Sei sulla pagina 1di 4

http://www.perstarebene.

it/2012/01/17/la-ricetta-del-burrocacao-fatto-in-casa/

La ricetta del Burrocacao fatto in casa


17 gennaio 2012 |

Autore Per stare bene

Intanto mi scuso per la foto non ottimale al momento dispongo solo di questa (con tubetto della Labello tra
laltro ). E ora torniamo allarticolo: finalmente pubblico la ricetta del mio burrocacao (cambiata nel corso dei
mesi). Cosha di speciale? Intanto che la formulazione segue i consigli della mitica Lola (de Langolo di Lola,
il sito di riferimento delle spignattatrici) e, in secondo luogo, che non contiene paraffina e altre sostanze quanto
meno scadenti (per non dire altro).
Lho provato e lascia le labbra morbide per tutta la giornata (sicuramente andr riapplicato se uscite col freddo e
altre condizioni atmosferiche avverse). Il Tocoferolo (vitamina E) e il Miele fanno il pi del lavoro di
nutrimento e idratazione ma anche gli altri ingredienti sono tutti utilissimi a proteggere e nutrire.

Ecco la ricetta:

1,5g cera dapi

2g burro di cacao

1g burro di karit

1,5g olio ricino

0,5g tocoferolo (vitamina E)

Una puntina (di cucchiaino) di miele dacacia

Con questa quantit dovrebbe uscire uno stick solo o uno stick e mezzo se avete un tubetto pi piccolino. Ecco
come realizzarlo: in un bicchierino di vetro versare la cera, i burri, gli oli, il tocoferolo e il miele (davvero una
puntina, non troppo!). Potete pesare gli ingredienti con una bilancina di precisione (tipo quella da gioiellieri), ne
trovate a bizzeffe su e-bay a circa 10 euro luna. Versato tutto potete riempire un pentolino con 2/3 dita dacqua
1

e mettere sul fuoco. Fate scaldare a bagnomaria fino a che il contenuto non si sciolto tutto (in particolare ci
vorr del tempo per sciogliere la cera), mescolare per bene in modo da far amalgamare il miele e gli altri
ingredienti (anche un mini frullino ottimo, bollicine a parte). Nel frattempo preparate il tubetto vuoto (un
labello pulito e riciclato o un tubetto apposito comprato su Aroma zone o simili). Versare il liquido caldo nel
tubetto fino al bordo (in modo che non strabordi). Lasciare raffreddare per diverse ore, anche una notte, e
provare ad aprire il tubetto con molta calma solo quando completamente freddo.
Il vostro burrocacao fatto in casa pronto!
Importante: per stick coi buchini sul fondo (come Labello), utilizzare il metodo della siringa intramuscolare
(con la punta tagliata). Metterla in piedi, quasi tutta aperta, e versare il liquido caldo qui anzich nel tubetto.
Lasciare raffreddare almeno 20 minuti e col pistone aiutarsi a fare uscire lo stick, facendolo entrare direttamente
nel tubetto vuoto.

Ecco la ricetta base (per chi non ha molti ingredienti):

1,5g cera dapi

2g burro di cacao

2g olio ricino*

Una puntina (di cucchiaino) di miele dacacia

* Non bisogna mai usare oli leggeri come il jojoba per il burrocacao (asciugherebbe troppo in fretta!). Meglio oli pesanti,
come il ricino. Se proprio mancasse tutto, provare con olio di oliva e.v.

Dove reperire gli ingredienti cosmetici.


Ti potrebbero anche interessare:

Labello: perch evitarlo

Come fare una pasta allOssido di Zinco in casa!

Ecco un bel regalo per futuri (e neo) genitori!

Johnson baby oil per cospargere il tuo piccolo di Paraffina!

http://www.perstarebene.it/2012/02/18/come-fare-una-pasta-allossido-di-zinco-in-casa/

http://mieicosmetici.blogspot.ro/2008/09/rose-fondenti-da-doccia.html
http://byreo.canalblog.com/

10 settembre 2008
2

Rose fondenti da doccia

Lo so che vi starete domandando cosa sono queste rose fondenti... perch non sono i
soliti burri solidi per il corpo.
Questi burri fondenti infatti, si utilizzano sotto la doccia, si sfregano sulla pelle umida - dopo essersi lavati - e
sciogliendosi si trasformano in un leggero latte invece di lasciare la scia unta dei burri tradizionali...
Il trucco per rendere pi piacevoli i burri corpo l'aggiunta di un emulsionante al composto.
L'idea di aggiungere questo ingrediente, non mia ma l'ho letta su un bellissimo blog francese ed io mi sono
limitata a scopiazzare spudoratamente l'idea perch ero curiosa di vedere il risultato... e perch vado matta per
questi "potacci" da bagno in stile Lush.

Ecco la mia ricetta, modificata secondo quello che avevo a casa e secondo l'ispirazione.
Rose fondenti da doccia
Burro di Cacao 40gr
Burro di Karit 30 gr
Olio vegetale a scelta 10 gr
Cera carnauba 5 gr
Xyliance 5 gr
Oli essenziali/fragranze
Coloranti
Si fanno sciogliere i burri, la cera, l'emulsionante e si aggiunge l'olio. Si aggiunge il colorante scelto e la
profumazione. In seguito si lasciano raffreddare a temperature ambiente e si mettono in frigo fino a completa
solidificazione (mai mettere cose calde in frigo, almeno cos mi hanno insegnato eheh).
Ovviamente, potete usare l'emulsionante che preferite seguendo le dosi che preferite; io ho scelto lo Xyliance
che non mi d delle belle creme e quindi lo "riciclo" cos.

Li conservo in frigo, visto il caldo, evito cos il rischio che si sciolgano in poco tempo.
Infine, ecco quelli che ho fatto io, potevano venire meglio, ma ho voluto provare delle idee "originali" che non
mi hanno soddisfatto a pieno per... la prossima volta andr meglio!

Rosa viola: colorata con mica Mauve Quartz acquistata su Sensory Perfection; profumata con olio essenziale di
lavanda. Ho aggiunto dei fiori di lavanda secchi che sono pi scenografici che altro...
Rosa gialla: colorata con della mica ora di Aroma-Zone, in foto non si vedono bene i riflessi dorati... profumata
con olio essenziale di limone (poche gocce, fotosensibile).

Rosa al caff: questa doveva essere un'idea originale... vabb, l'ho colorata con del caff che dovrebbe renderla
anche "scrubbante", non l'ho profumata perch lo era gi.

Rosa verde: colorata con la clorofilla di Aroma-Zone, profumata alla menta. E' venuta "rugosa" perch ho
aggiunto dei semi di papavero, la mia idea era quella di creare un burro-scrub per non ho pensato al fatto che i
semi nel burro ancora sciolto precipitano sul fondo...

Usati come descritto sopra, lasciano una bella pelle morbida all'uscita dalla doccia e pigra come sono, mi
risparmio di incremarmi dopo
http://byreo.canalblog.com/