Sei sulla pagina 1di 12

24

aprile
07
2Il0giornalino
degli studenti dellITIS
superMajo.new
newss Ettore Majorana di Cesano Maderno (MI)
new

CHI ERA MA
NA
MAJJ ORA
ORANA

p4

CA
NZONE
CANZONE

p5

L AL
BERO DI NA
ALBERO
NATTAL
ALEE

p 8-9

MERCA
MERCATT INI DI NA
NATTAL
ALEE

p 9-10

ME
TT
GA
METT
TTII UNA GI
GITTA A PRA
PRAGA

p . 12-15

GIOCHI
GIOCHITT I S

p 16

OCCHIO AI VIRUS

p . 17-18

F A TT
TTII & OPINIONI

p . 19

DIRI
TT
DIRITT
TTII E DOVERI

p . 20-21

I NN DEL
LA VERGOGNA
DELLA

p . 22

S T ORIA? NO
NO,, DI
DISS CO
CO!! (2
(2))

p . 25-26

EL
EZIONI SSCOLA
COLA
ELEZIONI
COLASS T ICHE

p . 27

DIAMO I NUMERI

p . 27

CONCERT
NO
CONCERTII A MILA
MILANO

p . 28

INDICE

p . 28

Q uesto numer
numeroo stato chius
chiusoo in
r edazione il 13 ddicembr
icembr
icembree 2006

n e w s. m a j o r a n a @ e m a i l . i t.

I PROF
... QQUE
UE
CONOS
CIU
PROF...
UESS T I SSCONOS
CONOSCIU
CIUTT I p 6-7

Ricordiamo ai nostri tre (o forse quattro) affezionati lettori che possono comunicare con noi attraverso la casella

p 3-4

e-mail

UNOCCHIA
UNOCCHIATTA VERS
VERSOO IL FFUUTURO

p 1

Qui potete indirizzare le risposte ai giochini matematici,


articoli, poesie, barzellette, commenti , critiche (il pi possibile costruttive) ed
anche domande alle quali la redazione sar ben felice di rispondere. Che aspetti?

EDI
EDITTORIAL
ORIALEE

In redazione: Hasnat Mehmud (IAL), Marco Girardelli,


Davide Longoni, Simone Repossi, Jari Valesin (II DL),
Rubens Gola (III AE), Roberta Russotti, Federica Longo,
Stefania Perego, Ilaria Cesana , Veronica Nicosia (III CL),
Davide Vito (IV AT)

Anno V
numero 4
APRILE
2007

aprile

2007

di Roberta

Dopo litis

Unocchiata verso il futuro (IV)


Continua la rubrica dedicata alle classi quinte in merito alla
scelta della facolt universitaria (prima di andare a visitare
gli open-day) e a tutti gli studenti che vogliono iniziare a
pensare al futuro. QUI DI SEGUITO TRE FACOLT

AREA UMANISTICA:

LINGUE E CULTURE
MODERNE
I laureati di tale campo di attivit devono:

Possedere una solida formazione

CAMMELLI NELLE STRADE


di base linguistica teorica e
letteratura italiana;

Sar capitato a tutti


di veder
Po s s eunatleta
d e r e che,l amentrec ocorre,
m p l esputa.
t a E, fin qui, niente

professionali nel campo di questa


di male: sfido chiunquepadronanza
a non aver maiscritta
provato ile bisogno
stessa cosa
orale di
di fareLela attivit
disciplina.
due lingue
straniere
mentre si sta correndo. almeno
La perplessit
comincia
quando a(di
sputare
sono persone

Giornalismo;
c u i u n ae dmaglietta,
e l l U n i oche
n e non
e u rstanno
o p e a , sudando, che non
che non indossano pantaloncini
oltre litaliano), nonch del
patrimonio culturale delle civilt

neppure. E devo dirlo, anche se si scorge una nota di femminismo, che queste
di cui sono espressione e una
persone sono per la maggior
parte
ragazzi.
Ragazzi
che
sono
fermi
a
fumare
e
discreta competenza scritta e
sputano. Ragazzi che stanno
la musica
orale ascoltando
in una terza
lingua;e sputano. Ragazzi che

stanno correndo. Camminano, semplicemente; anzi, a volte non camminano

Istituzioni culturali;
Editoria specializzata;
Circuiti delleditoria
specializzata;

aspettano fuori dascuola


e sputano.
Una ragione
che motivii questo bisogno
Essere
in grado
di utilizzare
ci Educazione interculturale per
strumenti
informatici
e
deve essere; ammetto diprincipali
essere ignorante,
perch
questo motivo
proprio non le istituzioni scolastiche;

comunicazione
telematica
riesco a trovarlo. Nonnodella
Simpson
e i vecchietti della
casa di riposo di Springfield

Corrispondente in lingue
n
e
g
l
i
a
m
b
i
t
i
s
p
e
i f icomunque,
c i d i non sputano perestere per le aziende;
hanno le loro sputacchiere; ma loro sono anzianice,
competenza.

terra. Probabilmente qualche ragazzo penser che naturale avere questo

Servizi per limmigrazione.

bisogno di sputare anche se non si sta facendo nessuno sforzo fisico; ma, se

studia?
anche questoDove
fosse si
vero,
ci non giustifica il fatto che lo si faccia in mezzo alla

Universit
degli
studi
di Milano
strada. Fuori da scuola,
lungo il tragitto
verso
la stazione,
le strade sono
(Lingue e letterature straniere);

disseminate di sputi sparsi sullasfalto. Bisogna fare la gimkana se non si vuole

Cattolica
finire con le suole.pieneUniversit
di saliva altrui.
ScusatediseMilano
parlo da igienista, ma questa
cosa mi fa proprio orrore. Quello del rispetto e della buona educazione un
concetto che viene ripetuto allinfinito e, purtroppo, inutilmente.

Ma qui lunica cosa da dire: a casa propria si fa quello che si vuole, ma fuori no.

aprile

AREA SCIENTIFICA:

Biotecnologie

AREA SOCIALE :

Psicologia

Il Clima

2007

di Veronica

Inverno tropicale?
Voglia di neve? Di passare una bella
giornata di sole sulle splendide montagne
innevate? Di provare lebbrezza di sciare anche
solo sullo scivolo di casa? No, spiacente.
I laureati di tale campo di attivit devono:

Possedere una adeguata conoscenza


di base dei sistemi biologici,
interpretati in chiave molecolare e
cellulare;

Po s s e d e r e l e b a s i c u l t u r a l i e
sperimentali delle tecniche
multidisciplinari che caratterizzano
loperativit biotecnologia per la
produzione di beni e di servizi
attraverso lanalisi e luso di sistemi
biologici;

Acquisire le metodiche disciplinari


ed essere in grado di applicarle in
situazioni concrete con appropriata
conoscenza delle normative e delle
problematiche deontologiche e
bioetiche;

Possedere adeguate competenze e


strumenti per la comunicazione;

Essere in grado di stendere un


rapporto tecnico-scientifico.

Dove si studia?

Universit degli Studi di Milano;


Universit degli Studi di MilanoBicocca ;
Universit Cattolica del Sacro
Cuore.

I laureati di tale campo devono:

Avere acquisito le conoscenze


di base caratterizzanti i diversi
settori
delle
discipline
psicologiche;

Av e r e a c q u i s i t o a d e g u a t e
conoscenze su metodi e
procedure
di
indagine
scientifica;

Avere acquisito esperienze e


capacit
di
operare
professionalmente nellambito
dei servizi diretti alla persona,
ai gruppi, alle organizzazioni e
alle comunit.
Dove si studia?

Universit degli Studi di MilanoBicocca;

Universit Cattolica del Sacro


Cuore;
Le attivit professionali nel campo delle
scienze delleconomia e gestione
aziendale.

Dottore
in
tecniche
psicologiche per i contesti
sociali, organizzativi e del
lavoro;

Dottore in tecniche
psicologiche per i servizi alla
persona e alla comunit.

Questanno il freddo ci sfiorer appena.


Daltronde risultati simili erano prevedibili:
con il 2006 si concluso il sesto anno pi caldo
dal 1880, registrando 0,52 C di temperatura
media globale superiore alla media secolare.
Intanto i ghiacciai continuano a sciogliersi, e
sono gi trentuno quelli estinti in ventotto anni
nelle Alpi italiane. In un libro di Ren Daumal,
Il Monte Analogo, il ghiacciaio viene cos
descritto : essere vivente, in quanto la sua
materia si rinnova La sua vita ritmata dalle
stagioni. Dinverno dorme e in primavera si
risveglia, con scoppi e scricchiolii.
Non per essere catastrofici, ma da qui a
poco, in molte parti del pianeta, ci potremmo
trovare davanti soltanto unenorme massa
liquida dove prima essa era raccolta nelle
calotte polari o nei ghiacciai. Inoltre gli orsi
cambiano progetti: di andare a dormire
questanno non se ne parla. Normalmente, i
compagni di Yoghi che abitano la Siberia a fine
novembre si rifugiano felicemente in letargo,
ma questa volta sono stati avvistati in piena
attivit vicino a Mosca. Qui c una
temperatura media in inverno di meno 20 con
punte di meno 45, eppure successo che ,
contro ogni previsione, a mezzogiorno i
termometri sono arrivati a segnare 12 gradi.
Cos, per quanto possa essere piacevole
andare in giro quasi senza giubbotto a gennaio
e febbraio, i problemi ci sono, e molti.

Uno squilibrio climatico infatti , se non


controllato e prolungato nel tempo, causa seri
rischi ambientali. Lo abbiamo visto con lo
scioglimento dei ghiacciai e il cambiamento
dei ritmi biologici degli animali.
matematicamente certo che poi le
conseguenze si ripercuoteranno sulluomo,
con ad esempio gli innumerevoli straripamenti
dei fiumi, troppo carichi dacqua proveniente
dalle montagne. Poi la volta di eventi
climatici estremi, come leccezionale ondata
di calore dellestate 2006 in California con
140 morti; il record della temperatura di
luglio nellEuropa centrale; lanomala ondata
di freddo che ha colpito la Russia e la Siberia
nel gennaio scorso; le alluvioni nel Niger e in
Algeria con 100 mila persone senza casa e
linsolita intensit dei tifoni sul Pacifico
occidentale che hanno colpito soprattutto la
Cina orientale e le Filippine, dove si sono
avuti complessivamente pi di 1.500 morti.
Potremmo stare qui ad elencare altri
cataclismi riempiendo pagine e pagine,ma
non certo questo lobiettivo dell articolo.
Piuttosto quello di far riflettere sulle cause
che hanno portato a queste stranezze, anche
se sono cose ormai dette e ridette. Per , non
bastano solo le parole ad eliminare un
problema. Avere maggiore cura dellambiente
circostante, diminuendo la nostra produzione
di gas serra con qualche sana camminata in
pi, e gettare i rifiuti nei cestini,
possibilmente abbinando lapposito
contenitore con lo specifico rifiuto, sarebbe
un passo grande come un ghiacciaio, solido
questa volta.

aprile

di Roberta

Lintervista

I PPrrof
... QQuesti
uesti sconosc
ti!
of...
sconosciu
iuti!
iu
IN OGNI NUMERO DEL GIORNALINO
INTERVISTIAMO
UN
PROF
ATTRAVERSO CURIOSE DOMANDE!

IN
QUESTO
NUMERO
ABBIAMO INTERVISTATO
PR
OF
GRAZIAN
O
LA
PROF
OF..
GRAZIANO

Nome completo?
Graziano Paola.
Cosa insegna?
Discipline giuridiche ed
economiche.
Compleanno?
11 Ottobre.
Segno zodiacale?
Bilancia.
Citt di origine?
Milano.
Come definirebbe il suo
carattere?

Emotiva ed idealista,
mite. ma quando mi
arrabbio!.
Da quanti anni insegna al
Majorana?
Dodici anni.
Numero di scarpe?
37,5.
Qual era la sua materia
preferita?
Inglese.
E la pi odiata?
Disegno.
Preferisce festeggiare il
compleanno o il Natale?
Il Natale.
Bevanda preferita?
Un tempo la Coca-Cola.
Piatto preferito?
Spaghetti con le vongole.
Squadra di calcio per la quale
fas il tifo?
Inter.
Freddo o caldo?
Freddo.
Mare o montagna?
Mare.
Numero preferito?
Tre.
Cosa odia nella gente?
La falsit e lipocrisia.

2007

Come si vede tra venti


anni?
In un bel posto di mare
a leggere e scrivere.
Qual il suo poeta
preferito?
DAnnunzio.
Hobbies?
Tutto ci che
esoterico, pi la cucina.
Cosa cambierebbe nella
sua vita?
Forse lo stipendio!.
Proverbio preferito?
Chi non risica non
rosica.
Di che cosa ha paura?
Della violenza.
La prima cosa a cui pensa
quando si sveglia al
mattino?
Cosa devo fare oggi?
Il momento pi bello
vissuto fino ad ora?
La nascita dei miei figli.
Cosa c sempre nella
borsa da lavoro?
La mia agenda e un po
di frutta.
Se potesse essere
qualcun altro chi
sarebbe?
Non vorrei essere
nessun altro.
Un posto dove le
piacerebbe andare?
New York.

In quale citt uno dei suoi


amici vive pi lontano?
Roma.
Sport preferito?
Nuoto.
Legge quotidiani?
Sempre.
A che ora va a dormire
solitamente?
Mezzanotte.
Musica classica o
moderna?
Moderna.
La sua classe preferita?
A giorni alterni !
Un messaggio ai suoi
studenti?
Cercate di diventare
uomini o donne onesti,
sinceri e con un senso di
responsabilit tale da
far crescere e far
migliorare la nostra
meravigliosa societ.

Chi sar la prossima


vittima a cadere sotto
i colpi irriverenti dei
nostri intervistatori?
Non c che un modo

per saperlo:
leggerci

la prossima volta!

L a novit

aprile

di Ilaria

Nuove ricariche aaii telefonini:


i tagli de
ono gi in vigor
deii costi ssono
vigoree
Scatta il taglio dei costi sulle
ricariche telefoniche.
Labolizione dei costi di ricariche per
i cellulari infatti gi in vigore.
Solo sui contratti di
vecchia stipula lentrata in
vigore della norma prevista
per il 5 marzo.
Lo stop ai costi fissi di
ricarica previsto dal decreto
legge sulle liberalizzazioni
per le schede telefoniche
viene esteso anche alle
schede prepagate per i
servizi televisivi e
Internet.
I settori interessati
saranno quindi telefonia,
reti televisive e comunicazioni
elettroniche.
Lentrata in vigore dellabolizione
de4i costi di ricarica delle schede
prepagate dei telefonini resta a 30 giorni.
La norma viene estesa alle ricariche
utilizzate per la tv digitale terrestre e per
internet.
Gi dal 15 febbraio quindi i nuovi contratti
non devono pagare costi fissi di ricariche sulle
schede, mentre per i contratti stipulati prima
dellentrata in vigore del decreto legge sulle
liberalizzazioni leliminazione della tassa fissa
partir dal 5 marzo 07.

In realt, passando in rassegna gli


aspetti tecnici del provvedimento sono stati
ulteriormente chiariti, sia per
quanto riguarda i mutui sia per le
ipoteche proprio questi risvolti della
loro entrata in vigore.
E oltre ai telefonini proprio sui
mutui potrebbe arrivare qualche
novit.
In tema di liberalizzazione,
inoltre, in vista anche una maggiore
concorrenza nel settore informatico per
garantire agli utenti la possibilit in
qualsiasi momento di poter utilizzare dati
elaborati come software diversi senza costi
aggiuntivi.
Un emendamento al decreto legge
sulle liberalizzazioni allesame della
Camera, stabilisce che i programmi per
computer possono salvare dati anche in altri
formati, consentendo allutente di poter
cambiare programma senza dover comprare
necessariamente un altro software o
rimanere legati allo stesso fornitore.
Chiunque, inoltre, avr il diritto di
sviluppare, pubblicare e utilizzare un
programma per elaboratore elettronico
originale compatibile con gli standard di
comunicazione e con formati di salvataggio
di un altro programma.
Sono previste anche sanzioni in caso
di violazione dellobbligo del salvataggio
dei dati in formati liberi.

2007

Arriv
ano
Arrivano
gli artisti!!!
di Ilaria
Gi da tempo si era sentito che agli
indirizzi scolastici esistenti se ne
sarebbe aggiunto uno nuovo.
Lindecisione era tra quello a
specializzazione informatica e
artistica.
Recentemente la decisione: presto
nel nostro istituto si avr anche un
liceo artistico.
Privilegiate, ovviamente, saranno le
ore dedicate al disegno, a discapito
di alcune materie, come litaliano o
matematica (dove il numero
complessivo sar inferiore di poco
alle ore utilizzate nellItis e nel
liceo).
Si spera che tale iniziativa riscuota
successo, non solo per quelli che
hanno intenzione di iscriversi, ma
anche tra gli studenti.
Di sicuro ora siamo certi che non
mancheranno le offerte per
realizzare il logo e il murale della
scuola!

10

aprile

SPECIALE

Il mister
misteroo

Majorana luomo cane di Mazara?


convinzione
diffusa a Mazara
(Sicilia) che il
barbone di nome
To m m a s o L i p a r i ,
vissuto dal 1940 al
1973 nella citt e
che veniva chiamato
luomo
cane
(Omu Cani) fosse
in realt Ettore
Majorana, il famoso
s c i e n z i a t o
s c o m p a r s o
misteriosamente nel
1938.

Indossava
sempre
strani
berretti e strati di
abiti uno sullaltro;
portava sempre con
s
contenitori,
buste e sacchetti
pieni non si sa di
cosa.
Stranamente
non mai stato
molestato
da
alcuno;
anzi,
sembrava godere
della comprensione
e del rispetto di
tutti;
al
suo
f u n e r a l e ,
nellestate
del
1973, gli intervenuti

Diceva
di
venire dallAfrica.
Mangiava quel
che
trovava
rovistando tra i rifiuti; al suo arrivo a
Mazara, allinizio del 1940, dormiva
allaperto in un incavo dei ruderi del
Castello Normanno.
Si appoggiava ad un bastone munito di
uno spillo allestremit inferiore con il quale
raccoglieva mozziconi con cui confezionava
sigarette che poi fumava (lunico lusso che
si permetteva).
Non ha mai chiesto lelemosina: al
contrario, rifiutava con fare scorbutico
qualunque offerta gli venisse fatta.
Se poi qualcuno provava a porgli delle
domande, si allontanava scontroso senza
degnare di uno sguardo il curioso passante.

furono moltissimi.
Per avvalorare la tesi che si trattasse
di Ettore Majorana, si racconta di un episodio
occorso circa 50 anni fa allorch un padre,
preoccupato delle difficolt incontrate dal
proprio figlio in matematica, si rec da
Tommaso e gli raccont degli esami molto
vicini del figlio; Tommaso allora, per aiutare
lo studente, si prodig in chiarimenti su
argomenti di fisica e matematica.
Alla fine Tommaso raccomand alluomo
di non riferire a nessuno di quellevento.
D i To m m a s o L i p a r i , d a r i c e r c h e
compiute alcuni anni fa, si sa che era un
muratore nato a Tunisi il 14 aprile 1900.

11

2007

Una testimonianza di particolare


importanza fu quella di Edoardo Romeo che
in unintervista cos si espresse: Mi disse
di chiamarsi Ettore Majorana e di essere
un ex-professore di matematica e fisica.
Fu proprio perch convinto di questa
t e s i c h e E d o a r d o Ro m e o , i n s i e m e c o l
fratello, si rivolse allallora procuratore di
Marsala, Paolo Borsellino, chiedendo di
accertare la verit.
Il giudice accert che, un mese dopo
la scomparsa di Majorana, un certo
Tommaso Lipari usciva dalla prigione di
Favignana.
Poich luomo cane, per un banale
episodio, era finito in prigione nel 1948,
fu facile confrontare le firme apposte dai
due nei registri carcerari, anche se in
momenti diversi.
Il giudice Borsellino consider le
firme molto simili e pertanto, convinto che
Tommaso Lipari e luomo cane fossero la
stessa persona, chiuse linchiesta.
Ma non sono dello stesso parere altri
studiosi che invece si dichiarano convinti
che le firme delluomo cane e di Ettore
Majorana appartenevano alla stessa
persona.
Il mistero rimane ancora.

Dal Brasile
Cari amici,
vogliamo far arrivare a
ciascuno di Voi la nostra sentita
gratitudine per laiuto che prestate alla
Casa dei Sogni. Spesso i piccoli gesti
hanno un valore inestimabile e
contribuiscono a creare legami damicizia
e solidariet e a trasformare il mondo,
rendendolo pi umano, giusto e fraterno.
Anche grazie al Vostro
prezioso aiuto, noi cerchiamo di costruire
una societ dove tutti possano sentirsi
amati, rispettati, curati e stimati.
Desideriamo far diventare realt il sogno
di molti bambini e giovani che desiderano
un futuro ricco di speranza e dignit, dove
lumanit di tutti venga valorizzata.
Cari amici, vogliate ricevere
i nostri pi sinceri auguri di Buon 2007.
Speriamo che anche questanno possiamo
continuare a lavorare insieme, affinch i
nostri bimbi ed adolescenti trovino pace e
giustizia, serenit e gioia di vivere.
Ringraziamo ancora di
cuore tutti Voi. Che il Signore Vi
accompagni e benedica i Vostri sogni e
progetti per lanno in corso.
Con affetto fraterno
La Comunit delle Suore Domenicane, le
ragazze, i ragazzi, gli adolescenti, le
collaboratrici e i collaboratori della Casa dei
Sogni di Joao Pessoa (Paraiba -Brasile).

12

aprile

2007

Il ssostegno
ostegno
Geografia
Situato nel medio continente africano, il Niger
composto per i suoi due terzi del territorio da parte
del deserto del Sahara, praticamente inabitabile, che
costituisce tutto il nord del paese. Il resto (sulle
sponde dal fiume Niger) presenta grandi savane dove
possibile allevare bestiame e praticare agricoltura
di sussistenza. In questa ultima regione si trova la
capitale, Niamey, e la maggior parte dei centri
popolati, come Zinder, Maradi e Tillabery.
La zona desertica raggiunge il suo massimo rigore
nel Tnr. In essa si trovano massicci montagnosi
come lAr, che come cima pi elevata il monte
Bagzane, di 2022 m. Le citt pi importanti in
questa zona interiore del paese sono Bilma, Tahoua
e Agadez.
Nella parte sudorientale del paese si trova il Lago
Ciad, che diviso con il Ciad, la Nigeria e il
Camerun. Pi concretamente questo si trova in una
zona abitata dai Beri Beri. A sudovest si trova il
fiume Niger, la maggiore fonte di acqua potabile del
paese.
Il clima del Niger uno dei pi caldi al mondo:
tanto caldo che la temperatura media supera
facilmente i 30 C

Tutti per
Florentina
lei la ragazza che la nostra scuola,
facendo capo al prof. Argentero, ha deciso
di salvare dalla fame e dallignoranza, cha
abbondano nella sua citt natia, Lagos,
una metropoli con pi di dieci milioni di
abitanti situata in Nigeria. La sua
caratteristica pi rilevante, come del
resto accade in molte altre citt africane,
l accentuato dislivello sociale: vi sono
pochi ricchissimi, una maggioranza che
vive con bassi salari e infine uomini che
sopravvivono tra i rifiuti. La vita civile
resa difficile dalla corruzione, dalla
criminalit dilagante e dai violenti scontri
nelle zone a nord a predominanza
musulmana. Si pu ben capire che in un
clima del genere la necessit
dellistruzione lultima della lista.
Tuttavia qualcuno ha voluto dare
unocchiata misericordiosa a questa
r e a l t , e c o s n a t a Av i s ,
unorganizzazione non governativa senza
scopo di lucro che opera in 40 paesi del
mondo.

In Nigeria Avsi si impegnata nel progetto di costruzione di due cliniche di


Primary Health Care e in numerose iniziative a carattere culturale. Inoltre ha avviato
due scuole (materna e primaria) nei sobborghi di Lagos, in un villaggio di pescatori.
E cos circa tre anni fa stata realizzata The Seed Remedial School, una scuola di
recupero con lezioni integrative e aiuto allo studio.
Anche Francis Florentina desiderava tanto entrare nella scuola, ma i problemi
erano tanti. Infatti sua madre era gi aggravata dalle spese per pagare luniversit
ai suoi tre fratelli maggiori, e quindi non possedeva la somma di denaro che la scuola
richiedeva per registrare la ragazza. Come se non bastasse, molte scuole in cui aveva
fatto domanda non avevano disponibilit di spazio. Ma quello che in Nigeria quasi
un miracolo, da noi ha richiesto ben poco sacrificio; per mezzo della vendita delle
torte avvenuta a dicembre si sono ricavati ben 316 euro per garantire a Florentina
una vita migliore, una vita che noi definiremmo quasi normale. Adesso sta
frequentando la classe di musica e il suo sogno, diventare una brava cantante, le
sembra pi vicino.
Come sta scritto nella sue lettere, le piacerebbe moltissimo ricevere qualche
foto dei suoi benefattori italiani, magari tutti sorridenti per trasmetterle quel poco
di felicit che, in un paese cos lontano dal nostro, fa fatica a mettere le radici.

13

14

L a pass
ione
passione

aprile

di Stefania

Gli adolecenti e le trib di oggi...


Cosa significa essere un adolescente
oggi? Sicuramente significa passare il
tempo con gli amici, divertirsi,
condividere i problemi con amici e
raramente con i genitori.
Ma qual la caratteristica che
cambia rispetto il passato?
Sicuramente la ricerca spasmodica di
identificazione di un gruppo, perch
proprio l che si ritrova se stessi e si pu
condividere ci che si ha.
Il gruppo e le trib valutano, e nel
caso, accolgono.
Ladolescente da quel momento si
sente sicuro, perch il gruppo diventato
ormai uno specchio nel quale ognuno si
riconosce nellaltro. Spesso la trib
diventa anche uno scudo alle incertezze,
mettendo alle volte al riparo della paura
dellanonimato.
Se nn fai parte di un gruppo, sei
classificato come una persona normale.
Il normale lo squallido che si
veste senza stile, lindeciso che non ha
chiari i suoi valori, insomma, viene
considerata una propria e vera pecora
nera.
Il teenager di un branco vuole essere
originale a tutti i costi, vuole distinguersi
ma deve omologarsi alla massa. Vuole
essere attivo ma poi passivo al giudizio del
gruppo.
Vuole emergere dallanonimato e si
ritrova ad essere anonimo comunque.

Per entrare a far parte delle diverse


trib non ci sono sfumature: o sei di sinistra
o di destra, o sei alternativo o fighetto. E
le caratteristiche sono sempre le stesse.
Alternativo o fighetto, dunque?
Quello che conta scegliere una moda di
vestire, uno stile e dai segni esteriori
costruirsi un comportamento e una
personalit.
Ai giorni nostri il look diventato il
biglietto da visita in un clan. Ci si veste
per quello che si sceglie di essere, perch
solo attraverso ai segni esteriori che si
comunica immediatamente a tutti di che
gruppo fai parte, giusto o sbagliato che sia.
Scendendo pi a fondo, si incontrano le
zecche (gli alternativi di Roma) che si
vestono con abiti colorati (meglio se con
qualche buco qua e l), e maglioni
sformati.
Si possono notare poi delle catene sui
pantaloni, treccine, capelli rasta, piercing
e tattoos, comprano nei mercatini, leggono
Dylan Dog, J.T. Leroy ed Enrico Brizzi.
Le loro stanze sono tappezzate di
poster (di obbligo quello di Manu Chao) e
ammucchiati da una parte ci sono i cd di
Guccini, Jovanotti, Bob Dylan e Subsonica,
musica reggae, rock e hip hop. Bandiera
della pace al muro e bastoncini di incenso.
Stanno con i loro gruppi sui marciapiedi
delle piazze di sinistra. Alla sera vanno
nei bar o nei locali etnici, prendono parte
a cortei e manifestazioni e sono
assolutamente no global.

2007

Scendendo ancora pi in basso nella


nostra analisi incontriamo i fighetti, quelli
che provengono da una buona famiglia e
frequentano le scuole pi esclusive.
Vestono in modo preciso solo abiti griffati
comprati in negozi di tendenza.
Hanno sempre i capelli in ordine, gli
occhiali da sole, e cellulare sempre alla
mano per essere informati sulla discoteca
pi in nel fine settimana. Frequentano i
disco-pub per laperitivo. Sono attenti al
particolare: accessori discreti ma di
valore, orologio non eccessivo. Nelle
camere delle ragazze ci sono i poster di
Britney Spears e Tiziano Ferro e tante
riviste di moda. Per i ragazzi, invece, Play
Station e tanti cd di musica dance, non
solo, anche riviste di motociclette e hitech e alle volte la bandiera di Alleanza
Nazionale.
Il sociologo Stefano Lanni dice: Non
c differenza tra destra e sinistra quando
si tratta di consumo. Ognuno deve
stupire con quello che ha e perch si ci
che si compra.
I genitori sono sempre occupati, non
parlano mai con i figli e colmano questa
mancanza riempiendoli di oggetti che
rappresentano una sorta di risarciment per
la loro assenza

15
Ma ci che ci viene da chiedere ..
ma allora le trib non hanno alcun ideale?
Il problema non che non ne hanno,
ma che quest sono messi in secondo piano
rispetto al fatto di avere un look giusto.
Ma c un punto in comune per i
fighetti e gli alternativi: snobbare i cos
detti tamarri, i coatti, insomma, il
popolo della periferia.
Una trib al margine (in tutti i sensi)
ma numerosa. Si vestono in modo
appariscente, attillato, con i capelli pieni
di gel. Quel che conta, anche in questo
caso, mostrare unetichetta.
Invadono le citt con tanto di
macchina e di stereo a palla.
Alla sera vanno a ballare e sono
assidui frequentatori di stadi.
Tra le trib pi nuove troviamo i
Gabbers, esportati dallOlanda, vestono
con jeans attillati, bomber, cappellino
boxe style, hanno i capelli rasati e
ascoltano la musica techno.
E per finire, nella nostra analisi ecco
apparire i warriors, con creste colorate,
mille piercing e un look molto curato.
Gli Skaters e gli Hop Hoppers invece
vestono extralarge e girano sempre con le
cuffie nelle orecchie.

18

aprile

di Hasnat

L a rifless
ione
riflessione

19

2007

di Rubens

Il cas
casoo

Il bisogno chiama: i nonni

Licenza di giustizia

Quante volte abbiamo pensato ai nostri


nonni come a un peso, a qualcosa da
rottamare che ormai puzza di vecchio?

Ci doveroso commentare ci che si


sentito al tg di quel povero poliziotto,il
commissario Raciti,morto per una bomba carta
in pieno volto tiratagli da un tifoso.

questo. La dimostrazione ben visibile ai nostri


occhi, negli stadi o durante manifestazioni
politiche con scenari di vera e propria guerriglia
urbana.

C chi dice che i colpevoli abbiano fatto


bene, ma ci profondamente ingiusto:lui
faceva solo il suo lavoro, e cio cercava di
garantire la sicurezza pubblica.

Le forze dellordine antisommossa non


sono gradassi come dicono; si difendono in modo
sbagliato a volte perch sono sempre sotto
numero e, fatto del tutto giustificabile, hanno
paura davanti a quellorda barbarica.

Ma con che sfacciataggine?


Sono loro quelli che sanno pi cose sulla
vita, che hanno passato svariate esperienze,
belle e brutte; certo, forse non sapranno
nulla di play station o cose del genere, ma la
realt che tutti dovrebbero accettare che
il ruolo di guida morale gli calza a pennello.
Sono loro che ormai hanno imparato ci
che giusto e ci che non lo , tastandolo sulla
loro pelle, e forse sanno insegnarcelo meglio
di qualunque insegnante o programma TV.
Ma cos come oggigiorno molte altre
cose genuine vengono rigettate da una
societ puntata solo sul consumo e sullo
sviluppo(molte volte non mentale) questo
regalo viene spesso rilegato in un angolo,nelle
case di cura. Cos almeno, lontano dagli
occhi, lontano dal cuore.
Persone che compiono tali azioni per
non pensano che in un futuro pi o meno
prossimo anche loro si troveranno nella stessa
identica situazione.
Sarebbe allora un pensiero confortante
sapere di venire considerati un peso dai loro
figli o nipoti? Sono gli stessi nonni che hanno
creato le famiglie, sono da loro, prima che
dai genitori, che tutto ha preso vita, anche
merito loro se adesso siamo qui.
E ancora, anche grazie a loro che il
nostro Paese riuscito a incamminarsi verso
lo sviluppo.

Molte volte, soprattutto a causa dei ritmi


di lavoro troppo intensi, i genitori non sono
sempre presenti nella vita dei propri figli. A
questa mancanza il pi delle volte sopperiscono
loro, i nonni.
Non solo si occupano di curare il nipote
nella fase della crescita, ma una volta
adolescente lo incoraggiano, dimostrando
unenergia contagiosa.
Non sono per niente inattivi, a differenza
di qualcuno molto pi giovane di loro, e non
affatto raro vederli passeggiare o andare in
bicicletta per i parchi e per le piazze.
Fumetti a parte, sono le nostre nonne che
spesso e volentieri ci raccontano le storie di
una volta, per niente antiquate ma dai messaggi
recentissimi. Infatti, attraverso questi
racconti possiamo capire meglio la nostra
cultura, fondata sulle tradizioni piuttosto che
sui giochi del computer.
Dallaltra parte, noi: spesso non troppo
attivi, preferiamo un bello hot dog a un sano
piatto alla mediterranea, pomeriggi davanti al
PC e non in un bel parco.
Forse la cura starebbe proprio
nellascoltare e nellavere pi cura degli
anziani, traendone ogni vantaggio possibile.
grazie a loro che abbiamo questo collegamento
tra passato e presente, e forse ci serve qualche
indizio per il futuro.
Amici miei, riflettete!.

Perch questo risentimento dei tifosi


estremisti?.
Dobbiamo sfogarcidicono molti. Ma non
si pu mettere a ferro e fuoco una citt per
una partita e creare disastri come quelli
appena accaduti, non dopo aver passato
episodi analoghi come il G8 e corso Buenos
Aires riguardanti negli scorsi anni.
Forse il punto che ora alcuni
adolescenti non credono pi nello Stato e nelle
suo autorit (appunto le forze di polizia e di
sicurezza); per loro sono carne da cannone
cio da combattere e uccidere.
Questo fatto estremamente dannoso:
incita al disordine collettivo.
A questo punto c da domandarsi chi
sono i veri trasgressori.
Ebbene, nella curva e sugli spalti del
Catania erano visibili moltissime bandiere della
oramai decaduta URSS, in poche parole
comunisti, ai quali si possono aggiungere gruppi
di estrema destra. Tuttavia, lintera questione
non si pu ridurre a una particolare ideologia
politica: lItalia ha delle leggi per vivere
civilmente ma chiss perch c sempre
qualcuno che vuole la distruzione di tutto

Infatti non bello beccarsi una carica di


una folla di balordi armati di spranghe, sassi,
catene e bombe carta.
dimostrato poi che la maggior parte di
feriti dopo gli scontri in piazza sono le forze
dellordine e in minor parte i rivoltosiquesto
fatto grave e ci fa riflettere!
A volte ai tg sembra sempre che le forze
dellordine siano i cattivi e i rivoltosi i
Buoninon cosi!E solo colpa di certi
commenti che fanno alcuni giornalisti. giusto
allora che diventano eroi e gli intestano le sale
del parlamento gente come Giuliani(quel
furbone che al G8 ha pensato bene di lanciare
un estintore contro un defender dei carabinieri
ma un occupante del mezzo per autodifesa gli
ha sparato uccidendolo)e non a un leale
servitore del nostro stato? Vergogna e scandalo
questo fattoun delinquente diventa un eroe e
un poliziotto ucciso dai delinquenti, no! Poi si
sentono quelle storie in cui se uno delle forze
dellordine uccide per autodifesa(e non per sua
libera iniziativa)viene processato e quasi
sempre incriminato quindi, oltre ai
delinquenti, anche la giustizia sembra ormai
sprofondata in un abisso profondo.

20

aprile

di Davide

L a ricer
ca
ricerca

I giovani e la droga
Uno dei pericoli pi gravi per un
adolescente, e non solo, rappresentato
dalluso di qualche sostanza chimica che
modifichi il suo stato di coscienza.
La droga, come si definisce in
maniera inappropriata la tossicomania,
costituisce, da alcuni decenni e da alcune
generazioni, un problema per giovani,
genitori, educatori, famiglie.
Soltanto nel 2001, i morti per droga
sono stati 822.
Si tratta di molecole in grado di
provocare dei danni irreversibili al cervello
e che generano dipendenze fisiche e
psicologiche difficili da trattare; sostanze
che, comunque, mettono a repentaglio
gravemente la salute di chi ne fa uso.
Da sempre ci si interroga su quali siano
le cause che inducono i giovani a fare uso di
sostanze stupefacenti. Quali i meccanismi
psicologici che determinano questo
comportamento giovanile deviante.
Intanto va notato che alcune sostanze
capaci di modificare il nostro stato mentale,
tossiche per lorganismo, vengono accettate
dalla societ: il tabacco, lalcol e gli
psicofarmaci in primo luogo.
Ogni cultura riconosce le proprie
droghe legali, stigmatizzando lassunzione
di altre.
Il fatto che luso di determinate
sostanze sia legalizzato permette di
procurarsele
senza
ricorrere
a
comportamenti criminali e, forse, una
maggiore conoscenza consente di usarle in
modo pi maturo e cosciente.

Quanto conti la conoscenza degli effetti


negativi di una sostanza introdotta nel corpo
umano lo dimostra il caso delleroina. Un tempo
le overdose di eroina falcidiavano centinaia di
giovani vite ogni anno. Poi gli eroinomani hanno
imparato, con lesperienza, ad usare leroina
prendendo maggiori precauzioni (dosi
maggiormente controllate, impiego di siringhe
monouso), in modo da far diminuire
sensibilmente negli ultimi anni, il numero di
decessi collegati allabuso di questa sostanza.
Con questo non si intende certo sminuire i
pericoli, gravissimi, collegati alluso delle
droghe, comprovati da numerosi e seri studi
tossicologici e scientifici sullargomento. Si
vuole soltanto sottolineare come la conoscenza
e linformazione, approfondite, consentano di
difendersi meglio.
Ma perch i giovani si drogano?
Intanto esiste quel fenomeno sociologico
giovanile che si chiama gruppo dei pari. Si
tratta di quel gruppo amicale di coetanei, la cui
importanza e la cui autorit stanno superando
quelle dei genitori.
Il gruppo ha delle sue rigide regole di
funzionamento, un codice morale a volte
estraneo se non antitetico al contesto sociale,
che induce i singoli a uniformarsi
pedissequamente a determinati comportamenti
(scelta dellabbigliamento, linguaggio, stile di
vita, ecc.). Il conformismo, vissuto come timore
di non essere accettati e approvati dal gruppo,
pu indurre ladolescente ad adottare
comportamenti disadattivi.
La fine dellautoritarismo, un certo
permissivismo, la libert di scelta, il relativismo
culturale, aspetti del mondo contemporaneo

21

2007

tuttaltro che negativi, lasciano per spesso


i giovani soli (o mal consigliati) di fronte alle
scelte cruciali della propria esistenza.
Sbagliare facile; entrare in un tunnel da cui
arduo fare ritorno, altrettanto.
Diventare grandi sempre stato
malagevole. La droga pu costituire anche
una apparentemente comoda via di fuga dalle
responsabilit del mondo adulto, un
ingannevole alibi per ritardare le scelte, le
fatiche, gli impegni (ma anche le
soddisfazioni), che lesistenza di ogni adulto
comporta.
Il consumismo, la comunicazione che
avviene ormai soltanto attraverso lesibizione
di oggetti, sembrano privare i giovani di un
solida identit, basata sulla consapevolezza
delle proprie qualit interiori.
Il successo da conseguire ad ogni costo,
a scuola, sul lavoro, in societ, con la
necessit di essere costantemente
allaltezza, brillanti, socievoli, nellepoca
che esalta ed esige la performance, come ci
insegnano i messaggi pubblicitari, porta
giovani, e sempre pi spesso anche adulti, ad
aiutarsi con qualche sostanza chimica.
L e c c e s s i v o e d o n i s m o d e l l a n o s t r a
civilt, la ricerca spasmodica di piaceri forti
e immediati, a scapito della gioia, della
felicit e della serenit che si possono
ottenere sviluppando i propri talenti,
mettono molti adolescenti sulla cattiva strada
di una penosa, stordita e triste quotidianit.
Inoltre labuso di droga rappresenta
talvolta una delle forme, oscura, contorta e
sbagliata, in cui si manifesta il conflitto
generazionale, la rivolta contro il mondo dei
valori abbracciati dai genitori.
Una rivolta sterile e autodistruttiva, cui
possono indulgere adolescenti altrimenti
intelligenti e sensibili.
Non ultimo esiste un business, gestito
dalla criminalit organizzata, che preme per
indurre certi comportamenti, perch con la
droga realizza ingenti profitti.

Pe r a r g i n a r e i l f e n o m e n o d r o g a e
limitarne i danni, forse sarebbe necessario
ripristinare quel dialogo generazionale, oggi
interrotto, fra genitori e figli , privato per
degli autoritarismi di epoche trascorse, che
ancora affiorano, purtroppo, qua e l, fra le
maglie di un produttivismo esasperato.
Occorre recuperare, quindi, il valore del
tempo da trascorrere insieme, nella dimensione
di una comunicazione autentica, capace di
critica nei confronti dei valori dominanti; un
tempo e una comunicazione intrisi di
tenerezza, di conoscenza reciproca, di
ritrovata fisicit.
Con la scuola, che deve abbandonare la
faccia feroce, per diventare, per gli
adolescenti, occasione emotivamente
significativa di maturazione culturale,
affettiva, civile.
Con la societ, che deve essere in grado
di proporre ai giovani possibilit di
autorealizzazione.
Ed necessaria, purtroppo, anche la
repressione, per battere mafie e bande
criminali e per tutelare la collettivit dal
comportamento di quei singoli che hanno
deciso, mettendo in atto comportamenti
sciocchi, violenti, pericolosi e delinquenziali,
di muovere guerra alla societ.
Per ultima cosa, vorrei pubblicare un
articolo preso due mesetti fa circa dal sito del
118 di Milano. E un articolo che fa davvero
riflettere, sia perch riguarda a noi ragazzi, e
sia perch si tratta della realt di Milano, dove
spesso, anche studenti di questa scuola si
recano nelle discoteche pi conosciute di
Milano per passare una o pi serate diverse
dalle altre. Leggete e riflettete!!!
Corse in Ambulanza tra i giovani.
C un ragazzo che sta male.
accasciato sul marciapiede di via de
Tocqueville, da qualche minuto ormai. Non
parla, respira a fatica. Ha s e no venticinque
anni. Il termometro ghiaccia a zero gradi,
lamico spiega al cellulare: Forse ha bevuto
un po troppo. La notte ancora piena. Il

22
venerd di corso Como salta di musica
elettronica. From disco to disco. Tocqueville,
Hollywood. Al Loolapaloosa si entra con
tredici euro, si beve con otto e si pu uscire
come Paolo (nome di fantasia, ndr). Sfatti.
Il medico dellambulanza l alle 2.12 e
annota: Intossicazione etilica, destinazione
Fatebenefratelli. La festa finita. Capita,
dicono i medici, sempre pi spesso.
Le richieste di soccorso dallo sballo
cadenzano il fine settimana alla centrale 118
di Niguarda. Alcool, droghe affogate nei
drink, farmaci, sostanze pericolose. un
fenomeno allarmante, chiosa Giancarlo
Fontana, primario del Ca Granda. La sirena
lascia corso Como, gli spacciatori rispuntano
da viale Pasubio. Alle 3.10 un ragazzo cede
ai Magazzini Generali di via Pietrasanta:
ubriaco. Riecco la sirena. La notte passa sui
monitor della centrale di Niguarda. Malori,
svenimenti, intossicazioni. Puntini sugli
schermi. Giovani stremati, finiti ai margini
della movida. Sulle ginocchia. Nei pronto
soccorso. Il gestore dellufficio esercizio
pubblico (cio: pub, disco, night, bar)
telefona per una ragazza che non ce la fa
pi. Gli amici chiamano pieni di paure,
pensando ai genitori che chiss cosa
penseranno, diranno, faranno. Alcuni
rifiutano il soccorso, firmano la rinuncia e
se ne vanno. I meno temerari scappano alla
vista della Croce Rossa. Uscita inutile.
Centodiciotto, buonasera.
Allaltro capo del telefono rispondono
otto operatori fino a mezzanotte, sette a
tirar mattina. Un medico, un infermiere, la
squadra degli operatori tecnici gestita dal
capoturno Marco Maffi, undici ambulanze h24
a Milano pi altre a gettone da indirizzare
su incidenti, malori, incendi. I colloqui
durano meno di un minuto. La prassi: Non
risponde? Non respira? Confabula? Parla a
fatica?. Dalle 23 alle 4 di notte si contano
296 richieste dintervento. Un grave
incidente auto-auto sulla Paullese. Un
famiglia svegliata e annerita dal fumo per
un incendio in via Rilke. Alle 00.24 gli

aprile
ospedali non hanno pi posti liberi, informa
la scheda di servizio sullo schermo. E ora? In
qualche modo si far. Notte prima degli
esami. La maturit arriver solo a giugno:
Giulia esce dal De Sade di via Valtellina che
sono le due passate. Referto: intossicazione
etilica. Una ragazza di ventiquattro anni
lascia il Ponte Vecchio pub sul Naviglio Pavese
per raggiungere il Policlinico, un giovane
caracolla davanti a un locale di Porta Romana,
cinque feriti abbandonano un pub di viale
Gorizia dopo un rissa che puzza di birra.
Codice giallo, codice verde. Un Sos dalle
Colonne di San Lorenzo avvisa che c un
ragazzo ubriaco che non ce la fa pi.
Allarrivo dellambulanza, non c pi
nemmeno lui. Volontari e professionisti del
118 hanno imparato a conoscere i quartieri
della movida milanese. Via Valtellina, Navigli,
P o r t a Ti c i n e s e , c o r s o X X I I m a r z o . L e
segnalazioni dello sballo si somigliano tutte,
nei sintomi e nei nomi dei locali. Il database
di Niguarda racconta cos gli ultimi weekend
nel corso Como delle follie: sette tra
intossicati e vittime di malori e quasi sempre
ragazzi sotto i trentanni, spiega Fontana.
Alba a Niguarda. Il bilancio dei soccorsi da
sballo conta cinque intossicati, una rissa a
bottigliate, unaggressione alluscita di un
locale. Per il calendario gi sabato. Gli
operatori del 118 sospirano: Ci abbiamo fatto
labitudine. Paolo appena uscito dal
Fatebenefratelli.
Non vergognosa questa situazione?!?

22

2007

Linchiesta

di Federica

A Milano tira una brutta aria


Il superamento della soglia
limite di alcuni veleni atmosferici
minaccia costantemente la citt e,
negli scorsi mesi, ha imposto
interventi di emergenza sulla
circolazione.
Tuttavia limprovvisazione di
questi interventi, oltre a causare
disagi alla citt, non risolve un
problema che va affrontato
seriamente programmando iniziative
sistematiche per combattere i veleni
che respiriamo:
Vediamo sinteticamente quali
sono:
Principali
cause
da
inquinamento atmosferico sono il
traffico, gli inceneritori, il
riscaldamento e le attivit
industriali.
Per quanto riguarda il traffico
bene informare che Milano ha il
primato europeo di densit veicolare
con 620 auto per kmq. Oltre 800 mila
auto entrano ogni giorno in citt e
lingorgo ormai continuo. Mancano
200 mila parcheggi e non c ancora
il piano del traffico.
Mentre aumentano le auto
circolanti, i trasporti pubblici
d e l l AT M p e r d o n o c i r c a i l 2 % d i
utenti allanno negli ultimi 4 anni.
Inoltre nel corso dei 1998 sono stato
ridotto le percorrenze dei mezzi
pubblici a Milano di ben 1.410.988
chilometri.

Emergenza caldo + smog


L inquinamento aumenta l effetto
serra. E le temperature pi alte
peggiorano i danni dell aria
avvelenata sulla salute. E non solo
in citt
Ambiente Allarme dell Oms e di uno
studio del Lancet sugli effetti del
riscaldamento atmosferico
Ondate di calore
L e f f e t t o s e r r a n o n p i u n
problema soltanto climatologico, ma
anche sanitario, per i danni
provocati dalle ondate di calore
sempre pi frequenti in Europa
Malattie tropicali
Un rapporto dell Organizzazione
Mondiale della Sanit rileva il
diffondersi anche nelle zone
temperate di malattie tipiche delle
aree tropicali in seguito al
riscaldamento del clima
Le polveri
Le condizioni climatiche peggiorano
la situazione dell aria in aree come
la pianura Padana dove si registrano
i tassi di inquinamento maggiori d
Europa

aprile
ALCUNI POSSIBILI INTERVENTI URGENTI

Consentire luso gratuito dei mezzi pubblici, in contemporanea del


blocco dei traffico, in caso di superamento della soglia dallarme o di superamento
prolungato della soglia dattenzione dellinquinamento atmosferico

Contrastare in modo efficace, con lazione della polizia municipale, la


sosta in doppia fila per aumentare la velocit di desercizio dei mezzi pubblici,
potenziarne lofferta e ridurre gli ingorghi.

Limitare il traffico nel centro e a rotazione nei quartieri della periferia


durante la domenica per promuovere le feste della citt (iniziative sportive,
culturali e commerciali) senza auto e con biglietto giornaliero ATM e MM a prezzo
ridotto.

Promuovere un Centro di consulenza e sostegno per ladeguamento degli


i m p i a n t i d a r i s c a l d a m e n t o a l l e n o r m e d i s i c u r e z z a e p e r i n c e n t i va r e l a
metanizzazione. Un centro, con il supporto di artigiani e installatori, per aiutare i
cittadini nel disbrigo delle pratiche amministrative, nel reperimento di personale
qualificato ad un prezzo equo, nellaccesso a forme dincentivazione diretta.

Impegnare lente pubblico a comportamenti coerenti con la politica


ambientale, pretendere da esso il rispetto rigoroso delle normative e promuovere
linnovazione tecnologica e normativa, affinch lente pubblico sia di esempio nei
confronti dei cittadino.

Dare il via a una campagna informativa costante tra i cittadini e nelle


scuole sullo stato dellinquinamento a Milano e sullincentivazione dei trasporto
pubblico e della bicicletta come mezzo di trasporto ecologico.

Stabilire lobbligo della Valutazione di Impatto Ambientale per tutte le


delibere comunali che incidono sul traffico e sulle emissioni di sostanze tossico
nocive.

Aggiungere al parametri di valutazione dellinquinamento lesposizione,


intesa come media dei valori di concentrazione dei gas nocivi su base settimanale
(una sorta di dose media assorbita da ciascun cittadino).

Ammodernare le cabine di monitoraggio dellinquinamento, potenziare


gli strumenti per la misura della concentrazione di ozono, aumentare gli strumenti
per la misura dei nuovi inquinanti (benzene, toluene, xilene, polveri fini e
finissime), promuovere campagne di misura basate sulluso di dosimetri personali
(misura di tipo espositivo).

Realizzare lampliamento delle aree verdi e laumento dei metri quadri


di verde per abitante, mediante il completamente dei parchi milanesi e delle aree
dismesse (dove sono i 400.000 nuovi alberi promessi dal sindaco in campagna
elettorale?).

2007

D i f f e r e n t W o r l d
You lead me on the path keep showing me
the way
I feel a little lost a little strange
today
I think Ill take a hold of whatever
comes my way
Then well see what happens take it day
by day
I thought I had it all I had it all
worked out
Just what my future held that there
would be no doubt
But then the card came up and I took
another turn
But I dont know if its fulfilment that
I yearn

IrIron
on Maiden
Traduzione
Tu mi hai condotto sul sentiero
continuando a mostrarmi la via
mi sento un p perduto
un p strano, oggi
penso che sar sopraffatto da
qualsiasi cosa si metta sulla mia
strada
poi vedremo cosa succede
vivendo giorno per giorno

Tell me what you can hear


And then tell me what you see
Everybody has a different way
To view the world

pensavo di aver... di aver capito


tutto
cosa il futuro aveva in serbo per me
e che l non ci sarebbero stati dubbi

I would like you to know


When you see the simple things
To appreciate this life
Its not too late to learn

ma poi la carta uscita fuori


e ho preso un altro turno
ma non so se questa la
soddisfazione che desidero

Dont want to be here


Somewhere Id rather be
But when I get there
I might find its not for me

dimmi quello che riesci a sentire


e poi dimmi quel che vedi
tutti hanno un modo diverso
di vedere il mondo

Tell me what you can hear


And then tell me what you see
Everybody has a different way
To view the world

vorrei che tu sapessi che


quando vedi le cose semplici
devi apprezzare questa vita
non troppo tardi per imparare

I would like you to know


When you see the simple things
To appreciate this life
Its not too late to learn

non voglio stare qui


piuttosto vorrei stare altrove
ma arrivando l potrei
capire che non fa per me

Dont know what I want


Or where I want to be
Im feeling more confused
The more the days go by

non so cosa voglio


o dove voglio stare
pi i giorni passano,
pi mi sento confuso