Sei sulla pagina 1di 1

ARTISTI

Erano anni che si conoscevano,anni che si frequentavano in un social, anni che si


piacevano.
Entrambi artisti di successo ma appartenevano a due mondi diversi.
Si corteggiavano per ore commentando i fatti quotidiani che trovavano postati. Flirtavano
filosofeggiando sui cambiamenti della societ. Sentivano un feeling speciale ma ..entrambi
pensavano allamicizia vera..no credevano al vero amore e pensavano non solo che non
esistesse ma che non sarebbe mai potuto accadere,.. per entrambi laltro era troppo importante
e meraviglioso per se. Un dono da non rovinare con implicazioni sentimentali..
Coltivarono lamicizia in chat complimentandosi luno per i successi dellaltro fino ad un giorno
galeotto il giorno in cui lui la invit per un caff. Vero. Nella vita reale. Di persona.
Lei felice, pur non avendoci mai creduto, alla fine sperava si aprisse uno spiraglio
damore.quello con la A maiuscola ed invece..
quel caff era stato pensato per un saluto daddio.lui si trasferiva molto lontano con il lavoro. La
salutava. Amore, rabbia, dolore e gelosia quanti sentimenti aggrovigliaticonfusione, delusione,
affetto, rimpianti..abbandono..
Sapevano di amarsi ma entrambi non avevano mai avuto il coraggio di ammetterlo.
Lei non lo ha pi cercato. Lui parte definitivamente nel silenzio della chat.
Una sera di quasi un anno dopo, lei in stazione ad aspettare il treno che lavrebbe portata
allennesima importante conferenza. Il lavoro, che incredibile toccasana anestetizzante!!!
Un attimo di distrazione e la sua borsa.. sparita con i documenti!!!!........i soldi!!!il cellulare!!!
Molti i passanti danno gentilmente una mano per cercare tra i cestini e i polverosi anfratti della
squallida stazione di provinciaqualche oggetto magari abbandonato dal ladro e
improvvisamente trova.lui.
S, lui era in stazioneera .era proprio LUI!!!!.......e la gioia era talmente tanta da trasformare la
brutta esperienza e il danno subito in una felice sorpresaun modo vero, davvero live di
ritrovarsi.
Lui la fa salire sullauto lasciata nel parcheggio. Laccompagna alla polizia ferroviaria, le presta il
telefono per fermare la carta di credito, poi la fa salire sullauto lasciata nel parcheggio per
riaccompagnarla a casa ma erano davvero tante le cose da raccontarsi e la tersa serata
risplendeva di una luna inimmaginabile.era il 1 di febbraio e tra una lacrima di tristezza o
forse di gioia, un racconto, un come stai? Sei splendida!!lui la bacia.
A tuttoggi sono quasi 9 anni di amore9 anni al primo di febbraio, tutti rigorosamente live!