebbe
essere allineato con i nostri ideali e valori supremi come la verit ,
il bene, larmonia e levoluzione spirituale. Quando le scelte vengono deliberate e messe in pratica a partire da questo baricentro
emotivo, il risultato sar positivo e porter alla trasformazione.
Il quarto e ultimo livello di esistenza il fare. il culmine dei
primi tre stadi e consiste nellemergere da quei livelli pi riflessivi e nellessere orientati allazione. Ovviamente le azioni devono
essere allineate con il nostro essere, sentire e pensare. Ci avvie-

28

ne in modo spontaneo quando siamo ricettivi ai feedback, determinati e pronti ad assumerci rischi calcolati. a livello intuitivo,
quando il momento di agire incombe, sappiamo cosa bisogna fare
e lo facciamo in modo impeccabile, orientati a raggiungere un
bene maggiore e affrontando i risultati con distacco.
Quando questi quattro livelli sono reciprocamente in armonia,
le azioni, i comportamenti e lesistenza stessa lo dimostrano. Ogni
parte di noi, a cominciare dalla percezione del nostro essere, fino
allinterazione con gli altri e al contributo che offriamo al mondo,
si integra e si bilancia in modo spontaneo e gli effetti sono reali
e sostanziali. Le decisioni fluiscono senza fatica. Le intenzioni
personali sono in armonia con la nostra evoluzione. Ci portano
a decisioni che sentiamo essere intuitivamente corrette e che generano sincronicit o coincidenze ricche di senso. Lintelligenza
universale, ovvero quella pi profonda e onnicomprensiva che
anima tutta la natura, compresi gli esseri umani, fluisce attraverso
di noi. Le nostre intenzioni sono identiche a quelle delluniverso.
Se agiamo a partire da quella percezione calma e stabile di noi
stessi, non incontriamo alcuna resistenza che non possa essere
facilmente superata.
i supereroi danno il meglio quando agiscono a partire da questo livello di consapevolezza bilanciata, dove le loro emozioni
interiori (il sentire), anche se innescate da una sensazione intensa
e fortemente radicata, sono inserite nei livelli di essere e pensare.
il risultato un superfare. Batman il paladino di gotham City.
superman protegge Metropolis. Fanno la cosa giusta, nel momento giusto e nel modo giusto per proteggere chi ne ha bisogno.

29

emmeno loro sono sempre perfetti. i personaggi della grande mitologia, infatti, hanno dimostrato di avere
avuto epici crolli di equilibrio. Come noi, nei momenti
peggiori, possono essere bombe emotive sul punto di scoppiare.
Zeus, il re degli dei e il pi potente nel pantheon dellantica Grecia, era leggendario per la sua ira e per la tendenza a scagliare
fulmini verso chi lo irritava. il dio shiva, sua controparte indiana,
era noto come il distruttore delluniverso; un suo batter di ciglia
una volta caus un era di oscurit molto simile all apocalisse.
E che dire di un superessere persino pi familiare, Dio stesso, la cui rabbia e ira incontrollate sono note a tutti? Nell antico
testamento, dio descritto come un acerrimo nemico pronto al
genocidio che pretende il sacrificio dai suoi seguaci pi devoti
(come abramo) e punisce molti altri (come saul) per offese apparentemente innocenti, persino discutibili. rimane il fatto, comunque, che il dio vendicativo e caustico dell antico testamento lo
stesso signore compassionevole e pietoso del Nuovo. Con il dio
cattivo, vendicativo, geloso e assassino del Vecchio testamento
non ti fermeresti a bere nemmeno una tazzina di caff, ma la sua
versione nuova e migliorata nel Nuovo testamento potente e
buona, capace di comandare e accudire allo stesso tempo e di
certo saresti felice di invitarlo a casa per cena.
tutte le mitologie religiose e spirituali sono costellate di personaggi simili, divinit piene di paradossi e contraddizioni, la cui
rabbia e ira non conosce limiti, ma che d altro canto sono bene-

30

voli e dispensatori di miracoli, capaci di redimere e illuminare.


Perch? Perch Dio come noi. listinto supremo a conoscere
noi stessi ed una proiezione della coscienza umana. Come i supereroi, la sua imperfezione la nostra. La sua ricerca di equilibrio la nostra.

am l antico supereroe al centro della grandiosa epica


indiana, il Ramayana. lincarnazione di Dio sulla Terra in viaggio per salvare la moglie, la dea sita, dalle grinfie malefiche di Ravan. La manifestazione fisica di Ravan puzza
di tenebra e vizio: la sua pelle in decomposizione coperta di pustole; ha pi teste e un volto orribile. Ha rapito Sita nella speranza
che la sua fertilit divina possa aiutarlo a rigenerare non solo il suo
essere, ma anche l ambiente apocalittico nel quale vive.
per liberare la moglie, ram guida un esercito contro le orde
di demoni di ravan. Ma prima dello scontro cruciale, i suoi consiglieri spirituali gli suggeriscono che, per assicurarsi la vittoria,
deve invocare e domare tutti gli elementi e le forze delluniverso,
cos da poterle utilizzare in quella che senzaltro sar la battaglia
della sua vita. per farlo, continuano i consiglieri, avr bisogno
dellesperto pi erudito dotato di una coscienza espansa che lo
guidi in un rituale. Non pu farlo un uomo qualunque e nemmeno un ministro religioso, ma qualcuno che sappia davvero come
chiamare la moltitudine di queste forze e che lo abbia gi fatto
da solo. in questo caso, individuano un solo essere capace di farlo: ravan. Non dovrebbe essere una sorpresa per ram che il suo

31

nemico pi acerrimo, lessere maligno pi potente nelluniverso,


diventato tale proprio perch ha saputo padroneggiare tutti gli
elementi e le forze delluniverso.
Cos ram fa l impensabile. prima della guerra, invita l avversario a compiere il rituale per lui. ravan si presenta. in effetti,
egli non solo lincarnazione di tutti i mali, anche lessere pi
sapiente, maestro dei sette chakra, origine del vero potere, sia fisico che spirituale. ravan accetta di compiere il rituale a una sola
condizione. Ram confuso, non solo perch il suo nemico sembra essere disposto ad aiutarlo, ma anche perch non ha idea di
cosa potrebbe donargli in cambio dei suoi servizi. Il demone ha
gi sua moglie, Sita. Ram non ha pi un regno e sta per andare in
guerra contro la forza del male pi grande delluniverso. Sembra
che abbia poco da offrire.
Ravan sorride. Alla fine della nostra guerra, dice nel penultimo istante, tu e io ci affronteremo, il bene contro il male. Quando giunger quel momento finale, promettimi che la freccia che
colpir il mio cuore proverr direttamente da te. Voglio che sia
Dio a uccidermi. Perch quel colpo finale sar la mia redenzione.
La tua giustizia bilancer la mia rabbia. La tua moderazione bilancer la mia follia. illuminerai la mia ombra.
ram acconsente.

a zona oscura la parte diabolica della nostra anima.


Nella tradizione dei supereroi, spesso lombra appare
come il personaggio malvagio, ma non farti trarre in in-

32

ganno. in verit il supercattivo non altro che il supereroe sabotato da uno squilibrio del suo S interiore. Mentre lenergia
divina dentro di noi cerca levoluzione, la creativit e una coscienza superiore, la forza diabolica dellombra annientatrice,
crea divisione e porta allautodistruzione.
i supereroi affrontano tutto questo sapendo che ciascuno ha
unombra, anche loro. Sostenere di non averla significa negarne lesistenza, oppure essere avvolti dalla totale oscurit, tagliati
fuori dal mondo. se vivi nella luce, come fanno i supereroi, allora
sarai sempre in grado di vedere la tua ombra. In virt di questa
consapevolezza, la luminosit intensa della coscienza superiore
pu vi gilare sull oscurit sabotatrice.
Lombra si piega raramente. Anche quando sembra sconfitta,
in verit non ha fatto altro che ritirarsi come il pi abile dei cattivi
per ricreare la gang e mettere a punto un nuovo piano. Questo
perch nella sua natura annullare le condizioni grazie alle quali
possa avvenire levoluzione. Cos, se la ignori o credi di averla
conquistata, crescer forte e aggressiva. Non solo ti metter in
difficolt, ma cercher di distruggerti completamente. I supereroi
caduti hanno permesso alla loro ombra di vincere. l equilibrio
tra le forze della luce e quelle delle tenebre stato sovvertito per
sempre e la decadenza delloscurit regna sovrana. La mitologia
dei fumetti costellata di racconti che lo dimostrano: eroi ed eroine corrotti dal loro stesso potere o contaminati dall ego.
a un certo punto un simbionte malvagio si attacca all eroico
spider-Man. Fa emergere in lui impulsi tenebrosi, lo rende arrogante, vendicativo ed egoista. anche il costume rosso e blu che lo
contraddistingue diventa nero, mentre lui assume letteralmente i

33

connotati della personalit ombra. Ma alla fine Spider-Man, attraverso la sua stessa consapevolezza, riesce a resistere a queste caratteristiche oscure e si libera del simbionte che va poi a infestare
un altro essere, trasformandolo in uno dei nemici pi acerrimi di
spider-Man, conosciuto come Venom, che lo perseguita ricordandogli sempre quello che pu diventare se cede alla parte buia del
suo S.
l ombra primitiva e misteriosa e vive nella vergogna e nel
senso di colpa, appare e scompare furtivamente alla vista. si nasconde nei passaggi segreti, nei vicoli cupi, nei solai infestati dai
fantasmi e nelle prigioni della nostra psiche. Condizioni estreme come la povert , la scarsa leadership, la mentalit noi contro di loro, la repressione, la privazione, lingiustizia sociale, la
tortura, il moralismo di chi si crede superiore, la repressione del
desiderio, la paura e il conflitto creano il terreno perfetto per la
sua crescita e il suo sviluppo. Questo stato di decadimento e corruzione ha qualcosa in comune con i paesaggi urbani di Sodoma
e gomorra, sin City e gotham City. Ma in verit , non sono altro
che territori solitari e inesplorati all interno di noi stessi.
i supereroi sono consapevoli di tutto questo e sanno sempre
come evitare le situazioni che innescano lenergia delloscurit.
riconoscono le loro ombre, entrano in contatto con loro, le
abbracciano e addirittura le perdonano, usandole poi in modo creativo. infatti, sanno che se gestita bene, l ombra pu essere la loro
migliore alleata. la maggior parte delle persone si sente in colpa
e prova vergogna quando affronta il proprio lato oscuro e fa di
tutto per rinchiuderlo e reprimere ogni segnale della sua esistenza. Questo atteggiamento ovviamente lo rende nostro nemico e

34

lo sfida a emergere quando meno desiderato. I supereroi, invece, vanno oltre questi tab. Sanno che non ci sarebbe esperienza
senza contrasto: caldo e freddo, piacere e dolore, luce e oscurit.
Nel mondo di spazio, tempo e causalit (o relativit, come la chiamiamo noi) il gioco dei contrari ci che muove levoluzione
dell universo e di tutto quello che racchiude.
Essendo diventati consapevoli della presenza dellombra e
delle condizioni che possono turbarla, i supereroi affrontano le
situazioni e si chiedono quale dono possano realmente riceverne.
Basta gi questo atteggiamento a renderli meno propensi a
condannare se stessi e gli altri, e li allontana dal melodramma e
dal sensazionalismo associato al giudizio e al pettegolezzo. Il risultato, ancora una volta, la sobriet che li porta pi vicino alla
loro identit ed energia spirituale.
Cos facendo i supereroi usano l ombra in modo creativo. per
esempio, se qualcuno ha una personalit incline alla dipendenza,
allora quellindividuo dovrebbe canalizzare lenergia verso qualcosa di positivo: esercizio o esplorazione creativa. Alcune delle
forme darte pi apprezzate della nostra civilt, come quelle di
Michelangelo e picasso, sono state il prodotto di geni che hanno abbracciato la loro ombra, focalizzandone lenergia in modo
creativo. se il tuo lato oscuro pieno di rabbia o collera, pensa a
come canalizzarne la forza travolgente affinch sia pi produttiva. Grazie alla moderazione conquistata attraverso la consapevolezza di te e della tua ombra, ora hai il potere di gestirla.

35

a tradizione del fumetto e degli antichi miti di solito


inserita in un contesto difficile. Citt corrotte infestate
dal crimine e dalla povert o regni di fantasia pieni di
demoni e dal giudizio incombente, sono i mondi in cui entrano in azione i grandi eroi per svolgere la loro missione. Ed
lostilit tra queste forze a dare vita alla narrazione. Nelle storie
migliori, il contrasto non ha mai fine poich qualsiasi racconto,
o personaggio, in cui il bene supera il male in termini assoluti,
o in cui la vita vince la morte per leternit, rischia lestinzione.
la banalit dell espressione da allora in poi condannerebbe un
eroe o una storia alla stagnazione definitiva. La ricerca di equilibrio tra mondi paradossali, in contraddizione e in conflitto rappresenta il viaggio del supereroe, ma anche il nostro.
per questo motivo, l equilibrio la prima legge spirituale dei
supereroi. Per realizzare la nostra ricerca di pace nella vita quotidiana e aspirare a una coscienza superiore, fondamentale trovare e mantenere il fragile bilanciamento tra essere, sentire, pensare
e fare. riconoscere e liberare la tua stessa ombra dalle prigioni
della psiche, e poi usarla in modo creativo attraverso la moderazione consapevole, il modo pi efficace e utile di mettere in
pratica la legge dell equilibrio, che ha il potere di cambiare il
nostro modo di pensare e di agire. siamo in grado di uscire dalla
raffica di rumore che ci circonda e di scoprire il nostro potenziale
per vivere in armonia con noi stessi e il mondo in cui ci troviamo.
Se le nostre azioni, decisioni e pensieri sono equilibrati, iniziere-

36

mo a vedere il mondo e il posto che occupiamo da una prospettiva


completamente nuova. Come un supereroe seduto in alto, sopra
la terra, che guarda in basso, improvvisamente avremo un nuovo
punto di vista.
Gli esercizi del supereroe che seguono ti serviranno per alimentare lequilibrio. Diventa pi consapevole della loro presenza
nel tuo comportamento creando ogni giorno rituali specifici; studia come metterli in pratica in particolari momenti della giornata o in periodi prestabiliti. Alla fine diventeranno parte della tua
normale esistenza.
1 . Impegnati per il benessere fisico ed emotivo. sii consapevole della tua forma fisica; inserisci nella routine
quotidiana regolari esercizi per il potenziamento cardiovascolare. Fai attenzione anche alla dieta e a ci
che inserisci nel tuo corpo. allo stesso modo, riguardo alla sfera emotiva, sii consapevole delle reazioni e
delle situazioni tossiche nelle quali ti trovi ed eliminale gradualmente dalla tua vita.
2 . Comprendi la tua ombra e mantieni con essa una relazione sana. individua negli altri le caratteristiche
che creano stress, resistenza, repulsione, frustrazione
e rabbia. Scrivile in un elenco e poi rifletti sulla loro
presenza in te. La prossima volta che senti trapelare
una di queste emozioni distruttive, non respingerla
ma rifletti sulla sua origine. Non essere vittima delle
tue emozioni. Riconoscile e pensa a come canalizzarle in qualcosa di pi costruttivo.
37

2
La Legge
deLLa trasformazIone
La trasformazione la vera natura
di ogni essere e delluniverso stesso.
I supereroi sono in grado di conoscere il loro
S trasformazionale e tutte le diverse forze
che agiscono dallinterno e percepiscono il
mondo da un numero infinito di prospettive.
Cos facendo, non si trovano mai
ad affrontare un conflitto o un avversario
da cui sono intimiditi o con i quali
non sono in grado di entrare in empatia.

a falsa convinzione pi importante condivisa da quasi


tutti noi che luniverso abbia dei confini. Il motivo
per cui questa affermazione non vera che i confini si
trovano solo nella nostra mente. la maggior parte di noi guarda
lo specchio e vede riflessa limmagine di ci che pensa di essere. probabilmente a un livello sottile, sappiamo che ci che
vediamo solo un assortimento di ricordi, esperienze passate sia
buone che cattive e una proiezione della persona che riteniamo
di essere. Questo riflesso rafforza lidea che abbiamo di noi, che
il pi delle volte emerge nei nostri modelli comportamentali e si
rivela attraverso unidentit personale rigida che ha difficolt a
evolvere nel tempo.
tuttavia, i supereroi vedono un immagine molto diversa. Quando guardano nello specchio, scorgono il loro riflesso ma anche gli
ingranaggi che vi stanno dietro, i quali sono enormemente differenti. Non individuano solo le loro esperienze passate, ma anche
quelle che non sono ancora accadute. Non vedono solo il loro passato e futuro, ma anche il tuo e il mio, quello dei loro mentori e
protetti, dei loro alleati e avversari e di tutti gli altri. infatti, nel loro
stesso riflesso colgono lintera struttura del cosmo, con tutte le sue
bellezze e brutture, la sacralit e la materialit, la luminosit del
suo idealismo, l oscurit del suo ego e la vanit della sua consapevolezza di s.
I supereroi hanno imparato a vivere senza i falsi confini tra ci
che personale e universale. Troppo spesso ci identifichiamo solo

40

con l ego che si porta nel mondo una sacca fatta di pelle e ossa.
Questo poi diventa una linea di demarcazione socialmente condizionata che porta a una percezione limitata del S.
il vero io, il vero tu, il tutto. io sono l universo il mantra
dei supereroi. Considerano gli alberi come i loro polmoni. se le
piante non respirassero, non lo farebbero nemmeno loro, e viceversa. alberi e polmoni sono un processo unico e unitario. sanno
che la terra ricicla esattamente come il loro corpo, che i fiumi e i
corsi dacqua sono la loro circolazione, che laria il loro respiro
e che l energia del sole e delle stelle la stessa che anima le loro
membra, d forza al pacemaker del loro cuore e trasmette elettricit al cervello.
un dato scientifico. Il corpo instaura un rapporto dinamico di
scambio con tutti gli esseri viventi, comprese le piante e gli animali,
con la terra, laria e lacqua, attraverso la respirazione, la digestione, il metabolismo e i processi di eliminazione. Siamo tutti parte
di un unico organismo. i nostri corpi sono tutt uno con il campo di
energia e di informazioni universale, che si manifesta sotto forma
di pensieri nelle relazioni. Il nostro respiro allunisono con latmosfera del Pianeta Terra. Un solo soffio, un solo campo di energia
e di informazioni, un solo corpo, una sola mente e una sola coscienza. In altre parole, a livello pi profondo siamo tuttuno.
dissi tutto questo a gotham per capire in che modo potesse
allinearsi con la sua conoscenza del mondo dei fumetti moderni.
Ci rimugin un po sopra e poi si lanci.
Ho capito. stai parlando di tempesta degli X-Men. piogge
monsoniche, bufere di neve, tornado, tsunami, uragani, nebbie fitte, perfino tempeste solari e cosmiche che sconvolgono il campo

41

elettromagnetico del mondo: questi sono gli effetti del suo potere.
come il dio greco Zeus, che scaglia fulmini infuocati contro
i suoi nemici, o suo fratello poseidone, capace di generare mareggiate negli oceani sui quali regna, o persino come il dio nella
Genesi, che per il disgusto verso la debolezza dellumanit manda un gigantesco diluvio per distruggere la terra. i superpoteri di
Tempesta provengono dalla connessione con il S universale che
il potere stesso della coscienza. la fonte della creazione e della
dissoluzione, la verit al centro delluniverso da cui tutte le cose
provengono e a cui fanno ritorno.
un aneddoto attinto da questo mito racconta che un tempo, un
avatar di un altro supereroe chiamato eternity abitava la coscienza di Tempesta. In casi simili, gli organismi ospiti non erano in
grado di sopravvivere, sopraffatti dal potere letteralmente eterno
di eternity. Ma per tempesta fu diverso. dal momento che discendeva da una sacerdotessa-strega africana che era tutt uno con
l ecosistema nel quale viveva, coltiv nel tempo un insieme di
abilit che alla fine la trasformarono in una divinit; per questo
non solo in grado di opporsi allinfiltrazione mentale di Eternity,
ma anche di arricchire la propria essenza con la sua immensit.
C un enorme saggezza in questa identit empirica e lei lo sa:
molto di pi che possedere semplicemente dei superpoteri. Essere
[un supereroe] significa avere una forza di volont e una personalit che niente pu s ovvertire.

42

er tempesta e molti altri supereroi il mondo come uno


specchio. ovunque guardano, anche nella natura, vedono se stessi. da ci deriva la fondamentale comprensione che i limiti sono falsi e la rinnovata capacit di andare al di
l dei confini che ci siamo autoimposti. I supereroi sanno che si
tratta di barriere concettuali che non hanno alcun fondamento
nella realt. Per esempio, i confini tra le nazioni (tra Canada e
stati uniti, o tra stati uniti e Messico, per citarne due) sono una
concettualizzazione delluomo. In natura non esistono linee che
separano paesi o oceani. la terra un organismo unitario ed
espressione dellUniverso intero. Ogni circostanza nello spazio
e nel tempo nasce dalla cospirazione di tutti gli eventi e ogni
oggetto il cosmo sottoforma di istantanea in un determinato
momento e in un certo luogo. una rosa rossa, con il suo meraviglioso profumo, con i suoi petali vellutati e lo stelo spinoso
anche arcobaleno e raggio di sole, terra e acqua, vento e aria, il
vuoto infinito e la storia del creato dallinizio dei tempi.
sapendo tutto questo, i supereroi rifuggono da ogni tipo di
confine. Il loro senso didentit non si riassume nella formula Io
sono questo oppure io sono quello , ma io sono tutto e tutti e
io sono l universo . Ne consegue la capacit di vedere il mondo
nella sua interezza e di comprendere la vera natura di quello che
ci circonda. Questa abilit fondamentale per svelare il potenziale presente dentro di noi e nelluniverso, senza il quale saremmo
sempre limitati da un insieme di convinzioni. Una volta scoperta,

43

la Legge della Trasformazione cambia letteralmente ogni cosa.


Iniziamo ad attingere da una fonte istintiva e intuitiva di saggezza
e potere che ha la capacit di trasformare ogni giorno, interazione
e momento in un istante creativo ed evolutivo. Quando le persone
sono connesse con il loro S supereroe, in contatto con la loro
vera essenza, non solo hanno la capacit di cambiare il mondo,
ma hanno anche il dovere di farlo.
I supereroi sanno che nel momento in cui etichettano o definiscono se stessi, si limitano. Pensaci. Cosa definisce la tua esperienza riassunta nellespressione Io sono o Io esisto? Laria,
gli alberi, il sole e la terra non sono indispensabili per la tua esistenza come il cuore, i polmoni, il fegato e i reni? Potresti vivere
se non ci fossero? La tua esistenza e la connessione con lecosistema vanno al di l di frasi e parole raffinate; si tratta di un vero
e proprio attributo del grande disegno delluniverso e, pi sottilmente, del campo unitario della conoscenza. Dal momento che
il vero S il campo della coscienza, i supereroi comprendono
che l atto della trasformazione la chiave per attingere davvero
a questa consapevolezza e utilizzarla. La capacit di mettere in
pratica la Legge della Trasformazione giova direttamente alla tua
essenza, ti conduce in uno stato di innocenza che ti impedisce di
restare intrappolato nei pregiudizi. cos che gli artisti vedono il
mondo. Quando guardano gli oggetti, non si considerano indipendenti da essi. una coppa di frutta, un tramonto meraviglioso, una
statua mozzafiato, prendono vita attraverso la loro interazione. Li
portano alla luce con le loro percezioni. Questa lintricata natura dell universo e quando ci rendiamo conto che ogni elemento
della nostra vita esiste solo in virt del rapporto che stabiliamo

44

con esso, raggiungiamo un profondo senso di potenziamento. Di


conseguenza, siamo i soli ad avere la facolt di creare ci che
vogliamo e ci c he non vogliamo nelle nostre vite.

a trasformazione una forza reale e un processo attivo


nella nostra esistenza. Per esempio, la versione di te che
legge queste parole proprio in questo momento non
la stessa che ha comprato il libro o che finir con il voltare le
ultime pagine quando arriver al termine. Sotto laspetto fisico
e atomico, il nostro corpo in costante movimento, rifornendo
e reinventando se stesso. Non una struttura, ma un processo.
l attuale versione del tuo corpo un modello riciclato di quella
dell anno scorso. a livello di molecole e atomi, reinventi continuamente te stesso, il che significa che hai una pelle nuova una
volta al mese, un nuovo scheletro ogni tre, una nuova parete dello
stomaco ogni cinque giorni e un nuovo fegato ogni sei settimane. il tuo dNa, che custodisce i ricordi di milioni di anni, viene
riciclato ogni sei settimane nei suoi componenti fondamentali:
carbonio, idrogeno, ossigeno e azoto. Allo stesso modo, a livello
emotivo, siamo in costante cambiamento per via della rete di
ricordi, speranze, desideri, relazioni e interazioni nelle quali ci
troviamo coinvolti. Ciascuno di questi elementi ci condiziona in
una infinit di modi, dalle reazioni metaboliche che innescano
dentro di noi, alle scelte verso le quali possono spingerci e che
alterano il corso della nostra vita. la maggior parte delle persone
non consapevole di questo infinito stato di cambiamento, cos

45

la trasformazione non unevoluzione attiva, piuttosto cresce e


diminuisce ed vittima dei vortici e dei flussi dei nostri umori o
del clima emotivo delle persone di cui ci circondiamo. il che significa finire intrappolati nei limiti che abbiamo creato. Le nostre
azioni e convinzioni sono orientate in base alla prospettiva che
adottiamo. Ci convinciamo delle nostre incapacit , riteniamo di
aver ragione, o pensiamo che il mondo ce l abbia con noi. a prescindere da quali siano i confini specifici, il risultato finale che
senza la Legge della Trasformazione siamo bloccati e facciamo
fatica a cambiare.
in termini spirituali la metamorfosi non consiste solo nell ottenere la consapevolezza di s, ma anche nella combinazione di intuizione e maggiore conoscenza della fondamentale connettivit
di tutte le cose. Allora la trasformazione diventa la disponibilit a
vedere e percepire luniverso da un numero infinito di prospettive. la capacit di modificarlo non solo dal proprio punto di
vista individuale, ma anche da ogni altra angolazione. Mentre nel
mondo del supereroe la trasformazione pu manifestarsi attraverso una palese metamorfosi fisica (Bruce Wayne si trasforma in
Batman o il personaggio di tempesta si trasforma in un fulmine),
nel nostro mondo molto pi sottile in apparenza, ma ugualmente
potente nell effetto che ottiene.
Ora, cosa significa tutto questo in termini pratici? Come possiamo integrare nella nostra vita la capacit di vedere e conoscere
veramente l universo attraverso la prospettiva di qualcun altro? i
supereroi esplorano il cosmo attraverso la loro coscienza. Grazie
alle intenzioni e allimmaginazione possono compiere salti quantici in qualsiasi punto dello spazio e del tempo. Il salto quantico ti

46

permette di muoverti da un luogo allaltro senza coprire la distanza che vi sta in mezzo.
Prova a fare questo esercizio. Chiudi gli occhi e ricordati di
quando eri bambino. istantaneamente hai viaggiato nel tempo e
ora stai osservando un corpo diverso e una differente personalit .
A un certo punto del passato, ti identificavi con questa persona,
ma ora, molto probabilmente, non pi familiare per te di quanto
lo sia un estraneo. Ora chiudi gli occhi e visualizzati tra dieci anni
con un corpo e una personalit diversi, pi maturi e pi consapevoli di quanto lo siano oggi. la stessa cosa.
adesso esci dal tuo corpo e diventa un aquila nel cielo. immagina come potrebbe sembrare il mondo dallalto, fluttuando tra le
nuvole. Oppure assumi la sembianza di un altro animale, un serpente che striscia nellerba o un delfino che gioca nelloceano. O
ancora di un altro essere umano, un guerriero che si appresta alla
battaglia, un alchimista che armeggia con la magia o una divinit
che sfrutta le forze delluniverso. Il modo in cui percepiamo il
mondo plasma il criterio con cui interagiamo, le scelte che compiamo e infine ci che riteniamo reale.
C un detto in oriente che recita: la realt un atto di percezione. Quando diventiamo consapevoli di questo, otteniamo il
controllo sul nostro mondo. la capacit di guidare la nostra stessa
percezione, o punto di vista, larte di cambiare forma, abilit fondamentale dei supereroi e caratteristica di cui tutti noi siamo dotati.

47

a mitologia e il mondo dei fumetti sono pieni di esseri


mutanti. dalle divinit greche come Zeus, che spesso
cambiava forma per eludere la sorveglianza (e lira) di
sua moglie era quando sgattaiolava alle sue spalle, ai lupi mannari e ai vampiri, penetrati nel mondo della cultura popolare, fino
a una categoria di supereroi come lIncredibile Hulk e Wolverine, gli eroi che si trasformano fisicamente sono forti ed eterni.
Latto della metamorfosi un elemento cinematografico spettacolare e popolare, ma qual il suo significato pi profondo?
due adolescenti, in preda alla curiosit tipica della loro et
e con gli ormoni a mille, cedono agli impulsi e le loro labbra
lentamente si uniscono. per loro, persi in un abbraccio appassionato, nell euforia del loro giovane amore, il tempo si ferma. poi,
allimprovviso, il terrore. La ragazza va in panico quando si rende
conto che laltro si sta afflosciando nella sua stretta. Non per un
calo di passione, ma per una rapida e inesplicabile perdita della
vita. Questa la prima manifestazione dei superpoteri delleroina
di nome rouge [Ndt: facente parte del gruppo degli X-Men].
Nel tempo, impara a gestire questo dono, conquistando la consapevolezza che non ci sono confini tra lei e la persona che le sta
accanto quando impone le mani sul suo corpo. in questi momenti,
assorbe i ricordi, le emozioni, le capacit e i poteri dellindividuo
che sta toccando. Pi prolungato il contatto pi a lungo tratterr
per s queste qualit. E se le trattiene a sufficienza, saranno permanenti.

48

Nel corso della sua carriera di supereroina, rouge si lega con


centinaia, persino migliaia di altre persone. durante una missione, combatte contro un nemico alieno sfruttando tutti i ricordi, i
poteri e le emozioni assorbite nel corso della sua vita. Lalieno
si accascia e muore. la volont e il potere della collettivit sono
pi di quanto un avversario singolo possa affrontare. Da sola, una
persona pu ottenere la grandezza. Ma insieme, si pu cambiare
completamente la coscienza.

uesto aneddoto porta la trasformazione al livello successivo. Quella che potresti considerare la tua attuale
identit solo un ruolo che la tua coscienza ha scelto
di giocare in questo particolare momento. tu non sei le parti che
reciti, tu sei la coscienza infinita che ha scelto come destino quello di giocare un numero illimitato di ruoli. i supereroi conoscono
la distinzione tra chi sono e i personaggi che interpretano.
Questa la differenza tra unimmagine di s e il S. La prima
transitoria, effimera e caduca, come un filo di fumo che si perde
nellaria. Il S, invece, eterno, penetrante, conosce ogni cosa e
va oltre lo spazio e il tempo. Non riconosce i confini tra te e me.
il mio trionfo anche il tuo. la tua tragedia la mia. e questo si
estende al di l di te e di me. tutto quello che ti circonda (le persone, la natura e il mondo in senso lato) parte della tua comunit ,
della trib, della societ, di tutta lumanit e dellecosistema collettivo nel quale viviamo. i supereroi sono in armonia con questo
unico organismo vivente invisibile che la coscienza stessa.

49

Lambiente circostante esiste in virt della tua partecipazione


e interazione. Nel momento in cui smetti di interagire con le cose
e mostri indifferenza o agisci persino in modo meccanico (sia che
si tratti di una relazione, di unattivit o di un oggetto) ci che
hai trascurato comincia a diventare meno importante per la tua
vita e a sbiadire. in ultima analisi, un approccio privo di passione
in qualsiasi aspetto della vita genera banalit , noia e l eventuale
morte emotiva e perfino fisica.
Nella fisiologia umana, lesempio migliore la cellula cancerogena che ha smesso di reagire e rispondere alla comunit di
elementi e organismi circostanti. Questa morte cellulare ingolfa
il sistema e porta a un danno generale pi ampio e alla fine a una
morte inevitabile.
Come vedrai nelle prossime pagine, ciascuna legge sorge da
quella precedente. Non pu esserci trasformazione senza equilibrio. Quando vogliamo che la nostra coscienza sia allerta, reattiva e in sintonia con ci che ci circonda senza essere prigionieri
dei ricordi e delle esperienze passate, ancora una volta abbracciamo la saggezza dellincertezza. Ogni abilit che impariamo ci
spinge pi lontano lungo il sentiero che ci porter a padroneggiare il nostro pieno potenziale.
Nel processo che ci conduce verso la comprensione della legge
della Trasformazione, conquistiamo unagilit emotiva, psicologica e spirituale che ci rinvigorisce e ci potenzia. Ci che pi spesso
ostacola questa consapevolezza fondamentale (con la quale, dopo
tutto, siamo nati) limmagine di s. Non si tratta solo del nostro
rigido giudizio sul mondo circostante (e su chi lo popola); il modo
in cui qualifichiamo e percepiamo noi stessi e le nostre azioni.

50

Torna allo specchio. Concentrati sul riflesso che ti guarda di


rimando. a meno che tu non sia gi un supereroe o una persona
illuminata, ci che vedi solo la percezione di chi pensi di essere. ora puoi capire che persino la tua immagine apparentemente
statica in realt un istantanea del vortice inarrestabile di trasformazione biologica e psicologica che infuria dentro di te. Non sei
solo ci che vedi, ma tutti i momenti e i ricordi personali della
tua storia culminati nel momento presente, cos come le speranze
e i sogni che porti avanti in relazione a ci che vuoi essere. Ma
persino questa visione non raggiunge lo scopo di indicare chi sei
veramente, perch in questo caso stai guardando limmagine di te
stesso. Definendo te stesso attraverso questa rappresentazione, il
risultato una ripetizione costante degli stessi schemi comportamentali. Se poi il riflesso non riproduce qualcosa che ti piace, ne
consegue una scarsa autostima e la perpetuazione di una persona
nella quale tu stesso non credi. l unico modo per cambiare la situazione spostare la prospettiva dallimmagine di s al S.
Il S in contatto con gli ideali di verit e integrit pi elevati,
per la realizzazione sia personale che planetaria. Non si definisce
n buono n cattivo, perch sa che entrambe queste qualit giacciono sopite al suo interno e che possono esprimersi in particolari circostanze. Tuttavia, la maggior parte delle persone rimane
intrappolata in questi momenti statici. anche se istintivamente
gli individui vedono il mondo attraverso la lente del loro stesso
essere, in costante trasformazione, colgono solo la polvere che
vi si deposita. Al posto di un mondo fresco e frizzante che un
concentrato incessante e infinito di energia, si attaccano a una rigida istantanea di quello che pensano di vedere. guardano fuori e

51

vengono alternativamente affascinati e terrorizzati dalle cose; poi


creano la loro realt a partire da quello stato.
i supereroi agiscono diversamente. dal momento che sanno di
essere in costante trasformazione, si sentono a proprio agio in un
mondo che rispecchia la medesima condizione. Vivono al di l delle
etichette. A livello della coscienza, esiste una natura singolare che
va oltre le definizioni che le imponiamo. Osservando e sperimentando il mondo da quello stato di coscienza, i supereroi superano le
classificazioni e le loro intrinseche contraddizioni e sono in grado
di agire da un luogo illimitato in termini di utilit. Le loro azioni
vanno al di l del bene e del male, di ci che divino e diabolico.
i supereroi non sprecano tempo o energia in moralismi o giudizi bigotti sulla condotta degli altri. Evitano il modo di pensare
basato sugli assunti io ho ragione e tu hai torto , che ha il suo
fondamento nellego ed radicato in una percezione ignorante e
limitata del S. Procedono con cautela, a loro agio nellambiguit
e nella contraddizione, ma non giudicano la rettitudine degli altri,
attenti alle loro stesse azioni.
i veri supereroi agiscono di concerto con il mondo circostante.
anche quello che potrebbe sembrare come un atto distruttivo nella natura (lincendio di una foresta, per esempio) alla fine genera
fertilit da cui pu sbocciare un nuovo ecosistema. allo stesso
modo, i migliori supereroi operano al servizio dellevoluzione del
pianeta e della societ , anche se ci comporta isolamento personale o azioni che possono sembrare negative. Forti di questa
consapevolezza e liberi dal pregiudizio imposto dallimmagine di
s, possono muoversi ovunque in ogni momento e sapere quel che
sta accadendo attraverso la sola attenzione e intenzione.

52

Lattenzione concentra la coscienza infinita in un punto preciso e lintenzione le permette di sapere cosa sta succedendo
considerando il significato e le relazioni che intesse con lambiente circostante. Questa forma di intelligenza chiamata intuizione e va al di l della logica e della razionalit. unintelligenza contestuale, relazionale e olistica. Di norma viene
percepita come una sorta di alchimia o di dono mistico, ma in
verit il risultato della consapevolezza onnicomprensiva praticata dai supereroi.
Questo il fulcro della Legge della Trasformazione. Liberi dai
confini che limitano la nostra prospettiva e comprensione, scopriamo che la nostra consapevolezza anche quella delluniverso, il nostro intelletto parte dell universale. siamo in grado di
interrompere il nostro dialogo interiore e in quel silenzio, ascoltare la mente del cosmo. Ascoltare il S significa ascoltare luniverso, che oltre lo spazio e il tempo. Non ha un orientamento io
vinco-tu-perdi e la sua capacit di elaborazione va al di l di ogni
pensiero razionale. Questo il dono dellintuizione.
Quando riusciamo ad ascoltare il silenzio delluniverso, abbiamo accesso a un enorme potere che si esprime attraverso una
raggiante sicurezza in s, carisma e lucidit. I supereroi dimostrano queste qualit attraverso la loro serena dignit e umilt . sono
impeccabili e autentici nelle azioni che li vedono protagonisti.
Anche il loro linguaggio, le parole che utilizzano per comunicare,
riflettono la comprensione del potere dellintenzione. Non hanno
bisogno di esibire la loro levatura morale o di esprimere il loro
idealismo. Non devono farlo. La loro onniscienza, onnipotenza e
onnipresenza fa parte del loro modo di agire.

53

ricorda che, proprio come noi, i supereroi non sono perfetti.


Alle volte, possono combattere con limmagine di s, preoccuparsi della loro reputazione o di quello che pensano gli altri. Ma
il punto che sono consapevoli di quest altra dimensione e di
come si differenzi dal S. Hanno imparato a sedare queste lotte
intermittenti. Di conseguenza, sono consci che allineandosi con
il punto di vista del loro vero S, non con la loro immagine, possono esprimere magnificenza in ogni istante del loro essere, pensare, sentire e fare.
Tutto questo riecheggia il principio della tradizione cristiana
secondo cui Dio ha creato luomo a sua immagine e somiglianza,
non solo fisica ma anche metafisica. simile alle grandi mitologie antiche e moderne, da Zeus a tempesta, nelle quali le divinit
si trasformano in uomini e donne.
i nostri corpi sono costituiti da milioni di milioni di cellule
(pi delle stelle e dei pianeti presenti nellintera galassia della Via
lattea), ognuna delle quali, stato valutato, compie all incirca sei
trilioni di azioni al secondo e ciascuna sa allistante quel che fanno le altre. Questa la magia, il mistero e l alchimia dell esistenza. Il grande poeta sufi Rumi lo riassume piuttosto bene: Guarda! Quando vedrai il tuo riflesso, sarai lidolo di te stesso!.
La Legge della Trasformazione una parte fondamentale
dellarsenale dei supereroi perch permette loro, e a noi, di andare oltre la comune empatia e percepire veramente il mondo da un
numero infinito di prospettive. Questa realt che tu e io vediamo
dinanzi ai nostri occhi non altro che un accordo tra noi, la coalizione del nostro volere. Quando capiamo fino in fondo che i
confini che ci separano sono solo concettuali e autoprodotti, allo-

54

ra siamo in grado di superarli. essere capaci di vedere e comprendere appieno il mondo da un punto di interesse e compassione
condivisi significa aprirci alla vera meraviglia delluniverso, dove
la vita di tutti i giorni trova ispirazione e ogni prova viene accolta
con fiducia e creativit.
Per scoprire le implicazioni pratiche della Legge della Trasformazione, ecco qualche esercizio specifico.
1 . Individua e metti in discussione le tue convinzioni
limitanti, qualsiasi esse siano. le hanno quasi tutti,
all infuori dei supereroi. devi capire che tutte le convinzioni sono limitanti. Se ne hai una, diventer la tua
realt . per esempio:
Non perder mai peso
Non raggiunger mai il successo
Non trover mai lamore
2 . Il riflesso del S sulla natura illusoria delle convinzioni limitanti ti rende libero. a prescindere dalla
convinzione limitante che hai, chiediti:
su quali basi credo che sia vera?
veritiera?
Che cosa mi spinge a credere che sia cos?
In che modo questa convinzione limita le mie capacit?
Come nata?
Mi serve?
Come evolverei se non l avessi?

55

3 . Espandi i tuoi confini. Il supereroe non si identifica


con un determinato corpo o una particolare mente. riconosci i ruoli che interpreti (genitore, coniuge, fratello o sorella, dipendente, fan sportivo, appassionato di auto e cos via), ma comprendi anche di essere
l interprete eterno e nascosto che indossa maschere
diverse in momenti diversi. il supereroe afferma: io
sono tutti i corpi e tutte le menti. io sono l universo.
usa il mantra io sono o ah-hum per ricordarti di
questa identit permanente. io sono non ha etichette
ed esprime il potenziale di infinite possibilit.
4 . Esercita la trasformazione attraverso l arte di mutare
forma. decostruisci te stesso. lascia che il corpo e la
mente si dissolvano nella tua immaginazione in una dorata sfera pulsante di pura potenzialit. Da essa, emergi
in qualsiasi forma e con la coscienza di qualsiasi essere,
reale o immaginario. diventa un re guerriero e prova
com trovarsi in quei panni, averne l aspetto, camminare e parlare come lui, guardare il mondo con i suoi
occhi e ascoltarlo attraverso le sue orecchie. Meditando, esercitati a essere Mago Merlino, l alchimista cosmico Krishna, il giovane salvatore Ges o Budda, la
dea greca della bellezza e della sessualit Afrodite, o
la dea della saggezza Atena. Diventa vento o tempesta,
albero, insetto, colibr, aquila, delfino, ghepardo, leopardo o leone. Non c limite alle tue manifestazioni,
perch sei il molteplice nelluno.
56

5 . Sperimenta il tuo corpo leggero e luminoso. Calma la


mente osservando il tuo respiro per qualche minuto.
Ora focalizza lattenzione sul corpo e percepisci le
sensazioni cos come emergono e si placano. Lentamente, introduci l idea che il tuo corpo stia diventando pi leggero e sottile. Non pi materia, ma sta
diventando luce. Nel contempo, con gli occhi chiusi
mantieni salda la tua consapevolezza e visualizzalo
come un corpo di pura luce con la stessa forma di
quello materiale. ogni volta che chiudi gli occhi per
qualsiasi ragione, sperimenta il tuo essere di luce. subito sentirai il corpo fisico diventare meno pesante,
pi flessibile e ricco di energia.

57

3
La Legge
deLLa forza
La vera forza va al di l della potenza
muscolare. Attingendo alla forza
delluniverso, i supereroi sono connessi
al momento presente e collegati alla
sorgente da cui deriva tutta lesperienza,
il sapere e lesistenza.
La Legge della Forza permette
ai supereroi di essere immuni alle critiche,
di non sottostare a nessuno,
di non avere paura e di essere in grado
di rafforzare gli altri attraverso
i pensieri e le azioni.

vunque tu sia, in india o a indianapolis, a pechino,


Buenos aires o Boston, avrai sentito parlare di superman. potrai non conoscere i dettagli della sua storia
d origine o il suo pianeta natale, Krypton, o avere familiarit con
le migliaia di fumetti che hanno raccontato le sue avventure, ma
senzaltro sai per cosa sta la grande S stilizzata impressa sullo
scudo che porta al petto, e probabilmente riconosci il mantello
rosso che ondeggia sulla sua schiena.
superman il supereroe per antonomasia. Non soltanto un icona della cultura popolare americana; ha una portata globale. il precursore del moderno supereroe ed il simbolo della forza in quasi
tutte le culture. Rappresenta la realizzazione di ci che impossibile, non solo perch dotato di poteri sovrannaturali, ma anche perch denota unenergia e una superiorit che spesso trascende quella
degli altri supereroi e che infatti definisce il suo spirito.
Sono in molti ad associare la forza di Superman con i suoi caratteristici tratti greco-romani: petto possente, mascella squadrata
e muscoli grandi e poderosi. un dio greco con indosso un mantello e una calzamaglia. Oltre a questo ci sono i suoi famosi superpoteri: la forza sovrumana, linvulnerabilit, i sensi potenziati
(come la vista a raggi X) e la capacit di volare. Ma la prestanza
di Superman va ben oltre. La sua vera forza sta nel potere della
presenza e nella padronanza dei sensi. Tuttavia, non possibile
ottenere queste capacit senza prima conoscere a fondo la Legge
dellEquilibrio e la Legge della Trasformazione.

60

i supereroi non sono prigionieri di ci che noto. tutto quello


che conosciuto gi accaduto. Agire solo entro i confini di ci
che risaputo crea attaccamento alla certezza e malgrado possa
produrre una falsa sensazione di benessere e sicurezza, in verit
inibisce levoluzione emotiva, personale e spirituale.
Lignoto esiste nel regno della possibilit. Infatti, per definizione un potenziale infinito che si manifesta costantemente sotto
forma di ci che noto in ogni istante del presente. Quindi, il
momento attuale il punto di congiunzione tra ci che sconosciuto e ci che non lo , tra ci che non manifesto e ci che
invece lo . i supereroi sono radicati in quel punto: nella consapevolezza dellistante presente che ha il proprio baricentro nella
vita. Hanno la capacit di intravedere l ignoto, si sentono a loro
agio con la sua incertezza e con il suo potenziale infinito e ne canalizzano la forza nel momento attuale. Letteralmente, questo il
potere della presenza: essere liberi dal passato e dal futuro e avere
uninfinita flessibilit in ogni istante cos come insorge e accade.
Di conseguenza, i supereroi capiscono che il modo migliore per
manifestare un futuro evolutivo vivere all apice della consapevolezza superiore, in quanto permette allintelligenza universale di esprimere se stessa senza sforzo e in modo spontaneo. I
supereroi sanno come lasciare che questa intelligenza universale
fluisca attraverso di loro. Pensa agli atleti olimpionici, ai grandi
artisti, ai ballerini, ai musicisti, ai poeti o ai leader: gente comune
che ascesa allo straordinario permettendo alla consapevolezza
di fluire attraverso di loro. Per gli atleti, ci accade quando scivolano nella zona di appartenenza, quel posto dove vogliono e
hanno bisogno di essere, e ogni cosa sul campo di gioco rallenta.

61

possono percepire la prossima mossa dell avversario oppure visualizzare dove potrebbe essere la palla e mettersi nella posizione
migliore per colpirla. In sostanza, diventano il gioco stesso. per i
ballerini, la musica si affievolisce, i suoi battiti e ritmi si fondono
con quelli della natura e diventano tuttuno con la danza. Questi
pochi esempi mostrano persone in contatto con l energia primordiale della coscienza. Tutti noi abbiamo le risorse per padroneggiare questa capacit e scoprire i doni della vera forza.
in questo stato, prendere decisioni in modo spontaneo e compiere le azioni giuste sono impulsi naturali. In modo spontaneo
significa che le scelte non sono condizionate dal peso dei ricordi
o dalla previsione di una possibile reazione. Per i supereroi, cos
che si arriva alla rivelazione: Sono io a usare i ricordi, ma non
permetto ai ricordi di usare me.
Quando permettiamo loro di usarci, facile diventarne vittima. Molti di noi hanno demoni nascosti nel profondo che possono
ostacolare lavanzamento lungo il cammino spirituale o emotivo.
Molto spesso si tratta di fantasmi del passato (relazioni venefiche,
maltrattamenti, paura dellincertezza emotiva) che ci scoraggiano dallaffrontare nuove sfide o dal gettarci in nuove relazioni in
modo aperto e vulnerabile. Tuttavia, il nostro S supereroe non si
lascia abbattere n demoralizzare da questa incertezza, ma piuttosto l accoglie come un opportunit per sfruttare la creativit e
cercare la redenzione in ogni istante.
Quando scegliamo e usiamo i ricordi, ma non ci lasciamo appesantire da essi n ci aggrappiamo a ci che ne scaturito come
risultato, diventiamo creatori. sapendo questo, i supereroi fanno spontaneamente scelte evolutive che sono in sincronia con il

62

cosmo e apportano pace, armonia e amore a tutti quelli che ne


vengono influenzati. Essere allineati con le forze fondamentali
dell universo rende facile e naturale ogni decisione e permette di
ottenere risultati potenzianti.
I supereroi si muovono e agiscono con grazia ed energia.
Sanno che il vero potere non necessita di forza, ma piuttosto
di una esecuzione delicata, ben coordinata ed efficace. Quando sono al loro meglio, le azioni che compiono non incontrano
resistenza e disperdono loscurit portando la luce che splende
dentro di loro.
se ci pensi, probabilmente riesci a ricordare qualche momento
della tua vita in cui hai assunto le qualit del supereroe. a me
accadde allinizio della mia carriera di medico, quando andai in
america per la prima volta nei primi anni settanta. Non avevo
molti soldi ed essendomi trasferito a Boston dove gli affitti sono
piuttosto cari, per sbarcare il lunario facevo diversi turni in pi
ospedali, stando spesso per lunghi periodi senza dormire. Di giorno facevo il giro in reparto visitando i pazienti, compilando le
cartelle e scrivendo prescrizioni, ma di notte facevo un secondo
lavoro al pronto soccorso. la medicina l era diversa. era intensa
e richiedeva un agilit e una reattivit che non aveva eguali in
nessun altro aspetto del mio lavoro e della mia vita.
una volta stavo facendo il turno di notte in un ospedale di un
quartiere degradato, i cui abitanti appartenevano prevalentemente
a un ceto sociale basso. Poco dopo la mezzanotte di quella che
fino a quel momento era stata una serata relativamente tranquilla,
due paramedici si precipitarono al pronto soccorso con una donna
sanguinante sulla barella. Come d abitudine, urlarono quale fosse

63

la sua condizione e quali lesioni avesse riportato mentre laffidavano all infermiera e a me. aveva una orribile ferita al cranio,
perci risult evidente che era stata colpita alla testa da un proiettile. Controllai i suoi parametri vitali. Non c era battito cardiaco,
le sue pupille non erano dilatate e non respirava. tecnicamente
era gi morta e la sua unica possibilit di ritornare in vita dipendeva dalla nostra capacit di resuscitarla. purtroppo, non si
trattava di uno spettacolo insolito in quella parte della citt . Curare le vittime di maltrattamenti domestici e della violenza delle
bande era diventato per me un avvenimento fin troppo abituale.
tuttavia, un occhiata alla donna rivel un insolito dettaglio: era
incinta. Subito la situazione si fece disperata.
il grembo di una donna un luogo profondamente protettivo
dove, nel corso dei nove mesi, si nutre l embrione, si costruisce
una fisiologia umana e un sistema nervoso e si perfeziona il nuovo nato. Il ventre materno davvero una delle creazioni pi mirabili della natura e in quanto tale equipaggiata per sopportare
unenorme pressione, stress e turbolenza. Detto questo, qualsiasi
medico sa che la mancanza di ossigeno pu avere effetti catastrofici sul cervello e sulla fisiologia del nascituro e, ovviamente, se
lassenza si prolunga pu subentrare la morte.
Valutando la situazione, capii istintivamente che cera pochissimo tempo per salvare il bambino. in effetti non avevamo un
minuto da perdere, perci feci quel che dovevo fare. afferrai la
madre e la deposi sul pavimento, agguantai un bisturi da un vassoio vicino e lo affondai nel suo addome. ti risparmio i dettagli
pi cruenti per dirti solo che dopo pochi secondi stavo estraendo
un neonato prematuro dal ventre della madre ormai defunta. una

64

delle infermiere prese il bambino che vagiva dalle mie mani, tagli il cordone ombelicale e dopo pochi istanti lo mise nel respiratore, da cui traeva tutto l ossigeno di cui aveva bisogno. Fissai
il pavimento reso scivoloso dal sangue versato: due inservienti
stavano rimuovendo il corpo della donna e un altro stava gi lavando a terra. Realizzai che avevamo perso una vita umana quella
notte, ma ne avevamo salvata una nuova.
Come d abitudine a quei tempi, mi ritirai nella sala riservata ai
medici, dove spesso mi rilassavo con una sigaretta e un caff nero.
Ma quella volta riuscivo a stento a stare seduto, senza parlare delle mani che continuavano a tremare. l adrenalina pulsava nelle
mie vene. Riflettendo su quanto era successo, ero combattuto: da
un lato ero esaltato dalla gloria di aver salvato una vita, dall altro
ero tormentato dall orribile tragedia di quella persa. sapevo che
ci che avevo fatto nel pronto soccorso (una combinazione perfetta di conoscenza, istinto, sicurezza, precisione e coraggio) era
il frutto di qualcosa di primordiale dentro di me perch, anche
quando ladrenalina inizi a calare, mi sentivo sempre pi devastato dalla consapevolezza che il bambino che avevo salvato, con
ogni probabilit, avrebbe dovuto affrontare una vita irta di difficolt, senza poter conoscere la madre.
Chi possiede le qualit della vera forza non ha bisogno di
indossare una tuta in elastan n un mantello rosso per essere
riconosciuto. Irradia sicurezza da dentro, riflettendola nel suo
aspetto esteriore. Ne consegue che il potere parte integrante
della sua persona, non una caratteristica o un tratto che gli viene attribuito. Non sente limpulso di flettere i muscoli, gonfiare
il petto o dichiarare al mondo: guardatemi! . infatti, di soli-

65

to questo tipo di atteggiamento una copertura per nascondere


lesatto opposto: una insicurezza fortemente radicata che richiede costanti rassicurazioni.
al contrario, chi davvero forte e potente vive in uno stato
di perenne calma. Non ha paura del futuro, ma si trova a proprio
agio nellincertezza ed pronto ad affrontare qualsiasi momento con linfinita gamma di possibilit a sua disposizione fornita
dall ignoto. Non si macera nel rimorso, non si sente in colpa per il
passato, n si lascia intrappolare da situazioni e abitudini stantie.
Ci non significa che si tratta di individui poco riflessivi, ma che
non sono preda di emozioni e circostanze passate che non possono pi cambiare. Il linguaggio del corpo dimostra la facilit con
cui interagiscono con il mondo. le persone forti sono a proprio
agio con se stesse, sempre pronte ad affrontare ci che si nasconde nellistante successivo, fiduciose nella loro capacit di reagire
con creativit e grazia a ogni situazione. Chi di noi non desidera
fare propria questa abilit ?

ebbene il volto di superman possa risultare familiare a


milioni di persone, la sua mitologia raccontata in migliaia di fumetti nel corso degli ultimi ottantanni o gi di
l molto vasta. Chiesi a gotham se avesse una storia preferita
dall archivio tentacolare.
Mi rispose senza esitare: Whatever Happened to the Man of
Tomorrow? [Che cosa mai succeder all uomo di domani?] di
alan Moore.

66

A dieci anni di distanza dallultima apparizione delliconico supereroe, un giornalista, tim Crane, cerca di scoprire cosa sia successo a quello che una volta fu il pi grande paladino del Pianeta.
le sue indagini rivelano che l ultimo scontro di superman avvenuto contro la sua nemesi di vecchia data, lex luthor, e una serie di
antichi rivali del passato come Mogul, Bizzarro, il Giocattolaio, il
Burlone e altri. temendo grandi pericoli a causa dei loro poteri diabolici, Superman porta alcuni dei suoi amici pi stretti, soprattutto
Lois Lane, nella sua fortezza, dove crede che saranno al sicuro.
Ma persino l, il male riesce a penetrare e alla fine lo spregevole
manipolo di supereroi cattivi uccide diversi suoi amici. dopo tutta
questa violenza, pieno di rabbia per la perdita degli amici e a causa
della minaccia che incombe sui sopravvissuti, superman infrange
il suo prezioso codice comportamentale che gli impedisce di uccidere, e distrugge uno dei cattivi. Capendo la portata di quel che ha
fatto, entra di sua spontanea volont in una stanza piena di criptonite d oro (che lo priver completamente dei suoi poteri) e vi rimane
chiuso dentro, mentre sprofonda in una zona artica abbandonata,
dove infine sparisce e dove si presume che trovi la morte.
Ma non qui che la storia finisce. Questo il racconto che ne
fa Lois (una dei sopravvissuti agli attacchi della fortezza). Quando il reporter se ne va, il marito di lois, un lavoratore della classe media, si rivela essere nient altri che superman stesso. persi i
poteri, ora vive sotto con il nome di Jordan Eliot e lavora come
meccanico, felice di vivere il resto dei suoi giorni nei panni di un
normale marito e padre di famiglia.
superman era sopravvalutato , dichiara. troppo concentrato
su di s. Pensava che il mondo non ce lavrebbe fatta senza di

67

lui. Jordan scuote le spalle, molto soddisfatto dei suoi trascorsi


eroici e della monotonia del suo presente.
Ai suoi piedi, il giovane figlio gioca con quel che sembra essere un pezzo di carbone. Batte le mani allegro, e quando le riapre, compaiono dei diamanti. Ah, la speranza rimane! Il bambino
strizza locchio (marchio di fabbrica paterno) e sorride mentre i
suoi genitori vissero per sempre felici e contenti .

una grande allegoria. la criptonite di superman, in verit , non uno strano elemento incandescente verde proveniente da un pianeta sconosciuto (come viene descritto
nei fumetti, nelle serie Tv e nei film): il suo ego. Pi che di una
esagerata percezione di s, qui si tratta di una smarrita percezione
di s che in ultima analisi lo porta alla distruzione. Superman rimane intrappolato nel suo stesso mito e perde di vista lo scopo e la
profonda connessione con la vera fonte del suo potere. Ha lasciato
che le cose diventassero personali e, quindi, annientatrici.
In quanto individui, conviviamo con la coscienza che ci circonda. Nel momento in cui cominciamo a vedere noi stessi come
entit separate da essa, disconnessi dal pi grande ecosistema e
dal processo di evoluzione collettiva, boicottiamo il nostro potere. la nascita della disperazione, dellimpotenza e dellinganno,
e si tratta di una minaccia onnipresente, non solo nel mondo dei
supereroi, buoni o cattivi che siano, ma anche nel nostro. la cappa creata da questo pericolo si inspessisce via via che perdiamo
di vista la nostra autentica identit. La forza, daltro canto, deriva

68

dalla conoscenza del nostro vero essere, che non separato dal
resto. siamo avvinti a tutti gli altri esseri viventi, con il corpo e
con lintelletto. Le nostre menti si scambiano senso e significato
attraverso le relazioni e li trasferiscono alle generazioni future
tramite la cultura e leducazione. Sapendo tutto questo, i supereroi esprimono il desiderio di un bene pi grande. Non investono
nel loro potere a livello personale, eppure ne sono lincarnazione.
Questa consapevolezza li rende invincibili.
Facendo nostro il vero potere e riconoscendo l energia dell universo che pulsa attraverso di noi, possiamo iniziare ad agire e a
pensare con precisione, grazia ed empatia. Emaniamo sicurezza e
forza in tutto quello che facciamo.

uesto potere vero o reale deriva dalla risposta a due


domande fondamentali interconnesse tra loro.

Chi sei?
Che cosa vuoi?
solo sapendo chi siamo davvero, al di l dei vari ruoli che
assumiamo nella vita (genitore, figlio, marito o moglie, dipendente, capo ecc.), e identificandoci con quel S trasformazionale,
possiamo cominciare a capire cosa vogliamo ottenere veramente. Molti supereroi possono rispondere a queste domande perch,

69

prima di tutto, sono gi in contatto con il loro vero S, che va oltre


l ego individuale e, in secondo luogo, operano per un bene maggiore al fine di ottenere un mondo pi sostenibile e felice. Ma,
come sottolineato da superman nell aneddoto precedente, anche
loro possono perdere la strada.
applica tutto questo al tuo contesto. Molti di noi perdono di
vista la propria reale identit attribuendola alle cose materiali. Ci
definiamo in base ai vestiti che indossiamo, allautomobile che
guidiamo o alla casa in cui viviamo. Ci consumiamo nella ricerca
quotidiana di espedienti per mascherare il nostro ego, facendolo sentire alternativamente destituito e pieno di falso coraggio e
potere superficiale, a seconda della mancanza o dellaccumulo di
cose materiali. In cambio, ci distacchiamo dalla parte pi profonda di noi. Ci dimentichiamo della vera forza, del S trasformazionale nascosto in profondit e in contatto con i nostri ideali pi
elevati, sia personali che universali. possiamo trascorrere tutta la
vita senza mai entrare in contatto con la parte pi autentica di noi
n con la fonte della nostra vera forza. Trascuriamo di chiederci
cosa vogliamo davvero e, anche se lo facciamo, la maggior parte
di noi non riesce ad andare oltre la pi semplice delle risposte.
Moltissime persone affermano che quel che vogliono davvero un salario pi sostanzioso o una macchina pi bella o una
casa pi grande. Altre, forse un po pi riflessive, dicono di voler
mandare i figli nelle scuole migliori, circondarli di certezze e possibilit e assicurare loro un futuro radioso. tuttavia, se come un
bambino ti ostini a chiedere perch vogliono queste cose, alla
fine risponderanno che desiderano ottenerle per essere davvero
felici. la felicit , in questo caso, un senso di appagamento, se-

70

renit, sicurezza e stima. Vedere che le persone che amiamo sono


al sicuro, protette, soddisfate e contente ci appaga a nostra volta.
In altre parole, la felicit la chiave. quel che cerchiamo, anche
se per raggiungerla imbastiamo una elaborata caccia al tesoro.
Sebbene oggetti materiali pi grandi e costosi possano essere
simbolo di realizzazione e successo, e frequentare le scuole migliori o avere posti di lavoro prestigiosi possa dare sicurezza, questi sono falsi surrogati della vera felicit . le conquiste materiali
e gli emblemi del prestigio sono gli antidoti che usiamo contro i
mali che l ego ci causa. la felicit stessa e la sua ricerca, aiutando
gli altri a ottenerla, sono qualit del S superiore. Attingendo a
esso e ascoltandolo iniziamo a capire cosa vogliamo davvero. Ci
ricordiamo che la felicit uno stato dell essere che si raggiunge
meglio quando alterniamo latto di dare, affinch gli altri siano
felici, con quello di ricevere. Questo il cuore di ci che fanno i
supereroi come superman.
Considerano l attaccamento a ci che noto come una falsa sensazione di affidabilit e riconoscono che la lotta per la sicurezza (la nostra comprensione tradizionale del potere), ironia
della sorte, si basa sul suo contrario. i supereroi compiono il loro
dovere in modo impeccabile, spinti dal desiderio di ottenere il
bene maggiore e lasciano i risultati all ignoto. si concentrano
sullazione, ma non sui frutti che essa dar.
Si muovono nella vita con fluidit, visione e idealismo. Non
vengono trattenuti da seccature di poco conto, fisiche o emotive
che siano, e guardano sempre il mondo attraverso una prospettiva
olistica pi ampia. Sono queste qualit e un punto di vista simile
a costituire le basi dei loro cosiddetti superpoteri.

71

Come abbiamo detto, un superpotere una capacit molto particolare sprigionata quando si connettono con il loro essere pi
intimo, chiamato S. I supereroi realizzano che questo S individuale il medesimo dell universo. il fondamento del loro essere
lo stesso della realt e di tutto ci che esiste. agendo a partire da
questo livello di esistenza, i supereroi non sono in balia dellambiente, ma anzi ne sono gli artefici.
Nella mitologia classica, il fondamento della realt spesso
viene personificato da una figura divina. Personaggi come Zeus,
Ercole, Atlante e, nella tradizione orientale, Visn, intraprendono
ricerche leggendarie nelle quali utilizzano i propri poteri per aiutare gli altri a superare gli ostacoli o a combattere il male. spesso,
per sconfiggere i loro avversari, invocano poteri sovrumani, gli
elementi e le forze della natura stessa, oppure doti mistiche. Nel
contempo, malgrado il fardello della grazia divina, sono anche
profondamente legati a noi a causa della loro umanit . Nelle storie moderne dei fumetti, Wonder Woman e Thor sono esempi di
supereroi che incarnano le antiche divinit greche. di conseguenza, portano con s responsabilit divine che risalgono a secoli fa
e che derivano dai regni ultramondani, eppure sono anche fortemente radicati nel mondo degli umani, che li rende pi vicini
a noi. Nell antica mitologia greca, il dio atlante in realt era un
Titano predecessore di Zeus che resistette allavanzata del nuovo
re dell olimpo il quale, per punirlo, lo costrinse a portare letteralmente il peso del mondo sulle spalle. l immagine di atlante che
sorregge il globo terrestre diventata un icona nel corso delle
generazioni e si applica a tutti noi in un modo molto concreto.
Coloro che aspirano alla grandezza, a diventare loro stessi dei

72

supereroi, devono accettare anche una maggiore responsabilit .


Devono comprendere la fondamentale connettivit tra S individuale e S universale. Senza dubbio un bel peso da portare, ma
rappresenta anche una fonte di grande potere e la possibilit di
cambiare la coscienza.
Come Zeus nel Pantheon greco, Visn lessere supremo nella
tradizione hindu, responsabile della gestione delle politiche nel
suo vasto regno, ma si reincarna costantemente sia come essere
umano che divino, in modo da poter risolvere linfinita sequela
di problemi che affligge lumanit. Tuttavia, non solo quel che
fa, ma anche come lo fa, a elevarlo a un livello superiore. Ci che
hanno in comune Zeus e Visn non solo il fatto che detengono
un enorme potere, ma il modo in cui lo usano per rafforzare gli
altri, cambiare le coscienze e perpetuare levoluzione della loro
specie. spesso, sia nella mitologia greca che in quella indiana,
grandi demoni, piaghe o altre disgrazie si sollevano dagli oceani,
esplodono dai vulcani oppure vengono generati tra la sabbia del
deserto. Queste forze oscure minacciano di schiacciare lumanit
e la loro sola apparizione crea panico e caos. in queste occasioni
che entra in azione leroe: quando si rende conto che il Pianeta
o la sua popolazione sono in pericolo, quella diventa la sua sfida personale. Non ci sono barriere tra il S individuale e il S
universale, cos quando il secondo viene attaccato, il primo deve
stringersi in difesa e mostrarsi allaltezza della situazione.
questo il materiale che compone la grande mitologia e le
storie dei supereroi. Ma ha anche unapplicazione pratica. Quando si trovano di fronte a sfide mortali, mentre gli altri reagiscono
con paura, essi sono spronati dal coraggio. La mancanza di paura,

73

dopo tutto, una qualit che deriva dal trovarsi a proprio agio
nellincertezza. In questo modo non si viene intimiditi da quel che
accade, raramente si prova timore e non si permette mai che questa sia lemozione predominante su cui basare le proprie scelte.
Qual la cosa della tua vita che pi temi? La maggior parte
delle paure della gente nasce da traumi dellinfanzia, da sentimenti irrisolti di abbandono o vulnerabilit . oppure si ha paura
di fallire, di non corrispondere alle aspettative nel lavoro o nelle
relazioni. In ogni caso, spesso il panico il pi grande ostacolo
che ci impedisce di attingere alla vera sorgente del nostro potere.
I supereroi lo sanno. Lanterna Verde, luomo senza paura; Daredevil, il cui padre gli ha insegnato a non temere niente e nessuno e Pugno dAcciaio, la cui mancanza di paura la caratteristica
principale, sono la dimostrazione del potere che deriva dal riconoscere la cosa che temiamo di pi, con la quale dobbiamo riconciliarci. se saremo in grado di trasformarla, riusciremo a estrarre
la nostra forza in tutta la sua purezza. C un enorme potere nel
coraggio: la possibilit di sperimentare il mondo in modo autentico, cos com, senza preconcetti e aspettative e senza il bisogno
di convalidare ogni momento imponendo il nostro giudizio.

i recente, gotham ha condiviso con me la storia di un


altro supereroe che incarna la Legge della Forza. Un
giovane, Matt Murdock, sta camminando per le strade di New York quando vede un vecchio cieco che sta per immettersi nel traffico che arriva dalla direzione opposta. Quando

74

Murdock toglie via l uomo dalla strada, il camion che stava per
investirlo sbanda e un barattolo scivola gi dal rimorchio. Pieno
di materiale radioattivo, il barattolo colpisce Murdock in pieno
viso e, malgrado gli sforzi di diversi medici, il ragazzo diventa
cieco. tuttavia, sebbene la vista sia andata perduta, gli altri sensi
sembrano uscirne potenziati. Murdock riesce a percepire il mondo circostante come un organismo vivente, che pulsa e respira, e
la sua realt come una singola esperienza in divenire invece che
una percezione predeterminata. Tutto questo si trasforma in un
superpotere, un radar personale che delinea profili e ombre che
Murdock pu rilevare nell ambiente circostante. Cos Matt Murdock, luomo senza paura, diventa Daredevil.
la maggior parte delle persone prigioniera della propria percezione; la loro realt una falsa promessa costruita su una premessa errata. per loro, vedere credere. Ma non per daredevil.
Ha risolto l enigma. l ignoto la realt . l ignoto vive dentro di
lui. Ogni istante fluisce attraverso il suo corpo che rappresenta il
legame tra l ora e il poi (il futuro). daredevil porta i superpoteri
a un livello del tutto nuovo: pu non essere in grado di vedere in
senso letterale ci che ha di fronte, ma riesce a sentire perfettamente cosa c dietro l angolo. Come dice lui stesso (a un altro
supereroe chiamato Bullseye): Sei bravo, ragazzo. Te lo concedo. Ma io? io sono magico.

75

supereroi non devono comprendere il mistero dell universo: sono loro stessi il mistero. un potere interiore che,
una volta integrato e compreso, si esprime in modo evidente a livello fisico. Questa forza nasce dalla conoscenza dei
veri meccanismi dell universo, dell intrinseca interconnettivit
di tutte le cose. possiamo imparare a esercitarla solo quando facciamo nostra questa consapevolezza.
La forza dei supereroi quella delluniverso. unica, inesauribile, pura ed eterna: da l proveniamo alla nascita e l torniamo
quando moriamo, ed ci che risiede segretamente in noi per
tutta la vita. Chiudi gli occhi e ritrova il silenzio tra i tuoi pensieri.
Quel silenzio eterno la verit al centro della creazione ed la
tua anima. Quando siamo in contatto con esso e lo consideriamo
la nostra vera essenza, allora siamo potenti al massimo grado. In
questo vuoto infinito e totale di tutta lesistenza resta la possibilit
di usare la forza pi potente delluniverso: quella dellamore e
della compassione.
Questa la magia che caratterizza te, me, Daredevil e tutta
la sua stirpe. Mentre i poteri di daredevil provengono dalla sua
capacit di attingere alla sottile consapevolezza che lo circonda
in ogni momento, quelli di Superman nascono dallenergia grezza del sole che alimenta la sua forza e il suo vigore. connesso
con una fonte superiore, anzi in questo caso con la fonte di tutta
l energia. Cos prende vita un personaggio che pulsa e irradia sicurezza, fascino, carisma e chiarezza. Superman agisce sempre

76

con dignit e umilt pacate perch non ha bisogno di dimostrare


agli altri la sua bont n quanto sia forte.
determinate caratteristiche della personalit diventano evidenti quando siamo in contatto con il nostro S universale.
1 . Siamo immuni alle critiche, ma ricettivi ai feedback .
Ci significa che a livello emotivo, psicologico e spirituale, non ci sentiamo n inferiori n superiori agli
altri. Non vuol dire che siamo arroganti o saccenti,
ma un pacato senso di sicurezza e dignit irradia da
noi e risulta nel coraggio e nella tempestivit con cui
affrontiamo creativamente qualsiasi prova. Non siamo vittime della presunzione, perch sappiamo che la
presunzione non altro che una maschera dellautocommiserazione.
2 . Rinunciamo al bisogno di approvazione e controllo .
Ci significa che le nostre azioni sono indipendenti dalle opinioni degli altri e svincolate da qualsiasi
aspettativa. siamo motivati dal nostro potente istinto
e dal suo esito evolutivo, non dal desiderio di essere
ripagati.
3 . Rafforziamo gli altri permettendo loro di essere se
stessi. Vuol dire che reagiamo alle persone senza
preconcetti n congetture. Accettiamo gli altri per
quello che sono e non li costringiamo a conformarsi
ai nostri bisogni e alle nostre aspettative. Nel farlo,
li autorizziamo anche a esprimere il loro pieno potenziale.
77

Il vero potere non appartiene n a te n a me. Non pu essere


contenuto nel corpo di una singola persone n esercitato attraverso mosse precise. uno stato dellessere. Fluisce attraverso di noi
quando siamo connessi con il momento attuale, collegati alla fonte profonda da cui proviene tutta lesperienza, il sapere e la vita
e a cui fanno ritorno. caos contenuto, un atto di compassione,
grazia, empatia o assistenza che puoi offrire al prossimo in qualsiasi momento. Non c atto di maggior potere che risollevare gli
altri da un momento di sconforto, guidandoli attraverso l oscurit
e rafforzandoli con la speranza.
Quando le persone accolgono il loro S supereroe ed entrano
in contatto con la profonda sorgente interiore, inizieranno a manifestare spontaneamente certe caratteristiche che denotano forza
e carisma. Ma prima di allora, deve avvenire una radicale trasformazione e possiamo avviare il processo riponendo la nostra
attenzione su comportamenti speciali che favoriscono lemergere
del S supereroe.
l autenticit uno degli aspetti pi importanti del vero potere.
Nel loro linguaggio, nelle azioni che compiono e anche nei pensieri e nei propositi, i supereroi danno rilievo all autenticit sopra
a ogni altra cosa. sono onesti e sinceri, dicono le cose in modo
chiaro, senza doppiezza o ambiguit e agiscono in armonia con le
loro migliori intenzioni.
l intenzione un altra qualit fondamentale al centro del vero
potere. la Bibbia lo dice a chiare lettere nel libro di giovanni, che
si apre con il verso: Allinizio era il Verbo. Allo stesso modo
nelle scritture orientali, si crede che om sia il suono primordiale
delluniverso, lorigine di tutto il creato. Lessenza di questi con-

78

cetti che le parole sono dotate di potere perch racchiudono i


nostri propositi, che a loro volta guidano le azioni. Quindi, essere
consapevoli delle parole che usiamo una qualit fondamentale
per stimolare il nostro S supereroe.
Quando siamo attenti e riflessivi circa le intenzioni che esprimiamo, le nostre azioni saranno allineate con il massimo bene.
Volgere lattenzione verso la persona che aspiri a essere ti far
gravitare verso quellideale. molto facile.
Viviamo in unera di profondi conflitti, costellata di fanatici e
sciovinisti che si fanno avanti avvolti da un manto di superiorit
morale e concettuale. Si nascondono dietro alle tentazioni, nella
sterile ricerca del materialismo e nella falsa promessa della mentalit tribale e settaria e ci spingono verso l ego, verso il mondo
dell io e del mio , allontanandoci dalla profonda magia e dal
mistero dell universo che ci circonda.
Nella tradizione dei supereroi, buoni e cattivi si battono ogni
giorno per avere il controllo sul destino dell universo. Nella vita
reale, le nostre battaglie sono in scala minore, ma la verit che
risiede un eroe trionfante in ognuno di noi, pieno di potere e pronto a reagire con precisione, grazia, compassione e sicurezza. Tutto quello che dobbiamo fare permettergli di esistere diventando
consapevoli di noi stessi e dei nostri sentimenti. La conseguenza
sar affrontare lignoto e conquistare la capacit di attingere forza
dalla saggezza di ci che incerto. Non un esercizio intellettuale n linizio di un processo psicologico decostruttivo. Infatti, pu
essere realizzato in pochi passi.

79

Per coltivare la Legge della Forza, esercita i seguenti principi.


1 . Accogli ogni giorno come un nuovo giorno. un nuovo giorno significa libert dal passato. Lascia andare
quel che stato e tutto il risentimento, le lamentele
e il senso di colpa che comporta. sappi che provare
rancore come bere del veleno e sperare che uccida
il tuo nemico . ogni decisione la scelta tra una lamentela e un miracolo.
2 . Stai attento alla tendenza a reagire in modo impulsivo .
Quando vieni spinto dagli altri o dalle circostanze verso
uno schema di reazione abituale, sia esso rabbia, testardaggine, paura o impazienza, fermati e tieni sotto controllo il tuo impulso a reagire fino a che non svanisce.
3 . Non cedere al lusso della distrazione. Fai attenzione alla realt . ascolta e guarda con le orecchie e gli
occhi fisici. Il tuo corpo un computer collegato
all ingranaggio cosmico, o universo, e controlla tutto
quello che sta accadendo attorno a te. ti offre segnali
sotto forma di benessere e disagio. impara a decifrarli. Quando provi un malessere fisico, chiediti cosa sta
succedendo e ascolta la tua voce interiore. la risposta
l. Quando prendi decisioni spontanee volte al miglioramento, il tuo corpo sta bene, senza alcuna sensazione localizzata di disagio, si sente quasi illimitato
e tutt uno con l ambiente, come un grande ballerino
o un atleta. Ci significa essere un buon osservatore. ascolta con il cuore. percepisci lo svolgersi degli
80

eventi. ascolta con l anima. Fermati e chiediti le seguenti domande, lasciando che le risposte emergano
in modo spontaneo.
Che cosa vedo?
Che cosa provo?
Qual il bisogno del momento?

81

4
La Legge
deLLamore
LAmore, inteso anche come compassione,
ha origine nella percezione di un essere
universale e nasce dalla conoscenza empirica
che tutta la sofferenza connessa.
I supereroi non credono alla falsa
convinzione di un Io separato.
Sperimentando lamore, si fanno carico
della sofferenza altrui, la comprendono
e la riconciliano, e cercano soluzioni creative
per respingerla con serenit ed equilibrio.

er i supereroi, l amore non una pura e semplice emozione. la verit suprema in seno alla creazione.

ormai conosci bene il principio su cui si basano le sette leggi


spirituali dei supereroi, secondo cui non sei quello che credi di
essere, soprattutto per quanto riguarda le tue idee e la tua storia
personale scritta nelle ossa e nella carne. Al contrario, sei linfinita superficie di consapevolezza che pulsa attraverso tutti gli esseri
viventi, filtrata dal tuo punto di vista. Tu sei la verit in seno alla
creazione e i tuoi superpoteri traggono origine dalla capacit di
esercitare le forze scaturite da questa consapevolezza.
Lamore, infatti, pu essere inteso come il superpotere pi
grande esercitato dai supereroi.
Non so nulla a riguardo , rispose gotham, quando gli proposi
largomento. Scosse la testa, perplesso. Percezioni extra sensoriali, forza infinita, dominio degli elementi, capacit di vedere nel
tempo, intendo dire, ci sono parecchi superpoteri semplici o esoterici, ma lamore?. La sua voce si affievol.
sorrisi. lo intendi in modo sbagliato. Non sto parlando
dellamore romantico, fatto di emozioni incostanti che, concordo
con te, lo rendono effimero. Sto parlando di qualcosaltro. Qualcosa di molto pi profondo.
i supereroi sperimentano l amore come mistero ultimo di tutta
lesistenza. Per loro rimane un enigma anche quando lo sperimentano nella sua totale pienezza, perch sono loro quel mistero.

84

sanno che, essendo liberi, gli esseri umani sperimentano l amore


in maniera graduale.
Ok, Gotham annu col capo, incuriosito e disposto a seguire attentamente questo percorso.
Mi resi conto di aver fatto breccia dentro di lui e decisi di parlare in modo schietto. gliene diedi prova citando un paio di storie
di supereroi. Ma in questo caso, non feci riferimento ad alcun
personaggio con mantello e calzamaglia, ma piuttosto a un paio
di supereroi che probabilmente hanno influenzato profondamente
il genere umano sin dalle sue origini.

ome di consueto, dopo un giorno trascorso nel tempio,


Ges si ritir su una collina chiamata Monte degli Ulivi.
I suoi discepoli lo seguivano regolarmente, perch in
queste occasioni era solito condividere con loro i suoi pensieri
e i suoi insegnamenti; ma quella sera cera qualcosa di diverso.
Dopo un po Ges si allontan dal gruppo, singinocchi e inizi
a pregare.
Secondo le scritture, quella volta Ges assunse una postura
completamente diversa dal solito. generalmente gli ebrei recitano
le loro preghiere in piedi rivolgendo lo sguardo al cielo.
Inginocchiato, Ges evoc unurgenza e unumilt mai viste.
poi, rivolse una preghiera a dio: padre, se vuoi allontana da
me questo calice; tuttavia non sia fatta la mia volont, ma la tua.
Era la notte che precedeva la sua crocifissione ed egli era consapevole di quello a cui sarebbe andato incontro il giorno successivo. sentiva il peso del suo destino e temendo di non riuscire ad
affrontarlo, ricerc laiuto di Dio per farsi forza.

85

Lultima notte di Ges nel Giardino del Getsemani, sul Monte


degli Ulivi, incarna la sua volont di sacrificare la propria vita
per amore dellumanit. il suo momento di crescita e di presa
di coscienza di quello che chiamato a fare per salvare il suo
popolo e diventare leroe che era destinato a essere. la Legge
dellAmore in azione, il potere che nasce da una compassione
cos profonda da richiedere un sacrificio.
Ges rinunci alla propria vita per il bene dellumanit. Budda
abbandon le sue pulsioni per diventare l illuminato. Nelle tradizioni spirituali, lo scopo ultimo la liberazione spirituale dalla
contingenza e dal ciclo della sofferenza. In genere nella nostra cultura ci rappresentato dal monaco che medita all interno di una
caverna o che conduce una vita tranquilla in un monastero isolato,
cadendo alla fine nellanonimato. Ma per Budda non fu cos.
Budda, detto anche l illuminato dai suoi discepoli in quella
fase della vita, suppose lesistenza di uno stadio ancora pi evoluto dilluminazione, o di liberazione individuale dalla sofferenza. Consisteva nel condividere con gli altri la saggezza acquisita
e lesperienza di guida suprema portandoli al suo stesso livello.
Compassione in azione. LAmore inteso come potere supremo,
conoscenza e consapevolezza di s.
Budda defin coloro che avevano raggiunto questo stadio di
condivisione della verit suprema, bodhisattva. Non a caso questo termine si traduce con colui la cui mente eroica o pi
semplicemente supereroe .

86

grandi profeti appartenenti alle diverse fedi religiose sono


certamente annoverati tra i pi potenti e influenti supereroi
di tutti i tempi. Ges, Budda, Mos, Krishna e Maometto
sono solo alcuni dei celebri ricercatori di verit divenuti leggendari per il loro carisma, le loro intuizioni e la consapevolezza di
s. Tutti condivisero lidea secondo cui i veri capi spirituali sono
intimamente legati ai propri seguaci a livello emotivo e spirituale, e da tale accordo derivano i loro poteri.
i supereroi non insegnano principi e non predicano dogmi ma
vivono secondo gli ideali su cui si fonda il loro essere, verit e
bont, amore e compassione, empatia e filantropia. Questi ideali
sono strettamente connessi al loro essere e alle azioni che compiono, unitamente ai pensieri e alle intenzioni che li muovono
e sono la dimostrazione vivente del loro altruismo. Avendo raggiunto una totale coscienza di s, supereroi come Ges e Budda
costituiscono la pi alta espressione della nostra civilt.
Sperimentando questa relazione olistica tra il proprio S e
quello superiore, onnicomprensivo, possiedono sempre una piena
consapevolezza di tutto ci che li circonda. Questo scambio spontaneo di energia ed emozioni permanente.
i supereroi non provano compassione quando affrontano le avversit o s imbattono in qualcuno che soffre. Incarnano la compassione. per molti di noi, l amore e la compassione sono sentimenti passeggeri ed emozioni altamente personali dettate da uno
stato danimo o dalle circostanze, ma alla fine lempatia svanisce
quando la situazione cambia. Non per i supereroi, perch percepiscono queste qualit in modo diverso; sono immersi nel flusso permanente di amore e compassione. Non sono sopraffatti dall onda

87

delle emozioni, dalla vista della povert e dellestrema sofferenza,


o dalleuforia delladulazione e del successo. Per i supereroi tale
impeto emerge da un unica energia, la stessa che pulsa in loro.
Sanno che lenergia assoluta ma che lesperienza, la memoria
e il singolo contesto le fanno da filtro. A partire da questa consapevolezza possono sperimentare le stesse emozioni degli altri ma
reagendovi con saggezza, moderazione e creativit.
i supereroi sanno che anche un comportamento violento una
richiesta di attenzione e dunque di amore, perci non indulgono
nell ipocrisia e non sentono il bisogno di giudicare. sono certi
che ognuno fa del suo meglio in base al proprio livello di consapevolezza. Non cercano di evangelizzare o piegare gli altri al loro
punto di vista. Al contrario sono capaci, senza alcuno sforzo, di
comprendere la prospettiva altrui, di valutare le condizioni che la
determinano e di cercare una soluzione alternativa.
Per i supereroi lego mancanza damore, poich sinteressa
solo della propria coscienza limitata, non lascia spazio al vero sentimento e non d il giusto valore alla vita. Nel linguaggio comune e
nei racconti di supereroi questo generalmente il caso del cattivo.
infatti in inglese la parola male [evil] non altro che la parola
vivere [live] letta al contrario. il male letteralmente la perversione dell amore, la sua perdita e il disperato bisogno di ritrovarlo.
I supereroi combattono il male? Decisamente s, ma senza
aspettarsi nulla in cambio. avendo rinunciato a qualsiasi tornaconto personale, sono guerrieri cosmici che si schierano con le
forze della verit, della bont, della bellezza, della compassione,
dellequilibrio e dellarmonia e sconfiggono il buio portando la
luce. Pur dinanzi a eventualit enormi o impossibili, sanno che

88

implicito affrontare le sfide del mondo. Spezzano le catene della


disperazione e fanno propri i problemi di chi li circonda. Non
per via di una bravata, per arroganza o per narcisismo autoalimentato, ma perch i supereroi sono strettamente connessi a ci
che li circonda.
La compassione unemozione che vive, respira, vibra attraverso di loro e li rende una cosa sola con il resto del mondo. sono
guide e in quanto tali comprendono se stessi e gli altri come se
fossero una cosa sola. sono profondamente consapevoli che per
evolversi deve esserci un equilibrio emozionale, una coordinazione e unintegrazione tra loro. Per considerare il mondo da unaltra
prospettiva e comprenderlo pienamente, bisogna seguire le loro
orme spirituali. Questo il vero potere dell amore. Compassione,
coraggio e creativit conferiscono potere ai supereroi e muovono
tutte le loro azioni.

i ho pensato su , annunci gotham nei giorni successivi. potrebbe essere una bella scoperta questo concetto dell amore come superpotere. aveva
spulciato nel mucchio di fumetti lasciati in giro per casa come
faceva da bambino nella sua cameretta. lascia che ti racconti
la storia di silver surfer. un giovane e coraggioso astronomo
di nome Norrin radd stipula un accordo, sul suo pianeta nativo
chiamato Zenn-la, con un entit cosmica onnipotente, galactus,
che ha un appetito vorace per qualsiasi forma di energia, specialmente quella di mondi interi pieni di vita. per salvare Zenn-la
dalla distruzione, Radd promette a Galactus di diventare il suo
messaggero. Galactus gli concede una parte del suo potere infi-

89

nito (conosciuto come potere Cosmico ) e gli conferisce l incarico di vagare per l universo su una tavola da surf (fantasia
infantile di radd e origine del nome silver surfer) per cercare
nuovi pianeti da divorare.
Inizialmente, Silver Surfer non riesce a compiere perfettamente il compito richiestogli e offre al suo padrone solo pianeti
desolati e abbandonati. alla vista di tutto ci galactus interviene alterando la natura morale del suo messaggero: lo spoglia
del suo senso di discernimento, gli conferisce una condotta ambivalente e, privandolo di qualsiasi riguardo per i cittadini dei
numerosi pianeti che costellano l universo, lo rende indifferente
al loro destino. Come conseguenza, Surfer diventa abilissimo
nel suo lavoro e trova un numero infinito di pianeti che il suo
mentore pu divorare e distruggere, facendone strage. insieme
diventano un autentica piaga per l universo, perpetrando un genocidio dopo laltro senza provare alcuna emozione. Ma le cose
cambiano quando Silver Surfer approda sul Pianeta Terra; qui
deve affrontare quattro supereroi (conosciuti come i Fantastici
Quattro) e durante il combattimento (insieme a galactus che
giunto al suo fianco per potersi nutrire della copiosa energia
terrestre) colpito dalla loro nobilt d animo, dalla quale si lascia influenzare pi del previsto. Silver diserta e si ribella al suo
padrone che, per il momento sconfitto, fugge ma non prima di
riuscire a bandire Surfer dal resto delluniverso, confinandolo
nell atmosfera terrestre.
Intrappolato sul nostro pianeta, Surfer inizia a osservarlo a
fondo nel suo intero splendore. pur avendo un potere smisurato,
gli manca la conoscenza basilare del bene e del male, del sacro

90

e del profano, veri paradossi dellesistenza umana, finch conosce una scultrice cieca e interagendo con lei, grazie ai suoi modi
gentili, inizia a sviluppare un senso profondo di compassione.
Totalmente compenetrato nel mondo degli umani, Surfer inizia
a scorgerne tutta la complessit e le contraddizioni come il male,
la crudelt, linganno e la disperazione cos diffusi in ogni angolo, fianco a fianco a unincredibile bellezza, gentilezza, cortesia e
speranza; oltre a osservarle, decide di far sue tutte queste qualit.
Si trasforma in esse. Viene potenziato da un profondo senso di
compassione e diventa un supereroe di diversa specie, la cui missione inclinare l ago della bilancia verso la dignit e la bont ,
combattendo il male e lingiustizia.
Il Dottor Destino e Mefisto, alleati di Galactus, diventano la
sua nemesi eterna, ambigui e infidi criminali che complottano costantemente per tenere il mondo in un eterno Armageddon; ma
Surfer non si arrende e raccoglie la sfida di questi avversari, riuscendo addirittura a convertire alcuni di loro. spronato da un
inesauribile senso di compassione per coloro che soffrono, un
guerriero che lotta per il bene dell universo, un vero supereroe
che risponde soltanto alla verit dell amore che vibra in lui. Cavalcher i venti dell eternit ancora una volta e nessuno sar mai
il mio padrone! .

supereroi come silver surfer non attingono solo alle qualit di una coscienza superiore, ma le incarnano. Alla stregua
dei grandi profeti, il loro altruismo fatto dei pi alti ideali

91

su cui si fonda la civilt . osservando il mondo e i suoi abitanti, si


domandano: Che cosa posso fare per renderlo migliore? .
Come abbiamo gi detto, il legame tra noi e i supereroi (compresi i grandi profeti) non poi cos inverosimile. Scientificamente parlando, in questo preciso momento, un milione di atomi che
costituivano una volta il corpo di Ges Cristo o di Budda sono
parte di te; ma lo sono anche le particelle dei pi vili criminali.
se tracciassimo adesso gli atomi che compongono il tuo organismo con isotopi radioattivi, saremmo in grado di trovarne almeno un milione che ha viaggiato attraverso i corpi di gengis Khan o
di osama Bin laden. una quantit enorme di atomi che hanno attraversato il tuo corpo sono passati attraverso quello di altre specie
viventi che oggi popolano il pianeta. Non una metafora quella
secondo cui tutto connesso, ma uneffettiva realt dellesistenza.
i supereroi comprendono intuitivamente questa verit , perci
non percepiscono i problemi del mondo come separati da loro
stessi. il loro corpo coincide con l universo. radicati in questa
consapevolezza, sanno che essere connessi al S significa esserlo
con il mondo e i suoi abitanti. La sofferenza di tutti gli esseri viventi coincide con la loro. Questa intima unione ha i suoi effetti,
uno zelo che i supereroi non possono ignorare.
In pratica, i supereroi rappresentano la nostra coscienza. Li abbiamo creati come modello del nostro comportamento. la loro
capacit di provare compassione ed emanare amore costituisce
il nostro sistema di convinzioni. Inoltre, tali abilit rappresentano un aspetto intrinseco delle nostre potenzialit di esseri umani.
tutti noi siamo in grado di coltivare la legge dell amore e capire
come la compassione possa cambiare la nostra vita.

92

Nessun altra specie vivente possiede la stessa magnifica potenzialit. Siamo gli unici esseri capaci di creare la poesia di Shakespeare o la musica di Mozart, di investigare i misteri profondi
delluniverso, di allargare i confini della scienza e della tecnologia, di interrogarci sulle grandi questioni esistenziali ed esplorare
lo scopo e il significato della vita. Ma paradossalmente siamo anche l unica specie i cui individui si dichiarano guerra, perpetrano
crimini terribili luno sullaltro, istituzionalizzano alleanze tribali
(nel nome di Dio) e introducono innovazioni scientifiche e tecnologiche al servizio dei fini pi diabolici. I supereroi considerano
tutto ci come nientaltro che lincessante flusso di energia, lunicit che si esprime in mille modi diversi. eppure, il loro intervento
non viene mai meno; affrontano di petto ogni sfida e conflitto, con
umilt e integrit. Senza preoccuparsi delle avversit e dellentit
della minaccia, i supereroi non si tirano indietro. Sfidano il futuro
con coraggio, creativit e soprattutto con compassione.
Molte persone lo interpretano come un richiamo allazione,
una presa in carico dei problemi del mondo attraverso una sorta
di attivismo incessante; ma qualsiasi tipo di evangelismo militante in realt eserciter l effetto opposto di scoraggiare le persone.
Al contrario, il vero cambiamento qualcosa di pi circoscritto.
si ispira al principio del Mahatma gandhi: sii il cambiamento
che vuoi vedere avvenire nel mondo. in altre parole, se vuoi diffondere qualcosa agli altri (in questo caso compassione, bont e
amore) parti da te stesso e sistematicamente si propagher su tutto
ci c he ti circonda, sortendo l effetto desiderato.
un atto di compassione pu essere una semplice offerta d aiuto al prossimo, stare ad ascoltare un amico che ti parla dei suoi

93

problemi, fare un complimento a una persona che non conosci o


recitare una preghiera per chi soffre. Questi gesti possono sembrare insignificanti, ma non lo sono, perch attivano il potere
dellintenzione che porta a risultati concreti.
Ma c l altro lato della medaglia: per fare in modo che tutto vada a buon fine, la compassione che provi e lofferta che ne
consegue devono essere genuine e prive di aspettative. Quando
le tue buone intenzioni si realizzano, in qualche modo ti ritornano indietro. Questa la natura infallibile dell universo, anche se
spesso non ce ne rendiamo conto. premure, affetto e comprensione, modi alternativi di dimostrare compassione dovrebbero essere
rivolti al prossimo in modo sincero; solo cos saranno efficaci. I
beneficiari di queste energie diventano immediatamente pi forti,
ossia pi motivati nel viaggio personale per raggiungere il ruolo
di supereroe, e lo stesso vale per te quando offri amore e aiuto agli
altri. lennesimo esempio di scambio dinamico del potere che
risiede negli esseri umani.
Quando inizi a integrare le azioni alle idee, impegnati ad essere
consapevole delle tue qualit , del grado di amore presente nella tua
vita e di come tu possa esprimerlo al meglio. Attraverso il riflesso
delle relazioni, i supereroi hanno sperimentato differenti gradi di
compassione nella loro evoluzione. Considerano tutte le relazioni
umane come lo specchio di se stessi. soffermiamoci su queste diverse fasi dell amore e di come prendono forma nella nostra vita.
il primo stadio che noi sperimentiamo quello dell attrazione
e della repulsione . sappiamo, per certo, che ci attrae chi possiede
peculiarit simili alle nostre e, al contrario, respingiamo chi ha
caratteristiche che non ci appartengono o che rifiutiamo. Partendo

94

da questo presupposto, dobbiamo chiederci costantemente: Cosa


mi affascina? Cosa posso fare per essere in quel modo? Cosa non
mi attrae? . se riscontriamo in noi queste peculiarit , siamo in
grado di riconoscere anche il bene e il male che ci appartengono.
Ora sappiamo che avere difetti non significa essere imperfetti,
ma completi. il risultato della nostra onest con noi stessi sar
lemanazione di una semplice e genuina umanit che ci rende
autentici e perci pi attraenti. Spostandoci dal primo al secondo stadio dell amore acquisiamo la qualit chiamata seconda attenzione . La prima attenzione la capacit di vedere quello che
vedono tutti. la seconda, invece, ci permette di andare oltre le
apparenze e di capire intuitivamente che ogni relazione ha forme
e livelli pi profondi. Giungiamo a questo stadio solo coltivando
l arte dell ascolto e della comprensione che consiste nel percepire
sempre ci che c di buono negli altri e dimostrando in cambio
affetto e interesse profondi. La seconda attenzione ci permette di
entrare nel terzo stadio dellamore, quello della comunione . la
verit che tutti gli uomini sono in grado di entrare in contatto
spirituale con gli altri. in questo livello trattiamo tutti alla pari,
mostrando onest e integrit in ogni interazione.
la comunione ci permette di entrare nel quarto stadio dell amore, che quello dell intimit con se stessi e con gli altri . Quando c confidenza, ci sono benessere e vulnerabilit, scomparsa
della presunzione, consapevolezza del momento presente, senso
delleterno e completa innocenza. Da tale intimit scaturisce un
senso di distacco, dove l amore assume una dimensione che va
oltre l individualit . spariscono cos anche il bisogno di controllo, di manipolazione o di seduzione. La compassione ci fa irra-

95

diare luce a tutti e a nessuno in particolare, come quella che si


propaga da un fal.
in questo distacco troveremo il sentiero per scoprire la vera
passione. da qui si sprigionano nel nostro essere le primordiali
energie maschili e femminili. Le qualit maschili sono azione,
forza, iniziativa e potere; quelle femminili si rivelano sotto forma di bellezza, intuizione, cura, affetto e tenerezza. La singolare
combinazione di queste energie alimenta il fuoco della passione
che anima il nostro comportamento, rendendo possibile ci che
sembrava impossibile.
Infine si passa al raro stadio della trascendenza . sperimentiamo
una felicit fisica attraverso il piacere dellesperienza sensoriale.
Questo il regno della leggendaria estasi, attraverso cui si entra a
far parte della coscienza universale e ci si percepisce intimamente
uniti alla divinit. uno stato che va oltre la semplice conoscenza
o esperienza della Legge dellAmore in quanto, di fatto, ne diventiamo parte. possiamo dire: sono la verit , ossia l amore.
La Legge dellAmore il regalo pi grande che possiamo ricevere. Ne consegue che durante ogni stadio del cammino sopra
citato, sperimenteremo i modi in cui la compassione trasforma
i nostri pensieri e le nostre azioni. Per attivare immediatamente
questa fusione di amore e compassione, ecco di seguito alcuni
consigli pratici per risvegliarti.
1 . Sappi che tutte le relazioni sono un riflesso. pensa alle
persone da cui sei attratto e per contro a coloro per cui
provi repulsione. elenca le qualit che scopri in loro
e poi identificale in te stesso. Attraverso questo eser-

96

cizio ti renderai conto che ognuno sta semplicemente


condividendo la tua stessa consapevolezza e non sentirai pi il bisogno di giudicare gli altri cos in fretta.
2 . Tutti fanno del loro meglio a partire dal proprio livello di consapevolezza . la comprensione di questo
concetto ti condurr a essere distaccato e alla rinuncia
del bisogno di controllo sugli altri. accetta gli altri
per quello che sono e sii disponibile al perdono in
qualsiasi momento.
3 . Prendi nota dei momenti di massima esperienza
che costituiscono la tua relazione con il divino . sono
istanti di gioia e trascendenza, in cui si perde la cognizione del tempo. Si sperimentano tali momenti sia
nella riflessione silenziosa (meditazione), sia nellattivit intensa (yoga, sport agonistico o sesso), quando
ti fondi con lesperienza e smetti di giudicare te stesso
e ci che stai provando. Fai in modo che questi momenti diventino la tua ancora.

97

5
La Legge
deLLa creatIvIt
La creativit una delle leggi pi pratiche
che possiamo padroneggiare. la forza
primaria che d impulso alla vita.
I supereroi conoscono limportanza
del cambiamento e dellaffrancamento da
pensieri e comportamenti ripetitivi
e distruttivi. Agendo in base a questo sapere,
hanno la capacit di vincere qualsiasi sfida
e ostacolo sul loro cammino.

ebbene non mi sia mai considerato particolarmente religioso, mia madre lo era. ogni mattina pregava il dio hindu Ram affinch ci guidasse e desse benessere alla nostra
famiglia. ogni volta che poteva, coinvolgeva me e mio fratello
Sanjiv nei suoi rituali. Alla fine acconsentivamo e ci inginocchiavamo chinando la testa (ci guardavamo l un l altro con la coda
dell occhio, sorridendo compiaciuti) mentre mia madre recitava
canti dal suono familiare.
Quella fu la mia iniziale connessione con le divinit da bambino. Malgrado fossero sempre presenti nella mia vita (in india, come nella maggior parte dei posti nel mondo, difficile
percorrere un isolato, fare una corsa in taxi o intrattenere una
conversazione senza che qualcuno menzioni Dio o la religione)
non ho mai cercato negli dei una guida spirituale n un aiuto.
sebbene mia madre non ci abbia convertito portandoci tra le
fila dei fedeli, in effetti riusc a trasformarci in ammiratori delle
divinit . Mi crogiolavo nella lettura delle fatiche di ram e cercai storie simili in altre culture, dalla grande tradizione greca
e romana ai meravigliosi racconti persiani che riecheggiavano
lo stesso genere di avventure eroiche. tra tutte le storie, due in
particolare spiccavano: quella di Ram, grazie alla devozione di
mia madre, e il mito greco di icaro. entrambi i personaggi erano
avventurieri al massimo grado, incuranti sotto molti aspetti dei
codici che regolavano il loro essere esploratori di frontiere che
gli altri avevano solo osato sognare.

100

la storia di icaro comincia con il suo imprigionamento. il potente sovrano Minosse fa prigionieri sull isola di Creta il grande
architetto Dedalo con il figlio Icaro, punendolo cos per aver rivelato i segreti del labirinto da lui stesso costruito. pronto a tutto
pur di fuggire, dedalo mette all opera la sua creativit e, usando
penne e cera, costruisce un paio dali per s e per il figlio; in tal
modo riescono a volare via dal labirinto e dall isola. Ma prima di
imbarcarsi in quel viaggio temerario, dedalo avverte icaro di non
avvicinarsi troppo al sole, altrimenti la cera si sarebbe fusa e le ali
si sarebbero spezzate.
tuttavia, mentre volano, icaro non riesce a trattenersi: punta
al cielo infinito sopra di lui, verso la luminescenza del sole apparentemente cos vicina. Nella vasta distensione di tutto ci che
lo circonda, egli ha l impulso di mettere alla prova i propri limiti
autoimposti, con il bruciante desiderio di esplorare l ignoto. Malgrado gli avvertimenti del padre, abbandona la rotta lenta e sicura
e vola pi in alto. Naturalmente, proprio come temeva Dedalo, si
avvicina troppo al sole e il calore fonde la cera che tiene insieme
le ali, facendolo precipitare in una spirale fino al mare.
Negli anni, la storia di icaro diventata un allegoria del caro
prezzo che si paga quando si colgono occasioni estreme o si infrangono le regole. Volando letteralmente troppo in alto e violando le
istruzioni del padre, Icaro causa la sua stessa morte. La saggezza
tradizionale conclude che una vita di moderazione la via migliore.
Ma c anche un altro modo di leggere questa storia. icaro
simile a molti altri grandi eroi dell antica mitologia, ram, ulisse,
gilgamesh, per citarne solo alcuni, che hanno forgiato il loro stesso cammino, a volte correndo grandi rischi. icaro ha osato volare

101

dove altri non hanno mai fatto, per ascendere alle alte sfere celesti
e coglierne i misteri. Come dionisio, che si avventur in foreste
tenebrose, disobbed agli dei e si lasci andare a leggendari giochi d amore, icaro vivace e pestifero, un anticonformista che
andato oltre i confini diventando leggendario.
Nella mitologia indiana, la controparte di dionisio Krishna,
che da giovane indusse le voluttuose mandriane che lo adoravano
in incantate danze amorose nella foresta. Persino dalle altre ricche
divinit , dionisio e Krishna erano guardati dall alto in basso per
la violazione di questi tab e venivano emarginati come folli che
agivano al di fuori delle normali convenzioni.
Questo ci che fanno i grandi eroi. Vanno oltre i confini, mettono in discussione lautorit e le regole e non solo violano i tab,
ma spesso li scardinano alla radice. Nel farlo, compiono qualcosa
di rivoluzionario. Guardano ogni sfida con occhio creativo e comprendono il principio fondamentale esposto da albert einstein:
Nessun problema pu essere risolto partendo dallo stesso livello
di consapevolezza che lo ha creato.
einstein, galileo, leonardo da Vinci, il Mahatma gandhi,
amelia earhart, thomas edison, eleanor roosevelt e Martin luther King hanno dimostrato la veridicit di questo assioma.
I supereroi vivono oltre il mondo convenzionale e pensano in
modo anticonformista. Hanno la capacit di risolvere i problemi
e pacificare i conflitti non solo pensando creativamente, ma incarnando essi stessi la creativit. Propongono soluzioni alternative
per ogni problema e possono creare situazioni e circostanze che
non sono mai esistite prima. sono in grado di attivare un contesto
completamente nuovo in cui si manifesta un mondo inedito.

102

prima di andare avanti, cerchiamo di capire esattamente cosa


sia la creativit. un salto della coscienza che conferisce nuovi
significati o contesti a problemi e situazioni. Emergono nuove soluzioni quando si cambia prospettiva. Considerare un problema
come unopportunit, rappresenta un cambiamento di significato.
Un nuovo contesto il risultato di una variazione nella comprensione dei rapporti che agiscono in una determinata circostanza.
Unopera di Shakespeare nellera moderna pu generare intuizioni
rivoluzionarie sulle condizioni sociali. Quando cambiano entrambi (prospettiva e contesto) emerge qualcosa di nuovo e dinamico.
i supereroi non si scompongono mai a prescindere dalla situazione. Dal momento che la parola problema non fa parte
del loro vocabolario, vedono solo sfide e opportunit. Sanno che
in ogni avversit c il seme di qualcosa di meraviglioso. Non si
preoccupano di cercare le risposte. Non ne hanno bisogno. Vivono le domande e poi gradualmente entrano nelle soluzioni. Non
essendo legati ad alcun risultato, nel loro mondo, non c mai
niente che vada storto. lo accettano cos come si manifesta davanti a loro, reagiscono con moderazione e poi si dirigono nella
direzione desiderata.
la legge della Creativit un elemento fondamentale dell arsenale dei supereroi, perch il potere pi pratico a loro disposizione. Chi di noi non affronta ogni giorno delle prove al lavoro,
nei rapporti interpersonali, con i soldi o persino in relazione alle
proprie convinzioni? Quotidianamente, il mondo ci mette davanti
a decisioni che possono cambiare tutto quello che pensiamo ci
definisca come individui. Ma per lo pi, quando ci troviamo di
fronte a una sfida, a un conflitto o a una scelta, tendiamo a prende-

103

re la stessa decisione di prima. ricadiamo nelle vecchie abitudini,


terrorizzati allidea dellignoto e di un futuro incerto.
uno strano fenomeno, e non del tutto chiaro perch avvenga. da bambini, molti di noi possono ricordare momenti di
grande stupore e fantasia: la costruzione di castelli di sabbia sulla
spiaggia, la creazione di fortini con lenzuola e mobili, oppure linvenzione di scenette con le bambole, gli orsacchiotti, i soldatini
di plastica o i personaggi lego. Quando cresciamo, tuttavia, mettiamo da parte limmaginazione sostituendola con le cosiddette
regole e con i codici della responsabilit . il nostro cervello perde la capacit di espandersi, adattarsi, trasformarsi ed evolvere.
Come risultato, ci condanniamo a un mondo fatto di ripetizione,
noia e stagnazione. Reprimiamo la nostra stessa evoluzione e ci
neghiamo la possibilit di raggiungere il nostro pieno potenziale.

a creativit la forza primaria che d impulso alla vita,


allevoluzione e alla meccanica della scienza. Guardiamo pi da vicino un esempio che lo dimostra.
la maggior parte delle persone sa che i bruchi affrontano un
processo di trasformazione che li porter a diventare farfalle.
Questa metamorfosi inizia a livello cellulare, scatenata da un particolare gruppo di cellule chiamate immaginali . sono talmente
diverse da tutte le altre presenti nel bruco da spingere il suo sistema immunitario a opporre resistenza.
Ma da quel momento in avanti le cellule immaginali sono attive. Reagendo alla resistenza esercitata dalle cellule normali, ini-

104

ziano a replicarsi e a diffondersi. Allinizio, lattrito tra i due insiemi quasi violento, un braccio di ferro per vedere quale delle due
tipologie vincer. Le cellule, come le persone, guadagnano forza
con il numero, cos quelle immaginali iniziano ad ammassarsi per
raggruppare le forze e sopraffare le cellule originali. Stipate tutte
insieme, cominciano a condividere energia e informazioni luna
con laltra. Di conseguenza, iniziano a vibrare e a risuonare alla
stessa frequenza, intensificando la loro forza. Immagina un esercito di soldati che fa tintinnare le sciabole, pronti alla guerra. Inizia
lo scontro!
la battaglia continua e le cellule immaginali che sono diventate pi forti e potenti con la loro frequenza allunisono, iniziano
a sopraffare le altre. da qualche parte lungo il processo, la resistenza delle cellule normali cessa. Iniziano a raggrupparsi insieme a quelle immaginali e ne assumo la vibrazione e la frequenza.
la crisalide nella quale sono ammassate diventa un ingranaggio
ronzante dove tutte le cellule si muovono nella stessa direzione.
questo il momento in cui avviene la trasformazione vera e propria: il bruco compie il salto quantico e diventa qualcosa di nuovo
e rivoluzionario, ovvero una bellissima farfalla.
a uno sguardo esterno, ci a ppare come un miracolo. sarebbe
come portare la bicicletta al negozio per una riparazione e quando
ritorni a ritirarla una settimana dopo, ti consegnano un jumbo jet.
la creativit della natura radicale. ahim , se ti fossi trovato nel
negozio durante la settimana, avresti avuto la possibilit di osservare come avveniva il miracolo.
I supereroi comprendono lanatomia di questa trasformazione
quantica e riconoscono che levoluzione la meccanica della cre-

105

azione stessa. Luniverso ha avuto inizio 13,8 miliardi di anni fa,


quando dal nulla diventato un puntino pi piccolo di quello alla
fine di questa frase. Da allora in poi, fino a questo preciso istante,
si espanso non solo in direzione dellinfinito, ma anche attraverso le espressioni complesse e intelligenti di s. Lapice di questo processo il sistema nervoso umano, nel quale sperimenta la
consapevolezza del proprio S. I supereroi ne sono a conoscenza
e guardano a se stessi con gli occhi dell universo che si osserva.
proprio ora, in questo momento, hai l opportunit di trasformare
la tua vita. Come la singola cellula immaginale che innesca la metamorfosi di un bruco in farfalla, anche tu, attraverso la creativit ,
puoi dare avvio a un cambiamento radicale nella tua vita e in quella
di chi ti circonda. Non un semplice gioco mentale di cambiare
atteggiamento , ma il risultato di una progressione metodica effettiva i cui passi possono essere scomposti e compresi.
i supereroi sanno che la creativit non un impulso, ma un
processo che controllano e che si esprime in nove passi.
ecco in che modo puoi accedere alla legge della Creativit
nella tua vita.
1 . Risultato desiderato. devi avere una visione chiara del
risultato desiderato. Che cosa vuoi realizzare? Immagina la tua creazione: che aspetto ha? Come ti fa sentire?
Che sapore ha? Che odore ha? Che tipo di suono produce? i supereroi non permettono a idee incostanti di
fluttuare e vagare nella loro mente; hanno obiettivi vividi, reali e multidimensionali che aspettano sulla soglia
dell ignoto per essere portati a compimento.

106

2 . Raccolta di informazioni . raccogli tutte le informazioni che ti servono per quel preciso risultato desiderato. potrebbe trattarsi di uno stato d essere, come la
buona salute, o lacquisizione e la manifestazione di
una cosa materiale. i supereroi conoscono cosa significa lespressione Sapere potere. Sono consapevoli che con la giusta infusione di energia, attenzione
e intenzione, le informazioni diventano saggezza.
3 . Analisi delle informazioni. pondera i pro e i contro di
ogni scelta fatta in relazione al risultato desiderato.
Ascolta e rifletti su ci che ti dice listinto prima di
agire. osserva lo svolgimento di ciascuno scenario
davanti a te, senza giudicare n esprimere valutazioni. i supereroi sanno che ogni scelta la porta per un
futuro diverso e che hanno a disposizione un numero
infinito di possibilit.
4 . Incubazione . Incubazione significa lasciare andare, cosa che viene fatta al meglio attraverso la meditazione, nelle sue diverse forme: la musica, la danza, la contemplazione, la poesia, il contatto con la
natura, persino il sonno. i supereroi sfruttano a loro
vantaggio il tempo trascorso a dormire. durante la
fase dellincubazione, permettono alla mente inconscia di elaborare le informazioni importanti per ottenere il risultato desiderato. Questa comprensione
si rafforza quando si padroni dellarte dellincertezza e del distacco. Lincubazione porta spontaneamente allesperienza del ah-hah, o intuizione: un
107

salto quantico nella creativit . se autentica, porta


allispirazione.
5 . Intuizione. Lintuizione labilit di vedere oltre ci
che noto. avviene quando i supereroi hanno assimilato il significato e il contesto e riescono a vedere in
modo lucido la sequenza di eventi che deriva da una
singola scelta. Lintuizione nasce anche da un luogo
di non-giudizio. I supereroi riconoscono che la motivazione mentale e perci debole, ma lispirazione
spirituale e quindi inarrestabile.
6 . Ispirazione . Essere ispirati significa essere letteralmente nello spirito , o in sincronia con l universo.
lunione tra noto e ignoto, equilibrio e armonia di
tutte le forze del cosmo. I supereroi riconoscono il
potere intrinseco di questa sinergia e ottimizzano la
forza che ne deriva.
7 . Realizzazione. Quando alla fine i supereroi agiscono
spinti dallispirazione, lo fanno con eleganza, tempismo, fiducia e intuizione. Lattivazione dellispirazione avviene con estrema sincronicit con ogni cosa
nell universo.
8 . Integrazione. Una volta realizzata la creazione, il passo successivo lintegrazione, che significa portare
lesperienza a un nuovo contesto e significato.
9 . Incarnazione. Grazie a questo nuovo significato e
contesto emerge lincarnazione. Nasce una forma
diversa, perch ci si trova in una situazione del tut108

to inedita. la creativit l apice di questa catena di


eventi: la morte del vecchio e la nascita di qualcosa
di nuovo.
Dal momento che il mondo una proiezione delle nostre decisioni personali e delle vicende interiori, se ci ostiniamo a compiere sempre le stesse scelte, replicando le medesime storie, allora
anche luniverso inizier a riflettere quella prospettiva predestinata. albert einstein una volta ha detto che follia ripetere le stesse cose aspettandosi risultati diversi . purtroppo, la storia della
civilt umana troppo spesso riflette questa verit. Le nostre guerre
senza fine alla ricerca della pace eterna sono una triste contraddizione. Tuttavia, anche in mezzo al vortice della follia, ogni istante
rivela una nuova opportunit per noi di rilanciare il mondo come
vorremmo che fosse. Qui e ora, ci viene offerta la possibilit di
reagire in modo creativo. Nella risposta creativa racchiusa la
chiave per il migliore futuro possibile: la bella farfalla che aspetta
di nascere dal bruco in fermento.
come Iron Man, disse Gotham una mattina mentre stavamo discutendo della legge della Creativit .
Conoscevo il nome solo perch di recente avevo visto la pubblicit del film che mostrava quello che aveva tutta laria di essere
un eroe, avvolto in una tuta lucente, presumibilmente di acciaio.

109

uando il trafficante di armi Tony Stark, un tizio aggressivo, arrogante e di successo, va in Vietnam per
vedere all opera la tecnologia della sua societ , le
cose si mettono male. l esplosione di una bomba causa un incidente dalle conseguenze devastanti. Una scheggia di granata si
conficca in profondit nel petto di Stark, impiantandosi accanto
al cuore. Nel caos che segue, un signore della guerra vietnamita
lo fa prigioniero. gli promette che avr salva la vita solo se metter all opera la sua prodigiosa abilit ingegneristica per creare
per lui unarma di distruzione di massa (ADM). Se rifiuta verr
ucciso. Ma tony stark un problem solver. dove gli altri vedono
dilemmi o ostacoli insormontabili, lui scorge opportunit e mette
a frutto la sua creativit . davanti a questo aut aut, stark segna
il suo cammino, letteralmente. Utilizza le sue capacit non per
costruire una adM, ma per incarnarla lui stesso, creando una
tuta d acciaio che usa per liberarsi dalla prigionia durante una
rocambolesca evasione.
Quando ritorna a casa con grande pompa e sfarzo, per prima
cosa mette a punto un elaborato dispositivo magnetico che gli
assicuri la sopravvivenza, anche se ci significa che la scheggia
di granata dovr rimanere conficcata nel suo corpo. Armeggia anche con la sua nuova invenzione, la tuta dacciaio. Si trova di
fronte a un altro dilemma: ottimizzare e armare la sua iconica tuta
dacciaio, assurgendo allo status di barone delle armi pi potente
(per non dire ricco) del mondo, o accantonarla definitivamente?

110

Naturalmente sceglie unaltra opzione: fa di se stesso un potente


supereroe la cui unica missione combattere il male e le ingiustizie ovunque si annidino sul Pianeta. Lui Iron Man.

ome tutte le storie di supereroi, anche questa una metafora esagerata del modo in cui consideri la tua stessa
vita. Non hai bisogno di essere un fabbricante di armi
che diventa un supereroe buono per piegare il potere della creativit. molto pi semplice di cos. Oggi poniti questa domanda:
Come posso essere utile? .
Non hai nemmeno bisogno di rispondere, perch gi solo chiedendotelo, pensandoci, otterrai la soluzione, che tuttora una possibilit nello spazio e nel tempo. Se la risposta emerge in modo
disinteressato, senza laspettativa di ricevere qualcosa in cambio
(la Legge dellAmore), allora mentre si rivela, vedrai in azione
davanti a te la legge della Creativit . parteciperai all atto alchemico (la Legge della Trasformazione) e sarai testimone di come
tu stesso hai il potere di manifestare la realt attraverso scelte
consapevoli. Quella che era solo una potenzialit nello spazio e
nel tempo si mostrer come realt . esci dal cerchio del tempo ,
dice il poeta rumi, ed entra nel cerchio dell amore.
Come abbiamo gi detto, la legge della Creativit una delle
pi pratiche che possiamo imparare. Ogni giorno ci troviamo di
fronte a sfide e ostacoli. Tuttavia, coltivando la creativit possiamo trasformare queste difficolt in soluzioni reali. Per diventare
un maestro in questo campo, apprendi e attiva i seguenti principi.

111

1 . Stabilisci di cosa vuoi liberarti . Quali elementi della tua


esistenza sono superflui e ne diminuiscono la qualit?
osserva attentamente la tua vita e impegnati a eliminare
tutto quello che ti sta frenando, comprese le abitudini, le
relazioni, le sostanze e gli ambienti dannosi.
2 . Esercita la chiarezza nella visione. Che cosa vuoi creare? Chiediti cosa vuoi veramente e perch, e se manifestarlo servir a uno scopo pi alto per lumanit.
3 . Segui i nove passi per accedere alla tua creativit con
impegno e distacco.

112

6
La Legge
deLLIntenzIone
Lintenzione limpulso fondamentale
che attiva tutte le azioni. In quanto tale,
la Legge dellIntenzione il principio attivo
dietro alle altre norme.
I supereroi non si lasciano distrarre
dal disordine e dalla cacofonia delle loro
emozioni o di quelle del mondo
e sono in grado di attingere allintelligenza
collettiva che si rivela attraverso la sicurezza,
la precisione, lintegrit, lenergia vitale
e il carisma.

ai pap , cominci gotham una mattina mentre bevevamo il caff , la tua storia simile a quella del
dottor strange.
Lo fissai perplesso. Era un complimento o cosa?
Conosci la sua storia? chiese.
scossi la testa.
te la posso raccontare se vuoi , sorrise.
ovviamente questo era il piano che aveva in mente. annuii e
cominci.

l Dottor Stephen Strange uno dei medici pi ricercati.


ricco e potente, un uomo con le doti chirurgiche pi
spiccate del pianeta, malgrado i suoi modi bruschi e sbrigativi. il suo unico difetto come medico che cura le malattie,
non le persone. per lui, ogni caso un mistero che aspetta di
essere risolto, e chi lo ospita (il paziente) non altro che un
personaggio secondario.
tuttavia, la sua carriera medica in ascesa subisce una battuta
di arresto quando un incidente danneggia i nervi delle sue preziose mani, rendendolo incapace di tenere il bisturi con fermezza.
Utilizzando la fortuna che ha accumulato, viaggia per il mondo
alla ricerca di una cura, cercando esperti acclamati, suoi pari nel
campo della medicina e della scienza.

116

Quando quell odissea si dimostra infruttuosa, stephen rivolge


la sua attenzione altrove, cercando medici, stregoni e sciamani che
vantano di avere strane ma efficaci pozioni o di essere capaci di
eseguire autentici miracoli. Ma anche quest avventura si risolve
in un nulla di fatto. praticamente distrutto (a livello economico,
emotivo e spirituale), il dottor strange termina la sua ricerca in
tibet, dove incontra un guaritore chiamato l antico. e cos ha inizio un nuovo viaggio, che andr al di l della magia da salotto che
dovrebbe restituire efficacia alle sue mani, fino a un mondo fitto
di misteri e rivelazioni, dove sintrecciano la medicina, le maledizioni, i miracoli e gli incantesimi e chi li conosce ha una enorme
responsabilit. Grazie alle sue conoscenze e intuizioni e allinvestigazione di scienza, stregoneria e mistero con le loro intricate verit , stephen strange scopre i poteri di un regno mistico nascosto e
diventa maestro dellintenzione. lo Stregone Supremo.

onostante gotham mi avesse raccontato nuovamente


le origini della storia del dottor strange, non ero ancora sicuro di come considerare l analogia con me.
Confesso che il mio viaggio personale nel campo della medicina,
della scienza, del misticismo, del potenziale umano e, soprattutto, dellesplorazione della coscienza stata unavventura straordinaria. la mia comprensione dei meccanismi della consapevolezza collegata a dozzine di fonti, dallantico testo indiano Vadanta alla moderna fisica quantistica. La curiosit riguardo alla
natura dell universo e alla nostra connessione con esso brucia da

117

sempre dentro di me. la ragione per cui sono entrato nel campo
della medicina, tanto per cominciare. Ma anche il motivo per
cui lho abbandonato. Ho vissuto tutta la mia esistenza secondo
il credo di einstein: Voglio sapere come pensa dio: tutto il resto un dettaglio , e ci sono state volte in cui mi sono sentito al
culmine di una rivelazione simile a quella di uno dei miei idoli,
il poeta sufi Rumi, che dice: Ho vissuto sullorlo della follia, desiderando conoscere le ragioni. la porta si apre: stavo bussando
dall interno.
Nei capitoli precedenti, ho cercato di tratteggiare le leggi pi
potenti che ho osservato durante la mia odissea alla volta della
comprensione della coscienza. Come ormai sai, alla base c il
principio fondamentale dell inseparabilit di ognuna dalle altre. il
processo inizia con la Legge dellIntenzione, che non lenergia
mistica inesplicabile che molti credono, ma una vera forza della
natura con meccanismi osservabili, da integrare e mettere in pratica nella nostra vita.
Lintenzione limpulso principale che attiva lazione. Tutto,
in natura, fatto di energia e informazione: dallalbero al fiore, da
una goccia di pioggia a un delfino fino allessere umano. Ci che
li differenzia la combinazione dellenergia e delle informazioni.
Insito nellintenzione c il principio organizzativo che innesca la
differenziazione. In altre parole, ci che ti distingue da un albero
o da un delfino non la sostanza del tuo essere, che fatta del
medesimo ossigeno, idrogeno, carbonio e azoto di cui composta
ogni altra cosa, ma piuttosto il modo in cui quegli elementi sono
stati combinati e il catalizzatore che ha innescato la costruzione,
vale a dire lintenzione.

118

Ci che ti differenzia dal resto nella natura anche la coscienza. Il sistema nervoso umano strutturato in modo tale da renderci consapevoli: possiamo osservare i nostri stessi pensieri, emozioni, sentimenti, convinzioni, desideri, motivazioni e istinti. Il
risultato come percepiamo, il mondo e cosa influenza la nostra
valutazione. Nessun altro animale sulla Terra dotato di questa
sofisticazione n contempla, rimugina o analizza i propri pensieri,
emozioni, sentimenti, convinzioni, desideri, motivazioni e istinti
come facciamo noi. Coloro che sviluppano una certa consapevolezza di tutti questi impulsi e comprendono i meccanismi dietro
lintenzione, possono padroneggiare un grande potere: il potere
della natura stessa.
I supereroi lo possiedono perch sanno come obbedire alla
Legge dellIntenzione. Intenzione, libero arbitrio e scelta sono
intimamente e indissolubilmente connessi l uno all altro. da migliaia di anni i filosofi, e pi di recente gli scienziati, dibattono
se sia lautonomia decisionale o il determinismo a far funzionare
gli essere umani. vero che nella maggior parte dei casi il comportamento umano mostra poche tracce, o nessuna, del libero arbitrio. Molti esseri umani agiscono come se fossero un fascio di
riflessi condizionati, costantemente innescati dalle persone e dalle circostanze per produrre risultati prevedibili. Se conosci bene
qualcuno, sai esattamente quali bottoni schiacciare per ottenere la
reazione desiderata.
tuttavia, i supereroi, come abbiamo detto prima, si rendono
conto che luniverso diventato consapevole di s attraverso il
loro stesso essere e quindi sanno di avere dentro di loro il vero potere, perch hanno infranto le catene del condizionamento. Sono

119

liberi di scegliere e quindi derivano qualsiasi risultato dal campo delle infinite possibilit. Non hanno dipendenze, attaccamenti
e neanche preferenze. Sanno che lazione migliore proviene da
scelte fatte consapevolmente.
Lintenzione sottile e libera dallattaccamento al risultato la
pi potente. La Legge dellIntenzione e la Legge della Forza sono
strettamente correlate perch sono entrambe il mezzo attraverso
cui l invisibile diventa visibile e ci che non ancora accaduto,
accade. Senza intenzione non c forza e la forza che non viene
consapevolmente canalizzata tramite lintenzione distruttiva e
pu c ondurre all anarchia.
i supereroi sanno anche che un risultato voluto orchestra i suoi
stessi meccanismi. Ci deriva dal principio in base al quale l intenzione ha un infinito potere organizzativo. Significa che lintenzione organizza in modo sincronico la partecipazione di diverse
onde di possibilit, tratte da un numero infinito, per far emergere una precisa realt .
Nella teoria della evoluzione delle specie, ci sono persone che
chiamano tutto questo teleologia. se accetti questa teoria, allora
credi che le giraffe abbiano il collo lungo perch sono state progettate per raggiungere le foglie sugli alberi pi alti. I cammelli
hanno la gobba perch sono stati designati per attraversare il deserto con una scorta minima di acqua. e gli uccelli hanno le ali
perch sono stati concepiti per volare e solcare il cielo.
Sapendo che il loro S sinonimo del S delluniverso, i
supereroi capiscono che anche le loro intenzioni appartengono
alluniverso. Applicando lattenzione (energia), innescandola con
lintenzione (impulso trasformazionale) e manifestando i loro de-

120

sideri, comprendono il meccanismo che alimenta la natura intera.


detto in termini molto concreti, quando le persone prestano attenzione alla loro vita, la vedono crescere in presenza e intensit. La
cosa pu essere sia positiva che negativa. Maggiore attenzione,
ponderazione e sensibilit in una relazione porteranno a una pi
grande soddisfazione, tenerezza e affetto. Pi frustrazione, resistenza e tensione possono deteriorare un rapporto e intensificare
la rabbia, i conflitti e il desiderio di vendetta. Togliere del tutto
lattenzione genera distacco e di solito suscita un processo di devastazione che alla fine porta alla morte. Per quanto riguarda le
relazioni, la totale indifferenza significher in ultima analisi la
disintegrazione del rapporto fino a che cesser di esistere.
Ora introduciamo lintenzione nellequazione. Lintenzione
il desiderio di portare nella relazione ponderazione e sensibilit
o frustrazione e resistenza. In base al tipo di attenzione che verr prestata si determina il modo in cui si svilupper il rapporto.
Lintenzione il catalizzatore trasformazionale che stabilisce la
realt del futuro. ci che porta avanti la manifestazione di tutta lenergia. In altre parole, lintenzione convogliata sulloggetto dellattenzione determina il risultato attivando e orchestrando
tutti i dettagli che compongono il processo di mutazione. Questa
squisita danza della coscienza ha una raffinatezza intrinseca. Un
bruco ha unintenzione che attiva lorchestrazione della sua biologia e innesca la metamorfosi in farfalla. Tutta la natura funziona
secondo questa sinfonia, dagli uccelli che migrano a ogni stagione, alle piante e alle coltivazioni che giungono a maturazione in
un certo periodo dell anno, agli animali che cacciano e vanno in
letargo in base a specifici cicli stagionali. I supereroi riconoscono

121

queste leggi naturali, le fanno proprie e le utilizzano per attivare


le loro intenzioni e manifestare i loro desideri.
Sanno anche che unintenzione forte in una mente confusa
inutile. come gettare un masso dentro a un oceano in tumulto.
Non si vede alcun effetto. Daltro canto, unintenzione fievole o
sottile, quasi inconscia, in una mente serena e silenziosa molto
potente. come gettare un sassolino in uno stagno immoto. Si
forma unincrespatura ben definita che si diffonde sulla sua superficie anche se la pietruzza affonda lentamente nelle profondit dell acqua. i supereroi hanno imparato a gestire questo potere
coltivando le intenzioni fievoli in una consapevolezza equilibrata
e stabile. i loro propositi increspano il vasto oceano della coscienza, attraverso lo spazio e il tempo, fino alluniverso intero e determinano la propria realizzazione.
Il mantra operativo dei supereroi avere una debole intenzione, poi lasciare andare e fluire, permettendo alluniverso di badare ai dettagli. gli ostacoli non sono altro che opportunit per la
creativit. Ci significa non perdere di vista il risultato desiderato,
mentre ci si sente a proprio agio anche in uno stato di incertezza,
lungo il cammino. i supereroi non devono risolvere tutti i misteri
della vita perch lo sono essi stessi. In virt di questa consapevolezza, imparano a fare meno e a realizzare di pi e alla fine a non
fare niente e a realizzare il massimo.

122

n verit, il potere dellintenzione la legge principale che


alimenta tutti i supereroi, non solo il dottor strange. il loro
obiettivo di mobilitare le forze del bene per sconfiggere il
male. Sebbene la comprensione e la padronanza delle altre leggi
spirituali, Equilibrio, Trasformazione, Forza, Amore, Creativit e
Trascendenza siano il fondamento della loro estesa consapevolezza, lintenzione il potere galvanizzante che innesca le loro azioni.
Ci che differenzia i supereroi da questo punto di vista il modo
in cui l attivano. il dottor strange appartiene a due mondi, in parte
scienziato e in parte stregone. la sinergia di questi due ambiti
il vero laboratorio dove vengono creati i suoi poteri. Quando si
trova davanti a un avversario malvagio, il dottor strange attinge
la sua forza da un mondo invisibile di magia a cui pu accedere
in qualsiasi momento, grazie alladdestramento con il suo antico
mentore. I fumetti lo dipingono come un luogo di portentose forze
invisibili, dove le leggi della fisica si piegano e tutto possibile.
una volta che ha imparato a usare i propri poteri, il dottor strange
non deve cadere in un profondo stato meditativo per viaggiare nel
regno della magia e recuperarli. infatti, ben presente nel mondo
reale e interagisce con i suoi fratelli supereroi lottando contro i
loro acerrimi nemici e avendo contemporaneamente la capacit di
accedere al mondo magico tutte le volte che ne ha bisogno.
cos che funziona il potere dellintenzione. Quando ne conosci i meccanismi e sai come connetterti con il campo infinito della
coscienza attraverso latto della riflessione (che puoi rifinire con

123

lesercizio costante della meditazione), alla fine la sua presenza


permea tutta la tua vita. Non c pi bisogno del rituale perch ora
il campo della coscienza sempre dentro di te, anche se ti trovi
nel bel mezzo di un posto come Times Square. In questa distesa
silenziosa, infinitamente fertile, piantare il seme dellintenzione e
raccoglierne i frutti un processo ininterrotto.
Il miglior esempio rappresentato dal pi grandioso superpotere mai esistito: la creazione delluniverso stesso. Nel Vangelo di
Giovanni, viene descritto cos: Allinizio era il Verbo e il Verbo
era dio. allo stesso modo, negli antichi testi indiani viene detto
che il signore Brahma (il Creatore) pronunci la parola bhur, e
fu la terra; bhuvah, e fu latmosfera; swar1 e fu lo spazio.
Da sempre i supereroi, dalle divinit greche fino a Harry Potter, nascondono le loro intenzioni dietro alle parole in forma di
incantesimi, formule magiche, sortilegi, preghiere, affermazioni
e persino maledizioni che attivano i loro poteri. Quando Billy
Batson pronunciava la parola Shazam, si trasformava in Capitan Marvel e veniva dotato dei seguenti superpoteri:

S
H
A
Z
A
M

La saggezza di Salomone
La forza di Ercole [Hercules]
La resistenza di Atlante
Il potere di Zeus
Il coraggio di Achille
La velocit di Mercurio

1 . Ndt: le tre parole bhur, bhuvah e swar rappresentano rispettivamente la terra


(materia), l atmosfera (il piano vitale, il regno del divenire o del prana, del respiro)
e lo spazio (il paradiso, il piano mentale, il regno dell illuminazione) .

124

Di conseguenza, non cerano molte cose che Capitan Marvel


non potesse fare. Come tutti i supereroi, con il potere dell intenzione mettono in guardia luniverso. E se questi propositi emergono in modo altruista e disinteressato, mettono a segno la loro
stessa realizzazione. Luniverso si occupa dei dettagli.
Tutti i supereroi hanno unattenzione mirata. Ci significa che,
sebbene possano desiderare delle cose per il futuro, la loro attenzione sempre rivolta al presente e questa una componente fondamentale perch la loro intenzione si realizzi. Attenzione mirata
significa che, a prescindere dai vortici e dai flussi delle emozioni,
dalle attivit o da qualsiasi cosa accada, la sua qualit non viene
mai meno. inflessibile, profonda e stabile nella sua precisione
e focalizzazione sul risultato desiderato. Ciononostante non rigida o incapace di essere elastica; in verit proprio il contrario.
I supereroi considerano ogni sfida lungo il cammino che li porta
verso il risultato desiderato come un occasione per esprimere la
propria creativit, senza per perdere di vista il risultato. Sanno
che il percorso verso qualsiasi destinazione non mai fisso e che
la flessibilit, la creativit e lassenza di pregiudizio garantiranno
loro la via per il successo.
tuttavia, su quella stessa strada, sono incrollabili nella loro
visione della destinazione finale, non abbandonano mai la prospettiva generale secondo la quale ogni passo esiste all interno di
un contesto pi grande.
Come la Legge della Forza, anche quella dellIntenzione si manifesta attraverso la sicurezza di s, la precisione, lenergia vitale
e il carisma, ma anche tramite l onest , l integrit e la sincerit . i
supereroi sanno che ogni parola che pronunciano infusa del po-

125

tere dellintenzione. Perci le scelgono con saggezza e sono cauti


nellutilizzare termini dotati di forza distruttiva. Tendono a evitare il linguaggio volgare, le parole piene di rabbia e le ripetizioni.
Il che significa che ora farei meglio a chiudere questo capitolo!
Le caratteristiche pratiche della Legge dellIntenzione sono
straordinarie. impariamo a concentrarci, a chiarire i nostri scopi,
ad agire correttamente e a manifestare la vita che vogliamo. esercitarla ci garantisce laccesso diretto allintelligenza della natura. Ci
costringe a capire cosa vogliamo davvero e ci permette di ottenerlo.
Per padroneggiare questo potere, non devi mai forzare lintenzione. Piuttosto, esercitati come segue.
1 . Pianta il seme dell intenzione interrogandoti con
calma e lasciando che le risposte vengano da s.
siediti in tranquillit . Concentrati sul cuore. placa la
mente seguendo il ritmo del tuo respiro e poi chiediti: Che cosa voglio?. Ascolta la risposta che affiora spontaneamente, senza cercarla, e avrai seminato
lintenzione nelle profondit della coscienza. Devi
solo chiedere e restare in silenzio per qualche minuto, dopodich lascia andare la presa. Allora la vita
si muover in modo naturale portandoti la risposta
che desideri. pu manifestarsi sotto forma di nuove
situazioni, circostanze, relazioni, incontri fortuiti o
salti dellimmaginazione, intuizioni, creativit. Questa la coscienza magica.
2 . Non piantare mai il seme dell intenzione con egoismo
o forza . Come un bravo giardiniere, semina ponendo
126

una domanda e restando in ascolto, senza fare altro. I


bravi giardinieri piantano i semi e li nutrono con l acqua. Non smuovono il terreno ogni giorno per vedere
come sta andando la crescita. Cos, anche tu, pianta il
seme nel cuore e nutrilo con lesercizio del silenzio e
della calma, certo del fatto che non solo stato seminato ma anche che sta a germogliando.
3 . Distaccati dal risultato. i bravi giardinieri sanno che
il seme fiorir quando arriver la stagione giusta. Allo
stesso modo le tue intenzioni si manifesteranno al
momento opportuno. in ogni seme c la promessa di
migliaia di giardinieri, e in ogni domanda c la promessa di migliaia di manifestazioni. I supereroi hanno fiducia in se stessi e non dubitano mai. Se e quando hanno un dubbio, dubitano del dubbio. il mantra
per esercitare il potere dellintenzione : Esprimi la
tua intenzione, distaccati, lasciala andare cos seguir
il suo corso.

127

7
La Legge
deLLa trascendenza
La Legge della Trascendenza sta al centro
della reale identit dei supereroi, e anche della
nostra. La capacit di accedere al trascendente
il primo passo verso la conoscenza di te stesso
e la realizzazione del tuo pieno potenziale.
In questo modo, i supereroi possono entrare
dentro di loro, superando i passaggi segreti
e i solai della mente infestati di fantasmi,
e raggiungere il silenzio puro, lEssere.
Non hanno bisogno di guardare il mondo
e la sua confusione per poi ritirarsene. Al
contrario, con la Legge della Trascendenza,
affrontano il caos e capiscono di essere sia
cittadini che padroni di quel disordine.

al momento che mia madre era semi devota al dio


indiano ram, le storie sulle sue numerose avventure
erano onnipresenti nella mia vita durante la fase della
crescita in india. lo status di ram nel pantheon delle divinit
indiane molto elevato perch le persone possono rapportarsi a
lui. sebbene abbia origini divine, la sua indole e le sue fatiche
quotidiane sono decisamente umane. Nella sua ricca mitologia
interpreta di volta in volta il ruolo di marito, fratello, padre e leader e in alcuni momenti alle prese con ciascuno di essi. la sua
ricerca epica per salvare la moglie Sita dalle grinfie del demone
Ravan la storia pi simbolica della sua leggenda, un racconto
intricato pieno dazione, tragedia, teatralit, trionfo, fede, fratellanza, amore, romanticismo, tradimento e molto altro.
tuttavia, la mia storia preferita una molto meno spettacolare,
almeno in superficie. Si sviluppa quando Ram ancora ragazzino,
erede al trono del regno dove vive. suo padre, il re, vedendo che
il figlio si sente afflitto allidea del grande fardello che un giorno
gli spetter in qualit di principe, lo manda nella foresta a cercare
il grande saggio Vasishta. sa che costui pu insegnargli le vie
del mondo. Ram, giudiziosamente, segue le istruzioni del padre
e dopo qualche giorno trascorso a farsi strada nella fitta foresta,
incontra Vasishta, che vive in una piccola caverna, passando la
maggior parte del tempo in profonda meditazione.
ram riconosce il vecchio e si getta ai suoi piedi. China il capo
in segno di sottomissione e gli chiede di fargli da maestro. il sag-

130

gio scruta il ragazzo e istantaneamente distingue in lui il divino.


Ride di gioia e gli dice di alzarsi.
tu sei un dio, cosa potrebbe mai insegnarti un vecchio come
me?! esclama.
Ram resta a terra, ma alza la testa e fissa Vasishta con rispetto.
la prego, signore, anche un dio ha bisogno di un maestro. devo
ricordarmi chi sono.
Vasishta sorride. acconsente a fargli da maestro. per alcuni la
conversazione che scatur tra Ram e il suo guru dur anni, per altri, decenni e per altri ancora, secoli. Ci sono persone che credono
che il dialogo tra i due continui ancora oggi e che lesistenza del
cosmo stesso sia largomento della loro conversazione.
C un resoconto di una parte di questo colloquio, un antica
scrittura chiamata Yoga Vasishta . Nella cultura occidentale, lo
yoga conosciuto come esercizio fisico che richiede sia equilibrio che flessibilit, ma il vero significato di questa parola disciplina spirituale . lo scopo di tutte le discipline spirituali e dei
vari tipi di yoga (bhakti, gyan, kama, karma ecc.) la reale comprensione della coscienza. Quindi, lo Yoga Vasishta a tutti gli
effetti un trattato tra il dio e il suo maestro circa la natura della
coscienza. un manuale per Ram, un libro guida che lo istruisce
su come fare ritorno dentro di s per scoprire la propria anima e
trovare tutte le pi profonde verit sullesistenza. Grazie a esso, il
dio riesce a ricordare la sua vera identit attraverso la quale pu
conoscere la sostanza autentica di ogni cosa. Il passo forse pi
famoso dello Yoga Vasishta recita: io sono questo. tu sei questo.
tutto quanto questo. solo questo . se capisci veramente queste parole, hai compreso tutto quello che c da sapere.

131

a Legge della Trascendenza sta al centro della reale essenza dei supereroi, del nostro vero essere. Non tanto
un potere da esercitare e nemmeno un catalizzatore che
genera qualche forza esotica. un pilastro nella natura dellesistenza, il fondamento sul quale viene costruita ogni altra cosa.
anche la qualit pi spirituale di tutte e lapprofondiremo mano a
mano che procederemo con il capitolo.
Owen Reece, uno scienziato dallaspetto un po sfigato, crea
per caso un supereroe quando accede a una realt parallela conosciuta solo con il nome di Arcano. Forze ed elementi di questo
regno iniziano a fondersi attorno a un solo essere che alla fine
diventer noto come lArcano. Inizialmente, questo essere di
energia al di l della distinzione tra maschio e femmina, bene e
male e persino oltre lo status di eroe e antieroe, ma gradualmente
conquista una certa comprensione nonch unisolata consapevolezza o punto di vista. Anche quando inizia a prendere parte ai
conflitti tipici del supereroe (si batte contro i cattivi e affronta le
sfide poste dal mondo degli umani) ha sempre dentro di s la consapevolezza del grande arcano e degli aspetti di pura potenzialit,
coscienza espansa e guida superiore che esso comporta. Queste
qualit trascendono la dualit e il paradosso in cui sono imprigionati tantissimi esseri umani e lo dotano di un superpotere ultimo
e definitivo che allorigine di tutti gli altri.
la storia dell arcano mi piacque subito, non appena gotham
la condivise con me. Non solo perch egli stesso una metafora

132

perfetta del concetto di trascendente, ma anche perch la storia


della sua origine organicamente legata all esperimento scientifico finito male. proprio nella connessione tra spirituale e razionale che risiede davvero il trascendente.
La realt quotidiana fatta di oggetti che esistono nello spazio
e nel tempo. Hanno confini ben definiti, sono materiali, temporanei, soggetti alla caducit e risentono del flusso del tempo lineare
nel quale ci sono relazioni fisse di causa ed effetto. Gli oggetti
vengono osservati da esseri coscienti dotati di un corpo fisico.
Questi ultimi rappresentano tutte le forme di vita, dagli insetti
agli esseri umani che si trovano al vertice della gerarchia. Ci che
distingue gli uomini da tutte le altre creature viventi il sistema
nervoso che permette loro di essere consapevoli di se stessi.
I supereroi sanno che laspetto materiale dellesistenza unillusione, in quanto si tratta della proiezione dei livelli pi profondi. sotto a quello materiale si trova il livello dell energia. e ancora pi in profondit c quello dellintelligenza e della coscienza.
Un pensiero nasce dalla coscienza, diventa energia sotto forma di
parola o azione e alla fine si manifesta come realt in una nuova
esperienza nel mondo della materia.
Come abbiamo visto, i supereroi si rendono conto che tutti gli
oggetti fanno parte del campo sconfinato di energia che permea
l universo. anche il corpo e la mente dei supereroi sono inseriti
in questo campo di energia e quindi hanno la capacit di attingere
a questa riserva infinita, diventando onnipotenti.
Il livello di esistenza al di sotto del mondo degli oggetti e del
campo di energia il pi importante e rappresenta la fonte della
vita. Come abbiamo gi detto, si tratta del S, ovvero un campo

133

di coscienza trascendente. Trascendente significa eterno, che


non esiste nello spazio e nel tempo. Il S non ha inizio n fine e
nemmeno confini spaziali. Coscienza il suo vero nome. Cos
come il DNA si differenzia nei miei occhi, nei capelli, nella pelle,
nel fegato, nella milza, nei reni e in tutte le parti meravigliose che
compongono il mio corpo, la coscienza si diversifica nei frammenti che formano la nostra realt complessiva. Ci che vedo,
sento, odoro, gusto e tocco, i miei umori e le mie emozioni, il
mio comportamento, il modo che ho di interagire e le relazioni
interpersonali che ne derivano sono tutti aspetti diversi della coscienza. Potrebbero apparire come elementi distinti e separati, ma
non lo sono.
Questo campo trascendente anche consapevole di s e coincide con il suo conoscitore. A questo livello, spazio, tempo, energia
e informazioni si dissolvono nella cosiddetta singolarit. In altre
parole, diventano uno, pertanto esistono come pura possibilit o
puro potenziale. Questo livello di esistenza tutto lincommensurabile che fu, e sar . i supereroi sanno che questo campo di
infinite possibilit la loro vera identit e che possono accedervi
in ogni momento e in qualsiasi circostanza. Lo fanno mantenendo
il proprio equilibrio e vivendo al massimo delle possibilit .
Quello che ho descritto sopra in termini tecnici a volte assume un nome diverso, un supereroe che ispira alternativamente
timore reverenziale o disagio a seconda del tuo punto di vista.
Quel nome Dio. Se lo definisci come una figura paterna avvolta
in una veste fluttuante seduta tra le nuvole, allora la mia descrizione non uguale alla tua. Se sei a disagio con lidea di Dio,
allora puoi usare la frase interrelazione non-causale, non-locale

134

e meccanico-quantica per identificare questo stato trascendente


di consapevolezza. Non-causale perch senza causa; nonlocale perch trascende lo spazio e il tempo; meccanico-quantico perch un livello fondamentale di esistenza e interrelato
perch ogni sua parte interrelata e codipendente da ogni altra.
Comunque tu voglia chiamarlo, questo il mondo dove si
nascondono i supereroi e dove troviamo i termini e le idee che
cercano di rendere accessibili attraverso la propria anatomia e il
proprio essere. se fatti bene, i grandi miti producono grandi metafore. Le leggende pi grandi sono quelle create attorno ai personaggi che pi idealizziamo, dallArcano a Batman, da Budda a
Icaro, da Iron Man a Ges fino a Jean Grey.
Jean Grey, uno dei personaggi che Gotham ha voluto condividere con me, appartiene a un gruppo particolare di supereroi
che, a mio avviso, come l arcano, hanno davvero capito tutto .
dotata di poteri telepatici, fa parte della banda simbolo di supereroi, gli X-Men. durante una missione, per salvare altri membri
della squadra che sono stati rapiti dalle sentinelle e imprigionati
nello spazio cosmico, Jean si offre volontaria per pilotare la navicella usata per salvarli. La missione ha successo, ma Jean Grey
non riesce a sopportare le radiazioni alle quali viene esposta durante la fuga rocambolesca. Malgrado sia consapevole di avere il
destino segnato, incrollabile e si sacrifica per la sopravvivenza
dei suoi compagni.
Ma mentre sta morendo, compare un entit cosmica nota come
[Forza della] Fenice. Jean Grey si fonde con essa e ne assume il
nome, mentre il suo S smette di essere individuale. Sotto queste
nuove vesti, assorbe le caratteristiche del cosmo diventando un

135

essere dal potere illimitato, dalla consapevolezza incontaminata e


dal potenziale infinito. Il corpo di un singolo essere non pu pi
contenerla. Ha fatto breccia nella natura della coscienza medesima, andando al di l del bene e del male, del sacro e del profano,
del divino e del diabolico. Rappresenta lequilibrio infinito, eterno, non-locale, indivisibile e soggiacente in tutte le cose, radicato
in ogni essere e in ogni cosa. Come viene detto di dio stesso
nella sacra Bibbia, lei l alpha e l omega, il primo e l ultimo,
linizio e la fine. Oppure, come dichiara Krishna sul campo di
battaglia di Kurukshetra, il tempo inesauribile, il creatore le
cui facce guardano in tutte le direzioni.
I pi grandi supereroi come Jean Gray e lArcano trattengono
frammenti dellespansione infinita della coscienza dentro di s.
Sono in contatto con quel regno della consapevolezza che va al di
l di ci che misurabile e che lincarnazione della pura potenzialit. La loro coscienza pura, un campo di possibilit e infinita
creativit . da questo stato dell essere, i supereroi agiscono con
mente aperta e ogni decisione che prendono in armonia con
l universo. sanno che le battaglie e gli scontri che intraprendono
persino contro i pi acerrimi nemici non sono altro che conflitti
interiori, l incessante vorticare e oscillare tra le energie luminose
e oscure del loro stesso essere.
Mi rendo conto che molte delle idee espresse qui sono un eco
di quelle articolate nei capitoli precedenti. Non un caso. le sette
Leggi dei Supereroi sono strettamente connesse, perch sorgono
da ununica premessa: la realt la proiezione di una sola intelligenza che soggiace a tutta lesistenza. Vale la pena ripeterlo continuamente, perch questo il principio attraverso il quale pos-

136

siamo comprendere e sperimentare ogni cosa. sebbene l idea di


un campo di coscienza infinita dal quale tutto deriva sia a tutti gli
effetti un atto di flessibilit intellettuale, la verit che lo sai gi.
Tu stesso ne sei unespressione e la sua essenza pulsa senza posa
attraverso di te. Vorrei tornare a questa rivelazione per unaltra
via, esplorando le complicazioni del trascendente, il modo spontaneo con cui lo riflettiamo e come ci spostiamo al suo interno per
raggiungerne la massima espressione.
un corpo umano pu pensare, suonare il pianoforte, uccidere
i germi, eliminare le tossine e generare un bambino tutto contemporaneamente. Mentre lo fa, ritrova i cicli temporali fondamentali
che governano la terra e l universo nel quale si trova. essi comprendono i ritmi circadiani, vale a dire i battiti ciclici che misurano i processi biochimici, fisiologici e comportamentali di tutte le
creature viventi sulla terra. Comprendono anche l avvicendarsi
delle stagioni che dipende dalla rotazione del Pianeta attorno al
sole, e la regolarit delle maree che deriva dai complessi effetti
gravitazionali del Sole e della Luna (cicli lunari) e di altri corpi celesti sul nostro pianeta e le sue acque. esistono all incirca
un centinaio di ritmi di cui parlano i cronobiologi. tutti insieme,
rappresentano la pulsazione che anima il nostro cosmo dandogli
vita e respiro, dal movimento delle stelle e dei pianeti, al passaggio delle stagioni, dai flussi e riflussi degli oceani, a ogni altro
elemento in natura. tutti questi ritmi sono intrecciati tra loro in
una correlazione perfetta: lunica spiegazione sensata per come
tutto questo funzioni a meraviglia lesistenza di una intelligenza
profonda che lo sostiene e lo coordina. esiste un direttore che
comanda la sinfonia del cosmo ed il trascendente.

137

Il genio ultimo che muove i fili la materia di cui sono fatti i


pi grandi supereroi (buoni e cattivi). Questa intelligenza esiste
anche dentro di te, in attesa di essere scoperta e utilizzata. La puoi
attivare attraverso lesperienza sensoriale (vista, udito, olfatto,
gusto e tatto). Mentre leggi queste pagine, concentra lattenzione su chi sta eseguendo la lettura. Quel rumore che hai appena
sentito provenire fuori dalla finestra: chiediti chi lha udito effettivamente. In ogni istante di interazione con il mondo circostante,
valuta chi sta interagendo davvero. Quello il tuo vero io, un
frammento di coscienza che prende forma nel mondo.
Quando cominci a vedere e a sperimentare il mondo coscom ,
vale a dire sotto forma di flusso di energia e informazioni, tutto cambia. Contrariamente a quanto sostengono alcuni dei nostri
grandi miti, l universo non ha avuto origine una volta, tanto tempo
fa, ma piuttosto viene costantemente creato e ricreato. i supereroi
hanno la capacit di resistere in mezzo a questa tempesta di cambiamenti, di osservarla ed esercitare i poteri in grado di influenzarla. Abbiamo gi analizzato alcune di queste leggi (Creativit, Forza, Intenzione), ma la capacit di esprimerle affonda nellabilit di
essere radicati nello stato trascendente della coscienza.
Per comprendere il trascendente, pensa allinfinita improbabilit di circostanze, sincronicit, miracoli, energie sismiche
immani ed eventi cosmici titanici che sono dovuti accadere per
determinare questo momento, la tua esistenza racchiusa in esso
e tutte le relazioni, esperienze e interazioni che ti compongono.
tu sei il risultato e il culmine di ogni istante precedente a quello
attuale: una vasta cospirazione orchestrata dalluniverso che ha
generato la tua vita. un pensiero alquanto sconcertante, eppure

138

afferma il fatto che la tua esistenza non altro che lestensione


del cosmo in generale. se uno qualsiasi degli istanti prima di
questo fosse stato diverso, persino in minima parte, ora non saresti cos come ti conosci.
Come gi detto, una delle caratteristiche del trascendente la
coscienza di s. Prendendo ancora in prestito le parole di Krishna
sul campo di battaglia di Kurukshetra, ecco come lo descrive al
meglio quando dice al suo protetto arjuna: sto per darti occhi
divini, e quando lo far, vedrai il mondo com veramente. abbiamo gi evidenziato in precedenza che, sebbene tutti gli esseri
viventi siano unespressione della coscienza, la capacit degli uomini di avere consapevolezza di s una cosa straordinaria ed
un attributo del trascendente che si esprime solo attraverso di noi.
Ci facciamo domande che nessun altra specie si pone.
Chi sono?
Perch sono qui?
la mia vita ha un senso e uno scopo?
Che cosa mi succeder dopo la morte?
esiste una divinit ? e se cos, mi ama?
Spesso queste domande vengono definite interrogativi spirituali. Germinano dallesistenza della nostra anima, un altro sinonimo del trascendente. Ed l che risiede il pi grande potere dei
supereroi: la reale e intima connessione con la loro anima, quello
stato di coscienza sotteso ai sensi, il burattinaio che muove i fili
139

e infonde la vita in quel sacco di pelle e ossa o nella tuta e nel


mantello simbolici che indossano i supereroi. quella presenza
dentro di te che sempre stata l: quando eri un bambino, un adolescente e anche adesso. Quella presenza davvero trascendente:
era l prima ancora che nascessi e sopravvivr alla tua morte. Nascita e fine non sono che parentesi nella presenza eterna della tua
anima, che non appartiene n a te, n a nessun altro. una caratteristica del regno universale di cui tutti facciamo parte.
La tua anima non una qualcosa di materiale. il potenziale di
tutte le cose. onnisciente perch conosce le correlazioni, nel senso
che contiene informazioni non come Wikipedia, ma in modo intuitivo. la fonte dellintuito, dellintenzione, dellintuizione, dellimmaginazione, della creativit, del significato, dello scopo e delle
decisioni. la tua anima crea insieme a dio e contemporaneamente
coesiste con tutte le Sue creature. In breve, la fonte della coscienza.
Le tradizioni spirituali indiane prevedono sette stati di coscienza. Il primo lo stato di sonno profondo: anche in questo caso
presente una parte di coscienza. Se, per esempio, venissi da te mentre stai dormendo e gridassi che la tua casa sta andando a fuoco, tu
ti alzeresti istantaneamente e ti metteresti a correre. Il secondo stato
di coscienza quello del sogno. anche qui presente un certo livello di consapevolezza. Infatti, costruiamo unintera realt quando vi
siamo immersi. per esempio, una volta ho sognato di trovarmi in
pebble Beach a giocare a golf con Clint eastwood durante un torneo. segnai un punteggio fantastico e battei sia lui che tutti gli altri
avversari, andando via con il trofeo. la mattina successiva, quando
mi svegliai, capii che Clint eastwood, il trofeo, pebble Beach, io e
tutti gli spettatori in tribuna non erano altro che un mio riflesso. Ero

140

sempre io. avevo creato tutto di sana pianta. il mondo del sogno
non altro che un ombra della realt reale, a prescindere da quanto
possa essere percepita e vissuta.
Il terzo stato quello di veglia. tuttavia, se vivi in modo incosciente, allora ti trovi in un sogno a occhi aperti . C una storia
su Budda che ci aiuta a capire lo stato di coscienza che dovrebbe
essere presente nella veglia.
Budda morente. Il suo discepolo pi devoto, Ananda, va da
lui, sperando di ottenere le ultime perle di saggezza dal suo maestro. Gli chiede di dirgli chi sia veramente. Allinizio, Budda
resta in silenzio.
dopo un istante, ananda chiede: sei dio? .
Budda scuote delicatamente la testa e risponde: No.
ananda chiede ancora: sei un profeta? .
e Budda risponde: No.
ananda continuna: sei un messia? .
Budda scuote ancora la testa in segno di diniego.
Ananda sempre pi frustrato. Ti prego, dimmelo! Chi sei?,
lo supplica.
Budda allora risponde: sono sveglio.
Questo tutto ci che siamo davvero, un campo di coscienza
che attende di essere svegliato. tuttavia, la maggior parte delle
persone resta addormentata, all oscuro della propria reale identit. Malgrado gli individui abbiano in s il potenziale per essere
veri e propri supereroi, passano lesistenza bloccati nel loro alter
ego, nel Clark Kent di superman.
il quarto stato la coscienza dell anima. Walt Whitman, quando
speriment per la prima volta la sua anima, disse: Non credo di es-

141

sere sveglio, perch tutto mi appare come mai prima; oppure sono
sveglio per la prima volta e tutto quello che stato prima non era
che mero sonno. Siamo nel bel mezzo del mero sonno e ci viene
chiesto di svegliarci se vogliamo intraprendere il cammino che ci
porter alla scoperta del nostro vero S. Questo stato di coscienza
ci avverte che quelli precedenti non sono altro che illusioni.
Iniziamo a percepire la realt pi profonda che orchestra il
mondo fisico. Il velo che separa il regno materiale da quello spirituale si lacera. Cos come dobbiamo svegliarci dallo stato del sogno per poter sperimentare la coscienza vigile, dobbiamo destarci
da quello che chiamiamo stato di veglia per intravedere il nostro
spirito, il nostro S interiore. Questa fase si chiama intravedere
l anima ed essere in contatto con essa.
Il quinto stato viene definito coscienza cosmica: lo spirito riesce a contemplare il corpo materiale. La tua consapevolezza va al
di l del semplice essere sveglio fisicamente e intravedere lanima. in questo caso sei desto e consapevole del tuo posto in quanto parte dello spirito infinito. Cos si spiega il motto evangelico:
sono nel mondo ma non gli appartengo.
puoi contemplare il corpo mentre sogna e contemporaneamente osservare il sogno. lo stesso accade nello stato di veglia
cosciente. La tua coscienza ha due caratteristiche, locale e nonlocale allo stesso tempo. l intuito, la creativit , la comprensione
aumentano. In virt di tutto questo, cresce anche la frequenza delle cosiddette coincidenze.
La coscienza cosmica porta al sesto stato, chiamato coscienza
di Dio. Chi osserva diventa sempre pi sveglio. Non solo percepisce la presenza dello spirito dentro di s, ma inizia a sentirla in

142

tutti gli altri esseri. se guardi un chicco di riso, non lo vedi solo
per quello che , ma vedi anche il contadino che lo ha prodotto e
i suoi avi e i discendenti che faranno parte della ancor pi grande
orchestrazione che ha portato alla sua esistenza. In quel chicco di
riso individuerai anche la luce del sole, la terra, l acqua, il vento
e l aria che hanno cospirato per crearlo: l intero universo si manifesta fuggevolmente in un solo granello. riconoscendo tutto questo, sei in grado di smascherare la realt e sentire la presenza di
Dio ovunque. In questo stato di coscienza, non difficile trovare
il Divino, anzi impossibile evitarlo, perch non c posto in cui
tu possa andare dove non ci sia anche lui.
E infine, il settimo stato si chiama coscienza dell unit ed
noto anche come illuminazione. Lo spirito di chi osserva e quello insito nell oggetto contemplato vengono percepiti come fusi in
un tutt uno. Quando ci accade, vedi il mondo come un estensione del tuo stesso essere e ti rendi conto che esiste un solo testimone di tutto: quel testimone sei tu. in questo stato, i miracoli sono
allordine del giorno, ma non sono nemmeno necessari, perch il
regno infinito delle possibilit sempre a tua disposizione. Trascendi la vita. trascendi la morte. sei lo spirito che sempre stato
e sempre sar .
ricordo, molti anni fa in india, di aver assistito a un dibattito
tra il grande maestro Jiddu Krishnamurti e un fondamentalista
religioso. dopo un lungo botta e risposta, quest ultimo guard
Krishnamurti e dichiar: Sa una cosa? Pi lascolto pi mi convinco che lei sia un ateo.
Krishnamurti si gratt la testa e rispose: Un tempo lo ero, fino
a che non ho capito di essere dio.

143

Questa affermazione, ovviamente, infastid il fondamentalista che rest senza fiato: Allora lei nega la divinit di Krishna
[l equivalente hindu di Cristo]? .
Krishnamurti scosse il capo con forza: Cielo, no! Non sto negando la sua divinit, n quella di nessun altro!. Questo lo stato
che tutti noi cerchiamo.
Il fine ultimo dei supereroi raggiungere la coscienza dellunit, non attraverso lintelletto ma con lesperienza. In essa sono
racchiusi il potere infinito e la capacit non solo di guarire le ferite o di raddrizzare i torti, come noto che facciano i supereroi,
ma anche di influenzare le forze oscure e mantenere lequilibrio
di cui il cosmo ha bisogno per continuare a evolversi. i supereroi
lo fanno smettendo di soffrire. sanno che esistono cinque ragioni
fondamentali per lumana sofferenza.
1. Ignorare la natura essenziale della realt.
2. Aggrapparsi a ci che effimero, fuggevole e irreale.
3. Avere paura di ci che effimero, fuggevole e irreale.
4. Identificarsi con lallucinazione socialmente indotta
che l ego.
5. temere la morte.
abbiamo trattato la maggior parte di queste ragioni nel libro,
ma lultima dovrebbe essere quella pi palpabile e familiare. Tutti
noi, di tanto in tanto, ci guardiamo alle spalle e vediamo il principe
della Morte alle costole. dall ultima volta che l abbiamo intravisto, sembra essersi avvicinato, accorciando lentamente le distanze.
144

Siamo tutti nel braccio della morte; lunica incertezza la modalit di esecuzione e la durata del suo rinvio. Cos, molti di noi vanno
in giro con questa paura atavica, che la causa di tutte le altre: il
terrore dell ignoto. Ma cosa succederebbe se l ignoto diventasse
noto? Se riuscissi a trascendere questa esperienza di separazione
e capissi che non c niente di cui avere paura? se ti conoscessi
davvero per quello che sei in realt ? Cosa accadrebbe allora?
Ora pi che mai dobbiamo essere in comunione spirituale con
il nostro S trascendente: connetterci con lanima e abbracciare il
S supereroe. Non dobbiamo guardare il mondo, vederne il caos
e arretrare. dobbiamo affrontarlo e comprendere noi stessi come
cittadini di quella confusione e dominarla.
Nelle pagine precedenti, con laiuto di mio figlio Gotham e
attraverso il caleidoscopio di alcuni grandi creatori di miti e supereroi, ho tentato di identificare e descrivere alcune delle qualit
principali che ci permettono di raggiungere il nostro potenziale
pi elevato. Ti suggerisco caldamente di leggere pi volte queste
pagine per raffinare la pratica delle leggi che abbiamo analizzato.
mia convinzione che questo sia il cammino verso un futuro pi
olistico e potente, un mondo che omero e altre menti simili non
potevano che sognare.
Come nelle grandi storie a fumetti, le conseguenze per non aver
perseguito il nostro pieno potenziale potrebbero essere terribili.
Chiudere un occhio su quale sia e su noi stessi rischia di frammentare la nostra anima collettiva. Questo il baratro sul quale
ci troviamo, il culmine di un Armageddon dellanima. in tempi
come questi che emergono i grandi eroi capaci di guarire le nostre
ferite collettive. ora conosci le abilit che servono per essere uno.

145

lo sarai?
la capacit di accedere al trascendente il primo passo verso
la conoscenza di te stesso e la realizzazione del tuo pieno potenziale. Significa andare dentro di s, oltre i passaggi segreti, i
corridoi oscuri e i solai della mente infestasti di fantasmi, fino a
raggiungere il silenzio incontaminato, o lEssere. Essere, dopo
tutto, la cosa pi importante e precede latto di sentire, pensare
e fare. Per essere e basta e sperimentare il campo infinito delle
possibilit, coltiva il silenzio.
1 . Fai della consapevolezza una parte della vita quotidiana. sii consapevole del tuo respiro, delle sensazioni fisiche, dei suoni, dei sospiri, delle forme,
dei colori, dei sapori e degli odori. in questo modo
determinerai il risveglio di esperienze sensoriali potenti attraverso lattenzione. La forma pi elevata di
intelligenza umana la capacit di osservare te stesso
senza giudicare.
2 . Medita in silenzio . La tecnica di meditazione soham una delle pi facili e profonde e puoi impararla da solo. So-ham significa Io sono Lui. Esercitandoti, non fai altro che ricordare a te stesso il tuo
livello base di esistenza. Ecco alcune istruzioni per
praticare la meditazione so-ham:
siediti in una posizione comoda;
appoggia le mani in grembo o sulle gambe, con i palmi
rivolti verso lalto;

146

chiudi gli occhi e inizia a osservare il tuo respiro;


osserva lingresso e la fuoriuscita dellaria senza cercare
di controllarla in nessun modo. potresti notare che la respirazione accelera o rallenta spontaneamente, si fa pi
superficiale o pi profonda e potrebbe anche sospendersi
per qualche secondo;
osserva questi cambiamenti senza opporre resistenza n
anticiparli;
quando lattenzione viene distolta dalla respirazione da
un suono nellambiente, una sensazione del corpo o un
pensiero nella mente, riporta delicatamente la tua consapevolezza sul respiro;
introduci il mantra so-ham, che il mantra del respiro.
In modo naturale, il so si allineer con linspirazione e
lham con lespirazione;
gradualmente, e in modo naturale, sia il mantra che qualsiasi altro pensiero si allontaneranno e tu sperimenterai
lo stato fondamentale della coscienza;
prosegui la meditazione per 15, 20 minuti, o per il tempo
che ritieni giusto per te, poi distaccati con delicatezza,
prendendoti un minuto o due in pi prima di riprendere
le normali attivit .
3 . Sii consapevole dell intelligenza della natura e stringi con essa un legame profondo . Lintelligenza del
creato racchiuso in ogni cosa (nelle foglie e nei fiori,
nelle piante e negli animali) e in ogni essere senzien147

te. Ci non significa che devi conoscere la loro biologia. Limitati ad apprezzare la perfetta espressione
delle leggi della natura e della sua intelligenza in tutto
quel che esiste attorno a te. Fai una passeggiata nel
parco. Vai in una zona selvaggia. la tua fonte. Non
analizzare, valutare, etichettare, giudicare o descrivere. Cerca solo di osservare ed essere. Lintelligenza
della natura fluir attraverso di te.

148

come attIvare
IL cerveLLo da suPereroe

el corso degli ultimi anni, c stata un esplosione di


nuove informazioni nel campo della neuroplasticit.
Gli scienziati hanno scoperto che il cervello non
una struttura anatomica fissa quanto un insieme di processi fluidi e interconnessi tra loro che incarnano il flusso di energia e
informazioni al nostro interno, e tra noi e il mondo esteriore.
Il modo in cui pensi, senti, percepisci e ti relazioni influenza
e altera costantemente la cosiddetta struttura del cervello. la
ragione per cui la maggior parte delle persone sembra avere un
intelletto predisposto geneticamente sta nel fatto che rinforza
costantemente il legame con modelli di pensiero e di comportamento condizionati.
ecco una rapida suddivisione del cervello.
la corteccia prefrontale (la parte frontale del cervello subito dietro la fronte) ha la funzione di creare le rappresentazioni dellintenzione e della riflessione (tra le altre cose).

149

il cervello corticale, tra le altre cose, contiene la corteccia somatosensoriale che crea le rappresentazioni delle
esperienze sensoriali. Qui si trovano regioni particolari
dedicate, come le cortecce auditive e visive, dove togliere prendono forma suoni e immagini.
la corteccia motrice (proprio davanti alla corteccia somatosensoriale) responsabile dellesecuzione dei movimenti volontari.
il sistema limbico il luogo dell emotivit .
il cervello rettile o medio, che una estensione del midollo spinale a forma di patata, la sede di tutto ci che
ha a che fare con la sopravvivenza, comprese le reazioni
di fuga o di combattimento, i cicli di sonno e veglia, la
regolazione del respiro, lequilibrio dei composti chimici e degli elettroliti, gli impulsi sessuali e altri istinti
di base.
In altre parole, per ogni esperienza, azione e modo di mostrare attenzione e intenzione, c una rappresentazione in una parte
precisa del cervello. I supereroi sanno che le sensazioni, le emozioni, limmaginazione e i pensieri ne scolpiscono e modellano la
struttura. Possono attivare parti specifiche del cervello attraverso
la consapevolezza cosciente. Quindi, sono sempre al corrente di
quel che accade nella loro vita interiore, sapendo che non solo
plasma lattivit del loro cervello, ma si riflette anche nella vita
esteriore. Sanno che in ogni istante il mondo un riflesso del loro
stato d essere.

150

Attraverso diversi esercizi mentali e una vita consapevole,


possibile riprogrammare il cervello. i neuroni che si accendono
insieme, si programmano insieme. per riassumere:
provare gratitudine ha l effetto di stimolare il cervello limbico e di stimolare le emozioni nutrienti che rafforzano i meccanismi di autoriparazione e guarigione. Tieni un diario dove
esprimere riconoscenza, o semplicemente annotare le tue benedizioni e le tue fortune allinizio o alla fine della giornata;
meditare su atteggiamenti divini come amorevole gentilezza, gioia e serenit danimo rafforza ulteriormente la capacit del sistema limbico di guarire e creare relazioni salutari;
fare una scansione mentale del corpo concorrer a dare stabilit al sistema somatosensoriale;
visualizzare o immaginare diverse modalit sensoriali stabilizza differenti parti del cervello, rafforzando potenzialit
e creativit sopite;
lesercizio fisico, compreso il trattamento cardiovascolare
e il sollevamento pesi, migliora il funzionamento generale
del cervello;
lo yoga e le arti marziali rafforzano la coordinazione mentecorpo e risvegliano lintuito e la creativit;
la respirazione profonda e consapevole interrompe le reazioni condizionate.

151

Facciamo un passo avanti.


I seguenti esercizi ti permettono di riprogrammare il cervello
in modo che tu possa vivere una vita intelligente e creativa, infusa
di potere organizzativo e basata su valori platonici come lamore,
la bont, la verit, la bellezza e levoluzione. Comincia con una
meditazione quotidiana che ti far sviluppare ulteriormente il cervello da supereroe.
siediti tranquillamente su una sedia con i piedi ben saldi a
terra e i palmi appoggiati in grembo. la schiena dovrebbe
avere una posizione relativamente eretta per prolungare
letteralmente il flusso di energia attraverso il corpo.
Chiudi gli occhi.
Inizia a contare mentalmente alla rovescia, da cento a
zero. Ogni volta che ti distrai, ritorna al punto in cui hai
smesso di concentrarti. potresti sentire suoni nell ambiente circostante o provare sensazioni fisiche. Lasciali
andare e riprendi a contare.
Quando arrivi a zero fai una scansione del corpo: porta
progressivamente la tua consapevolezza alla punta dei
piedi, poi ai piedi, alle caviglie, ai polpacci, alle ginocchia, alle cosce, ai fianchi, alladdome, al torace, al collo, al viso e alla testa.
in ciascuno di questi punti, soffermati per qualche istante e fai attenzione se nasce qualche sensazione. Se succede, chiediti quale sia il retroscena di queste sensazioni.
Basta domandare. Non devi cercare le risposte.
152

una volta ultimata la scansione del corpo, rivolgi l attenzione al respiro. Chiedigli lentamente di rallentare.
Dopo 2 o 3 minuti, concentra lattenzione sul torace e
senti il battito del cuore prima come un suono, poi come
una sensazione. Chiedi al tuo cuore di rallentare.
Adesso, mantenendo la tua consapevolezza sul cuore,
suscita le emozioni come segue:
amore
gioia
pace
serenit d animo
armonia
allegria
esuberanza
estasi
potresti sussurrare mentalmente questi pensieri al cuore.
Se emerge qualche immagine, prestale attenzione.
Infine, mantenendo sempre la tua consapevolezza sul
cuore, evoca le figure dei grandi supereroi che ammiri e
osserva le loro gesta eroiche e compassionevoli nella tua
immaginazione.
dopo averlo fatto, rilassa il corpo e apri gli occhi.

153

Nel corso della giornata, quando non ti senti in equilibrio,


prendi coscienza delle sensazioni nel corpo oppure respira con gli
occhi aperti. di tanto in tanto, concentrati sul cuore e chiedigli di
rallentare. ricorda a te stesso che attivi diverse parti del cervello
semplicemente prestando loro attenzione. Gradualmente, noterai
lattivazione del tuo cervello da supereroe.
Puoi anche rafforzare le tue esperienze sensoriali facendo le
seguenti cose.
Pratica la meditazione so-ham per circa 5 minuti.
immagina diversi suoni: il rumore del tuono, una cascata,
il latrare di un cane, le campane di una chiesa, un colpo
di pistola, le sirene, il pianto di un bambino. Pi riesci a
immaginare di sentire i suoni della coscienza, pi i neuroni
nella corteccia auditiva si attiveranno e si programmeranno.
Immagina diverse sensazioni: toccare la ruvida corteccia di un albero, uno scialle di seta o un maglione di
cashmere; affondare le mani nella terra; sentire la sabbia
tra le dita dei piedi mentre cammini su una spiaggia; il
bacio tenero o una carezza di qualcuno che ami. Non c
limite alle esperienze mentali che si possono evocare.
Visualizza diverse forme e colori: una rosa rossa, un tramonto arancione, girasoli gialli, un prato verde, un oceano blu, un cielo indaco.
sperimenta i sapori con la mente: un limone aspro, fragole mature, cibo cinese all aglio, gelato al cioccolato, le
spezie indiane, la senape, larancia, lo zenzero.
154

sperimenta gli odori con la mente: la cucina di un ristorante, una foresta di pini, il profumo o la colonia preferiti, lo spogliatoio di una palestra.
esercitandoti in questo modo, coltivi una forma di pensiero
multisensoriale. Cos facendo, potenzierai la creativit e lintuito
e renderai la tua vita pi vibrante. Sarai sensibile alla ricchezza
e alla multisensorialit sia del tuo mondo interiore che di quello
esteriore. Piacere dei sensi ed esperienze ottimali saranno pi presenti in tutti gli aspetti della tua esistenza.
Infine, ecco qui dieci principi da osservare nel corso della vita
quotidiana che ti aiuteranno anche a plasmare il tuo cervello modificando il modo di percepire e di comportarti.
Per ogni prova
Esercizio:
Per tutto
Esercizio:
Quando il supereroe si trova davanti a una prova, la soluzione sempre quella di andare dentro di s.
Esercizio: Quando ti trovi di fronte a una sfida, non
reagire. Fermati, entra dentro di te e chiediti qual l occasione creativa che ti offre la situazione in cui ti trovi.
Ripeti la domanda fino a che non ti muovi spontaneamente verso la risposta.
155

per ogni cosa esistente esiste il suo contrario.


Esercizio: Quando affronti un momento di crisi, individua i fattori o le caratteristiche che contribuiscono alla
sua formazione. Concentrati sul loro contrario.
La percezione del supereroe scansiona lintera gamma
dellesistenza dalla cosa pi piccola a quella pi grande.
Esercizio: Considera ogni oggetto nella sua totalit .
sappi che in esso contenuto l universo intero.
Il supereroe non si lascia condizionare dallopinione
buona o cattiva degli altri.
Esercizio: Comprendi che solo l ego pensa in termini di
superiore o inferiore. a livello dell essere, non stai sotto
a nessuno.
Il supereroe non cede mai alla presunzione.
Esercizio: Non lasciarti ferire dal comportamento delle
altre persone.
il supereroe si assume i problemi del mondo.
Esercizio: Chiedi a te stesso come puoi aiutare, come
puoi servire.

156

Il supereroe sempre allineato con limpulso evoluzionistico.


Esercizio: In ogni situazione, chiediti quale sia il bene
maggiore.
il supereroe agisce in modo impeccabile, ma distaccato
dal risultato.
Esercizio: Concentrati sul processo, non sul risultato.
Il supereroe esprime la perfetta combinazione tra atto dinamico e calma mentale.
Esercizio: Persino nel mezzo del caos e della turbolenza,
devi essere testimone vigile delle tue azioni e reazioni.
il supereroe il miglior ascoltatore del mondo.
Esercizio: ascolta il tuo corpo. ascolta con il cuore,
con la mente, con l anima. Non esprimere alcun giudizio mentre lo fai.

157

Letture consIgLIate
suI suPereroI

hi legge fumetti sa che non possibile venire a capo di


un elenco definitivo delle migliori letture possibili. Ma
sempre divertente cercare di farlo.
Quella che segue una lista di una dozzina di fumetti moderni sui supereroi che hanno qualcosa da dire sulle leggi spirituali che guidano i loro grandi protagonisti. ti prego di tener
presente che questo elenco si riferisce solo ai fumetti moderni
occidentali e non sfiora nemmeno luniverso incredibilmente
prolifico delle storie che provengono dal resto del mondo, soprattutto dal giappone.
Significa che ci sar un seguito al libro?

Deepak e Gotham Chopra

159

Wolverine, di Frank Miller e Chris Claremont


Persino i pi grandi supereroi non sempre riescono a contenere le loro
met oscure.
Silver Surfer, di Stan Lee e Jack Kirby
il leggendario creatore di supereroi stan lee ha individuato silver surfer tra i suoi preferiti.
anche se la storia dell origine di surfer attraversa le galassie e trascende il tempo, la sua umanit che lo rende unico nel suo genere.
Ex Machina, di Brian Vaughn e tony Harris
Storia post 11 settembre che investiga letica, i conflitti e i principi che
derivano dall essere un supereroe, per non parlare gli aspetti politici.
Batman: War on Crime, di paul dini e alex ross
I momenti pi neri rappresentano un crocevia tra autopotenziamento
creativo e autodistruzione totale.
Superman: Che cosa successo all Uomo del Domani? di alan Moore
e Curt swan
Che cosa potrebbe aver distrutto il supereroe pi potente del mondo,
superman? il suo punto debole, la criptonite? il suo acerrimo nemico,
Lex Luthor? O il pi pericoloso di tutti, il suo stesso ego?
X-Men: La saga della Fenice Nera, di Chris Claremont con dave Cockrum
e John Byrne
I veri supereroi trascendono la loro stessa forma fisica. Non solo attingono al campo infinito del potere e della coscienza, lo incarnano.
Hulk: World War Hulk, di Greg Pak e John Romita Jr.
l empatia e l amore hanno il potere di popolare i pianeti. il sentimento
di vendetta, invece, distrugge le galassie.

160

L invincibile Iron Man, di Matt Fraction con salvador larroca


In un mondo intriso di corruzione e lotte, la creativit larma pi potente.
Spider-Man: L ultima caccia di Kraven, di J. M. DeMatteis e Mike Zeck
Non il ruolo che impersona il supereroe a definirlo, colui che lo recita sotto il costume che indossa a renderlo tale.
La morte di Capitan Marvel, di Jim Starlin
Ironico come sia lumanit di un supereroe di fronte alla pi mortale
delle morti a definire il suo pi grande superpotere.
All-Star Superman, di grant Morrison e Frank Quietly
Nessuno conosce la coscienza quantica come Superman.
Strange, di J. Michael Straczynski e Samm Barnes
Il confine tra scienza e stregoneria pi sottile di quanto pensi.

161

my life tv

Guarda gratis 500 ore di video su

la prima WebTV italiana


di Self Help
con oltre 50 milioni
di video visualizzati

my life school

Visita:

Scarica Gratis i file audio

Scarica Gratis i manuali PDF

Guarda Gratis i video dei tuoi autori preferiti

Ebook Omaggio per te

Visita:

e scarica subito GRATIS


gli eBook estratti dai migliori best seller.
Il download immediato e gratuito.

Buona lettura ;-)

corsi in streaming

Visita:

Per te le registrazioni video complete


dei migliori seminari, da vedere subito online
e rivedere tutte le volte che vuoi
da tablet, smartphone e computer.

corsi in dvd

Visita:

Per te le registrazioni audio e video complete,


le meditazioni audio e le dispense
dei migliori seminari,
comodamente a casa tua.

ta l k s h o w

Visita:

Per te le interviste esclusive


con gli autori pi amati,
da vedere comodamente a casa tua.

entra nella communit y


My Life la Community #1 in Italia per la Crescita Personale:
oltre 10.000.000 di visite allanno

Guarda gratis 500 ore di video su www.mylife.it/tv


la prima WebTV italiana di Self Help
con oltre 50 milioni di video visualizzati

Iscriviti al canale You Tube:


www.youtube.com/mylifetvit

Unisciti ora al gruppo Facebook di My Life


per essere aggiornato in tempo reale:
www.facebook.com/edizionimylife

sei tu a scegliere...
Per informazioni
Telefono: +39 0541 341038
Email: segreteria@mylife.it

segui i corsi
My Life la Community #1 in Italia per la Crescita Personale:
oltre 10.000.000 di visite allanno

Dal vivo in sala


www.mylife.it/eventi

Subito in streaming
www.mylife.it/streaming

Con i corsi in DVD


www.mylife.it/university

sei tu a scegliere...
Per informazioni
Telefono: +39 0541 341038
Email: segreteria@mylife.it

E b o o k g r at i s p e r t e

Visita:

e scarica subito GRATIS


leBook Top Ten contenente
256 pagine tratte dai Best Seller
degli autori pi amati

Dr. Joe Dispenza

Dr. Brian Weiss

Louise L. Hay

Eckhart Tolle

Doreen Virtue Roy e Joy Martina

Il download immediato e gratuito.

Buona lettura ;-)

gli autori my life

Brian Weiss

Doreen Virtue

Louise L. Hay

Roy e Joy Martina

Eckhart Tolle

Dr. Joe Dispenza

Deepak Chopra

Wayne Dyer

Robert Cialdini

Robert Kiyosaki

Stephen Covey

Joe Vitale

Eric Pearl

Brian Tracy

Esther Hicks

Derren Brown